Sei sulla pagina 1di 60

www.gazzetta.

it luned 27 maggio 2013 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFER NO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno 117 Numero 123 Anno

OLIMPICO ASSEGNATO LULTIMO TROFEO STAGIONALE

NIBALI IN TRIONFO
BRESCIA IN FESTA PER LULTIMA TAPPA DEL GIRO 2013: IN 300 MILA IN PIAZZA PER INCORONARE IL SICILIANO
Vincenzo Nibali, 28 anni, alza al cielo il Trofeo Senza Fine simbolo della vittoria al Giro AFP

FORMULA 1 A MONTECARLO

Rosberg re trentanni dopo pap Ferrari male


Giallo gomme: 1000 km di test per la Mercedes

COPPA ITALIA La Lazio vola e piglia tutto Europa&derby


Contestata la Roma: agguato al pullman a Trigoria. Osvaldo insulta Andreazzoli
SERVIZI PAGINE 1219

ALLIEVI, CREMONESI, IANIERI DA PAGINA 40 A PAGINA 45

3 Nico Rosberg, 27 anni

GOLF A WENTWORTH

3 Vlado Petkovic, 49, con laquila della Lazio ANSA

PANCHINE 1 IL FUTURO TECNICO DELLE MILANESI

Mazzarri, Inter chi resta Milan: Seedorf pi lontano


ALLE PAGINE 202223 3 Walter Mazzarri, 51 anni, allInter dopo 4 stagioni al Napoli

LITALIA IN

Manassero sbanca il Pga Championship

PANCHINE 2 I PROGETTI PER LA NUOVA STAGIONE

Juve, modello tedesco Napoli: il Benitez day


ALLE PAGINE 21 E 24 3 Rafael Benitez, 53 anni, guider il Napoli dopo il Chelsea

ROSA
GHISALBERTI, GIALANELLA, PASTONESI, SCOGNAMIGLIO DA PAGINA 2 A PAGINA 11

IN

COCCHI A PAGINA 54, COMMENTO DI CAZZETTA A PAGINA 33

3 Matteo Manassero, 20 anni

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

LINTERVISTA LARBITRO DELLA FINALE DI CHAMPIONS

Rizzoli: Ho anche pianto Ma in Italia pi dura


CENITI A PAGINA 29 3 Nicola Rizzoli, 41 anni, di Bologna, arbitro e architetto

Vincenzo in estasi: Sono ubriaco di felicit. Non ho mai avuto paura. Ora sfido Contador e Froome. E adesso basta pasta a colazione... Cavendish chiude con la 5a vittoria in volata IL NORMALE E LECCEZIONALE
DI PIER BERGONZI A PAG. 33

Problemi per Massa a Montecarlo: si scoperto che la sua Ferrari sarebbe intestata al cognato di Fini.
INIZIATIVA GAZZETTA

BUFFON IL MITO IN UN LIBRO


A 9,99 pi il prezzo del quotidiano.

30 5 2 7>

9 771120 506000

www.forst.it

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

69 GIRO DITALIA
LULTIMA TAPPA UNA PASSERELLA: SFRECCIA CAVENDISH E VINCENZO ENTRA NELLA STORIA

IlCommento
DI LUCA GIALANELLA

4
IL PODIO FINALE
1 Vincenzo Nibali 3341,8 km in 84h5328 media 39,360 2 Rigoberto Uran (Colombia) a 443 3 Cadel Evans (Australia) a 552

Italia in festa Con Vincenzo torna grande


Trecentomila lungo
il circuito di Brescia, 12 milioni sulle strade dItalia. Il Giro di Vincenzo Nibali si chiude cos, con labbraccio della Leonessa al primo siciliano in maglia rosa. Un calore soffocante per la partecipazione riservata alla corsa Gazzetta. Piazza della Loggia un salotto perfetto, la bomboniera del tifo. La gente si impadronita del Giro. questa leredit del trionfo di Vincenzo. La sua cavalcata in rosa come quella di Gianni Bugno nel 1990, leader dalla prima allultima tappa, da Bari a Milano: anche allora lItalia usciva da un momento difficile, la partecipazione al Tour era una rarit e si stava spegnendo lera di Moser e Saronni. Con Nibali, lItalia ritrova il suo posto nel mondo del ciclismo. Vincenzo amato dalla gente. Figlio dellItalia, figlio di tutti. Ieri, nella tappa conclusiva da Riese Pio X a Brescia, abbiamo visto lItalia in strada per il Giro. Il Giro dei bambini, dei tifosi. Ogni metro un nastro, un palloncino, una bandierina rosa. Tutti eroi ieri, spiccava su un cartello dopo la neve delle Tre Cime. Nibali sei magico come le Winx, teneva in mano una bambina. Perfino ragazze ponpon e cheerleeder rosa. La neve che ha abbracciato gli eroi delle Tre Cime lascia il posto al sole. Il circuito di Brescia si rivela azzeccato: corto (4 km) e nel cuore della citt. Per tutta la gente che c, sembra il finale del Tour a Parigi: cos deve essere laccoglienza al Giro, perch questa storia dItalia. La volata di Mark Cavendish, 5 su 5, il 100% delle tappe per gli sprinter. E dietro lottano le frecce tricolori. Sacha Modolo era in testa ai 100 metri, prima del rush dellinglese; poi Elia Viviani e Giacomo Nizzolo. Godiamoci questa festa, ci mancava proprio.

Il giorno di Nibali il massimo Sono ubriaco dalla felicit


A Brescia 300mila persone per il trionfo del siciliano Paura? Mai avuta. E ora sfido Froome e Contador

Giro al
DAL NOSTRO INVIATO

CLAUDIO GHISALBERTI BRESCIA

il coronamento di un sogno di una vita, unemozione fortissima. Eccezionale, la pi gran de gioia possibile. Vin cenzo Nibali taglia il traguardo e si scio glie. Il sorriso lascia spazio alle lacrime dopo una giornata trionfale. Lo Squalo ha sfilato per i 206 chilometri dellulti ma tappa in comple to da gara rosa. La prima e unica conces sione alla scaraman zia. Mai, nelle altre do dici tappe da leader della corsa aveva osato tanto. Sapeva di essere il pi forte e lo ha detto ad alta voce ma, da buon siciliano, ha pensato che fosse meglio non sfidare il de stino. Gi freddo, neve, piog gia e avversari avevano semi nato trappole sulla strada. Ma

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

quelli che mi hanno aiutato fin da ragazzino in Sicilia e mi hanno insegnato letica dello sport. Quando sono arrivato in Toscana poi non ho trovato un gruppo sportivo, ma una seconda famiglia.
Che cosa ha provato quando ha sentito linno di Mameli?

LA LETTERA DELLA MOGLIE

Orgogliosa di dividerti con i tifosi

Ero nel pallone. Non capivo pi niente. Mi sembrava di es sere ubriaco di gioia.
Per cantava.

Andavo dietro ai miei cugini. Non so tutte le parole, mi mancano alcuni pezzi.
Come ha costruito questo trionfo? Martinelli, il suo d.s., ha detto che qualcosa cam biato alla TirrenoAdriatico.

Caro Vincenzo, = tante cose ti ho gi detto in questi giorni e altre me le sono conservate per i prossimi, quando finalmente avremo un po di tempo per noi. Adesso, per, mi piace lidea di rendere pubblici alcuni pensieri, perch mentre ti guardavo commosso sul podio ho realizzato che ora ti dovr dividere ancora di pi con i tifosi. E contrariamente a quanto avrei pensato tempo fa, ne sono felice. Non lunica convinzione che mi hai costretto a cambiare: prima di conoscerti lidea di vivere un rapporto di coppia con un uomo cos spesso in fuga non mi avrebbe sfiorata. Ora, mi sembra del tutto normale. Hai vinto il Giro, amore mio. Sei stato tu a insegnarmi quanto sia importante nellimmaginario della brava gente italiana. Ora che sei entrato nella storia della corsa, vorrei solo dire a tutti come la dimensione del Nibali personaggio sia sovrapponibile a quella del Vincenzo privato che amo: la cortesia, la generosit e la timidezza che ti si leggono in faccia sul podio fanno parte di te. Sono timorosa di rileggermi sulla Gazzetta, perch mi sembrer di aver scritto un sacco di cavolate: ma volevo dirle, a te e a tutti quelli che magari non ti conoscono, ma ti sono affezionati. Prima di partire per la nostra vacanza, che sar rigorosamente al mare; di neve e montagne, per un po, non vogliamo sentir parlare. Rachele

Non lo so, di certo quello stato un momento molto im portante. Freddo e pioggia hanno reso anche quella gior nata indimenticabile.
Quali doti maggiormente ap prezza di Martinelli?

bacio
ieri mattina ormai la vittoria era sua, sigillata dallepica im presa del giorno prima sotto la neve delle Tre Cime di Lavare do. Viene da pensare che se ie ri avesse avuto un problema, persino una caduta, tutto il gruppo si sarebbe fermato per aspettarlo e accompagnarlo al traguardo.
Nibali, si sente di dire che ora il pi forte corridore al mondo per i grandi giri lei?

Ho un ottimo rapporto con lui che, con Vinokourov, mi ha fortemente voluto allAstana. Mi piace la sua tranquillit al la vigilia e nella gestione delle corse. Rispecchia molto, so prattutto come persona, i miei vecchi direttori, quelli di quando ero ragazzino. Ha una
Vincenzo Nibali, 28 anni, davanti al pubblico di Brescia. A sinistra bacia il Trofeo Senza Fine, che qui sotto riceve dalla madrina Alessia Ventura LAPRESSEAPCALABR

anche merito dei compagni e di Martinelli. Ma adesso basta pasta a colazione

Mai vista una cosa del gene re.


Quando ha cominciato a capi re che avrebbe vinto il Giro?

Dopo la crono di Saltara. La temevo, invece non solo non ho perso nulla, ma mi sono trovato in rosa. Chi mai lo avrebbe detto alla vigilia della partenza da Napoli...?.
Come ha preparato questo trionfo?

A Saltara ero sicuro di perdere invece ho preso la maglia. L ho capito...

prime tappe ho sofferto per lallergia al polline. Soprattut to agli occhi, pi che ai bron chi, ho avuto dei fastidi.
Quindi la pioggia lha favorita.

voce e un modo di fare che mi danno serenit.


Che importanza ha Rachele, sua moglie, in questo trionfo?

Un po, per ci ho messo mol to di mio. A volte fin troppo, cos dopo le due cadute sono andato pi cauto.
Ripensando alle Tre Cime?

Sorride. Ditelo voi. Con Con tador e Froome sar lotta dura nelle prossime corse a tappe.
Il ciclismo, con le sue imprese, ha ritrovato ossigeno.

Lavorando bene giorno per giorno, senza segreti. Non ho fatto tantissimi chilometri e parte della preparazione lho fatta correndo.
Si mai sentito vulnerabile?

Sono arrivato sul bus talmen te fuso che mi sono dimentica to di bere la borraccia di inte gratori. Meno male che era di fatto lultima tappa dura.
A livello morale, che peso ha per lei il Trofeo Senza Fine?

molto importante, cos co me importante la mia fami glia. Tornando dal traguardo alle premiazioni ho incrociato mio padre che non avevo an cora visto, stato molto emo zionante. I miei genitori sono arrivati da Messina in auto.
Vincenzo, al risveglio che co sa far?

Straordinario, c stata mol tissima gente lungo tutto il percorso nonostante il mal tempo. Brescia stata lapote osi, non cera un buco in tutto il circuito. Io non ho mai visto cos tanta gente al Giro. Ma il bello che per un lungo tratto abbiamo costeggiato lauto strada e cera gente che tirava gi i finestrini e ci salutava.

No, e questo merito anche dei compagni che hanno fatto il possibile e limpossibile per ch non accadesse.
Momenti di difficolt?

spettacolare, la sua bellez za uguale al suo peso. S, in un certo senso mi sento una guida, ma in gruppo ci sono tanti giovani come me che hanno valori etici forti.
Un successo da condividere con...?

A parte le due cadute di Pe scara, la tappa di Marina di Ascea. Sono arrivato davanti ma non ero al top. Poi nelle

Tutti. La gente, la mia squa dra, la mia famiglia. Con tutti

Colazione: cappuccio e brio che. Basta pasta, non ne posso pi. Poi chiss che da domani riesca anche a prendermi un po di riposo. Che dite, me lo sono meritato? Oh, poi la sta gione non finita. Ci sono la Vuelta e il Mondiale che sem bra messo l apposta. Devo ar rivarci preparato a puntino. Ora c chi lo paragona a una rockstar. No, Vincenzo un fuoriclasse di un grande sport. Basta e avanza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

96 GIRO DITALIA
CARTOLINE DALLULTIMA TAPPA
1 2

Una giornata tutta rosa


Il sogno realt E scoppia la baldoria
Nibali si regala una domenica speciale: festeggiamenti a base di compagni, tifosi e Gazzetta
DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASTONESI BRESCIA

Rosa come una mattina senza neve, come un mezzo giorno senza fuoco, come un tramonto intramontabile. Ro sa come una pedalata che an che un po una processione, che anche un po una festa, che anche un po una cerimo nia, che anche un po una fa ticaccia, perch si tratta di ol tre duecento chilometri di stra da. Rosa come un primato che si moltiplica per nove se consi deriamo lui, Vincenzo Nibali, e gli otto compagni, che si molti plica per massaggiatori e mec canici e direttori sportivi e au tisti, una rosa di squadra. Rosa

come un sogno nato quando cominci a pedalare su una bi ciclettina emersa da un magaz zino, rosa come una voglia na ta fin dalla prima corsa quando arriv secondo, rosa come una valigia quando decise di emi grare dalla Sicilia alla Toscana, rosa come un obiettivo, come un traguardo, come una meta. Rosa come un Giro dItalia spe ciale, particolare, strano, un Giro dItalia indimenticabile, un Giro dItalia freddo come se fosse gennaio. Rosa come un ciclismo che certe volte, pi di cos, non si pu proprio fare n sopportare. Rosa come una maglia che simbolo, bandie ra, sorriso, energia, volont, storia, bicicletta, Italia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1 La parata dellAstana: Nibali con i sette


compagni rimasti BIONDI 2 Sul bus del team prima del via BIONDI 3 Con la Gazzetta: lui luomo copertina BIONDI 4 A colloquio con il suo direttore sportivo Beppe Martinelli, al quinto trionfo al Giro con cinque corridori diversi BIONDI 5 Il saluto al pubblico di Riese Pio X alla partenza LAPRESSE 6 Con due tifosi del fan club I Cannibali BIONDI 7 Il nuovo re: dal trono rosa saluta i tifosi BETTINI 8 Allultima firma prima della partenza AP

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

96 GIRO DITALIA
FINALMENTE LABBRACCIO CON I GENITORI DOPO QUASI CINQUE MESI

v
identiKit & CARRIERA
VINCENZO NIBALI

DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASTONESI BRESCIA

Nato il 14/11/1984 a Messina

Italia Pro dal 2005 Le sue squadre


Fassa Bortolo

Hanno fatto il Giro dIta lia. Anche loro. Partenza sabato allalba, da Messina, in macchi na. Pane, Gazzetta e diesel. Pri ma tappa per fondisti: Messina Mastromarco, in provincia di Pistoia, mille km compreso il traghetto per il continente. Se conda tappa per velocisti: Ma stromarcoBrescia, 350 km. Ar rivo con largo anticipo su quello dei corridori. Poi tribuna rossa, poi Processo alla tappa, poi Palazzo Loggia, poi festa con la squadra. Oggi terza tappa: Bre sciaMastromarco, altri 350 km. Domani quarta e ultima tappa: MastromarcoMessina, gli ultimi mille. Totale: 2700 km.
Smeraldi Giovanna ha gli stessi

Vincenzo Nibali si gode il bacio di mamma Giovanna e pap Salvatore. Sotto, la maglia rosa commossa durante linno BETTINI

story
Dalle rotelle al podio del Tour: cos diventato re del Giro

2006-2012 2013 Le vittorie


Astana

Liquigas

2005

30 I trionfi Giro 2013 Vuelta 2010 2012 e 2013


Giro del Trentino TirrenoAdriatico

2008 e 2013 1 tappa al Giro 2010


al Giro 2011

1 tappa

(a tavolino)

2 tappe al Giro 2013 Al Giro Primo 2013 Secondo 2011 Terzo 2010 Al Tour Terzo 2012 In maglia rosa 3 tappe nel 2010 13 tappe nel 2013

occhi del suo Enzino: due sme raldi neri. Magna Grecia. Sal vatore ha la stessa tenacia e for se la stessa fede del suo Enzino. normanno. Era dal 6 gennaio che Giovanna e Salvatore non abbracciavano il loro Enzino. Avevano gi fatto un altro Giro dItalia, ma pi piccolo: Messi naSerra San BrunoMessina, in occasione della terza tappa del Giro. Ma al traguardo di Serra San Bruno raccontano , siccome diluviava, non ce lhanno fatto neanche toccare, il nostro Enzino. Ma giusto co s: con quellacqua, rischiava di prendersi qualche malanno. Enzino. Enzino, da piccolo, era terribile ricordano . Bi sticciava con i compagni, mari nava la scuola, andava in giro, scappava, non si trovava. Fin ch lo scoprimmo ai biliardini. Allora andammo a parlare con il proprietario della sala, e lo minacciammo: Lei, il nostro Enzino, non lo deve far proprio entrare, ma solo uscire. Quel lEnzino. Un giorno che faceva acqua da tutte le parti, il nego zio si allag. Salvammo il salva bile. Tirammo fuori tutta la merce. Emerse una biciclettina. La prima biciclettina di Enzi no. Che Enzino. La bici cletta sembrava lunica co sa che lo interessasse pro fondamente. Cos, un giorno che Enzino fece il monellino, queste paro le sono di mamma Gio vanna, presi una sega e gliela tagliai, queste parole invece sono di pa p Salvatore, ma laveva com binata davvero grossa, aggiun ge mamma Giovanna, insom ma, ci stava, sentenzia pap Salvatore.
Vetrine Per il loro Giro dItalia,

LA PRIMA BICI Lesordio a 3 anni La bicicletta nel destino: ecco Vincenzo Nibali a Messina con la prima biciclettina

I 2700 km damore di mamma e pap Fatecelo toccare


Giovanna e Salvatore Nibali in auto dalla Sicilia a Brescia per abbracciare Enzino: Da piccolo gli segammo la bici
Sulle due vetrine abbiamo at taccato due poster di Enzino in maglia rosa e due cartelli in cui abbiamo spiegato perch: chiuso per Giro dItalia. Non sar mica la fine del mondo. La sosta in Toscana serve per tenere i contatti con la fami glia: laltro figlio, Anto nio, under 23 nella Ma stromarco, che adesso abita nella casa in cui stava Vincenzo fino a un anno fa, nonch i coniugi Franceschi, che accolsero in casa Enzino quando emi gr da Messina, a 16 anni, e lo coltivarono come un figlio. E in macchina, Giovanna e Salvatore dividono chi lometri ed emozioni con Giovanna e Gabrie le Ambruno: In Fran cia, per poterlo vede re, dicemmo di essere i suoi zii. O non capivano o non era abbastanza. Allora giurammo di essere i suoi geni tori. Funzion. Gabriele Am bruno, infermiere al Policlinico di Messina, ha un miele pi unico che raro: Quindici alve ari di qui e quindici di l, nel Messinese. Di qui: fiori di aran cio e mandarino. Di l: acacia. Una miscela straordinaria. En zino cresciuto con questo miele. Cresciuto bene. Enzo pedala anche con la testa. Ci sta regalando emozioni potenti, fortissime, indescrivibili. Il Gi ro dItalia non sai mai come va da a finire finch non comple tamente finito. Notti quasi in bianco. Giorni tra quotidiani, tv e radio. La tappa delle Tre Ci me di Lavaredo labbiamo vis suta alla radio. Ma descritta co s bene che ci sembrava di ve derla in tv, anzi di pi, di essere in strada, anzi di pi, di pedala re con loro.
Sindaco I telefoni di Giovanna e Salvatore scottano. Tutti quelli che hanno i nostri numeri, ci hanno chiamati. Enzino lor goglio di Messina, ma che dico, della Sicilia, ma che dico, del Sud, ma che dico, dellItalia. Messina senza sindaco: ma ci credete che si stanno organiz zando per fare sindaco lui?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PROVE DI MAGLIA ROSA Lassaggio al Giro 2010 A 25 anni, aiuta Basso a vincere il Giro. ma si gode anche una tappa, 3 giorni in rosa e il 3 posto finale

IL TRIONFO IN SPAGNA La Vuelta lo consacra Dopo il podio al Giro, va in Spagna: alla Vuelta domina e chiude in bellezza il suo magico 2010

Gazzetta.it
LEMOZIONE DI NIBALI E LA FESTA ROSA IN PIAZZA DELLA LOGGIA
Su Gazzetta.it le parole della moglie Rachele, che descrive le qualit di Vincenzo e non vede lora di andare in vacanza. E poi le parole dello Squalo, oltre alle immagini pi belle della festa in piazza della Loggia.

Giovanna e Salvatore hanno tirato gi la saracinesca del lo ro negozio di videocassette:

IL PODIO AL TOUR 2012 Dietro a Wiggo e Froome Rinuncia al Giro dopo il 2 posto 2011: al Tour mette paura alla maglia gialla Wiggins e a Froome

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

96 GIRO DITALIA
IL BRITANNICO SI RIPRENDE LA MAGLIA ROSSA ALLULTIMO GIORNO
MARK CAVENDISH
DAL NOSTRO INVIATO

CIRO SCOGNAMIGLIO BRESCIA

Nato il 21/05/1985 a Douglas (Isola di Man, Gb) Gran Bretagna

Le squadre

Sparkasse T-Mobile

2006

2007
Htc

2008-2009

Columbia

2010-2011 2012 2013 Vittorie


102 15
Omega

Sky

Quello che quasi nasco sto in un angolo, nella grande sala del bellissimo Palazzo Loggia, Rob Hayles. Adesso fa il commentatore per Bbc, ma c stato un tempo non troppo lontano in cui era un campio ne della pista e con Mark Ca vendish, per la Gran Bretagna, vinceva loro mondiale del lAmericana. Succedeva a Los Angeles, nel 2005. Mark ha ap pena finito linterminabile tra fila delle interviste. Lo vede e lo abbraccia. Gli regala una maglia rossa e si vede lontano un miglio che commosso. Lo raccontiamo per spiegare chi Mark Cavendish. Luomo pi veloce del mondo in bici spinge sui pedali con una determina zione feroce, ma ha un cuore grande come la sua dimensio ne di sprinter, che quella di un fuoriclasse assoluto.
Gioia Ieri Cannonball ha fatto

Nella stessa grande corsa a tap pe aveva fatto anche meglio (6, al Tour), ma la particolarit che stavolta non ne ha sbaglia ta una, di volata. Ha avuto cin que occasioni e le ha centrate tutte: lapertura di Napoli, Margherita di Savoia, Treviso, Cherasco (che lui considera co me la pi bella) e la chiusura di Brescia. Una percentuale di vit torie del 100% che per un velo cista pazzesca. Lultima tappa del Giro poi non laveva mai vinta, anche perch da quando diventato il migliore di tutti in volata la corsa rosa si era sempre chiusa a cronometro. Lacuna colmata.
Traguardo E unaltra lacuna colmata stata la vittoria della maglia rossa della classifica a punti. Una classifica gi sua a Tour e Vuelta, e adesso con il tris rientra in club ristrettissi mo (Merckx, Abdujaparov, Ja labert, Petacchi). Sono felice. Ricordo la delusione dello scorso anno, quando lavevo persa da Rodriguez allultimo giorno e per un solo punto. Al Tour e alla Vuelta vincerla era stato pi facile. Sono orgoglio so di me e di tutta lOmega. Non potevo perdere, anche senza Steegmans che si era riti rato. Ha funzionato tutto e per stare sicuri abbiamo curato an che gli sprint intermedi, nel lultima tappa e non solo (e qualche giorno fa aveva anche cazziato il brasiliano Andria to che lo disturbava in una di queste volate, ndr). Eroe Gli fanno vedere le imma

Cavendish cala lo Slam

Super Mark fa 5 su 5 Come si fa? Vincere mi d dipendenza


Imbattuto in volata, centra la classifica a punti anche al Giro dopo Tour e Vuelta: Ma quanto stata dura

Tappe Giro Tappe Tour


23 3

Tappe Vuelta Altre vittorie Milano-Sanremo 2009 Mondiale in linea 2011 Mondiale pista 2005 e 2008 Vincitore classifica a punti Vuelta 2010 Tour 2011 Giro 2013 In rosa 4 giorni (1 nel 2013)

una cosa enorme, vincendo a Brescia il quinto sprint di que sto Giro, fiaccando le speranze dei nostri Sacha Modolo, Elia Viviani e Giacomo Nizzolo.

Lanno scorso ho perso la classifica a punti per un soffio: stavolta non potevo fallire Tempo infame, non ha fatto sconti a nessuno Ma la squadra mi ha protetto

4
LE TAPPE
Le volate al Giro vinte da Cav: 2 nel 2008, 3 nel 2009, 2 nel 2011, 3 nel 2012 e 5 nel 2013

15

gini del giorno prima alle Tre Cime di Lavaredo. Lui che arri va morto di fatica e pi simile a un pupazzo di neve che a un ci clista. Lo chiamano eroe. Ehi, se ero un eroe io, vuol dire che

lo siamo stati tutti. Quel tempo infame non ha fatto sconti a nessuno. Io magari ho fatto pi impressione perch ero uno dei pi lenti E stato incredi bilmente duro questo Giro dItalia, adesso non posso fare altro che riposarmi (e oggi lo aspetta un barbecue in Toscana con gli amici di sempre, Scian dri in testa, ndr) Non avrei fatto niente per senza lOme gaQuick Step, che mi ha pro tetto anche in montagna. E poi pensate a Trentin, per esem pio. Non ha grandissima espe rienza come ultimo uomo, ma

a Brescia stato fantastico.


Dipendenza Con Cavendish re della Sanremo 2009 e iridato 2011 non la si smette mai di fare conti su conti. Ha vinto 15 tappe al Giro dItalia, e nei grandi giri arriva a un totale di 41 (come Hinault) con le 3 alla Vuelta e alle 23 al Tour (di cui, a 28 anni, stato gi eletto mi gliore sprinter di sempre). Da vanti ha soltanto Merckx (64), Cipollini (57), Petacchi (48) e Binda (43): qualcuno se la sen te di giurare, al termine di un Giro cos, che il primato del

Cannibale non sia in pericolo? E allora resta la domanda: luomo pi veloce del mondo dove trova la motivazione per restare tale? Semplice. Im ad dicted to winning. Significa: Ho una dipendenza dalla vittoria. Chiudiamo con una dolce curiosit: la compagna Peta Todd, ve nuta al Giro pi volte, ieri non cera. Doveva festeg giare il suo addio al nubilato, ha sorriso Mark. Per Cannon ball dunque in vista anche lo striscione delle nozze...
RIPRODUZIONE RISERVATA

La famiglia italiana della frutta

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

COME LUI

SPRINT DA RE A TREVISO LA 100a


1

LIMPRESA PI BELLA

PRIMO SULLE TRE CIME

RICORDATO IL LEONE

Trofeo Bonacossa a Cannonball


Grazie alle 5 volate e alla maglia rossa, Mark Cavendish ha ricevuto il Trofeo Bonacossa per limpresa pi bella del Giro. Il premio, che ricorda Alberto Bonacossa, uno dei padri dellolimpismo e della Gazzetta, e il figlio Cesare, assegnato da una giuria di giornalisti presieduta da Andrea Monti, direttore della Gazzetta.

Nibali conquista il Trofeo Torriani


Vincendo la tappa delle Tre Cime di Lavaredo (Cima Coppi), Vincenzo Nibali ha vinto il Trofeo Torriani, in ricordo dello storico patron della corsa rosa morto nel 96. Il premio va al corridore che si impone nella tappa che comprende la vetta pi alta. Questa la 17a edizione del riconoscimento: lalbo doro aperto da Enrico Zaina.

Giro per Magni Premio alle figlie


Il Giro 2013 era dedicato a Fiorenzo Magni, il Leone delle Fiandre morto il 19 ottobre. Il grande toscano lo vinse nel 48, 51 e 55. Ieri Mauro Vegni, direttore di organizzazione, in rappresentanza dellAiocc (associazione organizzatori), ha consegnato un trofeo alle figlie Beatrice e Tiziana.

LA CORSA AI RAGGI X
DATA 4/5 TAPPA 1a NAPOLINAPOLI 2a ISCHIAFORIO (cronosquadre) 3a SORRENTOMARINA DI ASCEA 5a COSENZAMATERA 7a MARINA DI SAN SALVOPESCARA 8 GABICCE MARE SALTARA (cron.) 9a SAN SEPOLCROFIRENZE RIPOSO a Cordenons 10a CORDENONSALTOPIANO DEL MONTASIO 168 11a TARVISIOVAJONT (19632013) 12a LONGARONETREVISO 13a BUSSETOCHERASCO 14a CERVEREBARDONECCHIA RIPOSO a Valloire (Francia) 16a VALLOIREIVREA 17a CARAVAGGIOVICENZA 18a MORIPOLSA (cronoscalata) 19a PONTE DI LEGNOVAL MARTELLO 20a SILANDROTRE CIME DI LAVAREDO 21a RIESE PIO XBRESCIA 239 216 20,6 211 206 INTXAUSTI VISCONTI NIBALI NIBALI CAVENDISH NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI CAVENDISH CAVENDISH CAVENDISH CAVENDISH NIBALI CAVENDISH PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI BETANCUR BETANCUR MAJKA MAJKA BETANCUR BETANCUR URAN NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI NIBALI EVANS EVANS CAVENDISH CAVENDISH CAVENDISH CAVENDISH PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI PIRAZZI MAJKA MAJKA MAJKA MAJKA MAJKA BETANCUR
a

KM 130 17,4 222 203 177 54.8 172

ARRIVO CAVENDISH SKY PAOLINI BATTAGLIN DEGENKOLB CAVENDISH HANSEN DOWSETT BELKOV

MAGLIA ROSA CAVENDISH PUCCIO PAOLINI PAOLINI PAOLINI PAOLINI INTXAUSTI NIBALI NIBALI

ROSSA CAVENDISH CAVENDISH PAOLINI PAOLINI PAOLINI CAVENDISH CAVENDISH CAVENDISH EVANS

AZZURRA VISCONTI VISCONTI WAUTERS VISCONTI VISCONTI VISCONTI VISCONTI VISCONTI PIRAZZI

BIANCA VIVIANI PUCCIO ARU ARU ARU ARU MAJKA KELDERMAN KELDERMAN

5/5 6/5 7/5 8/5 9/5 10/5 11/5 12/5 13/5

4a POLICASTRO BUSS.SERRA S. BRUNO 246 6a MOLA DI BARIMARGHERITA DI SAVOIA 169

14/5 15/5 16/5 17/5 18/5 19/5 20/5 21/5 22/5 23/5

182 NAVARDAUSKAS 129 254 CAVENDISH CAVENDISH VISCONTI

180 SANTAMBROGIO

15a CESANA TOR.LES GRANGES DU GALIBIER 145

1 Apre a Napoli: sprint vincente su Viviani e maglia rosa BETTINI 2 Bis a Margherita di Savoia ancora su Viviani BETTINI 3 A Treviso la vittoria numero 100 ANSA 4 Il poker a Cherasco BETTINI

24/5 25/5 Ieri

160 Tappa annullata

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

96 GIRO DITALIA
LA GUIDA
ORDINE DARRIVO
POSCORRIDORE 1 TEMPO 28 SANTAMBROGIO (ITA) 29 POZZOVIVO (ITA) 30 FELLINE (ITA) 31 EVANS (AUS) 32 APPOLLONIO (ITA) 33 MAJKA (POL) 34 INTXAUSTI (SPA) 35 SABATINI (ITA) 36 WYSS (SVI) 37 LUDVIGSSON (SVE) 38 KISERLOVSKI (CRO) 39 DE KORT (OLA) 40 NIEMIEC (POL) 41 BETANCUR (COL) 42 POZZATO (ITA) 43 KESSIAKOFF (SVE) 44 ROSA (ITA) 45 NIBALI (ITA) 46 HENAO (COL) 47 URAN (COL) 48 D. CARUSO (ITA) 49 KANGERT (EST) 50 GARATE (SPA) 51 TROFIMOV (RUS) 52 PELLIZOTTI (ITA) 53 DALL'ANTONIA (ITA) 54 CATALDO (ITA) 55 SANCHEZ (SPA) a 12" a 14" 56 HONDO (GER) 57 ZANDIO (SPA) 58 STETINA (USA) 59 HANSEN (AUS) 60 KRUIJSWIJK (OLA) 61 AZANZA (SPA) 62 GRUZDEV (KAZ) 63 WILLEMS (BEL) 64 TJALLINGII (OLA) 65 ZEITS (KAZ) 66 KEISSE (BEL) 67 DURBRIDGE (AUS) 68 KEUKELEIRE (BEL) 69 MARANGONI (ITA) 70 CLEMENT (OLA) 71 BAK (DAN) 72 DE GREEF (BEL) 73 KNEES (GER) 74 LASTRAS (SPA) 75 BELLEMAKERS (OLA) 76 SUTHERLAND (AUS) 77 DEKKER (OLA) 78 MARTINEZ (SPA) 79 RODRIGUEZ (VEN) 80 DOCKX (BEL) 81 RUIJGH (OLA) 82 REYNES (SPA) 83 SANTAROMITA (ITA) a 44" a 34" a 37" a 39" a 40" a 28" a 18" a 16" 84 OSS (ITA) 85 VALLS (SPA) 86 KELDERMAN (OLA) 87 MORABITO (SVI) 88 MARTENS (GER) 89 LONGO BORGHINI (ITA) 90 SALERNO (ITA) 91 TIMMER (OLA) 92 VERDUGO (SPA) 93 DUPONT (FRA) 94 GASTAUER (LUS) 95 DURASEK (CRO) 96 STORTONI (ITA) 97 SERPA (COL) 98 LE BON (FRA) 99 MOUREY (FRA) 100DOWSETT (GB) 101 BOARO (ITA) 102 DAMUSEAU (FRA) 103 BRUTT (RUS) 104GATTO (ITA) 105 GARZELLI (ITA) 106 OLIVEIRA (POR) 107 WEENING (OLA) 108 GUSEV (RUS) 109 TUFT (CAN) 110 PAUWELS (BEL) 111 VERMOTE (BEL) a 53" a 58" 112 AGNOLI (ITA) 113 RABOTTINI (ITA) 114 PRONI (ITA) 115 COBO (SPA) 116 DANIELSON (USA) 117 PIRES (POR) 118 VANDEVELDE (USA) 119 BONGIORNO (ITA) 120 PIETROPOLLI (ITA) 121 POPOVYCH (UCR) 122 BLYTHE (GB) 123 WURF (AUS) 124 VEUCHELEN (BEL) 125 WAUTERS (BEL) 126 DUARTE (COL) 127 SIUTSOU (BIE) 128 HERRADA (SPA) 129 NAVARDAUSKAS (LIT) 130 LAMMERTINK (OLA) 131 MINGUEZ (SPA) 132 ZARDINI (ITA) 133 CUMMINGS (GB) 134 ERMETI (ITA) 135 PANTANO (COL) 136 BONNAFOND (FRA) 137 ATAPUMA (COL) 138 MOURIS (OLA) 139 BOEM (ITA) a 1'43" a 1'48" a 1'25" a 1'38" a 1'20" a 1'03" 140BRAMBILLA (ITA) 141 PINEAU (FRA) 142 GOLAS (POL) 143 G. CARUSO (ITA) 144 ARU (ITA) 145 BENNETT (NZL) 146 SERGENT (NZL) 147 KEIZER (OLA) 148 LIGTHART (OLA) 149 MEIER (CAN) 150 CHRISTENSEN (DAN) 151 SARMIENTO (COL) 152 LOCATELLI (ITA) 153 KARPETS (RUS) 154 FISCHER (BRA) 155 PICHON (FRA) 156 TIRALONGO (ITA) 157 VRECER (SLO) 158 PIRAZZI (ITA) 159 CAPECCHI (ITA) 160 SELLA (ITA) 161 CHALAPUD (COL) 162 MACHADO (POR) 163 IGNATENKO (RUS) 164 BULGAC (OLA) 165 PATE (USA) 166 MARENTES (COL) 167 MESTRE (POR) 168 PETROV (RUS) a 7'02" a 3'17" a 2'32" a 2'12" a 2'17" a 2'20" a 1'51" in 5h30 09' CAVENDISH (GB) alla media di 37,437 km/h a 0"

Modolo 2 Per Viviani terzo podio

TERZO CENTRO

TRIONFA MARTIN

2 MODOLO (ITA) 3 VIVIANI (ITA) 4 NIZZOLO (ITA) 5 MEZGEC (SLO) 6 FERRARI (ITA) 7 DEHAES (BEL) 8 BELLETTI (ITA) 9 VISCONTI (ITA) 10 PAOLINI (ITA) 11 LANCASTER (AUS) 12 VENTOSO (SPA) 13 TAMOURIDIS (GRE) 14 HUNTER (S.A) 15 CANOLA (ITA) 16 DUQUE (COL) 17 ANDRIATO (BRA) 18 RUBIANO (COL) 19 MARCATO (ITA) 20 TRENTIN (ITA) 21 ROLLIN (CAN) 22 GRETSCH (GER) 23 DE BACKER (BEL) 24 COLBRELLI (ITA) 25 AVILA (COL)

A Malori il Giro di Baviera


Grazie al successo nella crono di sabato, Adriano Malori (Lampre Merida) ha vinto il Giro della Baviera con 23 sul britannico Geraint Thomas (6 Diego Ulissi a 43). Ultima tappa ad Heinrich Haussler (Iam). Per il 25enne parmense, un giorno in rosa al Giro 2012, il quinto centro della carriera, il terzo dellanno.

Gavazzi 2 Ultima tappa a Sanchez


Ottimo 2 posto di Francesco Gavazzi (Astana) nella 5a e ultima tappa del Giro del Belgio davanti alliridato Philippe Gilbert (ancora a secco nel 2013): i due sono stati anticipati di 7 dallo spagnolo Luis Leon Sanchez (Blanco), che ha chiuso la corsa 2 a 36 dal tedesco Tony Martin (Omega), con Gavazzi 6 a 136.

Elia Viviani, 3 dopo 2 secondi posti BETTINI

26 PUCCIO (ITA) 27 SCARPONI (ITA)

CLASSIFICA FINALE DUE COLOMBIANI TRA I PRIMI CINQUE

GLI ARRIVATI CANNONDALE, LOTTO E MOVISTAR AL COMPLETO


GARMIN SHARP D.S.: Wegelius 1 HESJEDAL 2 DANIELSON 3 DEKKER 4 HAAS 5 HUNTER 6 MILLAR 7 NAVARDAUSKAS 8 STETINA 9 VANDEVELDE AG2R LA MONDIALE D.S.: Biondi 11 POZZOVIVO 12 APPOLLONIO 13 BELLETTI 14 BERARD 15 BETANCUR GOMEZ 16 BONNAFOND 17 DUPONT 18 GASTAUER 19 GEORGES Can Usa Ola Aus S.Af Gb Lit Usa Usa 76 77 78 79 SALERNO SARMIENTO TUNARROSA VIVIANI WURF Ita Col Ita Aus 152 153 154 155 156 157 158 159 BRAMBILLA GOLAS KEISSE PAUWELS PINEAU STEEGMANS TRENTIN VERMOTE Ita Pol Bel Bel Fra Bel Ita Bel

Scarponi 4, Santambrogio 9, Pozzovivo 10


Nella classifica finale Scarponi 4 per la terza volta in carriera. Due colombiani tra i primi 5 e due polacchi tra i 7
POS. CORRIDORE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 NIBALI (ITA) URAN (COL) EVANS (AUS) SCARPONI (ITA) BETANCUR (COL) NIEMIEC (POL) MAJKA (POL) INTXAUSTI (SPA) SANTAMBROGIO (ITA) TEMPO in 84h5328 a 4'43" a 5'52" a 6'48" a 7'28" a 7'43" a 8'09" a 10'26" a 10'32" a 10'59" a 11'35" a 12'13" a 12'55" a 12'57" a 14'27" a 18'19" a 20'18" a 28'56" a 30'56" a 32'22" a 33'20" a 37'14" a 40'23" a 40'34" a 41'54" a 42'36" a 44'17" a 47'37" a 54'29" a 56'52" a 58'21" a 1h02'05" a 1h07'21" a 1h10'16" a 1h10'47" a 1h12'10" a 1h13'17" alla media di 39,360 km/h 38 WEENING (OLA) 39 AGNOLI (ITA) 40 IGNATENKO (RUS) 41 G. CARUSO (ITA) 42 ARU (ITA) 43 FELLINE (ITA) 44 PIRAZZI (ITA) 45 RUBIANO (COL) 46 PANTANO (COL) 47 KARPETS (RUS) 48 CLEMENT (OLA) 49 DANIELSON (USA) 50 RODRIGUEZ (VEN) 51 GASTAUER (LUS) 52 STETINA (USA) 53 DAMUSEAU (FRA) 54 RUIJGH (OLA) 55 RABOTTINI (ITA) 56 STORTONI (ITA) 57 CATALDO (ITA) 58 SELLA (ITA) 59 PAOLINI (ITA) 60 KNEES (GER) 61 PIRES (POR) 62 GOLAS (POL) 63 MARTENS (GER) 64 VERDUGO (SPA) 65 GUSEV (RUS) 66 VENTOSO (SPA) a 1h17'18" a 1h18'46" a 1h20'46" a 1h22'00" a 1h24'53" a 1h30 59" a 1h33'42" a 1h34'47" a 1h35'37" a 1h36'00" a 1h38'38" a 1h39'17" a 1h39'22" a 1h40'31" a 1h42'37" a 1h42'54" a 1h44'41" a 1h44'44" a 1h47'10" a 1h49'35" a 1h52 02" a 1h57'35" a 1h59 02" a 1h59'27" a 2h03'06" a 2h04'25" a 2h04'57" a 2h05'07" a 2h05'43" 103 BRUTT (RUS) 104 DOCKX (BEL) 105 BRAMBILLA (ITA) 106 ZEITS (KAZ) 107 BONNAFOND (FRA) 108 GARZELLI (ITA) 109 REYNES (SPA) 110 VANDEVELDE (USA) 111 BELLEMAKERS (OLA) 112 LUDVIGSSON (SVE) 113 DALL'ANTONIA (ITA) 114 MARANGONI (ITA) 115 LE BON (FRA) 116 COBO (SPA) 117 WILLEMS (BEL) 118 TRENTIN (ITA) 119 VIVIANI (ITA) 120 POZZATO (ITA) 121 LANCASTER (AUS) 122 BENNETT (NZL) 123 MEZGEC (SLO) 124 PINEAU (FRA) 125 MODOLO (ITA) 126 CHRISTENSEN (DAN) 127 CAVENDISH (GB) 128 WURF (AUS) 129 TIMMER (OLA) 130 NIZZOLO (ITA) 131 TJALLINGII (OLA) 132 VERMOTE (BEL) 133 POPOVYCH (UCR) 134 PATE (USA) 135 BULGAC (OLA) 136 DEKKER (OLA) 137 BOEM (ITA) 138 ZARDINI (ITA) 139 CANOLA (ITA) 140 OSS (ITA) 141 HUNTER (S.A) 142 DURBRIDGE (AUS) 143 MEIER (CAN) 144 BELLETTI (ITA) 145 MESTRE (POR) 146 GRUZDEV (KAZ) 147 FISCHER (BRA) 148 DOWSETT (GB) 149 CUMMINGS (GB) 150 FERRARI (ITA) 151 ERMETI (ITA) 152 TAMOURIDIS (GRE) 153 SERGENT (NZL) 154 TUFT (CAN) 155 LAMMERTINK (OLA) 156 DEHAES (BEL) 157 DE BACKER (BEL) 158 WAUTERS (BEL) 159 KEISSE (BEL) 160 MOURIS (OLA) 161 LIGTHART (OLA) 162 MARENTES (COL) 163 PICHON (FRA) 164 AVILA (COL) 165 ANDRIATO (BRA) 166 MINGUEZ (SPA) 167 BLYTHE (GB) 168 APPOLLONIO (ITA) a 2h51'24" a 2h52'14" a 2h52'48" a 2h52'59" a 2h53'09" a 2h53'18" a 2h54'12" a 2h56'49" a 2h57'11" a 2h57'42" a 3h00'15" a 3h00'24" a 3h00'57" a 3h01'32" a 3h03'04" a 3h03'23" a 3h04'25" a 3h05'27" a 3h06'56" a 3h07'01" a 3h10'39" a 3h12'42" a 3h15'47" a 3h17'16" a 3h19'16" a 3h19'38" a 3h19'44" a 3h19'54" a 3h21'02" a 3h21'52" a 3h21'56" a 3h23'47" a 3h25'33" a 3h26'28" a 3h29'53" a 3h30'03" a 3h33'22" a 3h34'46" a 3h35'17" a 3h37'21" a 3h37'26" a 3h38'31" a 3h39'17" a 3h40'15" a 3h40'46" a 3h40'57" a 3h44'28" a 3h46'26" a 3h46'45" a 3h47'23" a 3h47'31" a 3h50'01" a 3h53'10" a 3h57'40" a 3h59'30" a 4h03'29" a 4h04'57" a 4h06'33" a 4h06'50" a 4h10'25" a 4h13'50" a 4h17'09" a 4h23'10" a 4h24'54" a 4h28'23" a 4h28'36"

Ita Ita Ita Fra Col Fra Fra Lus Fra

COLOMBIA D.S.: Tebaldi 81 ATAPUMA HURTADO 82 AVILA VANEGAS 83 CHALAPUD GOMEZ 84 DUARTE AREVALO 85 DUQUE 86 MARENTES TORRES 87 OSPINA NAVARRO 88 PANTANO 89 QUINTERO EUSKALTEL EUSKADI D.S.: Gerrikagoitia 91 SANCHEZ GONZALEZ 92 AZANZA SOTO 93 MARTINEZ DE ESTEBAN 94 MESTRE 95 MINGUEZ AYALA 96 TAMOURIDIS 97 URTASUN PEREZ 98 VERDUGO MARCOTEGUI 99 VRECER FDJ D.S.: Gayant 100 BOUHANNI 101 CASAR 102 FISCHER 103 JEANNESSON 104 LE BON 105 MOUREY 106 PICHON 107 ROLLIN 109 ROUX KATUSHA D.S.: Schmidt 111 PAOLINI 112 BELKOV 113 BRUTT 114 CARUSO G. 115 GUSEV 116 IGNATENKO 117 KOZONTCHUCK 118 TROFIMOV 119 VICIOSO ARCOS LAMPRE MERIDA D.S.: Maini 121 SCARPONI 122 CATTANEO 123 DURASEK 124 FERRARI 125 NIEMIEC 126 PIETROPOLLI 127 POZZATO 128 SERPA PEREZ 129 STORTONI LOTTO BELISOL D.S.: Leysen 131 BAK 132 BELLEMAKERS 133 BULGAC 134 DE GREEF 135 DEHAES 136 DOCKX 137 HANSEN 138 REYNES MIMO 139 WILLEMS MOVISTAR TEAM D.S.: Arrieta 141 CAPECCHI 142 COBO ACEBO 143 DOWSETT 144 HERRADA LOPEZ 145 INTXAUSTI ELORRIAGA 146 KARPETS 147 LASTRAS GARCIA 148 VENTOSO ALBERDI 149 VISCONTI

Col Col Col Col Col Col Col Col Col

10 POZZOVIVO (ITA) 11 PELLIZOTTI (ITA)

12 SANCHEZ (SPA) 13 TROFIMOV (RUS) 14 KANGERT (EST) 15 KISERLOVSKI (CRO) 16 HENAO (COL) 17 KELDERMAN (OLA)

18 ATAPUMA (COL) 19 D. CARUSO (ITA) 20 MOUREY (FRA) 21 DE GREEF (BEL) 22 MARTINEZ (SPA) 23 ROSA (ITA) 24 HERRADA (SPA) 25 PETROV (RUS) 26 KRUIJSWIJK (OLA) 27 SERPA (COL) 28 DUARTE (COL) 29 VALLS (SPA) 30 SANTAROMITA (ITA) 31 GARATE (SPA) 32 DUPONT (FRA) 33 AZANZA (SPA) 34 MORABITO (SVI) 35 VISCONTI (ITA) 36 MACHADO (POR) 37 SIUTSOU (BIE)

ANDRONI GIOCATTOLI VENEZUELA D.S.: Savio 21 PELLIZOTTI Ita 22 ERMETI Ita 23 FELLINE Ita 24 GAVAZZI Ita 25 GIL MARTINEZ Ven 26 RODRIGUEZ Ven 27 ROSA Ita 28 RUBIANO CHAVEZ Col 29 SELLA Ita ASTANA PRO TEAM D.S.: Martinelli 31 NIBALI 32 AGNOLI 33 ARU 34 GRUZDEV 35 KANGERT 36 KESSIAKOFF 37 TIRALONGO 38 VANOTTI 39 ZEITS

Spa Spa Spa Por Spa Gre Spa Spa Slo

ORICA GREENEDGE D.S.: Stephens 161 GOSS 162 DURBRIDGE 163 HOWARD 164 KEUKELEIRE 165 LANCASTER 166 MEIER 167 MOURIS 168 TUFT 169 WEENING RADIOSHACK LEOPARD D.S.: Azevedo 171 BENNETT 172 HONDO 173 KISERLOVSKI 174 MACHADO 175 NIZZOLO 176 OLIVIERA 177 POPOVYCH 178 ROULSTON 179 SERGENT SKY PROCYCLING D.S.: Ljungqvist 181 WIGGINS 182 CATALDO 183 HENAO MONTOYA 184 KNEES 185 PATE 186 PUCCIO 187 SIUTSOU 188 URAN URAN 189 ZANDIO ECHAIDE TEAM ARGOS SHIMANO D.S.: Engels 191 DEGENKOLB 192 DAMUSEAU 193 DE BACKER 194 DE KORT 195 GRETSCH 196 JI CHENG 197 LUDVIGSSON 198 MEZGEC 199 TIMMER TEAM SAXO TINKOFF D.S.: Frost 201 MAJKA 202 BENNATI 203 BOARO 204 BRESCHEL 205 CHRISTENSEN 206 KROON 207 PETROV 208 PIRES 209 SUTHERLAND

Aus Aus Aus Bel Aus Can Ola Can Ola

67 LONGO BORGHINI (ITA) a 2h06 59" 68 DURASEK (CRO) 69 GRETSCH (GER) 70 CAPECCHI (ITA) 71 BONGIORNO (ITA) a 2h08 02" a 2h08'14" a 2h11'19" a 2h12'04" a 2h14'40" a 2h15'01" a 2h16'21" a 2h17'45" a 2h17'54" a 2h20'10" a 2h20'49" a 2h21'24" a 2h21'51" a 2h25'34" a 2h26'25" a 2h31'39" a 2h32 56" a 2h33'46" a 2h34'25"

LALBO DORO DEL GIRO DA GANNA A NIBALI

Ita Ita Ita Kaz Est Sve Ita Ita Kaz

Fra Fra Bra Fra Fra Fra Fra Can Fra

Nzl Ger Cro Por Ita Por Ucr Nzl Nzl

Italia 68 volte rosa


Quello di Nibali il 68 successo italiano. 1909 Ganna 1910 Galetti 1911 Galetti 1912 Atala (a squadre) 1913 Oriani 1914 Calzolari 1915 1918 non disputato 1919 Girardengo 1920 Belloni 1921 Brunero 1922 Brunero 1923 Girardengo 1924 Enrici 1925 Binda 1926 Brunero 1927 Binda 1928 Binda 1929 Binda 1930 Marchisio 1931 Camusso 1932 Pesenti 1933 Binda 1934 Guerra 1935 Bergamaschi 1936 Bartali 1937 Bartali 1938 Valetti 1939 Valetti 1940 Coppi 19411945 non disputato 1946 Bartali 1947 Coppi 1948 Magni 1949 Coppi 1950 Koblet 1951 Magni 1952 Coppi 1953 Coppi 1954 Clerici (Svi) 1955 Magni 1956 Gaul (Lus) 1957 Nencini 1958 Baldini 1959 Gaul (Lus) 1960 Anquetil (Fra) 1961 Pambianco 1962 Balmamion 1963 Balmamion 1964 Anquetil (Fra) 1965 Adorni 1966 Motta 1967 Gimondi 1968 Merckx (Bel) 1969 Gimondi 1970 Merckx (Bel) 1971 Petterson (Sve) 1972 Merckx (Bel) 1973 Merckx (Bel) 1974 Merckx (Bel) 1975 Bertoglio 1976 Gimondi 1977 Pollentier (Bel) 1978 De Muynck (Bel) 1979 Saronni 1980

72 HANSEN (AUS) 73 PUCCIO (ITA) 74 KEUKELEIRE (BEL) 75 ROLLIN (CAN) 76 MARCATO (ITA) 77 PAUWELS (BEL) 78 DE KORT (OLA)

BARDIANI VALVOLE CSF INOX D.S.: Reverberi 41 MODOLO Ita 42 BATTAGLIN Ita 43 BOEM Ita 44 BONGIORNO Ita 45 CANOLA Ita 46 COLBRELLI Ita 47 LOCATELLI Ita 48 PIRAZZI Ita 49 ZARDINI Ita BLANCO PRO CYCLING TEAM D.S.: Boven 51 GESINK Ola 52 BOBRIDGE Aus 53 CLEMENT Ola 54 GARATE Spa 55 KELDERMAN Ola 56 KRUIJSWIJK Ola 57 MARTENS Ger 58 TJALLINGII Ola 59 WYNANTS Bel BMC RACING TEAM D.S.: Baldato 61 EVANS 62 BLYTHE 63 CUMMINGS 64 LODEWYCK 65 MORABITO 66 OSS 67 PHINNEY 68 SANTAROMITA 69 WYSS CANNONDALE PRO CYCLING D.S.: Zanatta 71 CARUSO D. 72 DALL'ANTONIA 73 LONGO BORGHINI 74 MARANGONI 75 SABATINI

Ita Rus Rus Ita Rus Rus Rus Rus Spa

Gb Ita Col Ger Usa Ita Bie Col Spa

DA RIESE PIO X

79 DUQUE (COL) 80 PIETROPOLLI (ITA) 81 OLIVEIRA (POR) 82 ZANDIO (SPA) 83 VEUCHELEN (BEL) 84 WYSS (SVI)

Ita Ita Cro Ita Pol Ita Ita Col Ita

Ger Fra Bel Ola Ger Cina Sve Slo Ola

Pasta Zara e il Giro


Ieri la tappa partita a Riese Pio X dallo stabilimento Pasta Zara, primo esportatore italiano e secondo produttore, e sponsor di un team femminile. Abbiamo dato un messaggio forte allItalia ha detto il presidente Furio Bragagnolo.

85 LASTRAS (SPA) 86 SALERNO (ITA)

87 NAVARDAUSKAS (LIT) a 2h34'27" 88 PRONI (ITA) 89 COLBRELLI (ITA) 90 KESSIAKOFF (SVE) 91 SARMIENTO (COL) 92 VRECER (SLO) 93 SABATINI (ITA) 94 CHALAPUD (COL) 95 BAK (DAN) 96 HONDO (GER) 97 SUTHERLAND (AUS) 98 GATTO (ITA) 99 TIRALONGO (ITA) 100 BOARO (ITA) 101 KEIZER (OLA) 102 LOCATELLI (ITA) a 2h36'35" a 2h36'44" a 2h37'04" a 2h37'50" a 2h38'43" a 2h40'29" a 2h41'16" a 2h42'00" a 2h42'21" a 2h44'50" a 2h44'53" a 2h45'35" a 2h46'42" a 2h48'45" a 2h49'20"

Fausto Coppi, 5 volte re del Giro


Hinault (Fra) 1981 Battaglin 1982 Hinault (Fra) 1983 Saronni 1984 Moser 1985 Hinault (Fra) 1986 Visentini 1987 Roche (Irl) 1988 Hampsten (Usa) 1989 Fignon (Fra) 1990 Bugno 1991 Chioccioli 1992 Indurain (Spa) 1993 Indurain (Spa) 1994 Berzin (Rus) 1995 Rominger (Svi) 1996 Tonkov (Rus) 1997 Gotti 1998 Pantani 1999 Gotti 2000 Garzelli 2001 Simoni 2002 Savoldelli 2003 Simoni 2004 Cunego 2005 Savoldelli 2006 Basso 2007 Di Luca 2008 Contador (Spa) 2009 Menchov (Rus) 2010 Basso 2011 Scarponi (a tavolino dopo la squalifica di Contador) 2012 Hesjedal (Can) 2013 Nibali.

Aus Gb Gb Bel Svi Ita Usa Ita Svi

Dan Ola Ola Bel Bel Bel Aus Spa Bel

Pol Ita Ita Dan Dan Ola Rus Por Aus

Ita Ita Ita Ita Ita

Ita Spa Gb Spa Spa Rus Spa Spa Ita

VACANSOLEIL DCM PRO C. TEAM D.S.: Van Poppel 211 MARCATO Ita 212 BOLE Slo 213 KEIZER Ola 214 LAMMERTINK Ola 215 LIGTHART Ola 216 RUIJGH Ola 217 VALLS FERRI Spa 218 VEUCHELEN Bel 219 WAUTERS Bel VINI FANTINI SELLE ITALIA D.S.: Scinto 221 GARZELLI Ita 222 ANDRIATO Bra 223 CHICCHI Ita 224 DI LUCA Ita 225 GATTO Ita 226 PRONI Ita 227 RABOTTINI Ita 228 SANTAMBROGIO Ita 229 TABORRE Ita

OMEGA PHARMA QUICKSTEP D.S.: Bramati 151 CAVENDISH Gb

A PUNTI CAVENDISH

MONTAGNA PIRAZZI

GIOVANI BETANCUR

SQUADRE MOVISTAR

CLASSIFICA DI TAPPA: 1. Mark CAVENDISH (Gb, Omega PharmaQuickstep), 41 punti; 2. Modolo 20; 3. Visconti 19; 4. Viviani 16; 5. Nizzolo 14; 6. Mezgec (Slo) 12; 7. Ferrari 10. CLASSIFICA GENERALE: 1. Mark CAVENDISH (Gb, Omega Pharma Quickstep) 158 punti; 2. Nibali 128; 3. Evans (Aus) 111; 4. Betancur (Col) 108; 5. Visconti 105; 6. Uran (Col) 102.

CLASSIFICA GENERALE: 1. Stefano PIRAZZI (Bardiani Valvole Csf Inox) 82 punti; 2. Visconti 45; 3. Nibali 45; 4. Rodriguez (Ven) 41; 5. Betancur (Col) 37; 6. Chalapud (Col) 31; 7. Uran (Col) 26; 8. Santambrogio 18; 9. Duarte (Col) 17; 10. Weening (Ola) 14; 11. Sella 13; 12. Hansen (Aus) 12; 13. Pantano (Col) 12; 14. Brutt (Rus) 10; 15. Navardauskas (Lit) 9; 16. Wauters (Bel) 9; 17. Machado (Por); 18. Bongiorno 9; 19. Sanchez (Spa) 8.

WINNING TEAM SKY

CLASSIFICA DI TAPPA: 1. BARDIANI VALVOLECSF INOX 16h3027; 2. Team Argos; 3. Movistar; 4. Ag2r La Mondiale; 5. Lampre CLASSIFICA GENERALE: 1. SKY PROCYCLING 254h3425; 2. Astana a 429; 3. Movistar a 727.

CLASSIFICA GENERALE: 1. Carlos BETANCUR (Col, Ag2r La Mondiale) 85h0056; 2. Majka (Pol) a 041; 3. Kelderman (Ola) a 1250; 4. Atapuma (Col) a 2128; 5. Rosa a 3255; 6. Aru a 1h1725; 7. Felline a 1h2331; 8. Pantano (Col) a 1h2809; 9. Damuseau (Fra) a 1h3526; 10. Bongiorno a 2h0436; 11. Puccio a 2h0733; 12. Keukeleire (Bel) a 2h0853; 13. Oliveira (Por) a 2h1806; 14. Navardauskas (Lit) a 2h2659.

CLASSIFICA DI TAPPA: 1. BARDIANI VALVOLECSF INOX 25 punti; 2. Omega Pharma 21; 3. Movistar 21; 4. Cannondale 18; 5. Radioshack 17; 6. Team Argos 16; 7. Lampre 15; CLASSIFICA GENERALE: 1. MOVISTAR TEAM 281 punti; 2. Sky 276; 3. Ag2r La Mondiale 273; 4. Lampre 268; 5. Astana 265; 6. Bmc 232; 7. Katusha 196; 8. Vini Fantini 195; 9. Radioshack 194.

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

96 GIRO DITALIA
BATTUTI MA FELICI

Super Uran ed Evans nella storia


Colombia e Australia: 1o podio Cadel il pi anziano dal 1928
DAL NOSTRO INVIATO

sco. Nella tappa di Pescara ne ha fatto le spese lo stesso Uran, che fu fermato per aspettare il capitano e perse 136: Ma non ho rimpianti, Nibali non lavrei battuto comunque. Ho vinto una tappa bellissima, sul Montasio, e ottenuto il miglior risultato possibile. Saranno or gogliosi anche in Colombia, qui mi sento un po il simbolo di una generazione che sta ot tenendo ottimi risultati.
Soddisfatto A trovare Evans so

IL BILANCIO GRANDE SODDISFAZIONE

Da Papa Francesco al pubblico: trionfo assoluto per il Giro


Acquarone (Rcs Sport): A Brescia folla incredibile. Il ritorno a Milano? Se ci chiamano...
La prima immagine gi un simbolo: Papa Francesco che alla vigilia del Giro benedi ce la maglia rosa. Il bilancio di Rcs Sport, che organizza il Giro per conto della Gazzetta, co mincia cos. Si confrontano, con i cronisti, i vertici della struttura: Michele Acquarone, direttore generale di Rcs Sport; Mauro Vegni, direttore di orga nizzazione; Matteo Pastore, di rezione relazioni esterne e di ritti media (quasi 1.600 gli operatori accreditati); Roberto Salvador, responsabile della logistica; Marco Gobbi Pansa na, direttore del marketing e della comunicazione.
Record Pastore parte dai nume ri: Il Giro stato visto in 174 paesi, compresa la Cina che al via aveva per la prima volta un portacolori, Ji Cheng. La Rai, che lo mostrava per la prima volta in HD, ha avuto ascolti in crescita con percentuali a due cifre. Sulle strade, pensiamo di aver superato i 12 milioni di spettatori del 2012. Siamo pas

CIRO SCOGNAMIGLIO Twitter@cirogazzetta BRESCIA

La storicit del podio del 96o Giro dItalia non finisce in Vincenzo Nibali, che il primo siciliano in trionfo e anche lita liano nato pi a sud a riuscirci. La storicit di questo podio Ri goberto Uran, primo colombia no in assoluto tra i primi tre. Ed anche Cadel Evans, primo au straliano sul podio e pi anzia no a farcela dellera moderna a 36 anni e 3 mesi. Lo batte solo Bartolomeo Aymo, 3o nel 1928 a 37 anni, 8 mesi e 10 giorni.
Promessa Uran incas

lo conferma la progressione: nel 2012 Uran fu settimo (mi glior giovane), questanno lha battuto solo lingiocabile Ni bali, alla fine di un Giro che per il Team Sky non andato se condo i piani. Alla partenza di Napoli erano tutti per Wiggins, che voleva indossare il rosa fir mato dallamico Paul Smith so pra al giallo del Tour 2012. Quello che successo gi sto ria: dopo la cronosquadre vin ta, Wiggo ne ha passate di ogni, tra cadute, incidenti mec canici, maltempo, difficolt e paura pura in discesa, fino al ritiro per malattia al mattino della frazione BussetoChera

sa subito un assist dal connazionale Carlos Betancur, maglia bian ca di miglior giovane: Rigoberto vincer un Giro prima di me. Lui conferma: S, torner qui. Magari gi lanno prossimo. Per vince re. E che sia possibile Uran, Nibali e Evans brindano sul podio REUTERS

no venuti la moglie Chiara Pas serini, e il figlioletto Robel, che resta buonissimo in braccio al pap. la prima volta che si fanno vedere al Giro, segno della concentrazione con la quale Evans ha perseguito il miglior risultato possibile. Ho ripensato al problema tecnico avuto sabato alla Tre Cime di Lavaredo (non gli entravano dei rapporti dai due chilometri dalla fine allarrivo, ndr), e confermo che sarei riuscito a stare con Uran e arrivare se condo. Sarebbe stato il risulta to perfetto alle spalle di un Ni bali imbattibile. Completato un personale e piccolo triple te, essendo riuscito a salire sul podio dei tre grandi giri. Al Gi ro lo ha fatto al 3o tentativo, do po lesordio del 2002 (un gior no in rosa) e lassalto del 2010, quando fiaccato dalla febbre perse il braccio di ferro con Basso sullo Zoncolan e si dovette accontentare del 5o posto. Vediamo la cosa dalla giusta pro spettiva: al Giro non pensavo neppure di ve nirci a inizio anno. E se penso a come andavo al la TirrenoAdriatico, era difficile immaginare questa festa. Bene cos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

sati in 500 comuni. E voglio ringraziare i 29 sponsor che ci hanno sostenuto. A cominciare da Balocco, che per il primo anno ha firmato la rosa.
Tempo A Vegni hanno chiesto se non sia il caso, viste le diffi colt dovute al maltempo, di pensare a un Giro dItalia (che nel 2014 partir il 10 maggio da Belfast: tre tappe in tutto in Irlanda) con meno vette sopra i 2.000 metri. Siamo stati sfor tunati ma il tempo fa parte del ciclismo. E noi non abbando neremo le nostre montagne storiche. A proposito del caso doping di Di Luca, Acquarone ha detto: Non ne voglio pi parlare, un episodio cos non pu oscurare la bellezza di questo Giro. Di certo, qualcosa deve cambiare nel sistema an tidoping. Noi contribuiamo economicamente ma abbiamo poche notizie in merito. E Ve gni: Mi piaciuta molto la re azione del gruppo. La condan na stata vera, unanime. Lat mosfera cambiata. E sullar rivo finale del Giro 2014, Acquarone chiaro: Brescia ha risposto con un entusiasmo incredibile. Milano in pole, ma non ci ha chiesto ancora niente. Se non lo far a breve, guarderemo altrove.
c.sco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rigoberto Uran, 26 anni AP

Evans, 36, col figlio Robel BETTINI

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

COPPA ITALIA LA FINALE ULTIMO VERDETTO

SCUDETTO

Juve, il bis di Conte Ancora Champions


La Juventus campione dItalia. I bianconeri hanno conquistato il ventinovesimo tricolore della loro storia

il secondo consecutivo con tre giornate di anticipo, battendo in casa il Palermo alla 35a. Quella della Juve stata una cavalcata ininterrotta: i bianconeri non hanno mai ceduto lo scettro del primo posto in classifica. Palermo, Siena e Pescara sono retrocesse in Serie B.

CHAMPIONS

Il Napoli ai gruppi Il Milan va al playoff


La Juventus, come il Napoli secondo classificato, accede direttamente alla fase a gruppi della Champions League,

che partir il 17 e 18 settembre (sesta e ultima giornata il 10 e 11 dicembre). Il Milan, che ha chiuso il campionato al terzo posto, si giocher invece laccesso al tabellone principale di Champions tramite il playoff: gara di andata il 20 o 21 agosto, ritorno il 27 o 28.

ALBO DORO/1

LUIGI GARLANDO ROMA

1922 Vado 1936 Torino 1937 Genoa 1938 Juventus 1939 Inter 1940 Fiorentina 1941 Venezia 1942 Juventus 1943 Torino 1958 Lazio 1959 Juventus 1960 Juventus 1961 Fiorentina 1962 Napoli 1963 Atalanta 1964 Roma 1965 Juventus 1966 Fiorentina 1967 Milan 1968 Torino 1969 Roma 1970 Bologna 1971 Torino 1972 Milan 1973 Milan 1974 Bologna 1975 Fiorentina 1976 Napoli 1977 Milan 1978 Inter 1979 Juventus 1980 Roma 1981 Roma

Sar la Lazio a volare nei cieli dEuropa, con la sua aquila. Il gol di Lulic che ha spedito in bacheca la sesta Coppa Italia spalanca anche laccesso allEuropa League e d senso a tutta la stagione. Giusto cos, perch la Lazio ha meritato di pi in una brutta finale, dimostrando logica di gioco e personalit superiori alla Roma. E perch per lunghi tratti dellannata la creatura di Petkovic ha mostrato buon calcio e non meritava di chiudere a mani vuote.
Fallimento Roma Per la Roma, il secondo derby perso nella stagione certifica il fallimento. Dallincoscienza del profeta Zeman al buon senso dellumano-troppo-umano Andreazzoli non cambiato nulla. Fa impressione vedere che la somma di tanti singoli di qualit produca un gioco di cos bassa qualit. Un mistero matematico, quasi. Impressionante che una squadra che pu permettersi in panca Pjanic, Florenzi e Osvaldo riesca a giocare tanto male. Non basta disegnare il 4-2-3-1 di Spalletti per evocarne la magia. L cera un Pizarro che si abbassava a far nascere il gioco, qui c Bradley. La Roma di ieri una cosa lunga e senza senso, spesso spaccata in due, tra i giocolieri davanti che attendono invano la palla e quelli dietro che battagliano e faticano a farla salire. Allegri o non Allegri, questa squadra ha bisogno di una solida guida tecnica e di unidea per far fruttare tante potenzialit. Cos uno spreco. Osvaldo fuori Destro, preferito

Il colpo vincente di Lulic Lulic appoggia in rete dopo che il portiere della Roma Lobont ha smanacciato un cross di Candreva. il gol-vittoria: la Lazio pu alzare la sua sesta Coppa Italia LAPRESSE-REUTERS

a Osvaldo, cio un centravanti pi portato ad aggredire gli spazi, esaspera le differenze tattiche: Lazio che cerca il possesso con la sua mediana densa (4-1-4-1), Roma che tende a raccogliersi per poi srotolarsi di corsa. Con il fido 4-2-3-1, Andreazzoli accetta la sfida doppia: riuscire a rialzare la palla con i rudi Bradley e De Rossi in impostazione ed evitare di soffrire sulle fasce. La Roma non neutralizza i rischi e il primo tempo lo vince ai punti la Lazio. Totti che si abbassa per raccogliere la palla la prova della sofferenza giallorossa. Lamela e Marquinho faticano ad entrare in azione, Destro vive di lunghe attese.

ESTASI LA La Roma finisce k.o.


Lulic-gol vale anche per lEuropa League
La squadra di Petkovic dimostra gioco e personalit: sesta Coppa Italia. Per i giallorossi traversa di Totti
Lazio con le ali sulle bande che la Lazio impone il predominio. Il 4-2-3-1 di Andreazzoli diventa 4-4-1-1 con la copertura di Lamela e Marquinho che non sono nati per farlo. Infatti non sempre rincorrono i terzini. Non un caso che la migliore occasione laziale sgorghi da una sovrapposizione di Radu, incornata da Klose (35). A destra, le sovrapposizioni di Konko sono ancora pi puntuali e lo spompo Balzaretti in imbarazzo. I mezzi pericoli che crea la Roma sono casuali: unincursione atipica in area di Bradley (10); una discesa di Marquinhos, centrale riadattato esterno, messo fuori da Destro (45). Sensazione: con la qualit di Pjanic in un centrocampo pi denso la Roma ci guadagnerebbe.

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

EUROPA LEAGUE

La Lazio ai gruppi Fiorentina al playoff


La Lazio, conquistando la Coppa Italia, ha guadagnato anche laccesso diretto alla fase a gruppi dellEuropa League, che

parte il 19 settembre (sesta e ultima giornata il 12 dicembre). La Fiorentina, quarta classificata in campionato, dovr passare dal playoff: andata il 22 agosto, ritorno il 29. LUdinese, quinta in A, comincer invece dal terzo turno preliminare di Europa League, in campo 1 e 8 agosto.

SUPERCOPPA

Contro la Juventus in America o a Torino


La Juventus, campione dItalia, e la Lazio, vincitrice della Coppa Italia, si sfideranno per la conquista della Supercoppa 2013

che preceder lavvio del prossimo campionato. Esclusa la trasferta a Pechino (in base al contratto coi cinesi, a questo punto, si obbligati a recarsi nel 2014) perch i bianconeri sono impegnati in tourne in America: si potrebbe giocare negli Usa il 10 11 agosto oppure il 18 a Torino.

Juve in trionfo nel 2012 sul Napoli

ROMA

LAZIO

0
(4-2-3-1)
1 Lobont; 3 Marquinhos, 29 Burdisso, 5 Castan, 42 Balzaretti (dal 31 s.t. 9 Osvaldo); 16 De Rossi, 4 Bradley; 8 Lamela, 10 Totti, 7 Marquinho (dal 38 s.t. 27 Dod); 22 Destro. PANCHINA 13 Goicoechea, 55 Svedkauskas, 23 Piris, 46 Romagnoli, 11 Taddei, 15 Pjanic, 77 Tachtsidis, 20 Perrotta, 48 Florenzi, 17 Lopez. ALLENATORE Andreazzoli. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI Tachtsidis dal 46 s.t. per proteste dalla panchina. AMMONITI Balzaretti per gioco scorretto, Marquinho per c.n.r., Burdisso e Totti per proteste. MARCATORI Lulic al 26 s.t. ARBITRO Orsato di Schio.

1
(4-1-4-1)
22 Marchetti; 29 Konko, 20 Biava, 27 Cana, 26 Radu; 24 Ledesma (dal 9 s.t. 6 Mauri); 87 Candreva, 23 Onazi (dal 47 s.t. 2 Ciani), 8 Hernanes (dal 39 s.t. 15 Gonzalez), 19 Lulic; 11 Klose. PANCHINA 1 Bizzarri, 95 Strakosha, 33 Stankevicius, 3 Dias, 17 Pereirinha, 4 Crecco, 7 Ederson, 99 Floccari, 18 Kozak. ALLENATORE Petkovic. CAMBI DI SISTEMA dal 9 s.t. 4-2-3-1. ESPULSI nessuno. AMMONITI Ledesma, Hernanes, Klose per gioco scorretto, Lulic per c.n.r.

ALBO DORO/2

FOCUS TECNICO

NOTE paganti 60.000, incasso euro 2.900.000. Tiri in porta 6-5. Tiri fuori 5-5. In fuorigioco 1-3. Angoli 1-4. Recuperi: p.t. 0; s.t. 4.

POSSESSO PALLA ROMA 51,9% TIRI IN PORTA LAZIO 48,1%

PALLE RECUPERATE ROMA 54 TIRI FUORI LAZIO 65

IIIIII
ROMA 6

IIIII IIIII
LAZIO 5 ROMA 5

IIIII
LAZIO 5

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 0-0 4 Lulic calcia dal limite, Lobont in tuffo respinge, poi Klose appoggia a lato. 10 Incursione di Bradley in area, diagonale fuori. 35 Cross di Radu, Klose di testa impegna Lobont. 45 Discesa di Marquinhos che va al cross dal fondo, Destro mette alto di testa.

SECONDO TEMPO 23 Cross di Lulic, Mauri calcia al volo, Klose si butta in scivolata, ma non aggancia. 25 Marquinho per Destro che calcia debole. GOL! 26 Candreva affonda a destra e crossa, Lulic irrompe sul secondo palo e mette in rete. 28 Punizione-cross di Totti: la palla rimbalza davanti a Marchetti che la smanaccia sulla traversa. 48 Contropiede di Mauri che calcia su Lobont.

ZIO AZIO
la Moviola
DI A.FR.

BARICENTRO MOLTO BASSO 47,8 metri

BARICENTRO MEDIO 52,7 metri

Balzaretti su Candreva, la trattenuta reciproca


Lammonizione a Ledesma dopo appena 41 secondi (forbice da dietro su Marquinho) unoccasione per larbitro Orsato per dimostrare che non far sconti. Partita molto spezzettata (48 falli fischiati, nella finale di Champions sono stati 17...) e tanti gialli, tutti ineccepibili. Lo meritava forse Onazi, pi volte duro su Totti. Al 37 p.t. Candreva va gi in area giallorossa, ma con Balzaretti la trattenuta reciproca. Sempre per trattenuta rischia qualcosa Biava su Marquinho al 12 del secondo tempo, ma il brasiliano della Roma ha il merito di non protestare. Nel recupero, espulso Tachtsidis dalla panchina, per qualche parola di troppo rivolta allarbitro.

Mossa Pektovic Linfortunio di Ledesma all8 della ripresa d una scossa alla partita, perch Petkovic spinge la Lazio ancora pi avanti: 4-2-3-1, con Hernanes basso e Mauri perno del tridente. il momento chiave, i due pugili sono al centro del ring. Tira aria da k.o. Lo mette a segno la Lazio nel modo pi prevedibile: mungendo ancora una volta le fasce. Lottimo Candreva penetra a destra, lomologo Lulic chiude in rete sul secondo palo (26). Un paio di minuti pi tardi la Roma sbatte contro la traversa. Ma ancora una volta tutto casuale: una punizione-cross di Totti che impazzisce davanti a Marchetti. Lamela, la grande delusione, resta un fantasma. Andreazzoli non fa nulla per rianimarlo: cambi tristi, una

pedina per unaltra, senza toccare il disegno, senza un azzardo fantasioso. Mauri si divora il raddoppio (48), poi la festa con laquila Olimpia sul braccio di Pektovic. De Rossi piange, Osvaldo insulta ferocemente Andreazzoli e scalcia rabbiosamente un pannello (che dice Prandelli?), chiudendo di fatto la sua storia romana. Meno male che poi la Roma sfila tra due ali di laziali che applaudono. Avevamo iniziato la stagione a Pechino con un squadra (il Napoli) che aveva disertato la premiazioni dei vincitori (la Juve). Cos va meglio. E, per favore, non paragonate la qualit tecnica di questa finale a quella di Wembley o ci viene un magone che ci passa a Capodanno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1982 Inter 1983 Juventus 1984 Roma 1985 Sampdoria 1986 Roma 1987 Napoli 1988 Sampdoria 1989 Sampdoria 1990 Juventus 1991 Roma 1992 Parma 1993 Torino 1994 Sampdoria 1995 Juventus 1996 Fiorentina 1997 Vicenza 1998 Lazio 1999 Parma 2000 Lazio 2001 Fiorentina 2002 Parma 2003 Milan 2004 Lazio 2005 Inter 2006 Inter 2007 Roma 2008 Roma 2009 Lazio 2010 Inter 2011 Inter 2012 Napoli 2013 Lazio

Troppi falli: 48! Poco spettacolo, ma Candreva vola


ANDREA SCHIANCHI

la Sfida
ERIK LAMELA 21 ANNI ROMA ANTONIO CANDREVA 26 ANNI LAZIO

Il ritorno sulla terra brusco. Dopo lo spettacolo di Wembley, finale di Champions League, ecco lo spettacolino dellOlimpico, finale di Coppa Italia. La differenza tra il calcio europeo e quello nostrano evidente: da noi ritmi sempre pi bassi, qualit tecniche decisamente inferiori e una lampante mancanza di benzina nei muscoli. Difficile divertirsi, con simili premesse, a meno che non ci si limiti a giudicare in base al risultato. C un dato che, pi degli altri, spiega il momentaccio del calcio italiano: a Wembley, in una partita combattutissima tra Borussia Dortmund e Bayern Monaco, larbitro Rizzoli ha fischiato soltanto 17 falli; allOlimpico larbitro Orsato ha fischiato ben 48 interventi scorretti (e cerano tutti). Ovvio che la partita perda di ritmo e di vivacit, quando a farla da padrone sono il pressing e i falli tattici. In Italia si pensa a distruggere il gioco altrui, in Europa si costruisce il proprio.
Cross La Lazio vince sfruttando le fasce laterali. E l, ai limiti del prato, che matura il successo. Candreva azzanna Balzaretti, Lulic mette in affanno Marquinhos. Dallaltra parte Lamela e Marquinho non fanno altrettanto. E sufficiente osservare il numero complessivo dei cross per stabilire dove si spezza lequilibrio: la Roma ne effettua solo 8, la Lazio addirittura 20. Andate a riguardarvi il gol decisivo di Lulic: Candreva se ne va sulla destra, piazza il pallone al centro e trova il bosniaco pronto al tocco finale. Azione cominciata su un lato e conclusa sullaltro. La Roma, invece, non riesce mai a imprimere velocit alle iniziative nelle zone esterne. Candreva il laziale che tocca pi volte il pallone: 98. Il segnale chiaro: lui il grimaldello per aprire la scatoletta giallorossa. Lamela, lomologo romanista di Candre-

PALLONI TOCCATI

55
TIRI EFFETTUATI

98 3 12

1
CROSS

va, unombra: solo 55 tocchi e un tiro-mozzarella in porta. Troppo poco se lobiettivo quello di alzare la coppa.
Grinta La Lazio si fa preferire an-

che nei duelli individuali: 13 dribbling riusciti contro i 9 dei giallorossi. E, questo s che un dato importante, la squadra di Petkovic dimostra di avere grinta e determinazione in quantit industriali. Sono 46 i contrasti vinti dai biancocelesti contro i 36 dei romanisti, 56 i palloni recuperati contro 36. Insomma, se la qualit non altissima perlomeno i laziali sgobbano e sudano. I romanisti, nemmeno quello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BOUTIQUES
GENVE PARIS LONDON BERLIN NEW YORK BAL HARBOUR BEVERLY HILLS LAS VEGAS MOSCOW DUBAI TOKYO HONG KONG SINGAPORE SAINT TROPEZ CANNES COURCHEVEL GSTAAD

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

Alla fine, i buoni vincono sempre.


VINCENZO NIBALI VINCITORE DEL 96 GIRO DITALIA

Fate i buoni

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

COPPA ITALIA LA FINALE


le Pagelle
DI SEBASTIANO VERNAZZA

ROMA BALZARETTI E LAMELA AI MARGINI


Roma svuotata, appesantita, sconclusionata. Roma senza un gioco definito. Roma buttata l. Roma battuta.

6 h il migliore Bradley
Migliore per modo di dire, perch qualcuno bisogna pur indicare. E allora scegliamo lamericano a Roma, che se non altro si batte con lo spirito del marine.

Lobont
Non trattiene un pallone, la respinta come unica risorsa. Per un po gli va dritta, poi sul cross di Candreva fa lassist a Lulic.
PARATE 4 RINVII 23 USCITE 6

Marquinhos

LAZIO BIAVA-CANA COPPIA DOC BENE ONAZI

6,5 h il migliore Candreva


La fascia destra della Lazio come snodo decisivo. Candreva martella. Dai e dai, il muro anzi, il muretto viene gi. Candreva va, Lulic raccoglie.

Marchetti
Non la paratona, ma tante parate in sicurezza. Gran riflesso e gran fortuna sul tiro-cross di Totti: la palla schizza sulla traversa.
PARATE 5 RINVII 13 USCITE 3

6,5

6,5

Konko
Fa da bodyguard a Candreva, gli copre le spalle e gli permette di guidare senza pensieri. Pi tattico che tecnico, ma va bene cos.
CONTRASTI OK 5/9 PASSAGGI OK 22/27 LANCI 3

Compare sulla scena del delitto, la deviazione di Lobont lo manda fuori giri. Da una sua volata, per, era nata la palla gol di Destro.
CONTRASTI OK 3/8 PASSAGGI OK 24/31 LANCI 0

PASSAGGI OK 31/40 TIRI 1 RECUPERI 5

Vince un derby mediocre perch pi organizzata, perch a differenza della Roma ha unidea di gioco.

PASSAGGI OK 28/30 TIRI 3 RECUPERI 13

Burdisso
Pi passa il tempo, pi gli sale il sangue alla testa. Trova la burdissata: tenta di accoppare Mauri, ma larbitro non vede e non sente.
CONTRASTI OK 1/4 PASSAGGI OK 22/25 LANCI 2

Castan
Si concentra su Klose, tiene linea e posizione. Difensore pulito, che non ha bisogno di scadere nella cattivit. Tra i meno peggiori.
CONTRASTI OK 1/5 PASSAGGI OK 23/25 LANCI 2

Balzaretti
Candreva pompa corsa e palloni e Balzaretti finisce aggirato, per non dire spiaccicato. Balza poco si alza, questo il problema.
CONTRASTI OK 7/12 PASSAGGI OK 26/30 LANCI 0

De Rossi
Qualche tocchetto e tackle. Non uno degli inserimenti che lo hanno reso famoso. De Rossi sfocato, periferico. Passeggiatore.
PASSAGGI OK 44/51 TIRI 0 RECUPERI 9

Lamela
Lontano dalla porta, lontano da se stesso, dal suo talento, che notevole. Ai confini del nulla e, sia chiaro, non tutta colpa sua.
TIRI 2 DRIBBLING OK 3/8 SPONDE 3

Totti
Spreca troppe energie nel tentativo di far beccare a Ledesma il secondo giallo. Casuale traversa su cross. Tiri innocui. Tutto qua.
TIRI 5 DRIBBLING OK 0/1 SPONDE 3

6,5

Biava
Difensore con la schiena dritta, perch con il dorso respinge pi di un tiro, ma riduttivo dipingerlo cos: Biava bravo a tutto tondo.
CONTRASTI OK 8/8 PASSAGGI OK 14/16 LANCI 1

Cana

6,5
La Roma pericolosa quanto un gattino bagnato e Cana banchetta con Destro e con qualunque romanista gli capiti a tiro. Le nozze di Cana.
CONTRASTI OK 5/6 PASSAGGI OK 13/17 LANCI 0

Radu
Ununica concessione, quando permette a Marquinhos di accomodarsi sul fondo per il cross. un attimo. Per il resto, Radu radicale.
CONTRASTI OK 2/2 PASSAGGI OK 16/17 LANCI 1

Ledesma
Ledesma contro Totti, i due capitani se le danno di brutto. Ledesma pi di lotta che di governo, al punto che alla fine si fa male.
PASSAGGI OK 16/21 TIRI 1 RECUPERI 4

6,5

Onazi
Ha corsa, forza e visione. Unico difetto, il tocco in pi: faccia lultimo sforzo, smisti la palla un attimo prima e diventer grande.
PASSAGGI OK 32/37 TIRI 0 RECUPERI 6

5,5

Hernanes
Il Profeta non in vena di profezie e le cifre gli attribuiscono cinque passaggi sbagliati, che sono tanti per uno del suo livello.
PASSAGGI OK 24/29 TIRI 1 RECUPERI 4

Marquinho
sul binario sbagliato, la fascia destra della Lazio ad alta velocit. Sarrangia come pu, soffre la fragilit di Balzaretti.
PASSAGGI OK 11/17 TIRI 1 DRIBBLING OK 3/4

5,5

4,5

Destro
Sciupa di testa lunica vera palla che gli capita e offre il Destro alle critiche. Lo cercano poco e male, e lui poco si fa trovare.
TIRI 3 DRIBBLING OK 1/4 SPONDE 3

Osvaldo
Rabbioso, furioso, malmostoso, come dimostra la mossa di kung-fu al fischio finale. Meno male che se la piglia con un cartellone.
TIRI 0 DRIBBLING OK 0/1 SPONDE 1

s.v.
Dod
Pochi minuti, a partita incattivita, e Dod, col soprannome gentile che si ritrova, fatica ad ambientarsi.
CONTRASTI OK 0/0 PASSAGGI OK 2/3 LANCI 0

NUMERO

4
4

4
lallenatore Andreazzoli
Palla a Totti, e vediamo che si inventa France. lunico sistema di gioco. Il 4-2-3-1 un guscio vuoto, contenitore senza contenuto. Pochi movimenti, zero idee.

6,5
Lulic

6,5

Klose
un albero al quale appoggiarsi. Peccato per i gol che potevano essere e che non sono arrivati, ma che krapfen lassist per Mauri.
TIRI 2 DRIBBLING OK 2/3 SPONDE 3

5,5

Mauri
Il gol sbagliato agli sgoccioli pesa come un macigno. Non da lui emozionarsi davanti alla porta. Eppur si emoziona e manca il 2-0.
PASSAGGI OK 8/10 TIRI 2 RECUPERI 1

s.v.

Gonzalez
Partecipa al mischione degli ultimi minuti, quando c da battagliare, e non si sottrae, ci d dentro come tutti.
PASSAGGI OK 1/1 TIRI 0 RECUPERI 1

s.v.
Ciani
Fa in tempo a respingere qualche pallone. La Roma prova a buttarla in caciara, con spioventi alla spera in Dio. Ciani risponde.
CONTRASTI OK 2/2 PASSAGGI OK 0/0 LANCI 0

lallenatore Petkovic
Saggio lallenatore che mette i suoi giocatori nelle migliori condizioni per esprimersi. quel che fa Petkovic. Nella Lazio non c gente abbandonata a se stessa.

Le gare utili consecutive in Coppa Italia per la Roma prima della sconfitta di ieri

Al posto giusto nel momento giusto e con discreta dose di buona sorte: senza laiutino di Lobont, lo storico gol non arriverebbe.
PASSAGGI OK 6/9 TIRI 2 RECUPERI 4

GLI ARBITRI ORSATO 6,5 Sceglie la linea dura. Ammonizioni come nespole, direbbe Biscardi. Alla fine ha ragione lui, la partita non gli sfugge di mano. Di Liberatore 6 - Tonolini 6; Damato 6 - Banti 6

Gazzetta.it
Gazza

EX BIANCOCELESTE

T vf

Di Vaio scatenato Tripletta in Usa


Tre gol di Marco Di Vaio lanciano Montreal alla vittoria per 5 3 su Philadelphia nella Mls americana. Lex attaccante di Lazio e Bologna va in testa alla classifica cannonieri con 9 gol e Montreal consolida il 2 posto nella Eastern Conference.

Taccuino
FIGC PRO TERREMOTATI

Palestra in Emilia Oggi il via ai lavori


De Rossi parla con Klose EIDON
Oggi alle 15,30 il presidente della Figc, Giancarlo Abete, e il d.g. Antonello Valentini, parteciperan no a San Possidonio (Modena) alla cerimonia di posa della prima pie tra della nuova palestra distrutta dal terremoto di un anno fa. Lim pianto stato costruito con i fondi di Figc, Prandelli e giocatori della Nazionale.

VIDEOINTERVISTE E FOTOGALLERY DEL DERBY DELLOLIMPICO


Un gol di Lulic al 28 s.t. decide la finale di Coppa Italia, conquistata per la 6a volta dai biancocelesti che si assicurano cos anche lEuropa League. Sul sito le immagini pi belle della serata allOlimpico e le parole dei protagonisti.

EURO UNDER 19

Italia gi eliminata chiude con la Russia


LItalia Under 19 chiude oggi la Fase Elite di qualificazione allEu ropeo. Gli azzurri, gi eliminati, gio cano con la Russia.

BRASILE: LANNUNCIO DI NEYMAR E IL PARI TRA PATO E SEEDORF


Neymar annuncia larrivo al Bara e ringrazia il Santos, realizzando la profezia di quando a 13 anni diceva: Giocher in Spagna. Sempre in Brasile, invece, finisce 1-1 la sfida tra il Corinthians di Pato e il Botafogo di Seedorf che regala a Rafa Marques lassist del vantaggio.

CAMPIONATO IN CINA

Lippi senza freni Nove vittorie su dieci


Non sbaglia un colpo il Guangzhou Evergrande di Marcel lo Lippi. Vittoria per 1 0 sul campo dell'Hangzhou Greentown grazie al gol di Zhang al 13', e nona vittoria in dieci gare di campionato. In classifi ca Guangzhou primo a quota 28, a pari punti con lo Shandong Luneng che ha una partita in pi.

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

COPPA ITALIA LA FINALE

il personaggio IL TECNICO LAZIALE

Trionfo di Petkovic tra gioia e mistero: Resto? Vedremo


Questo il successo pi importante della mia carriera Il futuro? Aspettiamo, ho ancora un anno di contratto... Lulic: Dedico il trofeo a mia moglie: aspetta un bambino
momento pi bello allunga pure qualche ombra sulla sua permanenza sulla panchina biancoceleste.
Si scrive Petkovic, si legge Lulic
STEFANO CIERI ROMA

a stantuffare sulla fascia sinistra. Come ieri. Per entrambi la vittoria dellOlimpico stata la chiusura del cerchio, per Petko ancor di pi perch, a differenza di Lulic, di finali ne perse pure unaltra, lanno successivo. E in quelloccasione non alla guida di una piccola squadra, ma del quotato Young Boys (contro il Sion).
Coppa e saluti? Sembrava una

Vlado, fortissimamente Vlado. Ma, anche, enigmaticamente Vlado. La sesta Coppa Italia della Lazio figlia di tanti protagonisti, da Klose a Hernanes, da Candreva a Marchetti, da Ledesma a Biava. Ma sopra tutto e tutti c il volto sereno, onesto e affabile del suo allenatore. Luomo che ha reso possibile questo miracolo, il tecnico che ha rigenerato un organico che pareva giunto al capolinea, il mago che riuscito a regalare alla Lazio il trofeo pi bello di sempre, perch ottenuto ai danni della rivale di una vita. Un uomo che ora il ritratto della felicit, anche se nel

La sesta Coppa Italia laziale porta la sua firma perch questa Lazio la sua Lazio. Una squadra che ha meno individualit rispetto ad altre formazioni (la Roma, per esempio), ma che nel corso dellintera stagione stata pi squadra di tanti avversari pi forti. In campionato la

Lallenatore si gode il trionfo: stato luomo in pi della Lazio per tutta la stagione

magia durata per mezza stagione, in Coppa Italia il miracolo si realizzato fino in fondo. Ma questo trofeo porta la firma di Petkovic anche perch a realizzare il gol partita stato il suo pupillo, lallievo prediletto, il giocatore che pi di ogni altro incarna lo spirito che lallenatore chiede ai suoi giocatori: Senad Lulic. Erano insieme nel 2008 quando Petkovic perse con il Bellinzona la sua prima finale (di Coppa Svizzera). Lui era lallenatore di quella squadra che, pur giocando in Serie B (alla fine di quellannata sarebbe stata promossa in A), arriv sino alla finale della Coppa nazionale, salvo poi perdere col Basilea. Lulic era in campo

Vlado in trionfo
Vladimir Petkovic, 49 anni, celebra il primo trofeo in Italia. In alto con laquila Olympia. a sinistra con la maglia creata per loccasione ANSA

maledizione, un sortilegio impossibile da spezzare per Petkovic. E invece... S, questa la gioia pi grande grida alla fine lallenatore , il risultato pi importante della mia carriera. Ho vinto due campionati (uno col Bellinzona, laltro col Malcantone Agno, ndr), ma sollevare al cielo un trofeo prestigioso come la Coppa Italia unaltra cosa. Lo dedico alla mia famiglia e a tutto il gruppo. I ragazzi sono stati eccezionali nel corso dellintera stagione: questo il premio a tutto il loro lavoro, dal ritiro estivo fino ai quattro giorni trascorsi a Norcia in questa settimana. Eppure, sul volto di Petko, accanto alla soddisfazione c anche un velo di amarezza. Che, forse, potrebbe aprire scenari tutti da verificare nei prossimi giorni. Se resto? Adesso pensiamo a festeggiare, poi valuteremo tutto con calma. Una risposta che lascia aperta la porta a qualsiasi soluzione, anche se il tecnico aggiunge: Ho un altro anno di contratto, quindi.... Per il suo allievo, per luomo che gli ha consentito di mettere le mani sulla sua prima Coppa, invece, c spazio solo per la gioia: Ancora non mi rendo conto di cosa abbiamo fatto dice Lulic . Il gol? Bravo Candreva, io mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto. Lo dedico a mia moglie che aspetta un bambino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LO SPETTACOLO

PRESIDENTE DEL SENATO

Fischi per Psy Applausi per Malika

Grasso: Il calcio aiuti a unire tutti

Il cantante Psy, 35 anni ANSA


(ma.cec) Lesibizione del sudcoreano Psy, che ha introdotto la finale (linno poi stato cantato dallapplauditissima Malika Ayane), risultata sgraditissima al pubblico dellOlimpico. Nessuna sorpresa. Si sapeva che i tifosi di Roma e Lazio avevano contestato sulle radio e i social la scelta della Lega e di Telecom di affidare al modaiolo Psy una vetrina del genere in una citt come Roma. E cos le hit proposte (Gangnam style e Gentleman) sono state sommerse dai fischi. Che quella del pubblico fosse una scelta ideologica lo si capito dal momento dellannuncio dellartista, quando il suo volto apparso sul maxischermo: fischi continui. Terminati solo quando Psy, alla fine, ha mormorato un rapido grazie, allontanandosi subito dal palco. Impressioni? Il prossimo anno meglio scegliere lartista con pi attenzione. Senza pensare alle mode del momento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pietro Grasso consola Totti ANSA


Non cera il presidente della Repubblica Napolitano; toccato cos a Pietro Grasso (accolto dal picchetto donore di Polizia e Carabinieri) rappresentare il mondo politico allOlimpico. Con lui, anche i ministri Idem, Kyenge e Saccomanni. In campo non cera il Palermo, squadra di cui Grasso tifoso (spero che faccia come la Juve e in un anno torni in A), ma il presidente del Senato ha potuto trascorrere un pomeriggio di moderata soddisfazione. Non tanto per quello che hanno offerto le squadre in campo ma per lordine pubblico: Ho visto due tifoserie corrette e laccesso allo stadio stato tranquillo grazie a un ottimo servizio dordine. Non ci sono stati cori razzisti, e anche questo un piccolo successo: Dobbiamo andare verso i diritti di tutti senza differenze di religione, di razza e di genere. Il calcio pu aiutare in questo percorso.
Marco Calabresi
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

COPPA ITALIA LA FINALE

I NUMERI

4
6

DELIRIO BIANCOCELESTE IL PRESIDENTE IN TRIONFO, ESPLODE LA GIOIA IN CITT


1 2

I successi in Coppa Italia per la Lazio su 7 finali (lunico k.o. nel 1961 contro la Fiorentina). I precedenti trofei vinti: nel 1958 (contro la Fiorentina), 1998 (Milan), 2000 (Inter), 2004 (Juventus) e 2009 (Samp ai rigori)

esporr quello che ho in testa, per esempio le mie idee sul settore giovanile. Anche se sono altri i punti che lallenatore vuole chiarire. Lotito ha provato a rassicurarlo almeno sul fronte del mercato: Rinforzer la Lazio, su questo non ci sono dubbi. Il mio obiettivo renderla competitiva anche in Europa, un impegno che mi prendo.
Siparietto con Hernanes E il giochino sembrato fatto apposta, perch mentre parlava Lotito tre metri pi in l Hernanes faceva felici i tifosi: Il giorno pi bello della mia carriera, spero di vincere altri trofei con questa maglia, ho un contratto fino al 2015 e sto qui. Il mercato per, si sa, storia lunga e dunque non si pu dare nulla per scontato. Io non ho messo in vendita nessuno ha ribadito

Le sfide in Coppa Italia tra Roma e Lazio. Giallorossi in vantaggio: 10 le vittorie (una ai rigori e una a tavolino) contro le 6 dei biancocelesti

18

1 Il presidente Lotito e il capitano Mauri baciano la Coppa: per Lotito il terzo trofeo da quando alla guida del club (due Coppe Italia e una Supercoppa); 2 Il centrocampista argentino Cristian Ledesma, stremato dalla fatica, si inginocchia sulla coreografia della Curva Nord nella festa finale allOlimpico; 3 I tifosi laziali in delirio invadono le vie del centro di Roma dopo la vittoria della Coppa: c chi si fa il bagno nella fontana di Piazza del Popolo LAPRESSE/ANSA

Si chiuso un ciclo, dora in poi arriveranno solo giocatori di 25-26 anni


IGLI TARE DIRETTORE SPORTIVO LAZIO

Le reti complessive nei derby di Coppa Italia (21 Roma, 17 Lazio). La Roma, sempre a segno negli ultimi 7 derby giocati in coppa, resta a secco dopo 40 anni: 0-0 il 9 settembre 1973 nel primo turno.

38

Lotito, pace e festa coi tifosi Lazio pi forte per lEuropa


Questo successo la conferma che le mie scelte sono azzeccate Hernanes: Resto qui. Voglio vincere altri trofei con questa maglia
DAVIDE STOPPINI ROMA

Lotito . Poi se qualcuno dovesse chiedere di essere ceduto, io non posso farci nulla. E mentre il presidente si girava, ha incrociato lo sguardo del Profeta e i due se ne sono andati a braccetto. Dimmi, che vuoi fare?, gli ha sussurrato il primo. Il secondo ha sorriso, la risposta gliela dar pi in l.
Gioia Klose Il d.s. Igli Tare, intanto, ha annunciato: Si chiuso un ciclo, da qui in avanti arriveranno solo giocatori di massimo 25-26 anni. Lobiettivo sar la qualificazione alla Champions. Uneccezione alla giovane et sar ancora Miro Klose: Rester qui, certamente, dobbiamo continuare tutti insieme. La Coppa Italia ha emozionato pure un uomo di ghiaccio come lui: per la Lazio e per la sua gente ha detto lattaccante . Questo successo non paragonabile a nessun altro, davvero qualcosa di diverso. Un voto alla stagione? Quando si alza qualcosa, il resto non conta. Limportante era vincere, abbiamo lavorato tutto lanno per questo e ci siamo riusciti. Abbiamo fatto la storia della Lazio, ma ci metteremo due o tre settimane per capirlo. Per la verit, c chi pare aver affrettato i tempi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I derby nelle finali di Coppa Italia. In precedenza vittoria della Juventus nel 1938 (2-1 e 3-1 sul Torino) e del Milan nel 1977 (2-0 sullInter)

ti, almeno per numero di coppe. E allora val bene pure una piccola bugia: Io con la tifoseria non ho mai rotto.
La festa da Ponte Milvio a Formello

Potenza di una Coppa, la magia vera: Claudio Lotito si avvicina sotto la curva Nord, la festa in corso. Allinizio sono fischi, mugugni, facce poco simpatiche. Poi una delegazione della curva lo prende sotto braccio: colloquio fitto, armistizio firmato, cos il presidente pu godersi la scena da vicino. Scene da Lazio, scene da Lotito. Che un giorno diceva: Tanto mi contesteranno anche dovessi vincere lo scudetto. Ieri sera ha conquistato il terzo trofeo della sua era, secondo presidente pi vincente della storia biancoceleste dopo Sergio Cragnot-

In campo i coriandoli partivano, Lotito intanto stringeva forte quella maglia preparata alla faccia della scaramanzia: Sempre pi i primi della capitale. E mentre Francesco Totti sfilava per ritirare la medaglia dello sconfitto, lui stendeva la t-shirt quasi a mo di sfott, certamente con un orgoglio dentro grande cos. Siamo i pi forti, labbiamo dimostrato in campo ha detto il presidente . Questo successo la conferma che le mie scelte sono azzeccate. Sono stato preso in giro per larri-

vo del mental coach, ero stato criticato per la scelta di mandare la squadra in ritiro a Norcia. E invece ecco il risultato. Il risultato una squadra in delirio e una festa che durata tutta la notte: Hernanes e compagni hanno lasciato lOlimpico a bordo di un pullman scoperto e si sono diretti prima verso Ponte Milvio, dove stato un tripudio di sciarpe biancocelesti, infine in direzione Formello. Eppure le dichiarazioni di Vladimir Petkovic sul futuro qualche ombra sulla festa lhanno gettata. Ma ora non fatemi questa domanda, non fatemi dire nulla su questo ancora Lotito . Petkovic ha un contratto, poi chiaro che dovremo parlare. Lo faremo, ci incontreremo, gli

clic
PAPA FRANCESCO GIOCA IL DERBY E INTERROGA I GIOVANISSIMI FEDELI: CHI SA LA RISPOSTA VINCE LA COPPA
Papa Francesco, appassionato di calcio e tifoso del San Lorenzo, in un momento dellomelia di ieri aveva fatto un riferimento al derby Roma-Lazio, che si sarebbe poi giocato nel pomeriggio. Tutto successo durante la prima visita del Pontefice a una parrocchia romana, in area Prima Porta. Papa Bergoglio ha cos interrogato i ragazzi che assistevano alla messa: Ges ci ha salvato, e cammina con noi. Che fa per noi? Questa domanda difficile. Chi la sa vince il derby....

ORDINE PUBBLICO DUEMILA AGENTI IMPEGNATI ALLO STADIO, LA ZONA ROSSA HA RETTO BENE MA DOPO LA PARTITA CI SONO STATI ALTRI INCIDENTI

Agguato a Trigoria: sassi contro il pullman giallorosso


Aggredita troupe di Mediaset. Ritrovate asce, picconi e bombe carta
ANDREA PUGLIESE ROMA

La zona rossa stavolta ha retto bene. I duemila agenti messi in campo dalla Questura hanno evitato punti di contatto tra le tifoserie, rendendo quasi sereno un pomeriggio che rischiava di diventare esplosivo. Gi sabato sera la polizia aveva ritrovato sotto Ponte della Musica due zaini pieni di picconi, asce, bastoni e materiale infiammabile. Una roncola, petardi e bombe-carta sono state invece rinvenute ieri a Pon-

te Duca DAosta. Alcuni piccoli disordini ci sono comunque stati a due ore dalla partita, quando un corteo di tifosi giallorossi ha provato ad alleggerire il cordone di polizia, replicati nel finale: identificato un tifoso di Ferrara che ha lanciato una monetina e sputato contro dei giornalisti, che, in tribuna, stavano litigando tra di loro. Aggredita allesterno dello stadio una troupe di Mediaset, salvata dalla polizia. Ma non tutto: a due ore dalla fine del match 20 romanisti hanno colpito con un lancio di pietre un mezzo della Polizia in via Cavour e hanno danneggiato le auto in sosta. Provavano a raggiungere i festeggiamenti dei laziali. E 200 ultr giallorossi hanno aspettato a Trigoria il pullman della squadra, con dentro anche alcuni big come Pjanic, Destro e Burdisso: uova e pietre contro il mezzo, rotto un vetro del pullman davanti

agli agenti in assetto antisommossa. E poi cori contro Sabatini, Baldini e De Rossi. Da registrare una carica in piazza Cavour per dividere le due tifoserie. Fermati due tifosi della Roma al Colosseo, hanno danneggiato alcune auto e attaccato un gruppo di forze dellordine.
Coreografie Davanti a un parter-

laquila e la scritta Hic manebimus optime (citazione di Tito Livio, Qui staremo benissimo). Coreografia a cui la Sud ha risposto con fumogeni e due striscioni: La coerenza come ideale vale pi di una finale. Mantenere questa via la nostra coreografia. Curva Sud e Il cielo si oscur con i colori di Roma.
Striscioni Poi la sfida degli striscioni: tesserati, avvocati, Trilussa, dentro ci finito un po di tutto. Spesso con un botta e risposta, quello giallorosso Voi la grinta, noi lamore per avere una stella sul cuore (riferimento alleventuale decima coppa) poi il biancoceleste La storia sempre quella, sul petto vuoi una stella, con chiaro riferimento alla stella di David, simbolo dellebraismo.

re di livello (il presidente del Senato Grasso, il ministro dello Sport Idem, dellIntegrazione Kyenge e dellEconomia Saccomanni, il presidente del Coni Malag, il sindaco di Roma Alemanno, il presidente federale Abete e quello di Lega Beretta), poi cominciata la sfida del tifo, in un Olimpico con ampi spazi vuoti. Anche sugli spalti ha vinto la curva laziale, dipinta a spicchi bianchi e celesti e con un immenso telo centrale con un centurione romano con il vessillo del-

Gli ultras gettano la refurtiva dopo lassalto alla troupe di Mediaset ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

I NUMERI

4 Baldini: Roma, colpa mia


17

Le finali di Coppa Italia per la Roma, la pi presente di sempre (il bilancio di 9 trofei vinti e 8 persi). Giallorossi 7 volte in finale nelle ultime 11 edizioni

0svaldo insulta Andreazzoli


Lattaccante contro il tecnico che dice: Il gruppo da rifondare Le lacrime di Totti e la voglia di rivincita di Pallotta: Vinceremo presto
MASSIMO CECCHINI ROMA

Gli anni trascorsi dallultimo trofeo conquistato dalla Roma. Era il 2008 e i giallorossi vinsero la nona Coppa Italia al termine di una stagione iniziata col trionfo nella Supercoppa italiana e suggellata dal secondo posto in A e dai quarti in Champions

qualcosa di pi di una sconfitta: una catastrofe sportiva. Listantanea romanista di questa caduta tutta nella faccia di Osvaldo - a sorpresa in panchina in avvio - che al fischio finale esce insultando Andreazzoli e dando un pugno al pannello Rai per le interviste. Nello spogliatoio, poi, lo devono calmare, visto che prende a calci tutto quello che gli accanto. Gli altri piangono: su tutti De Rossi, Burdisso, Balzaretti, che lo far anche mettendosi a sedere per terra fuori dallo stadio, consolato dalla moglie, letoile Abbagnato. Le lacrime di Totti si specchiano in quelle di sua figlia Chanel, inconsolabile tra le braccia di sua madre Ilary Blasi. Poi la bimba e suo fratello Cristian lo vanno a trovare nel ventre dello stadio e il capitano costretto a ricomporsi.
Pallotta e Malag Mentre a Tri-

discorso sulla squadra lo facciamo commentare a un anonimo giocatore. Ci ha detto due cavolate, ma non lo siamo stati neppure a sentire. Se Osvaldo neppure va in tribuna a ritirare la medaglia dargento - e il c.t. Prandelli, codice etico alla mano, forse non gradir - Totti viene consolato da Giovanni Malag, presidente del Coni, che gli sussurra: Una giornata cos ci mancava, ma supereremo anche questa. Possibile, ma resta il dato di una Lazio che, in tre derby su tre, ha sempre giocato meglio. E il risultato che, per la terza volta consecutiva, la Roma made in Usa non giocher in Europa. Daltronde il bilancio chiaro: in due stagioni le sconfitte sono state 29. Unenormit. Non un caso che gi nel dopo partita girino voci di dimissioni di Baldini, smentite, anche se a Trigoria i sussurri raccontano come - se il d.g. facesse un passo indietro -

SPROFONDO GIALLOROSSO LA DELUSIONE DEI LEADER


1

il presidente Pallotta accetterebbe la nuova situazione. Tutte le responsabilit sono mie - dice infatti Baldini -. Ho avuto carta bianca. Ci mancano un paio di giocatori con determinate caratteristiche, sono sicuro che trovando un tecnico meno percepito come supplente come lo stato Andreazzoli possa aiutare a tirar fuori quelle caratteristiche. Da questa stagione abbiamo avuto molto meno di quello che aspettavamo, potevamo aspirare a qualcosa di pi. Questa partita avrebbe potuto far considerare la stagione soddisfacente, ma ora il bilancio non positivo. Il progetto comunque continua con Pallotta, che ha tutta la voglia del mondo di proseguire. Lui continuer a fare investimenti. Certo, queste sconfitte costringono a delle riflessioni che verranno fatte. Sembra lanticamera delladdio, visto che a Londra c il Tottenham che lo aspetta e a Parigi, qualora il Psg scegliesse Capello, si aprirebbe unaltra bella situazione.
Andreazzoli e il futuro Andreazzoli, criticato per le scelte, saluta cos. Rifarei tutto senza dubbio, compresa la scelta di Destro. Penso che questa squadra sia da rifondare. Nella costruzione occorrono calciatori diversi morfologicamente. Ora Roma deve sbrigarsi a pensare al futuro. Allegri pare un po allontanarsi, tant vero che si torna a parlare di allenatori come Bielsa o Rijkaard. Ma occhio ai ritorni di fiamma. Se i giallorossi mettessero sul piatto un paio di giocatori, il Bologna potrebbe anche liberare Pioli. Da sempre lallenatore prediletto dal d.s. Sabatini. Come dire, sotto il cielo giallorosso la confusione grande almeno quanto lamarezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

goria 200 tifosi si radunano per aspettare la squadra, prima di ripartire per gli Usa, il presidente Pallotta scende a consolare la squadra. Credeteci, vinceremo presto, il senso del suo discorso. Limpatto del suo

Queste sconfitte costringono a delle riflessioni che certamente verranno fatte


FRANCO BALDINI DIRETTORE GENERALE ROMA

1 Totti sfila tra i laziali che onorano gli sconfitti: la Roma ha fallito lassalto alla decima Coppa Italia; 2 La disperazione di De Rossi sotto gli occhi di Lamela; 3 Nel gesto di Totti, che si sfila la medaglia, il fallimento della Roma, lanno prossimo senza Europa ANSA/IPP

ATTACCA DALLA LINEA DI FONDO.


LA NUOVA GEL-SOLUTION SPEED
Domina il campo con le nuove GEL-SOLUTION SPEED. Il Propulsion Trusstic System e il peso contenuto, esaltano la tua accelerazione e agilit, cos da permetterti di arrivare in anticipo sulla palla.

BETTER YOUR BEST con myasics.com

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

MERCATO

Chi resta con Mazzarri


MATTEO DALLA VITE LUCA TAIDELLI MILANO

Chi s e chi no. Chi resta e chi va. Detto che ne arriveranno cinque (Laxalt, Campagnaro, Botta, Andreolli e Icardi), detto che lEuropa sar solo in televisione, detto che Walter Mazzarri raggruppa in un plotone di 17-18 uomini i suoi soldati scelti, ecco che la sterminata rosa dellInter dovr essere sfoltita per forza. Ed per questo che gi da ieri con il primo incontro fra il nuovo tecnico e Branca cominceranno a spuntare punti interrogativi su alcuni giocatori: sia per precisa richiesta di WM e sia perch il mercato pu riservare colpi a sorpresa. Naturalmente in uscita, perch (anche) di questo che stiamo parlando.
Terza linea Handanovic base

Inter futura, via ai ballottaggi Kovacic s, rebus Handa e Guarin


Lideale per il tecnico sarebbe un gruppo di 17-18 giocatori. Senza Europa la rosa va sfoltita: a rischio Silvestre, Pereira, Schelotto, Kuzmanovic e Alvarez
GIOCATORE PER GIOCATORE LA PERCENTUALE DI PERMANENZA, LA SCADENZA DEL CONTRATTO E LE CIFRE STAGIONALI

50% 50% 90% 50% 60% 100% 50% 100% 50% 80%
CARRIZO
Portiere 29 anni 2013 1 presenza gol

CASTELLAZZI
Portiere 37 anni 2014 5 presenze gol

HANDANOVIC
Portiere 30 anni 2016 48 presenze gol

CHIVU
Difensore 32 anni 2014 pi uno 14 presenze 1 gol

JONATHAN
Difensore 27 anni 2015 23 presenze 1 gol

JUAN JESUS
Difensore 22 anni 2016 44 presenze 1 gol

MBAYE
Difensore 21 anni 2016 2 presenze 0 gol

NAGATOMO
Difensore 26 anni 2016 35 presenze 2 gol

PEREIRA
Difensore 27 anni 2016 40 presenze 1 gol

RANOCCHIA
Difensore 25 anni 2015 45 presenze 3 gol

dalla quale ripartire, ci mancherebbe. Solo che resta il chiodo fisso delleventuale offertona: pare che il Barcellona si sia indirizzato su Ter Stegen, ma le antenne vanno tenute dritte, e lInter (che per ora non ha ricevuto alcuna richiesta ufficiale) lo sa. Carrizo in bilico, e c anche il caso che visto che Mazzarri lo voleva gi in passato riemerga Castellazzi, che ha ancora un anno di contratto. Difesa: Chivu e Samuel (il primo con contratto, il secondo in scadenza) devono decidere se proseguire. Considerando che Zanetti star fuori fino a fine 2013, ecco che Jonathan (seguito dal Mazzarri napoletano in alternativa a Mesto) potrebbe anche avere unaltra chance anche se da quella parte lInter cercher un titolare fisso (Isla o Basta). Nagatomo resta, Silvestre se ne andr e per Ranocchia occhio al capitolo-Juve o altro: deve arrivare una grossa offerta afWalter Mazzarri, 52 anni. Ha guidato anche Reggina, Sampdoria e Napoli ANSA

30%
SAMUEL
Difensore 35 anni 2013 22 presenze 1 gol

30% 100% 40% 50% 100% 50% 100% 50% 100%


SILVESTRE
Difensore 28 anni 2013 20 presenze 0 gol

ZANETTI
Difensore 39 anni 2013 48 presenze 0 gol

ALVAREZ
Centrocampista 25 anni 2016 25 presenze 7 gol

BENASSI
Centrocampista 18 anni 2017 13 presenze 1 gol

CAMBIASSO
Centrocampista 32 anni 2014 48 presenze 4 gol

DUNCAN
Centrocampista 20 anni 2016 21 presenze 1 gol (Livorno)

GARGANO
Centrocampista 28 anni 2013 36 presenze 0 gol

GUARIN
Centrocampista 26 anni 2016 47 presenze 10 gol

KOVACIC
Centrocampista 19 anni 2017 18 presenze 0 gol

40% 100% 50% 50% 30% 70%


KUZMANOVIC
Centrocampista 25 anni 2017 13 presenze 0 gol

100% 100% 100% 10%


LONGO
Attaccante 21 anni 2015 18 presenze 3 gol (Espanyol)

MUDINGAYI
Centrocampista 31 anni 2013 14 presenze 0 gol

OBI
Centrocampista 22 anni 2017 4 presenze 1 gol

SCHELOTTO
Centrocampista 24 anni 2017 12 presenze 1 gol

STANKOVIC
Centrocampista 34 anni 2014 3 presenze 0 gol

CASSANO
Attaccante 30 anni 2014 30 presenze 10 gol

MILITO
Attaccante 33 anni 2014 26 presenze 9 gol

PALACIO
Attaccante 31 anni 2015 39 presenze 22 gol

ROCCHI
Attaccante 35 anni 2013 15 presenze 3 gol

finch lInter se ne privi, ma anche lidea di scambio con Isla stesso non campata per aria. Pereira: Tottenham e Monaco sondano, a 12 si chiuderebbe per un giocatore pagato 11 milioni. A quel punto un mancino in entrata sarebbe doveroso (Zuniga destro ma gioca a sinistra, e di fatti lui stesso ammette di giocare da una parte nel Napoli e dallaltra nella nazionale colombiana).
Seconda linea In mezzo al

Gargano e Mudingayi verranno riscattati, Obi piace allUdinese ma lInter vorrebbe tenerlo, Stankovic deve ascoltare i propri acciacchi e decidere. Benassi andr in prestito, Kuz non ha convinto, Schelotto era stato cercato dal tecnico a Napoli ma uneventuale offerta farebbe pendere la bilancia verso luscita. Poi, Alvarez: dipende se WM lo considera partente dalla corsia o interno incursore, e su questo verr deciso se dare ascolto allAtletico Madrid. Rientra Duncan: Mazzarri lo valuter in ritiro.
Prima linea Rientra Longo: con

LAGENDA A GIORNI IL TECNICO SCOPRIR LA PINETINA

SPARTA PRAGA K.O.

Ieri vertice dellallenatore con Branca Nel fine settimana la presentazione


MILANO Un primo incontro ieri a San Vincenzo tra Walter Mazzarri e Marco Branca, seguito oggi dal punto tra il direttore tecnico e Piero Ausilio, direttore sportivo nerazzurro. Sciolto il nodo allenatore, lInter entra nella fase operativa. A breve il tecnico livornese sar a Milano e salir ad Appiano Gentile per vedere le strutture della sua nuova casa, il Centro tecnico Angelo Moratti. Sar loccasione anche per incontrare il presidente Massimo Moratti, fare un altro summit con la dirigenza nerazzurra e fissare la data della presentazione alla stampa, che dovrebbe avvenire nella seconda met della settimana. Scomparendo dai radar come succede ogni estate, Mazzarri poi andr in ferie sino a fine mese. Visto che lInter arriver nel ritiro estivo di Pinzolo il 10 luglio, probabile che la squadra si ritrovi un paio di giorni prima alla Pinetina per i consueti test atletici.
Parla Frustalupi Ieri al suo fianco cera il fidato vice Nicol Frustalupi figlio dellex interista Mario che a La Nazione ha raccontato: Mancano ancora le firme, ma seguir Mazzarri anche in questa bellissima avventura. Per lui una grande occasione, ma sono certo che anche lInter abbia colto nel segno. Io poi sono molto contento, la piazza dove ho sempre sognato di arrivare. m.d.v.-l.t.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli Allievi di Corti vincono il Fiuggi


LATINA Allo stadio Francioni di Latina, lInter ha battuto 2-0 lo Sparta Praga e ha conquistato la sesta edizione del torneo internazionale Lazio Cup-Trofeo Fiuggi, manifestazione riservata alla categoria Allievi. La squadra allenata da Gianmario Corti, che lo scorso anno diventata campione dItalia dei Giovanissimi, solo nella ripresa riuscita a prevalere sulla fortissima squadra ceca, grazie alle reti di Appiah e De Micheli. Gli statunitensi dellEastern New York si sono aggiudicati la coppa fair play, intitolata a Mirko Fersini, il giovane 17enne della Lazio che perse la vita per le conseguenze di un incidente stradale nel 2012.

campo, intoccabile Kovacic e virtualmente incedibile Guarin. Perch? Semplice: se arrivano 20 milioni per il colombiano, se ne riparla, perch vero che le sue qualit sono note ma anche vero che il club nerazzurro dovr capire quanta voglia ha ancora lui per accettare un anno senza Champions (ci che in Inghilterra e Spagna troverebbe). Cambiasso resta,

Strama sarebbe rimasto, con WM chiss. Milito (pronto verso fine anno) resta, Rocchi dovrebbe salutare (lInter cerca unaltra punta, pi fisica), Palacio confermatissimo e su Cassano dura fare previsioni: la storia dei due nota (a Genova), FantAntonio ha un contratto ma anche la sirena del Monaco. Quindi, chiss. In tutto questo arriva Icardi, e con Mazzarri i centravanti toccano le stelle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

MERCATO

Benitez-Napoli, il giorno arrivato


Oggi il tecnico vede De Laurentiis per lok sul contratto. E Cavani: Vado via? Si valuter col patron
MIMMO MALFITANO NAPOLI

Sette giorni saranno stati sufficienti per trovare lintesa, tant che nella giornata di oggi Aurelio De Laurentiis e Rafa Benitez si confronteranno nuovamente, dopo una settimana, per definire il contratto biennale, da 3,5 milioni a stagione, che chiuder il discorso sulla successione di Mazzarri. La firma, invece, verr apposta sul documento non prima di mercoled, dopo che la bozza dellaccordo verr tramutata nel contratto definitivo, che comprende una serie di bonus legati ai risultati. Il tecnico spagnolo rientrato dagli Stati Uniti, dopo la tourne col Chelsea, ultimo atto prima delladdio al club inglese, col quale ha vinto due settimane fa lEuropa League. Prima di mettersi in viaggio per la capitale inglese, Benitez ha rilasciato alcune dichiarazioni, lasciando intendere che Napoli ormai cosa fatta: Voglio allenare un grande club, che giochi la Champions League. Al Chelsea ho vissuto una magnifica esperienza e sono soddisfatto di me stesso, perch allinizio avevo tutti i tifosi contro. Il merito di aver vinto lEuropa League anche di questo gruppo di calciatori fantastici, ha detto Rafa.
Arrivo a Napoli Dunque, tutto

be essere rinviata a met giugno, quando il presidente rientrer dagli Stati Uniti: difficilmente, lui delegher uno dei suoi dirigenti per laccoglienza al tecnico e al suo staff. Intanto, nellattesa che De Laurentiis ritorni, Riccardo Bigon inizier a lavorare insieme con Benitez per avviare le prime trattative di mercato. In cima alle preferenze dellallenatore spagnolo c Dzeko, lattaccante del Manchester City, indicato come il sostituto di Cavani nel caso dovesse andare via.
Cavani DallUruguay, ritornato a parlare proprio Edinson Cavani. Lattaccante s concesso un breve periodo di riposo prima di rispondere alla convocazione della nazionale di Taba-

rez, impegnata nelle qualificazioni del Mondiale brasiliano. Sto ricaricando le batterie per la prossima stagione, ha detto il capocannoniere della Serie A che ha chiarito anche il suo pensiero sul futuro: Al momento, penso soltanto al Napoli: se devo andare via, poi, si valuter con De Laurentiis. Sto molto bene in citt. Ho acquisito anche molta pi esperienza, sono cresciuto molto, ha aggiunto Cavani. In realt, il suo desiderio quello di andare al Real Madrid. Obbiettivo che stato confermato da suo padre nei giorni scorsi. Loperazione potrebbe subire unaccelerazione se Florentino Perez, il presidente dei madridisti, vender Gonzalo Higuain alla Juve.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Voglio allenare una grande, una squadra che giochi la Champions


RAFA BENITEZ SUL SUO FUTURO

Ora penso solo al Napoli: sto molto bene in citt e sono cresciuto tanto
EDINSON CAVANI SUL RAPPORTO CON NAPOLI

Rafael Benitez, 53 anni EIDON

Edinson Cavani, 26 anni FORTE

cartier.com

D C L A R AT I O N
PA R F U M P O U R H O M M E

quanto riguarda il contratto verr definito oggi, prima che Aurelio De Laurentiis si imbarcher per Los Angeles, dove si fermer fino a met giugno, per impegni cinematografici. Con il presidente, a Londra, ci sono il consigliere delegato, Andrea Chiavelli, e Riccardo Bigon, il direttore sportivo che, dopo laddio di Mazzarri, dovrebbe vedere valorizzato il lavoro avviato con lacquisto di quei giovani che lex allenatore non ha mai voluto considerare (Vargas e Fernandez, in primo luogo). La presentazione ufficiale del nuovo tecnico potreb-

STASERA AL FERRARIS

Contro la Sla c Samp-Genoa con le star del 91

Oggi al Ferraris (ore 20.45) di Genova si giocher un derby speciale, SLAncio di vita, presentato da Puff e giocato dai protagonisti di Samp e Genoa della stagione 1990-91. Il ricavato andr alla Fondazione Vialli e Mauro che lo devolver ad AriSLA, la Fondazione per la Ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Per loccasione la Asics ha realizzato la maglia della Samp, replica di quella storica dello scudetto 1991.

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

MERCATO

Vitamine per lattacco Milan su Zaza, Cerci e Ilicic


Pazzini costretto a un lungo stop, Bojan, Robinho e Boateng potenziali partenti: il club rossonero prepara il piano per rinnovare il reparto
MARCO PASOTTO MILANO

Un reparto da rimodulare. Da ricomporre. E soprattutto da integrare. Il Milan della prossima stagione avr bisogno di innesti non soltanto in difesa e a centrocampo, ma anche in avanti. Paradossale, se pensiamo che lattacco stata la zona del campo col rendimento migliore lungo lannata. Eppure cos, per una serie di ragioni. La prima linfortunio di Pazzini. Il ginocchio destro terr fermo Giampaolo dai 4 ai 6 mesi. La sensazione che al Pazzo sar sufficiente il minimo della pena per tornare a disposizione, ma significa comunque rientrare a fine settembre. E anche se la prognosi migliorasse ulteriormente, sarebbe comunque costretto a saltare il preliminare di Champions (20-21 e 27-28 agosto) e lavvio di campionato (25 agosto). Senza considerare che arriverebbe da una lunga inattivit, e in pi dopo aver saltato la preparazione estiva.
Sotto tono Le altre ragioni sono tre, tutte legate al mercato. Andiamo in ordine di certezza. Dopo una stagione da dimenticare, lavventura di Bojan giunta ai titoli di coda. Il catalano

ballano dunque quattro nomi: Pazzini, Bojan, Robinho e Boateng. Ecco allora accendersi i riflettori sul mercato in entrata. Anche in questo caso una certezza c, e risponde al nome di Saponara, 21enne talento in grado di giocare trequartista cos come seconda punta. Gli altri nomi sul taccuino? Con Bojan e Robinho sul piede di partenza, balla un attaccante esterno. Il primo nome della lista continua a essere quello di Cerci, attualmente in compropriet fra Torino e Fiorentina. Alessio piace sia a Galliani che ad Allegri. Laltra opzione porta a Ilicic, che ha il contratto in scadenza nel 2016 ma appena retrocesso col Palermo.
Indizi Spostandoci al centro dellattacco, tutti gli indizi rimandano a Simone Zaza. Potrebbe essere lui il vice Balotelli in attesa di Pazzini, e comunque il Milan gli ha messo gli occhi addosso ben prima che il Pazzo venisse operato. Zaza reduce da unottima stagione con lAscoli (18 gol), in prestito dalla Sampdoria. In settimana previsto un incontro fra club blucerchiato e giocatore, che per non sembra intenzionato a rinnovare (scadr nel 2014). Il Milan dovr vigilare, perch sulle tracce di Simone ci sono altre big come Juve e Napoli. In via Turati comunque stanno alla finestra: laffare Poli, sempre molto caldo, potrebbe essere unoccasione per allargare il discorso a Zaza. Chiss, magari in tempo per il debutto internazionale del Milan, previsto per il 27 luglio a Ginevra col Benfica nellambito della Guinness International Champions Cup, torneo che ad agosto, dopo lAudi Cup a Monaco di Baviera, porter i rossoneri negli Usa con un paio di partite: si parla di Inter e Chelsea.
RIPRODUZIONE RISERVATA

POSSIBILI USCITE

A
S

Bojan Al Milan dal 2012: questanno per lui 27 partite e 3 gol

S
Robinho Al Milan dal 2010, questanno ha giocato 28 gare (2 gol)

S
Boateng Al Milan dal 2010: questanno per lui 37 partite con 3 gol

Da sinistra, Simone Zaza, 21 anni, Alessio Cerci, 25, e Josip Ilicic, 25


LAPRESSE

ha concluso il prestito, ha salutato tutti a Milanello e si appresta a far ritorno al campo base di Barcellona. Bojan era arrivato su espressa richiesta di Allegri, ma il rendimento stato ampiamente al di sotto delle attese, e a meno di sconti clamorosi il Milan non lo riscatter. Poi c Robinho, il giocatore pi

umorale di tutta la rosa. Prima giura amore eterno, poi gli viene nuovamente voglia di vita da spiaggia. Fatto che sta adesso il Santos, dopo la cessione di Neymar, potrebbe accontentare le richieste del Milan (a gennaio la trattativa si aren a 9 milioni). Infine c da monitorare la situazione di Boateng. A par-

te un paio di squilli, anche la sua stagione stata ampiamente al di sotto delle attese, e in presenza di unofferta adeguata via Turati potrebbe dare il via libera alla sua partenza. In questi giorni si parlato del Monaco.
Due strade Per motivi diversi,

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

MERCATO

Lattendismo di Galliani avvicina Allegri e Milan


Il numero due rossonero aspetta che evapori la rabbia di Berlusconi Pi lontana lipotesi Seedorf, voci di una telefonata di Baldini alla.d.
ALESSANDRA BOCCI CARLO LAUDISA MILANO

LA SCHEDA

TRA UNDER E SOGNO ROSSONERO

Alberto Paloschi nato a Chiari (Brescia) il 4 gennaio 1990. Attaccante, alto 182 cm per 82 kg CARRIERA Primi passi nel Milan, con cui ha esordito in prima squadra nel 2007-08. Poi tre anni in compropriet a Parma. Nel gennaio 2011 si trasferito in compropriet al Genoa, e poi al Chievo (prima prestito e quindi compropriet)

Idea Paloschi Prima o poi io con Inzaghi


Rifarei la scelta di andare al Chievo, ma con un tecnico come Pippo imparerei molto
DAL NOSTRO INVIATO

Silenzi Seedorf un caso a par-

Unattesa piena di voci e chiacchiere, come stato sempre in questi giorni. La priorit della Roma ancora quella di assicurarsi Massimiliano Allegri per la prossima stagione, ma la priorit di Allegri, e di Galliani, di capire prima che cosa intenda fare Silvio Berlusconi. Che oggi e nei prossimi giorni sar preso da impegni politici, e non potr incontrarsi con il suo braccio destro calcistico e lallenatore fino a gioved. La Roma pare pronta ad aspettare, ma il tempo sembra giocare a favore dei piani della.d. rossonero, che vorrebbe convincere Berlusconi a confermare Allegri.
Contratti La situazione in divenire: passata una settimana dalla grande arrabbiatura di Berlusconi, che potrebbe essersi decantata. Larrivo di Seedorf presenta diverse difficolt, anche di tipo economico. Lolandese ha un altro anno di contratto con il Botafogo a 3,5 milioni: ovviamente lingaggio da allenatore esordiente non sarebbe della stessa entit, e non detto che lex nume-

Massimiliano Allegri e Clarence Seedorf in una foto di tre anni fa AP

ro dieci del Milan sia pronto a dimezzare e oltre lo stipendio pur di sedersi sulla panchina rossonera. Ci sono tanti dettagli da sistemare per un eventuale cambio della guardia. Talmente tanti, che a questo punto Berlusconi potrebbe non ritenerlo pi opportuno nellimmediato. Oltretutto Seedorf non ha ancora cambiato

pelle: sta ancora giocando, mentre sia Capello che Leonardo, i casi comunemente accostati a quello dellultimo pupillo di Berlusconi, al momento di vestire i panni dellallenatore avevano gi smesso da tempo quelli del giocatore, e avevano accumulato un po di esperienza come dirigenti.

te, e daltronde ha sempre coltivato la diversit come un valore nella sua carriera: potrebbe arrivare al Milan come scelta di rivoluzione totale, nel modulo, nei sistemi di gioco e di gestione. Berlusconi dovr decidere se il momento giusto per provare con un uomo nuovo, ora che la ristrutturazione iniziata, ma la squadra non ha ancora una fisionomia acquisita. Il presidente mediter nei prossimi giorni, quando anche le elezioni comunali saranno state archiviate. Intanto Galliani continua a tessere la sua strategia in silenzio: ieri rientrato da Londra, mentre lallenatore si trattenuto anche dopo la finale di Champions League e rientrer in Italia soltanto oggi. Si parlato di una telefonata di Baldini a Galliani, ma dal Milan non arrivano conferme. Visto tutto quello che sta succedendo, logico che il dirigente della Roma cerchi informazioni sul futuro. La Roma non pu aspettare in eterno, mentre Galliani e Allegri sembrano trovarsi benissimo alla finestra. Finch Berlusconi non avr detto la sua, sar difficile stanarli. E il tempo corre, forse a favore dello status quo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FRANCESCO VELLUZZI MILANELLO (Varese)

E il pi anziano della squadra. Ha pi presenze di tutti (33, come Luca Marrone), solo Manolo Gabbiadini ha segnato in Under 21 pi di lui: 10 gol contro 9. Alberto Paloschi vuole chiudere in bellezza una lunga storia damore. Ha 23 anni, compiuti il 4 gennaio, dal 2008 sta in Under. E a Milanello ( in compropriet tra Milan e Chievo) il padrone di casa.
Con Pippo Inutile chiedergli del futuro, perch

qui si evita il discorso mercato. Ma normale che vedendo la lunga indisponibilit di Pazzini e lascesa del suo idolo Pippo Inzaghi, lidea di rioccupare quelle stanze che ora sono temporary un po gli viene. Pippo il mio idolo e ha fatto la storia, con gli Allievi va bene, da un attaccante cos potrei imparare molto. Ma ora sono concentrato solo sullEuropeo, vorrei vincerlo. Dobbiamo partire col piglio giusto. Paloschi parte dietro nelle gerarchie di Mangia, ma non sembra rischiare: Sono consapevole di aver dato tutto. Sempre. Anche al Chievo dove ho un rammarico: non essere arrivato in doppia cifra. Larrivo di Destro e Verratti gli toglie ulteriore spazio: Non li considero degli intrusi, ma due grandi giocatori, che portano qualit. Sono ben accetti. Nessun dubbio neppure sulle gerarchie milaniste che lo vedono dietro El Shaarawy e Balotelli. Non pensa mai di essere stato meno fortunato di loro? Sono due campioni che al Milan si sono imposti. E io rifarei tutte le scelte che ho fatto. Sono andato a giocare con continuit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

MERCATO

I NUMERI

Gli juventini in doppia cifra questanno in campionato: Vidal e Vucinic, entrambi a quota 10 gol

Progetto 2 EuroJuve
Diamanti e Jovetic trequartisti con Marchisio Higuain il sogno per il ruolo di centravanti
G.B. OLIVERO MILANO

I gol degli attaccanti della Juve in Serie A: 10 Vucinic, 9 Quagliarella, 8 Matri, 7 Giovinco. I bianconeri hanno chiuso con 71 gol

Largo al 4-2-3-1 34 Conte studia i modelli tedeschi


0
LIDEA PER IL 2013-14
Non aveva bisogno di studiare due squadre che conosce benissimo, ma sabato sera a Wembley Antonio Conte ha assistito con grande interesse alla finale di Champions tra Bayern e Borussia. Come previsto, Heynckes e Klopp hanno schierato le rispettive formazioni con il 4-2-3-1, un modulo che Conte vorrebbe proporre con la sua Juve nella prossima stagione. Il 3-5-2 non sar accantonato, ma in Europa la difesa a tre una soluzione poco adottata e comunque da nessuna delle squadre pi forti. E prematuro adesso valutare come Conte gestir la rosa, anche perch il mercato potrebbe modificarla pesantemente dal punto di vista tattico. Ma lidea del tecnico quella di tenere entrambe le opzioni: difesa a tre (da usare prevalentemente in campionato) e a quattro (pi europea) da scegliere in base al rendimento, agli impegni, agli avversari.
Pirlo s, Pirlo no Del 3-5-2 si sa

I gol decisivi di Giovinco in campionato

I giocatori a segno in campionato. Contando anche le coppe, sono stati 15 i giocatori della Juventus entrati nel tabellino dei marcatori

13

RCS

mercato riguardano lattacco (ecco perch la Juve, dopo aver gi preso Llorente, sta cercando una seconda punta e anche un centravanti) e gli esterni (in particolare a sinistra, ma pure a destra se Lichtsteiner ricevesse una ricca offerta. Linteresse per Zuniga, che piace allInter, resta forte). Nel 3-5-2 continuerebbe a essere centrale in tutti i sensi il ruolo di Andrea Pirlo, che dovrebbe gestire i tempi di gioco. Nel 4-2-3-1, invece, Pirlo potrebbe anche restare fuori: sarebbe estremamente difficile per lui svolgere le mansioni difensive che vengono chieste ai due centrali che si muovono davanti allarea di Buffon. Per quel ruolo sono perfetti Vidal e Pogba, non a caso gli unici due giocatori davvero incedibili della rosa.
Tre acquisti in avanti Ma ci

gi tutto: pregi e difetti. Le carenze che Marotta e Paratici cercheranno di risolvere sul

che manca per proporre il 4-2-3-1 sono gli esterni offensivi. Gi nella stagione appena conclusa Conte avrebbe voluto schierare a volte la squadra con il 4-3-3, ma la continua indisponibilit di Pepe ha costretto il tecnico a insistere sul 3-5-2. Il Bayern ha vinto la Champions con le giocate di Ribery e Robben, la Juve vorrebbe almeno provare a diver-

Sopra Antonio Conte, tecnico della Juve dal 2011: ha vinto due scudetti e una Supercoppa italiana. A sinistra Gonzalo Higuain, 25 anni, al Real Madrid dal 2007 EIDON/IPP

tirsi con due giocatori di qualit che possano partire larghi per poi stringere e magari anche incrociarsi alle spalle della prima punta. In quella posizione, in base alle trattative aperte, Conte potrebbe piazzare Alessandro Diamanti e Stevan Jovetic: bravi nel dribbling, ottimi tiratori, uno mancino, laltro destro. E decisamente meno cari dei top-player in giro per il mondo. In mezzo ai due, in posizione centrale, si muoverebbe Marchisio che ha gi ricoperto quel ruolo nel 3-5-1-1 con cui Conte ha chiu-

so la stagione. Il centravanti sarebbe Vucinic in questo momento e Higuain nellambizioso progetto bianconero, che per non pu prescindere da unattenta gestione delle risorse economiche e magari da una cessione illustre. In fondo, al di l delle operazioni di contorno per le riserve, il mercato bianconero potrebbe proprio concludersi con questi tre colpi: Jovetic, Higuain e Diamanti. Per una Juve con maggiore qualit, una Juve pi europea.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PARTITA DEL CUORE LA NAZIONALE CANTANTI CONTRO I CAMPIONI PER LA RICERCA: IL SINDACO DI FIRENZE NELLA SQUADRA DI AGNELLI, BUFFON E CONTE

Renzi: Io viola gioco coi bianconeri


Ho fatto larbitro per 4 anni, mi ha aiutato a prendere decisioni nelle riunioni pi difficili
GABRIELLA MANCINI

In tribuna donore, per, erano scoppiati disordini nella sfida contro il Milan.

In quale ruolo giocher?

Giocare unespressione forte. Trotterello come avevo gi fatto al Tardini e al Franchi, diciamo centropanchina arretrato. Io faccio numero, gli altri i numeri. una bella occasione per fare beneficenza, importante esserci.
Per ha un passato da arbitro.

Domani a Torino
Matteo Renzi, 38 anni, domani sera sar alla Partita del Cuore a Torino. Lincasso andr a Telethon e allIstituto Candiolo. Per sostenere la lotta contro il cancro si pu donare al 45501 fino a gioved

mia mamma era preoccupata. Il 1 aprile 2014 compir 60 anni e gli organizzeremo una bella festa in citt.
Nel suo libro ci sono riferimenti al calcio come specchio dellItalia, a cominciare da Balotelli ed El Shaarawy.

Siamo anche stati i primi a emettere il Daspo in tribuna donore. il destino di Firenze vivere nella particolarit.
Come si pu combattere questa aggressivit dilagante?

Larghe intese alla Partita del Cuore di domani sera a Torino (si comincia alle 20.30, in diretta su Rai 1) tra la Nazionale Cantanti e i Campioni per la Ricerca: con Andrea Agnelli, Conte e Buffon ci sar anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi, che ha appena pubblicato il libro Oltre la rottamazione in cui traspare la sua passione per il calcio.
Che cosa ci fa un tifoso viola tra gli juventini?

Dai 16 ai 20 anni, Seconda categoria in Garfagnana. Non cera il cellulare... cera quello della Polizia, per fortuna non sono mai venuti a prendermi. Allora si parlava di un arbitro molto promettente: era Gianluca Rocchi. Arbitrare una metafora della vita, fa crescere umanamente e nel carattere: prendere una decisione in un secondo contro il parere di tutti mi aiuta nelle riunioni pi ostiche. Nicchi mi ha consegnato la tessera ad honorem e ne sono felice.
Ma la vittoria del Milan a Siena come lha presa?

Un Paese in contraddizione. La Bossi-Fini ha impostato politiche sullimmigrazione basate sulla paura, una legge troppo rigida, non guarda lontano. Balotelli ed El Shaarawy rappresentano i sogni di molti bambini, ma la politica non se ne accorge, pensa che la coppia dattacco sia Bossi-Fini.
Il giocatore che lha convinto di pi della Viola? Lei si scusato con Balotelli quando stato insultato dopo la vittoria a Siena.

Con leducazione. Bisogna cominciare a livello giovanile, invece spesso vedo genitori esagitati. Lo stadio non uno sfogatoio personale. La Partita del Cuore, che invita ad aiutare la ricerca, importante.
Scender in campo contro la Nazionale Cantanti: lei quale musica ascolta?

Amo quella italiana, seguo Kekko dei Mod, che per tifa Napoli.
Unultima curiosit: perch ha posato per Chi facendo il verso a Fonzie?

Peccato, la Fiorentina se lo meritava un posto in Champions: ero pronto ad aprire lo stadio se fosse andata bene, sar per la prossima volta.
Si sentito con il premier Enrico Letta, milanista?

Tutti. Borja Valero superiore alle aspettative. Jovetic forse alla Juve? No comment. Comunque abbiamo Pepito Rossi, scusate se poco.
Il campione che ha nel cuore?

Diciamo che vado allo Juventus Stadium a prendere le misure per la finale di Europa League con la Fiorentina....

Non parlo degli ex colleghi.

Ci siamo inviati sms... ma il mio irripetibile!.

Sono cresciuto urlando nel sonno il nome di Antognoni,

Una persona si pu contestare per ci che dice, ma mai per il colore della pelle. Questo uno scandalo razzista. E la Fiorentina grazie ai Della Valle si sempre battuta per il fair play: siamo stati i primi a organizzare il Terzo Tempo.

Per gioco, mi piace scherzare. Chesterton scriveva: "Gli angeli possono volare perch non si prendono troppo sul serio". Mi piace lautoironia. Sar cos anche domani sera: non credo che vengano allo stadio per me!.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

MERCATO

QUI TORINO

A Jovetic, lofferta giusta

in mano al manager
Dopo il vertice a Londra, Ramadani sar il tramite con la Fiorentina: Marrone (pi 18 milioni) la contropartita ideale
ALESSANDRA GOZZINI MIRKO GRAZIANO

S
Andrea Agnelli Classe 1975, presidente della Juve dal 2010. Ha incontrato Ramadani a Londra, prima della finale di Champions

esposti nella vetrina bianconera: scende Isla (c la concorrenza dellInter), scende Giovinco (per problemi di valutazione del cartellino), stabili Matri e Quagliarella (che comunque Montella accoglierebbe stra-volentieri), sale Marrone, giovane potenziale sfruttabile in difesa o come vice Pizarro, se la recente frattura col cileno fosse destinata a non rientrare. Si trovasse un accordo su queste basi, col gradimento di Conte gi ampiamente espresso, e

QUI FIRENZE

A
S

S
Beppe Marotta La.d. della Juve corteggia da tempo Stevan Jovetic. Altrettanto decisivo lapporto del d.s. Fabio Paratici

Lagente di Stevan Jovetic rintracciato a Londra a trattarne la cessione pu sembrare un punto a sfavore della Juve, e invece non lo: dallaltra parte del tavolo, nella City, nel giorno della finale di Champions, stava infatti seduta unimponente rappresentanza bianconera, Andrea Agnelli, il presidente, su tutti. Cerano poi Conte, lallenatore che sempre pi parteciper ai blitz mercato, e Fabio Paratici, il giovane d.s. che aveva gi corteggiato Jo-Jo ai tempi della Samp. Dalla lunga chiacchierata emerso che non ci saranno (almeno a breve) contatti diretti tra i due club, pu sembrare un altro punto a sfavore della Juve, e invece non lo : sar infatti il manager del giocatore a fare da tramite e collante. Raccoglier la proposta bianconera e la girer alla propriet viola.
Apertura Da questa parte, cio

fare le proprie contro-richieste, e se il puzzle collimasse, chiudere laffare a guardare altrove (quanto incassato dalla cessione di Jovetic verrebbe interamente reinvestito, Andrea Della Valle, marted 21 maggio). Nelle prossime ore verr cos fissato il vertice Ramadani-Fiorentina, le parti di conseguenza si vedranno e avvieranno i negoziati: succeder tutto in questa settimana, dunque legittimo parlare di settimana decisiva. Nessuno ha pi interesse ad allungare i tempi: smania Jovetic, ha premura di chiudere la Juve, ed impaziente di definire il proprio corso futuro anche la Fiorentina, che ripartir da Pepito Rossi, cui verr affiancato un nuovo partner.
Contropartite La contrattazione partir dalla proposta di pacchetto juventino: soldi (fino anche a 18 milioni) e almeno un giocatore. Borsino dei pezzi

Intanto i viola hanno puntato Mulumbu, classe 87, mediano del West Bromwich
col s ormai scontato di Jo-Jo (la Juve, nei desideri della punta viene prima di Chelsea, City e Liverpool, i pi concreti concorrenti), loperazione potrebbe poi decollare in fretta: Jovetic il primo rinforzo individuato per la Juventus 2012-2013, concetto ribadito anche nellultimo appuntamento londinese.
Mulumbu per la Viola Il motto di ADV, quello secondo il quale ogni incasso dalle uscite verr reinvestito sul mercato in entrata, si pu qui riutilizzare per parlare di un altro colpo che i viola potrebbero avere in canna: ormai inglobato anche Joaquin, il prossimo asse porterebbe di nuovo in Inghilterra. Si sa dellinteresse del West Bromwich per El Hamdaoui, la news che (aggiungendo un conguaglio) la Fiorentina potrebbe chiedere e ottenere in cambio Youssouf Mulumbu, mediano classe 87, congolese di passaporto comunitario.

Andrea Della Valle Il presidente viola ha aperto alla cessione di Jo-Jo in bianconero: Juventus, Manchester, Liverpool, per noi uguale

S
Fali Ramadani Il procuratore alla Fiorentina gestisce gli interessi di Jovetic, Ljajic e Seferovic, che adesso in prestito al Novara

da Firenze, hanno ormai capito che la Juve sar sicuro interlocutore, e allagente non stata (finora) manifestata alcuna preclusione. A questo punto, la Fiorentina semmai ha fretta di conoscere lofferta bianconera,

2,5

i milioni pi bonus di stipendio annuo di Stevan Jovetic, legato alla Fiorentina fino al giugno del 2016
Stevan Jovetic, 23 anni, attaccante montenegrino, in Italia dal 2008 IPP

RIPRODUZIONE RISERVATA

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

NAZIONALI
DA OGGI A COVERCIANO SONO 31 I GIOCATORI CONVOCATI, NE RESTERANNO 23 PER IL TORNEO IN SUDAMERICA
(Juventus), De Sciglio (Milan), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino), Ranocchia (Inter). CENTROCAMPISTI: Aquilani (Fiorentina), Bonaventura (Atalanta), Candreva (Lazio), Cerci (Torino), De Rossi (Roma), Diamanti (Bologna), Giaccherini (Juventus), Marchisio (Juventus), Montolivo (Milan), Pirlo (Juventus), Poli (Sampdoria). ATTACCANTI: Balotelli (Milan), El Shaarawy (Milan), Gilardino (Bologna), Giovinco (Juventus), Osvaldo (Roma), Sau (Cagliari).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Repubblica Ceca e Confederations: Prandelli al via


Il 31 amichevole con San Marino, il 7 giugno la gara mondiale a Praga, poi tutti in Brasile
MILANO

Tutti in vacanza tranne gli azzurri. Dopo i test atletici di luned e marted scorsi, lItalia di Prandelli entra ufficialmente in ritiro in vista dellamichevole contro San Marino, (31 maggio), della gara di qualificazione mondiale in Repubblica Ceca (7 giugno) e della Confederations Cup, che scat-

ter il 15 giugno, con gli azzurri in campo il giorno dopo contro il Messico. Il ritrovo fissato per le 12 di oggi a Coverciano. Laziali (Marchetti e Candreva) e romanisti (De Rossi e Osvaldo) si aggregheranno il 2 giugno, avendo prolungato la loro stagione fino alla finale di Coppa Italia, disputata appunto ieri. Come consuetudine sar Cesare Prandelli a dare il benvenuto a stampa, ra-

dio e televisioni: il commissario tecnico della Nazionale parler alle 13.30. Sono 31 i giocatori convocati, otto torneranno a casa prima della trasferta brasiliana. PORTIERI: Agazzi (Cagliari), Buffon (Juventus), Marchetti (Lazio), Sirigu (Psg). DIFENSORI: Abate (Milan), Antonelli (Genoa), Astori (Cagliari), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini

Cesare Prandelli, 55 anni ANSA

Insigne sempre pi anima dellUnder


Ha siglato 3 gol nel test. Oggi attesa la lista dei 23 per lEuro
DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO VELLUZZI MILANELLO (Va)

ra, oltre agli altri impegnati nei playoff di B.


Partita Ieri per la prima volta

Si pu discutere soltanto sul nuovo look, ma il talento di Lorenzo Insigne davvero fuori dal comune. Lo scugnizzo si presentato al ritiro dellUnder 21 con i capelli biondi, ma al primo test ha ancora una volta dimostrato che basta un attimo. Appunto, contro la Pro Sesto, serie D, Lorenzito regala spettacolo e tre perle in 25 minuti, tre tiri a giro che non lasciano scampo a Bonassi. Devis Mangia sa che sulla qualit del reparto offensivo pu contare a occhi chiusi. Oggi arriveranno Destro, Florenzi e Sapona-

lUnder ha giocato: due tempi di 40 minuti. Ma prima c stata la protesta degli attivisti della campagna Cartellino Rosso, contrari allEuropeo in Israele. Ai giovani palestinesi sono negati da tempo i diritti fondamentali. Israele non deve stare nellUefa. Il dirigente Marinelli ha cercato di spiegare che per lItalia impossibile non partire. Poi la squadra ha macinato gioco testando il pallone dellEuropeo. Solito modulo, 4-4-2, spazio a chi lascia gli ultimi dubbi al ct. Con Fedato e Crimi, utilizzato ancora da ter-

Lorenzo Insigne, 21 anni, attaccante del Napoli e dellUnder 21 ANSA

zino destro, in evidenza. Mangia ha schierato subito Borini (cera suo pap dietro la rete) e la voglia matta di Fabio di giocare si vista tutta. Agonismo e massimo impegno per uno dei leader di questo gruppo. Il primo tempo stato di Insigne,

con Immobile a litigare con porta e pallone alla ricerca del gol. La ripresa stata di Sansone, bel gol, Crimi, altrettanto bello, e del portiere avversario Hoeohu che ha negato la gioia a Gabbiadini.

Scelte Mangia ha lasciato a riposo solo Marrone, che ha lavorato a parte tutta la settimana, e Sala che aveva rimediato una botta. Le chance dellitaliano di Germania ( allAmburgo) non sono tante. Ma le scelte del c.t. che entro mezzanotte dovr dare la lista dei 23 (manca anche la Russia), sono tuttaltro che definite. Ieri sera il tecnico ha seguito con attenzione i playoff di B (lEmpoli vorrebbe trattenere i gioielli Regini e Saponara, ma lItalia li reclama) e ha fatto un ultimo punto con Arrigo Sacchi che ha seguito tutte le Under con attenzione. Rischiano Baselli, Capuano, Fedato, Frascatore, Romagnoli, oltre al citato Sala. Un reality. Si ha la sensazione che soltanto uno di questi riuscir a restare a Milanello. Gli altri torneranno a casa con tanto dolore, soprattutto di Mangia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTRO LA PRO SESTO

A segno anche Crimi e Sansone


Test con la Pro Sesto: 5 0, gol di Insigne (7, 19 e 25 p.t.), Crimi (6 s.t.), Sansone (12 s.t.). U21 (4-4-2) Colombi; Crimi, Bianchetti, Capuano, Biraghi; Fedato, Baselli, Bertolacci, Insigne; Immobile, Borini. s.t. Leali; Donati, Romagnoli, Bianchetti (dal 15 Capuano), Frascatore; Sansone, Crimi (dal 15 Bertolacci), Baselli, Insigne (dal 10 Fedato); Paloschi, Gabbiadini. C.t. Mangia. PRO (4-2-3-1) Bonassi; Caovilla, Baresi, A. Cortinovis, Pavani; Laribi, Conforto; Valtulina, Battaglino, Amelotti; Moretti. s.t. Hoeohu; Vangi, Manucci, A. Cortinovis, Castelnuovo; Kate, Lombardo; Tempesta, Rampinini, Ricci; R. Cortinovis. All. Di Gioia.

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

MONDO DOPO LA CHAMPIONS

Leredit Heynckes
Guardiola, lascio il Bayern perfetto: pu aprire unera
Dopo la festa, Jupp chiede lultimo sforzo per la Coppa: in Germania mai riuscita la tripletta
DAL NOSTRO INVIATO

Lahme e Heynckes scendono dallaereo del Bayern con la Champions AP

PIERFRANCESCO ARCHETTI LONDRA

Quando ha sentito una voce che lo chiamava con il suo nome per intero, davanti a 1.200 invitati, il signor Heynckes ha capito che stava piovendo sul suo capo una sentenza terribilmente seria: Josef! Vincitore della Champions! E lasciati un po andare.... Era lassistente dellallenatore, Hermann Gerland, che reclamava un sorriso; allora zio Jupp, 68enne, di nuovo campione dEuropa dopo 15 anni, si buttato in un balletto sul palco con Bastian Schweinsteiger, mentre gli altri giocatori hanno lanciato lululato del successo: Jupp, Jupp, Jupp. La felicit e limbarazzo del momento non hanno tolto a Heynckes la consueta, lucida spietatezza: Lascio al mio successore una squadra che funziona perfettamente. Il Bayern deve dimostrare che pu continuare a mietere

lino, sabato contro lo Stoccarda. Perch zio Jupp, che gi sei anni fa si era messo in pensione ed era stato poi riattivato per emergenza dal Bayern, vorrebbe chiudere con la tripletta. Nessuno ci mai riuscito in Germania e non sia mai che ci arrivi Guardiola tra un anno.
Il grande freddo Cos, quando ie-

I conti della vittoria: almeno 65 milioni in pi per i bavaresi, 60 invece al Borussia Hoeness: Se il fair play dellUefa sar rispettato, ci ritroveremo ancora in finale
riamente rispettato, noi e il Borussia potremo ritrovarci ancora in finale. Tra due anni la sede sar Berlino, Angela Merkel potrebbe andare allOlympiastadion in bici. Quasi 23 milioni di tedeschi hanno visto la partita tra tv pubblica e a pagamento: il record per la Champions, battuti i 16,7 della finale dellanno scorso, quando i bavaresi persero allAllianz Arena contro il Chelsea.

Jupp Heynckes, 68 anni, balla insieme a Schweinsteiger REUTERS

successi, questo gruppo pu segnare unera. Tieni Pep, lultimo regalo del tuo omonimo Josef: una minaccia pi che un augurio.
Champagne Alla festa londinese dei nuovi campioni dEuropa, nellhotel Grosvenor House appena sgomberato dalla Uefa, si sono visti anziani che danzavano come adolescenti con una confidenza sospetta con

Shakira e la waka-waka. Karl Heinz Rummenigge ha fatto roteare una bottiglia di champagne sopra la testa e incendiato il party: Bevete e divertitevi, trasformate la notte in giorno. La Coppa di Germania si pu vincere anche con un alto tasso alcolico nel sangue. E lallenatore, pi compassato. Eh no, facciamo un altro sforzo e divertiamoci di pi la settimana prossima, dopo la finale di Ber-

ri alle 17.41 il gruppo atterrato a Monaco, non c stata nessuna sfilata e nemmeno un osanna dal balcone. Favorito da una pioggia fredda e ventosa, lo spegnersi dellentusiasmo pubblico stato dichiarato quando la squadra salita sul bus ed tornata in sede, per poi sciogliersi. A Dortmund invece andata diversamente: circa 15 mila persone allo stadio per laccoglienza degli sconfitti, una canzone triste (Youll never walk alone) e lacrimose dichiarazioni di rito. Ma secondo Uli Hoeness, presidente bavarese, se il fair play finanziario della Uefa sar se-

Pioggia di soldi Almeno 65 milioni arriveranno in cassa del Bayern, quasi 60 invece in quella del Borussia Dortmund. Per la prima volta nella nostra esistenza supereremo i 400 milioni di giro daffari, ha detto Rummenigge. E i giocatori saranno lautamente ricompensati. stato stabilito un budget di 6 milioni per i premi in caso di tripletta, si va da 200 mila a 300 mila a testa, secondo le presenze. E anche i dipendenti avranno stipendio doppio. La gara a farsi fotografare con la Coppa laltra notte ha contagiato anche i tifosi celebri come Boris Becker o lo sciatore Felix Neureuther. Finch alle tre e mezza, ora di Londra, Arjen Robben ha preso il trofeo e lo ha portato via, decretando la fine dello show. Nessuno ha obiettato, era stato lolandese a rendere fantastica la notte. Ma la coppa poi finita a letto con Ribery e la moglie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL FUTURO LE MOSSE DI MERCATO DEI CAMPIONI DEUROPA: SE ARRIVA SUBITO IL POLACCO PARTE GOMEZ, PRESI I MEDIANI KIRCHOFF E RODE

Da scaricato a eroe: e ora chi cede Robben?


Il Bayern aveva preso Gtze al suo posto. Caso Lewandowski: per Heynckes gi bavarese, ma il Borussia non ci sta
DAL NOSTRO INVIATO

LONDRA

GLI UOMINI DELLATTACCO DI PEP


1 2

IL RETROSCENA

Una magnifica grana, di quelle che non male avere. Per rimane una grana. Arjen Robben era dato in partenza: troppi infortuni, egoismi, cilecche davanti alla porta, insofferenza alla panchina dove era finito per scelta tecnica fino allinfortunio di Toni Kroos. E anche un tipo di giocatore non ideale per i sistemi di Guardiola. Turchia e Italia erano le possibili destinazioni. Ma adesso diventato leroe di Wembley, quindi sar pi difficile il divorzio. Che, se avverr, coster al Bayern un sostanziosa buonuscita. Il sostituto di Robben Mario Gtze, gi preso pagando la clausola di 37 milioni allinsaputa del Borussia Dortmund. Laltra sera, nel dare la benedizione al suo successore, Jupp Heynckes si anche lasciato scappare che dopo Gtze prima o poi arriver anche Robert Lewandowski e il Bayern avr un potenziale offensivo eccezionale. Siccome erano parole ufficiali, al Borussia non hanno gradito. Sarebbe meglio che si concentrasse

Finale a Londra per una scelta di Michel Platini


(f.li.) Non doveva giocarsi a Londra questa finale, anche perch Wembley era stata sede 2011: stata una decisione improvvisa di Michel Platini per i 150 anni della federcalcio inglese. Partita entusiasmante e corretta, atmosfera splendida. E Platini ha confessato agli amici: Una finale dovrebbe essere sempre cos: stadio inglese, due squadre tedesche, un arbitro italiano. E un presidente francese.... D'accordo, ma meglio non abituarsi troppo.

1 Lewandowski contro Ribery: il Borussia non vuol lasciarlo al Bayern; 2 Gtze, gi biancorosso; 3 Robben: doveva partire, ora potrebbe restare REUTERS/EPA

Real e Chelsea sperano ancora nel giallonero. E Mourinho lo corteggia via sms

sulla formazione da opporre allo Stoccarda, non suo compito occuparsi dei nostri affari, ha detto il d.g. giallonero Watzke.
Solita storia La situazione del-

lattaccante polacco nota: da

febbraio si sussurra che abbia firmato con i rossi, per questanno o per il prossimo. Lewa non rinnover con i gialloneri (scadenza 2014), ma i suoi attuali boss non intendono cederlo ai rivali dopo lo scippo di Gtze e stanno cercando di chiudere con le big

europee che lo hanno chiesto. Sicuramente Real Madrid e Chelsea: Mourinho sta combattendo la solita battaglia di convincimento psicologico, attraverso le lusinghe via sms. Al Bayern sono tranquilli: aspettano, non hanno bisogno urgente del polacco. C pi at-

tesa invece su Gtze: perch giovane (20 anni), tecnico, adatto e voluto da Guardiola. Ha anche gi giocato da falso centravanti in nazionale. Il ragazzo ha saltato la finale per infortunio, stato accusato di debolezza psicologica dopo gli insulti ricevuti in seguito al trasferimento. Aveva annunciato di essere a Londra con il gruppo da tifoso, invece ha disertato il volo di venerd per un impegno dal dentista ed arrivato sabato con un jet privato. In tutte le immagini ha mostrato di partecipare emotivamente alla finale, dalla panchina, ma non ha pronunciato parola. la novit pi attesa. Altri movimenti riguardano panchina e futuro: presi due centrocampisti difensivi come Jan Kirchoff del Mainz e Sebastian Rode dellEintracht, entrambi del 90. Sostituiranno Timoshchuk, che torna allo Zenit. Per Claudio Pizarro c un interessamento del Borussia Dortmund, Mario Gomez parte se arriva subito Lewandowski. Neymar, andato al Barcellona, non mai stato un obiettivo del Bayern.
p.f.a.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

larbitro italiano NICOLA RIZZOLI

CARRIERA IN ASCESA

MERCATO LA CONFERMA SU TWITTER

Missione compiuta E alla fine ho pianto Ma in Italia pi dura


Il fischio pi difficile? Il rigore. E Dante non andava ammonito La finale di Champions non complicata come una gara di A
DAL NOSTRO INVIATO

Nicola Rizzoli nato a Mirandola (Modena) il 5 ottobre 1971, appartiene alla sezione di Bologna ed un architetto

Neymar conferma Ho deciso, vado al Bara


Lex attaccante del Santos guadagner 7 milioni allanno
MAURICIO CANNONE RIO DE JANEIRO

S
Ha debuttato in Serie A nel 2002, dirigendo Venezia-Perugia (0-2) ed diventato stabilmente fischietto di A nel 2010

FRANCESCO CENITI LONDRA

S
Il 1 gennaio 2007 entra nella lista degli arbitri internazionali: nel 2008 dirige Sporting Lisbona-Basilea (2-0), suo primo match di Champions

CRESCIUTO AL BAYERN

Lex Sansone A Monaco non si vince per caso

Nicola Sansone, 21 anni, ex Bayern Monaco, ha segnato 6 gol nellultima A col Parma FORTE
MILANELLO nato a Monaco e cresciuto nel Bayern. Adesso gioisce: Soprattutto per i miei amici Contento e Alaba, che continuo a sentire. E anche per il Bayern, che lo merita. un marchio nel mondo. Una societ completa che adotta lo stesso metro dalle giovanili alla prima squadra, crede nei giovani e li fa crescere nel migliore dei modi. Nicola Sansone, dal ritiro dellUnder 21, ha parole delogio per il club in cui si formato. La differenza tra loro e noi? Il settore giovanile, le strutture e ora la squadra. Non si arriva per caso tre volte in finale di Champions. Credo che lingaggio di Guardiola rafforzer il marchio. Perch a questa formazione oggi non serve lallenatore, per quanto forte. Quando ero l, guardavo pi Ribery che Robben, ma sono contento che sabato sia stato lui a decidere. Ora Sansone, 6 gol nellultima Serie A (Il pi bello alla Juve, vengo da una famiglia interista) giocando da seconda punta (con Mangia fa lesterno destro nel 4 4 2) pensa ad altro: AllEuropeo dove vorrei andare in fondo, al Parma dove sto benissimo (preferisco il vino italiano alla birra tedesca), a Donadoni che mi ha dato tanto e presto allener il Milan, a Biabiany che il pi veloce della Serie A: ha qualit che hanno in pochi e meriterebbe una grande squadra.
Francesco Velluzzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

accaduto al termine della premiazione. Ero solo, guardavo lo stadio e lo spettacolo dei tifosi: applaudivano anche quelli del Borussia. La tensione si sciolta e mi sono commosso. Lacrime di gioia per Nicola Rizzoli. Lacrime per una finale inseguita con tenacia negli ultimi anni. Lacrime per una gara in cui le decisioni arbitrali hanno avuto il loro peso. Ero convinto di aver fatto bene, ma ho aspettato il giudizio di Pierluigi Collina. Se avessi sbagliato qualcosa, non mavrebbe fatto sconti. Anzi, proprio perch italiano e cresciuto con lui, sarebbe stato ancora pi duro. Cos, quando entrato nello spogliatoio, ho trattenuto il fiato. Mi ha guardato, un paio di secondi di silenzio. Non passavano mai. Poi la sentenza: "Bravo, bravi tutti. Adesso goditela, Nicola". Ed iniziata la festa. Perch, nella Londra terra di conquista dei tedeschi prima e dei soli bavaresi dopo, cera un pezzo dItalia che girava a testa alta. Rizzoli pi Rocchi e Tagliavento, gli assistenti Stefani e Faverani (e la riserva Cariolato) e il loro clan. Compagne, pap (di Rizzoli), mogli, colleghi arbitri (Romeo e Morganti) e amici: circa una ventina. Alloggiati distanti, con la squadra di Rizzoli nellalbergo che aveva ospitato la nazionale inglese diventata campione del mondo nel 1966. La finale positiva ha regalato al gruppo una domenica da ricordare.
Lacrime a fine partita. Ma, durante, ha mai avvertito la tensione?

La notizia era nellaria, ma ora non ci sono pi dubbi: Neymar lascer il Santos e, fra poche ore, diventer ufficialmente un giocatore del Barcellona. Lo ha annunciato lo stesso giocatore su Twitter: Non potevo aspettare ancora per dare lannuncio, ho gi preso la mia decisione. Luned (oggi per chi legge, ndr) firmer per il Barcellona. La presentazione ufficiale dovrebbe avvenire il 3 giugno, il giorno dopo lamichevole pre Confederations Cup tra Brasile e Inghilterra. Per la conferma, per, bisogner aspettare il via libera della federazione brasiliana, che dovr consentire al calciatore di lasciare il ritiro della Seleo per farvi ritorno il 4 giugno.
Dinho consigliere Secondo alcune indiscrezioni, stato Ronaldinho, che ben conosce il Barcellona, a consigliare a Neymar di accettare lofferta dei blaugrana. Il 21enne fuoriclasse guadagner 7 milioni di euro a stagione, che si aggiungono ai ricavi pubblicitari (circa il 20 per cento in pi di quanto incassato in Brasile) e ad altri diritti di immagine. Secondo alcuni, comunque, lofferta del Real Madrid era superiore a quella dei catalani e si aggirava intorno agli 11 milioni. O Rei Pel aveva detto che avrebbe perfino paga-

S
Ha diretto tre partite degli Europei 2012, tra cui il quarto di finale Spagna-Francia (2-0) e dal 2012 fa parte della lista di 52 arbitri preselezionati per i Mondiali 2014

to Neymar di tasca sua affinch rimanesse al Santos, squadra in cui O Rei ha giocato fino al 74. Anche Evaristo de Macedo, ex attaccante di Barcellona, Real Madrid e nazionale brasiliana, prevede ottimi tempi per Neymar in Catalogna: Gioca con la Seleo e ha esperienza internazionale: non avr problemi di adattamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicola Rizzoli, internazionale dal 2007, ammonisce Dante a Londra REUTERS

Robben e Klopp mi hanno fatto i compimenti. Ma che gioia il "bravo" di Collina


NICOLA RIZZOLI DOPO LA FINALE DI WEMBLEY

diatica. Eppure da un punto di vista tecnico in A si fa pi fatica.


A Wembley ha preso decisioni importanti. La pi difficile?

ni, lui sorride e spiega. Ho rischiato, lo ammetto. Noi assistenti viviamo sempre sul filo. In quellazione stavo seguendo Mandzukic: era in fuorigioco. Ribery d invece a Robben: quando lho messo a fuoco era avanti di un metro, ma ho considerato la velocit della giocata e quella dellolandese. Mi sono detto: "Se irregolare lo per centimetri" e non ho alzato la bandierina.
Tutto questo in un secondo, Faverani?

S
Rizzoli il sesto arbitro italiano che ha diretto una finale di Coppa Campioni o Champions: il primo stato Concetto Lo Bello nel 1968

SPAGNA

Valencia, sprint Champions Ci pensa sempre Soldado


A una giornata dal termine della Liga, netto scatto del Valencia per lultimo posto in Champions: 1 0 al Granada con gol di Soldado, mentre la Real Sociedad pareggia al 92 con il Real e si fa staccare di due punti.
37a GIORNATA Ieri Getafe-Rayo 1-2, Valencia-Granada 1-0, Osasuna-Siviglia 2-1, Real S.-Real M. 3-3, MalagaDeportivo 3-1, Espanyol-Barcellona 0-2, ValladolidCelta 0-2, A. Madrid-Maiorca 0-0, Betis-Saragozza 4-0, A. Bilbao-Levante 0-1. CLASSIFICA Barcellona 97; Real M. 82; A. Madrid 73; Valencia 65; Real S. 63; Malaga 57; Betis 55: Rayo 52; Siviglia, Getafe 47; Levante 45; Espanyol, A. Bilbao 44; Valladolid 43; Granada, Osasuna 39; Deportivo 35; Celta, Saragozza 34; Maiorca 33.

Il rigore al Borussia. Visto alla tv semplice. In campo, per, ero coperto. Lo stesso Reus non mi faceva vedere la palla. Ho capito la dinamica e fischiato. Lesperienza aiuta....
Klopp, tecnico del Borussia, si lamentato: voleva il secondo giallo per Dante...

Al contrario, cera una atmosfera tranquilla. I giocatori sono stati davvero bravi a collaborare e mi hanno permesso di stare ai margini, senza intervenire troppo. Ho fischiato solo 17 volte, davvero poche.
Spesso ha preferito concedere il vantaggio...

Certo, il fuorigioco complicato da gestire. E dalla nuova stagione la regola diventer ancora pi ostica. Spesso leggo commenti tipo: "Come ha fatto a non vedere?". In tv facile, dal vivo unaltra cosa.
Vale anche per larbitro, vero Rizzoli?

Taccuino
FRANCIA

Fermare unazione un peccato: il calcio pi bello se non spezzettato. Non sempre un arbitro ha questa possibilit. In campo mi sono reso conto che si poteva fare.
In Serie A non sempre si pu...

una questione di cultura. In Uefa, anche le nostre squadre si sintonizzano su modelli diversi, dove il rispetto dellavversario sacro. Un giocatore sa che il rosso potrebbe costargli diverse giornate di stop. E poi, proteste minime. Tutto pi semplice.
Non ci dir che una finale Champions non nulla rispetto alle complicazioni italiane?

A me ha fatto i complimenti. Capisco comunque che si possa discutere. Il fallo non era volontario, non fermava unazione importante e non cera cattiveria. stata una negligenza: per il regolamento non previsto il giallo in casi simili. Un secondo cartellino si d quando non ci sono dubbi. Col rigore lammonizione automatica? Ma questa, mi perdoni, una fesseria. Bisogna sempre valutare cosa si fischia. Ad esempio, su un cross a difesa schierata il tocco di braccio penalty senza giallo....
E le scintille tra Ribery e Lewandowski?

Se sono critiche costruttive ben vengano, limpressione che qualche volta si coprano altre mancanze.
Ritorniamo a Wembley: altri ricordi?

Psg, Ibra spara: Non so se resto


Verdetti dopo lultima giornata: Lione in Cham pions, Nizza in Europa League, retrocedono Troyes, Nancy e Brest. Ibra capocannoniere a 30 gol (lultimo ad averne fatti tanti fu Papin nel 90): Se Ancelotti va via, non so se resto, ha detto a fine gara. 38a Giornata Ajaccio Nizza 0 2, Lorient Psg 1 3, Borde aux Evian 2 1, Lilla St. Etienne 1 1, Marsiglia Reims 0 0, Lione Rennes 2 0, Bastia Sochaux 0 0, Brest Nancy 1 2, Tolosa Montpellier 2 0, Valencien nes Troyes 2 1. Classifica Psg 83; Marsiglia 71; Lione 67; Nizza 64; St. Etienne 63; Lilla 62; Bordeaux 55; Lo rient 53; Montpellier 52; Tolosa 51; Valenciennes 48; Bastia 47; Rennes, 46; Reims 43; Sochaux 41; Ajaccio, Evian 40; Nancy 38; Troyes 37; Brest 29.

Robben mi ha cercato dopo la gara per dirmi: "Questa finale te le sai meritata. E sei stato davvero bravo". Me la cavo a giocare e provo un po dinvidia per questi campioni. Proprio Robben con Schweinsteiger e Reus erano i miei preferiti della finale.
Traguardi per il futuro?

Le 200 gare in A e il Mondiale in Brasile.


Sta infatti partendo per Rio con Rocchi...

PORTOGALLO

S, potevo ammonirli. Poi ho visto che si erano subito chiariti. Quando accade, larbitro non deve esasperare gli animi. Nella ripresa queste condizioni erano svanite e Ribery ha avuto il giallo.
C poi il primo gol del Bayern buono per centimetri...

Beffa Benfica: Coppa al Vitoria


(m.m.d.s.) Unaltra beffa per il Benfica: in finale di Coppa del Portogallo perde 2 1 con il Vitoria Guima raes: al gol di Gaitan dopo 30 hanno risposto Soudani (79) e Ricardo (81). la prima volta che il club bianco nero vince il trofeo.

S, abbiamo il raduno Fifa.


Ne ha fatta di strada dalla prima partita...

cos. Adesso lasci stare limportanza della sfida. Sotto questo aspetto non ci sono paragoni, stessa cosa per la pressione me-

Merito di questo signore qui a fianco.... Rizzoli indica Favera-

Vorrei incontrare quel dirigente che 25 anni fa mi disse: "Tu non puoi arbitrare, conosco gente importante allAia. Ti faccio smettere"....
RIPRODUZIONE RISERVATA

SCOZIA

Super Hooper, stravince il Celtic


Il Celtic si aggiudica la Coppa di Scozia battendo per 3 0 lHibernian: doppietta di Hooper e rete di Led ley. lFA Cup numero 36 per i biancoverdi.

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

MONDO INGHILTERRA

identiKit & CARRIERA

v Zola: La Premier
me lha chiesta pure Elton John
DAL NOSTRO INVIATO

I NUMERI

4
4

Il suo Watford sfida il Crystal Palace: playoff promozione col tifo della popstar e dei Pozzo
STEFANO BOLDRINI WATFORD (Inghilterra)

atteso anche Elton John alla finale playoff Watford-Crystal Palace, in palio lultimo posto per salire in Premier: il re del pop ha inviato un sms a Gianfranco Zola promettendo che far il possibile per esserci oggi, alle 16, a Wembley. In tribuna ci sar la famiglia Pozzo proprietaria del club al completo, pi Francesco Guidolin e tutto il clan Zola. Ci saranno anche due secondini della prigione dove il centravanti Troy Deeney ha scontato la scorsa estate quattro dei dieci mesi ai quali era stato condannato per rissa. Deeney, 20 gol finora, ha infatti invitato ben 96 persone e due di loro lavorano al penitenziario di Thorn Cross. In campo, vecchie conoscenze del nostro calcio, come lex romanista Marco Cassetti, Fernando Forestieri e Cristian Battocchio. Zola un habitu di Wembley: sei partite tra Italia e Chelsea e il gol allInghilter-

Dir ai giocatori di non perdersi nei corridoi di Wembley: un labirinto...


GIANFRANCO ZOLA ALLENATORE WATFORD

cui, in pratica, dalla sesta giornata in poi abbiamo disputato altrettante finali.
Il Crystal Palace ha un talento come Wilfried Zaha, gi acquistato dal Manchester United.

Le coppe europee vinte da calciatore da Zola: 2 Supercoppe Europee (nel 1993 col Parma e nel 1998 col Chelsea); la Coppa Uefa 1994-95 (col Parma); la Coppa delle Coppe 1997-98 (col Chelsea)

ra con lazzurro della Nazionale il 12 febbraio 1997.


Zola, quanto vale questa gara nella sua carriera di allenatore?

Zaha un lusso in Championship. Con una doppietta ha trascinato la squadra in finale. Ma tutto il Crystal Palace va rispettato, a cominciare dallallenatore. Ian Holloway un esperto dei playoff. Sa come gestire queste situazioni.
Ha in mente il discorso da fare negli spogliatoi?

Gianfranco Zola, 46 anni, dal 2006 nella Hall of fame inglese REUTERS
a Wembley, ritrover una Premier diversa da quella che aveva lasciato ai tempi del West Ham: Ferguson si ritirato, Mancini stato esonerato, al Chelsea in arrivo Mourinho. vero che ha un buon rapporto con Elton John?

Lo scudetto conquistato nel 1989-90 col Napoli

la pi importante in assoluto. Ci giochiamo la promozione in Premier, traguardo di prestigio dal punto di vista sportivo e fondamentale sul piano economico.
Il suo stato danimo?

Sono motivatissimo. Ho buone sensazioni: negli ultimi allenamenti la squadra mi sembrata molto caricata. In queste due settimane di vigilia abbiamo potuto recuperare le forze. Sar la partita numero 49 di un campionato logorante, in

Dir di giocare il nostro calcio e di controllare la tensione, ma poi mi verr in mente qualcosa. Improvviser. E far anche una raccomandazione particolare: attenzione a non perdervi per i corridoi di Wembley. un labirinto.
Qual la magia di Wembley?

Mi dispiace per Mancini, non meritava di essere trattato cos. Moyes raccoglie uneredit pesante, ma si sapeva che Ferguson voleva lui come erede. Mourinho sostituir Ferguson soprattutto a livello mediatico.
Ci sar tutta la famiglia Pozzo a Wembley.

Ci sentiamo spesso via sms. il presidente onorario del Watford e segue con assiduit la squadra. Mi ha fatto i complimenti dopo la semifinale con il Leicester, promettendo che far il possibile per venire a Wembley.
Il Bayern ha vinto la Champions: il suo giudizio sulla finale?

Le presenze in Nazionale dal 1991 al 1997: ha partecipato al Mondiale 1994 e allEuropeo 1996

35 2

Latmosfera che respiri. Anche i fili derba raccontano la storia del calcio.
Se il Watford dovesse vincere

Avere persone e dirigenti come loro un punto di forza. Conoscono il calcio e le migliori strategie aziendali. Possiamo parlare di modello Pozzo.

Abbiamo visto il meglio del calcio. Il Bayern una corazzata, ma il Borussia ha dato spettacolo. la squadra che nellultima stagione mi ha entusiasmato di pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le salvezze col West Ham, alla sua prima esperienza come allenatore in Premier dal 2008 al 2010

il boom

Il salto in Inghilterra per i padroni di Udine varrebbe 100 milioni


CARLO LAUDISA twitter@carlolaudisa MILANO

Non un caso che oggi la famiglia Pozzo assista allo spareggio tra il Watford e il Crystal Palace. Non soltanto una questione daffetto per il gruppo di Gianfranco Zola. Il ritorno in Premier League del club londinese infatti vale allincirca 100 milioni di euro. E se consideriamo che lUdinese nellultimo stagione ne ha fatturati 65 con un incasso dai diritti tv di 41 milioni, si pu dedurre che questa partita pu cambiare in maniera sostanziale gli equilibri economici della holding della famiglia Pozzo.
Epicentro Sinora lUdinese stata la capofila indiscussa, mentre il Granada (pur alla seconda stagione nella Liga) non pu ambire a certi target, vista la grave crisi del calcio spagnolo. Cos gli equilibri attuali potrebbero essere facilmente sovvertiti se oggi tutto andasse per il verso giusto. Gli introiti In Premier League

tualmente la A. A ci aggiungiamo il sistema meritocratico inglese che garantisce una divisione con quasi impercettibili differenze tra i club primari e gli altri. Insomma, se si salver il Watford potr portare a casa anche 90 milioni di euro, senza considerare gli altri effetti di crescita in termini di sponsor e di incassi da botteghino. In tutto un centinaio di milioni, appunto. In caso di retrocessione, ci sarebbe un paracadute di 60 milioni in 4 anni.
La holding Se si pensa che la famiglia Pozzo ha investito 25 milioni di euro un anno fa per lacquisizione del Watford si comprende bene la rilevanza finanziaria di questoperazione oltre Manica. I conti tornano gi e al lavoro in panchina di Zola va unito quello dietro la scrivania di Gianluca Nani (ex Brescia) per dedurre che, ancora una volta, i Pozzo hanno fatto i passi giusti al momento giusto. Se consideriamo le tre societ controllate sono circa 120 i giocatori tesserati tra Udinese, Granada e Watford, appunto. Un capitale tecnico che supera di gran lunga anche quello delle superpotenze europee. E che destinato ad acquisire sempre maggior valore, senza dimenticare mai il progetto per il nuovo stadio a Udine. La prova di una stagione ricca di ambizioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

davvero unaltra storia. Con il nuovo contratto con BSkyB e British Telecom le venti societ della massima divisione inglese incasseranno a partire dalla prossima stagione circa 1,8 miliardi di euro, cio quasi il doppio di quanto introita at-

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

playoffSerieB
di NICOLA BINDA

GLI INTRECCI DI SAPONARA E TAVANO NEL DERBY TOSCANO PER ANDARE IN A


ponara, ceduto a gennaio al Milan e autore di una doppietta in semifinale. Il campionato stato rispettato anche nei nomi delle finali ste. Ricordate lultima giornata? Il Livorno ha fallito la promozione diretta perdendo sul campo del Sassuolo, lEmpoli ha salvato i playoff. Una terza e laltra quarta. Entrambe capaci di pareggiare allandata a Brescia e No vara e di non perdere in casa al ritorno. Ora tocca a loro: mercoled a Empoli, domenica a Livorno. Senza scomodare Guelfi e Ghibelli ni, siamo pur sempre nella terra dei campani li e la rivalit sottile. Ma c. Il pepe lo mette Ciccio Tavano, protagonista della vittoria del Livorno nei playoff del 2009 con 3 gol, adesso stella dellEmpoli (il totale di 4 reti in que sti spareggi il top) e da tempo fischiatissimo quando incrocia le maglie amaranto. Storie di To scana. Storie da playoff. Scontati nellesito, mai nella disputa. Il Livorno merita la A per quello che ha fatto vedere in 42 giornate (80 punti, mica noccioline) e per aver marciato nonostante lin fortunio di una delle sue stelle (Siligardi), lEmpo li non ha nulla da perdere dopo una stagione ini ziata in un incubo (2 punti nelle prime 9 gare). Il piatto bello ricco. No, non ci possono deludere adesso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i potrebbe scrivere un trattato sui S playoff. Importati dal basket, collaudati in Serie C, ancora oggi fanno imprecare chi arrivato davanti (in effetti sui punti di van taggio si potrebbe ragionare...), strappando al tempo stesso un sorriso a chi li ha raggiunti in extremis. Proprio come queste finaliste: Li vorno ed Empoli. Una cosa mette tutti dac cordo: non hanno mai deluso. Questa ottava edizione in Serie B parla tosca no. E il trionfo del Granducato, nel pieno ri spetto del campionato. A cominciare dai pro tagonisti. Chi stato il giovane lanciato qui e arrivato ai vertici del calcio nazionale? E Sa

ilGiro

laVignetta
DI STEFANO FROSINI

lAnalisi

NIBALI, VINCE UN UOMO NORMALE CAPACE DI IMPRESE ECCEZIONALI


di PIER BERGONZI

i voleva il cuore della Provincia. ci voleva C un uomo come Vincenzo Nibali, forte della sua straordinaria normalit. A Brescia, in una piazza della Loggia piena come un melograno, come se il grande pubblico si fosse riconciliato con il ciclismo. Quello delle facce stravolte di fati ca, quello di mamma Giovanna e pap Salvatore Nibali che risalgono lItalia in auto perch non hanno mai preso un aereo... Quello di Mark Ca vendish che vuole fortissimamente vincere anche lultima volata. Quello di Uran che abbraccia Vin cenzo e gli racconta di quanto sia felice di essere secondo (primo colombiano sul podio) battuto da uno come lui. Quello di Cadel Evans che va sul podio (primo australiano) a 36 anni con Robel, il suo splendido scricciolo duomo. Ci sono stati Gi ro pi spettacolari sul piano tecnico, ci sono stati campioni ancor pi carismatici, ma ledizione che ha miracolosamente portato 168 corridori da Na poli a Brescia pu essere ricordata come una delle pi intense a memoria duomo.

La passione per Nibali cresciuta, tappa dopo tappa, con quella gradualit coerente che poi la cifra stilistica di Vincenzo. La sua carriera parti colarmente credibile perch non ha salti mortali. Ha fatto un gradino alla volta. Il timidissimo e ta lentuoso ragazzo con la valigia, ha portato i suoi sogni da Messina alla Toscana, quando aveva 16 anni, per trasformarli in un progetto che ora ha, anche per tutti noi, contorni pi chiari. Dopo aver vinto la Vuelta 2010, dopo il secondo posto al Giro 2011 e il terzo al Tour 2012, Vincen zo aggiunge il suo nome al Trofeo Senza Fine del Giro e firma la maglia rosa a caratteri cubitali. Dallavvio di Napoli in poi non ha sbagliato nien te. Ha messo in difficolt Wiggins alla prima di scesa bagnata e nella crono di Saltara ha prenota to la vittoria finale. Poi ha gestito con grande in telligenza (e un pizzico di generosit) le prime tappe alpine per uscire definitivamente allo sco perto vincendo la cronoscalata della Polsa e so prattutto la tappa delle Tre Cime di Lavaredo. Quel suo pugno sinistro nel cielo puntinato di ne ve la foto simbolo di questo Giro. Anzi la foto simbolo di un ciclismo che si riappropria delle ra dici e torna ad abbracciare e farsi abbracciare dal la gente. A Brescia, nellapoteosi rosa della passione, il pen siero va anche a due persone che non ci sono pi e che ieri avrebbero avuto il cuore felice: Fiorenzo Magni, perch apprezzava il coraggio di Vincen zo, e Candido Cannav perch possiamo soltanto immaginare cosa avrebbe scritto per il primo sici liano in maglia rosa... Non capita spesso di concludere un Giro dItalia con la fame di altre tappe. Ci fosse stata unaltra settimana come le tre che abbiamo vissuto sarem mo stati tutti felici. Tranne i corridori, forse, che hanno dato tutto e qualcosa di pi. Leredit della corsa Gazzetta un uomo normale capace di nu meri eccezionali dal quale ripartire. Il giovane messinese che aveva grandi sogni e poche parole diventato un campione di poche parole e ora un fuoriclasse che trova sempre le parole giuste.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Neymar che colpo ma questo Bara riformabile?


Il brasiliano e Messi un tandem super. Sulla carta. Perch con Ibra, Villa e...

TwitTwit

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

FERNANDO ALONSO
Pilota della Ferrari

E la cosa pi importante, Felipe dopo un controllo in ospedale a casa, pensa gi alla prossima gara. #Forzaferrari
@alo oficial

Leo Messi e Neymar al Mondiale per club: ora saranno compagni AP


di ALESSANDRO DE CAL

VALENTINO ROSSI
Pilota Yamaha MotoGP

onsiderato da qualcuno C lerede di Pel, Neymar di sicuro un talento destinato ad affermarsi nel tempo, per ch possiede nel Dna qualche traccia in embrione del fuori classe assoluto. Pu diventare il numero uno al mondo? Per quanto il brasiliano prometta bene, lesito della rincorsa non scontato, dipende da un cer to numero di variabili. Serve un periodo di rodaggio, c sempre il rischio di qualche crisi di rigetto. E ancora presto per capire. Il passaggio dal Sudamerica allEuropa non semplice, lo si visto in passato anche nel ca so di campioni apparentemen te predestinati al successo. A 21 anni, Neymar ha gi fatto diverse cose importanti. Un paio di stagioni fa, col Santos, ha vinto la Coppa Libertadores da protagonista. E stato anche capocannoniere della Cham pions latinoamericana, e si di verte molto a segnare, in tutti i modi possibili, anche se il gol solo una parte certo rile vante del suo ricco reperto rio. Nella Seleao ha segnato una ventina di gol in 32 appa rizioni, ed la pedina fonda mentale nella squadra che Fe lipao Scolari prepara al Mon diale da giocare in casa nel 2014. Fino allultimo, il Real Madrid ha cercato di intromettersi nel loperazione e di disturbare il trasferimento al Bara del pic colo asso brasiliano. Anche senza scomodare i fantasmi del vecchio Santiago Berna beu e di Alfredo Di Stefano clamorosamente strappato dai blancos ai blaugrana negli an ni Cinquanta era lecito at tendersi un colpo di coda sulla linea del traguardo. Anche perch Florentino Perez sta andando incontro a una con ferma del mandato e Neymar un campione mediatico, che

Magica atmosfera. #monacogp


@ValeYellow46

Ora c anche Vincenzo Nibali sul trofeo BETTINI

EDOARDO MOLINARI
Golfista

ilGolf

MANASSERO, IL CAMPIONE DI OGGI CHE IPOTECA GI IL DOMANI


di STEFANO CAZZETTA

Per chi avesse ancora dei dubbi, da oggi @manasseromatteo entra a far parte della storia del golf! #nellastoriaa20anni #fenomeno
@DodoMolinari

a qualche parte, lass, Seve Ballesteros D avr sorriso vedendo Matteo Manassero vincere il BMW Pga Championship, il pi gran de appuntamento europeo dopo il British Open. A Seve, che al Pga aveva trionfato 2 volte, sar venuto sicuramente in mente quel bambinetto che senza timori reverenziali, a Gardagolf, lo sfidava negli approcci da bordo green. E forse star pensando che, s, leredit che in tanti in travedono, in buone mani. Dallaltra parte dellOceano, probabilmente, star sorridendo Tom Watson, il vincitore di 6 major, che lo tenne a battesi mo sul palcoscenico internaziona le, a Turnberry, nellOpen del 2009, quando Matteo, a soli 16 anni, chioma lunga e freddezza insospettabile, super il taglio e chiuse al 13 posto. Certe immagini non si dimenticano. Davanti alla tv, invece, si commosso Co stantino Rocca, lunico italiano, prima di ieri, ad aver alzato il trofeo di Wentworth. Sono passati 17 anni, ma alla fine il testimone sta to consegnato. Rocca il grande campione di ieri. Manassero domina il presente e ipoteca il domani. La sua impresa non ha eguali. Vin cendo ha frantumato lennesimo record: ha

trionfato a Wentworth a soli 20 anni e 37 giorni, abbattendo il primato di Bernard Gallacher, che era di 20 anni e 97 giorni e resisteva dal 1969. Ha battuto alla quarta buca di play off un osso duro come Simon Khan, vincitore nel 2010. E lo ha fatto alla sua maniera: giocando dattacco e senza paure. Determinato sul tee, coraggioso nei tiri al green, spietato con il putter. Matteo si confermato fantasioso: nella scelta della stra tegia e, soprattutto, nella gestione dellemer genza, quando c da effettuare il colpo impossi bile, quello che pi che dalle pagine dei manuali viene dalla testa, e ancor pi spesso dal cuore. Manassero, tirato a lucido anche nel fisico, al quarto successo sul Tour, ha ora la certezza che nulla gli impossibile: un major, la Ryder Cup, lOlimpiade. Ogni tra guardo una sfida, non un limite. Ed bello sapere che la compagnia an cora di primissimo livello. Francesco Molinari che chiude al 9 posto ha so lo da recriminare per come ha buttato via il torneo, mentre il fratello Edoar do (19) pu trarre fiducia dal segnale pi importante che gli arriva da Wen tworth: e cio che il momento buio pu essere messo definitivamente alle spalle. Manca veramente poco. Lo sport italiano, non solo il golf, ha tre formidabili portabandiera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FABIAN CANCELLARA/1
Fuoriclasse del ciclismo

me piase #ryanair. Sono in aereo. il beo e che ho due veneti che parlano dialetto compresso tutti intorno me #deventomatto @Confraternita_C

FABIAN CANCELLARA/2
Me capio un casso...!!! E un dialetto troppo duro che hann. ma mi fa ridere.
@f cancellara

MARTIN CASTROGIOVANNI
Colonna del rugby azzurro

E anche tua amore grazie per starmi vicino @giuliacandiago


@castrito81

sposta attenzioni, portandosi dietro sponsor e pubblicit. Da un paio danni il presidente del Barcellona, Sandro Rosell, s preso a cuore la questione, convinto che larrivo di Ney mar al Camp Nou possa accen dere un circolo virtuoso come era successo con Ronaldinho nel 2003. Lideologo del Bara, Johan Cruijff, ha subito diluito gli entusiasmi, sostenendo che due capi sulla stessa barca non funzionano, e che bisogna im parare dal passato. Forse pen sava alla breve e poco felice parentesi di Ibra accanto a Messi, con relativi problemi di coesistenza in campo e nello spogliatoio. Larrivo di Ney mar secondo acquisto pi caro della storia blaugrana do po lo stesso Ibra offre solu zioni concrete per lo sviluppo di un piano B, nel gioco del Barcellona, troppo Messidi pendente. Questanno diverse volte soprattutto in Champions il Bara ha pagato la mancanza di alternative al monolite del suo tiquitaca. Pensiamo alla sfida di San Siro col Milan e al tracollo col Bayern. Sullo sfon do resta vivo un domandone: questo Bara riformabile? Gli inserimenti di corpi estra nei come Chygrynskiy e San chez, oltre a Ibrahimovic, spin gono la risposta verso il no. Le posizioni di Villa, compagno di molti blaugrana in nazionale, e di Fabregas, cresciuto nella Masa, non rinforzano il fronte dellottimismo. Per avere suc cesso, linserimento di Neymar ha bisogno di un vistoso ritoc co degli schemi di gioco del Bara e dellappoggio di Messi. Se funziona, il tandem con Neymar pu essere in assoluto il pi forte del pianeta. Ma se la squadra non sapr girare be ne attorno a loro, bisogner dare ragione al vecchio Johan e pensare che uno dei due fe nomeni, a Barcellona, di troppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

SERIE B

RITORNO SEMIFINALI PLAYOFF

Finale Empoli-Livorno
IL RECORD IL PROGRAMMA

Tavano con 4 gol capocannoniere dei playoff di B


Andando a segno ieri contro il Novara, Tavano diventato il giocatore che ha realizzato pi gol nelle 8 edizioni dei playoff di Serie B: 4 gol (tre con il Livorno nel 2008 09, uno con lEmpoli al Novara). In testa insieme allattaccante dellEmpoli ci sono anche Elvis Abbruscato (1 gol col Torino nel 2006, 3 col Lecce nel 2008) e Nicola Pozzi (tutti e 4 con la Samp nella scorsa stagione). Segue Diamanti con 3 gol, tutti con il Livorno nel 2009.

Mercoled andata Domenica ritorno sempre alle 20.45


La finale sar giocata mercoled (andata a Empoli) e domenica (ritorno a Livorno): le partite iniziano alle 20.45. Con due pareggi il Livorno promosso in Serie A, mentre lEmpoli deve vincere almeno uno dei due incontri. Se dopo la partita di ritorno c parit di punti e di gol (quelli in casa valgono come quelli segnati fuori) passa il Livorno, che si piazzato meglio. Ricordiamo che nemmeno in finale, in caso di parit, sono previsti i tempi supplementari.

Riccardo Saponara, 21 anni, due gol dopo gli 11 in campionato LAPRESSE

Paulinho (secondo da sin.), 27 anni, 2 reti nei playoff e 21 in tutto LAPRESSE

Sprint Tavano poi Saponara Aglietti crolla: ciao Novara


Il futuro milanista firma una doppietta Seferovic sul 2-0 aveva riaperto la gara Chiude Mchedlidze: gran poker Sarri
EMPOLI NOVARA 4 1
vantaggio, avrebbe cambiato copione ad una serata (ed una impresa) che resta notevole.
La svolta Vietato attaccare lEm-

le Pagelle
di G.IMP.

HYSAJ SPINGE MORO SUPERBO LISUZZO E LUDI: QUANTA FATICA


EMPOLI 7,5
BASSI 6 Determinante sullo 0 0, non chiude su Seferovic. LAURINI 6 Complice della gaffe sul gol, nega il pari a Lazzari. ROMEO 6,5 E fresco, difende su Gonzalez quando attaccano in 4 TONELLI 5 Regala la palla a Seferovic che riapre la gara. REGINI 6 Il pi attento dei centrali. HYSAJ 6,5 Osa anche il tiro. MORO 7 Superbo il pallone verticale per Tavano. VALDIFIORI 6,5 Tiene la mediana. CROCE 6,5 Trita tutto alle spalle di Saponara. (Signorelli s.v.). MIGLIORE h 7,5 IL SAPONARA

Corvia illude un bel Brescia Poi Paulinho lancia Nicola


Pali, traverse, occasioni e tanti brividi E decisiva la punizione del brasiliano: fatale ad Arcari la deviazione in barriera
LIVORNO BRESCIA 1 1
scito a recuperare il capitano Zambelli, ma Caracciolo s. Per, invece del tridente annunciato, ha optato per un 4-3-1-2 con Rossi trequartista e Scaglia a fare da valletto a Budel insieme con Finazzi. Centrocampo tosto, di qualit e battaglia. Brescia tuttaltro che attendista, ma subito propositivo, sveglio di gambe e pieno di buone intenzioni. E in quel Brescia tutto idee, il Livorno si smarrito, incapace di trovare una manovra fluida, uno sbocco logico al proprio gioco. Cos, per venti minuti si assistito a una partita a scacchi, senza lo straccio di tiro, ma con il Livorno troppo titubante, impaurito. Cos stato il Brescia a regalare i primi brividi, con Corvia che nella stessa azione ha impegnato Mazzoni e poi, di testa, ha centrato il palo. Al 34 punizione di Scaglia dalla trequarti, colpo testa di Daprel sporcato da un difensore e ancora grande deviazione di Mazzoni in angolo. Livorno alla corde, racchiuso nel proprio orticello a vedere gli altri comandare.
Grazie Paulinho Al 38 prima oc-

le Pagelle
di RO.PE.

LUCI ISPIRATORE LAMBRUGHI: UNA SERATA NO BUDEL DOMINA


LIVORNO 6
MAZZONI 7 Reattivo su Corvia e Daprel, graziato dal palo. BERNARDINI 6 Monta la guardia su Caracciolo e non sbaglia. EMERSON 6,5 Gran salvataggio in avvio, clamoroso il palo da 25 metri. Non impeccabile sul gol. CECCHERINI 6 Qualche brivido, ma regge decentemente. SCHIATTARELLA 6 Giusto annullargli il gol, non spinge tanto. LUCI 6,5 Il pi lucido al centro. DUNCAN 6 La sua forza si fa sentire, certe volte troppo. LAMBRUGHI 5 Spinge poco, si fa saltare da Corvia sull1 0. GEMITI 6 Con lui arrivano pi cross in area. BELINGHERI 5 Si trascina da tempo un guaio fisico e si vede. GENTSOGLOU 6 Entra e il suo aiuto preziosissimo. DIONISI 6 Bada pi coprire che ad affondare. (Decarli s.v.). MIGLIORE h 7,5 IL PAULINHO

PRIMO TEMPO 2-1 MARCATORI Tavano (E) al 18, Saponara (E) al 22, Seferovic (N) al 37 p.t.; Saponara (E) al 25, Mchedlidze (E) al 48 s.t.

EMPOLI (4-3-1-2) Bassi; Laurini (dal 21


s.t. Romeo), Tonelli, Regini, Hysaj; Moro, Valdifiori, Croce (dal 27 s.t. Signorelli); Saponara; Maccarone (dal 39 s.t. Mchedlidze), Tavano. PANCHINA Pelagotti, Gigliotti, Pucciarelli, Casoli. ALLENATORE Sarri.

NOVARA (4-3-3) Bardi; Perticone, Lisuzzo, Ludi, Crescenzi; Marianini (dal 37 s.t. Fernandes), Buzzegoli (dal 26 s.t. Rubino), Pesce; Gonzalez, Seferovic, Lazzari (dal 12 s.t. Mehmeti). PANCHINA Montipo, Parravicini, Ghiringhelli, Colombo. ALLENATORE Aglietti. ARBITRO Mariani di Aprilia. AMMONITI Buzzegoli (N), Ludi (N), Moro (E) e Gonzalez (N) per gioco scorretto; Tonelli (E), Pesce (N) e Maccarone (E) per c.n.r. NOTE paganti 7.609, incasso di 41.563 euro. Tiri in porta 6 (con una traversa)-3. Tiri fuori 5-4. In fuorigioco 2-2. Angoli 4-3. Recuperi: p.t. 1, s.t. 4.

poli, senza stare attenti a guardarsi le spalle. La svolta della gara la costruiscono i tre in mezzo: Moro-Valdifiori e Croce (recuperato in extremis). Passa poco in quella zona, ribattono quasi tutto: Moro innesca con una verticalizzazione Tavano, tenuto in gioco da Crescenzi (tanta voglia, ma spesso mal indirizzata). Da l, lEmpoli si prende la finale, perch la difesa di Aglietti va in bambola e il raddoppio di Saponara glielo confezionano praticamente sotto il naso, dopo gli sviluppi di un angolo. Vittoria legittimata dalla traversa di Tonelli (di testa), dal contropiede di Maccarone sul 3-1 di Saponara, da un conto delle azioni gol che di 8-3. Inappellabile.
Sarri di parola Aveva anticipato:

PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Corvia (B) all11, Paulinho (L) al 20 s.t.

Grande doppietta: un tiro di prima e un rigore in movimento. Le partitissime lo esaltano. MACCARONE 7 Lassist del terzo gol e una simulazione di troppo. MCHEDLIDZE 6,5 Gran bel gol: dribbling e rasoiata in area. TAVANO 7,5 Pallonetto gol e la palla per sbloccare Saponara. ALL. SARRI 7,5 Onore al coraggio: gli basta non perdere, se la gioca da subito senza paure, catenacci, catenelle e filo spinato. Bravo.

LIVORNO (3-4-1-2) Mazzoni; Bernardini, Emerson, Ceccherini; Schiattarella, Luci, Duncan, Lambrughi (dal 15 s.t. Gemiti); Belingheri (dal 7 s.t. Gentsoglou); Dionisi (dal 48 s.t. Decarli), Paulinho. PANCHINA Aldegani, Salviato, Bigazzi, DellAgnello. ALLENATORE Nicola.

BRESCIA (4-3-3) Arcari; Lasik, De Maio, Caldirola, Daprel (dal 45 s.t. Picci); Finazzi, Budel, Scaglia; Rossi (dal 23 s.t. Felipe), And. Caracciolo, Corvia (dal 46 s.t. Mitrovic). PANCHINA Russo, Ant. Caracciolo, Benali, Arias. ALLENATORE Calori.
ARBITRO Di Bello di Brindisi. AMMONITI Duncan (L) e Budel (B) per comportamento non regolamentare; Corvia (B) e Dionisi (L) per proteste; De Maio (B) e Scaglia (B) per gioco scorretto. NOTE paganti 9.677, incasso di 87.967 euro. Tiri in porta 3 (con una traversa e un palo)-6 (con un palo). Tiri fuori 4-1. In fuorigioco 1-0. Angoli 4-4. Recuperi: p.t. 1, s.t. 5.

Una traversa e il gol su punizione che vale la finale. All. NICOLA 6 Ci aspettavamo un Livorno pi coraggioso, cos la finale diventa problematica.

NOVARA

DAL NOSTRO INVIATO

GAETANO IMPARATO EMPOLI (Firenze)

Avanti Empoli, la finale tua. Strameritata. Ci arrivi per la saggezza di Sarri, la voglia di Saponara e una doppietta pesantissima a suggellare la sua crescita continua, con un Tavano che non sbaglia mai due gare di fila e un Maccarone... al dente anche se non si infila nella casella dei realizzatori. Vai Empoli, anche se la difesa ti fa tribolare nella serata in cui schizzi con la trazione anteriore e una mediana furba, scaltra. Il Novara graffia, si agita, ma pi si muove e sgomita e pi imbrigliato. Torna in gara per una furbata di Seferovic (ruba palla a Tonelli e si gira piazzando di prima un tiro preciso che riapre i giochi). Il pari lo sfiora un paio di volte (Ludi e Lazzari) con Aglietti che si regala un finale col 4-2-4 maledicendo la partenza in cui, il golletto del

Non far tatticismi, ce la giochiamo. Ed stato di parola, troppo furbo ed amante del bel calcio per non sapere che, se punti a difenderti bastando un pareggio, alla fine piangi lacrime amare. Lunico rammarico? Il gol subito dopo 7 ore e 20 di inviolabilit casalinga e una difesa che s regalata qualche distrazione di troppo, specie sul 2-1. E in prospettiva Livorno, con quellattacco che si ritrova Nicola...
Aglietti fatalista In pratica, la rincorsa, sarresta insieme al campionato, e di per s una impresona. Prima ad essere pericolosi con Seferovic, la pausa nel cuore del primo tempo, lascia tracce indelebili e la virata sul 4-2-4 solo lennesima (comprensibile) trovata per salvare il salvabile. Ma resta la grande cavalcata: Novara esce a testa alta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BARDI 5,5 Paratona dalla distanza, pu poco sui gol. PERTICONE 5,5 Nervoso, pu spingere poco, arranca un po. LISUZZO 5 Soffre e manda alta una ribattuta per il 2 2. LUDI 5 Caparbio, osa il tiro ma avvolto dal due con empolese. CRESCENZI 5 Spinge, lotta, ma tiene in gioco Tavano sul gol. MARIANINI 5 Si perde tra compiti difensivi e supporto (Fernandes s.v.). BUZZEGOLI 5,5 Gira, anche a vuoto ma argina un po. Valdifiori. RUBINO 5 Non aumenta il coefficiente offensivo. PESCE 5 Poca fase difensiva. GONZALEZ 5 Raramente in gara. MIGLIORE h 6,5 IL SEFEROVIC

BRESCIA

DAL NOSTRO INVIATO

ROBERTO PELUCCHI LIVORNO

Spreca sullo 0 0, ma ruba e sinventa il gol della speranza. LAZZARI 6 D un pallone stupendo in verticale, poi scema. MEHMETI 5,5 Va nelle zolle di Lazzari, meno incisivo. All. AGLIETTI 5,5 Per esserci arrivato merita 7, per la gara 5. Fate voi la media... GLI ARBITRI Mariani 7 Perfetto, anche sulla simulazione di Maccarone. Schenone 6,5 -Gava 6,5; Nasca 6,5- Palazzino 6,5.

I playoff sono cos, azzerano le distanze, danno altro spessore ai valori tecnici. Il Livorno va in finale contro lEmpoli con due 1-1, ma a restare negli occhi soltanto il Brescia, che avrebbe meritato di vincere per il modo in cui ha azzannato la gara di ritorno e ha tenuto testa a un Livorno che durante la stagione gli aveva dato 18 punti (e un 3-0 senza storia appena venti giorni fa) e che, invece, stavolta ha balbettato, rischiando di chiudere qui lavventura. Lha salvato Paulinho con una punizione deviata dalla barriera quando il Brescia era meritatamente in vantaggio grazie al gol di Corvia.
Che partenza Primo tempo del Brescia nettamente superiore agli avversari. Calori non riu-

casione per i toscani: Paulinho ha allargato a sinistra per Lambrughi, cross rasoterra e, da due passi, Schiattarella ha appoggiato in rete, ma il gol stato annullato per fuorigioco (giusto). Nella ripresa Paulinho ha cominciato a dare segni della propria classe (traversa) e Emerson ha centrato in pieno il palo su punizione da 25 metri. In mezzo, per, c stato il gol di Corvia, ben lanciato da Rossi. Il Livorno ha reagito con rabbia e ha guadagnato unaltra punizione (dubbia), quella che Paulinho ha messo alle spalle di Arcari con il contributo della barriera. L1-1 vuol dire finale, ma contro lEmpoli servir il Livorno di campionato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ARCARI s.v. Non fa una parata, tradito dalla barriera sull1 1. LASIK 6 Quando Paulinho si sveglia, diventa dura stargli dietro. DE MAIO 6,5 Attento, pulito, sbaglia una volta e rischia grosso. CALDIROLA 6 Regge a fatica quando Paulinho passa da l. DAPREL 6 Avvio difficile con Dionisi, ma lo contiene. PICCI 6 Per poco non segna il 2 1. FINAZZI 6,5 D sostanza al centrocampo. BUDEL 7 Se allandata non aveva brillato, allArdenza comanda. SCAGLIA 7 Ottimo anche in un ruolo non suo. ROSSI 6,5 Le sue sono giocate utili, serve lassist a Corvia. FELIPE 6 Entra e sfiora il gol. AND. CARACCIOLO 6,5 Non segna, ma si sbatte l davanti. MIGLIORE h 7,5 IL CORVIA

Impegna Mazzoni e prende il palo. Suo il gol che fa sognare Brescia per un po. (Mitrovic s.v.). All. CALORI 7 Fa il padrone in casa daltri, meritava di vincere. GLI ARBITRI Di Bello 5,5 Disinvolto con i cartellini, non solare la punizione da cui nasce l1-1 di Paulinho. Stellone 6-Citro 6; Giancola 6-Gavillucci 6.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

PRIMA DIVISIONE GIRONE A ANDATA SEMIFINALI PLAYOFF

Letizia gioiello Carpi: la finale a un passo Alto Adige k.o.


Vecchi si illude con un rigore di Campo La squadra di Brini ribalta il risultato: prima Della Rocca, poi con una prodezza
ALTO ADIGE-CARPI 1-2
MARCATORI Campo (AA) su rigore al 10, Della Rocca (C) al 26 p.t.; Letizia (C) al 22 s.t. ALTO ADIGE (4-3-3) Marcone 5; Iacoponi 6, Kiem 6, Cappelletti 6,5, Bassoli 5,5; Furlan 6 (dal 25 s.t. Pasi 5,5), Bertoni 6, Uliano 6; Campo 6 (dal 40 s.t. Turchetta 6,5), Maritato 6, Thiam 5,5 (dal 31 s.t. Testardi s.v.). (Grandi, Tagliani, Branca, Fink). All. Vecchi 5,5. CARPI (4-2-3-1) Sportiello 5; Letizia 6,5, Poli 6, Terigi 6, Sperotto 5,5; Bianco 6,5, Pasciuti 6 (dal 36 s.t. Gagliolo s.v.); Melara 7, Concas 6,5 (dal 27 s.t. Perini s.v.), Di Gaudio 7; Della Rocca 7 (dal 31 s.t. Arma s.v.). (Trini, Potenza, Viola, Kabine). All. Brini 6,5. ARBITRO Chiffi di Padova 5,5. NOTE paganti 1.772, incasso non comunicato. Espulso il tecnico Vecchi al 44 p.t.; mmoniti Sportiello, Pasciuti, Terigi e Melara. Angoli 5-2.

mifinale che pareva equilibrata ed incerta e che, invece, gli emiliani mettono dalla propria parte grazie ad una gara solida e concreta, vinta con sagacia e sfruttando gli episodi favorevoli. Eppure in un primo tempo a ritmi alti e spettacolare era stato lAlto Adige a passare dopo appena dieci minuti, facendo intendere ben altro finale. Su un lungo rilancio di Furlan uno Sportiello in netto vantaggio sugli avversari si lasciava sottrarre la palla da Maritato, poi atterrato dal portiere emiliano. Rigore ed espulsione? Chiffi propende solo per la prima ipotesi fra le proteste dei padroni di casa. Trasformazione di Campo e 1-0 parziale.
Reazione Il Carpi accusa il col-

Lecce in salvo Scatto Entella Ma in extremis c DAmbrosio


In gol due giocatori partiti in panchina Prina merita il vantaggio grazie a Garin E Gustinetti acciuffa il pari solo al 94
ENTELLA-LECCE 1-1
MARCATORI Garin (E) al 30, DAmbrosio (L) al 49 s.t. ENTELLA (4-3-1-2) Paroni 6; De Col 6,5, Cesar 6,5, Russo 6, Cecchini 6 (dal 33 s.t. Falcier s.v.); Staiti 7, Di Tacchio 6,5, Volpe 6,5; Vannucchi 6; Cori 5,5 (dal 22 s.t. Garin 7), Guerra 6 (dal 45 s.t. Hamlili s.v.). (Conti, Argeri, Raggio Garibaldi, Ballardini). All. Prina 6,5. LECCE (4-3-1-2) Benassi 5,5; Diniz 6,5, Martinez 6,5, Esposito 6, Tomi 6 (dal 34 p.t. DAmbrosio 6,5); Giacomazzi 6, De Rose 6, Memushaj 6; Bogliacino 6,5; Foti 5,5 (dal 16 s.t. Chiric 5,5), Pi 5,5 (dal 31 s.t. Chevanton s.v.). (Bleve, Vanin, Zappacosta, Falco). All. Gustinetti 6. ARBITRO Saia di Palermo 5,5. NOTE paganti 1.800, incasso di 18.570 euro. Amm. Guerra, De Rose, Memushaj e Vannucchi. Angoli 4-6.

FRANCESCO BERTAGNOLLI BOLZANO

Andrea Della Rocca, 28 anni, al Carpi da gennaio: quinto gol dopo i 9 con il Portogruaro LIVERANI

Il Carpi passa al Druso ed ipoteca la finale, per lAlto Adige la gara dandata dei playoff assomiglia alla fine dun sogno. Questo lesito dei primi novanta minuti duna se-

po e Cappelletti spreca la palla del 2-0 incornando da pochi passi troppo centralmente, poi di Gaudio a sfiorare il pareggio con una serpentina respinta allultimo dalla difesa di casa. E il preludio al pareggio, trovato da Della Rocca di testa su assist al bacio di Di Gaudio. Sembra fuorigioco netto, ma Chiffi ed il suo collaboratore non sono dello stesso avviso. L finisce la partita dellAlto Adige ed il Carpi potrebbe trovare il vantaggio prima del riposo, quando Concas spreca da dentro larea sparando su Marcone. Cala il ritmo nella ripresa ed il Carpi si limita a controllare gli sterili attacchi dei padroni di casa. A decidere il match, e probabilmente la qualificazione, Letizia che, allo scoccare dellultimo quarto di gara, nel tentativo di crossare da 40 metri sorprende un Marcone comunque colpevole. Maritato e Pasi falliscono nellassedio finale le occasioni per il 2-2.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Trema la squadra di Gustinetti, che si salva in pieno recupero e mantiene, per il ritorno, il vantaggio di gestire due risultati. In spaccata, su due palloni vaganti dinanzi a Benassi e Paroni, lattaccante argentino (in campo dal 22 s.t. al posto di Cori) e lesterno difensivo (dopo 34 minuti subentrato allinfortunato Tomi) salgono sullaltalena della speranza. Archiviato un tempo senza sussulti - a parte un sinistro di Bogliacino in avvio e il gol annullato a Guerra al 37 per fuorigioco -, lEntella merita il vantaggio, al 30 della ripresa. Bogliacino sbaglia in disimpegno e su ripartenza e tiro di Staiti, respinto dal palo, bravo Garin ad anticipare tutti. Allultimo respiro, su calcio dangolo di Memushaj e spizzata di Russo, arriva il graffio di DAmbrosio, appostato sul secondo palo.
Possesso Entella Prina crea una

DAL NOSTRO INVIATO

GIUSEPPE CALVI CHIAVARI (Genova)

Dario DAmbrosio, 24 anni, esulta dopo l1-1: il primo gol con la maglia del Lecce LEZZI

E adesso chi avr il coraggio di chiamarli panchinari? Buttati nella mischia nel corso della partita, Hernam Pablo Garin e Dario DAmbrosio regalano le emozioni che valgono il pareggio tra Entella e Lecce.

corsia preferenziale a destra: Staiti si accentra per favorire le sovrapposizioni di De Col. Ma lombelico dellEntella sempre Vannucchi, abile nel cambiare posizione ma in sofferenza per la marcatura di De Rose e Giacomazzi. Il Lecce marchiato Gustinetti, allesordio, pi equilibrato rispetto alla versione Toma. Mancano le incursioni sulle fasce ma Bogliacino non solo illumina con lanci ma si sacrifica pure nellinterdizione. Giacomazzi e Memushaj si alternano negli inserimenti in area avversaria, dove Foti e Pi pungono poco. Trascinata da quasi 2.000 tifosi, pi intraprendente lEntella; si mostra impaurito il Lecce, pizzicato a fine gara da un centinaio di tifosi giallorossi. Passata in vantaggio, la formazione di Prina ancora pericolosa con Guerra e Falcier. Poi la pugnalata, ormai inattesa, di DAmbrosio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANDATA PLAYOUT CRISTINI RISPONDE A BONVISSUTO

REGOLAMENTO
da (sarebbe la prima, sul campo, in 94 anni di storia).
La partita Il rapido vantaggio

LA SITUAZIONE DOMENICA IL RITORNO

La Reggiana spreca Cuneo, un pari prezioso


REGGIANA-CUNEO 1-1
MARCATORI Bonvissuto (R) al 2, Cristini (C) al 34 p.t. REGGIANA (4-4-2) Bellucci 7; Aya 5,5, Cossentino 5,5, Bani 5, Magliocchetti 5,5 (dal 28 s.t. Iraci s.v.); Antonelli 5, Zanetti 6 (dal 1 s.t. Cavalieri 5), Ardizzone 6, Matteini 5 (dal 20 s.t. Ferrara 6); Bonvissuto 6, Sprocati 5,5. (Tomasig, Mei, Parola, Marcheggiani). All. Zauli 5,5. CUNEO (4-5-1) F. Rossi 6; Donida 6, Carretto 5,5, De Franco 5,5, Arcari 5,5 (dal 38 s.t. Ferri s.v.); Garavelli 5,5, Cristini 6,5 (dal 38 s.t. Danucci s.v.), Longhi 6, Lodi 6, Di Quinzio 6; Torri 6,5 (dal 32 s.t. Ferrario s.v.). (Negretti, Passer, Palazzolo, Martini). All. Ferraris 6 (E. Rossi squalificato). ARBITRO Cifelli di Campobasso 6. NOTE paganti 2.655, incasso di 31.959 euro. Ammoniti Bonvissuto, Carretto, Longhi, Di Quinzio e Ferrario. Angoli 13-4. EZIO FANTICINI REGGIO EMILIA

I supplementari soltanto in finale


Ecco il regolamento della Prima divisione. PLAYOFF Da stabilire due promozioni. Domenica c il ritorno delle semifinali: in caso di parit di punti e gol va in finale la squadra meglio piazzata, ossia quella che gioca il ritorno in casa. Nelle semifinali, in caso di parit di punti e gol, non ci sono i supplementari: ci saranno eventualmente solo in finale. PLAYOUT Da stabilire quattro retrocessioni. Domenica c il ritorno: in caso di parit di punti e gol (non ci sono supplementari) si salva la squadra meglio piazzata, quella che gioca il ritorno in casa.

Un gol lampo di Antonino Bonvissuto (primo stagionale alla 12 gara) non basta alla Reggiana per vincere la gara dandata. Il Cuneo pareggia con Cristini e nel ritorno avr a disposizione due risultati su tre, mentre i granata soltanto con un successo potranno evitare la retrocessione in Secon-

stato firmato dallattaccante, che ha trovato lo stacco vincente su angolo di Sprocati. Il Cuneo non ha accusato il colpo e ha cominciato a costruire azioni pericolose, mentre la Reggiana finita in black out. Bellucci si superato due volte su Torri, ma al 34 non ha potuto nulla sul guizzo di Cristini, abile a sfruttare il sonno della difesa. Dopo un tempo la Reggiana ha perso Zanetti: anzich Parola, Zauli ha schierato Cavalieri, i granata hanno attaccato senza idee, divorandosi per la palla del 2-1 al 25: assist di Ferrara ma Bonvissuto non riuscito a battere Rossi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GDS

Il Rosa il colore dei numeri uno. Di chi sta avanti. Di chi irraggiungibile. Ma il Rosa non solo un colore. anche un sapore. Quello della vittoria. Quello di chi non ha eguali. Come il sapore di Rio Mare. Solo i migliori vestono di rosa.

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

PRIMA DIVISIONE GIRONE B ANDATA SEMIFINALI PLAYOFF

Che bel Gatto Il Pisa esulta Ma il Perugia resta in corsa


Splendida doppietta per lattaccante Moscati riapre i giochi nella ripresa: un livornese a fare il dispetto a Pagliari
PISA-PERUGIA 2-1
MARCATORI Gatto (Pi) all8 e al 48 p.t.; Moscati (Pe) all11 s.t. PISA (4-4-2) Sepe 6; Sbraga 6, Suagher 6,5, Colombini 6, Sabato 6; Busc 6,5 (dal 15 s.t. Fondi 6), Barberis 6,5, Favasuli 6, Rizzo 7; Scappini 5 (dal 15 s.t. Perez 6), Gatto 7,5 (dal 32 s.t. Benedetti 5). (Pugliesi, Rozzio, Carini, Tulli). All. Pagliari 7. PERUGIA (4-3-3) Koprivec 5,5; Cangi 6, Russo 6,5, Massoni 6, Liviero 5 (dal 1 s.t. Giani 6); Moscati 6,5 (dal 23 s.t. Lebran 6), Esposito 5,5, Nicco 6,5; Politano 5 (dal 16 s.t. Rantier 6), Ciofani 6, Fabinho 6,5. (Pinti, Dettori, Italiano, Tozzi Borsoi). All. Camplone 6. ARBITRO Maresca di Napoli 6,5. NOTE paganti 9.934, incasso di 139.013 euro. Espulso Massoni al 20 s.t.; ammoniti Perez, Esposito e Politano. Angoli 2-5.

vantaggio minimo, per niente sicuro in vista della sfida di ritorno, e con il pensiero fisso al gran tiro di Rizzo al 17 del secondo tempo che ha mandato la palla a schiantarsi sulla traversa a portiere battuto.
Che idea Le idee sono sempre

preziose, fruttano spesso pi dei soldi. Unidea di Pagliari ha trasformato unala promettente come Leonardo Gatto in un attaccante letale. 21 anni, prodotto del vivaio atalantino, Gatto ha velocit e qualit, ha messo in crisi il Perugia con due splendidi gol: il primo, su assist di Busc, con controllo spalle alla porta e tiro in girata di sinistro, il secondo con una conclusione di destro dalla distanza, potente e improvvisa. Due reti che hanno siglato un primo tempo a senso unico, con due altre occasioni per Scappini.
Beffa sfiorata Il Pisa pressa, mette in crisi la regia di Esposito, attacca a folate. Rizzo difende a sinistra, ma sorprende attaccando al centro. Barberis, 20 anni, sostituisce Mingazzini senza timore. Il Perugia vuole attaccare sulle corsie laterali, invece l che soffre. Fabinho si spreme, ma viene spesso triplicato, Politano un fantasma. Liviero viene spazzato via da Busc. Eppure il Perugia resta in gioco: Nicco, inesauribile, ispira Moscati, micidiale di destro. Un livornese che spezza il volo del Pisa. Rizzo inventa una giocata strepitosa, si libera tra tre avversari e spara: traversa. Massoni stende Perez, seconda ammonizione ed espulsione. Pare la fine, invece linizio della riscossa: il Pisa ha speso troppo. Camplone sistema i suoi con un coraggioso 4-2-3 cos Rantier e Fabinho sfiorano pure il gol beffa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Baldan in gol La Nocerina va verso la finale Cede il Latina


Decide il difensore cresciuto nel Milan Lex Schetter entra e sfiora il pareggio Partita spigolosa, ma la spunta Auteri
NOCERINA-LATINA 1-0
MARCATORE Baldan al 23 s.t. NOCERINA (4-3-3) De Lucia 6; Garufo 6, Baldan 7, Scardina 6,5, Chiosa 5,5 (dall11 s.t. Pepe 6); Corapi 6,5 (dal 45 s.t. Diagouraga s.v.), A. Bruno 6, De Liguori 5,5 (dall11 s.t. Daffara 6,5); Mazzeo 6, Evacuo 6, Negro 7. (Ragni, Russo, Andelkovic, Gavilan). All. Auteri 7. LATINA (4-3-3) Bindi 5,5; Milani 6, Cottafava 6,5, De Giosa 6,5, Bruscagin 5,5; Burrai 6 (dal 14 s.t. Ricciardi 6), Cejas 6, Sacilotto 6; Barraco 6 (dal 33 s.t. Schetter 6), Jefferson 6 (dal 18 s.t. Danilevicius 5), Kolawole 6. (Ioime, Cafiero, Agius, Gerbo). All. Sanderra 6. ARBITRO Ghersini di Genova 6. NOTE spettatori 7.000 circa, incasso e paganti non comunicati. Ammoniti Cottafava, A. Bruno, Sacilotto e Danilevicius. Angoli 3-5.

terminazione e lucidit dai campani, pi reattivi nella ripresa. I laziali, dopo un buon primo tempo, perdono tono proprio quando sono chiamati a raddrizzare il risultato.
La chiave Sfida subito a viso

aperto. Nocerina aggressiva, Latina geometrico. La squadra di Sanderra sfiora il vantaggio all8: sul cross di Milani dalla destra, il pallone sfugge a De Lucia, il tocco ravvicinato di Barraco fuori bersaglio. Il Latina si impossessa del centrocampo. La Nocerina (rigore reclamato al 15 per intervento di De Giosa su Evacuo) annaspa in fase di impostazione. Uninsidiosa punizione di Mazzeo (28, fuori) rilancia la formazione di Auteri. Il Latina si ricompatta abilmente in chiave difensiva. Gara molto spigolosa: il primo cartellino giallo, su Cottafava, arriva per solo poco prima dellintervallo.
Cambio di rotta Nella ripresa la Nocerina sgomma in avanti. Auteri inserisce Daffara e Pepe al posto di De Liguori e Chiosa: la mossa rende pi offensivo lassetto (a tratti un 4-2-4). Nel Latina entrano Ricciardi e Danilevicius (out Burrai e Jefferson) ma la novit riguarda Barraco arretrato a centrocampo. Insiste la Nocerina che passa al 23: punizione di Negro dalla sinistra, sul pallone respinto da Bindi si avventa Baldan per la botta vincente. Sanderra innesta lex Schetter che al 36 prova il colpo con un tiro sopra la traversa. In precedenza, con Ricciardi e Kolawole, gli altri pericoli creati dal Latina, che per non si infiamma di rabbia. La Nocerina controlla e incassa la vittoria voluta a tutti i costi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DAL NOSTRO INVIATO

DAL NOSTRO INVIATO

ALESSIO DA RONCH PISA

NICOLA BERARDINO NOCERINA INFERIORE (Salerno)

Leonardo Gatto, 21 anni, autore di una doppietta: in campionato aveva segnato 4 gol DAPRESS

Vince il Pisa, ma proprio ai toscani che resta in bocca un retrogusto amaro. La squadra di Pagliari mette in grande difficolt il Perugia, lo porta sul limite del tracollo per ben due volte, ma chiude con il

Marco Baldan, 19 anni, esulta dopo la rete al Latina: il suo secondo gol stagionale TANOPRESS

Ci pensa Marco Baldan, 19enne difensore in prestito dal Milan, a spingere la Nocerina verso la finale. Il suo gol, il secondo stagionale, fissa la vittoria sul Latina a met ripresa. Un successo inseguito con de-

ANDATA PLAYOUT / 1 IL DERBY PUGLIESE

ANDATA PLAYOUT / 2 BOTTA E RISPOSTA CORSETTI-CORVESI


I gol Partita brutta, con poche emozioni, anche se a quelle ci pensano le due tifoserie. Al 12 Camilleri che prova di testa, mentre al 20 Cicerelli che manda a lato di poco. La ripresa si apre con lespulsione del centrocampista dellAndria La Rosa, ma neanche luomo in piu per il Barletta d fiato alla gara. Poi, nel finale, arriva la punizione di Allegretti che fulmina limmobile Rossi. A questo punto lAndria commette lerrore di sbilanciarsi troppo per cercare il pareggio e cos subisce in contropiede la rete di La Mantia. Ora per lAndria si fa dura: nella gara di ritorno di domenica prossima deve vincere con almeno due gol di scarto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Barletta gran finale LAndria al tappeto


BARLETTA-ANDRIA 2-0
MARCATORI Allegretti al 41, La Mantia al 45 s.t. BARLETTA (3-5-2) Liverani 6; Romeo 6 (dal 40 s.t. Burzigotti s.v.), Camilleri 6, Di Bella 6 (dal 17 s.t. Calapai 6); Molina 5,5, Prutsch 5,5 (dal 14 s.t. DallOglio 6), Allegretti 7,5, Dezi 6,5, Pippa 6; La Mantia 6,5, Cicerelli 6. (Pane, Simoncelli, Carretta, Meduri). All. Orlandi 6. ANDRIA (4-4-2) Rossi 6; Lorenzini 5,5, Migliaccio 6, Zaffagnini 6, Contessa 6; DErrico 5,5, La Rosa 4,5, Giorgino 5,5, Taormina 6 (dal 26 s.t. De Giorgi 6); Innocenti 5,5, Sy 5,5 (dall11 s.t. Liccardo 6). (Sansonna, Tartaglia, Loiodice, Branzani, Maccan). All. Cosco 5,5. ARBITRO Bruno di Torino 6. NOTE paganti 2.942, incasso di 31.500 euro. Espulso La Rosa al 5 s.t.; ammoniti Prutsch, Allegretti, Lorenzini e Liccardo. Angoli 7-2. MATTEO TABACCO BARLETTA

Il Sorrento in fuga Ma il Prato rimedia


SORRENTO-PRATO 1-1
MARCATORI Corsetti (S) su rigore al 31 p.t.; Corvesi (P) al 19 s.t. SORRENTO (4-2-3-1) Rossi 6,5; Ciampi 5, Nocentini 6, Di Nunzio 6, Bonomi 6; Arcuri 5,5 (dal 26 s.t. Konan 5), Salvi 6; Corsetti 6 (dal 32 s.t. A. Esposito 5), Guitto 6,5, Tortolano 6,5; Bernardo 6. (Polizzi, Balzano, Fusar Bassini, Beati, Terminiello). All. Papagni 6. PRATO (4-3-1-2) Layeni 6; Beduschi 5 (dal 37 p.t. Bagnai 6), Malomo 6, Ghinassi 6, Lamma 6; Corvesi 6,5, Disabato 6 (dal 41 s.t. Bisoli s.v.), Casini 6; Silva Reis 5,5; Papini 5,5 (dall11 s.t. Essabr 5), Napoli 6. (Brunelli, Carminati, Di Dio, Tiboni). All. V. Esposito 6. ARBITRO Aureliano di Bologna 6. NOTE paganti 717, incasso di 9.033 euro. Ammoniti Beduschi, Tortolano, Corvesi e Lamma. Angoli 5-3. ANTONINO SINISCALCHI SORRENTO (Napoli)

paglia. Nella prima mezzora della ripresa la squadra di Papagni cala nel ritmo e nella grinta incoraggiando il Prato ad assumere liniziativa fino a strappare il pari. Al 19 Corvesi, approfittando una difesa mal piazzata, trafigge Rossi dopo una ripartenza di Napoli e Silva Reis.
Assalto Solo nel finale il Sor-

Il derby della paura se lo aggiudica il Barletta. Una gara per niente spettacolare e bloccata fino a 5 dalla fine, quando una magia su punizione di Allegretti sblocca lincontro. E dopo 4 arriva anche il raddoppio di La Mantia.

L1-1 va bene al Prato ed una mezza delusione per il Sorrento in vista del ritorno: la squadra di Papagni solo con una vittoria si potr salvare. I rossoneri danno tutto nel primo tempo, passano in vantaggio su rigore (31, inutile fallo di Beduschi su Tortolano) grazie a Corsetti, ma un fuoco di

rento, sotto la spinta di Tortolano e Guitto, si rende ancora insidioso e il nuovo entrato Alessio Esposito tira addosso a Layeni da pochi passi una buona palla-gol (45). Da ricordare, nel corso del primo tempo, due occasioni sprecate da Corsetti (10 e 17) e un palo di Napoli su punizione deviata dalla barriera (12).
RIPRODUZIONE RISERVATA

CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI


FIORETTO SCIABOLA SPADA
PalaRubini Trieste
Partners Istituzionali

30.31 maggio | 1.2 giugno 2013

Sponsor COL

Sponsor FIS

foto Bizzi

www.federscherma.it

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

SECONDA DIVISIONE ANDATA SEMIFINALI PLAYOFF

Gasbarroni e LAquila, doppio colpo


La stella del Monza decisiva, nel derby dAbruzzo cade il Chieti. Pari ok di Venezia e Aprilia
GIRONE A GIRONE B

Lipoteca di Asta sulla finale Rabbia Bassano


Rigore negato, fuori Rastelli Gara decisa da una prodezza
Denis Godeas, 37 anni, punta del Venezia: 18 gol in tutto

Segna Improta Poi c Carcione Il Fattori amico


Pagliari azzecca ogni mossa Sul 2-0 c lerrore di Cappa
Paolo Favaretto, 46 anni, tecnico dellAprilia DANNIBALE

Al solito Godeas replica Brighenti Il Renate in salvo


Andrea Gasbarroni, 31 anni, 18 gol in campionato DAPRESS
MONZABASSANO 1-0
MARCATORE Gasbarroni al 16 s.t. MONZA (4-3-2-1) Castelli 6; Franchino 6,5, Franchini 6, Cattaneo 6,5, Anghileri 6,5 (dal 41 s.t. Bugno s.v.); Vita 6,5, Grauso 6,5, Valagussa 7; Gasbarroni 7, Finotto 6 (dal 22 s.t. Calliari s.v.; dal 30 s.t. Nitride 6); De Cenco 6,5. (Pazzagli, Giorgi, Laraia, Bi Zamble). All. Asta 6,5. BASSANO (4-3-3) Cano 6,5; Basso 6, Bertoli 6, Ghosheh 6, Bizzotto 5,5; Mateos 5,5 (dal 32 s.t. Proietti 6), Carteri 6, Correa 6,5; Ferretti 6, Longobardi 5 (dal 21 s.t. Zizzari 6), Berrettoni 5,5 (dal 35 s.t. De Gasperi s.v.). (David, Toninelli, Zanella, Furlan). All. Rastelli 6. ARBITRO Ripa di Nocera 6. NOTE spettatori 2.000 circa, paganti nc, incasso di 22.213 euro. Espulso il tecnico Rastelli al 29 s.t.; ammoniti Ghosheh, Cattaneo, Mateos, Grauso, De Cenco e Berrettoni. Angoli 1-7.

Croce va in rete Teramo rimedia grazie a Foglia


Giovanni Pagliari, 51 anni, allenatore de LAquila LIVERANI
LAQUILACHIETI 20
MARCATORI Improta al 23 p.t.; Carcione al 37 s.t. LAQUILA (4-3-3) Testa 6; Petta 6 (dal 41 s.t. Ligorio s.v.), Pomante 6,5, Ingrosso 6, Rapisarda 6; Iannini 7, Carcione 7, Menicozzo 6,5; Ciotola 6,5 (dal 25 s.t. DAmico 6,5), Infantino 7 (dal 30 s.t. Ripa s.v.), Improta 7. (Gerosi, Gizzi, Triarico, Colussi). All. Pagliari 6,5. CHIETI (4-2-3-1) Cappa 5; Bigoni 6,5, Pepe 6, Gigli 5,5, Gandelli 5,5; Vitone 5, Del Pinto 6,5; Verna 5, Mungo 5,5 (dal 29 s.t. Rinaldi s.v.), Alessandro 5 (dal 15 s.t. Berardino 5,5); De Sousa 6. (Savut, Cardinali, Di Filippo, Petagine, Capogna). All. De Patre 5,5. ARBITRO Minelli di Varese 6. NOTE spettatori 2.500 circa, paganti nc, incasso di 27.430 euro. Ammoniti Verna, Pepe, Petta e DAmico. Angoli 2-4.

Sono decisivi i due attaccanti Boldini, un discreto debutto


RENATE-VENEZIA 1- 1
MARCATORI Godeas (V) al 45 p.t.; Brighenti (R) al 28 s.t. RENATE (4-3-3) R. Galli 6,5; Adobati 6,5, Ferrari 5,5, Gavazzi 6, Morotti 6; Mastrototaro 5,5 (dal 15 s.t. Santonocito 6,5), N. Galli 5,5, Mantovani 6,5; Gaeta 6 (dal 1 s.t. Malivojevic 6,5), Brighenti 7, Zanetti 6. (Santurro, Zita, Adorni, Bergamini, Storani). All. Boldini 6,5. VENEZIA (4-3-1-2) Zandrini 6,5; Cabeccia 6, Miale 6,5, Battaglia 6, Bertolucci 6 (dal 22 s.t. Campagna 6); Cenetti 6, Carloto 6,5, Maracchi 5,5; Lauria 6 (dal 37 s.t. Margarita s.v.); Godeas 6,5, Bocalon 6 (dal 27 s.t. M. Marconi 6). (Menegon, Masi, Princivalli, Taddei). All. Sottili 6,5. ARBITRO Sacchi di Macerata 5,5. NOTE spettatori 400 circa, paganti e incasso non comunicati. Ammoniti Bocalon, Battaglia e N. Galli. Angoli 53. FRANCO CANTU MEDA (Monza)

Due lampi per un giusto pari Cappellacci ha la bestia nera


TERAMO-APRILIA 1-1
MARCATORI Croce (A) al 18 p.t.; Foglia (T) al 13 s.t. TERAMO (4-4-2) Serraiocco 6; Scipioni 6,5, Ferrani 6, Speranza 6, Chovet 5,5; Ambrosini 5,5, Valentini 6, Novinic 5,5 (dal 7 s.t. Iazzetta 5,5), Foglia 6,5 (dal 28 s.t. Petrella 6); Bucchi 6 (dal 42 p.t. Coletti 6), Olcese 5,5. (Santi, De Fabbritiis, Caidi, De Stefano). All. Cappellacci 6. APRILIA (4-3-1-2) Di Vincenzo 5; Corsi 6, Mariotti 6, Sembroni 6, Frigerio 6; Sassano 5,5 (dal 36 p.t. Hanine 6), Amadio 6,5, Croce 6,5 (dal 24 s.t. Marfisi 5); Criaco 5,5 (dal 38 s.t. Ferri s.v.); Ferrari 5,5, Gomes 6. (Caruso, Cane, Carta, Lattanzio). All. Favaretto 6. ARBITRO Pelagatti di Arezzo 6. NOTE spettatori 2.400 circa, paganti nc, incasso di 28.239 euro. Espulso Marfisi al 46 s.t.; ammoniti Scipioni, Iazzetta e Ferrari. Angoli 12-3.

MATTEO DEL BUE MONZA

ALESSANDRO FALLOCCO LAQUILA GIANCARLO ANTONELLI TERAMO

Il solito Andrea Gasbarroni trasforma in oro lepisodio che rende in discesa la strada del Monza verso la finale: ai brianzoli baster pareggiare a Bassano. Una gara molto equilibrata e giocata soprattutto a centrocampo non poteva che essere decisa dalla giocata di un singolo: Asta deve quindi ringraziare Gasbarroni, che al 61 ha raccolto un diagonale di Vita sporcato dalla difesa e non ha lasciato scampo a Cano, facendo esplodere il Brianteo. In precedenza il numero uno del Bassano si era dovuto superare su un tentativo ravvicinato di De Cenco e su una staffilata dellinesauribile Valagussa, migliore in campo. Il Bassano non si dimostrato inferiore al Monza: i veneti, che hanno sfiorato la rete con Longobardi e con una rovesciata di Zizzari, hanno avuto un miglior palleggio, ma non sono mai riusciti ad impensierire Castelli. Nel finale Rastelli stato espulso per proteste: larbitro ha sorvolato su un contatto in area tra Franchino e Berrettoni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

E finita con un giusto pari la sfida tra Renate e Venezia, decisa dalle parate dei portieri e dalle prodezze degli attaccanti, Denis Godeas (18 gol in questa stagione) e Andrea Brighenti (21). Per Boldini un buon debutto dopo lesonero di Sala. L1-0 allo scadere del primo tempo: cross dalla destra di Cenetti e mezza rovesciata di Godeas. Brighenti invece sfrutta lassist di Malivojevic con un gran tiro sotto la traversa. Ospiti pi propositivi nel primo tempo (a favore di vento) con Riccardo Galli impegnato pi volte e vicini al vantaggio gi al 12 con Lauria che ha colpito il palo. Ma loccasione migliore capita al Renate con Nicol Galli che al 20 costringe Zandrini alla super parata. Renate pi incisivo nella ripresa ma il Venezia limita i danni e a conquista un risultato importante. Da segnalare che una cinquantina di tifosi del Venezia non sono potuti entrare e si sono sistemati sulla collinetta all'esterno dello stadio esponendo lo striscione: Curva Sud, sprovvisti tessera del tifoso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

proprio il caso di dirlo, ai playoff LAquila sfata il tab Fattori, spesso terra di conquista per tutto il girone di ritorno, e si aggiudica il derby dAbruzzo. Da una parte un Chieti fresco e manovriero, per ampi tratti padrone del campo e forse punito con un passivo troppo pesante alla luce, soprattutto, di un raddoppio regalato. Dallaltra LAquila esperto e cinico, capace di attendere e pungere al momento giusto con due lampi, uno per tempo. Grazie anche allintuizione del tecnico Pagliari, che azzecca il ritorno al 4-3-3. Davanti al pubblico delle grandi occasioni (pi di 300 gli ospiti), parte bene il Chieti, ma al 23 LAquila passa alla prima occasione: torre di Infantino per Improta che dalla lunetta fulmina Cappa. Il Chieti accusa il colpo e LAquila per poco non raddoppia, con Ciotola e ancora con Improta. Nella ripresa il Chieti spinge ma al 37 LAquila chiude i conti: destro tagliato su punizione defilata dello specialista Carcione, Cappa inguardabile e manda il pallone in porta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LAprilia si conferma bestia nera per il Teramo. Dopo aver vinto entrambe le gare di campionato, la squadra laziale strappa un pareggio che significa seria ipoteca per la finale. Partita equilibrata e pareggio giusto. Al 18, come un fulmine a ciel sereno, arriva il gol dellAprila: assist di Criaco per Croce che con un diagonale supera Serraiocco. Il Teramo accusa il colpo, poi comincia a scuotersi e al 33 Bucchi (poi uscito per infortunio) impegna Di Vincenzo. Nella ripresa il Teramo ancora pi determinato e al 13 pareggia con Foglia, che approfitta di una respinta maldestra del portiere su cross di Scipioni. La squadra abruzzese continua a premere ma non riesce pi a rendersi davvero pericolosa, se si eccettua un tentativo di Petrella al 47 sventato in angolo. Commenta lallenatore di casa Cappellacci: Pareggio giusto. E Favaretto: Bravi i miei a non perdere la testa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PLAYOUT

LA SITUAZIONE DOMENICA IL RITORNO

SERIE D

Girone A: il colpo del Rimini Decidono Palazzi e Morga Il Valle dAosta spacciato
GIRONE A: VALLE DAOSTA-RIMINI 0-2 MARCATORI Palazzi al 10, Morga al 34 s.t. VALLE DAOSTA (4-3-3) Frattali 6,5; Jidayi 6, Emiliano 6,5, Benedetto 5,5, Miceli 5; Panepinto 5 (dal 12 s.t. Bentoglio 5,5), Nocciola 5,5, Gentile 5; Iocolano 5,5, Sinato 5, De Vincenziis 5,5 (dal 18 s.t. Esposito s.v.; dal 32 s.t. Temelin s.v.). (Costantino, Fiore, Furno, Cuneaz). All. Zichella 5. RIMINI (4-4-2) Scotti 7; Gasperoni 5,5 (dal 32 s.t. Ferrari 6), A. Brighi 6,5, Rosini 6,5, Palazzi 7; Spighi 6,5 (dal 36 s.t. Mandorlini s.v.), M. Brighi 6,5, Onescu 6,5, Baldazzi 6 (23 s.t. Valeriani 6); Taddei 7, Morga 7,5. (Semprini, Maita, Marras, Maio). All. DAngelo 7. ARBITRO Ros di Pordenone 6,5. NOTE spettatori 250 circa, incasso di 1.824 euro. Ammoniti Benedetto, Iocolano, Rosini, Onescu, Emiliano, Valeriani e Taddei. Angoli 4-7. SAN GIUSTO CANAVESE (To) Il Rimini vince 2 0 come

Girone B: tre gol nei primi 17 Il Gavorrano strappa il 2-1 Hinterreggio: fa tutto Khoris
GIRONE B: GAVORRANO-HINTERREGGIO 2-1 MARCATORI Carraro (G) al 5, Khoris (H) all8, Fiore (G) al 17 p.t. GAVORRANO (3-4-2-1) Addario 6; Mazzanti 6, Miano 6,5, Fatticcioni 6; Tognarelli 5,5 (dal 18 s.t. Lo Sicco 6), Zane 6, Fiore 7, Romiti 5,5; Della Latta 6, Carraro 8; Nocciolini 6. (Cavallai, Rosati, Viola, Cartella, Ropolo, Alderotti). All. Orrico 6,5. HINTEREGGIO (4-4-2) Mengoni 5,5; Angelino 5,5, Ungaro 6, Franceschini 5,5, Impagliazzo 5; Vicari 6, Lavrendi 6,5, Kras 6, Aliperta 5 (dal 24 s.t. Gioia 6); Cruz (dal 25 s.t. Broso 6), Khoris 6. (Maggio, Marguglio, Messina, Figliomeni, Carbonaro). All. Venuto 6,5. ARBITRO Abisso di Palermo 6. NOTE paganti 293, incasso di 2.474 euro. Espulso Khoris al 44 s.t.; ammoniti Impagliazzo, Kras, Fiore, Carraro, Ungaro e Nocciolini. Angoli 5-2. GAVORRANO (Gr) Succede tutto nella prima

Playoff e playout Castelfranco ok Riccione in salvo


La quarta fase dei playoff e il ritorno dei playout. PLAYOFF Santhi-Virtus Vecomp 4-5 dopo i rigori (1-1); Matera-Casertana 3-4 dopo i rigori (0-0); ViterbeseCastelfranco 0-5. Domenica in semifinale anche la Torre Neapolis (vincente Coppa Italia). PLAYOUT A Verbano-Novese 2-0 (andata 0-3); Asti-Tortona 0-0 (0-0). C Cerea-Sanvitese 0-1 (1-1); Montebelluna-Giorgione 0-0 (1-1). D Riccione-Pavullese 1-1 (1-1); Forcoli-Castenaso 0-1 (1-1). E Pontevecchio-Flaminia 1-2 (1-1). F Renato Curi-Celano 1-2 (0-0). G Budoni-Selargius 1-1 (1-2); Anziolavinio-Hyria Nola 2-2 (1-3). H Nard-SantAntonio A. 0-0 (0-0). I Agropoli-Sambiase 2-3 (2-0, giocata sabato); Palazzolo-Ragusa 0-1 (1-1). VERDETTI Retrocedono in Eccellenza: Verbano, Tortona, Cerea, Giorgione, Pavullese, Forcoli, Pontevecchio, Renato Curi, Budoni, Anziolavinio, SantAntonio Abate, Sambiase e Palazzolo.

GDS

Ecco il regolamento della Seconda divisione.


PLAYOFF Da stabilire due promozioni. Domenica c il ritorno delle semifinali: in caso di parit di punti e gol va in finale la squadra meglio piazzata, ossia quella che gioca il ritorno in casa. Nelle semifinali, in caso di parit, non ci sono supplementari: ci saranno eventualmente solo nelle finali.

PLAYOUT Da stabilire tre retro-

in campionato il 27 gennaio scorso e prenota la finale. Al Valle dAosta serve un miracolo: deve vincere con almeno tre gol di scarto per non tornare in D dopo 12 mesi. Le reti nella ripresa: al 10 Palazzi di testa, poi al 34 Morga (dopo una gran parata di Scotti su Emiliano) ha infilato a tu per tu con Frattali (in sospetto fuorigioco).
Andrea Bucci

mezzora: apre le danze un grande Carraro, risponde Khoris con un guizzo su cross di Cruz, prima del gol di testa di Fiore che fissa il 2 1. Poi cala il sipario sullo spettacolo, con le squadre impegnate a non farsi male in vista del ritorno, quando al Gavorrano baster un pareggio per la salvezza mentre lHinterreggio dovr vincere, ma senza il cannoniere Khoris espulso nel finale.
Alfredo Faetti

cessioni. Domenica c il ritorno: chi perde retrocede, in caso di parit di punti e gol (non ci sono supplementari) va in finale la squadra meglio piazzata, ossia quella che gioca il ritorno in casa. In finale (andata sul campo della vincente del girone B), in caso di parit, si va ai rigori: chi vince salvo, chi perde retrocede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

FORMULA 1 GP MONACO

Frecce scattanti
Al via le Mercedes di Rosberg (a sin.) e Hamilton chiudono la porta alla Red Bull di Vettel COLOMBO

La prima safety car


Al 30 giro safety car in pista per lincidente di Massa. Il pi penalizzato Hamilton: da 2 a 4 IPP

Alonso e Perez sgomitano


Al 44 giro Perez attacca Alonso alla chicane del tunnel: lo spagnolo taglia il cordolo ed punito IPP

PINO ALLIEVI MONTECARLO (Monaco)

Di padre in figlio. Tren tanni dopo Keke arriva Nico Rosberg a dominare il Gran Premio di Monaco, riportan do la Mercedes ai vertici del la Formula 1. Un trionfo as soluto, quello del biondo Ni co quasisosia di Leonardo DiCaprio. Primo da gioved a domenica in tutte le prove, ad ogni giro di gara, ad ogni ripartenza dopo due safety car e una ban diera rossa. In poche pa role, come se Rosberg avesse vinto tre volte. Senza un errore, una sba vatura. Semplicemente perfetto, con le gomme che stavolta hanno resistito per lintera distanza della ga ra tanto che non c stato al cun problema a tenere a di stanza gli avversari sin dal via, sin dalla prima di tantis sime curve, con infiniti cam bi di direzione e di marcia, in un toboga infernale rac chiuso tra due barriere metalliche di guardrail.
Leader Bravo Rosberg,

Festa in casa Nico Rosberg, 27 anni, sul traguardo e nel dopogara. Il tedesco vive a Montecarlo EPA

brava la Mercedes, la sola tra le grandi marche ancora al lasciutto nel 2013. Nico ha dato una dimostrazione di forza che lo col loca obbligato riamente tra i grandi. Per due anni si era messo d i e t r o Schuma cher e tutti a pensare c he Mi chael fos

Gran Casi
Rosberg cala lasso ma c il giallo gomme Alonso, che sofferenza
La Mercedes sbanca un GP lotteria, con la grossa polemica dei test segreti. Il ferrarista (7) perde altri 12 punti da Vettel
se bollito. Poi arrivato in squadra il velocissimo Ha milton: Rosberg gli ha preso le misure e (sinora) lo ha ri dimensionato in modo pe rentorio, quasi feroce per linglese che rischia di finire unaltra volta dallo psicolo go, tanto da aver detto a fine gara (quarto) una frase di re sa: Non mi sono piaciuto. Ovvio...

Fernando passato da Perez, Sutil e Button. Lo grazia solo la foratura di Raikkonen Ferrari e Red Bull fanno reclamo contro la Stella, che nei test ha usato lauto 2013
messicano che ha dovuto al zare bandiera bianca pochi giri dopo. Altrimenti sarebbe stato 9, invece di 7. Peggio andata a Massa, che scatta va da fondo griglia ed era 16 quando ha sbattuto a Santa Devota in un incidentefoto copia di quello di sabato, col sospetto di un guasto tecni co.

Vittorie di Nico Prima di ieri aveva vinto solo nel 2012 in Cina, sempre su Mercedes

Trionfi su 10 dalla pole Nelle ultime 10 edizioni del GP Monaco, in 9 occasioni ha vinto chi era partito dalla pole

Flop Nel giorno della Merce des targata LaudaWolff la Ferrari finita k.o.. Alonso si distinto stavolta per i sorpassi subiti invece che per quelli fatti. La F138 non ave va n trazione n ritmo e Fernando stato spettatore delle prodezze altrui, rime diando tre sverniciate in tre curve diverse da Perez, Sutil e Button: non da lui. Ma ha avuto la fortuna che poi Raikkonen sia stato messo k.o. da Perez, con lo stesso

Botti stata una gara brutta come quasi tutti i GP di Mo naco, con i piloti in proces sione, impossibilitati a supe rarsi in un tracciato anacro nistico. Hamilton, che era se condo, ha perso 2 posizioni con la prima safetycar senza pi recuperare, mentre Vet tel e Webber sono rimasti se condo e terzo statici e impo tenti. Idem dietro, salvo la sosta per foratura di Raikko nen provocata da Perez (Ki mi poi giunto 10) e larre sto di Perez dopo averne fat te di tutti i colori. In mezzo la bandiera rossa per il botto ChiltonMaldonado e la se conda safety car per il tam ponamento di Grosjean su Ricciardo. Caso gomme Tra due domeni

che in Canada si torner (quasi) alla normalit. Ha vinto bene, la Mercedes? Be nissimo. Ma ora si dir che

stata avvantaggiata dai 3 giorni di test a Montmel, dopo il GP di Spagna. Prove autorizzate dalla Fia su ri chiesta in emergenza della Pirelli. Motivo per cui, stante appunto questa emergenza, la Mercedes ha fatto 1.000 km con Rosberg e Hamilton con la vettura attuale, sulla quale si erano verificate con dizioni rischiose per le gom me: almeno cos si indotti a pensare, visto che stiamo parlando di un regolamento parallelo, segreto a tutti. Fer rari e Red Bull hanno invece fatto reclamo alla Fia soste nendo che bisognava prova re con la macchina del 2011, come ha fatto la Ferrari (con una vettura clienti non gui data dai piloti titolari) dopo il Bahrain. Altarini che esco no solo ora, in un sistema di misteri che fa venire la nau sea. Questa la F.1...
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

Chilton spinge Maldonado


Al 46 giro bandiera rossa e stop della gara per lo schianto di Maldonado, spinto fuori da Chilton IPP

Grosjean vola su Ricciardo


Al 63 giro Grosjean, che gi aveva sbattuto in prova, salta sulla Toro Rosso di Ricciardo IPP

PerezRaikkonen autoscontro
Al 69 giro Perez attacca anche Raikkonen, ma stavolta non c spazio. Danneggiati entrambi IPP

Nico, vale come una laurea


Rosberg, al centro, sempre al comando, trionfa su Vettel (a sin.) e Webber. Prima volta a Monaco EPA

casoPirelli

Quei 1000 km che possono finire in tribunale


DAL NOSTRO INVIATO

ilPersonaggio NICO ROSBERG

MONTECARLO

Lunica cosa sicura che nessuno potr cancellare la vittoria di Nico Rosberg in questo GP di Monaco. Non poco dopo che ieri matti na si era sparsa la notizia di un test segreto del la Mercedes a Montmel nei giorni successivi al GP di Spagna. Ma per spiegare il caso biso gna tornare a inizio maggio, quando la Pirelli ha chiesto alla Fia di effettuare un test con vet ture 2013. Via libera concesso perch contem plato nellaccordo firmato a suo tempo.
Mistero Ma, secondo la Fia, del test non se ne saputo pi nulla sino a sabato pomeriggio, quando stato Charlie Whiting (pare) ad infor mare i piloti che il mercoled successivo a Montmel la Mercedes aveva girato con una vettura di questanno sulla quale si erano alter nati Rosberg e Hamilton. I due avevano saggia to coperture per il futuro (per il Canada?). Una notizia che ha indotto Ferrari e Red Bull ad avanzare reclamo per violazione dellarticolo 22.4 H del regolamento sportivo, che disciplina i test (sono vietati du rante lanno con vetture che non siano vecchie di almeno 2 stagioni) e la galleria del vento. Attacco La Fia ha accu

Non pensavo a pap solo alla mia vittoria


Da bimbo guardavo la corsa in tv e sognavo Senna col casco giallo
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA CREMONESI MONTECARLO

in
famigliadoro Trentanni fa il trionfo di Keke
Keke Rosberg, pap di Nico nonch iridato 1982, vinse a Montecarlo nel 1983 con la Williams AP

In testa dallinizio alla fine, dopo essere stato padro ne di tutte le sessioni di prove. Un fine settimana perfetto se non fosse per le voci velenose che hanno accompagnato la scoperta del test Pirelli a Montmel dove lui e il com pagno di squadra hanno per corso 1000 km con gomme che serviranno in futuro (dice la Pirelli) e una Mercedes sen za novit aerodinamica (ga rantisce il team). Di quel test dovete chiedere alla Pirelli io non voglio commentare.
Sogno E lunico momento in

sato Mercedes e Pirelli Paul Hembery ANSA di non aver informato del test e di non aver dato la stessa opportunit agli altri team, investendo della questione i commissari del GP, che ora dovranno stabilire se archiviare le proteste o portare il caso davan ti al Tribunale dappello. La Pirelli, forte di una mail di marzo che dava la possibilit a qualsiasi squadra di percorrere 1000 km di collaudi (quelli percorsi dalla Mercedes), ha sostenuto di non aver fornito ai tedeschi alcuna informa zione sulle gomme provate, che la decisione sulla macchina da utilizzare era responsabilit del team e la segretezza del test legittima. Mer cedes, dal canto suo, ha confermato di aver solo messo a disposizione la vettura e di aver rispet tato la clausola dellaccordo tra fornitore e Fia, senza cancellare il sospetto di aver, ad esempio, provato la rinnovata sospensione posteriore, usata a Monaco. Insomma, il solito pasticcio...
a.cr.
RIPRODUZIONE RISERVATA

cui unombra di broncio vela il sorriso di Nico Rosberg, il nuovo re di Montecarlo, tren tanni esatti dopo la vittoria del padre. come un sogno che si avvera esclama Ro sberg junior quando ero bambino davanti alla tv, spe ravo un giorno di correre e vincere questa corsa speciale. Il mio primo ricordo Senna, il suo casco giallo che guidava una macchina biancorossa. una gioia che ripaga dalle dif ficolt passate sinora. Tutti quei GP, 3 di fila, dove era partito in pole e dopo pochi giri si trovava gi in affanno. un pensiero fisso che in corsa riaffiorava spesso. No, non ho pensato ai 30 anni dal la vittoria di mio padre. Ci a cui pensavo che stavo vin cendo con una freccia dar gento!. Dopo Cina 2012, Mo naco 2013, e allora qualcuno

Rosberg e, dietro, Pierre Casiraghi, il Principe Alberto e la moglie Charlene REUTERS

d
S

HA DETTO
Hamilton Sono gi dal podio? Ma non mi appello alla sfortuna, stata soltanto colpa mia. Questo fine settimana non sono riuscito a dare il massimo. Ma queste sono le corse

chiede se con ieri sia uscito dal lombra di un padre iridato. Mai sentita una responsabili t particolare, mi sono sempre ritenuto fortunato ad avere un pap campione del mondo.
Sospetti Gioisce pure Toto Wolff: dopo 4 tentativi la sua Mercedes ha centrato il bersa glio grosso. Abbiamo domina to, Nico stato bravissimo so prattutto nelle ripartenze, la te lemetria indicava il colore blu per le sue gomme: erano fred dissime. Un successo meritato. Il boss nega che i 1000 km siano stati un vantaggio. un test voluto dalla Pirelli, ci siamo fer mati in Spagna con tutti i mo torhome, dovera il segreto? E

poi la Pirelli ci ha comunicato solo 810 giorni prima il luogo del collaudo, non cera il tem po anche avessimo voluto di portare cose nuove. La prote sta? C un team 3 volte iridato che non contento che vincia mo! Non so che cosa succede r ma so che nessuno ci potr togliere questo successo. Ha milton invece, complice la pri ma sosta obbligata per la Sa fety Car dellincidente di Mas sa, gi dal podio: Ma non sfortuna, solo colpa mia. Qui non sono riuscito a dare il massimo. Poi ho sbagliato a conteggiare il distacco che do vevo tenere da Rosberg per il pit. Ma queste sono le corse.
RIPRODUZIONE RISERVATA

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

FORMULA 1 GP MONACO

Hamilton surclassato dal compagno


Lewis non si trova a suo agio con questa Mercedes. Sutil vince il GP delle macchine di serie B
le pagelle
DI PINO ALLIEVI

Nervi molto saldi per un capolavoro

h 9,5
Nico Rosberg
Non facile reggere la tensione per 3 giorni di fila a Montecarlo. Non facile tenersi fuori dal caos, dalla pressione di una marca come la Mercedes. Nico c riuscito. Sempre il pi rapido, col capolavoro di una gara in 3 tronconi corsi con i nervi saldi. E larrivo in squadra di un pilota veloce come Hamilton gli ha dato ancora pi sprint. Splendido
EPA

7,5 Vettel
Un leone in gabbia. Voglioso di sfasciare le sbarre e scappare. Secondo, con ulteriore allungo mondiale su Raikkonen e Alonso: pu bastare COLOMBO

7,5 Sutil
Piazzarsi quinto con la Force India come aver vinto il GP di Monaco delle macchine di serie B. Bravissimo, deciso, calcolatore, su un tracciato che lo esalta LIVERANI

5 Hamilton
Il ricordo di Lewis modello Senna a Monaco sbiadito. Rosberg lo stordisce, lo ridicolizza. Con questa Mercedes non si trova. Lo ammette. Quasi una resa AP

5 Alonso
La pi brutta gara dellanno. Tre sorpassi patiti o quasi: Perez, Sutil, Button. Non ha voluto rischiare, pensava al Mondiale
COLOMBO

7,5

Raikkonen
Era quinto, Perez gli fora una gomma, si ritrova 16 e rimonta sino al 10 posto. Solito fenomeno
ANSA

Webber
Ha fatto la sua gara senza infamia n lode, difendendosi da chi gli era alle spalle, senza infastidire Vettel LAPRESSE

Maldonado
Un voto al pericolo scampato dopo la leggerezza di Chilton che lo ha mandato a sbattere. Poverino
EIDON

Vergne
Ottavo con la Toro Rosso, subito dopo la Ferrari. Che cosa si poteva pretendere di pi? Intanto cresce
AFP

Di Resta
Il pilota che non ride mai si piazza nono con una bella rimonta dal 17 posto in griglia. Ma Sutil altra cosa, qui
EPA

Button
Perez lo fa impazzire tra sorpassi e pressione. Si riscatta nel finale superando Alonso. Troppo poco IPP

Perez
Quando controller la sua aggressivit prender 8. Qualcuno deve insegnargli come si corre
MINOZZI

Grosjean
Quattro incidenti in 3 giorni e 10 posti in griglia a Montreal per il volo su Ricciardo. Valsecchi spera EIDON

classifiche
ARRIVO
POS. PILOTA 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 11. ROSBERG VETTEL WEBBER HAMILTON SUTIL BUTTON ALONSO VERGNE DI RESTA HLKENBERG NAZ SCUDERIA GER Mercedes GER Red BullRenault AUS Red BullRenault GB Mercedes GER Force IndiaMercedes GB McLarenMercedes SPA Ferrari FRA Toro RossoFerrari GB Force IndiaMercedes FIN LotusRenault GER SauberFerrari FIN WilliamsRenault MES SauberFerrari GB MarussiaCosworth MES McLarenMercedes TEMPO/DISTACCO (CAMBI GOMME) in 2h1752056 (1) media 113,378 km/h a 3"888 (1) a 6"314 (1) a 13"894 (1) a 21"477 (1) a 23"103 (1) a 26"734 (1) a 27"223 (1) a 27"608 (1) a 36"582 (2) a 42"572 (1) a 42"691 (1) a 43"212 (2) a 49"885 (2) a 1'02"590 (3) a 6 giri (1)

4
50

zoom sulla corsa


GIRI VELOCI
1. Vettel 116577 (77) 2. Raikkonen 117392 (78) 3. Hamilton 118133 (76) 4. Webber 118262 (77) 5. Sutil 118292 (74) 6. Rosberg 118327 (74) 7. Gutierrez 118685 (71) 8. Button 118720 (76) 9. Chilton 119016 (78) 10. Vergne 119151 (77) 11. Di Resta 119215 (77) 12. Alonso 119340 (77) 13. Ricciardo 119426 (26) 14. Perez 119530 (27) 15. Hlkenberg 119853 (29) 16. Massa 120064 (28) 17. Van der Garde 120494 (50) 18. Bianchi 120617 (49) 19. Maldonado 120881 (8) 20. Bottas 120921 (68) 21. Grosjean 120969 (57) 22. Pic 122772 (4) Il primo dato indica la gomma di partenza. SSN=supersoft nuove; SSU=supersoft usate; SN=soft nuove; SU=soft usate; DT=drive trough; R=ripartenza; NC=non classificato. Tra parentesi i giri delle soste. Lultimo dato, per ogni pilota, il numero totale di pit stop. Rosberg SSU SU (31) R: SSU (47) 1; Vettel SSU SN (30) R: SSU (47) 1; Webber SSU SN (25) R: SSU (47) 1; Hamilton SSU SU (31) R: SSU (47) 1; Sutil SSU SN (30) R: SSU (47) 1; Button SSU SN (25) R: SSU (47) 1; Alonso SSU SN (28) R: SSU (47) 1; Vergne SSU SN (29) R: SSU (47) 1; Di Resta SSN SN (9) R: SSN (47) 1; Raikkonen SSU SN (26) R: SN (47) SSU (70) 2; Hlkenberg SSN SN (27) R: SN (47) 1; Bottas SSN SN (30) R: SSN (47) 1; Gutierrez SN SSN (28) R: SSN (47) SSN (63) 2; Chilton SSN SN (23) R: SN (47) DT (48) SSN (63) 3; Van der Garde SSN SSN (1) SN (24) SN (35) R: SN (47) 3; Perez SSU SN (29) R: SSU (47) 1; Grosjean SN SSN (30) R: SSN (47) SSU (62) 2 NC; Ricciardo SN SSN (22) R: SSN (47) 1 NC; Bianchi SSN SN (22) SN (35) 2 NC; Maldonado SSN SSN (1) SN (30) 2 NC; Massa SN SSN (26) 1 NC; Pic SSN 0 NC

GENERALE
PILOTI POS. NOME 1. VETTEL 2. RAIKKONEN 3. ALONSO 4. HAMILTON 5. WEBBER 6. ROSBERG 7. MASSA 8. DI RESTA 9. GROSJEAN 10. BUTTON 11. SUTIL 12. PEREZ 13. RICCIARDO 14. HLKENBERG 15. VERGNE 16. GUTIERREZ 17. BOTTAS 18. MALDONADO 19. BIANCHI 20. PIC 21. CHILTON 22. VAN DER GARDE COSTRUTTORI 1. RED BULL 2. FERRARI 3. LOTUS 4. MERCEDES 5. FORCE INDIA 6. MCLAREN 7. TORO ROSSO 8. SAUBER 9. WILLIAMS 10. MARUSSIA 11. CATERHAM NAZ GER FIN SPA GB AUS GER BRA GB FRA GB GER MES AUS GER FRA MES FIN VEN FRA FRA GB OLA PUNTI 107 86 78 62 57 47 45 28 26 25 16 12 7 5 5 0 0 0 0 0 0 0 164 123 112 109 44 37 12 5 0 0 0 AUS 15 25 18 10 8 12 4 1 2 6 23 30 26 10 10 2 MAL 25 6 15 18 12 10 8 2 4 1 43 10 14 27 2 1 4 CIN 12 18 25 15 8 4 2 10 6 1 12 33 20 15 4 10 6 1 BAH 25 18 4 10 6 2 12 15 1 8 31 4 33 12 12 9 SPA 12 18 25 10 8 15 6 4 2 1 22 40 18 8 6 6 1 MON 18 1 6 12 15 25 2 8 10 4 33 6 1 37 12 8 4

I NUMERI PIT STOP

10. RAIKKONEN 12. BOTTAS 13. GUTIERREZ 14. CHILTON 16. PEREZ

Podi di Vettel Nel dettaglio sono 28 vittorie, 13 secondi e 9 terzi posti. Il tedesco 13 a una lunghezza da Hamilton e Hakkinen. Al comando Michael Schumacher, con 155 podi

15. VAN DER GARDE OLA CaterhamRenault

RITIRATI: all8 giro PIC (FRA/CaterhamRenault) motore; al 29 giro MASSA (BRA/Ferrari) incidente; al 45 giro MALDONADO (VEN/WilliamsRenault) incidente; al 59 giro BIANCHI (FRA/MarussiaCosworth) incidente; al 62 giro RICCIARDO (AUS/Toro RossoFerrari) incidente; al 64 giro GROSJEAN (FRA/LotusRenault) incidente DISTANZA GARA: 78 giri pari a 260,520 km GIRO PI VELOCE: il 77 di VETTEL in 116577, media 157,018 km/h LEADER DELLA CORSA: dalla partenza allarrivo ROSBERG NOTE: gara sospesa in regime di bandiere rosse al 46 giro dopo lincidente che ha coinvolto Maldonado e Chilton; ripartenza dopo 20 dietro la safety car. Safety car in pista anche dal 30 al 38 giro e dal 63 al 67 giro. Drive through per Chilton, ritenuto colpevole dellincidente con Maldonado

Gare consecutive a punti per Raikkonen Kimi eguaglia al 2 posto Fernando Alonso, a punti dal GP Europa 2011 al GP Ungheria 2012 di g.cor.

23

Sebastian Vettel, 25 LAPRESSE

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

FORMULA 1 GP MONACO

il Film
Giornata nera: viene superato addirittura dalla Force India

d
HANNO DETTO S

ROSSI CONQUISTATO

Sarebbe bello provare a guidare qui Vedremo...

AL 57 GIRO Sutil, capolavoro al Loews Alonso lascia la porta aperta al Loews, Sutil (Force India) non si fa pregare e lo infila con una manovra da applausi IPP DA TV

AL 70 GIRO Button alla Rascasse, senza troppi complimenti Alonso si allarga di nuovo, Button ne approfitta, lo affianca alla Rascasse e lo supera di slancio. Fernando si deve accodare IPP DA TV

Alonso non se laspettava: Lento e chiuso da piloti con niente da perdere


Perez? Io lho evitato, Kimi no. Correvo cos nel 2008 e 2009... Ho preso 6 punti, potevano essere zero. In Canada sar diverso
DAL NOSTRO INVIATO

Webber Difficile partire in seconda fila: ho provato a superare Lewis alla prima curva ma non cera spazio. Poi ho cercato di salvare le gomme

Rossi con Ecclestone LAPRESSE


DAL NOSTRO INVIATO

MONTECARLO

Button Nel finale ho avuto lopportunit di superare Fernando Alonso alla Rascasse: molto divertente. Cos ho chiuso al 6 posto

Parla di Perez?

PAOLO IANIERI MONTECARLO

Una giornataccia. Capita, ma se ti chiami Fernando Alon so, uno che sbaglia pochissi mo, che non si arrende mai, che prima di farsi passare le prova tutte per evitarlo, la noti zia fa decisamente rumore. Nel giorno in cui la Ferrari dimo stra di avere il fiatone su que sta pista piena di curvette da marce basse, dove la trazione conta tantissimo e ogni errore costa caro (Se non vinciamo qui dal 2001 una ragione ci sa r si interroga Stefano Dome nicali), Alonso disputa una

Lui in Bahrain ha quasi butta to fuori Button e ha spinto fuo ri anche me. Qui se io non ta glio la chicane ci tocchiamo e perdo punti per il campionato. Poi ha un contatto con Kimi che perde punti preziosi. Cor revo anche io cos nel 2008 e 2009 quando non lottavo per il campionato. Prendi rischi grossi, non hai nulla da perde re. Sapete quali sono le sole co se positive della giornata? La prima che Felipe non si fat to male, la seconda che ha vinto Rosberg e la terza che lauto di Perez parcheggiata alla Rascasse.
Quel suo taglio alla chicane stato punito dai commissari.

Sutil Il quinto posto qualcosa di fantastico. proprio il risultato di cui avevamo bisogno e ne sono felice. Lauto andata molto bene

I tifosi hanno urlato il suo nome dalle rocce sopra la Ra scasse dove erano aggrappati, dalle tribune, dai balconi delle case costruite sul rettilineo di partenza. I meccanici Ferrari gli sono corsi incontro per salu tarlo, quelli Lotus hanno obbli gato Eric Boullier, il team prin cipal, a scattare una foto di gruppo sulla griglia, mentre Bernie Ecclestone lo ha chia mato nel motorhome, Jean To dt lo ha abbracciato sussurran dogli Io ti seguo sempre, sai?, Sebastien Loeb gli ha parlato, mentre Rubens Barri chello attendeva di intervistar lo. Valentino Rossi appare e tutta la scena per lui. Bellis simo esserci, da tanto volevo venire, poi Luca Filippi che era a vederci a Le Mans mi ha invi tato e ne ho approfittato.
Sogno Porsche Ha laria del

Felipe illeso, Rosberg vince e Sergio k.o. alla Rascasse: ecco tre cose positive
corsa anonima, senza morden te, con tanti sorpassi subiti, qui dove il sorpasso merce rara.
Fernando, in questa gara, oltre alla Ferrari sembrato man casse anche il vero Alonso. Ha subito qualche sorpasso di troppo.

Ci sta, ma ho tagliato per evi tare il contatto.


Si aspetterebbe dei commis sari pi severi?

sapeva che altrimenti sarebbe ro rimasti tutte e due al Loews. Avrei potuto finire con 0 punti, invece ne ho presi 6 e se vinco il Mondiale per un punto in Bra sile mi ricorder di questa do manda.
tornato il sole, ma non si ri vista la Ferrari di gioved.

nica. Qui non successo ed quello che dovremo cercare di capire. Gioved le cose sembra vano andare meglio, ma forse erano gli altri troppo nascosti.
E dopo che al via non c stato nessun miracolo

Sutil stato bravo a passarmi l al Loews, mi ha sorpreso. stata una manovra molto ri schiosa, ma andata bene per ch io non ho resistito. Non ci ha provato con Perez, perch

Semplicemente non abbiamo mai avuto il ritmo per stare da vanti. A volte il sabato non sia mo abbastanza veloci, ma in genere recuperiamo la dome

Spesso partiamo bene, qui non stato cos. Ma poi non siamo stati veloci neanche in gara e a qual punto mi sono trovato in mezzo a piloti che non avendo nulla da perdere complicano le cose.

Delusione Per Fernando Alonso, 31 anni, il 7 posto di ieri rappresenta il peggior risultato a Montecarlo da quando alla Ferrari
COLOMBO

Gli arbitri ci sono, il sistema di punizioni pure. Poi ovviamen te io penso una cosa, la gente unaltra e alla McLaren sem brano tutti felici di come vanno le cose.
Ha perso tanti punti da Vettel.

S, ma almeno ne ho guada gnati un po su Kimi e poi non normale che uno per tutta la stagione vada a podio. Questa comunque una gara unica, si gira come in un trenino, a Montreal ritroveremo una pi sta normale e noi torneremo in buona forma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

bambino che scarta il giocatto lo, Valentino, che a intervalli perde tra la folla la fidanzata Linda e deve recuperarla. Arri va alla Rascasse e gli si illumi nano gli occhi, dallalto dei box Filippi gli illustra la traiettorie dellultima chicane e lui escla ma: Ma quanto stretto!. Poi, sulla griglia parla con Mark Webber, suo grande tifo so, abbraccia Fernando Alonso (Tifo per lui, ma la Ferrari de ve migliorare in qualifica se vuole puntare al Mondiale: il rivale resta Vettel), si china per farsi vedere da Lewis Ha milton che gli fa il segno del pollice. Il mio unico GP da spettatore stata lAustralia 2004, eravamo l per i test, ne avevo approfittato. Ma questo uno spettacolo unico. Tanto che Ho visto che Loeb e Ogier ci hanno corso con la Porsche Cup. Perch no? Ma gari il prossimo anno. Mi piace rebbe vedere com guidare qui. Ma ora c da concentrar si sulla sfida del Mugello di do menica. Speriamo venga una bella gara, vorrei salire sul po dio, anche se adesso dura. Pe r dar tutto.
p.i.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA RABBIA IL FINLANDESE FURIOSO PER LATTACCO DEL MESSICANO CHE LO HA COSTRETTO AD UNA SOSTA IMPREVISTA

Indy500miglia

Raikkonen: Perez uno stupido


DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA CREMONESI MONTECARLO

Un punto alla fine lo ha strappato, portando a 23 le gare utili consecutive, a una corsa dal record di Schumi. Ma Kimi Raikkonen dopo il GP era furioso per lattacco di Sergio Perez alla chicane del Porto che lo ha co stretto a 8 giri dalla fine a una im prevista sosta per sostituire la gomma posteriore sinistra. Quel

lidiota ha provato a colpirmi e a rovinarmi la gara, aveva gridato via radio Kimi. Che poi ha rincara to: arrivato a una velocit spro positata. Una manovra stupida: mi ha fatto perdere punti impor tanti da Vettel. Il messicano, riti rato per surriscaldamento dei fre ni, era di tuttaltro parere: Non mi ha lasciato spazio, come ha fat to Alonso. Poco intelligente visto che si sta giocando il titolo. Tran ciante la controreplica di Kimi. Dice che colpa mia? Non sa di

che cosa sta parlando. Non la prima volta che colpisce qualcuno in gara, crede che gli avversari debbano farsi da parte. Per essere aggressivi devi essere anche intel ligente e lui non lo . A completa re la giornata no della Lotus il tamponamento di Grosjean ai danni di Ricciardo. Per noi Da niel ha frenato tardi, la difesa di Eric Boullier. Diversa lopinione dei giudici che hanno punito il francese al 3o incidente in 3 GP: a Montreal partir 10 posizioni in dietro. Mai pensato di provare Valsecchi? Non ancora, la sibilli na risposta di Boullier.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Kanaan trionfa a 38 anni


Il brasiliano Tony Kanaan, 38 anni, ha vinto la sua prima 500 Miglia di Indianapolis. Secondo Carlos Munoz, 3 Ryan HunterReay, superato a 3 giri dalla fine prima della safety

Perez in primo piano, dietro Raikkonen LAPRESSE

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

45

FORMULA 1 GP MONACO
IL LEADER IRIDATO RIMPIANTI IN CASA RED BULL PER LA DIFFICOLTA DI SUPERARE DOPO LA QUALIFICA IN SECONDA FILA

Vettel: Ero pi veloce, potevo vincere


Allinizio il passo Mercedes era da crociera. Spero di poter provare anchio le gomme
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA CREMONESI MONTECARLO

Non ha vinto ma, guar dando la classifica, come se lo avesse fatto. Perch Seba stian Vettel lascia il Principa to con 17 punti in pi su Kimi Raikkonen e 12 su Fernando Alonso. Ma se avessi fatto un lavoro migliore in qualifica avrei potuto vincere non na sconde un pizzico di ramma

rico il campione del mondo perch avevo il passo per riu scirci, il guaio che qui non si pu superare. Davvero un pec cato perch avevo fatto una partenza mega. Chiss, magari lanno prossimo abbattono qualche palazzo e rendono la pista pi larga, sorride il tede sco. Allinizio ero sorpreso dalla lentezza con cui avanza vano le frecce dargento. An davamo a passo di crociera! Ma era chiara la loro strategia, quella di allungare lo stint il pi possibile, mettere insieme il maggior numero di giri pos sibile per poter completare la corsa con una sola sosta. Cosa che senza linterruzione per lincidente di Maldonado sa rebbe stata per la verit diffici le per loro e anche per noi. In

somma avevo il ritmo ma non potevo passare e dovevo con servare le gomme. Solo nel fi nale mi sono divertito a spin gere un po, ho anche avuto una discussione con il mio in gegnere di pista con il quale mi scuso, ma daltronde doveva mo fare un tentativo per vede re le reali prestazioni della vet tura. Con tutto ci non mia intenzione accusare Rosberg, ha agito con fair play e ha meri tato certamente questa vittoria al cento per cento.
Sebastian Vettel, 25 anni, tedesco, 3 volte campione del mondo EPA
Replica Ross Brawn dallaltra

parte della barricata compren de il pensiero di Vettel: E chiaro che ci siamo comportati cos per salvaguardare gli pneumatici dopo tutti i guai che avevano avuto nelle corse

precedenti, sapevamo che non potevamo spingere e che co munque qui non ci avrebbero passato. Per questo non mi sento di dire che siamo fuori dal tunnel. Su altre piste que

sta strategia non potremmo at tuarla. Vettel, dal canto suo convinto come un po tutti nel paddock che la Mercedes un aiuto da quel test a Montmel lo abbia avuto: Lho scoperto

ieri (sabato, n.d.r.) e ovvia mente sono rimasto sorpreso. Non ne so molto ma di certo se c un regolamento che ti vie ta di girare (con la macchina 2013; n.d.r.) e tu lo fai, beh, non molto bello, no? Non di co che abbiano vinto qui per quel test ma certo che con questa normativa che non ti permette di girare durante lanno, lesperienza che si ac cumula notevole! Come si pu rimediare? Io spero che ci consentano di fare altrettan to. E comunque malgrado il secondo posto Vettel un mes saggio agrodolce alla Pirelli lo riserva comunque. So che in Canada avremo delle novit a livello di gomme, perch que ste non sono sicure, abbiamo visto dei casi di gomme dela minate, pezzi che volavano via. So che Pirelli sta lavoran do duro per risolvere i guai. Vediamo se ci riescono.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Massa forse vittima di un guaio meccanico Voglio dimenticare


In ospedale per controlli dopo il secondo urto a St. Devote: Ho solo male al collo. Domenicali: Si riprender in fretta
DAL NOSTRO INVIATO

Botti gemelli

Riserva speciale
DI DAVIDE VALSECCHI*

Il nuovo Nico come un eroe di Omero


Questa volta il vero eroe
stato Rosberg. Non perch ha vinto, ma per come ha vinto. Da campione. Veloce come non si era mai visto. Freddo dopo ogni ripartenza. Capace allinizio di tenere a distanza Hamilton. Ero convinto che Lewis alla Mercedes lavrebbe demolito, invece Nico mi ha sorpreso. Ha fatto tre pole e ha sbancato Montecarlo. Pu diventare un pilota da titolo. Non mi aspettavo invece una gara cos da Alonso e dalla Ferrari. Soprattutto per il passo, che era inferiore alle altre volte. Mentre Perez stava facendo una corsa esaltante, prima di rovinare tutto con quellentrata su Raikkonen, che infatti era infuriato. Il nostro bilancio stato negativo, anche per gli incidenti di Grosjean. Ho un bel ricordo di Montecarlo, e non per le discoteche. Due anni fa ho vinto gara-1 in GP2. Guidavo una Caterham. Nelle qualifiche ero terzo, ma mi sono ritrovato in prima fila per la retrocessione di un avversario. Me lhanno detto mentre mangiavo il gelato. Al via ero nervoso. Per ho fatto una grande partenza, sono andato in testa, ho gestito il distacco prima del pit stop, sono rimasto calmo quando entrata la safety car e ho vinto, piazzando il giro veloce alla fine. Quando contava, non ho fallito. Quel giorno ho capito che potevo essere un vincente. In GP2 mi portavo sempre dietro un libro dellIliade e negli intervalli leggevo qualche brano di Omero. Le storie di eroismo mi ispirano. bello che di tutti i personaggi vengano esaltate solo le qualit migliori. Quando corro, mi sento come un cavaliere in battaglia. Ho letto anche i racconti di Art, Harry Potter, Twilight, Eragon. Storie di draghi, di vampiri, di maghi, di imprese. Le prossime spero di scriverle in F.1. *campione GP2 2012 e terzo pilota Lotus

PAOLO IANIERI MONTECARLO (Monaco)

Ancora a muro, dopo sa bato. Nello stesso identico punto. Ma questa volta a Felipe Massa andata peggio, con la Ferrari distrutta sul lato sini stro dopo un primo impatto contro il guardrail e un secon do contro gli airfence della curva St. Devote. Il brasiliano stato portato in ospedale con il collo dolorante, dopo essere ri masto a lungo seduto a bordo pista. Fortunatamente, un paio di ore dopo Felipe era gi sulla via di casa con un collarino e parecchio dolore alla muscola tura, fortemente sollecitata per la seconda volta in poco pi di 24 ore per le brusche de celerazioni.
Serenit Sono andato in ospe

dale per gli accertamenti e for tunatamente non stato rile vato niente di anomalo. Sto be ne, a parte un po di dolore al collo, ma nulla di grave. Ades so cercher di riprendermi e di tornare al 100 per cento per Montreal. Voglio solo lasciar mi alle spalle questo brutto weekend e pensare a fare un bel campionato.
Rottura Di primo acchito,

IERI IN GARA Fiancata sinistra k.o. Al 29 giro, a Santa Devota Felipe perde la F138, schiantandosi contro le barriere ANSAIPP DA TV

Felipe Massa, 32 anni, intontito dopo il botto. Il medico, a destra, gli ha appena messo il collare LAPRESSE
Sospensione La prima ipotesi che a cedere sia stato il punto ne della sospensione anteriore sinistra, ma non si tratta di un problema di montaggio: era stato fatto correttamente, spiega Stefano Domenicali. Per il responsabile della Ges, non ci sar un problema Massa: Felipe deve solo riprendersi dal dolore. uno che ha sem pre dimostrato di reagire e tor nare in pista in Canada sar la medicina migliore. In questo momento lipotesi terzo pilota non in considerazione. Protesta Poi, dopo un excursus

LALTRA POLEMICA

quanto accaduto al 29o giro sembrato il replay dellinciden te delle terze libere, quando Massa aveva frenato su un dos so e le ruote anteriori si erano bloccate, facendogli perdere il controllo. Invece si trattato di un cedimento tecnico, come conferma il d.t. Pat Fry: I due episodi hanno una natura mol to diversa. A differenza di sa bato, sembra che la causa sia da attribuire a un problema sulla parte anteriore sinistra della vettura. presto per dire cosa sia accaduto, i prossimi giorni a Maranello cercheremo di capire esattamente le cau se.

Maldonado duro Chilton andava punito di pi


MONTECARLO (p.i.) Si spaventato Maldonado per il bruttissimo volo al 45o giro della sua Williams contro le barriere al Tabaccaio per il contatto con Chilton. Ho avuto paura. Non mi aspettavo mi chiudesse cos. stato pericoloso, in un punto molto veloce, ha detto Pastor. Poi ha attaccato i commissari, che hanno punito linglese solo con un drive through. Credo dovrebbero rivedere attentamente quello che successo.

sulla gara ( accaduto tutto il peggio, ma di sicuro non ave vamo un buon passo, dovremo capire perch e reagire), Do menicali affronta il tema del giorno, con la protesta formale

della Ferrari alla Fia contro il test Pirelli effettuato dalla Mercedes. Quello che voglia mo sapere se larticolo 22.4 sia stato rispettato, se sia possi bile girare o meno con lauto di questanno. Se la Fia dir di s, noi che siamo i paladini dei test, siamo pronti da domani mattina a tornare a provare. Ma vogliamo una risposta defi nitiva e chiarificatrice sui dub bi. Che non abbiamo... Quale punizione potr essere inflit ta? Sar interessante scoprirlo, non esiste un precedente e ci sono tante possibilit, seppur non espresse chiaramente. Non so se il test abbia aiutato la Mercedes, anche se 3 giorni in pista servono. Comunque com plimenti a loro, hanno disputa to un weekend molto forte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NELLE TERZE LIBERE Il precedente di sabato Gi sabato Felipe si era schiantato a Santa Devota, rimanendo fuori dalle qualifiche IPP DA TV

46

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

47

ENI SUPERBIKE GP EUROPA


QUINTA TAPPA DEL MONDIALE 2013

la guida Giugliano 4o posto che vale in gara2 Il deb Canepa 8o


Larrivo del GP Europa, 5a gara (su 15) del Mondiale a Donington (m 4023) Gara1: 1. Sykes (GBKawasaki) in 3410881; 2. Melandri (ItaBmw) a 2379; 3. Guintoli (FraAprilia) a 3808; 4. Rea (GBHonda) a 6760; 5. Baz (Fra Kawasaki) a 13649; 6. Giugliano (Ita Aprilia) 15551; 7. Laverty (IrlAprilia) a 17453; 8. Davies (GBBmw) a 19138; 9. Cluzel (FraSuzuki) a 27738; 10. Fa brizio (ItaAprilia) a 30817; 11. Badovini (ItaDucati) a 31611; 12. Checa (Spa Ducati) a 31816; 13. Canepa (ItaDuca ti) a 31930; 14. Neukirchner (GerDu cati) a 43025; 15. Iannuzzo (ItaBmw) a 4 giri. Gara2: 1. Sykes in 3406921; 2. Guin toli a 835; 3. Laverty a 10738; 4. Giu gliano a 12257; 5. Melandri a 15976; 6. Davies a 16475; 7. Baz a 27524; 8. Ca nepa a 30186; 9. Cluzel a 30501; 10. Fabrizio a 30885; 11. Rea a 31529; 12. Neukirchner a 46782; 13. Camier a 54509; 14. Sandi a 105789; 15. Lundh a 120.431; 16. Iannuzzo a 120.719.

4
PORTIMAO IL 9/6
Rivoluzione in classifica Laverty scavalcato Il Mondiale piloti dopo 5 gare 1. Guintoli 173 punti 2. Sykes 169 3. Laverty 149 4. Melandri 127 5. Davies 112 6. Baz 95 7. Rea 89 8. Fabrizio 86 9. Giugliano 72 13. Badovini 37 14. Checa 33 16. Clementi 14 17. Sandi 14 18. Canepa 11 19. Lai 8 21. Iannuzzo 7 Costruttori: 1. Aprilia p. 208 2. Kawasaki 180 3. Bmw 175 4. Honda 96 5. Suzuki 82 PROSSIMA GARA Il 9 giugno in Portogallo (Portimao) Supersport a Lowes Piegato Sofuoglu Arrivo della Supersport: 1. Lowes (GB Yamaha) in 3337767 2. Sofuoglu (TurKawasaki) a 11105 3. Rolfo (Mv) a 14528 4. Zanetti (Honda) a 19999 5. Scassa (Kawasaki) a 20120 8. Antonelli (Kawasaki) a 27395 Mondiale (dopo 5 gare): 1. Lowes p. 95 2. Sofuoglu 65 3. Foret 61 4. Zanetti 53 6. Scassa 45 7. Rolfo 38

GIOIA SUPERSPORT

Podio Mv 37 anni dopo Ago


Rolfo rimonta fino al terzo posto nel nome di Castiglioni
DONINGTON

Il podio di gara1 a Donington: da sinistra Marco Melandri (2), il vincitore Tom Sykes e Sylvain Guintoli (3) ALEX PHOTO

Sykes adesso imbattibile anche in corsa: doppietta!


Imprendibile il pilota della Kawasaki, ma Guintoli (due podi) resiste Per Melandri un bel 2o posto. Naufragio Ducati: la spalla ferma Checa
PAOLO GOZZI DONINGTON (Gran Bretagna)

Ci sono imprese che sem brano carezze del destino. Mentre a Schiranna (Varese) un folto gruppo di appassionati ricordava con una romantica sgasata la memoria del presi dente Claudio Castiglioni, la Mv Agusta a Donington riassa porava il podio Mondiale col 3o posto Supersport di Roberto Rolfo. Era dallagosto 1976, con lultimo successo di Giaco mo Agostini al Nrburgring, che il glorioso marchio italiano (75 allori) non volava cos alto.
Rimonta Rolfo, piemontese di 33 anni, alla quinta uscita con la splendida 3 cilindri voluta proprio da Castiglioni per ri lanciare la produzione, partiva in 6a fila col 16o tempo. Supe ravo gli altri come birilli. co me se una forza misteriosa mi stesse spingendo allattacco ha raccontato Rolfo, che ha al lattivo anche un 2 posto nel Mondiale GP 250, nel 2003 . Avevo fallito le qualifiche, ma ero convinto di poter risalire la china, magari non fino al po dio. Ce lo meritiamo, io e la squadra. Guidabile La Mv ha affidato la

Nel 2008, sotto il diluvio, il debuttante Tom Sykes si get t allarrembaggio di Troy Bayliss, mito ducatista, sfio rando limpresa. Aveva solo 22 anni, non lo conosceva nessu no, ma l si guadagn il passa porto per il Mondiale. Cinque anni dopo Donington pu di ventare unaltra pietra miliare per il funambolo britannico. Con una Kawasaki sempre pi temibile ha firmato la prima doppietta della carriera (8 suc cessi in totale) senza lasciare agli avversari neanche una curva.
Disputa Ad un terzo di Mondia le Sykes ha quasi annullato la partenza al rallentatore: lApri lia e Sylvain Guintoli hanno di feso il primato per soli 4 punti. La sfida KawasakiAprilia va in scena anche davanti alla Corte di Disciplina della Fim, che do vr decidere se confermare il 3o posto di Monza a Sykes o al francese, dopo il taglio di chi cane di Tom alla Roggia. Balla

no 6 punti, ma linerzia ora per la Kawasaki: nelle ultime 7 gare Sykes ha conquistato 39 punti pi di Guintoli, che non vince dal via in Australia.
Frenata Questa gara poteva di ventare il trampolino per Mar co Melandri, galvanizzato dal trionfo a Monza. Invece, dopo una prima gara eccellente, 2o in rimonta, la punta Bmw fi nito fuori pista nel finale di ga ra2 mentre tentava disperata mente di agguantare il podio. rimasto in piedi, ma ha chiu so solo 5o. Melandri ha perso 19 punti da Sykes e 5 da Guin toli tornando a 46 dalla vetta: con 500 punti in palio nulla compromesso. Come non bastasse, ieri sera Marco ha subto un colpo du rissimo: dopo aver confidato che entro lanno sarebbe diven tato padre, ha ricevu to dallItalia la notizia che la sua compagna Manuela aveva perso il bimbo. Grande dolore. Lavoro Alla Bmw, in

Giro donore Linglese Tom Sykes, 27 anni, festeggia la prima doppietta stagionale, ottenuta proprio sul circuito di casa
ALEX PHOTO

qualit. Prima di Portimao (dove si corre tra 2 settimane), la Casa tedesca prover ad Ara gon (Spagna) per migliorare ingresso e velocit in curva con piastre di sterzo e forcellone modificati. Chiss se baster. La Kawasaki non vinceva 2 ga re nella stessa domenica dal Giappone 2000 col collaudato re Izutsu. Sykes lanno scorso aveva lasciato il Mondiale a Max Biaggi per mezzo punto, causa il costante degrado della gomma nei finali. Ma con migliorie elettroniche e le nuove Pirelli da 17 pollici adesso arriva in fondo senza problemi. E ieri, vista la fa cilit con cui ha do minato, fa sospettare che ne anche abbia spinto al limite.
Rincorsa La cattiva qualifica

dove invece ha perso unaltra posizione: cos ha rovinato le gomme nel disperato recupe ro, fino allerrore che gli co stato podio e 5 preziosi punti.
Deriva LAprilia tiene botta con la consistenza di Guintoli, ere de di Biaggi, mentre Eugene Laverty ha preso paga (7o) an che dallarrembante satellite Davide Giugliano nel concitato finale di gara1. Ha rischiato due volte di farmi cadere, gui dava da pazzo, ha accusato Laverty, ma Giugliano aveva solo difeso la traiettoria. Il 23enne romano ha poi scalato altre 2 posizioni (4o) grazie al lerrore di Melandri. Peggio andata alla Ducati, su una pi sta sua (17 successi). Linfor tunio alla spalla sinistra di Car los Checa sta mandando a pic co il Mondiale della Panigale. Dopo aver saltato Monza, qui ha fatto 12o e poi ha di nuovo gettato la spugna. Non consola l8o posto del tester Niccol Ca nepa in gara2. La Ducati ha ri nunciato a Biaggi, ma adesso senza pilota di punta: inspie gabile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gestione corse alla struttura che nel 2011 ha dominato il Mondiale con la Yamaha e lan ciato Chaz Davies, ora con la Bmw in Superbike. La F3 continua Rolfo ha una cicli stica fantastica. Nella rimonta mi ha permesso grandi sorpas si. Ci manca ancora qualcosa in accelerazione, ma ci stanno la vorando: se troviamo qualche cavallo Yamaha, Kawasaki e Honda presto non dormiranno sonni tranquilli.
Ritorno La gara stata domina

tanto, serve un salto di

(6o) ha limitato Melandri, che nella prima uscita arrivato in zona podio quando il fuggitivo Sykes aveva quasi 3 di vantaggio e mancava no solo 5 giri alla fine. Ser vir partire meglio, diceva Marco prima del secondo via,

ta da Sam Lowes con la Yamaha del team Yakchnich, il milionario russo che ha porta to la Superbike a Mosca. Ma lItalia finalmente si vegliata: dietro Rolfo sono arrivati Lo renzo Zanetti (Honda) e Luca Scassa (Kawasaki).
p.g.
RIPRODUZIONE RISERVATA

48

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

BASKET SERIE A E NBA

Playoff colore azzurro


Luigi Datome (Roma)

Pietro Aradori (Cant)

4
14

Daniel Hackett (Siena)

4
15

Il miglior marcatore legge Gatsby e ha la Nba nel futuro


oggi ore 20 gara2 (RaiSport 2)

I NUMERI

ROMACANT
Dopo la vittoria allovertime 8275, squadre al completo, 3180 biglietti gi venduti.

Punti nei playoff Datome il miglior realizzatore dei playoff. Aveva chiuso la stagione regolare al 3o posto con 17.4.

19.4

Il Lomu brianzolo pu far saltare il banco di Roma


Se Nicholas Mazzarino lanima di Cant e Joe Ragland la ragione tecnica della rinascita, Pietro Aradori sicuramente limmagine della sua caparbiet, tenacia e carattere. Non a caso il suo idolo sportivo numero uno Jonah Lomu, lex rugbista neozelandese che pi di ogni altro simboleggiava lo spirito di lottatore. Ci sono sta ti momenti in questi playoff in cui lex senese parso in trance agonistica, uno dei pochi gioca tori italiani (gli altri gli stanno accanto in questa pagina...) capaci di vincere una partita da soli. Un percorso per nulla facile e per niente sconta to. Sul talento, dubbi pochi, sin dallinizio. Ci che gli sempre mancato sono costanza e capa cit di lettura delle situazioni, entrambe cose che per arrivano col tempo e con lesperienza. E un pizzico di fiducia, mai trovata con Pianigia ni a Siena (e in Nazionale), men che meno a Mi lano e Roma a inizio carriera. Il bresciano ha so lamente 24 anni, anche se nel grande giro da una vita (ha debuttato in A nel 2007 a 19 anni), pu e deve ancora crescere tanto.
Arma Ma in questi playoff pu e deve essere lar

I NUMERI

Punti nei playoff Aradori ha alzato la propria media dopo i 13.5 punti in stagione regolare.

Coppa o playoff Diventa decisivo nei momenti clou


domani

I NUMERI

VARESESIENA
Domani gara2 dellaltra semifinale dopo la vittoria della Mens Sana in gara1 a Masnago 8072.

Punti nei playoff Hackett ha quasi raddoppiato la media punti: ne segnava 8.2 in stagione regolare.

MARIO CANFORA

Il ragazzetto che a 19 anni and a Scafati per crescere e farsi le ossa, a Roma diventato grande. Talmente grande da diventare mvp del campionato e, finora, capocannoniere assoluto dei playoff. Che belle queste semifinali con noi azzurri: Pietro, Daniel, peccato non ci siano anche Ale Gentile e Cinciarini. bello soprat tutto per il movimento, finalmente non si parla solo di americani, tra i protagonisti oggi c tantissima Italia, racconta Gigi, definito dal g.m. romano Nicola Alberani un leader spa ziale, il capitano vero, proprio come uno se lo immagina.
Timbro Nella straordinaria stagione del lAcea, Datome ha messo un timbro indele bile. Ed incredibile come sia migliorato tecnicamente. Sia in attacco, col suo tiro in allontanamento immarcabi le, sia in difesa, visto che ora pensa pure ad alzare i gomiti con lavversario di turno. Fer marlo difficile, semmai si pu limitarlo. Ma fino a un certo punto. Nei playoff, ha finito cin que volte su otto con 20 o pi pun ti. E nelle altre tre ha scritto 15, 15 e 19. Aspetta gara2 contro Cant leg gendo Il grande Gatsby, libro consi gliatogli da un altro suo amicone, Da niele Cavaliero. Non ho mai giocato una semifinale scudetto, vorrei provar ci, ricord dopo la nomina a mvp della A. Ora, come giusto che sia, i sogni si spingono anche oltre. E quello pi grande ancora deve arrivare. Non un mistero, Datome ha la Nba nel miri no. Boston e Milwaukee sono le fran chigie che per un anno intero si sono interessate a lui, lo hanno visto, rivi sto. Un contratto arriver. Gigi pronto, a fine stagione lascer Ro ma a malincuore. Davanti ai sogni c ben poco da fare...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Media voto Nelle 8 partite giocate, per la Gazzetta 4 volte stato il migliore di Roma.

7.1

Media voto Per la Gazzetta stato il migliore due volte su 6 partite (due le ha saltate per infortunio).

6.6

PAOLO BARTEZZAGHI

ma in pi della nuova Lenovo. Se il pick and roll tra Ragland e Tyus diventato il pane quotidiano dei brianzoli, sono i suoi canestri magari fuori dal coro, con quellormai immarcabile tiro in allonta namento, che possono dare lelemento dimprevedibilit necessario per uscire dalle secche. Cosa che ad esempio non accaduta in gara1 a Roma quando si dannatamente inte stardito in lunghissimi palleg gi che sono sfociati in palle perse o tiri forzati. Il suo spiri to da combattente a volte lo porta ad andare oltre le righe. Ma anche la sua forza. Spesso de vastante, come in questi playoff al litaliana.
m.o.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gigi Datome, Pietro Aradori e Daniel Hac kett furono, in questordine, i migliori realizza tori dellUnder 20 di Pino Sacripanti che nel 2007 vinse il bronzo europeo a Gorizia. Il figlio di Rudy, ex giocatore in A1 e A2, aveva appena finito la prima stagione a Southern California. Allora si rasava in capelli. Aveva gi una notevo le attitudine difensiva. Al college difese faccia a faccia su James Harden, stellina di Arizona Sta te. Lo ferm. Harden stato il terzo miglior mar catore dellultima stagione regolare Nba. Questi playoff stanno dimostrando quanto Hackett sia cresciuto e diventato un giocatore di alto livel lo. Come nelle finali di Coppa Italia, conclu se con il trofeo e il titolo di miglior giocato re, Daniel ha la capacit di diventare pro tagonista nei momenti che contano. Le sue cifre nei playoff sono raddoppiate: in stagione regolare, giocava 22 mi nuti di media con 8.2 punti e 2.9 as sist; nei playoff i minuti sono di ventati 30.5 con 15 punti di me dia e 4.6 assist. Nessuno gioca pi di lui, segna pi di lui, ha pi assist nella Mens Sana.
Decisivo Sempre a Milano, in gara7, ha giocato una delle sue migliori parti te. Ha segnato 25 punti, Siena ha elimina to quella Milano che avrebbe potuto ave re Hackett la scorsa estate. Lui scelse Sie na perch gli avrebbe garantito pi spa zio, un ruolo chiaro. Non sarebbe stato uno dei tanti, ma uno di quelli su cui con tare sempre, soprattutto nei momenti de cisivi. Come anche a Varese in gara1 delle semifinali: partito maluccio, ma nel finale stato tra i migliori. Punti, falli subiti, libe ri. Anche a Varese, come a Milano, stato tra i pi insultati. Ma alla fine, come a Milano, tra i pi rispettati. A questo pun to, potrebbe rispolverare lidea mai sopi ta della Nba. Magari partecipando a una Summer League. Prima dellEuropeo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Media voto Dei tre Hackett ha la media voto pi alta per la Gazzetta per cui 4 volte stato il migliore.

7.2

Con Hackett, Datome e Aradori abbiamo una Nazionale fortissima


GIANNI PETRUCCI PRESIDENTE FIP

A TREVISO CONVEGNO SUL FUTURO TRA I MATURI BASKETTARI

Benetton e i proprietari di ieri: assist al basket di oggi


DAL NOSTRO INVIATO

LUCA CHIABOTTI TREVISO

stati invitati i proprietari di og gi, ai quali le riflessioni erano dirette.


Petrucci I proprietari si devono

I maturi baskettari si sono ritrovati pensando al basket di oggi. Sotto la spinta di Giorgio Buzzavo, Cino Marchese e Pao lo Magnoni, in Ghirada, a Trevi so, decine di giocatori, allena tori, arbitri del passato si sono ritrovati per il puro piacere di stare assieme. Ma stavolta, c stato anche un momento poli tico, un incontro al quale sono stati invitati alcuni grandi pro prietari del passato (presenti Gilberto Benetton, Edi Snaide ro, Guido Borghi, Roberto Allie vi: notevoli tutti i loro interven ti) centrato sulla relazione del direttore generale della serie B di calcio, Paolo Bedin, e di Mas simo Bergami, direttore della Business School dellUniversit di Bologna. Molti gli spunti in teressanti, peccato non fossero

mettere assieme ha detto il presidente Fip, Petrucci nel calcio magari litigano ma si ve dono ogni settimana, da noi no. Sono il primo tifoso di una Lega basket forte, noi dobbiamo legi ferare ma i proprietari devono essere protagonisti ed essere propositivi. La B di calcio la Lega migliore, un ruolo cruciale il carisma del presidente Abo di. Ha poi parlato della volont di introdurre un lodo Petrucci anche nel basket, con wild card per facilitare il ritorno delle grandi citt. Misureremo queste parole proprio su Treviso che ha tutto per tornare nel basket di vertice. Dipende solo dalla Fip. Tra le tante idee che il basket potrebbe mutuare dalla serie B di calcio, quelle pi stimolanti

In alto, da sinistra: Roberto Allievi, Guido Borghi, Giorgio Buzzavo, Paolo Bedin (Dir. Gen. Lega calcio Serie B), Paolo Magnoni. In prima fila, da sinistra: Massimo Bergami (Prof. Universit di Bologna), Gianni Petrucci, Renato Villalta, Gilberto Benetton, Edi Snaidero, Luigi Brugnaro, Cino Marchese

vengono da come stato adatta to allItalia il concetto di tetto salariale e gestiti i premi per lutilizzo dei giovani e degli ita liani. Il salary cap, in un sistema che occulta una maggioranza cospicua degli stipendi in con tratti di immagine, poco appli cabile (Angelo Rovati, si ricor dato, proponeva di introdurre

la figura del restricted free agent, cio la facolt della socie t che ha un giocatore di pareg giare lofferta di una antagoni sta e trattenerlo, anche come mezzo di emersione dei contrat ti), una cosa da fare subito in vertire le regole della Lega2 per ch diventi un campionato per under con degli over e non vice

versa come adesso.


Cambiamento Nella gestione del cambiamento, che il basket non dia limpressione di una di rezione univoca evidente an che a un docente universitario esterno, come chiaro che le squadre che partono senza ave re le risorse per finire il campio

nato, dice Bergomi: Possono creare illusioni e falsare i risul tati cos come il mercato sem pre aperto, in un momento di incertezza, aumenta limmagi ne negativa di instabilit. Lap pello costante alla produzione di giovani italiani come unica strada per competere soprattut to in un momento di crisi stato il leit motiv della giornata. Do ve Gilberto Benetton ha voluto sottolineare la sua speranza che il basket a Treviso torni al verti ce, al di la delle illazioni contra rie, e Renato Villalta, neo presi dente Virtus, ha fatto una di chiarazione stile corazzata Pe temkin: Ieri sera ho visto la partita in televisione dopo anni, le immagini della Rai erano schifosissime. Se vogliamo qualche soldo in pi, bisogna lavorare anche sullimmagine del nostro prodotto. 92 minuti di applausi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

49

PALLAVOLO IL FATTO

Leterno Duncan ha ancora fame Spurs, la finale l


Il 37enne gioca come un ragazzino e trascina San Antonio al 30 su Memphis. Voglio un altro titolo
MASSIMO ORIANI

4
STANOTTE GARA4
Finale Ovest San Antonio Memphis 30 Stanotte (ore 3, diretta Sky Sport 2) la finale Ovest continua a Memphis con il primo match point per gli Spurs. Gara3: MemphisSan Antonio 93 104 dts (Conley 20, Gasol 16; Parker 26, Duncan 24, Ginobili 19), serie 03. Finale Est Miami Indiana 11 Ieri notte si giocata a Indianapolis gara3 con la serie in parit. Domani gara4 sempre a Indianapolis. Panchine Hornacek ai Suns? Phoenix dovrebbe annunciare nelle prossime ore lingaggio di Jeff Hornacek come capo allenatore. Lex guardia di Utah stato assistente sulla panchina dei Jazz dal 2007 allultima stagione. Hornacek inizi la carriera Nba da giocatore proprio con i Suns, che lo scelsero nel draft del 1986

Trento festeggia il terzo scudetto: domenica 12 maggio 2013 TARANTINI

Lo hanno soprannomi nato Old Man Riverwalk, un mix tra la famosa canzone de gli anni 20 e la passeggiata lungo fiume di San Antonio. Tim Duncan ha 37 anni ma da qualche tempo non li dimostra pi. Eppure sino allanno scor so sembrava finito, linevitabi le declino di un giocatore che aveva dato tutto e vinto di pi. Quattro anelli alle dita, anche se pure lultimo ormai ingial lito, dopo 6 anni, uneternit nel basket. Fra otto giorni The Big Fundamental salter a centrocampo per la palla a due contro Chris Bosh o Roy Hib bert in gara1 delle finali Nba, a caccia del quinto trionfo. Perch nessuno ha mai rimon tato da 03 in una serie di playoff Nba (1070 i preceden ti). E nemmeno Memphis riu scir a scrivere la prima pagi na di una storia inedita, non dopo aver sprecato 18 punti di vantaggio in gara3, arrivati grazie a una partenza sprint durante la quale i texani sem bravano essere rimasti barri cati allAlamo, perdendo pal lone dopo pallone nel primo quarto.
Terapia La calma dipinta sul volto dellex vecchietto carai bico. Cos Timmy se li messi in spalla e li ha portati alla vit toria, con lennesimo supple mentare dautore (7 punti rea lizzati). Certo, come dicono negli Usa, Padre Tempo im battuto. Non esistono giocato ri che a 37 anni ringiovanisco no e giocano meglio di quanto non facessero a 27. Il viaggio estivo a Dusseldorf per sotto porsi alla terapia che arricchi sce di piastrine il plasma pri ma di reintrodurlo nella parte sofferente (le ginocchia in

Bivio Trento: autoriduzione o partenza


Da Ankara, dal Giappone e dalla Russia assalto alle stelle del presidente Mosna
NICOLA BALDO TRENTO

Tim Duncan, 37 anni, 17 stagioni con gli Spurs, 94 gare di playoff con almeno 20 punti e 10 rimbalzi AFP

questo caso) sicuramente ha un peso specifico notevole. Ma non tutto. Dietro c unetica del lavoro unica, il mettere sempre il bene comune prima dei suoi interessi e delle sue ci fre. Tim lepitome delluomo squadra. Un esempio? Il suo salario 2013, 9.6 milioni di dollari, di gran lunga il pi basso tra quelli del quintetto ideale della stagione regolare (Bryant ha intascato quasi il triplo, Chris Paul, LeBron e Durant il doppio).
Divorzio Eppure non un mo mento facile per lex promessa del nuoto di St.Croix. Nei gior ni scorsi emersa la notizia del divorzio dalla moglie Amy, con la quale ha avuto due figli

nei 12 anni dunione. Un volto non noto al grande pubblico quanto Vanessa Bryant, vista la riservatezza di Tim. In cam po per le sue prestazioni non ne hanno risentito. I 24 punti, 10 rimbalzi, 5 assist e 2 stop pate nei 44 di gara3 al FedEx Forum ne sono la dimostrazio ne lampante. Lo voglio forte mente diceva poi Duncan Voglio tornare alle finali, vo glio vincere un altro titolo. E passato tanto tempo dallulti mo. Mentre le certezze sugli Heat sembrano un pelo meno granitiche, in Texas sono pronti alla prossima sfida. Quella che potrebbe consoli dare la leggenda di un cam pione gi immortale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lassalto partito. Da mezzo mondo stanno arrivan do a Trento, e direttamente ai giocatori, offerte per lasciare la citt del Concilio fresca di tricolore. Un assalto inevitabi le dopo la decisione del presi dente Diego Mosna di ridurre il budget: in settimana an dranno in scena degli incontri fra il numero 1 della societ con lallenatore Stoytchev e praticamente tutti i giocatori della rosa. Sul tavolo la richie sta di decurtarsi lingaggio per far respirare le casse societa rie, se si troveranno degli ac cordi allora lossatura del se stetto in maglia bianca non cambier.
Dalla Turchia Altrimenti qual cuna delle diverse offerte pio vute finir per essere accetta ta. Richieste giunte soprattut to dallestero, dalla Turchia al Giappone. Una delle squadre della V. Premier League nip ponica, infatti, ha bussato alle porte di Matey Kaziyski per prospettargli un futuro in estremo Oriente. Mentre dalla Turchia, sponda Halkbank Ankara, si in stand by per ve dere cosa decideranno Stoytchev e Juantorena. I due rappresentano un obiettivo per la formazione vincitrice ai danni di Latina della Coppa Cev. Nel Paese della Mezzalu na, dove dovrebbe sbarcare come opposto Leandro Vissot to, per stato contattato an che Flavio Gulinelli. Ma una decisione verr presa solo do po gli incontri fra Mosna e Ra do Stoytchev, che laccordo per un rinnovo con la Trentino Volley laveva gi trovato setti mane fa. Ma ora bisogner ve dere di che entit saranno le rinunce. Diverso il discorso le gato a Juantorena: litalocu bano, fresco pap di Victoria, vorrebbe restare in Italia e campionati distanti, come quello russo, ad esempio, non trovano il suo gradimento. Da Macerata Ma non solo dal

per la Lube tenere Henno co me libero e sacrificare uno dei centrali stranieri Stankovic e Podrascanin sullaltare dei tre italiani in campo. Difficile pe r sar strappare Birarelli da Trento, dove legato ancora da un lungo vincolo ed uno di quelli che sembra voglia sposare il nuovo corso della societ quattro volte campio ne del mondo. Questo senza dimenticare le diverse richie ste di prestiti per i giovani di Trento come, ad esempio, Mo dena e Citt di Castello inte ressate al prestito di Lanza. Per la Diatec, insomma, inizia una delle settimane pi lun ghe e delicate. Che si aperta per con una vittoria: lunder 17 di Francesco Conci ha vin to, a Bolzano, il torneo inter nazionale Euregiocup supe rando, in finale, Segrate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
MERCATO

Coscione in Puglia Oggi Vibo s allA1?


(an.gal.) Contratto di un anno con opzione sul secondo per Manuel Coscione a Castellana. Larrivo del 33enne palleggiatore ex Vibo, alla sua 14a stagione in A 1, libera laz zurro Marco Falaschi, che dopo 3 stagioni lascia la Puglia. Come schiacciatore possibilit per Hor stink da affiancare ad Alex Ferreira. Sulla sponda Materdomini (A 2): conferma per Castellano. Oggi con ferenza stampa di Pippo Callipo ac cetter di tornare in A 1? Pare che i grandi club gli prestino giovani ta lenti italiani. PER I MONDIALI (a.a.) Si conclu sa la 1a fase delle qualificazione eu ropea ai Mondiali 2014. Passano di rettamente alle terza fase maschile: Croazia, Slovenia, Estonia, Belgio, Grecia e Macedonia; alla seconda fase: Olanda, Israele, Bielorussia, Romani, Svezia e Ucraina. Nel fem minile che si disputer in Italia alla terza fase: Croazia, Bielorussia, Belgio, Ucraina, Slovacchia e Esto nia; alla seconda fase: Montenegro, Israele, Svizzera, Ungheria, Grecia e Lettonia. Finisce in parit il bilan cio delle amichevoli tra la Polonia di Anastasi e Gardini e la Serbia. A Mi licz 3 1, a Twardogora 1 3. COPPA DELLEMIRO (a.a.) LAl Rayyan di Matey Kaziyski allenato da Ljubo Travica ha vinto la Coppa dellEmiro del Qatar. Ha superato in finale il Police 3 1.

LEGADUE LE SEMIFINALI PROMOZIONE AL MEGLIO DI 5 PARTITE

Gazzetta.it
GIOCATE PI BELLE E HIGHLIGHTS NBA ONLINE OGNI MATTINA
Il grande basket Nba vi aspetta ogni mattina su Gazzetta.it. Trovate online gli highlights di tutte le partite delle finali di Conference, assieme alle giocate pi belle sul parquet: la miglior schiacciata della notte, la stoppata pi bella, la giocata fondamentale, l'assist pi efficace, la stoppata chiave, il recupero pi importante. Oltre a un focus sul giocatore che ha deciso la partita, alla giocata pi bella del giocatore non statunitense e alle conferenze stampa dei protagonisti nel dopo gara. E non perdete le 5 giocate pi belle della giornata e le azioni chiave riviste al rallentatore. E gioved appuntamento con Nba Show.

Brescia e Pistoia sull10 Trento e Casale k.o. nel finale


Ieri si sono giocate le ga re1 delle semifinali promo zione al meglio di 5 partite. Domani le gare2 nelle stesse sedi, venerd le gare3 a Tren to e Casale.
BRESCIATRENTO 8481 (1819; 4637; 6358) CENTRALE DEL LATTE BRESCIA: Fer nandez 9 (2/3, 1/7), Jenkins 16 (3/4, 2/5), Giddens 15 (4/8, 0/2), Barlos 18 (4/5, 2/4), Brkic 13(4/7, 1/2); Loschi 3 (1 /1), Stojkov 5 (1/1, 1/1) Lombardi, Cuccaro lo 5 (1/1), Scanzi. N.e.: Dalovic, Vinati. All.: Martelossi. BITUMCALOR TRENTO : Forray 4 (1/2, 0/2), Umeh 19 (4/8, 3/8), Elder 19 (6/10, 2/6), Dordei 13 (3/5, 1/2), Pascolo 2 (1/3, 0/1); Garri 21 (8/11, 0/2), Conte 3 (0/2, 1/2), Spanghero , Basile. N.e.: Gorreri, Zaharie. All.: Buscaglia. ARBITRI: Ursi, Rossi, Gagliardi. NOTE T.l.: Bre 22/27, Tre 14/16. Rimb.: Bre 30 (Giddens 11), Tre 28 (Garri 8). Ass.: Bre 14 (Fernandez 6), Tre 15 (Umeh 5). Progr.: 5 98, 15 3327, 25 2 (1/1, 0/3), Butkevicius 6 (3/8), Martino ni 5 (2/3); Pierich 5 (0/1, 1/6), Malaven tura 14 (3/5, 2/4), Antonelli 2 (1/3). N.e.: Monaldi. All.: Griccioli. ARBITRI: Pascotto, Ciaglia, Morelli. NOTE T.l.: Pis 18/22, Cas 16/21. Rimb.: Pis 45 (Toppo 13), Cas 28 (Butkevicius 11). Ass.: Pis 9 (Graves 3), Cas 8 (tre con 2). (e.c.) VTB LEAGUE Il Cska Mosca di Ettore Messina ha battuto il Khimki 7472 in gara1 delle semifinali di Vtb League. La serie, al meglio di 5 partite, ora 11. Domani gara3. Nel Cska, infortu nio a una tibia per Milos Teodosic: po trebbe non rientrare. IN SPAGNA (pe.m.) Lo sciopero dei gio catori non c stato e, dopo le gare2 dei quarti, il Real Madrid la prima qualificata per le semifinali. Domani le gare3. Risultati: BilbaoBarcellona 9089 (Hamilton 19; Lorbek 20), serie 11; ObradoiroReal Madrid 5874 (Corbacho 11; Carroll 25), 02; Sara gozzaValencia 122120 d3ts (Roll 19; Doelmann 29), 11; CanariasVitoria 8378 d1ts (Toolson 17; Nocioni 13), 11.

J.R. Giddens, 28, ala di Brescia


7168, 35 6968. Usciti per 5 falli: Pa scolo 3738. Spett.:2550. (a.ban.) PISTOIACASALE 8276 (2822, 4648; 6862) GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Saccag gi 4 (1/1 da 3), Graves 21 (6/12, 1/2), Hicks 22 (8/13, 1/2), Toppo 5 (2/5), Fajardo 5 (1/5); Meini 4 (0/1, 1/2), Rullo 14 (4/7, 1/2), Cortese 5 (1/6, 1/3), Galanda 2 (1/3, 0/1). Ne.: Grillini, Borra, Caroli. All.: Moretti. NOVIPI CASALE MONFERRATO: Green 13 (4/10, 0/4), Ware 29 (4/9, 5/8), Ferrero

lestero, anche dal campiona to italiano arrivano offerte a Trento. il caso della Lube Macerata interessata non solo a Raphael in regia,bens anche al centrale azzurro (e marchi giano) Emanuele Birarelli per quale sarebbe stata avanzata unofferta. Il che vorrebbe dire

50

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

IPPICA LA GRANDE GIORNATA DI STOCCOLMA

Pasci Lest ritorna lerede di Varenne


Dopo 2 sconfitte, sbanca lElite dei 4 anni in 1105 Elitlopp: Nesta vince la batteria, ma la finale amara
MATTEO PIERELLI

IN FRANCIA

A SAN SIRO LE OAKS

Test Dettori Bloccato per il colesterolo!


(m.f.) Alla fine il segreto sembra essere stato svelato e per fortuna ha dei contorni quasi comici. Il rientro di Lanfranco Dettori, dopo 6 mesi di squalifica per positivit alla cocaina, era previsto luned scorso a Lingfield ma era stato bloccato dallente francese che aveva giudicato il fantino italiano. Motivo? Uno dei tre test non era chiaro, addirittura non negativo secondo voci insistenti. Invece alla fine Dettori, tornato in Francia per chiarire la situazione, avrebbe saputo che il valore anomalo di quel test era relativo al colesterolo troppo alto! causato quasi certamente dalla robusta cena della sera precedente il controllo, trascorsa a casa dellamico e collega Olivier Peslier. A questo punto, finalmente, Frankie pu sperare concretamente di esserci sabato a Epsom nel Derby inglese. A TRIESTE Peter Pan Ke (Romanelli) ha vinto in 1.16.2 il Pr, Presidente della Repubblica (m 2060) davanti a Pedro Alonso Nino, Pacific Model e .Parsifal OGGI QUINT A FOLLONICA Al Dei Pini (inizio convegno alle 15.30) scegliamo Polpettine (13), Prodddcella Marina (15), Pan di Girifalco (12), Perfect Font (14), Poker Op (9) e Pilcinella Vald (16). SI CORRE ANCHE Tr. Palermo (15.10). Gal.: Grosseto (15.40).

Charity domina, imbattuta dopo 4 corse DE NARDIN

E arriv il giorno della consacrazione internazionale. Sulla pista e nel convegno do ve 11 anni fa pap Varenne scriveva una delle pagine pi belle della sua leggenda (se conda vittoria di fila nellEli tlopp), Pasci Lest tira fuori dal cilindro una prova da ricor dare e domina da campione lElite dei 4 anni a Stoccolma.
Pioggia Sotto il diluvio, lallie vo di Holger Ehlert, con in sulky Enrico Bellei, come sem pre sfrutta la sua velocit ini ziale per prendere il comando, poi argina lungo il percorso Digital Ink (chilometro in 1.10.9) e nel finale controlla in 1.10.5 (record della corsa) lal tro italiano Pablo di Jesolo, fi nito molto forte allesterno di tutti. Quarto Probo Op che ha corso sempre in terza pariglia esterna. Per Pasci Lest il pri mo successo del 2013 e il nono GP della carriera dopo Aste e Allevatori 2011 ed Elwood Medium, Giovanardi, Citt di Napoli, Nazionale, Marangoni e Derby 2012. Nesta sfortunato Ma la giorna

Charity show E nata una stella


ENRICO LANDONI

La vittoria di Pasci Lest ed Enrico Bellei ieri nellElite dei 4 anni a Stoccolma FORNI

I NUMERI

ta poteva essere addirittura trionfale per i nostri colori.

GP vinti dai Varennini Di questi 94 Gran Premi, 70 sono stati conquistati in Italia e 24 sulle piste straniere

94

Solo la cattiva sorte ha ferma to Nesta Effe nellElitlopp. Do po aver vinto alla grande la sua batteria, il figlio di Naglo stato sfortunatissimo nella fi nale. Al via Roberto Vecchione lo ha sistemato alle spalle del favorito Sebastian K. Sembra va la scia migliore del mondo, ma lo svedese crollato in ret ta e Nesta rimasto chiuso in gabbia, senza lo spazio per sprintare (finir settimo) che invece ha avuto il sorprenden te Nahar che ha cos conqui stato la prova pi importante della sua carriera davanti ad

Arch Madness con Timoko ter zo. Nahar era finito secondo nella batteria in cui il nostro Mack Grace Sm non andato oltre un deludente quinto po sto dopo corsa favorevole alle spalle del vincitore Sebastian K.
FYRAARINGSELITEN m 1609: 1 Pasci Lest (E. Bellei) 1.10.5; 2 Pablo di Jesolo; 3 Digital Ink; 4 Probo Op; Tot. in Italia: 2,08; 1,20, 2,60, 1,31 (49,89) Trio: 55,37. ELITLOPP (finale) m 1609: 1 Nahar (R. Bergh) 1.10.1; 2 Arch Madness; 3 Ti moko; 4 Brad de Veluwe; Tot.: 6,20; 2,55, 12,45, 3,41 (208,74) Trio: 1.228,98.

Buon sangue non mente. Quello di Holy Mo on (Hernando), mamma della vincitrice dello scorso anno, Cherry Collect, e della trionfatrice delle Oaks Charity Line. dunque la saura della scuderia Effevi la nuova stella del galoppo italia no. Impressionante stata infatti la facilit con cui ha regolato la vincitrice del Regina Elena, Dancer Destination, generosa nellattacco tentato ai 700 finali che ha subito innestato la fatale ripartenza del gioiello di casa Villa, e linglese dallenamento Whippy Cream. cos giunto il quarto successo in altrettante apparizioni, che ha peraltro regalato al fantino Fabio Branca la millesima vittoria in car riera e al suo allenatore, Stefano Botti, il magico triplete, dopo Presidente della Repubblica, con Vedelago Derby, con Biz the Nurse. Siamo davve ro soddisfatti dice Botti sapevamo poi del suo ottimo feeling con il terreno e la distanza, sgradita invece a Dancer Destination. Ci godiamo ora il successo e un po di riposo. Quello dei giusti e dei campioni, proprio come Charity Line e un vero as so della sella, come il veterano Mariolino Esposito, che ha trionfato nel Vittadini con Principe Adepto.
4 corsa Oaks (gr. 2) m 2400: 1 Charity Line (F. Branca); 2 Dancer Destination; 3 Whippy Cream; 4 Licia; Tot.: 1,70; 1,12, 1,42, 1,44 (6,47) Tris: 17,13 5 corsa Pr. Vittadini (gr. 2) m 1600: 1 Principe Adepto (M. Esposito); 2 Libano; 3 Douce Vie; 4 Malossol; Tot.: 10,14; 5,50, 4,01 (36,26) Trio: 244,54.

COLORS
EXPLOSION

a partire da

49
c o l l e z i o n e

scopri lintera collezione su www.vagary.it

vagarybycitizen

by

www.spaziocreativo.eu

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

51

ATLETICA DOPO LA TAPPA DI DIAMOND LEAGUE

Gay si sente gi al top Vado come sei anni fa


Il 1002 di New York un gran tempo: forse niente gare fino ai Trials perch sto bene
DAL NOSTRO CORRISPONENTE

Taccuino
COPPA CAMPIONI CLUB

La Fiamme Gialle regine dEuropa


(g.l.g.) A Vila Real de San An tonio (Por) le Fiamme Gialle bissano limpresa e si confermano squadra campione dEuropa per club (con dedica ad Antonietta Di Martino). I gialloverdi, in testa dopo la 1a giorna ta, nella 2a soffrono, ma grazie anche a due successi (di Marani nei 200 e di Benedetti negli 800) respingono il Luch Mosca. Gibilisco, allesordio, secondo nellasta con 5.30 in una ga ra condizionata dal vento. Uomini. 200 ( 2.0): 1. Marani 2133. 800: 1. Benedetti 15024. 3000: 3. Floriani 81586. 110 hs ( 1.7): 3. Tedesco 1408. 3000 sp: 3. Nasti 84425. Asta: 2. Gibilisco 5.30. Triplo: 7. Quattrociocchi 15.73. Disco: 3. Falo ci 59.95. 4x400: 2. F. Gialle (Tricca, Lorenzi, Galvan, Barberi) 30855. Classifica: 1. F. Gialle 126; 2. Luch Mosca (Rus) 122; 3. Castellon (Spa) 107.

CALVI 7431. Donne. Eptathlon: Theisen (Can) 6376 (mpm 13); Bro ersen (Ola) 6345; Schippers (Ola) 6287.

IN KENYA

Un 20enne fa 1439
(si.g.) Al 20enne Jeremiah Mu tai gli 800 dei campionati della Polizia a Nairobi (Ken) in 1439, quasi 5 di progresso sul personale: fino allan no scorso ostacolista (2 ai Mondiali alli/i 2009 nei 400 hs), ha battuto G. Rono (1450). Escluso Rudisha, nes suno mai cos veloce in altura. Uo mini. 1500: Choge 3372. Donne. 800: Sum 2001; Jepkosgei 2005.

A MANCHESTER

Kipsiro ok, Gebre k.o.


(d.m.) A Moses Kipsiro la Manchester Run (km 10, 40.000 par tecipanti). Terzo Haile Gebrselassie. Uomini: 1. Kipsiro (Uga) 2752; 2. W Kipsang (Ken) 2753; 3. Gebrselas sie (Eti) 2800; 5. Lebid (Ucr) 2828. Donne: 1. Dibaba (Eti) 3049; 2. Pro kopcuka (Let) 3221; 3. Daunay (Fra) 3233. STRADA ITALIA (m.m., w.b.) Ad Arezzo (Scalata al Castello, km 10). Uomini: 1. J. Kosgei (Ken) 2851; 3. La Rosa 2918. Donne: 1. Jepkurgat (Ken) 1641; 4. Francario 1707; 5. S. La Barbera 1723. A Faenza (100 km Passatore). Donne: 1. Vraijc (Cro) 8h0650; 2. Sanna 8h2737. PISTORIUS Secondo la Polizia su dafricana, linchiesta sulla morte di Reeva Steenkamp, fidanzata di Oscar Pistorius, non si concluder prima di agosto: il 4 giugno, lappari zione dellolimpico al tribunale di Pretoria, non dovrebbe durare pi di 10. Intanto, secondo il City Press, Pistorius dovr pagare una multa per mancate dichiarazioni fiscali.

Tyson Gay, 29 anni, detiene il miglior crono 2013 con 986 EPA

MASSIMO LOPES PEGNA NEW YORK

Gli occhi sono quelli di sempre: tristi. Ma lo sguardo non deve ingannare, perch il Tyson Gay del 2013 promette di essere uno dannata. Quegli occhi li sgrana, mentre dice: E la prima volta che mi sento cos bene dal 2007. E dura an dare in pista sapendo di essere limitato nel fisico. Invece, ora diverso. So che questa sar una buona stagione e se gli altri mi batteranno non avr rimpian ti. Il rimpianto di cui parla quello di Londra: 4 a 1/100 da Justin Gatlin e addio alla me daglia olimpica, lunica, da sin golarista (di qualunque colo re), che manchi alla sua ricca collezione. Spiega: Non aver potuto staccare dai blocchi al

cento per cento la cosa che mi ha fatto pi male. Mi sono sve gliato molte mattine non riu scendo a scacciare quellidea di essere arrivato a un soffio dal podio. Comunque non ho mai pensato di buttarmi in un bur rone per quello.
Bolt Ora gli occhi sinfiamma no, mentre racconta di non aver perso la fiducia nei suoi mezzi e che le motivazioni, quelle, ci sono sempre: Merito della famiglia, del mio allena tore e di ci che detta il mio cuore.E poi nellatletica conta quello che fai oggi, perch dei tuoi record precedenti e delle medaglie del passato la gente si scorda in fretta, non conoscen do la tua sofferenza. E poi mi d una mano Mr. Bolt. Scusi? S, perch lui, ma anche tutti gli altri rivali, ti costringono a spingere al massimo. Usain

un vero guerriero, uno dei po chi che non molla mai e non ci sta a perdere. Poi naturalmen te c il chiodo fisso di riprovar ci a Rio fra tre anni. Dice: So no tanti tre anni, ma proprio per aver corso poco in certe sta gioni, credo di avere ancora energie e stimoli. Intanto cer ca di centellinarsi: A volte penso pi alla salute che al ri sultato. Non voglio rischiare.
La gara Un po ci che succes

so sabato pomeriggio a New York sotto lacqua, con raffiche di vento e clima autunnale. Chiarisce: Il 1002 con vento contrario e queste condizioni climatiche? Un tempo che mi soddisfa moltissimo, perch non ho dato tutto. Mi interessa va solo la vittoria. Sono molto pi avanti nella preparazione rispetto allanno passato, an che se mi sono dovuto fermare

per un po di giorni a causa di un problema inguinale. Il 986 realizzato a Kingston due setti mane fa mi ha reso felice. Ora, possibile che fino ai Trials di fine giugno non scenda in pi sta. Lanno scorso mi sono qua lificato con una gara nelle gambe e adesso sono gi a quo ta due. Nei prossimi giorni de cider se doppiare la distanza: pure nei 200 mi sto allenando con profitto. La sua tipica vo ce monocorde cambia ritmo quando gli chiedono se pensa di poter ancora battere i gran di. Si accalora: Sono convinto di essere tuttora uno dei pi ve loci al mondo. Sono andato in Giamaica e mi sono sentito di appartenere a quel gruppo di sprinter eccezionali. Dipende r solo dalla mia salute. Lo ri peto, Bolt riesce a tirarmi fuori il meglio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

UNIVERSITARI A CASSINO

Vitobello a 1.85
Cos a Cassino (Fr) nella 2a giornata degli Universitari. Uomini. 400 hs: Piccolo 5126. Martello: Falloni 70.35. Marcia 5 km: Macchia 204253. Donne. 200 (+0.6): Amidei 2420. 800: Cornelli 20875. Alto: Vitobello 1.85. Lungo: Salvetti 6.08 ( 0 2). Giavellotto: Purgato 48.15. Marcia 5 km: Curiazzi 231684.

MULTIPLE A GOETZIS

Doppietta canadese
(si.g.) Doppietta canadese a Goetzis (Aut) con Damian Warner e Brianna Theisen. Michele Calvi, non lontano dal personale. Uomini. De cathlon: Warner (Can) 8307; Chinin (Bra) 8182; Nixon (Usa) 8136; 13.

COCKTAIL
ENERGETICO

c o l l e z i o n e

98
by

scopri lintera collezione su www.vagary.it

vagarybycitizen

www.spaziocreativo.eu

52

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

TENNIS ROLAND GARROS

BATTUTO BUSTA

SERENA OK, VENUS K.O.

La 15 di Federer inizia sul velluto


Roger Federer inizia la 15a cavalcata al Roland Garros con un successo facile facile sullo spagnolo Carreno Busta in 80

Sorelle Williams Destini diversi


Le strade delle Williams sono sempre pi divergenti. Serena una furia e impallina in 51 minuti la georgiana Anna Tatishvili

perdendo appena 7 punti nel primo set. Chi invece pare non reggere pi gli scambi prolungati Venus Williams, cancellata alla distanza da Urszula Radwanska. Due set tiratissimi, conclusi al tie break, poi Venere manca laggancio da 5 1 a 5 pari e perde 6 4 dopo 3 ore e 19.

Errani, partenza con il sorriso Seppi che fatica


La romagnola, finalista nel 2012, batte la Rus in 54. Andreas elimina Mayer in 5 set
LUCA MARIANANTONI

Seppi a fatica Tuttaltro che

facile lesordio di Andreas Seppi che va a folate e finisce per vincere al quinto set un match semplice contro il nu mero 62 del mondo Leonardo Mayer. Dopo lapatia del set dapertura, laltoatesino a fati ca prende in mano una partita decisamente incolore: Dopo tanti match brutti, ci voleva una vittoria del genere. Nei

Sara: Ho giocato bene, ma per essere pi solida devo sciogliere la tensione


momenti importanti si vede che non sono in fiducia, che faccio fatica e che cerco sem pre le soluzioni pi facili. Spesso invece di spingere ri mango mezzo metro pi indie tro. Fisicamente sto bene, la parte tennistica un po da ri vedere. Seppi arriva a domi nare la partita senza fare nien te di particolare, poi quando avanti un break nel quarto, si sfalda; arriva a servire per il match sul 65, ma gioca solo di rimessa, con paura. Mayer lo fulmina ancora una volta al tie break. Nel quinto set Seppi sembra spento come a Madrid e Roma, va sotto di un break ma poi riordina le idee e aiuta to dagli errori dellargentino, arpiona in extremis una parti ta sudata (3 ore e 49 minuti) che fa morale.
Sara Errani, 26 anni, ha appena raggiunto il numero 5 del mondo EPA
RIPRODUZIONE RISERVATA

me gli altri, uno dei tanti. Le partite non nascono facili, vo glio farmi trovare pronta.
Senza storia Il primo dei sette ipotetici match verso la finale un monologo senza storia. Tra uno schiaffo di dritto e un cross stretto di rovescio, Sara ci infi la anche qualche palla corta. Sul 30 restituisce un break, poi infila 8 game e sul 50 del secondo set si mette a respira re, perch ormai la gara in di rittura darrivo. Sara spietata e chiude con l85% di prime ri manendo aggressiva sulla se conda della Rus che ottiene ap pena 2 punti su 21. Salvata dal tennis Ho giocato

Lansia del debutto dura linezia di un punto, il primo: un passante di rovescio con cui Arantxa Rus tenta di spaventa re Sara Errani, nuovamente in campo al Roland Garros a 12 mesi dalla cavalcata che la por t in finale. Ci vuole ben altro per fermare la romagnola; Sa rita pi pungente del freddo e pi veloce del vento nel blocca re in appena 54 minuti (27 per set) la spilungona olandese dal nome spagnolo in onore della Sanchez: Avevo tanta tensio ne addosso, ma penso sia nor male. Difendo una valanga di punti e la ricetta giusta per an dare avanti pensare esclusi vamente al tennis. Gioco tanti tornei durante lanno e mi de vo convincere che questo co

bene, la Rus mi ha regalato qualcosa, ha fatto molti doppi falli, il resto ce lho messo di mio. Sono felice per come sono

stata in campo. Per essere pi solida devo riuscire ad allenta re la tensione. Cerco di vivere il ritorno a Parigi il pi serena mente possibile. Non facile perch la gente si aspetta mol to da me. C una sola ricetta che mi pu salvare e cio pen sare al tennis, giocare a tennis, rifugiarmi nel tennis. C chi gli fa notare che nel suo settore gi sparita Nadia Pe trova (n 11), ma Sara fa finta di non conoscere affatto il ta bellone che ora le propone Yu lia Putintseva. Come non vo glio guardare al 2012, non amo neppure soffermarmi su quelle che, sulla carta, potrebbero es sere le mie avversarie future. Il torneo lungo e questi calcoli non servono a niente. Mi devo far trovare pronta perch le av versarie saranno sempre pi forti e motivate.

LOCMAN ITALY

TROFEO BONFIGLIO A MILANO I NUOVI CAMPIONI

la guida Petrova gi fuori Oggi c Nadal e gioca Fognini


Il derby spagnolo tra Feliciano Lopez e Marcel Granollers sospeso per oscurit dopo due set per parte. ROLAND GARROS (10.100.000 e, terra). Uomini, primo turno: SEPPI b. Mayer (Arg) 67 (4) 64 63 67 (2) 64; Kavcic (Slo) b. Duckworth (Aus) 62 62 62; Raonic (Can) b. Malisse (Bel) 62 61 46 64; Llodra (Fra) b. Darcis (Bel) 64 46 61, 64; Anderson (Saf) b. Marchenko (Ucr) 63 75 64; Sousa (Por) b. Soeda (Giap) 61 63 62; Fer rer (Spa) b. Matosevic (Aus) 64 63 64; Bautista (Spa) b. Muller (Lus) 63 64 62; Chardy (Fra) b. Becker (Ger) 64 62 75; Simon (Fra) b. Hewitt (Aus) 36 16 64 61 75; Hajek (Cec) b. Kudla (Usa) 62 57 60 64; Quer rey (Usa) b. Lacko (Slk) 63 64 64; Devvarman (India) b. Munoz (Spa) 63 63 75; Federer (Svi) b. Carreno (Spa) 62 62 63; Troicki (Ser) b. Blake (Usa) 64 62 62. Donne, primo turno: S. Williams (Usa) b. Tatishvili (Geo) 60 61; Garcia (Fra) b. Beygelzimer (Ucr) 63 64; Pavlyu chenkova (Rus) b. Hlavackova (Cec) 46 76 (5) 64; Cetkovska (Cec) b. Puchkova (Rus) 60 62; Burdette (Usa) b. Vekic (Cro) 63 64; Pfizen maier (Ger) b. Minella (Lus) 75 61; Ivanovic (Ser b. Martic (Cro) 61 36 63; Puig (P.Ric.) b. Petrova (Rus) 36 75 64; Rogers (Usa) b. Pavlovic (Fra) 63, 64 Putintseva (Kaz) b. Mo rita (Giap) 62 63; ERRANI b. Rus (Ola) 61 62; Voskoboeva (Kaz) b. Min (Usa) 46 64 75; Razzano (Fra) b. Feuerstein (Fra) 76 (6) 64; Lisicki (Ger) b. Arvidsson (Sve) 63 64; Cir stea (Rom) b. Bertens (Ola) 57 75 62. OGGI (dalle 11) Centrale: Li Na (Cina) c. Medina Garrigues (Spa); Nadal (Spa) c. Brands (Ger); Berdych (Cec) c. Monfils (Fra); Hsieh SuWei (Taiw) c. Sharapova (Rus). Lenglen: A. Radwan ska (Pol) c. Peer (Isr); Tsonga (Fra) c. Bedene (Slo); Wozniacki (Dan) c. Rob son (Gb); Stakhovsky (Ucr) c. Gasquet (Fra). Numero 1: ForetzGacon (Fra) c. VINCI; Benneteau (Fra) c. Berankis (Lit); Nieminen (Fin) c. Mathieu (Fra); PENNETTA c. Flipkens (Bel) . Numero 14: Beck (Ger) c. FOGNINI. TV Diretta Eurosport. Eurosport 2 e RaiSport.

Zverev genio precoce fa meglio di Quinzi Donne: vola la Bencic


Il tedesco, ultimo erede di una famiglia di tennisti, diventa il pi giovane vincitore: ha 16 anni e 36 giorni
CRISTIAN SONZOGNI

durato dodici mesi il record di precocit di Gianlui gi Quinzi al Trofeo Bonfiglio. Meglio di lui, sui campi del Tc Milano Bonacossa, ha fatto il biondo tedesco Alexander Zverev, terzo prodotto di una famiglia di tennisti che ha co me elemento di punta il pro fessionista Mischa (ex top 50 Atp). A 16 anni e 36 giorni, Zverev diventato il pi gio vane vincitore della storia del torneo, dopo una maratona di tre ore e 23 contro il diciot tenne serbo Laslo Djere (76 57 75).
Wild card Una partita emo

Il tedesco Alexander Zverev PANUNZIO

www.LOCMAN.IT
LOCMAN S . P. A . MAriNA di CAMPO iSOLA dELbA

zionante, quella che ha deciso i Campionati internazionali dItalia juniores, con pi erro ri che colpi vincenti, ma che ha mostrato nel complesso un tennis di qualit. Entrambi i protagonisti hanno accusato i tipici passaggi a vuoto dei gio catori in formazione, ma nei momenti cruciali. Quella di Zverev anche una vittoria degli organizzatori, che gli hanno dato la possibilit di giocare attraverso una wild card. Lesito del match decisi vo, inoltre, una piccola con solazione per i due azzurri Fi

lippo Baldi e Stefano Napoli tano, battuti dal futuro vinci tore rispettivamente negli ottavi e nei quarti. Contro Djere ha detto il ragazzo di Amburgo stato un incontro durissimo, per merito del mio avversario e per le condizioni molto diverse da quelle dei giorni precedenti. Solo con Baldi avevo fatto altrettanta fatica. Nel torneo femminile tutto secondo copione, con il trofeo nelle mani della sedi cenne svizzera Belinda Ben cic, numero 2 del tabellone: di fronte alla russa Kasatkina, la favorita partita lentamente (35) prima di piazzare dieci game consecutivi per il 75 60 finale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

53

RUGBY VERSO IL TOUR ESTIVO

Di Bernardo per navigare a vista


Le scelte di Brunel: Ha 33 anni e mi d garanzie allapertura. Poi penseremo al futuro
DAL NOSTRO INVIATO

Senza problemi morali?

Perch rinuncia a Benvenuti?

ANDREA BUONGIOVANNI BORMIO (Sondrio)

E tutto lecito, come prendere del ferro se si hanno valori sballati.


Cosa si aspetta dallimminente tour?

Jacques Brunel, 59 anni, al lavoro a Bormio


BREGANI

Anche a Bormio, fino a sabato sede (inedita) del radu no che porter la Nazionale al torneo di giugno in Sudafrica, il solo argomento che lo ha di stratto dal rugby stato il vino. Intorno a Sondrio dice da intenditore ho visto vigneti svilupparsi in verticale come mai prima. La resa ottima: vi ni robusti ma non robustissimi, intorno ai 13. Jacques Brunel non cambia. E per lovale az zurro, visti i recenti risultati, solo un bene.
Brunel, perch Bormio?

Perch reduce da una sta gione opaca. Ha bisogno di ri lanciarsi e di cambiare atteg giamento. Approvo la sua deci sione di andare in Francia.
E Castrogiovanni fa bene ad andare proprio al Tolone?

Cerco conferme: in questa stagione abbiamo ben figurato a novembre contro Nuova Ze landa e Australia, abbiamo di sputato un buon Sei Nazioni, ora ci attende il compito pi ar duo: ci sono diversi infortuna ti, la stanchezza si far sentire e ci aspettano avversari di tutto rispetto. Voglio una squadra ambiziosa.
Il primo nodo resta allapertu ra...

La citt piena di passione: si piaceranno reciprocamente.


La preoccupa vedere Mirco Bergamasco senza squadra?

In Francia, per assurdo, an cora considerato uno stranie ro. Non un momento facile.
Apporter cambiamenti nel suo staff?

Perch stiamo gi cercando soluzioni per il percorso che porter alla Coppa del Mondo 2015. Qui, a 1200 metri, ci sia mo trovati bene. C da siste mare un po il campo. Ed evita re che nevichi a primavera inoltrata, com successo....
Dodici mesi fa avevate scelto Orzinuovi, nel bresciano, per sfruttare lunica struttura ita liana per la crioterapia: un esperienza archiviata?

C Orquera e rimpiazziamo Burton con Di Bernardo. Gioca bene da mesi e in questo mo

Non sono previsti. Il presiden te Gavazzi ha lottato per avere De Carli, ma io sono contento resti a Perpignan unaltra sta

Iannone, per ora, solo allala. E guardo con molta attenzione alla Emergenti
ruolo. Sar un processo lungo, che in ogni caso non dar frutti prima della prossima Coppa del Mondo. Quindi, ora navi ghiamo a vista.
Con chi? E Iannone?

In Sudafrica sar allala, non voglio bruciarlo. Lo vedremo alle Zebre.


Qualcuno avrebbe preferito un gruppo con pi giovani: per esempio, perch ancora Mau ro Bergamasco e non un Fer rarini?

Da novembre avremo un furgone adattato al seguito per la crioterapia

Tuttaltro: nella pratica rige nerativa e antiinfortunistica a temperature fino 140 credo sempre molto. Tanto vero che da novembre, imitando il Gal les e altre squadre, avremo a disposizione un furgone adat tato itinerante che ci seguir praticamente ovunque e che ci permetter di stare sottozero in qualsiasi momento.

mento non mi interessa se ha 33 anni. Con lui non ragiono esclusivamente in prospettiva. Oggi non possiamo rinunciare a un giocatore cos. E let non necessariamente un proble ma: guardate quella media del Tolone campione dEuropa.
E poi? Il tanto decantato pro getto mirato decoller mai?

per tante ragioni, merita di es serci senza discussioni. E per Ferrarini, come per Ambrosini e Ragusi, la Emergenti sar un bel banco di prova.
Non era il caso di buttare subi to nella mischia due come Esposito e Campagnaro?

gione. Si completer. E anche leventuale arrivo di Mehrtens o era pi un sogno del presi dente.
Lha irritata il comportamento degli Wasps che non le hanno concesso Masi a Bormio?

La sfida formare atleti di

Abbiamo convocato Ambrosi ni nella Nazionale Emergenti, Buso infortunato, poi aspet tiamo che i Ragusi e i Padovani abbiamo spazi per esprimersi.

Ho cercato di combinare gio vent ed esperienza. Mauro,

Sono in Cile per il Mondialino under 20: concluderanno un percorso.

Non mi piaciuto, ma era un loro diritto. Gli inglesi sono fatti cos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

L8 giugno sfida agli Springboks Tra i 32 convocati, ci sono 4 esordienti Gioved a Roma, sabato la partenza
La Nazionale, dopo i sei giorni di lavoro in Valtellina, si ritrover gioved a Ro ma dove sabato partir per il Sudafri ca. Il torneo prevede l8 giugno a Dur ban la sfida al Sudafrica, il 15 a Nel spruit quella a Samoa e il 22 in sede da definirsi a una delle due Nazionali gi affrontate o alla Scozia. Il gruppo la settimana scorsa ha lavorato senza Masi (trattenuto dagli Wasps in Inghil terra), Canale (sabato diventato pap di Thiago) e, da marted, senza Zanni, volato a Londra dove ieri ha giocato coi Barbarians. In pi il debuttante Ce daro ha rimpiazzato linfortunato Min to: Con lui in seconda linea spiega Brunel sar Furno a fare il jolly anche in terza, come avrebbe fatto Minto. Altri tre gli esordienti, tutti delle Zebre: Manici, Chillon e Sarto: Da parte loro dice il c.t. ho visto unottima attitu dine. I convocati Piloni sinistri: Alb. De Mar chi, Rizzo, Aguero. Tallonatori: Ghiral dini, Giazzon, Manici. Piloni destri: Ca strogiovanni, Cittadini. Seconde linee: Bortolami, Bernab, A. Pavanello, Ce daro. Terze ala: Zanni, Barbieri, Ma. Bergamasco, Furno. Terze centro: Pa risse, Vosawai. Mediani di mischia: Bo tes, Gori, Alb. Chillon. Aperture: Orque ra, Di Bernardo. Ali: Venditti, McLean, Iannone, Sarto. Centri: Canale, Garcia, Sgarbi, Morisi. Estremo: Masi.

NEI BARBARIANS

Zanni e Lo Cicero sconfitti Adesso tocca anche a Castro

Ieri a Twickenham Inghilterra Barbarians (con Zanni e Lo Cicero titolari) 40 12 (5 mete a 2) e, per i padroni di casa, 20 punti di Burns. Sabato la selezioni a inviti (con Parisse, Ghiraldini e Castrogiovanni) sfider a Honk Kong i British Lions (privi di Hartley che sabato, nella finale inglese, ha insultato larbitro ed stato squalificato 11 settimane). I tre

azzurri raggiungeranno la Nazionale in Sudafrica. Intanto Castrogiovanni, che ha chiuso col Leicester dopo sette anni, stato salutato dai tifosi (foto). PACIFIC CUP A Edmonton: Canada Usa 16 9. SERIE A E Recco Capitolina la finale promozione di serie A (domenica in campo neutro). Eliminate Lyons Piacenza e Valpolicella.

54

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

GOLF PGA CHAMPIONSHIP


UN SUCCESSO ALLANNO PER IL RAGAZZO PRODIGIO

4
I RISULTATI S

IL PREDECESSORE

A VALENCIA 2010 Il primo successo Il primo trionfo di Matteo Manassero al Castello Master del 2010 a Valencia: aveva appena 17 anni SCACCINI

IN MALESIA 2011 Il bis un anno dopo A Kuala Lumpur, alla vigilia del diciottesimo compleanno, conquista il Malaysian Open, secondo titolo European AP

A SINGAPORE 2012 Il fantastico tris Dopo una stagione difficile, Matteo ritrova il sorriso al Singapore Open, uno dei tornei pi ricchi del Tour REUTERS

Gigante Manny
FEDERICA COCCHI

Wentworth, show e trionfo Manassero nella storia


Dopo 4 buche di playoff piega Kahn: il pi giovane vincitore del Pga: Che gioia vedere il mio nome insieme a quelli di Seve e Rocca
Domanda facile: quanti trofei aveva collezionato Tiger Woods quando aveva 20 anni? Zero. Se avete sbagliato la rispo sta ecco unaltra chance: quanti tornei ha conquistato Matteo Manassero nei suoi primi 20 an ni di permanenza sul pianeta, 15 dei quali trascorsi sui campi da golf? Quattro. Ecco, non per fare paragoni bla sfemi, perch Tiger poi si rifat to con gli interessi 14 major compresi ma, insomma, il suc cesso incredibile di Matteo Ma nassero nel Pga Championship di Wentworth profuma di sto ria. Diciassette anni dopo Co stantino Rocca, finalmente un altro nome, unaltra foto, un al tro bastone da golf andranno ad arricchire il corridoio della gloria nella club house del Wentworth Club, tempio del golf alle porte di Londra. Cre do di essere la persona pi felice del mondo, in questo momen to, ha detto Manassero subito dopo il putt del trionfo e poi: Lorgoglio pi grande per me vedere il mio nome vicino a quello di due grandi come Seve (Ballesteros, ndr) e Rocca.
Maratona Pi che un giro di golf, quello di ieri stato una maratona, di pi, una maratona con gli ultimi 4 chilometri corsi su un filo. Perch le quattro buche di spa reggio che Matteo ha affrontato, per un totale di circa sei ore e mezzo di gio co, sembravano pi unoperazione di equilibrismo estre mo, che non una gara di golf. Parti ti in tre a 10, Ma nassero e Simon Khan si sono su bito ritrovati so li. Lo scozzese stato eliminato finendo in acqua alla prima buca. Lesperienza del 41enne in glese, diventato professio nista due anni prima che Manny nascesse e vincito

F. Molinari chiude 9 Edoardo 19 Cos al Pga Championship torneo European Tour al Wentworth Club di Virginia Water (par 72). 1. MANASSERO 10 (69 71 69 69, 278; 791,660 euro); 2. 10 Khan (Ing 69 72 71 66; 412,560 euro), Warren (Sco, 69 70 70 ; 412,560); 4. 9 Canizares (Spa, 69 70 68 72, 279; 219,450 euro), Jimenez (Spa 76 69 67 67, 279; 219,450 euro); 6. 8 Els (Saf, 72 69 72 67, 280; 142.500), Kingston (Saf, 66 77 69 68), Pepperell (Ing, 71 69 71 69); 9. 7 F. MOLINARI (70 68 73 70, 281, 96.267 euro), Ramsey (Sco, 71 75 66 69), Westwood (Ing, 70 71 67 73). 19. 5 E. MOLINARI 71 71 69 72, 283; 55,385 TADINI (73 71 74 74, 292; 11,638 euro). Umbria Open Molteni 2 Lo spagnolo Jesus Legarrea (65 67 65, 16) ha dominato nellUmbria Open (Alps Tour) al Golf Club Perugia (par 71). Gregory Molteni, al secondo posto con 206 colpi (69 71 66, 7).

Lesultanza di Rocca a Wentworth 96

Rocca colp 17 anni fa Me lo sono goduto tutto


(stec) Bellissimo, emo zionante. Costantino Rocca un uomo felice: 17 anni dopo la sua storica impresa, un altro italiano conquista il Pga Championship. Non ho perso un colpo aggiunge e ho sof ferto e gioito. Matteo ha con dotto una gara perfetta. Ma io lo sapevo: anzi, sabato avevo pronosticato un triplete italia no. Lappuntamento solo ri mandato.
Proprio qui La carriera di Rocca

simpenn proprio a Wentwor th. Ma per me era diverso . Pur avendo gi giocato in Ryder, molti pensavano che fossi ancora un caddie scher za . Matteo invece gi un gio catore affermato, nonostante abbia solo 20 anni. E incredi bile come abbia saputo gestire la gara, la tensione, le emozio ni. Wentworth un campo dif ficilissimo, ti pu mandare in tilt il cervello. Guai a fidarti:da qualche parte c la trappola che ti punisce. Le buche dalla 15 alla 18 sono un esame seve rissimo e Matteo lo ha supera to alla grande. Matteo pu vin cere qualunque torneo, ma de ve rimanere con i piedi per ter ra e rimare quel bravo ragazzo che . Cos arriver ancora pi lontano. Cosa ha pensato quando ha visto Matteo imbu care il putt della vittoria? Ho pensato che era un grande spot per il golf italiano e che di eredi cos ne voglio almeno 20. Poi sono andato con la memoria al 1996. Il mio Pga era comincia to con un doppio bogey e si concluse con un birdiebirdie alla 17 e alla 18. A farne le spese fu un certo Nick Faldo e il mondo scopr che Costantino Rocca non era pi un caddie.

Matteo Manassero, 20 anni, con il trofeo. Il veronese in testa alla Race to Dubai AFP

re a Wentworth nel 2010, con tro la freschezza e lo smisurato talento del veronese, tre succes si nello European Tour. Fino a ieri. Fino a che Matteo, supe rando Khan, non si piazzato in testa alla Race To Dubai stabi lendo anche lennesimo record di precocit: il pi giovane vin citore del Pga Championship.
Amatissimo Non solo la gio

la squadra di cui tifoso sfega tato. E quelle del presidente del la Juventus Andrea Agnelli, che anche vicepresidente del Ro yal Park I Roveri, il club di Mat teo: Un talento in cui abbiamo creduto.
Grato Il 20enne veronese rin grazia: Per tutta la settimana il pubblico con me stato fanta stico ha detto rimirando il tro feo luccicante . Ho sentito il sostegno, mi ha aiutato nei mo menti difficili. E dire che Mat teo giocava contro un inglese: Hanno apprezzato il mio im pegno. a loro non interessa di dove sei. Hanno solo voglia di vedere una bella gara e glielab biamo data. Matteo, sorrisi, classe e trofei. La storia conti nua, ci sono ancora tanti capi toli da scrivere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TwitTwit

IL PRESIDENTE FIG

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Chimenti esulta Come se avesse vinto un Major


Il presidente della Federgolf Fanco Chimenti esulta per il trionfo di Manassero Per il golf italiano una vittoria eccezionale. Matteo ha mostrato, ad appena ventanni, lesperienza di un veterano, trovando le contromisure giuste ad ogni situazione di gioco, anche la pi complicata. Il successo in questo torneo lo considero equivalente a quello in un major e del resto sono in molti a considerare il PGA Champioship alla stregua di un major. Sono sempre pi convinto che Manassero riuscir a darci una grandissima soddisfazione ai Giochi di Rio

vane et, ma il talento insieme allumilt che Matteo dimo stra a ogni torneo lo rendono amatissimo anche oltre i con fini italiani. Piace alle ra gazzine, piace alle mam me, piace ai pap malati di golf che lanciano im properi in campo pratica, piace ai colleghi. tanto che Twitter ieri era una collezione di pacche sulle spalle virtuali per Manas sero. McIlroy compreso che gli ha scritto: Sei grande, mi fai sentire un vecchio. E poi le congratulazioni del Milan,

RORY MCILROY n. 2 al mondo Massive congrats to @ManasseroMatteo!! Makes me feel like an old man! #phenom Tante congratulazioni a @ManasseroMatteo!! Mi fai sentire un vecchietto! Fenomeno @McIlroyRory FRANCESCO MOLINARI azzurro di golf Fantastico Matteo! un onore conoscerti e vederti fare queste cose @ManasseroMatteo @BMWPGA2013 @F_Molinari

IL COMMENTO DI STEFANO CAZZETTA

a pagina 33

&

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

55

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Beach volley IN ARGENTINA Equitazione LA CHIUSURA ROMANA
Boxe Supermedi Ibf e Wba Froch riunifica
(r.g.) AllO2 Arena di Londra, il supermedio inglese Carl Froch (312) mantiene la cintura Ibf e conquista quella Wba battendo il dane se Mikkel Kessler (463) ai punti dopo una lotta spettacolare. Froch si preso una ri vincita dalla sconfitta del 2010. A Buenos Ai res (Arg) Omar Andres Narvaez (3912), 37 anni, ha mantenuto il titolo supermosca Wbo battendo con verdetto a maggioranza (21 Felipe Orucuta (Mes, 272), 27 anni, dimo stratosi rivale di tutto rispetto. Largentino ha disputato il 25 match iridato e la 23a dife sa mondiale. DIMESSO (r.g.) Lex iridato Wba massimi leg geri Denis Lebedev (Rus. 252) scalzato da Guillermo Jones (Pan, 3932), stato di messo dallospedale di Mosca, dopo le cure, escludendo conseguenze al viso e agli oc chi. Il mancino russo intende chiedere la ri vincita.

Softball
CAMPIONATO (m.c.) Bollate in fuga. Prima di ritorno. Gir. A: NuoroLegnano 03, 27; Bussolengo La Loggia 29 (5), 27; Bollate Collecchio 61, 131 (4). Class.: Bollate 909 (202); La Loggia 667 (147); Nuoro 437 (79); Bussolengo 411 (710); Legnano 350 (713); Collecchio 157 (316). Gir. B: RomaCaserta 111 (4), sosp. 1; BolognaForl 42, 16. Ri posa: Unione Fermana. Class.: Caserta 714 (156); Bologna 667 (147) Unione Fermana 611 (117); Forl 428 (913) Roma 0 (017).

LupoNicolai un gran terzo posto


MARIO SALVINI

Gaudiano sfiora il GP a Piazza di Siena


ROBERTO PARRETTA ROMA

Tamburello
CAMPIONATO Cos ieri: CarpenetoCastel laro 134; CallianettoCavrianese (sabato) 132; CastiglioneSommacampagna 137; CremolinoMedole (sabato) 613; Solferino Monte 213 riposa Mezzolombardo. Casti glioneCarpeneto sospesa sul 99 recupero 5/6 ore 16.30. Classifica: Callianetto, Monte 34; Sommacampagna 21; Castellaro, Carpe neto* 19; Solferino 15; Cavrianese 14; Cre molino 12; Castiglione*, Medole 9; Mezzolom bardo 6. * una partita in meno

Daniele Lupo e Paolo Nicolai prima si arrabbiano, per loccasione sprecata in semifinale. Poi si esaltano, vincono la finalina e chiudo no al terzo posto il Grand Slam di Corrientes, in Argen tina. Un altro gran risultato, per gli azzurri, entrambi da poco entrati nel gruppo spor tivo dellAeronautica. Per lo ro il 4 podio in carriera, il 2 in questa stagione, dopo il secondo posto a Fuhzou, in Cina. E il 16 podio della sto ria del beach azzurro, che an cora e fin dal 1987 aspetta quel successo mai arrivato.
Paolo Nicolai, 25 anni a muro FIVB
Rimpianto e sorrisi I neo avieri

Lultimo italiano resta ancora, per la miseria di 8 centesimi, Arnaldo Bologni, nellormai lontanissimo 1994. Emanuele Gaudiano e la sua Cocoshynskhy si sono inchi nati solo al grande binomio britannico composto da Nick Skelton e Big Star, che hanno vinto il Gran Premio Citt di Roma, prova che ieri ha chiu so ledizione numero 81 dello Csio di Piazza di Siena.
Barrage Al barrage sono en

Canoa
SELEZIONE (a.fr.) Nella terza e ultima prova di selezione nazionale per la Coppa del Mon do, Daniele Molmenti chiude 5 (un tocco mil limetrico gli toglie la vittoria) nel K1 dominato dagli azzurri con Romeo che vince davanti a De Gennaro. La gara vale come qualifica agli Europei di Cracovia (Pol, 69 giugno) a cui lolimpionico partecipa di diritto. Tra oggi e luned i convocati. Le classifiche. K1 uomini: 1. Romeo, 2. G. De Gennaro, 5. Molmenti, 9. Raiba, 14. Paolini; donne: 1. Krageli (Slo), 2. Horn, 6. Giai Pron. C1 uomini: 1. Savsek (Slo), 6. Colazingari; 7. Cipressi; donne: 1. Louen (Ger), 5. Sabattini. C2 uomini: 1. BozicTaljat (Slo), 2. CamporesiFerrari, 3. BenettiCi pressi.

Tennistavolo
TRICOLORI I campionati italiani assoluti a Riva del Garda: singolo maschile a Mihai Bo bocica (40 su Stoyanov). Nel singolo fem minile successo di Wang Yu (43 su Lisa Ri dolfi). Nel doppio maschile titolo a Niagol Stoyanov e Mihai Bobocica (32 su Rech DaldossoMutti). Nel doppio donne Cristiana Dumitrache e Chiara Colantoni si sono impo ste 31 su Veronica Mosconi e Le Thi Hong Loan. Nel doppio misto Mihai BobocicaNiko Stefanova hanno sconfitto 31 Niagol Sto yanov e Lisa Ridolfi.

nella notte tra sabato e do menica avevano vinto nei quarti contro i polacchi Fija lekPrudel (21). Quindi ieri sera hanno recriminato, e pa recchio, per la semifinale persa contro gli statunitensi GibbPatterson.Perch ave vano vinto il primo set 2119 (ed erano stati 2016).E nel secondo erano arrivati avanti 118. Decisivo uno straordi nario recupero di Jake Gibb. Una palla smanacciata di fianco alla panchina e riman data in qualche modo nel campo dei nostri. Dove at terrata a filo rete, con gli az zurri a guardarsi increduli. Un colpo che valso il 2019 Usa. Poi un altro muro di Gibb (uno che ha una grande

storia: ha avuto un tumore nel 2002 e un altro nel 2010) ha fatto 11. Nel tie break gli americani sono arrivati per primi al match ball. E alla ter za occasione hanno chiuso. Cos per il 3 posto i nostri hanno trovato i brasiliani Pe dro e Bruno (il cui nome completo Bruno Oscar Sch midt: nipote della leggenda del basket Oscar), a loro vol ta superati in semifinale dai lettoni SmedinsSamoilovs. Paolo e Daniele hanno domi nato il primo 2113 e strap pato via 2321 il secondo. Mai come ora con loro due (e il loro c.t. Paulao) avevamo avuto una costanza di risul tati di cos alto livello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

trati in quattordici, con Nata le Chiaudani su Camiro 19 a raddoppiare la presenza ita liana e, al pari del netto sul percorso, stato il tempo a fa re la differenza: 41.23 per Skelton (che qui aveva gi vinto nel 2006), 41.31 per Gaudiano. Ci ho provato, ha poi detto il ventiseienne rappresentante del gruppo sportivo della Forestale. So no molto contento della ca valla, che ha saltato benissi mo sia nel primo, che nel se condo giro. Conoscendo la velocit di Skelton, mi sono detto che bisognava provarci. Sulla combinazione lho ri messa in galoppo perch la gabbia era molto corta e ho preferito non rischiare lerro re: l ho lasciato la vittoria. Una dedica? A tutte le perso ne che mi hanno aiutato que sta settimana e agli amici. Un

Gaudiano in azione ieri GRASSO

secondo posto non male, la voreremo per migliorare.


Presidente Il pienone sui gra

Tiro a segno
A MONACO Cos ieri in Coppa del Mondo a Monaco (Ger). Pistola libera uomini: 1. Zlatic (Ser) 196.7; 2. Mai Jiajie (Cina) 195.1; 3. Carre ra (Spa) 175.1; 18. Giordano 553; 31. Bruno 548. Pistola sportiva donne: 1. Yuan Jing (Ci na) 71; 2. Zhang Jingjng (Cina) 3. Diethelm (Sui) 71; 29. Genovesi 573; 60. Ricci 559; 65. Chiaberto 558.

doni e sul prato dal lato della Casina di Raffaello ha regala to alla presidente della Fise, Antonella Dallari, una bella emozione: Abbiamo cam biato look, logistica, offerto maggiori servizi ai cavalieri e ai loro staff. Vengo dal campo e conosco molto bene questo tipo di esigenze.
RISULTATI Categoria a due fasi 1.45 mt. Tab A: R Smith (BalouradoGbr) 0, 26.89; Lucia Vizzini (Lismeen Lan cerIta) 0, 27.19; Pilar Cordon (Dinky ToySpa) 0, 27.23. GP Citt di Roma: 1 N. Skelton (Big StarGbr) 0, 41.31; 2 E. Gaudiano (CocoshynskhyIta) 0, 41.31; 3 R. Smith (VoilaGbr) 0, 45.38.

Canottaggio Europei juniores Italia sette medaglie


MINSK (Biel) Sette medaglie (2 ori, 4 argenti e un bronzo), 11 equipaggi in finale, 3 quarti posti: il bottino dellItalia dei d.t. Colamonici (uomini) e Romagnoli (donne) agli Europei Juniores di Minsk. Azzurri al 2o posto del me dagliere con la Romania leader della classifi ca. I due ori sono arrivati dal quattro con di GerosaManciniPaganiPiffaretti, timonie re DAniello e dal quattro senza di Caprina AbagnaleLovisoloDi Seyssel (SC Armida). Importate anche largento dellotto femmini le.

Tuffi
TANIA TERZA (al.f.) Tania Cagnotto chiude la trasferta in Messico per le World Series di Guadalajara con un 3o posto dai 3 metri: con 335.90 punti dietro alle cinesi He Zi (370.05) e Wang Han (354.75).

Cricket
SERIE A (c.b.) Omologata Capannelle Ro maTrentino: pareggio tecnico per pioggia. Terza giornata: GenoaCapannelle Roma 106107; PianoroBologna 263101; King sgrove MilanoTrentino 285208. Classifica: Kingsgrove 60; Capannelle 50; Pianoro 40; Trentino 37; Bologna 12; Genoa 8.

Varie Maratona pace sospesa per spari


Una sparatoria fra gang di narcotraffican ti in una favelas di Rio, in Brasile, ha obbli gato le autorit a sospendere una mara tona per la pace organizzata nel quartie re. E successo a pochi minuti prima dalla partenza della Sfida per la Pace nel Com plexo do Alemao, obbligando alla sospen sione delliniziativa.

Baseball CAMPIONATO

Nuoto A STRISCIA LA NOTIZIA

Scherma COPPA DEL MONDO

Triathlon CHALLENGE RIMINI

Nettuno vince e vola in vetta


(m.c.) Nettuno fa lenplein a Rimini e vola in vetta alla clas sifica, approfittando della vit toria di San Marino su Bolo gna. In gara2 i laziali di Bagia lemani, sorretti da De Santis, risolvono con un biginning da sei punti al sesto sul calo di Corradini. Esordio con infortu nio per linterno dei Pirati Go mez. Godo, con un super San chez (3/3, 2 hr e 8pbc) rispon de a Ronchi. 8 turno, gara1: GodoRonchi 2 13 al 7 (v. Yepez 12so, p. Del Bianco; hr Cecotti 3p. al 1 e 2p. al 7). Gara2: RiminiNettu no 06. (v. R. De Santis 5bv 5so, p. Corradini); T&A San MarinoUnipol Bologna 51 (v. Magrane, p. DAngelo); Toshiba GrossetoPalfinger Reggio Emilia sosp. al 2; Par maNovara rinv.; GodoRonchi 144 all8 (v. Galeotti, p. Petra lia; hr Sanchez 4p. al 4 e 1p. al 7). Classifica: Bologna, Nettu no 812 (133); Rimini 750 (124); San Marino 687 (115); Parma 461 (67); Reg gio E. 384 (58); Ronchi e Go do 286 (410); Novara, Grosse to 200 (312).

Oggi il Tapiro alla Pellegrini

Avola secondo a LAvana


Secondo posto per Giorgio Avola nella tappa di Coppa del Mondo di fioretto a LAvana. Con qualche rimpianto. In fi nale Avola ha ceduto 1514 a Imboden dopo essere stato in vantaggio 136 ed essere col pito dai crampi. E il terzo po dio stagionale per Avola, bene anche Daniele Garozzo, out ai quarti. Nella prova di sciabola femminile a Tianjin (Cina), lontane dal podio Irene Vecchi e Lucrezia Sinigaglia, fuori nei sedicesimi. Spada: Diego Con falonieri il migliore degli az zurri, 7.
Risultati. Fioretto uomini a LAvana. Fi nale: Imboden (Usa) b. Avola 1514. Se mifinali: Imboden (Usa) b. Khovanskiy (Rus) 158; Avola b. Chida (Giap) 1514. Quarti: Chida (Giap) b. Garozzo 156. Sciabola donne a Tjanjin. Finale: Dyachenko (Rus) b. Zagunis (Usa) 1511. Semifinali: Dyachenko (Rus) b. Lembach (Fra) 158 Zagunis (Usa)b. Kim (Kor) 15 13. Ottavi: Kim (S.Cor) b. Sinigaglia 153; Galiakbarova (Rus) b. Vecchi 1514. Spada uomini a Buenos Aires (Arg). Fina le: Limardo (Ven) b. Beran (R.Ceca) 15 14. Semifinali Beran (R.Ceca) b. Acker mann (Ger) 1210; Limardo (Ven) b. Zawrotniak (Pol) 1512. Quarti: Beran (Cze) b. Confalonieri 76.

Fontana beffato da Mc Cormack

Football
SERIE A1 IFL (m.l.) Week 8. Turno con 3 gare interdivisionali. Risultati: Marines La zioSeamen Milano 3734; Rhinos Milano Warriors Bologna 2821; Panthers Parma Hogs Reggio Emilia 530. Classifiche. Girone A: Parma 857 (61); Seamen Mi 714 (52); Rhi nos Mi, Bolzano 285 (25). Girone B: Bologna, Ancona 571 (43); Reggio Emilia 429 (34); Lazio 285 (25).

Vela Vento di Sardegna lItalia alla Ostar


(r.ra.) Parte oggi dallInghilterra la 14a edizio ne della Ostar regata in solitario sulla rotta Plymouth (Gb)Newport Rhode Island (Usa). Tra i 18 concorrenti che sfideranno le circa 2900 miglia nellAtlantico settentrionale an che Andrea Mura su Vento di Sardegna. La regata si preannuncia impegnativa fin dalla partenza a causa di una burrasca.

Ghiaccio
KOSTNER KAZAKA Carolina Kostner nel weekend ha partecipato a un doppio presti gioso Gala in Kazakistan (ad Almaty e Asta na per un totale di oltre 10.000 spettatori) in onore dellargento mondiale Denis Ten.

Tartaglini a segno
(r.ra.) Flavia Tartaglini a Medemblick (Olan da) ha vinto la Delta Lloyd Regatta Eurosaf (circuito europeo per le classi olimpiche) nella classe RS:X femminile. La velista roma na, portacolori delle Fiamme Gialle, ad aprile aveva vinto a Palma di Maiorca la penultima tappa del circuito mondiale. Alle spalle del lazzurra hanno chiuso lisraeliana Davidovi ch e la spagnola Manchn. Nel 49er FX Con ti Clapcich 9, nel 49er PlazziMolineris 6.

Hockey ghiaccio
Daniel Fontana e Mc Cormack
PLAYOFF NHL E Boston lavversaria di Pit tsburgh nella finale della Eastern Conferen ce dei playoff Nhl. Sabato (semifinali). Ea stern: BostonNY Rangers 31 (serie 41). Western: ChicagoDetroit 41 (serie 23).

Federica Pellegrini col Tapiro

Onelio Fondin, Nettuno CB/OLDMAN

Stasera a Striscia la Notizia Valerio Staffelli consegner il Tapiro doro a Federica Pelle grini, la motivazione per la fine della quasi biennale love story con Filippo Magnini, ma soprattutto perch stata de finita una mangiatrice di uo mini. La nuotatrice ha confer mato che fra lei e Magnini tut to finito e si detta dispia ciuta per le voci false che giravano su una sua storia con il preparatore atletico Matteo Giunta, che anche il cugino di Magnini. Federica ha ag giunto che comunque i rap porti con il suo ex sono buoni, tanto vero che verso i Mon diali di Barcellona continue ranno ad allenarsi insieme sotto la guida di Philippe Lu cas. E sul gossip che da sempre la insegue, ribadisce: Penso solo allo sport e mi sto prepa rando per le prossime gare. La stessa Pellegrini ha postato su Twitter la notizia del pre mio, con queste parole Adesso ce lho anchio!!! Lu ned su striscia la notizia!!! Grazie @VStaffelli!!!!.

(al.f.) Dopo quattro ore di fati che, soltanto tre secondi sepa rano alla fine Daniel Fontana dal successo al primo Challen ge Rimini che ha visto al nastro di partenza 1100 atleti. Lau straliano Chris Mc Cormack, due volte iridato di Ironman, beffa in volata lazzurro autore di una bella ma troppo dispen diosa rimonta negli ultimi chi lometri di corsa che ha sofferto lultimo e decisivo allungo del laustraliano. Mi sono manca te le forze per rispondere al lultimo allungo di Macca ha detto Fontana dopo il tra guardo ho gareggiato per vincere, a caldo questo piazza mento ha un gusto un po ama ro, ma so di aver fatto tutto il possibile per batterlo. Ha chiuso al terzo posto Alessan dro Degasperi, mentre in cam po femminile si imposta lun gherese Erika Csomor.
Risultati. Uomini: 1. Mc Cormack (Aus) 4h0157; 2. Fontana 4h0200; 3. Dega speri 4h0341. Donne: 1. Csomor (Ung) 4h3934; 2. Riesler (Ger) 4h4136; 3. Lindholm (Sve) 4h4432.

Hockey pista
CORREGGIO PROMOSSO Dopo 3 anni Correggio torna in A1: nel ritorno della fina le a Pieve San Giacomo (Cr) gli emiliani han no battuto 76 (al golden gol) il Pieve 010 San Daniele Po. L SPV Viareggio gi stato promosso dopo la stagione regolare.

Gravissimo lutto per Stefano Arcobelli


Un gravissimo lutto ha colpito la famiglia del nostro collega Stefano Arcobelli. Si spenta, allet di 78 anni, la madre Maria Ciccia. I funerali avranno luogo oggi alle 16 nella Chiesa della Madonna del Rosario a Patern (Catania). Tutta la redazione della Gazzetta vicina a Stefano e alla famiglia con grande affetto.

Nuoto
RIVOLTA (al.f.) A Gallarate Matteo Rivolta nuota i 100 farfalla allaperto in 5299. CIELO E MOROZOV (al.f.) A Irvine (Usa). Uomini: 50 sl Morozov (Rus) 2178. A Phoenix (Usa). Uomini: 50 sl Cielo (Bra) 2201. A Van couver (Can). Uomini: 200 mx Lochte 20015. Donne: 200 ra Van Beilen 22951; 100 fa Thomas (17) 5878. RANA GIAPPONESE (al.f.) A Sagamihara (Giap). Uomini: 50 sl K. Itou 2236; 50 do Irie 2517; 200 ra Kohinata 21043; 100 fa Umemoto 5244. Donne: 200 ra Kaneto 22383 (3 t. 2013); 100 fa Hoshi 5856.

Pallamano
BRAVA ITALDONNE (an.gal.) Bella vittoria per lItalia che ha vinto il Torneo internazio nale 4 Nacins a Carballo (Spa). Dopo aver superato 2322 la Catalogna in semifi nale, lItalia ha sconfitto 27 22 la Galizia. EURO 2014 A Veszprem (Ung) sorteggiati i gironi di qualificazione agli Europei donne di Ungheria e Croazia (721/12/2014): Italia nel gruppo 4 con Olanda, Spagna e Turchia. Passano le prime 2.

La Direzione, le Redazioni e le Segreterie de La Gazzetta dello Sport, Sportweek e Gazzetta.it partecipano con grande affetto al dolore di Ste fano e dei familiari, per la scomparsa dell'amata mamma - Milano, 26 maggio 2013.

Maria Ciccia Arcobelli

Giorgio Avola, 24 anni BIZZI

56

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno _la crisi dellacciaieria


A CURA DI GIORGIO gda@gazzetta.it

DELL'ARTI

CONSUMI GI

A notizie
S

Tascabili
Mercoled si decide sulla procedura

Ma se ora lIlva chiude il Paese cosa rischia?


Caos a Taranto: il cda lascia e il governo lancia lallarme: Se si ferma il polo, addio alla siderurgia. Si stimano danni per 3,5 miliardi
C qualcuno che ha inten zione di comprarsi lIlva, la grande acciaieria di Taranto, come si evince da una dichiara zione di ieri del ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato. Il passaggio questo: Il polo del lacciaio, e lIlva in particolare, deve rimanere italiano, dobbia mo fare di tutto per farlo rima nere italiano. una questione strategica: dalla siderurgica di pende la meccanica, per rimane re competitiva deve avere accia io prodotto in luoghi abbastan za vicini. no delle scadenze, il governo avrebbe controllato, eccetera.

LUe allItalia: deficit ok Verso stop a infrazione


Mancano 2 giorni a mercoled, ma lItalia pu gi tirare un sospiro di sollievo e considerarsi fuori dalla procedura di infrazione europea per deficit eccessi vo. Lorientamento favorevole della Commissione Ue stato reso noto ieri grazie alle indiscrezioni sulla bozza del documento di raccomandazione che verr sottoposto ai 27. Alla notizia rimbalzata da Bruxelles, Letta ha fatto trapelare soddisfazione: Una buona notizia per il Paese. Si calcola infatti che si libereranno 8 10 miliardi per le emergenze del Paese. Sul tema il leader del Pd Epifani ha aggiunto: Serve una terapia choc o sar allarme sociale.

4 Che soluzioni ci sono?


Tutto reso pi difficile dal fat to che anche qui in corso uno scontro feroce tra coloro che giudicano pi importante lambiente e coloro che metto no al primo posto il lavoro. Il giudice Patrizia Todisco, lea der suo malgrado degli am bientalisti, ha poi davvero ra gione al cento per cento? Gira no statistiche dalle quali si evince che a Taranto, bench avvelenata, si muore meno che da altre parti, se chiude Taran to deve allora chiudere pi o meno tutto il sistema indu striale italiano, inquinante ovunque. La soluzione pi ov via sarebbe quella suggerita da Carlo De Benedetti: lo Stato si piglia lacciaieria, risana e poi vende. Per statalizzare lIlva, per, ci vuole il permesso di Bruxelles.
LIlva di Taranto d lavoro, compreso lindotto a 24 mila persone ANSA

1 Come mai esce fuori questa


storia di qualcuno suppongo straniero che si vuole com prare lIlva?

La Procura di Taranto ha calco lato quanto hanno risparmiato i Riva evitando di mettere in at to le bonifiche obbligatorie. Fi niti i calcoli, hanno disposto il sequestro della somma venuta fuori: otto miliardi e cento mi lioni di euro. Non credo che nella storia giudiziaria del Pae se la magistratura abbiamo mai tentato di metter le mani su un capitale simile.

2 Mi faccia capire: i giudici di Ta


ranto hanno sequestrato ai Ri va otto miliardi e cento milio ni? E dove li hanno trovati? In qualche cassetto? E i Riva non si sono opposti?

I Riva, compreso il vecchio Emi lio, sono agli arresti domiciliari da una decina di mesi. Uno di loro latitante. La Procura ha deciso di sequestrare gli otto

miliardi e cento milioni, ma fi nora riuscita a trovare poco meno di un miliardo. Abbiamo cercato in dodici citt. Da Po tenza a Milano. Abbiamo visita to 16 banche diverse, bloccato e aggredito depositi, titoli, parte cipazioni societarie, immobili. Presto apriremo le cassette di sicurezza. C per un punto, nellordinanza di sequestro, che mette a repentaglio tutta la fabbrica. I giudici hanno colpi to i beni della societ che pos siede l83% dellIlva, e che si chiama Riva Fire, e in via resi duale gli immobili dellIlva che non siano strettamente indi spensabili allesercizio dellatti vit produttiva. Cio, dicono i giudici: sequestriamo gli otto miliardi e cento milioni, pren dendoci, se i contanti non ba stano, gli immobili di Riva Fire, e se gli immobili di Riva Fire non bastano, prendiamoci i be ni della stessa Ilva, purch non siano indispensabili alla produ zione. Per il cda dellIlva ha ri sposto che tutti gli immobili dellIlva sono necessari alla produzione e che lordinanza di

sequestro mette di fatto la fab brica nellimpossibilit di pro durre. Sono seguite le dimissio ni di tutti i consiglieri, compre so linsospettabile Enrico Bon di, gi risanatore di Parmalat e messo l a fare lamministratore delegato da poche settimane. Bondi sar oggi a Roma per in contrare il ministro Zanonato. Domani dovrebbe esserci un vertice con lo stesso Letta. Il ri schio che lIlva chiuda per sem pre esiste. La preoccupazione, o linsinuazione, del ministro so no un nuovo elemento di confu sione. Tutto questo baillamme prepara lingresso di uno stra niero nel complesso tarantino?

5 Che cosa stiamo rischiando,


sul serio, in caso di chiusura?

3 Chiunque arrivasse dovrebbe


mettere questi otto miliardi per bonificare.

Si direbbe di s. Ma la legge va rata in tutta fretta dal prece dente ministro Clini ne preve deva tre, da imputare ai Riva, e dava tempo per il risanamento fino al 2017, con il cosiddetto cronoprogramma, cio cera

LIlva di Taranto d lavoro, compreso lindotto, a 24 mila persone. Se si considera tutto il gruppo, i posti a rischio sareb be 40 mila. Federacciai ha cal colato i danni finanziari: senza lIlva dovremmo cominciare a comprare allestero anche i cin que milioni di tonnellate di ac ciaio che adesso le industrie prendono a Taranto. Fa un dan no di 2,53,5 miliardi. Le man cate esportazioni ci costereb bero 1,22 miliardi lanno. La bilancia commerciale peggio rerebbe di 3,75,5 miliardi. I nuovi costi per la logistica, per gli oneri finanziari, per gli am mortizzatori sociali, il calo dei consumi dovuto al tracollo dei redditi, pi lo spopolamento della citt, destinata a scende re da poco meno di 200 mila a 30 mila abitanti, valgono anco ra un danno di altri 45 miliar di. Un danno minimo di 11,5 e massimo di 16 miliardi lanno. Senza contare le ripercussioni sociali.

La spesa alimentare indietro di 20 anni La crisi modifica le abitudini di spesa degli italiani. Se i consumi per alimentari e bevande non alcoliche tornano indietro di 20 anni al livello del 1992, aumentano quelle per le bollette per la casa, i combustibili e lenergia e schizzano quelle per le comunicazioni. quanto si legge nelle tabelle allegate al Rapporto annuale dellIstat che riportano i valori concatenati al 2005, dalle quali emerge che, dopo il picco di quasi 130 miliardi nel 2006, nella spesa per il cibo si tornati nel 2012 ai 117 miliardi del 1992, vale a dire un calo di quasi il 10% in 6 anni

Francia: caccia allaltro aggressore

Il massacro di Londra Uno dei killer del soldato gi arrestato in Kenya

Soldati inglesi portano fiori a Woolwich (Londra) dove stato ucciso il loro collega Lee Rigby EPA
Alta tensione a Londra dopo luccisione di un soldato a colpi di mannaia da due britannici di origine nigeriana convertiti allIslam radicale. Ieri la notizia di un accoltellamento non lontano dal luogo dellattacco ha alzato lallerta, ma la polizia ha poi riferito che non c legame tra i due fatti. C, invece, la conferma che un killer era stato arrestato in Kenya nel 2010 perch sospettato di volersi unire ad estremisti in Somalia. E in Francia caccia alluomo che ha aggredito un soldato sabato a Parigi: il ministro dellInterno Valls ha detto che si tratta di terrorismo.

Angelus sul prete ucciso a Palermo

Il Papa striglia i mafiosi Don Puglisi ha vinto


I mafiosi volevano sconfiggere don Puglisi perch sottraeva loro i giovani, ma lui che ha vinto. Le parole che Papa Francesco ha pronunciato ieri per celebrare la beatificazione del prete palermitano ucciso da Cosa Nostra hanno ricordato quelle di Giovanni Paolo II nel 1993 ad Agrigento: Preghiamo perch il Signore li converta, non possono fare i nostri figli schiavi. Al mattino, Bergoglio aveva visitato la parrocchia romana di Santi Zaccaria e Elisabetta, allestrema periferia nord, e improvvisato una omelia con botta e risposta su Maria: La realt si capisce meglio dalle periferie che dal centro.

LE ELEZIONI COMUNALI A ROMA IL DATO PI ALLARMANTE: 20% IN SOLI CINQUE ANNI. OGGI LE URNE RIAPRONO FINO ALLE 15

FONDI ALLE SCUOLE MATERNE PRIVATE

Amministrative, crolla laffluenza Vota il 44,67%, 15% rispetto al 2008


Sette milioni chiamati al le urne, ma tanti, troppi, hanno preferito fare altro nellultima domenica di maggio. Ieri laf fluenza della prima giornata di voto per le elezioni comunali stata parecchio deludente. Alle 22 aveva votato il 44,67% de gli aventi diritto ed il con fronto con lultima tornata a ri sultare fragoroso: nelle prece denti amministrative alla stes sa ora la cifra superava il 60%. Il trend negativo ha, comun que, segnato tutta la giornata e alle 19 il dato era solo del 34,36%. Percentuali ovunque in calo, con un crollo al di sopra di ogni aspettativa a Roma: l andato alle urne il 37,69%, ri spetto al 57,20 del 2008. Tra dotto: si scende incredibilmen te gi di 20 punti. Oggi alle 7 riaprono i seggi fino alle 15, mentre in caso di ballottaggio si voter il 9 e 10 giugno.
Paure e curiosit Eppure lele

zione importante e corposa: riguarda 564 comuni. Ben 14 i capoluoghi di provincia, tra cui pure Brescia, Siena e Vicenza. Si vota anche in Valle dAosta per il rinnovo del Consiglio re gionale, ma solo in provincia di Brindisi c stata tensione: nel la piccola a Carovigno ieri si saputo di un incendio doloso

che ha danneggiato la residen za estiva del senatore Pdl Vitto rio Zizza, sindaco uscente e candidato al consiglio. Ma il turno ha regalato anche curio sit diffuse, a partire da una raffica di multe per propagan da elettorale non consentita al lingresso delle sezioni di voto a Castellamare di Stabia (dove un candidato che pretendeva la prova del voto tramite cellu lare stato accompagnato in commissariato). E pure laper tura dei seggi al fotofinish a Sulmona (LAquila) dove le schede elettorali sono state ri stampate dopo un errore rile vato sabato. Batte tutti il caso di Montesano Salentino (Lec ce): l c una sola lista in lizza e quindi un solo candidato. Sap piamo gi che il sindaco si chia mer Silvana Serrano.
cont.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Referendum di Bologna Solo il 29% ai seggi Caos organizzativo


Nonostante gli inviti e le aspettative stata bassa laffluenza alle urne, a Bologna, per il referendum consultivo sui fondi che il Comune eroga alle scuole materne private. In totale hanno votato 85.934 persone, il 28,71% degli aventi diritto. Soddisfatto, per, il comitato promotore Articolo 33. Laffluenza di gran lunga superiore al numero di cittadini direttamente coinvolti dalla decisione portata alle urne con il referendum, dunque la citt intera ha compreso la portata collettiva di questa questione. Non sono per mancati gli ostacoli organizzativi per i promotori: In molti luoghi secondo le lamentele espresse il personale del Comune non era in grado di guidare le persone al proprio seggio di riferimento. A unora e mezza dalla chiusura dei seggi, con 50 scrutinati su 199, era davanti lopzione A, cio quella che chiedeva di togliere i finanziamenti.

il sindaco di Roma, Gianni Alemanno (a sinistra), e il suo sfidante di centrosinistra, Ignazio Marino, ieri ai seggi AP

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

57

ALTRI MONDI

Bruciata viva dal fidanzato Lui confessa: Ero geloso


Cosenza, delitto della 16enne Il ragazzo crolla: Lho fatto perch lei non mi voleva pi
DANIELE VAIRA

A
PRIMO NEGLI USA S

I PREMI DEL FESTIVAL 2013

Fabiana Luzzi, la 16enne uccisa venerd in provincia di Cosenza ANSA

Ha confessato sabato notte davanti al magistrato: S, lho uccisa io ed era ancora viva quando le ho dato fuoco. D.M., 17 anni, ha raccontato cos lomicidio della fidanzata sedicenne Fabiana Luzzi a Co rigliano Calabro, paese in provincia di Cosenza, avvenu to 24 ore prima. Un racconto di parole secche, quasi che il pro tagonista della vicenda fosse un altro. Ma quello che sem brava interessarlo di pi, nel corso dellinterrogatorio, era di andare a dormire. Sono stanco ha detto pi volte voglio andare a letto. I carabi nieri lo hanno tenuto per ore sotto torchio, da ben prima che, in nottata, scattasse il fer mo per omicidio volontario. Da quando, cio, gli investigatori si erano resi conto che la vicen da della scomparsa di Fabiana e quella delle strane ustioni sul volto e sul dorso delle mani del

diciassettenne si sovrappone vano. Gi da venerd pomerig gio, i militari stavano cercando di chiarire il perch della scom parsa della sedicenne, uscita dallistituto per ragionieri che frequentava e mai arrivata a casa. Nelle ore immediatamen te successive alcune amiche della giovane avevano parlato

Su Facebook la rabbia degli amici Non c piet per chi lha ammazzata
di quel ragazzo andato a pren derla col motorino davanti a scuola. E, quando quello stesso giovane i carabinieri se lo sono ritrovato in ospedale con ustio ni al volto ed alle mani, sono iniziati i sospetti.
La rabbia Le domande sono proseguite per tutta la giornata

di sabato, fino alla confessio ne: Abbiamo litigato, lei ha cercato di aggredirmi ed io lho colpita pi volte con un coltel lo. Poi sono andato a casa, sono riuscito, mi sono procurato una tanica di benzina e sono tornato a darle fuoco quando era ancora viva. Allorigine della lite un rapporto contra stato fatto di alti e bassi e, ha detto lui, di gelosie reciproche. Un legame che anche i genitori della 16enne avevano osteg giato. Adesso il ragazzo rin chiuso nel carcere minorile di Catanzaro. Dolore e rabbia so no i sentimenti che hanno in vaso Corigliano. Amici e cono scenti della ragazza le hanno lasciato centinaia di messaggi su Facebook. Cuoricini, foto, poesie per ricordare una stella che volata via e una ragaz za che sorrideva sempre. Non sono mancati i commenti con tro il fidanzato: Non c per dono, tanta crudelt merite rebbe la pena di morte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL SUICIDIO IN UN BOSCO

Perugia, uccide un bracciante e poi si impicca


Si suicidato Francesco Cristofari, il 50enne di Marsciano, in provincia di Perugia, ritenuto lautore dellomicidio di Roberto Burnelli, ucciso, sabato, nel suo capannone, mentre stava caricando frutta e verdura sul suo furgone per recarsi al mercato. Il killer gli aveva tagliato la gola, dopo averlo colpito alla testa con un bastone. A dare lallarme una sua dipendente, ex moglie del sospettato, che arrivando in azienda aveva sentito un urlo e visto scappare lex marito. Cristofari si impiccato non lontano da dove aveva lasciato il furgone usato per la fuga, in un punto di boscaglia fitta.

Fast and Furios sbanca il box office Il sesto capitolo della saga Fast and Furious, appena uscito negli Stati Uniti, e le sue corse automobilistiche mozzafiato prendono subito la vetta del box office americano con 98,5 milioni di dollari nei primi tre giorni in cui era sul grande schermo. Dietro al film con Vin Diesel (nella foto) e Paul Walker, unaltra new entry: la commedia Una notte da leoni 3 che ha raccolto 42,1 milioni e che uscir nelle sale italiane il 30 maggio. Terzo gradino del podio per il film di fantascienza Star Trek Into Darkness con 38 milioni nel weekend e 156,8 in totale

Il regista Abdellatif Kechiche con Lea Seydoux e Adele Exarchopoulos premiati ieri a Cannes AFP

A Cannes trionfa La vie dAdele Deluso Sorrentino


Palma doro al film sullamore saffico di Kechiche. Dern miglior attore, regina la Bejo
EMANUELE BIGI

Sabato della settimana

Le notizie che non lo erano


DI LUCA SOFRI

Lesorcismo del pontefice annunciato e poi smentito

scorsa Repubblica ha messo in prima pagina uninchiesta intitolata Ecco lagenda rossa di Borsellino dopo la strage. Il riferimento era a un discusso mistero che riguarda le indagini sullattentato che uccise il giudice Borsellino e a una sua agenda che non mai stata ritrovata: adesso le immagini di un video girato dopo lattentato, spiegava Repubblica, mostravano qualcuno che rimuoveva dallarea dellattentato quellagenda. Ma una rapida verifica della Polizia scientifica e dei magistrati di

Caltanissetta ha dimostrato mercoled che quello nelle immagini un parasole di cartone, non unagenda. Per diverse ore i maggiori siti di news americani, e quindi anche quelli italiani, hanno scritto che i morti seguiti al tornado in Oklahoma di luned erano 91. Ma i conti erano stati sbagliati e la cifra stata poi corretta a 24. Il direttore della rete TV2000 ha ammesso che era una notizia vera ma vera solo in parte e in parte non vera e si scusato per aver intaccato la verit dei fatti e per le persone

coinvolte, dopo aver annunciato che Papa Francesco aveva praticato un esorcismo nei confronti di un malato, notizia ripresa il giorno dopo da tutti i quotidiani. Non era un esorcismo, solo una preghiera con le mani appoggiate sulla testa della persona in questione, ha spiegato il responsabile stampa del Vaticano. Lagenzia di stampa Ansa e molti siti di giornali hanno scritto che il soldato ucciso a Londra da un fanatico islamista si chiamava Drummer Lee Rigby: lo stesso hanno detto alcuni telegiornali nazionali. Ma il nome era soltanto Lee Rigby: drummer (tamburino) il titolo militare delluomo.

La diva Uma Thurman, 43 anni: ieri lattrice americana ha consegnato la Palma doro

Il 66 Festival di Cannes ha eletto il suo re dallo scettro inconfondibile (la Palma doro) e purtroppo non di nazionalit italiana. Paolo Sor rentino e il suo La grande bellezza tornano a casa a bocca asciutta. Nonostante sia stato apprezzato dalla critica internazionale il film del regista napo letano non ha conquistato la giuria capitanata da Steven Spielberg. Il re di questa edizione 2013 sventola la bandiera della Tunisia e porta il nome di Abdellatif Kechiche che con il suo La vie dAdele ha entusiasmato tutti. Il pubblico del Grand Thtre Lumire si alzato in piedi e non smetteva di applaudire quando Spielberg ha fatto il suo nome. Ma con lui ci sono due regine: le bra vissime attrici, visibilmente emozionate, Adele Exarchopoulos e Lea Seydoux, interpreti di una storia damore passionale e struggente. Un premio che eccezionalmente va anche a loro, di ce il pap di E.T. Emozionata e incredula era anche la francese Berenice Bejo, vincitrice della Palma per la migliore interpretazione femminile in The Past, delliraniano Asghar Farhadi. Non me lo aspettavo proprio. Il veterano Bruce Dern, padre alla ricerca di un riscatto in Ne braska di Alexander Payne, riceve il pre mio per la miglior performance maschile. Peccato per il giovane e talentuoso Oscar Isaac, cantante folk in Inside a Llewin Da vis dei fratelli Coen. In compenso i registi di Non un paese per vecchi ottengono il Gran Premio della Giuria, ritirato proprio dal loro at tore. Erano nella lista dei migliori film del festival il giapponese Like Father, Like Son di KoreEda Hi rokazu e il cinese A Touch of Sin di Jia Zhangke che rispettiva mente ricevono il Premio della Giuria e quello per la sceneg giatura (consegnato dalla no stra Asia Argento). Inaspetta to invece il riconoscimento per la regia al messicano Omar Escalante per il violento Heli. chiedono un mutuo in banca. Oggi le banche fanno la voce grossa per rinegoziare il de bito, chiedendo tassi dinte resse stratosferici e imponen do tappe di rientro forzato del debito. Da qui ipotesi di cessioni, riduzioni dei costi, cassa integrazione: idee scia gurate che vedono coinvolti 800 lavoratori che nulla han no avuto a che fare con gli er rori di gestione suddetti, ma anzi in tanti casi si sono op posti non ascoltati a tali decisioni. Per questa settimana noi ci aspettiamo da tutti voi la se riet che dovuta da chi deve essere il motore della ripar tenza economica e rivendica di essere al servizio della cre scita sociale, civile e cultura le del Paese.
Rsu RcsMediaGruop (Quotidiani)

Per il futuro di Rcs si apre una settimana decisiva: oggi il patto di sindacato, gioved lassemblea dei soci che dovr decidere se ricapi talizzare la societ o lasciare Rcs in mano al curatore falli mentare. Molti sono i fattori che han no condotto la nostra societ in questa situazione: la cadu ta della raccolta pubblicita ria in seguito alla crisi econo mica e finanziaria, la perdu rante bassa propensione alla lettura degli italiani, il prepo tente sviluppo in Internet di nuovi canali informativi pi congeniali a gusti e abitudini dei lettori di nuova genera zione, gli errori del manage ment avallati dagli azionisti. Mentre nei primi tre casi po co imputabile a cause inter ne, nel comportamento di

COMUNICATO SINDACALE
management e azionisti non si possono non rilevare macro scopici errori: dallerrata valu tazione degli andamenti di un mercato editoriale che si mo dificava aggredito dalla crisi, alla lentezza nellintervenire su settori di business che da anni presentavano difficolt a mantenere i conti in attivo, a causa anche della complessit di una parte dell azionariato che cercava di assicurarsi quo te di potere e rappresentanza allinterno del Gruppo. Ma lerrore principale del gruppo dirigente, allorigine degli attuali problemi patri moniali di Rcs stato certa mente lacquisto del gruppo spagnolo Recoletos realizzato nel 2007 a un prezzo fuori mercato indebitandosi fino al collo. Un investimento dai contorni ambigui e misteriosi che ha visto coinvolti a vario titolo tutti gli attori che in que sta settimana dovranno deci dere se dare continuit alla so ciet o se consegnarla alla giu stizia amministrativa, an chessa colpevole di non aver vigilato allepoca su una socie t quotata in borsa che vedeva operare come venditore e compratore in un teatrino di personaggi che si intrecciava no a filo doppio. I lavoratori di Rcs Media group, giornalisti e poligrafi ci, sono consapevoli della deli catezza della situazione e han no sin qui dato prova di re sponsabilit siglando accordi, spesso anche dolorosi, che hanno creato e creano i neces sari presupposti per il rilancio di un Gruppo editoriale che da oltre un secolo, attraverso le sue testate quotidiane e perio diche e la produzione libraria, ha raccontato la storia del no stro Paese, contribuendo in maniera significativa allo svi luppo della democrazia e alla crescita culturale dei cittadini italiani. Siamo certi che anche i princi pali azionisti del Gruppo, pro tagonisti anchessi della storia civile ed economica di questo Paese e che nelle numerose in terviste rilasciate ai Media non mancano di affermare il loro ruolo al servizio della Na zione, sono consapevoli del valore non solo economico di Rcs per la societ italiana e che sapranno tenerne conto nel momento delle decisioni evitando il rischio della proce dura concorsuale. Tenendo al tres conto di tutti gli errori e le omissioni che sono stati compiuti ai danni di questo Gruppo e di chi con dedizione vi lavora ogni giorno. Una parola anche per i nostri grandi creditori e in buona parte azionisti del presente e del passato, le banche. Pro prio loro non lesinarono il cre dito a basso prezzo quando si tratt di acquisire Recoletos, aprirono il portafoglio per un miliardo di euro senza battere ciglio, anzi strizzando loc chiolino un atteggiamento ben diverso da quello riserva to di solito ai comuni mortali che vengono vessati da mille richieste e difficolt quando

58

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

COPPIA referenziatissima offresi come custodi, lui pratico domestico, cuoco, giardiniere, autista, lei guardiaroba, cucina, pulizie. Telefonare 0546.56.02.03 - 333.56.54.773. SRILANKESE referenziato, patenti B C D, offresi custode, domestico, giardiniere, operaio. Anche estero. 347.71.67.785 ESPERTO paghe job sistemi cerca collaborazione con studi e aziende che comprenda anche contabilit. 347.63.24.032 BULGARA referenziata, pluriennale esperienza, offresi badante/domestica, fisso vitto/alloggio. Milano. 328.40.76.518 SRILANKESE referenziata, pluriennale esperienza, offresi badante/baby-sitter/pulizie solo giorno. 320.27.26.996

CORSICO centro adiacenze Cavour nuovo 4 locali, biservizi, balconi 301.000,00 euro, possibilit box CE: B - IPE: 53,26 kWh/mqa. 02.45.11.91.66

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

BANCHE multinazionali necessitano di appartamenti o uffici. Milano e provincia 02.29.52.99.43. MULTINAZIONALE cerca per dipendente trilocale/quadrilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25

ABILE impiegato commerciale, in mobilit, pluriesperienza ordini, offerte, bolle, inglese buono, francese ottimo, Office. 339.48.09.594. CONTABILE pluriennale esperienza, offresi per lavori di contabilit, amministrazione a vari d'ufficio. Libera subito. Cell. 338.23.90.087 ENERGIA esperto gestione piani commerciali, creazione reti agenti (mercato energie rinnovabili) offresi. 339.88.64.870 RESPONSABILE commerciale Italia export, ingegnere, mobilit, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese. 334.78.16.019 35ENNE architetto a Milano, abilitato dal 2008, ottimo autocad, offresi dalle ore15 alle 17 - cell. 377.30.53.334 COMMERCIALE Estero arredamento sedute ufficio contract, gestione ampliamento portafoglio clienti scouting, organizzazione. 345.79.56.127. COMMERCIALE / venditore iscritto liste mobilit con pluriennale esperienza disponibilit trasferte valuta proposte. 342.93.35.487 AUTISTA operaio patente de adr cisterne radioattivi cqc rinnovato, libero subito. Cell: 348.06.24.604 CERCHI un sarto personale per il tuo stile? Contattami 348.00.44.564 kales3@virgilio.it CERCASI lavoro come giardiniere, cuoco, domestico o badante. Pluriennale esperienza. 338.50.00.815 COLLABORATRICE famigliare italiana pratica cucina, guardaroba, offresi fissa (anche villeggiatura). Tel. 349.06.75.726

AFFITTASI 4 locali (mq. 70) uso ufficio/ abitazione primo piano in Milano, via Ciovasso 5. CE: G - IPE: 175,00 kWh/ mqa. 02.29.40.46.71 BOX doppio vendesi. Viale Cirene. Non soggetto all'obbligo di CE. 02.88.08.31 MOLINO DELLE ARMI - moderni, razionali uffici 380 mq stabile direzionale. Prezzo interessante. Posti auto. CE: F - IPE: 63,1 kWh/mca 02.88.08.31 REPUBBLICA /V.Veneto affittasi uffici luminosi 400 mq balconata ingresso indipendente, posti auto. Prezzo interessante. CE: F - IPE: 61,21 kWh/mca 02.88.08.31 REPUBBLICA adiacenze vendiamo ufficio ottimo reddito mq 129. Euro 412.500 CE: G - IPE: 187,5 kWh/mca 02.67.07.53.08

CQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85 BOUTIQUE acquista oro, gioielli, diamanti, argenteria, monete. Via Torino 20-Milano. 02.86.46.17.26 - Luned chiuso - boutique.it compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26

PUNTO D'ORO

AMMINISTRAZIONE - Controllo di gestione- Organizzazione aziendale dirigente neo pensionato esamina proposte collaborazione/consulenza. pllbnr@virgilio.it

AFFORI MM bilocale nuovo 190.000,00. Contesto signorile. CE: D - IPE: 111,1 kWh/mqa 02.66.20.76.46 ARGONNE mq 140 piano alto 590.000,00. CE: E - IPE: 137 kWh/ mqa. 335.68.94.589 BILOCALE nuovo Gerusalemme/Sempione, panoramico, pronta consegna. CE: B - IPE: 42,7 kWh/mqa 02.34.59.29.72 CUSANI appartamento affrescato terrazzo giardino 470 mq, zona servizio. www.filcasaservice.it Valore da Progetto CE: D - IPE: 104,5 kWh/mqa 02.89.09.31.72 - 02.88.08.31 LAVATER splendido appartamento 6 piano mq 245 terrazzo balconi box posto auto. CE: F - IPE: 175 kWh/mqa 338.50.42.726 MM PAGANO adiacenze. Nuove mansarde, ottime finiture, luminose, silenziose. CE: B - IPE: 45 kWh/mq 02.88.08.31 PIAZZA CASTELLO stabile epoca ristrutturato. Salone con soppalco, terrazzino, 2 camere, cabine armadio, biservizi. Box. CE: C - IPE: 80,07 kWh/ mqa www.filcasaservice.it 02.80.09.36.75 REPUBBLICA quadrilocale, servizi, libero. Euro 365.000 CE: da G - IPE: 187,5 kWh/mqa 02.67.07.53.08 VENDONSI due noti preziosi palazzi nell'elegante centro storico di Milano 327.61.92.034

ABBIAMO euro 69.000 Liguria Pantelleria Oltrepo' Monte Rosa Sardegna nuovi pronti arredati atto subito pagamento anche! Perch cos poco? Perch sono le ultimissime opportunit di un presente da dimenticare conseguenza del declino. Prezzi anni '80. Mai pi cos. Sono 30 in tutto. N debiti n mutui. Tel. 035.47.20.050 AFFARISSIMO Liguria di Levante villetta piano unico 6 posti letto, ampio giardino circostante, pronta da abitare 188.500 euro. C.E: C - IPE: 65 kWh/ mq 035.41.23.029 ROQUEBRUNE Cap Martin novit! Esclusivi appartamenti nuovi. Piscina. Vista mare. Da euro 150.000! italgestgroup.com 0184.05.55.50

SAN BENEDETTO - www.hpresident.it - 0735.65.0202. Centrale. Spiaggia. Parcheggio. Bici. Tennis. Bimbi 0-5 gratis FISHERMAN Ferretti 34 Fly cabinato accessoriato bidiesel vendo 47.000 trattabili disponibile suo ormeggio. Rapallo 0185.30.74.21 377.49.47.290.

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

A AABAA Naturalmente relax. Piacevoli massaggi rilassanti completi. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. ABBANDONATI a trattamenti benessere da euro 40. www.body-spring.it 02.91.43.76.86. ACCOGLIENTE e prestigioso centro benessere italiano massaggi olistici. Ambiente elegante. Milano. 02.39.40.00.18 AMBIENTE elegante: coccole con peeling in bagno turco e massaggio relax per il tuo corpo. 02.87.06.93.30

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14

Lappuntamento quotidiano 7 GIORNI SU 7 Annunci IN EVIDENZA


Spettacoli
Saldi Shop

CASA

Corsi

Viaggi

Mostre

Eventi Ristoranti

LAVORO

Ogni giorno oltre 8 MILIONI DI LETTORI con labbinata Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport nelle edizioni stampa e digital
www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it

ABBANDONATI a donne unicamente per te! Troverai quella giusta! 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI. AMANDA trasgressiva 899.842.473. Viziosa 899.842.411. Euro 1,30min/ ivato. VM18. Futura Madama31 Torino. CERCHI nuovi incontri? Evasioni intriganti? Semplice, veloce, economico. Chiama 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI.

Gli annunci si ricevono tutti i giorni feriali anche nella tua citt: BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126 BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028 BRESCIA : Sales Solutions tel. 030/3758435, fax 030/3758444 COMO : tel. 031/2287911, fax 031/262272 CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610 FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34 GENOVA : tel. 010/218783 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. tel. 039/394.60.11, fax 039/394.60.55 NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712 OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084 PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72 RIMINI : InAdrias Servizi Pubblicitari s.rl. tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003 ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 TORINO : tel. 011/50.21.16, fax 011/50.36.09 TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: euro 4,00 - n. 1: euro 2,08; n. 2, 3, 14: euro 7,92 n. 5, 6, 7, 8, 9, 12, 20: euro 4,67 n. 10: euro 2,92 - n. 1: euro 3,25 - n. 13: euro 9,17 - n. 15: euro 4,17 - n. 17: euro 4,58 - n. 18, 19: euro 3,33 - n.21: euro 5,00 n. 24: euro 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: euro 4,42 sul Corriere della Sera; euro 1,67 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. n.16: euro 1,67 sul Corriere della Sera; euro 0,83 sulla Gazzetta dello Sport; euro 2,08 sulle due testate. n.22: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 4,67 sulle due testate. n.23: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate.

LUNED 27 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

59

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 20/4 21/4 20/5 21/5 21/6 22/6 22/7 23/7 23/8 24/8 22/9

Ariete 5,5
Luned avaro. Nel lavoro, in amore, di energie. No azzardi, niente lagne, siate fattivi. Fornicazione in calo come laffluenza alle urne.
23/10 22/11

Toro 7,5
La Luna vi motiva e incastra i pezzi del puzzle del vostro luned, rendendolo incoraggiante. Sudombelico ricco di inventiva.
23/11 21/12

Gemelli 6+
Amatevi da soli e rilassatevi: parerete leffetto sfigo ammosciante della Luna. Potete per spendere, amare, con giubilo. Fornicare no.
22/12 20/1

Cancro 5,5
Molti di voi sono stancherrimi. Per via del troppo lavoro, delle tensioni, delle spese. E c pure lembargo suino: si fornica poco.
21/1 19/2

Leone 6,5
Con metodo svizzero sbrigate tutto a meraviglia. Ma il fratello iperteso di Alien che vive in voi emerge: niente rudezze! Manco suine.
20/2 20/3

Vergine 8
IL MIGLIORE La fortuna vuol darvisi. E cos, possedendo lei, possedete anche ogni successo finanziario, lavorativo, suino.
GERMAN DENIS

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 22/10

Bilancia 6
Nonostante il vostro trend in ascesa, la Luna oggi vi stira gli zebedei, come facessero pilates. un luned mogio. Sudombelically too.

Scorpione 7
Il cielo sopra di voi azzurro come la Lazio e rosa come Nibali (Scorpio purisso): lavoro e affetti OK, vigore su, ma fornicazione ni.

Sagittario 7
Potreste incassare soldi. O spenderli bene. Ma siate obiettivi nei giudizi. La luna offre degustazioni da nouvelle suin: che raffinatezza.

Capricorno 7,5
Grande luned, purch controlliate i possibili sbalzi dumore. Ogni start up favorito, voi siete fattivi, il sudombelico muy spigliato.

Acquario 6,5
Qualcuno potrebbe ostacolarvi e mettervi gli zebedei nello schiaccianoci, nel lavoro e nei rapporti privati. Ma il suino in voi indomito!

Pesci 7+
Bella Luna, che vi porta successo, serenit e tanti stimoli giusti. Colloqui, viaggi e p.r. vi premiano, lamore cos cos. Ormoni roventi.

La punta argentina dellAtalanta nata a Lomas de Zamora il 10 settembre 1981. Ha giocato con Cesena, Napoli e Udinese in Italia

Lo Sport in tv: in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
20.45 GENOA - SAMPDORIA
Derby SLAncio di Vita Sky Sport 1, Sky SuperCalcio

Gazzetta.it
IL SONDAGGIO Il voto alla coppia: Neymar con Messi, il Bara svolter?
Abbiamo chiesto un giu dizio sulla super coppia che avr il Barcellona l'anno prossimo. A Messi (46 gol in Liga) s'aggiunge Neymar (14 in 17 gare nel Brasileirao). Per il 47% dei lettori Messi continue r a segnare tanto, Ney mar dovr ambientarsi; il resto dei votanti diviso: si pesteranno i piedi; no, segneranno 70 80 gol.

HOCKEY
2.00

DETROIT RED WINGS CHICAGO BLACKHAWKS


NHL Playoff, gara 6 ESPN America

11.00 CALCIO: BORUSSIA DORTMUND BAYERN MONACO 15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS 18.00 CALCIO: BORUSSIA DORTMUND BAYERN MONACO 2.00 CALCIO: BENFICA - CHELSEA
Europa League Da Amsterdam, Olanda Champions League Da Londra, Inghilterra Champions League Da Londra, Inghilterra

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: BMW PGA CHAMPIONSHIP
PGA European Tour Da Surrey, Inghilterra.

17.30 FERRARI CHALLENGE: TROFEO PIRELLI

BASEBALL

22.00 OAKLAND ATHLETICS SAN FRANCISCO GIANTS


MLB. ESPN America

TENNIS

11.00 ROLAND GARROS 15.00 ROLAND GARROS


Rai Sport 1 Eurosport e Eurosport 2

11.00 FERRARI CHALLENGE: COPPA SHELL 11.30 RUGBY: STADE FRANCAIS LEINSTER RUGBY 14.00 GOLF: BMW PGA CHAMPIONSHIP 16.30 RUGBY: LEICESTER TIGERS NORTHAMPTON
AVIVA Premiership PGA European Tour Da Surrey, Inghilterra Amlin Challenge Cup. Gara 1. Da Brno, Repubblica Ceca

20.30 INDYCAR: INDIANAPOLIS 21.30 BASKET: MEMPHIS GRIZZLIES SAN ANTONIO SPURS 0.00 1.00 BOXE: ITALIA GRAN BRETAGNA RUGBY: LEICESTER TIGERS NORTHAMPTON
AVIVA Premiership NBA, Playoff, gara 3

Gara 2. Da Brno, Repubblica Ceca

12.00 CALCIO: LIVORNO - BRESCIA 14.15 CALCIO: CHELSEA - EVERTON 16.30 CALCIO: EMPOLI - NOVARA 19.00 CALCIO: BORUSSIA DORTMUND BAYERN MONACO 0.00 CALCIO: GENOA - SAMPDORIA GOLF: BMW PGA CHAMPIONSHIP
PGA European Tour Da Surrey, Inghilterra Derby SLAncio di Vita Champions League Da Londra, Inghilterra Serie B Premier League Serie B

FOTO E VIDEO Francia, che tuffi dalle grandi altezze Pure dalla torre
scattata da La Rochelle (Fra), la World Series di tuffi dalle grandi altezze, disciplina inserita nel programma mondiale di Barcellona. Il 14 luglio il circuito far tappa a Malcesine, dove si disputer una delle 8 tappe. Molto suggestive le immagini dei voli dalla torre della citt francese: guardate foto e video

20.00 ROMA - CANT


Serie A maschile Semifinale, gara 2 Rai Sport 2

BASKET

SKY SPORT 1
8.30 CALCIO: BENFICA CHELSEA
Europa League Da Amsterdam, Olanda

SKY SPORT 3
10.00 GOLF: BMW PGA CHAMPIONSHIP
PGA European Tour Da Surrey, Inghilterra

3.00

NBA. Finale ovest, gara 4 Sky Sport 2

MEMPHIS GRIZZLIES SAN ANTONIO SPURS

3.00

www.gazzetta.it
Dopodomani
Al Nord varie precipitazioni, anche con rovesci o temporali e nevicate sulle Alpi ad alta quota, ma pure qualche schiarita. Altrove in prevalenza sereno o poco nuvoloso eccezion fatta per locali addensamenti e al pi qualche breve pioggia.

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI BOLOGNA

min max
13 8 4 11 9 12 5 11 8 10 5 6 13 16 6 7 17 10 5 9 9 9 18 16 17 21 19 20 14 24 19 19 13 19 19 21 15 13 23 19 19 20 17 19

Oggi
In prevalenza sereno o poco nuvoloso. Su Triveneto, Liguria di Levante e Alta Toscana locali addensamenti e alcune piogge. Sulle valli del Centro qualche nebbia fino al primo mattino. In Trieste Sardegna dal pomeriggio nuvole e piogge sparse.
12 20

Domani
In Sicilia sereno o poco nuvoloso. In Sardegna, sul Meridione e al Centro alternanza di nuvole, piogge e schiarite. Al Nord nuvole in graduale aumento e probabilit di piogge soprattutto dal pomeriggio, anche con rovesci e temporali.

Trento Aosta Torino


7 20 6 19

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

10 23

Milano
8 21

Venezia
9 22

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Genova
12 19

Bologna
10 21

Ancona

Firenze
8 20

Perugia
5 18

11 20

LAquila
4 17

MARI
Calmi Mossi Agitati

10 21

ROMA

Campobasso
5 17

12 22

Napoli

Potenza
4 17

11 23

Bari

Cagliari
10 19

Catanzaro
8 21

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
10 25

Reggio Calabria
11 24

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
15 23

5:40

20:59

5:39

20:34

5:40

21:00

5:38

20:35

10 mag. 17 mag. 25 mag.

1 giu.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Laura Mengoni, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Alessandro Bompieri

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2013

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S Seregni Padova s.r.l. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 - 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S LUnione Sarda S.p.A. - Centro stampa Via Omodeo, 5 - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 389 e 339 e 259 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520 INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7335 DEL 14-12-2011

COLLATERALI *con DVD Pokemon N. 1 e 3,10 - DVD Scudetto Juventus N. 3 e 12,19 - con libro Agnelli e 11,19 - con libro Buffon e 11,19 - con libro scudetto Juventus e 11,19 - con Lamborghini Collection N. 2 e 6,19 - con DVD Mennea e 12,19 con Pooh, Una Storia in Musica N. 6 e 12,19 - con il Mondo di Crozza N. 7 e 12,10 - con libro Pietro Mennea e 14,19 con Motocross N. 7 e 12,19 - con Pesca Magazine N. 2 e 5,19 - con I Miti della F1 ai Raggi X N. 11 e 6,19 - con Sub: la Magia del Mondo Sommerso N. 13 e 12,19 - con Le Grandi Battaglie N. 15 e 11,19 - con Passione Rally N. 8 e 5,19 con Wrestling Heroes N. 22 e 12,19 - con i mitici Bud Spencer & Terence Hill N. 22 e 11,19 - con Michel Vaillant N. 25 e 4,19 - con I Love Travel N. 34 e 5,19 - con Orologi Forze Armate N. 41 e 16,19 - con Ferrari Racing Collection N. 53 e 14,19 - con Max e 3,50 - con SportWeek e 2,90 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di domenica 26 maggio stata di 329.686 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 9,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Monaco P. e 2,00; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

60

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 27 MAGGIO 2013