Sei sulla pagina 1di 9

Lezione 3 Indicatori di posizione

E spesso necessario sintetizzare le informazioni fornite da una distribuzione attraverso un semplice indicatore. Diversi indicatori forniscono diversi tipi di sintesi Gli indicatori di posizione (location index) rappresentano un valore rappresentativo di tutti i valori della distribuzione. Per forza di cose, essi sacrificano delle informazioni Es. Sonetto di Trilussa Indicatori per caratteri quantitativi Cominciamo a considerare il caso di un carattere quantitativo discreto X. In questo caso possibile parlare di medie di una distribuzione.

Definizione generale di media (Chisini, 1929) Dato un insieme di valori x1, x2,, xn, ed una funzione criterio f, si definisce Media dei valori x1, x2,, xn secondo il criterio f quel valore M tale che f(x1, x2,, xn )=f(M,M,,M) Spiegazione: la funzione f rappresenta laspetto dei dati che vogliamo rappresentare. Es. se f(x1, x2,, xn)=i xi , M rappresenta il valore che, sostituito ai singoli valori, mantiene inalterato il totale. Ne segue che f(x1, x2,, xn)=i xi = i M = n M da cui M = i xi /n ovvero la Media Aritmetica. Altre funzioni f conducono a diversi tipi di media. Es. (pag. 81): i numeri di scarpa di 20 studenti maschi sono riportati di seguito 38,40,45,42,42,39,41,43,42,41,46,40,42,41,42,42,40,
2

41,42,42 La media aritmetica =i xi /20= 831/20=41.550 Il caso delle distribuzioni di frequenza: gli stessi dati potrebbero essere organizzati per frequenze Numero di scarpa 38 39 40 41 42 43 45 46 Totale Frequenza 1 1 3 4 8 1 1 1 20

Si pu allora calcolare la media come


(38*1 + 39*1 + 40*3+ 41*4 + 42*8+43*1+45*1+46*1)/20= 41.550

In generale, data una tabella x1, x2,, xi,, xk n1, n2,, ni,, nk la media aritmetica
3

=i xi ni / i ni =i xi fi Propriet della media aritmetica


Internalit x1 xk La somma degli scarti della media sempre uguale a0 i (xi - )=0 La media di una trasformazione lineare Y= + X pari a + La media aritmetica quel valore che minimizza la somma dei quadrati degli scarti, ovvero per qualsiasi valore , si ha

i (xi-)2 i (xi -)2


Dimostrazione: semplice calcolo algebrico.

Altre medie Modificando la funzione criterio si ottengono altre medie. La media geometrica Se tutte le modalit osservate sono positive, possiamo definire la funzione prodotto (invece della somma) e ottenere, secondo il criterio di Chisini,

da cui

i xi = i M =Mn M= (i xi)1/n =exp{1/n i log xi}

La media geometrica spesso si indica col simbolo G. Se la distribuzione organizzata in frequenze la formula diventa G= i xin/n = i xif Es. Si ha un capitale iniziale unitario depositato in banca. Se nel corso di n anni i tassi di interesse sono pari a i1, i2,, in come si calcola il tasso medio? Il tasso medio quello che, costante per n anni, garantirebbe lo stesso ricavo. Ricavo: 1*(1+i1)*(1+i2)**(1+in)=(1+I)n da cui I= [i (1+ii)]1/n-1
5

In genere la media geometrica risulta diversa da quella aritmetica ma mai di molto La media armonica Quando la funzione criterio la somma dei reciproci, ovvero f(x1, x2,, xn)=i (1/xi ) si ottiene f(x1, x2,, xn)=i (1/xi )= i (1/M) = n/ M da cui M= n / (i (1/xi )) Tale media si chiama armonica e si indica con A. Se la distribuzione organizzata per frequenze si ha A = (i ni)/ (i (ni /xi )) = 1 / (i (fi /xi )). Es. Una automobile percorre n tratti di strada differenti di lunghezze s1, s2, , sn con tempi di percorrenza t1, t2, , tn
6

Come si calcola la velocit media? E quella che, mantenuta costante per tutto il percorso, garantirebbe lo stesso tempo complessivo. Il tempo complessivo effettivo stato t1+ t2 ++ tn. Quello che si otterrebbe con una velocit costante s1/v + s2/v ++ sn/v= (s1+ s2 ++ sn)/v da cui v=(s1+ s2 ++ sn)/( t1+ t2 ++ tn) Lultima formula si pu leggere in due modi diversi Essendo ogni si = vi ti, v= (vi ti)/ ( ti) media aritmetica delle velocit ponderate con i tempi. Essendo ogni ti=si /vi, v= si / ( si/vi) media armonica delle velocit ponderate con gli spazi

Le Medie Ponderate Quando le unit hanno un peso differente, vuoi per importanza, vuoi per dimensione, non ha senso considerare tutte le unit con peso 1/n In questi casi si usa associare ad ogni unit un peso wi per ogni unit. Esempio 4.9 pag. 93 Le Medie Potenziate Invece di considerare la media aritmetica delle modalit xi si considera la media aritmetica delle potenze delle xi. La media potenziata di ordine r cos

r = ( i xir/n)1/r
Particolarmente usata la media di ordine 2. Caratteri continui In questo caso, per poter calcolare una media relativamente ad un collettivo di unit, occorre diminuire il numero di modalit possibili attraverso una riduzione in classi e poi considerando il valore centrale della classe come valore rappresentativo.
8