Sei sulla pagina 1di 1

Sport

Borsa al Rally coppa doro con la nuova Fiesta Rrc

29 maggio 2013

45

Fitness Italoamericana, promessa dello sci alpino, ora insegna la disciplina a Ornavasso

Il pilates secondo Kimberly Danza


Listruttrice lancia una rubrica estiva sul nostro giornale
Kimberly Danza; nella foto grande un esercizio di pilates, snake , il serpente

VERBANIA - Il pilota valsesiano Tiziano Borsa, che vanta molti tifosi nel Vco, sar nel prossimo weekend al Rally coppa doro nellAlessandrino, assieme a Carla Berra. Per loro sar il debutto nel Challenge sulla nuova Ford Fiesta Rrc (foto).

Notizie

in breve

Cannero e Pallanza bene nel sedile fisso

Canottaggio sedile fisso ad Angera. Nel singolo Cadetti 3 Luca Bassi (Cannero) e Davide Bolzoni (Pallanza); terzi pure i canneresi Andrea Ghezzi-Luca Carmine-Giovanni Marchese Grandi-Federico Minonne (4 Ragazzi). Per Rachele Soni e Veronica Tipaldi (Cannero) oro nel doppio Cadette. Singolo Esordienti: 2 Alessandro Siviero (Pallanza). A Cald 2 Bassi e 3 Siviero (singolo). Nel 4 Ragazzi 2 il Cannero e 3 il Pallanza. La Minoletti 3 nel singolo Allieve; 3 pure Alberto Russo-Giacomo Fortina (doppio) e 2 Raul Minola (singolo). Infine, terze Chiara Colombo e Gabriela Marku (Pallanza).

Canottaggio: oro per Basalini, Nolli terzo

Ai Campionati europei Juniores di canottaggio olimpico disputati lo scorso weekend a Minsk, in Bielorussia, medaglia dargento per Chiara Ondoli (De Bastiani Angera) nella prova del quattro di coppie femminile. Ai Tricolori di Mantova, invece, successo nel quattro di coppia leggero per il cusiano Stefano Basalini, che ha difeso i colori della Forestale. Laltro ex-Lago dOrta Jiri Vlcek, ora Polizia di Stato, ha invece trionfato nel quattro senza pesi leggeri. Nella stessa prova di Vlcek, terzo lomegnese Danilo Nolli (Varese).

ORNAVASSO - Lestate si avvicina e con essa la necessit per molti di essere in forma, non solo per la prova costume. Una delle discipline che permette di raggiungere questo obiettivo, praticamente a costo zero e senza richiedere troppo tempo, il pilates, che negli ultimi tempi non pi una moda ma una realt affermata. Nel Vco vive e lavora unesperta di questa disciplina, arrivata qui dagli Stati Uniti, come il pilates stesso. Litaloamericana Kimberly Danza, che prima di arrivare a Ornavasso ha vissuto tra il Montana (nelle montagne del nel nord-est, al confine con il Canada) e Cervinia (Valle dAosta), stata per alcuni anni unatleta a livello internazionale nello sci alpino, fino a quando gli infortuni e un brutto incidente stradale, quando sembrava per lei imminente la consacrazione, lhanno costretta ad affrontare una lunga riabilitazione. Al termine del percorso classico dottori e fisioterapisti le hanno fatto conoscere il pilates, come metodo di rieducazione motoria e allenamento. Intanto, uscita dal giro della nazionale a stelle e strisce, si iscrive alluniversit, dove studia scienze giuridiche e business administration, gareg-

gia in discesa libera nei campionati universitari e inizia a dedicare sempre pi tempo allapprendimento del pilates, prima con Kimberlie Barrett (votata nel 1995 da Vogue Usa come una dei migliori cinque trainer al mondo), poi con la compagnia Peak Pilates, in cui conosce Chris Robinson, trainer della star televisiva Oprah Winfrey. In una conferenza in Spagna segue poi i seminari tenuti da Alycea Ungaro, guru di fama mondiale, autrice di diversi manuali e trainer di star come Madonna e Uma Thruman; proprio la Ungaro di recente ha scelto Kimberly per fare parte di un master internazionale insieme ad altre quattro istruttrici. Il pilates, come documentato dallAmerican College di medicina dello sport, una delle prime dieci discipline che hanno un trend positivo nel 2010 - spiega

Kimberly - con una crescita del 450%; la Cnbc lha collocata tra le attivit in maggiore crescita dal 2000 ad oggi. E una disciplina molto versatile e pu essere praticata da chiunque: pi la si pratica e pi si ha una percezione completa del proprio corpo. Col tempo si pu arrivare a fare cose prima impensabili per la propria et e struttura fisica, con un benessere coinvolgente che si riflette nella vita quotidiana. E poi complementare ad altre attivit di fitness ed un pezzo fondamentale per lallenamento anche a livello degli sport professionistici, come testimoniano da anni le tabelle di allenamento del Milan e di molti olimpionici e atleti di caratura mondiale. Per tutti questi motivi Kimberly Danza ed Eco Risveglio questestate proporranno ai lettori un programma di allenamento di ot-

to esercizi con il metodo pilates: ogni due settimane, in unapposita rubrica nelle pagine sportive del nostro giornale, Kimberly mostrer un esercizio da praticare tutti i giorni, creando cos a settimane alterne un allenamento ben strutturato. Un esercizio alla volta - spiega Danza - dar il tempo di instaurare nuovi processi motori idonei e non errati e, eseguiti regolarmente e abbinati uno allaltro in successione, prepareranno a non mancare lappuntamento con lesercizio successivo e ad arrivare a fine estate con il corpo allenato e benefici fisici. Un programma pensato per tutti, sportivi e non. Chi non riuscir a eseguire lesercizio perch ha paura che sia troppo difficile o al contrario perch gli sembra troppo facile o semplicemente perch non riesce a capirlo non deve gettare la spugna. Sul mio sito internet www.speakingbodies. com ci sar un link specifico con una dimostrazione in cui verranno fornite precisazioni e varianti dellesercizio. Aspetto lettori numerosi e curiosi: vi assicuro che un esercizio alla volta, settimana per settimana, vi dar soddisfazioni. Ricordatevi la massima di Joseph Pilates: Il fitness fisico il primo requisito per la nostra felicit. Dario Pomodoro 

Calcio Larbitro gravellonese in campo nella direzione di Atalanta-Chievo: ora punta al salto definitivo

Di Iorio assistente in serie A: Un sogno


GRAVELLONA TOCE - Damiano Di Iorio ha realizzato un sogno: arbitrare in serie A. Lassistente arbitrale gravellonese, classe 1977, dopo unottima prima stagione nella serie cadetta, domenica 19 maggio stato designato come secondo assistente in Atalanta-Chievo allo stadio Azzurri dItalia di Bergamo. Ci speravo, quando arrivata la designazione ho coronato un percorso lungo 16 anni - queste le parole di Damiano -; la gara andata molto bene, sono anche stato impegnato in un episodio difficile annullando un gol ai padroni di casa per fuorigioco. E stata una bella giornata - prosegue lassistente della sezione di Verbania -, il momento pi emozionante stato salire le scale dal tunnel per arrivare a centrocampo, camminando e non correndo come nelle serie inferiori, ti godi proprio quei 30 secondi, rivivi tutto quello che hai fatto per arrivare l, tocchi il massimo, alla fine la serie A la serie A, ti resta per sempre. Invece dopo il fischio dinizio una partita come unaltra, pensi solo a far bene le cose che hai sempre fatto. Allesordio erano presenti una quindicina dassociati verbanesi e domesi guidati dal presidente della sezione di Verbania Giampiero Ferrari, i genitori ed il fratello Manuel. La famiglia mi ha seguito dallinizio - commenta Damiano - ed bello condivide gioie e dolori dellarbitraggio: per una mamma una grande soddisfazione. Il sogno per Di Iorio non finito ma incomincia qui. La prossima stagione inizier i primi di agosto con il raduno di serie B ma con la speranza di fare un buon secondo anno con altre partite in serie A e mettere le basi per giocarsi il definitivo passaggio di categoria lanno successivo.
 Valentina Zoia

Rubinetto doro a Farace del Circolo velico di Orta

ORTA S. GIULIO - Il Rubinetto doro, trofeo dellormai classica regata sul lago dOrta, partita da Imolo l11 e il 12 maggio, andato all Este 24 SestElemento di Oscar Farace (Circolo Orta). Nel weekend lequipaggio era ai Tricolori Este 24.

Lassistente arbitrale gravellonese Damiano Di Iorio durante una gara

Notizie

in breve

Calcio Csi, Antrona e Quechua in semifinale

Arti marziali Un anno fa moriva il 69enne fondatore dellAsd Altiora, dal 79 una palestra di vita
VERBANIA - Un anno fa, il primo giugno 2012, moriva per un ictus il maestro verbanese di arti marziali Giuseppe Carta: aveva 69 anni. Fu tra i primi praticanti di judo a Verbania e port lo yoseikan aikijujitsu, unarte marziale di origini giapponesi, nel Vco. La grande passione di Carta trov piena espressione nel 1979, quando fond a Pallanza lassociazione sportiva dilettantistica Altiora judo ed aikido, uno dei club pi noti e frequentati della provincia. Ma per Carta la pratica delle arti marziali andava ben oltre laspetto puramente sportivo: per

Il judo verbanese ricorda Carta, maestro pioniere


Carta stato tra i primi a praticare il judo a Verbania; introdusse inoltre nel Vco lo voseikan aikijujitsu e port centinaia di persone a praticare queste discipline

lui era una palestra di vita, un mezzo con cui insegnare agli allievi a coltivare principi e valori quali lamicizia, lo spirito di sacrificio e collaborazione, il co-

raggio, la determinazione, il rispetto per le persone e le regole. Tra i suoi insegnamenti pi importanti, quello di credere in s stessi, conservando comunque la

capacit di mettersi in discussione. Questi principi e questi valori hanno lasciato il segno, tanto che i suoi allievi ne conservano un ricordo indelebile. Persona semplice, paziente e gentile, coi suoi modi garbati e la sua passione ha fatto avvicinare al judo (di cui era 6 dan) e allaiki-jujitsu (5 dan) centinaia di verbanesi: alcuni sono poi divenuti padri e successivamente nonni delle giovani leve sportive che lui stesso, fino allanno passato, ha avuto il piacere di allenare. La morte di Carta dunque ha lasciato un vuoto nel mondo ga.ma. sportivo del Vco.

Nel ritorno dei playoff del calcio ad 11 del Csi Vco, lAntrona 2006 ha battuto 2-0 il Gs Montebuglio, staccando il pass per le semifinali. E passato anche il Quechua, che ha regolato ai rigori il Borca. Il 1 giugno landata delle semifinali, il 5 il ritorno: lAntrona se la vedr con il Vco Spurghi, mentre il Quechua affronter la Noniese. Passando al calcio a 7, nella seconda fase dei playoff vittorie del Real Domo (5-2 sul Villaggio sismico), della Fulgor Vanzone (5-1 sul Real Migianda), del Bar Malib (5-2 sul Red Ghiffa), del Divin Porcello (6-2 sul Pesce doro), del Biganzolo (5-0 sullAquarama), del San Martino (4-3 sul Traffiume), del Rumianca (10-2 sulla Dinamo) e del Luzzogno (5-4 sul Road caf). La terza fase, da cui emergeranno le squadre che si contenderanno laccesso alle semifinali, verr affrontata il primo ed il 2 giugno. Questi i match: Rumianca-Biganzolo, Divin Porcello-Real Domo, Luzzogno-San Martino e Fulgor Vanzone-Bar Malib.

Oro per i verbanesi Nicolini e Garnerone

Eccellenti risultati sul lago di Viverone per i ragazzi del Circolo velico canottieri Intra. Nella Bug Race oro della verbanese Lucia Nicolini, che ha battuto Mattia Garrasi (Ispra) ed il compagno di club Michael Odelli. Nei Bug standard 1 Pietro Garnerone, sempre del Circolo Intra. Prossimo appuntamento a Ispra il 2 giugno.