Sei sulla pagina 1di 63

Introduzione

Counselingcon I'intervento della ProceduraImmaginativa


FE D E R IC O V E G ETTI -- ALBERTOPASSERI NI '

Il counseling negli StatiUniti negli and un'attiviti professionale chenasce ni trentae successivamente si diffonde in Europa,a partire dalla Gran Bretagna. Si ispira inizialmenteai principi della psicologiaumanistico-esistenziale con un riferimentodirettoad autoricome Rollo May, Carl Rogers, Adrian van Kaam ed altri. RenzoRoccae Giorgio Stendoro sonostatitra i primi ad introdurreil counseling in ltalia, cogliendoin anticipo il mutamento del bisognosocialee formativo in corso negli anni ottanta.Ispiratisi alla metodologiapsicodinamica gli Autori hannoelaborato Immaginativa, della Procedura un tipo di counseling originalee particolarmente efficaceper quantoriguardai tempi del trattamento,grazieall'uso dell'Immaginarioe della Procedura Immaginativa come via regia di accesso all'inconscio.Peculiaritd del metodod quella di mobilizzare I'energiapsichicapositiva("energiafontale") di cui I'inconsciodi ognuno d ricco (vedasi in particolare il loro testo:Imparare a guarire. Stress, Depressione, Attacchidi Panico,2003). ha cominciatoa trovareun proprio spazionegli ultiIn Italia il counseling mi venti anni; si sono costituitediverseassociazioni con I'intento di promuovere questaprofessione che sta trovandoun'ampia e rapida espansione e un in quantoattivitAprofessionale specificache risponde diffuso riconoscimento piir crescente; di conseguenza ad un bisognodell'utenzasempre si sonoaperte numerose scuoledi formazionecon vari orientamenti teorici. Anche la figura professionale del counselore di recenteacquisizionenel nostroPaese: risulta inseritanella Banca Dati del C.N.E.L. (Consiglio Nazioattualmente nale dell'Economia e del Lavoro) tra le professioninon regolamentate a livello legislativo.La figura del counselord ricoperta,in genere,da Medici e
' lstituto di PsicologiaClinica RoccaStendoro.

I'srcol.gipcr I'applicazione clinica,mentred accessibile a qualsiasi altra figrrraprol'essionale per il rispettivoambito di competenza. Conformemente il corrrrsclor con la Procedura Immaginativa non si rivolge necessariamente a "ctrrarc"il disagiopsichicoo psicosomatico ma e in possesso di uno strurllclltopsicologico di letturadella relazione e dellarealtdpsichica-esistenziale dcll'individuo. Si e decisodi adottare convenzionalmente il terminecounseling e counseIor senza farnealcunatraduzione, perchdnon d statatrovataalcunaparoladella lingua italianache potesse pienamente esprimere questoconcetto. Infatti la traduzione letteraleche d statafatta in alcunicasi,in consigliere o consulente, non corrisponde in modo precisoal significatooriginariodel terminee pud risultarefuorviante.Si utilizzapercio il terminecounseling per denominare I'attivitd professionale ed il termine per il professionista. counselor La S.l.Co.(SocietiItalianadi Counseling) dd la seguente definizione del counselor: "d la figura professionale che, avendoseguitoun corsodi studi alrneno triennale, ed in possesso di un diplomarilasciato da specifiche scuole di formazione di differentiorientamenti teorici,d in grado di favorirela soluziorredi disagiesistenziali di originepsichica che non comportino tuttavia unaristrutturazione profondadella personalitd". Con il termine counselingsi intendeun interventoprofessionale di sostegno-aiuto,intesoa guidareuna personaversouna maggioreconsapevolezzaconoscenza di s6,delle proprierisorsee dellepotenzialitd per fare fronteautonomamente a vari problemi,conflitti esistenziali attuali,della vita quotidiana. E innegabile che il counseling si pongasu una lineadi confinecon le altre professioni che si occupano dellarelazione con I'Altro, Altro che vive un disagiointeriore.E un tipo di interventoche ha diversielementiin comunecon quello psicoterapeutico (vedasi le "psicoterapiebrevi"), poich6 presuppone chc ci sia una interazione tra due persone, una che chiedeaiuto e un'altra che abbiadegli strumentiidonei a gestirequesta richiestae a strutturare un setting (sulla basedi conoscenze appropriato specifiche acquisite attraverso la formazione),mirato alla soluzionedei problemi evidenziati. Prevede che il counsekrr si zrttivi, in modo empatico, con un ascolto dell'altro(e anchedi se stesso ncllarelazione), e quindipossa arrivare ad unapienacomprensione di cio che sla succedendo alla persona che chiedeaiutoe trovare, insieme a questi, una soluzione, in un percorso di conoscenza interiore. I)iversiterminisopraccitati sonoutilizzatianche psicoterapeunell'ambito tico:sctting, ascolto, empatia, comprensione e il mododi procedere. Parte del-

dil'si applicasenzasostanziali Immaginativa la metodologia della Procedura ferenzgsia nel counseling che nella Psicoterapia. diversatra i due tipi di intervento: sostanziali Ci sonopero delle diversitir per che il tipo di ripsicoterapia, caratterizza, oltre mentedalla il counseling si quindi con ci si condal tipo di malessere cui chiestaproveniente dall'utenza, pii per essere un intervento mirato sul sintomo,sul disagio fronta,soprattutto pii sul presente e percid che sul passato espresso, sul qui ed ora, focalizzato piir limitato nel tempo, non prevedendo della personalitd una ristrutturazione collocatonelinoltred un intervento chepud essere del soggetto. Il counseling puo percorsodi counseling poich6 un tempestivo l'ambito della prevenzione, progressivo rattrappifbr evitarealla persona che vive un disagioun eventuale della propria condizione. vitale e quindi un peggioramento mentodell'energia Il counseling d un interventorivolto a singoli o a gruppi che trovaun'ampia applicazione in vari ambiti tra cui: scolastico, aziendale, sanitario,sociogiuridicoe molti altri ancora. Lo spettro assistenziale, religioso,interculturale, di impiego del counselingcon I'intervento della ProceduraImmaginativad molto ampiopoich6il metodonon d specificonelle indicazionimentrelo d nel rnodellodi intervento. si basa: I-lintervento di counseling con la P.I., in particolare, funzionedel comsull'usodell'lmmaginecomeoriginariaed universale portamento umano; delle manifestazioniimmaginativedella resistenza, sull'elaborazione il progredire del rapporto: come forza che ostacola considerata sulle riparazionisimboliche; ciod la comparsa di nuoveimmagini attiverinforzansulla progressione di s e del Trati con maggioreaperturaall'affettivitd,alla percezione scendente. con la della Psicoterapia Uinterventodi counseling con la P.I., a differenza non prevede: Procedura Immaginativa, immaginativeowero delle che si attivino nell'utentedelle regressioni adattivodella vita riattivazionidi modelli originari di comportamento primariainfantile; dellapersonalitd. la ristrutturazione Per I'applicazioneclinica del counselingcon l'intervento della Procedura e alle norme di condotta Immaginativa ci si rimettealle norme deontologiche Asi codici deontologici del trattamento recependo dellaAmericanCounseling

sociation A.c.A. (u.s.A.) (www.counseling.org) e della Societi Italiana ('ounseling S.l.Co.(www.counseling.it; www.sicoitalia.it). ll IstitutoRocca-Stendoro, in considerazione possibilitddi apdi specifiche plicazione del counseling, ha attivato,all'internodellapropria formazione, vari indirizzitra i quali: l) Counseling di gruppo con la Procedura Immaginativa che prevede l'insegnamento di teorie e tecniche che utilizzano le dinamichedel gruppo interattivo;d un interventoefficaceanchea livello preventivonei confionti di disagiche influiscononegativamente sulla qualitddellavita. La dinamicadi gruppo,unita alla tecnicaspecificadella Procedura Immaginativa,d uno strumento applicabilea diverserealtd: nei confronti della coppia,per facilitarela comunicazione e in caso di difficoltd sessuali; nell'ambitodella formazione; per I'analisie I'interventonelle organizzazioni, con lo scopodi creare o ristrutturare il gruppo di lavoro;come chiavedi letturapsicologica di relazioniumaneutilizzandoil gruppo come strumentosupportivoe terapeutico. Lo scopodel gruppo,compostoal massimoda sei-ottopartecipanti, d I'analisi del problemae il far emergere le risorsedisponibili,anchegrazieall'ausilio della Procedura Immaginativa. Counseling con I'interventodella Procedura Immaginativa nellaTerapia del Dolore che si rivolge ad operatorimedici, psicologi,infermieri e quanti altri sonoa contattoquotidianamente con persone che soflronosia fisicamente che psichicamente. E finalizzato a fornire validi e nuovi strumenti,attraverso la tecnicaspecificadellaProcedura Immaginativa, chepermettono di attingere ad unafonteenergetica internaper ritrovaremotivazionie preziose per acrisorse, compagnare chi sta vivendola sofferenza nelle suemolteplici espressioni. Counselingnell'area dell'Adolescenzae della PsicologiaPediatrica.In considerazione di come il disagiogiovanilesia un fenomenosemprepii rilevante,percepibilesia come malessere esistenziale, sia come messain atto di comportamenti asocialio devianti,d statoattivatouno specificointerventodi prcvenzione psicologica per gli adolescenti che si proponedi aiutarei giovani a conoscere se stessi, a fare luce sulle causedel proprio malessere e a riprendcre un percorsodi crescita, a volte prematuramente interrotto,promuovendo la ricercadel loro equilibrio psicologicoe incoraggiando il recupero dei valori sociali.

Counseling nel trattamento del disturbodella Balbuzie.Dopo avertraltal() la Balbuziecon la tecnicaStendoro-Rocca, incentrata su un fisiologicoescrcizio di flussorespiratorio e sulla dinamicadi gruppo,il counseling ha lo scopcr di riadattareI'ex-balbuziente ad una vita priva dei vantaggisecondari e dei condizionamenti derivatidalla suaproblematica.

Nota degli Autori

l,egendadella lVletodologia

sono utili a mantenermiapertala mente in e la speranza, <...[a pazienza cocontrollabiliqualsiasi metodologicamente i limiti entro modo da contenere fare...> desidera che I'utente municazione 2005) Rocca, Stendoro dall'immagincrio, (Ps : unarisposta icosomatica Clinica RoccaStenvannoall'Istituto di Psicologia I nostri ringraziamenti Scuoladi Counsealla offerto, per il contributoessenziale doro e, soprattutto qualequestotesto per la Immaginativa, ling con I'interventodella Procedura ancheun valoredidattico. assume Esprimiamoin specialmodo la nostragratitudinea Silvia Gotti e Viviana del all'ultima stesura nel collaborare e passione per la loro competenza Pessina testo. Naples,Florida- Giugno 2006

L utentesdraiato con la tendenza a sospendere la suaattenzione-giudizio, si r'oncentra sui contenutidi uno S.I.I.propostodal counselor. Si originauno stato di rilassamento che favorisce I'emergere di una associazione immaginativar rcativaconvergente o divergente al sensocontenuto nello S.l.I. Prendono forrnlrdei propri percorsiimmaginariche rappresentano e rendono,con la rielalrorazione, familiare cio che non era familiare.Una realtirspaziale-temporale ,li itinerarispontanei che non sono solo percepiti,ma fissati attraverso il parlrrto di cid chevienevisto.I-lutente proprio le vicissitudini coglie del Imnragirr;rrio e gli dd una intenzionalitd di scoperta, di sospensione, di paura, rna an, lrc di splendida gioia. In un secondo momentointeragisce il dialogoumaniz/iu)tecon il counselorcheanalizza la forma tra-scritta del vissutoimmaginatiro. fatta durantela sedutadi P.l.In questopassaggio l'utente ha la capacitd di .r(ccttare pezzi di densa di essere disponibile all'insolitoe riconoscere espeI rr'nza che fannopartedella suastoria. Al fine di agevolare la letturadelle Procedure proponiamo Immaginative, rrrr cstrattodella sintassiutllizzatal' lmmaginario: una struttura mentaleimmaginativa soggettivamente a criti, ,r rr lbrmaampia. l)rocedura Immaginativa: d una capacitd attivadi formaree deformare le rrrozioni che scaturiscono dall'immasinario' "l'.|." indica la "Proceduru I--ugi'nutiuu". "S.1.I."indicalo "Stimolo Immasinativo Iniziale". Scmantica: sonoriflessioni, ricordi,statid'animo.associazioni. attribuziorrrrli significato fatti dall'utente.

l'ampliamento lrroposizionale:riguardail ruolo del counselor'Favorisce e associativo immaginativo materiale prelevare nel Consiste tlclla scmantica. possa approfondire. affinch6lo dcll'utente originatodal (atto di Affettospesso del counselor intervento Spostamento: utente' dell' immaginativa Crtni rc transferl) duranteI' associazione (utente-counseRelazionedei Valori Funzionali: rapportointer-soggettivo terapeutica' funzione lor) basatosui valori della reciprocaaffettivitdavente sia le vengonoindicati sia gli interventiverbalidel counselor, Tra parentesi ed fisiologiche comele reazioni relativeall'utente, del counselor annotazioni corporeo. il linguaggio e il non udito,da partedel counN.c.: indicail non capito,il non compreso selor. I minuti u minuto, 2 minuti, ecc.] indicanole pausetemporalidi silenzio dell'utente. vengonoannotatigli stati d'anilmmaginative Al terminedelle Procedure emotiva-affettipartecipazione di e mo dell'utente;il gradodi coinvolgimento va.

SeminarioI

lntroduzione la disponibilitdal rapportodi incontrodel counseling Considerare in qualehc modo minore,rispettoal rapportodi psicoterapia psicoanalisi, o e a nostro un pregiudizio.Il counseling, nell'areadi ogni possibile effettuato disal)urere r:io psichico(blocchi-impedimenti-conflini e deliri somatici),d una preziosa ;rzione preventiva di sostegno-aiuto ad effettocurativo. Alcuni studiosidella psicoterapia attribuireal ruolo del counsesembrano Ior un supportopsicologicodi riduttiva importanzaed interesse, affermando , lrc questinon ha la possibiliti, a causadel limitato numerodi sedute, di ren,lcrsi conto della complessitir e profonditddei problemi conflittuali dell'utenIr': (Una Bottegadi Anime senzalicenzacomunale (Anonimo). di esercizio>> Il counselor avrddifficoltdnell'afftontare e risolvere certeinadeguatezze so( rirli-culhrrali-emozionali, soltanto se a causa delleproprievariazioni emozionalr lra un ascolto che semplificaI'intensitddel vissuto dell'utente. Un buon lavoro psicologico per la vita. su se stessi d vita, ma comespintache arricchisce .lungscrive:<A ciascunmetodoe a ciascuna teoriava riconosciuto un cerIo c1sdi1o, in quantoessihannotutti al proprio attivo non soltantodeterminati .rrccessi, ma anchedati di fatto psicologicicheprovanoampiamente i rispetti\ r l)resupposti), (1979).Consideriamo la professione di counselor comeunarelrrzione flessibile a coinvolgin e dinamica, entoumanq di ricercae di aiutoinl('rpersonale tra operatore e utente,nella qualela persona viene intesaprospettr(irrnente comeuna combinazione di sosni.di ombre.di coscienza e di vita ,lu()lidiana del corpo. il counseling d un rapportoda persona a persona, contrassegnato efficacerrrente da un tipo di comunicazione, di scambio e di comprensione, colti nella vis-d-vis che facilita,nel temposcandito, in giorni ed ore: l','sizione ll le domandedell'utente("tirare fuori" il problema- valore catartico), sollecitate dalla rappresentazione mentaleinconsciache tendea realizzare,sul piano della realti, il principio di soddisfucintento cercatocorr la madre ideale:

2 \ le riflessionisulle richiestedell'utenteanchenei suoi bisogniculturali,


J)

(altreculture); le mutazioni, in forma efficace e responsabile, degli affetti paralizzati, da cui puo dipendere I'atteggiamento disadattato dell'utente.

Seminario II

efficacedialettica, all'interno del percorso di counseling avvia,con Questa I'emergere della spontaneitd dell'utente,il riconoscimento delVero 56 e il recuperodelle risorsepiir creativeche permettono nel tempodi usciredalla superficialitire di entrarenelle proprie veriti profondeed autentiche. Ci premesottolineare, in questaintroduzione al counseling che alcunigravi disturbiemozionalipossono di per se essere molto complessi, da pretendepsicoterapeutica (modificazione re un tempolungo di trattamento, a direttiva della strutturadella personalitd). problemie disagipsicoNel casodi richiestedi interventoper correggere puo organizzare logici della vita quotidiana, il counselor unapropostodi soluprincipalmentedalla: zi one caratterizzata a) influenza delleveriti trasmesse dall'inconscio; b) dinamicarelazionale-motivazionale; c) ridimensionamento dell'energiavitale bloccatasulla tensioneesistenziale. La mediazione del campopsicologicopermette, nel suo movimentotra il conosciutoed il nascosto, di stimolarecon saggezza il costruire-rielaborare contenutidi risposteintime, che aiutanola personaa migliorarela vita nella complessitd delle sueforme e dei suoi equilibri. Jungafferma:<Le grandidecisionidella vita hanno,di regola,molto piir a che fare con gli istinti e con altri misteriosifattori inconsci,che con la volontd cosciente e con le buoneintenzioni dellaragione)(1979). Sequesta esperienza maturativa di aiutoe di apertura alla produzione uma(a causadi rischioseo pretenziose na di sensonon si potesse realizzare finalitd, o di atteggiamenti fortemente difensivi organizzati dall'utente), il counselor, nella suacapacitir di percepire la propriaimpotenza di fronte ad un lavoro personalitir regressivo sulla dell'utentedovrebbe saperrinunciare al rapportodi consulenza, ed indirizzarela persona ad altre appropriate sedi di competenza.

ll campo di attivitir della Procedura Immaginativa (Ncl testo a seguire la "Procedura immaginativa" verrdindicata: P.l.) lJesperienza con I'organizzazione immaginativache agisce direttamente sullacoscienza, rappresenta una delle maggioriforme di liberazione affettiva; I'lmmaginarioche coinvolgetutti i sensie chiama in causatutte le funzioni tlella psiche,quali il pensiero, il sentimento, le sensazioni e I'intuizione,nasce tlalla comunicazione degli affetti evocatida situazioniprimarie,archetipiche, sirnboliche e mitiche. tematiche rappresentano la ragionedel sorprendente risveglio di inQueste lcresse per la terapiacon I'Immaginario. Al mito del consumismo e dell'arrivistttodi oggi,la PI. puo contrapporre delleemozionifattedi noteesistenziali che si liberanonella sferadella spiritualitdintesacometotalitddelle esperienze intcriori.La persona, nella suaidentificazione con labellezzadei valori semplici c naturali,sentela necessitd di personificare le emozionifondamentali dellavita che,nell'attualemomentostorico,tendonoad essere incomprese e delimitalc. Oggi l'umiliazionedell'affettiviti e dellaspiritualitd stariducendo la creativitd e le espressioni dell'uomo.La P.I.nella suaconvergenza tra corpo,psiche c spirito, rappresenta un tentativodi recuperare il significato, semprepresente irrciascun individuo,del <<senso armonicodell'animoumanonel suoslanciovilale>(Bergson1966)e <nellasuavolontdcreativa> (Schopenhauer 1969). La P.I.d un prodottoautomatico del processo di pensiero che si verifica alla soglia della coscienza, duranteuno statorituale di rilassamento che dimirruisce la vigilanza difensiva dell'utente. I messaggi emersinella P.I.offrono particolariinformazionicirca i vari carrali sui quali gli istinti inconsci(ciod I'urgenzaprimaria esistente in ciascun rndividuo)vengonoad incontrarsi con i pensieridell'Io cosciente. La P.I.nei suoi punti di intersezione fra la dimensione verticaleche collega tcrra e cielo e quella orizzontalelegataa terra-acqua, fa emergere, in un tempo progressivo, il Modello Simbolico della Personalitir nel suo complesso, e tutte le veriti dei fenomenimentali, inaccessibili all'osservazione diretta del pussato, del presente e del futuro della persona.

lrssaconsente la manifestazione di verithriguardante il materiale vecchioparzialmente nu()v(), o totalmente rimossoo semplicemente dimenticato della storiadell'utente.La differenza che esiste tra un contenuto rimossoed uno diper rrrcnticato dipendedalla resistenza a ricordare,mobilitata dalla persona, particolariimmagini. pr()teggere La P.l. d una forma di iniziazione alla scopertadi s6 che si differenzia dallc fantasie;questesono frutto di organizzazioni difensive,di fughe infantiliadolescenziali, dellarealti. di compensazione prodottonel quadrodella P.I.viene selezioUna buonapartedel materiale nato dalla esperienza vissutadi recentedall'utente.Questorealismoinfluenza I'andamento della tramasoltantonella misurain cui essariescea determinare I'insorgeredi un "eco" sui fantasmipersonalilocalizzatinel profondoinconscio dell'utente. prima della seduta Ad esempio:se un utente, di P.I.,vede il film "Romeo e proponeuno StimoloImmaginativo InizialeegosintoGiulietta" e il counselor nico alla storia del film (lmmagina uns storia d'amore),l'lmmaginario che emergenon d una replicadel drammavisto nel film. Il tono del contenuto affettivo dispiegato nella P.I.prendeispirazione e rinforzo dalla personale spinta creativadell'inconscio, riattivatada alcuneparticolariscenedel film. Seguendo un criterio strettamente legatoal lavoro di counselingabbiamo elaboratoper utilitd pratica,il seguente campodi attivitddella P.I. La Procedura Immaginativa: l) d un regolatore dell'attivitiraffettiva. In essal'utenteha la possibilitddi scaricare, alleviare, sublimare energia, ciod puo fornire una compensa(ad esempiorappresentare zione al suo comportamento cosciente una aggrediscono l'avversario); storia,in cui le immagini-azione 2) nel suo movimentoesplorativo-riparatorio-preparatorio e sublimatorio il ricordo di eventi-esperienze reali essapud indebolireed attenuare (si ha una situazione traumatiche di traumaquandoc'd un'intensitd ecdi frustrazione che I'Io non sa gestire). Ad esempio reaziocessiva ,le ni immaginative di crisi di panico,di grida prodotteduranteuna P.I., sonoemotivamente di minor dannoper I'utenterispettoalle reazionidi rassegnato tipo silenzioso, e di sfida; 3) pud averedei piani di rappresentazione che contengono indicazionidi pratici per l'utenadattamento-avvertimento-ammonimento-intuizione pud emergere nell'intrecciodella storiaimmaginativa, te. Ad esempio, una immagineche avverteI'utentedi stareattentoquandosi relaziona con un certotipo di personalitd; 4) puo far emergere la grande tensione che nascedal divario fra cio che I'utented e cid che sentedovrebbe essere, comead esempio nell'alcolista e nel tossicodipendente;

5)

6) 7)

8)

9) l0) I I) I 2)

l3) l4)

puo raggiungere delleimmagini-azioni di gratificazione di desideri dc(tendenze proibite,rimosse, finiti catagogici frustrate, voglie inccstuose,pedofilie,ecc.)e di desideri (elevati, anagogici sublimi,ideali,trascendentali). Il desiderio si riferiscea cid che si sentedi non possedc(Bion 1992); re, essod insaturo pud descrivere certedistorsioni degli affetti (ad esempio a tramadi ipocrisia,di invidia); influenzaI'attivith psicofisicadell'utente.Il corpo immaginatosi riferisceal significatosimbolicoche l'utenteattribuisce al proprio corpo. Le percezioni sensoriali su alcuneparti del corpo immaginato comead quelledi forte paura,potrebbero esempio essere in relazione con qualche disturbofisico (Rocca,Stendoro1991); forniscela mappacomplessa di quello che d gii awenuto e di quello che probabilmente awerrd. Occorretuttaviaavvertireche non e possibile ipotizzarequandoquelle cosesi manifesteranno e neppurecome emergeranno nell' Immaginario; pud contenere tutte le fantasiee le rispostedi cui I'utenteha bisogno; puo far emergere la necessitd di ritrovareun proprio orientamento etico e religioso sullavita presente; puo compensare alcuniaspettidellapersonalitir in modo da mantenere un equilibriotra inconscio e conscio; puo rappresentare interiori o sensibiliallo spiritualeche facilienergie tano I'espansione della coscienza e il sensodi appartenenza ad una realtdcollettiva; puo contenere immagini e simboli appartenenti al patrimonioculturale dell'umanitd serbati (Jung nell'inconscio collettivo 1979); puo evidenziare possibilipresentimenti (FunzioneImmaginativa Irrazionale).

Perla comprensione di alcunetematiche contenute nel libro crediamo utile rrportare il concettodi inconsciocollettivodescrittoda Jung: <l- inconscioindividualepresenta contenutiun tempo consci,ma di cui la r'()scienza ha persoin seguitotracciadimenticandoli o rimuovendoli.I contentrtidell'inconscio collettivonon sonomai statipresenti nella coscienza, non :rrno ciod un prodotto individuale,e devonola loro esistenza esclusivamente rrll'ereditarietd. I-archetipo d correlato all'ideadi inconscio collettivo e impli(:r la presenza nella psichedi forme determinate, onnipresenti o diffuseovun(ltle)).

SeminarioIII

l) 2) 3) 4)

la naturaumana; il metodo; il trattamento; la teoria.

Rinunciaread una di questequattro conoscenze, impoverisce I'efficacia tlcll'intervento di counseling con I'intervento dellap.I.,trasformando I'incontro dei due (utente-counselor) in un qualcosa di diverso. Modello operativo del counseling prendendo in considerazione I'intensitir del bisogno In generale, e I'urgenza definito e in particolarei diversi aspettiaffettivi dell'utente,crediamoche il anchedella conecessiti, counselor oltre che di un rapportodi supervisione, unitariadi intervento. noscenza Ci riferiamoal bisognodi di una metodologia di modificare la tendenza della assuntitecnici metodologiciche permettano mentedell'utentea ripiegarsisu se stesso. "nucleo centrale"di tensione negativa irrisolAll'interno di un complesso si possono trovare: ta, comunea tutte le persone, per l'integrazionesoddisfacente l) una mancanza o un ambiguointeresse (anaffettiviti); con i fattori socioculturali I'espe2) uno stile comportamentale contraddittorioche trascura-coarta rienzaindividualedel gustodella vita (56 in conflitto); di s6 e del proprio corpo, che induceprogressi3) un'immaginenegativa il rifugio nelle varie malattie(56 vamenteuna fuga dalla vita attraverso (Rocca,Stendoro psicosomatico) 2005). con I'interventodella ProLo scopodel modello operativodel counseling costantenella metodologia ceduraImmaginativa,che rimane rigorosamente qualunque mentale,d in primo luogo quello di sianoi motivi della sofferenza e sapientemenaiutarel'utentea volgersiversoil proprio internoper sondarlo (riflessioni, te sbloccarlo dalle sfuggentied ambiguedifficoltd. Le semantiche stati d'animo) permettonoall'utente di rievocareuna pluraliti di esperienze positiveche ciascunuomo ha dentrodi s6, insiemeal bisognodi comunicarle inveceriIJesperienza al counselorin forma comprensibile. della sofferenza passiva-parassitaria chiudeI'utentein una posizione che lo sganciadall'assumersiresponsabilitd della suavita. Partendo da questelinee teoriche,abbiamomessoa punto uno schemadi counseling ai cui verticivi sono: Indichiamoun quadro guida che descriveI'attivitd pratica del counselor, ( ()struito su una combinazione di quattrofasi: A) Prima fase:realizzareun personalerapporto iniziale di fiducia-sicurez,/ircon I'utente.In questospaziorelazionale di aiuto vengonoraccolti,attrar crsola valenza dell'essere ascoltato,i dati biografici piu rilevantidel soggetl() percomprendere la dinamica della suapersonalitd. In particolare notiziesull'irrfbnzia,l'adolescenza, la famiglia, il lavoro, le amicizie, l,organizzazione ,lcl tempo libero, le relazioni,gli hobbies,i sogni,le fantasie, le motivazioni, le aspettative, ecc. E fondamentale osservare, in questafase,le intenseemozionidella comurrrcazione verbalee non verbaletrasmesse dal modo in cui si relaziona I'utenIt'. Ad esempio:le variazionidella distanzatopograficao limite di confine { ltocca,Stendoro 2005)cheegli assume rispettoal counselor, i segnali del corp., gli atteggiamenti, la mimica, la gestualitd, il tono della voce,incluseanche le espressioni sonore prive di contenutoverbale, come sospirare,gemere, lrioccare la lingua, ecc. 'e B) Seconda fase:ri-conoscere i momenti,le espressioni e le tendenze partreolaridei "problemi o situazionicritiche" che hannodeformatoI'Io dell'utcnte (strumenti,concetti,convincimenti). Ad esempiogli opprimenti sentirrrcntidi inadeguatezza, inferioriti, responsabilitd, rimor.o, Cont.uddizione, \crgogna,colpevolezza, ecc.Questeosservazioni se usatenel modo piri creatl\'().permettonoall'operatoredi realizzare un'ipotesi diagnostica, eventualrrerrteintegratada reattivi di personalitd, che pud servirecome supportoper l' rrrtcrvento di aiuto. cl) Terzafase:il trattamento specificocon la p.I. Si trattadi un movimento \ rcutivoche permettedi incidereintrinsecamente e in modo adeguato su pen'.re ri-azioni,emozioni,fantasmiche impongonola loro veritd e iivelano tutto r rir che occultamente alimentala mentedell'utente. I)) Quartafase:il riorientamento, il controllo,la risoluzionee la liberaziorretlalle forze psichicheconflittualiattuali che scoraggiano ogni tentativo delI rrtcnte di aprirsialle operazioni della vita: in questomodo il vero 36 conferi'.tr .rcfl.io all'esperienza fatta.

lo studiodi questequattrolast' Approfondiarno inizialedi conoscenza' relazionale A) Itapporto il reciprocoessercidei due (counselor-utente) Nel rerrpo del counseling, motivazioniprofondedi affetti, di intenti e di comprenrialtiva sicuramente il canaleuditidei "segnali" verbali sentitiattraverso sicrrre clre caratterizzano con le percezionidel canalevisivo e tattiv() che vengonomessiin relazio'ne lascia(l'utentedeveessere esperienze-dialogiche In queste le (non verbale). irposiono tempo) del i2l3 per almeno parla.e di poter to nella condizione questo E di collusione-tensione' fattori di volta in voita, inlvitabili rompere d'accordi mettere dall'incapacitir rappresentato puntocruciale un complesso conscimotivazionali vissuti i con agireumanodef counselor do lo spontaneo obbiettivi possibili dei procedere il quando cid avviene dell'uteDte. inconsci e gli scopi dell'utente del counselor(esplorare-scoprire-rielaborare-aiutare) (urgenzadelbrsogno)tendonoadivergere.Sioriginacosiilproblematicofee della residel disaccordo della discussione, noi"no psichicolel silenzio, a farrinuncia ambiguitd' dovel'utente,influenzatodalla suacostante stenza, o all'inizio pud verificarsi incontprensione pericolosa si riconoscere. Questa (semIl compitodell.'operatore ,uitupp-.i duraite il plrcorsodi counseling. d di coquesta rovinosaimpasse, individuare ad oltre se stessoi, pre solo con in emotiva grado a risonanza ,trui." unospecificopensiero(Proposizionale) ed ll comprendeil comprenderlo il silenzio,attraverso di sbloccare-risolvere re. di relativoad una situazione di interventodi counseling Diamo un esempio blocco. irradia brutUutented un ragazzodi 19 anni compiuti. Non d brutto, ma farniglia milanese,nella quale.il padre, la da una prestigiosa tezza. Proviene ottlml rlconoscrriusciti a raggiungere sono ed il fratello (di 25 anni) maclre disascolastico curriculum un con ragazzo, il Purtroppo merrtiprofessionali. per iscriI'esame.selettivo a superare non d riuicito ha un puntodebole: stroso, pur esil giovane' All'inizio del rapportodi counseling versi all'universitd. riflettecui su nulla ancora ho non etd, sendovenutodi suavolonti, <Alla mia mi aiuti>,tendead averenei nostri inconrri dei toni emotire intensamente... vi esagerati-polemici-difensivi-aggressivi' Questieccessivisfoghi,quandovannooltre,vengonocomunicaticonl'adeo con I'assumere a dellemie domande del noi rispondere ,io,.,i trasparente rimail sbadigliare, come lo di indifferenza, gli inequivocabiliatteggiarnenti mentrein realtirmi prendi compiacermi fingere ii"oru peggio o .uuriuo i".. ..in per impedireuna veprobabilmente giro,'. Sitteml di ditbsa organizzati dc e non vissu= l." op.rlu.u ai suoi contenutiemozionalisoffocati,non conosciuti gli chiedo: un suo silenziooppositivo, dopo avercolnmentato ri. In una seduta, su qualcosa ..r...,-..nnn ccnrelr necessiti a fare delle domande che COntinui

t'ltc fei desidera realizzare nel futuro o su qualcosa di cui lei attualnrcrrtc lr;r Nonostante un insolitosorrisorassicurante Prtttra'/>. non mi risponde. Apcftc (ltlcsta volta le mie riflessioni non sonoriuscitea suscitare la suacapacitii tli rclazionarsi con me in modo da non tenere"dentro" i suoi sentimenti. IntcrVcngo con intuizione e a vocealta:<Non vuole uscireallo scoperto perche si trcde incapace di darmi dellebuonerisposte'/>. ll ragazzomi fissa ansiosamente mentre i suoi occhi si sono inumiditi e \l)rntoda una stranaforza,si scuote dal senso di demoralizzazione che lo bloct rre ftri parla:<Ho una sofferenza cheva oltre alla rnia infanzia...oltre alla mia errpacita di ricordare... sonotroppocoinvolto con le mie menate>. Per intuizioneintendiamola capacitddella personadi avvertiretutti i selrxrli provenienti dal nucleocreativo dell'inconscio. B) Riconoscimento dei problemipsicologici piu profondi. areaha lo scopodi individuareed esplorare Questa gli aspettispecificiclei rerrtimenti di angoscia che stanno all'originedellaconfusione-disadattamento t'srstenziale. I-utentenon essendo in gradodi conoscersi perche per dichiuso lesaversoil mondo pud, attraverso questospazio,ri-conoscere che ci sonoin lrrrdelle risorsepsichiche norl ancoradisturbate dai conflitti che lo possono ,rularea trovare il Vero 56. C) Liintervento con la Procedura Immasinativa. Spetta alla sensibilitd del counselor ..Jgli"r. il setting piir idoneoper aiutrrrc-orientare I'utentea seguire il suo processo evocativo intimo (nellaposizrone di rilassamento sul lettinoo in altreposizioni, con gli occhi chiusi).La I'L. nella suaprogressiva messa in contattocon il proprio mondo interiore,far.r'isce l'emergere di atteggiamenti di coscienza meno strutturatiche permetr.nt) di comprendere-superare le difese(mascheramenti) ed entrarespontanearrrcrrte in una formadi attivitdpsichica pii autentica (spesso generica). In questoscenario di forze vitali, in cui I'utentetraducein parolele immalrrri e non si sentesopraffatto dall'inconscio, si attivano e agiscono personali \ rcazioni immaginative. Movimento spesso a valenza emotiva sconosciuta, che all'utente di assimilare-integrare-sviluppare l)r'n)lctte nuove consapevolezze <li per la suavita. '.rlitlau(ilitd .lungaffermache: <uinconscioe capacedi manifestare, talvolta,un'intellrrictlza e una finalitd di molto superiore alle possibilite introspettive coscienrt', (l,979).La seduta di intervento con la procedura Immaginativa, nella sua , nt)r'nr capacitd di espansione, per il counselor diventa un puntoirrinunciabiIr' pcr il suo lavoro strategico di prevenzione e di aiuto e per individuaree ri,,rlvt: fe i problemidell'utente.

Il counseling con la P.I.puo essere applicatoin generale anchea soggettiin cta cvolutiva.In questocontesto sonoda apportareparticolarimodifiche(quali I'utilizzodel disegno, materiale di rimaneggiamento, pezzidi tessuto, di legno ed altre figure poco tipizzateed imprecise) che dipendonoda alcunevariabili; I'etd del bambino(checomunque deveessere superiore ai 5 anni),la suacapacitd di produrreassociazioni immaginative, il suo grado di dipendenza dai genitori,la partecipazione e il coinvolgimento dei genitori anchein un gruppo,in modo da favorireI'aperturaad una dimensione collettivadi riflessionee condivisione dei propri vissuti conflittuali. D) Il riorientamento e la risoluzionedel vissutoproblematico. Uobiettivodi questospaziodi lavoro d di escogitare e comprendere i mezzi migliori per padroneggiare la realtd(stravolta-travisata) e piegarlaalle esigenzedei bisognidell'utente. Possiamo arrivaread una interessante conclusione: finch6 il soggetto non vienemessodi fronte alla consapevolezza delle suecontraddizioni (manipolazione,inganno,ecc.),rimanenell'angosciante inconsapevolezza di cid chesta e conseguentemente, rinunciaalle suepossibiliti di essere diverso. At.facendo tuare inveceil proprio divenirecoscientemente consapevole di cid che vuole (relativamente essere all'etir ed alle sue capacitd), permettedi realizzarenel tempoun idealedi rigenerozione totaledellavita. In un certo sensol'uomo potrd farsi Uomo.

Seminario IV

Lo spaziodi accoglienza del counseling Lo scopodell'intervento del counseling con I'intervento dellaPI., nelladisorganizzazione delle tensioni interne, d di facilitare il lavoro individuale clinamicodi conoscenza-confronto in una areapiir o menospecificadellapsiche dell'utente.Questoimplica che, nelle osservazioni necessarie per comporrecrearelo Stimolo Immaginativo Iniziale che dardorigine all'associazione immaginativa, il counselor deveaverpresente nella sua mentele teoriedella p.I. e I'ipotesidel progetto di intervento specifico.Quest'ultima vienericavata dalla storiadi vita e dal significatodelle problematiche esistenziali presentate dal soggetto. Si ha cosi una conoscenzaformata da quelle caratteristiche del comportamentodell'utenteche fanno riferimentoalla suacomunicazione legataal corpo e alla psiche,alla suaproduttivitdverbale-simbolica-gestuale, al tipo di linguaggio,alla temporalitd e ai vari tratti somatici(espressione di statimentali). Si evidenziaad esempiola strutturadialogicadel soggetto formatada ritmi e duratadelle elocuzioni,tempi di latenza,mancanza di fluenzaverbale,balbuzie (Rocca, Stendoro2002), pause, silenzi, o dal modo di raccontare-approfondirela suabiografia. I tratti personologici ottenutinon devonoessere considerati dal counselor come delle regolari conferme ai suoi presupposti teorici, bensi dei criteri oggettivi checomeunatracciaampia,nel rispettodell'autonomia dell'utente, costituiscono un puntodi riferimentoai retroterra negatividell'utente.Rispettando questeconsiderazioni, il counselorpervienead una ipotesi conoscitiva in basealla qualevaluta l'opportunitddi un interventoe quindi colloca I'utente nellapossibile areascelta tra: la nevrosi, la psicosi, il borderline, i disturbiatipici, le disarmonie evolutive,le situazionireattiveallo stress, i disturbidel carattere,i disturbisessuali, le interferenze ambientali.ln particolareil counsclor sardin gradodi evidenziare la mancanza di equilibrio manifestata attravcrso l'imbarazzo,[a timidezza,la ritrosia eccessiva, I'ansiae la preoccupazronc continua,la pauranell'incontrare la gente,la pauradi fallire nel proprio lavoro, I'incapaciti di concentrarsi, il blocco delle energievitali.

La persona a cui si applicaper la prima volta la sedutadi P. I. viene a trovirrsidi tionte ad una situazione nuovaed insolita.In questocaso6 importancoglie tc che il counselor si costruisca un'idea su comeI'utenteemotivamente iniziale (StimoloImmaginativo Iniziale),che l'inlbnnazionedel messaggio nell'lmmaginario.Questocomepotrebbe corstirnolaI'inconscioa specchiarsi rispondere ad un suonrodomentale abitualedi reagire(sentire-agire-rispondenuova. re) a qualunque situazione nei E importantesottolineare il principio dellaglobalitd affettivapresente vissutidinamici della P.I. Cio significa che il materialeimmaginativo affiorato deveessere tradottocome un tutto unitario. I gruppi di immagini prodotte (Catene (considerati Immaginative) non devonoessere isolatamente) dissociati (correlati) coesi inun insiemedi I'uno dall'altro, ma recepitisufficientemente rappresentazioni strutturate.ll significato attribuito a questoinsientedi materiale carico di emotivitir(curiositd-paura-fascino, ecc.) non pud essere utilizvalido per altri utenzato dal counselorcome un elfetto curativo generalizzato preziosa ridotti. Questa costruzione di significati emozionalinon deveessere (universale), poich6varia e dipendedai vincoli e ta ad un unico denominatore dai bisogniaffettivi del singolosoggetto. fiimmaginato,come I'inconscioda cui deriva,costituisce un'entitd spesso ambigua,allusivae sfuggente. A volte in questesituazionid sufficienteche il intervenga, durantele associazioni immaginative, con uno "Spostacounselor per far riprendere e funzionaleall'intesae al mutamento mento" appropriato all'utente la modalitdmigliore per evocareimmagini e vivificare la sua soggettivitirmancatao ferita. Per "Spostamento" intendiamoI'intervento-atto di dal MovimentoControtransferale che si ha quandoI'oaffettooriginatospesso peratore, con un talentoper certi versi innato, grazieanchead un onestolavoro su di s6, si apre all'ascoltodelle proprie emozionie le dirige con la parola rimane sostanzialversole qualitd irnmaginative dell'utente.Lo Spostamento menteun oggettolinguisticodi incisivo scambiodi vitalitd, amore,gioia, parforza,aiuto,ecc.,che servea sostenere cio che sta tentando di actecipazione, nei della mente dell'utente. cadere contenuti Esempidi Spostamenti in un percorsodi aiuto che sonostatipropostiin diverseP.l.: I) "che sensazioni le dd?"; 2) "sentedi poter toccare, scaldare, aiutare?"; 3) "assomiglia a qualcosa?"; 4) "potrebbefacilmenteassumere un'altra forma?"; 5) "lo tengatra le mani"; 6) "fermi I'immagine"; 1) "risponda senza esitazione"; 8) "da doveviene,quando viene,comeviene,chi viene?"; 9) "compiaun movimento laterale";

l0) "d un ricordo emotivo?"; I l) "ritorni dov'era": l2) "puo toccare?"; l3) "aspetti un attimo"; 14) "puo fermarsi nel momentoin cui la sua mano sta entrandonell'acqua?"; quandomette-sente'/"; l5) "che cosasuccede l6) "si concentri nel cuore"; l7) "questogran desiderio e familiare?"; l8) "si lascipervadere dall'emozione"; l9) "i suoipiedi sonoancora nell'acqua?"; 20) "conoscequestimomenti,emozioni?"; 21) "restare calmo": 22) "pensache possarientrarenell'immagine?"; 23) "cautela"; 24) "che aspetto ha?"; 25) "dov'd?"; 26) "entri in quel desiderio"; 27) "le suemani voglionotoccarequellapersona?"; il suocuore?"; 28) "puo sentire *d 29) nervoso?"; 30) "d quasifuori della suaportata?"; 3l) "fare un grossosforzo"; 32) "deve sforzareil cuore?"; provaa lasciarequellaimmagine?"; 33) "che sensazione 34) "descrivail luogo in cui si trova"; 35) "percepireun suono,il caloredel proprio corpo"; 36) "la invito a indietreggiare lentamente"; 37) "cerchidi parlare con lui"; quel calore"; 38) "intensifichicon I'immaginazione 39) "osserviil suocorpo"; 40) "seguai movimentidel suo corpo"; 4l) "assecondi i movimentiche ha osservato"; 42) "risolva il problemache vede"; 43) "lavori su quella immagine"; 44) "aver bisognodi sapere di piri sulle sensazioni del suo corpo,sull'amore.sull'odio": 45) "in che modo stapercependo I'immagine?"; 46) "c'd qualcosa che la preoccupa?"; 47) "cosale risponde?"; 48) "chi d quellapersona'/"; 49) "ampliare I'immagine";

50) 5l) 52) 53) 54)

"presti piir attenzione a quelle immagini"; "guardare tutti i movimentidi quellapersona", "amplifichi quel movimentoe osservicosasuccede"; "chiederedei doni al suo nemico"; "di cercare con le propriemani".

Seminario V

puo essere facilitatoa vedere, sollecitazioniverbali,il soggetto Con queste percepire,superare eventualiinciampi emozionalie continuaread associare iI suo divenireimmagia determinare e proseguendo immagini,determinando nativo. I'impegnodi vivere I'agito proAl contrario,l'utente che sospende-blocca di turbamentiche possonoespostodallo Spostamento, denunciala presenza da: di volta in volta sereoriginati 1) inadeguatiS.I.I.: I'operatorein questocaso deve riflettere sulla situazione relazionaledel momento, su contenuti emozionali probabilmente o sul mancatoascoltodei tempi del Movifraintesiprecedentemente mento Immaginativodel['utente; durantel'evolverapparse sconcertante 2) particolarisituazionia carattere si dellaP.I.; con tutti i sensile varie forme di ener3) difficolti a vivere o ad assimilare dall'Immaginario. gia vitale o distruttivache emergono Un "criterio" per analizzare il modello di interazione tra il counselor e I'utente Cio che caratterizza I'arte e I'abilitd di aiutaredel counselord indubbiamenteuna speciale intuizionee sensibiliti versola relazionedinamicaemotiva con l'essere umano. Il counselordeveessere attentoa captaree riconoscere le diversemanifestazionidi sofferenza dell'Altro, dando a questivissuti un personalizzato significatopsicologico e somatico. Il modo di essere dell'utented dipendente dal soggettivo investimento dei suoi canaliemozionalie delle relazionicon gli altri e si manifestain ogni momentodelle sue azioni in manieraimmancabilmentecosciente/inconscia. formulareunateoriacapace di costruirealcuneipotesisul Quindi possiamo modellodi interazione, quandoil suo tra quelloche I'utentefa e comereagisce stile di vita d emotivamente instabile. Stabiliamoquindi una griglia di osservazione dell'utenteorganizzata su: l) Rivolgerela nostraattenzione a tutti gli eventi(sul piano del contenuto e della relazione) che accadono da quandol'utenteentranello studio. Cosa stiamo vedendo,guardando? Notiamo cid che vediamo,che sentiamo? Ad esempio:il suo passod fermo, sicuro,coraggioso? C'd contattocon lo sguardo? Portagli occhiali?Quali sono i suoni,i gesti,le paroleche adopera'/ Com'd la gestione dei suoi silenzi? perch6la nostravista si fissa,per esempio,su un particoCi domandiamo lare "modo" di comportarsi dell'utente? Oppureche cosaci provocauna visionepoco chiara del suo modo di esscre? questostatodi confusione, Se assecondiamo anzich6chiarirlo con I'utcrrtc, cio potrebbeessere manifestazione del bisognodi far lavorarein modo prcvalentele nostreimmaginiinteriori. Osservare significa focalizzarela nostra attenzionesulla comunicaziorrc

tra questae le paroledettedall'un()nvcrbalee sulle eventualiincongruenze comtcrrtc(Rocca, Stendoro2005). Si possonocosi cogliere atteggiamenti, sensazioni e sentimentiche sono portamenti, mimica, gesti da cui traspaiono (se la menteha giir dall'utente in contraddizione con quantovieneverbalizzato piit cosa,i suoi cinquesensinon trasmettono di una determinata lu t:orutscenza quellainformazione). la mano. 2) Il modo di daree di stringere un segnodi simbolo che esprimein generale fisico d un contatto Questo reciprocadi alcuneparla coscienza e tendead aumentare unionefra persone ti del corpo. 3) tiabbigliamentorinvia ad una molteplicitddi segnaliimportantisull'atteggiamento di chi lo indossa. ogni accuranel modo abitualedi vestireo di truccarsi, Ogni cambiamento qualcosa possono significaresimbolicamente eccessiva, tezzao trascLLratezza di coo addiritturanon sanemmeno che I'utentenon intendedire direttamente municare. nello studio,comepuche I'utenteassume 4) IJosservazione della distanza possono essere di re i movimentirepentinitendentia modificaretale distanza, (come avanzare improvil suo pensare-sentire-operare aiuto per comprendere 2005). con la sedia)(Rocca,Stendoro visamente o arretrare possono indiessere spesso impercettibilidell'utente, I movimentigestuali, versoil counselor. affettivapositivao negativa ce di disposizione espressa con vaghetensionidei gruppimuscocorporea, 5) Ogni sensazione lari, pud essere un atto legatoad un eventoemozionalea significato simbolico. sensibilitir che I'utenteave spontanea Il corpo d dotatodi un'affascinante e movimenti archetipicicoespressioni verte e comunicacon atteggiamenti, muni a tutti gli esseriumani. In particolareil volto, che d la parte pitr vicina all'Io e alle sue dinamiche spontaneamutevoleche puo manifestare identitarie,d un fluido energetico aggrottamenforma di sorriso, un una attraverso mentefelicitii-serenitd-estasi quandosi stringonoi bracciolidellapolto dellafronteo una suainespressivitir trona. probabilmente finge un il proprio sorridere I-lutente chenon saautoregolare possibile riconoscere il caottimistico.Dostoevskijdice: <E comportamento molto pii dal suo modo di ridere che da un noiosoesaratteredi una persona (1929). me psicologico> del tono della voce, inclusala melodia,la velocitde 6) La determinazione che tendea mangiarele 2005).I-lutente il ritnto dell'eloquio(Rocca,Stendoro probabilmente non desidera integrarsio relaziopurcle o a parlaresottovoce, proI-lutente che si arrabbiatroppo ed insistentemente, narsicon il counselor. dubbi sulla credibilitd di quanto sta afferbabilmentenutre inconsciamente insiemeal counselor. se stesso, un tentativodi persuadere rnandoe organizza

Ilutentecheparlasenzainterruzione, probabilmente ha provatoI'espericnzu tli non esserestato ampiamenteascoltatoo udito nella sua realtd familiare. 7) I ricordi, le dimenticanze. Nell'inconsciodi ogni uomo operaun processo di creazione selettivachc rnettein primo piano le coseche desidera ricordaree ripone le altre coselontanedall'espansione della coscienza, in modo tale che diventaimpossibilericordarleo possibilesoltantoaprezzo di un prepotente sforzo. Adler afferma:<Teniamo a mentequegli eventi,reali o immaginari,il cui ricordo d importanteper una specificatendenza psichica,che stimolaun mo( I 983). vimentosottostante> Il dispiegarsi della Procedura porta in superficieun Immaginativaspesso ricordo (rappresentazione del passato) puo esche, se attentamente analizzato, sereutile per dareuna dimensione, una prima idea formale,delle tendenze del rnodellodi personalitir dell'utente. 8) Gli oggettipersonalidimenticatinello studio. Possono essere un'espressione simbolicadel vivo desideriodell'utentedi voler ritornarenello spaziodel counseling. 9) I lapsusverbali,le azionimancate e gli involontarigiochi di parole. Sonoin generale materialiinconsciche sonoriusciti ad esprimersi, eludendo la sorveglianza del censore cosciente. Lutente pensaveramente una cosa, ma non intendespesso rivelarlaall'altro (Freud 1980). l0) La posizionerelazionale che il soggettooccupa,all'interno della sua costellazione familiare,puo oflrire alcuneindicazionidei tratti della suapersonalitir. Frequentemente si d osservato ad esempio, che il figlio maggioretendead averesovente un pronunciato perch6nei suoi primi ansensodi responsabilitd ni di vita avrebbeavuto tutto I'amore e la sollecitudine dei genitori, che gli hannogarantitouna stabiliti affettiva.Il secondogenito, quandoviene al mondo, trova il fratello rivale, di uno o piir anni maggioredi lui, con il qualedeve confrontarsi. Per tutto il tempo dell'infanziapud essere costrettoa seguirela crescente influenzadel fratello.Di conseguenza il sentimento di inferioritdvissutoverrebbein buonapartesepoltonel suo inconscio.I-ultimogenito,di due o pitr fratelli, pud essere destinatario di molto affetto,non soltantoda partedei genitori ma anche dai fratelli e dall'asseparentale. Questasovrabbondanza d'amorestimola,in alcuni,atteggiamenti particolarmente straordinari di apertura versoI'intera umaniti. In altri, non adeguatamente aiutati a svilupparcla possibilidepressioni loro personaliti,puo causare o la pretesa che il mondo li vezzeggi e li consoliper tutta la vita. Talvolta il figlio unico tendea rinunciare all'esperienza dei contattiuruani pretenziosa e puo sviluppare unapersonalitd nei confrontidellavita. Sirnbolicamente tendead aspettare che il mondo affettivogli vengaincontro,corrrc lrr fatto I'ambiente familiarenellasuainfanzia. questo si non si rcalizzrr Quando

verpuo assumere traditoe per compensazione-reattivith scntcinconsciamente so la vita una volontirispiratadal risentimento. e nel tempo I gcrnelli in alcuni casi evolvonoin un reciprocoantagonismo alizzarsie inequivocabilpossonoscegliereorientamentidiversi in cui speci a vicenda. nrentesuperarsi dei sintomi fisici da partedell'utente. I l) La comunicazione I'utente ad intensificareI'attenzionesul disturbo fino E bene incoraggiare i particolaridella sua soffespontaneamente in grado di raccontare ad essere del vissuto d prola consapevolezza renzafisica. Se non riescead esprimere funzionamento nel insufficiente sia babile che la sua mente(propriocezione) propriocezione Per tra il vedere-udire-sentire-muoversi. della differenziazione della personadi avereun corpo che gli apparintendiamola consapevolezza la mente'amplitieneed d in relazionecon il sensodella sua identitd.Spesso e dir origicorrelateal sintomo,spostala sua attenzione ficando le sensazioni persodi CateneImmaginative ne ad un passaggioche conduceall'emergere <Respirocon tutta la mia forza ma ho del sintomostesso: nali rappresentative il pettoche mi brucia... la tossemi riprende...non la controllo...d come se (Rocca, Stendorol993). in golache mi fa molto male)) avessi un piccolosasso dei sogni. l2) Il ricordo siautile informareI'utentechei contenutidei suoi sogniricordati Pensiamo si pud oslo stile del sognatore, Seguendo soluzione. hannoin s6 la loro stessa comunicazione rnodelli di ai conforrnemente quando racconta. lo che servare dir origine a: abitualebasatisul sensocomune,in generale di al sognoche permettono legate esplorazione di associazioni a) spontanee personalitil dell'utente; e della della vita diversiaspetti conoscere vengonomessiin relazioche spesso b) dialogo con uno o piil personaggi informativi; nuovi elenrenti tra di loro introducendo ne o associati segnalifisici di attraverso c) alcuni contenutidel sognoche si sviluppano I'agitarsi, il modo di star seduto,dopo aver movimentocome il gesticolare, (lavorodi movimento); raggiuntola fasedi consapevolezza sul continuumdel sogno; d) dimenticanze del sogno; di altri assuntinon riguardantiil contenuto e) verbalizzazione f) ammissionedella propria ignoranzadi fronte al materialeonirico per perch6 possibilisituazioniemozionalidifficili e minacciose pauradi affrontare lo mettono in crisi come ad esempiotra un suo principio etico e soddisfacimentodegliimpulsi; del contenutoemotivo e simbolico del e comprensione g) individuazione del comporsognoe il possibilecontributo allarealizzazione-riorganizzaztone e gli altri; tamentoversose stesso nell'inconh) messain contattocon contenutiarchetipici(immagazzinati personale sorgente alla sua evoluzione della a seconda lo conducano scio) cl-re collettivo. dcll' inconscio

Seminario VI

I-Tanalisi della Procedura Immaginativa Lesplorazione del protocollo della P.L, nel suo racchiudere ogni sorta di contenutopsichico (legato alla personafisica, al contestostorico, culturale, geograficoe alle belle creazionidello spirito), d la fasepiir delicatadella tecnica del counseling. personale, Richiedeal counselor una maturazione una conoscenza ed una abilitd chevannooltre la possibilitddi attribuire,in modo stereotipatoo in funzionedei propri atteggiamenti mentali,delle interpretazioni psicologiche alle principali immagini emerse. Lerrore frequente di chi si avvicina in modo sprowedutoalla tecnicadella P.I.consiste nell'elaborare dellerigide o meccaniche Proposizionali. Schemidi analisipensatie costruiti in forma isolala, non preoccupandosi di valutarese hannoun sensoche si inquadri globaledella P.I.,senzacreareinappropriate nel contesto contraddizioni affettive. Il counselor deveaverepresente che il materialeemersodall'Immaginario contieneun ampio spettrodi testimonianze, rappresentazioni, messaggi diversi e complessidella storia dell'utente(esperienze dell'infanzia, materialerirnosso, archetipi,simboli e aspettia dimensione transpersonale). Nel corsodel counseling, il lavoropsicodinamico della P. I. viene indicato teoricamente in tre fasi che riguardano: A) Un'impressioneempaticaintuitiva chiara del counselor,generatasul (Trama), senso vissuto nellaP.I.dall'utente Ad esempio: I'attenzione dellasua mente,le sensazioni-atteggiamenti corporei provati,le identificazionicon alcunefigure immaginative. di basevengonointegrate, in un Questeimpressioni secondo momento,da una attenta osservazione metodologica degli aspetti./irmali e di contenuto emersinel protocollo(Rocca,Stendoro 2003). B) Un'analisidel modo in cui I'utentesi d messoin contatto, passo dopo passo,con I'errqto adattamento delle sue tensioniinterneche condizionano il rapportocon il reale. C) Una sintesioperativadellerelazioni e degli atteggiamenti intertutri,subiti o liberati nel movimentodella P.I. comunicata quando possibilc,corr

csPrcssiol'li d'uso corrente.Questomateriale permetteall'lo dell'utentedi rallbrzarsie di regolarsisecondo il Principiodel Piacere. t,a P.l.ritrova,nella suastraordinaria ricchezza,le radici originariee le matrici affettivesignificantisu cui si d costruitasimbolicamente I'organizzazione psichicae somatica dell'utente;e permette di rilevarela modalitddominante e uhitualedel suofunzionamento mentale, di frontealle multiformi modalitdesistenziali(responsabilitd particolari,pericoli particolari,incapacitd di sviluppare risorse). pratica ha permessodi identificarenove variabili principali I-iesperienza che si intrecciano ed interagiscono a livelli differentinel MovimentoImmaginativoVerticale-Orizzontale espresso nella pii totalelibertd: l) sequenze di dinamichedifensivedominanti(Rigiditd); 2) naturadel disagio-problema psichico o esistenziale dominante(Labilitd); 3) naturadell'angoscia (Inibizione); dominante 4) tipo di relazioneoggettuale (Comportamento); dominante fissazione-regressione 5) stadiodi (Processo dominante Primario); 6) informazionisu ricordi, sogni,metafore e simboli (NecessitiInteriori ); 7) costellazione di immagini primordiali (Archetipi); 8) immagini ad energiavitale disponibile(Energia); 9) immagini a luminositdviva, non immediatamente (Stati verbalizzablli Luce). Esaminiamo con un certo grado di approssimazione le novevariabili. Primogruppo(lndicedi Rigiditd) (Trama): La Procedura Immaginativa si avvicina in forma"banale-superficiale" al senso attivato dallo S.I.I.; ha troppi riferimenti letterali-culturali-sociali, intellettualidi sensocomune.ecc.: ha descrizioniossessivamente (Dd, secondola siglaturadel dettagliate Rorschach 1962)e quasisemprerazionalmente giustificate; ha precisesituazioniemozionalicheesprimono esitazione, ambivalenza (ad esempio,tra aggressivitd e difesa),annullamento e/o formazione (ad esempio: reattiva immaginidi pulizia,di ordine,di aiuto,di dovere, di economia, ecc.); esprimeazioni di negazione e di insistenza sulla finzione; ha inaspettati e bruschi cambiamentidi azioni (cambiala storia)o situazioniaffettivevissuteal minimo delle emozioni(funzionesensitiva).

gruppo (Indice di Labilitir) Secondo I a Procedura lmmaginativa: personale su identificazionio8,8ctsi d costruitaattornoad un fantasma (ad esempio:forti-esagcratuali non stabili con diffusi o sfumati affetti non indicati dallo S.l.l. o a ti-teatrali,opposteemozioni),a personaggi magicadel desibasatisu azioni a realizzazione desidericontraddittori derio; - presenta pregnantisoprattutto di specifichetematiche immagini-azioni dei persosessuale o esitazioni sulla identificazione erotiche-sessuali, naggi; di movimentidi ha implicazioniin immagini a contenutodi catastrofe, con atteggiavissuti dai personaggi o di correre-fuggire, andare-venire di inquietudine. menti di paura,di oppressione, Terzogruppo (Indice di Inibizione) Immaginativa: Nel produrrela Procedura - 1l tempodi reazione d lungo a causadi prolungatisilenzi; il piir possibileil vivere I'emotivitir alimitare-annullare c'd la tendenza imrnagini; emersi dalle dei sentimenti i personaggi sonotenuti in forma anonimao senzadistinzionedi sesso; di implicazioneper le associazioni di rifiutare-bloccare c'e la tendenza potrebbe vedere; di quello che si non prendere coscienza la direttivad di produrreazioni immaginativequotidiane,reali, ovvie, passato, futuro; nel tempopresente, di azioni di di immagini centratesul reperimento si rileva la presenza perdita-sconf di elabor azionedeI lutto; itta-delusione, Quartogruppo (Comportamento) in cui emergono: Procedure Immaginative irocorporeo, a contenuto: motorio.mimico.espressivo agiti di Catene di rigiditd, di forme di educadi battute-domande, nico, di indifferenza, atdell'Io corporeoespresso zione o di galateo,di integritire sicurezza o altreemodi distensione, di agiliti, di disinvoltura sensazione traverso gustativo. zioni positive.Gratificazionidi tipo tattile,alimentare, Primario) Quinto gruppo (Processo si evidenziano: Nella Procedura Immaginativa re, false, sensorial i, ambigue; immagini rare,bizzar sensazioni cenestesiche-tattili; deglioggettiimmaginatil confusioni di identiti ed instabilitd su detcrrttidelle sequenze temporali,perseverazioni disorganizzazioni nateimmagini, simbolismoermetico;

allo S.I.I.; rnadeguatezze associativa aggressivo-perirnplicazioni fredde,legatead immagini a temasessuale verso-minaccioso-dissolutivo o di annientamento-mutilazione; implicazionisu qualunqueimmagine immersain massive eccessive di persecuzione, di di paura,di morte,di distruzione, drammatizzazioni, di scenaridevitalizzatiopdi panico,di inglobamento, frantumazione, pressivi, ecc.; nel flusso immaginatiindeterminazioni turbe della sintassi,vaghezze, per contiguitir, per assonanza, allucinazioni, spropositi, vo, associazioni deliri; proiettive; immaginative associazioni divoranti, demoniacie le implicazioni in fantasmicattivi, persecutori, angosce che li accompagnano. Interiori) Sestogruppo (Necessitir Nella ProceduraImmaginativapossonoapparirericordi, sogni, sequenze simboli fiae della scoperta, metaforiche, momentidell'illuminazionecreativa beschi,mitologici o leggendari. Archetipica) SettimoGruppo (Coscienza possono immagini primordiali deImmaginativa emergere Nella Procedura pensiero, gli sin che esseriumani possiedono finite cometracce,o modalitirdi (Memoria uomini Collettiva),codalle origini, per il semplicefatto di essere me ad esempioi quattroelementi:terra, aria, acqua,fuoco. I simboli legati a questiquattroelementivarianotra culturae culturao tra religionee religione, si assomigliano. ma nei tratti fondamentali Ottavo Gruppo (Energia) nel suo movimentoanchepremonitore,realizImmaginativa, La Procedura za dei passaggidi energia vitale cosmica che rafforza I'utente nel diventare Le P.I.premonitricipossonoanticipare semprepiri centro di consapevolezza. eventi futuri. Nono Gruppo (Stati Luce) Nella ProceduraImmaginativaappaionosemprepiir chiaramentedegli spazi elevati,nei quali la personaviene spinta a trasformareil cosmo del reale in chetalvoltapossono darele verun cosmodi simboli e di idee di completezza perd a tutti. Maritain non sono concesse tigini dell'infinito. Questeesperienze proprio spirituale della afferma: <Linimmaginabile inconscio-sovraconscio (1999). poesia, dellamusica, dellamistica>

le teorie della l'roccRielaborando I'insiemedelle nove variabili, secondo dura Immaginativa si arriva ad uno schemadi valutazione formato da: nella trua) aspettiformali: relativi all'aderenza allo S.I.I. e alla presenza ma immaginativadi un'elaborazione ed un finale dei vissuti emotivi prodotti; riguardano le sequenze b) aspettidi contenuto: di sentimenti affettiviemersi nella P.I.(emozioniprovate)(Rocca,Stendoro 2003). Correlando fra loro questidue aspetti(formali e di contenuto), il counselor pud evidenziare una quantitd di informazioni sui processipsico-fisici dell'utente(modello simbolico della personalitir), ad esempiol'incertezzadei desideri, delle aspirazioni ad un futuro prossimoo lontano,delle energievitali che potrebbero sbloccarsi, ecc. possibile,d un proIl counseling, nella suatendenza alla minima ingerenza cessoemozionale interioreduranteil quale convinzionie atteggiamenti errati vengonoriconosciuti,definiti e messiin dubbio.Nel tempogiusto quindi posin forze positivevalideper raggiungere ulteriori sonoriorientarsi-trasformarsi psicofisipii adeguati statidi integrazione e di armonizzazione alla situazione ca della persona.

SeminarioVII

Esemplificazioneclinica Ijintenzione di questoseminariod di permettere all'operatoreche si awicina allo studio della P.I. di entrarenel vivo di un interventodi counseling; molti dei temi trattati sarannoripresi e approfonditinei successivi seminari. Ora I'obbiettivo d facilitare la comprensione intuitiva della operativiti della tecnicaattraversol'affascinantecontatto col protocollo immaginativodi un utente. I-luomo,che chiamiamo Mauro, d un trentunenne dalla bellezzafisica fuori dal comune,d figlio unico e convivecon una ragazza da cinqueanni. Si ri(per una impotenza volgea me su segnalazione del suoandrologo sessuale che mi scheggia e mi tormentala vitu. Nei primi incontri, Mauro sembrapoco convintoe solo dopo averglidato indicazioniprecisesull'intervento del counseling comemodalitddi aiuto in risposta ad un problemacontingente e definito, vengonoaffrontatecon lui aree relativealle malattieesantematiche, all'efficienzafisica, al lavoro,alle abitudini, alla noia del tempo libero, ai rapporti con la compagna, con gli amici e con i familiari. In una sedutaemergeun particolare ricordo del padreche gli raccomandava fin dall'ete di 15 anni <<attento perch6ti pud causare al sesso, nel futuro delle malattiedevastanti e quasi sempremortali>. Un'ulteriore asgli permettedi rievocare sociazione un fatto accaduto vero i l7 anni. <Il marito di una mia zia era veramente morto di sifilide... cosi il coraggiodi rischiare mi era venutomeno)). QuandoMauro parla, mi guardacon I'aria di volersi semprescusareed avverto che qualsiasi argomentotrattato lo mette in uno stato di enorrneconfusione-agitazione. Rimane immobile con voce sommessa ma veloce senzaun motivoevidente, comesevolesse limitare,per quantopossibile, il rischiodi un mio eventuale intervento. SenteI'impegnodel lavorodi commercialista principaledelcome la causa <mia la impotenza...ma lo accettoperchdmi dd grossegratificazionianche economiche... ho capitoda qualchetempo che la mia ragazza ha le suecolpe clre mi fanno incazzare ma d il mio unico amoree ci sto benee quandolitiga

o fa scenate o giro per casao me ne vado a fare una doccia... cosi mi tolgo di la dosso tensione>. con Cio che mi colpiscenelle sue opinioni, giudizi e riflessioni espresse piir mezzi sorrisi, sono i tentativi di rendere controllabilela tensioneinlernu (probabilmente una ragionclegataal sintomodella suaimpotenza), attraverso vole causaesterna: <QuandofacciamoI'amore sentoattimi di intensavirilit:i ma non riescoa penetrarla... dal lavoro... e chiaro...perch6sonoaffaticato quandol'abbraccioin forma stranalei fa I'espressione seccata...questomi peragita... che libidine mi dir quandola vedo ferma comeuno stoccafisso..? do I'eccitamento)). e il suo 'disturGli chiedo:<C'd un collegamento tra il suo modo di essere rivolto versoil soffitto rimane in silenzio,e io bo sessuale'?>. Con lo sguardo rimango in silenziocon lui; ritengo sia limitato il "lavoro di counseling"con la suacollaborazione cosciente e responsabile. I primi sei incontri si configuranosul pianodella biografia,della difficoltd gestitoa proprio piacimento.Nel settimo sessuale e dello sfogo momentaneo <Ho sensazioni non sonocapace colloquiomi comunica: vaghe...ambigue... ho semprela testada un'altra parte... non d fadi parlarechiaroa me stesso... cile oggi riuscirmi a capiretutto da solo con il suo aiuto forse ci riesco... devo solo provare).Awerto I'improwisa liberazione di un aggancioemotivotra noi e concordocon lui per la volta dopo la prima sedutadi P.L Nell'incontro successivo, dopo una semplicespiegazione sulla tecnicadella P.L,propongolo S.I.I.: Unfacile oggi per un momentori<<... mi sveglio... saltogii dal letto con velocith... non so sevestirmi o rimanere cosi...poi mangoin piedi nudo angosciato... ricordoquando mi vestoin fretta...sentola vocedi papi chemi chiama... ero piccolo mi agitavosepap) mi cercava... metto le scarpe...mi ar,ryicino rimango in silenzio... impotente... riesco a riallaporta...sonoincazzato... prendermi dell'incazzatura... chiudo la porta della camera...rawivo i capelli mentrescendo le scale... sentodi nuovola vocedi mio padreurlarc... i fatto cosi...bisogna chesegua semprc fai presto...fai presto...ha sempre mi comunica il con ariaperplessa... suoi ordini...pap) mi sta aspettando attraverso un lungo sentieroin salitaclrc desideriodi fare una passeggiata porta in cima alla montagna...mentrecamminiamo non riescoa riconoscc minuto... mi sentoagitato... seguo attcntil re il posto...mi fermo qualche questosentiero... papacon un gcst() c()ll mentemio padre...lui conosce piaciuto della mano dice di stareattento a non calpestare con i pictli i tli guardoper terra...mi accorgo chc rrt'lr,t versianimalichesononell'erba...

( irll)cst ilt()Llno. . . rimango impotente all'idea chepapi mi abbiavisto. . . con trrrnrovimento rapidoprendoil grillo...(di che sesso?)... femmina... e la lrrrttoncll'crbaalta...non credochesiamorta...le ho spezz^to solole zamporta attraverso pe... il senticro un boscomolto tetro... ad una casa lunga lirrnratada un solo piano con una ampiaterrazza appoggiata su delle basse colonne bianche... belladice papi... ma possono dei pericolidenesserci tro [a terrazza... confermo con la testache non toccherd niente...ci awiciniamo...una donnaci saluta e si fermaa parlarecon papi... spintodalla per entrarenellaterrazza... curiositi...mi awicino con emozione pap) ad altavocemi dicedi non camminare potrebbe sopraperch6 crollare ed... inghiottirmi...gli rispondova bene... all'impror,viso mentremi allontano... clauna spaccatura dellacolonna esceuna lungaserpenera...scivola tra le miegambe... sento paura...e si introduce nell'erba... riesce a trovare il grillo e lo uccide con i suoidentivelenosi... non faccionullaper salvarlo... vapadre do verso mio conla frontebagnata di sudore... comequandonon riescoa farel'amore...rr. piacevole Statod'animo:<Inizialmente abbastanza comesensazione... alla fine incazzato...come quandonon riescoa fare I'amore... impressionato dal grillo ferito e dalla pauradi precipitare dallateffazza...ho provatoquasila stesss ansiadi quandonon riescoa penetrare... non mi sardmessonei guai fino al collo con queste immagini?...non voglio finire male la serata>. Grigliateoricadi analisidellaP.I.: Fase A) Un'impressione empaticaintuitiva sul sensovissutoda Mauro nelI' Immaginario (Formale-Contenuto). Instabilitdemotivageneralizzata: <rimangoin silenzioimpotente...mi sento agitato...rimangoimpotente all'idea... mi avvicinocon emozione...inghiottirmi...da una spaccatura della colonnaesceuna lungaserpe...entrare nellatefiazza. . . inghiottirmi>. FaseB) Un'analisi dinamicadi comeMauro si mettein contattocon le sue areedei suoi conflitti emersinell'Immaginario(vedi le nove variabili del SeminarioVI") In particolare la labilitddatadall'introduzione di personaggi non definiti: <unadonnaci saluta>;I'implicazionesu catenea pregnanza di angoscia-impotenza-perplessitd-agitazione: <ci possono essere dei pericoli... crollareed inghiottirmi...sentopaura)) e l'emergenza primario:<ne ho caldel processo pestato uno... le ho spezzato solo le zampe...lo uccidecon identi avvelenati)). Fase C) Una sintesidelle relazioni-atteggiamenti interiori subiti-liberati. Vi sonoimpulsi sadicie pauradella castrazione: <mi accorgoche ne ho calpestirto uno... le ho spezzato solole zampe...lo uccidecon identi velenosi).

Riflessioni le raccomandazioni del padre significa per Mauro Seguireattentamente normale.Si puo dire che dall'etd di l5 anni d talntctttc avereuna vita sessuale Nell'ada diventare, nell'etd adultaun impotente. attentoal rapportosessuale nalizzare la catena (confermo che non toccherd niente)),Mauro prende coproblematica dellasua di comesi sia lentamente costruitoI'inquietante scienza introiettatadalla figura complessuale-distursifilofobia. La paura silenziosa, bantedel padre,ha svolto nel tempo un ruolo notevolenella formazionedelle <papi ad alta vocemi dice di non camminare soprapersueinibizioni sessuali: che potrebbecrollareed inghiottirmi>. I'esistenza, Nel corsodi diversi incontri, Mauro d in grado di riconoscere e significati a contenuto di azionesadica.Vedasile dentrodi lui, di sentimenti delferire l'animale femmina- possibilesimbolo Catenein cui fa l'esperienza questi il serpente. Concettualizzando della donna e dell'ucciderlaattraverso impotenza sia processi I'ipotesiche la sua mentaliferire e uccidere, costruisco originatada primitivi impulsi sadici e dalla pauradella castrazione. nel corso del counseling, La significazionedegli S.I.I. e degli Spostamenti provocaa rielaborare inizialmentela tendenza alla regressione si orientarono in secondo tempo a rivederein quale modo il simbolismo ta dall'impotenza, dell'impotenzaerariuscito a coinvolgerei suoi affetti e la suaorganizzazione il contattocon le proprie potenziafamiliare e nel terzo tempo a promuovere litd e risorse.

SeminarioVIII

[-?energia creativa della Procedura Immaginativa permettedi limitare la confusivitddi tutI- apportodella P.I.nel counseling (spesso te quelledomande non pertinenti,irrazionali,sconnesse) rivolte all'operatore o dall'operatore rivolte all'utente;domande oscure-tenebrose-vaghe e globali derivatedal proprio confuseche richiedonodi chiarireproblematiche essere sofferente. Il counselingcon la P.I.,nella sua originalemodalitddi interventopsicologicoo psicopedagogico, d una dialetticaprincipalmente articolatasull'esercizio creativodella forza dell'energia immaginativa. Ogni essequestavitalitd profondache come tutte le emozioni enerre umanopossiede getichepuo nel tempo della vita cambiarecontinuamente di intensitdo bloccarsi,ponendodelle complicazionia quel corpo che portiamonel mondo.Ad quandoil movimentodella P.I.non coglieo non si orientaversomoesempio, tivazioni(valori e atteggiamenti) che facilitino il raggiungimento di meteadeguat alle esigenze pud dell'utente, determinare una interruzioneprematura rapporto del di counseling. Abbiamo gid affermatoche una delle principali caratteristiche della tecnica con la Procedura Immaginativa d quelladi inserirsie di intersecarsi nella fasciadell'attivitddi aiuto psicologico, attraverso: 1) la prevenzione; 2) la diagnosi; 3) la cura-riabilitazione-soluzione. di interventotrovai suoi punti di partenza da: Questacapacitir A) Lutilizzodell'lmmaginario. porta I'utentea Questospaziodinamico,nel suomovimentotrasformativo, trovarenuoveformulazionidi pensieri(intesi come strutturemetalinguistiche comuni)che gli permettano di modificare,nel tempopresentereale,il suo atteggiamento nei confronti della pressante conflittualiti esistenziale. La P.L d uno strumentotrasformativo, personalizzato ampiamente e indirizzato-orienlato in modo realisticoverso I'esperienza di uno specificofine. Lutente, con

I'aiutoarricchente del counselor, si riappropria, sia dcllu crrdellapersonalitd per capircil sipacitddi liberarsidai suoi problemi(di naturaanchesomatica, gnificato di cid che accadenel corpo), sia di quel 56 che d iniziato con la nascitae si concludecon la morte. B) La finalitd del counseling. i consigli,ma di operaNon d quelladi rielaborare la personalitir attraverso re con l'energiadella Procedura nella sferadelle problematiche Immaginativa (tra mente-corpo-natura). Rank dice: <Il paziente devediveno incongruenze tarequello che d, devevolerlo da solo e farlo da solo, senzaforzature o giusti(1936).In ficazionie senza sugli altri la responsabilitd> bisogno di scaricarne questospazio,spesso da contraddizioni, il counselor deveagirecon tormentato E owio che questacoI'assunzione libera della responsabilitir consapevole. specificoriconoscienzadeve essereindirizzatadal suo ruolo professionale sciutosocialmente. Immaginativa. C) La conoscenza della metodologia con la Procedura I-lintervento di aiuto con l'lmmaginario, sapientemente calibratoancheda (tale da investire una attentasceltaprogressiva di S.l.l. a significatopersonale di "Spostamenti" dadi interesse e di affetto il soggetto) e dalla formulazione ti lungo il percorsotracciatodalle immagini, permetteall'utentedi integrare parti di s6 (pensieri-affetti-esperienze) il processo di coscienza, e attraverso (lasciando invariatialcuni schemi comprendere i suoi oscurifallimentiemotivi un viaggio di difesa appartenenti a profonditdprimarie che richiederebbero psicoterapeutico). diIl counselor devesaperdare,con la sua presenzaumana,unaJlessibile sponibilitda/fettivaai suoi utenti.Ci riferiamo al poter oflrire un'ampiae articolatagammadi organizzazione di pensieroche abbraccii piir diversilivelli di rappresentazione mentale,indipendentemente dal fatto che cio che I'utente (a causadei piu svariatifattori e sconfinamenti chiedepud essere realizzablle sociali). malattieche alterano l'equiliAd esempio, il lavoro di sfida alle devastanti I'aumentodella brio fisico, psichicoe socialee con i morenti permetterebbe o a mirisposta immunitariae dei processi sublimatorivolti alla soprawivenza per il futuro. tigare le impressionanti aspettative quindi esistere Non dovrebbero dei problemi sulla decisione di parteciparc nel rapportodi aiuto, tra il al dare o non dare,dell'essercie del non-esserci counselor e I'utente. All'interno dell'esperienza dualedel counseling c'd un'infinita gammadi piani essenziali di interventi,di progetti e di passaggi che possonoafl-errarepatrimonio mente recuperare luce e vita creativa, della e del corpo dell'ulcnte.

In queslopercorso, le Proposizionali del counselor, al di lir dell'indispensabilc prot'essionalitd, devonoessere rivolte in modo accessibile all'Io del soggctto. Teoricamente abbiamodelle Proposizionali caratterizzate da vissuti di: l) chiarificazione; 2) confronto; 3) verbalizzazione degli affetti; 4) riflessionedei sentimenti; 5) spiegazione per favorireI'esamedella realti. Particolarmente rilevanted che la Proposizionale deveessere verifi catad,a una "nostraabitualeriflessione",e facilitatadalle seguenti domande: l) Perch6 ho fatto-hodettoquestoall'utente? 2) In che modo quantoho fatto-hodetto si riferiscea coseche mi appartengonoin forma consciao inconscia? 3) Farei-direi queste cosea questoutentein altre circostanze, un altro giorno o un'altravolta/ 4) Gli stessirisultatipsicologicipossono essere ottenutialtrimenti,pii rapidamente o piu efficacemente? 5) La mia chiarezza, il mio coraggioo la mia forza di volontir,dannostabilitd psicologica all'utente? 6) Cosa-sto facen{_o ora? 7) Quale atteggiamento coscientesoddisfoquando l'utente si accingead analizzarcuna"P.I. o un sogno? 8) Ho utrlizzato sul pianoteoricoe su quellopratico cio chedi nuovod presentenella PI. o nei sogni? 9) Accettodi rimaneredentrola realtddell'utenteche sostiene quotidianamenteil pesodi una gravemalattia?

Seminario IX

Lo Stimolo Immaginativo Iniziale La sceltastrategica dello S.I.I. viene da alcuni psicoterapeuti considerata comeuna tecnica di condizionamento dellamentedell'utente. Se lo S.I.l.d innel lavoro di rielaborazione della tesodall'utente,svolgeun ruolo decisionale sua storia.I-lessere umanonon fa altro che ricevere"stimoli immaginativi"di dall'ambiente ogni tipo ed in ogni momento che lo circonda. percheI'utente accettala Avanziamola seguente domandametodologica: mediazione di alcuni S.I.I. per risvegliare-attualizzare vecchietraccemnemoniche/ E perch6ne rifiuta altri? La rispostaprobabilmente d nella naturadella "ideativafisica-mentale" del proprio modellodi personalitd, lo che lo rendecapace di elaborare attivamente propostodal counselor(tradurrein immagini il suo proS.l.l. personalizzato blemao le suepotenzialitir creative). per adattarsialla realti I-lutentetende a diverseforme di comportamento proprio ambiente. Nellesituazioni del di difficolth,il senso criticodell'Io si inper I'incapacitd debolisce di decidere in qualedirezione del noto o dell'ignoto devemuoversi;tale comportamento immobilizzalo sviluppodei suoi efficaci mutamentinaturali. Lo S.I.I. d quellarisorsaaffettivadi apertura-disponibilitd all'unecessaria tenteper aprirela stradaal bisognodi rielaborare, sul piano dell'Immaginario, la perdutacoscienza dellasuaforzainteriore.Ogni eventofisico-psichicoput\ personalc venire condizionatotrasversalmente dalla potentefonte energetica rielaborativo, del suoImmaginario che,nel suomovimento creae ricreanrrovi oggettio frammentidi oggettiimmaginativi. Il counselorcon l'intervento della P.I. deve ricorrere alla costruzionetli gli eventidell'inconscio. S.l.I.,pitr o menomirati, per convogliare Un irtconscio considerato che vibra di molte tracce, memoriepcrsorrirli come qualcosa che premonoper trovare nel mondodellacoscicrre collettive un'espressione za. In una relazione d'aiuto,nell'otticadel benessere dell'utente, il courrsclor metodologica che operacon moita attenzione deveconsapevolmenlc ortlt rrrr personalizzati, quali possono certonumerodi S.t.I. alcunidei non darcorigi-

nc ad uno scherrno perch6pensatiin termini di causaintimo di associazioni, perch6si cllctto. Altri S.I.I. vengonoinvececreati dalla mentedel counselor coinvolgein percorsisconosciuti-insoliti, in luoghi non ancorasegnatisulla rnappa'delle risorseimmaginative dell'utente . Il saperecontenutonell'inconscio aiutaI'utentea crearedi volta in volta equilibri utili allo svolgimento della suavita, in un modo centraleunico ed inimitabile(non estendibile in forma ripetitivaa nessun altro essere umano). pensare Si puo teoricamente che I'inconsciosceglie, dopo un suo lempo,di accrescere immaginative e liberarecorrentidi esperienze di cui ha bisognoper farsi cosciente.

Seminario X

I-Toperativitdr degli Stimoli Immaginativi Iniziali Questoseminariodir corpo ai contenutidi anni di riflessionee discussione incompleta in forma sommaria, e non desulla sceltadello S.I.I. e rappresenta f inita, un primo tentativo di sistematizzazione metodologico-scientifica. ma orgaNe risultaun lavoromodulatoda valutazioninon ancoraconcluse nizzate teoricamente su una visionedi un quotidianodi aiuto clinico. Gli S.I.I. per la loro struttura,forma, costituzione e significato simbolico, pluridimensionale hannoanchelo scopodi facilitarel'esplorazione del rimos(Rocca, magico Stenso, del simbolo,dell'archetipo, del mito, del rito e del doro 2003). semantica e di dialogoanaliticoattualetendono Gli S.I.I. nella dimensione I'eterno desideriodell'uomo di raggiunnella loro continuitd,ad evidenziare gereuno spaziodi "Verticalitir". metodoGrazieal dipartimento di ricerca dell'Istituto, la sistematizzazione logicadello S.I.I. d arrivataad un bivio formatoda diversi filoni-indirizzi-originalitd.Questicriteri permettono di operareuna sintesialle funzioni trasfordelle immagini,almativedellaP.I.,e allo studiodelle forme di classificazione le quali il counselorsi appoggiaper costruirelo S.t.L nei suoi vari livelli di riattivazione dello Scenario. In riferimentoa questeprospettive abbiamoformulatouna prima ipotesi. IJimpiantogenerale della metodologia della P.I.si fonda sulla convinzionc o ricostruzit'rche gli S.I.I., la cui strategia d quella di facilitarela costruzione dclne della sintesinarrativadell'esperienza infantilee non, devonocontenere principalmente del lunle variabili di senso centrate sull'autorappresentazione psichicodell'utente. zionamento Possiamo cosi avere: 1) S.I.I.a tendenza evacuativa. psichico,attravcrso Hannolo scopodi favorireI'evacuazione dell'apparato ciursali I'azioneimmaginativa, crescente la tensione e gli affetti intollerabili, latenti.Essi sono orpanizzati da contenutifantasmatici su un matcriulclr corr-

primitivo(incendi, tcnutodi sirnbolismo omicidi,stupro,scene edipiche, manilcstazioni cannibalesche). 2 ) S.l.l. a tendenza elaborativa. Ilanno lo scopodi favorirel'emergere del Processo Secondario e di sviluppare il Movimento ImmaginativoTransferale. Possonocostituire rl segnale, che sta ad indicareche lo spazioimmaginativosi sta costituendo-riformando oppureincrinando. Facilitanola riproduzione, la replicao la riedizionedi espericnze immaginativeoriginatenel passato. Possono trasformarel'organizzazione psichicae i sistemidi funzionamento difensivodell'utente. Esemplificazione: S.I.L: "Immagina il desideriodi non incontrarenessupotrebbe no" . E uno stimolo che nella suaintenzionalitd facilitarela rielaborazione, attraverso il movimentodella P.I., delle capacithdecisionalidella volont2r dell'utente. 3) S.I.I. tendentia trasformarela resistenza al mutamento-cambiamentoorientamento esistenziale. contenutiad Questi S.I.I. vengonoricavati da P.I. o da sogni che soddisfano parassitarianspetto azione all'Io o ad azionealienante dell'Io versosemedesimo. Esemplificazioni di S.I.I.: "Una fratturadella gamba"; "Uno strappoal vestito"; "Una fenditurasul muro". 4) S.I.I. tendentia facilitare un congiungimento-integrazione tra fasi imprecedenti maginative e quelle successive, allo scopodi soddisfare bisogni o desideriattuali. Ad esempio:integraree legarel'aggressivitd e I'amore, emersiin una P.I. precedente, con I'affetto emersoin una attuale. 5) S.I.L finalizzatiall'aiuto pratico:si riferisconoa cosematerialiin grado pulsionale, di procurare all'Io il soddisfacimento comead esempio: indicefunzionaledell'Io, esamedi realtir,pensierocreativo.Se I'utente li investedi inper rielaborare-equilibrare teresse o di affetto,questi S.LI. sono essenziali diversefunzionipsichiche. Il mutamento ha luogosele nuoveforme mentali,rielaborate dal movimentodella P.I.,soddisfano in manierapiir appropriata i bisogniesistenziali dell'utente.Esempio:S.I.I.:"Immaginalaforza del tuo desiderio", permettedi trasformare il fallo, dal suo rango monarchicosimbolico, pene in un simbolodel ruolo di scambio-apertura versogli altri. Jungscrive:<Occuparsi dei contenutidell'inconscioforma l'uomo e deter(1979). mina la suatrasformazione...) 6) S.I.I. che possono sviluppare un progettodi interventosu misura. Le tematiche degli S.I.I.vengonodedottedallatracciadi una Psicodiagnosi. 7) S.I.I. tendentia facilitare I'accreScimento della capacitdoperativadel pensiero di organizzarsi in proporzioneai bisogni e alle esigenzedel mondo esterno.

prirrrrrdell'esperienza 8) S.I.I. che possono facilitare il riparareI'eccesso e d'intcsa. ria della mancanza, dell'assenza, del bisognodi congiungimento in certi casi la regressione immaginativa direttasimboliEsemplificazione: parola (Rocca, porta stregua 1993) l'utente usare la alla stessa ca Stendoro a Un ridel neonato,ciod come segnale di impotenzae di woto relazionale. presente del counselor ed in ascolto,oltre chiamo,atto a muovereI'attenzione simbolicadel legamecon I'altro. In questimomenti lo che un'attualizzazione pud essere determinante. Dal suo intervento dipenSpostamento del counselor de il costituirsio il rafforzarsi, nell'utente,del sensodi s6 e della suaidentitir ha la funzionedi confermarelazionale. Lo Spostamento in questasituazione re e soddisfare il desideriodell'utentein modo da metterein fuga il sentimento di mancanzae di assenza. 9) S.I.L che orientanoverso una possibiledinamica simbologiaa visione il proprio Immaginario spiritualesenZafrontiere. Lessereumano attraverso pud realizzare le parti migliori di s6 (Rocca,Stendoro 2001). per I'aiuto versouna problematiProponiamo una guida di S.I.I. urtllizzata e definita. ca conflittualecontingente l) UN PRATO : espressione della situazione attualedell'utente; 2) UN RUSCELLO: immaginedel fluire dell'energiapsichica; ambizioni; 3) UNA MONTAGNA: motivo di impegno,aspettative, 4) UNA CASA : espressione della propriapersonalitd; 5) AL MARGINE DEL BOSCO: luogo dove vengonoalla luce immagini inconsce; oggettuale; 6) IjINCONTRO CON UNA PERSONA: indagala relazione nei riguardi 7) VEDERE UN CESPUGLIO DI ROSE : atteggiamento maschile; della sessualitd 8) UNA DONNA STA CAMMINANDO SU UNA STRADA DI CAMPAGNA, LIN UOMO IN MACCHINA LA INVITA A SALIRE : atmaschile; nei riguardidella sessualitd teggiamenti 9) UN ALBERO DI FRUTTO : sessualitir; l0) LrN LEONE : atteggiamenti nei riguardi della propria aggressivitir; I l) [ NOME DI UNA PERSONA: costruzione dell'Io idealedello stes. so sessoedabbinarload una persona; i simboli dc! maggiormente 12) CONTINUARE UN SOGNO: elaborare sogno: crtro13) RAPPRESENTARE IL TUO CONFLITTO : coglie le risonanze tive; 14) ISPEZIONARE IjINTERNO DEL TUO CORPO: sintomoe cortllitto: l5) DESCRIVERETE STESSO: per evidenziare Ia strutturadcl canrtlcpersonalitir. re e della

lividenziamoalcuni aspettimetodologicidi grandeutilith per Ioperatore del counseling. c'd un confine spesso rottil" tra i problemiesistenziari chenon presentano una gravesintomatologia psicopatologica e la sofferenza nevrotica, borderlinee psicotica.Llmmaginario di uienti cin problematiche esistenziali tendononel primo periododi lavoroa fare emergere movimentiimmaginativi a contenuto di lavoro su di s6. Pazientivulnerabili ai disturbipsicotici tendonoad evidenziare livelli immaginativi a contenutooggethrale fissato su problemi della fase simbiotica precoce. Nei pazienticon soflerenza borderlinerono riconoscibilitemi immaginativi legati ai meccanismidi mantenimento deila preoccupazi onedi separazione-individuazione. Nei pazienti con una strutturanevroticasi sono ri_ scontrate azioniimmaginative legatealla faseedipica. Diamo quattro esempi di protocoili immaginativi (emersi da uno stesso S'l'I') cherappresentano complesse e molteplicireazioni emozionali di livello - borderline nevrotico - psicotico. Il risultatodell'indagine sui contenuti di queste PI evidenzia differenzeindividualisignificative, rJative alle problema_ tiche psicologiche delle quattropersone interessate. Esemplificazione clinica Uomo di 29 anni,non sposato, giornalista.guseduta. Perle brevi notebiografichesi rimandaalla esemplificazione clinica ripor_ tata nel libro Imparare-aguarire. ,slress Depressione Attacchi di panico (Rocca, Stendoro 2003,p. 65). Psicodiagnosi analiticadi aiutoper la pianifi cazione del trattamento: l) Disturbiemorividi livello:nevrotico con deficit di abilitdsociali; 2) Meccanismo prevalente di difesa:la rimozione; 3) Preoccupazione centrale: scarsa sicurezza e pauradella valutazione ne_ gativa; 4) Esperienza caratteristica di angoscia: di attesa e perditadi controilo; 5) Conflittoevolutivo primario:edipico; 6) Capacitd di relazione oggettuale:scarsa; 7) Il Sensodi s6: una certacarenza. S.l.l.:Descrivere te stesso <<...mi devodescrivere?... cercodi reagire... vogliopensare a me stesso fisicamente... direi chesonoun uomopur*bir"... forr" iour.i .rr... un po, pii alto... mi vedo benenel fisico...comepersona... sonocomeun cavar1o... stotoccando itastigiustil... [ride]...clesitrovaametidi un ponre... mi impenno alzando la testae non vado avanti...ho un brutto carattere che

mi sbarrail passo... intuizione esattabastapoco per incazzarmi...clrirrtl.'r mi ... ri fi utar e t ut t i. . . f idar si degli am ici. . . d una cosa da pir la. . . ho p, r r r r , r personalinon ne ho nrai avrrdelle sorprese... bello che di grandi sorprese te nella vita... guai sul lavoro... sull'amore... non so come mi comportcrei ... megl i o cosi. . . non pr ovo ver gognan6 di m e. . . non m i sent oidiot a. . . n6 della mia famiglia... beh!... qualcosasulla sinceriti della mamma avrci da dire pensandoci...bella scoperta... tutti abbiamo delle burraschein casa... la mamma potrebbe uscireun po' graffiata...il papi... anchelui... qui sto per toccare delle corde che vanno in profonditi... se penso come mi hanno fatto passarel'infanzia... mi fa un certo effetto parlare di loro...vederli qui (nell'Immaginario). .. lla faccia dell'utente ha una espressioneseccata]... non m e lo f acciaf ar e. . . r est o di sasso. . chi . lo avr ebbem ai det t o. . . parlare di sesso...mi sento preso in contropiede 11 minuto] descrivermi sessualmente... valutarmi... mi sono fatto parecchie donne... o forse mi hanno fatto... mi dicevanovuoi salire un minutino da me... ti faccio vedere come vivo... alcune le ho sentite importanti... attualmente una sta diventando... ciod la sto apprezzandodi pin...lridel prima o poi ci cascoanch'io... non credo di farcelaper molto a trattenerla...gih! . .. questanon demorde... che sensazione ho del futuro?... bei pensieri in tutti i campi... questo mi piace... d molto importante... ll'utente fa cenni di assenso con la testal >>. Stato d'animo: <Non ho sentitodifficoltd a concentrarminel descrivermi... ho dei progetti per il futuro... ho ancora tanto da fare... ma l'assicuro che non falliro... se mi aiuta>.

Riflessioni La P.L e lo stato d'animo evidenziano la presenza di un Io osservante-collaborante:<ho dei progetti per il futuro... ma I'assicuroche non falliro... se mi aiuta>.

Esemplificazione clinica Uomo di 37 anni, non sposatocon un figlio di 9 anni, ingegnere.10" seduta. Per le brevi note biografiche si rimanda alla esemplificazioneclinica dcl libro L'immaginario, teatro delle nostre emozioni (Rocca, Stendoro 200 1. p. l 83). Psicodiagnosianalitica di aiuto per la pianificazione del trattamcrrto:

I ) I)isturbiemotividi livello:borderline con deficit di abilitdsociali; prevalente 2) Meccanismo di difesa:primitivo - diniego- identificazione proiettiva- scissione; (richieusciredalla relazione 3) Preoccupazione centrale: continuoentrare di integrazione; sta di aiuto rifiuto - aiuto) mancanza 4) Esperienza caratleristica di angoscia: angoscia di separazione; - individuazione; 5) Conflitto evolutivoprimario:problemadi separazione 6) Capacitd di relazioneoggettuale: diadica; 7) Il sensodi s6: caratterizzato da incoerenza e discontinuitd. S.l.l.: Descriverete stesso <<...descrivere me stesso... di [ 1 minuto] devoparlaredi me stesso?... vedermi?... comemi immagino?... un vasoscolpito con pochi colori,..difficile...orecchi... non so cantare... testarasata... mi butto da gradasso sulle cose...ho i muscolisempretesie sudo sottole ascelle... sonoalla ricerca che a volte lo sentocome un abissoirraggiungibile.., senza del successo... troppa paura sfido la morte con la velociti della macchina...la stradadei platani... la morte!...ho le spallc robuste... nessuno [1 minuto]...sfidare nellavita,.. (la suafamiglia?) la escludo... orecchida mercanmi ha aiutato . . d normale. . . una te?... [1 minuto] la vedutadomestica dellamia famiglia?. figlio?... sortadi normaliti all'italiana... la mia compagna fuma troppo... il quandomi fannormale vogliadi uscire... so perdonare credo...ha sempre avanno del male... dellegiornateho I'impressione di non farcelaad andare per chi soffree facciosempre per andail primo passo ti... ho compassione ho orgoglio...sto imparando re incontro...non credonell'eterniti... dalla (chiin ho una stretta di persone... vita di non fidarmidi nessuno... cerchia particolare) il vicinodi casa... gli altri via via soloun compagno di classe... per overdose... finito il ritrattodi me stesso?>>. li ho perduti...qualcuno Statod'animo: <Mi sono trattenutodal ridere... come si puo fare questo Immaginatival... fin troppo...non sonofuori di ho parlato cazzodi Procedura mi rimascompartimento che non va... qualche immagine testa!...ho qualche nevalontana... o forseno... non lo so>.

clinica Bsemplificazione Donnadi 30 anni, insegnante, single.l2u seduta. Perle brevi note biografichesi rimandaalla esemplificazione clinica del liDepressione bro Imparare a guarire. Stress Attacchi di Panico (Rocca,Stendoro 2003,p. 84). analiticadi aiuto per la pianificazionedel trattamento: Psicodiagnosi l) Disturbi emotivi: strutturalmente di tipo psicotico ma non manifestamentedelirantecon deficit di abilitd sociali; 2) Meccanismodi difesa prevalente:diniego - controllo onnipotente primitive - scissione; e svalutazione idealizzazione centrale:desideriodi morte; 3) Preoccupazione 4) Esperienza caratteristica di angoscia:annientamento; primario: fase simbioticaprecoce; evolutivo 5) Conflitto privo di relazioni. 6) Capaciti di relazioneoggettuale: S.I.I.: Descriverete stessa .....ho il problemadellaboccasecca... secca chespesso si screpolano le mi E sfuggita labbra...mi sentodistratta... unaimmagine... la lascio Ii... alla fine mi verr) in mentecosicomemi ha lasciato... chi sacosa devofare!... (di descrivere vadocon la mentea cercare te stessa) queldelleimmagini... le che non vedo mai ma chesentoche ci devonoessere... adesso so... deho tanteimmaginichesi sbattono me stessa... scrivere fra di loro... basta... dentro...incrociola figura di mia madre...allaserasono devoguardarmi in camera E sempretutto fuori posto...vestiti...scarpe... molto stanca... una disordinatacome quandoero bambina... mi sttozzala gola a pensare queste mi sentoscema... cose... mi vengono in testa altreimmagini... che non riguardano me... cosafaccio?...mi stannoscappando... mi scorrono tanti ricordi... il fossodel campoin cui da bambinaho persoI'equilibrioe dentro...facendomi maleallaschiena sonocaduta con il pietrisco... ho anpicchiato dove ho il segno del sasso cora forte... tutte a me capitavano le ditutte assieme... non voglio raccontarmi sgrazie... la mia vita chemi ha dato tantodolore...n. Statod'animo:<Dolore...e fuga dal dolore>.

Riflessioni da nuclei La P.l.nel suo scarso movimentoosservante apparecaratterizzata "la Nello famiglia" non incoerenza discontinuitd. spostamento sua I'utente di e lesami nessiassociativi descrittivied evocatividei ta affiorarealla coscienza lirnriliari. Riflessioni La P.I. evidenziauna carenzanel legametra processiprimari e sccorrtluri spazioall'agireed alla fuga. che lasciano

l,.scnrplificazione clinica Donnadi 48 anni, divorziata. Segretaria aziendale. Disagio espresso: rielaborazione del lutto per la morte del suo unico figlio di 30 anni (Dario). 5. seduta. S.l.l.: Descriverete stessa <<... seduta davanti allospecchio illuminatobeneda unalampada me ne sto qui a guardarmi... si vedonobenei segni dei miei anni... un po' corpulenta...ma non troppo...cordiale con tutri...mi definirei simpatica... ed una che ascolta molto gli altri... occhi castaniultimamentemolto infossati... la boccaun po' larga...insomma nel passato ero una belladonna...per reagireallatistezza che mi prende alla serami metto a leggere...allorala testariprende a funzionare meglio... i ricordi lucidi del mi. Dario quando entro nella sua camera... ho rimesso a posto tutta la sua roba... jiventa realti... spesso lo immagino in qualche stanza... per ora senro di averne bisognodi questa memoria... mi mandagii il dolore e le umiliazioni quotidiane che ricevo al lavoro... non hanno rispetto per la mia risewatezza... non trovoaltreimmagini di me... forsenon le vogliotrovare...in questo periodo invento dellebugieperch6bastaun niente per farmi piangere...>>. Statod'animo:<Man manochedescrivevo le varie immagini... sentivo un po'di tranquillitd salirmidal di dentro>.

Seminario XI

La capaciti trasformativa della Procedura Immaginativa permette La relazione di counseling di lavorare sullapsichee sul somadelI'utente.La forza energetica creativa che sprigionad datadal vissutoimmagipositiva nativo costruito intorno al problema,che opera una trasformazione sulla funzionedella disciplina,dell'amore e della chiarezzainteriore dell'utente. vive auUn assunto della metodologia con la PI. affermache se il soggetto I'allargamentodella sua inmtaginazione, tenticamente I'Io reale-quotidiano per ampliarequietaagiscepiir correttamente sulle rielaborazioninecessarie mentela suaidentitirdi vita e di rapporti(archetipo dellaautogenerazione). Sod fare> (1963). Affermare che la crate nella sua massimadice: <Conoscere di sd porta alla virti, contieneuna veritd assimilata da quanti consapevolezza operanonell'ambito dell'interventodi aiuto psicologico. Vivere il flussomultiforme di un'associazione immaginativa di veritd (vale a dire se la razionalizzazione e le false motivazionivengonolimitate dalla persona) comportala capacitddi isolaree padroneggiare un'energiache realizzaun atto outomaticonellamente.Questamodalitd,nel suo interagirepsisi orientaversola costruzione co-emozionale, di valori e significati che facilipsicosomatano la correzione degli errori esistenziali ed allevia le sofferenze (eliminazione tiche del creatore di sofferenza). La radiograJiaviva costituitadalle P.I.,con le traccedel passato, del prcparte sentee in del futuro, nel loro tradurresimbolicamente le esperienzc vissute,non d la sola cosa di cui I'utenteha bisognoper portarealla consapcvopreziosa. lezzanuoviprocessidi crescita La centralitir della presenza e dcll'azionecostante delladisponibilitd-flessibilitd aprcall'rremotiva del counselor, vitali di relazione tenteuna via versopossibili organizzazioni con i1 rcale(r'rrlide ancheper la propriamatriceinternacorporea). Un'altravariabile, che facilitail cambiamento dell'operare dcll'lo tlell'rrtente,d datadall'influenzapositivae costruttiva della suamotivuzirtrtc tli vittt. per qualcosache senteessergliestrunao,unrltigtttt o Egli tendea spaventarsi Reagiread una sofferenza insopportirbilc corr confusorispettoalla suaidentitir.

Riflessioni Il percorsodi aiuto consiliareper elaborare il lutto subito dalla perditadi una personacara venne organizzato teoricamentein tre fasi: l) periodo successivo alla perditacentratosul rifiuto dell'utentedi prenderecoscienza di quantod successo; 2) periododelleemozioni (incontrollate) quali l'angoscia, la rabbia, i sensi di colpa; 3) periododella interiorizzazione delle esperienze - sentimenti sensazioni ricordi vissuti con la persona carache nel loro movimentodi energia positiva vengono integrati nellavita dell'utente: <... ho smesso di piingere...ora Dariod per me poesia e musica... che mi fannoentrare... amaree collaborare con il mondo...>.

un attcggiamento sbagliato, comenel casodi chi dice: <<Sento angoscia perch6 srrrro imbarazzato a parl.are in pubblico...quindidecidodi non pu.lur"..., po.ta la persona a vivere delle risonanze emotive sconvolgenti. Nello spaziodel counselingevidenziare che quell'angoscia d dovuta all,egocentrismo, alla rnancanza di interesse per gli altri, pud aiutareI'utentea mediare['espandere negativodel suo modo di essere. siasiS.LI.,Proposizionale o Spostamento Quaf chetendea rimuoverele tensioni corporeee le problematiche interiori, puo far esplodere un universonefastoperch6rendequeste potenzialmente sensazioni meno accessibili al campo della coscienza. Nell'animazionedi un'esperienza immaginativa, anchedi gruppo,I'utenteimparaprogressivamente a diventare un osservatore capace di aiutare,almenoin parte,se stesso per riparare,trasformare, rielaborare e recuperare: l) alcunemalattieorganiche gravi e terminali; 2) alterazioni con conseguenze psicosociari, come I'insonnia,I'inappetenza,I' irritabilitd; 3) situazionidi lutto protratto; 4) situazionidi angoscia, di crisi e di dolore cronico; 5) problemifamiliari, coniugalie divorzio; - 6) disfunzionisessuali, periodi di infertilitd apparentemente senzacausa; 7) violenze domestiche e sessuali (anche sui minori); 8) le conseguenze dellemalattie sociariquali I'infezioneda HIV ed altri quadri morbosi(comele tossicodipendenze-alcoolismo); 9) la qualiti di vita dell'anziano. In questaareadi aiuto la P.I.d relativamente nuova.Secondo la metodologiadel counseling con I'interventodella p.I. i problemi dell,anziano possonoessere meglio compresi,analizzati e affrontati se si coinvolgono sistemi di ordine superiore(socio-culturalie legislativi)che devonoandareal di ld dell'ottica individualistica del counselinstradizionale: l0) lo stress e la depressione del bambino,dell'adolescente, dell'adultoe dellacoppia; ll) I'adolescente che fuma, che bevealcool e che si droga in modo continuo; l2) mutamentidel livello di autostima ad un gruppo socialmente discriminato: l3) fecondazione assistita. Perelaborare un approccio di counseling per le personeanziane per diverse etd, sesso, culture,ecc.,,crediamo sia importanteavereuna valutazion"g"iiutrica integraleformatada un processo diagnostico multidimensionale. inierdi-

sciplinaree individualizzatorivolto a determinarele potenzialitdclinichc, lirnzionali e psicosocialiformato da: una valutazionedello statodi salutefisica (esameneurologico,esamidi laboratorio); valutazionedel tono dell'umore; valutazionedello stato cognitivo; (educazione, valutazionepsicosociale situazioneeconomica,rete di appoggio familiare e sociale,cambio di domicilio, tempo libero, relazione utente-caregiver); valutazionemultidimensionale se d in casadi riposo. La riabllitazionepsicogeriatrica. Questoprocessosi articola nelle seguenti fasi: restituire le funzioni psicofisiche potenzialmentereversibili, con I'obiettivo di evitare la disabiliti e la cronicitir, riportando il soggettoalI'autonomia; potenziarele funzioni residue; ridurre la necessith di impiego delle funzioni perse,aiutandola persona nelle attivitir di basedella vita quotidiana; formare e sostenere i familiari nelle abilitd specifichedi gestionee cura. Alla luce dei nuovi risultati il trattamentoin psicogeriatriadeve comprendere: terapia farmacologica; riabilitazionecognitiva; interventopsicologico(Counselingcon I'intervento della P.1., Terapiadi per familiari che soffrono.Ad Gruppo con la P.I.,Gruppi Psicoeducativi esempioai parenti dei pazienti dementi,oltre all'informazione, strutturare un ambito per parlaredella proprie ansieed emozioni); interventosocio-assist enziale. per il trattamentofarmacologico,gli Per la valutazionemultidimensionale, interventi riabilitativi e psicosocialid fondamentale che l'6quipe lavori in mosui problemi dell'anziano. do interdipendente I-6quipe deve comprendere diversefigure professionali:geriatra,neurologo, psicologo,infermiere,fisioterapista, soterapistaoccupazionale, assistente ciale e ausiliari. Una valutazionegeriatricaintegralepermetteuna migliore definizione diagnosticae terapeutica e porta ad un miglioramentodello stato funzionale,cognitivo e affettivo, una riduzione dei farmaci (con effetti sul prolunganrcnto una riduzione dei ricoveri in ospedalie casedi riposo e della sopravvivenza), una riduzione della spesasanitaria. complessivamente quandoscoprela finalitd del significato-mc-ssaggio persona irrtQualsiasi

nur!,inativo riescea disidentificarsi dalla sua sofferenza a livello somaticoe a livcllopsichico. I'cr l'adolescente che in modo regolarefuma, bevealcolici o si droga,I'arca del counseling dovrebbe rielaborare: I'identiti che staper emergere; il sensodi invulnerabilitd; la dipendenza in famiglia che probabilmente ha impedito I'esperienza della maturiti-responsabilitd; I'identificazionenegativa con alcuni coetanei; - I'inesperienza di smettere la dipendenza; il desiderio di autonomia; la rotturadei rapporticon il sociale; il perch6dei brutti voti a scuola; la scarsa motivazione versola vita. Intervenireanchein gruppo con la P.I.per: facilitarela motivazione-volontd per smettere al cambiamento la dipendenza; la tentazione combattere a riprendere; la propria immagineanchedel corpo,spesso rielaborare confusa; aiutarei genitori per diminuire la loro capacitd di sabotare il lavorodel ad esempioquello di fumarein presenza counselor, dell'adolescente. psicoeducazionale quale: Integrarlacon un intervento ascoltare musica; giocarecon i videogames; praticare sport; - chiamare gli amici; dimostrareal minore gli effetti negativi della sigaretta;per esempio, asmacronica,bronchite,igienicamente alito pesante, denti gialli, odore cattivo degli abiti. Nello sport: respiro corto, non riuscire ad essere in forma. In generale: darevita ad una P.l.e le emozioni associate su unaesperienza (evento traumatico) pud portaread un miglioramento sconvolgente dello stato fisico e mentale di salute dellapersona. Esempio di un possibile S.I.I.(Immagina una esperienzatraumatica).

SeminarioXII

clinica Esemplificazione di d centratosulle problematiche chepresentiamo Il rapportodi counseling da 6 medi l5 anni che, consensualmente, \n ragazzo rieducaresessualmente maschile. alla prostituzione si si offre a pagamento in quantola faIl minore deveentrarein una strutturasocio-assistenziale pubblica sanitaria dall'azienda giudicata inadeguata d stata miglia nei casi di crisi di idenRilevandol'importanzadell'interventorieducativo una serie di incontri centratisuldopo necessario, mi sembra titd e di autostima I'espressione rielaborare-integrare storia, triste sua della I'approfondimento Come, ad esempio, superare il conflittuali. esperienze simbolicadi alcunesue carattere inIn sette sedute a sessuale. dubbio dell'utilitd di una rieducazione troduttivo, viene fatta un'attenta ed accuratavalutazione dei livelli alfenivi. approfonditadi ogni Questo non significa avere ottenuto una conoscenza e capirecodi alcune angosce I'esistenza ma permettedi riconoscere aspetto possono facilitareil i risentimenti, me e in qualemisuraquestepaurenonche di counseling' o il fallimentodel percorso successo Per realizzarequestoprogetto so di aver bisogno di w'immediara disponiin me l'entotivitirdei miei sentimenticon e per il giovane. biliti a riconoscere E possibileportareavanti questaidea solo nella misura in cui sono capacedi accettaredi avere dei valori e dei limiti umani. caderenello smarrimentodelle identificaSolo cosi possoreggere,senza zioni con l'altro (l'utente),le possibilitensionioriginateda una mia probabile perditadi certezza. dinamicadi rapporto,devo rimanere Duranteil tempo dellapersonalizzata legatoal mio parlato,alle mie decisioni,ai miei errori, non meno che ai miei Solo dopo didel counseling. socializzante il senso senzastravolgere successi, legami se il raaffettivi anche dei suoi l'importanza si evidenzia sedute verse pertanto inizia il catnse Si in stesso. ritrovarli a disponibile gazzonon sembra del suo Io. funzionamento del mino versouna comprensione

Itiussunriarno il materiale clinico,ricavato dai setteincontri. l'icro c un giovanealto di staturache dimostramolto piri dei suoi l5 anni. Vicrrcda solo nello studioper proteggere le suecosepersonali. In passato ha avutoalcunedifficoltd nei rapporticon i genitorie con il fratello di l3 anni. Il suocorpo d statocolpito,dai l0 ai 14 anni, da un'eruzionecutanea preestesa valentemente al volto e alla schiena, che gli ha creatogravi turbamenti emotivi fra i suoi coetanei. Ha trascorso l'infanzia in un'atmosfera contraddittoria traumatica-persecutoria, priva dell'amoree dellacomprensione dei familiari. Il padre,figura inesistente ed irresponsabile, vive nella continuaricercadi avere qualcosa di straordinario dalla vita. Quandosene d andatocon un'altra donna, nessuno della famiglia ha sentitola suamancanza, <<ce lo siamoscrollatodalle spalle...>. La madre lavora al mercatocon un bancoortofrutticolo,ed d vissutadal giovane come:(possessiva grado...avara al massimo e non sincera... non mi permetteva di godermila mia etd... mi picchiava quandorifiutavo di dirle che non mi dispiaceva farla star male...>.All'etd di 6 anni, Piero viene scoperto assiemead un suo coetaneomentre si masturbano.La madre lo cura immergendolonudo nella vascariempitadi acquafredda.<Mia madrenon dimenticavadi dar pesoalle mie cazzate. neppurequandoeranostatepunite... venivano congelate in frigo e tirate fuori con quellasuaboccadi lepre... spuntava la testada qualcheangolo della casaal momentogiusto e a razzoraccontava tutto ai miei amici... a scuolanon ero convintodi studiaree la rifiutavo... un giorno sonostatosospeso dal presideche mi aveva presodi mira perch6avevo pisciato sullaparete perprendermi dellaclasse giocodi chi... non lo ricordo... la mia passione in quei tempi era di inventare dei soprannomi agli insegnanti in modo da sfotterli... ricordo I'imbalsamatore... cosi chiamavoquello di scienze... l'ultimo giornodi scuola medial'insegnante di lettere... I'unicoche mi capiva...non mi rifiutava...mi proteggeva... anchese beveva troppoe si gli spinelli... mi avevadettodi salirea casasua.., la camera faceva da lettoera pienadi libri sparsidappertutto... mi fissavae io guardavo fuori dalla finestra aperta... il professore guardare... disse...lasciati non d statodifficile lasciarlo fare... aveva un cuoregrande... quelloche ha fattocon me... i lo meritava miei amici mi consideravano un coglionetanto che decisi di non starepiil in casa...mia madree il suonuovouomo... non riuscendo a tenermi,alla serami infilavanodentro... dopo un saccodi botte... nello sgabuzzino del gabinetto legatoai piedi con una corda... chiusoli dentroappoggiato alla paretemi tiravo uno spinelloma non riuscivoa godermelo...non volevo continuare a restare li dentro...alloradecisidi fare il lavoro...non ho pii volutovederci miei amici...mia madre...mio fratello...non me ne fregava nientedi loro... ho ricacciatosemprepiir dentrotutti i sentimenti...perdereidi credibilitdnel giro dei nuovi amici che mi hannoinsegnato come incontrare gli assatanati di sesso...)).

Dopo alcunesedutecaratterizzate dall'ampliamento biografico,da ricordi prosegue e da associazioni collegate alla memoria,il counseling secondo lincc per favorire il processo metodologiche di chiarificazionedi alcuneemozioni che governano il modello comportamentale del giovanePiero.Entro questili(specialmente miti vengonopropostediverseProposizionali sul significatodi questasua sJidaverso la vita), che risultanoinefficaci nel suscitare capacitd riflessivesui suoi vissuti.I-lattaccamento alle suesceltedi vita (prostituzione, I'indipendenza, moto, ecc.) rimangonoinvariate. amori, voglia di conquistare Lo spazioinizialedi aiuto non riescead evocare in manierasignificativai suoi impulsi riparativi. Nel corsodi una sedutavengonoportati scarsiargomentie contenutiproPertantoin un partibabilmentelegati ad una forma difensivadi evitamento. colaremomento,gli comunicoche mi riescedifficile rimanereattentoal suo parlare,perch6cio che raccontalo sentonoioso,genericoe ripetitivo. Il ragazzoreagisce subitodicendomi:<Ma come>>, seguitoda un lungo silenziocarico di tensione. Nell'incontro successivo, mi riporta un dopo alcuni momenti di esitazione come se sognoche avevafatto durantela notte.Gli suggerisco di raccontarlo si trovasse all'interno dello scenario e il tutto si svolsesse ora.

Sogno piana...un uomoesceda un cespuglio <... camminosu una strada e tenta di abbracciarmi con affettoprotettivo...o minacciadi assalirmi...io gli ficco sullapanciadue grosse spade... sognomi ha fatto sudare... agitare... Questo e penso di non averlocapito...>. Non d possibilefar fluire delle associazioni sullo scarnomaterialedel sogno: <Non riescoin nessun modoa costruire una storia...>. Propongo di disegnare la scena con lo scopodi individuare ulteriori indicazioni che permettano I'ampliamento-comprensione del suo mondo intimo (il meglio delle parole le esperienze non verbali dell'incondisegnorappresenta 2005). scio) (Rocca,Stendoro Questoframmentoonirico ricordatodimostrache nel suo inconsciosi sta svolgendo una dinamicariflessivae che dietro I'atteggiamento dell'evitumcngenitoriale, legatoal movimentotransferale vi d la prcscnzir /o, probabilmente di un transfertdi fiducia versoil counselor.

Riflessioni possiamoaveredue tipi di sogno:nel primo caso la rappreTeoricamente sentazione manifestadel sognoporta ad innumerevoliassociazioni ma non perrnette di scoprirei contenutilatenti significativi a causadi profondeorganizzazionidifensive,mentrenel secondo casoil contenuto manifestoe quello pensiero latentesono la stessa cosaed evidenziano di cui il soil d intessuto gno. Direttiveper la ricercadi elementinascostinel disegno: l) L'occhiod contenitore di diversi significati profondi della psiche. per percepire gli Pud essere un organodi piacereimpiegatoprimariamente (vulvare).Contemporaqualitdfemminili e recettive stimoli aft'ettivi. Possiede lo sguardo civetta,sfida,evineamente emetteenergia: con l'occhio la persona ta, disturba,disarma,intercede, comunicaspiritualitde comprensione o soggioga(ipnosi).In circostanze patologiche, lo sguardo rivesteun significatopupud essere Il guardare I'alramentefallico aggressivo. un tentativodi svestire tro, di toccarei suoi genitali o persinodi distruggerlo(ad esempio:il potere magicodei propriocchi,il malocchio, ecc.). guardatein volto. La In numerose religioni le diviniti non devonoessere perditadella vista, nel significatofallico dell'occhio,viene vissutainconsciadella loro potenzasesmenteda alcuni individui come la perdita-castrazione suale. grafica-creativa, possiamorilevare che le 2) Riferendociall'espressione gli giovane, possono rappresentare occhi del simbolicamente usati due spade (vedasilazona sinistra)come strumentidi aggressione nel passato versol'altro (vedasile grandi mani che possonocompieregesti di affettivitd o di aggressivitd). Espongoa Piero delle Proposizionali a contenutodi sopere,dell'esistenza oniriche in ognunodi noi c'd un mondo interno(comela suaimmaginazione ca), un mondo esterno(come la sua inquietagioventu)e che tutte le persone personalimete di vita. Il ragaznel loro agire hanno la capacitddi organizzare zo mi ascoltacon poca attenzione. Quandola mia voglia di aiutarlo si sta riducendoin cenere, ancheil giovanesi lasciaandaresulla sediacon la testafia <A volte sentola pauradi essere un coglionc le mani ed esclama, stupefatto: perverso...). (Perverso no, perd un po'coglione lo dobbiamoammcllcGli rispondo: re...). UIo del giovaned attualmente confusoe disorientato e tendecontemporaI'emozionedell'affetto(amore)con I'cnroneamente a collegare-amalgamare ,;" (odio-agSressivitd). forze in nertinnl."i,',.",1; C)uesfe zionedellacattiveria

ee
tt \ r

*1 I 'll n
\!r\-

t \

tt

I I

I l/ lt /

"r \

.z|Ffia-a

t Lcol

tI

I I

ni di stress emotivo,gli creanoinquietanticonflitti che prima o poi lo possono disturbare nella crescita, nello sviluppo,nel somae nella mente. Nell'incontro successivo, dopo averspiegato a Piero con parolesemplicila ritualiti della seduta, decidiamodi dare inizio alla P.I. ll ragazzomi dice: <Lo faccioperch6piacea Lei...> ed awerto in lui una pienadi fiducia e curiositdnell'affrontare certaattesa la realtddelle immagini ma anchela presenza di una inquietudinea lasciarsiandareal rilassamento. Man manocheaumenta l'oscuriti nello studio,causata dall'abbassamento della tapparella, vedo sul suo viso, grazie alla soffusaluce della lampada, un'espressione di tensione. Piero d distesonel lettino in forma falsamente supina con le bracciaabbandonate lungo la spondacon le gamberannicchiate sul lato destro. Il tutto mi dir I'impressione che il suocorpo e la suamentesianoimpegnatiin una lotta apertaI'uno con I'altra. Una sensazione che in quel momentonon sonoin grado di spiegarmi. Immerso in questariflessionegli propongo uno S.I.L, costruito sull'influenzadi alcunerappresentazioni del sognodisegnato. S.I.l.: Togliertiun vestitodi dosso

queste cose...ho dettoquelloche mi sentivo Statod'animo:(Utile vedere cose...). dentro...Di persona non sareiriuscitoa dire tuttequeste riflessiva(in foril giovaneporta la suasemantica Nelle sedute successive legataalla P.I.:<il vestitoche ma riassuntiva e rielaborata dallaproposizionale) fin da quandosononato... per levarmelodevo soffrimi sonomessoaddosso Provoansiama riescoa capireche il mio cuorebattea mille alre... sanguino. perch6sentoche in me di speranza I'ora. Questofatto mi di una sensazione presenza palpita. non lo possostrappare Il vestito umanache c'd ancorauna pelle>. perch6d appiccicato alla mia percid legatoal desiderio di avereunavita spenE un vestitoda giocatore, e da tensioni-obblighi sociali.Ma il gioliberada responsabilitd sierata-ludica, che tenalle regoledi squadra, catoredi pallonea suavolta devesottomettersi della propria spontaneitir... o negarela dimensione dono a limitare-soffocare (non ero spensierato...>.

Riflessioni <<... comincioa vedermi...mi trovo nello spogliatoio... non ci volevo venireperch6non avevovogliadi giocare...perd ora che ho giocatova bene... i miei compagnisono delle personemolto brave perd io me ne vorrei... lil ragazzo fa un profondorespiro]...tN.C.l ... chiedodi aiutarmi... sullapanca...guardogli amicie mi dico almeno tN.C.l ... mi trovo seduto ci sonoloro che mi voglionobenee questomi fa soffriredi meno... faccio un po' di facciaper non farmi vedereche ho il cuore che batte a mille alI'ora... 111 ragazzo ha la vocecaricadi emozione]... mi fa contentoquesta cosama non possofarla capireagli altri... soloa me stesso.. . mi alzoper levarmi la magliettae i pantaloni...con il piffero ci riesco...si sono appiccicati allamia pelle... setento di levarmelisentomalee sanguino comequando mi sbucciavo le ginocchia nel fare piir coseche potevo... comescavalcare i muri... facendoquellebravatemi davala forza di andareavantiperch6 senon era per fare il furbo potevoanchemorire... tanto pensavo chela vipiir senso. ta non aveva . . mi d cascato il mondo soprae mi ha strama zzato .. . non riescoad affrontarloper problemi... quello con gli uomini... qualche voltaa pensarci mi vengono le sudate... mi d piaciuta veramente la partita... pocheore di divertimento ancheseloro mi guardavano... a dir la veriti... quando non ci stavo alleregole... non ero spensierato... a me fa maleil cuore quandonon faccioquel che devo fare e diventotriste e mi sentodistrutperdere... to proprio...lasciamo inutilespiegare cosa faccio...d importante far quadrare i conti...>>. lo specchiodelle immagini, avverteil giovaneche I-linconscio, attraverso rifiutare di riconoscereil valore-significato della dualitd (pelle-vestitoin la pelle), lo puo portare a nequanto il vestito rappresenta simbolicamente garea se stessola possibilitd di far evolvere la sua personalitd,protraendo adolescencosi lo statodi attesaindefinita che d propria del comportamento ziaIe. d quello di favorire il progettodel counseling In questaatmosfera sospesa, ched un mopiir organizzate sull'adolescenza, ampie riflessioni il recuperodi (consapevolezza possono del terminare mentoper iniziarea capireche le cose finire e accettazione di un nuovosensodel tempo). qualcunodovrebbe volerti Nel tempogiusto gli propongolo S.I.I. (Perchd piir che affermaredelle esperiendi evocare e suggerire, bene),nell'intenzione il ragazzo, in questodelicatopedi cui probabilmente ze affettiveretrospettive sentedi avernebisogno.Un possibilericonoriodo di fallimento esistenziale, scimentodolorosodello starenel mondo. le dinamicherelazionaliaffettivedella reP.L,doveemergono Dopo questa te familiare viene privilegiataI'attivazionedi aree creative.Spazi ancheimmaginatividove Piero non sentepiir il bisognodi ricorrerea delle fughe,nra la sua volontii in che porta a recuperare crearenel tempo la consapevolezza nella propria esistenza di vita. di una progettualitd modo da riappropriarsi Nel momentoopportunoviene coinvoltala madre che collaborain rnodo ed efficiente. adeguato

Riportiamo una delle ultime P.I. che evidenzia, nel suo valore complessivo, il riconoscimentodi s6. Esperienza che rassicura gli affetti, la volontd e la sinceritd che fa provare I'emozione della serqnitd. S.l.l.: Libero <<...sto facendo una specie di indagine dentro di me... mi siedo sulla sponda del fiume... per ora va cosi... lungo un fiume senzanome... scorre... guardo di qua e di Ii,.. non ho nessunoattorno... vorrei attraversar1o... a n d ar e di h. . . m a n o n s o n u o ta re ... h o tro v a to ... mi butto a fare i l morto... cosi lo attraverso... fingo di crederci... ma in realti mi sto sfottendo... ho voglia di rilassarmi...leggere...incontrare persone... fermarmi e guardarenegozi... supermercati...belle gnocche... gia... le ragazze...sto alzandoil sipario sulla mia vita futura. . . scopro qualcosa di nuovo. .. magari fossevero... sento I'abbracciosincero di Andrea... una mano sulla spalla da ragazziche non si tradiscono... sto allontanandotutti i punti interrogativi che mi davano fastidio... E interessanteascoltare l'insegnante di ragioneria... studiare incomincia a farmi effetto... giro alla larga dagli amici strambi di prima... quelli sbalestrati...via via li sto perdendo ma non soffro... mi rendo conto ora... [1 minuto] ho il naso in su... guardo le stelle cadenti... quelle di San Lorenzo... c'E molta luminosit)... faccio in tempo di vedere una cadere... penso devo avere fortuna di trovare una ragazzache sa darmi forza per riuscire... che mi capisca come sono e come nel futuro voglio essere...cid che deve succedere...succede...[1 minuto] non d possibile che mi sento stanco... mi gira la testa... sono sincero con me stesso... ho voglia di scherzare... giocare... ridere... fare tante cose da ragazzosereno ,,.>>.

SeminarioXIII

Esemplificazione clinica Maria d una bambinadi I I anni, bella, intelligente, con la pelre del vorto bianchissima, e un fisico adeguato alla sua etd. La vedoper una quindicinadi incontri di counseling da sola.Il suo conflitto sta nel bisognopatologicodella presenzadellamadre in ogni cosa.In una seduta, tra le lacrime,la bambinami dice: <La mammadi nuovova via per cinque giorni... develavorarefuori cittd... sono triste e sto male per la pauradi rimanerelontanada lei...>. Poi, tra le altre cose,mi riporta con una malinconia difficile da definire che si d costruita una preoccupazione-agitazione <rabbiosache non nri fa dormire>,perch6teme I'aumentodi brutti scherzida parte della sorellamaggioreche ha l3 anni e <si divertealle mie spalle>, per l'assenzadella protezione della mamma(la madre,avvocato, separata legalmente da cinqueanni). Sfortunatamente, anch'io devo assentarmi dal lavoro nello stesso periodo della madree quandoriescoa comunicarglielo, in una situazione emozionale possibile,Maria senzafare un gestomi continuaa fissare. La seduta successiva, I'ultima prima della mia partenza, la madremi informa che la bambinain sala d'aspettoha manifestato sofferenticonati di vomito. QuandoMaria si siedenella suasediapreferita,gli occhi sonosgranatie a testabassami dice: <Non ho piir interesse a venire perch6rischio di vomitare>. con un sospiropiagnucoloso conclude:<Qualunque cosalei mi dice sappia che quando non c'd la mammatutto il mondomi vienea mancare...)). Le propongocon parolesemplicie senzafarla sentirecolpevole, di scoprire se c'd un punto di contattotra il significato simbolicodel vomitaree I'cccessivolegameaffettivoche ha con la mamma.c'd un lungo silenzio in cui i miei pensierisi smarriscono in un'intuizionenegativa. Maria, quandodistoglic lo sguardo dal vuoto in cui si d persa, mi dice con sofferenza: ,<F,lei quello chc ci deveriuscire...ho bisognodi andare in bagno...sto male...>(so ncl liattempo che non ha vomitato).Al suo rientro, mi chiede con fermezza: <lbss, far entrare la mamma...mi sentomegliose d qui con me...).

[,a madreentra,senzaconvinzione, si siedesul divano e restamuta. Mentrc Maria le corre in braccio.Dal quel momentotutti e tre rimaniamoin un Iungo silenzioverbaleper me abbastanza tollerabile.Quindi dopo una decina minuti di ci scambiamo con confidenzaamicaledelle informazionisul quotidiano lavoro scolastico di Maria. Il sorrisettodella madre incominciaa farsi maligno.Chiedo a Maria: <Cnmecredi che la mammaviva il tuo silenzio?>. Con un rapidomovimentoespressivo la degli occhi Maria guardacon interesse mamma.Qualcosa in lei si d mossoe con una irritazionemolto primitiva si alza e aggirata la scrivania,si rifugia nell'angolopitr lontanodello studio voltandocile spalle.Rimaneli chiusaa guscioa consolarsi da sola delle proprie paure.Restiamo tutti e tre nel proprio silenzio;il silenziodel pensare insieme. Maria probabilmente vuole esplorare la nostracapacitir di tenutaemozionale. Penso di risolverela situazione di impassechiedendo alla madre:<Chesensazione le dir questasituazione?>r. Mi risponde:<Di arrabbiatura...>. La bambina sorpresasi gira con timore lanciandoun'occhiata verso la mamma.I loro sguardisi incrociano.Il confrontocon la madre la fa scivolare in un tono emotivo di disorientamento affettivo.D'improwiso Maria, riavutasi dalla rigiditi in cui si era persa,si risiedee dice senzamezzi termini: qui... separlocon lei sento <... Non sonocontenta il vomito...seriedi essere Non trovo una Proposizionale scoa non parlaremi diminuisce...)). adeguata o forsenon la voglio trovare.InfastiditoguardoI'ora. Era scaduto il tempodi seduta.

Riflessioni Il comportamento conflittualedella bambina,in questae nelle precedenti sedute, mi fa viveremomentidi disagio.Tensioni tollerabili cheriescono a farmi superare-vincere la resistenza di non guardare I'ora per vederese il tempo di seduta d terminato.Maria inconsciamente mi riattivauna emozionecontrotransferale che piir teme: quella di far nascere in me il desideriodi guardare I'ora per liberarmi di lei. gli incontri in cui la ricercadi ricordi, di associazioni Attraverso e di riflessioni avvengono un flussonon controllatoma percepito secondo emotivamente da entrambi,si matura il momentodella prima esperienza immaginativa, attraversolo S.l.l.: Cercaun posto silenzioso e nascosto dovepuoi rifugiarti in silenzio <<una bambinaentra per la prima volta nella cameradella mamma... perch6 fredda ha rotto ieri per dispettole lastredellafinestra...cosile personeche stannoli dentro avrannomolto freddo... d curiosadi vederese si

ammalerannocon la febbre o con il mal di pancia... va fuori... non cc la l',r a starsenechiusa in casa... la mamma la chiama ma lei non gli rispondc... non vuole parlarle... la mamma incassa male... sta per venirle incontro.. . la bambina volta la faccia verso la finestra... guarda fuori... non d che le piace tanto fare queste cose... perd le fa...la mamma la cerca dappertutto... la bambina cerca un posto nascosto...si sentetanto stanca... le piace ricominciare a cercarlo... se va bene lo trova... se va male non lo trova... ci pud rimanere secca... queste idee che non sono poche la fanno star male... si rende conto... disperatacorre dalla mamma e si aggrappain braccio... in un certo modo sente anche se crede che quello che sta facendo b solo per s6 che non fa tanti problemi se lo fa per s6 o per la mamma... (Che cosa?)... stare attaccataalla mamma...la bambina riflette un attimo... d stanca... si staccadalle braccia della mamma... bisogna che si dia dafare... non bisogna buttarsi gii... entra in cucina... col sugo della pastasciutta sporca tutto il muro bianco... [Maria d tesa ]... lo guarda e prova piacere... poi arrabbiata in un momento vorrebbe buttar giir tutti i bicchieri... il rumore disturberebbe la gente che dorme su nelle camere... succederebbeun macel1o perch6 non sanno chi E stato a fare questi dispetti... si sente pentita ha fatto un dispetto alla mamma... conta anche un'altra cosa,.. quando guarda quello che c'E sul muro sa che ha f.atto a se stessaun dispetto e allora non pada pii con nessuno... fa male la pancia incomincia a salire il vomito... prova paura che la possano scoprire... ha denffo un casino dietro l'altro sempre peggio... raggiunge di corsa il suo nascondiglio silenzioso... sente di essere sola... gli batte il cuore un sacco...d semprecosi... non E buona... nessunola vuole piil adesso...ormai no...>>. Stato d'animo: Alla mia domanda di come si sia sentitarisponde: <...triste in tutto questo sogno...).

Riflessioni Con il linguaggio del silenzio, Maria vuole in modo evidente far soflrire la per il lavoro, <... la mamma incassamale...>. Uostiliti\mamma che si assenta piacere dispetto ed il a sfondo sadico si evidenziano nella catena, <... d curiosa di vederese si ammalano con la febbre o con il mal di pancia...>. Maria riattiva un comportamento per attirare l'attenzione della madre, <<... non vrrolc parlarle... cosi la mamma la cerca dappertutto...>.Nella catena <... la llrrrno star male... si rende conto... e disperatacorre dalla mamma...>, I'ansiu rlcllrr disperazione viene vissuta nell'immagine <... si aggrappain braccio alla rrurrrrma...). La tensione delle immagini a contenuto anale (... sporca lrrlto il rtrtrro...)), evidenzia che la rigiditd, I'impulso a disturbaree a distruggcrc vcnF()-

Ito dirctti contro il S6-corponella parte superiore del canalegastrointestinale, <...|a male la pancia... incominciaa salireil vomito...>.La rabbia-ostilitd trattenuta-bloccata nella suadirezioneversoI'oggetto,viene spostata alf interno del propriocorpo,<...ha dentroun casino dietroI'altro sempre peggio...>. Attraversoil linguaggiodel silenzioMaria controllai suoi impulsiproibiti nelle loro varie espressioni mascherate; il suo Super-Iopunitivo riescead esseresoddisfatto perch!fare lq silenziosa riattivala punizionedi <...nessuno la vuole piir adesso. . . >. Dopo questa P.I.,il counseling si dirige versolariorganizzazione delle tensioni interneattraverso l'ampliamentodella coscienza relativaall'etir e ai ruoli di Maria; coscienza che si consolidaanchecon lo sviluppodi nuoveattivitd libere-creative svolteal di fuori della famislia.

SeminarioXIV

Una griglia di lettura della Procedura Immaginativa Presentiamo alcuni approfondimenti operativicirca 1l la modalitdmigliore per esercitare il counseling con l'interventodella Procedura Immaginativa. l) Non bisognadimenticaredi dire all'utente di mantenere nella riservatezzapii completatutto quello cheemergenel rapportodi counseling. 2) LaP.I. esplicitamente conducealla scoperta delle veritd e delle possibilitd di cui l'utente, coscientemente o inconsciamente, d gii in possesso. 3) La P.I.d una forma di pensieroillimitata, comunea tutti gli uomini, che si esprimeper immagini; immagini che, in un secondo momento,vengono comunicate con la parola. 4) Sottolineare all'utente I'importanzadi trascrivere a penna immediatamentea casa la P.I.emersa e non durantelo spaziodi seduta.Se viene lasciatotrascorrere un tempo soggettivoc'd la possibilitdche parte di questa creazioneperda di nitidezza, venga dimenticata, e venganodistorti la trama,i temi, i simboli e le emozioni.Dacomel'utenteaccoglie questaconsegna pud trarre significativeindicazionisu: il counselor a) volontddi collaborare; b) forza della resistenza; c) desideriodi voler starbene. 5) La P.I.lunga (oltre i 40 minuti) non semprecontieneun maggiormateriale inconscio. 6) La P.I.d una reazionenaturaleall'atteggiamento razionaledella mente. QuandoI'utente laminimizza dicendo:<Quantoho immaginatoe privo probabilmente di importanzz...rr, d in atto un meccanismodi censura per alleviare la tensione. organizzato 7) Raramente l'utente non riescea metterein moto delle associazioni irnmaginative; le eccezioni riguardanole forze della resistenza, le particolari condizioni anomalea livello cerebrale, come nel caso di pcrs()nc colpite da psicosi,da tossicosiacutao cronica. Nella vastagammadelle difeseche I'utente organizza per proteggcrc tlirlI'angosciail suospazio interno certamente quella c'd di voler mantencrc ull

(non occorreche scrivaquantoho immaginatolo sentotanl)cnsicroillLrsorio: to irrrportante da riuscirea ricordarlo!...>. cio equivale a dire a se stesso: <lo voglio ricordare... cosi tranquillizzo il mio sensodi responsabilitd>, ma nel suo inconscio probabilmente c'd la volontir di abbandonarlo nell'oblioil prima possibile. [,a comprensione delle modalitd con cui I'utente proponeil suo immaginato e lo vive,aiutail counselor a muoversi adeguatamente nella interazione di aiuto. Delineiamo,teoricamente, una griglia di letturadella p.L basatasule seguenti consequenzialiti: I ) Dove si svolgela trama? esempioluogo,abitazione, ecc. 2) Qual d il tempodelle azioni? esempio di giorno, nel passato, nel futuro, ecc. 3) Quali sonoi personaggi, i loro comportamenti e i loro cambiamenti di identitirche emergonolungo la trama? esempioun uomo sconosciuto, un amico che offre da bere,genteche conosce, o non conosce, ecc. 4) Qual d il linguaggioverbalee non verbaleespresso dai personaggi vistalizzati? esempioparlare osceno,gridare, contrazioni della bocca, modo di camminare, ecc. 5) Quali sonole eventualiImmagini primordiali-arcaiche (simboli-archetipi, ecc.)? esempiosimboli sessuali, vecchio sapiente, I'archetipodi morte e rinascita, ecc. 6) Quali desideri-bisogni fluiscononel MovimentoImmaginativo? esempioil sesso, la fame, la sete,la speranza, ecc. 7) vi sonodelle difese organizzate sulla modalitddi escludere i contenuti delle immagini? esempio la rimozione 8) vi sono delle difese organizzatesulla distribuzione dei contenuti immaginativi? esempio la proiezione 9) vi sonodelle catene Immaginative che gradualmente abbandonano le difesee mettono in luce il malessere inespresso, ma giir presente fin dall'iniziodellaP.I.? esempioimplicazionein contenutiangosciosi o attivitd sessuale particolari,ecc. l0) La trama espressa e vissutad, nel suo insieme,organizzata ed appropriataad un sensocomunecondivisibile? esempio la tramad appropriata, elaborata, incorporata, integrata con il propostodallo Stimolo ImmaginativoIniziale. senso

o di per se significativedi alculc ('irI l) Quali sonole immaginiinsolite tene Immaginative? esempiouna piantapietrificata,ecc' metafore? l2) Appaiono contrasti,immagini contrapposte, della P.l.'/ nell'esperienza emersi vista quari punti di i diversi sono r:j illusioni miste a veriti esibisce allusiva, oscura, P.I. d la t+j Ctotatmente a filosofiche, intrecciate sociologiche' sentenze accettare, difficili da un identificabile come il tutto ricordi, di frammenti e idee grottesche fenomenodi difesa? l5)tilohaunacapacitirdidominioedicontrollosullaP'I'? j f to d riuscitoi superare e modificareaspettidello ScenariocontenentO simbolicamenteI'oggetto minacciosiche rappresentano te personaggi di conflitti interiogeneratore carenziale, genitoriale traumatizzante, Transferale)? (Movimento rizzati nel suo passatoinfantile E importante nonproporre la sedutadi P.I. ad utenti che sono sotto I'inall'inconscio di fluenzadi drogheo pii"ofu..aci. Le droghenon consentono materiale mostratoin Il esprimersilibeiamentenel Movimento Immaginativo. parte costituito da un linin gran tendead essere questostato,generalmente, ha temporadella resistenza che il meccanismo guaggio(materiale)cosciente bloccato. neamente

Seminario XV

ne il silenzioin un temposbagliato, pud essere questo vissuto cntttziorrirlrrrt'rr te dall'utentecomeun disastroso r',, di abbandono. senso Quandoil counsckrr giusto,questo pud essere lutamente vissul() non parla,anchesed il tempo cnlozionalmentecomeuna presenzavalida ad effenorassicurunteche aflrancaalcune figure patogenedella suavita (Rocca, Stendoro2004).

Esemplificazione clinica Il "silenzio" nello spaziodel counseling Non semprecolui che cercauna rerazione di counseling per una sofferenza psicologico-esistenziale, d pienamente consapevole di questasuadifficoltd e se, negli incontriiniziali, egli non la dovesse manifestaie, il counselor tenderebbe a disperarsi.IJimbarazzo, la delusione-tensione che il counselor prova per il silenziodell'utente spesso porta ad etichettarlo prematuramente co_ me una forma di ostiliti, di non collaborazione, di resistenza o di crollo psichico. interpretazioripossono Queste essere delle proiezionie degli atteggiamenti difensiviinconsciche distolgonoil counselor dall,indagare l;episodiodel si_ lenzio, come una forma soggiacente di comunicazione-iiformorior"non verbale. rl linguaggiodel silenziopuo segnalare I'esistenzu ii u'u zona..morta,,, piena di sottostanti meandrisimbolici e senzadubbio di grandeinteresse. Gli errori piir comuni che il counselor pud commettere per questifraintendimenti sono di contrapporre al silenziodell'utenteil proprio o di .i"or..re ad atteg-co,n" giamenti icazionedi rimprovero-minaccla. -comun ad esemp io chiedere : <Cosastapensando?>; <possoanch'io rimanerein silenzio?>. Il tempodel silenziodell'utenteriattiva nel counselor possibiliemozionidi disagioche,riempionoil vuoto della suamentecon dei plnsieri personari. oltre al distacco affettivoche awiene nella relazione duale,il counselor trasmet_ te senzasaperlocon il linguaggioanchecorporeo,i segnalidel suo imbarazzo (Rocca, Stendoro2000). Informazioniche I'utente, sinsibile ed osservatore, coglie e nel corso di un personaletempopud rimandare-rendere, senzainibizioni, nello spaziodi altresedute. Non-sempre il counselor, nell'offrire tempo, rispettoed un attentoascolto-comprensione, parlare I'uiente quale il quan.fa do gli vienechiestodi lasciarsi andare nella iiceica di episodiimportantidi si_ lenzio,nella suavita, riescea ricordarli.Si awia cosi if lavoro di elaborazione con progressiva riduzionedell,impasse (transferale). Il silenziodel counselor rivesteuna importanza emozionale all,internodel_ lo spaziorelazionale, sia per rl momento in cui si verifica nello spazio relazionale,che per la reazionechepud riattivarenell'utente.Se il counselor propoRobertod un uomo di 40 anni,professore universitario, sposato con un figlio, chechiedeI'appuntamento per telefono,<Perche ho un magoneche mi fa venirela vogliadi piangere... ma non d virile...>. Arriva al nostroincontroaffermando: <Sonovenutoa fare delle sedute di per usciredal per far starzitta mia moglieche dice... o fai qualcosa counseling bereo me ne vado...balordate chemi dannorabbia...>. Dopo alcuni minuti di silenzio, caratterizzati da un'insolita indifferenza Robertocontinua:<Sevado avanticol bereoltre che fare saltareil matrimonio diventoun alcolizzato...sonoarrivatoad un puntotale di stupiditdchenon riesco a volte a capirese sentofame se sono incazzato o se ho voglia di masturbarmi... do fuori di matto...quando mi trovocosimi sentopiatto... inutile... e ricomincio a beresenzariuscirea frenarmi... sonocapace di non andare alper giorni... provando I'universitd comeun ladro...>. vergogna Dopo un mio brevesilenzio, gli chiedodiparlarmi dellasuavita. <Sonosposato da dieci anni un po'come tutti... ho un figlio di setteanni che a volte mi dd qualche problema un po'come tutti i ragazzid'oggi... non la causadel perch6 sonomolto contentodel lavoro... non mi interessa sapere qualcuno bevo... non voglio pastiglie per uscirnefuori... desidero che riesca ho bisognodi ad aiutarmia liberarmida questa di canebastonato... situazione paroleil silenziodiventa aiutoo da lei o da un altro...>.Dopo queste strano. Rimangoin ascoltoun po'esitantee mi interrogosu cosapensaRobertoin questimomenti.Con il passare dentrodi me un del tempo,crescelentamente prosensodi nervosismo-imbarazzo. o una parolasbagliata Un atteggiamento pud far interrompere babilmente la seduta. Mi chiedocosafae far naufragare puo questoarresto.Ho letto da qualcheparteche l'adrenalina re per smuovere trasformarsi in una forza della ragionee dello spirito. Tralascioquesta riflessionee chiedo:<Crededi sentirsiprontoper ricevere il mio aiuto?>. di posizionedel corCon un bruscoed innaturale cambiamento po con calmaRobertoracconta: punto quandomi montala <Ho un dolente... piace Itta vogliami non riescoa lavorare... fare I'amore...se non mi scarico mia moglied frigida...>. Ma la tloGli chiedo:<Perch6 non d venutasua mogliea consultarmi'/>. mandarimanesenzarisposta.

Itobcrto inizia a giocherellarecon I'aprire e chiuderei bottoni della sua quell'atto giacca.Probabilmente a livello inconsciomi comunica,attraverso sirrrbolico, una significativainformazioneche cercaun transitonella sua coscienza. ForseRoberto si sta preparando a far fronte ad una minacciaangosciante'l Forsedi apertura o di chiusuradel nostrorapporto'? Probabilmente Robertosi stacostruendo un modo di fare difensivo,che gli permette esistenziale. di allontanare-disperdere-scaricare un malessere Questi continui schemi difensivi, a lungo andare,gli hanno costruito un'organizzapud essere un modo,piu o zionementaledi dipendenza dall'alcool,ubriacarsi menoriuscito,di afferrarela realtda livello dei sensi. nel ricordando I'episodiodel lungosilenzioavvenuto Nella seconda seduta, in fanostroprimo incontrogli chiedo:<Roberto...d mai statorimproverato miglia con il comportamento del silenzio?>. timoroso,come se non si volesseprenderela reCon un atteggiamento di mia sponsabilitimi racconta:<Avro avuto 12-13anni quandoin presenza dentrounamenata conmadre...cheeraimmobilesullaporta...non ho tenuto rivoltro paph...lei si eramolto assillata... tantocheper giorni non mi aveva to la parola...mi rendocontochel'avevatiratamolto a lungo... e ho sofferto di brutto...>. ricordo di fiducia, ha il deSentoempaticamente che Roberto,dopo questo sideriodi aiutarsia risolverei suoi problemi. in termini coscientiil rapportodi counseling. Si concretizza piano psicologica, della riflessione Sul cercodi capirecosapud emozionalmenteessere affiorato nella mia menteduranteil silenziodi Roberto.Ricordo quanpensato di aver cheusaabitualmente che quel suo silenzioera una pausa un po'di ordinenella mia memoriarido parlava(stile di vita). Ma, mettendo vedo che il suo sguardonon d piir rivolto alla mia persona. ma su qualcosa di riflessioneinsiemead indefinito-impreciso che si trovanello studio.Da questa nessuna emoaltri particolari(come i tratti del suo viso che non evidenziano fuori dai suoi lasciandomi zione),capiscoche Robertosi d chiusoin se stesso, di sentirmirespintoda Allora provo inconsciamente la sensazione sentimenti. (forseper protesta): <Crede lui e, con questaemozionegli faccio la domanda di sentirsipronto a ricevereil mio aiuto?>. Ijinconscio di Roberto,con quell'enigmatico silenzio,mi fa vivere I'esperifiutato-respinto da lui; uno statcd'animo che Robertoha rienzadell'essere perch6non mi sendi comunicarlo a parole.Forse dentrodi s6ma non d capace p resente alfet tivamente? te sufficientemente seduta, Robertomi porta un sogno: Nella successiva

Sogno ((... un prato...versola partesinistra... o forsei in c'd un bambinoseduto c'e un picpiedi... spostata c'd unadonna...ai piedi del bambino versodestra colouccello chedorme...>. non saprei...un Statod'animo: <Confuso...stuporemisto a tristezza... tutte queste cogroviglioemozionale... mi domando...riuscirda dominare se...e poi cosasuccede?...>. il sognoin un disegno. Gli chiedodi trasformare

{3\

Il disegnod una "via diretta" all'inconscioe pud rivelareaspettidi un'im(Rocca,Stendoro magineche le paroleda solenon sonoin gradodi esprimere

200s).
Analisidel disegno. In questo la fantasia inconscia ricco disegno tradottain figure simboliche esprinreuna drammatizzazionedella mancanzadi incontro-comunicazione riferite agli sguardi della donna e del bambino. Una evidenteseparazione prospettica tra i due corpi,dallarappresentazione delespressa dalladistanza l'albero, del pozzo e della casa.Forseuna relazioneaffettivache non si concrelizzaa causadellapresenza simbolicaavalenzacollettivadel piccolo ucnella necessitidi dormire accantoai piedi del bambino?E cello assorbito rappresentato dal pozzo,fonte di vita ed eternoprincipiomadell'archetipo terno? Ora che Roberto d riuscito a ricordare e verbalizzareil sogno,di comune accordo,decidiamodi intervenirecon il movimento della P.I.: Immaginario quell'inconscioche Lacan concepisce strutturatocome che avrebbeascoltato proprio (1978). vero linguaggio un e gliviene datolo: Dopo alcunesedute S.Ll.: Immaginadi continuarequel sogno <... [1 minuto]... mi stupisco di quanteimmaginiricordi...mi passano per la mente...una immagine dieffoI'altra...[1 minuto]... sonoimpensierito per la storiatristedel bambino...d ai suoi primi anni di scuola... d un la campanella... il bambinocorre buono... ma a chescopo...stasuonando arincontro alla suamaestra... la immaginocon una facciadall'espressione respingente... cigna...risentita... comequelledonneche riescono con un nel sorprendente sorrisoa buttare tutto dietro le spalle...sentosofferenza ingiustamente queste si vedere scene... il bambinorespinto dallamaestra... allontanada lei... c'd nell'ariala pesantezza della tistezza e della solitudicheI'uccellino ai ne... la cosa non pud duraremolto... il bambinoconstata tutta la suatrisuoipiedi si E svegliato... alloragli si ar,vicina sorridendo..'. vicino a lui e lo tocstezza si rivelapriva di fondamento...si mette a sedere da vicino d evica... la gioianel sentirlonellesuemani e di poterlo guardare il bambinovoleva veramendente...da quel momentosonoinseparabili... qualche spera dopo giorno di broncio la maestra te questoe chiss)... che pii... qualche volta lo la maestra dimentichi I'accaduto e non lo rifiuti cosi potri abbracciare ed accarezzare i suoi capelli...>.

per il bisogno sollievo e stupore Statod'animo:<Un mistodi sofferenza... di emozionichc rlcdi affettosempre maggiore del bambino...un terremoto vono essere meditate al momento opportuno...>.

Riflessioni delle reazioni del La P.I. oflre una rappresentazione dawero inconsueta qttaccare (arcigna-risentitamaestra la di bambinoche si trova nella necessitd Madre-maestra ingiustamente. respingente) che I'ha punito-rifiutato-respinto che priva di affetto il figlio-scolaro.Il doloree la soffeemotivamente assente ma nello stesso tempo,dierenzasonopresentiin questoquadroimmaginativo un sentimento tro al velo di tristezza,si scorgeil desideriodi una speranza, I'armoniosacircolaritddi abemozionaleidentificatocon il corpo attraverso bracci,di carezze e di unionecon la madre,simbolodella vita stessa. e idealizzaDopo alcunesedutedi riflessione sul temadella rassicurazione I'emergere di una spiraledi zionematerna, il counseling si dirige a rielaborare modepsicofisica,che alimentanell'utenteil bisognodi bere senza sofferenza razione. processo Robertosi rendediAttraverso il graduale di autoconsapevolezza, nascosti sponibilead accettare nella coscienza il vissutodi oscuri retroscena dentrodi lui. Awiene cosi I'incontro con lo squilibriodella propriacontropardalla te negativa,che trae piaceredalla sofferenza,dalla propria sofferenza, propriadevastante sofferenza.

SeminarioXVI

Esempi di Stimoli Immaginativi Iniziali A) |) Utilizzazione simbolicadegli Stimoli Immaginativi Iniziali Un pozzosenza fondo che c'e uno spaziopcr pcrrsir- per scoprire re e sentlre; - acquistare unaprospettiva interiorc; - cadere nell'abisso opaco ed ignotodcll'inconscio. U nastrada nel villaggio dell'inf anzia in un altrotempoov- facilitala regressione verosi ricreaun altro temponel presentc; - riattualizzazione. Un tesoronel suo scrigno e proteggere I'lo dai suoistessi - conservare attacchi e dai suoilati negativi; - bisognodi un Altro che conserviquesto suotesoro. Una grossa roccia tutta la durezza della sua inte- raccogliere rioritd, non poter contenere n6 metabolizzare. psicotica, Una nottesenza stelle fredda, appiattita. - depressione La presenza di una colonna rappresentazione fallica e organizzatice simbolica di una figura paterna. Una colonna centrale - genitoricombinati.strutturanti o persccutori. protettiva Una maschera - verificareuna realt?r dolorosa. Rivestirsi di una armatura ossessi- pii l'lo e fragile(psicosi-nevrosi ve) piir il pensiero d bisognoso di un principio concreto-solido. Una retepersecutoria di liberazione. - un senso Indossare unaarmatura - per non sciogliersi-durezza. Bruciare la strega di un desiderio. - realizzazione Un ignotogorgo dellepulsioni. - pauradello scatenarsi Pauradi uno sguardo lc - quandoI'utenteattribuisce all'operatorc quando abitudini di suamadre erapiccoloc voleva starsene con i suoipensieri. primari. Essere in attesa di qualcosa nei processi - implicazione Sostare in un giardinodi qualcun altro - sentirsi fuori posto. indifferente Un atteggiamento in un procedimento crnozirrrlrlc. - implicarsi Prendere delledecisioni - valutare se la vita ha un scnso: ittlirc-ettttr portarsi. Di essere in gcrrcrrrlc cullato dall'acqua di un fiume- utilizzazione dell'inconscio La riva fangosa di un fiume - per esprimere I'inconscio.

2l

I-?eccedenza di sensodello Stimolo Immaginativo Iniziale Ijaffascinante teoria sui modi di costruireuno S.I.I. che pud essere anche musicale(Rocca,Stendoro2005), in ambito consiliarepermettedi delineare una metodologicadi ricerca. Questa possibilitd di evidenziare-ricostruire un'implicita donazione di sensoiniziale (ciod lo Stimolo) d determinante nell'esplorazione di particolariaree,quali: l) la produttivitddell'universomanifestodell'archetipo, del rito, del magico, del mito e del trascendente; 2) il sensoemersodalle precedenti P.I.; 3) i contenutidel sognoe del ricordo; 4) la Semantica espressa; 5) i simboliemersidallaP.I.; 6) i contenutiorientatividella Psicodiagnosi (attraverso i testdi Rorschach, T.A.T.); 7) I'inespresso nel dialogorelazionale dei due attori (utente-counselor); 8) il disegno; e) il largo marginedi indeterminatezza dello S.I.I. "Libero", non fissato da alcunaradiceprestabilita, n6 da alcunaconvenzione o scopoimmediato; l0) il MovimentoTransferale; I l) il ruolo giocatodall'interazione tra la fantasticheria e la realtd. Tuttoquestonon deveessere intesodal counselor comeuna risida modalitd di ricerca dello S.I.I. Nel counseling la specificitddello S.I.I., talvoltastraordinariamente creativo, d fondamentale per raggiungere ed incontrare quellaparte di Immaginario che puo aiutare-sostenere la psichesofferente. Tali vissuti, che si riassumono nella sferadella personalita che li contiene in esperienze-momenti di passaggio, permettonodi recuperare e reintegrare parti nascenti e parti perdutedell'Io, nel suo movimentodi percezione corretta del mondo esterno(Rocca, Stendoro2002).
3)

4)

5) 6) 7) 8) 9)

l0) 1l) l2) 13) 14)

l5) 16) l7) | 8) l9) 20)

2l ) Aggrapparti alla madre 221 Uno scoppio di rabbia

231 Un postosicurodoveritornare 24) Degliargini ristrefii

- tenere la mano del counselor. - I'operatore commette qualche errore o si comporta male in qualche modo e non vuole fare delle scuse. - equivalenza della casa paterna vissuta nel Iuogo del counseling. - ricordi che non riescono ad oggettivarsi e rimangono chiusi nella soggettiviti. - scatenarsi nel movimento transferale di conflitti ricalcati su antichi modelli.

50) Segnale di pericolo 5l) Una continuainterferenza 521 Sopportare delle esperienze dolorose-sgradevoli 53) ConvogliareI'acquanel serbatoio

chc pcr pirurir - I'lo di fronteall'inconscio organizza angosciae vergogna. - rielaborare il senso di colpa. - lavorare controil principiodel piaccrc; le capacitidell'lo di sopportare il dispiala libido nel genitale; - riportare mutamento-trasformazione oer una moralitd esagerata. - mettere in luce il Super-losociale. dell'lo. - la rigiditd pulsionale - tra il bisogno e la realtdesterna. - Super-lo.

25) Un anticomodello

26) Non sentirsi curatoper amore-affetto - transfert conflittuale. 27) Provocare dellagelosia - perch I'operatoreha famiglia ed altri utentl. 28) Un passaggio obbligato processi - rielaborare onirici o immaginativi gid emersi nellacoscienza. 29) Una situazione di conflitto per la richiesta - delusione d'amore,afTetto. 30) cosati tormenta o ti provoca per iniziarea produrreimmaginidi implidispiacerecazlone.

3l ) Libero 32) Dietrole quinte 33) Di smascherare te stessogenitori-counselor 34) Un senso di vergogna 35) Uentrata segreta del castello

- d una generica attesa. - organizzazione della resistenza - introduzionealla vita psichica. - per individuare la prima persona che scatend questa emozione. - facilitareil flussodelle associazioni inrmaginative. - relazioneoggettuale specifica. - si offie come oggetto per cssere introicttato comeSuper-lo nuovo. - per rielaborare desiderie timori pulsionali.

36) Un sacco pienodi scrpenti 37) Una persona che si offre


38) 39) 40) 4l) 42) 43) 44) 45) 46) 41) 48) 49) Dei gesti abituali

Eliminare I'emozionedi isolamento Un cobra addormentato al sole Un blocco di granito Una persona infelice - esterioizzazioni sintomatiche. Di avermi perduto La tenerezza di una passione Una separazione Un momento di rimorso Un'azione vergognosa Di aver fatto centro Una nuova dipendcnza - I'lo collettivo. - reazioni negative contro una proposizionale valida ( Resistenza).

- analisidel Movimento Transferale.

54) 55) 56) 57) 58) 59) 60) 6l) 62) 63) 64) 65) 66) 67) 68) 69) 70) 7l) 72) 73) 74) 75) 76) 77) 78) 79) 80) 8| ) 82) 83) 84) 85) 86)

Una esagerata moralitd Un atto di rinuncia Un nuovo accomodamento Rinunciare ad un tuo ideale Una azionetollcrante Essere legatodallapigrizia psichica. Una via libera per fare la felicitd - espressione Averedegli interrogativi Differenzatra il piacere e la felicitd - mettere Il soledietroalletue spalle in lucequalunque fantasma latente. ti ha dimenticato Qualcuno Vai avanti per la tua strada Un pozzo nero Accadaqualcosa Un punto debole Svegliartidi soprassalto - mettere in luce qualunque fantasma latente. Un uomo felice Una gabbiadi legno In attesadi qualcosa Degli occhi pienidi stupore La fi duci adi unaam icizia ll fruscio del vento in mezzoad unapianurasolitaria Averedelle incertezze e dei dubbi Una infanziapienadi ricordi dai raggidellaluna Vcdere una schiena nudailluminata ll bisognodi unaguida - pcr far esprimere oggcttualc Una finestrailluminata unarelazione Un'ombradel passato Un nido di vipere Un serpente ferito | resti di una barca Un silenziopienodi felicitd Una stradalungae tortuosa

tt7) Una sacra luce Utt) Un calore sul viso {t9) Una carezza d'amore profonda 90) Un'acqua 9l ) Un desiderio di nostalgia 92) 93) 94)

- afferrare qualcosa di fondamentale, di affettivo.

- per raggrungereun'acme. - quando I'lo abbassa la guardia; vedere I'incompletezza. gentile - per valutare il veleno sottile della madre. Una piccolavecchia signora Un animaleferito - una possibile ripresa.

I 20) fmmersoin unapozzad'acquatiepida 121) Inghiottito da un terribile mostro 122) Un grande caprone 123) Alla ricercadel grandealbero 124)Recluso in unastanza 125) Bruciare un vestitonel fuoco -

vita - forza - rinnovo. simbolo della potenza sessualc. fallo; unitd del gruppo. sonno della morte; attesa fetale.

Una lotta corpoa corpo

- per liberarsidal desiderioincestuoso verso la madre. - elaborare la funzione della virilitd. - aspettidella vita ancora sconosciuti. - valutare se gli S.l.l. proposti precedentemente erano corretti. - che trascuratopotrebbe diventare una tigre nascosta.

95) Un verouomo 96) Un irresistibile interesse 97\ Sentirsi trascinati dallacorrente 98) Un affettuoso canebianco

126) Un vestito marcionell'acqua 127) Un'insostenibile responsabilitd 128) Unabrusca decisione 129) Unabrillante opportunitd - pescaredentro l'inconscio. 130) Perqualeragionedevi essere amato? l3l ) Unaoccasione da offire 132) Immagina i tuoi genitali - intensitddelle emozioni espresse: immagi-

simbolo maschile: antagonismo,complcmentaritd dei simboli. - simbolo femminile.

99) Una torre di guardia 100) Duebinocoliindiscreti l0l) Un viottolopienodi pacee di ombra 102) Delle pozzanghere che riflettonoun - rinnovati tentativi che si servono di vie meraviglioso cieloblu pienodi stelle diverse per prendere il cammino verso gli
oggetti.

133) Svelare unastrada a qualcuno 134) Trovarti vicinoa me,nudo 135) Di fare lo struzzo 136) Una portadi ferro importante

ne di se e strutturaanatomica:spaziogenitale interno (donne). - guardare dentro di s6. - richiesta di affetto immediato: manifestazioni aggressive. - rielaborare le rigide barriere. - far emergere qualunque contenuto cosci ente-inconsci o.

103) Un piccolo mondod'amore 104) Unamontagna misteriosa 105) Vedere dei neriscogliappuntiti vicinoalla riva 106) Una fontana asciutta 107) Rifiutare del cibo - rifiuto dellasessualitd. 108) Trovartinel buio 109) Aprirti a faticauna strada 110) Una foresta psichiche di cristallo - manifestazioni in generale. piena | | | ) La corrente di un fiume in protettivo I l2) Uno sbarramento parcopubblico I l3) Un piccolo I l4) Uno straordinario viaggio - sessualitir. affascinante I l5) Una reazione di allarme lapaura,rabbia, disgusto, combat- valutare timento,fuga. - per evidenziare I I 6) Un evento pericoloso i processi secondari. I I 7) Vedere la crescita di un rigoglioso albero - sessualitd. I ltl) Uombradellaforesta I lt)) Una capanna oscura - evidenzia uno statofetale.

137) Dietroad un angolo 138) Camminare sullalucedel sole - fiducia sulla propria potenzialitd creativa. I 39) Entrare nellaprofonditd di una foresta 140) Sprofondare in un'acqua limacciosa - implicarsi in livelli di vissuto emozionale. l4l) ll buiodi unacaverna 142) Una esplosiva contraddizione 143) Un ventocontrario - utilizzare spinte emozionali valide per costituire I'individuazione-autoconsapevolezza.

144) Un puntocieco 145) ll ritrovamento di un oggett<r 146) Una strada che non hai mai fatto

- deformazione della componente personalc; un lavoro su di se. - riconoscimento degli affetti, delle propric risorsee dei propri limiti. della proprirr - evidenzia delle sfaccettature capacitd di tollerare. - riflessioni.

147) Un breveperiododellatua vita 148) Tirar fuori qualcosa cheprimamancava - fantasma della castrazione. 149) Un sentimento di rabbia-insofferenza - dolore-lutto-sublimazione.

l])

Stinroli Immaginativi Inizialichepossono fornireindicazioni guidaper un proces- paragonabilead un colloquio, dobbiamo saperritornareda dove siamo partiri. - disastrosi contenuli inconsci. - dare il simbolo del sintomo.

so evolutivo della psiche. l-50) Una passeggiata nel bosco

r5 l ) Un disastrosoallagamento ts2) Tagliarela corda r53) SputareI'osso


154) Un secchiopieno da
rovesciare-svuotare Di farla franca r 56) Mollare gli ormeggi
| \\ I

attivitdsessuale I 79) Intrattenere - potenza fallica. con piir donnecontemporaneamente I 80) Essere oggetto di desiderio - impeto emozionale(per le donnc). 181) Un'ideale situazione sessuale - superareuna ferita narcisistica. 182) Un timoresessuale - per risolvcreun trauma infantilc; crolrzzirre la fobia.

- per favorire I'espressione emozionale. - degli affetti, delle idee, - della creativitd,dell'odio, dell'intuizione. - difficolti di ascolrare. - funzione dell'atto creativo-realizzazione della persona-esperienza interiore. - coraggio. - per rielaborare una possibilecapacitA di ricerca futura. - spaziodi autonomia. - per rielaborareun doloroso cammlno. - r ielabor ar e le inib i z i o n i .

t57) Scaricareun sacco r 58) Una goccia d'acqua su un sasso r59) Un singolareviaggio
160) Cantosolitario del cacciatore 161) Ecce sso di v igilanz a 162) Un giardino segreto 163) Padrone di unasituazrone 164) Rinchiudersi nellacamera da letto
C)

183) Un pudore sessuale 184) Una novitdsessuale 185) Un misterioso salto 186) Un sentiero senza traccla in casa I87) Rifugiarsi 188) Il tesoro dellaminiera 189) U nastel l a

- ridurre una realtd colpevolizzantc. - per vivificare I'eccitazione. - di fronte alla propria ambivalenza. - verificare I' introversione. - un'informazioneche mancaalla coscienza. - simbolo di una guida proveniente da una nascitao rinafonte lontana di saggezza; scita; cio che di nuovo d nato o scoperto.

D)

Stimoli Immaginativi Iniziali a funzione compensatoria-realizzante-irrealizzante sessuale

165) Una fontedi energia positiva

166) Un corpoerotico 1 67) Un ma gic o inc anr es imo 168) Una scena di tenerezza 169) Una manoaffettuosa 1 70) Un ai mm agine lur t iv a I 7l) U n se n l im entdi o dis agi o 112) Un enorme pene 173) ll fascino irresistibile di un corponudo - evidenziare una gerarchia degli affi anche
creativi.

- a serviziodellavita e comunicazione con I'altro. - sessualitd e corpo. - per impossessarsi dellacosadesiderata. l'emozioneerogenica. - valonzzare

transfcrale ncStimolilmmaginativi Inizialiperprevenire un violento movimento gativo occhioscrutatore 190) Un freddo l 9l ) U nadi spera tim a m aginazione negativa 192) Irradiare encrgia commento - osservazione dell'operatore. 193) Di non meritarc nessun sul carattere 194) Unaquiete marmorea 195) Scolpiresul marmoun freddopersonaggio 196) Non aspettarc un nuovogiorno 197) Lottarecon un leoneaffamato l98) Unapartedel cieloin fiamme 199) Propagare un incendio 200) ll puntodi vistadi unapersona 201 ) Il voltodi unapersona 202) Suggerire ad unapersona un propriomodellodi comportamento.

Esempio di Stimolo Iniziale Musicale (Rocca, Stendoro,Curare con l'immaginario, Roma 2002, p. 94) Il punto di apertura per raggiungere una pii completa realizzazionc dclla propria individualitd e umanitd d quello di rispettare la propria natura.

I 74) Cuardare un attosessuale 175) Una forzastimolante I 76) Attu a l i z z ar e pr opr ia nella me n te I 77) Presa con la forza I 78) Trasgredire unaproibizione

un fantasma erotico - poter negarela responsabilitd del piacerebisogno masochistico. - riparazione.

Il percorsoper ampliare questoconfine puo iniziare dall'ascolto di rrrroStimolo Musicale.

llcttcttz.tt sc'iv*:(t.talamo e ir ruogo in cui giungono le sensazioni e re t'ttt.zt.tri c vi pcrmarrebb.;;;-,";0"-"""'."r.,ente; tttc//o tli tt. ritrno cid significache,per ruri.ur., noi il#il;vocare una risposta ulconscia...,, automatica ( I 9g4). Seduta 41": l)rocedura Immaginativa: S.l.l. 1/ tentpochepassa (temamusicale: Meditazione ..Thais,' di Thais, dat'opera di J. Massenet) giorno... di primavera... 1lt.ro ,-,",un un cieloazzurro... vedodei chesi divertono ^^*t u gio.*. ,u1.ur.i"pi"de... ,,Alzati ::toIJ Franco, arzau ... s la voce di bar

XVII Seminario

del counselor La figura professionale Ilcounseloruti|izzacomestrumentodilavoroSestesso,conlaVerticalit}re dall'utente' - counselor t'Orirt*tutiti della P'I' attuata per l'eserciziodi tale del i.ri*n"iubili evideni.a Le abilitdpiir funzionesonoinpu,...inn.o"(comelacapacitidiaccettarelerichiestedidasionepersonale

su .t g tar dino di c as a. .. .u rri n o ' p " , di personef..n.,; ii; :,^'-: gt"ppo

i...li liL"menro ll*:t: <Ji sospensione su un li,iillil. ' ';;;;;; L ur d . .'"r; . i l te rn p op a s s a ...ri d a c c h i o ... -- , . , : ' .
Jlu;:: p'fil' ;-d' l;".,' .r,*i." perfetta. .. capelli chiari. ..
sono di ." ... mi vedo u r.;* .. a g i to l a mano per sal utarl a... f;;; deil,autobus... un uomo viene

sentopoco i rumori dl .uru... ho;;';;;r" di atresa... ri c1i abbandono... uno stupidomomentopcr affrontare una giornata di ravoro...sriracchio per gtocoIe braccia"' ele faccio scivorare ruil. rpu*" tiepidcdi barbara... mi di lei'.' gli porgolu ]^t]1"Yt:t? il;;ilmeta baciarc... mi abbraccia... sento brividi di lalda.. . jil;;;; . . eccitanre. "mozione . . mi alzo... tolgo

maancora,.,;;""xT,1ffiiH3]ii iffi':":1."':"1ffi.11ij31i'

;;q'ffi .;;i edin parte reaffetto),

n nt71,1:lt-,Tittt"ne-pas

giro ra ,esta, ed iil;.;t i;::::*j:T":11:::ry;i"; .l;j::l i,i:r",

fi::"':' ff;

tnterlore' orientamento alff;"tp"tl enzadelproprio ((11-oualita essenziale : t'"1:^"Tll" A questo proporito,?*;i"ff;: anrma'I propropna sulla sullaitop'iu pelle' piir esattamente t;;;;;rot;to per raggiuniiqgOl. Cosi egli indicala via priJou',iuili...,' Ouffu cessiasseriti professionale' le n"t" f^ formazione questolavoro deve tentaredi superare ,r;;;;;;iare che persona La deformazioni inconscie suli'altro le proprie del suo l" J;;;;it;;t tendenze ,ff.3t;:iuomo di di sviluppo,di capacitdcreative, ha una storiadiversificata sublimarle'? o evitaile' eliminarle trasformarle' bisoenie di aiuto' f^ "f'"1""0" ad un profondo si sottoponga counselor il che Jenzadubbio.e uu'pitubile meglio' attrae comprendere Au rielaborare e onestolavoro Ai '?in-*oOo poteridelle sueriflessionicritiche '" versoil proprio t*t-tti"'it*!ei"i11".1i

ffiLXi:lj;!ruJJiffi::l"""q,i',1"'J;;-""r-i;nt*:;*::ffi nte i minuziosame cheaffond p'oronao, ;"i ;ffi ;;;;


[.: f#'::i';;T3,
comprensivo un allargamento Tuuuuiu'per ottenere nei suoi labirinti in"on'"i' insupervisione una anche counseling, J"ri"ne di di come il 56 agisce."[" emotiva'permettedi osservarc t"t confluenza dividuale o ai s'uppol;;;;;; per ingantrrt1c che e gli stratagemmi l'1o organizza le qualiti n"gatiu"-po'itive il scrrticome personalitd di ?"i ptopii modelli il proprio S. t"o*p'"n't* i pregitrtlicompetitiva-ambiziosa' fortemente mento di inferionta, iu i"n'lon" ecc')' di se stesso' ,i t".""t,i, la visione gonfiata non d liberadai reticoliconflittualitlcll. Se la disponibili;?;i;;;;bt 'l: P s c A ra n rro l l ^ n n f re h h c
oc s c r r ol i fA r r n'ql l r a t"^hlotto+i"q i mn n t t a n t c

Benenzon scrive: <Il talamo d il luogo in cui giungono le sensazioni e le emozioni e vi permarrebbero in modo non cosciente; cio significa che, per mezzo di un ritmo musicale, noi possiamo provocare una risposta automatica inconsci a ... ) ( 1984) . Seduta41": ProceduraImmaginativa: S.I.I. 1i tempo che passa (tema musicale: Meditazione di rhais, dall'opera "Thais" di J. Massenet) <<...,! un altro giorno... di primavera... un cielo azzurro... vedo dei bambini che si divertono a giocaresul marciapiede. .. "NzatiFranco, alzati". .. d la voce di barbara. . . appoggio la mia mano sotto la giaccadel pigiama ... a n c or ala s ua v oc e ... " a l z a ti a m o re " ... h o l a te sta soi to i l cusci no... sento poco i rumori di casa... ho un sensodi attesa... di abbandono... d uno stupido momento p-eraffrontareuna giornatadi lavoro...stiracchioper gioco le braccia... e le faccio scivolaresulle spalletiepide di barbara... mi volto verso di lei... gli porgo la bocca per farmelabaciare... mi abbraccia... sento brividi di emozione calda... divertenrp... eccitante. .. mi alzo... tolgo la giacca.. . la lancio sulla sedia di fronte. . . 'momento di sospension" ,,, un qu a l co sa" . " i or a" . . . il te m p o p a s s a ...ri d a c c h i o ... s ono fel i ..... mi vedo sul giardino di casa... cammino per uscire... agito la mano per salutarla... c'd un gruppo di personefernrealla fermata dell'autobus... un uomo viene verso di me... il suo profilo d di linea classicaperfetta... capelli chiari... sguardoacuto e vivo.-. guarda la strada principale... svolto I'angolo,giro la testa,ed i miei occhi lo guardano ancora... lui non mi vede...o.

Seminario XVII

La figura professionaledel counselor Il counselor utilizzacome strumento di lavorose stesso, con la Verticalitde l' Orizzontalitd I. attuatadall'utente. della P. per I'eserciziodi tale Le abilitd pii evidentied irrinunciabili del counselor funzionesonoin parte innate(come la capaciti di accettare le richiestedi dapersonale re affetto),ed in parteacquisite dalla forza dell'ambizione-passione interiore. e dall'esperienza del proprioorientamento qualitdessenziale A questoproposito,Freudafferma'. <<La d l'aver effettiprovatosullapropriapelle,pii esattamente vamente sullapropriaanima,i pro( 1980).Cosi egli indicala via per raggiuncessiasseriti dallapsicoanalisi. . .>> gerela formazioneprofessionale. questolavoro deve tentaredi superare La personache vuole esercitare le proprie tendenze del suo Io ad esercitare le inconscie sull'altro deformazioni a.ffettive. di Ogni uomo ha una storiadiversificatadi sviluppo,di capacitdcreative, evitarle,eliminarleo sublimarle'/ bisognie di aiuto.In che modo trasformarle, Senzadubbio,d auspicabile che il counselor si sottoponga ad un profondo e onestolavoro su di s6 in modo da rielaborare meglio, attrae comprendere versoilproprio Movimento Immaginativo, ipoteri dellesueriflessioni critiche un valoreemozionale autenticoancheper la propria vita personae acquistare le. Cid non significa che il futuro counselor debbanecessariamente intraprendere un percorsopsicoterapeutico del profondo,che affondi minuziosamente per ottenere nei suoi labirinti inconsci.Tuttavia, un allargamento comprensivo indi come il Se agiscenella relazione di counseling, ancheunasupervisione dividualeo di gruppo, vissutacon confluenzaemotiva,permettedi osservarc per inganrrarc le qualitirnegative-positive e gli stratagemmi che l'Io organizza il proprio 56 (comprensione dei propri modelli di personalitd come il scntimentodi inferioritd,la tensione fortemente competitiva-ambiziosa, i prcgiudizi nascosti, la visionegonfiatadi se stesso, ecc.). Se la disponibilitd del counselor non d liberadai reticoliconflittualirlclll potrebbe quelladi crcrrrc c un'altraproblematica importante essere sessualitir

vivere intimi ed impropri attaccamenti affettivi con alcuni utenti. Prendiamo, ad esempio,il casodi un counselorche considera in modo cosciente l'utente come un figlio, un amico, mentredopo il lavoro di supervisione emergeche una parte del suo inconsciolo vive come una personada corteggiare con attenzioniaffettiveperch6ne d innamorato. professione Chi si awicina a questa ha probabilmente un bisognoprimario gratificare da nel movimentodel counseling; ciod quello di aiutarein generale chi soffre.Ma se si sposta da questoruolo, il suo lavoropud compensare un qualcosadi non vissuto,come ad esempiouna vita convenzionale, che gli ha impeditodi promuovere la consapevolezza di saperessere se stesso. Allora il lavorodi aiuto psicologicoutile per I'Altro pud diventare una sostituzioneche rischia di risolversia discapitodelle necessitidi cambiamento delf'utente.Larelazionedi counseling non essendo piir efficace,lentamente si strozza, si chiudee devia in una speciedi suggestione di apertainconsistenza trasformativa. PercogliereI'esistenza di queste illusorie aspirazioni di voler aiutareil processomaturativodell'utente,il counseloqattraverso la Supervisione, d condotto a prestare attenzione e a interrogare le azioni di deviazione del vederepossibilidel suo corpo e della suamente.Cosi puo divesentirele esperienze nire capace di captare, almenoin parte, le zonedi resistenza, responsabili del cambiamento delle suetensioniinternee dei limiti della suaconsapevolezza. Descriviamo una tracciache puo aiutarea chiarirequestaresistenza: l) In quali azioni, figure, oggetti e sceneemersenell'ImmaginariodelI'utente, il counselor avverte delledifficoltirdi intervenire con lo Spostamento? 2) Nella relazioneda qualevicissitudineemozionale si sentecompiaciuto o urtato?Quali segnalidel corpo dell'utenteprocurano/astidio-pia(sguardo, cere-sensualifti espressione della voce, modo di contrarrela bocca, ecc.)? 3) Quali sentimenti,emozioni,sensazioni fisiche o parti del corpo delI'utente ha difficoltd a fissarenella sua attenzione e nella sua melnoria? 4) Quali Proposizionali, S.I.I., Spostamenti, intuisceche sonovietati per I'utente? 5 ) Quali pienezzeaffettiveevita perch6senteche se venissero messein attopotrebbero superare la suacapacita di comprcnsione, sopportazione e di ascolto? 6) Se I'utenteha tn potentebisognod dispostoad aiutarlocon la propria naturaleenergiao tendea soddisfare con contorti meccanismi di difesa, la propria stanchezza2 7) Vedenellacreativitd dellaP.I.dell'utente cio che non c'e?

8) Non vedecid che c'd sullo schermodella P.I.dell'utente? rapdella P.I.da cid che d veramente 9) Vedeun'altra cosasullo schermo presentato? che sia esauritoI'arl0) I suoi silenzisonovolti a rimarcareI'impressione gomentodi conversazione con I'utente? (istanzeegoicheperrispondere I l) Sa gestireI'angosciadel non-sapere sonali)? Alcune note su possibili attribuzionidi tratti della personaliti legati ai segni vocali (Anali, Ciceri 1992). pud appartenere ai giovanie alla femminiliti; voce aspirata: immature; al parlatofemminile o a persone voce esile:appartiene a personefredde ed incostantiemotivavoce piatta: puo appartenere mente; pud essere a noiosith,pigrizia; associata voce nasale: a scarsa flessibilitd; associata voce tesa:pud essere pud essere sofisticata; associata a persona voce gutturale: orgopud appartenere energica, creativa, alla persona voce altisonante: gliosa. prestaattenzione a questagriglia di riflessionipuo rendere Se il counselor flessibileil suo Io nelle varie areedi aperturatra s6 e I'utente.(Qualitddella relazione). di una illusione, o il persistere E possibileche la presenza di una speranza, Se questoawiene allora possano dichiararsinell'Immaginariodel counselor'l avrd trovato quel contenutoarmonico capacedi trionfare sulle forze aggressi<Un giornei suoi labirinti sotterranei! ve e autodistruttive che sonoracchiuse no,... forse?...>.

SeminarioXVIII

Disturbi del comportamento alimentare e multicausalitir: introduzione principalidell'anoressia E una malatsonosconvolgenti. Le manifestazioni persona magrezza estrema fino al punto di a cercareuna tia che costringela questo comefattoreinletali. Per consigliamo spesso averedelle conseguenze per un percorsodi counseling, una specificaformazionemedica dispensabile o psicologica. autonomadel soggetIl primo passoversola formazionedella personalitir to umano,avvienein relazioneal pasto.Infatti, il neonatopud affermare"io il abbandonando sono" dal momentoin cui d capacedi agire materialmente, il e incominciarea succhiare massimopiaceredel senomaterno,per prendere proprio dito.Uevento del dito viene vissuto in quel momentocome un altro la sua simbolicamente seno.Unre/,o nuovo che gli permettedi sperimentare prima esperienza di pasto autonomo.Il piccolo nutrendosidi se sfesso,pur evolutivo,inizia a svidi vivere un processo non avendola consapevolezza fisiologica e psilupparenel tempo e nello spaziola propria organizzazione chica. e le motivazioniprofondedalle quali I'anoressia Ma quali possonoessere sull'aspetSoffermiamoci la bulimia traggonoil loro significatoemozionale? problemaestremamente comdi questo to per cosi dire fisiologico-psicologico che si realizzano atplesso. modi di esistere e di agire sono Anoressia-Bulimia nel corpo". Cibo sen"far non far entrare del cibo entrareo traverso il rito del in corassicurante, che permettedi essere come sorgente tito universalmente munionecon le energievitali del mondo. nelle diversepatologie, costantemente Ma quandouna personad sospesa pensare per il qualed spaventoso di aver pud scivolare in un livello esistenziale psicobiologico. Con bisognodi cibarsiperch6mettea rischioil proprio sistema questapersonale ed incredibilerottura dell'equilibrio (disarmonie-separaziopuo decitra la forza dellamentee la forzadel corpo,la persona ne-scissione) Luomo d di esistere. definitivamente ad esistere o cessare dere se continuare che la vita che sempre statoatterritodallapauradella fame,perchdha il senso nella morte,senon la soddisfacontinuamenscorredentrodi s6pud spegnersi

te. Fameprimordialeche, lasciata a se stessa, ha portato I'uomo ad aggredire mangiare e la naturasentitasimbolicamente comePadree Madre. Il neonatoprima di amare il senomaternone ha certamente fame; il bisogno del cibo diventail primo oggettod'amore,anteriore ad ogni altro amore. Diremo chefame e cibo sono due aspettidello stesso fenomenoche si rigenera di continuonellavita, pur rimanendo in un perenne sempre statodi mutua tensione. comeconfine tra I'essere ed il nulla. IJesperienza della fame d un momentodi buio pii buio del buio, che provoca depressione, angoscia, maligneaviditd e il rinnovatosensodel prossimo morire. Uazionedel cibarsi d il momentodel sollievo,del resistere, del poter per il mondo.Il cibo d vissutocomeuna fonte che dir la andarecon sicurezza possibilitddi realizzare amore,solidarietd e soddisfa tanteinesauribilie straordinarietematiche affettive,religiosee simboliche(Bacchiega 199'1). Da questabreveintroduzionesi intravede la riflessioneche "abbandonarsi alla fame, o acquietare la fame", porta I'essereumano ad un suo proprio significato di consapevolezza: consapevolezzase vuole continuare o non continuarea mantenere la coscienza del valoredel proprio schema corporeo(corpo imperituro-corpo morituro,esperienza del corpo e la suaimmagine). Il seminarionon ha lo scopodi descrivere e spiegare la multi-determinata patologiadell'anoressia, n6 di parlaredella storiadella vita fittizia dell'anoressico, ma di aiutarecon il counseling questepersone, che vivono in perenne possano esilio, a cambiarein modo che afferrareuna loro serena felicitd, che diventapoi ancheuna nostravera felicitd. ScriveTao-T6-Ching: <Il cambiare non ha coscienza, non azione.E immoto. Ma se viene stimolato,penetraqualsiasisituazione che si trova sotto il sole. Senon fossela cosapiir divina sullaterra,comepotrebbe farlo?.. .) ( 1988). Anoressia, questa parolaperch6per noi si ha un po' di timorea pronunciare d il simbolo della tristezzadel corpo. questaaffermazione Parafrasando riportiamo I'esperienza di un dialogo: <...Guardami...> diceValeriaalla suaamicacon panico<stodiventando molto grassa!!!>. E un frammento di parlato spontaneofra due giovani amiche nel quale si pud evidenziare probabilmente un iniziale e confusotimore di non possedere un'idea stabilizzatadel proprio corpo. Una costruzionedi pensiero che put) piir significati di sofferenza contenere emozionale cosciente, comead esempio per la disapprovazione la preoccupazione socialeo giudizi quali: <Sei brutta, sgradevole, ingombrante>. Ma in un secondo momento,nell'incontropersonale di aiuto, quellaslcssa persona,utilizzando come guida: l) il movimentodel suo Immaginario; 2) I'esperienza dei suoi sogni;

3) gli intrecci incompatibilitra la suamentee il suo somache permettono di entrare(in modo arricchente)con il suo strumento"mentale" nei suoi diversi processiconflittuali.Emergonocosi i vissuti storici carenzialipericolosidel proprio universoemotivo-affettivo, largamente carico di insoddisfazione, di rinnegamento, di apprensione, di impulsi cannibalici e di onnipotenza. Rappresentazioni immaginative di forzeprimordiali temute e dalle quali proteggersiche sono statein grado dt organizzare nel tempo il progettodi ricercare, in forma insaziabile, il vivere senza cibarsiper conservare un corpo non soggetto al passare del tempo. Un assetto idealedi s6 fuori dalla dimensione storica.Un corpo idealizzato dalladolce illusionedi diseducare (negazione) i segnaliprovenienti dai sensi, comele sensazioni di sentirela fatica, la stanchezza, la sessualitir, ecc. La specificitddel comportamento manipolatorio-contraddittorio dell'anoressico, quandotale ambiguitddura a lungo, d un modo di essespecialmente re che va oltre le richiestedel codice della magrezza impostodal mito della bellezza o dalla volontddi raggiungere, anchecon il digiuno,I'ascoltointeriore (elevazione spirituale). Nel complesso psicofisicodell'anoressico, meccanismo si d di frontead un pensiero dietro al qualesta,in minaccioso agguato un'accanita forza negativa, (insoddisfazione per il proprio corpo) spesso delirante,di demolireil proprio per garantirsiuna difesa,una soprawivenzadall'angoscia essere, dell'abisso primordiale. Vorremmoa questopunto illustrarealcuneconsiderazioni relativealla possibllepresa in carico da parte del counselordella persona La noanoressica. straesperienzahaportato a seguirei seguenti aspettimetodologici. l) Non crediamopossibilerielaborare, per trarnebeneficio,la produzione degli eventi immaginativisecondola specificatecnicadella P.I.,se la persona si trovain uno statodi inediacatastrofica. Siaperch6i suoipensieri coscienti(statomentaleabnorme)ruotanoesclusivamente intorno all'inevitabilefame, sia per la debilitazione (non solo delemozionale I'utente)che incidenegativamente sul procedere della relazione d'aiuto. 2) Abbiamoconsiderato l'anoressia mentalecomeun disordinepsico-neuro-endocrino che richiedeper la guarigione un continuolavorodi 6quipe di vari specialisti. 3) Se la realti affettivadella relazionetra la persona anoressica e la madre (in generale) dovesse risultareuno-luttosenzadistinzionetrtt se e I'altra, crediamo sia pericolosoliberarequestounico cosmoambientale, al di fuori del qualeper questedue persone, non c'd niente(tendenza per entrambidi cronicizzazione della malattia,di psicosi,di morte). 4) In linea progettuale, ma particolarmente raccomandabile per il 3o pun-

to, d utile consigliare ai componenti dell'asse familiaredell'anorcssico, i prodi farsi aiutareattraverso un intervento di counseling a rielaborare (in alcunicasi ancheattravcrpri modelli di comportamento relazionale so un counseling di coppiagenitorialeo di gruppo). va rivolta alla rete del Movi5) Una particolareriflessione-supervisione (specialmente per la creazionedei messaggi mento Controtransferale contenutinegli S.LI. e per gli atti di affettodegli Spostamenti). Il counselorpud tendere, con questiutenti, a soddisfare alcuni suoi bisogniriCome sentirsigarante mossi,negatio comunque non espressi. della lodi ro vita, il sensodi colpa,l'impazienzadi guarirli, di farli aumentare pesoo alcuni turbamentisulla propria identiti e capacitd professionale. puo accoattenzione il counselor 6) Dopo un'equilibrata ai fatti osservati, glieredi modificarel'assetto relazionale a seconda dellepardel campo (elasticitd dall'utente sullaritualiti ticolari "situazioni"che sonoemerse del setting,tempodi seduta, datedegli incontri,ecc.). immaginativa attra7) Il percorso d'aiuto con l'esperienza devesvolgersi, in un lavoro impegnato a ridimensioversoil momentodell'intendersi, nare le distorsionied i difetti concettuali che hannocausato al soggetto rila perditadel sensodella propriaunitAmente-soma. Con la graduale pensieri pocostituzione, fattada funzionaliImmaginie controbilanciati sitivi, I'utente puo recuperare dentro di s6 I'energiapotenzialefinalmente liberata.E con il suo tempo, la pud indirizzarein proporzione versoi bisognirichiestiper riconciliarsicon le varie areeaffettive(perdel corpo, cettive-sensoriali-uditive-olfattive-tattili-gustative-visive) rappresentato mentalmente come proprio 56 e di 56. I due casi che presentiamo, seppurin modo incompiuto,offrono un esempio di come la mentedell'anoressico vive immancabilmente, nella sua realtd il proprio corpo miserevolmente scheletriintima, e con orgogliodrammatico, attualiche evidenziano comesia possibile, attraco. Due brevi storiesempre credenza irversosilenzi,attese, rabbia, ed onnipotenza a dubbi, depressione per fame la realtir dei bisogni razionale, tentare di morire di averdisconosciuto del proprio corpo. c coMa al'vicinandoci a loro con laforza terapeutica dellanostrapresenza me strumento la PL, prima ancora che con la forzadellaparolae con i concctti psicodinamici-psicopatologici, vienc rinlorla realistica esperienza relazionale sbloccata zata dallacaricaenergetica e riescea colmareil vuoto, lo sntarrrrttcrrideazione del corpoanorsssico. to, I'estraneitd originatida una non raggiunta per questidue giovani,un uomo ed una dorrna, slirgCosi si d ripristinato giti all'annientamento di o alla completa follia, un diverso vissutoernoziorrulc autorealizzazione capacedi aprirli con vitalitir umanaal gioco bcllissinrotlcgli affetti dei rapportie all'armoniadell'amore.

SeminarioXIX

Disturbi del comportamento alimentare: 1" esemplificazioneclinica Marco d un giovanedi 22 anni,studente di Psicologia. Figlio unico, convive con i genitorimolto tradizionaliche lo accudiscono in tutto. Si presenta alla consultazionecon un corpo frustrato, denutrito e a rischio di vita, ma con un'accurata acconciatura di capellibiondi, lasciatilunghi quasifino alle spalle. Mi dice, guardandomi intensamente e con arroganza, che d alto 1.g0,pesa molto poco@2Kg) e non ha significatoper lui avere amici, n6 tantomenoavere rapporti sessuali. Attualmente la sua vita, schematica e ritualizzata.d diventata invivibile sotto ogni punto di vista. Ha inoltre un'inchiodata certezzache la psicologia non sia utile per aiutarea risolverei suoi problemi,perch6non ricordaalcun sogno,n6 crededi poter fare delle libereassociazioni.

Nel secondo colloquiobiografico,in cui I'ascoltarlodiventadill'icilc, Mlr cominciaa dirmi: <Mi sonoresocontocltc co, senza alcunamia sollecitazione, difficolti allcttivl,,. devostareall'ertaperch6ho capitoche lei ha la mia stessa prcp()<<Ho dal caratterc attimo dopo aggiunge che amto una madre Qualche riportatttentee un padreche non provaun affetto sinceroper me). Prosegue psicoanaliliche sul mio ntodo concentrateinterpretazioni immancabilmente i dubbi, ritorna a dirc Alzando il tono di voce,forse per cacciare do di essere. nella emozionale... comepuo aiu<Sono impigliato medesima che: situazione tarmi...>. A questopunto per romperequestasua idea fissa gli rispondo:<Si chieda difil perchdla suamentesi sia fermatasull'idea che anch'io ho il suo stesso nei rapporticon il mondo?...>. ficile destino questariflessione(ProposiContrariamente ad ogni valutazione razionale, zionale)suscitain Marco una notevolecaricadi volontd nel raccontarmiuna seriedi particolaridella suastoria.

Riflessioni Ho la sensazione chequesta disponibilitd di Marco sia sottoalcuni aspettiuna confermae sia in atto un riarvicinamentoaffettivo nei miei riguardi. Si d forse una speciedi patto per la costruito,in entrambi,un tacito accordo,una alleanza, di articolare in vita e per la morte?Un'intesaidealechefaciliti le nostre capacith I'esperienza di una possibilerelazioned'aiuto? forma personalizzata per non esigere, La cosami sembratroppo intellettualizzata da parte mia, di starecon I'Altro comeAltro e non coattenteriflessionisulla mia capacitir un tentativo di perme Me o riflesso di Me; ciod di realizzaresinceramente riflettere, di insolita necessitir di di pensare, d forse corso counseling. Questa risposta richieste difensiva? alle di aiuun mio assetto di resistenza O una sana to di Marco?Restoli fermo, confusoa fissarlo. piti obiettiDecido di darmi ancoratempoper facilitareuna comprensione va ed esauriente di questimiei vissuti emozionali. Con una espressione del volto che non d, perd,rassegnazione, nel terzo inverso contro Marco mi raccontadi aver iniziato il suo regimedi denutrizione la fine del liceoclassico: <<...a scuola tra i primi... fino al momcnlo ero sempre clcl in cui ero prossimoa lasciare la cittd dovesononatoper trasferirmia causa nuovolavorodi mio padrein un'altra Regione>. gli d costatoun'astinenzu Perdere irl'le amiciziemaschilie la suaragazza perditegli procrrfettiva e sessuale. Non avrebbe mai immaginatoche queste rassero, dopo qualchetempo, episodid'impotenza,di panico e un scnsolnquandoavrebbevoluto aflrontare nuovccspcquietantedi luoto, specialmente per inserirsiin quella citti. rienzerelazionali,

Riflessioni Rimangocolpito da questoragazzo, dal biancoreanemicodella sua faccia tuttapelle ed ossa,dall'espressione seccata e dalle gambeche tremanonei larghi calzoni. Mi domandoche collegamento ci possaessere tra la sua sofferenza psicologica e la sua sofferenza fisica; tra una mente che probabilmente desidera evolversinel costruireun rapportocon me ed un corpo che si muoveinesorabilmenteversola morte, versola fine di qualsiasi rapportoumano. Lascio la mia attenzionefluttuare intorno a questemie impreviste emozioni. Ritengofunzionale, nell'otticateoricadellarelazione duale,non tentare razionalmente di rimuoveredalla coscienza i sentimenti che provo nell'ascoltare la suanon spontanea biografiae nell'osservare i numerosimovimentidi alcune sueparti del corpo. nei meccanismi di proiezioneQuestemie tensioni,giocateprobabilmente introiezione(dell'uno sull'altro), mi possonoaiutaread evocareuna seriedi S.l.l. che, nella loro intenzionalitd possonofacilitarenel tempo la nascitadi nuoverappresentazioni mentaliper l'Io di Marco.

, E
i t

Non descrivenessunbuon rapportocon i suoi nuovi compagnidi scuola (...rassegnati, li considerava incapaci i delusie tifosi...>perchd di apprezzare suoi interessi. Nell'ambito familiare,percepisce il padrecome:(semprechiusonelle sue per strapparci qualche . . qualche volta ci facciamo risata. . .>, cose. dellebattute ai rapporti affettivi, presente solo come figura fisica. Per lui voler disattento economicamente, il resto non benesignifica mandarloa scuolae mantenerlo la presain carico in forma sacrificaledei bisogni conta.La madre,attraverso e di altri ancora,si d convintadi essere una buodella famiglia,del parentado na cristianae una provvidamamma:<... mio padreama profondamente mia di tradimadreanche se la tradisce... mia madregli vuolebene...lei d capace d unacontraddizione visenza capireil perch6. .. mia madre re solosestessa... v ente...). di eliminare Sulla scia dei liberi ricordi, Marco ammetteche desideroso clisteri. ricorre in segreto a soddisfacenti dallo stomacoil cibo indigesto, di mantenere il corpo a un costante livello di peso(54 Ben prestoI'esigenza Kg) lo fa caderenella schiaviti della dieta e nel mito della bilancia,fino al punto che quandosi trova nell'impossibilitddi praticareil clistere,perchin viaggio o ospiteda qualcuno,((nonce la faccio a non ritornarealla sana azione della finzione,del digiuno e dei purganti>. di sofferenza Nel quartoincontro,Marco esprimemomentidi apprensione, (pratica pallavolo, vita iperattiva nuoto e sci),ma causati e di solitudine, da una ((... affettivo: nel che si deposita incoloree priva di qualsiasisoddisfacimento il Lunico orgoglio e intossicano i miei sogni...>. d di volerperfezionare sonno di il raggiungimento corpo (definito da lui longilineo)che gli deveassicurare <. ..chenon ho mai avuto...>. interiore, una perfezione I'ambito ricreativo,come Ultimamenteha interrottogli studi e trascurato perch6<il vomito mi stafacendofessoperquellodi ascoltare musicaclassica, controla mia volontd...>. Solo dopo aver fino all'eccesso ch6 si autoprovoca e nei pensierisuicidari,si consentitole sue energiecalarenella depressione d'allarme...un vince di non farcelada solo:<... d statoil primo campanello che ho bisognodi aiuto...>. che mi ha fatto pensare forte colpo a sorpresa

pressouna clinica specializzata per la rieducazione alimentare. Ncl liattcrnpo, prendocontattocon entrambii suoigenitoriper l'issarc con il suo consenso, un possibileappuntamento con me. elementare, mi informa che ha lctlo Quandoincontrola madre,insegnante alcuni libri sull'anoressia e si d indignatache affermassero come causaI'csistenzadi probleminell'ambito della famiglia. A suo modo di pensare, conlc madree comemoglie,<nonesiste nulla di cio ched statoscritto...>. Il padre, apertamente sottomesso alla moglie,non toccaalcun argomento familiarepcr tutto il tempodella seduta. Solo alla fine e senzavolontii o richiamo d'affetto dice:<Spero con il suo aiuto il mio Marco possa ritornare comeera prima... lei d in gradodi capiremegliodi me mio figlio...>. Da questeloro scarse interazioniemozionali,comunicate senzainteresse e con un completoimmobilismo,non riescoa sviluppare alcun valido intervento di aiuto psicologico. Consigliodi rivolgersiad un consultoriofamiliare,affinch6 trovino la possibilitdper rielaborare alcuniproblemirelazionali,in particolarelamancanzadi spontaneitd nelle manifestazioni dei loro sentimenti. Il gruppo familiare d simbolicamente un individuo, un complesso di processiassociati, formato da tutti gli eventiche capitanoa ciascunmembrodella famiglia. Dopo 26 givrni di ricoveroMarco recupera le suedebolienergieiniziali (ha raggiunto5l Kg) e mi contattaper riprendere il lavorodi counseling. Perbuonapartedella prima seduta dichiarache stabenecon sestesso e con il suoaspetto fisico, ancheseper la prima volta: <... questa mattinanell' uscire sono passato davantiallo specchio dell'entrata...mi sono guardatoil volto... non riuscivo a nascondere... perla primavolta...una d comeselo vedessi faccia estranea... e ho presopaura...>. Se non fossecapacedi mantenere il corpo a questopesosprofonderebbe in un "mare di sensidi colpa". Senzainterrompersi sottolinea con sofferenza chela suamentesi concentra intorno ad un'esasperante fissazione di: <... non darefastidio a nessuno...>. Davanti alle (... di una mia amicadallecurveperfette...>, proposte, la suaprima ideaapprensivad: <<... come reagirebbe la mamma o il papd se faccio o non faccio questa cosa... mi creo fantasmi. . . o forsefacciodi un nulla una montagna. . .)). Cio che contad rispettare i desideridei genitori(a prevalenza materna) e di tutte quellepersone versocui nutreaffetto.E talmenteconvintoche sia la cosapii naturale del mondo,chenon c'd in lui alcunsenso di incertezza o di dubbio, almenoa livello di coscienza. che gli abbianosollecitatoll Questesue caricheemozionalimi sembrano tentazione, fino allora sconosciuta, di volere sapere di piir sulla suastoriapcrsonale.Probabilmente Marco d convintodi voler ammorbidirel'atteggiarrrcrrto rigido nei confrontidel suopassato ed d fiduciosodi poterviverc Ie vicissitudini dei propri pensieri(intenzioni).

Riflessioni indirizzarloin alcunamaniera. Lo ascoltoper tutta I'ora senza Questod tutto quello che sentodi doverglidarein questaquartaseduta. quellafila suarichiestadi aiuto molto valida,ne d espressione Percepisco quel E tempo che mi soffermi sullo che mi trasmette. e coinvolgimento ducia per iniziare del suo condizione indispensabile di inedia corpo: statoaggravato le sedutecon la P.I. Nel prossimoincontro gli consiglierddi farsi ricoverare

Nel corsodi un'altra seduta Marco si coinvolgein un specificoricordo infantile.All'etd di circa l0 anni i suoi genitori felicissimi lo hannomandatoa di un suo cuginopiir grandedi trascorrere alcuni giorni al mare,in compagnia qualcheanno.Si d annoiatoa morte per tutto il periododi villeggiaturaa caunella casadello zio. Al sa di troppee complicate regoleeducative chevigevano rientro,malgradoil suo aspetto depresso e con tanti brufoli in faccia,ha detto la loro felicitd, ha ai genitori che si d divertito moltissimo.Per assecondare chiestodi poterciaddiritturaritornareI'anno successivo. per nesil bisognodi non deludere, Con questa bugiad riuscitoa soddisfare comunicatoquantoaveva sun motivo, i desideridella sua famiglia. Se avesse la madre) avrebberopensatodi aver sofferto, i suoi genitori (specialmente versoil loro unico figlio. E lui pii di ogni commesso un erroreimperdonabile potuto dareloro questodispiacere. altra cosanon avrebbe Alla fine del ricordo, Marco mi proponecon un tono forse provocatorio: <Cosad che non gira dentrodi me...>. Domandache senzauna cosciente lo spingea chiedermi:<Potreiaverecinque sedutealla settimaconnessione n4...)).

Riflessioni questasua decisione. Temo che Per il momentonon sentodi assecondare potrebbe questa essere vissutada richiesta(trattamento di elezione) accogliere Marco come un movimento-simbolico di nutrimentocoattoche soddisfi i bifame. Gli comunicoin parte la mia riflessionee consogni di una insaziabile in moanchesei suoiocchi mi scrutano cordiamoper due incontrila settimana do ambiguo e rassegnato. Nel corso di diverse sedute,volte all'apertura nell'incontro-confrontopensarci troppoentrad'istinto dentroricordi di desideri, scontro,Marco senza di alterazionidi fatti evidenti di inflessibilitd,di negazione, di aggressivitd, (come la magrezzadel corpo e del calo del desideriosessuale), di immagini grandiose di s6. e onnipotenti il valoredel corpo,<...iIcorpo d mio e di indagare Con calmasi concede spaziriflessiviche faccio quelloche voglio... odio I'idea di inyecchiare...>; di imstimolanoI'evoluzionedi mutamentidi tipo cognitivo(trasformazione che,sedi pulsionilibidicheassopite) magini) e di tipo affettivo(rielaborazioni (integrandosi)dal corpo al si estendono condo un proprio ritmo (convergenza), fisiologico laboratoriodella mentee viceversa dalla menteal funzionamento del corpo. proposte e un insiemedi risposte, osIn questolavorocreatotra reciproche servoe memorizzoi contenutidei suoi discorsi,i verbi che usa,la gestualitd i processi menin me l'idea che attualmente ed i movimentidel volto. Persiste

tali di Marco tendonoa spostarsi, a fluire attraverso I'agire dei movirncntitlcl suo corpo. W. Reiche i suoi discepoliconsiderano il corpo comeun'altra via regiu pcr avereinformazionisull'inconscio( I 986). In una seduta Marco mi comunica: <Il mio stomaco... d ingrassato... ingrassato... guardi...non d una mia idea...>e senza apparente motivo,ricorrc all'uso della sua corporeitlrdenudandosi la pancia in modo che i miei occhi sorpresila possano vedere. Tra me e me pensoche sia sveglioed intelligente ma restasempre un ragazzo, anchese I'uomo dentrodi lui sta crescendo rapidamente. Per non comprometterela sua sensibilitd e mantenere tutto meno drammatico, gli chiedo:<Perch6 ha mostratoil suo addome?...>. Mi risponde:<I medici nella clinica dove ero ricoveratomi chiedevano di spogliarmie di mostrareil corpo...>. Alla mia richiestadel <Perch6 crede di pit alle idee degli altri e non alle sensazioni che sente dentrodi s6?...>. Mi risponde: <...Nonlo so...>. C'd del silenzioche accetto perch6sentoin questimomentiil bisognodi assaporare la mia caricaemotiva.Ijeco della mia Proposizionale ha dato luogo al bisognodi Marco di riprendere alcuneemozioniparticolaricome quelladi aver sopravvalutato le opinioni della sua famiglia e di tutte le personeche gli voglionobene:<<...non ho mai creduto in me stesso... d assurdo... lo riconosco...). Nell'incontro successivo Marco mi riferisceun sosno: Sogno gira nellatestada qualche <<...mi giorno... mi vedoche mi toccavo... sento che ho un corpo molle... qualcunomi impedisce di fare dello sport...>. Statod'animo: <Mi sonosvegliato con il senso che puo significaretutto... niente...forsedei sentimenti... qualcosa di decisivo cheriguarda solome...)). Mentre Marco mi comunicale sue riflessioni,si tocca ripetutamente corr entrambele mani il ventre. Passadel tempo. Apparentemente non succcdc nientedi piir di quantosia gii successo. In riferimentoalle sensazioni che awerto, continuoad osservare una scric di segnalisul suo "travagliopsicofisico".Espressione di un materialcintcriore di naturasomatica, per la comprensione importante di cosa"sta cercando tli awenire" nei processiinterni della mentedi Marco.

Riflessioni Concettualizzo I'idea che esiste uno spaziodi vissutodentro-fuoritra eventi fisici e psichici, materializzato sulla: l) Concentrazione della mentedi Marco su una regionedel corpo (1" significazionesomaticadella mente):denudarsi lo stomacoin modo che io possa vederlo. 2) Concentrazione del ricordo sul canalevisivo:mi porta il suo primo sogno: <Mi vedo>. 3) Concentrazione della mentenel ritornare suIcontattodi una sua superficie corporea(2" significazionesomatica della mente):toccaripetutamentecon entrambe le mani il suo ventre. La mentedi Marco, attraverso le componenti del vedere,dell'udire,del ricordare,del toccareed altri vari segnalidel corpo (nei suoi aspettidi sensazione e movimento) sta dialogando con me, attraversouna combinazionesimultanea onirica e somatica. Una comunicazione di nuclei irrisolti di cui probabilmente la suacoscienza non ne d consapevole. In questimomentidi progettualiti,sentoil bisognodi averedelle sistematizzazioni teoriche che mi diano un'anticipata prevedibilitir a breve durata e una sensazione di sicurezza. Dopo un passaggio introspettivo, riescoa tollerarel'incertezza dellamia insicurezza e mi lascioguidare,al di ld dei meccanismi dell'impoverimento abitudinario,dal fluire libero della mente. Rifletto: devo fare un lavoro di ascoltoe di pazienteattesa. Questoimpegno mi dovrebbepermetteredi captareI'emergeredi altri segnaliprovenienti dal modo usato da Marco nel ri-visitare nuovamentei bisogni rappresentati dalla situazione del sogno.In altre parole,per chiarirmi certe differenzee vederedelle unitd,devoriuscirea coglierele varie reazionidella suavoce,la natura o I'assenza dei movimentie sensazioni del suo corpo, I'espressione della sua faccia,della sua voce, dei suoi occhi, gli sviluppi emozionaliespressi attraversoil contattosensoriale, tattile,termico ed uditivo. Suggeriscoa Marco di sdraiarsi sul lettino e rivedere per sviluppare,con emozione vera,quelloche <ricordadellascena accaduta nel suosogno)) (il sentimentovero d terapeutico). Per favorire il rilassamento gli suggerisco di chiuderegli occhi, in modo che simbolicamente possa li apriresullo spaziodel suo mondo immaginativo. Il rilassamento ha lo scopo: 2) di diminuire il contattocon il mondo esterno; 2) di facilitareI'ascoltodi cio che succede interiormente: 3) di sperimentare le sensazioni del respiro,dell'emissione dell'aria, del battito del cuore,delle modificazioni dell'energiae della sua distribuzione.

sul lcttino. con la P.l.(disteso nellaritualitd dellaseduta Marco inserendosi dal riccontenere lo studio in penombra,in silenzio),si lasciagradualmente mergere della situazione del sognoe dice: (... c'era una volta un uomo che avevaun brutto corpo... perch6il maestro non gli permetteva di usarela palestra...la palestrasi trovavain un del paese grandeprato sconosciutoattraversato nel mezzoda un forte torrente di montagna pieno anchedi sassiappuntiti taglienti.,. attraversarlo era pericoloso... (chi lo conosce?)... sano... non posso conoscerlo... impossibile,.. bisogna perlo perch6non sono ancoradel posto... ci si deverivolgerea qualcunodel per andarea vederealtri luoghi diventoun paese...non potendoattraversarlo che senteuna musicaantica... tribale... [Marco muoveritmicabel danzatore belfacciodei passidi danza... mentele mani versol'alto e versoil basso]... per moltrasportare li... molto belli... chiudogli occhie mi lasciofelicemente profondadella musica...>. to tempodai movimentie dalla emozione credo Statod'animo: <Felicedi avervisto quellapersona...il danzatore... questa preziositi mi pieno vita... di a vivere... sono ancora di averrinunciato profonditd... miei meannelle nei manca...ma c'era... una volta... dentro la botta...I'ideafissadel corpo. ..). dri... poi mi d arrivata

Riflessioni Mi interrogo se questo insieme di vissuti onirici ed immaginativi,sotto i livelli di alcunerappreaspettidiversi di aperture,sianoutili per esplorare dall'inconscio. Sono incline a sentazioni,soprattuttosomatiche,trasmesse pensaredi non affidarmi alle linee interpretativesui sogni che porterebberoal che i significato: la scenaonirica gli ha fatto sperimentarela consapevolezza problemi del suo corpo siano originati da qualcosa di male che viene dal di fuori. riduttivo nasconde I'esperienza deldesideriodi Marco di vrQuestopersabile immaginativa, trnafelice messain scenafiabesca: vere, attavetsoI'associazione ((.,. c'erauna volta... un uomo...>>, ha sviche nel suo percorso originale luppato: una caricaenergetica arricchcne assimilare l) uno spaziodel risvegliarsi della psiche:<... mi lascitr te positiva,custoditanei labirinti sotterranei per molto tempodai movimenti... e dalla musifelicemente trasportare
c4...)):

totale affettiva c caltlit 2) un'intensaidentificazione(autoraffigurazione) (56 intero)con i movimentidelle figure: <...di un uomo... di Sc... di un bel danzatore di musicaantica>:

3) una scenaapertadelimitatada due zone,una al di qua e una al di ld del forte torrentedi montagna.Simbolicamente d uno spazio sconosciuto doveriappare cid che vienerimosso,velato,negato o nascosto; ma d anche un luogo dovepud aprirespazialmente alla pulsionalitd dell,esserci nellasuaideadi progettoe di avvenire: <... grandepratosconosciuto attraversato nelmezzoda un forte torrente...>; 4) una tracciadipresenza di forzeviolenteminacciose-falliche (erotizzate) pronte ad impedire in forma malevolail collegamento, il farsi spazionei Iuoghi del mondo: <... forte torrentedi montagna pieno anchedi sassiappuntititaglienti... attraversarlo erapericoloso...impossibile...non possoattraversarlo per andare a vedere altri luoghi...>; 5) I'esistenza di una zona di passaggio, di apertura transitabile che segnala una disponibilitdpresente, ad entrarein una specificarelazione diconoscenza con qualcuno: <... ci si deverivolgere a qualcuno del paese...>; 6) un'elaborazione mentaleche sottolinea delicatamente un lavorodi riparazione.Marco non puo fare da solo cio che desidera fare. E I'intenzionalitd emozionale (soggettivata) che puo risvegliarela speranza e invitareal progettodel bisognodell'altro (sbloccoaffettivo):<... rivolgersi a qualcuno del paese...>; 7) una esperienza immediatae vissuta,basata sul sentireche il proprio Io non d abbastanza forte per poter affrontare il prevedibile pericolo e superarlo:(... non potendoattraversarlo... diventoun danzatore... che sente dellamusicacon emozione profonda...>. Nella sedutasuccessiva i pensieridi Marco si trattengono a lungo su questo quadrodi basee nello specificosul valore immaginativo del <... forte iorrentedi montagna pieno anchedi sassiappuntititaglienti...>> e del <...sente con emozione profonda dellamusica..,>. Il movimentoelaborativo del counseling permettedi aprire piano piano le porte ad una serie di stati d'animo, di tipo prevalentemente distensivo(specialmentesulla evocazione della musica),sul sensodell'anoressia. della vita. della mortee del trascendente mai espressi fino ad allora:<... mi viene voglia di pensare a Dio. .. anchese lo conosco poco!...>. In questaallargataatmosferatra interioritd-esterioritde pura idealitd di coscienza elevata, ho I'impressione di avercapitocheil corpotormentato di Marco nel suo aspettofisico, forma fisica e salutefisica (specialmente nell,ambientesocialee nella nostrarelazione), stia rivelandoI'espressione di un ,,insieme(processo) di configurazioni, generalmente definite come simboli e segni". Cosafare?Cosapud fare Marco?

Attendo per diversesedute(alle quali Marco viene volentierie io I'incon(metalirricutro volentieri),finch6 avvertoche il mio Io si lasciacoinvolgere mente) nel cercarele emozioni del sentire-vedere-seguire gli eventi del suo corpo. Un corpo non visto comeun oggettoisolato,immancabilmente conlcnitore di guerrepsichicheincontenibilie privo di interazione intercambiabilc con il mio corpo,non esente a suavolta dal gioco alternodelle forze e dei suoi conflitti (ristrutturazione dell'uno con I'altro) (Rocca, Stendoro2005). Soper la sopravvivenza spettoche la mia presenza fisica sia diventata importante di Marco. Il suo corpo, smarritonella monotoniadi movimenti,gesti ed espressioni abituali,mi mandatracceessenziali di messaggi di volontd di rinnovamento. provenienti Sollecitazioni psichica,attualmente dallefonti di energia bloccataschiacciata-dominata da forze massicce, estranee Jung scrive: e minacciose. psichicatende a conservarsi. <I-Tenergia e Quandoper esempio,una persona depressa, I'energia fluiscedal conscio nell'inconscio, spesso assumendo la forma di sintomi (1976). somatici...>> nel suo essere e, se non Questosignifica cheI'energiadi Marco d presente nell'lmmaginario,agiscenei sogni,o nelle sensazioni del corpo (respirazione addominale), o nell'insiemedei fenomenirelazionali(parlarein forma introvertita,estrovertita). Al fine di facilitare ulteriormenteil contatto con i vantaggi del percorsodi counseling,la riflessione mi motiva ad abbordarelaforte energiapositiva, imprigionata-compressa all'interno del corpo mal funzionante di Marco. Propongola spintacreativadello: S.I.L: Cerca di esprimerela tua preziosa energiapositiva che d dentro di te <<... mi trovo felice nella baita in cima al cucuzzolodella montagnaavvolta nella luce del tramonto... cerco di liberarela pista ostruita da una grossa roccianera... molto pesante... praticoun profondo respiroaddominaleper concentrare tutta la forza...sentoI'energia internadel mio corpo... sollevo la roccia...lentamente... lentamente... ma cado all'indietro con un tonfo nell'acqua non profondadel piccololagonaturale...risalgo la spondastremato... mi sentonell'impossibilitA di sollevarla o di spostarIa... d... comese fosse diventata... d una...mi accorgo che d una mctcora... attanagliata al terreno.. . anivatagii per voleredel cielo...di cui nrrrr possoe non devoessere pii forte... guardoil paesaggio... E spuntata rrrr,r stella..,>r. Statod'animo:<<Non ho particolari statid'animo...mi fa ricordare n) associazione un sognofatto questa notte: ... lottavocon qualcunodi potcntc. . . ruir

alla f'ineavevoperso...mi sonosvegliato... agitato...per quelloche ho fattct.. . >>.

Riflessioni Cosa significa per Marco aver accettato-vissuto e non subito, l'evolversi delfa P.I.e averlacongiuntacon l'esperienza del sogno? queste Probabilmente espansioni emozionalisimultaneamente possono svelare: l) eventiinattesidi naturache si svolgonoall'apertoche, nell'intenzionaliti del simbolismo, possono esprimere il contattodi Marco conla luce dellacoscienza: <<... mi trovofelicenellabaita...in cima al cucuzzolo dellamontagna awolta nellaluce...>; 2) la capacitd di individuaree sentireun'energiabeneficaall'interno del suocorpo:(... concentro tutta laforza... sentol'energiainternadel mio corpo. . .); 3) il recupero di affetti personificatia co-presenza universale e spirifuale, che possonoaprire la via ad un'intima e profondaconsapevolezza del T[tto, al di ld di ogni riflessione razionale:((... una meteora...arrivata giir per voler del cielo...>; 4) un contattocon la coscienza archetipica che,nellasuadinamicadi esperienzaliberante, gettaun pontedi comunicazione-confi'onto-dialogo intimo con la sua tendenza interiore al conflitto, all'umiltd ed all'illuminazione(trasformare in forzedi aiuto le forzedistruttive):<<... stavolottando con qualcunodi potente...>;Jung definisceI'azione del lottare con un dio un archetipoche indica il processo che guida I'uomo verso l' i Ilumi nazi one (esperienza religiosa)(l 976); 5) il ritrovo straordinario ed intimo della "stella" che,nel simbolocollettivo, assume il significatodi: <cio che di nuovod natoo staper nascere); <... d spuntata una stella...>; (la stella, nel simbolismo alchemico, si riferiscea una nascitao a una rinascitadel FenciulloDivino). Per diverseseduteMarco, con una capacithdi ricercacritica, si concentra su alcuni stati e processiinteriori, che costituiscono le basi per I'accettazione e la trasformazione,la rielaborazione-sublimazione della insufficienteo inefficiente relazioneprimaria (genitoriale)e del suo "attanagliantecomportamentqanoressico". In questomomentodi inconsapevole ipersensibilitd, in una sedutaMarco incominciaa lamentarsi di un doloreche da qualchegiorno lo disturba<<sotto la boccadello stomaco>. (Un segnale finalizzatoalla comunicazione). Mi domandoperch6una regionedel corpo (lo stomaco) provare abbiabisognodi un dolore cosi forte (tensionefisica). Il corpo di Marco non d solo carne,ossa,

c 1

tlclnervi e viscere;d un sistemaenergetico, una manifestazione concentrata I'universo,d corrispond enzafra microcosmo e macrocosmo. Rifletto: cio che Marco sente dipendeda cio che Marco pensa e cio chc pensada cio che sente.Il sentireed il pensare, dipendono dalla suadinamicu la Intuisco il significatodel perch6il ragazzoabbiaabbandonato energetica. non vercomunicazione con la parola,per privilegiareun tipo di trasmissione bale (linguaggio somatico). La realizzazione del passaggio da un processo parola,ad uno processo mentale(pensare) somatico(sentire), ciod il disturbo alla bocca dello stomaco,pud esserestatautllizzataper mediare-diminuireche Marco vive attualmentalizzareuna carica di paura-rabbia-risentimento una minore dosedi paura).Con il mentedentrodi sd (mediareprobabilmente inconscio forse Marco mi sta dicendoqualcosa di sottostante corpo dolorante, accaduto di recente in seduta? Mi rendoconto che i miei pensieriritornanosu alcuni ricordi teorici e letspontaneamente terari quali: ogni evento,anchesomatico,pud rappresentarsi <Di'cid che in un MovimentoImmaginativo. Oppurecomedice Shakespeare: senti,non cio che dovrestidire> (1964). Stabiliscodi disporrela mente,al di ld della mia parola, a cercareil simbolo del punto chiave di "passaggio" esistentetra il funzionamentodella mente e il funzionamentodel corpo di Marco (passaggioda un archetipo all'altro - ogni atto fa vivere un determinatoardi averevolontd, forte,coraggioso, chetipo).Quandochiedoa Marco di essere "Guerrieroo'. Con particodell'archetipodel egli entranello statoemozionale lare attenzione, mi soffermoa guardare I'agire rituale del gestodella suamala partebassadello stomaco.Leggo queno che piir volte tocca con delicatezza pii incorporea simbolicanel suo insieme, comel'atteggiamento stacreazione dicatoper riattivarein s6 le forze vitali presentiin lui. (sensazioni del proprio corpo)che tentadi espriUn'energiapropriocettiva non I'ha awertita o non mersi,dopo che I'Io di Marco forse I'ha dimenticata, I'ha accettata dentrodi s6. organizzarc un agire,in piu direzioni,atIn questocasoritengonecessario immaginative. Ogni P.I.d comeuna boccia luminotraverso delle espressioni dal centroe il centro,viceversa, sa, ogni punto della superficied equidistante d equidistante da tutti i punti della superficie.I-Immaginariodi Marco preso in pienonella sua grandezza di contenuti,nell'intrecciodi emozioniliberatee liberanti,di corpo liberatoe liberante,aiutaa trasformarloe a trasformarclit realtde la suavisionedella realtir. La P.I.pud permettere di: (quellochc 1) precisare meglio quelloche stadietroalla funzionesomatica nell'Immaginario d anche nel nostro corpo); d dei principi attivi delle scintille di encrgiu1to2) impossessarsi totalmente sitiva:

3) limitarele manovredifensive di luga nel tempotrascorso,incui le emozioni sonomolto piir distanti. 'fornandoal progetto di aiuto di Marco, per stimolarei processimitici-archetipicie simbolici,penso di suggerire I'esperienza-risvegiio di qualcosa del nnmento che deveancheessere: I ) un riassunto delle fasi del passato versoil fufuro; 2) un viverenuoveemozionidi indipendenza in modo equilibratoed arricchente; 3) un estendere il dominio dellacoscienza positivasu zoneinesplorate della suapsiche. Perciogli propongolo: S.l.l.: Imboccareun possaggio <<... mi vedoin un... in tante possibilita di strade... no sonoin un bar... allaperiferiadellacitti... prendoun bicchiere d'acqua... no mi vedo che corro da ore ed ore su e gii per dellebrutte straderipid.... pericolose... buie.'. dovenon riesco a capirciniente...sento,olo ,"mpr. piil tensione... confusione'.,. voglio ritornareindietro...no vogliotito-ur" nellamia casa... no voglioentrarenella mia camera... mi incoraggio ad essere razionale...parloa me stesso con menorabbia...conpii ,p"r"rru ascolto i battiti del cuore...li sentopii regolari... calmi... ur.iugoil sudorecheho nel ventre... riprendo non pir) a correrema a cammi.ru." -i p.a la stradacon maggior voglia...fiduciadentrodi me... E tardi...non so qualipassaggi ho fatto... sonofinito in un quartiere lontanoda doveabito... mi'metroa s.dere su un muricciolo...guardoattornocon distacco... tutte facceestranee._.. passano dei giovaniche mi scrutanocon attenta dlffidenza-. mi disturbamolto la loro indifferenza... si allonranano senza occuparsi di me... senza parlarmi...mi ha angosciato, questa immagine... ,ro*ono un giovane che rendedifficilela vita agli altri... ro b.nelhe sonol,unico.h" porso dirlo ad altavoce... quesra veriti... mi spetta per diritto... il merito... lascioquel postoche mi ha dato fastidio...prim" perd ho vogliadi chiudere gli occhi per averequalcheistantedi riposo... sentourru"uo."dentro chevienedallaboccadellostomaco... I ride ]...unu buonauo." un po, ma_ ternache mi dice... vivi Ia vita senza chiedertidi essere forte... perch6ti sentiforte... obbedisco_... apro gli occhi... appoggio la restaallaparetedi una casa prima di decidere di andare via... mi sorrideI'ideache sardnon so quandofelice...ho dei crampiallo stomaco... non ho mangiato... i vero! i l'alba... mi sentodebole...decidodi incamminarmi ueiro la strada principale. mi fari maleperch6non ho mangiato... ' ' ancheselo stomaco

rli btt.,tt,' pensoche nel passato non ho fatto nulla per cosftuirequalcosa dentrodi me...>>. ma andebole Stato d'animo:<Unafallanellamia mente...mi sonosentito le future malinconie...butche forte... una forza che mi aiuta ad allontanare in sonochiuse che le fantasie tarlenellaluna [ride]... dapiccolomi dicevano sulla luna...>. un vasoe messe

Riflessioni nell'integrazione del pensiemolto forte di strati repressivi La liberazione parte era occultaa cid che in ro-azione-emozione ha dato forma-accessibiliti to alla coscienza: gradualmente un mondo immaturo,caricodi a) Marco sta abbandonando in misura prepondetensioni e contrasti senzasosta,per entrare-passare Movie in cio guarente. esistenziale trasformativo rantein un processo reazionivisceemozioni,sentimenti, in cui agiscono mentodecisionale rali e sensitive, catalizzatricidi energiepii adeguateai propri bisogni, desiderie progettidi vita del qui ed ora. Tuttavianon d in grado di sapere quali di questi atteggiamenti-comportamenti-emozioni-sensazioni (solo quandoMarin futuro proverlr,n6 quandoquesti si manifesteranno co le vivrir lo potrir sapere); d quelladi un giovanesovraccaricab) I'idea emersa dal suo Immaginario, to da pressantiinvasioni di angoscia(materna)che attingono ad una sua ("Sennella relazionee nel relazionabile identitdnon ancoraintegrata legalitd"). portatore veritir e della I'unico difensore della tirsi e Questo (o amorebloccato) interno,perturbantee frustrante, risentimento-rabbia una specificaespecomunicatoall'esterno,attraverso tende ad essere Lo stomaconon d un simbolo vuoto, ma rienzadi irruzioni somatiche. divienecampo di battaglia un simbolo enigmaticoche operativamente il poteredel sole(sentirsiforcosi riassunte: tra due forze contrapposte, di potere lunarc accomodante te) cerca di risvegliareuna personalitir (sentirsidebole); comepartedi s6,non piir scindibileda s6,di un'energia c) larealizzazione firr<<...vivi la vita senza chiedertidi essere di utilitd vitale (recuperata), nellasuavita fisica-emotivacheintegrata ti sentiforte...>>, te... perch6 nel tcntptr psichica,sta dandoforma ad una "possibilitdnuova",capace di dareil vero sensodelle cose(imporreun ritmo alla propria vita).

l{itcngoche in questo periododi trasformazione dellacoscienza, Marco neccssitidi continuiaiuti essenziali quali: l) svilupparedegli allargamenti immaginativi,anchetrasgressivi di certe regole (materna-paterna-laica-religiosa-invidia-gelosia-concorrenza, ecc.),allo scopodi rendere accessibile alla menteil piri alto gradodi determinazione e consapevolezza possibiledietro e dentrola vita; 2) una maggiorepazienza e disponibilitdpersonale da partemia e da tutto il suo mondo affettivo. Penso che in questomodo possaridimensionare ra natura del suo statointerno,che ora d quello di cuocereil suo corpo imperfettoattraverso il lento fuoco della fame,con l'intento di trasformarloin un mitico scheletro titanico lapacedi vivere eternamente giovane. (Il titanismod il simbolo vigorosoche festimoniaogni potere e ogni forza). Permolte sedute Marco, tra riluttantistrettedi mano,rabbiose respirazioni, violenteesplosionidi angoscia,scarichedistruttivedi vomiti, prevalentiri;hieste affettive e risveglio dellafluiditd energetica,riesce a svolgere come ;oggettopensante e agenteil lavorodi scopriree chiarirei suoi dolorosiconilitti; riescenei limiti del possibilead autodirigersi (forzaautogeneratrice) senzacompromessi e manipolazioni per risanare il circolo vizioso dell'ombranehsta della (gestione)volontd anoressica,vissuta come centro coordinatoredi rgni anivitddellasuacoscienza. verso la fine della esperienza di counseling, sentitada ambedue in manie'a positiva,Marco raggiunge,attraverso I'integrazionefisica e affettiva (uniti), a possibilitd di liberare (attivare in tutta la sua ricchezzail patrimonio archeipico), con prudenzae rispetto, le sue capacitddi progettarsie di realizzarci :on armonia nel suo itinerario di vita (dal lavoro psico-corporeoal lavoro ranspersonale). Da una delle sueultime Procedure Immaginative. ).1.I.:Immaginadi riconquistare la tua unitd .<..'ho dentrodi me unaimmagine... non riesco a dimenticarla... di farla uscire dallatesta... mi guardoattorno...allontano qualcosa da me... non so benecosa...il luogo B spoglioscheletrico... qualcunoche d accantoalla grandefinestralentamente aprendola fa entraredellaluce in questastanz^ awolta in una oscuriti angosciante... mi tengoin disparteper qualcheattimo dallaluce...I'atmosfera sembra cambiata... d cambiata... vedocon sorprcsaI'immaginedimenticata...il mio corpo... il rapporto tra il mio corpo... mi rendo conto che tutti i movimentidi danza che avevofatto nel pas-

sato con I'immaginazione...nessunoera originario e mi piaccva... ll()ll l)()s rifatti su questafinestra spalancataclavitntirrl validi per essere sono essere sole che sorge... me ne sto qui a guardareimmobile... sono solo ora. . . ltlr zo [counselor] non c'E piir... i pensieri mi ruotano intorno a tantc iclcc... nulla... devo trovare una danza che deve essereall'altezzadi questo ltlrtcstoso scenarioche sto vivendo... vivendo... rimango fermo per parecchitr esperienza...ma il mio corptr tempo su questa straordinariasensazione... non mi di nessunmovimento spontaneo... non sento dentro di me coinvolgimento... ma questo d il posto dove voglio essere...il sole si alza sempre di piir nel cielo... cresconodentro di me volonti e potenza... le nuvolc rosa nel cielo sono di fronte... non sono immobili... in realti ognuna di queste piccole nuvole si muove con un movimento ondeggiante... d legame... d armonia... con l'intera realti dell'Universo... allora senzaaccorgermi ogni mia parte del corpo lentamente... lentamente viene assorbitain un movimento... e nel silenzio sento di aver trovato la mia danza... E una preghi era...n.

Seminario XX

Disturbi del comportamento arimentare: 2,esemplificazione crinica Francami d viene inviata da un neurologoche mi informa chera ragazzad gravementeammalatadi anoressia e che si trova in uno stato di profonda de_ pressione. I-lutente si presenta nel-mio studiodopo pochi giorni; mi bastaun,occhiata per afferrareche sono di fronte ad un'ombra di ragazzadi circa 20 anni, con un corpo trasandato e paurosamente denutrito.Mioice con riluttanzapoche parole:<<'..voglio riprendere in mano il mio destino...rr. upparente inquietudine mi racconta ched reduceda un ricoveroospedaliero, chee statouti_ l. q."..ricevere una iper-alimentazioneendovenosa. Attualmente -on il suo peso oscillatra i 39-40 Kg. Francad figlia unica di genitori piuttosto anziani;dopo anni di profonda so_ -. litudine, versoi l5 anni,incominciaa sentirsi,sconsolata (...con ir cambioder cervello.infolle,..>, perchenon riescea dare un senso adeguato alra vita. AlIora inizia alon mangiare per <<mantenersi in linea>fino a che le sueforze fisichee intellettivecalanoin un <<vuoto> desolante. Nel colloquiosuccessivo, Francaapprofondisce liberamente alcunidettagli della sua storia:<Da piccola era una tambina esemplare, sana,bella e sicura di s6-; non (pianggvomai, ...mi ero imposta...>>, neanche quandodi notte si svegliava <smarrita> e rimaneva nella cameraimmersaneil'ombra,rontana da quelladei suoi genitori. Da adolescente d diventata spensierat a, aregra,piena di piccoli sognie non (... rompeva...) nessuno. Questoper dimostrarela validiid d"ttu pedagogia educativa dellasuafamigtia<unpo' strana ma felice...>. All".:9qlie dellapuberta, il suo corpo divenivaappariscente ,per una tbmminilitd molto pronunciata, -enire si d resa conto che la mente incominciava a comprendere i passeggeri turbamenti. Ha avutoil suoprimo ,uppo.rosessuale ;gn S1efa19, la sola personache ha amatoprofondamente ed d iivlntato la sua vita.Quell'esperienza le ha <...fattosaltare il mio equilibrio sul corsodeileco_ 'ic...)).Incomincida non importarledi studiaree a trascorrere lunghi pome_ -iggi tra guardare la televisione o ascoltare lo stereo, <<... mi sentivouna pian_

il biticellasecca appesa al muro...>>. Comereazione a questo vuotoha scrttito sogno di evadere e di divertirsi<...nellagioia dei sensi...>>. Con entusiasmo ha conosciuto nella stagione dell'amoreun nuovoragazzo. All'inizio sembravano entrambicontenti,anchese giorno dopo giorno, parllpiu quandolirvanosolo di soldi,di politica,di discoteche e non si divertivano aucevanoI'amore. Fu allora che scoprii che la sua panciaera leggermente pensddi essere mentatae con angoscia ingrassata. Su consigliodi suamadrc in mano il controllo e di suo padre,di stareattentaal peso,decisedi prendere inizid una dieta rigida che lc del proprio corpo. Un giorno, con esaltazione, perrnesso avrebbe in brevetempodi perderei chili superflui:<...cosi eracambiatala mia vita...>. Da quel momento i pasti sono stati ridotti irrimediabilmente al minimo, nessuna difficoltd emozionale di impedisenza o fisiologica.Con la decisione di peso,ha sentitodentro"in profonditi" la piacevore al corpo di aumentare le sensazione di fugdi avertrovatodentrodi s6la suaidentithdi donna,capace gire da quellamentalitdcomunecostruitasulle apparenze fasullee distruttive: <...fissavoil mio corpo nudo con beatitudine mentremi rendevo contochedimagrivo...>. quotidianiche Nel terzo incontro,Francami parla dei piccoli stratagemmi per pratica vincerela battagliacontro il bisognodi mangiare;ma soprattutto parladel suoterroredi ingrassare che e della gioia,percepita comenutrimento, le d2r I'ammirazione di chi la guardapienadi invidia nel vedereil suo <sfolgorante>corpo perdersidentroattillati vestiti. <<Ancora un altro Kg in meno>.Questodesideriod diventatola partepreponderante dei suoi pensierisegreti. cheprogressivaUn obiettivoprestigioso, (... per me qualsiasi almentenon sta dandospazioa nessunaltro interesse: tro interesse e simile ad una monetafuori corso...>. Non tanto tempo fa, non potendoopporsi alle insistenzedella madre di impauritama tormangiaredelle verdureconditecon (roppo olio nutriente>, mentata dall'angoscia riescea vomitarequell'eccesso calorico. <il Da quel giorno I'idea di svuotarelo stomacoappanna completamente mio cervello>.Con rigore quasirabbiosoe rituale,si chiude a chiavenel bagno, spalanca la bocca,si piegaversol'acqua del water,spingecon forza I'irtdice e il medio lungo la gola e butta fuori tutto: (... come darsi un cazzott() nellostomaco...>. il digiuno indispensabilc mantenere Con questirecuperipuo trionfalmente per averecura per il suo corpo.Non le interessa di approfondireil perchclc sue forze incomincianoad abbandonarla, ma d convintache la sua volontl\lrr i nuovi programmiossessivi di studio e la rigida tttisorregge nel mantenere .,, <...anche viti fisica(nuoto)chesi d imposta: setiro la cordanon si rorttpc.. dellarealthdei rapporticon il mondo relazionulc, Scopreche,deprivandosi divcntatiil sirrtsonomagicamente il cibo-rimorso-vomito-senso di superioritd

bolo della capacitd di controllaree negarele richiestedei suoi istinti. I-lattenzione spesso fluttua intorno alla circostanza di non avereun ragazzo,n6il ciclo mestruale, n6 amici. con una smorfia amara nel viso continuaa ritenere che tutto questosia giusto:<rifiuto lo schemache la vita sia legataal mangiare-dormire-scopare-fecondare. . .>. Di frontea queste riflessionie il carattere caparbio-irritabile, arrogante e litigioso, la maleficaanoressia in sei mesi le divora un terzo dei suo corpo (riducendolo da 54 a 36 Kg). I suoi occhi con la loro lucentezza datada una spietata determinazione pro_ gettadi non concedere al comandoforte e.ribelledella sua fame non piir ai zo grammi al giorno di cibo macrobiotico. E certa che I'effetto di questascelta, stimoleri il suo corpo a conservare la propria freschezzap". ,"*pr.. preoccupai genitori che incominiiano a disperarsia Questaesaltazione turno. E con sguardisconvoltie sorrisi inquietanti,le propongonobicchieri pieni di liquidi proteici;ma lei con le spallealzaterisponde:<fro grazie, non ho fame..,>. Un pomeriggiotornandoalla caricaper modificarela dieta,sentitatroppo calorica,si affida al controllodel peso.I suoi desidericessano per contraccolpo quandovedecalarela lancetta della bilanciasul numero29. Si lasciaandare al panicoe va dallamadredicendo:<voglio guarire...mi si d bloccatoil cervello...>>. La nuova forma di delirio ora si chiama Bulimia: pensieri, affetti e azioni vengono trasferitinellavoracitir di consumare qualsiasi cibo e nel vomitarloimmediatamente. Peri suoi genitoriincominciaun'altradolorosa preoccupazione. Fondamentalmente Francasi eccitanel desiderio di mangiare, ma non pud tralasciare la pauradi ingrassare; il suo corpo, ormai minato dul digiuno,ii d organizzato nell'impararea non sprecare, senzanessuna eccezione, niente di quel poco cibo che rimane nello stomaco.Non d difficile per l,ago della bilanciasalirea 36 Kg. Superata l'anaffettivitdche I'avevachiusain una solitudine,il linguaggioe gli atteggiamenti mutanoversoI'aviditd della vita, nell'intenzionedi recuperare cio che ha perduto.Il dormire,il mangiare, il vomitaree il parlarein continuazione non le bastano piit, (. . . mi sentivoscatenata. . . ). Tutta proiettatanell'agire all'esterno,ha un'awentura con pietro e il suo amico di turno. I gemiti rilassati dei due compagniriesconoper fortuna a mascherarela tensionee il dolore che Francaprouauuduranteii rapido rapporto. In questatriangolaritdsessuale qualcosa in lei non ha funzionato,((... d una non sapermentire...>,e decidedi mandare gondanna al diavolo i suoi bisogni di relazioni (... sonorompicoglioni...>. affettive e sessuali: forseancheinteriore,modifica la suabulimia, rior_. con un atteggiamento, dina e concentra il vomito solo al terminedi ogni abbondante pastoserale: <... ho vogliadi essere amicadel corpo...>.

ritornall vcee sconcertata Ma la regolavienegestitaper alcunesettimane ((... lo sentocomeun riflessoinvolontario!...>. Ricornittciu cott chio progetto, con il rito del vomito. una vagae sottilerabbiala praticadi scaricarsi grassa nessuno a lei, di ttttosi interessi La preoccupazione che diventando di 29 Kg.. vo prevalenella suamente.Ce la mettetutta e diventauna creatura confusae lontanadalla caricadella vita. per essere visiin ospedale Con il consenso di tutti i parentivieneportata il niente. Franca ha calato ("interrogata") medici. Non serve a da diversi tata qualcosa permettono parte vi di in di negare che sia sipariodelle difeseche le <Mi volevanoazzetare il cervellocon quei nel suo modo di pensare: alienante discorsi seri...>. Alla fine della seduta,si concordaun possibilepercorsodi counseling, altro peso,<... il nostrorapportoe di non perdere Francadecidedi continuare perch6mi d piaciutoparlaredi me senza statainterrotta...dellevolte mi essere sentosolacomeun cane...). quantosonoprofondi i turbasedute ha resoevidente Il tempodi parecchie menti, i rimorsi assurdie gli impulsi distruttivi che Francasentedi averedentro di s. prima posHo I'impressione di dovercercaredi individuaree focalizzare, vitalepositiva inconI'energia allacoscienza sibile,degli S.I.I.cherichiamino sciache Francapossiede. degli episodipsicosomatici lpotizzo di seguirele combinazionispontanee che Francamanifesta,in modo da scoprirei processidifensivi che bloccano l'equilibrio dellasuaenergia. Dirigo la mia attenzioneper attenderela situazione.Durante una seduta nella tensione, nolibera,sincerasenzacadere sfociatain una comunicazione moto ondulatorioin avantied indieto in Francal'insorgeredi un percettibile una visita fatta ad un amico. tro delle suespallementremi descrive riservapsicomotoria mi colpisce, visto che Francad sempre Questacarica riguarmessaggio se ho scoperto un ta nelle suereazionifisiche. Mi domando vissuto interiore'/ nel suo chesta avvenendo dantequalchecambiamento nel modo di tenW. Reich descrivela pulsionebiologica rappresentandola di organimanifestazione tipica di qualsiasi sione-carica-scarica-rilassamento, smo vivente(1969). Teoricamente la spazialiti dinamicadelle regionidel corpo o di alcunesuc ha con gli ogparti configurail grado di coesione che la persona e di apertura getti. Mi domando che cosa pud scoprire Francase amplia consapevttlrttctttc qucl stto quell'azione di movimentoe le chiedoallora cosapuo significare muoversi. per non larkr.. .)) e rt()n <Mi voglio controllare con eccitazione: Mi risponde tlcllc aggiungealtro simulandoun mezzosorrisomentredal viso le sccndotto

lacrimc. Alla fine del nostroincontro, mentreesce dallostudiodice:<,.. E stato bcllo lasciarmiandare...per anni mi sono sentitaindifferentea tutto come paralizzata... runa non sapevo cosami succedeva n6 cosasuccedeva intornoa
llle...)).

colto di sorpresale riconoscoe le confermo che questaesperienza rappresentauna sua nuovacapacitddi aprirsi per capire e vivere I'emozionedella spontaneitd. Dopo qualche altro incontrodecidiamo di comuneaccordodi iniziarele sedutecon I' Immaginario. Mi trovoperciodinnanzial compitodi elaborare la costruzione di uno S.LL Riemerge il ricordo dell'azioneondulatoria delle spalledi Franca:un messaggiosimbolicorivoltomi dal suo inconscioattraverso il corpo?Fermo nella menteil desiderio di voler vivere su di me I'emozionelegataa quel suo ruovimento. Mi lascioandarea quell'azionecorporea perch6mi puo aiutare.Sentocresceredentro di me delle sensazioni emozionaliutili alla comprensione coscientedel moto. All'improwiso il mio fisico veicola dei bisogni affettivi: quello di essergentile,attento-aperto versogli altri quandospostJle spallein avanti;mentrequandole spostoall'indietro sentoil bisognodi tirarmi indietro dagli altri, di ritirarmi in me stesso. Identificazione con il mio corpo e con cid che sento. dupliceemozione provata, Questa oltre che darmi una immaginedi me, mi ha fatto pensare ad uno S.I.I. che intenzionalmente puo indirizzire Francaverso possibiliassociazioni immaginative. E propongo: S.I.l.: Imnagina di prestareattenzione agli altri .<...ho superato f imbarazzo di vederetanteimmagini... non ho grande opinionedellemie pocheamichechemi sonorimaste...non mi fido di nessuna...non esiste una ragazza... qualcunolo ha scritto...non ricordo in qualeromanzo...non esiste una donna al mondo che non sia disoosta a mettere le suescarpe sottoil letto di qualche bell'uomo...ce ne rono rurrte... non credo. .. anzisonocertacheio non lo fareimai... mi rendoconto di sentirmisuperiore a tanti... non ci possofare nientese lo sono...qualcuno mi ha riconosciuto quesre mie qualit)... percid ho tirato le conclusioni... non so a cosami servono perd...mi sembra di comprendere dallostimolo chedovreisentire affetto...attenzione... .rn q,ral.osa di simileperle persone... [1 minuto]... ho I'impressione che sro perdendoil senso,.. ho un'idea...mi travesto da postina...I ride ] con questolavoropossofare qualcosa di utile neilavita... entro nella casadi un dottore per fortargli ia posta... avverto dalla facciaturbata dell'utenteche aspettala sedutache

Irr,ri perch6 il dottorenon Euno dei migliori...non sbaglitt non i soddisfatto s.' cheprima o poi non proseguiriad anrlarc le mie intuizioni...suppongo .. vedotantamcrcc. d furbo... pensodi usciree mi recoal supermercato... per meti del corpoin un grandc c,rralimentari... mi siedoper riposarmi... rello e per I'altra meti in un carrellopii piccolo simile ad una carrozzcll,r questa uno per bambine tempofa... d strana scena... due carrelli di qualche li fuori postoda qualcuno che potreiconoscerc... accanto all'altro...messi pado senzadifficolti di piccolecosequotidianecon dei consumatori...si per la mia menteestrovcrvicino a me... mi trovanosimpatica soffermano da musona... contutti...mi separo sa...ma devofingere di essere chiusa... cheprovo pensodi mettermia dondolare... loro... per scaricare il nervoso indietro...sono affaticata... finiscoqui...)r. avanti... Statod'animo: <Di averdetto delle coseche ho dentroe che sentoil bisoquanto vuoi... eppure...[Franca sorgno di comunicare assurdi sentimenti... la testa]...comincioa capirli...>. ride e scuote

Riflessioni una tennella suaimplicazione, Il movimentodell'Immaginarioevidenzia, legatoal mito ideadenzadi Francaa costruirsiun ruolo statico,conservatore, a tutti: <. . . mi rendocontodi sentirmisulizzatodi un 56 grandioso-superiore periorea tanti... non ci possofarenientese lo sono...>. il nel suoconfluire:<... mi travesto da postina... Yagiredell'Immaginario e di dedi travestirsi dottorenon d uno dei migliori...>dd luogoal desiderio prezzare Scudoproil medico,come espressioni dell'effettodi una resistenza. probabilmentesull'idea di non voler proseguireil rapporto tettivo organizzato (... suppongoche prima o poi non proseguirir ad andarese e di counseling: furbo...>. <... mi siedoper meti emozionale della Catena: La qualitirdell'esperienza piir piccolo siper grande metd in un carrello in un carrello e I'altra del corpo per simbolica di probabilc dir una traccia mile ad vna carrozzella bambine...> grandecaradulta, <... nell'immaginecorporea di Franca, tra vitaliti scissione (... per La distoruna carrozzella bambine...>. rello...>>, e vitalitddi fanciulla, probabilmente derivada una cattivaconosccnza sionedell'immaginecorporea nei conda parte di Francadell'immaginedel proprio corpo.Atteggiamento corporeoe immaginecorporea. fronti del proprio corpo nella forma di schema (... di essere musonachiusacort ttttli nella catena, La dinamica espressa ma devofingereper scaricare il nervosocltc promentresonounaestroversa... puo indicarcI'intcttziovo pensodi mettermia dondolare avantiindietro...)), per trovaregratil'icuzionalitirdi ritirarsi, al di ld dei controlli della coscienza.

r)c-soddislhzione nell'esperienza dell'azionemuscolarespecifica(muscoli tlclle spallein avantied indietro). ll lavorocon I'lmmaginario ed i messaggi giocatiin parteanche simbolici, sul piano fisico, sono riusciti a raggiungere e ad essere intesi dalla coscienza di Franca. Alla fucedi questa esperienza di comprensione,ll lavorodi aiuto deveproseguire utilizzandoil canalesomatosensoriale del corpo comeinformatoredi alcunisignificaticomportamentali di Franca. Nel corsodellesedute Franca riescea rielaborare, mediante I'azionedelle Procedure Immaginative, le scoraggianti esperienze dei suoi primi anni di vita ed i fattori psicologicisottostanti riguardanti gli aspetti irrealisticidel senso del dovere,delle sue capacitde delle sue aspirazionisovraumane. Franca,grazie ad un migliore esame della realtd,divienenel tempofiduciosanelle suecapacitd di autodirigersi partealla voglia di viverecon una concezioe di prendere ne unificata, non scissa di s6 e del propriocorpo. Al di le del doloree del tormento che I'anoressia le hannoprovocato, Franca sente che la malattia ha svoltoun ruolo importante di crescita. Senza il lavoro di elaborazione psicologica probabilmente sarebbe rimastaconfinatain quel suo atteggiamento di eccessiva dipendenza nei confrontidel sentire-giudicare-operare e contestare della suafamiglia:(... non esiste quandosi vive padre, insieme madree figlia ma soloamici...>. priDopo un brevesfogoin famiglia si concludeil rapportodi counseling. ma di salutarmi per I'ultima voltami dice una fraselasciata a metdper I'emozione:<... corpoe pensieri ora li sentoinsieme...)), ed escedallo studiocon un passotornato sicuro. Francasi sentecapacedi aprirsi e relazionarsi ulteriormente versogli altri. Decidecon semplicitd di andare a vivereda un suo amico, col quale realizzare le diversesfunrature del piacere,dell'affetto,delI'amore, e dellamaternitd.

SeminarioXXI

Alcune delle principali problematicheaffrontate con il counseling affetteda gravi malattie,ci Il lavorodifficile del counselor, con le persone ha portatoquotidianamente a confrontarcicon i vissutipii o meno drammatici della: a) impotenza; b) sofferenza; c) lutto; d) decesso. Non solo il counselor devepossedere sul pianopersonale, di volta in volta. alla comunicazione una particolare attitudine all'introspezione, e alla relazioin mone con I'impatto del malatograve,ma ha bisognodi una supervisione, i sentimentidi dolore, di inadeguatezza, di dubbio, di crisi do da stemperare dal decisionale, di ambiguitde di sensodi fallimentoche vengonosuscitati umana. contattocon I'ineluttabilesofferenza Il counselor ha come scopoprincipaleil fornire agli utenti (sempremuovendosi del personale sulletracce modo,di ogni individuo, di vivereil disagio quandoe come una linea di S.I.I. adeguatia comprendere della sofferenza), trattarei loro bisogni. La presenza viva del counselor in grado ad esempio,di ascoldeveessere sfidandola propriaansia.con profondaaffettiviti colui che sta,attare,spesso la morte,lasciando la vita. traverso al: In linea teoricaproponiamo un elencodelle principaliproblematichc frontabilicon la P.I.applicata al counseling: psichica lra loro; I ) la comparsa dellasofferenza su persone moltodiverse (spesso 2) lo shockdelladiagnosi fattacon operazioni medichc dolortrsc; irrvitlia; e f 'ospedalizzazione caratterizzata da rabbia,risentimento, 3) la fasedi induzione d'anestesia, la terapia chirurgica e fhrrnacologicrr (Arrslorri. con possibilepresenza di dolore piir o rnentoinvalidantc Pandolfi 2001);

Conclusioni Nutrirsi di nienteper avereun'immaginedel corpoche si allontana con lenta disperazione dallavita giornodopogiorno. Un corpoammalato, slanciato, momento per momento, nellaesaltazione di svanire, di annullarsi in un vuotoirraggiungibile. Nellanostra lungaesperienza clinica,non crediamo checi sianoparole tanto efficaci che possano esprimere e far capireil groviglio, profondamente malinconico, dell'agire, pensare e sognare dell'animoanoressico. Comunque sia, la storiadell'anoressico e difficile da definire,perchd I'anoressia non da risposte convenzionali. E un mistero dell'amore, di un amore quasisempre non vissuto.

la pregnante pauradell'isolamento, del rifiuto, dellaperditadel lavoro, dell'abbandono; 5) l'incertezza sul futuro; 6) i disturbid'ansia,spesso trasferitasul corpo,e lo stress di naturaculturaleo di naturaindividuale; 1) il decadimento dell'immaginecorporeae della minaccia all'identiti comenel traumacranico(Da Pieve2001); 8) il sensodi perdita,di colpa,di dipendenza-inabilitd, l'impossibilitddi progettualitd future (parzialio totali); 9) la depressione, tristezza, angoscia, irritabilitd e disperazione; l0) le idee suicidarie-ilsuicidio,perditadi interesse per la vita; I l) gli affetti e la sessualitii; 12) la relazionecon il partnere i familiari; l3) i rapporticon i colleghi, gli amici,il vicinato; l4) perditadelle speranze, presaginegativi; l5) sensazione di morte imminente.

4)

SeminarioXXII

Il costanteinteragire dell'Energia Immaginativa Allo scopodi aiutareil lettoreche non conoscegli aspettirilevanti della consigliamola letturadel libro Il Potere Immaginativa, teoriadella Procedura 2003). CurativoDella ProceduraImmaginativa(Rocca,Stendoro poeLarticolazionedella P.I.d una intima ed infinita operad'arte (astratta, nella maggiorpartedi esistente, tica, simbolica)che testimoniala potenzialitir noi, di qualitirinattese di utile creativiti. Un'espansioneuniversaledel proprio sensodi 56 che utrlizza ed organizza ed involontarierisposteche vanno oltre i pensabili una miriade di dettagliate desideridel nostroIo fisico-psichico-spirituale. cosad a spiegare Le paroledi tutte le lingue del mondo non riuscirebbero su di s6, tenendoapertoall'immaginabilc la P.I. a chi non I'ha sperimentata essequel centroarmonicoemersoche e il postodovevuole consapevolmente sedell'amoree dellatrascendente re, per sentireil mondounito dellabellezza, renitd. la descrizionedegli accadiImmaginativa,attraverso I-Autogenerazione manilea cio che la persona si nascondono dietro che menti comportamentali o del stro pezzo per pezzo del suo benessere i contenitori sta, ridesta-riattiva malessere. come struntct'lto teoricaancheil corpo,considerato In questaformulazione proprio corpo),viene riconoscittlo di s6 e del del camminoversoil 56 (senso di scoperta e di veritd,cosi cotttc globalmente comeun oggettoimmaginativo d. essoveramente

clinica Esemplificazione tlcscrivi:rimmaginativo riflessividell'agire ulterioriaspetti Perindividuare giir trattato XV), nel semirtario vissutada Roberto(abbiamo mo l'esperienza relativaalla figura della madree dell'archetipodella madre.

Robertoarrivaal nostro l5o appuntamento dicendo:<Oggi ho la testavuota>. Gli propongouna sedutadi P.I. Robertosi coricasul lettino,imbambolato e sofirmessamente sospira. Peralcuni minuti rimaniamoin un silenziodi attesa, poi mi dice: <... Speriamochenon picchiduro... sonoangosciato... molto a disagio... tN.C.]... non capisco perch6 mi sentoangosciato... spaventato...>. Gli rispondo: <... Forsela suapartesananon si sentecapace di accettare I'emergere di una veritd importantesenzafarsi travolgere?>. Robertod a disagioe mi rispondecon un lapidario:<Forse>. Mentrelo ascoltoimponendomi il silenziopassola manosullariga dei miei capelli;mi accorgoche sonoa disagioper questogestoinsolito; sto vivendola sensazione di essere stato"tagliato(riga-separazione) fuori"? Peraumentare-sollecitare il suo livello di ricettivitd,non volendosacrificare la mia intuizionepropongolo S.l.l.: Imntaginadi essere tagliatofuori <<... tagliatofuori dai sentimenti per rivaliti perch6di rado vado a trovaremia madre...nellacasa c'd mia sorella... sonocarocon la mamma... ma non ho tempo per rimanere... sono in ritardo... devo raggiungere la scuola per prendere materna la mia caramoglie...portareritardomi di disagio... cercodi andare in strada... la portaEchiusa... e la chiave non d sotto il brutto ricamodellanonna...perdoancora tempo...la mamma mi racconta...sonocostretto a sottomettermi per non tagliarla all'ascolto fuori... mi staparlandolentamente di quella anzianama ancora bellavedovacheha avutoun dolorosoincidente allagambae all'occhio sinistro...che non le permettera mai pii di alzarsi dal letto... mi rattristarinunciaread andarea prendere mia mogliementrec'd un emozionante tramonto...>>. Statod'animo: <Stupitoperch6mi sonoabbandonato subitoad immaginare... ho provato angoscia inizialmente... chemi venivada lontano... per il resto... mi ha dato la sensazione che sto tentando di aprireil mio passato... di famiglia...il tutto d sembrato strano...faticoso... mi ha datoun senso di piacere... e un senso di scalogna per la donnarimastavedova...e tormentata dalla sofferenza>. Riflessioni l) Si rileva la presenza di un pensierocoscientecaricatodi quantitddi energiaangosciosa, priva di rappresentazione simbolica,senza affettoe senzacorpo. Questovissuto potrebberiferirsi alle primitive relazioni oggettuali con la madre? 2) Uarticolatadinamicacostituitadall'insiemedelle catene: <... mi rattri-

mia moglie...) che Robertoama; sta rinunciaread andare...a prendere permissivasottomessa la presenza alla madre (... sono costrettoa sotvedova tomettermiall'ascolto...>e I'inquietanteraccontodella anziana che ha avuto un brutto incidente che non le permetterdmai pit di alzar si dal letto, (... tormentata dalla sofferenza...),pongonochiaramente alla coscienza di Robertospecifichespintedi qualitdmasochistica. <... mi ha datoun senso I'eE forseunapiacevole tregua di piacere...), sperienzaquotidiana di dover sempreessereuna personaresponsabile? (indi azioniche iniziano a precisare una coscienza 3) Il fluire simultaneo dividualitd) costruita su una sepoltadiscrepanza tra cid che Roberto pensaed immaginadi credere e cid che dimostraed immaginadi crede((... di rado vado a trovaremia madre... tagliatadai miei re veramente, sentimenti... sonocarocon la mamma...>. 4) Lo scenario rappresentaefficacemente la creazionedi un mondo di "donne", che puntualizzanol'esistenzadi assenzadi uomini. quest'ultimariflessionesi pud esprimere il pensiero: RoSistematizzando berto ha intenzionalmentepolarizzato affetti e significati del "mondo di sole la pericolosa <<... aprire il mio passato di famidonne"per raggiungere strada, glia...>,dellarivalitiredipica? Le immagini al di ld delle peculiaritir contingenti, configurano la presenza vedova. materna-moglie-nonna-anziana di figure della madre-sorella-scuola in Essenzialmente, il sensoimmaginativoespresso da Robertopud essere ambito teorico caratterizzato da: a) Una madre pre-edipicache abbandonao soffoca (nonna)? b) Una madre anale troppo invasivao troppo indulgente(moglie)? c) Una madre fallica narcisistica che falsamenteseducee svaluta la sua mascolinitd (anzianavedova)? soddisfatta, che respingeo d) Una madreedipica che non puo mai essere soffocante(sorella)? che d ingannevolmente e) I-evento immaginativo,nel suo aspettodi evocazione<il tutto mi d semoltre ad aver trattato le ambiguiti dei "contebrato strano...faticoso>, i contenitoripsichici,si e nuti" psichici insiemea quelli che riguardano forseper rafforzaridotto nella suaattivitirdi implicazionesignificante, possibile, re, nel limite del alcunedifesearcaiche? pericolosamente strutturato, comeparte non pii intcIl rimossosi sarebbe grabile-collegabile-penetrabile con il movimentodella P.I.? pud essere ricondottadalla: Una parte di questariflessione vissuta <... nellacasac'd mia sorella...>. Sorella 1) catena immaginativa, con la bontire con il servilinella realtircome una donna<...soffoca smo...):

dcl sacro.Segnosicuro,questo, di autenticiti, in genere accompagnato dal desideriodi condivisione, gli altri, come se le ricchezze di farnepartecipe trovate in se stessi determinassero una spintaincontenibile al dono...) (2001). - Nono Gruppo: immagini-azione che trovanola condivisione(coscienteinconscia) con le immagini dell'operatore (legarsiI'uno con I'altro); esseriesconoa colorarela relazioneduale,in forma precisa(Valori Funzionali). - Decimo Gruppo: immagini oscure-mancanti ad esperienza di complementaritd(ruoli reciproci).Ad esempioCateneImmaginativein cui I'uomo d dominato da una donna. - UndicesimoGruppo: immagini influenzate-trasmesse "conteattraverso nuti culturali" che affermanosentimentidi giustizia,responsabilitd e misura. "dall'inconscioculQuesteimmagini sono diverseda quelle che provengono turale", in quanto derivano da temi narrativi condivisi da una particolare cultura. Riteniamorilevanteconsiderare anchela presenza di immagini a contenuto di conflitto (sensodi colpa per I'olocausto)di generazione irrisolto e tramandatoalla nuovagenerazione. - DodicesimoGruppo: immagini che comprendono le immensepotenzialitd della forza della natura fisica (elementinaturali piir vari) che nel tempo possonoincideresul tessuto dell'esistenza dell'uomo. (Ad esempio Immagina di riuscire ad assorbire energia dal mare agitato). - TredicesimoGruppo: il sopraggiungere di immagini superioriche trattengono il massimodi energiain espansione-contrazione dentro di s6 (rigenerazione dentro di s6- Prana),ad elevatorafforzamentoimmunitario per il corpo unito alla mente(Rocca,Stendoro 2005). Questelibere spontanee energie riescono,almenonel loro nucleopiri profondo,a superare la dimensione logica-discorsiva del pensieroe ad inserirsi agevolmente, senzadisperdersi, nel movimentodella P.L Riportiamoesempidi S.I.I. chetendonoa muoverel'energiacon effettobenefico, ai vari livelli del corpo, dello spirito e della mente: l) La tua mente(o i tuoi pensieri,sentimenti, sensazioni, intuizioni) non abbialimiti; 2) Essere il creatore della tua vita; -l positivo; ) Un pensiero -l) Iltuo corpo emaniun fasciodi luce; 5 ) Sorridere ad una persona; (') I)i viverecome se non dovessi tornare:

1) 8) 9) l0) I l) l2)

Un cerchiod'oro; gioioso di una vita; Il sognare Un punto dorato; fisico-psichica e spirituale; la perfezione Ricercare Trarreenergiadal proprio centro; per un percorsodi risvegliointeriore. Musicacome guida maestra

- Quattordicesimo cariche di passione Gruppo: immagini efficacemente (awenimenti-situazioni), che matedi energia recepiscono realizzazioni che persogli della possono obiettivi e i desideri caricare rializzandosi nel futuro positiva della materia). nel mondo na (inserimento di forza Esempidi S.I.I.: I ) Accettarecid che ti potrebbeaccadere; passivodel tuo corpo; 2) Di non essere un abitante nel modo migliore per te; un avvenimento 3) Fa accadere 4) Quantecosebelle ti aspettano; 5) Stabilizzadentrodi te l'energiada te generata; 6) Un profondoauguriodi gioia; 7) Un'esperienzariv italizzante; 8) In armoniacon la MadreTerra; ai confini tra luce e suono; 9) Un'esperienza l0) Una profondacalma interiore; I I ) Dare un sensopositivoal proprio progettodi vita; 12) Un desideriodi vedere; delle tue possibilitd; l3) Prendere coscienza l4) Trovarela forza per reagire; l5) Affrontareuno statod'animo; l6) Un lungo sentierodall'orizzonteluminoso; l7) Muoversiverso il domani; l8) Lasciarsiguidaredall'intuizione; l9) Una ricercainterioreper trovarela quietein te stesso; 20) Un sole sotterraneo; 2l) Una guidainteriore; il fiore della vita; 22) Cercare spirituale di guarigione. 23) Energia vividi, scrrtidevonoessere: che emergono I flussi di energiaimmaginativa tr I'Immaginariovuol far accadcrc ti e dettagliati.QuandoI'utente,attraverso dei fini specifici deve: vuol prevenire l) vederli in tutti i loro dettagli-particolari; personalicltc provcttgole impressioni 2) vivere con un sensodi interezza

no dall'uso dei suoi riconciliati cinque sensi.Questointensoed elevato investimento emozionale ricevutofavorisce, nello scenario immaginativo, un momento di una carica operativaed emotiva di sicurezza. Dopo aver vissuto il flusso di questaprofonda energiadi ordine naturaled necessario che la "Forma" immaginatasi distacchidalla mente dell'utente; questa esperienzainteriore di separazionefacilita la concretizzazione nella realtddi tale "Forma". (Jn esempiodi Spostamento affinch6 si compiaquesto passaggio pud essere:(Immagina che un gran ventaglio d'oro si chiuda lentamentesu quella 'Forma'). - QuindicesimoGruppo: aperturedi elevateaure immaginativead esperienza sovrapersonale che non possono esseredimostrate o descritte con un parlato,ma solo vissute, dichiarate e proiettate su sestessi, sui propri cari e sulI'intera umanitd. Generalmentequesti immaginati realizzanoun nuovo e significativo rapporto con il corpo che, da simbolo della individualitd e della precarietd esistenziale, diventail luogo in cui finito e infinito coincidono. In ragione di questeultime riflessioni riportiamo questacitazione(Hark 2005):
<<...se esprimete quanto avete dentro di voi, quello che avete vi salverd. Se non lo avete dentro di voi, quello che non avete vi perderd...>>.

Epilogo

che adocon I'interventodella P.I.d una valida metodologia Il counseling persona nella sua la usa che pera consapevolmente i vari fecondi meccanismi questo con Il counseling a riconoscere. vita, ma che ha una forte resistenza comeuna teoriadi rotturacon i pud essere da alcuni considerato orientamento canoniculturali del nostrotempo. difcomeuna nuovascienza, Quindi, se d cosi, ha l'ambizionedi delinearsi (alle quache I'hanno preceduto e dalla psicoanalisi ferentedalla psicoterapia li, tuttavia,essod ispirato). Nella psicologiamoderna,il canaledi Freud per I'inconscio d quello che il comportaesistenzialista egli chiamola "via regia" dei sogni;per il pensiero mentodelle cosed la loro via regia;W. Reich usd il corpo come la "via regia". nel nuovomillennio la"via regia" per I'inconscio,la E cosi noi consideriamo Immaginativa. Procedura dirompente della sofferenza Ma per ottenereil diritto ad avvicinarsie comprendere su di se un lavoropersonale I'Altro, crediamoche ci voglia un apprendistato, la sola che ci possadare la che ci porti alle origini della propria sofferenza, per poter chiedere al nostroutente:<Checoprofonditdpsicologica necessaria sa ti fa soffrire?>.