Sei sulla pagina 1di 35

Quindicinale Anno XXXV

17.04.2013
Numero

612
periodico di attualit dei comuni di alano di piave, quero, vas, segusino

Consiglio Comunale di Alano - pag. 1 Pro Loco Fener, il programma 2013 - pag. 1 Quero in fiore - pag. 5 Notizie da Libero Pensiero - pag. 10 Appuntamenti con lAuser - pag. 19
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 8.04.2013


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

ALMOLIN
Ristorante - Pizzeria

SPECIALIT PESCE
Piazza dei Martiri, 13 - Tel. 0439.779129
- chiuso il marted -

ALANODIPIAVE

termoidraulica

gierre
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 alano di piave (bl) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

todoverto

Per rinnovare la tua casa


di Todoverto Paolo & C.

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL)

Jger sport

S.N.C.

NOVIT: ABBIGLIAMENTO

BIMBO/A da 0 a 14 anni
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori Marchi: Saucony - Nico - AST - Great Escapes - Karpos MArchi Caccia: CBC - UNIVERS Dal marted al sabato 9.00-12.30/16.00-19.00 Chiuso il Luned

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


Alano di Piave Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

il tornado Sede: Via J.Kennedy - 32031 FENER (Belluno). direttore responsabile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaboratori: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. abbonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. Labbonamento pu essere sottoscritto o rinnovato nei seguenti modi: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla pro LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIODAMILIO - Alano; gelateria due valli - Fener - BAR JOLE - Fener; MAUROMAZZOCCO - Quero; ALESSANDROBAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDASOLAGNA - Vas; ANTONIODEON - Vas; BARBOLLICINE - Scalon; bazar di A.Verri - Segusino.

rassegna stampa

Tira aria di tempesta alla Ideal di Quero, azienda considerata uno dei leader mondiali nello sviluppo e nella produzione di Tira aria di tempesta alla Ideal di Quero, azienda considerata uno dei leader mondiali nello sviluppo e nella produzione di componenti per lindustria ieri lufficializzazione della di lasciare a sviluppo casa tutti lavoratori interinali, Tira aria di tempesta alla dellocchialeria. Ideal di Quero, Di azienda considerata uno dei decisione leader mondiali nello ei produzione di componenti per lindustria dellocchialeria. Di ieri lufficializzazione della decisione di lasciare a casa tutti i nella lavoratori interinali, una trentina. Se questa azione si gi in parte concretizzata in queste ultime due settimane, non rinnovando i contratti via via in componenti lindustria dellocchialeria. Di ieri lufficializzazione della decisione di lasciare a casa tutti i lavoratori una trentina.per Se questa azione si gi in parte concretizzata in queste ultime due settimane, non rinnovando i contratti interinali, via via in scadenza, unaltra in azione procinto partire. E cio il ridimensionamento dellorganico: i 150 non dipendenti verrebbero ridotti di un una trentina. Se questa si di gi in parte concretizzata in queste ultime due settimane, rinnovando i contratti via via in scadenza, unaltra in procinto di partire. E cio il ridimensionamento dellorganico: i 150 dipendenti verrebbero ridotti di un terzo. Il tutto stato annunciato al personale nel corso dellassemblea sindacale svoltasi ieri, dalle 13 alle 14, e coordinata scadenza, unaltra annunciato in procinto al di personale partire. E cio il ridimensionamento dellorganico: i 150 dipendenti verrebbero ridotti di da un terzo. Il tutto stato nel corso dellassemblea sindacale svoltasi ieri, dalle 13 alle 14, e coordinata da Denise della Filctem-Cgil. Un fulmine acorso ciel sereno se si pensa che sino a qualche fa gli straordinari erano terzo. Il Casanova tutto stato annunciato al personale nel dellassemblea sindacale svoltasi ieri,settimana dalle 13 alle 14, e coordinata da Denise Casanova della Filctem-Cgil. Un fulmine a ciel sereno se si pensa che sino a qualche settimana fa gli straordinari erano molto frequenti e della si era provvedutoUn anche a dei cambi turni per ottimizzare la a produttivit. Ma poi fa qualcosa deve essere Denise Casanova Filctem-Cgil. fulmine a ciel sereno se si pensa che sino qualche settimana gli straordinari erano molto frequenti e si era provveduto anche a dei cambi turni per ottimizzare la produttivit. Ma poi qualcosa deve essere cambiato se lamministratore delegato anche stato licenziato e se nessun altro ha preso suo posto eMa se, appunto, si preannunciano molto frequenti e si era provveduto dei cambi turni per ottimizzare la il produttivit. qualcosa deve essere cambiato se lamministratore delegato statoa licenziato e se nessun altro ha preso il suo posto e se, poi appunto, si preannunciano tagli dei genere. Da parte sindacale, immancabile, limmediata richiesta di confronto con i vertici aziendali per comprendere nei cambiato se lamministratore delegato stato licenziato e se nessun altro preso il con suo iposto e aziendali se, appunto, preannunciano tagli dei genere. Da parte sindacale, immancabile, limmediata richiesta diha confronto vertici per si comprendere nei dettagli se e come verr avviata la mobilit. Proponendo, come alternativa, la creazione di contratti d solidariet grazie ai quali i tagli deise genere. Da parte sindacale, immancabile, limmediata di confronto condi i vertici aziendali per comprendere nei dettagli e come verr avviata la mobilit. Proponendo, come richiesta alternativa, la creazione contratti d solidariet grazie ai quali i dipendenti lavorerebbero meno ore ma tutti, Proponendo, senza licenziamenti. Anche perch l'et media del personale bassa e nonai siquali potr dettagli se e come verr avviata la mobilit. come alternativa, la creazione di contratti d solidariet grazie i dipendenti lavorerebbero meno ore ma tutti, senza licenziamenti. Anche perch l'et media del personale bassa e non si potr puntare molto, quindi, nemmeno suitutti, prepensionamenti. Fin Anche dal 1977, anno costituzione, la Ideal fatto dipendenti lavorerebbero meno ore ma senza licenziamenti. perch l'et della mediasua del personale bassa e nonha si potr puntare molto, quindi, nemmeno sui prepensionamenti. Fin dal 1977, anno della sua costituzione, la Ideal ha fatto dellinnovazione tecnica il suo principale obiettivo, continuando investire sviluppo e nella ricerca. Tutti i prodotti puntare molto, quindi, nemmeno sui prepensionamenti. Fin a 1977,nello anno della sua costituzione, la Ideal ha Ideal fatto dellinnovazione tecnica il suo principale obiettivo, continuando adal investire nello sviluppo e nella ricerca. Tutti i prodotti Ideal sono realizzati intecnica Italia - cita il sito internet dell'azienda che da qualche tempo passata ine mano a un gruppo svizzero - con un dellinnovazione il suo principale obiettivo, continuando a investire nello sviluppo nella ricerca. Tutti i prodotti Ideal sono realizzati in Italia - cita il sito internet dell'azienda che da qualche tempo passata in mano a un gruppo svizzero - con un team di 150 persone, nel sito produttivo di Quero con una superficie chesi estende complessivamente su 10mila metri sono realizzati in Italia cita il sito internet dell'azienda che da qualche tempo passata in mano a un gruppo svizzero con un team di 150 persone, nel sito produttivo di Quero con una superficie che si estende complessivamente su 10mila metri quadrati. team di 150 persone, nel sito produttivo di Quero con una superficie che si estende complessivamente su 10mila metri quadrati. quadrati. da Il Gazzettino di mercoled 27 marzo 2013
da Il Gazzettino di mercoled 27 marzo 2013 Il Il sindaco sindaco Curto Curto e e lassessore lassessore Mazzocco Mazzocco hanno hanno incontrato incontrato i i vertici vertici dello dello stabilimento. stabilimento. Per il primo primo cittadino cittadino sar difficile difficile ottenere hanno la riduzione riduzione del numero numero di cinquanta mobilit. Il sindaco Curto e lassessore Mazzocco incontrato i vertici dello stabilimento. Per il sar ottenere la del di cinquanta mobilit. Per il primo cittadino sar difficile ottenere la riduzione del numero di cinquanta mobilit. da Il Gazzettino di mercoled 27 marzo 2013

Quero, la Ideal riduce il personale di un terzo Quero, la Ideal riduce il personale di un Quero, la Ideal riduce il personale di un terzo terzo

Oltre Oltre una una trentina trentina di di interinali interinali lasciati lasciati a a casa, casa, si si pensa pensa di di tagliare tagliare i i dipendenti dipendenti da da 150 150 a a 100 100 Oltre una trentina di interinali lasciati a casa, si pensa di tagliare i dipendenti da 150 a 100

Sindaco e assessore di Quero in prima linea a difesa dei posti di lavoro "in bilico" alla Ideal, lazienda che ha annunciato la Sindaco e assessore di Quero in prima linea a difesa dei posti di lavoro "in bilico" alla Ideal, lazienda che ha annunciato la riduzione un terzo del personale oltrelinea al mancato rinnovo, gi scorsi giorni, lazienda del contratto a una trentina la di Sindaco edi assessore di Quero in prima a difesa dei posti diavvenuto lavoro "innegli bilico" alla Ideal, che ha annunciato riduzione di un terzo del personale oltre al mancato rinnovo, gi avvenuto negli scorsi giorni, del contratto a una trentina di operai interinali. La del vedo dura - commenta desolato il primo cittadino Sante Curto, presente allincontro in fabbrica con riduzione di un terzo personale oltre al mancato rinnovo, gi avvenuto negli scorsi giorni, del contratto a una trentina di operai interinali. La vedo dura - commenta desolato il primo cittadino Sante Curto, presente allincontro in fabbrica con lassessore alle Attivit produttive - primo Ho limpressione che iCurto, margini di recupero siano ristretti. Ma con noi operai interinali. La vedo dura - Germano commentaMazzocco desolato il cittadino Sante presente allincontro in fabbrica lassessore alle Attivit produttive Germano Mazzocco - Ho limpressione che i margini di recupero siano ristretti. Ma noi ovviamente non In balloGermano ci sono 50 posti di lavoro cui sono collegati i destini didi altrettante e famiglie. La lassessore alle molleremo. Attivit produttive Mazzocco - Hoa che i margini recuperopersone siano ristretti. Ma noi ovviamente non molleremo. In ballo ci sono 50 posti di lavoro alimpressione cui sono collegati destini di altrettante persone e famiglie. La Ideal, che realizza componentistica per locchialeria, una delle pi grosse realti produttive del Bassopersone Feltrino.eSiamo molto ovviamente non molleremo. In ballo ci sono 50 posti di lavoro a cui sono collegati destini di altrettante famiglie. La Ideal, che realizza componentistica per locchialeria, una delle pi grosse realt produttive del Basso Feltrino. Siamo molto preoccupati - aggiunge il sindaco - perch il nuovo direttore, incaricato qualche settimana fa indel questo ruolo dalla multinazionale Ideal, che realizza componentistica per locchialeria, una delle pi grosse realt produttive Basso Feltrino. Siamo molto preoccupati - aggiunge il sindaco - perch il nuovo direttore, incaricato qualche settimana fa in questo ruolo dalla multinazionale svizzera proprietaria dello stabilimento, ci ha illustrato il piano di risanamento aziendale che tuttaltro che positivo. Infatti, preoccupati - aggiunge il sindaco - perch il nuovo direttore, incaricato qualche settimana fa appare in questo ruolo dalla multinazionale svizzera proprietaria dello stabilimento, ci ha illustrato il piano di risanamento aziendale che appare tuttaltro che positivo. Infatti, dagli attuali 150 dipendenti vorrebbero passare a un centinaio, tagliando sia tra gli operai che tra gli impiegati. Il sindaco Curto svizzera proprietaria dello stabilimento, ci ha illustrato il piano ditagliando risanamento aziendale che appare cheIlpositivo. dagli attuali 150 dipendenti vorrebbero passare a un centinaio, sia tra gli operai che tra glituttaltro impiegati. sindacoInfatti, Curto si definisce triste e molto preoccupato: Ripeto che stiamo parlando di 50sia persone che, in che un periodo di tale crisiIloccupazionale, dagli attuali 150 dipendenti vorrebbero passare a un centinaio, tagliando tra gli operai tra gli impiegati. sindaco Curto si definisce triste e molto preoccupato: Ripeto che stiamo parlando di 50 persone che, in un periodo di tale crisi occupazionale, faranno unatriste gran fatica ricollocarsi. Domani (oggi per chi legge) affronteremo questione in giunta e poi decideremo il da si definisce moltoa preoccupato: Ripeto che stiamo parlando di 50 personela che, in un periodo di tale crisi occupazionale, faranno una granefatica a ricollocarsi. Domani (oggi per chi legge) affronteremo la questione in giunta e poi decideremo il da farsi. Per quanto ci compete cercheremo di fare tutto il possibile a favore della difesa dei posti di lavoro. Nata nel 1977, la Ideal faranno una grancifatica a ricollocarsi. Domani per chi legge) affronteremo la questione inlavoro. giunta e poi nel decideremo il da farsi. Per quanto compete cercheremo di fare(oggi tutto il possibile a favore della difesa dei posti di Nata 1977, la Ideal considerata uno dei leader mondiali di nello e nella a produzione di componenti per lindustria dellocchialeria. Fin farsi. Per quanto ci compete cercheremo faresviluppo tutto il possibile favore della difesa dei posti di lavoro. Nata nel 1977, la Ideal considerata uno dei leader mondiali nello sviluppo e nella produzione di componenti per lindustria dellocchialeria. Fin dallinizio ha fatto dellinnovazione tecnica il suosviluppo principale continuando a investire nello e dellocchialeria. nella ricerca. considerata uno dei leader mondiali nello e obiettivo, nella produzione di componenti per sviluppo lindustria Fin dallinizio ha fatto dellinnovazione tecnica il suo principale obiettivo, continuando a investire nello sviluppo e nella ricerca. dallinizio ha fatto dellinnovazione tecnica il suo principale obiettivo, continuando a investire nello edi nella ricerca. da Il sviluppo Gazzettino venerd 29 marzo 2013
da Il Gazzettino di venerd 29 marzo 2013 Dario Dario Bond Bond e e il il Comune Comune di di Quero Quero chiedono chiedono lintervento lintervento dellassessore dellassessore Donazzan: Donazzan: Puntiamo a ottenere almeno la Dario Bond e il Comune di chiedono dellassessore Donazzan: Puntiamo aQuero ottenere almenolintervento la cassa cassa integrazione integrazione Puntiamo a ottenere almeno la cassa integrazione da Il Gazzettino di venerd 29 marzo 2013

Licenziamenti Ideal, lazienda non cede Licenziamenti Ideal, lazienda non Licenziamenti Ideal, lazienda non cede cede

Salvare il salvabile, ovvero strappare almeno la cassa integrazione per i cinquanta dipendenti dellIdeal di Quero che rischiano Salvare il salvabile, ovvero strappare almeno la cassa integrazione per i cinquanta dipendenti dellIdeal di Quero che rischiano di finire in mobilit eovvero dunque di perdere definitivamente il posto di lavoro. E lobiettivo dei sindacati, che gioved hanno aperto il Salvare il salvabile, strappare almeno la cassa integrazione per i cinquanta dipendenti dellIdeal di Quero che rischiano di finire in mobilit e dunque di perdere definitivamente il posto di lavoro. E lobiettivo dei sindacati, che gioved hanno aperto il confronto con lazienda, ma di anche delle forze politicheil che si di stanno schierando accanto agli operai e alle loro famiglie. Ieri di finire in mobilit e dunque perdere definitivamente posto lavoro. E lobiettivo dei sindacati, che gioved hanno aperto il confronto con lazienda, ma anche delle forze politiche che si stanno schierando accanto agli operai e alle loro famiglie. Ieri Dario Bond, capogruppo delanche Pdl indelle consiglio regionale, ha si chiesto formalmente allassessore regionale Elena Donazzan di confronto con lazienda, ma forze politiche che stanno schierando accanto agli operai e alle loro famiglie. Ieri Dario Bond, capogruppo del Pdl in consiglio regionale, ha chiesto formalmente allassessore regionale Elena Donazzan di aprire Bond, un tavolo a Venezia, si cominci a parlare cassa formalmente integrazione. Dobbiamo scongiurare il peggio, ovvero Dario capogruppo del perch Pdl in consiglio regionale, hadi chiesto regionale Elena Donazzan di aprire un tavolo a Venezia, perch si cominci a parlare di cassa integrazione. allassessore Dobbiamo scongiurare il peggio, ovvero limmediata messa in mobilit di un terzo della manodopera, ha detto Bond. LIdeal una delle fabbriche pi importanti del aprire un tavolo a in Venezia, si cominci a parlare di ha cassa integrazione. Dobbiamo scongiurare il peggio, ovvero limmediata messa mobilit perch di un terzo della manodopera, detto Bond. LIdeal una delle fabbriche pi importanti del Basso Feltrino, dobbiamo tentare il tutto per tutto per limitare i danni. Lazienda, che da pi di delle 35 anni produce componentistica limmediata messa in mobilit di un terzo della manodopera, ha detto Bond. LIdeal una fabbriche pi importanti del Basso Feltrino, dobbiamo tentare il tutto per tutto per limitare i danni. Lazienda, che da pi di 35 anni produce componentistica per locchiale, adesso tentare resta ferma sulla sua posizione. La crisi c e si fa sentire, gli interinali (una trentina) sono gi stati Basso Feltrino,per dobbiamo il tutto per tutto per limitare i danni. Lazienda, che da pi di 35 anni produce componentistica per locchiale, per adesso resta ferma sulla sua posizione. La crisi c e si fa sentire, gli interinali (una trentina) sono gi stati tagliati e 150 dipendenti non sono pi sostenibili. Ma esistono alternative alla mobilit e tutti, dai sindacati allamministrazione per locchiale, per adesso resta ferma sulla sua posizione. La crisi c e sialla fa sentire, interinali (una trentina) sono gi stati tagliati e 150 dipendenti non sono pi sostenibili. Ma esistono alternative mobilitgli e tutti, dai sindacati allamministrazione comunale fino alla Regione, proveranno a difendere posti di alternative lavoro. Come amministratori locali non possiamo mollare la tagliati e 150 dipendenti non sono pi sostenibili. Ma i alla mobilit e tutti, dai sindacati allamministrazione comunale fino alla Regione, proveranno a difendere iesistono posti di lavoro. Come amministratori locali non possiamo mollare la presa, diceva ieri il sindaco proveranno Sante Curto. Dalle sorti i dellIdeal dipende il destino di molte nostre famiglie e quindimollare la tenuta comunale fino alla Regione, a difendere posti di lavoro. Come amministratori locali non possiamo la presa, diceva ieri il sindaco Sante Curto. Dalle sorti dellIdeal dipende il destino di molte nostre famiglie e quindi la tenuta economico-sociale della nostra comunit. Obiettivo del tavolo regionale chiesto da Bond e dal Comune lattivazione della presa, diceva ieri della il sindaco Sante Curto. Obiettivo Dalle sorti dellIdeal dipende ilchiesto destino di Bond molteenostre famiglie quindi la tenuta economico-sociale nostra comunit. del tavolo regionale da dal Comune e lattivazione della cassa integrazione.della il minimo a cui si Obiettivo possa puntare, dicono il sindaco e il capogruppo Pdl. Mettere in mobilit economico-sociale nostra comunit. del tavolo regionale chiesto da Bond e dal del Comune lattivazione della cassa integrazione. il minimo a cui si possa puntare, dicono il sindaco e il capogruppo del Pdl. Mettere in mobilit cinquanta lavoratori significa condannare altrettante famiglie dicono allincertezza. I due confidano nella mediazione dellassessore cassa integrazione. il minimo a cui si possa puntare, il sindaco e il capogruppo del Pdl. Mettere in mobilit cinquanta lavoratori significa condannare altrettante famiglie allincertezza. I due confidano nella mediazione dellassessore Donazzan,lavoratori che sta dimostrando grandi capacit nella gestione di questo genere crisi, come dimostra il caso Acc. Curto cinquanta condannare altrettante famiglie allincertezza. I due di confidano nella mediazione dellassessore Donazzan, che sta significa dimostrando grandi capacit nella gestione di questo genere di crisi, come dimostra il caso Acc. Curto per non si accontenta di un intervento della Regione e annuncia che chiamer in causa anche i parlamentari bellunesi: Voglio Donazzan, sta dimostrando grandi capacit nella gestione che di questo genere di crisi, come dimostra il caso Acc. Curto per non si che accontenta di un intervento della Regione e annuncia chiamer in causa anche i parlamentari bellunesi: Voglio che questa partita sia giocata a tutti i livelli e che sia e laannuncia pi trasversale possibile, dice il primo cittadino. Anche il vicesindaco per non si accontenta di un intervento della Regione che chiamer in causa anche i parlamentari bellunesi: Voglio che questa partita sia giocata a tutti i livelli e che sia la pi trasversale possibile, dice il primo cittadino. Anche il vicesindaco Zanolla, componente consiglio di i amministrazione dipi Veneto sviluppo, pronto dice a difendere Si deve parlare del che questa partita sia del giocata a tutti livelli e che sia la trasversale possibile, il primo lazienda: cittadino. Anche il vicesindaco Zanolla, componente del consiglio di amministrazione di Veneto sviluppo, pronto a difendere lazienda: Si deve parlare del know-how e del rilancio che questa fabbrica ha coltivato negli anni. Questa fabbrica di assoluta eccellenza ed conosciuta in Zanolla, componente del consiglio amministrazione dinegli Veneto sviluppo, pronto a difendere lazienda: Si deve parlare del know-how e del rilancio che questadi fabbrica ha coltivato anni. Questa fabbrica di assoluta eccellenza ed conosciuta in tutto il mondo. Per questo chiediamo ai vertici aziendali di aprire un confronto sereno nellinteresse dei lavoratori e del know-how e del rilancio che questa fabbrica ha coltivato negli Questa fabbrica di assoluta eccellenza edlavoratori conosciuta in tutto il mondo. Per questo chiediamo ai vertici aziendali dianni. aprire un confronto sereno nellinteresse dei e del territorio. tutto il mondo. Per questo chiediamo ai vertici aziendali di aprire un confronto sereno nellinteresse dei lavoratori e del territorio. territorio. da Il Corriere delle Alpi di sabato 6 aprile 2013
da Il Corriere delle Alpi di sabato 6 aprile 2013 da Il Corriere delle Alpi di sabato 6 aprile 2013

Crisi allIdeal: Un tavolo in Regione Crisi allIdeal: Un tavolo in Crisi allIdeal: Un tavolo in Regione Regione

rassegna stampa

Il ponte degli Osei, spazzato via da un'alluvione negli anni '60, sta per rivedere la luce. Il ponte degli Osei, spazzato via da un'alluvione negli anni '60, sta per rivedere la luce. Un collegamento ciclopedonale sul torrente Tegorzo torner a collegare Campo e San Valentino. Il ponte degli Osei, spazzato via da un'alluvione negli anni '60, sta per rivedere la luce. Un collegamento ciclopedonale sul torrente Tegorzo torner a collegare Campo e San Valentino. Un collegamento ciclopedonale sul torrente Tegorzo torner a collegare Campo e San Valentino.
Un collegamento ciclopedonale sul torrente Tegorzo torner a collegare la frazione Campo di Alano e San Valentino di Quero. Il Un collegamento ciclopedonale sul torrente Tegorzo torner a collegare la frazione Campo di Alano e San Valentino di Quero. Il ponte degli Osei,ciclopedonale spazzato via da torrente un'alluvione negli anni '60, sta per la rivedere la luce. Merito di e un accordo di programma Un collegamento Tegorzo torner a collegare frazione Campo di Alano San Valentino di Quero. Il ponte degli Osei, spazzato via sul da un'alluvione negli anni '60, sta per rivedere la luce. Merito di un accordo di programma stipulato tra Osei, le due amministrazioni del Basso negli Feltrino, con Alano capofila, che ha chiesto un finanziamento alla Regione ponte degli spazzato via da un'alluvione anni '60, sta per rivedere la luce. Merito di un accordo programma stipulato tra le due amministrazioni del Basso Feltrino, con Alano capofila, che ha chiesto un finanziamentodialla Regione attraverso il Programma di sviluppo del rurale 2007-2013. Lammontare dellintervento chiesto di circa un 300 mila euro, e consentir la stipulato tra le due amministrazioni Basso Feltrino, con Alano capofila, che ha finanziamento alla Regione attraverso il Programma di sviluppo rurale 2007-2013. Lammontare dellintervento di circa 300 mila euro, e consentir la riqualificazione degli accessi dalle due rive, oltre che la disposizione di piccole aree di 300 sosta che saranno attrezzate attraverso il Programma di sviluppo rurale 2007-2013. Lammontare dellintervento di circa mila euro, e consentir la riqualificazione degli accessi dalle due rive, oltre che la disposizione di piccole aree di sosta che saranno attrezzate successivamente. Alano ha inoltre chiesto un finanziamento di 70 mila euro alla Provincia, il recupero della riqualificazione degli accessi dalle due rive, oltre che la di disposizione piccole areegi di assegnato, sosta che per saranno attrezzate successivamente. Alano ha inoltre chiesto un finanziamento 70 mila eurodi alla Provincia, gi assegnato, per il recupero della viabilit storica di una strada in acciottolato difinanziamento epoca alto medievale (per qualcuno potrebbe anche essere tardo romana)della che successivamente. Alano ha inoltre chiesto un di 70 mila euro alla Provincia, gi assegnato, per il recupero viabilit storica di una strada in acciottolato di epoca alto medievale (per qualcuno potrebbe anche essere tardo romana) che collega ilstorica centro di di una Campo allain sponda del torrente. Il finanziamento risponde all'obiettivo della anche valorizzazione turistica del Piave. viabilit strada acciottolato di epoca alto medievale (per qualcuno potrebbe essere tardo romana) che collega il centro di Campo alla sponda del torrente. Il finanziamento risponde all'obiettivo della valorizzazione turistica del Piave. L'intera opera sar resa fruibile non solo per i residenti, ma anche per i turisti, spiega il della sindaco Serenella Bogana, il ponte si collega il centro di Campo alla sponda del torrente. Il finanziamento risponde all'obiettivo valorizzazione turistica del Piave. L'intera opera sar resa fruibile non solo per i residenti, ma anche per i turisti, spiega il sindaco Serenella Bogana, il ponte si inserisce in un sar contesto di interesse storico eresidenti, ambientale, perch collega un spiega itinerario intercomunale che tocca siti come si il L'intera opera resa fruibile non solo per i ma anche per i turisti, il sindaco Serenella Bogana, il ponte inserisce in un contesto di interesse storico e ambientale, perch collega un itinerario intercomunale che tocca siti come il museo civico territoriale dedicato alla Grande guerra, il geosito sul torrente, ovvero uno studio universitario che ne sta studiando inserisce in un contesto di interesse storico e ambientale, perch collega un itinerario intercomunale che tocca siti come il museo civico territoriale dedicato alla Grande guerra, il geosito sul torrente, ovvero uno studio universitario che ne sta studiando la valorizzazione, e il ponte medievale. L'itinerario lambisce il sul massiccio del Grappa inserendosi in un pi ampio contesto di museo civico territoriale dedicato alla Grande guerra, il geosito torrente, ovvero uno studio universitario che ne sta studiando la valorizzazione, e il ponte medievale. L'itinerario lambisce il massiccio del Grappa inserendosi in un pi ampio contesto di percorsi storici. Sar un intervento di valorizzazione del territorio che render pi accessibile ricca di contesto manufatti. la valorizzazione, e il ponte medievale. L'itinerario lambisce il massiccio del Grappa inserendosi unarea in un pi ampio di percorsi storici. Sar un intervento di valorizzazione del territorio che render pi accessibile unarea ricca di manufatti. Quando il finanziamento sar concesso, potranno partire i lavori, da che terminare entro l'anno prossimo, per la costruzione di una percorsi storici. Sar un intervento di valorizzazione del territorio render pi accessibile unarea ricca di manufatti. Quando il finanziamento sar concesso, potranno partire i lavori, da terminare entro l'anno prossimo, per la costruzione di una passerella di legno e acciaio che attraverser il Tegorzo. Il tracciato storico sar ripristinatoper con il recupero della Quando il finanziamento sar concesso, potranno partire i lavori, Il datracciato terminarestorico entro l'anno la costruzione una passerella di legno e acciaio che attraverser il Tegorzo. sar prossimo, ripristinato con il recuperodidella pavimentazione di Campo, costituita prevalentemente di ciottoli e Il pietre, la ricostruzione dei ripristinato muretti perimetrali, la sistemazione passerella di legno e acciaio che attraverser il Tegorzo. tracciato storico sar con il recupero della pavimentazione di Campo, costituita prevalentemente di ciottoli e pietre, la ricostruzione dei muretti perimetrali, la sistemazione delle cunette, la posa di una staccionata e l'installazione della segnaletica. In prossimit del sentiero c' anche la zona di pavimentazione Campo, costituita prevalentemente di ciottoli pietre, la ricostruzione dei muretti perimetrali, la sistemazione delle cunette, ladi posa di una staccionata e l'installazione dellaesegnaletica. In prossimit del sentiero c' anche la zona di Torrotta, dove la siposa trovadiun antico basamento medievale che avrebbe un ulteriore interesse storico, aggiunge il sindaco, delle cunette, una staccionata e l'installazione della segnaletica. In prossimit del sentiero c' anche la zona di Torrotta, dove si trova un antico basamento medievale che avrebbe un ulteriore interesse storico, aggiunge il sindaco, sarebbe dove interessante poterlo ripristinare in un secondo momento. Torrotta, si trova un antico basamento medievale che avrebbe un ulteriore interesse storico, aggiunge il sindaco, sarebbe interessante poterlo ripristinare in un secondo momento. da Il Corriere delle Alpi di domenica 24 marzo 2013 sarebbe interessante poterlo ripristinare in un secondo momento. da Il Corriere delle Alpi di domenica 24 marzo 2013
da Il Corriere delle Alpi di domenica 24 marzo 2013 Dal 15 al 20 aprile il paese ospiter una rassegna enogastromica. Bogana: Unoccasione unica. Dal 15 al 20 aprile il paese ospiter una rassegna enogastromica. Bogana: Unoccasione unica. Dal 15 al 20 aprile il paese ospiter una rassegna enogastromica. Bogana: Unoccasione unica.

Il ponte sul Tegorzo unir Quero e Alano Il ponte sul Tegorzo unir Quero e Il ponte sul Tegorzo unir Quero e Alano Alano

Le specialit enogastronomiche di Alano di Piave e le sue peculiarit storiche e culturali finiscono in rete. L'Azione Borghi Le specialit enogastronomiche di Alano di Piave e le sue peculiarit storiche e culturali finiscono in rete. L'Azione Borghi Europei del Gusto, un'associazione nata tre anni fa lo scopo di promuovere culturefiniscono locali del vecchio continente, ha Le specialit enogastronomiche di Alano di Piave e con le sue peculiarit storiche e le culturali rete. L'Azione Borghi Europei del Gusto, un'associazione nata tre anni fa con lo scopo di promuovere le culture locali delin vecchio continente, ha inserito Alano nella rete promozionale del progetto che dal 2009 collega idealmente borghi e territori europei degni di nota. Dal Europei Alano del Gusto, un'associazione nata anni fa con scopo di promuovere culture locali del vecchio continente, ha inserito nella rete promozionale del tre progetto che dallo 2009 collega idealmentele borghi e territori europei degni di nota. Dal 15 al 20 aprilenella il Comune ospiter unadel serie di iniziative, a 2009 cui parteciperanno rappresentanti delle associazioni locali, cittadini, inserito rete promozionale progetto che dal collega idealmente borghi e territori europei degni di nota. Dal 15 al 20Alano aprile il Comune ospiter una serie di iniziative, a cui parteciperanno rappresentanti delle associazioni locali, cittadini, comunicatori e il giornalisti, per sponsorizzare le iniziative, bont agroalimentari e le eccellenze di un paese ma vivace ricco di 15 al 20 aprile Comune ospiter una serie di a cui parteciperanno rappresentanti dellepiccolo, associazioni locali,e comunicatori e giornalisti, per sponsorizzare le bont agroalimentari e le eccellenze di un paese piccolo, ma vivace ecittadini, ricco di specificit com Alano. Il calendario di incontri bont stato agroalimentari intitolato Piccoli in pizza. La passione dei territori, ema sar seguito da una comunicatori e giornalisti, per sponsorizzare le e le eccellenze di un paese piccolo, vivace e di specificit com Alano. Il calendario di incontri stato intitolato Piccoli in pizza. La passione dei territori, e sar seguito ricco da una troupe della trasmissione multimediale LItalia del gusto, in onda su Sky carpe diem (canale 915) e Caf24tv (canale 666). Gli specificit com Alano. Il multimediale calendario di LItalia incontri del stato intitolato Piccoli in pizza. La passione territori, e sar seguito da una troupe della trasmissione gusto, in onda su Sky carpe diem (canaledei 915) e Caf24tv (canale 666). Gli incontri cominceranno con le eccellenze di montagna (15in aprile), proseguiranno con(canale le terre d'acqua (16), il (canale colore del mare troupe trasmissione multimediale LItalia del gusto, onda su Sky carpe diem e Caf24tv 666). Gli incontridella cominceranno con le eccellenze di montagna (15 aprile), proseguiranno con le terre915) d'acqua (16), il colore del mare (17), i colori del sud Mediterraneo (18), collinando e dintorni (19) e infine lEuropa del gusto (20). Come (16), da programma, mattine incontri cominceranno con le eccellenze di montagna (15 aprile), proseguiranno con le terre d'acqua il colore del mare (17), i colori del sud Mediterraneo (18), collinando e dintorni (19) e infine lEuropa del gusto (20). Come da programma, mattine e pomeriggi impegnati da (18), Qualit vo' cercando nel Basso Feltrino", un ciclo visite e interviste adprogramma, attori e imprenditori (17), i colori saranno del sud Mediterraneo collinando e dintorni (19) e infine lEuropa deldi gusto (20). Come da mattine e pomeriggi saranno impegnati da Qualit vo' cercando nel Basso Feltrino", un ciclo di visite e interviste ad attori e imprenditori del territorio,saranno mentre le cene, ospitate dalla vo' pizzeria da Ezio di Alano, avranno come tema alcuni fil con protagonisti gli attori e pomeriggi impegnati da Qualit cercando nel Basso Feltrino", un ciclo di visite e interviste ad attori e imprenditori del territorio, mentre le cene, ospitate dalla pizzeria da Ezio di Alano, avranno come tema alcuni fil con protagonisti gli attori della promozione e della rivitalizzazione del territorio, come le pro loco di Alano, Quero e Fener, le associazioni sportive, le del territorio, mentre le cene, ospitate dalla pizzeria da come Ezio di avranno come tema e alcuni fil protagonisti gli attori della promozione e della rivitalizzazione del territorio, leAlano, pro loco di Alano, Quero Fener, le con associazioni sportive, le imprese agricole, il consorzio Dolomiti Prealpi e il museo storico sulla Grande Guerra. E unopportunit unica per il nostro della promozione e della rivitalizzazione del territorio, come le pro loco di Alano, Quero e Fener, le associazioni sportive, le imprese agricole, il consorzio Dolomiti Prealpi e il museo storico sulla Grande Guerra. E unopportunit unica per il nostro territorio avere chi ce lo promuove gratuitamente perch storico innamorato delle nostre meraviglie, afferma ilunica sindaco di Alano imprese agricole, il consorzio Dolomiti Prealpi e il museo sulla Grande Guerra. E unopportunit per il nostro territorio avere chi ce lo promuove gratuitamente perch innamorato delle nostre meraviglie, afferma il sindaco di Alano Serenella Bogana, come amministrazione abbiamo aderito con il nostro patrocinio alla possibilit che le nostre bellezze e i territorio avere chi come ce lo promuove gratuitamente perch innamorato delle nostre meraviglie, afferma sindaco di Alano Serenella Bogana, amministrazione abbiamo aderito con il nostro patrocinio alla possibilit che le ilnostre bellezze e i nostri prodotti sianocome diffusi a livello nazionaleabbiamo e addirittura al di fuori dei confini italiani.alla Il nostro un turismo che si bellezze pu definire Serenella Bogana, amministrazione aderito con il nostro patrocinio possibilit che le nostre e i nostri prodotti siano diffusi a livello nazionale e addirittura al di fuori dei confini italiani. Il nostro un turismo che si pu definire minore, conclude il primo cittadino, ma comunque unico, perch in poco spazio possiamo andare dal Piave al Grappa con nostri prodotti siano diffusi a livello nazionale e addirittura al di fuori dei confini italiani. Il nostro un turismo che si pu definire minore, conclude il primo cittadino, ma comunque unico, perch in poco spazio possiamo andare dal Piave al Grappa con tappe intermedie come le nostre malghe, gi apprezzate durante il periodo estivo perch offrono un ambiente naturale e storico minore, conclude il primo cittadino, ma comunque unico, perch in poco spazio possiamo andare dal Piave al Grappa con tappe intermedie come le nostre malghe, gi apprezzate durante il periodo estivo perch offrono un ambiente naturale e storico unico, ad un costo accessibile, che di questi tempi non poco. tappe intermedie come le nostre malghe, gi apprezzate durante il periodo estivo perch offrono un ambiente naturale e storico unico, ad un costo accessibile, che di questi tempi non poco. da Il Corriere delle Alpi di marted 2 aprile 2013 unico, ad un costo accessibile, che di questi tempi non poco. da Il Corriere delle Alpi di marted 2 aprile 2013

Alano di Piave tra i borghi europei del gusto Alano Alano di di Piave Piave tra tra i i borghi borghi europei europei del del gusto gusto

A Scalon via Bezzet ritornata allantico splendore grazie a un corposo intervento eseguito di recente. La riqualificazione di A Scalon via Bezzet ritornata allantico splendore grazie a un corposo intervento eseguito di recente. La riqualificazione di via Bezzet - Bezzet come spiega il vicesindaco Cristian Corr -a rientra nel piano volto a un importante investimento della nostra A Scalon via ritornata allantico splendore grazie un corposo intervento eseguito di recente. La riqualificazione di via Bezzet - come spiega il vicesindaco Cristian Corr - rientra nel piano volto a un importante investimento della nostra amministrazione che ha quale scopo finale la riqualificazione di Scalon, borgo rappresentativo dei piccoli Comuni che via Bezzet come spiega il vicesindaco Cristian Corr rientra nel piano volto a un importante investimento della nostra amministrazione che ha quale scopo finale la riqualificazione di Scalon, borgo rappresentativo dei piccoli Comuni che costituiscono il fulcro della pedemontana bellunese che comprende anche il Comune di Vas. L'intervento, nello specifico, amministrazione che vitale ha quale scopo finale la riqualificazione di Scalon, borgo rappresentativo dei piccoli Comuni che costituiscono il fulcro vitale della pedemontana bellunese che comprende anche il Comune di Vas. L'intervento, nello specifico, ha visto lo spostamento del muro a sassi che fiancheggia la strada alla cui realizzazione hanno fornito il loro importante costituiscono il fulcro vitale della pedemontana bellunese che comprende anche il Comune di Vas. L'intervento, nello specifico, ha visto lo spostamento del muro a sassi che fiancheggia la strada alla cui realizzazione hanno fornito il loro importante contributo i ragazzi appartenenti allassociazione S". la Tale spostamento ha permesso hanno di allargare la sede Sono ha visto lo spostamento del muro a sassi che "Giovani fiancheggia strada alla cui realizzazione fornito il loroviaria. importante contributo i ragazzi appartenenti allassociazione "Giovani S". Tale spostamento ha permesso di allargare la sede viaria. Sono inoltre stati predisposti gli allacciamenti alla fognatura ed stato effettuato il necessario per interrare la linea dellEnel. La contributo i ragazzi appartenenti allassociazione "Giovani Tale spostamento ha permesso allargarela lalinea sede dellEnel. viaria. Sono inoltre stati predisposti gli allacciamenti alla fognatura edS". stato effettuato il necessario perdiinterrare La pavimentazione stata eseguita in porfido di due tipologie. A breve dovrebbe iniziare la sistemazione di unaltra area costituita inoltre stati predisposti gli allacciamenti alla fognatura ed stato effettuato il necessario per interrare la linea dellEnel. La pavimentazione stata eseguita in porfido di due tipologie. A breve dovrebbe iniziare la sistemazione di unaltra area costituita da una piazzettaall'interno della quale si trova un'antica fontana attorno alla cui base prevista la posa di una pavimentazione pavimentazione stata eseguita in porfido di due tipologie. A breve dovrebbe iniziare la sistemazione di unaltra area costituita da una piazzetta all'interno della quale si trova un'antica fontana attorno alla cui base prevista la posa di una pavimentazione in pietra. Il progetto, redatto dallarchitetto Stefania Mondin, prevede esborso di140 mila la euro dei 71 mila sono a da una piazzetta all'interno della quale si trova un'antica fontana attornoun alla cui base prevista posa diquali una pavimentazione in pietra. Il progetto, redatto dallarchitetto Stefania Mondin, prevede un esborso di 140 mila euro dei quali 71 mila sono a carico dellAts e 69mila a carico del Comune di Vas che ha potuto usufruire di due contributi di 15 mila euro (Bim) e 54 mila in pietra. Il progetto, redatto dallarchitetto Stefania Mondin, prevede un esborso 140 mila dei quali 71 mila sono a carico dellAts e 69mila a carico del Comune di Vas che ha potuto usufruire di duedi contributi dieuro 15 mila euro (Bim) e 54 mila euro (Regione). Gli interventi nella piccola frazione di Scalon - tiene a precisare il contributi vicesindaco - erano preventivati da molti carico dellAts e 69mila a carico del Comune di Vas che ha potuto usufruire di due di 15 mila euro (Bim) e 54 mila euro (Regione). Gli interventi nella piccola frazione di Scalon - tiene a precisare il vicesindaco - erano preventivati da molti anni. Li abbiamo rinviati pi volte perch lalternativa quella di ricoprire la strada con asfalto facendole perdere lemolti sue euro Gli interventi nella piccola frazione di era Scalon - tiene a precisare il vicesindaco - erano preventivati da anni. (Regione). Li abbiamo rinviati pi volte perch lalternativa era quella di ricoprire la strada con asfalto facendole perdere le sue peculiarit. La scelta di attendere alla finelalternativa ha portato era i suoi fruttidi costituiti dall'individuazione dei contributi necessari per la anni. Li abbiamo rinviati pi volte perch quella ricoprire la strada con asfalto facendole perdere le sue peculiarit. La scelta di attendere alla fine ha portato i suoi frutti costituiti dall'individuazione dei contributi necessari per la realizzazione di una adeguata pavimentazione. peculiarit. La di attendere alla fine ha portato i suoi frutti costituiti dall'individuazione dei contributi necessari per la realizzazione discelta una adeguata pavimentazione. da Il Gazzettino di marted 2 aprile 2013 realizzazione di una adeguata pavimentazione. da Il Gazzettino di marted 2 aprile 2013
da Il Gazzettino di marted 2 aprile 2013

Nuova vita per la viabilit interna di Scalon Nuova Nuova vita vita per per la la viabilit viabilit interna interna di di Scalon Scalon

da Il Corriere delle Alpi di marted 2 aprile Il Comune di Vas, con lassociazione Giovani S, ha rifatto la pavimentazione di via Bezzet Il Comune di Vas, con lassociazione Giovani S, ha rifatto la pavimentazione di via Bezzet Il Comune di Vas, con lassociazione Giovani S, ha rifatto la pavimentazione di via Bezzet

2013

attualit

L'Associazione Internazionale Azione Borghi Europei del Gusto e l'Associazione l'Altratavola organizzano da sabato 8 a domenica 15 giugno in una Malga del Comune di Alano di Piave (Bl), la sesta edizione del Festival Europeo del Gusto, sul tema La Montagna dell'Informazione. Parteciperanno all'iniziativa rappresentanti di Istituzioni, Associazioni e Aziende, Giornalisti e Comunicatori di oltre dieci paesi europei e dieci regioni italiane, con conferenze stampa ed interviste in diretta, degustazioni commentate, il laboratorio di Comunicazione, l'intervento multimediale de L'Italia del Gusto (radio tv web) e, infine, gli incontri a Convivio. Quindici giorni dedicati ai borghi dItalia e dEuropa, che hanno tanto da raccontare e da vivere, a tavola e non solo. Slovenia, Grecia, Croazia, Svizzera (Canton Ticino), Austria, Germania,Francia, Montenegro, Malta, Spagna, San Marino, Albania, Romania, Irlanda e Lussemburgo i Paesi europei invitati. Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Calabria, Lazio, Campania, Sicilia, Trentino Alto Adige e Puglia, le regioni italiane partecipanti. Gli incontri di informazione si svilupperanno seguendo i temi delle diverse azioni (circuiti di informazione che comprendono borghi e territori poco conosciuti, uniti dal medesimo obiettivo di comunicare e valorizzare la propria storia ,la propria cultura e la propria economia). Le Terre legate alla storia della religione ( rete di Santa Fosca, le Terre Benedettine) ; alla storia del Vino (Eurovinum); ai Luoghi della Grande Guerra; al mondo dello Sport; alle Ferrovie Dimenticate; alla storia romana e bizantina; agli Itinerari Napoleonici: questo il film di esperienze raccontate e riprese. Ma il Festival apre nel 2013 ad una riflessione approfondita verso i Piccoli (ma Grandi) Paesi d'Europa e alla loro realt culturale ed economica. Interverranno testimonial, per presentare e spiegare cosa vuol dire vivere in questi Paesi. Su questo punto si gioca anche, dopo cinque edizioni, la capacit della rete dei Borghi Europei del Gusto di rinnovarsi e costituire un polo informativo di nuova concezione, al di fuori dagli stantii esempi che caratterizzano il panorama nazionale ed internazionale di questi nostri tempi burrascosi.

Il VI Festival Europeo del Gusto ad Alano di Piave

tratto da: http://iraccontidelbuonevento.blogspot.it/ e vi consigliamo anche di leggere: http://piccoliinpizza.blogspot.it/

Vas Salerno in bicicletta


segnalazione di Cristian Corr
Lagosto dellanno scorso Alessio, Cristian e Mirko sono partiti da Vas in bicicletta con destinazione Sud Italia. Dopo aver superato il Passo della Raticosa, il passo della Futa, la Toscana transitando per Firenze, per la Val dElsa, Siena, Montepulciano, un passaggio dallamico Giancarlo Petrizza a Poggio Nativo nel Lazio dove sono stati rifocillati per bene, poi Roma, Napoli e tutta la Costiera Amalfitana, sono arrivati dopo 12 giorni, 10 tappe, tanto dislivello, caldo africano e 1000 km percorsi a Salerno. La voglia di continuare verso la Sicilia era tanta, ma purtroppo le vacanze volgevano alla fine, quindi impacchettamento delle bici e ritorno in treno. Due mtb con portapacchi ed una bici da corsa con carrello al seguito i mezzi impiegati. Pernotti sempre in tenda. Nessun imprevisto registrato n alle bici n ai fisici. Tanti gli incontri lungo il percorso sempre cordiali e caratterizzati da uno spirito sempre propositivo e disponibile allaiuto. Un viaggio spensierato, sano ed ecologico che permette di godere a pieno delle bellezze della nostra Italia, e che strizza locchio al buon mangiare ed al buon bere non mancando mai n lappetito, n la sete!

attualit

Le Amministrazioni comunali di Alano di Piave, Quero, Vas, Pederobba, Segusino e Valdobbiadene, le Biblioteche e le Scuole dei sei comuni, insieme alle Associazioni Arianova, Drioghe a la stela, Libera, Libero Pensiero hanno avviato un progetto per la promozione nel nostro territorio di nuove forme di partecipazione dei cittadini di ogni et alla vita collettiva: COME SASSI NELL'ACQUA . Il lavoro si fonda sulla realizzazione di un percorso condiviso che mira a costituire una rete di cittadini che operi per la promozione umana, sociale, ambientale del nostro territorio e che possa approfondire la riflessione e la formazione rispetto ai temi della giustizia, legalit, democrazia, progettazione partecipata, perch ogni cittadino, di ogni et, possa diventare protagonista della vita della comunit locale. Per iniziare insieme questo percorso ci sembra opportuno conoscere alcune "buone pratiche" che in questo ambito sono gi state realizzate dalle quali poter prendere spunto per discutere e avviare un nostro progetto insieme a tutti i cittadini che vorranno mettersi in gioco. Ecco perch Vi invitiamo a partecipare a

Come sassi nell'acqua: Un progetto di cittadinanza attiva

attualit

NEL MARE DELLE STORIE


Ascoltare storie davvero un piacere, l'ascolto lascia immaginare luoghi e situazioni mai viste e allarga l'esperienza ... adulti e bambini amano ascoltare, ma anche raccontare, ecco perch nata la proposta "NEL MARE DELLE STORIE" un'oretta per tuffarsi in biblioteca ed immergersi in racconti fantastici. L'iniziativa ha preso vita grazie ai Caratteri Mobili, un appassionato gruppo di lettori volontari, che due volte al mese regala storie ai bambini in biblioteca ad Alano. E allora se vi piace immergervi nel mare delle storie, non mancare ai prossimi appuntamenti! info: 0439778718 e per i pi piccini c'

Storie, filastrocche e piccole canzoni con Giorgia Golfetto

COCCOLAmamma
Marted 23 aprile alle 17
in Biblioteca ad Alano
Un momento per stare insieme in biblioteca dedicato alle mamme, ai pap e ai loro bambini da 2 a 5 anni.

continuano anche gli INCONTRI DOPO IL PARTO, momenti per condividere l'esperienza del parto, per parlare di allattamento, massaggi al neonato, sviluppo, giochi, pappe e pannolini, che l'Ostetrica del Consultorio Famigliare dell'ULSS2 di Feltre propone alle mamme ogni marted alle 14 in Biblioteca ad Alano e a Quero.
Per qualsiasi informazione ci si pu rivolgere direttamente al Consultorio familiare 0439.883170.

Primo e terzo marted ad Alano, secondo e quarto a Quero

Vieni in biblioteca c' qualcosa per te, segui le news sul profilo FACEBOOK!

cronaca

sportelli al pubblico sino alle ore 16.35, per assicurare cos un miglior servizio di di Silvio Forcellini consulenza. Questo, di conseguenza, il nuovo orario di apertura al pubblico: il mattino dalle informa ore 8.20 alledal ore22 12.45 con diFener cassaprolungher e di consulenza e con acUnicredit che, aprile, la servizio filiale di lapertura degli cesso alle sicurezza; pomeriggio dalle orecos 14.35 ore servizio 16.35 con sportelli al cassette pubblico di sino alle ore il 16.35, per assicurare unalle miglior di servizio di consulenza e di cassa self-service. Dal 22 aprile, di quindi, il servizio il di cassaorario tradizionale e laccesso alle cassetconsulenza. Questo, conseguenza, nuovo di apertura al pubblico: il matte di sicurezza sar disponibile al mattino, al 8.20 pomeriggio - per esigenze di consulenza prelievi, versamenti o tino mentre dalle ore alle ore 12.45 con servizio di cassa o eper di consulenza e con acpagamenti self-service - le porte rimarranno al pubblico sino alle ore 16.35. cessoaperte alle cassette di sicurezza; il pomeriggio dalle ore 14.35 alle ore 16.35 con servizio di consulenza e di cassa self-service. Dal 22 aprile, quindi, il servizio di cassa tradizionale e laccesso alle cassette di sicurezza sar disponibile al mattino, mentre al pomeriggio - per esigenze di consulenza o per prelievi, versamenti o pagamenti self-service - le porte rimarranno aperte al pubblico sino alle ore 16.35.

Filiale Unicredit di Fener, al pomeriggio prolungato lorario apertura al pubblico Filiale Unicredit didi Fener, al pomeriggio di Silvio Forcellini prolungato lorario di dal apertura al pubblico Unicredit informa che, 22 aprile, la filiale di Fener prolungher lapertura degli

Escursione a Madal Escursione a Madal

Il 25 marzo 2013 Marco Mondin, residente a Campo di Alano di Piave, ha conseguito presso la facolt di Ingegneria di Trento la Laurea Magistrale Ingegneria Architettura con Il 25 marzoin 2013 Marco Edile Mondin , residente a punteggio 98/110. della tesi: presBorCampo di Alano di Argomento Piave, ha conseguito go Valsugana il fiume Brenta, rischio esonso la facolt die Ingegneria di Trento la Laurea dazione e qualit urbana con relatori i profesMagistrale in Ingegneria Edile Architettura con sori G. Massari e P. Bertola. Si congratulano punteggio 98/110. Argomento della tesi: BorconValsugana Marco i genitori Luciano ed rischio Elvira, la sogo e il fiume Brenta, esonrella Chiara, gliurbana amici con ed relatori i parenti per dazione e qualit i profeslimpegno nello studio ed il risultato raggiunto. sori G. Massari e P. Bertola. Si congratulano Buona fortuna !!! con Marco i genitori Luciano ed Elvira, la sorella Chiara, gli amici ed i parenti per limpegno nello studio ed il risultato raggiunto. Buona fortuna !!!

Per Marco Mondin laurea magistrale Per Marco Mondin in Ingegneria Edile laurea magistrale Architettura in Ingegneria Edile Architettura

Dal nostro abbonato alanese Livio Rizzotto riceviamo due foto relative a un'escursione che i suoi figli, Gianluca di sedici anni e Leonardo di undici, hanno effettuato in localit Madal il giorno 17 gennaio 2013. Gianluca e Leonardo Rizzotto, amanti delle escursione in montagna, sono partiti a piedi con le ciaspe da Riva del Col e, seguendo la strada detta dei Much, sono arrivati in localitLivio Madal. Le foto sono state scattate in corrispondenza dellAlpino realizzato da Giovanni ButDal nostro abbonato alanese Rizzotto riceviamo due foto relative a un'escursione che i suoi figli, Gianluca di sedici tol ee dal figlio Gianantonio di cui gi in passato avevamo pubblicato alcune notizie e relative foto) del vicino Rizzotto capitello. anni Leonardo di undici, (e hanno effettuato in localit Madal il giorno 17 gennaio 2013. Gianluca ee Leonardo , Nella foto ritratto Leonardo Rizzotto. Ultima curiosit: la neve raggiungeva nelloccasione settanta centimetri amanti delle escursione in montagna, sono partiti a piedi con le ciaspe da Riva del Col e,i seguendo la stradacirca. detta dei Much, sono arrivati in localit Madal. Le foto sono state scattate in corrispondenza dellAlpino realizzato da Giovanni Buttol e dal figlio Gianantonio (e di cui gi in passato avevamo pubblicato alcune notizie e relative foto) e del vicino capitello. Nella foto ritratto Leonardo Rizzotto. Ultima curiosit: la neve raggiungeva nelloccasione i settanta centimetri circa.

cronaca

una prova cinofila per cani da seguita su lepredi organizLuigi Codemo zata dalla Riserva Alpina di Caccia in collaborazione con la Domenica 24 SIPS. marzoLa 2013 nel territorio di Alanola siassegna svolta associazione competizione prevedeva una prova cinofila per cani da seguita su lepre organizzione del quinto trofeo alla memoria di Gianfranco Cozata dalla Riserva Alpina di in collaborazione con la sta, grande appassionato edCaccia intenditore della razza segugio associazione SIPS. La competizione e per tanti anni Presidente della RAC prevedeva di Alano. la assegnazione del quinto trofeo alla memoria di Gianfranco CoNonostante il tempo poco favorevole, la partecipazione sta, grande appassionato ed intenditore della razza segugio stata numerosa con 21 iscritti provenienti da tutta la provine per tanti anni Presidente della RAC di Alano. cia di Belluno. Lorganizzazione e lo svolgimento della maniNonostante il tempo poco favorevole, la partecipazione festazione sono stati regolari ed ampiamente apprezzati dai stata numerosa con 21 iscrittidi provenienti da ha tutta la provinpartecipanti. Labbondanza selvaggina permesso a cia Lorganizzazione e lo svolgimento manituttidi i Belluno. cani di competere ed esprimere le proprie della qualit per festazione sono stati regolari ed ampiamente apprezzati dai la soddisfazione dei conduttori. partecipanti. Labbondanza di selvaggina ha permesso a I giudici di gara sono stati i signori Licini Aldivo, Moret Ertutti i cani di competere ed esprimere le proprie qualit per mes, Scariot Antonio e Roni Ezio. Vincitore del trofeo risulla soddisfazione dei conduttori. tato il signor Loris Vieceli di Santa Giustina (nella foto soI giudici di gara sono stati i signori Licini Aldivo, Moret Er- pra). Numerosi anche gli altri concorrenti qualificati. mes, Scariot Antonio e Roni Ezio. Vincitore del trofeo risulLa direzione della Riserva ringrazia tutti i partecipanti, gli ortato il signor Loris Vieceli di Santa Giustina (nella foto soganizzatori, i giudici, gli accompagnatori, gli sponsor e in pra). Numerosi anche gli altri concorrenti qualificati. modo particolare la signora Cravin Maria, assente alla preLa direzione Riserva ringrazia tutti i partecipanti, gli ormiazione per della motivi di salute. ganizzatori, i giudici, gli accompagnatori, gli sponsor e in modo particolare la signora Cravin Maria, assente alla premiazione per motivi di salute.

Ad Alano il 5 Trofeo Gianfranco Costa di Luigi Codemo Ad Alano il 5 Trofeo Domenica 24 marzo 2013 nel territorio di Alano si svolta Gianfranco Costa

Nozze doro a Caorera segnalazione di Vanna Zanella Nozze a , Caorera Luciano Gallina e doro Vittorina Tieppo di Caorera, hanno re-

Au revoir, Henri! Anche Gian Enrico Simioni se n andato. Una crudele malattia, in atto ormai da 5 anni, se lo portato via, lasciando nel Au dolore la moglie Gisella, Henri! le figlie Fulvia, Silvia e Mara, la nipote Tarevoir, mara, la sorella Graziella, i cognati, i nipoti e gli amici.

centemente festeggiato il bel traguardo dei cinquantanni di segnalazione di Vanna Zanella matrimonio (si erano infatti sposati a Marziai il 2 febbraio Luciano Gallina e fianco, Vittorina Tieppo, attorniati di Caorera, re1963). Nella foto a li vediamo dai hanno figli, dalla centemente festeggiato il bel traguardo dei e cinquantanni di nuora e dai nipoti. Per loccasione Luciano Vittorina desimatrimonio (si erano a Marziai 2 febbraio derano salutare, dalle infatti paginesposati del Tornado, tutti iil loro parenti 1963). Nella e foto a fianco, li vediamo attorniati dai figli, dalla in Piemonte in Belgio. nuora e dai nipoti. Per loccasione Luciano e Vittorina desiderano salutare, dalle pagine del Tornado, tutti i loro parenti in Piemonte e in Belgio.

Anche Gian Enrico Simioni se n andato. Una crudele malattia, in atto ormai da 5 anni, se lo Nato nel 1932, Gianrico emigra a Ginevra dopo una breve esperienza di lavoro in Cadore. Per portato via, lasciando nel dolore la moglie Gisella, le figlie Fulvia, Silvia e Mara, la nipote Ta42 anni opera nel settore delledilizia, come gruista. Rientrato in Italia nel 1997, ultima la sistemara, la sorella Graziella, i cognati, i nipoti e gli amici. mazione della sua bella casa in Arap, dove vive con Gisella, Nato nel 1932, Gianrico emigra a Ginevratra dopo una breve esperienza di lavoro in Cadore. immerso i fiori e in compagnia di ogni specie di animali,Per da 42 anni opera nel settore delledilizia, Rientrato in Italia nel 1997, ultima la sistecortilecome e no, gruista. uccelli rari, tartarughe, capre, cani e gatti compremazione della sua bella casa in Arap, dove vive con Gisella, si, e perfino uniguana immerso tra i fiori e in compagnia di ogni specie di animali, da Personaggio tranquillo, affabile e disponibile, Gianrico ama la vita tranquilla tra le sue cortile e no, uccelli rari, tartarughe, capre, cani e gatti comprepiante. Dotato di un invidiabile pollice verde, coltiva con successo qualsiasi tipo di fiori. si, e perfino uniguana Nelle sue non frequenti apparizioni in paese, cerca la compagnia dei vecchi amici e, pur Personaggio affabile e disponibile, Gianrico ama la vitasua tranquilla le con sue non essendo tranquillo, di moltissime parole, non disdegna di dar prova della innata tra ironia piante. di un invidiabile pollice verde, che coltiva con successo qualsiasi tipo di fiori. battute Dotato fulminanti. Ricordo la grande amicizia lo legava a mio fratello Orazio, che lo Nelle sue non frequenti in paese, titolo cerca compagnia dei vecchi amici e, Letpur ribattezz Henri, conte apparizioni delle alte Calchre, ala cui Gianrico teneva moltissimo. non di Tornado, moltissime ne parole, non disdegna di dar anche prova della suadi innata tore essendo attento del aveva imposto la lettura al gatto casa,ironia comecon tebattute fulminanti. la grande amicizia chenon lo legava fratello Orazio, che lo stimonia la piccola Ricordo foto in calce. Con quali risultati dato a dimio sapere ribattezz Henri, conte delle alte Calchre, titolo a cui Gianrico teneva moltissimo. LetCommossi, salutiamo con sincero rimpianto il caro amico che ci ha lasciato, formulando le pi sentite condoglianze a Gitore attento del Tornado, ne aveva imposto la lettura anche al gatto di casa, come tesella, alle figlie, alla nipote (le mie cinque donne, come amava chiamarle) e ai parenti tutti. stimonia la piccola foto in calce. Con quali risultati non dato di sapere Piero Piccolotto Commossi, salutiamo con sincero rimpianto il caro amico che ci ha lasciato, formulando le pi sentite condoglianze a Gisella, alle figlie, alla nipote (le mie cinque donne, come amava chiamarle) e ai parenti tutti. Piero Piccolotto

10

LETTERE AL TORNADO

Cambio al vertice per lassociazione. A seguito delle dimissioni del presidente Giuliano Spilimbergo, che dopo due anni alla guida dellassociazione ha chiesto di essere sostituito a Cambio vertice per lassociazione. A inseguito dimissioni del presidente Giuliano causa delal sovrapporsi di impegni personali, data 16delle marzo il direttivo di Libero Pensiero ha Spilimbergo , che dopo due anni alla guida dellassociazione ha chiesto di essere sostituito a provveduto a nominare nuovo presidente dellassociazione Silvestro Forcellini, che ha ceduto causa del sovrapporsi di impegni personali, in data 16 marzo il direttivo di Libero Pensiero ha cos la precedente carica di vicepresidente al consigliere Luigi Mozzelin. Le due nuove nomine, provveduto a nominare nuovo presidente dellassociazione Silvestro Forcellini , che ha ceduto che resteranno in carica fino alla scadenza di mandato del prossimo anno, sono state votate cos la precedente carica di vicepresidente al consigliere Luigi Mozzelin . Le due nuove nomine, allunanimit dallorgano direttivo. Lassociazione ringrazia Spilimbergo, che continuer a dare il proprio apporto allinterno del cheper resteranno inecarica fino alla scadenza di mandato del prossimo anno, sono state votate direttivo nel ruolo di consigliere, limpegno le responsabilit assunte durante il suo biennio augurando un buon lavoro al allunanimit dallorgano direttivo. Lassociazione ringrazia Spilimbergo, che continuer dare il proprio apporto allinterno del nuovo presidente. Il direttivo ricorda inoltre che lassociazione rimane sempre aperta a alle proposte e al contributo di quanti direttivo nel e ruolo di consigliere, limpegno e le vogliono responsabilit assunte durante alle il suo biennio augurando un buon lavoro al hanno idee progetti da proporreper o semplicemente dare un loro contributo diverse iniziative. nuovo presidente. Il direttivo ricorda inoltre che lassociazione rimane sempre aperta alle proposte e al contributo di quanti hanno idee le e progetti da attivit proporre o semplicemente vogliono dare trimestre un loro contributo alle diverse iniziative. Di seguito principali effettuate nel 2012 e nel primo del 2013 dallassociazione Di seguito le principali attivit nel 2012 e LUGLIO nel primo trimestre del 2013 dallassociazione VILLA CINESPA DI ALANO DIeffettuate PIAVE GENNAIO : Corso di yoga / APRILE : Festa dellassociazione con serata musicale (musica revival anni 50 & 60) con Trio Porco Live / GIUGNO: Maxischermo per il Campionato Europeo di calcio / VILLA CINESPA DI orticultura ALANO DI PIAVEcon GENNAIO - LUGLIO : Corso di yoga / NOVEMBRE APRILE : Festa dellassociazione con serata GIUGNO : Corso di naturale M. Flora, agrotecnico / OTTOBRE : Corso di frutticoltura naturale / musicale (musica revival anni 50 &(due) 60) con Trio Porco Live GIUGNO: Maxischermo per il Campionato Europeo calcio / NOVEMBRE - DICEMBRE : Corsi di cucina vegana // DICEMBRE : Rassegna cinematografica Italian Pulp.di Quando i GIUGNO : Corso di orticultura naturale con Flora,su agrotecnico / OTTOBRE - NOVEMBRE : Corso alla di frutticoltura / maestri eravamo noi. / GENNAIO 2013 : M. Lezione arte italiana del Novecento e visita guidata mostra di naturale Bassano NOVEMBRE - DICEMBRE : Corsi (due) di cucina vegana / DICEMBRE : Rassegna cinematografica Italian Pulp. Quando i Novecento Italiano. maestri eravamo noi. / GENNAIO 2013 : Lezione su arte italiana del Novecento e visita guidata alla mostra di Bassano Novecento Italiano. EX PALESTRINA COMUNALE DI ALANO DI PIAVE LUGLIO: Presentazione del libro Meno e meglio di M. Pallante e conferenza dellautore sul tema della Decrescita Felice (in collaborazione con il gruppo Ricicliamo Basso Feltrino). EX PALESTRINA COMUNALE DI ALANO DI PIAVE LUGLIO: Presentazione del libro Meno e meglio di M. Pallante e conferenza dellautore sul tema della Decrescita Felice (in collaborazione con il gruppo Ricicliamo Basso Feltrino). PARCO DEL PIAVE DI FENER LUGLIO - AGOSTO : Summer on the Riverside (in collaborazione con la Pro Loco di Fener) : Cinema per bambini: Rango di G.Verbinski - Teatro: Il Naso di N. GogoL (con le Farine Fossili) - Serata dj anni 80- 90 PARCO DEL PIAVE FENER LUGLIOdi - AGOSTO : Summer Riverside (in collaborazione con la Pro Loco diistintivo Fener) The dark side of theDI River, esibizione gruppi musicali locali on perthe tutta la giornata - Dj Hector: Hc/Punk/Indies - Tiro : Cinema bambini: Rango di G.Verbinski - Teatro: Il Naso di N. GogoL (con su le Farine Fossili) -con Serata dj anni 80con larcoper tradizionale, dimostrazione e prove aperte a tutti - Prova di arrampicata parete artificiale istruttori aperta a90 tutti The dark side of the River, esibizione di gruppi musicali locali per tutta la giornata Dj Hector: Hc/Punk/Indies Tiro istintivo - Percorsi in equilibrio su slackline - Serata di racconti ed immagini con lalpinista Francesco Gherlenda - Cinema: This must be con place larco tradizionale, dimostrazione e prove :aperte a tutti - Prova arrampicata su parete artificiale con istruttori a tutti the di P. Sorrentino / SETTEMBRE Reset Festival : di Musica live - Spettacoli e iniziative per bimbi aperta - Mercatino - Percorsi in equilibrio su slackline - Serata di racconti ed immagini con lalpinista Francesco Gherlenda - Cinema: This must be artigianale - Mercatino Km 0. the place di P. Sorrentino / SETTEMBRE : Reset Festival : Musica live - Spettacoli e iniziative per bimbi - Mercatino artigianale - Mercatino Km 0.QUERO OTTOBRE : Spettacolo teatrale La Scelta con M. Cortesi e M. Moschini a favore di CENTRO CULTURALE DI Amnesty International (in collaborazione con la biblioteca dellUnione di Quero e Vas). CENTRO CULTURALE DI QUERO OTTOBRE : Spettacolo teatrale La Scelta con M. Cortesi e M. Moschini a favore di Amnesty International collaborazione la biblioteca dellUnione di Quero e Vas). in occasione dellevento Live in alta PIANCAVALLO (PN) (in FEBBRAIO 2013 con : Gita di due giorni sulla neve di Piancavallo quota, appuntamento che ha coinvolto una quarantina PIANCAVALLO (PN) FEBBRAIO 2013 : Gita di due giorni sulla nevedi di Piancavallo in occasione ragazzi (nella foto a fianco). dellevento Live in alta quota, appuntamento che ha coinvolto una quarantina di ragazzi (nellaASSOCIAZIONI foto a fianco). DI ALANO DI PIAVE SALA DELLE

Notizie dallassociazione Libero Pensiero Notizie dallassociazione Libero Pensiero

MARZO 2013 : Aperspring, festa dellassociazione SALA DELLE ASSOCIAZIONI DI ALANO DI PIAVE con aperitivo e porchetta. MARZO 2013 : Aperspring, festa dellassociazione con aperitivo e porchetta. SALA PROVE INSONORIZZATA Gestione per tutto

lanno della sala prove insonorizzata di Villa Cinespa a SALA PROVE INSONORIZZATA Gestione per tutto disposizione di band locali. lanno della sala prove insonorizzata di Villa Cinespa a disposizione di band locali. COLLABORAZIONI E PROGETTI Nel corso dellanno

lassociazione ha inoltre collaborato a diverse COLLABORAZIONI PROGETTI Nel corso da dellanno manifestazioni ed E iniziative promosse altre lassociazione ha inoltre collaborato a associazioni locali, oltre che aver partecipato diverse a due manifestazioni iniziative promosse da altre progetti regionalied in collaborazione con i comuni di associazioni locali, oltre che aver partecipato a due Alano e Quero, la biblioteca di Alano e la biblioteca progetti regionali in ecollaborazione con i comuni di dellUnione di Quero Vas. Alano e Quero, la biblioteca di Alano e la biblioteca dellUnione di Quero e Vas. e le prossime attivit in programma nel prosieguo del 2013 e le diverse prossime attivitin in programma programma nelilprosieguo Sono le attivit per prosieguo del del 2013 2013. Attivit come sempre a 360 che spazieranno dalle attivit culturali pi diversificate a quelle maggiormente ludiche ed aggreganti. Questi gli eventi con data certa: Sono diverse le attivit in programma per il prosieguo del 2013. Attivit come sempre a 360 che spazieranno dalle attivit culturali pi diversificate a quelle maggiormente ludichedi ed aggreganti. Questi gli eventi con data certa: CINEFORUM FILM NELLA STORIA a Villa Cinespa Alano : marted 9 aprile Il mestiere delle Armi di E. Olmi (ore 20.45) -

Fener nellambito di un progetto regionale. 15 giugno : CONCERTO AL PARCO DEL PIAVE DI FENER in collaborazione con il Punto Giovani di Quero e la Pro Loco di Fener nellambito di un progetto regionale. 30-31 agosto - 1 settembre : RESET FESTIVAL al Parco del Piave di Fener. 30-31 agosto - 1 settembre : RESET FESTIVAL al Parco del Piave di Fener.

marted16 aprile Aguirre, furore di Dio di W. Herzog (ore 20.45) - domenica 16 aprile I Diavoli di K. Russell (ore 17.00). CINEFORUM FILM NELLA STORIA a Villa Cinespa di Alano : marted 9 aprile Il mestiere delle Armi di E. Olmi (ore 20.45) marted16 Aguirre, AL furore di Dio di W. Herzog 20.45) domenica 16 aprile I Diavoli di K. Russell (ore 17.00). 15 giugno aprile : CONCERTO PARCO DEL PIAVE DI(ore FENER in collaborazione con ilPunto Giovani di Quero e la Pro Loco di

11

cronaca

Happy new scios 2013


Il tradizionale appuntamento Happy New Scios del 31 Dicembre per festeggiare larrivo del nuovo 2013, questanno si svolto nella sala delle associazioni. Molti i partecipanti che hanno potuto gustare le specialit proposte dalla Proloco Quero. Divertente stata la tombola che ha visto come speaker il nostro sindaco. I festeggiamenti si sono prolungati per tutta la notte con grande soddisfazione di tutti.

Carnevalando 2013 - 10a festa


Come ormai da tradizione, si svolta la 10 festa di carnevale organizzata e sponsorizzata dalla Proloco, in collaborazione con lAmministrazione Comunale di Quero. Anche questanno la Proloco ha organizzato frittelle e crostoli, in piazza, per tutti i simpatizzanti, attivando un chiosco dove i volontari si sono prodigati ad offrire, non solo i classici dolci del carnevale, ma anche bibite e vin brul. Immancabili, le Farine Fossili, che con il loro Karaoke, hanno fatto cantare grandi e bambini. Inoltre, si tenuta lormai consolidata, sfilata delle mascherine, in premio alle migliori stato consegnato del materiale didattico. Inoltre, a tutti i bambini sono state offerte caramelle e dolciumi vari, gentilmente offerti da alcuni sponsor locali. La Proloco ringrazia lAmministrazione Comunale, i volontari e tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione.

Proloco di Quero

12

LETTERE AL TORNADO

RUBRICA DI FOLKLORE LOCALE E PATRIOTTICO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE QUARANTOTTESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI

QUANDO ERAVAMO FIGLI DELLA LUPA 2a parte


UNA FAMA MAL RIPOSTA

CONTINUANO I RICORDI NOSTALGICI DI UNO SCOLARETTO DI ALANO CHE INIZIA LE ELEMENTARI AL CANTO DI GIOVINEZZA E LE CONCLUDE CON BANDIERA ROSSA
Si diffusa la voce, nellambiente scolastico alanese, che io non sia soltanto una mezza canaglia, ma anche un bambino abbastanza sveglio e di sufficienti capacit intellettive. Sto frequentando la seconda, e un giorno la maestra Elvira (che insegna in terza), mi manda a chiamare. Salgo al piano superiore con le gambe che mi tremano (chiss cosa avr combinato stavolta!), busso e entro. La maestra mi accoglie con un ampio sorriso che mi rincuora. Vicino alla lavagna c D., una ragazzina altissima, con la testa bassa, visibilmente mortificata e vicina alle lacrime. Pierino - attacca la maestra - tu che sei bravo e intelligente vuoi dire a questa bambina che fa gi la terza classe e che non lo sa, quanto fa quattro per quattro?. Resto perplesso. Non capisco questa messa in scena, e soprattutto non so cosa centro io La maestra insiste: Diglielo tu a D., che non lo sa, quanto fa quattro per quattro!. Messo alle strette e, raccolte tutte le mie forze, faccio un rapido calcolo e tento la fortuna: Diciassi!. Tutta la classe scoppia in una risata e, non sapendo cosa fare, mi metto a ridere anchio. Delusa, quasi sconfitta, la maestra Elvira mi liquida con un freddo Non importa! Vai, vai, torna nella tua classe!. E in questa circostanza che mi rendo conto per la prima volta di quanto sono negato per laritmetica

LE LETTERE DELL EUGENIA

Non che io ci metta un impegno particolare, per mi capita spesso di combinarne di grosse (soprattutto a scuola, dove sono un sorvegliato speciale). La maestra mi vuole bene, ma io faccio davvero poco per meritarmi la sua benevolenza. Sono inquieto, faccio scherzi a tutti, e cos lei costretta a farmi delle belle note sul quaderno, da far firmare a casa. Io, daltra parte, voglio molto bene a mia mamma, e mi dispiace darle continue amarezze con quelle note, per cui cerco di evitare che le veda. Un brutto giorno la maestra si accorge che le firme non sono autentiche. Succede un pandemonio! Vengo punito con due settimane di gogna sul banco degli asini, con tanto di orecchie di carta, e sono privato della ricreazione. Intanto il tempo passa. Siamo nel novembre del 1944. Caduto il governo, arrivano le SS. Una domenica mattina i tedeschi ammazzano 6 partigiani, e il gioved successivo un infarto si porta via mio padre. Sono giornate spaventose. Tutti hanno paura di tutto. Io divento intrattabile e attaccabrighe, con grande sconforto per mia madre, rimasta sola a mandare avanti la baracca Un giorno mi capita di litigare, non ricordo pi per qual motivo, con lEugenia. Per la rabbia le strappo dalle mani alcuni foglietti e glieli riduco in coriandoli. Lei, naturalmente, scoppia in lacrime e corre dalla maestra che, a sua volta, mi caccia dallaula con lobbligo di rientrarvi solo alla fine delle lezioni. Quando tutti se ne vanno e arriva la mia ora (mi aspetto una feroce ramanzina, qualche urlo, e magari anche uno schiaffone) la maestra Dina, con calma assoluta e con una voce che mi sembra perfino affettuosa, mi dice pi o meno cos: Tu soffri perch hai perduto il tuo pap, e io capisco benissimo la tua tristezza. Ma anche Eugenia vive momenti di angoscia. E tu le hai strappato la lettera che aveva appena scritto per inviarla al suo pap che prigioniero in Africa e che forse non rivedr pi. Per questo il gesto che hai commesso doppiamente grave. Spero che tu te ne renda conto e che ne provi rimorso. Questo sembra un episodio tolto di peso dal libro Cuore, eppure vi giuro che autentico e che me ne vergogno ancora.

AL FORMAI DE MUSS

Appena fuori dai cancelli dellAsilo (che ospita anche la nostra scuola elementare), dallaltra parte della strada, c la latteria sociale. Nei giorni in cui lavorano i formaggi, appena finite le lezioni facciamo a gara a chi arriva per primo all ingresso del locale dove il casr sta ripulendo le forme fresche, asportando le eccedenze. Sono ritagli spugnosi e gustosissimi, che sanno soprattutto di latte pi o meno come le attuali mozzarelle. I pezzi pi piccoli ce li sbafiamo avidamente sul posto, mentre gli spicchi pi lunghi e consistenti li portiamo a casa dove vengono imbanditi con la polenta, dopo essere stati rosolati, quando c, con un po di burro.

I MORSEGOI DEL FUFI E LE SASSADE DEL CAPITANO

Un appuntamento quotidiano lo abbiamo col Fufi della Rosetta, una schifezza di volpino rabbioso che non si limita ad abbaiare come un ossesso ma si attacca volentieri ai nostri polpacci piantandoci tutti i denti che ha. Ad aggravare la situazione ci pensano i soliti manigoldi che lo aizzano per farlo diventare ancora pi aggressivo. Inutili gli interventi concilianti della signorina Rosetta: Sta bon, Fufi, che dopo te dae na scorzta!. C anche chi se la prende col capitano, un bizzarro ospite della casa di riposo che ce lha col mondo intero e che fa disperare le suore per la sua cattiveria. Spesso e volentieri lo insultiamo e gli facciamo il verso, e lui ci rincorre maledicendoci. Di solito tutto finisce con una fitta sassaiola! Ne sai niente, Nane?

13
LA BENITA, LA MARIA RITA E LA TERRACATTU

LETTERE AL TORNADO

Quanti anni sono passati!... Di compagni di scuola ne vedo ancora qualcuno, ma ormai siamo rimasti davvero in pochi. Il mio cruccio di non disporre neppure di una foto di gruppo, n dellasilo n della scuola elementare. Il Tornado pubblica spesso gruppi di ragazzini impettiti e di fanciulle infiocchettate, ma nessuno che riguardi la classe 36 e dintorni. Cos devo affidarmi solo alla memoria, che peraltro, ormai, sta cadendo a pezzi. Per fortuna che c il mio amico Renzo che ancora regge bene Ogni tanto penso agli occhioni neri della Benita, una bellissima bambina mora che porta sempre in testa un enorme fiocco, obiettivo preferito dei miei dispetti e sul quale mi alleno al tiro a segno con la cerbottana. Per farmi perdonare le faccio dei regalini che prelevo dalla bottega di mia mamma. I pi graditi sono dei piccoli album che lei colora con molta abilit. Benita ha problemi ad un braccio, ed un giorno, arrabbiatissimo, spingo gi per le scale un mio compagno di classe che si permette di prenderla in giro per questo handicap. Per la verit anchio mi burlo spesso di lei, ma soltanto per il suo nome: la chiamo, infatti, Benita Mussolina, e per questo vengo severamente redarguito dalla maestra. Per un breve periodo (non ricordo in che anno) nella nostra classe fa la sua apparizione una bambina siciliana, la Maria Rita (o Margherita?) Calafiore. E lunga, magra, bionda, con due lunghissime trecce (una specie di Pippi Calzelunghe). Mi incuriosisce il suo modo di parlare e di comportarsi, molto diverso da quello delle altre mie coetanee. Quando usciamo dalla scuola la porto spesso dalla Rosetta e le compro piccoli confetti colorati oppure, quando ho abbastanza soldi, una scatoletta della favolosa terra catt. Ogni volta, dietro di noi si crea un piccolo corteo di compagni che gridano a squarciagola: I morost, i morost.

AMARCORD I COMPAGNI DI SCUOLA

Di alcuni compagni di classe vi ho gi parlato, ma come ricordarli tutti? Ormai son passati una settantina danni. Con tanti di loro ho fatto tutte cinque le classi, mentre con altri ci siamo incontrati lungo il percorso; altri ancora si sono persi per strada. Mi piacerebbe ricordarli tutti, e per questo cerco notizie presso lanagrafe comunale. Ma purtroppo le norme sulla privacy mi impediscono laccesso alle segrete carte!... Siccome non intendo interrompere la mia ricerca, rivolgo un appello da queste pagine a coscritti e compagni di scuola sparsi per il mondo perch si facciano vivi (compatibilmente col fatto che lo siano ancora!) per consentirmi di ritornare sullargomento. Mi piacerebbe ricostruire una galleria di facce, di esistenze pi o meno fortunate, di storie di vita e di inevitabili nostalgie, per rimettere insieme le vicende dei sopravvissuti con quelle di chi gi stato inghiottito dal tempo. Che bello poterci ritrovare tutti, almeno idealmente e ciascuno con la propria identit come sui banchi di settantanni fa, poter mettere insieme le tante facce dimenticate a quelle di personaggi come Battista, detto il botanico per la sua passione per le piante officinali, o di Cencio, che viene a scuola con le scarsle piene di ogni bendido: possn, zucamra, nespole, collane di crnole secche Mettere Gino Burissi, quello che commercia in fisste, polvere da sparo, bossoli, miccia ed altro materiale bellico, vicino a Toni Luna, stralunato ma simpaticissimo disegnatore che i cavalli come li fa lui non li sa fare nessuno... Vorremmo poterli rivedere assieme al carissimo Cesare, lunico fortunato ragazzo di Alano a possedere, assieme al fratello GianPio, una meravigliosa biciclettina sulla quale ci concede di fare qualche breve giretto, e a Renzo, sempre allegro e disponibile, che invidio perch riesce a mantenersi le ginocchia sempre pulite al contrario del sottoscritto, e a Tojo Tabarin, che ci tiene allegri con la sua leggera balbuzie ed sempre il primo a scherzarci su, e a Gino Mazzier, serio riservato e molto ammirato dalle ragazzine in concorrenza con Dino Menoselo, un ragazzo molto spiritoso e di battuta facile. E poi ancora Giovanni Orsolin e chi sa quanti altri che, se non ci aiuterete voi, cari lettori di buona memoria, non appariranno mai su queste pagine. E cos non potr svelarvi neppure lintrigante storia della societ segreta Na.Lu.Pi.Gi. (leggi Nane, Luciano, Pierino e Gino) il cui compito era di mettere zizzania tra le due bande, quella di in zma la Vila e quella di in fondo la Vila, e che poi si trasformer nel gran Consiglio dei dieci con tanto di sede (quasi inaccessibile) in una grotta del Molinon. E vi racconteremo, naturalmente, tutto sulle ragazze, con le storie dei primi flirt, dei primi bigliettini, sulle gelosie eccetera eccetera eccetera

LA MIA MAESTRA

A conclusione di questi ricordi della scuola elementare, il pensiero pi affettuoso e riconoscente va naturalmente alla mia maestra, la signora Ubaldina Spada, da tutti noi chiamata maestra Dina. Le devo prima di tutto un grazie di cuore per avermi seguito e sopportato per ben quattro anni. Ci lascia infatti verso gli ultimi mesi della quarta, perch in attesa di un bambino. Da allora non ci vediamo pi, fino al 31 maggio del 1998. Quel giorno, ad Alano, si festeggia il 200 compleanno della fontana di Piazza Martiri con una grande festa popolare e con una mostra fotografica allestita presso la nuova sala consiliare del comune. Vengo a sapere che tra i visitatori dellesposizione c la mia maestra Dina... Allora corro in municipio e la individuo subito, anche se seminascosta tra altre persone. E una figurina minuta, tutta vestita di nero. La raggiungo di spalle, e le sussurro: Posso dare un bacio alla mia maestra? Lei ha come un soprassalto e, senza girarsi, grida: Ma questo Pierinoooo! Inutile e poco interessante raccontarvi la mia emozione. In fin dei conti ci si rivede dopo appena cinquantanni!... La incontrer unaltra volta, pochi anni fa, davanti alla chiesa di Bigolino. Con me c Renzo, il mio compagno di scuola. Siamo venuti a darle lultimo saluto Ciao, signora maestra!.

PIERO

NELLE FOTO: 1. La vecchia sede della latteria e la bottega della Rosetta - 2. Fufi, la belva di via Brigata Re - 3. Benita - 4. Ve la ricordate, la terra catt? - 5. La maestra Ubaldina Spada Pirrelli.

14

comune di alano di piave


in collaborazione con le

associazioni darma ed ex combattenti alanesi


organizza

anniversario del 25 aprile


programma ore 9.30 - ritrovo presso il museo di Campo; ore 10.00 - S. messa in ricordo dei Caduti per il Tricolore presso la Chiesa parrocchiale di Campo; ore 10.45 - Deposizione corona al monumento e discorsi di rito; seguir - ristoro.
Il Sindaco D.ssa Amalia Serenella BOGANA le Associazioni dArma ed Ex Combattenti Alanesi

sar presente la Banda cittadina

AssociAzioni e cittAdinAnzA sono invitAti

LETTERE AL TORNADO

Difendiamo la tratta ferroviaria Calalzo - Padova


Consideriamo, come gruppo Futuro Giovani, che i trasporti siano fondamentali per la nostra economia e la nostra societ. La mobilit svolge un ruolo vitale per il mercato interno e la qualit di vita dei cittadini che fruiscono della libert di viaggiare. Riteniamo che, nella tratta ferroviaria Calalzo - Ponte nelle Alpi - Padova, il numero dei disagi e dei disservizi ha registrato un continuo aumento nel corso degli ultimi anni, con soppressione di treni senza alcun avviso o informazione alternativa, con o senza autocorsa sostitutiva, sistematici ritardi di molti convogli, in particolare quelli frequentati dai pendolari, una frequente inadeguatezza dei convogli su corse molto frequentate, con un numero di carrozze estremamente limitato e conseguente sovraffollamento dei passeggeri. Consideriamo che tali circostanze evidenziano la criticit di una situazione di assoluto degrado in cui versa da troppo tempo la tratta ferroviaria, il cui transito insiste anche nel Comune di Alano di Piave, e rappresentano un ulteriore contributo al declino dei nostri luoghi, essendo ostacolo negli spostamenti per numerosissimi studenti e pendolari, bloccando in parte anche la possibilit di sviluppo turistico delle nostre montagne. Crediamo e speriamo che si possa arrivare alla creazione di un Biglietto Unico valido sia per i treni che per gli autobus, come gi avviene anche in molte realt a noi vicine. Come Futuro Giovani porteremo in Consiglio Comunale una Mozione a riguardo che potrete leggere agli atti. Reputiamo fondamentale la salvaguardia della tratta Calalzo - Padova, che rappresenta una ricchezza straordinaria per lintero territorio bellunese. Antonio Codemo, consigliere comunale di Futuro Giovani

15

attualit

Associazione Feltrina Donatori Volontari Sangue


Sezioni di Alano di Piave, Marziai-Caorera-Vas, Quero

Padova - 5 maggio 2013 - Programma


Ore 08,00 Prato della Valle: inizio raduno dei Donatori delle Associazioni Federate Ore 09,15 Prato della Valle (S. Giustina): Celebrazione S. Messa Ore 10,15 Interventi di saluto delle autorit Ore 11,00 Inizio sfilata dei Donatori da Prato della Valle verso le vie del centro, con bande musicali distribuite lungo il percorso: Prato della Valle Via Umberto I Via Roma Via VIII Febbraio Via Altinate Via Belzoni Via del Portello (dove il corteo si scioglier verso le ore 12.30-13.00).

Di seguito il programma per arrivare a Padova: Partenza in autobus da Alano alle ore 7:00 da Quero alle ore 7:10 da Vas alle ore 7:20

Dare la propria adesione


entro il 30 APRILE 2013
Alano Zatta Stefano tel. 0439.779278 Quero Marziai-Caorera-Vas Susanetto Silvano tel 0439787592 D'Orazio Annita tel.0439.788124 Tieppo Paola tel. 0439.789111 Chi ha un capo di vestiario (felpa, maglia, K-way, berretto) dei Donatori di Sangue pregato di portarlo e indossarlo per rendere pi visibile la nostra partecipazione al corteo!

Quota iscrizione: 10,00 uro

ai seguenti recapiti:

Al termine della sfilata, si far una sosta allIkea, dove, chi desidera, potr pranzare e/o visitare il negozio. Il pranzo libero e a carico di ognuno. Alle ore 17,00 circa prevista la partenza per il rientro a casa.

Un Sms di solidariet
(M.M.) La sperimentazione iniziata! Lassociazione Feltrina dei Donatori Volontari di Sangue ha cominciato linvio dei primi messaggi di richiamo alla donazione ai propri volontari. Per il momento un semplice promemoria che sollecita il volontario a non far trascorrere troppo tempo fra una donazione e laltra, specialmente rivolto a chi assente da pi di un anno al centro prelievi. A regime, per, la chiamata via Sms servir, pur nel rispetto della volontariet della donazione, a programmare i flussi di accesso al centro trasfusionale, al fine di garantire una sempre adeguata scorta di sangue o, in caso di necessit, di aumentarla. Una regolazione consapevole, quindi, che chiama i donatori ad una ancora pi grande disponibilit. La scelta di far parte dellassociazione dei donatori volontari di sangue gi un importante impegno e non saranno certo le novit tecnologiche a spaventare i volontari, tanto pi se queste servono a svolgere ancora di pi e meglio lopera di solidariet liberamente intrapresa con ladesione ai donatori volontari di sangue. Le associazioni ricordano ai volontari di comunicare ai capisezione i loro recapiti di cellulare ed e.mail, al fine di mettere a punto nella maniera ottimale la macchina organizzativa.

16
Calcio - Promozione

CALCIO

SP Calcio 2005 quasi spacciata


Partite campionato: 25a giornata: Calvi Noale SP Calcio 2005 26a giornata: SP Calcio 2005 Musile 3a1 0a0 Classifica Campionato dopo 26a giornata: Calvi Noale 58, Union Pro 51, S. Giorgio 50, Careni Pievigina 47, Portomansu 46, Real Martellago Villorba 37, Musile Miranese 33, Codogn 31, Fontanelle 30, Gazzera Chirignago 27, Laguna Venezia Graticolato 24, Cavarzano Oltrardo 18, SP Calcio 2005 11.

Piave Tegorzo sempre pi su: agganciato il 6 posto e play-off a portata di mano


Partite Campionato: 17a giornata: Lamonese Piave Tegorzo 25a giornata: Piave Tegorzo - Barbisano 26a giornata: Real Camese Piave Tegorzo 0 a 0 (recupero) 0a4 1a2 Classifica campionato dopo 26a giornata: Riese Vall 62, Barbisano 56, Fulgor Trevignano 48, Valdosport 47, Vidor QDP 42, Piave Tegorzo Eagles Pedemontana Lentiai 38, Real Campese 37, Virtus Sernaglia QDP 36, Bessica 31, Spineda 25, Lamonese Montello 23, Giovanile Ezzelina 18, Aurora S. Giuseppe 16.

Calcio - Seconda Categoria

ASTERISCO

Si lavora per preparare la nuova edizione prevista

Via To in Festa

per il 6-7-8 settembre

Sono gi al lavoro i volontari del Comitato di Via To per organizzare la prossima festa, che prevede alcune novit. L8 settembre ci sar il 2 Tempi Day, raduno dei motorini organizzato dal Gruppo Giovani di Quero, con corredo di mercatini ed expo motori. Al mattino in programma un giro turistico e poi pranzo sotto il tendone della festa di via To. Non mancheranno gli ormai mitici gonfiabili, delizia di tutti i bambini e, a quanto si vede nella foto a fianco, anche degli adulti. Ma forse un collaudo condotto in prima persona da Corrado Corr, trascinatore dei tanti volontari che collaborano alla riuscita della festa, ai quali rivolge un sentito grazie, esteso anche ai tanti sostenitori (foto edizione 2012) delliniziativa.

17

PUTTON GABRIELE
cornetti algida assortiti

Alimentari

Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL) Tel. 0439 789388

san benedetto th pesca-limone 1,5 lt.

E E

acqua goccia di carnia leggera-naturale 6x1,5 lt. E piselli surgelati bonduelle 450 g insalata russa vogliazzi 1 kg coca cola 2x1,5 lt. olio di oliva dante 1 lt. tortellini rana sfogliavelo 250 g caff lavazza dek 2x250 g scala piatti 1250 ml svelto piatti 1000 ml burro albiero 250 g E E E E E E E E E E E E E

sughi toscanacci lepre, anatra, cinghiale pasta barilla assortita (tutto lanno) sfogliatine 100 g succo pesca 1 lt.

0,69 3,99 1,99 0,99 4,99 2,29 3,80 1,99 3,99 0,99 1,00 1,19 2,99 0,69 0,69 1,19

offerte valide dal 17 al 20 aprile 2013

18

ALPINI

IL GRUPPO ALPINI DI VAS

IN COLLABORAZIONE CON

ORGANIZZA VIAGGIO A PIACENZA


Programma:
Sabato 11 Maggio ore 4.00 partenza in pullman dalla sede Alpini di Alano, arrivo a Piacenza, allestimento del campo. Domenica 12 Maggio sfilata come da programma, rientro in serata

Per info contattare il capogruppo o recarsi c/o la Sede


cronaca

AlI'invidiabile et di 96 anni, Luisa Franco la pi anziana di Vas, passa ogni giorno dalla Carla (Locanda Solagna) a comperarsi il Gazzettino, nonch settimanali vari di suo gradimento. Donna forte, generosa ed intelligente, ama essere aggiornata su tutto, ma in particolare sulle notizie che riguardano il nostro Comune e la Provincia di Belluno. Vive ancora da sola e autosufficiente nella sua casetta vicino al Fium e, a chi le fa visita, offre sempre con il sorriso, oltre alla sua piacevole compagnia, un ottimo caff rigorosamente con panna. Grazie Luisa per l'esempio e la speranza di una vita attiva e interessante anche oltre i 90 anni, tanti auguri per tanti e tanti anni ancora.

Lesempio di Luisa Franco

Continua la trasferta quindicinale della sezione "Scoiattoli" dell'asilo nido di Vas, alla biblioteca comunale che loro chiamano "casa dei libri". Dopo essersi divertiti con la borsa magica e le storielle di Romina,

Attivit allasilo nido di Vas

segnalazioni di Cristina Mazzalovo

questa foto li immortala mentre fanno ritorno all'asilo, accompagnati dalla loro maestra Valentina e dalla bibliotecaria Romina. Per il mese di aprile, sono in programma alcuni incontri per i genitori dei nostri bambini con un operatore specializzato, al fine di insegnare e sperimentare Ie tecniche del massaggio come atto d'amore che fa crescere sani e forti. SONO APERTE LE ISCRIZIONI ALL'ASILO NIDO Tariffe orarie: Tempo pieno euro 2,15 Tempo Parziale euro 2,33 Possibilit di visitare il nido ed avere informazioni previo appuntamento. Telefono 0439 - 7880

19

auser

APPUNTAMENTI CON LAUSER


VENERDI 10 MAGGIO TIBET TESORI

TREVISO CASA DEI CARRARESI


DAL TETTO DEL MONDO
Partenza dalla stazione ferroviaria di FENER alle ore 14,00 PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI RIVOLGERSI ALLA SEDE AUSER DI QUERO TEL. 0439.787861 entro il 3 MAGGIO

DOMENICA 26 MAGGIO

PRESSO LA SALA DELLE ASSOCIAZIONI

PASTASCIUTTATA
E FESTA DEI COMPLEANNI
IN ONORE DEI NATI IN APRILE E MAGGIO
SOTTOSCRIZIONE A PREMI PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI RIVOLGERSI ALLA SEDE AUSER DI QUERO

QUERO DALLE ORE 12,00

1/15 GIUGNO

RIMINI VILLA MEROPE


SOGGIORNO CLIMATICO
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI DAL 2 AL 30 APRILE C/O SEDE AUSER QUERO

VENDO CAUSA INUTILIZZO SCOOTER HONDA SILVER SWING 400 ANNO 2006 Km 18.000 TELEFONARE (GABRIELE) : 338.7233477

Il Mercatino

20

LETTERE AL TORNADO

Un ricordo del Gen. di corpo darmata Gualtiero Stefanon


segnalazione di Claudio Dal Pos
E andato avanti a Roma il 22 marzo scorso, quasi in punta di piedi il Generale Gualtiero Stefanon, nostro concittadino. Egli sempre si sentiva Querese e sempre si adoperato, quando gli era possibile, per dare una mano in favore di Quero. Lo ricordiamo attivo per la consegna della onorificenza al Comune, per la pubblicazione del libro la stretta finale e per tante altre iniziative. Nella sua carriera militare molto intensa stato rappresentante militare in varie nazioni; stato anche ispettore generale dellarma del genio. Ha pubblicato diversi libri. Il suo ultimo incarico da pensionato era quello di Direttore del circolo nazionale degli ufficiali in congedo. I suoi genitori riposano nel cimitero di Quero. (Il generale Gualtiero Stefanon al
centro della foto, scattata in occasione della presentazione del libro La stretta finale)

e di certo non passano inosservati...


di Martina Lio
Da alcuni anni, nei nostri boschi, sono arrivati i cinghiali che fin poco tempo fa non provocavano gravi danni. Ora, per, la loro espansione sta diventando problematica per i nostri terreni agricoli, infatti si verificano continui disastri nei campi e prati, ma non si limitano solamente a questo. Spesso questi animali sono anche cause di incidenti stradali. Si sa che questi animali si moltiplicano in poco tempo, e, molto probabilmente, i danni aumenterebbero fino a rendere impossibile il pascolo di bovini durante l'estate e la coltivazione di ortaggi, perch ci troveremmo l'orto travolto sotto-sopra quasi ogni mattina. Tenuto conto che la Provincia di Treviso ha stabilito il radicamento di questi animali e la sola caccia non riesce a raggiungere lo scopo stabilito, il sindaco di Segusino ha l'intenzione di provvedere, con un provvedimento straordinario, permettendo ai propri cittadini, possessori di terreni e fondi, di installare delle trappole. Queste non devono in alcun modo essere pericolose come ad esempio lacci, tagliole ma semplicemente devono permettere la cattura dell'animale senza ferirlo e con la possibilit di liberarlo se si tratta di un altro animale. Una volta catturato il cinghiale necessario chiamare la guardia provinciale. Questo provvedimento ha come scopo di diminuire i danni.

I cinghiali sono arrivati

Grazie per Fiorella


Noi, Famiglia Schievenin, vorremmo ringraziare tutta la comunit del Basso FelEgregio Direttore, trino, di Fener e loc. Faveri in particolare per l'immensa dimostrazione di affetto la mia famiglia ed io siamo ridopo la perdita della nostra cara Fiorella. Gli amici che ci sono stati vicini nel bremasti molto colpiti dai diversi ve, ma intenso, periodo della malattia. A coloro che si sono prodigati, in ogni moarticoli pubblicati sul Tornado do, per far s che potessero svolgersi le funzioni nonostante le quanto mai avverriguardanti la morte della nostra se condizioni atmosferiche. A chi non ci ha fatto mancare mai il proprio sostegno cara Fiorella Schievenin. Vormorale e materiale offrendoci disponibilit incondizionata. In particolare ai parenti remmo quindi poter ringraziare presenti 24 ore su 24 a cui va il nostro pi affettuoso abbraccio. Inoltre vorremmo pubblicamente la comunit e in ringraziare di cuore Angelo Ceccotto e Dina, Lucia e Roberto Spada, Claudio e generale chi ci ha manifestato Federico, Claudia e famiglia e Giuliana Siragna. Un commosso GRAZIE a tutti tanta solidariet. Di seguito Le quelli, indistintamente, che hanno collaborato a sostenerci durante le esequie. Un mando qualche riga a riguardo abbraccio infinito ad Elisa per la lettera davvero toccante e, commossi ,vogliamo e sar lieta di sapere se Le farle sapere che siamo felicissimi sia entrata a far parte della nostra famiglia allarfosse possibile pubblicarlo non gata. Con orgoglio portiamo a vostra conoscenza che sono stati raccolti 1.200 euappena vi sia disponibilit. Rinro a favore delle nostre iniziative, equamente divisi tra l'hospice LE VETTE di Felgraziandola fin d'ora Le porgo tre (associazione Mano Amica onlus) ccp 23864309 e a favore dell' A.I.L. Clinica distinti saluti di Oncoematologia Pediatrica di Padova ccp 14659353. Per chi ancora volesse Maria Rosa Schievenin contribuire ad aiutare persone e famiglie in difficolt potr usufruire dei numeri di conto corrente postale sopracitati o contattare noi. Approfittiamo inoltre di questo spazio per esprimere la nostra vicinanza alla famiglia Mancuso per la recente perdita della cara Pina. Fam. Luigi, Maria Rosa, Giuliana, Barbara Schievenin e Patrizia

21

LETTERE AL TORNADO

Verr utilizzato per migliorare i servizi rivolti ai cittadini, per sostegno alle famiglie, agli anziani, ai disabili, per sostenere il volontariato e per tutti quei servizi sociali che permettono di migliorare la qualit della vita delle persone. Per destinare il 5 per mille al Comune dovete semplicemente apporre la firma nel riquadro del modello di Sostegno alle attivit sociali dichiarazione dei redditi nella sezione: svolte dal Comune di residenza "Attivit sociali svolte dal comune di residenza del contribuente". FIRMA..
I contribuenti effettuano la scelta di destinazione del cinque per mille della loro imposta sul reddito delle persone fisiche, relativa al periodo di imposta 2012, utilizzando il modello integrativo CUD 2013, il modello 730 redditi 2012, ovvero il modello Unico persone fisiche 2013 apponendo la propria firma sul riquadro relativo al Comune di residenza. In particolare: Chi non deve fare la dichiarazione dei redditi ma ha un reddito da lavoro dipendente o pensione certificato dal modello CUD deve compilare la parte adibita alla destinazione del cinque per mille allegata al modello stesso, poi mettere il modello CUD e la parte integrativa in una busta chiusa su cui andr apposta la dicitura scelta per la destinazione del cinque per mille dellIRPEF; la busta andr poi consegnata ad un qualsiasi sportello bancario, oppure in posta o ad un CAAF. Chi presenta il modello 730 dovr compilare il modello allo stesso modo e consegnarlo ai CAAF (Centro Assistenza Fiscale) entro il 31 maggio 2013.

Dona il CINQUE PER MILLE AL TUO COMUNE!

COMUNE DI ALANO DI PIAVE

E un modo per far rimanere nel nostro territorio una parte della ricchezza prodotta dai cittadini.

Quattro generazioni al servizio della produzione di vini di alta qualit

Azienda Agricola Biasiotto s.ag.s. Via Piave, 16 - 32030 VAS (BL) Tel. 0439 788000 - Fax 0439 787734 email: info@vinibiasiotto.it
Biasiotto pag pp lug08.indd 2 23/07/2008 10.30.40

www.vinibiasiotto.it

22

rACCONTO

Il treno dei nostri pensieri, dei nostri ricordi. Le nostre montagne.


di Luigino Collavo
Chi, dovendo effettuare viaggi pi o meno lontani, non si servito almeno una volta del treno Padova-Calalzo? Personaggi diversi che salgono e scendono, da sempre attorno a questa presenza amica, il Padova-Calalzo, che si guadagnato un posto nel cuore, nei ricordi di molti. Vi sale il giovanottone che parte per fare il soldato; nonostante il coraggio che ostenta, un fiotto di commozione si impadronisce di lui entrando nella carrozza, pensando alle cose del paese che lascia, ormai sempre pi lontano, e alle incognite che trover. Vi sale lo studente, colui che presto sar professionista o intellettuale; il treno lo aspetta ogni giorno, il treno lo vede crescere. Lo immagino quasi dispiaciuto pensando che un domani dovr trasmigrare. Sul treno c anche una mamma. Di primo mattino scende a Padova per un conticino rimasto da tempo in sospeso col Santo. Ci sono pure gli sposini felici che con quel treno intraprendono il loro viaggio nuziale, linizio di una vita a due... Ricordo il gruppo di ragazze del paese che dal 40 al 50 facevano la spola ogni settimana alle occhialerie di Domegge e Vallesella. Merita sottolineare poi come siano stati proprio gli abitanti del paese ad inaugurare il Padova-Calalzo, evadendo, emigrando chi in Francia, chi in Germania, chi nelle lontane Americhe (lunico reddito allora in paese era lagricoltura e gran parte dei terreni era propriet di pochi). Ricordo per esempio il gruppo di compaesani che, terminato lultimo conflitto, si ritrovarono con lunica alternativa di prestare la loro opera in uno dei Paesi Bassi, il Belgio, nelle miniere di carbone. Partirono portandosi appresso i soli effetti personali e tanta speranza... Altri invece partirono per la Francia, molti in Svizzera. Era bello vederli ritornare in autunno inoltrato con quella espressione di speranza, il desiderio di potersi fermare e costruire finalmente il proprio nido. Ed infatti quante nuove abitazioni sono sorte e altrettante nuove famiglie! Ricordo poi da bambino il gruppetto di chi tornava dalla Francia, i cosiddetti zimponari. Mi sono sempre rimasti in mente per due motivi Primo, perch mi pareva che potessero disporre di qualche baiocco in pi di chi invece era rimasto a casa, nonostante poi a marzo dovessero ripartire. Secondo, per i pantaloni alla zuava che indossavano, scendevano larghi per morire stretti alle caviglie, di un forte tessuto di fustagno color nocciola. E su questo treno, protagonista ci sono anchio. E ormai una presenza viva nei miei ricordi. Mi guida sul solito percorso e mi accompagna, come un amico, alle mie montagne. Lasciato a Padova il treno che mi ha strappato alla metropoli, vedo in attesa il Padova-Calalzo. Mi sta aspettando. Salendo mi incollo subito, come da sempre, verso sinistra al finestrino. Molte carrozze sono state cambiate. Ma ecco che, quasi puntuale, il treno si mette in movimento... Vigodarzere, Campodarsego, Camposampiero, Castelfranco... Da qui finalmente incomincio gi a scorgere nitide le nostre montagne: Cima Grappa, con il suo monumento - Ossario, la Valle dellOrco, le pale dellArchesn, il capitello di San Giovanni e San Rocco di Malga Archest, Malga Barbeghra, Cima Piz e ancora le colline di Asolo, pi avanti disteso, quasi adagiato, il nostro Monte Tomba, con in alto le cime Medta, Saltn, Spinncia, Zoc, Solroli, Fontanasecca e Monte Tomatico; poi la stretta valle del Piave che si incunea su verso Feltre. Mentre il treno prosegue, mi viene dato modo di fantasticare su per quelle montagne; mi chiedo per esempio perch esse non potrebbero competere con quelle di Asiago. Poi mi rispondo: se solo fossero state 200 metri pi alte avremmo potuto anche noi vederle belle innevate dinverno (potenziando quindi una stagione turistica invernale). Continuo a fantasticare. Ripenso ad alcune affermazioni lette non ricordo dove, secondo le quali la roccia delle nostre montagne sarebbe friabile, calcare e, di conseguenza, povere dacqua. Saranno affermazioni vere ma vorrei poterle sfatare sostenendo invece che lacqua non poca se pensiamo che le sorgenti pi o meno grandi sul territorio del paese sono non meno di 50. Una di queste la sorgente Rumai, lungo la strada che va al passo Tomba (per chi non lo sapesse, di fianco al nuovo e bellissimo capitello del Santo di Padova sorto di fresco nella valle). Acqua, naturalmente senza cloro, e, a proposito, sfiderei chiunque se lacqua delle nostre sorgenti ha mai fatto male a nessuno. In paese son molti quelli che conoscevano la signora Baldin. Questa che ha avuto a che fare con il male del secolo si sentiva sicura solo quando aveva vicino una scorta dellacqua di Alano. Inoltre la raccolta degli acquedotti di Alano e di Schievenin d a sufficienza acqua a decine di comuni del Trevigiano per non parlare delle sorgenti del Cismon, che si trovano ai piedi del Grappa: non so proprio a quanti comuni del Vicentino diano acqua ma di certo so che quelle sorgenti sono fra le pi grandi dEuropa. Penso inoltre che se la lunga e profonda Val Calcino avesse, non tanto, ma un po dacqua in pi e se l'Enel sapesse sfruttarla, per il paese sarebbe una ricchezza. Mi immagino guardando dal ponte della Stua il muraglione alto a livello di Madal, posto a ferro di cavallo per contenere lacqua e vedo la massa enorme di questa. Mi immagino nei pressi del campo sportivo Val Calcino la struttura della centrale, con la grossa e lunga conduttura che le discende, e, nei pressi, tutti quei tralicci e fili dalta tensione per la corrente (e naturalmente energia pulita!). Forse potrebbe essere una conveniente soluzione pompare su in quella valle lacqua del vicino Piave. (il racconto tratto dal bollettino parrocchiale alanese dellottobre 1988; la foto della stazione di Fener tratta dal libro Alano di Piave di Italo Zandonella Callegger e Carlo Bazan, edito dallAmministrazione comunale di Alano nel 1990)

23

24

LETTERE AL TORNADO

Segnalazione da Terra e Vita


di Oliva De Rui
La nostra abbonata ha ritenuto di segnalarci questa interessante pagina della rivista citata nel titolo. Noi facciamo nostro il suo desiderio di condividere queste informazioni, sicuri che raccoglieranno linteresse di molti nostri lettori.

25

LETTERE AL TORNADO

Agrinotizie
a cura di Oliva De Rui
Precursori dei tempi che verranno, gli agricoltori coldiretti di Alano - Quero e Vas hanno dato vita ad una nuova ed unica sezione con Presidente Francesco Spadarotto, vicepresidente Codemo Roni, consiglieri: Dal Canton Orazio - Tiziana Miuzzi Cristina Dalla Rosa e Oliva De Rui. Una bella squadra fatta di giovani e meno giovani con in comune la voglia di fare agricoltura nel nostro territorio. Una fusione voluta e condivisa dagli agricoltori per andare incontro alle nuove sfide con spirito unitario e propositivo. Siamo appena entrati nella primavera che questanno si presentata in modo diverso dal solito, la neve ancora qui a farci compagnia con temperature che non invitano a toglierci i vestiti invernali. A causa delle copiose piogge i lavori nei campi sono fermi a prima dellinverno. Solo i cinghiali non si sono fermati e hanno continuato indisturbati a dissodare palmo a palmo i nostri prati e pascoli, causando danni paragonabili a quelli della prima guerra mondiale. Il gruppo degli indignados cresciuto cos pure la conta dei danni. I risarcimenti irrisori (scandalosi) che la provincia ci ha pagato corrispondono ad un dieci per cento circa del danno documentato dai sopralluoghi effettuati dai soggetti preposti. Qualcosa nellaria gi arrivata, la voglia di cambiare, voltare pagina anche a costo di perdere qualche certezza; e, in un clima pesante di insicurezza come quello che stiamo vivendo, ritornano pi che mai attuali quei valori condivisi che hanno alimentato e fatto crescere le nostre comunit. Come ogni primavera porta con s il rinnovamento, anche gli agricoltori per loro natura abituati ad essere fiduciosi in quello che verr, pensano e sperano in un futuro migliore. Al momento di andare in stampa, non sapendo se la prossima uscita avverr in tempo utile, vi anticipiamo lappuntamento con la fiera di S.CROCE che questanno sar il 28 aprile. Come gli anni passati, gli agricoltori allestiranno i loro gazebi nel piazzale antistante la canonica con la vendita dei prodotti del territorio assolutamente a km. 0 e lesposizione degli animali. In diretta dalla natura: formaggio schiz e polenta di mais sponcio. La frasca con i vini, le torte, i formaggi, i salumi queresi in assaggio per i visitatori.

Vi aspettiamo il 28 Aprile per rinnovare ancora una volta lo spirito identitario delle nostre comunit.

Domanda: In base alle recenti modifiche del Codice della Strada, cosa cambia per le patenti di guida rispetto al cambio di residenza? Risposta: Dal 2 febbraio 2013 sulla nuova patente di guida stata eliminata l'indicazione della residenza del titolare, per effetto della modifica dell'art. 116 , comma 13, del Decreto Legislativo del 30 aprile 1992, n. 285 "Nuovo Codice della Strada", introdotta dal Decreto Legislativo 16 gennaio 2013, n.2. Tale dato continuer ad essere registrato nell'archivio degli abilitati alla guida di cui all'art. 226 del D. Lgs. 285/1992 "Nuovo Codice della Strada", (archivio patenti) e costantemente aggiornato sulla base delle comunicazioni inviate dai Comuni all'Ufficio Centrale Operativo della Motorizzazione, a seguito della dichiarazione resa dal titolare di patente in occasione del cambio di residenza o di domicilio. Per le patenti rilasciate prima della data di entrata in vigore delle nuove norme, eliminata la ristampa dei tagliandi adesivi di aggiornamento. Nulla cambia per i tagliandi da apporre sulla carta di circolazione dei veicoli. Si specifica che la patente di guida rilasciata in Italia, anche se sprovvista del dato sulla residenza, continua a mantenere, sul territorio nazionale, la natura di documento di identit personale. Una sintesi sulla nuova patente di guida illustrata in una sezione dedicata sul sito web Il portale dell'Automobilista.

04/02/2013

Patente di guida: cambio di residenza

attualit

26

cronaca

Spacedys studia asteroidi e detriti cosmici per Esa e Nasa


(M.M.) Vi ricordate la copertina del nostro giornale con la foto della cometa scattata da Fabrizio? Da allora il querese Fabrizio Bernardi ne ha fatta di strada ed ora ai vertici di una nuova impresa, una start-up, che gi registra un notevole successo, come si legge nellarticolo pubblicato sul Sole24Ore del 26 marzo scorso. A lui e ai suoi collaboratori gli auguri di buon proseguimento.
Dalle missioni spaziali al calcolo delle orbite di asteroidi e detriti cosmici. Spacedys (Space dynamics services) rappresenta un'eccellenza italiana a livello mondiale ed una startup che ha sede nell'incubatore del Polo di Navacchio, nata a maggio del 2011 su iniziativa di un gruppo di docenti, ricercatori e neo-laureati dell'Universit di Pisa (11 in tutto), sulla scorta dell'esperienza maturata all'interno del dipartimento di Matematica nel determinare la probabilit d'impatto degli asteroidi sulla terra. In questo campo abbiamo una leadership che condividiamo con la Nasa, l'Agenzia spaziale americana, al cui vertice dell'attivit di monitoraggio delle orbite celesti di oggetti naturali e artificiali c' Steve Chesley, che ha fatto un'esperienza come ricercatore proprio a Pisa, racconta Fabrizio Bernardi, amministratore delegato di Spacedys. La nostra azienda giovane, il know how per consolidato cos come i rapporti internazionali continua . Abbiamo contratti di lavoro per il prossimo anno e mezzo, e se i progetti dell'Agenzia spaziale europea andranno avanti, contiamo di realizzare un forte sviluppo anche dimensionale nel medio periodo. Spacedys si sta inserendo nell'iniziativa dell'Esa chiamata "Space situational awareness", con l'obiettivo di rendere il Vecchio Continente autonomo nella sorveglianza dell'ambiente circumterrestre, realizzando infrastrutture e software per monitorare i possibili rischi legati soprattutto ai detriti spaziali e agli asteroidi. Questo progetto sar basato al centro di Frascati e la startup toscana avr un ruolo centrale. Gi oggi forniamo questo genere di calcoli all'Esa spiega Bernardi . Con il potenziamento del servizio e lo spostamento dell'attivit a Frascati, gestiremo direttamente il lavoro con personale nostro sulla base delle esigenze dell'Esa. Dai 9 dipendenti attuali (con un fatturato 2012 intorno ai 300mila euro che quest'anno dovrebbe toccate quota 500mila), Spacedys prevede di creare un'altra decina di posti di lavoro nei prossimi 4-5 anni. Le cose vanno abbastanza bene commenta l'amministratore delegato e siamo impegnati anche su altri fronti. La startup del Polo di Navacchio partecipa alla missione spaziale europea BepiColombo (verso Mercurio) e americana Juno (verso Giove). In particolare, Spacedys ha un contratto per la realizzazione di una parte del software di determinazione orbitale della missione Juno e prevede di collaborare nel corso del prossimo anno con il gruppo universitario per il progetto Bepi Colombo, prima missione Esa verso Mercurio. Gli unici problemi arrivano dalla burocrazia italiana, che spesso ritarda l'arrivo dei fondi gi assegnati, su cui contiamo per la nostra attivit, conclude Bernardi, che per la societ ipotizza un futuro ancora a Navacchio. Nel 2014 usciremo dall'incubatore dice ma penso che resteremo all'interno del Polo tecnologico, perch qui c' l'ambiente per lavorare bene.

edizione di marted 26 marzo 2013

di Simioni Giovanni & C.


VenDita legna Da arDere in Bancali, sFusa, in scatola, pellet - puliZia canne Fumarie
Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL) - Tel. 347 2644491

S. M. s.n.c.

27

cronaca

Nuova gestione dal 28 gennaio 2013


a Quero nuovo corso per il negozio alimentari di via Nazionale

Girolamo Favero, Mimo per gli amici, andato in pensione e al suo posto, ora, chi varca le soglie del negozio, trova Ornella, che dal 28 gennaio del corrente anno ha preso in mano le redini del punto vendita. Dalle nostre pagine saluta e ringrazia i clienti, vecchi e nuovi, che troveranno nel suo punto vendita offerte di sicuro interesse. Prossimamente diventer anche punto vendita per i biglietti delle autocorriere. Intanto anticipa che a maggio chi far una spesa minima di 20,00 uro nei giorni di Gioved e Venerd, avr in omaggio 500 gr. di pasta Crai. Auguri alla nuova azienda!

Sogni di Comunit

ASTERISCO

Sogno una comunit formata da fratelli e sorelle, ma il cui termine fratello o sorella non venga appiccicato addosso dall'abitudine, ma guadagnato, sudato da tutti, giorno per giorno. Sogno una comunit in cui il reale sia la legge fondamentale da cui dipendono tutte le altre leggi. Il reale: ossia queste persone concrete, con questa mentalit, con questa cultura, con questa formazione, con queste doti, con questa et, in questa situazione particolare, in questo ambiente, con questa missione da compiere, in questo tempo. Sogno una comunit in cui venga riconosciuto il primato della persona. E tutti siano convinti che il bene comune non pu che coincidere sempre con il bene delle singole persone. Una comunit costruita in rapporto alle persone. Una comunit in cui le strutture e le opere siano in funzione dell'equilibrio, dello sviluppo, della crescita delle persone. Sogno una comunit nella quale l'uguaglianza fondamentale di tutti i membri venga riconosciuta e accentuata con tutti i mezzi. Sogno una comunit in cui manchino i privilegiati; semmai i privilegiati siano i piccoli, i deboli, gli ultimi, una comunit nella quale domini la mentalit della catena, secondo cui la forza e la consistenza della catena nel suo insieme viene data dall'anello pi debole. Sogno una comunit in cui non ci sia tempo da perdere per le sciocchezze e i pettegolezzi, per le insinuazioni, i sospetti, le maldicenze, le chiacchiere: dove ci si ama non c' mai tempo da perdere, perch nulla ci pu assorbire come l'amore. Una comunit in cui nessuno si prenda troppo sul serio, ma ognuno si senta preso sul serio dagli altri. Sogno una comunit in cui venga scoraggiato bruscamente ogni tentativo, da qualunque parte si manifesti, di parlare male di una persona assente. Una comunit in cui tutti si trovino al sicuro. Ossia ognuno si trovi al sicuro in fatto di libert, dignit, rispetto e, soprattutto, responsabilit personale. Sogno una comunit in cui ciascuno abbia il coraggio di esprimere liberamente il proprio pensiero. In cui le opinioni espresse dai singoli vengano prese in considerazione per il peso effettivo degli argomenti portati, e non per le altre valutazioni opportunistiche, autoritarie o emozionali. Una comunit in cui ogni membro venga considerato da tutti gli altri uno di cui ci si pu fidare. E ciascuno si impegni ad esserlo per davvero. Sogno una comunit nella quale tutti si lascino mettere in discussione e il linguaggio sia schietto, e non si abbia paura della verit; anche perch lo stile abituale uno stile di verit che penetra, scomoda, ma non umilia nessuno. Una verit che guarisce sia pure dolorosamente, ma non ferisce, perch... felicit poter dire la verit senza far piangere nessuno. Sogno una comunit in cui tutti quelli che si atteggiano a maestri vengano condannati a vivere le parole; tutti quelli che si atteggiano a giudici vengano condannati a sentirsi complici. Una comunit in cui l'unico sospetto valido sia il sospetto che qualche fratello o sorella non ricevano la quota d'amore che spetta loro. Sogno venti, cinquanta, mille comunit che dimostrino che... ho sognato la realt!
tratto da: http://www.qumran2.net

28

attualit

Un progetto che mette insieme il Consultorio e le Biblioteche


GenitoriPi un progetto della Regione Veneto che ha lobiettivo primario di sensibilizzare la popolazione, in particolare i neo-genitori, sugli strumenti per promuovere la salute del bambino e per una maggior consapevolezza delle loro importantissime risorse, come principali attori nel quotidiano impegno per lo sviluppo sano dei loro figli. Nato nel 2006 come Campagna di Comunicazione Sociale nel Veneto in occasione della sospensione dellObbligo Vaccinale, tra il 2007 e il 2009 diventa Progetto Nazionale promosso dal Ministero della Salute. Il progetto adottato dalle Ulss e sostenuto da molte associazioni di pediatri, ostetriche, operatori sanitari... propone alcune azioni importanti per la prevenzione e per la salute del bambino: prendere l'acido folico in gravidanza, non bere alcolici, non fumare, allattare al seno, mettere il bimbo a dormire a pancia ins, usare in auto e in casa i sistemi di sicurezza, fare le vaccinazioni pediatriche consigliate, leggergli un libro. E' sulla condivisione dell'obiettivo del benessere del bambino e della famiglia che si fonda la collaborazione tra il Consultorio Familiare dell'Ulss 2 di Feltre e le Biblioteche Comunali di Alano di Piave e Quero, nella consapevolezza che insieme si pu fare di pi e meglio. Ecco perch gi da febbraio del 2012 gli INCONTRI DOPO PARTO che il Consultorio propone da anni alle neo-mamme si sono spostati dalla sede del distretto di Fener alla Biblioteca di Alano e poi anche a quella di Quero, proprio in biblioteca perch "leggergli un libro" una delle azioni di Genitori pi e anche l'azione principale del progetto nazionale Nati per Leggere che le Biblioteche Bellunesi portano avanti da alcuni anni. Questa scelta ha consentito di portare gli incontri pi vicini alle mamme e nel contempo a far conoscere e rendere familiari le biblioteche. Sinergia e condivisione sono le parole chiave che i servizi hanno adottato per arrivare il pi possibile vicini ai bambini e alle loro famiglie per rispondere sempre meglio ai bisogni di salute e di relazioni. Consultorio familiare 043988170, Biblioteca di Alano di Piave 0439778718, Biblioteca di Quero 0439.787097 e i siti www.genitoripi.it e www.natiperleggere.it

Per chi volesse saperne di pi:

cronaca

In ricordo di Ferruccio Mazzocco


La Comunit di Vas desidera ricordare la scomparsa del caro Ferruccio Mazzocco con le parole della moglie Vilma: "Grazie del bene e della vita che mi hai dato, sei sempre nel mio cuore. La tua Vilma.
attualit

UFFICIO POLIZIA LOCALE


Tel. 335.5838284 - Tel. 335.5838265

NUOVI ORARI
dalle 11.00 alle 12.00 dalle 11.00 alle 12.00 dalle 11.00 alle 12.00 dalle 10.00 alle 12.00 dalle 11.00 alle 12.00 dalle 10.00 alle 12.00

Luned Marted Mercoled Gioved Venerd Sabato

Comune di Vas Comune di Vas Comune di Vas Comune di Quero Comune di Vas Comune di Alano

29

LETTERE AL TORNADO

Si, siamo ancora noi Davide Mondin, Matteo Bollotto e Andrea Specia, lo staff di Radio Comix. Nel caso in cui questi nomi non vi ricordino nulla, citiamo Il Tornado n. 597, del 13.06.12 (ultima pagina). Vi annunciamo che la webradio sta avendo un grande successo grazie a progressi avuti in questi ultimi mesi: da quel giorno abbiamo totalizzato pi di 3500 ascolti, in cos poco tempo! Ovviamente ricordiamo, come daltronde facciamo in ogni nostra diretta, le coordinate per contattarci: MAIL: radiocomix@live.it NOME SKYPE: radiocomix.official BLOG: www.laradiochefaridere.blogspot.com PAGINA FACEBOOK: www.facebook.com/comixradio Il gruppo ringrazia tutti coloro che contribuiscono al successo di questa web-radio: grazie per gli ascolti, grazie per i like sulla pagina facebook, grazie per le visite nel blog! Grazie anche al Tornado che ci da una grande opportunit per far crescere questa nostra passione! Passate da noi! Musica e risate sono solo una piccola parte di quello che vi possiamo regalare! Limmagine qui a fianco rappresenta il gruppo, questa foto stata scattata dopo una puntata (ed anche la pi decente) e ricordate:

ASTERISCO

Concorso fotografico organizzato dal gruppo PSE del Comitato delle regioni
Bruxelles, 01 Marzo 2013 Vorreste vincere materiale fotografico per un valore fino a 2.000 euro, pi un viaggio di tre giorni per due persone a Bruxelles? Allora il momento di prendere la vostra macchina fotografica e iniziare a scattare! Nel quadro dell'Anno europeo dei cittadini 2013, il gruppo PSE del Comitato delle regioni (CdR) lancia il 1 marzo la sesta edizione del suo concorso fotografico annuale. Con il tema Europa, ho qualcosa da dirti viene lanciata una sfida ai fotografi dilettanti: cogliere in uno scatto le loro aspettative sull'Europa. La foto pu illustrare un esempio di come costruire assieme l'Europa, di cosa voglia dire essere un cittadino europeo, oppure di come voi intendiate il vostro ruolo in Europa. Mostrateci la vostra visione dell'Europa in una foto. Siate creativi, inventivi, originali. Le tre foto migliori saranno scelte da una giuria composta di membri del gruppo PSE del CdR - rappresentanti di enti locali e regionali degli Stati membri dell'UE - e fotografi professionisti. Inoltre, a settembre il pubblico potr scegliere un quarto vincitore con una votazione online sulla nostra pagina Facebook (www.facebook.com/pesgroupcor). Per maggiori informazioni sul concorso e per richiedere materiale promozionale, visitare il sito bit.ly/tell-europe Persone da contattare: Samy Benomran Katja Turck Samy.benomran@cor.europa.eu Katja.turck@cor.europa.eu +32 22822237 +32 22822169

Europa, ho qualcosa da dirti

Il concorso si svolger dal 1 marzo al 30 giugno 2013 e potr parteciparvi chiunque risieda nell'UE e abbia compiuto 18 anni.

30

judo

Nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 marzo l'A.S.D. Judo Alano di Piave ha messo alla prova le capacit della neonata societ in occasione del Torneo Internazionale Citt murata svoltosi al palazzetto dello sport di Cittadella. La manifestazione, suddivisa in due giornate ha visto la partecipazione di pi di 500 atleti nelle varie classi di et e di peso, con ben 81 societ provenienti dalla nostra penisola e dalle nazioni limitrofe. La prima giornata ha visto salire sulla materassina gli atleti Mazzocato Mattia e Vidorin Francesca con il supporto dei coach Vidorin Mauro e Pietrobon Marco. Mazzocato Mattia nella mattinata ha gareggiato nella classe senior (Under 36) per la categoria fino a 60 kg, il sorteggio non stato dei migliori poich ha trovato sulla sua strada due atleti medagliati poi con il bronzo. Il primo incontro lo ha visto perdere per controllo a terra, il secondo per leva al braccio. Per Mattia stata comunque una buona prova che lo ha visto sempre all'attacco facendogli ottenere il 9 posto. Nel pomeriggio stato il turno di Vidorin Francesca, reduce dalle finali nazionali di Ostia nelle quali ha combattuto per classe cadetti (Under 18) piazzandosi al 18 posto nella categoria fino a 52 kg. Francesca ha perso il primo incontro per una disattenzione al limite dell'area di combattimento; recuperata riuscita a vincere contro un atleta dell'Akiyama Settimo Torinese, una delle scuole pi titolate nel nostro paese; il terzo incontro l'ha vista vincere senza molti problemi portandola cos alla finale per il terzo posto nella quale ha dovuto soccombere per controllo a terra contro l'atleta friulana Varutti. Il 5 posto finale non soddisfa a pieno l'atleta che sicuramente avr modo di rifarsi nel prossimo appuntamento. La giornata di domenica ha inizio con le categorie Esordienti-A (Under13) ed Esordienti-B (Under15) e vede prendere parte alla manifestazione gli atleti Bizzotto Thomas, Bertoldo Valentina, Carraro Sofia e Vidorin Gabriele. Thomas, al debutto nelle gare agonistiche, ha partecipato nella categoria fino a 40 kg. Il suo stato un esordio sfortunato, probabilmente a causa della poca esperienza che lo ha visto uscire sconfitto nei due incontri disputati. Il primo contro l'atleta poi primo classificato per una controtecnica in piedi ed il secondo per controllo a terra contro il terzo classificato. L'atleta ha per grandi margini di miglioramento che speriamo possano portarlo in futuro a risultati di gran lunga migliori. Per Valentina invece la gara nella categoria fino a 40 kg era cominciata male, al primo combattimento si vista sconfiggere dalla prima classificata per una tecnica valutata con il massimo punteggio dagli ufficiali di gara, l'atleta per non si lasciata demoralizzare ed ha conquistato l'accesso alla finale per il terzo posto nel combattimento successivo, dominandolo dall'inizio alla fine. La finale per la medaglia ha visto Valentina, incitata per tutto l'incontro dai suoi compagni, vincere contro l'avversaria grazie ad una somma di ammonizioni. Brava Valentina! Sofia prova per la prima volta la nuova categoria di peso dei 52 kg, la sua una gara affrontata con grinta e tecnica; i tre combattimenti la vedono sconfitta nel primo contro una sua vecchia conoscenza, vincitrice del secondo incontro a pochi secondi dall'inizio e, inizialmente in vantaggio il terzo combattimento, valevole per il bronzo, ma per una disattenzione e un po' di stanchezza perde l'incontro quando ormai il podio sembrava ad un soffio. Gabriele paga la differenza di peso di quasi 10 kg nella categoria al limite dei 40 kg. Anche per lui il sorteggio non dei migliori, trova al primo incontro uno dei favoriti alla vittoria finale, che lo batte nonostante la ferrea difesa e i tentativi di attacco del nostro atleta. Siamo certi che il nostro atleta, come ha gi dimostrato pi volte, si rifar gi dalla prossima gara. Tocca nel tardo pomeriggio il compito agli atleti Juniores U21 il compito di portare in alto la societ; ci presentiamo con 3 atleti: Fan Xiao Feng, Hramyka Vadim e Paolin Stefano. Tocca a Vadim combattere per primo, che nonostante le buone possibilit di vincere, purtroppo, perde l'incontro e si classifica di diritto al terzo posto. Il risultato di certo non lo soddisfa visto che ad ogni gara punta sempre al gradino pi alto del podio, ma dalle sconfitte si cerca sempre di trovare quegli spunti che portano poi alla vittoria. Per Stefano invece il rientro alle gare dopo 2 anni di assenza, il suo un combattimento lampo, riesce a schienare dopo meno di un minuto l'avversario, centrando la finale per il primo ed il secondo posto. Il nostro atleta inizialmente riesce a tenere testa al suo avversario, ma la stanchezza comincia a farsi sentire, viene cos sconfitto per strangolamento a terra. Per lui per c' la soddisfazione di aver ritrovato il podio e di aver conquistato i primi 3 punti per il passaggio a cintura nera. Xiao Feng (cintura gialla) altro debuttante nel mondo agonistico, partecipa nella categoria fino ai 66 kg e trova al primo incontro un'atleta Sloveno (cintura nera), la preoccupazione per i tecnici alta vista la differenza d'esperienza, ma sorprendentemente Xiao lascia tutti a bocca aperta battendo l'atleta pi quotato ed esperto con un uchi-mata spettacolare facendo volare letteralmente l'avversario e schienandolo. Nel secondo combattimento Xiao conferma di essere in giornata e batte, non senza qualche rischio, l'atleta che gli si pone di fronte per somma di punteggio. Questa se-

Trofeo Internazionale di judo Citt murata

Judo Alano

31

juDo

conda vittoria lo porta alla finale per l'oro, ma le energie che gli sono rimaste sono ormai finite, infatti Xiao perde la finale per un controllo a terra. Conquista un secondo posto inaspettato ma meritatissimo di fronte all'ovazione dei suoi compagni quando sale per la prima e speriamo non ultima volta sul podio. Le due giornate si chiudono cos con due medaglie d'argento, due di bronzo, due quinti, un settimo, un nono e un quattordicesimo posto. La societ A.S.D. Judo Alano di Piave si classifica 18a tra le 81 societ presenti per la soddisfazione dei due tecnici Mauro e Marco. Un ringraziamento va agli atleti che hanno partecipato alla competizione e agli atleti che sono venuti a sostenere i propri compagni, agli accompagnatori e ai genitori che ci hanno applaudito, un grazie a tutti ed un arrivederci al prossimo appuntamento.

cronaca

Vas: terza giornata ecologica


segnalazione di Cristian Corr
Sabato 23 marzo si svolta la terza giornata ecologica organizzata dal Comune di Vas. Ritrovo alle ore 8:30 presso il Parco del Piave di Caorera. I partecipanti sono stati divisi in tre squadre e individuati tre punti lungo la sinistra Piave particolarmente colpiti da questo triste fenomeno dellabbandono di rifiuti. Il primo dalla passerella verso la galleria, il secondo dalla galleria verso Scalon ed il terzo dal Parco di Caorera verso Marziai. Una mattinata di lavoro in circa 15 persone ha permesso di portare in discarica ben 7 Bucher del Comune pieni stracolmi. I ritrovamenti sono di svariate tipologie, dallelettrodomestico al paraurti dellautomobile, dallarredo interno al pi classico rifiuto da picnic. A mezzogiorno e mezzo tutti al Parco di Caorera presso le strutture della Proloco per il pranzo gentilmente offerto dalla Proloco di Caorera a base di spiedo e contorni vari, dolce e caff. Speriamo che queste giornate aumentino sempre di pi la sensibilit e la consapevolezza che un ambiente pulito per il bene di tutti. I Comuni investono molti soldi per realizzare delle isole ecologiche attrezzate atte ad accogliere qualsiasi tipo di rifiuto senza dover ricorrere a questi atti di incivilt gettando le immondizie o abbandonandole dopo un picnic. Raccoglierle in un sacco e portarle all'ecocentro non costa nulla e facciamo un gesto utile per tutti. Grazie agli Alpini, alle Donne Arcobaleno, alla Proloco di Caorera, agli operai comunali ed a tutti i partecipanti.

agraria marcHi
ARRIVA LA PRIMAVERA ALLAGRARIA MARCHI
con i suoi con il suo

TERRICCI a E 4,50 x 80 lt. STALLATICO a E 5,00 x 25 kg

e poi con tutte le sue

PIANTINE DA ORTO

Tutte le CONSEGNE A CASA sono sempre GRATIS basta telefonare

Buona Primavera (se arriva)


Chiuso il mercoled pomeriggio

Zona Industriale, 68 - peDeroBBa (TV) - Tel. e Fax

0423.688902

32
Biblioteca Unione Sette Ville - Comuni di Quero e Vas

attualit

la poesia della terra


Immagini, testimonianze, emozioni di viaggiatori speciali

QUERO Centro Culturale


Mercoled 24 aprile 2013 ore 20,30

3200 KM IN MOTO ALL'AVVENTURA DALLA CAPITALE INDIANA ALL'HIMALAYA


quando possedere lo stretto indispensabile gi una ricchezza Racconto e immagini di Cristian Corr

Gioved 2 maggio 2013 ore 20,30

ACONCAGUA E DINTORNI

28 giorni da solo in Sud America alla scoperta delle Ande, della gente e della cultura argentina Racconto e immagini di Stefano Fontana
___________________________________________________________________________________________ Info: Biblioteca di Quero tel. 0439 787097 e mail biblioteca.quero@feltrino.bl.it

Buon compleanno Alessandro!

ASTERISCO

Ha compiuto un anno quel biricchino di Alessandro Longo. Auguri da mamma Silvia Dal Pos, pap Mirko, dalla bisnonna Antonietta, di Alano, dai nonni Claudio Dal Pos, Maria Dal Canton (Quero), Margherita Coppe (Segusino) e, dal cielo, Gentile Longo. Auguri anche da tutti quelli che gli vogliono bene.

La foto di copertina
(M.M.) Scatto dedicato alla conca, con vista verso Alano di Piave. Listantanea stata fatta a fine Febbraio/inizio di Marzo di questanno da Gianni De Girardi, salito sul Monte Cornella per rimirare il paesaggio in uno dei pochi giorni soleggiati. Si nota la neve sulle cime pi alte, a testimoniare lidea di inverno persistente, sfociato nel ritardo dellarrivo della primavera. La macchina fotografica era una Samsung L700, impostata a 1/192 s. Nr. F=7,1 ISO=50. Eravamo in dubbio se scegliere una foto che richiamasse larrivo della nuova stagione, grazie anche alle belle foto di fioriture pervenute in redazione. Stavolta abbiamo privilegiato ancora il paesaggio, ma comunque gradito il ricevere materiale da parte di voi lettori. Va tutto in archivio e, chiss, prima poi torner utile per una eventuale pubblicazione o sulla copertina o per illustrare qualche articolo interno. A tutti, fin dora, grazie per la preziosa collaborazione!

Il mercatino del Tornado


Affittasi a Vas appartamento arredato, composto da: cucina-salotto, camera matrimoniale grande, bagno, ripostiglio. Situato al piano terra, con entrata indipendente e riscaldamento autonomo a gas. No spese condominiali. Per informazioni: cell. 338.1995823 oppure tel. 0439/788034. Vendesi abitazione indipendente ad Alano di Piave (centro) - 150 mq. - arredata - 3 camere - 2 bagni - 95.000,00. Per informazioni: tel. 0437/82533 oppure cell. 349.7000483

Zona industriale - 31040 Segusino (TV) Tel. 0423.979282

due esse s.n.c. di Stramare nicola e oscar via S. Rocco, 39 - 31040 SeGuSino (Tv) Telefono e Telefax 0423.979344 via della vittoria - 32030 FeneR (Bl) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

onoranZe Funebri

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

alano di piave Fener - quero

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


Via Feltrina - 32030 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292 E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

www.unicredit.it