Sei sulla pagina 1di 46
fp il “Fronimo” | Herbendedede ee rivista trimestrale di chitarra e liuto diretta da Ruggero Chiesa PRESSO LE EDIZIONI SUVINI ZERBONI - MILANO. anno decimo n. 40 - luglio 1982 - L. 3.000 SOMMARIO Incontri 3 Encounters Intervista a Notis Mavroudis di Ruggero Interview with Notis Mavroudis, by Ruggero Chiesa 3 Chiesa Storia della letteravura del liuto € della chi: History of the Literature of the Lute and Guitar, by Ruggero Chiesa XXXX. The Sixteenth Century Lays Milén tarra, di Ruggero Chiesa XXXX, TI Cinguecento Lays Milén Tconografia della chitarra, di Mario Dell’Ara 12 Iconography of the Guitar, by Mario Del TAra Parte terza: secolo XVII 12 Part Three: XVIIth Century Manoscritti di opere italiane per liuto di Manuscripts of Italian Works for the Lute Franco Rossi 27 by Franco Rossi Le idee di Leo Brouwer, di Francesco Gorio 33 The Opinions of Leo Brouwer, by France seo Gorio Tdee a confronto 35 Exchange of Ideas and Opinions La bottega della chitarra 37 The Guitar Shop Corsi € concorsi internazi 38 International Courses and Competitions Recensioni Reviews Musica 41 Music Dischi 42 Records DIRETTORE RESPONSABILE: RUGGERO CHIESA REDATTORE CAPO: SILVIO CERUTTI DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E PUBBLICITA’: EDIZIONI SUVINI ZERBONT 30138 MILANO ~ VIA ME. QUINTILIANO 40 - TEL. 5084 AUTORIZZAZIONE; TRIDUNALE DI MILANO N, 351. DEL 13 SETTEMBRE 19 ‘TUTTI T DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED © PRINTED IN ITALY MANOSCRITTI E FOTOGRAFIE ANCHE SE NON PUBBLICATT NON VERRANNO RESTITUIT UN NUMERO: ITALIA L. 3000 - ESTERO $ 3,30 ABBONAMENTO ANNUO; ITALIA L. 10.000 . ESTEKO § 12 MEDIANTE, VERSAMENTO IN CONTO CORRENTE POSTALE CcP 37874208 NUMERI ARRETRATI DISPONIBILI: ITALIA L. 3.000 - ESTERO $ 3,30 SPEDIZIONE IN ABHONAMENTO POSTALE GRUPPO TV TINITO DI STAMPARE NEL MESE DI LUGLIO 1982 CON 1 TIPE DELL’ARCHETIPOGRAFIA DI MILANO INCONTRI ATENE, 6 NOVEMBRE 1981. INTERVISTA DI Rugcrro Curesa 4 Noris Mavroupts fl RC: La mascita della scuola chitarristica in ; Grecia &, come sappiamo, piuttosto recente. Tu Sei wna persona giovane, tuttavia appartieni ugualmente alla generazione pionieristica. Cosa puoi dirci dell'inizio dei tuoi studi? N.M.: Ho cominciato a studiare la chitarra nel 1958 con Lisa Zoe, poi ho continuato con Di- mitri Fampas. Allora la situazione del nostro strumento era allo stato embrionale. Non vi ¢ erano musiche, che dovevano richiedersi all’e stero e che giungevano con molto ritardo, né in- formazioni «li alcun genere. Nonostante cid Pa : more per la chitarra era grandissimo, anche se ceravamo int pochi e ci chiamavano « i pazzi del paese ». R.C.: Dopo alcuni anni ti sei trasferito in Italia, dove per lungo tempo hai insegnato € svolto attivité concertistica. Quali sono i tuoi ricordi di questo soggiorno? N.M.: E un fatto che ha segnato la mia vit ido decisivo, non solo perché ho avuto la possibilita di suonare, ma soprattutto in quanto sono venuto a contatto con un ambiente da cui ho ricevuto un’importante formazione culturale. RC: Ci sono chitarristi italiani che ricordi particolarmente? N.M.: Si, Aldo Minella, per esempio. Insegna. vamo ambedue nella Scuola Civica di Milano; It sono rimasto cingue anni, e il rapporto che ho avuto con lui 2 stato molto costruttive, Non voglio poi dimenticare V’aiuto, anche sotto il profilo umano, datomi in una fase della mia vita da Amleto Tempestini. R.C: Poi sei ritornato in Grecia. N.M.: II mio rientto & dipeso da una decisione voluta. La situazions nel mio paese non era fa- cile, e molti amici pensavano che sbagliassi ad Notis Mavroudis abbandonare Milano. Invece sono felice di aver compiuto quella scelta, che mi ha consentito di creatmi qui uno spazio con la chitarta. Da allora Ja mia attivita si 2 sviluppata non soltanto nel campo concertistico, ma anche in quello del Vinsegnamento (ho una cattedra di chitarra nel Conservatorio Nazionale di Atene), della com. posizione e della critica, R.C.: Tutti settori molto impegnativi. Parlaci dei tuoi impegni concertstci N.M,: Il mio intento & di colmare il vuoto che gail esiste ancora nel repertorio chitarristico, Si tratta di formare una scuola classica, poiché sto: Ficamente la Grecia & stata tagliata fuori da que- sta cultura, e la nostra musica ha avuto un in. dirizeo diverso, Tramite In mia esperienza ita- Tiana, che mi ha dato la possibilita di avete con. tatti spiritual con i grandi maestri dell’Otto. cento, come Giuliani e Sor, ¢ con la musica ri nascimentale © barocca, cerco di diffondere i capolavori del passato. RC. Quali sono le tue scelte di repertorio?

Potrebbero piacerti anche