Sei sulla pagina 1di 4

Capitolo 1 Che cos il Karate

Sezione 1 la definizione di Karate


Quando si posta la domanda: Che cosa il Karate? Cosa ti viene in mente di differenziarlo dal Kempo cinese o kickboxing? Sono tutti marziali arti, che impiegano pugni e calci, ma ci deve essere qualche essenziale differenza tra di loro. Anche se si usa il termine "karate", vi un numero estremamente elevato di "karate" che esistono oggi. Prima di tutto essi possono essere divisi per stile. Cominciando con i quattro maggiori stili sul continente, e i tre grandi Stili di Okinawa, ci sono innumerevoli organizzazioni che sono sorte come stili si sono divise oppure sono stati formati nuovi rami di stili. Poi ci sono stili divisi dalle regole. Ci sono diverse regole di concorrenza, i principali sono "senza contatto", "imbottitura completa", "full contact" e "regole del guanto",ecc, e anche quelli che sono stati aggiunti elementi quali, le tecniche di tappeto, ecc. Ci sono tante variazioni di stili e delle regole che impossibile ottenere un quadro preciso globale del karate. Questo fenomeno non si trova in altre arti marziali quali Judo e Kendo. In effetti potrebbe essere corretto dire che non esiste una definizione di karate. Ci, tuttavia rende difficile discutere di questo argomento, cos per lo scopo di questo libro, vorrei dividere il karate nelle seguenti categorie. Okinawa karate prima che fosse importato nel continente del Giappone, e il karate che stato sviluppato sulla terraferma dopo che stato importato. Inoltre, poich questo libro si concentra sul bunkai, oppure l'uso dei kata come spinta principale, io non includo gli stili new age, che non mantengono la pratica dei kata.Questo libro si occupa esclusivamente degli stili che prevalentemente pratica kata stile Shuri, che sono stati creati in Okinawa. Anche se mi rendo conto che ci sono molti punti di vista diversi e filosofie di arti marziali e karate, io ne uso alcuni termini per il bene dei espressione e di organizzazione pratica. Dal punto di vista storico, questo libro si concentrer sul karate dopo che stato importato sulla terraferma. Mi concentrer su altri dettagli altrove. Ho anche scritto su altre arti marziali, quali le arti tradizionali del jujutsu e kenjutsu, e l'arte moderna del judo ai fini del confronto. Il karate stato influenzato la maggior parte, forse, con le arti marziali tradizionali, la pi nota Shinkage Ryu Heiho (kenjutsu). Far anche riferimento a "shintai Sousa" (meccanica del proprio corpo), che ha ricevuto notevole attenzione da poco, come "jutsu", oppure la tecnica completa e la forma del pugni e dei calci come "waza" come tecniche separate. "Kata Bunkai" si riferisce all'uso del kata. Pg. 12 Sezione 2 Che cosa il Kata? Con la diffusione delle partecipazione nelle competizioni di karate sono stati pensati molti e diversi metodi, come "senza contatto", "l'uso di attrezzature di protezione "," full contact "," guanti ", ecc. La World Karate Federation Campionati del Mondo hanno raggiunto il loro 17 anno e stanno diventando sempre pi stravaganti. Si parla addirittura che il karate possa diventare un evento olimpico. Insieme con la competizione di kumite, vi anche la parte estremamente interessante del karate, la competizione di kata. Recentemente le regole WKF hanno cambiato in "torneo di stile", e aumentato il numero di SHITEI kata (obbligatori), e ha richiesto il bunkai kata per le finali in eventi di squadra. Tutte queste manifestazioni hanno aumentato la necessit di ulteriori studi dei bunkai in Giappone, patria del karate. La questione, che si pone qui, "che cosa il kata?" L'arte marziale del karate sviluppato sull'isola di Okinawa sotto l'influenza del kempo cinese, sotto la cornice storica della dominazione dei signori feudali Satsuma. Si ritiene di aver sviluppato in modo unico. La caratteristica principale che stata trasmessa oralmente, non per mezzo di manuali di formazione scritti. Un'eccezione a questo il "Bubishi" dello stile Naha, ma che in realt creduto di essere la trasmissione dei kata della Gru Bianca del Kempo cinese. Una delle principali differenze tra il karate di Okinawa e il karate praticato sulla terraferma che poich stato proibito dalla legge, il karate di Okinawa stato praticato in segreto, e tramandato oralmente. Sulla terraferma, mentre vi Hidden Karate the true bunkai for the Heian katas and Naihanchi - Gennosuke Higaki

erano alcune scuole, che hanno aderito al principio del "fushutsu Mongai", o mantenere la conoscenza all'interno della scuola, per la maggior parte, dei molti stili gli sono stati dati i nomi e trasmessi apertamente. Le caratteristiche delle arti marziali della terraferma sono: 1. Poich i kata vengono praticati in due persone, i ruoli di difesa e offesa sono chiaramente definiti cos l'uso delle tecniche sono facili da capire. 2. Ci sono manuali di istruzioni. (le tecniche sono chiare.) 3. C' un sistema per l'avanzamento di grado. 4. Gli stili hanno nomi. (La discendenza degli maestri chiara.) 5. Per la maggior parte sono stati tramandati da maestri che facevano parte della classe dei samurai. il karate di Okinawa, d'altra parte, si differenzia da altre arti marziali, in quanto non stato insegnato nei dojo, non ha dato nomi ai suoi stili, ed stato insegnato in segreto. Le seguenti sono le sue caratteristiche: 1. E ' stato tramandato attraverso i kata eseguiti singolarmente. 2. Non ci sono stati testi scritti. 3. Il metodo di avanzamento non chiaro. Pg. 13 4. Non ci sono stati gli stili. 5. Per la maggior parte stata praticata dalla classe dei samurai, ma perch stato praticato in segreto, non esisteva un sistema, che definisce chiaramente una persona come il fondatore della scuola. Alla fine, l'unica cosa che ci resta del karate di Okinawa sono i kata. Pertanto, al fine di conoscere il significato del karate, necessario conoscere il significato dei kata, che sono stati tramandati. In altre parole, dobbiamo chiarire i kata, che sono stati lasciati per noi al fine sapere qual stata la vera natura del karate originale. Fino ad oggi, la maggior parte dello studio dei kata si occupata di questioni letterarie su quale carattere cinese utilizzato o cose superficiali come il modo in cui ogni movimento diverso da uno stile all'altro. Non c' stata alcuna discussione scritta, tuttavia, sul significato tecnico delle tecniche reali interessate. Lo scopo principale del kata stato quello di fornire una registrazione delle tecniche offensive e difensive. Naturalmente la persona che ha creato un kata conosceva il significato dei suoi movimenti. Vi era una possibilit, per, che le generazioni future non conoscessero il significato dei movimenti e da soli si mettessero a cercarli, quindi c'era bisogno di passare per via orale stabilendo il significato delle tecniche, in modo che potrebbero essere ricreate. Come ho detto in precedenza, se si comprende il bunkai, o il significato di un kata, le differenze esterne non devono essere un problema.

Sezione 3 il Karate di Okinawa


Poich il karate stato praticato in segreto, non si sa per certo quando essa sia iniziato. I riferimenti al karate sono stati osservati in stampa intorno alla met del periodo Meiji (Meiji: 1868-1921) dopo la scomparsa dei Maestri Anko Itosu dello stile Shuri e di Higaonna Kanryo dello stile Naha. Prima di questo, poich stato tramandato oralmente, non c'erano documenti scritti. Inoltre, secondo le leggende orali, ci sono molte storie di vari maestri che imparano da emissari cinesi, o che sono andati in Cina per apprendere in prima persona. Pertanto, si ritiene che il karate di Okinawa stato influenzato considerevolmente dal kempo cinese. Poich la storia di questo periodo celato altrove, sono oltre la portata di questo libro. Mi limiter a introdurre uno schema dopo il periodo Meiji. Dopo la Restaurazione Meiji (1868) l'interesse nelle arti marziali cadde in declino. Intorno al periodo della Seinan no Eki (Colpo di Stato) nel 1877 lo studio del kendo e del judo hanno guadagnato popolarit sotto il piano del governo per "arricchire la nazione e costruire una difesa forte." Nel 1876 un modo a mani nude di autodifesa stato riconosciuto ai sensi proclamazione del governo contro l'uso del spada. Pg 14

Hidden Karate the true bunkai for the Heian katas and Naihanchi - Gennosuke Higaki

Nel 1879 Maestro Anko Itosu ha aperto il primo dojo di karate a Okinawa e inizi ad insegnare ai suoi primi studenti apertamente. Solo i suoi studenti hanno ricevuto l'attenzione per essere stato insignito del titolo Koushu (alto rango) in sede degli esami di reclutamento militare. Andarono avanti per tornare a casa come eroi decorati dopo la guerra Giappone-Cina del 1894, e della guerra Giappone e Russia del 1904. Nel 1901 il karate entr a far parte del curriculum della scuola pubblica. A quel tempo il karate di Okinawa stato praticato individualmente, e non c'erano i nomi di stile, piuttosto, stato indicato come "qualcuno o mano di qualche luogo." Nel 1904 il Maestro Itosu ha creato il kata Heian come strumento per l'insegnamento nelle scuole medie pubbliche. Il karate nello stesso anno stato introdotto nei mezzi di comunicazione di massa. Un articolo scritto dal Maestro Gichin Funakoshi in cui ha intervistato Maestro Anko Asato apparso nel Giornale Ryukyu. Il Karate ha guadagnato interesse, non solo come metodo di auto-difesa, ma anche per l'educazione fisica, e ci fu un impegno concertato, compreso l'uso di manifestazioni pubbliche, per introdurlo al pubblico in generale. Nel suo "Dieci Principi del Karate di Okinawa"(1908), il Maestro Anko Itosu ha scritto "Si dovrebbe conoscere il significato e l'applicazione di un kata prima di praticarlo". Da questo sappiamo per certo che il significato (applicazione) per i kata a quel tempo esisteva.

Sezione 4 Introduzione del Karate alla Terraferma


Le due manifestazioni pubbliche del Maestro Gichin Funakoshi nel 1916 presso il Butokuden a Kyoto, e l'altro presso il Physical Education Salone di Tokyo nel 1922,furono i primi a introdurre il Karate di Okinawa sulla terraferma. Per qualche ragione nei documenti scritti il 1922 proposto come la data dintroduzione del karate sulla terraferma. In quell'anno il Maestro Funakoshi fu invitato dal Dr. Jigoro Kano, fondatore del judo, a insegnare il karate per diversi mesi presso il Kodokan. Quindi, stiamo parlando della diffusione del karate piuttosto che l'introduzione, quindi l'anno 1922 pu essere accreditato come l'inizio. Il Maestro Funakoshi non pi tornato a Okinawa, concentrandosi invece a diffondere il karate in tutto il continente, soprattutto nelle universit. Ci furono, tuttavia, alcune difficolt ad avere il karate riconosciuto, rispetto al judo e il kendo. 1: judo e kendo avevano gi unorganizzazione nazionale. 2: Dr. Jigoro Kano aveva cercato di unificare il judo. 3: Okinawa non ha avuto lo stesso status, sulla terraferma. 4: I Kata erano praticati individualmente, per cui era difficile comprendere lefficacia reale del karate. Nel 1924 il Maestro Funakoshi promosse il suo primo studente a primo grado di cintura nera. Nel 1929 il Maestro Chojun Miyagi cre il primo "stile"di karate. Nel 1931 il karate di Okinawa stato riconosciuto come parte del judo da parte del Ministero della Pubblica Istruzione. I caratteri cinesi sono stati modificati da "mano cinese" a "mano vuota", in questo periodo. Pg. 15 Maestro Mabuni istitu lo Shito Ryu nel 1934. Allo stesso modo, Shotokan Ryu, che ha avuto fino al 1935 per formulare e sviluppare il suo curriculum, con sede del suo dojo a tempo pieno, Shotokan in Soshigaya, Tokyo nel 1939. Sebbene il maestro Funakoshi non ha dato un nome al suo stile, altri stili e scuole, come Goju ryu e Shito ryu cominciarono ad apparire. A differenza dei judo e del kendo, che unificarono rispettivamente jujitsu e kenjutsu, il karate diventato ulteriormente diviso in stili distinti. Vorrei riassumere queste tendenze. Judo e kendo si mosso verso l'unificazione. 1. Dopo la Restaurazione Meiji, ci fu un tentativo di unificare questi sistemi, pur mantenendo i vecchi stili. 2. Le competizioni sono state istituite in base alle norme unificate consentendo un metodo chiaro per valutarne la capacit. 3. E stato impiegato un sistema standardizzato di aggiudicazione delle cinture. 4. I kata sono stati unificati e ricreati. Karate si mosso in una direzione di fazioni. 1. Nel periodo Showa sono state istituiti degli stili, e ulteriormente suddivisi in numerosi rami e sottostili. Hidden Karate the true bunkai for the Heian katas and Naihanchi - Gennosuke Higaki

2. Esistono molte regole diverse per le competizioni. 3. Promozioni per classi si sono svolte dalla Japan Karate Federation, ma ogni stile riconosce i loro stessi stili. 4. I kata non sono stati unificati. La guerra fin ed stato stabilito la Japan Karate Do come la Federazione di tutti. le regole sono state unificate per il kumite per gli stili differenti uniti, in "senza contatto" , e il primo torneo si svolto nel 1957. Il problema di come unificare i kata, tuttavia, stata lasciata a ogni stile, e sono rimasti insoluti. Un sistema per insegnare ai principianti comprende nozioni di base, movimento di base, ed stato stabilito combattimento ad uno, due o tre passi. Ad oggi, tuttavia, non si evoluta una metodologia didattica per studenti di livello intermedio e avanzato. Questo particolarmente vero in quanto solo i kata di base giustamente sono stati introdotti apertamente, e molti praticanti non sono soddisfatti del bunkai, o applicazione, che stata introdotta.

Sezione 5 Karate come uno sport


Il significato originale del karate come arte di autodifesa si perde con lo sviluppo del karate sul continente. Anche la tendenza per farlo diventare uno sport competitivo diventato pi forte. Soprattutto dopo la guerra, le arti marziali sono diventate note soprattutto come uno sport. Le arti marziali erano state un tempo considerate una parte importante di una educazione militare. Dopo la guerra, con l'introduzione della democrazia, emersa una tendenza a cambiare il nome da "arte marziale" a "sport". L'introduzione del judo come sport olimpico alle Olimpiadi di Tokyo nel 1959, ha spronato questa tendenza. Cos inizi la grande epoca dove, sebbene c' stato il kumite prima della guerra, le regole furono istituite e il kumite si svilupp in un evento ufficiale. Pg 16 Proprio come il judo e kendo sono stati diffusi con competizioni al suo interno, con l'uso di materassini e dispositivi di protezione, rendendo possibile la competizione, il karate ha seguito lo stesso percorso. Poich il numero di tornei aumentarono, l'obiettivo passa a difendere se stessi per vincere nella competizione, e sempre pi pratica stata spesa per le competizioni di kumite e pure di kata. Nelle regole di competizione, a differenza della autodifesa, alcune tecniche pericolose sono state proibite, in modo che solo quelle tecniche, che sono applicabili nella competizione, sono enfatizzate, e questo quello che lo rende uno sport. Come nota a margine, stato detto che il motivo che la competizione di kata per avviene prima della competizione di kumite stato quello di determinare se i concorrenti hanno sufficiente capacit per competere nel di kumite. Pg 17

Hidden Karate the true bunkai for the Heian katas and Naihanchi - Gennosuke Higaki