Sei sulla pagina 1di 4

SCHEDA OBIETTIVI PRINCIPALI

OPERATIVA NUMERO: 1
Categoria: COORDINATIVI: capacità di percezione e orientamento
03/03/2009 e 06/03/2009
Pulcini 2000 TECNICI: il dribbling (fantasia motoria)
TATTICI: intercettamento
MARZO 2009 FISICI: rapidità
Istruttore:
Emanuele Aquilani COGNITIVI: accettare vittoria e sconfitta

FASE INIZIALE: (tempo15/20 Minuti)


10’ due squadre si contendono il pallone da rugby.

10’ due squadre si contendono la pallina da tennis.

FASE CENTRALE: (tempo 50/60 minuti)

15’ situazione di gioco: dall’1 vs 1 al 3 vs 3 15’ situazione di gioco: dall’1 vs 1 al 3 vs 3


in due metà campo adiacenti, 3 coppie di giocatori con un pallone, danno vita in due metà campo adiacenti, 3 coppie di giocatori con un pallone, danno vita ad un
ad un triplo 1 vs 1 per il mantenimento della palla e per il gol, non ci si ferma triplo 1 vs 1 per il mantenimento della palla e per il gol, non ci si ferma mai deve
mai deve essere a ritmo continuo, con batti muro e dopo il gol chi ha segnato essere a ritmo continuo, con batti muro e dopo il gol chi ha segnato deve riprendere
deve riprendere palla e continuare a giocare; stessa composizione del gioco palla e continuare a giocare; stessa composizione del gioco precedente, ma si da
precedente, ma si da vita nelle meta campo ad un doppio 2 vs 1; e infine nelle vita nelle meta campo ad un doppio 2 vs 1; e infine nelle metà campo si da vita ad
metà campo si da vita ad un 3 vs 3……. un 3 vs 3…….

15’ situazione di gioco: dall’1 vs 1 al 3 vs 3


in due metà campo adiacenti, 3 coppie di giocatori con un pallone, danno vita
ad un triplo 1 vs 1 per il mantenimento della palla e per il gol, non ci si ferma
mai deve essere a ritmo continuo, con batti muro e dopo il gol chi ha segnato
deve riprendere palla e continuare a giocare; stessa composizione del gioco
precedente, ma si da vita nelle meta campo ad un doppio 2 vs 1; e infine nelle
metà campo si da vita ad un 3 vs 3…….
FASE FINALE (tempo 20/25 minuti)

10’ partita su due campi adiacenti:


si gioca in una metà campo con un pallone, nell’altra metà viene collocata
un'altra sfera; gli allievi giocano e al segnale dell’allenatore devono andare
di corsa nell’altra metà campo a proseguire la partita e conquistando il
pallone in precedenza collocato; chi era in possesso di palla in una metà non
è detto che lo sia poi nell’altra; fondamentale è la velocità di spostamento e
prendere posizione per riprendere a giocare, secondo la fase della propria
squadra.

20’ partita gioco libero.


SCHEDA OBIETTIVI PRINCIPALI
OPERATIVA NUMERO: 2
Categoria: COORDINATIVI: capacità di percezione e orientamento
10/03/2009 e 13/03/2009
Pulcini 2000 TECNICI: il dribbling (fantasia motoria)
TATTICI: intercettamento
MARZO 2009 FISICI: rapidità
Istruttore:
Emanuele Aquilani COGNITIVI: accettare vittoria e sconfitta

FASE INIZIALE: (tempo15/20 Minuti)


10’ partita con le mani:
il gol è valido se il pallone è condotto all’interno della zona di meta.

10’ partita con le mani e con i piedi:


gioco dei colori, passare palla a colore diverso.

FASE CENTRALE: (tempo 50/60 minuti)


A

15’ situazione di gioco: 4 vs 2 15’ situazione di gioco: 1 vs 1


4 giocatori ai vertici di un quadrato si passano la palla lungo il perimetro della L’attaccante (A) deve cercare di segnare in una delle due porticine dopo aver preso
figura, con l’obiettivo di passare la palla in diagonale al compagno opposto; i 2 il pallone lanciato dall’istruttore, il difensore (D) deve impedirglielo
all’interno devono impedire il passaggio in diagonale e non devono intervenire semplicemente recuperando il pallone il più velocemente possibile.
sui passaggi sul perimetro del quadrato.

15’ situazione di gioco: 15’ situazione di gioco: 1 vs 1


sei giocatori della stessa squadra sono divisi in due zone del campo intervallate L’attaccante (A) deve cercare di segnare in una delle due porticine partendo palla al
da un’altra zona centrale dove risiedono 2 giocatori. I giocatori nelle zone piede evitando l’intervento dell’avversario, il difensore (D) deve impedirglielo
esterne si passano il pallone tra di loro per poi cercare di passare il pallone ai semplicemente recuperando il pallone il più velocemente possibile.
compagni nella zona opposta, i giocatori in zona centrale devono evitare il
passaggio tra le due zone esterne intercettando il pallone.

FASE FINALE (tempo 20/25 minuti)

10’ partita su due campi adiacenti:


si gioca in una metà campo con un pallone, nell’altra metà viene collocata
un'altra sfera; gli allievi giocano e al segnale dell’allenatore devono andare
di corsa nell’altra metà campo a proseguire la partita e conquistando il
pallone in precedenza collocato; chi era in possesso di palla in una metà non
è detto che lo sia poi nell’altra; fondamentale è la velocità di spostamento e
prendere posizione per riprendere a giocare, secondo la fase della propria
squadra.

20’ partita gioco libero.


SCHEDA OBIETTIVI PRINCIPALI
OPERATIVA NUMERO: 3
Categoria: COORDINATIVI: capacità di percezione e orientamento
17/03/2009 e 20/03/2009
Pulcini 2000 TECNICI: il dribbling (fantasia motoria)
TATTICI: intercettamento
MARZO 2009 FISICI: rapidità
Istruttore:
Emanuele Aquilani COGNITIVI: accettare vittoria e sconfitta

FASE INIZIALE: (tempo15/20 Minuti)


10’ partita con le mani:
il gol è valido se il pallone è condotto all’interno della zona di meta.

10’ partita con le mani e con i piedi:


gioco dei colori, passare palla a colore diverso.

FASE CENTRALE: (tempo 50/60 minuti)

15’ situazione di gioco: 4 vs 4 15’ situazione di gioco: 3 + 2 vs 3 + 2


Il portiere rilancia la palla verso la squadra che attacca, chi riceve deve In una partita 3 vs 3 + due sponde, esterne lo spazio di gioco, per ogni squadra, i
controllare la palla. La squadra che difende, con palla in aria “sale” per giocatori in gioco, per fare punto, dovranno andare ad intercettare il passaggio
stringere le marcature sui giocatori che attaccano, stringendo gli spazi di gioco. diretto verso la sponda o viceversa.
Lo scopo degli attaccanti è di non perdere il possesso palla per andare a fare Inoltre, come variante, si utilizza una sponda esterna allo spazio di gioco e due
gol, quello dei difensori è di intercettare un passaggio per interrompere jolly che giocano con la squadra in possesso palla, quindi oltre ad intercettare il
l’azione. pallone diretto alle sponde e viceversa, devono intercettare il pallone diretto ai 2
jolly.

15’ gioco a tema: 15’ partita a tema: 3 vs 3 vs 3


sei giocatori della stessa squadra sono divisi in due zone del campo intervallate Si gioca la partita 3 vs 3, per fare gol, la squadra che conclude la sua azione con un
da un’altra zona centrale dove risiedono 2 giocatori. I giocatori nelle zone tiro verso la porta, con una parata del portiere avversario o se l’azione in qualche
esterne si passano il pallone tra di loro per poi cercare di passare il pallone ai modo finisce con la palla che esce dalla linea di fondo della squadra che difende,
compagni nella zona opposta, i giocatori in zona centrale devono evitare il esce dal gioco ed entra immediatamente la squadra che era in attesa fuori….e cosi
passaggio tra le due zone esterne intercettando il pallone. via.
I cambi tra chi entra e chi esce devono essere rapidissimi, perché chi rimane in
campo fa ripartire subito l’azione senza aspettare i nuovi avversari che si
posizionano sul campo.
FASE FINALE (tempo 20/25 minuti)

20’ partita gioco libero.


SCHEDA OBIETTIVI PRINCIPALI
OPERATIVA NUMERO: 4
Categoria: COORDINATIVI: capacità di percezione e orientamento
24/03/2009 e 27/03/2009
Pulcini 2000 TECNICI: il dribbling (fantasia motoria)
TATTICI: intercettamento
MARZO 2009 FISICI: rapidità
Istruttore:
Emanuele Aquilani COGNITIVI: accettare vittoria e sconfitta

FASE INIZIALE: (tempo15/20 Minuti)


10’ partita con le mani:
il gol è valido se il pallone è condotto all’interno della zona di meta.

10’ partita con le mani e con i piedi:


gioco dei colori, passare palla a colore diverso.

FASE CENTRALE: (tempo 50/60 minuti)

15’ situazione di gioco: 4 vs 2 15’ situazione di gioco: dall’1 vs 1 al 3 vs 3


4 giocatori ai vertici di un quadrato si passano la palla lungo il perimetro della in due metà campo adiacenti, 3 coppie di giocatori con un pallone, danno vita ad un
figura, con l’obiettivo di passare la palla in diagonale al compagno opposto; i 2 triplo 1 vs 1 per il mantenimento della palla e per il gol, non ci si ferma mai deve
all’interno devono impedire il passaggio in diagonale e non devono intervenire essere a ritmo continuo, con batti muro e dopo il gol chi ha segnato deve riprendere
sui passaggi sul perimetro del quadrato. palla e continuare a giocare; stessa composizione del gioco precedente, ma si da
vita nelle meta campo ad un doppio 2 vs 1; e infine nelle metà campo si da vita ad
un 3 vs 3…….

15’ situazione di gioco: 4 vs 4 15’ situazione di gioco: 1 vs 1


Il portiere rilancia la palla verso la squadra che attacca, chi riceve deve L’attaccante (A) deve cercare di segnare in una delle due porticine partendo palla al
controllare la palla. La squadra che difende, con palla in aria “sale” per piede evitando l’intervento dell’avversario, il difensore (D) deve impedirglielo
stringere le marcature sui giocatori che attaccano, stringendo gli spazi di gioco. semplicemente recuperando il pallone il più velocemente possibile.
Lo scopo degli attaccanti è di non perdere il possesso palla per andare a fare
gol, quello dei difensori è di intercettare un passaggio per interrompere
l’azione.
FASE FINALE (tempo 20/25 minuti)

10’ partita su due campi adiacenti:


si gioca in una metà campo con un pallone, nell’altra metà viene collocata
un'altra sfera; gli allievi giocano e al segnale dell’allenatore devono andare
di corsa nell’altra metà campo a proseguire la partita e conquistando il
pallone in precedenza collocato; chi era in possesso di palla in una metà non
è detto che lo sia poi nell’altra; fondamentale è la velocità di spostamento e
prendere posizione per riprendere a giocare, secondo la fase della propria
squadra.

20’ partita gioco libero.