Sei sulla pagina 1di 2

LA NOTTE STELLATA

Il quadro la notte stellata, un olio su tela, considerato uno dei capolavori dellartista olandese. L'artista realizz numerose tele con questo soggetto, ma quella custodita al MOMA (Museum of Modern Art)di New York senza dubbio la pi famosa ed emblematica. La tela stata dipinta nel 1889 durante il soggiorno di Van Gogh presso la casa di cura di Sain-Remis. Van Gogh da tempo dipingeva anche i paesaggi notturni en plein air dal momento che cercava sempre il contatto diretto con la realt naturale, non rassegnandosi allidea di riprodurre in studio ci che non aveva davanti agli occhi. A questo scopo lartista escogit un sistema bizzarro ed ingegnoso: fiss delle candele accese sulla tesa del suo cappello e realizz le prime vedute notturne della storia dal vivo. In effetti, diversamente dalle sue opere notturne, la notte stellata fu dipinta a memoria e non allaperto come egli era solito fare. Soggetto della raffigurazione il paesaggio di un borgo, di notte e con le colline sullo sfondo. Si deduce che il dipinto stato realizzato a memoria, poich il campanile a punta della chiesa tipico dellOlanda, suo Paese natale e lui invece al momento della realizzazione dellopera si trovava in Francia. In questo notturno Van Gogh decise di rappresentare la realt, il paesaggio non con un intento fotografico o ricercando atmosfere romantiche, ma con lintento di far trasparire i suoi moti interiori con linee turbinose, vorticose che riflettevano la sua passione e la sua profonda angoscia interiore. Nonostante i suoi problemi di salute in quegli anni lartista raggiunse una piena autonomia di linguaggio e trov uno stile personale. Analizzando lopera si possono distinguere tre elementi fondamentali: il paesino e le colline nella parte bassa, il cipresso cupo, e il cielo notturno. Il villaggio, rappresentato da forme geometriche, ordinato e tranquillo ed quasi del tutto addormentato se non fosse per qualche finestra da cui traspare la luce delle candele accese. Le colline blu che lo sovrastano sembrano delle enormi onde dacqua. Nel complesso dellopera prevale la volta stellata, il cielo notturno reso da spesse pennellate blu cobalto e verde e punteggiato qua e l dai cerchi luminosi degli astri e dalla luna che tuttavia non riescono a rischiarare il paesaggio sottostante. Le linee vorticose del cielo riflettono lo stato danimo tormentato del pittore e si nota un forte contrasto tra il caos del cielo e il tranquillo ordine del villaggio. La notte in questo caso il mezzo che permette al pittore di esprimere e proiettare le proprie inquietudini ed i propri tormenti. La scena infatti solo apparentemente tranquilla e silenziosa poich mentre il villaggio dorme, in cielo sembra si stia svolgendo un dramma cosmico. Il terzo elemento importante dellopera il cipresso scuro in primo

piano. Il cipresso, albero particolarmente amato da Van Gogh e che compare in molte sue opere, sembra una fiamma viva ed inquietante agitata dal vento, lo stesso vento che agita il cielo e lanimo del pittore. Il cipresso imponente fa da tramite tra il cielo e la terra, tra ci che terreno e reale e ci che invece ultraterreno ed irreale.

Dal punto di vista tecnico si evidenzia una assoluta libert nelluso del colore: lartista utilizza colori puri, violenti e contrastanti tra loro. I colori chiari quasi argentei sono rafforzati dallaccostamento di pennellate che vanno dallazzurro al blu pi intenso. Con tratti precisi di color giallo, arancio e bianco Van Gogh riesce a dilatare a dismisura i corpi celesti. La pittura di Van Gogh che con i suoi tratti corposi e spessi rivela che la densit del colore sembra corrispondere a stati danimo potentemente alterati. La forza della pittura di Van Gogh sta nel dipingere non la realt che ha davanti, ma la propria condizione interiore attraverso un pretesto quale il dipinto in questione, un paesaggio diurno o un autoritratto. In questo senso egli considerato un precursore, se non il primo esponente dellEspressionismo. La notte stellata una delle opere pi significative dellespressionismo di Van Gogh sia per aver riversato nella sua visione di paesaggio e cielo notturno la sua esperienza di vita, sia per la brillantezza dei colori, sia per le distorsioni emotive della realt, tutti elementi che furono assimilati dallEspressionismo.

BIBLIOGRAFIA: -Arte e immagine - vol B - Storia dellarte De Agostini -Leggere limmagine La storia dellarte P. Bersi e C. Ricci Zanichelli - http://it.wikipedia.org/wiki/Van_Gogh - http://voxnova.altervista.org/notte-stellata.html - http://www.ovo.com/notte-stellata