Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 16 maggio 2013


anno XLVI (nuova serie)

numero 20 euro 1,20 - contiene I.P.

20
9 Rubicone
La grandine devasta i raccolti di frutta e verdura
abato scorso le aree pi colpite sono state S del basso Rubicone e, in collina, Longiano, Montiano e Sogliano

Diocesi
Sabato e domenica a Cesena la Festa diocesana
utto pronto per la due giorni del 18 e 19 magT gio che si terr alla fiera di Pievesestina. Si apre con lattore Sarubbi

Chiesa
Papa Francesco e la festa della santit
l pontefice ha proclamato santi gli ottocenI to martiri di Otranto, le religiose Laura Montoya e Madre Lupita

Chiesa
In 40mila a Roma per difendere la vita nascente
i tenuta la terza edizione della marS cia per la vita, per dare voce ai bambini uccisi con laborto

16

Editoriale Venite alla festa


di Francesco Zanotti
ome bello che i fratelli stiano insieme. Questa frase tratta dal salmo 133 pu essere presa come paradigma della Festa diocesana in programma per il prossimo ne settimana. Lo ha ribadito anche il vescovo Douglas durante la conferenza stampa di marted scorso in cui stato presentato lintenso programma della due giorni (cfr pag. 7). Nella Pentecoste ha detto monsignor Regattieri - la Chiesa si ritrova unita per camminare sulla strada del Vangelo. A questa premessa non pu che seguire un unico e forte invito: venite alla festa. Venite perch sar bello stare insieme per visitare le tre mostre allestite per conoscere meglio i luoghi della fede del nostro territorio, per comprendere lo stupore del videro e credettero e per approfondire i risvolti del Concilio a 50 anni dalla sua apertura. Venite alla festa e portate i bambini. Tutti i bambini e anche i ragazzi, perch anche loro saranno chiamati a vivere da protagonisti due pomeriggi intensi alla ricerca di un tesoro che non delude. Venite voi giovani perch avrete modo di allargare il cuore e di esprimere i vostri desideri, in un confronto serrato e costruttivo sulle inquietudini dei vostri anni. Un dialogo che alcuni hanno avviato da lungo tempo. Venite alla festa per fare incontri che non accadono tutti i giorni. Prima di tutto con un attore singolare, uno che ha interpretato un personaggio difcile da decifrare, Barabba. Pietro Sarubbi non disse una parola nel lm di Mel Gibson, ma un incrocio di sguardi gli cambi la vita. E poi ci sar una suora speciale, Maria Gloria Riva, unesperta darte: far scoprire che tutti siamo mendicanti di bellezza. Venite alla festa voi che volete divertirvi, cantare, ridere e scherzare. Nella serata nale di domenica il corone diocesano guidato da Marco Balestri e il Grande Mago faranno vivere due ore da incorniciare. Ma venite alla festa anche voi che volete pregare insieme, perch la preghiera comunitaria ha pi forza di quella personale. Non mancano i motivi per domandare laiuto di Dio, in un periodo in cui troppi perdono la speranza di un futuro che si preannuncia a tinte n troppo scure. Inne, venite tutti alla festa, alle radici della nostra fede perch da l che ognuno di noi prende le mosse ogni giorno. Sar unoccasione unica e propizia per rinsaldare legami e amicizie, per lascolto e il confronto reciproco, per approfondire conoscenze e stimarsi ancor pi a vicenda. Uniti nella diversit, ha sottolineato il vescovo Douglas, ciascuno con il proprio carisma, per esprimere la gioia dellessere cristiani. Ci sono tutti gli ingredienti per un evento da segnare nella storia del territorio. Statene certi e venite alla festa.

Un palazzo sotto i ferri

Cesena, il salone di palazzo Ghini con i restauri in corso che termineranno entro luglio

In corso Sozzi a Cesena la mole di palazzo Ghini si nota fin da corso Cavour e dalla Barriera. Costruito alla fine del XVII secolo, attualmente sottoposto a restauro. I punti di forza sono costituiti dal loggiato interno e dal salone del piano nobile. Questultimo in particolare, aveva bisogno di radicali interventi. Di propriet della parrocchia della Cattedrale, amministrato da monsignor Ernesto Giorgi. Grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena si potuto procedere con i lavori. Gioved 16 maggio alle 17,30 si terr un convegno per illustrare lo stato di avanzamento dei restauri. Lappuntamento presso la sede della Cassa di Risparmio di Cesena. Primo piano a pag. 5

Cesena 13 Orogel presenta il bilancio: numeri che danno fiducia Verghereto 17 Il Club alpino organizza tre giorni di escursioni

Cesena 14 Giovane pediatra cesenate vive e lavora allestero Sport 21 Alla Nove Colli 12mila ciclisti da tutta Europa

SPECIALE OCEANO INDIANO


partenze in esclusiva per la nostra agenzia
MALDIVE - BATHALA ISLAND RESORT Trattamento all inclusive partenza 24 giugno quotazione per persona 1.250 euro
Informazioni e prenotazioni

CESENA - Gall. Almerici, 3 - Tel. 0547 618511 www.viaggimanuzzi.it

MALDIVE - VAKARUFALHI ISLAND RESORT Trattamento pensione completa con bevande partenze 24 giugno, 29 luglio, 21 ottobre, 2 dicembre quotazione per persona 1.480 euro

KENYA - TCLUB THE SANDS AT CHALE Trattamento pensione completa partenza 25 ottobre quotazione per persona 1.290 euro

Opinioni

Gioved 16 maggio 2013

No alloggettivazione della donna


I

Ritiri in Abbazia, una riflessione


LEuropa non significa solo mercati
uando sulle prime pagine dei quotidiani apparsa la notizia che il neopresidente del Consiglio onorevole Enrico Letta aveva convocato una riunione straordinaria del Consiglio dei Ministri in Toscana, in unabbazia un tempo vissuta da una comunit benedettina, con una forte carica di ingenuit (lanagrafe?) ho subito ringraziato la Provvidenza: davvero un gesto significativo per provocare una corale riflessione su quei fondamenti e quelle radici che, sole, sono garanzia di solidit e di speranza per sostenere riforme e programmi di sviluppo per il nostro Paese su cui incombe ancora la minaccia di devastanti grandinate. Naturalmente il pensiero andato allEuropa, ben oltre ai confini delimitati dai mercati e dalla finanza. Ma ecco la delusione: un mettersi daccordo circa le pubbliche relazioni, per parare le esondazioni delluno o dellaltro ministro, un riconfermare le priorit che devono scandire lagenda dei prossimi mesi, il lavoro tanto! Ma su quali condivisi fondamenti? Con quale forza e determinazione saranno capaci - governo e parlamento, maggioranza e squinternata opposizione di affrontare gli ostacoli che la situazione di crisi continuer a frapporre e superare le barricate accatastate per difendere i particolari interessi a cui leader e fazioni sembrano affidare il proprio avvenire politico, scansando magari le conseguenze di sentenze emanate dai magistrati della Repubblica, in nome del popolo italiano? Pochi giorni prima di questo ritiro monastico, i vescovi presidenti delle conferenze episcopali dEuropa hanno incontrato papa Francesco, per rappresentare a lui, vescovo di Roma, che viene dalla fine del mondo, la drammatica storia che lantico continente sta vivendo. Sotto la spinta violenta di una cultura che, allinsegna di un insipiente relativismo, spinge verso il baratro di un nichilismo che imbozzola in una deriva individualistica spegnendo ogni speranza, sono cos divelte le radici che alimentano salutarmente la pianta, che si allargata a ovest e a est per un dialogo che sia nellorizzonte della solidariet; affacciandosi cos sul

La fotograa

Appuntamento alla Festa diocesana , sabato 18 e domenica 19 maggio


Mediterraneo (il Medio Oriente!) senza intenzioni di egemonia. Pi che inutile lamento, i vescovi hanno chiesto aiuto e saggezza per dare energia (lenergia dello Spirito!) alla grande impresa della Nuova Evangelizzazione che, in dialogo coerente e fiducioso con la ragione che definisce tutti gli uomini di buona volont, pu far riscoprire, con lo stupore dei primi giorni, la verit delluomo nella sua integralit, la verit fondativa della famiglia cos come stata voluta dallamore del Creatore, la forza necessaria per costruire quella Polis che si fa accoglienza e casa comune, evitando i rigurgiti di ogni clericalismo, nel segno di unautentica laicit che coraggio per affrontare le sfide delle diverse ideologie che si succedono, seppure con diverso colore, sulla scena del mondo. I giovani che stanno preparandosi alla Giornata mondiale della Giovent, celebrata e vissuta in luglio, ospiti delle Chiese del Brasile, sono a dirci la speranza dei nostri vecchi che in tempi di buio fitto dicevano: Se notte, presto torner il giorno. Significativo per tutti noi il dono consegnato al Papa: una icona che rappresenta la Vergine Maria con il Bambino Ges; accanto sono raffigurati i sei santi patroni dEuropa Benedetto, Cirillo e Metodio, Caterina da Siena, Brigida di Svezia ed Edith Stein. Guardando a questa icona ci sar lo stupore creativo per una storia che ha forgiato la nostra identit e che pu alimentare quellimpegno che ci fa custodi del bene degli uni e degli altri, oltre lorizzonte dei continenti, di tutto il Creato. Un richiamo recente, dono della sua semplicit evangelica, che papa Francesco ci ha consegnato. Piero Altieri

Primo piano
Il grande ponteggio

Gioved 16 maggio 2013

Lanticamera del salone

Una decorazione ripulita

Ledificio in corso Sozzi a Cesena

Torna allantico splendore lo storico palazzo Ghini


ra le dimore storiche di Lampio salone di rappresentanza Cesena, Palazzo Ghini si si trova "sotto i ferri" dei restauratori segnala per lubicazione (corso Sozzi e via Uberti) e Gioved 16 maggio alle 17.30, la massiccia volumetria di un la Fondazione Cassa di Risparmio edificio posto nellincrocio di due strade, asimmetrico nellimpianto organizza un convegno per illustrare e incompiuto nello sviluppo lo stato di avanzamento dei lavori interno. Fu commissionato nel 1680 dai dimora. Vi spicca un fratelli Giacomo Francesco (1658-1719) e AlessanPulizia e tinteggiatura del loggiato al primo piano importante ciclo del pittore dro Bruno (1659-1743) allarchitetto cesenate Piebolognese Giacomo Bolognini (1664-1734, avviato tro Mattia Angeloni (1627-1701), un professionista Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e lEnte allarte da uno zio che era stato allievo di Guido che si era formato alla scuola romana del Borromiproprietario di Palazzo Ghini, stato avviato un ni. I punti di forza del palazzo sono indubbiamente Reni), che vi esegu - fra il 12 maggio 1719 e il 21 cantiere di restauro che sta svelando il valore costituiti dal loggiato interno e dal salone del piano agosto 1721 - quindici quadri (uno ad olio su muro, architettonico della dimora e linaspettato pregio gli altri su tela) con soggetti storico-mitologici e nobile. La controfacciata marcata da un elegante artistico del ciclo del Bolognini. Per fare il punto e arioso prospetto a tre ordini, con portico inferiore allegorici; tredici sono tuttora conservati; andata sullimpegnativo intervento e anticipare alcuni dei perduta la tela al centro del soffitto (Sacrificio di e loggia superiore dalle volte a crociera, sorretti da rilevanti risultati conseguiti, presso la Fondazione Ifigenia), mentre il quadro con Pittura e poesia fu colonne in candida pietra dIstria, sotto ioniche e Cassa di Rispamio di Cesena gioved 16 maggio alle tolto nel 1775 per fare posto al busto di Pio VI sopra doriche, binate nelle due arcate centrali so17,30 interverranno, con il presidente Bruno Braschi, appena eletto al soglio pontificio (la tela, vrapposte. Nella loggia quattro statue di Francesco Piraccini, tutti gli artefici del cantiere finita sul mercato antiquario, fu acquistata anni fa Calligari (1733-1801): Minerva, Cerere, Gloria, Mar(Soprintendenza, storici dellarte, progettisti e dalla Cassa di Risparmio di Bologna, che te. restauratori). Con lausilio anche delle immagini, lannovera nella propria collezione). Lampio salone donore a doppio volume, sar possibile verificare lo stato di avanzamento Il degrado del ciclo pittorico, della loggia e degli illuminato da due ordini di finestre e decorato con dei lavori e pregustare i sorprendenti esiti di un stucchi aveva raggiunto livelli davvero eleganti stucchi barocchi nelle cornici di porte, restauro che mostra e anticipa lo splendore di un preoccupanti: grazie ad una lodevole sinergia fra la finestre e dipinti, rappresenta il cuore della nobile salone mai visto in tanto smalto.

Palazzo Ghini da ripensare: ne parliamo con lamministratore monsignor Ernesto Giorgi


Restauratrice al lavoro
ntro lestate saranno terminati i lavori di restauro. Stiamo parlando di palazzo Ghini (la propriet della parrocchia della Cattedrale), una delle pi affascinanti residenze di Cesena. Furono i fratelli Giacomo Francesco e Alessandro Bruno appartenenti alla famosa famiglia della nostra citt e chiederne la realizzazione allarchitetto Pietro Mattia Angeloni. Monsignor Ernesto Giorgi, gi economo diocesano, lamministratore del Palazzo. Afferma che lattuale intervento, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e dalla Diocesi (per un totale di oltre 300mila euro), si reso necessario soprattutto per la presenza della crepa del grande affresco nel salone del piano nobile. "Ora - dice don Ernesto - la pellicola del colore stata bloccata. E stato fatto tutto quello che era possibile, vista la situazione che si dovuta affrontare". Opere di pulizia e consolidamento sono stati realizzati anche alla volta del salone, per la presenza di fessurazioni nel controsoffitto. "Ci siamo accorti aggiunge monsignor Giorgi - che lincannucciato era consumato quasi del tutto e sganciato dal tetto. Cos abbiamo ripristinato la stabilit dellintero controsoffitto". Lo studio Morri sta seguendo i lavori nel loro complesso, mentre sono alopera per i restauri Maria Letizia Antoniacci e la ditta Fiore, la stessa intervenuta per il recupero della chiesa di Santa Cristina, unaltra recente operazione di

Nuovi orizzonti

Il busto di Pio VI e la cornice in stucco

I lavori saranno ultimati entro lestate. Ledificio potrebbe avere una destinazione museale che ben si addice alla magnificenza dei suoi spazi

riqualificazione. "Con il tempo - precisa don Ernesto palazzo Ghini ha perso la sua attrazione quale polo cittadino per incontri e riunioni di livello diocesano. La scarsa accessibilit, vista la sua collocazione in pieno centro storico, ne ha diminuito di molto luso, a favore del seminario che si trova in zona Case Finali. Per questo motivo si sta pensando per il prossimo futuro a un suo diverso utilizzo, tenuto conto della vicina chiesa di San Zenone nella quale si allestiscono mostre, della

cappella al piano terreno che gi viene utilizzata allo stesso scopo e di tutti gli spazi che con questo intervento vengono recuperati. Palazzo Ghini potrebbe avere una destinazione museale che ben si addice alla magnificenza dei suoi spazi e allo splendore ritrovato anche con questo ultimo intervento di restauro". Nella corte del palazzo trova posto anche lex falegnameria che si protende verso la Malatestiana. Mille e cento metri quadrati di superficie che necessitano di un intervento di restauro totale per il quale da anni si in attesa di un contributo statale. Al momento si proceder con il rifacimento della copertura per un impegno economico che non sar inferiore ai duecentomila euro.

Gioved 16 maggio 2013

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Corso estivo in preparazione al matrimonio


LUfficio di Pastorale familiare organizza il corso estivo per fidanzati, in preparazione al matrimonio. Il corso si terr presso il seminario di Cesena, con inizio alle 21, nei giorni 4, 11, 18 e 25 giugno; 2, 9 e 16 luglio. Per informazioni: Anna e Terzo Foschi, 338 5697521, www.noifamiglia.it

IL GIORNO DEL SIGNORE


Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra
Domenica 19 maggio - Anno C Pentecoste At 2,1-11; Salmo 103; Rm 8,8-17; Gv 14,15-16.23b-26
molto antica, celebrata cinquanta giorno dopo Pasqua. Commemorava larrivo del popolo ebraico al monte Sinai. Luca vuole insegnare che lo Spirito ha sostituito lantica legge ed divenuto la nuova legge per il cristiano. Che cos la Legge dello Spirito? il cuore nuovo. la vita di Dio che trasforma il cuore delluomo. un dono per tutti gli uomini e i popoli. Crollano tutte le barriere di lingua, razza, tab. Con la Pentecoste succede il contrario della torre di Babele. Lo Spirito riunisce coloro che si sono dispersi. Come non ricordare le divisioni allinterno della Chiesa di Corinto, causate dalle gelosie e invidie reciproche. Erano divisi a causa dei diversi doni, i quali erano dati non per la divisione, ma per lunit. San Paolo scriveva che quelli che vivono secondo la carne non possono piacere a Dio. Il cristiano colui che vive secondo lo Spirito e quindi sempre al servizio della comunit e dellunit. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 20 maggio san Bernardino da Siena Sir 1,1-10; Sal 92; Mc 9,14-29 marted 21 santi Cristoforo M. e compagni Sir 2,1-13; Sal 36; Mc 9,30-37 mercoled 22 santa Rita da Cascia Sir 4,12-22; Sal 118; Mc 9,38-40 gioved 23 san Desiderio Sir 5,1-10; Sal 1; Mc 9,41-50 venerd 24 santa Maria Ausiliatrice Sir 6,5-17; Sal 118; Mc 10,1-12 sabato 25 santa Beda venerabile Sir 17,1-13; Sal 102; Mc 10,13-16

CHIESA INFORMA

Convegni Maria Cristina di Savoia


Luned 20 maggio alle 16 la professoressa Mimma Berzolla, insegnante di Storia dellArte di Piacenza, terr una conferenza su Arte e Novecento. Lincontro, promosso dai Convegni di cultura Maria Cristina di Savoia, si terr nella sala Biagio Dradi Maraldi della Cassa di Risparmio di Cesena (via Tiberti). Ingresso aperto a tutti.

Unitalsi e Cvs in pellegrinaggio al Monte


Domenica 26 maggio alle 15,30
Tutti gli ammalati, volontari e amici dellUnitalsi e del Cvs (Centro volontari della sofferenza) sono invitati al pellegrinaggio alla basilica della Madonna del Monte, a Cesena, che si terr nel pomeriggio di domenica 26 maggio. Alle 15,30 rosario e litanie lauretane; alle 16 la celebrazione della messa. Il pomeriggio proseguir nel chiostro del monastero con merenda e intrattenimento. Per necessit di trasporto, contattare Umberto (tel. 0547 610399), o Isabella (3358196739).

on questa domenica si conclude il tempo pasquale. La Chiesa celebra in questo giorno il compiersi della promessa fatta ripetutamente da Ges ai suoi circa il dono dello Spirito Santo. La prima lettura ci racconta come avvenne leffusione dello Spirito Santo sugli apostoli e Maria nel Cenacolo. Lo Spirito trasforma gli apostoli: finalmente comprendono chi Ges, la paura lascia il posto al coraggio e subito cominciano ad annunciare Ges e il suo Vangelo e a darne testimonianza. Gli Atti racconteranno la testimonianza continua degli Apostoli. Sono il Vangelo dello Spirito Santo. La Pentecoste il compleanno della Chiesa; l inizi la sua missione. la prima Cresima; lanniversario della nostra Cresima. La Pentecoste era una festa ebraica

A MESSA DOVE
Roversano 8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Ruffio, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Santuario dellAddolorata, Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, San Mauro in Valle, Bagnile, Casale, Montereale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, San Pietro, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello 10.45 Ronta, Capannaguzzo 11.00 Basilica del Monte, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, SantEgidio, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone 11.10 Torre del Moro 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, San Pietro, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi, Case Finali, San Rocco 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, San Domenico, San Pietro 18.30 Cappuccini 19.00 Osservanza 20.00 San Bartolo, Villachiaviche Villamarina; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Santa Maria Goretti, Boschetto, Gatteo Mare; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20,30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 18,30 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.30 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 10; Pieve di San Damiano 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro:
DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 16.30 Istituto Lugaresi 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini, San Bartolo, SantEgidio 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse), San Pio X 20.30 Villachiaviche, Gattolino

18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9 / 11 / 17; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11 Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Pieve di Rivoschio: 16 Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30

San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 17 (sabato); 11.15 / 17; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 15 (sabato), 9.15 (domenica); Balze: 16 (sabato), 11.30; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola: 9.30; Capanne: 11.00

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.30 Istituto Lugaresi 17.00 Cappella del cimitero, Formignano 17.30 Santuario del Suffragio, San Vittore 18.00 Cattedrale, Cappuccini, San Domenico, Santuario dellAddolorata, Santo Stefano, San Mauro in Valle, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Borello 18.30 San Pietro, SantEgidio, Santa Maria della Speranza, Case Finali, San Rocco, 19.00 Osservanza, San Giorgio 19.30 Bulgarn 20.00 Villachiaviche, Gattolino, Bulgaria, Tipano, Ruffio, Pioppa, Ponte Pietra 20.30 San Giovanni Bono, San Pio X, Calisese, Pievesestina

7.00 Cattedrale, San Rocco 7.30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, Ponte Pietra, Villachiaviche 8.00 Basilica del Monte, San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Mauro in Valle, San Giorgio, Gattolino, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Calisese, Torre del Moro, Macerone, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo,

Messe festive

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Villamarina; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo; 16 San Giuseppe; 20,30 Santa Maria Goretti, Sala, Villalta; Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini; 9,45 Cannucceto, San Pietro; 10 San Giacomo,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche srl www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 19 del 9 maggio 2013: 7.500 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 19 di marted 13 maggio 2013

Vita della Diocesi


Sabato 18 e domenica 19 maggio. Alla Fiera di Pievestina di Cesena

Gioved 16 maggio 2013

Chiesainfesta,unaduegiorni perognigustoeogniet
hiesa in festa. Alle radici della nostra fede. Siamo al via della Festa diocesana che si terr sabato 18 e domenica 19 maggio, in occasione della Pentecoste, presso le strutture di Cesena Fiera, a Pievesestina. Il programma si preannuncia ricco di eventi per tutti. I bambini (3-7 anni) e i ragazzi (8-12 anni) saranno i protagonisti di due grandi giochi-spettacolo, condotti da Roberto Fabbri, ambientati, al sabato, nel mondo dei pirati e alla domenica in quello dei viaggi di Ulisse. Sempre al sabato, i giovani (15-25 anni) avranno la possibilit di confrontarsi su tematiche che loro stessi hanno fatto emergere in queste settimane di preparazione alla festa. Questo percorso dal titolo suggestivo Chiesa vicina e lontana si concluder con un incontro col vescovo che interverr sui temi che i giovani, dopo i laboratori del pomeriggio, proporranno. Le proposte rivolte agli adulti prevedono due testimonianze. Convertito da uno sguardo il titolo dellincontro con lattore Pietro Sarubbi, che si terr sabato alle 16,30. Lartista, oltre che per la partecipazione a diverse fiction, film, opere teatrali e di cabaret, conosciuto per la parte di Barabba svolta nel film di Mel Gibson The Passion. E, come ha dichiarato in unintervista recente, recitando il personaggio di Barabba... ho avuto la fortuna di incrociare lo sguardo di Ges. Sguardo che lo porter ad abbracciare una vita diversa da quella che aveva fino allora condotto. Mendicanti di Bellezza il titolo della proposta rivolta a giovani e adulti la domenica po-

meriggio. Suor Maria Glo- In programma incontri, ria Riva guider i presenti mostre, laVeglia di attraverso una serie di dipinti famosi in un percorso Pentecoste, animazione di educazione allarte e alla bellezza. Come lei stessa per bambini e ragazzi, ha scritto: La Bellezza in attivit curata dalla fondo una domanda di senso per la vita: la si cerca Pastorale giovanile e la e spesso la si trova l dove non ti aspetti. Ma la bellez- grande festa conclusiva. za anche la capacit di Fotogallery sul sito stupirsi di fronte alla realt e di accoglierla. Suor Riva corrierecesenate.it appartiene allordine delle Adoratrici perpetue del S.S. Sacramento ed badessa del Monastero di Pietrarubbia (Pu). Unisce alla vita di preghiera lo studio e la passione per larte. Sabato sera alle 21 si svolger la veglia di Pentecoste presieduta dal vescovo Douglas durante la quale ci sar la candidatura al sacerdozio di Simone Farina, un giovane della diocesi che sar cos ufficialmente ammesso tra coloro che stanno compiendo il cammino per ricevere lordine sacro. Allinterno della festa saranno visitabili tre mostre. La prima sui luoghi e i testimoni alle origini della fede nella diocesi di Cesena-Sarsina curata da Claudio Riva e Marino Mengozzi. La seconda dal titolo Videro e credettero. La gioia e la bellezza di essere cristiani curata

da Itaca e dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione in occasione dellAnno della Fede come strumento per riscoprire la Fede e testimoniarla. La terza Il Concilio Vaticano II in immagini curata dal Progetto culturale della diocesi di Verona e integrata con indicazioni riguardanti la nostra diocesi, aiuter ad approfondire il Concilio. Durante la Festa saranno inoltre sempre attive la Tenda dellAdorazione, con preghiera animata a turni da diverse realt ecclesiali, le Panchine parlanti, un luogo di ascolto e di incontro con le vocazioni della nostra Chiesa e della nostra citt e un banco libri curato dalla Libreria cattolica San Giovanni. Ci sar la possibilit di cenare nei locali della fiera dove sar attivo un self-service in entrambe le serate. La Festa diocesana si concluder domenica con la serata (inizio alle 21) condotta da Marco Balestri dal titolo Festa, Musica e Magia durante la quale salir sul palco il comico Alessandro Politi (noto come il Grande Mago di Zelig), la famosa CPband ritrovatasi per loccasione e il corone diocesano formato da unottantina di elementi.

DIALOGHI PER LA CITT. Sandro Mazzola ospite dellultimo incontro della rassegna promossa dalla diocesi

Di una cosa ero certo: volevo essere corretto come mio padre S
eguire le orme di un grandissimo campione sempre impresa difficile. Se poi questo campione tuo padre, scomparso prematuramente, la sfida si fa ancora pi ardua, stretti come si tra il dramma personale e i commenti beffardi di stampa e grande pubblico. Eppure c chi riuscito a percorrere questa difficile strada con dignit e passione, mietendo successi e tacitando gli uccelli del malaugurio a suon di risultati. Si tratta di Sandro Mazzola, bandiera dellInter tra gli anni 60 e gli anni 70 del secolo scorso. Lex calciatore e dirigente sportivo stato ospite luned sera a Cesena, nellaula magna di Psicologia, dei Dialoghi per la citt organizzati dalla Diocesi di Cesena-Sarsina. Il tema che ha trattato, "Le ragioni del cuore", strettamente intrecciato alla sua vita umana e professionale, raccontata in un libro uscito in occasione dei suoi settantanni. "Io mi considero nato nel 1949, non nel 42" ha esordito Mazzola, facendo riferimento allanno in cui laereo del "Grande Torino", di ritorno da una trasferta in Portogallo, si schiant sul muraglione della basilica di Superga. In quellincidente mor, assieme ai compagni di squadra e ai dirigenti del Toro, Valentino Mazzola, campione di calcio e padre di due bambini: Sandro e Ferruccio. "Nella sfortuna di perdere un padre ebbi comunque la fortuna di avere una nonna fantastica che lavorava mantenendo sette persone. Da giovane non sapevo se sarei diventato un buon calciatore o meno, di una cosa per ero certo: volevo diventare corretto come mio padre. E penso che il fatto di aver ricevuto una sola ammonizione nella mia carriera, presa per di pi per aver difeso un compagno, possa dimostrarlo".

Nel corso della serata Sandro Mazzola ha ripercorso tutte le tappe della sua vita, dai primi calci con gli amici sui campetti delloratorio al diploma di ragioniere preso con sudore: "La partita del mio debutto in serie A doveva essere Juventus-Inter, ripetizione di una gara vinta dallInter a tavolino ma poi annullata. Per questo lInter scelse di schierare la primavera, tra cui il sottoscritto, allenata da Meazza. Per me esordire in serie A, contro la grande Juve di Boniperti e per di pi nello stadio di mio padre era un sogno. Eppure mia madre si oppose, dato che quel giorno avevo ben tre interrogazioni a scuola". Mazzola per riusc a uscire prima da scuola, dopo le interrogazioni, arriv a Torino in taxi e segn lunico gol (su rigore) dellInter in quella partita, vinta dalla Juve per 9 a 1. Cominci cos la sua carriera in Serie A, allenato da "quel matto di Helenio Herrera", il tecnico che ha rivoluzionato il calcio italiano. Michelangelo Bucci

Gioved 16 maggio 2013

Vita della Chiesa

Papa Francesco e la festa della santit


In una gremita piazza San Pietro, domenica 12 maggio il Pontefice ha proclamato santi gli ottocento martiri di Otranto, le religiose Laura Montoya e Madre Lupita
e letture della celebrazione per i nuovi santi, presieduta dal Papa in piazza San Pietro, non sono le stesse proclamate nelle chiese e legate alla festa dellascensione del Signore. Il motivo semplice: in Vaticano lascensione stata ricordata il gioved precedente e il dodici Francesco ha celebrato, nella settima domenica del tempo di Pasqua. Una piccola diversit che noterete nelle citazioni che troverete pi avanti e che era giusto evidenziare. Domenica che stata la festa della santit, ha detto subito il Papa, ricordando gli ottocento martiri di Otranto che hanno dato la loro vita per non rinnegare la fede cristiana. Una vicenda di cinquecento anni fa, legata al tentativo degli ottomani di penetrare in Italia e in Europa con i loro eserciti. La storia ci dice che proprio leroica resistenza della citt di Otranto ha frenato il tentativo dinvasione di Gedik Ahmet Pasci permettendo alle truppe guidate da Alfonso di Aragona, figlio del re di Napoli, di riconquistare la citt e bloccando cos il tentativo dinvasione. Ma non lelogio di un conflitto che papa Francesco propone. La sua riflessione, unita alle figure di due sante latinoamericane - felice coincidenza con la sua prima canonizzazione, due religiose, una messicana, Maria Guadalupe, Garcia Zavala, e una colombiana, la prima santa della nazione, Laura Montoya vuole essere messaggio a contemplare i cieli aperti, come si legge negli Atti degli apostoli a proposito del martirio di Stefano, perch la fede, afferma il Papa, fa vedere oltre i limiti del nostro sguardo umano, oltre il confine della vita terrena. Ed in questa chiave che si pu leggere la vicenda dei martiri idruntini, che hanno saputo trovare proprio nella fede la forza per resistere alle violenze e alla paura della morte. Testimonianza che fa dire a Francesco: Chiediamo a Dio di sostenere tanti cristiani che, proprio in questi tempi e in tante

Il messaggio che accompagna da sempre la riflessione di papa Francesco: non restare fermi, ma uscire, andare, come lui dice, alle periferie della vita, del mondo; incontrare l gli uomini e le donne, coloro che sono in ricerca. Toccare la carne di Cristo, per usare lespressione di Francesco, significa anche oggi impegnarsi accanto allaltro, condividendone gioie e speranze, attese e angosce

parti del mondo, adesso, ancora soffrono violenze, e dia loro il coraggio della fedelt e di rispondere al male con il bene. I martiri di Otranto, dice ancora il Papa al Regina Caeli, aiutino il caro popolo italiano a guardare con speranza al futuro, confidando nella vicinanza di Dio che mai abbandona, anche nei momenti difficili. Il secondo pensiero di papa Francesco legato alle due religiose e alla loro testimonianza tesa a cogliere nellaltro il volto di Ges, a vincere indifferenza e individualismo, che corrodono le comunit cristiane e corrodono il nostro cuore e ad accogliere tutti senza pregiudizi, senza discriminazioni, senza reticenze, con amore sincero, e donando loro il meglio di noi stessi e soprattutto condividendo con loro ci che abbiamo di pi prezioso, che non sono le nostre opere o le nostre organizzazioni, ma Cristo e il suo Vangelo. Perch tutti siano una cosa sola, come si legge in Giovanni. Cos santa Laura Montoya ha portato la sua opera di educatrice tra le popolazioni indigene, rispettando nello stesso tempo la loro cultura. E c un terzo pensiero che Francesco propone partendo ancora dal Vangelo di Giovanni: limpegno a dare testimonianza della speranza che in noi. Cos, ricordando la figura di santa Maria Guadalupe, sottolinea come la nuova santa abbia scelto di rinunciare a una vita comoda proprio per seguire la chiamata di Ges. Commenta il Papa: Quanto danno arreca la vita comoda, il benessere; limborghesimento del cuore ci paralizza. Lupita insegnava ad amare la povert, per

poter amare di pi i poveri e gli infermi. Si inginocchiava sul pavimento dellOspedale davanti agli ammalati e agli abbandonati per servirli con tenerezza e compassione. E questo si chiama: Toccare la carne di Cristo. I poveri, gli abbandonati, gli infermi, gli emarginati sono la carne di Cristo. E Madre Lupita toccava la carne di Cristo e ci ha insegnato questo modo di agire: non vergognarsi, non avere paura, non provare ripugnanza a toccare la carne di Cristo. il messaggio che accompagna da sempre la riflessione di papa Francesco, ovvero non restare fermi, ma uscire, andare, come lui dice, alle periferie della vita, del mondo; incontrare l gli uomini e le donne, coloro che sono in ricerca. Toccare la carne di Cristo, per usare lespressione di Francesco, significa anche oggi impegnarsi accanto allaltro, condividendone gioie e speranze, attese e angosce. In questo tempo cos confuso, Francesco ci dice che dobbiamo cogliere nella testimonianza di questi nuovi santi, la volont di non chiudersi in se stessi, nei propri problemi, nelle proprie idee, nei propri interessi, in questo piccolo mondo che ci arreca tanto danno, ma uscire e andare incontro a chi ha bisogno di attenzione, di comprensione, di aiuto, per portagli la calorosa vicinanza dellamore di Dio, attraverso gesti di delicatezza, di affetto sincero e di amore. Come leggiamo negli Atti a proposito del martirio di Stefano, dobbiamo avere il coraggio di guardare i cieli aperti. Ed qui che troviamo le domande che il Papa rivolge a tutti, e che attendono una risposta non a parole: Come io sono fedele a Cristo? Sono capace di far vedere la mia fede con rispetto, ma anche con coraggio? Sono attento agli altri, mi accorgo di chi nel bisogno, vedo in tutti fratelli e sorelle da amare?. Fabio Zavattaro

Su twitter il profilo @agensir


Il Sir cinguetta su Twitter. Da domenica 12 maggio,
infatti, Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, dedicata questanno al tema Reti Sociali: porte di verit e di fede; nuovi spazi di evangelizzazione, attivo il prolo ufficiale dellAgenzia sul social network (@agensir). A spiegare il senso di questa presenza il direttore del Sir, Domenico Delle Foglie. Conviene stare su Twitter? La domanda - afferma il direttore - mal posta, perch non esserci, in tempi di social network, gi un errore. Ma conviene a unAgenzia come il Sir (Servizio informazione religiosa) con le sue grandi responsabilit comunicative? Ecco, lerrore sta nel verbo: convenire. Quando devi esserci, non pi il caso di fare calcoli di convenienza. Piuttosto, opportuno chiedersi come starci nella Rete. E qui le cose diventano pi complicate, perch 140 caratteri cosa possono restituire della complessit del tuo lavoro, della ricchezza delle notizie, della straordinaria qualit del mondo ecclesiale che giorno per giorno cerchi di raccontare? Poich la risposta la potremo trovare solo facendolo, dal 12 maggio il Sir cinguetta nella Rete. Non un caso se abbiamo scelto il 12 maggio, Giornata mondiale delle comunicazioni sociali.

CILS FIORI
piazzale Grilli, 10 Cesena (tel. 0547 28126) ingresso posteriore cimitero urbano Presentando questo coupon fino al 24 giugno 2013 avrai diritto a uno

sconto del 10%


su una spesa minima di 10 euro

Vita della Chiesa

Gioved 16 maggio 2013

Maria Cristina di Savoia e Maria Bolognesi presto beate


Riconosciute anche le virt eroiche del sacerdote Servo di Dio Gioacchino Rossell i Ferr e di MariaTeresa di San Giuseppe
l Papa ha ricevuto nel pomeriggio di I gioved 9 maggio il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, autorizzando il dicastero a promulgare i Decreti riguardanti due prossime beate:

la venerabile serva di Dio Maria Cristina di Savoia (nella foto), regina delle due Sicilie; nata il 14 novembre 1812 a Cagliari e morta il 31 gennaio 1836 a Napoli, e la venerabile serva di Dio Maria Bolognesi, laica; nata il 21 ottobre 1924 a Bosaro e morta il 30 giugno 1980 a Rovigo. Altri due Decreti riguardano le virt eroiche del Servo di Dio Gioacchino Rossell i Ferr, sacerdote, fondatore della Congregazione

dei Sacri Cuori di Ges e Maria; nato il 28 giugno 1833 a Palma de Mallorca (Spagna) e ivi morto il 20 dicembre 1909, e della Serva di Dio Maria Teresa di San Giuseppe (al secolo: Giovanna Kierocioska), fondatrice della Congregazione delle Suore Carmelitane del Bambino Ges; nata il 14 giugno 1885 a Wielun (Polonia) e morta il 12 luglio 1946 a Sosnowiec (Polonia).

ta i v a l r e p a i c r Ma

In 40mila, per le vie di Roma, per difendere i diritti di chi non ha voce. La portavoce Nunziante: La legge 194, a favore dellaborto ha causato la morte di quasi 6 milioni di bambini. Oggi noi siamo qui anche per loro, affinch venga perseguita dai governi di tutta Europa una scelta di civilt
sullimportanza di educare alla vita e di spiegarlo alle nuove generazioni. Una missione portata avanti anche da padre Marcel Guarnizo, sia in America sia in Europa, il quale ha incitato i presenti a resistere e a impegnarsi in prima persona per ottenere la chiusura delle cliniche abortiste nelle proprie citt. In Belgio, ogni anno, un bambino su sei viene ucciso a causa delle leggi liberticide. Questo inaccettabile e dobbiamo lottare insieme per costruire una nuova Europa, ha sottolineato Paul Forget, di Gnration pour le Vie. La lotta contro laborto una lotta mondiale - ha incalzato il portavoce dellassociazione spagnola Derecho a Vivir - e deve vederci tutti coinvolti. Il futuro dellEuropa.Toccante, infine, la testimonianza di Xavier Dor, medico attivista francese che nonostante let, i problemi di salute e i vari arresti a causa delle sue proteste, continua a battersi per il s alla vita. Molti, infatti, i medici che sono scesi in piazza e hanno voluto marciare a fianco degli attivisti indossando i loro camici bianchi per prendere le distanze dai colleghi favorevoli allaborto. per questo che oggi siamo qui, per difendere la nostra ideologia e il nostro credo, dichiara una studentessa della Facolt di medicina del SantAndrea di Roma. Tra la folla, infine, anche associazioni e gruppi provenienti da Malta, Irlanda e Polonia, Paesi che stanno subendo forti pressioni dallEuropa perch attuino quanto prima una legge a favore dellaborto. Proprio tra loro sventolavano striscioni che ricordavano le parole di Papa Giovanni Paolo II, una, in particolare, ricorreva spesso, una nazione che uccide i propri figli una nazione senza futuro. Nike Giurlani

Tante voci dal mondo intero per fermare laborto


vanti popolo della vita. Questo il coro che ieri, domenica 12 maggio, ha animato i partecipanti della terza edizione della Marcia per la vita. In quarantamila hanno sfilato dal Colosseo fino a Castel SantAngelo, per poi portare il loro saluto a papa Francesco. Associazioni cattoliche e non, famiglie e giovani provenienti da tutte le parti dItalia, e del mondo, hanno marciato per le vie di Roma per difendere i diritti di chi non ha voce. La nostra marcia - ha dichiarato la portavoce Virginia Coda Nunziante - quella di un popolo che vuole infondere nuova vita in una societ che si decompone e muore. La legge 194, a favore dellaborto, approvata in Italia 35 anni fa, ha causato la morte di quasi 6 milioni di bambini - ha continuato -, oggi noi siamo qui anche per loro, affinch venga perseguita dai governi di tutta Europa una scelta di civilt. Lottare insieme oltre i confini. Un popolo quello che sceso in piazza che non ha confini, ma che condivide lo stesso obiettivo: Affermare la sacralit della vita umana e, perci, la sua assoluta intangibilit dal concepimento alla morte naturale, senza alcuna eccezione, alcuna condizione, alcun compromesso. A sostenere questo messaggio cera anche Jeanne Monahan, neopresidente della March for Life di Washington. Quarantanni fa, infatti, in concomitanza con lapprovazione della legge americana a sostegno

dellaborto, proprio a Washington si tenne la prima marcia a sostegno della vita. In pochi credevano che il nostro grido sarebbe stato recepito dallopinione pubblica, i difensori dellaborto sostenevano che dopo poco tempo la Marcia avrebbe perso entusiasmo e partecipazione, invece, non solo il numero, ma anche linteresse fortemente cresciuto negli anni, coinvolgendo sempre pi giovani, che sono diventati i nostri principali sostenitori. Non a caso proprio una giovane ragazza americana, classe 1988, Lila Rose, la principale nemica di Planned Parenthood, il pi grande ente abortista del mondo. Presente anche lei allevento ha voluto raccontare le attivit promosse con il suo gruppo Live Action. importante educare

lopinione pubblica sulla cruenta pratica dellaborto - ha dichiarato - e nel far questo fondamentale diffondere le immagini che testimoniano cosa accade allinterno delle cliniche abortiste. Educare alla vita. Raccontare cosa si cela dietro la parola aborto lobiettivo anche di Irene van der Wende, attivista olandese che, dopo aver subito una violenza carnale, rimase incinta e decise dinterrompere la gravidanza. Pentitasi di questo gesto, da allora partecipa a numerose iniziative prolife per portare la sua testimonianza, ma anche per diffondere le immagini tangibili di cosa significa uccidere un bambino. In molti, infatti, hanno posto laccento

IMU

Attualit

Gioved 16 maggio 2013

11

Non saranno pallottole ma le parole feriscono...

e l a b r e v n o i t a l Esca

SuperAbile
di Arianna Maroni

CLELIA DAUTUNNO
Una vita intera a lottare, tra continue disavventure e rinascite, ricadute e risalite: la storia di Rosa Chiaese, autrice del racconto autobiografico Clelia dAutunno (BookSprint Edizioni, anno 2013). Una ragazza napoletana, nata nel quartiere Sanit, da una famiglia molto semplice, che si trova a vivere unesistenza complicata: uninfanzia difficile costellata da insuccessi scolastici e incontri sbagliati, primo tra tutti quello con un uomo violento che sar la causa di molte sofferenze. Giovanissima, Rosa si trova a vivere in ristrettezze economiche, incastrata in una relazione molto problematica con la famiglia dorigine, gi mamma e sola, senza alcun sostegno da parte di un marito insensibile e maschilista. Tutto questo le causa un forte disagio psichico che pi tardi sar diagnosticato come schizofrenia. Ma Clelia, come la chiamavano da piccola, non si arrende mai: non le manca la forza di rialzarsi e reagire alle brucianti delusioni che il destino le riserva, e nemmeno la fantasia. Si circonda di persone amiche, si appassiona alla chiromanzia, allastrologia, alla scrittura, ha la capacit di reinventarsi, al punto tale che a un certo punto decide di voltare pagina trasferendosi negli Usa. Nel frattempo, ha messo al mondo tre bambini ed a loro che vuole pensare: per farlo ha bisogno di combattere la malattia. Rosa si iscrive prima allAnida, Associazione nazionale italiana diversamente abili, poi comincia a frequentare il centro diurno di riabilitazione Lavori in corso dellAsl Napoli 1 nel 2002, dove incrocia nuovi amici ed esperienze. Al centro - si legge nel libro - mi hanno insegnato che siamo tutti uguali, esiste il diritto alla cura ed possibile convivere con il disagio e superarlo. Il teatro una delle tante attivit che la coinvolge e la fa sentire finalmente protagonista della sua vita. Per la preparazione teatrale e anche per la scrittura di questo piccolo manoscritto, Rosa si affida a Bruno Romano, operatore sociale del gruppo Gesco, che coordina le iniziative della struttura di via Antesaecula. In poche pagine, con un linguaggio immediato, talvolta arricchito dalluso di parole in dialetto, questo libro ci racconta una storia di rinascita, non la descrizione di un caso clinico, non le cure mediche, ma le esperienze e gli eventi che hanno accompagnato questo percorso di emancipazione, crescita e accettazione. Oggi Rosa ha 43 anni: in seguito alla separazione del marito e ai suoi problemi di salute, vive con i genitori e cerca di stare il pi possibile vicino ai suoi figli. Scrivere questo libro stato terapeutico, e spero che questa storia possa essere portata anche al cinema, al teatro - racconta, emozionata e ambiziosa, Rosa Chiaese - per sensibilizzare i cittadini e far s che si superi il pregiudizio, lo stigma della malattia mentale. Il libro dedicato a tutte le persone che sono affette da malattie mentali, ch gli altri non abbiano paura di queste patologie.

Linvito del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a "fermare la violenza, anche solo verbale", spinge a riflettere e a volgere lo sguardo ai nostri Anni di piombo
ermare la violenza, anche solo verbale ha detto Giorgio Napolitano in occasione dellanniversario delluccisione di Aldo Moro. Nelle stesse ore Enrico Mentana annunciava lintenzione di chiudere il proprio account Twitter per leccesso di insulti ricevuti dalle migliaia dei suoi follower. I consiglieri regionali del Piemonte, indagati nellambito di uninchiesta denominata Rimborsopoli, intanto hanno ricevuto lettere minatorie gonfie di minacce. Anche lex governatrice del Lazio, Renata Polverini, a cena in un ristorante romano, stata contestata violentemente da un gruppo di cittadini, con tanto di striscione e vergogna urlati a piena voce. Il premier Enrico Letta infine ha reagito con durezza a unesternazione di Beppe Grillo: Un colpo di Stato? Parole inaccettabili. Lui insulta e io lavoro. I giornali si sono riempiti di commenti sociologici sulla campagna dellodio. Ma il tema della propaganda negativa antico e il dibattito dura da anni. Proprio in occasione del rapimento di Aldo Moro, Marshall McLuhan, il sociologo canadese considerato uno dei massimi esperti mondiali delle dinamiche della comunicazione di massa, disse che, per sconfiggere il terrorismo, bisognava staccare la spina. Sembra leco lontana della recente affermazione di Napolitano: Bisogna fermare la violenza prima che si trasformi in eversione. In questo momento non possiamo essere tranquilli davanti a esternazioni anche solo sul piano verbale o sul piano della propaganda politica. Lintervista a Marshall McLuhan pubblicata in Italia nel 1978. Secondo Gino Agnese, studioso della comunicazione e giornalista (nel 1982 fond la rivista Mass Media): Lintervista a McLuhan che fu pubblicata il 19 febbraio del 1978 su Il Tempo (Moro venne rapito solo un mese pi tardi, il 16 marzo), fece veramente molto rumore. McLuhan disse Bisogna staccare la spina. Voleva dire: bisogna togliere la comunicazione e cio non diffondere i messaggi terroristici, ossia bisogna fare silenzio sul terrorismo. lunico modo per spegnerlo. Per ricordo che il quotidiano Il Tempo dopo questa intervista ospit un dibattito in cui io intervenni muovendo a McLuhan lobiezione che luomo elettrico di oggi, come egli lo definisce, non pu essere privato della corrente. Non si pu togliere la spina alluomo elettrico di oggi, nella societ della comunicazione. La societ della

comunicazione non pu essere annullata con un decreto: impossibile. La decisione sofferta dellAnsa. Sergio Lepri, direttore dellAnsa per pi di trentanni, dal 1961 al 1990, ha scritto sul proprio blog: Nei quasi trentanni di direzione dellAnsa quella fu la decisione pi sofferta. Il terrorismo continuava a imperversare; la gente aveva paura; molti di noi esitavano ad uscire di casa e, prima di farlo, si guardavano attorno; dietro ogni angolo poteva esserci qualcuno che ci sparava addosso: un nemico invisibile, misterioso. Che cosa dovevamo fare, noi dellagenzia: staccare la spina o no?. LOsservatore Romano: i bollettini della Br non sono notizie. Sergio Trasatti, allora caporedattore de LOsservatore Romano, si domand: Arriva un bollettino delle Br. Qual la notizia? Che le Br hanno diffuso un bollettino. E basta. Il resto, vale a dire il contenuto del bollettino, non una notizia, perch non ha attendibilit. In casi estremi, come il caso Moro, il criterio diventa pi sfumato. Tuttavia, anche nel caso che un bollettino delle Br contenga realmente una notizia, chiaro che essa va accuratamente isolata e controllata. Intellettuali italiani contro il Commissario Calabresi. Ma la situazione, in qualche modo, and oltre e tracim. Il 13 giugno del 1971 comparve su LEspresso un documento in cui il commissario Luigi Calabresi veniva definito un commissario torturatore e denunziato come responsabile della fine di Pinelli (Calabresi poi sarebbe stato prosciolto da tutte le imputazioni). In calce cerano ottocento firme di personalit della cultura. Tra i firmatari cerano filosofi come Norberto Bobbio, Lucio Colletti e Lucio Villari; personalit del cinema come Federico Fellini, Cesare Zavattini e Liliana Cavani; poeti come Pier Paolo Pasolini e Giovanni Raboni; pittori come Renato Guttuso, Andrea Cascella, Carlo Levi; editori come Vito Laterza e Giulio Einaudi; storici come Franco Antonicelli e Paolo Spriano; scienziati come Margherita Hack; scrittori come Alberto Moravia, Dacia Maraini, Enzo Siciliano, Alberto Bevilacqua, Franco Fortini, Angelo M. Ripellino, Primo Levi; giornalisti come Eugenio Scalfari, Giorgio Bocca, Furio Colombo, Livio Zanetti, Paolo Mieli, Giuseppe Turani, Andrea Barbato, Vittorio Gorresio, Carlo Rognoni, Carlo Rossella, Camilla Cederna.

il Periscopio

di Zeta
Passare dal Pil al Bil, il benessere interno lordo. Non misurare pi solo il prodotto in termini materiali, ma anche in termini di servizi di qualit sociale, per i bisogni delle persone, delle famiglie e delle comunit. Poi una nuova cultura che abbia come idea di fondo il lavoro in grado di elevare la qualit della vita, non solo in termini di benessere materiale o psicologico, ma anche e soprattutto di vita buona in senso morale. Ancora: Turismo e ricerca. Il Belpaese deve puntare sulla cura del suo patrimonio artistico e paesaggistico e sulla scienza, i due soli pilastri su cui possono fondarsi il turismo e linnovazione tecnologica. Un atto dovuto per una nazione povera di risorse naturali. Gli ultimi due punti riguardano limpegno personale: fare bene il proprio mestiere, che si pu basare su una cultura delleccellenza (Un lavoro ben fatto, a regola darte) e sul riconoscimento del merito, rimettendo la persona al centro delleconomia per farne il fulcro dello sviluppo sociale. Sette punti concreti che si possono tradurre in politiche da realizzare subito, prima che questa nostra Italia si addormenti troppo su un inverno demografico che alza let media e deprime la spinta alla novit. (794)

Il Progetto culturale della Conferenza episcopale italiana ha presentato un documento che rimetta al centro la persona

Sette punti da cui ripartire

l nuovo governo Letta gi alle prese con i tira e molla. I ministri che con troppa fretta si sono impegnati in dichiarazioni pubbliche sono stati tacitati dal nuovo diktat emerso dal ritiro in abbazia. Niente pi interviste sulle intenzioni e in vista del turno amministrativo. Dora in poi si potr parlare solo del lavoro svolto. Era un po quello che si aspettavano tutti. Dopo il giuramento e la fiducia ottenuta dalle Camere, molti fra i ministri e i sottosegretari, sollecitati dai troppi giornalisti che li corteggiano, si sono lasciati andare a dichiarazioni che hanno costretto lesecutivo a pi interventi chiarificatori. Allora, meglio tacere e riferire solo di quanto si mette realmente in cantiere. Cos si eviteranno malintesi e fughe in avanti di chi ama pi apparire che lavorare sodo. Luned scorso ci ha pensato la Cei a riportare un po di concretezza nellagenda dei lavori del paese Italia, afflitto da stagnazione e depressione. Dal Progetto culturale stato presentato a Roma, alla presenza del cardinale Camillo Ruini e del segretario della Conferenza episcopale italiana, monsignor Mariano Crociata, il Rapporto Per il lavoro, uno studio subito dedicato alle vittime del disastro accaduto nei giorni scorsi al porto di Genova. Ma veniamo al merito del documento prodotto dalla Cei, riassumibile in sette punti, come riportato dal quotidiano Avvenire in edicola marted 14 maggio. Liberare il mercato del lavoro, favorendo forme di co-produzione, lavoro fra

pari, produzione e consumo insieme, lavoro di cura, nel settore del privato sociale. Anzich gli sgravi sarebbe meglio promuovere la contrattazione aziendale e territoriale e i contratti di tipo relazionale, quelli che tengono conto del cosiddetto welfare familiare. Pi formazione sostenuta da un sistema scolastico, universitario e di ricerca capace di competere sul piano della globalizzazione. Pi spazio anche alle esperienze di alternanza scuolalavoro.

12

Gioved 16 maggio 2013

Cesena
Il Corelli comunale e vanta 200 anni di storia Il Maderna luniversit della musica

Scuole di musica in citt: firmata una convenzione

Il Conservatorio e il Corelli si stringono la mano


a passione per la musica e il canto come comune denominatore. La gestione e lattivit diversificata da ruoli e finalit che le due istituzioni musicali presenti e ben radicate nel nostro territorio - il conservatorio musicale Bruno Maderna e listituto musicale Arcangelo Corelli di Cesena offrono come percorso di studio e formazione. La prima, il conservatorio Maderna, propone corsi universitari a 450 allievi, italiani e stranieri, che al termine del percorso di studi e dopo esami certificati, preparano i musicisti che cos si avviano a praticare larte musicale come vera e propria professione. Il Corelli, con i suoi duecento anni di storia - nato su iniziativa del Comune di Cesena che offr al violinista Arcangelo Corelli il pagamento degli studi di perfezionamento a Bologna, in cambio di sue lezioni gratuite ai ragazzi di Cesena - ad oggi gestito dallAsp Cesena Valle Savio (Azienda

pubblica di servizi alla persona) e propone ai circa 250 gli iscritti per lanno 2012-2013 corsi base di violino, violoncello, pianoforte, chitarra, saxofono, a cui da questanno si sono aggiunti i corsi di flauto e canto. Anche le et dei partecipanti sono diversificate: numerosi gli adulti e ben 55 i bambini della propedeutica (dai 3 ai 7 anni). La durata media dei suoi corsi di 30 ore, a fronte di una spesa massima di 570 euro, inferiore rispetto al panorama di proposte di altre citt romagnole. Limpegno del Comune garantisce un intervento di 120mila euro allanno, Per un servizio non dovuto, ma voluto - ha sottolineato Elena Baredi, assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Cesena - in un periodo in cui le risorse a disposizione del mondo cultura scarseggiano. Comune lobiettivo delle due istituzioni, formalizzato nei giorni scorsi con la firma di una convenzione volta a favorire, valorizzare e potenziare la cultura

musicale e lavvicinamento a questa arte nella citt di Cesena e in tutto il comprensorio. Allatto pratico, quali i vantaggi che potranno cos trarre i due istituti e i ragazzi che vi sono iscritti? La formazione condivisa e la possibilit di passare dal Corelli al Conservatorio il centro dellaccordo: dopo un percorso di studi condiviso e concordato per favorire al massimo la possibilit di accedere al triennio di alta formazione del Conservatorio, chi vorr transitare dal Corelli al Maderna potr usufruire di un taglio del 50 per cento sul costo di iscrizione allesame di accesso, come privatista, al Conservatorio. Il Conservatorio ne verificher il livello di formazione in rapporto ai relativi moduli concordati, in modo da accompagnare in modo adeguato il percorso dei ragazzi che desiderano professionalizzarsi al Maderna. Comuni potranno essere la realizzazione di eventi musicali e produzioni artistiche proposti nel

NELLA FOTO, LA FIRMA DELLA CONVENZIONE TRA LISTITUTO CORELLI E IL CONSERVATORIO MADERNA. DA SINISTRA, LASSESSORE ALLA CULTURA ELENA BAREDI, IL DIRETTORE DEL MADERNA ADRIANO TUMIATTI ED ELIDE URBINI, PRESIDENTE DI ASP CESENA VALLE SAVIO, TITOLARE DELLISTITUTO MUSICALE CORELLI

territorio, che andranno cos a moltiplicarsi rispetto alle gi numerose iniziative del Maderna (120 appuntamenti musicali da inizio 2012 ad oggi). Un occhio di riguardo sar poi dato al mondo della scuola, con la proposta condivisa di promuovere laboratori e dimostrazioni per formare non solo musicisti, ma anche un pubblico sensibile e attento alla cultura musicale, come ha sottolineato il direttore del Maderna, Adriano Tumiatti. In settembre il Corelli si trasferir a Palazzo Nadiani, negli ambienti a oggi occupati dalla scuola della Fondazione Sacro Cuore in centro a Cesena, dove trover a disposizione aule pi accoglienti e un auditorium che potr essere utilizzato anche dal Conservatorio per le proprie attivit. Sabrina Lucchi

Concorso Carlo Carli: hanno partecipato quasi tutte le scuole del territorio

Ecco gli studenti-giornalisti premiati dallAvis


Si conclusa luned 14 maggio la dodicesima edizione del concorso giornalistico Carlo Carli con la premiazione dei giovani vincitori. Ecco le classifiche finali per sezione. Il concorso viene organizzato dallAvis comunale allo scopo di sensibilizzare i giovani al tema della donazione di sangue. Presenti, presso lauditorium del Seminario, il responsabile della manifestazione Giorgio Vicini, Gianni Grandu in veste di presentatore, gli sponsor e presidi e insegnanti delle scuole di Cesena. Ma i veri protagonisti erano i ragazzi. Ecco i premiati della sella sezione giornalistica e poesia: Sebastiano Castellucci (Liceo Classico), Deepthi Crociani (Liceo della Comunicazione), Eleonora Forcillo (Istituto Itis), Emanuele Ricci (Liceo Sacro Cuore) e Silvia Montanari (Liceo Scientifico) a pari merito, Lorenzo Baiocchi (U. Comandini). Per la sezione grafica-foto-video: Rebecca Comandini (Liceo Scientifico), Juri Malpezzi e Alfonso Battistini (Iris Versari) Premio speciale testate giornalistiche: Riccardo Dal Monte (Istituto Itis) per il Corriere Cesenate, Rebecca Guendalina Fabbri (Liceo Classico) per il Corriere Romagna. Sono inoltre stati riconosciuti premi ulteriori per 100 euro cadauna alle scuole che hanno presentato pi elaborati, ovvero il Liceo Classico, il Liceo Scientifico, lIstituto Itis e lIris Versari.

Cesena

Gioved 16 maggio 2013

13

Bilancio positivo per la ditta di surgelati

Scout
Lupetti e coccinelle Caccia di primavera
Si chiama "Caccia di Primavera" ed uno degli eventi principali dei dieci gruppi scout cesenati. Protagonisti i Lupetti e coccinelle, bambini e bambine dagli otto ai dieci anni, che ogni anno si ritrovano per vivere insieme una giornata di giochi ed allegria. Questanno erano pi di 300,

La crisi non demorde ma Orogel cresce


ilancio positivo per il settore surgelati del Gruppo Orogel che ha chiuso lesercizio con un fatturato di 176,2 milioni di euro, registrando un incremento del 3,6 per cento a valore. I quantitativi di prodotti surgelati venduti nel 2012 sono pari a 88.900 tonnellate (+2 per cento rispetto al 2011). Il mercato vede Orogel leader assoluto nel settore ristorazione collettiva e commerciale dove lazienda cresce del 2,3 per cento a valore. Anche il comparto Retail vede Orogel protagonista in Italia: il gruppo il primo produttore nazionale di vegetali con una quota complessiva del 21,8%. Praticamente un quarto dei prodotti vegetali consumati in Italia proviene dagli stabilimenti di Cesena e 11 milioni di famiglie (700 mila in pi rispetto allanno precedente) acquistano abitualmente i prodotti provenienti dalla sede cesenate. Inoltre Orogel leader nel segmento spinaci con una quota del 20,5%; nellarea minestroni ai vertici con una quota del 17,4%; Verdur, prodotto di punta dellazienda, mantiene la leadership assoluta di vendite nel

Nel 2012 vendute 88mila tonnellate di prodotto Aumentano gli investimenti in tecnologie e ricerca

Da sinistra, lamministratore delegato Bruno Piraccini e il direttore Giancarlo Foschi


destinata allespansione e allinnovazione. Sono queste le ragioni del buon andamento aziendale in grado di assicurare buoni risultati ai produttori agricoli, alle loro aziende cooperative e alleconomia dei territori in cui queste ultime operano". "Nei primi quattro mesi di attivit del 2013 - continua Piraccini - le vendite hanno registrato un incremento nei volumi e nel fatturato netto (+5,8 per cento) rispetto al pari periodo del 2012. Ma siamo consapevoli che il 2013 sar un altro anno caratterizzato da forti turbolenze, da consumi ancora stagnanti e da aumenti dei costi imprevisti, inopportuni e difficili da trasferire sul mercato".

settore piatti pronti con 21,4 per cento di quota (+1,6% rispetto al 2011); nel settore delle erbe aromatiche la produzione Orogel copre addirittura il 55% del mercato nazionale. "Grazie a questi risultati positivi - spiega Bruno Piraccini, amministratore delegato del gruppo - Orogel continua a investire sul futuro; come avvenuto sino a oggi il cash flow (nel 2012 pari a 20,2 milioni di euro; +3 per cento rispetto allesercizio precedente) sar interamente destinato agli investimenti produttivi e tecnologici. Complessivamente dal 2008 al 2012 le risorse ottenute dallattivit (pari a 90,5 milioni di euro, ossia la cassa prodotta in questi esercizi) sono state reinvestite con lobiettivo di proseguire la politica

coordinati da 70 capi scout educatori ("Vecchi Lupi" in gergo scout). Hanno letteralmente invaso larea verde dellIppodromo dove, il primo maggio, hanno svolto diverse attivit. Tutti i prati nei dintorni del Carisport sono stati occupati da gruppetti di ragazzini che giocavano, correvano e costruivano ogni genere di cose con vecchi scatoloni e scatole di scarpe. La giornata si conclusa con la messa celebrata dallassistente don Andrea Budelacci.

ANNIVERSARIO

Ubaldina, la macchina che consuma poco


Nellanniversario della scomparsa del PROF. ALIETO PIERI avvenuta a Firenze il 23 maggio 2005, le sorelle Edda e Bianca Bruna lo ricordano con affetto ad amici e parenti
San Vittore, 23 maggio 2013

Il suo nome Ubaldina. Si tratta del prototipo di auto a basso a consumo realizzata dai ragazzi dellIstituto professionale "Ubaldo Comandini" che parteciper alla Eco-Shell Marathon in programma dal 17 al 19 maggio sul circuito di Rotterdam. Grazie ad un gruppo di alunni dellindirizzo meccanico, elettrico ed elettronico, ad alcuni docenti dellIstituto guidati dai professori

Ermico DAvino e Antonio Stanghellini e al sostegno dei genitori allinterno dei laboratori dello storico istituto professionale di Cesena stato portato a compimento il progetto avviato 4 anni fa. Il tutto stato reso possibile anche grazie alla sponsorizzazione della Honda che ha fornito due motori (uno di riserva), e alla realizzazione in officina di quasi tutte le componenti del prototipo, si cercato di contenere i costi del progetto. Nello specifico lUbaldina una macchinina a basso consumo progettata per partecipare alla competizione organizzata annualmente dalla Shell. "Questanno - spiega il

professore DAvino parteciperemo insieme ad oltre 200 team che gareggeranno in diverse categorie, alimentazione a fuel cell, a celle solari, a benzina, a gasolio e a gpl. Nella nostra categoria a benzina saranno circa 50 i prototipi in gara nel circuito internazionale". La Eco-Shell Marathon ha pi di settantanni. E nata da una scommessa tra alcuni ricercatori della Shell di Wood River, Illinois (Usa), per vedere chi avrebbe guidato la propria automobile per un tragitto pi lungo con un solo gallone di benzina. Nel 1939, 21.12 Km/litro era il massimo risultato che si potesse raggiungere. Bab

ZONA STADIO (Cesena): in condominio servito di ascensore al quinto piano appartamento completamente ristrutturato composto da salotto, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con doccia e lavanderia, ripostiglio, balcone e cantina. Ottima luminosit e spazi generosi. 178.000 / Rif. 1277 ZONA OSSERVANZA (Cesena): in condominio servito di ascensore al secondo piano appartamento da ristrutturare composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, ripostiglio, disimpegno, balcone, cantina e garage. 215.000 / Rif. 0905 CASE FINALI - RIO MARANO: in posizione verde e tranquilla nuova costruzione di villette bifamiliari con ampio giardino, ecocompatibili e ad alto risparmio energetico. Possibilit vendita di singoli lotti. Info in ufficio / Rif. 1241 PONTE PIETRA: su un lotto di circa 2.000 mq porzione di villa bifamiliare in costruzione composta al piano terra da ampia zona giorno, bagno, servizi, garage doppio e porticato; al piano primo 3 camere da letto, 2 bagni e balconi. Possibilit di acquistare limmobile grezzo o finito. Info in ufficio / Rif. 1250 SAN MAURO IN VALLE (Cesena): bilocale di recente costruzione al primo e ultimo piano composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, 3 balconi, cantina e posto auto riservato. 165.000 / Rif. 1216 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso AFFITTO, ZONA CENTRALE (Cesena): a pochi passi dal centro e dai principali servizi appartamento al piano terra di recente costruzione composto da ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, giardino privato e ampia veranda. Posto auto scoperto di propriet. 800 mensili / Rif. 1290 AFFITTO, ZONA VIGNE (Cesena): in condominio servito di ascensore appartamento in ottimo stato all'ultimo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, cantina e garage. ARREDI MORDERNI. 700 / Rif. 1289

14

Gioved 16 maggio 2013

Cesena

Pediatra cesenate lavora a tutto campo in Europa e in Asia


Mariangela Labruzzo presta servizio a Cardiff, in Galles Allestero ha trovato la sua dimensione e si sente realizzata sotto tutti i punti di vista. E pensa allAfrica
Barbara Baronio
gni giorno vivo il mio sogno, sono felice e mi sto realizzando. Torner quando avr smesso di divertirmi": ecco le parole di Mariangela Labruzzo, medico pediatra di Cesena attualmente in servizio nellospedale della cittadina di Cardiff in Galles (Gran Bretagna). Mariangela, classe 1980 dopo gli studi scientifici a Cesena e la laurea in medicina e chirurgia allateneo felsineo ha tentato unesperienza allestero per approfondire linglese. "Ricordo che tra la laurea e lesame di Stato avevo un gap di qualche mese. Cos Ha 33 anni e allinizio ho deciso di dedicarmi al perfezionamento si spostata in Italia dellinglese". Una scelta decisiva che lha portata ad allargare i suoi orizzonti. Ha svolto missioni "A Londra sono stata ospitata da una anche a Sumatra famiglia inglese, che oggi considero come la mia seconda famiglia. Dopo lesame di Stato e nel sud dellIndia in Italia, dove ho conseguito labilitazione allesercizio della pratica medica, sono tornata in Inghilterra, sempre ospitata dai miei genitori inglesi e vi sono rimasta per un anno. Si trattato di un periodo determinante per la mia vita - prosegue - in cui ho verificato anche il mio desiderio di mettere a servizio degli altri la mia professionalit. Infatti la mia mamma inglese, di origine indonesiana, mi ha coinvolto in un progetto di volontariato internazionale che mi ha condotta nellIsola di Sumatra, in Indonesia, allindomani di un terribile tsunami che aveva distrutto tutto". Per Mariangela i viaggi non sono finiti qui. Dopo diversi spostamenti tra Italia e Inghilterra ha poi colto loccasione di andare in Galles come medico sostituto. "Sono entrata nel circuito delle agenzie mediche che si occupano di reclutare medici in sostituzione di altri. Il mio primo incarico stato a Cardiff, in Galles, dove sono stata chiamata in pediatria. Dopo un anno di servizio ho capito che avrei potuto specializzarmi proprio in quella struttura ospedaliera e allora ho scelto di

"O

restare in Galles e di compiere il percorso di specializzazione in pediatria, della durata di 8 anni. Quando avr concluso il primo blocco da specializzanda Junior (4 anni) e passato lesame di pratica clinica (giugno 2013), potr essere considerata al pari di un medico strutturato italiano. In Gran Bretagna infatti la formazione molto diversa da quella italiana. Se da un lato noi italiani siamo molto ferrati sui contenuti e sulla conoscenza teorica e clinica, qua invece simpara sul campo. Ad esempio, non appena sono entrata in servizio a Cardiff mi hanno letteralmente fiondata al Pronto Soccorso a fare di tutto. Qui il medico ha molte responsabilit ed chiamato a fare tutto, anche i prelievi. Allinizio avevo tanta paura, ma poi cresciuto in me lentusiasmo. Inoltre sono riuscita a raccogliere esperienze in vari ambiti della pediatria. Sono passata dal reparto di neonatologia a quello di cardiologia. Ricordo, per esempio, che nei 6 mesi in oncologia pediatrica ho perso due bimbi di leucemia e non stato facile. Ho incontrato le famiglie di questi bambini, ho parlato con loro, ho imparato a stare davanti allinspiegabile sofferenza che c nella

morte di un piccolo strappato alla vita". Nel frattempo i viaggi in Indonesia non si sono interrotti e non appena Mariangela ha avuto un po di ferie le ha investite per raggiungere i luoghi sperduti di quella terra. "Una volta mi hanno inviata in un villaggio a poca distanza dalla citt di Padang, nellisola di Sumatra, per visitare 32 bambini sostenuti dalle adozioni a distanza. In unaltra occasione ho partecipato a un progetto legato a un medical center presente a Coimbatore, nel sud dellIndia, dove sono andata (e attualmente vado ogni anno) a insegnare come affrontare le emergenze pediatriche. Queste esperienze allestero sono state decisive per me. In Galles sto benissimo, lunico neo di questa terra il tempo: qua piove sempre. Penso che per torner presto in Italia e da qui poi continuer anche nel mio volontariato internazionale. Il mio intento quello di raggiungere anche il continente africano e proprio per questo il prossimo anno frequenter un corso per conseguire il diploma in malattie infettive e tropicali". Chi fosse interessato a contattare la dottoressa Mariangela Labruzzo pu scriverle allindirizzo: m.labruzzo@libero.it.

La bomba sar disinnescata mercoled 19 giugno


A Bulgarn sar evacuata la zona nel raggio di 500 metri per un totale di circa 400 persone
A Bulgarn la bomba ritrovata nei giorni scorsi in un campo, nei pressi della chiesa, sar disinnescata mercoled 19 giugno. Lo afferma il capitano Diego Polio, comandante della Compagnia di Cesena dei Carabinieri che abbiamo interpellato a

questo proposito. La scorsa settimana c stata una riunione in Prefettura a Forl alla presenza delle forze dellordine, di Hera, di Enel, della Protezione civile, del vice prefetto Michele Truppi. E stato deciso che la bomba, del peso di 500 libbre inglesi, circa 250 chilogrammi, sar disinnescata in un giorno feriale. I residenti entro un raggio di 500 metri dal punto di ritrovamento dovranno allontanarsi dalle proprie abitazioni per una

mattinata. Si tratta di circa 400 persone. Sar allestito un punto di accoglienza pi distante, probabilmente in una sede di quartiere. Lordigno sar disinnescato sul posto e poi trasportato in una zona isolata dove sar fatto esplodere. E stato deciso di procedere fra oltre un mese perch nel frattempo Hera deve far costruire delle valvole speciali che applicher alle condutture del gas affinch la zona sia messa in sicurezza. Cr

Cesenatico

Gioved 16 maggio 2013

15

Nove Colli: il 17 e 18 maggio torna Ciclo&Vento in piazza Costa


del grattacielo. Oggi la fiera si sviluppa su 2500 metri quadrati ed in crescita, nonostante la congiuntura economica negativa". I migliori marchi scelgono Cesenatico per un motivo ben preciso: vi sono almeno 30mila visitatori certi, diecimila dei quali partecipanti alla Nove Colli, gli altri 20mila da annoverarsi fra gli accompagnatori e gli interessati provenienti da tutta la Romagna. La rassegna offre novit utili a chi pratica il cicloturismo: biciclette, componentistica, abbigliamento, alimentazione. Sar inaugurata venerd 17 maggio alle 9,30 e rimarr aperta fino alle 23. Sabato lapertura mattutina sar la medesima, mentre alla sera gli stand chiuderanno alle 22,30. Durante la fiera sono previste lezioni di spinning che si terranno venerd sera alle 20 e sabato alle 17. Fra gli espositori vi sono Campagnolo, Vittoria, Selle Italia, Fondriest, Carrera, Pinarello, Ambrosio. "Il cicloturismo fondamentale per la nostra citt - dichiara il sindaco Roberto Buda -, dato che nel 2012 abbiamo registrato 60mila arrivi e 300mila presenze. Limpegno dellAmministrazione comunale quello di rendere il soggiorno degli sportivi ricco di opportunit, soprattutto grazie allaccoglienza dei nostri operatori turistici". Cristiano Riciputi

Raccolta rifiuti
"Fondali puliti"
Quasi tre quintali di riuti raccolti, 65 volontari subacquei e una buona affluenza di pubblico, nonostante le condizioni atmosferiche avverse: sono i numeri di "Fondali puliti 2013", lundicesima edizione della campagna di pulizia delle spiagge e dei fondali marini organizzata da Cesena Blu che si svolta domenica 5 maggio. Entusiasmo, partecipazione e allegria sono gli ingredienti della manifestazione, durante la quale gli appassionati subacquei hanno pinneggiato insieme lungo il litorale di Cesenatico, nel tratto di mare compreso fra il Molo di Ponente e Via Pian del Carpine, riportando in supercie materiale di ogni genere, prevalentemente legno, plastica e frammenti di reti da pesca, oltre a una cucinetta da campo lunga mezzo metro, una tenda canadese e una canna da pesca. Un evento importante che coniuga la passione per il mare e il rispetto per la natura. Lappuntamento ha unito i volontari di Scuola Subacquea Cesena Blu, Centro Immersioni Cesena, Cesena in Blu, Cormorano Sub Forl, Sottacqua Diving School Forl e Angelo Blu Gatteo, che credono che il valore di gesti concreti come questo possa servire a sensibilizzare lopinione pubblica verso le tematiche della tutela dellambiente. Uno sforzo nel quale hanno creduto anche il Comune di Cesenatico, che da sempre patrocina liniziativa, Hera, la Cooperativa esercenti stabilimenti balneari, la Croce Rossa e la Capitaneria di Porto.

Due giorni di esposizione per il meglio del ciclismo


ttanta espositori, alcuni fra i marchi pi rinomati del settore: stiamo parlando di Ciclo&Vento, rassegna fieristica nata a rimorchio della Nove Colli. La 18esima edizione si terr il 17 e 18 maggio, il giorno precedente alla gran fondo di ciclismo. La formula, ormai collaudata, vedr gli standisti posizionati in piazza Costa, viale Carducci e viale Roma, cos da offrire una grande vetrina sul mondo

del ciclismo. Lorganizzazione a cura di Confesercenti e Confartigianato e non manca la collaborazione dellAmministrazione comunale. "Questanno lesposizione ancora pi grande - conferma Mauro Moschini, uno degli organizzatori con oltre 80 espositori fra i pi importanti del settore. Siamo partiti 18 anni fa con un piccolo gruppo di aziende e occupavamo solo la piazza

Da Cesenatico alla valle Trekking nella natura


Una tre giorni (24-26 maggio) di cammino dalla spiaggia fino ai 1407 metri del monte Fumaiolo. Pernotto a Bagnolo di Sogliano e SantAgata Feltria
Bagnarsi i piedi nel mare, calzare gli scarponcini da trekking e incamminarsi verso sud, con lo sguardo rivolto ai monti e andare a raggiungere il punto pi alto dellAppennino Cesenate: il Monte Fumaiolo (1407 metri sul livello del mare). Tre giorni per portare una manciata di sabbia dellAdriatico sul prato del Rifugio Biancaneve, abituato al bianco candore della neve invernale. Tre giorni per unire in un abbraccio un territorio straordinario, fatto di mare, pianura, collina e montagna, ricco di storia, tradizioni, cultura. Questa la proposta dellottava edizione di MAmo Camminando, tre giorni di trekking dal mare di Cesenatico alle cime dellAppennino romagnolo. La partenza prevista per venerd 24 maggio e il rientro per il primo pomeriggio di domenica 26.

Venerd 24 maggio litinerario sar: alle 8 dal Porto Canale di Cesenatico, in direzione Cesena, passando per Macerone e proseguendo verso Gambettola e Longiano. Poi si continua lungo il parco del fiume Rigossa fino alla chiesetta di Castiglione per concludere la giornata a Bagnolo di Sogliano (presso lagriturismo Podere della Rosa) dopo aver attraversato labitato di Santa Paola di Roncofreddo. Sabato 25 maggio partenza da Bagnolo alle 8 per lambire Sogliano e Strigara in direzione Rontagnano. Si prosegue transitando dal mitico "Barbotto" per il Monte Spelano, toccando la periferia di Savignano di Rigo in direzione Perticara (Miniera); da qui, seguendo il Cammino di San Vicinio si arriva nel pomeriggio a SantAgata Feltria per il pernotto. Domenica 26 maggio partenza da SantAgata Feltria alle 8 in direzione Scavolo per lambire labitato di Palazzo in direzione Madonna del Piano; nel pomeriggio si prosegue verso il Monte Fagiola Vecchia e lEremo di SantAlberico, da cui iniziano gli ultimi

300 metri di dislivello per arrivare in vetta al Fumaiolo. Al rifugio Biancaneve ci saranno un buffet e i pulmini per il rientro a Cesenatico e nelle altre localit intermedie. Per informazioni Gilberto Graffieti (333 9914258), Fabio Forti (328 1505920), fabio.forti@gmail.com

Un libro per imparare Biblioteca per i piccoli


Nuova biblioteca al via grazie anche alla Bcc Sala di Cesenatico. Nei mesi scorsi stato portato avanti il progetto "Un libro per imparare", volto a coinvolgere bimbi di tutte le et e i loro genitori. Lidea semplice: la creazione di una vera e propria biblioteca dei piccoli, dove i bambini diventano i fruitori e gli organizzatori di tutto. Gruppi di bambini

della scuola primaria di Villamarina si alterneranno nella gestione della piccola biblioteca, come veri e propri impiegati: procederanno a catalogare i libri e accogliere i "baby-clienti". Sulla base di conoscenze ed esperienze dirette, il triumvirato in rosa formato dallinsegnante Patrizia Gregori e dalle mamme Gigliola Fattori e Romina Quadrelli, con il placet della dirigente didattica Loredana Aldini, ha dato il via alla biblioteca posta allinterno della scuola dove potranno accedere bambini di tutte le classi per "Stimolare la curiosit e la motivazione

alla lettura in quanto tale - afferma la maestra Patrizia Gregori -. Realizzare una biblioteca, signica dare la possibilit di un contatto diretto con il libro che diventa un amico con cui condividere momenti di gioia o di tristezza. La biblioteca diventa un luogo che i bambini e le bambine sentono proprio, un luogo da rispettare e apprezzare, che assume una grande valenza sociale. Il mio ringraziamento va al presidente della Bcc Sala di Cesenatico, Patrizio Vincenzi, che ha reso possibile la realizzazione del progetto". Gm

Cesenatico
Il sindaco con te

Il sindaco Roberto Buda si recato, venerd scorso nellambito delliniziativa "il Sindaco con te, nello studio del geometra Giancarlo Benini in Via Saffi. Sindaco e geometra hanno parlato dei temi urbanistici legati alla citt ripercorrendone la storia. Il primo cittadino gli ha consegnato la pergamena ricordo.

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Vai su facebook e clicca mi piace!

16

Gioved 16 maggio 2013

Valle del Rubicone

Longiano
E morto padre Ottavio Ruscelli
Lutto nella comunit dei frati minori conventuali di Longiano. Venerd 10 maggio morto a 78 anni padre Ottavio Ruscelli. Era ricoverato nel reparto di geriatria dellospedale Bufalini di Cesena. Le sue condizioni di salute, gi cagionevoli, si erano progressivamente aggravate in seguito a una caduta occorsa il 13 febbraio (mercoled delle ceneri). Nato a Sarsina il 27 marzo 1935 ed entrato in seminario il 25 agosto 1948, stato ordinato sacerdote il 17 dicembre 1960 nella basilica di San Domenico a Bologna dal cardinale Giacomo Lercaro. stato di comunit a Salsomaggiore (1960-1964), Longiano (1964-1985), Faenza (1985-1988), di nuovo Salsomaggiore (1988-2001) e Longiano (2001-2013). Il rito delle esequie stato celebrato luned 13 maggio nel santuario del Santissimo Crocisso di Longiano. Dopo il funerale, seguita la tumulazione presso il cimitero locale. Matteo Venturi

A Gambettola in piazza Pertini

Lantico "Palazoun" riemerge dalloblio


urante i lavori di riqualificazione ed arredo del centro urbano, in corso da settembre 2012, in piazza Pertini sono riaffiorate le fondamenta del seicentesco palazzo Pilastri-Saladini, noto ai gambettolesi come "e Palazoun" (il Palazzone). Il ritrovamento di parte della mura di delimitazione hanno reso necessario lintervento degli esperti della Soprintendenza. Dopo essere riaffiorata parte delle mura perimetrali, sotto lo sguardo degli archeologi della Tecn, la ditta che opera per conto della Soprintendenza, sono stati ritrovati altri importanti reperti: un pozzo, parte delloriginale pavimentazione in pietra, anfore e vasi riportanti leffige dello stemma della famiglia Pilastri-Saladini. Dai documenti storici si appreso che il "Palazzone" era la residenza di campagna della famiglia Pilastri di Cesena, che vi organizzava sontuosi banchetti dopo le battute di caccia. La perimetria ne conferma la mole

Ledificio fu costruito nel XVII secolo e abbattuto nel 1945 a causa dei danni di guerra
imponente, tale da essere riconosciuta e distinta da molto lontano. Inevitabile linteresse e la curiosit scaturiti dai ritrovamenti, specie fra i residenti pi anziani, che hanno ancora ricordi del palazzo. Ricordi che sono stati oggetto di una serata organizzata da Remigio Pirini, presidente del Comitato Folklore, moderata da Romeo Casalini e Gigi Gasperoni, a cui sono intervenuti la famiglia Vaienti, ultima proprietaria del Palazzone e Luciano Urbini, che ha riprodotto il modello in scala del Palazzone attualmente visibile presso la Biblioteca Comunale. In quella serata si ricordata losteria di "Budela", che si trovava a pianterreno a fianco dei locali del maniscalco e delle stalle. Dalle testimonianze di quella serata si appreso che nei primi decenni del Novecento, e prima dei bombardamenti della seconda guerra mondiale, era diventato una sorta di grande casa popolare in cui abitavano 18 famiglie. E stato anche residenza del Municipio. Durante il passaggio del fronte fu danneggiato e dalle sue macerie si ricavarono mattoni per la ricostruzione di tante altre case. Ora nella cittadina ci si chiede quali saranno decisioni della giunta per valorizzare il lavoro degli archeologi. Piero Spinosi

Pennabilli: lorgano suona grazie a Baldazza


Lantico organo della cattedrale di Pennabilli stato restaurato dalla ditta Mauro Baldazza di Longiano. Il concerto inaugurale stato eseguito domenica 5 maggio, a conclusione di un anno e mezzo di lavoro. Lo strumento, costruito nel 1841 riutilizzando una parte di canne del precedente organo risalente alla ne del 1600, dotato di 24 registri e di un totale di 803 canne. Si reso necessario - spiega il titolare - in fase di intervento, un riordino delle canne con riallungamento dei corpi che erano stati tagliati, nellottica di restituire la disposizione fonica come era pensata nel 1841. Il restauro ha comportato, fra laltro, la ricostruzione in copia della pedaliera e la ricostruzione delle canne relative ai registri tromba, corno inglese e tromboni.

Roncofreddo
Sagra del pisello
Da venerd sino a domenica si svolger la 44esima edizione della sagra del pisello a Roncofreddo. Organizzata dalla pro loco G. Malatesta con il patrocinio del Comune, si compone di diversi momenti di intrattenimento, oltre alla degustazione di piatti con piselli e al mercatino dei prodotti locali, dove i piselli, appunto, la faranno da padrone. Si parte venerd alle 21 con il Palio del Rioni, gare di abilit tra le compagnie dei quattro rioni del paese (la Rocca, il Monte, la Piana e la Piazza) a cura della societ sportiva di Roncofreddo. A seguire maccheronata nale per tutti. Sabato alle 19 lapertura dello stand gastronomico, curato dalla Pro Loco in via Battisti, avverr alle 19 con tortellini, seppia e spezzatino ai piselli, mentre alle 21 in programma lo spettacolo della scuola di ballo "Cesena Danze". Si continua domenica, quando dalle otto alle 18 in via Battisti ci sar il mercatino dei prodotti e dei cibi locali a cui si associer il mercato ambulante; dalle 10 alle 18 saranno aperti anche i musei del Fronte e di Arte Sacra. Dalle 14 alle 15 musica con lorchestra di Stefania Ciani. Sempre aperto sia a pranzo che a cena lo stand gastronomico della Pro Loco. Cf

Frutta e verdura colpite duramente dallevento di sabato

Nel Rubicone una gravissima grandinata


La giornata pareva una delle solite di queste ultime settimane: un po di sole, qualche goccia dacqua, un po di vento, e poi ancora sole. E proprio cos, fino alle 16,30, si svolto il pomeriggio di sabato scorso. Poi, allimprovviso, il cielo si fatto scuro sulla zona del mare e lungo la valle del Rubicone, fino a Sogliano. La pioggia cominciata a cadere piuttosto forte per poi aumentare ancora di pi di intensit. A Gambettola, dopo un quarto dora di acqua a catinelle, cominciata a cadere la grandine ed ha continuato per oltre 10 minuti. I chicchi erano di grosse dimensioni e nel giro di pochi minuti hanno imbiancato il paesaggio. In altre zone prima arrivata la grandine, poi la pioggia battente. Per la frutticoltura e lorticoltura i danni sono stati gravi. Fra lee zone pi colpite vi sono le localit di Gambettola, Bugarn, Macerone, Badia, Longiano, Montiano. In molti vigneti sono rimasti solo i tralci di legno vecchio e ogni germoglio stato triturato. La raccolta delle ciliegie, gi in ritardo di quasi 15 giorni, stata annullata del tutto. Inutile pensare di salvare qualcosa. Stesso discorso per albicocche e pesche. A Gambettola il maltempo ha colto di sor- Pippofoto presa gli espositori e i visitatori della mostrascambio. Alcuni gazebo si sono piegati a causa del peso del ghiaccio. I pi preoccupati erano gli espositori di mobili che avrebbero visto rovinarsi tut-

ta la merce nel caso in cui si fosse bagnata. In meno di unora il temporale passato e alle 17,30 quasi tutti i banchi hanno chiuso i battenti.

Gambettola, lo sport al centro dellattenzione


Una serie di avvenimenti in programma dal 17 maggio al 2 giugno con 15 associazioni sportive
Inizier il 17 maggio a Gambettola la "Festa dello Sport", una manifestazione che giunta alla XIII edizione, caratterizzata da gare ed esibizioni sportive sino al 2 giugno. Due settimane di sport che porteranno allattenzione svariate discipline tra cui pallavolo,

tennis, danza, basket, skateboard, ciclismo, pallacanestro, calcio, judo, ginnastica artistica e acrobatica, pattinaggio a rotelle, mountain bike, beach tennis, beach volley e foot volley. "Anche questanno il calendario degli eventi sportivi che si svilupperanno negli impianti, nelle strade e piazze comunali ricco e variegato- precisa Roberto Sanulli assessore allo sport-. Grazie soprattutto alla collaborazione di 15 associazioni sportive locali e alcune dai comuni limitro, di tanti volontari

ed alcuni sponsor, siamo riusciti a contenere il costo della manifestazione a carico del Comune, a poche migliaia di euro". La giornata conclusiva di domenica 2 giugno inizier alle 17 con la 9^ edizione del "Gran Prix De Bosch", la gara di macchinine spinte a mano organizzata dalla TreEsessanta e, dalle 20, ci sar la "Grande Festa" in piazza Foro Boario con esibizioni sportive, premiazioni e un buffet offerto da tutte le associazioni sportive agli intervenuti. Ps

Valle del Savio

Gioved 16 maggio 2013

17

Il Cai cesenate organizza una tre giorni di escursioni


Foto Roverelli

Sarsina
Archeologia e museo
Sono in via di completamento a Sarsina, in via IV Novembre nelledicio comunale adibito a sala esposizioni e Ufficio turistico, i lavori di musealizzazione dei reperti archeologici rinvenuti durante lo scavo iniziato nel 2007 e ultimato nel gennaio 2009. Lo scavo di questa zona, in precedenza occupata da orti, ha consentito di acquisire una serie di nuovi dati circa laspetto e levoluzione di questa zona centrale della citt dallet tardo repubblicana ( I sec. A. C.) no al XVI secolo. Allo scopo di lasciare visibile quanto rinvenuto durante lo scavo, il pavimento delledicio stato realizzato con grosse e robuste lastre di vetro. Finora per, per la penuria dei fondi necessari per completare adeguatamente il lavoro, i reperti erano tristemente ricoperti da ampi teli bianchi e i visitatori dellUfficio Turistico e delle numerose mostre organizzate dalla Pro Loco ogni volta si chiedevano di cosa si trattasse. Il lavoro procede velocemente, perch gi stata ssata la data nale: domenica 19 maggio, proprio una settimana prima che termini il suo mandato lattuale Amministrazione. I reperti pi signicativi sono: una grande fognatura e grandi blocchi di arenaria perfettamente squadrati, appartenenti alla costruzione di un grande edicio (et tardo -repubblicana - inizio et augustea I sec. a.C.); resti di ambienti addossati al grande muro ( I -II sec); piani pavimentali in cocciopesto e mosaico (tarda et imperiale); resti di una imponente struttura al di sopra della muraglia precedente, costruita tra il IX e lXI secolo allepoca della costuzione della Cattedrale. (Pgp)

Il Fumaiolo vivo e offre scenari unici


a variet del territorio cesenate e la possibilit di fruirne passa anche dalla riscoperta e dalla valorizzazione del suo entroterra. La sua cima pi alta, il monte Fumaiolo (1.407 metri), il prossimo fine settimana offre unoccasione unica, grazie anche ad una felice ricorrenza. Si chiama Fumaiolo C ed uno degli eventi con i quali la sezione Cai di Cesena festeggia il 150esimo anniversario della

fondazione del Club Alpino Italiano. Una tre giorni di iniziative (venerd 17, sabato 18 e domenica 19 maggio) tra escursioni a piedi, a cavallo o in mountain bike con un minimo comun denominatore: conoscere, scoprire, riscoprire le bellezze dellappennino nostrano, rispettando lambiente in cui ci si trova ad operare. Sono previste anche alcune conferenze sui temi della montagna, con lintervento di politici ed esperti del settore.

"Unoccasione importante - si legge in una nota degli organizzatori, che vedono tra i protagonisti, oltre al Cai di Cesena, anche lassociazione Fumaiolo Sentieri - per conoscere le bellezze di questa montagna, passando dai sentieri che ci portano alle sorgenti del Tevere e del Savio, per scoprire i percorsi meno conosciuti, ma non per questo meno affascinanti". I comprensori di Bagno di Romagna, Alfero, Verghereto saranno quelli interessati dalla visite e si toccheranno localit note ai pi e altre meno battute dai turisti. Sono numerose gli eventi in calendario, con pi escursioni giornaliere di durata variabile. Sono state pensate per essere adatte a tutti, famiglie comprese, con attivit rivolte anche a bambini e ragazzi, e con possibilit di visitare le fattorie didattiche della zona con le loro produzioni a km 0 e di gustare i piatti tipici del territorio. Si inizia venerd 17 con il Grande Anello del Fumaiolo, escursione a piedi della durata di 7 ore circa. Si proseguir poi il sabato e la domenica con molte altre iniziative. A tal proposito c anche la possibilit di pernottare in loco nelle molte strutture ricettive che il luogo offre. Per maggiori informazioni sul programma completo dellevento si pu consultare il sito della sezione cesenate del Cai (www.caicesena.com) o il sito www.fumaiolosentieri.it. Michela Mosconi

La domenica di Pentecoste

Bagno di Romagna
Libro sui Lirici Al Palazzo del Capitano sar presentato sabato 18 maggio alle 10 il volume Lirici greci e lirici nuovi curato da Giovanni Benedetto, Roberto Greggi e Alfredo Nuti. Tratta del rapporto fra il poeta Salvatore Quasimodo,il filologo classico Manara Valgimigli e il filosofo dellestetica Luciano Anceschi. Mostra alla Loggetta Lippi Rester aperta fino al 26 maggio lesposizione delle opere artistiche degli allievi dellAccademia delle Grazie di San Piero in Bagno. Una sezione composta anche dai lavori dei bambini che hanno frequentato il corso pomeridiano. Orari di visita: venerd, sabato e domenica dalle 16 alle 20.

Sarsina | Gara in mountain bike

Tezzo e Monteriolo Due parrocchie in festa


Particolarmente vissuta la festa della Pentecoste a Monteriolo di Sarsina dove, da secoli, si ricordano le "Quaranta Ore". Fino agli anni 60, quando la parrocchia era abbastanza popolata, nei giorni precedenti la festa di Pentecoste veniva esposto il Santissimo per quaranta ore e si terminava con una processione di vari chilometri dalla chiesa al Monte Rocchetta, dove c la Croce in ricordo dei Caduti della Montagna. In quei giorni, cos ricordano gli anziani del luogo, cerano centinaia di persone della parrocchia e accorrevano parroci e fedeli da tutta la zona. Oggi tutto si ridimensionato e rimane solo una messa, che verr celebrata domenica 19 maggio alle ore 15.30, alla quale seguir un rinfresco insieme preparato da varie famiglie della parrocchia. Anche a Tezzo si festeggia la Madonna della Villa domenica 19 maggio. Fino al 1965 questa festa si teneva alloratorio settecentesco della Villa, raso al suolo appunto nel 1965 per permettere la congiunzione della strada Tezzo - Montecastello. Alle 17.30 la messa solenne celebrata dal parroco don Renzo seguita dalla processione con il quadro della Madonna. Seguir poi la festa. Daniele Bosi

Una gara in mountain bike con pi di 350 partecipanti: si tenuta domenica scorsa, 12 maggio, nei boschi attorno a Sarsina tra Careste e Facciano. Un tracciato di gara lungo 28 km, dislivello di 1200 mt, e con il 99 per cento di sterrato, valevole per il campionato Romagna Bike Cup. Da segnalare la buona prova della mercatese Marta Maccherozzi del gruppoTnt, arrivata prima nella categoria femminile MW2. (m.mosc.)

San Piero
Sport e Amicizia
Il nostro impegno per chi si impegna
Il leasing della
Sono almeno 500 i ragazzini impegnati questanno a San Piero, sul nuovo campo in sintetico, per i Memorial Andrea Bergamaschi e Pino Crociani. Dalla ne di aprile a sabato 1 giugno 42 squadre provenienti dalla Toscana, dal Montefeltro, dalla Provincia di Rimini, oltre che dalle valli del Savio e del Bidente, si contenderanno gli ambiti trofei, ma soprattutto i ragazzi, insieme a tecnici, accompagnatori e familiari, potranno vivere un indimenticabile inizio destate allaria aperta, in tanti, e con amicizia. Grande limpegno per la Societ Sampierana e per i numerosi volontari che praticamente ogni sera si danno da fare per garantire la perfetta organizzazione dei tornei e lospitalit accogliente e pizzaiola per gli ospiti che vengono da fuori. Alberto Merendi

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

18

Gioved 16 maggio 2013

Solidariet E...state Insieme, il Centro estivo alla Fondazione Opera don Dino l Centro estivo Estate Insieme gestito dalla I Fondazione Opera Don Dino (Cesena), in collaborazione con lassociazione di volontariato DaZeroacento, alla sua
quinta edizione. Anche questanno il Centro estivo accreditato con il Comune di Cesena e collabora con il progetto del Comune Estate Attivi. La sede delle attivit a Cesena in piazzetta Ravaglia, presso le sale delle opere parrocchiali del Duomo; la data di inizio il 10 giugno e le attivit termineranno il 2 agosto. Il Centro Estivo aperto dal luned al venerdi dalle 7,30 alle 16,30. Le attivit proposte sono laboratori creativi, giochi di gruppo, la piscina settimanale, le uscite sul territorio, i laboratori con esperti e laiuto nei compiti delle vacanze. Per informazioni e iscrizioni: contattare la referente Monica Bazzocchi, allo 0547 21592 in orari di ufficio.

La seconda edizione si correr - o camminer - domenica 22 settembre

Maratona Alzheimer, di corsa per solidariet


a gara di solidariet riprende la corsa. Anzi Organizzata dallassociazione no, non si mai fermata. Dopo il successo Amici di Casa Insieme, della prima edizione, stato illustrato nei giorni scorsi in Comune a Cesena levento si correr sul percorso sportivo-solidale della Maratona Alzheimer che Mercato Saraceno-Cesenatico. si svolger domenica 22 settembre. Organizzato dallassociazione Amici di Casa Insieme avr Quanto raccolto andr a sostegno come tema Insieme per cancellare il silenzio. di attivit per ammalati Distanze e percorsi sono differenziate per favorire la partecipazione e dei maratoneti di demenza e loro familiari professionisti in grado di percorrere i 42 chilometri che collegano Mercano Saraceno lungo tutto il percorso, allestir i punti ristoro, curer con il parco di Levante a Cesenatico (la gara sinserisce laccoglienza degli atleti e la grande festa che ne seguir nel calendario regionale Fidal), e di chi preferisce (!) allarrivo e per tutta la giornata al parco di Levante. In percorsi pi brevi, come i 30 chilometri di Borellocampo saranno diverse Polisportive, il Cai di Cesena, Cesenatico o la 16 chilometri della Cesena-Cesenatico, associati Uisp, Coni e Fidal, Auser; collaborazione tecnica fino alla passeggiata diversamente veloce allinterno del assicurata da Trail Romagna. Modalit e costi discrizione parco stesso, rivolta a malati, anziani e disabili e aperto a sul sito www.maratonaalzheimer.it familiari e a tutti coloro che desiderano cos esprimere la La seconda edizione della Maratona si presenta ancora propria vicinanza e condivisione con chi si trova in pi solidale: i Laboratori benessere avviati anche grazie situazioni di sofferenza. Distanze differenziate per un percorso che toccher i territori di Mercato, Roncofreddo, a quanto raccolto nella prima edizione - progetti studiati per offrire ai malati di demenza momenti di sollievo Sogliano al Rubicone, Cesena e Cesenatico, passando attraverso il movimento e le tecniche di rilassamento dalla Romagna collinare, fino alla pianeggiante Cesena psicocorporee, e per aiutare le persone anziane ancora con tanto di passaggio degli atleti in corsa da piazza del autosufficienti a prendersi cura di s scegliendo stili di Popolo - e arrivo a poche centinaia di metri dalla vita che favoriscano al meglio il mantenimento della spiaggia. propria salute fisica, mentale e affettiva - saranno Oltre alle 2mila persone in corsa o in cammino (questi i potenziati (in particolare i progetti del Caff Dolcini e numeri dello scorso anno), in pista ci saranno tantissimi Convivium e i laboratori di arteterapia. Altre azioni volontari: un vero esercito che garantir la sicurezza

messe in campo per la ricerca e la formazione di volontari. Il 30 per cento dei proventi sar inoltre destinato a un progetto di sostegno alle famiglie dei malati di Alzheimer nelle zone colpite dal sisma dellEmilia. In particolare, il progetto mira a restituire una sede al Centro Alzheimer di Mirandola, riprendendo e potenziando, nel territorio modenese, il supporto psicologico domiciliare e il gruppi di auto-mutuo-aiuto. Numerosi i partner che offrono il proprio appoggio alla gara solidale: oltre allo sponsor tecnico Puma, tra i principali vi sono Legacoop Forl-Cesena, Gruppo Hera, Technogym e Unicredit, Alce Nero Mielizia, Alma Verde Bio, Amadori, Casalboni Spurghi, Conad, Pfizer e Sogliano Ambiente. E tanti altri, uniti e solidali nella volont di sostenere chi fa i conti ogni giorno con la malattia della memoria. Sabrina Lucchi

In attesa della manifestazione del 1 giugno a Bologna


Lo scorso 6 maggio si sono incontrati i segretari di Spi, Fnp e Uilp dellEmilia Romagna che hanno espresso convinta condivisione della decisione di Cgil, Cisl e Uil regionali di indire per il 1 giugno, a Bologna, una grande manifestazione regionale di lavoratori, pensionati, disoccupati e giovani. La manifestazione avr al centro i contenuti della piattaforma nazionale di Cgil, Cisl e Uil deliberati nella riunione dei direttivi nazionali del 30 aprile scorso. Si soffermer anche sulle emergenze sociali che la regione deve affrontare: dalle povert degli anziani e delle famiglie alla disoccupazione giovanile e femminile, chiedendo a tutti - governo, regioni ed enti locali - politiche coerenti tese a combattere queste emergenze, che per una categoria come la quella dei pensionati signica redistribuzione del reddito per i pensionati, superamento del blocco delle indicizzazioni, un Welfare inclusivo e accessibile a tutti, un Fondo per la non autosufficienza che risponda ai bisogni delle crescente domanda, in particolare per una popolazione che invecchia sempre pi. A sostegno di questi obiettivi e per organizzare una folta e consapevole partecipazione, i segretari dei sindacati pensionati propongono a tutte le segreterie territoriali di partecipare agli attivi unitari organizzati da Cgil, Cisl e Uil e in ogni caso prevedendo almeno un attivo unitario dei pensionati per distretto, da convocare tra il 20 e il 28 maggio. Si prevede inoltre, in preparazione della manifestazione del 22 giugno a Roma, di convocare in seduta congiunta i tre direttivi unitari regionali a cui invitare deputati e rappresentanti del Governo eletti in Emilia Romagna ai quali consegnare le proposte dei pensionati.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Il Comune di Cesena aderisce al progetto Home care premium dellInps
Il Comune di Cesena, capola della Gestione Associata dei servizi sociali e per lintegrazione delle attivit sociosanitarie dei Comuni del distretto Cesena-Valle Savio (Cesena, Montiano, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di Romagna e Verghereto), ha aderito a Home Care Premium, iniziativa dellInps Gestione Dipendenti Pubblici che nanzia progetti innovativi e sperimentali di assistenza domiciliare. Il progetto, che ha preso il via lo scorso 2 maggio, articolato in prestazioni socio assistenziali prevalenti e prestazioni socio assistenziali integrative. Le prime sono a carico delle famiglie dei soggetti beneciari, che usufruiranno di un contributo mensile dellInps no a un massimo di 1.300 euro. Le seconde sono, invece, a cura dei Comuni della Gestione Associata a cui lInps riconoscer per ogni soggetto assistito un contributo annuo variabile per interventi di sollievo, consulenza e/o supporto familiare, attivit di formazione per familiari e/o assistenti familiari private. Le prestazioni verranno erogate sulla base del valore Isee del nucleo familiare del beneciario e della valutazione del grado di non autosufficienza attraverso un programma socio-assistenziale formulato dallassistente sociale del Comune di residenza e condiviso con il beneciario e la sua famiglia. Il numero delle famiglie che potranno usufruire di tali prestazioni potr variare tra un

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

17esimo Congresso nazionale Federazione nazionale pensionati Cisl


Si terr al Palazzo dei Congressi Riccione, il 27, 28 e 29 maggio, il 17esimo Congresso nazionale Federazione nazionale Pensionati Cisl, Con la nostra storia, insieme ai giovani costruiamo il futuro. Le difficili sfide del momento storico che stiamo vivendo impongono delle riflessioni su quella che la storia del sindacato e su come pensabile che essa possa essere messa al servizio dei giovani per aiutare la societ tutta a superare la complessit della crisi che stiamo attraversando. Il Congresso avr come tema centrale l'impegno costante della Fnp-Cisl proprio nel mettere la nostra storia al servizio di chi si accinge ad affrontare le sfide del futuro. Tra gli interventi che si succederanno nel corso della tre giorni, quello del segretario generale Fnp-Cisl, Gigi Bonfanti, e del segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni. minimo di 50 (ssato come quorum per iniziare le attivit) e un massimo di 100. I primi programmi socio-assistenziali potranno partire da giugno 2013 per un periodo di 12 mesi, sulla base dellordine cronologico di arrivo delle domande, per concludersi entro e non oltre settembre 2014. Complessivamente, lInps metter a disposizione per le persone non autosufficienti residenti nei Comuni del Distretto risorse economiche e prestazioni di servizio del valore massimo di 300mila euro. Questi progetti sono diretti agli iscritti allInps Gestione Dipendenti Pubblici - pensionati della Pubblica Amministrazione - e ai loro familiari (coniugi e parenti di 1 grado), in condizione di non autosufficienza. Per informazioni ci si pu rivolgere ai seguenti sportelli dedicati. Per i beneciari nei Comuni di Cesena e Montiano il luned e mercoled dalle 8,30 alle 13,30 e il venerd dalle 8,30 alle 12.30, presso il Centro Risorse Anziani, via Dandini 16 a Cesena (tel. 0547 369000). Per Mercato Saraceno il venerd dalle 8,30 alle 10,30 presso lo Sportello Sociale del Comune di Mercato Saraceno (tel. 0547 699726). A Sarsina il gioved dalle 14 alle 16 presso lo Sportello Sociale del Comune di Sarsina (tel. 0547 94901). Per i beneciari residenti nei Comuni di Bagno di Romagna e Verghereto il mercoled dalle 8,30 alle 10,30, presso lo Sportello Sociale del Comune di Bagno (tel. 0543 900423). linstallazione di piste ciclabili e lavvio nelle scuole di corsi di educazione alla mobilit sostenibile e corsi per i tecnici e amministratori locali, lo sviluppo di percorsi protetti per pedoni e biciclette e di sistemi di trasporto pubblico pi accessibili nei costi, il superamento delle barriere architettoniche e di acceso a bus e treni. Negli ultimi dieci anni sono morti oltre 7mila pedoni e altri 200mila sono rimasti feriti. Ogni settimana sulle strade italiane perdono la vita 11 pedoni, che nellultimo anno hanno fatto complessivamente registrate 589 vittime e oltre 20mila feriti: una vera e propria emergenza sia a livello nazionale, sia a livello mondiale. La Fnp Cisl attiva da anni su questo fronte. Si segnala che il Manifesto delle citt amiche dei pedoni, promosso dai sindacati dei pensionati Spi-Cgil, FnpCisl e Uilp-Uil insieme al Centro Antartide e allOsservatorio per leducazione stradale e la sicurezza della regione Emilia Romagna, stato gi sottoscritto da oltre 40 Comuni capoluogo.

Settimana mondiale Onu sulla sicurezza stradale


Si conclusa da pochi giorni la seconda edizione della Settimana mondiale Onu sulla sicurezza stradale: le azioni dei Comuni italiani per i pedoni. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in collaborazione con lAnci, ha invitato tutti i Comuni italiani ad aderire alliniziativa. Articolato il programma delle azioni a lungo termine per favorire la sicurezza della circolazione pedonale. Tra gli interventi vi sono: la riduzione della velocit attraverso le rotatorie, interventi dilluminazione delle strisce pedonali, la riprogettazione del sistema delle strisce pedonali, lintroduzione delle zone a velocit ridotta a 30 km/h,

Cultura&Spettacoli
Europa, musei aperti e appuntamenti a Cesena
el pomeriggio di venerd 17 maggio la N Biblioteca Malatestiana, a Cesena, ospiter la conferenza Per Aspera ad Astra: dalla crisi al futuro dellEuropa, coordinato dallassessore ai Progetti europei Lia Montalti. Interverranno alla discussione lonorevole Sandro Gozi e il professor Luigi Marattin, assessore al bilancio del Comune di Ferrara. La serata di sabato 18 maggio sar allinsegna di una grande festa della cultura: anche i musei cesenati, come molti altri musei di tutta Europa, partecipano alla Notte europea dei musei, iniziativa patrocinata dallUnesco e dal Consiglio dEuropa. Per loccasione gli spazi culturali cesenati saranno aperti gratuitamente dalle 17,30 alle 22, e alcuni di essi - la Rocca Malatestiana, la Pinacoteca, la Biblioteca Malatestiana, Palazzo Guidi, e altri ancora ospiteranno concerti dei cori lirici e polifonici della citt. Sempre nel week end del 18 e 19 maggio, nella Galleria Oir di piazza della Libert, si terr levento Stessa Europa, tante facce: La tua voce in Europa, un set fotograco e laboratorio didee aperto a tutti in collaborazione con coop. Controvento.

Gioved 16 maggio 2013

19

Cinema

di Filippo Cappelli

Uci Romagna (Savignano)

LUOMO CON I PUGNI DI FERRO Cacciatori di Streghe


Robert Bobby Fitzgerald Diggs, pi noto come il rapper RZA, leader del collettivo hip hop Wu-tang clan, il regista del film Luomo con i pugni di ferro, uscito con la benedizione di Quentin Tarantino e con un cast pieno di grandi nomi. Le promesse non sono enormi e il film le mantiene tutte. Il film sispira in modo pesante ai classici del kungfu e si avvale di una sceneggiatura scritta insieme al sodale Eli Roth, anche lui appartenente alla cricca tarantiniana. E la pellicola, di cui RZA (ben poco umilmente e con scarso merito attoriale) il protagonista, racconta una tradizionalissima storia di vendetta nella Cina del diciannovesimo secolo (a proposito: che ci fa un fabbro di colore nella Cina del tardo impero?). La trama: a Jungle Village vive un fabbro che opposte fazioni locali costringono a lavorare al fine di costruire i loro strumenti di morte. Thaddeus, il fabbro, accetta i soprusi perch spera in questo modo di poter liberare lamata Lady Silk, costretta a vendersi in un bordello fino allestinzione del suo debito. Lo scoppio della guerra tra i clan e larrivo di uno straniero inglese (un Russell Crowe assai in carne) porter a una violenta battaglia fra opposte fazioni dalla quale il protagonista uscir trasformato Nel cast sono annoverati anche il wrestler Dave Batista, nei panni di un gigante in grado di tramutare il proprio corpo in durissimo ottone; la sempre in gamba Lucy Liu, nel ruolo della tenutaria della casa di piacere, e, non plus ultra, la leggenda del kungfu movie Gordon Liu, che si fa apprezzare in un cameo. Il film onesto: non simpegna troppo e mantiene le promesse. un pastiche che mescola wuxapian e western, pugnali volanti e rapper, star orientali e occidentali in evoluzioni parecchio interessanti, nel nome forse di un sempre pi evidente calcolo economico: la via della seta fa sempre pi gola agli studios (si ricordi che anche lo stesso Tarantino stato costretto a mutilare con laccetta il suo Django Unchained per la censura cinese). Il film firmato da RZA, ma appare griffato in tutto e (quasi) per tutto da Tarantino: lui il produttore del film, lui il mentore di RZA, suo limprinting ideativo ed estetico, fino probabilmente alla scelta del cast. E non poteva essere altrimenti: RZA, che sar pure uno dei migliori rapper della storia (almeno da quel che sostiene Rolling Stone), come regista lascia invece molto a desiderare. E si vede. Cafone, citrullo e a tratti divertente, Luomo con i pugni di ferro un baraccone tenuto in piedi soprattutto dalle coreografie (notevoli comunque i combattimenti che non mancano dallinizio alla fine). Chiaramente, come nei film di Tarantino (ancora!) il film porta il marchio di fabbrica di una certa violenza sovraesposta, e pi volte si dimostra adatto a stomaci forti e ben preparati. Se non badate alle sottigliezze, eccovi un passatempo ragionevolmente piacevole.

La premiazione del soprano al teatro Bonci di Cesena

e l a n o i z a n Premio inter

A Jessica Pratt laSila doro


a grande lirica protagonista al Bonci di Cesena. La sera di mercoled 8 maggio il teatro comunale stato degno e naturale palco della consegna del Premio internazionale per la lirica La Sila doro, biennale per soprani dedicata alla cantante gatteese Lina Pagliughi. Giunto alla quindicesima edizione, il premio 2013 stato assegnato al soprano australianO Jessica Pratt. La trentatreenne soprano leggero, in Italia da una decina danni, ha cos potuto esprimere la linearit e brillantezza, consistenza e forza della sua voce nellesecuzione di sei arie che, in un crescendo di difficolt, hanno messo in risalto le doti della soprano. Accompagnata al piano dal maestro Michele DElia, Jessica Pratt si esibita in brani tratti, tra gli altri, da La sonnambula e I puritani di Vincenzo Bellini, Otello di Rossini e, in chiusura, nella Scena della pazzia di Lucia di Lammermorr di Donizetti.

LA SILA DORO Il Premio internazionale biennale La Sila doro - la sila, tradotto dal dialetto, la rondine di mare, cio il gabbiano - stato indetto nel 1983. La preziosa spilla in oro con diamanti, raffigurante appunto un gabbiano, viene assegnato ai soprani, italiani o stranieri, che si distinguono per la brillantezza della vocalit; vengono considerati con particolare riguardo, nellassegnazione del premio, i soprano che si sono esibiti in brani cari a Lina Pagliughi. Nata a New York nel 1907 da genitori italiani, Lina Pagliughi fin da bambina dimostra una grande

predisposizione per la musica e il canto. Terminati gli studi a San Francisco, giovanissima si trasferisce in Italia per perfezionarsi nelle sue doti di soprano. Il suo debutto risale al 1927, al teatro alla Scala di Milano, nel ruolo di Gilda. Nel 1929 si sposa con il tenore Primo Montanari, originario di Gatteo a Mare. Ed proprio a Gatteo che la coppia si trasferisce definitivamente alla fine degli anni Sessanta, dopo avervi trascorso le vacanze estive, dedicandosi allinsegnamento. La lunga carriera di Lina Pagliughi lha vista protagonista anche in trasmissioni radiofoniche della Rai. Di Lina la voce - dolce e brillante dei brani cantati nella prima versione del cartone animato Biancaneve di Walt Disney. Lina Pagliughi muore nel 1980 a Gatteo e tre anni dopo viene istituito il Premio a lei intitolato. Sabrina Lucchi

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
VIDERO E CREDETTERO. LA BELLEZZA E LA GIOIA DI ESSERE CRISTIANI
Catalogo della mostra itinerante a cura di Eugenio Dal Pane e Andrea Bellandi
Coed. Itaca e Libreria Editrice Vaticana (19 euro) Guida alla mostra a cura di Eugenio Dal Pane Ed. Itaca (10 euro) In occasione dellAnno della Fede, Itaca ha pubblicato sia il catalogo, sia la guida della mostra itinerante Videro e credettero. La bellezza e la gioia di essere cristiani, che sar allestita negli spazi della Festa diocesana, sabato 18 e domenica 19 maggio alla Fiera di Cesena. Il catalogo, uscito in coedizione anche con la Libreria Editrice Vaticana, curato da Eugenio Dal Pane e Andrea Bellandi. Ha lintroduzione del presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, monsignor Rino Fisichella. Vi un contributo di Eugenio Dal Pane su Un fatto che accade davanti ai nostri occhi, scritto allo scopo di delineare le questioni sottese alla mostra, che, come le fondamenta, non si vedono, ma sono portanti. Lintroduzione vera e propria alla mostra stata scritta da Andrea Bellandi nellarticolo So a chi ho creduto. Il cammino della fede. Il percorso iconografico della mostra descritto da Sandro Chierici nel testo La fede: un percorso dello sguardo. Vi poi una descrizione dettagliata delle cinque sezioni che compongono la mostra stessa. La prima, Il contesto. Voi siete i primi fra i moderni , descrive quella che Benedetto XVI ha definito come la secolarizzazione [che] invade ogni aspetto della vita quotidiana e sviluppa una mentalit in cui Dio di fatto assente, in tutto o in parte, dallesistenza e dalla coscienza umana. La seconda sezione, Lantefatto: il cuore delluomo. Ah! Come colmarlo questo abisso della vita? , evidenzia, sempre con Benedetto XVI, il fatto che ogni persona stata creata perch possa entrare in dialogo con Dio, con linfinito. La terza sezione, Il fatto. Ges di Nazareth Maestro, dove abiti? Venite e vedrete , descrive lincontro dei primi discepoli con Ges. La quarta sezione, Il riconoscimento: la libert delluomo. Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente , affronta il tema della semplicit del cuore, necessaria per aderire a Cristo. La quinta sezione, Ges nostro contemporaneo Vivo non pi io, Cristo che vive in me , rende evidente ci che ha affermato il beato Giovanni Paolo II quando ha detto: Non ci seduce certo la prospettiva ingenua che, di fronte alle grandi sfide del nostro tempo, possa esserci una formula magica. No, non una formula ci salver, ma una Persona, e la certezza che essa ci infonde: Io sono con voi. Il catalogo poi prosegue con il contributo di Roberto Filippetti su Cercatori di Dio. Lio spezzato e la domanda di Assoluto nella letteratura moderna e contemporanea. Francesco Braschi e Giuseppe Bolis presentano La fede nei Padri della Chiesa, che riporta una breve antologia con brani di Clemente Romano, Ignazio dAntiochia, Papia di Gerapoli, Giustino, Ireneo di Lione, Origene, Atanasio, Cirillo di Gerusalemme, Basilio, Girolamo, Ambrogio, Agostino. Andrea Bellandi ha poi presentato unantologia con testi dal magistero di Benedetto XVI, a commento delle cinque sezioni della mostra. La guida, che si avvale di un sintetico percorso della mostra stessa a cura di Eugenio Dal Pane, descrive semplicemente i pannelli presenti in essa.

20

Gioved 16 maggio 2013

Cesena & Comprensorio


Cesena
Don Giuseppe Dossetti
Lassociazione cesenate "Benigno Zaccagnini" ha organizzato per marted 28 maggio alle 21 al cinema San Biagio la proiezione del lmdocumentario "Quanto resta della notte?"di Lorenzo Stanzani su don Giuseppe Dossetti, riformatore della politica e della Chiesa. Interverranno Pier Luigi Castagnetti, don Giuseppe Dossetti jr. Sar presente il vescovo Douglas Regattieri.

Cesena flash
Musica in citt
Per la V edizione di "Musica tra le mura antiche", venerd 17 maggio alle 17 nella chiesa di Boccaquattro, il conservatorio "Bruno Maderna" proporr brani di Martini, Debussy, Rossini e Poulenc. Mercoled 22 maggio alle 17 nella sala lignea della Malatestiana, il Quartetto darchi eseguir musiche di Haydn e Smetana.

Cesena

Le Metamorfosi di Ovidio
Conclusione, domenica 19 maggio dalle 17 alle 18 nella sala lignea della Malatestiana, della rassegna sui classici della letteratura. Corrado Bertoni, regista teatrale, documentarista e videomaker, presenter "Le Metamorfosi" di Ovidio. Lingresso gratuito.

Cesena

Spettacoli al Victor
La compagnia teatro "Quinte Strappate", venerd 17 maggio alle 21 al cineteatro di San Vittore presenter "Arsenico e vecchi merletti". In visione domenica 19 e marted 21 alle 21 il lm Il Lato Positivo.

Lezioni allUte
Nella sala Vaienti della Cisl in via Renato Serra, venerd 17 maggio alle 15,30, Franco Mosconi dellUniversit di Parma tratter il tema "C un futuro per lUnione europea fra i "grandi" delleconomia del XXI secolo?". Marted 21 maggio alle 15,30 nella sala Fantini, Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate, risponder alla domanda "La carta stampata avr un futuro?".

Montiano
Piloti e rock

Longiano

Convegno al Castello
Nella sala dellArengo del Castello malatestiano, sabato 18 maggio dalle 10, si svolger il convegno di studi sul losofo spiritualista Francesco Bonatelli (1830-1911) le cui spoglie riposano nel cimitero di Longiano. E promosso da Comune, Fondazione Tito Balestra e Universit di Verona. Interverranno Valentino Calbucci, Davide Poggi e Ferdinando Luigi Marcolungo.

Gatteo

Spettacolo benefico
Var, associazione ragazzi, la parrocchia, lassociazione Diffusione Musica e la Bcc di Gatteo, col patrocinio del Comune, hanno programmato una serie di spettacoli dedicati a Nicole per raccogliere fondi a favore della famiglia Forlivesi che deve affrontare onerose spese mediche. Domenica 19 maggio alle 21 al teatro "Lina Pagliughi" avr luogo il revival del festival di Gatteo 1980-1990 con gli stessi protagonisti del passato.

Incontro alla Popolare


Si terr nella sala della Banca popolare dellEmilia Romagna in corso Sozzi, luned 20 maggio alle 20,30, lincontro sul tema "Adolescenti in passaggio fra cultura e lingue diverse". Interverranno la psicologa Giuliana Zani e Sara Biscioni, docente di italiano. Organizzano: PomeRidiamo, OperROsa, societ dellAllegria e lassociazione Homo Viator.

A cura della Pro loco, sabato 18 e domenica 19 maggio si svolger la IV edizione di "Rombo e Rock on the road". Sabato il "Vespaincontro" e dalle 21 musica con "Margo80". Domenica 19 esibizione di motocross con piloti tesserati Uisp. Dalle 16 Moschino dj, poi aperitivo con sorpresa e ruota della fortuna. Alle 21 musica col gruppo "I Ladrones". Stand gastronomico.

Una proposta di legge contro la dipendenza

Mostra di piante grasse


AllIstituto tecnico agrario "Giuseppe Garibaldi" in via Savio, sabato 18 e domenica 19 dalle 9 alle 18, saranno in esposizione le pi belle piante dei collezionisti romagnoli. Alcuni esperti daranno informazioni sulle tecniche colturali. Dalle 10 alle 12 di sabato 18 maggio avr luogo un convegno sui 15 anni di impegno nel verde. Terminer con la visita guidata al roseto.

Centro estivo al mare


LUnione sportiva Acli organizza un centro estivo a Pinarella di Cervia a 1,50 euro al giorno per persona, aperto tutta lestate. E a disposizione di gruppi di bambini organizzati dalle scuole, di centri estivi parrocchiali, gruppi di famiglie e anziani, di gruppi scout. Per informazioni telefonare al cellulare 339 2896345.

na malattia che si prende tutto: il gioco dazzardo patologico un fenomeno dalle devastanti ricadute sociali ed economiche, oltre che personali. Del dramma di tante persone divenute schiave del demone del gioco se ne parlato nel convegno del 7 maggio scorso a Cesena, organizzato dal consigliere regionale Damiano Zoffoli (Pd) per presentare la proposta di legge che detta norme di prevenzione, riduzione del rischio e contrasto alla dipendenza del gioco dazzardo patologico. Unindustria con un fatturato di oltre 100 miliardi di euro, eppure lo Stato incassa sempre meno dai proventi del giochi: se dieci anni fa era del 29 per cento, nel 2011 il valore sceso all11 per cento. "In Italia giocano 30 milioni di persone: di questi, 2 milioni sono giocatori problematici e 800mila quelli patologici. E si tratta di dati sottostimati", intervenuta Chiara Pracucci, giova-

Azzardo: non un gioco U

ne psicologa e autrice del libro All-In. Il gioco dazzardo patologico. La Regione Emilia-Romagna la seconda che interviene in materia dopo la Liguria, e forte il rischio dei ricorsi al Tar da parte delle societ di gestione del gioco, come sta avvenendo per altre istituzioni che hanno messo in campo azioni per contrastare il fenomeno. "Ma necessario scardinare la mentalit diabolica che esiste in questo paese e che tiene legata la politica al gioco dazzardo", ha sottolineato il consigliere regionale Beppe Pagani (Pd), primo firmatario della proposta. "LItalia il paese in cui si gioca di pi in Europa e il terzo nel mondo, ma anche quello pi arretrato per le politiche di contrasto - ha spiegato -. Tra i provvedimenti previsti, la distanza minima di 500 metri delle sale da gioco dai luoghi sensibili, come le scuole, e lobbligatoriet per gli esercenti di seguire corsi appositi presso

i Sert delle Ausl. Chiederemo inoltre di prevedere misure premiali e incentivi per quegli esercenti che scelgono di non installare le slot machine, in tempi di difficolt economiche. Si pensi che ogni macchinetta porta un introito mensile medio di 600 euro". Il direttore del Servizio dipendente patologiche dellAusl di Cesena, Michele Sanza, ha tracciato un identikit dei giocatori patologici in cura, che in cinque anni sono passati da 6 a 63 casi annuali: giovani maschi alle prese con slot machine e donne mature schiave del gratta e vinci. "Per guarire molto preziosa la collaborazione della famiglia e il mutuo-aiuto delle associazioni giocatori anonimi", ha detto. Francesca Siroli

Centro estivo al Lugaresi


Sono aperte le iscrizioni al centro estivo allIstituto Lugaresi in via Canonico Lugaresi. E aperto a ragazzi e ragazze dai 6 ai 14 anni, dalla prima elementare alla terza media. Per informazioni e iscrizioni telefonare allo 0547 330562 o al cell. 377 1664098 o via e-mail: ragazzilandia@gmail.com.

Cesena

Iconografia cristiana
Nella chiesa di Santa Cristina, a cura della delegazione Fai di Cesena, marted 21 maggio alle 17, si terr la conversazione sul tema "Liconograa mariana e le sue diverse tipologie". Relatore Pietro Lenzini, gi docente di Scenotecnica allAccademia di Belle Arti di Bologna.

Sarsina

Notte dei Musei


Il Museo archeologico nazionale parteciper sabato 18 maggio alla "Notte dei Musei" con lapertura straordinaria dalle 20 alle 24 ad ingresso gratuito e con visite guidate da Maria Teresa Pellicioni alle 20, 21,30 e 23. La normale apertura a pagamento dalle 8,30 alle 13,30. Le visite guidate consentono una lettura completa della storia della citt dalla sua fondazione no al III secolo dopo Cristo.

Roncofreddo
Magalotti in festa

Quattro giornate per la 20esima edizione di "Magalotti in festa 2013" a Gualdo. Gioved 16 maggio alle 19,30 santa messa celebrata dal vescovo Douglas. A seguire concerto di Cristian Cola e apertura dello stand gastronomico. Venerd 17, sabato 18 e domenica 19 serate con gruppi musicali nellordine "Margo80", "Bucci band" e "Luca Olivieri".

Longiano
"Alziamo la voce"
Ritorna a Longiano "Alziamo la voce", il festival musicale per giovani organizzato dallassociazione "Homo Viator" in collaborazione con loratorio-circolo Anspi "Forza venite gente". La manifestazione, patrocinata dal Comune, si terr sabato 18 maggio dalle 20 nel cortile del convento attiguo al santuario del Santissimo Crocisso (via Decio Raggi, 2). Dalle 19 saranno attivi stand gastronomici e giochi per bambini. In caso di maltempo, il festival sar rimandato a domenica 19 maggio. I gruppi in gara sono cinque: "Alternative Heaven", "Grass Chopper", "Interno 21", "LukeKerryMoly" e "Z.e.n.". Provengono tutti dal territorio e sono formati da giovani artisti di et compresa fra i 16 e i 30 anni. Le band sono chiamate a presentare una loro canzone sul tema "Terremoto nelle lacrime un nuovo inizio". Matteo Venturi

Cesena | Un poeta fra le anziane

Taibo di Mercato
Festa di San Filippo
La parrocchia di Taibo-Cella Monte Jottone organizza la festa di San Filippo che si svolge a Taibo. Gli appuntamenti partono gioved 16 maggio alle 20,30 con la veglia di preghiera animata dai frati francescani di Cesenatico in preparazione alla missione popolare (26 maggio - 9 giugno). Marted 21 maggio, alle 20,30, si svolger la processione dal market alla chiesa di Taibo. Venerd 24 maggio cena a base di pizza. Sabato 25 il men sar tipico romagnolo e, a seguire, spettacolo con il gruppo Cesena Danze. Domenica 26 maggio alle 10 sar celebrata la messa solenne. Dalle 11 si terr lExpo canina e, alle 12, sar attivo lo stand gastronomico. Nel pomeriggio musica con lorchestra Vincenzi. Nellopuscolo pubblicato dalla parrocchia, oltre al programma della festa vi un ampio resoconto della recente visita pastorale del vescovo Douglas Regattieri.

Lassociazione "Queli de Mircual ad Gatulen" ha incontrato, nelle scorse settimane, il poeta Franco Casadei. Le signore che frequentano il ritrovo, presso i locali della parrocchia di Gattolino, sono rimaste colpite dallintensit delle poesie di Casadei e dal suo modo garbato di presentarle. Lattivit dellassociazione prosegue con laboratori manuali, incontri, momenti conviviali e di approfondimento delle tradizioni locali.

Sport

Gioved 16 maggio 2013

21

Fiumicinese, squadra di campioni in crescita

Nella classifica nazionale degli allievi, aggiornata al 7 maggio, la squadra ciclistica Fiumicinese Fait Adriatica occupa la seconda posizione con 60 punti, superata per un solo punto dalla squadra toscana Milleluci. E il brillante risultato delle vittorie e dei piazzamenti, in questo inizio stagione di gare su strada, di alcuni dei quindici atleti in maglia gialla che la compongono. Federico Orlandi con una vittoria, un secondo posto, due terzi posti, un quarto e due quinti ha maturato 19 punti che lo proiettano in testa alla graduatoria regionale. A Daniele Di Gilio ne sono andati 15, poich salito per tre volte sul secondo gradino del podio e una volta sul terzo. Segue nella classifica individuale Davide Casadei con punti 12 ottenuti con una vittoria, un secondo e terzo posto. Quindi Luigi Falanga con 11, dopo aver conseguito una vittoria, ed essendosi piazzato terzo, quarto

e quinto in altrettante gare. Infine Roberto Pioli che in una corsa salito sul terzo gradino del podio. Tra le vittorie conquistate, certamente in primo piano il trionfo nel 68esimo Gran Premio della Liberazione a Pianoro (Bo). Cinque della Fiumicinese nei primi 10. Federico Orlandi con arrivo solitario ha preceduto i suoi compagni Davide Casadei e Luigi Falanga. Un palco tutto giallo. Al sesto posto Di Gilio e al nono Luca Di Bari. Un exploit sotto il diluvio che ha visto giungere al traguardo solo 35 atleti su 118 partenti. Terzo Spada Nella foto, da sinistra in alto: Oscar Zamagni (ds), Oliano Montanari (ds), Luca Casalboni, Mattia Bocchini, Alex Pezzotta,Luigi Falanga, Federico Orlandi, Davide Casadei, Paolo Borghesi Giuccioli, Francesco Gardini(ds), Christian Zamagni (ds) Tonino Buda (presidente) in basso da sinistra: Luca Di Bari, Roberto Pioli, Simone Battistini, Manuel Bondi, Yuri Molisso,Daniele Di Gilio e Leonardo Metalli (manca Filippo Suzzi)

Domenica 19 maggio a Cesenatico

Calcio serie B
Cesena, si pensa alla prossima stagione
E arrivato lultimo atto della stagione sportiva 2012-2013. La quarantaduesima giornata del lungo campionato di serie B, consegner al Cesena la passerella nale davanti al proprio pubblico, che festegger la salvezza acquisita matematicamente gi sabato scorso. Nonostante la scontta di Bari per 2-1, i bianconeri di Romagna hanno infatti acquisito il pass per il prossimo campionato cadetto, senza dover penare oltremodo durante lultima giornata in casa contro la Pro Vercelli. Al Manuzzi, sabato 18 maggio alle 14,30, arriva la gi retrocessa formazione piemontese che nulla avr da chiedere alla partita se non lottare per lorgoglio. La Pro Vercelli, dopo aver ritrovato la serie B dopo tantissimi anni, lha gi persa dopo appena un anno chiudendo al penultimo posto, davanti al solo Grosseto staccatissimo a 25

La carica dei 12mila Nove Colli da record


odicimila ciclisti al via per la pi blasonata Gran Fondo di ciclismo dItalia. Domenica 19 maggio a Cesenatico si svolge la Nove Colli. Spiega Alessandro Spada, presidente del gruppo sportivo Fausto Coppi: "La Nove Colli si conferma una manifestazione dal carattere sempre pi internazionale, avere atleti da tutti e 5 i contenti rappresenta per noi e per il nostro territorio un grande motivo dorgoglio". Molte le novit ma soprattutto le conferme per ledizione 2013: " Abbiamo confermato e potenziato lo sdoppiamento del percorso tra 130 km e 200 km allultimo km, mentre per accedere alle aree ristoro ogni iscritto avr uno speciale braccialetto marcato Nove Colli Rossin. Per il gadget abbiamo puntato su un utile smanicato antivento della Sportful, mentre miglioramenti e conferme sono state introdotte sia nel campo della sicurezza con laggiunta di speciali cartelli per segnalare le rotonde sul percorso. Confermiamo con entusiasmo la Minigranfondo Nove Colli Sportful che rappresenta lanello di congiunzione ideale tra la Granfondo e la migliore tradizione del G.C. Fausto Coppi

Il presidente della Fausto Coppi Alessandro Spada: Abbiamo migliorano la sicurezza e la qualit dei servizi ai ciclisti

Foto Gmz

di Cesenatico". Poi conclude Spada: "Il 19 maggio deve essere una giornata di festa per lo sport, per Cesenatico e per la Romagna e, come ricordo sempre, tutti coloro che tagliano il traguardo sono per noi degli autentici campioni". Lexpo Nove Colli cala il tris: larea espositiva allestita alla stadio comunale "A. Moretti" di Cesenatico, presso la sede della segreteria della Fausto Coppi, giunge questanno alla sua terza edizione. Nelle giornate di gioved 16, venerd 17 e sabato 18 maggio saranno allestiti venti stand. In esposizione vi saranno marchi legati al mondo delle due ruote per la curiosit dei tanti ciclisti che si recheranno alla segreteria della Granfondo per ritirare il

pacco gara della 43 edizione della Nove Colli. Vi saranno anche stand che promuoveranno iniziative benefiche come la "2 x bene", la crono a coppie benefica che si tiene a Longiano. Spazio anche per stand gastronomici che, ovviamente, faranno sfoggio della cucina romagnola. Sono attesi a migliaia i ciclisti per il ritiro del pacco gara 2013. Questanno allinterno i partecipanti troveranno: il gilet antivento griffato Sportful, la borraccia Multipower edizione Giro dItalia 2013, una copia de "Il Cicloturista", rivista ufficiale del G.C. Fausto Coppi, e gli immancabili integratori Multipower, olio riscaldante e tanti accessori come un termometro, una confezione di ghiaccio istantaneo e il lubrificante WD-40.

Pippofoto

La compagine biancazzurra stata ricevuta dal sindaco Paolo Lucchi

Calcio: Martorano in D, festa al Verdi


Grande festa per il Romagna Centro: luned 20 maggio alle 21 la squadra di Martorano di Cesena celebra la storica promozione in serie D presso il teatro Verdi di Cesena. A partire dalle 21, saranno presentati tutti gli allenatori e i capitani delle squadre succedutesi dal 1982. Poi ci saranno gli interventi delle autorit per concludere con la premiazione della squadra. Venerd scorso la squadra stata ricevuta dal sindaco Paolo Lucchi presso il palazzo comunale. Il presidente Daniele Martini ha ringraziato il primo cittadino, il quale ha ricordato a tutti i calciatori che dal prossimo anno porteranno in giro per lItalia il nome di Cesena. E di Martorano.

Foto Gigio Gatteo Mare

punti. La differenza tra Cesena e Pro Vercelli si vista anche allandata e alla ne la classica lo ha certicato: 49 i punti dei romagnoli, 32 quelli dei bianconeri piemontesi. Sar dunque unoccasione per il Cesena di salutare con affetto la propria tifoseria, sempre vicina anche nei periodi pi difficili. La salvezza ottenuta sul campo, grazie soprattutto a mister Bisoli, va catalogata come unimpresa degna di essere paragonata ad una promozione. Per come si erano messe le cose ad inizio campionato, la rimonta sotto la guida del tecnico di Porretta ha davvero riacceso la passione romagnola, capace anche di esprimersi fuori dal campo col progetto del presidente Lugaresi, impegnato nel risanare le casse della societ. Sempre parlando di calcio, mister Bisoli aveva detto di voler chiudere il campionato a 53 punti. Al San Nicola di Bari, era atteso un pareggio contro una squadra gi salva. Ne uscita una scontta maturata negli ultimi minuti, coi galletti pugliesi a ribaltare un risultato sbloccato per il Cesena da Morero, con Succi che ha poi fallito il colpo del kappa sprecando un calcio di rigore. Potrebbe per chiudere a 52 punti il Cavalluccio Marino: una vittoria di fronte al pubblico amico del Manuzzi contro la Pro Vercelli consegnerebbe agli archivi un campionato difficile, nato male, ma che si concluso col ricordo di una dolce salvezza. Lanno prossimo si ripartir da Bisoli, che sar impegnato a ricostruire un gruppo affiatato, corredato da alcuni giovani di valore provenienti dal vivaio. Eric Malatesta

22

Gioved 16 maggio 2013

Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

GranfondoFondriest cicloturistica in terra di Romagna


Grande partecipazione alla gara che si svolta a fine aprile. Di buon auspicio per la 7 Sport per crescere insieme organizzata per domenica 4 agosto dallUs San Marco di Case Finali di Cesena

l modo migliore per celebrare il 25esimo anniversario della vittoria del Campionato del Mondo di Renaix 1988 lo ha trovato Maurizio Fondriest, pedalando la sua granfondo domenica 28 aprile sullAppennino tra Romagna e Toscana, in compagnia del grande Stephen Roche (vincitore nel 1987 di Giro, Tour e Mondiale). Ma la vera festa stata soprattutto per i circa 1.600 cicloturisti intervenuti (+10 per cento rispetto alledizione 2012) in rappresentanza di oltre 200 societ. Va sottolineato che dopo due sole edizioni cicloturistiche levento ha quasi raddoppiato i numeri rispetto a quando aveva carattere agonistico. Un chiaro segno di come questo genere di eventi stia sempre pi entrando nel cuore degli appassionati delle due ruote. Lo stesso Stephen Roche ne ha apprezzato lo spirito: Bellissimi paesaggi, tanta gente che pedala concedendosi il tempo per ammirarli, fare due chiacchiere e

gustarsi i ristori. Il modo giusto di andare in bicicletta!. Anche il meteo ha fatto la sua parte: al mattino il Passo del Muraglione era immerso nella nebbia, ma le minacciose nubi si sono limitate a far cadere solo poche gocce di pioggia, lasciando il posto a un caldissimo sole gi nel primo pomeriggio. La premiazione finale ha riguardato le prime 25 societ per somma di chilometri percorsi: davanti a tutti la Grama (con 5.138 punti), che distanziato di poco lAurora San Giorgio di Cesena (5.081), seguita da Cicli Matteoni (4856), Ars et Robur (4421) e Fausto Coppi di Cesenatico (4087). Il successo di questa manifestazione di buon auspicio per lUsd San Marco, affiliata al comitato cesenate del Csi, che ha lonere di organizzare a Case Finali di Cesena, domenica 4 agosto, la 7 Gran Fondo Sport per Crescere Insieme, quarta prova del circuito delle granfondo romagnole. La gara cesenate prevede diverse ascese, il Monte Mercurio, dopo circa 35 chilometri (6 chilometri con pendenza media del 7 per cento e massima dell11), che inizier dalla piazzetta di Ranchio, poi quella di Monte Cavallo (6 chilometri con pendenza media del 5,5 per cento e massima del 10). Al termine della discesa verso Borello si ha la divisione tra percorso medio e lungo. I mediofondisti proseguiranno alla volta del traguardo posto nella parrocchia di Case Finali di Cesena, mentre i granfondisti affronteranno la salita di Montevecchio, unascesa di 4 chilometri che profuma di leggenda, in quanto porter, dopo tornanti con pendenze anche al 14 per cento, ai 373 metri della cima, dove troneggia la foto di Marco Pantani. Dopo aver svalicato, si andr alla volta di Sorrivoli per scendere lungo il muro al 20 per cento, reso famoso dal Giro dItalia del 2004. Al termine di questa discesa la strada simpenner portando i corridori alla conquista della Cima San Marco, posta alla sommit della quarta e ultima salita di giornata, quella di Monteleone (3,5 chilometri con pendenza media del 7,5 per cento e punta massima del 10,5). Si proceder quindi tra brevi discese e piccole salite, fino al controllo di Roncofreddo, per poi pedalare spediti per 20 chilometri verso il traguardo, dove gli atleti saranno accolti da massaggi e da un ricco buffet nel teatro parrocchiale di Case Finali di Cesena.

Attivit Csi
Calcio a 5 e a 7 alle battute conclusive
La stagione del calcio a 5 si sta avviando verso la conclusione e nel campionato femminile, cui avevano aderito complessivamente 24 societ, si registra la ne della prima fase, con il primo posto nel girone A della Virtus San Mauro Mare e nel girone B del Futsal Club Castello. Con il mese di maggio si disputeranno le ultime fasi con leffettuazione dei play-out e dei playoff, la cui composizione in via di denizione. Per quanto concerne la 5 Coppa di calcio a 5 maschile, si parla di seminali con gare di andata e ritorno, che vedranno di fronte il Real Circolo e la Pol. 1980 da una parte e la Dinamo Rontagnano e lAtletico Circolo dallaltra: la nale si svolger il 31 maggio. giunta inoltre al termine la prima fase dell11esimo campionato di calcio a 7 maschile, che vedeva ai nastri di partenza ben 31 formazioni suddivise in tre raggruppamenti. Nel girone A il successo nale andato al Collinello Calcio 1964 A, nel girone B al Romagna Sport e nel girone C alla Virtus San Mauro Mare. Anche per questa competizione si parla di nali di play-off e play-out con sede e data da stabilire, che prevede per i primi i seguenti abbinamenti: il Collinello Calcio 1964 A opposto al G.P. Vigne Arison, il Galaxy Forl al San Giorgio, la Virtus San Mauro Mare al G.P. Vigne New e il Romagna Sport al RitornoAutotrasporti Bragagni, mentre per i play-out il San Cristoforo Frigoriferi Caporali se la vedr con lAcquapartita Calcio, lo Zenit San Pietro con la Pol. San Lorenzo, il Pagigi con il Montenovo/Montiano e la Virtus Cesena con lAssociazione Homo Viator.

Coppa Valentini di Calcio a 11


La Coppa di calcio dilettanti, dedicata alla memoria di Gianfranco Valentini, ex arbitro, dirigente e presidente del comitato cesenate del Csi, giunta agli ottavi di nale, dove verranno disputate gare uniche ad eliminazione diretta (in caso di parit si proceder direttamente con i calci di rigore). La Pol. Boschetto sar opposta alla Pol. 5 Cerchi, la Pol. Sidermec alla Pol. Cesuola, il San Cristoforo allU.S. Mercatese, il RubiconeCalisese alla Pol. San Mauro in Valle, lAsd Valle 86 allAs Montaletto, lUs Capannaguzzo allAs Badia, lAs Diegaro alla Pol. 2000.

| Csi cesenate: un po di storia

Csi nazionale La formazione a catalogo


l Centro Sportivo Italiano, da sempre attento allimportanza della formazione quale strumento I formidabile per la crescita umana e professionale dei propri operatori, si dotato di uno strumento efficace: la formazione a catalogo, ossia unopportunit formativa che viene offerta a ogni comitato, un clinic gratuito per tutti i comitati che ne fanno richiesta con la scelta tra le 15 proposte che il team nazionale ha predisposto nel catalogo 2013/14. Le spese dei docenti sono a carico della Formazione nazionale dellassociazione, mentre i comitati devono sostenere gli oneri di carattere logisticoorganizzativo. I corsi sono tenuti dai componenti del Tfn (Team Nazionale Formazione), dai formatori dellequipe nazionale e da esperti della materia. Le 15 proposte formative a disposizione dei comitati per la.s. 2013-14 sono varie e spaziano dallidentit e ruolo del dirigente sportivo allattivit sportiva in parrocchia, dal rapporto tra societ sportiva e genitori alle nuove prospettive occupazionali e di sviluppo dellimpresa sociale.

La foto di questa settimana ritrae la Ponente Cesenatico che partecip al campionato di calcio a 7 nella stagione sportiva 2004/05.

Pagina Aperta

Gioved 16 maggio 2013

23

Il direttore risponde
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: Fermare la violenza, anche verbale

LOcchio indiscreto
La rovinosa grandinata che ha flagellato sabato la zona del Rubicone, ha colpito duramente anche Gambettola dove era in corso la Mostrascambio con quasi 800 espositori. Allarrivo del temporale c stata la corsa a coprire i vari stand con teli plastici. Solo pochi gazebo sono impermeabili alla pioggia. Nella foto si nota una delle protezioni, che imbevuta dacqua e gravata dal peso del ghiaccio, ha ceduto scaricando a terra tutta la grandine accumulata.

gregio direttore, ho letto leditoriale di Gianfranco Marcelli su Avvenire del 10 maggio, come lei mi ha gentilmente suggerito. Concordo pienamente su tutto, ma come non potrei? Bisognerebbe essere ciechi per non vedere che le parole a carattere eversivo possono avere effetti drammatici e devastanti sullordine pubblico... ma come ignorare che lo sbaglio a volte sta alla fonte? Prevenire le contestazioni e i disordini (che possono sfociare in casi estremi negli attentati alla democrazia e alla vita) non significa soffocarli sul nascere, ma evitare di avere comportamenti contestabili. Leducazione ci insegna fin da quando siamo bambini ad esprimerci in modo libero e spontaneo, ma allo stesso tempo rispettando le regole del vivere civile. Per i bambini prendono le cose come un gioco, e quando sono adulti e il gioco si fa duro e reale si possono trovare ad affrontare il mondo immaturi (in quanto ancora ingenui) ed indifesi (quando non trovano il sostegno delle Istituzioni). Se non posso essere tanto cieco da ignorare l'effetto delle parole, perch dovrei essere sordo e chiudere le orecchie alle volgarit e alle istigazioni? Nella comunicazione, intesa come relazioni fra persone, non ci si serve solo di vista, linguaggio ed udito; a questi tre sensi ne va aggiunto un altro, che faccia da collante e da lievito per farli crescere: il Buon Senso, la capacit di pensare prima di parlare, e di ragionare (discernere) dopo aver ascoltato. Quando il cuore batte,

segno che si vivi. Le parole dovrebbero uscire passando prima dal cuore. E' sbagliato essere violenti e minacciare ed sbagliato essere indifferenti alle lamentele quando sono ancora inoffensive (lecite ed educate) ma non per questo infondate. Cordialmente. Paolo Zacchi Carissimo Zacchi, le ho dato la possibilit della replica, ma mi pare che sia venuto sulle mie posizioni. Dia unocchiata anche a pagina 11 di questo numero del Corriere Cesenate. Trover un ampio servizio dalleloquente titolo: Non saranno pallottole ma le parole feriscono. Abbiamo ripreso linvito del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a fermare la violenza, anche verbale. Le consiglio anche di porre particolare attenzione al lungo elenco di personalit intellettuali riportato in chiusura del pezzo fornito dalla agenzia Sir. Il 13 giugno 1971 un noto settimanale italiano pubblic un documento in cui il commissario Luigi Calabresi veniva definito commissario torturatore. Tutti sappiamo come poi andata a finire la storia, con lomicidio Calabresi, il padre dellattuale direttore del quotidiano La Stampa. Non aggiungo altro. Ce n pi che a sufficienza. Alla prossima. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Raccolta alimentare, la Caritas di Budrio ringrazia


Nella giornata di sabato 14 aprile si svolta, cos come avviene ormai da diversi anni, la raccolta di generi alimentari e prodotti di prima necessit presso i supermercati Mini Coop e A&O di Gambettola, Conad di Pazzaglia di Budrio di Longiano, Dico, da parte del Gruppo Caritas della parrocchia di Budrio. La raccolta stata proficua: in una giornata di intenso lavoro (dalle 7,30 del mattino alle 19,30 di sera) sono stati raccolti circa 10 quintali. Questa raccolta annuale, insieme a quella domenicale effettuata allingresso della chiesa, consentir al gruppo Caritas di poter far fronte per i prossimi mesi alla richiesta di aiuto alimentare proveniente dalle circa 22 famiglie che mensilmente si rivolgono alla Caritas. Un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito, donando la loro spesa, allabbondante raccolta, ai supermercati che ci hanno ospitato e a tutti i volontari. Caritas parrocchiale di Budrio

Rimpatriata | Istituto agrario

Rimpatriata | Liceo classico

Sabato 11 maggio si sono ritrovati gli alunni che 45 anni fa si diplomarono allIstituto tecnico agrario di Cesena. Fu lanno storico in cui si diplomarono le prime studentesse (Evita Borsetti, Pierina Buccelli, Manuela Ciccarese, Carlotta Franciosi, Diana Rossini e Daura Zavalloni). Prima la scuola era frequentata solo da maschi.

Sabato 11 e domenica 12 maggio gli ex alunni della classe III^ A del Liceo Classico Vincenzo Monti di Cesena si sono ritrovati dopo 42 anni dalla maturit. Partita a bordo di due pulmini, la compagnia ha trascorso il fine settimana in Toscana, in particolare visitando Rocca Tederighi e Massa Marittima. Degno coronamento della due giorni stata la visita alla chiesa di San Galgano.

Ponte Giorgi
ARREDI SACRI DI SEMPRINI
Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Gabriele e Severino
sas

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

SABATO E DOMENICA TUTTA LA DIOCESI IN FESTA


Pediatra cesenate lavora in tutto il mondo