Sei sulla pagina 1di 2

IL GOVERNO UMILIA

IL LAVORO
AUMENTA LA DISCRIMINAZIONE
DEL LAVORO FEMMINILE
“SVUOTA” IL CREDITO PER
GLI INVESTIMENTI AL SUD
INCREMENTA IL PRECARIATO
RIDUCE I CONTROLLI SULLA
puoi farlo in tutti i circoli del PD
o sul sito www.partitodemocratico.it REGOLARITÀ SUL LAVORO

manifestazione
nazionale a Roma
25 ottobre 2008
www.partitodemocratico.it www.partitodemocratico.it
TANTI PER CAMBIARE
Il l a v o r o u m i l i a t o Il la v o r o a l p r im o p o s t o
Il governo Berlusconi: Le proposte del Pd:
Penalizza le donne occupazione femminile: conciliazione fra lavoro e
• tagli alla scuola, 100.000 insegnanti in meno, in un vita personale, tax credit per le donne che lavorano,
settore a forte occupazione femminile; asili nido, congedi parentali;
• incrementa il gap retributivo tra lavoratrici e lavoratori aumento delle opportunità di lavoro degli over 50
detassando gli straordinari, che sono svolti prevalente- (active aging): incentivi al prolungamento dell’età
mente dagli uomini; pensionabile, sostegno alle imprese che assumono
• cancella la legge sulle dimissioni in bianco delle la- over 50;
voratrici approvata lo scorso anno dal Governo Prodi.
sostegno all’occupazione e all’autonomia dei gio-
Penalizza il sud vani: potenziamento degli obblighi e diritto alla for-
• svuotamento del credito d’imposta per gli investi- mazione; potenziamento dei contenuti formativi
menti nel Sud; dell’apprendistato; fondo per la dotazione di capitale
• detassando gli straordinari e i premi e quindi esclu- per i giovani;
dendo di fatto i lavoratori delle aree del Sud dove c’è sostegno dell’apprendimento permanente;
poco lavoro.
flexicurity, migliorare gli ammortizzatori sociali ed
Colpisce i precari allargarli a tutte le forme di lavoro, anche atipiche;
• prevede la reiterazione del contratto a termine oltre i
attuazione della normativa sui lavori usuranti;
36 mesi (3 anni) anche su base di accordi aziendali;
• reintroduce contratti flessibili eliminati dal governo diritti e tutele alle forme di lavoro atipiche;
Prodi (contratto a chiamata in tutti i settori). limiti ai contratti a termine (36 mesi);
Riapre gli spazi all’illegalità e riduce i controlli rendere conveniente il lavoro a tempo indetermi-
sulla regolarità del lavoro nato aumentando i costi dei contratti a termine
• abolisce gli indici di congruità per valutare il rispetto (cuneo fiscale);
delle regole sul lavoro negli appalti; allungamento del periodo di prova (per facilitare il
• abolisce la responsabilità dei committenti negli ap- test reciproco di gradimento fra impresa e lavoratori);
palti. uso modulato del contratto di apprendistato per
...e inoltre permettere un ingresso graduale al lavoro dei gio-
• assenza di politiche attive del lavoro e di welfare. È vani;
una carenza tanto più grave perché il Dpef contiene progressiva parificazione degli oneri sociali dei
linee di intervento ma valide per un triennio; contratti atipici rispetto a quelli del lavoro standard;
• affida alla contrattazione anche aziendale la regola- riduzione dei tempi e dei costi del processo del
zione dei contenuti della formazione nel contratto di lavoro; promozione di conciliazione ed arbitrato.
apprendistato.