Sei sulla pagina 1di 6

DI GIUSEPPE GARGANO 3 F LICEO SCIENTICO G.BROTZU A.S.

2012\2013

10\05\2013

A.S. 2012\2013

GIUSEPPE GARGANO 3F

INDICE
Definizione di solido platonico Caratteristiche Propriet (metriche, combinatorie) Curiosit

10\05\2013

A.S. 2012\2013

GIUSEPPE GARGANO 3F

IL SOLIDO PLATONICO
Il solido platonico un poliedro convesso che possiede facce costituite da poligoni regolari congruenti tra loro. Ne consegue che possiede tutti gli spigoli e i vertici equivalenti e che anche i suoi angoloidi hanno la stessa ampiezza. Questa costruzione geometrica spesso denominata con il sinonimo di solido regolare. Il nome di ogni figura derivato dal numero delle sue facce, rispettivamente 4, 6, 8, 12, e 20.
I cinque poliedri convessi regolari (solidi Platonici)

tetraedro

esaedro o cubo

ottaedro

dodecaedro

icosaedro

(Animazione)

(Animazione)

(Animazione)

(Animazione)

(Animazione)

CARATTERISTICHE
Ogni solido platonico composto da segmenti congruenti collegati tra loro, denominati spigoli. Il punto dintersezione di tre o pi spigoli chiamato vertice. Linsieme di vertici e spigoli forma figure piane chiuse, le facce del solido, che messe insieme formano il solido in se. Nei solidi platonici le facce corrispondono a poligoni regolari congruenti tra loro. Lincontro tra le facce formano degli angoli tridimensionali in ogni vertice, detti angoloidi. La somma degli angoli che delimitano un angoloide non pu raggiungere 360. Ci dimostrabile tramite un esperimento, dove utilizzeremo: una tavoletta di legno, cui sono fissati, in tre punti non allineati, gli estremi di tre elastici. Legando insieme gli altri tre estremi degli elastici, si trova il punto V. Sollevando V si viene a formare una piramide con la base fissa e gli angoloidi variabili. Ora, allontanandoci dalla base, l'angoloide della piramide in V diminuisce la sua ampiezza cos come la somma dei singoli angoli formati dagli spigoli che concorrono in V. Quando V sta sul piano di base la somma degli angoli vale esattamente 360 ma non esistono pi n langoloide n la piramide, e V non pi il vertice di una figura solida. Affinch un poliedro convesso prenda il nome di solido platonico, esso deve possedere le tre seguenti caratteristiche: 1. tutte le sue facce sono poligoni regolari convessi congruenti,

10\05\2013

A.S. 2012\2013

GIUSEPPE GARGANO 3F

2. nessuna delle sue facce interseca le altre se non negli spigoli, 3. in ogni vertice sincontrano lo stesso numero di facce.

PROPRIETA Propriet combinatorie


Ogni solido platonico pu essere descritto da una notazione {p, q} dove p = il numero di lati di ogni faccia (o il numero di vertici di ogni faccia) e q = il numero di facce che si incontra in ogni vertice (o il numero di spigoli che si incontrano in ogni vertice). La sigla {p, q}, chiamata notazione di Schlfli, d una descrizione combinatoria del poliedro.

Poliedro

Vertici

Spigoli

Facce

Notazione di Schlfli

Posizione dei vertici

tetraedro

{3, 3}

3.3.3

cubo

12

{4, 3}

4.4.4

ottaedro

12

{3, 4}

3.3.3.3

dodecaedro

20

30

12

{5, 3}

5.5.5

icosaedro

12

30

20

{3, 5}

3.3.3.3.3

10\05\2013

A.S. 2012\2013

GIUSEPPE GARGANO 3F

Propriet metriche
Tutti i solidi, inoltre, possiedono propriet matematiche, esprimibili concretamente tramite formule, dove d la lunghezza dello spigolo. Queste servono a inserirli nello spazio e a rappresentarli concretamente.

Raggio della sfera Nome Inscritta Circoscritta Tangente gli spigoli Superficie Volume

Tetraedro

Cubo o Esaedro

Ottaedro

Dodecae dro

Icosaedro

10\05\2013

A.S. 2012\2013

GIUSEPPE GARGANO 3F

CURIOSITA Nei cristalli


Alcuni cristalli assumono la forma di solidi regolari: ad esempio il cloruro di sodio, il comune sale da cucina, si dispone in cristalli cubici, mentre il fluoruro di calcio, cio la fluorite, si presenta in forma di ottaedri regolari. Sono poi molti i cristalli che si dispongono seguendo composizioni e varianti dei solidi platonici; questo equivale a dire che i rispettivi reticoli cristallini presentano spiccate propriet di simmetria. Tali propriet hanno un ruolo fondamentale per la loro classificazione.