Sei sulla pagina 1di 6

Geometria Lingotto.

LeLing6: Sottospazi Vettoriali.


A

rgomenti svolti:
Sottospazi vettoriali.
Sistemi lineari e combinazioni lineari.
Somma e intersezioni di sottospazi.
Sottospazi delle righe e colonne di una matrice.
E

sercizi consigliati: Geoling 8, Geoling 9.


1 Combinazioni lineari e Sottospazi.
Sia V un spazio vettoriale e siano v
1
, v
2
V due vettori. Due combinazioni lineari
c
1
v
1
+ c
2
v
2
e d
1
v
1
+ d
2
v
2
si possono sommare:
(c
1
v
1
+ c
2
v
2
) + (d
1
v
1
+ d
2
v
2
) = (c
1
+ d
1
)v
1
+ (c
2
+ d
2
)v
2
.
Osserviamo che la somma di due combinazioni lineari di v
1
, v
2
e ancora una com-
binazione lineare di v
1
, v
2
. Dunque chiamando L(v
1
, v
2
) linsieme di tutte le combi-
nazioni lineari di v
1
, v
2
risulta che L(v
1
, v
2
) e chiuso per combinazioni lineari, cioe se
v, w L(v
1
, v
2
) allora av + bw L(v
1
, v
2
) per qualsiasi scelta dei coecienti a, b.
Ecco la denizione di sottospazio.
Denition 1.1. Sia V uno spazio vettoriale e sia W V un sottoinsieme non vuoto.
Allora W si chiama sottospazio vettoriale di V se e chiuso per combinazioni lineari,
cioe se v, w W allora av + bw W per qualsiasi scelta dei coecienti a, b.
Ovviamente
1
L(v
1
, v
2
) e un sottospazio vettoriale di V. Piu in generale,
Denition 1.2. Siano v
1
, v
2
, , v
n
V vettori e sia L(v
1
, v
2
, , v
n
) linsieme di tutte
le combinazioni lineari di v
1
, v
2
, , v
n
, cioe L(v
1
, v
2
, , v
n
) := {c
1
v
1
+ c
2
v
2
+ +
c
n
v
n
} V. Allora L(v
1
, v
2
, , v
n
) e un sottospazio vettoriale di V, detto il sottospazio
generato dai vettori v
1
, v
2
, , v
n
.
1
La denizione e fatta appositamente perche lo sia.
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 1 Geometria
1.1 Sistemi omogenei e sottospazi L(s
1
, s
2
, , s
k
) Geometria Lingotto.
Esempio 1.3. Sia C
3
:= {
_
_
x
y
z
_
_
} lo spazio vettoriale delle colonne con tre elementi.
Siano e
1
=
_
_
1
0
0
_
_
e e
3
=
_
_
0
0
1
_
_
. Allora
_
_
x
y
z
_
_
L(e
1
, e
3
) se e solo se y = 0.
Dunque L(e
1
, e
3
) e linsieme di tutte le colonne la cui seconda componente y e zero.
Esempio 1.4. Sia C
3
:= {
_
_
x
y
z
_
_
} lo spazio vettoriale delle colonne con tre elementi.
Siano e
1
=
_
_
1
0
0
_
_
, e
2
=
_
_
0
1
0
_
_
e e
3
=
_
_
0
0
1
_
_
. Allora L(e
1
, e
2
, e
3
) = C
3
poiche
qualsiasi colonna e combinazione lineare di e
1
, e
2
, e
3
:
_
_
x
y
z
_
_
= xe
1
+ ye
2
+ ze
3
.
Questo `e il teorema del sottospazio:
Teorema 1.5. Sia V un K-spazio vettoriale e sia W V un sottoinsieme. Allora W
e un sottospazio vettoriale di V se e solo se:
0 W,
Se r K e qualsiasi numero e v W allora r.v W.
Se v, w W allora v + w W.
Osservare che lo zero 0 appartiene a qualsiasi sottospazio vettoriale W. Infatti,
siccome il sottospazio e non vuoto per denizione allora esiste v W. La combinazione
lineare 0.v deve per denizione appartenere a W, dunque 0.v W ma facilmente si
dimostra che 0.v = 0 usando gli assiomi della denizione di spazio vettoriale.
1.1 Sistemi omogenei e sottospazi L(s
1
, s
2
, , s
k
)
Guardando attentamente lesempio (1.3) si vede che le soluzioni del sistema {y = 0 sono
le colonne del sottospazio L(e
1
, e
3
).
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 2 Geometria
1.2 Somma e intersezioni di sottospazi Geometria Lingotto.
Abbiamo visto che tutte le soluzioni di un sistema omogeneo si possono scrivere
come combinazioni lineari di un certo numero di colonne. Ricordiamo questo tramite un
vecchio esempio:
Esempio 1.6. Consideriamo il sistema S =
_

_
x + 2y + 3z + 4w = 0
4x + 6y + 7z + 8w = 0
5x + 8y + 10z + 12w = 0
10x + 16y + 20z + 24w = 0
. Ecco le
soluzioni:
_
_
_
_
2z + 4w

5
2
z 4w
z
w
_
_
_
_
Osserviamo che la soluzione generale
_
_
_
_
2z + 4w

5
2
z 4w
z
w
_
_
_
_
e una combinazione lineare di
due colonne, cioe
_
_
_
_
2z + 4w

5
2
z 4w
z
w
_
_
_
_
= z
_
_
_
_
2

5
2
1
0
_
_
_
_
+ w
_
_
_
_
4
4
0
1
_
_
_
_
Dunque linsieme di tutte le soluzione e il sottospazio L(
_
_
_
_
2

5
2
1
0
_
_
_
_
,
_
_
_
_
4
4
0
1
_
_
_
_
).
Osservando dettagliatamente quello che facciamo quando risolviamo un sistema omo-
geneo S, ci rendiamo conto che stiamo trovando delle colonne s
1
, s
2
, s
3
, , s
k
in modo
che tutte le soluzioni siano combinazioni lineari di s
1
, s
2
, s
3
, , s
k
; cioe risolvere un
sistema omogeneo signica trovare il sottospazio L(s
1
, s
2
, , s
k
) che contiene tutte le
soluzioni. Il metodo di Gauss-Jordan e un metodo semplice che ci procura le colonne
s
1
, s
2
, s
3
, , s
k
, dato il sistema S.
1.2 Somma e intersezioni di sottospazi
Siano W
1
e W
2
due sottospazi di un spazio vettoriale V.
Denition 1.7. La somma W
1
+W
2
e :
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 3 Geometria
1.2 Somma e intersezioni di sottospazi Geometria Lingotto.
W
1
+W
2
:= {w
1
+ w
2
: w
1
W
1
, w
2
W
2
}.
Linterzezione e
W
1

W
2
:= {w : w W
1
e w W
2
}.
Usando il Teorema del sottospazio verichiamo che entrambi W
1
+ W
2
e W
1

W
2
sono sottospazi. Infatti, per W
1
+W
2
:
0 W
1
+W
2
poiche 0 = 0 +0.
Se r e un numero e w W
1
+W
2
allora rw = r(w
1
+w
2
) dove w = w
1
+w
2
, us-
ando lassioma della distributivita risulta rw = rw
1
+rw
2
. Dunque rw W
1
+W
2
poiche rw
1
W
1
e rw
2
W
2
.
Se v
1
, v
2
W
1
+ W
2
allora v
1
+ v
2
= (w
1
+ w
2
) + (w

1
+ w

2
) dove v
1
= w
1
+ w
2
e v
2
= w

1
+ w

2
. Dunque v
1
+ v
2
= (w
1
+ w

1
) + (w
2
+ w

2
) W
1
+ W
2
, poiche
w
1
+ w

1
W
1
e w
2
+ w

2
W
2
.
Se W
1
= L(w
1
, w
2
, , w
k
) e W
2
= L(v
1
, v
2
, , v
n
) allora
W
1
+W
2
= L(w
1
, w
2
, , w
k
, v
1
, v
2
, , v
n
) .
Ecco una applicazione interessante della intersezione W
1

W
2
.
Proposizione 1.8. Sia W
1
linsieme delle soluzioni del sistema omogeneo S
1
e sia W
2
linsieme delle soluzioni del sistema omogeneo S
2
. Lintersezione W
1

W
2
e linsieme
del sistema composto tra S
1
e S
2
, che si ottiene mettendo tutte le equazioni insieme.
Esempio 1.9. Sia W
1
linsieme delle soluzioni del sistema omogeneo S
1
=
_
x + 2y + 3z + 4w = 0
4x + 6y + 7z + 8w = 0
e sia W
2
linsieme delle soluzioni del sistema omogeneo S
2
=
_
5x + 8y + 10z + 12w = 0
10x + 16y + 20z + 24w = 0
.
Allora lintersezione W
1

W
2
e linsieme delle soluzione del sistema
S =
_

_
x + 2y + 3z + 4w = 0
4x + 6y + 7z + 8w = 0
5x + 8y + 10z + 12w = 0
10x + 16y + 20z + 24w = 0
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 4 Geometria
1.3 Sottospazi complementari Geometria Lingotto.
1.3 Sottospazi complementari
Siano W
1
e W
2
due sottospazi di un spazio vettoriale V. Si dice che W
1
e W
2
sono
complementari se:
(a) V = W
1
+W
2
,
(b) {0} = W
1

W
2
.
Se queste due cose sono soddisfate allora si dice W
2
e un complemento di W
1
e
viceversa, cioe che W
1
e un complemento di W
2
.
La condizione (a) dice che tutti i vettori sono somme di uno in W
1
e uno in W
2
, cioe
per qualsiasi v V esistono w
1
W
1
e w
2
W
2
tale che v = w
1
+ w
2
. La condizione
(b) implica la unicita, cioe se v se scrive di modo unico come somma dei w
1
, w
2
: se
v = w
1
+ w
2
= w

1
+ w

2
allora w
1
= w

1
e w
2
= w

2
. Infatti se w
1
+ w
2
= w

1
+ w

2
allora
w
1
w

1
= w
2
w

2
W
1

W
2
= {0}, quindi w
1
= w

1
e w
2
= w

2
.
2 Due sottospazi importanti
Data una matrice A = (a
ij
) possiamo pensarla dal punto di vista dalle righe oppure dal
punto di vista delle colonne.
Esempio 2.1. Sia A =
_
_
1 0 2 4
0 1
5
2
4
0 0 0 0
_
_
. Guardando A dal punto de vista delle
righe la vediamo come A =
_
_
R
1
R
2
R
3
_
_
dove R
1
e la prima riga, cioe R
1
= (1 0 2 4),
R
2
la seconda e R
3
la terza riga. Invece guardando A dal punto di vista delle colonne la
vediamo come A = (C
1
C
2
C
3
C
4
), dove C
1
e la prima colonna, cioe C
1
=
_
_
1
0
0
_
_
, C
2
e la seconda colonna e cosi via.
Associati a una matrice A M
n,m
ci sono due sottospazi molto importante denotati
R
A
e C
A
deniti cos` :
R
A
:= L(R
1
, R
2
, , R
n
) ,
C
A
:= L(C
1
, C
2
, , C
m
)
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 5 Geometria
Geometria Lingotto.
R
A
e un sottospazio di R
m
, cioe dello spazio vettoriale di tutte le righe con m
elementi, percio R
A
si chiama il sottospazio righe di A.
Osservare che C
A
e un sottospazio di C
n
, cioe dello spazio vettoriale delle colonne
con n elementi, percio C
A
si chiama il sottospazio colonne di A.
Esempio 2.2. Sia A =
_
_
1 0
0 1
0 0
_
_
. Allora R
A
= L((1 0), (0 1), (0 0)) e C
A
= L(
_
_
1
0
0
_
_
,
_
_
0
1
0
_
_
)
Ingegneria dellAutoveicolo, LeLing6 6 Geometria