Sei sulla pagina 1di 3

Costituzione della Repubblica Alkolikiana

Stesura definitiva

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA


BRIGATISTA ALKOLIKIANA
Principi fondamentali
ARTICOLO 1
La Brigata Alkolika è una Repubblica fondata sul vino1 e ogni sua delibera deve
avvenire in presenza di tale bevanda e del documento fondativo in copia originale2 o
fotocopiata.
La sovranità appartiene alla stessa brigata che la esercita nel pieno delle sue
funzioni.
ARTICOLO 2
La Brigata riconosce e tutela i diritti inviolabili dell’uomo3, senza discriminazioni
di sesso, orientamento politico, religione, razza, lingua, condizioni personali e sociali.
ARTICOLO 3
Ogni membro fondatore può esercitare il proprio potere politico in base alla
gerarchia autoimpostasi.
La Brigata riconosce, nell’eventualità, l’esistenza di membri associati
esternamente, che possono essere assimilati come membri ufficiali solo tramite
delibera interna con voto unanime.
Solo i voti dei soli membri sono validi al fine di tutte le determinazioni
assembleari.
ARTICOLO 4
La lingua ufficiale della Repubblica è il dialetto Vicentino.
Ogni altro dialetto e lingua è comunque riconosciuta e garantita dalla Repubblica
Alkolikiana.

ARTICOLO 5
La repubblica Italiana, nella sua integrità, riconosce la nuova Repubblica e ne
tutela la sua esistenza4.

1
Meglio se Gambellara D.o.c. o assimilato
2
Attualmente in Cina (Marzo 2009), in custodia all’attuale Presidente ad interim della Brigata
3
Art. 2, Cost. Italiana
4
Art. 18, Cost. Italiana

1
Costituzione della Repubblica Alkolikiana
Stesura definitiva

La Repubblica, per ambiti estranei ai suoi poteri, si rifà alle leggi e alla
Costituzione della Serenissima Repubblica di Venezia.
ARTICOLO 6
L’ordinamento giuridico interno si conforma alle norme del diritto internazionale
generalmente riconosciute.
ARTICOLO 7
La Brigata ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri
popoli.
La Repubblica, comunque, autorizza, in maniera inderogabile lo scontro, purché
non armato, con il Confi5.
ARTICOLO 8
La bandiera e il simbolo della Repubblica è il Brigato6, primo e unico simbolo
adottato dall’atto fondativo del primo Nucleo Brigatista mondiale.
L’inno, sempre modificabile con maggioranza semplice, è BrancaDay dei Derozer.
In mancanza o in sostituzione del brano BrancaDay, entrano a far parte degli inni
formali alcuni brani dei GemBoy, appartenenti ai dischi Sbollata e Fiches. In
particolare, in mancanza e in sostituzione di BrancaDay dovrà essere utilizzato il brano
“Carlo e Licia” appartenente alla raccolta “Sbollata” o “Ma che avevi capito” del disco
“Fiches”.
Il motto ufficiale della brigata è: “Divertiti sano, non berti la vita!!!!!!”
Il brindisi ufficiale sarà: “BARCOLLO MA NN MOLLO, KASOMAI DEKOLLO! Per tutti
coloro che non mollano mai, che quando cadono si rialzano!!!!

ARTICOLO 9
Ogni gerarchia autoimpostasi dalla brigata si fonda su principi puramente
amministrativi.
Ogni membro ha pari rapporto con la brigata stessa.
ARTICOLO 10
La donna, ha pari diritti e doveri dell’uomo.
La Brigata però, riconosce in particolari tipologie di femmine, comportamenti non
consoni alla vita di essere umano7.
La sua magnificenza è uno dei principali fondamenti della Brigata.

5
Confente Gabriele, nato a maggio. Il suo profilo è presente su facebook
6
Nome adottato nel momento della stesura di questa Costituzione, rappresenta l’immagine in filigrana presente su
queste pagine
7
Molte delle quali riconosciute come “galline” e/o elettrodomestico (non di sottomarche cinesi)! [n.d.r.]

2
Costituzione della Repubblica Alkolikiana
Stesura definitiva

ARTICOLO 11
E dovere di Vigna (Iko o come si voglia chiamarlo) informare con una cadenza al
massimo settimanale delle sue avventure o avvenimenti che avvengono in Cina e che
non sono a conoscenza della Brigata.
Per avventure o avvenimenti ci si riferisce a questioni che spaziano su tutti i
fronti, dalle sacche, al gentil sesso.

ARTICOLO 12
È previsto per le tre maggiori cariche della Brigata (Presidente, Primo ministro e
Generale di Brigata) il segreto di Stato.

ARTICOLO 13
La Brigata, vista l’autorizzazione ricevuta dall’Ambasciata della Repubblica
Popolare Cinese (cinese tradizionale: 中華人民共和國,cinese semplificato:
中华人民共和国,pinyin: Zhōnghuá Rénmín Gònghéguó), anche nota più semplicemente come
Cina (cinese tradizionale: 中國, cinese semplificato: 中国, pinyin: Zhōngguó, letteralmente
«Paese di Mezzo») sita in Via Bruxelles, 56 in Roma, si è istituita l’ambasciata ufficiale della
Brigata in via Shuangqing Road (Lat. 40° 0'40.10"N; Long 116°20'28.37"E). In tale edificio, la
sovranità appartiene alla Brigata, e a tutti coloro che ne faranno richiesta. (indirizzo impreciso)

ARTICOLO 14
Per ogni nuova Legge Costituzionale ratificata dopo il periodo di ratifica, verrà
incorporata all’ordinamento con maggioranza assoluta e con eventuale richiesta di
referendum da uno dei componenti della Brigata.

Firma del Primo ministro in carica

Firma del Presidente della Repubblica Alkolikiana