Sei sulla pagina 1di 192

MANUALE DUSO E DI APPLICAZIONI

Manuale d'uso e di applicazioni

PREMESSA

Prima di utilizzare il Compex indispensabile leggere attentamente quanto riportato nel presente manuale. In particolare, si raccomanda di prendere visione del capitolo I (Avvertenze) e del capitolo V (Programmi e applicazioni specifiche).

Se avete bisogno di assistenza


o se volete avere risposte alle vostre domande, potete rivolgervi ai distributori Compex elencati qui di seguito:
SVIZZERA
Compex Mdical SA Z.I. Larges Pices A Chemin du Dvent CH 1024 cublens Hot Line francese: 0848 11 13 12 (tariffa interurbana) Hot Line tedesco: 0848 11 13 13 (tariffa interurbana) Fax: +41 (0)21 695 23 61 E-mail: info@compex.ch Compex Mdical SA Switzerland www.compex.info

ITALIA
Filsport Assistance Srl Via Simonetta, 25 I 28921 Verbania Intra (VB) Tel.: +39 0323 511 911 Fax: +39 0323 511 959 E-mail: compex@filsport.it
www.filsport.it

SOMMARIO I. Avvertenze
1. Controindicazioni ______________________________________ 11
1.1 Controindicazioni importanti________________________________ 11 1.2 Precauzioni per luso del Compex ____________________________ 11

2.

Misure di sicurezza _____________________________________ 11


2.1 2.2 2.3 2.4 Cosa non si deve fare con il Compex e il sistema m4 ________ 11 Dove non si devono mai applicare gli elettrodi _________________ 12 Precauzioni per luso del sistema m4 ____________________ 12 Precauzioni per luso degli elettrodi __________________________ 12

II. Presentazione
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. Materiale fornito ed accessori_____________________________ 13 Descrizione dell'apparecchio______________________________ 13 Garanzia _____________________________________________ 14 Manutenzione _________________________________________ 14 Custodia _____________________________________________ 14 Smaltimento __________________________________________ 14 Norme _______________________________________________ 14 Brevetti ______________________________________________ 14 Simboli standard _______________________________________ 15 Caratteristiche tecniche _________________________________ 15
10.1 Generalit ______________________________________________ 15 10.2 Neurostimolazione _______________________________________ 15

III. Principi duso


1. 2. Indicazioni ___________________________________________ 17 Regole pratiche generali per luso _________________________ 17
2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 2.7 2.8 Introduzione ____________________________________________ 17 Posizionamento degli elettrodi ______________________________ 17 Posizione durante la stimolazione____________________________ 18 Regolazione delle energie di stimolazione _____________________ 18 Suddivisione delle sedute di stimolazione _____________________ 19 Alternanza tra sedute di stimolazione e allenamenti volontari _____ 19 Progressione nei livelli ____________________________________ 20 Uso del riscaldamento nella stimolazione______________________ 20

Sommario

3. 4.

Che cos la tecnologia m?_______________________________ 21 Regole pratiche per luso del sistema m4 _______________ 22
4.1 Funzione m3 _________________________________________ 22 4.2 Modo m1 ___________________________________________ 22 4.3 Funzione m5 _________________________________________ 23

5.

Regole pratiche per luso con il modo m1 _______________ 24

IV. Istruzioni per l'uso e procedura da seguire


1. 2. Premessa _____________________________________________ 29 Collegamenti __________________________________________ 30
2.1 Collegamento degli elettrodi e dei cavi _______________________ 30 2.2 Collegamento del caricabatterie _____________________________ 31

3. 4. 5.
4

Regolazioni preliminari e controllo del sistema m4 _______ 32 Avvio ________________________________________________ 33 Selezione di una categoria di programmi ____________________ 34 Selezione di un programma ______________________________ 35 Personalizzazione di un programma ________________________ 36
7.1 7.2 7.3 7.4 Gruppo muscolare e modo di lavoro __________________________ 37 Sequenza di riscaldamento _________________________________ 38 Livello di lavoro __________________________________________ 38 Altre indicazioni / operazioni _______________________________ 38

6. 7.

8.

Durante la seduta di stimolazione _________________________ 39


8.1 8.2 8.3 8.4 8.5 Test preliminare m3 ___________________________________ 39 Regolazione delle energie di stimolazione _____________________ 40 Avanzamento del programma _______________________________ 41 Modalit d'utilizzo delle energie di stimolazione ________________ 43 Fine del programma _______________________________________ 43

9.

Consumo elettrico e ricarica ______________________________ 44


9.1 Consumo elettrico ________________________________________ 44 9.2 Ricarica_________________________________________________ 44

10.

Problemi e soluzioni ____________________________________ 45


10.1 Difetto degli elettrodi ____________________________________ 45 10.2 Problemi di carica _______________________________________ 45

Sommario

V. Programmi e applicazioni specifiche


1. Categoria Fitness
1.1 Introduzione 1.2 Tabella dei programmi Fitness 1.3 Applicazioni specifiche dei programmi Fitness
Preparazione preliminare per un principiante che desidera utilizzare lelettrostimolazione per allenare i muscoli Preparazione di un praticante di fitness che desidera sviluppare una muscolatura armoniosa delle spalle con aumento moderato del volume muscolare Preparazione della muscolatura delle cosce di un individuo sedentario prima di una settimana di sci Sviluppare e definire l'area addominale Aumento della MASSA MUSCOLARE per un body-builder xAumento della massa muscolare per un body-builder che si allena tre volte alla settimana xAumento della massa muscolare per un body-builder che si allena almeno sei volte alla settimana Preparazione di un praticante di body-building che desidera sviluppare il volume e la definizione dei muscoli addominali Sviluppo delle capacit aerobiche di un praticante assiduo di fitness Preparazione per un individuo ben allenato che desidera migliorare la tonicit dei quadricipiti con il programma Step Miglioramento della resistenza di uno jogger principiante o di uno jogger che pratica lattivit regolarmente, non per competizione Preparazione per un praticante di fitness e che desidera ottimizzare gli effetti delle sue sedute di stretching attivo dei quadricipiti Preparazione per un praticante di fitness allenato che desidera sviluppare la sua esplosivit muscolare Complemento dallenamento per una persona che pratica power yoga e/o il pilates Miglioramento delle qualit della muscolatura addominale per un ciclista Miglioramento dellefficacia della muscolatura lombare e delladdome Preparazione per un praticante di fitness che desidera sviluppare le sue capacit per sostenere uno sforzo intenso Preparazione per un praticante di fitness che desidera sviluppare i gran pettorali e aumentarne la forza

47 48-50 51-80
51

53 55 56 58 59 61 63 64 66 68 70 71 73 75 76 77 79

Sommario

Categoria Cross-Training
2.1 Introduzione 2.2 Tabella dei programmi Cross-Training 2.3 Applicazioni specifiche dei programmi Cross-Training
Ripresa di attivit dopo un'interruzione dellallenamento: preparazione muscolare polivalente Preparazione di un praticante di fitness che desidera un allenamento muscolare polivalente Preparazione di un corridore fondista mezzofondista che desidera sviluppare il proprio scatto al termine della corsa Miglioramento della propria capacit di sostenere degli sforzi intensi senza aumentare il rischio di lesioni Preparazione alla competizione di uno sportivo che pratica uno sport di squadra

81 82-83 84-92
84 85 87 89 90

3.

Categoria Estetica
3.1 Introduzione 3.2 Tabella dei programmi Estetica 3.3 Applicazioni specifiche dei programmi Estetica
Per rassodare il corpo e definire la silhouette: ADDOMINALI Per rassodare il corpo e definire la silhouette: GLUTEI Per rassodare il corpo e definire la silhouette: COSCE Per rassodare il corpo e definire la silhouette: BRACCIA Per rassodare il corpo e definire la silhouette: GLUTEI E COSCE (esempi di trattamenti per le due zone) Per migliorare la tonicit e laspetto estetico del giro vita e dei glutei Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: ADDOMINALI Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: GLUTEI Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: VITA Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: COSCE Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: GLUTEI E COSCE (esempi di trattamenti per le due zone) Per bruciare il massimo delle calorie Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: ADDOMINALI Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: GLUTEI E VITA (esempi di trattamenti per le due zone) Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: COSCE Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: BRACCIA Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: GLUTEI E COSCE (esempi di trattamenti per le due zone)

93 94-95 96-134
96 97 98 99 100 102 104 105 106 107 108 110 112 114 116 118 120

Sommario

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: ADDOMINALI Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: GLUTEI Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: COSCE Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: BRACCIA Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: GLUTEI E COSCE (esempi di trattamenti per le due zone)

123 125 127 129

131

4.

Categorie Sport
4.1 Introduzione 4.2 Tabella dei programmi Sport 4.3 Applicazioni specifiche dei programmi Sport
Preparazione per un ciclista che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la resistenza aerobica Preparazione per un ciclista che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la potenza Preparazione per chi si allena tre volte la settimana e intende migliorare la resistenza aerobica (semimaratona, maratona) Preparazione per un nuotatore che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la potenza Preparazione prestagionale per uno sport di squadra (calcio, rugby, basket, pallavolo, ecc.) Mantenimento dei risultati ottenuti grazie alla preparazione, per uno sport di squadra durante il periodo delle competizioni (calcio, rugby, basket, pallavolo, ecc.)

135 136 137-144


137 138

139 140 141

142

5.

Categoria Vascolare
5.1 Introduzione 5.2 Tabella dei programmi Vascolare 5.3 Applicazioni specifiche dei programmi Vascolare
Preparazione in vista di unattivit stagionale di resistenza aerobica (es.: escursioni a piedi, cicloturismo) Complemento dei programmi della categoria Estetica Strategia pre-gara nella preparazione per gli sport di resistenza (es.: corsa 800 m, 1500 m, MTB, tappa di montagna nel ciclismo, inseguimento su pista in bicicletta, 200 m nuoto, slalom) Prevenzione delle contratture dei muscoli della nuca nel ciclista Come combattere il gonfiore occasionale ai piedi e alle caviglie Prevenzione dei crampi al polpaccio Come eliminare la sensazione di pesantezza alle gambe

145 146 147-154


147 148

149 150 151 152 153

Sommario

6.

Categoria Massaggio
6.1 Introduzione 6.2 Tabella dei programmi Massaggio 6.3 Regole pratiche dutilizzo per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2 6.4 Applicazioni specifiche dei programmi Massaggio
Rimedio contro le fastidiose tensioni muscolari della nuca Come combattere la sensazione di pesantezza localizzata o uno stato di affaticamento occasionale Preparazione muscolare e circolatoria prima di unattivit fisica Come ritrovare una condizione di benessere dopo aver vissuto delle situazioni stressanti Eliminare le sensazioni fisiche sgradevoli e ritrovare uno stato di rilassamento totale Ritrovare il benessere ed eliminare le sensazioni indesiderabili

155 156-157 158-159 160-166


160 161 162 163 164 165

7.
8

Categoria Dolore
7.1 Introduzione 7.2 Tabella delle patologie 7.3 Tabella dei programmi Dolore 7.4 Applicazioni specifiche dei programmi Dolore
Nevralgie dellarto superiore (nevralgie brachiali) Dolori muscolari cronici (polimialgia) Contrattura (es.: contrattura localizzata al gemello esterno del polpaccio) Dolori muscolari cronici della nuca (cervicalgia) Dolori muscolari della regione dorsale (dorsalgia) Dolori muscolari della regione lombare (lombalgia) Dolori muscolari della regione lombare associati a dolori della natica (glutei) e della parte posteriore della coscia (lombo-sciatalgia) Dolori muscolari acuti e recenti di un muscolo lombare (lombalgia acuta) Dolore articolare cronico (artralgia) Dolore cronico del gomito (epicondilite = Gomito del Tennista)

167 168 169 170-180


170 171 172 173 174 175

176 177 178 179

Sommario

8.

Categoria Riabilitazione
8.1 Introduzione 8.2 Tabella dei programmi Riabilitazione 8.3 Applicazioni specifiche dei programmi Riabilitazione
Amiotrofia dei quadricipiti successiva ad un trauma Amiotrofia dei glutei successiva ad un'artrosi dellanca (coxartrosi) Sviluppo del gran dorsale per trattare e prevenire i dolori attribuibili ai tendini della spalla (sindrome della cuffia dei muscoli rotatori) Sviluppo della fascia addominale per prevenire i dolori alla zona lombare (lombalgie) Sviluppo dei muscoli lombari per prevenire i dolori alla zona lombare (lombalgie) Rafforzamento dei muscoli peronei laterali in seguito ad una distorsione della caviglia

181 182 183-188


183 184

185 186 187 188

VI. Posizionamento degli elettrodi e posizioni del corpo

191

I. AVVERTENZE

1. Controindicazioni
1.1 Controindicazioni importanti
x x x x x Stimolatore cardiaco (pace-maker) Epilessia Gravidanza (nessuna applicazione nella regione addominale) Importanti disturbi circolatori a carico delle arterie degli arti inferiori Ernia addominale o della regione inguinale

1.2 Precauzioni per luso del Compex


x x x x Dopo un trauma o un intervento chirurgico recente (meno di 6 mesi) Atrofia muscolare Dolori persistenti Necessit di riabilitazione muscolare

In tutti questi casi si raccomanda: x di non utilizzare mai il Compex in modo prolungato senza aver prima consultato il medico; x di consultare il medico se avete anche un minimo dubbio; x di leggere attentamente il presente libretto e in particolare il capitolo V che d informazioni utili su ogni programma di stimolazione e sui relativi effetti.

2. Misure di sicurezza
2.1 Cosa non si deve fare con il Compex e il sistema m4
x Non utilizzare il Compex o il sistema m4 in acqua o in ambienti umidi (sauna, idroterapia, etc.). x Non effettuare la prima seduta di stimolazione in piedi. Nei primi cinque minuti eseguire la stimolazione seduti o sdraiati. In alcuni rari casi, possibile che persone molto emotive abbiano una reazione vagale. Tale reazione ha un'origine psicologica ed legata al timore della stimolazione, nonch alla sorpresa indotta al vedere uno dei propri muscoli contrarsi senza il controllo della volont. La reazione vagale si traduce in una sensazione di debolezza con tendenza alla lipotimia, un rallentamento del battito cardiaco e una diminuzione della pressione arteriosa. In questi casi, baster interrompere la stimolazione, sdraiandosi con le gambe alzate, per avere il tempo (da 5 a 10 minuti) di riprendersi dalla sensazione di debolezza. x Non permettere mai il movimento risultante dalla contrazione muscolare durante una seduta di stimolazione. Ad eccezione dei programmi delle categorie Vascolare, Massaggio e Dolore, e dei programmi Stretching, Cutaneo-elastico, Adipostress e Recupero attivo, sempre necessario procedere alla stimolazione in condizioni isometriche; con le estremit dellarto, di cui si stimola un muscolo, saldamente bloccate, in modo da impedire il movimento conseguente alla contrazione. x Non utilizzare a meno di 1,5 metri da un apparecchio ad onde corte, da un apparecchio a microonde o da unattrezzatura chirurgica ad alta frequenza (H.F.), per evitare di provocare irritazioni o bruciature cutanee nella zona in cui sono posizionati gli elettrodi. x Non scollegare i cavi per elettrodi dello stimolatore durante la seduta mentre lapparecchio ancora sotto tensione. Prima di procedere, spegnere sempre lo stimolatore.

11

I. Avvertenze

x Non ricaricare mai l'apparecchio mentre cavi ed elettrodi sono collegati ad una persona. x Non ricaricare mai le batterie con un caricabatterie diverso da quello fornito con il Compex. x sconsigliabile utilizzare lapparecchio in montagna ad unaltitudine superiore a 3.000 metri.

2.2 Dove non si devono mai applicare gli elettrodi


x Alla testa. x In modo controlaterale: non utilizzare i due poli di uno stesso canale da una parte e dallaltra della linea mediana del corpo (per es.: braccio destro / elettrodo collegato sul polo positivo/rosso e braccio sinistro / elettrodo collegato sul polo negativo/nero). x A contatto o in prossimit di lesioni cutanee di qualsiasi natura (piaghe, infiammazioni, bruciature, irritazioni, eczemi, ecc.). x Le norme europee in vigore impongono la segnalazione relativa allapplicazione degli elettrodi a livello del torace: aumento del rischio di fibrillazione cardiaca.

2.3 Precauzioni per luso del sistema m4


x Per accedere alle funzioni della tecnologia m del Compex, indispensabile collegare alla macchina il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 prima di accendere lapparecchio. x Evitare di collegare il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 mentre il Compex sotto tensione. x Non scollegare il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 durante lutilizzo. x Per garantire il funzionamento corretto, il sistema m4 non deve essere fermato n subire alcuna pressione.

12

2.4 Precauzioni per luso degli elettrodi


x Impiegare esclusivamente gli elettrodi forniti da Compex. Altri elettrodi possono presentare caratteristiche elettriche inadatte allo stimolatore Compex. x Spegnere lapparecchio prima di togliere o spostare gli elettrodi nel corso di una seduta. x Non immergere gli elettrodi nellacqua. x Non applicare sugli elettrodi un solvente di qualsiasi tipo. x Prima di applicare gli elettrodi, si consiglia di lavare e sgrassare la pelle, e poi di asciugarla. x Fare aderire perfettamente tutta la superficie degli elettrodi alla pelle. x Non impiegare gli stessi elettrodi su persone diverse. Per ragioni igieniche molto importanti, ogni utente deve avere il proprio set di elettrodi. x Non impiegare un set di elettrodi per pi di quindici/venti sedute, poich la qualit del contatto tra lelettrodo e la pelle fattore importante per il comfort e lefficacia della stimolazione si altera progressivamente. x In alcune persone con pelle molto sensibile, si pu osservare un arrossamento nella zona sotto gli elettrodi, dopo una seduta di stimolazione. Questo arrossamento del tutto normale e scompare dopo 10-20 minuti. Si eviter, tuttavia, di ricominciare una seduta di stimolazione applicando gli elettrodi nella stessa posizione, finch larrossamento non scomparso.

II. PRESENTAZIONE

1. Materiale fornito ed accessori


F. E.

Lo stimolatore fornito in una pratica valigetta per il trasporto comprendente: A. Lo stimolatore B. Un caricabatterie C. Un set di cavi per elettrodi con indicazione dei colori (blu, verde, giallo, rosso)
B. C.

D. Un cavo per elettrodi dotato del sistema m4 E. 4 buste di elettrodi di cui 2 buste di 4 elettrodi piccoli (5 x 5 cm) e 2 buste di 2 elettrodi grandi (5 x 10 cm) F. Un manuale duso e di applicazioni

A. D.

2. Descrizione dell'apparecchio
13
G. Schermo LCD H. Tasto on/off ( ) I. Tasti dei 4 canali di stimolazione J. Connessione dei cavi degli elettrodi K. Cavi degli elettrodi classici canale 1 = blu canale 2 = verde canale 3 = giallo canale 4 = rosso L. Cavo per elettrodi dotato del sistema m4 M. Presa per il caricabatterie N. Scomparto del blocco batteria

L.

N.

G. H. I.

J. K. M.

II. Presentazione

3. Garanzia
Gli stimolatori Compex sono contrattualmente coperti da una garanzia di 2 (due) anni. La garanzia Compex entra in vigore alla data di acquisto dellapparecchio ed valida unicamente dietro presentazione della prova dacquisto. Questa garanzia si applica allo stimolatore e al cavo per elettrodi dotato del sistema m4 (pezzi e mano dopera), ma non comprende i cavi, gli elettrodi e le batterie. Essa copre tutti i difetti derivanti dalla scarsa qualit del materiale o da una fabbricazione difettosa. La garanzia non applicabile se lapparecchio stato danneggiato in seguito ad una caduta, ad un incidente, ad una manovra falsa, ad una protezione insufficiente contro lumidit, ad immersione o ad una riparazione non effettuata dai nostri servizi di assistenza postvendita. I diritti legali non sono compromessi dalla presente garanzia.

4. Manutenzione
Per pulire l'apparecchio, utilizzare uno straccio morbido ed un prodotto per pulizia a base di alcool, che per non contenga nessun solvente. I solventi potrebbero deteriorare le parti di plastica, in particolare il vetro che ricopre lo schermo del Compex.

5. Custodia
14
Il Compex contiene degli accumulatori ricaricabili. Va perci custodito alle seguenti condizioni: Temperatura da -20C a 45C Umidit relativa massima 75% Pressione atmosferica da 700 hPa a 1060 hPa

6. Smaltimento
Per la salvaguardia dell'ambiente, l'apparecchio, le batterie e i suoi accessori vanno smaltiti tra i rifiuti speciali.

7. Norme
Il Compex origina direttamente dalla tecnica medicale. Per garantire la vostra sicurezza, la progettazione, la fabbricazione e la distribuzione del Compex sono conformi alle esigenze della Direttiva europea 93/42/CEE. L'apparecchio conforme alla norma sulle regole generali di sicurezza degli apparecchi elettromedicali CEI 60601-1. Esso adempie alla norma sulla compatibilit elettromagnetica CEI 60601-1-2 e alla norma inerente le regole particolari di sicurezza per stimolatori di nervi e muscoli CEI 60601-2-10.

8. Brevetti
m4 Elettrodo a snaps Brevetto US 6,324,432. Brevetti in corso di deposito negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa. Brevetto in corso di deposito.

II. Presentazione

9. Simboli standard
ATTENZIONE: in determinate condizioni, il valore efficace degli impulsi di stimolazione pu superare i 10 mA e 10 V. Si raccomanda di rispettare scrupolosamente le informazioni fornite in questo manuale. Il Compex un apparecchio di classe II ad alimentazione elettrica interna con parti applicate di tipo BF. Il tasto on/off un tasto multifunzione.
Funzione On/off (due posizioni stabili) Attesa o stato preparatorio per una parte dell'apparecchio Arresto (messa fuori servizio) Simbolo N (secondo CEI 878) 01-03 01-06 01-10

10. Caratteristiche tecniche


10.1 Generalit
Alimentazione Accumulatore nickel-metallo-idrato (NIMH) ricaricabile (7,2 V | 1200 mA/h) Gli unici tipi di caricabatterie utilizzati per la ricarica delle batterie sono contrassegnati dai seguenti riferimenti:
Europa: Type CP01011120 Input 90-264 VAC / 47-63Hz / 0.25A max. Output 12V / 800mA / 11W Type CP01011120U Input 90-264 VAC / 47-63Hz / 0.25A max. Output 12V / 800mA / 11W Type CP01011120B Input 90-264 VAC / 47-63Hz / 0.25A max. Output 12V / 800mA / 11W

USA:

15

UK:

Carrozzeria Dimensioni Peso

Plastica Lunghezza: 142 mm; larghezza: 99 mm; altezza: 36 mm 350 g

10.2 Neurostimolazione
Tutte le specifiche elettriche sono fornite per un carico compreso tra 0 e 1000 ohm per canale.

Uscite Forma degli impulsi

Corrente massima di un impulso Passo manuale massimo dincremento di corrente Durata di un impulso Quantit di elettricit massima per impulso Tempo massimo di salita di un impulso Frequenza degli impulsi

Quattro canali indipendenti, isolati singolarmente luno dallaltro e galvanicamente da terra Rettangolari; corrente costante compensata, cos da escludere qualsiasi componente galvanico continuo ed evitare polarizzazioni residue della pelle 100 mA (milliamperes) 1 mA (milliampere) da 30 a 400 microsecondi 80 microcoulombs 2 microsecondi al 50% del massimo 1 a 150 Hertz

III. PRINCIPI DUSO

1. Indicazioni
Il Compex stato concepito per 1) stimolare i nervi motori dei muscoli di persone sane al fine di migliorare il loro rendimento muscolare, ottenere un effetto decontratturante o migliorare gli scambi circolatori; 2) stimolare sotto il controllo di un medico competente i nervi motori dei muscoli alterati a causa di attivit ridotta o inattivit, in modo da far ritrovare loro delle capacit muscolari funzionali; 3) stimolare alcune fibre nervose sensibili per ottenere dei benefici antalgici riconosciuti (questo tipo di stimolazione non deve essere prolungato senza aver prima consultato il medico). Gli impulsi elettrici generati dal Compex permettono di attivare dei potenziali dazione su vari tipi di fibre nervose: 1) i nervi motori riuscendo cos ad imporre una risposta meccanica muscolare il cui regime e i benefici dipendono dai parametri di stimolazione; 2) alcuni tipi di fibre nervose sensibili per ottenere gli effetti di Gate Control (eccitazione delle fibre A) o Endorfinico (eccitazione delle fibre AG), che oggi sono largamente riconosciuti.

2. Regole pratiche generali per luso


2.1 Introduzione
I principi duso esposti in questa rubrica equivalgono a delle regole generali. Si raccomanda di leggere attentamente le informazioni e i consigli per luso riportati nel capitolo V del presente manuale (Programmi e applicazioni specifiche).
Osservazione: le specificit relative alle varie funzioni della tecnologia m sono descritte successivamente in questo capitolo (rubriche 3, 4 e 5); si raccomanda di leggerle con attenzione prima di utilizzare lapparecchio per la prima volta.

17

2.2 Posizionamento degli elettrodi


La scelta della misura degli elettrodi (grande o piccola) e il loro posizionamento corretto sul gruppo muscolare da stimolare rappresentano dei fattori determinanti ed essenziali, affinch la tecnica offra lefficacia dovuta. Per questa ragione, si raccomanda di prestarvi sempre la massima attenzione e di adottare le posizioni indicate (vedere la documentazione alla fine del presente manuale e le applicazioni specifiche del capitolo V.)
Ricorda: importante collegare gli elettrodi ai connettori dei cavi. Premete in modo deciso il connettore sullelettrodo fino a quando sentite un doppio clic.

Nellottica di una stimolazione con il sistema m4, tutte le varianti consigliate propongono un posizionamento ottimale di questo sistema. Si raccomanda quindi di attenersi strettamente a queste indicazioni. Se non si desidera utilizzare la tecnologia m, sufficiente sostituire il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 con un altro cavo per elettrodi standard.

III. Principi duso

2.3 Posizione durante la stimolazione


La posizione della persona durante la stimolazione dipende dal gruppo muscolare che si vuole trattare. Le varie posizioni sono chiaramente indicate dalle immagini poste accanto ai disegni che mostrano il corretto posizionamento degli elettrodi (vedere i disegni riportati alla fine del presente manuale e quelli previsti per le varie applicazioni specifiche del capitolo V). Per i programmi delle categorie Vascolare, Massaggio e Dolore e per i programmi Cutaneoelastico, Adipostress e Recupero attivo, che non comportano forti contrazioni muscolari, posizionarsi nel modo pi comodo possibile. Per tutti gli altri programmi che comportano invece delle contrazioni significative (contrazioni tetaniche), si raccomanda di lavorare in isometria, bisogna cio fissare le estremit dellarto in modo che non si abbiano movimenti importanti. Per esempio, nel caso di stimolazione dei quadricipiti, il soggetto sar in posizione seduta con le caviglie fermate da cinghie per impedire l'estensione del ginocchio. Lavorare in questo modo permette di effettuare la stimolazione in tutta sicurezza. Inoltre, questo permette di limitare l'accorciamento del muscolo al momento della contrazione e, di conseguenza, ridurre leventuale rischio di crampi. Siccome la contrazione particolarmente forte a livello del polpaccio durante l'estensione del piede, abbiate cura di applicare un carico sufficientemente pesante sulle spalle (oppure utilizzate qualunque altro mezzo), affinch la contrazione rimanga statica. Salvo le indicazioni specifiche riguardanti un programma particolare, che troverete nelle applicazioni specifiche del capitolo V, non si dovr fare una contrazione attiva senza una contro-resistenza.

18

2.4 Regolazione delle energie di stimolazione


In un muscolo stimolato il numero di fibre che lavorano dipende dalle energie di stimolazione. Quindi, occorre assolutamente utilizzare le massime energie di stimolazione, in modo tale da coinvolgere il maggior numero possibile di fibre. Al di sotto di energie di stimolazione significativa, inutile, per un soggetto medio, effettuare delle sedute di stimolazione. In tal caso il numero di fibre reclutate a livello del muscolo stimolato troppo esiguo per consentire un miglioramento significativo delle prestazioni di questo muscolo. Il progresso di un muscolo stimolato sar tanto pi evidente quanto pi sar elevata il numero di fibre che svolgono il lavoro generato dal Compex. Se durante la stimolazione lavora soltanto un decimo delle fibre di un muscolo, soltanto quel decimo potr progredire; i risultati sarebbero di gran lunga pi evidenti se lavorassero i 9/10 delle fibre. Cercate quindi di lavorare con energie di stimolazione significative, cio sempre al limite di quello che potete sopportare.

III. Principi duso

Evidentemente, non si devono raggiungere le energie di stimolazione massime fin dalla prima contrazione della prima seduta del primo ciclo. Chi non ha mai provato la stimolazione Compex, svolger qualche seduta del programma Iniziazione muscolare, con energie sufficienti a produrre delle vigorose contrazioni muscolari per familiarizzare con la tecnica dellelettrostimolazione. Successivamente, il soggetto potr definire il suo primo ciclo di stimolazione con il programma e il livello specifici. Dopo il riscaldamento, che deve produrre delle scosse muscolari ben definite, occorre aumentare progressivamente le energie di stimolazione, di contrazione in contrazione, durante i primi tre o quattro minuti della sequenza di lavoro. Bisogna anche progredire nelle energie utilizzate di seduta in seduta, soprattutto durante le prime tre sedute di un ciclo. Un soggetto normalmente predisposto raggiunger delle energie di stimolazione molto significative gi nel corso della quarta seduta.

2.5 Suddivisione delle sedute di stimolazione


La suddivisione delle sedute di stimolazione nel corso della settimana riguarda soltanto quelle situazioni in cui si debbano effettuare almeno due allenamenti nella stessa settimana. Se sono pianificate fino a sei sedute la settimana, si raccomanda di distanziarle al massimo. Chi, per esempio, effettua tre sedute alla settimana, le ripartir nella misura di una seduta ogni due giorni. Chi pratica sei sedute, far sei giorni consecutivi di stimolazione e un giorno di riposo. A partire da sette sedute la settimana e oltre, si consiglia di raggruppare pi sedute nello stesso giorno, per lasciare uno o due giorni di riposo completo senza stimolazione. Chi pratica sette sedute alla settimana far cinque giorni di stimolazione con una seduta al giorno e per un giorno due sedute (intervallate da almeno mezz'ora di riposo); gli rester cos un giorno di riposo. Chi pratica dieci sedute alla settimana effettuer preferibilmente due sedute al giorno per cinque giorni (intervallate almeno da una mezz'ora) e gli resteranno due giorni di riposo.

19

2.6 Alternanza tra sedute di stimolazione e allenamenti volontari


Le sedute di stimolazione possono essere effettuate sia al di fuori dell'allenamento volontario che nel corso di questo. Quando si effettuano sia lallenamento volontario che la stimolazione nella stessa seduta, si raccomanda di solito di praticare prima l'allenamento volontario e poi la stimolazione. In questo modo, l'allenamento volontario non viene eseguito su fibre muscolari gi affaticate. Ci particolarmente importante per gli allenamenti dedicati alla forza e alla forza esplosiva. Tuttavia, negli allenamenti di forza resistente pu essere utile procedere in senso inverso. Prima dell'allenamento volontario si effettua, grazie alla stimolazione in resistenza alla forza, un lavoro preliminare specifico delle fibre muscolari senza affaticamento generale e cardiovascolare. In questo modo, lo sforzo volontario permetter, sulle fibre preparate, di accelerare e intensificare il metabolismo glicolitico.

III. Principi duso

2.7 Progressione nei livelli


In linea generale, non consigliabile superare rapidamente i livelli e pretendere di arrivare il pi presto possibile al livello 5. I diversi livelli corrispondono ad un avanzamento nell'allenamento e bisogna lasciare ai muscoli il tempo di adattarsi alla supercompensazione e il tempo di consolidarsi. Un errore riscontrato frequentemente il passaggio di livello in livello, via via che si affronta una stimolazione con energie pi elevate. Il numero di fibre che sono interessate dalla stimolazione dipende dalle energie di stimolazione; la natura e la quantit di lavoro svolta da queste fibre dipendono dal programma scelto e dal suo livello. Lo scopo primario quello di progredire nelle energie elettriche di stimolazione, e poi nei livelli. In questo modo, maggiori sono le fibre stimolate e pi numerose saranno le fibre che registreranno dei progressi. La rapidit del progresso di queste fibre e la loro capacit di lavorare ad un regime pi elevato, dipendono dal tipo di programma e dal livello utilizzati, dal numero delle sedute settimanali, dalla durata di queste sedute e da fattori intrinseci personali. Il procedimento pi semplice e pi consueto, quando si passa ad un nuovo ciclo di stimolazione, di salire di livello nel programma scelto. Si pu anche salire di livello nel corso di uno stesso ciclo. In questo caso, si consiglia di non farlo prima di aver lavorato almeno tre settimane allo stesso livello. Non cambiare il livello del programma se ci si trova in un ciclo ausiliario o in un ciclo di allenamento. Ci vale anche per un ciclo intensivo o aggressivo breve della durata di trequattro settimane. Al contrario, nell'applicazione classica, in un ciclo di sei settimane, si pu passare al livello superiore dopo tre settimane. Ugualmente, in un ciclo intensivo o aggressivo di seiotto settimane, si pu salire di un livello dopo trequattro settimane.

20

2.8 Uso del riscaldamento nella stimolazione


Tutti i programmi che comportano delle contrazioni significative (contrazioni tetaniche) ai muscoli stimolati, iniziano automaticamente con una sequenza di riscaldamento. Questa fase raffigurata sullo schermo mediante lanimazione del calore al di sopra del radiatore. Quando nei minuti che precedono la seduta di stimolazione non stata effettuata alcuna attivit fisica volontaria, si raccomanda di praticare il riscaldamento. Nel caso in cui la seduta di stimolazione sia inclusa in un allenamento volontario, e che un'attivit volontaria sia praticata immediatamente prima della stimolazione, non necessario effettuare la fase di riscaldamento. In questo caso possibile sopprimere la sequenza (vedere procedura al capitolo IV: Istruzioni per luso e procedura da seguire, rubrica 7: Personalizzazione di un programma): la seduta inizier direttamente con il lavoro specifico selezionato, non preceduto dal riscaldamento. Dopo la sequenza di lavoro in stimolazione, si attiva automaticamente una fase di defaticamento. Questa facilita il recupero di un muscolo dopo il suo lavoro con il Compex e limita in una certa misura l'indolenzimento muscolare. Salvo non si voglia passare immediatamente alle fasi di allenamento volontario, si consiglia di far completare l'ultima sequenza di defaticamento. Inoltre, si raccomanda anche di praticare qualche esercizio di stretching sui muscoli che hanno appena lavorato con il Compex, anche se la stimolazione sembra migliorare l'elasticit muscolare.

III. Principi duso

3. Che cos la tecnologia m? m significa muscle intelligence (tutti gli elementi abbinati a questa tecnologia sono
preceduti dal simbolo m)

Questa tecnologia in grado di analizzare le specificit di ognuno dei nostri muscoli, facendo in modo che sia la macchina ad adattarsi ad essi e non viceversa, offrendo cos una stimolazione adatta alle loro caratteristiche. semplice perch tutto avviene automaticamente: la trasmissione dei dati allo stimolatore e il suo adattamento alla fisiologia di ciascuno. personale... perch ognuno dei nostri muscoli unico.
lo stimolatore muscolare vero e proprio.

m4
il sensore che rileva tramite la MMG (meccanomiografia) le caratteristiche fisiologiche dei muscoli e le trasmette allapparecchio che si adatta in modo automatico al muscolo da stimolare.

m3
Legge e memorizza automaticamente il tempo di risposta personale del proprio muscolo alla sollecitazione elettrica (cronassia) adattandola alle caratteristiche di ciascun individuo, prima di iniziare la seduta di lavoro. Si tratta di una vera e propria misurazione personalizzata.

21

m1
Con m1 lutente diventa protagonista, decidendo con una semplice contrazione volontaria linizio di quella data dallelettrostimolatore. In questo modo possibile associare il lavoro volontario allelettrostimolazione. La seduta di lavoro, perfettamente controllata, diventa pi confortevole (a livello psicologico e muscolare), pi efficace (si reclutano un maggiore numero di fibre) e pi completa (miglioramento delle facolt di coordinazione e della propriocettivit).

m5
Trova e utilizza le energie di stimolazione ottimali durante tutto larco del programma TENS (antalgico). Basandosi sulle misurazioni registrate regolarmente nel corso della seduta, lapparecchio adatta in modo continuo e automatico le energie di stimolazione, cos da evitare qualsiasi comparsa di contrazione muscolare, del tutto controindicata per i programmi di questo tipo e per consentire il migliore effetto terapeutico.

m2
La nuova scala di misura m2 rappresenta la percentuale di energia massima utilizzabile invece della sola intensit come avviene comunemente. La progressione dell'energia essendo correlata con la forza di contrazione rende la stimolazione pi confortevole.

i muscoli parlano. Lui ascolta.

III. Principi duso

4. Regole pratiche per luso del sistema m4


Per accedere alle funzioni della tecnologia m di Compex, indispensabile aver collegato il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 prima di accendere lapparecchio. Evitare di collegare il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 quando il Compex sotto tensione. Per garantire il funzionamento corretto, il sistema m4 non deve essere bloccato n subire alcuna pressione. Quando si effettuano le sedute di stimolazione, alcuni elettrodi adesivi devono sempre essere fissati sul cavo per elettrodi dotato del sistema m4. La misura e il posizionamento di questi elettrodi devono rispettare i disegni presentati alla fine del presente manuale o allinizio delle applicazioni specifiche.

4.1 Funzione m3
x La funzione m3 accessibile unicamente per i programmi che richiedono la selezione di un gruppo muscolare. In tali casi non necessario selezionare la zona da stimolare. x La funzione m3 permette di adattare le caratteristiche degli impulsi di stimolazione alle specificit individuali dei singoli soggetti e alle caratteristiche di eccitabilit del muscolo stimolato. Questa funzione si concretizza, allinizio del programma, attraverso una breve sequenza nel corso della quale si effettuano delle misurazioni (una barra orizzontale scorre sulla piccola figura (omino) situata alla sinistra dello schermo). x Durante lintero svolgimento del test di misurazione, indispensabile rimanere assolutamente immobili e perfettamente rilassati. Il sistema m4 molto sensibile: la pi piccola contrazione o il minimo movimento pu compromettere la validit delle misurazioni. x La durata del test m3 varia a seconda del muscolo interessato e delle caratteristiche individuali di ogni persona. Questo test dura in media 12 secondi e non supera mai i 21 secondi. x Nel corso del test, pu succedere che alcuni soggetti percepiscano una sgradevole sensazione di pizzicore. x Quando il test terminato si pu iniziare il programma.

22

4.2 Modo m1
x Il modo m1 permette al soggetto di attivare direttamente la fase di contrazione muscolare contraendo in modo volontario il muscolo stimolato. In questo modo viene offerta la possibilit di associare il lavoro volontario alla stimolazione. x Il modo m1 accessibile unicamente per quei programmi che consentono questo modo di lavoro. x I programmi che utilizzano il modo m1 sono sempre preceduti dal test di misurazione m3 (vedere la rubrica precedente).

III. Principi duso

x Il modo di lavoro m1 operativo durante le fasi di riposo attivo di una sequenza di lavoro, ma non lo durante le sedute di riscaldamento e rilassamento. x Dopo la fase di riscaldamento si attiva automaticamente la prima contrazione muscolare. x Lattivazione volontaria di una contrazione (nel corso di una fase di riposo attivo) possibile unicamente in un determinato intervallo di tempo che varia in funzione del programma utilizzato. Unalternanza di segnali acustici delimita questo intervallo nella sequenza seguente: Un primo segnale acustico (composto di bip sempre pi ravvicinati) indica che possibile lattivazione della fase di contrazione volontaria. Il segnale acustico continuo: il momento ideale per attivare la fase di contrazione volontaria. Il segnale acustico diminuisce: lattivazione sempre possibile e il ritmo di lavoro e ancora soddisfacente. Dopo un certo intervallo di tempo variabile a seconda dei programmi durante il quale vengono emessi dei bip sonori molto rallentati, lapparecchio passa automaticamente al modo Pausa se non stata attivata alcuna fase di contrazione (vedere il punto 8.3e del capitolo IV per sapere cosa fare per riavviare la seduta). x Per poter innescare una contrazione muscolare durante la fase di riposo attivo, il sistema m4 deve percepire delle scosse muscolari di una certa intensit. A questo scopo, lapparecchio vi invita, alloccorrenza, ad aumentare le energie di stimolazione nel corso della fase di riposo attivo. Se, nonostante questo, il sistema m4 non percepisce alcuna scossa muscolare sufficiente in un intervallo di tempo di 20 secondi, l'apparecchio passa al modo Pausa.

23

4.3 Funzione m5
x La funzione m5 permette di limitare considerevolmente la comparsa di contrazioni muscolari indesiderate, assicurando cos il massimo del comfort e dellefficacia. x La funzione m5 accessibile solo per il programma TENS sofisticato. x Per il programma TENS sofisticato, la funzione m5 permette il controllo delle energie di stimolazione mantenendole ad un livello efficace, limitando considerevolmente la comparsa di contrazioni muscolari. x Durante lintera durata del programma vengono effettuati regolarmente dei brevi test di misurazione (da 2 a 3 secondi). x Dopo ogni aumento delle energie di stimolazione si innesta automaticamente una fase di test. Per permettere il regolare svolgimento di questi test, indispensabile rimanere perfettamente immobili in questo lasso di tempo. x Il livello delle energie di stimolazione pu, in modo automatico, leggermente diminuire, a seconda dei risultati dei test di misurazione registrati dallapparecchio. x importante adottare sempre la posizione di stimolazione pi confortevole possibile e cercare di mantenersi immobili evitando di contrarre i muscoli della regione stimolata.

III. Principi duso

5. Regole pratiche per luso con il modo m1


Per ottenere la massima efficacia, il modo di lavoro m1 richiede il possesso di buone qualit muscolari. In alcuni casi, muscoli scarsamente sviluppati possono ostacolare lattivazione volontaria della contrazione. In caso di insuccessi ripetuti con il modo m1, si raccomanda di svolgere un ciclo completo di lavoro nel modo classico, prima di effettuare un nuovo tentativo con il modo m1. L'elettrostimolazione realizzata con i programmi di tipo classico del Compex d risultati indiscutibili. La tecnologia m di cui dotato il vostro stimolatore si spinge ancora pi in l ed offre numerosi vantaggi supplementari. I programmi del tipo m1 delle categorie Fitness, Cross-Training, Estetica, Sport e Riabilitazione presentano infatti delle propriet innegabili: Assicurano un lavoro ancora pi efficace, poich associando esercizi volontari ed elettrostimolazione, permettono di sollecitare maggiormente le fibre muscolari. Permettono allutente di scegliere liberamente lattivazione di una contrazione, rendendo ancora pi confortevole la pratica dell'elettrostimolazione. Richiedono una partecipazione attiva e stimolano lutente ad impegnarsi al massimo nel suo trattamento. Per poter sfruttare al meglio questi vantaggi, particolarmente importante rispettare alcune regole per luso. La tabella che segue fornisce una panoramica dei vari gruppi muscolari e contiene preziose indicazioni riguardanti la posizione di stimolazione migliore da adottare e il modo di attivare volontariamente una contrazione per ottenere l'ingrandimento del muscolo.

24

III. Principi duso

Posizionamento degli elettrodi

Gruppi muscolari Muscoli della pianta del piede

Posizioni di stimolazione Mettersi seduti con i piedi appoggiati al pavimento

Attivazione volontaria della fase di contrazione Contrarre i muscoli della volta plantare, cercando di spingere vigorosamente le dita dei piedi sul pavimento

Peronei laterali

Mettersi seduti con i piedi appoggiati al pavimento

Contrarre i peronei laterali esercitando con lalluce un appoggio vigoroso sul pavimento, cercando di sollevare le altre dita del piede

Tibiali anteriori

Mettersi seduti con i piedi sistemati sotto un mobile, in modo da evitare la flessione delle caviglie

Contrarre i tibiali anteriori cercando di sollevare con forza la punta del piede contro una resistenza che ostacola questo movimento

Gemelli

Mettersi seduti, con la schiena e i piedi saldamente sistemati contro degli appoggi Questa posizione si ottiene facilmente sedendosi, per esempio, tra gli stipiti di una porta

Contrarre vigorosamente i muscoli dei polpacci, cercando di spingere energicamente la punta del piede contro una resistenza che ostacola questo movimento

25

Ischio-crurali

Allungarsi sulla pancia con le caviglie fissate nel modo pi comodo

Contrarre vigorosamente i muscoli della parte posteriore della coscia (ischio-tibiali), cercando di piegare le ginocchia

Adduttori

Mettersi proni con le caviglie fissate nel modo pi comodo

Contrarre con forza gli adduttori, cercando di chiudere vigorosamente le ginocchia (spingendo un ginocchio contro laltro)

III. Principi duso

Posizionamento degli elettrodi

Gruppi muscolari Quadricipiti

Posizioni di stimolazione Mettersi seduti Questo lavoro pu essere realizzato in due modi diversi: in modo statico, se si provveduto a bloccare il movimento delle ginocchia in modo dinamico, se si vuole privilegiare il lavoro con il movimento, contro una resistenza mediante carichi pesanti

Attivazione volontaria della fase di contrazione Contrarre energicamente i quadricipiti, cercando di distendere le gambe

Glutei

Sdraiarsi proni oppure stare in piedi Raccomandazioni particolari: Il modo m1 per i glutei esige delle ottime condizioni muscolari ed poco compatibile con determinate configurazioni morfologiche In caso di insuccessi ripetuti con il modo m1, si raccomanda i procedere al lavoro sui glutei nel modo classico

Contrarre vigorosamente i muscoli dei glutei, cercando di chiudere energicamente i glutei e cercando di spingere le cosce pi indietro del tronco

26
Addominali Sdraiarsi sulla schiena, tenendo questultima leggermente sollevata Questo lavoro pu essere realizzato in due modi diversi: in modo statico, se si cerca semplicemente di iniziare volontariamente la fase di contrazione muscolare in modo dinamico, se si vuole associare un esercizio con il movimento che consiste nel portare il tronco verso le cosce; in questo caso, accertarsi di non accentuare linarcamento della regione lombare (lordosi); per poter procedere con lesercizio indispensabile lavorare sempre mantenendo le ginocchia fortemente flesse Contrarre energicamente i muscoli della cintura addominale, cercando di staccare con forza la testa e le spalle dal loro appoggio

III. Principi duso

Posizionamento degli elettrodi

Gruppi muscolari Lombari

Posizioni di stimolazione Mettersi seduti Raccomandazioni particolari: In funzione della specificit anatomica e morfologica dei muscoli della regione lombare, necessario disporre di muscoli particolarmente prestanti per lavorare nel modo m-1 In caso di insuccessi ripetuti con questo modo di lavoro, si consiglia di lavorare nel modo classico o di adeguarsi al posizionamento raccomandato per la stimolazione congiunta dei muscoli lombari e degli erettori del rachide (disegno n 14); in questo caso, accertarsi di posizionare sempre il sistema m4 a livello dei muscoli della regione dorsale, come indicato sul disegno Lapplicazione Miglioramento dellefficacia della muscolatura lombare e delladdome della categoria Fitness fornisce dei consigli per lavorare sugli addominali e sui lombari con la massima efficacia

Attivazione volontaria della fase di contrazione Contrarre vigorosamente i muscoli della parte bassa della schiena, cercando di fare uno sforzo per ingrandirli

Erettori del rachide

Mettersi seduti

Contrarre vigorosamente i muscoli della regione dorsale, cercando di fare uno sforzo per ingrandirli

27

Muscoli cervicali

Mettersi seduti

Contrarre vigorosamente i muscoli della regione dorsale, cercando di fare uno sforzo per ingrandirli

Trapezi

Mettersi seduti

Contrarre energicamente i trapezi, cercando di sollevare con forza le spalle

III. Principi duso

Posizionamento degli elettrodi

Gruppi muscolari Deltoidi

Posizioni di stimolazione Mettersi seduti, con i gomiti posizionati allinterno dei braccioli, in modo da creare una resistenza delle braccia allallontanamento del corpo

Attivazione volontaria della fase di contrazione Contrarre vigorosamente i deltoidi, cercando di allontanare con forza i gomiti dal corpo

Gran dorsali

Mettersi seduti, con i gomiti posizionati allesterno dei braccioli, in modo da creare una resistenza delle braccia allavvicinamento del corpo

Contrarre vigorosamente i grandi dorsali, cercando di spingere con forza i gomiti contro il corpo

Pettorali

Mettersi seduti, tenendo una contro laltra i palmi delle mani

Contrarre vigorosamente i pettorali, cercando di premere con forza una contro laltra i palmi delle mani

Le norme europee in vigore impongono la segnalazione relativa allapplicazione degli elettrodi a livello del torace: aumento del rischio di fibrillazione cardiaca

28

Tricipiti

Mettersi seduti, con avambracci e mani appoggiati sui braccioli

Contrarre vigorosamente i tricipiti, cercando di spingere energicamente i palmi delle mani contro i braccioli

Bicipiti

Mettersi seduti, con gli avambracci appoggiati sui braccioli e i palmi delle mani obbligatoriamente rivolte verso lalto Adottare un sistema di bloccaggio per impedire il movimento dei gomiti durante la stimolazione Mettersi seduti, con gli avambracci e i palmi delle mani appoggiati sui braccioli Tenere le mani saldamente bloccate sui braccioli

Contrarre vigorosamente i bicipiti, cercando di avvicinare con forza i palmi delle mani verso le spalle

Estensori della mano

Contrarre vigorosamente gli estensori della mano, cercando di sollevare le mani

Flessori della mano

Mettersi seduti, con gli avambracci appoggiati sui braccioli Tenere tra le mani un oggetto indeformabile, in modo da tenere le dita leggermente flesse

Contrarre vigorosamente i flessori della mano, cercando di stringere energicamente loggetto precedentemente preso fra le mani

IV. ISTRUZIONI PER LUSO E PROCEDURA DA SEGUIRE

1. Premessa
Il Compex dispone di tasti multifunzioni. Questo significa che oltre alla loro funzione principale, questi tasti permettono di svolgere tutta una serie di altre operazioni. Tasto on/off Funzione principale: Altre funzioni: Accensione e spegnimento dello stimolatore Visualizzazione del menu di opzioni (tenerlo premuto per alcuni secondi al momento dellaccensione del Compex) Conferma dei parametri/delle opzioni nuovamente selezionati Ritorno alla schermata/al menu precedente Pausa / Interruzione temporanea della stimolazione

Tasti +/ dei 4 canali di stimolazione Funzione principale: Altre funzioni: Regolazione delle energie di stimolazione nel corso della seduta Selezione e regolazione delle opzioni di funzionamento (lingua, intensit luminosa, volume del suono) Selezione dei programmi e dei parametri che permettono di personalizzarli (categoria, programma, gruppo muscolare, sequenza di riscaldamento, livello di lavoro) Passaggio alla schermata/al menu successivo Avviamento di un programma

29

Nella parte inferiore dello schermo a cristalli liquidi sono visualizzati dei piccoli simboli corrispondenti alle varie operazioni che possono essere eseguite attivando i cinque tasti del Compex. Per la precisione, questi simboli sono collocati sopra i cinque tasti dellapparecchio, in modo da stabilire chiaramente un collegamento tra un tasto e la sua funzione. Esempi dei simboli: Per spegnere lapparecchio Per selezionare unopzione, un parametro, un programma, etc. in un elenco di selezione Per modificare il volume del suono Per convalidare una selezione e passare alla schermata successiva Per avviare un programma
1 2 3 4

Per interrompere momentaneamente la stimolazione (pausa)

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

2. Collegamenti
Gli impulsi elettrici generati dal Compex vengono trasmessi ai muscoli mediante elettrodi autoadesivi. La scelta della misura, il collegamento e il posizionamento corretto di questi elettrodi sono estremamente importanti per garantire una stimolazione efficace e confortevole. Si raccomanda di prestare la massima attenzione a questo aspetto. A questo scopo e per conoscere le posizioni raccomandate per la stimolazione fate riferimento ai disegni e alle immagini riportate alla fine del presente manuale. Anche le applicazioni specifiche raggruppate nel capitolo V forniscono preziose informazioni sullargomento.

2.1 Collegamento degli elettrodi e dei cavi


Il Compex ha in dotazione dodici elettrodi (quattro coppie di elettrodi piccoli e due coppie di elettrodi grandi). Si consiglia di non utilizzare gli stessi elettrodi per pi di quindici/venti sedute. Gli elettrodi nuovi possono essere agevolmente reperiti dal vostro rivenditore di fiducia. Il collegamento degli elettrodi allo stimolatore si effettua tramite i quattro cavi inseriti nella valigetta del vostro Compex, secondo lo schema sottostante (es. per un cavo).

30

2.1b 2.1a

2.1a Accertarsi sempre di collegare due elettrodi a ciascun cavo: un elettrodo sul polo positivo del cavo (connettore rosso) e un elettrodo sul polo negativo (connettore nero).
Ricorda: importante collegare gli elettrodi ai connettori dei cavi. Premete in modo deciso il connettore sullelettrodo fino a quando sentite un doppio clic.

2.1b I cavi per elettrodi sono a loro volta collegati allo stimolatore mediante le prese situate davanti all'apparecchio (vedere il punto 2.1c seguente).

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

2.1c

2.1c Prese per i quattro cavi per elettrodi (parte anteriore dellapparecchio) Sui quattro canali dellapparecchio possibile collegare simultaneamente quattro cavi. Per un impiego pi agevole e una migliore identificazione dei quattro canali, suggeriamo di rispettare le indicazioni dei colori situate sui cavi per elettrodi e sulle prese dello stimolatore: blu = canale 1 giallo = canale 3 verde = canale 2 rosso = canale 4 Oltre ai quattro cavi per elettrodi classici, il vostro Compex viene fornito completo di un quinto cavo per elettrodi. Questo cavo dispone del sistema m4 che permette di accedere a tutte le funzioni m (muscle intelligence) del vostro stimolatore.
Osservazione: fate riferimento alle rubriche 3, 4 e 5 del capitolo III per scoprire tutte le possibilit offerte dalla tecnologia m.

31

Il cavo dotato del sistema m 4 si collega indifferentemente ad una delle quattro prese dei canali di stimolazione situate nella parte anteriore dellapparecchio (vedere 2.1c). Come avviene per un cavo di tipo classico bisogna collegare i due elettrodi (vedere 2.1a e 2.1b).

2.2 Collegamento del caricabatterie


Il Compex vanta una grande indipendenza di funzionamento, poich lavora grazie ad accumulatori ricaricabili. Si deve sempre utilizzare il caricabatterie fornito unitamente allapparecchio; questo deve essere collegato alla presa, prevista nella parte posteriore dellapparecchio.
Osservazione: per maggiori informazioni su questa operazione, fate riferimento alla rubrica 9 di questo capitolo (Consumo elettrico e ricarica).

2.2a

2.2a Presa per il caricabatterie del blocco di accumulatori (parte posteriore dellapparecchio)

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

3. Regolazioni preliminari e controllo del sistema m 4


Prima di qualsiasi impiego, importante leggere con attenzione le controindicazioni e le misure di sicurezza descritte all'inizio di questo manuale (vedere il capitolo Avvertenze), perch questo potente stimolatore non n un giocattolo n un gadget! Per ottenere il massimo comfort, il Compex offre la possibilit di effettuare un certo numero di regolazioni preliminari (selezione della lingua, regolazione dellintensit luminosa, o contrasto, e regolazione del volume del suono) e di controllare il buon funzionamento del sistema m 4. In questo caso, si tratta di visualizzare la schermata delle opzioni ad hoc premendo il tasto on/off situato a sinistra del Compex e tenendolo premuto per alcuni secondi.

32
3a

3e

3a

3b

3c

3d

Per selezionare la lingua desiderata, premere il tasto +/ del canale 1 (per salire/scendere), fino a quando viene evidenziata la lingua da voi scelta (caratteri bianchi su sfondo nero). Per regolare il contrasto dello schermo, premere il tasto +/ del canale 2 (+ per aumentare la percentuale desiderata e per diminuirla). Per regolare il volume del suono, premere il tasto +/ del canale 3 (+per aumentare la percentuale desiderata e per diminuirla). Per controllare il buon funzionamento del sistema m 4, indispensabile aver collegato il cavo per elettrodi dotato del sistema m 4 ad uno dei quattro canali di stimolazione prima di accendere lo stimolatore. In questo caso, e se tutto funziona correttamente, viene visualizzato lapposito simbolo (in basso, a destra della schermata, sopra il canale 4). Esso deve indicare il numero del canale sul quale stato collegato m 4 e sopra lo stesso deve essere presente anche il simbolo di un segnale elettrico ( ). Se il numero del canale e/o il simbolo del segnale elettrico non vengono visualizzati o sono poco visibili (vedere la descrizione qui sopra), ricominciare la procedura. Se il problema persiste, contattate il vostro rivenditore di fiducia.

3b 3c 3d

3e

Per convalidare i parametri selezionati ai punti 3a3c, premere il tasto on/off. Il vostro stimolatore registra le vostre opzioni e disinserisce la tensione. Esso pronto a funzionare con le impostazioni da voi effettuate.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

4. Avvio
Prima di qualsiasi impiego, importante leggere con attenzione le controindicazioni e misure di sicurezza descritte all'inizio di questo manuale (vedere il capitolo I: Avvertenze), perch questo potente stimolatore non n un giocattolo n un gadget! Per accendere lo stimolatore, premere brevemente il tasto on/off localizzato sulla sinistra del Compex. Lapparecchio emette una musichetta e viene visualizzata una schermata che elenca le varie categorie di programmi (vedere la rubrica seguente: Selezione di una categoria di programmi).
Osservazione: se si desidera cambiare la regolazione dello schermo LCD, il volume del suono o la lingua utilizzata per le categorie dei programmi, fare riferimento alla rubrica precedente: Regolazioni preliminari e controllo del sistema m4.

Grazie alla tecnologia m, il Compex in grado di proporre due modi di lavoro: il modo classico e il modo m 1. Per poter accedere ai programmi che funzionano nel modo m 1, indispensabile avere 4 (su uno o laltro precedentemente collegato il cavo per elettrodi dotato del sistema m dei quattro canali di stimolazione), affinch lapparecchio possa rilevarlo e lavorare in questo modo per i programmi che possono utilizzarlo. In caso contrario, il Compex potr funzionare unicamente nel modo classico.

33

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

5. Selezione di una categoria di programmi


I programmi di cui dispone il vostro Compex sono ripartiti in otto categorie. Tutti i programmi di queste otto categorie propongono un modo classico duso per il quale non necessaria una partecipazione volontaria. Alcune categorie offrono inoltre dei programmi che permettono di associare una partecipazione volontaria al lavoro realizzato durante elettrostimolazione muscolare (modo di lavoro m1). Solo il collegamento iniziale del cavo per elettrodi dotato del sistema m4 vi permette di accedere ai programmi che possono essere eseguiti nel modo m1. Vogliate riferirvi alle rubriche 3, 4 e 5 del capitolo III per avere informazioni importanti inerenti la stimolazione con la tecnologia m. Prima di poter selezionare il programma desiderato, indispensabile preselezionare la categoria corrispondente sulla schermata che si presenta allavvio del Compex.
5a'' 5b

34

5a''

5b

5c

5a'

5d

5a

Per selezionare la categoria desiderata, premere il tasto +/ (per salire/scendere) del canale 1 (vedere 5a'), fino a quando viene evidenziata la categoria da voi scelta (caratteri bianchi su sfondo nero; vedere 5a''). Il Compex comprende otto categorie, i cui nomi non possono essere visualizzati contemporaneamente sulla schermata; un menu scorrevole permette di visualizzarli uno dopo laltro. Per navigare tra le varie categorie e per un corretto posizionamento nellelenco dei trattamenti, consultate la scala di progressione che trovate sulla schermata a destra. Il piccolo cursore, della scala di progressione a destra, si sposta verticalmente sulla scala in funzione della vostra posizione nellelenco.

5b

5c 5d

Premendo il tasto on/off lo stimolatore si spegne. Per convalidare la vostra scelta e passare alla schermata di selezione di un programma (vedere la rubrica successiva: Selezione di un programma), premere il tasto +/ del canale 4.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

6. Selezione di un programma
La scelta del programma e, alloccorrenza, dei vari parametri di stimolazione, determinante per garantire lefficacia dellallenamento o del trattamento desiderato! A questo proposito, particolarmente utile consultare il capitolo V del presente manuale (Programmi e applicazioni specifiche), che descrive ogni singolo programma e presenta dei protocolli dettagliati in funzione delle esigenze pi svariate. Vogliate riferivi alle rubriche 3, 4 e 5 del capitolo III per avere informazioni importanti inerenti la stimolazione con la tecnologia m. Indipendentemente dalla categoria selezionata, sulla schermata viene sempre visualizzato un elenco contenente un numero variabile di programmi.
6b

6a

Per selezionare il programma desiderato, premere il tasto +/ del canale 1 (per salire/scendere), fino a visualizzare il programma desiderato adeguatamente evidenziato. L'elenco per la selezione dei programmi non pu sempre essere visualizzato su ununica schermata; in tal caso, un menu scorrevole permette di visualizzarli uno dopo laltro. Per navigare tra i vari programmi di una categoria (che ne comprende pi di cinque) e per un corretto posizionamento nellelenco dei trattamenti, consultate la scala di progressione che trovate sulla schermata a destra.

6b

35

6b

6b

Il piccolo cursore si sposta verticalmente sulla scala in funzione della vostra posizione nellelenco. 6c Premendo il tasto on/off si ritorna alla schermata precedente (vedere la rubrica precedente:Selezione di una categoria di programmi).

6c

6a

6d

6d

Dopo aver evidenziato il programma desiderato, premere il tasto +/ del canale 4 (simbolo ) per avviare il programma.

Osservazione: a seconda del programma, l'operazione 6d: a) avvia immediatamente la seduta di stimolazione: voi avete selezionato un programma con parametri preimpostati. Potete passare direttamente alla rubrica 8.2: Regolazioni delle energie di stimolazione; b) visualizza una schermata di parametri che vi invita a selezionare un certo numero di variabili (gruppo muscolare, modo di lavoro, riscaldamento, livello di lavoro) per personalizzare la seduta di stimolazione (fate riferimento alla rubrica successiva: Personalizzazione di un programma).

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

7. Personalizzazione di un programma
La schermata di personalizzazione di un programma non accessibile a tutti i programmi! Alcuni programmi dispongono, infatti, di parametri preimpostati, conseguentemente le operazioni descritte nella parte che segue non sono necessarie. Questi programmi si avviano immediatamente dopo essere stati selezionati (passare direttamente alla rubrica 8: Durante la seduta di stimolazione). Prima di poter iniziare effettivamente una seduta di stimolazione e per determinati programmi, il Compex vi invita a selezionare diversi parametri di lavoro. I parametri che possono essere selezionati da voi sono: il gruppo muscolare da stimolare il modo di lavoro (classico o m 1) la selezione di una sequenza di riscaldamento il livello di lavoro
Osservazione 1: a seconda dei programmi, pu darsi che vi venga richiesto di definire uno o due dei parametri indicati sopra. Osservazione 2: per aiutarvi a selezionare i parametri descritti sopra, non esitate a consultare il capitolo V del presente manuale; nelle numerose applicazioni specifiche sono elencati i vari parametri da selezionare in funzione dellallenamento e del trattamento desiderati.

36

La schermata di personalizzazione di un programma si visualizza dopo aver selezionato un trattamento di cui certi parametri devono essere definiti manualmente. Senza cavo m4
7d

Con cavo m4
7d

7e

7a

7b

7c

7f

7e

7a

7b

7c

7f

7d

7e

7a

7b

7c

7f

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

7.1 Gruppo muscolare e modo di lavoro


7a Quando il cavo per elettrodi dotato del sistema m 4 non collegato allo stimolatore, determinati programmi richiedono la selezione manuale del gruppo muscolare da stimolare e un omino viene visualizzato al di sopra del canale 1. Il gruppo Addome e Parte inferiore schiena selezionato per default. Per selezionare il gruppo desiderato, premere il tasto +/ del canale 1 (per salire/scendere). I sette gruppi muscolari proposti vengono visualizzati in successione in nero sullomino:

Addome e Parte inf. schiena

Glutei

Cosce

Gambe e Piedi

vb f c j

Avambracci e Mani

Spalle e Braccia

Torace e Schiena

Le norme europee in vigore impongono la segnalazione relativa allapplicazione degli elettrodi a livello del torace: aumento del rischio di fibrillazione cardiaca.

m e td

7a

Quando lapparecchio dotato del cavo m 4 e se il programma selezionato propone il modo m1 avete la possibilit di scegliere di lavorare nel modo classico o 1. nel modo m Per difetto, lapparecchio mostra il modo di lavoro classico (m 1 OFF). Se volete selezionare il modo m 1 (m 1 ON), premere il tasto +/ del canale 1; per ritrovare il modo di lavoro classico premere di nuovo. Il programma selezionato sar eseguito nel modo classico

37

Il programma selezionato sar eseguito nel modo m1

Qual che sia il modo di lavoro scelto, la selezione del gruppo muscolare viene effettuata automaticamente. Il programma, infatti, inizier con una breve sequenza di misurazioni automatiche delle vostre caratteristiche neuromuscolari: funzione m 3 (vedere rubrica 3 e la rubrica 4.1 del capitolo III). 8.1: Test preliminare m Prima dincominciare il programma (e dunque il test m 3) effettuate, se necessario, la regolazione degli altri parametri secondo le procedure descritte nella parte che segue. 4 e se il programma selezionato non 7a Quando lapparecchio dotato del cavo m propone il modo m 1 nessuna selezione possibile (il simbolo sopra il tasto del canale 1 annerito e la zona che gli corrisponde vuota). Tuttavia se la selezione di un gruppo muscolare si giustifica, il programma inizier con una breve sequenza di 3 misurazioni automatiche delle vostre caratteristiche neuromuscolari: funzione m 3 e la rubrica 4.1 del capitolo III). (vedere rubrica 8.1: Test preliminare m Prima dincominciare il programma (e dunque il test m 3) effettuate, se necessario, la regolazione degli altri parametri secondo le procedure descritte nella parte che segue.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

7.2 Sequenza di riscaldamento


7b La sequenza di riscaldamento proposta da alcuni programmi attiva per default (immagine di calore animata sopra il radiatore). Se non intendete effettuare questa seduta, premete il tasto +/ del canale 2. Per ripristinarla, premete nuovamente questo tasto. Programmazione di una seduta di riscaldamento: il calore sale dal radiatore (piccole onde animate) il programma inizia con una sequenza di riscaldamento Senza sequenza di riscaldamento: il radiatore resta freddo (assenza di onde sul radiatore) il programma inizia direttamente con la seduta di lavoro

7.3 Livello di lavoro


7c Alcuni programmi vi propongono di regolare il livello di lavoro. In questo caso, premete il tasto +/ del canale 3 (per salire/scendere) fino a visualizzare il livello di lavoro desiderato (da 1 a 5).

38
Livello 1 Livello 2 Livello 3 Livello 4 Livello 5

7.4 Altre indicazioni / operazioni


7d 7e Durata totale del programma in minuti. Premendo il tasto on/off possibile ritornare alla schermata precedente (vedere la rubrica 6: Selezione di un programma). Per convalidare le vostre selezioni e avviare il programma, premere il tasto +/ del canale 4.
Osservazione: a seconda del programma selezionato, questoperazione: a) avvia la seduta di stimolazione; potete passare direttamente alla rubrica 8.2: Regolazioni delle energie di stimolazione; b) lancia il test m3 per rilevare automaticamente le caratteristiche neuromuscolari del gruppo muscolare da stimolare (vedere la rubrica 8.1: Test preliminare m3 e la rubrica 4.1 del capitolo III).

7f

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

8. Durante la seduta di stimolazione


In linea generale, i principi di funzionamento del Compex e le schermate che vengono visualizzate nel corso della stimolazione valgono sia per una seduta effettuata con il modo classico, sia con il modo m1. Questultimo tipo di lavoro offre tuttavia un certo numero di funzioni supplementari, che verranno descritte di volta in volta. Occorre sapere che nel corso di una seduta di tipo m1, sulla schermata possono comparire sporadicamente delle informazioni che confermano che lapparecchio funziona nel modo corretto. Vogliate riferivi alle rubriche 3, 4 e 5 del capitolo III per avere informazioni importanti inerenti la stimolazione con la tecnologia m.

8.1 Test preliminare m 3


Il test m3 viene eseguito solamente se il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 stato precedentemente collegato allo stimolatore! Per evitare qualsiasi alterazione dei dati, indispensabile restare assolutamente immobili e perfettamente rilassati per tutta la durata del test! Se il sistema m4 attivo, il test m3 si avvia immediatamente dopo aver selezionato e personalizzato un programma che giustifica la scelta di un gruppo muscolare. Grazie alla tecnologia m, un test misura le specificit neuromuscolari individuali e le caratteristiche di eccitabilit del muscolo da stimolare.
Osservazione: per eseguire questa breve sequenza, il cavo per elettrodi dotato del sistema m4 deve essere collegato e gli elettrodi devono essere posizionati correttamente sul gruppo muscolare interessato.

39

8.1c 8.1a

8.1d

8.1b

visualizzato sopra il canale sul quale stato collegato il cavo 8.1a Il piccolo simbolo dotato del sistema m4 e segnala che il sistema attivo (nellesempio riportato sopra, il cavo m4 collegato al canale 1). 8.1b I tasti +/ dei quattro canali di stimolazione sono inattivi. impossibile modificare le energie di stimolazione per tutta la durata del test. Tuttavia, la rappresentazione in cifre dellenergia di stimolazione del canale al quale collegato il cavo m4 varia automaticamente durante il test per le esigenze delle varie misurazioni in corso.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

8.1c Durante tutta la durata del test, una barra di scorrimento cancella verticalmente lomino che rappresenta la funzione m3. La durata del test varia in funzione delle caratteristiche del gruppo muscolare e della persona testata. Tuttavia, il test ha una durata massima di 21 secondi. 8.1d Premendo il tasto on/off (simbolo ) si ferma il test. A questo punto, possibile far ripartire il test completo premendo il tasto di un canale di stimolazione, oppure premere una seconda volta il tasto on/off (quando si ferma il test, il simbolo sopra questo tasto si trasformato in per ritornare alla schermata precedente; vedere la rubrica 6: Selezione di un programma).
Osservazione: quando il test terminato, si accede automaticamente alla schermata standard di inizio del programma, che richiede di aumentare le energie di stimolazione (vedere la rubrica seguente: Regolazione delle energie di stimolazione).

8.2 Regolazione delle energie di stimolazione


Allavvio del programma e, alloccorrenza, dopo il test m3, il Compex vi invita ad incrementare le energie di stimolazione, elemento chiave per rendere efficace la stimolazione.
8.2d

8.2b

40

8.2c

8.2e 8.2a

8.2a

8.2a Il Compex emette un bip e i simboli dei quattro canali lampeggiano, passando da + a 000: i quattro canali sono allo 0 di energia. Per poter avviare la stimolazione, dovete incrementare le energie di stimolazione. In questo caso, premete sul + dei tasti dei canali interessati fino ad ottenere la regolazione desiderata.
Osservazione: il piccolo simbolo collegato. visualizzato per il canale interessato, se il cavo m4

8.2b Durata del programma in minuti e secondi. 8.2c Le schermate visualizzate sopra sono quelle di un programma che comprende una sequenza di riscaldamento. Se il vostro programma non prevede questa sequenza precedente alla stimolazione vera e propria, esso parte immediatamente con la sequenza di lavoro e viene visualizzato un piccolo simbolo animato (corrispondente alla categoria di cui fa parte il vostro programma), al posto delle onde di calore animate raffigurate sopra (vedere questi simboli al punto 8.3b). 8.2d Barra di progressione della seduta. Per conoscere i dettagli del suo funzionamento, vedere la rubrica successiva (Avanzamento del programma). 8.2e Premendo il tasto on/off possibile ritornare alla schermata precedente (vedere la rubrica 6: Selezione di un programma).

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

8.3 Avanzamento del programma


La stimolazione si avvia effettivamente solo dopo aver incrementato le energie di stimolazione. Le schermate che vengono visualizzate nel corso della stimolazione permettono quindi di osservare levoluzione della seduta di stimolazione. Queste schermate possono differire da un programma allaltro e da un modo di lavoro allaltro. Gli esempi riportati nella parte sottostante, tuttavia, sono sufficienti a creare delle regole generali principali.
8.3c 8.3c 8.3d

8.3a 8.3b

8.3a 8.3b

8.3d 8.3e

41

8.3e

8.3a Tempo restante (in minuti e secondi) prima della fine del programma. 8.3b Piccolo simbolo animato corrispondente alla categoria di cui fa parte il programma 8.3b Categoria Vascolare 8.3b Categoria Fitness Simboli animati corrispondenti alle categorie: Categoria Fitness Categoria Cross-Training Categoria Estetica Categoria Sport Categoria Vascolare Categoria Massaggio Categoria Dolore Categoria Riabilitazione

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

8.3c Barra di progressione della seduta 8.3c La barra di progressione interamente tratteggiata: il programma costituito da ununica sequenza di stimolazione che non comporta forti contrazioni al gruppo muscolare (per es.: programma Capillarizzazione della categoria Vascolare) o piuttosto delle piccole sequenze di lavoro diverse che non possono essere distinte singolarmente (per es.: programma Muscolazione della categoria Fitness). Il piccolo cursore situato proprio al di sotto della barra si sposta orizzontalmente e indica con precisione lo stato di avanzamento del programma (qui ci troviamo circa ad un quarto della seduta). 8.3c La barra di progressione consta di tre parti distinte: il programma costituito da tre sequenze di stimolazione, cio il riscaldamento (tratteggio leggero/sinistra), il lavoro propriamente detto (zona nera/centro) e il rilassamento alla fine del programma (tratteggio pi pronunciato/destra). Il piccolo cursore situato proprio al di sotto della barra si sposta orizzontalmente e indica con precisione lo stato di avanzamento del programma (qui ci troviamo allinizio della seconda sequenza, cio la sequenza di lavoro). 8.3d Barra di durata dei tempi di contrazione e di riposo attivo Questa barra viene visualizzata a destra della barra di progressione (8.3c), unicamente durante la sequenza di lavoro. Essa permette di seguire la durata dei tempi di contrazione e di riposo attivo.

42

8.3d Il cursore posizionato sotto la parte nera (sinistra) della barra: vi trovate in fase di contrazione muscolare. Anche questa fase espressa mediante delle barrette dei canali di stimolazione utilizzati (che si riempiono di nero nel corso della fase di contrazione). 8.3d Il cursore si trova sotto la parte tratteggiata (destra) della barra: vi trovate nella fase di riposo attivo. Anche questa fase espressa mediante delle barrette dei canali di stimolazione utilizzati (che si riempiono di tratteggi nel corso della fase di riposo attivo).
Osservazione: per i programmi che funzionano nel modo m1, nel corso di questa fase di riposo attivo dovete attivare la fase di contrazione, contraendo voi stessi in maniera volontaria il muscolo stimolato. Un segnale acustico di intensit variabile indica lintervallo di tempo nel corso del quale possibile/auspicabile questattivazione per ottenere un beneficio ottimale (per maggiori dettagli su questa funzione, fare riferimento alle rubriche 4.2 e 5 del capitolo III).

8.3e Vi la possibilit di interrompere momentaneamente il programma ( = PAUSA) premendo il tasto on/off. Se si desidera riprendere la seduta, sufficiente premere uno dei tasti +/ di uno dei canali di stimolazione.
Attenzione: dopo uninterruzione, la stimolazione riparte con energie di stimolazione fissate all80% rispetto a quelle utilizzate prima dello STOP.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

8.4 Modalit d'utilizzo delle energie di stimolazione

8.4b 8.4a

8.4a

8.4a Nel corso della seduta, il Compex emette un bip e i simboli iniziano a lampeggiare al di sopra dei canali attivi (sovrapponendosi alle indicazioni delle energie): il Compex suggerisce di aumentare il livello delle energie di stimolazione. Se non sopportate di aumentare le energie di stimolazione, sufficiente ignorare questo messaggio. 8.4b Vi la possibilit di interrompere momentaneamente il programma ( = PAUSA) premendo il tasto on/off. Se si desidera riprendere la seduta, sufficiente premere uno dei tasti +/ di uno dei canali di stimolazione.
Attenzione: dopo uninterruzione, la stimolazione riparte con energie di stimolazione fissate all80% rispetto a quelle utilizzate prima dello STOP.

43

8.5 Fine del programma

8.5a

8.5b

8.5a Alla fine della seduta viene visualizzata una bandierina e lapparecchio emette un segnale acustico (musica). 8.5b Ora si deve soltanto spegnere lo stimolatore, premendo il tasto on/off ( ).

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

9. Consumo elettrico e ricarica


Non ricaricare mai l'apparecchio mentre cavi ed elettrodi sono collegati ad una persona e non ricaricare mai le pile con un caricabatterie diverso da quello fornito con lapparecchio! Il Compex funziona con accumulatori ricaricabili. La loro autonomia di almeno sei ore varia in funzione dei programmi e delle energie di stimolazione utilizzati.

9.1 Consumo elettrico

9.1a

44

9.1a Il simbolo di una piccola pila indica il livello di carica del blocco di accumulatori. Questa pila funziona come un indicatore per la benzina. Quando si entra in riserva, due tacche della piccola pila lampeggiano. Terminare la seduta e procedere alla ricarica della batteria. Se lampeggia tutta la colonna, occorre assolutamente ricaricare il Compex (vedere sotto).

9.2 Ricarica
Per ricaricare il Compex indispensabile scollegare i cavi per elettrodi dall'apparecchio. Introdurre il caricabatterie nella presa elettrica e collegare lo stimolatore al caricabatterie: a questo punto, viene visualizzato automaticamente il menu di carica raffigurato qui sotto.

9.2a

9.2c

9.2b

9.2a Il Compex in carica da 3 minuti e 8 secondi (una ricarica completa pu richiedere pi di un'ora e mezza). La grossa pila centrale animata. 9.2b La carica in corso e il simbolo della piccola pila non ancora interamente pieno. 9.2c Una volta che la pila completamente ricaricata, la durata totale della carica (qui, 1 ora, 3 minuti e 10 secondi) lampeggia e la piccola pila totalmente piena. A questo punto sufficiente estrarre il caricabatterie e il Compex si spegne automaticamente.

IV. Istruzioni per luso e procedura da seguire

10. Problemi e soluzioni


10.1 Difetto degli elettrodi

10.1a

10.1a

10.1a Il Compex emette un bip e visualizza alternativamente il simbolo di una coppia di elettrodi e una freccia che punta sul canale che presenta un problema. Qui sopra, lo stimolatore ha rilevato un difetto degli elettrodi sul canale 2. Questo messaggio pu significare che: 1) non ci sono elettrodi collegati a questo canale; 2) gli elettrodi sono troppo vecchi e/o il contatto pessimo: provare con altri elettrodi; 3) il cavo dell'elettrodo difettoso: controllarlo invertendo due cavi.

45

10.2 Problemi di carica

10.2a

10.2b

10.2c

10.2a Due tacche della piccola pila lampeggiano: il livello di carica delle pile in diminuzione. Terminare la seduta e ricaricare lapparecchio (vedere la rubrica 9.2: Ricarica). 10.2b La piccola pila vuota e lampeggia: il livello di carica delle pile in forte diminuzione. A questo punto indispensabile ricaricare lo stimolatore, se non si vuole che lo stesso smetta di funzionare (vedere la rubrica 9.2: Ricarica). 10.2c Il simbolo normalmente visualizzato sopra il tasto +/ del canale 4 scomparso ( ): le pile sono completamente esaurite. A questo punto non pi possibile utilizzare lapparecchio. Ricaricatelo immediatamente (vedere la rubrica 9.2: Ricarica).

FITNESS
V. PROGRAMMI E APPLICAZIONI SPECIFICHE

1. Categoria Fitness
1.1 Introduzione
La pratica del fitness molto diffusa il giorno doggi. Migliorare o mantenere una buona forma fisica un obiettivo ambito da molti. Alcune persone ricercano anche un corpo tonico, una silhouette armoniosa, con muscoli ben scolpiti e sviluppati. I programmi della categoria Fitness riproducono, grazie alla loro grande diversit e specificit, il lavoro muscolare imposto dai diversi tipi desercizi fisici. Questi programmi generano effetti benefici e permettono di conseguire progressi muscolari rapidi e consistenti. I programmi della categoria Fitness del Compex sono (sia per il principiante che per il professionista), il complemento ideale dellallenamento volontario in palestra. Permettono dottenere, infatti, pi velocemente e pi facilmente un corpo tonico ed armonico. I programmi della categoria Fitness sono ideati per muscoli sani, non sono adatti a muscoli atrofizzati che abbiano sofferto di un qualsiasi processo patologico. Per muscoli in tali condizioni si consiglia di utilizzare i programmi della categoria Riabilitazione (vedere questa voce successivamente in questo capitolo).

47

FITNESS

FITNESS

2.2 Tabella dei programmi Fitness


Programmi Iniziazione muscolare Effetti Miglioramento del metabolismo e delle qualit contrattili dei muscoli Utilizzazione Per riattivare i muscoli delle persone sedentarie e ritrovare le qualit muscolari fisiologiche Posizionamento degli elettrodi In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 Energie di stimolazione Energie massime sopportabili

m1
S

Aumento degli scambi cellulari a Preparazione ideale livello dei muscoli allutilizzo degli altri programmi della stimolati categoria Fitness Muscolazione Miglioramento del Per migliorare la muscolatura in trofismo generale (forza, muscolare volume, tono) Aumento

In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata

Energie massime sopportabili

48
Ipertonia

Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e Particolarmente equilibrato del tono e del volume raccomandato prima n 44 dellutilizzazione dei muscolare programmi Ipertonia o Ipertrofia Aumento del tono muscolare senza marcato aumento del volume Per ottenere muscoli sodi Da utilizzare dopo i programmi Iniziazione muscolare e Muscolazione Per coloro che vogliono ottenere dei muscoli molto sodi o molto asciutti, senza aumento rilevante del volume muscolare Da utilizzare dopo i programmi Iniziazione muscolare e Muscolazione Per coloro che praticano bodybuilding e per chi desidera aumentare la massa muscolare In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 Energie massime sopportabili S

Ipertrofia

Aumento del volume muscolare Aumento del diametro delle fibre muscolari Miglioramento della resistenza muscolare

In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Energie massime sopportabili

FITNESS

Programmi Aerobico

Effetti Miglioramento della resistenza aerobica

Utilizzazione

Posizionamento degli elettrodi In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Energie di stimolazione Energie massime sopportabili

m1
S

Per coloro che praticano assiduamente il Miglioramento del fitness allo scopo daumentare la loro consumo di resistenza e per ossigeno dei muscoli stimolati rendere armoniosa la loro silhouette Gli effetti sui muscoli sono identici a quelli prodotti da un lavoro effettuato su macchina di step Aumento del tono muscolare Da utilizzare solo sui quadricipiti Per muscoli gi allenati e preparati: sia con esercizi attivi di step e il programma Iniziazione muscolare sia con il programma Jogging utilizzato fino al livello 3 incluso

Step

Vedere disegno n 8

Energie massime sopportabili

Jogging

Miglioramento della microcircolazione e degli scambi intramuscolari Aumento della resistenza muscolare e della capacit aerobica dei muscoli

Stretching

Ottimizzazione degli effetti della tecnica volontaria di stretching, grazie alla diminuzione del tono muscolare ottenuto con lattivazione specifica dellantagonista del muscolo allungato (riflesso dinibizione reciproca) Es: lantagonista del tricipite il bicipite

Per tutti gli sportivi che desiderano mantenere o migliorare la loro elasticit muscolare Da utilizzare dopo tutte le sedute dallenamento o durante una seduta specifica di stretching

Per fare stretching su un muscolo deve essere stimolato il suo antagonista Qualche esempio di posizionamento elettrodi: Allungamento dei muscoli dei gemelli: ved. disegno n 3 Allungamento dei muscoli ischio-tibiali: ved. disegno n 7 Allungamento dei muscoli quadricipiti: ved. disegno n 5 Allungamento dei muscoli tricipiti: ved. disegno n 20

No Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad ottenere una messa sotto tensione chiaramente percepibile

FITNESS

Solo sui muscoli degli Per coloro che non hanno mai particato arti inferiori: jogging attivo n Polpacci: vedere stimolazione disegno n 4 Quadricipiti: vedere Per coloro che disegno n 8 praticano jogging in modo ricreativo e che vogliono sostituire una seduta di jogging volontaria con una seduta di stimolazione

Energie massime sopportabili

49

FITNESS

Programmi Sprint

Effetti Aumento della forza e della velocit di contrazione muscolare Guadagno di esplosivit muscolare

Utilizzazione Per coloro che praticano assiduamente fitness e sono perfettamente allenati ma vogliono ottenere un miglioramento dellesplosivit muscolare in fase di rifinitura Per coloro che desiderano sviluppare o migliorare il loro comfort durante la pratica di unattivit che comporta sforzi di resistenza Per i praticanti di fitness che vogliono migliorare la loro forza muscolare, qualit importante per numerose attivit fisiche

Posizionamento degli elettrodi In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Energie di stimolazione Energie massime sopportabili

m1
S

Anaerobico

Miglioramento delle capacit muscolari a supportare degli sforzi intensi e relativamente prolungati Miglioramento delle capacit contrattili delle fibre muscolari Miglioramento della forza muscolare con leggero aumento del volume

In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Energie massime sopportabili

50

Body power

In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione consigliata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Energie massime sopportabili

FITNESS

1.3 Applicazioni specifiche dei programmi Fitness

Preparazione preliminare per un principiante che desidera utilizzare lelettrostimolazione per allenare i muscoli
I muscoli di una persona sedentaria sono poco sollecitati e, conseguentemente, poco performanti. Per queste persone, un repentino aumento dellattivit muscolare si traduce spesso in indolenzimenti importanti, dolori reversibili e non gravi, ma molto fastidiosi. Questi dolori appaiono in generale uno o due giorni dopo uno sforzo muscolare intenso e possono durare parecchi giorni. Ne consegue, frequentemente, un disagio notevole nelle attivit quotidiane come, per esempio, la salita e soprattutto la discesa delle scale. Per evitare simili disagi, Compex ha concepito il programma Iniziazione muscolare della categoria Fitness che produce un lavoro muscolare progressivo e adatto in modo specifico ai muscoli del principiante che non sono mai stati stimolati con un Compex. I muscoli stimolati con il programma Iniziazione muscolare sono cos preparati, in modo ideale, per iniziare un nuovo ciclo di stimolazione mediante un altro programma della categoria Fitness, da scegliere in funzione degli obiettivi che si perseguono (Ipertrofia, Ipertonia, Aerobico, ecc.). Lassociazione di unattivit fisica volontaria sempre consigliata. Per questo motivo, si raccomanda sempre di seguire i consigli dellistruttore della palestra di fitness che sapr indicare un programma adatto per principianti. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Iniziazione muscolare. Programma consigliato Gruppo muscolare Iniziazione muscolare

51

c
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Per l'esempio dei quadricipiti

3 settimane Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Iniziazione muscolare livello 1 seduta 2: Iniziazione muscolare livello 2 2 sedute seduta 1: Iniziazione muscolare livello 3 seduta 2: Iniziazione muscolare livello 4 1 seduta Iniziazione muscolare livello 5

Settimana 2:

Settimana 3:

FITNESS

Senza m4

Con m4

FITNESS

Continuazione del trattamento

Cominciare, poi, un nuovo ciclo di stimolazione con un altro programma, scelto in funzione degli obiettivi cercati (Muscolazione, Aerobico, Ipertonia, ecc.) Da scegliere in base al muscolo stimolato (vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44) Per esempio, per i quadricipiti, vedere disegno n 8

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

52

17

18

FITNESS

Preparazione di un praticante di fitness che desidera sviluppare una muscolatura armoniosa delle spalle con aumento moderato del volume muscolare
La maggior parte delle attivit fisiche volontarie, come lo jogging o la bicicletta, sollecitano poco i muscoli delle spalle. Per questo motivo particolarmente interessante compensare questo deficit associando al proprio programma dallenamento volontario delle sedute con Compex. Il programma Muscolazione permette dimporre una gran quantit di lavoro specifico ai muscoli della parte superiore del corpo permettendo, cos, uno sviluppo armonioso delle spalle, con muscoli tonici e ben scolpiti. Contrariamente agli esercizi volontari realizzati con carichi pesanti che sono traumatizzanti per le articolazioni e i tendini, la stimolazione con il Compex non provoca generalmente degli indolenzimenti articolari e tendinei. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Muscolazione.

Programma consigliato

Muscolazione (da effettuare dopo un ciclo dutilizzazione del programma Iniziazione muscolare, come indicato nel protocollo precedente)

53

Gruppi muscolari

Senza m4

Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5:

e d

per i deltoidi

per i gran dorsali

a a

2 sedute deltoidi e 2 sedute gran dorsali con Muscolazione livello 1 2 sedute deltoidi e 2 sedute gran dorsali con Muscolazione livello 2 2 sedute deltoidi e 2 sedute gran dorsali con Muscolazione livello 3 2 sedute deltoidi e 2 sedute gran dorsali con Muscolazione livello 4 2 sedute deltoidi e 2 sedute gran dorsali con Muscolazione livello 5

FITNESS

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned 45-1h di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo, attivit fitness, ecc.), poi 1 seduta Muscolazione livello 2 sui deltoidi Marted Riposo

Nella parte sottostante riportato un esempio di ripartizione delle sedute previste per la settimana 2:
Mercoled 1 seduta Muscolazione livello 2 sui gran dorsali Gioved 45-1h di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo, attivit fitness, ecc.) Venerd 1 seduta Muscolazione livello 2 sui deltoidi Sabato Riposo Domenica 1 seduta Muscolazione livello 2 sui gran dorsali

Mantenimento dei risultati

Settimana 6 e seguenti:

1 seduta Muscolazione livello 5 alla settimana sui deltoidi 1 seduta Muscolazione livello 5 alla settimana sui gran dorsali

54

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 17 per i deltoidi Vedere disegno n 18 per i gran dorsali

FITNESS

Preparazione della muscolatura delle cosce di un individuo sedentario prima di una settimana di sci
Unattivit fisica stagionale come lo sci, anche se viene praticata come attivit di svago, sottopone lorganismo delle persone sedentarie a sollecitazioni inconsuete. I muscoli delle cosce (quadricipiti) sono i pi sollecitati e giocano un ruolo importante di protezione delle articolazioni delle ginocchia. Spesso il divertimento provato nelle prime giornate di sci poi in parte rovinato da un notevole indolenzimento in corrispondenza di tali muscoli, se non addirittura di traumi, qualche volta anche gravi, a carico del ginocchio. I programmi Iniziazione muscolare e Muscolazione del Compex costituiscono una preparazione muscolare ideale per i muscoli della coscia. In questo modo sar possibile sciare senza limitazioni, con maggiore divertimento ed in tutta sicurezza. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Iniziazione muscolare e Muscolazione. Programmi consigliati Gruppo muscolare Iniziazione muscolare, poi Muscolazione Senza m4 Con m4

55

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

6-8 settimane Settimana 1: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 2 sedute seduta 1: seduta 2:

a
Iniziazione muscolare livello 1 Iniziazione muscolare livello 2 Iniziazione muscolare livello 3 Iniziazione muscolare livello 4 2 sedute Iniziazione muscolare livello 5 3 sedute Muscolazione livello 1 3 sedute Muscolazione livello 2 3 sedute Muscolazione livello 3

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6:

Se il trattamento esteso a 8 settimane: Settimana 7: 3 sedute Muscolazione livello 4 Settimana 8: Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo 3 sedute Muscolazione livello 5

Vedere disegno n 8

FITNESS

Settimana 2:

FITNESS

10

44

11

Sviluppare e definire l'area addominale


Per ritrovare o sviluppare le qualit dei muscoli addominali, necessario imporre loro un lavoro intenso. Questo pu avvenire attraverso esercizi volontari della zona addominale che per oltre ad essere fastidiosi possono essere pericolosi se non eseguiti correttamente. Possono infatti comportare uno schiacciamento a livello della colonna lombare, con la conseguente comparsa o aggravamento di dolori nella parte dorsale inferiore. Compex offre un modo specifico di stimolazione per rassodare, tonificare e definire la zona addominale e persino per ottenere un addome scolpito, tutto ci senza il minimo indolenzimento e senza alcun pericolo per la colonna lombare. Il programma Iniziazione muscolare permette di riattivare i muscoli della zona addominale prima del lavoro pi intensivo del programma Muscolazione. Il lavoro specifico per la definizione e la tonicit muscolare sotterr invece con il programma Ipertonia. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Iniziazione muscolare, Muscolazione e Ipertonia. Programmi consigliati Gruppo muscolare Iniziazione muscolare, Muscolazione, poi Ipertonia Senza m4 Con m4

56

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Per il principiante: 13 settimane Per il praticante assiduo: 10 settimane Per il principiante: Settimana 1: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 2 sedute seduta 1: seduta 2:

Iniziazione muscolare livello 1 Iniziazione muscolare livello 2 Iniziazione muscolare livello 3 Iniziazione muscolare livello 4

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8:

2 sedute Iniziazione muscolare livello 5 3 sedute Muscolazione livello 1 3 sedute Muscolazione livello 2 3 sedute Muscolazione livello 3 3 sedute Muscolazione livello 4 3 sedute Muscolazione livello 5

FITNESS

Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Settimana 13:

3 sedute Ipertonia livello 1 3 sedute Ipertonia livello 2 3 sedute Ipertonia livello 3 3 sedute Ipertonia livello 4 3 sedute Ipertonia livello 5

Per il praticante assiduo: Iniziare direttamente con il programma della settimana 4 ed, eventualmente, aggiungere una quarta o anche una quinta seduta settimanale (per cui si effettueranno almeno da 4 a 6 allenamenti alla settimana) Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo Vedere disegni n 10 e n 44 per lintera zona addominale Vedere disegno n 11 per il trattamento del retto delladdome

57

FITNESS

FITNESS

Aumento della massa muscolare per un body-builder


Molti body-builders incontrano difficolt nello sviluppare certi gruppi muscolari, nonostante gli sforzi ripetuti durante i loro allenamenti volontari. La sollecitazione specifica imposta ai muscoli dal programma Ipertrofia comporta un notevole aumento del volume dei muscoli stimolati. Per une seduta di pari durata, il programma Ipertrofia del Compex comporta un guadagno di volume maggiore di quello ottenuto con il lavoro volontario. Il lavoro imposto da questo programma di stimolazione ad alcuni muscoli, poco ricettivi con lallenamento classico, costituisce la soluzione per uno sviluppo armonioso di tutti i gruppi muscolari persino per le zone difficili. Per ottenere considerevoli progressi, si raccomanda sempre: 1) per i principianti del fitness che non hanno mai utilizzato lelettrostimolazione, deffettuare un ciclo completo con il programma Iniziazione muscolare, poi un altro ciclo completo con il programma Muscolazione, prima diniziare la procedura di stimolazione descritta nellapplicazione qui di seguito; 2) di far precedere le sedute Ipertrofia da un breve allenamento volontario della forza; per esempio, 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima;

58

3) deffettuare una seduta di Capillarizzazione (programma della categoria Vascolare) subito dopo la seduta Ipertrofia.

20

FITNESS

Aumento della massa muscolare per un body-builder che si allena tre volte alla settimana
In questesempio, consideriamo che il body-builder desideri privilegiare il lavoro dei bicipiti, ritenendolo il suo punto debole. chiaramente possibile stimolare altri muscoli, come del resto si pu utilizzare il programma Ipertrofia su pi gruppi muscolari nello stesso periodo d'allenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui bicipiti e i polpacci, per esempio. Per ottenere considerevoli progressi, si raccomanda sempre deffettuare una seduta di Capillarizzazione (programma della categoria Vascolare) subito dopo la seduta Ipertrofia. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Ipertrofia.

Programmi consigliati Gruppo muscolare

Ipertrofia + Capillarizzazione Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

8 settimane Settimana 1:

a
3 sedute Ipertrofia livello 1

59

Settimane 2-3: 3 sedute Ipertrofia livello 2 alla settimana Settimane 4-5: 3 sedute Ipertrofia livello 3 alla settimana Settimane 6-8: 3 sedute Ipertrofia livello 4 alla settimana

FITNESS

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned Riposo Marted

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled Gioved Venerd Sabato Domenica

Riposo Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti inferiori, seguito da un trattamento attivo dei bicipiti: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui bicipiti

Riposo Allenamento volontario incentrato sui muscoli del tronco, seguito da un trattamento attivo dei bicipiti: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui bicipiti

Riposo Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti superiori, seguito da un trattamento attivo dei bicipiti: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui bicipiti

60

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimana 9 e seguenti:

1 seduta Ipertrofia livello 4 alla settimana

Vedere disegno n 20

FITNESS

Aumento della massa muscolare per un body-builder che si allena almeno sei volte alla settimana
In questesempio, consideriamo che il body-builder desideri privilegiare il lavoro dei polpacci, ritenendolo il suo punto debole ( chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma Ipertrofia su pi gruppi muscolari nello stesso periodo d'allenamento,cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui polpacci e i bicipiti, per esempio. Per ottenere considerevoli progressi, si raccomanda sempre deffettuare una seduta di Capillarizzazione (programma della categoria Vascolare) subito dopo la seduta Ipertrofia. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Ipertrofia.

Programmi consigliati Gruppo muscolare

Ipertrofia + Capillarizzazione Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane Settimana 1:

a
5 sedute Ipertrofia livello 1

61

Settimane 2-3: 5 sedute Ipertrofia livello 2 alla settimana Settimane 4-5: 5 sedute Ipertrofia livello 3 alla settimana Settimane 6-8: 5 sedute Ipertrofia livello 4 alla settimana Settimane 9-12: 5 sedute Ipertrofia livello 5 alla settimana

FITNESS

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned
Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti inferiori, seguito da un trattamento attivo dei polpacci: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui polpacci

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled Gioved
Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti inferiori, seguito da un trattamento attivo dei polpacci: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui polpacci

Marted

Venerd
Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti superiori, seguito da un trattamento attivo dei polpacci: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui polpacci

Sabato

Domenica

Riposo Allenamento volontario incentrato sui muscoli degli arti superiori, seguito da un trattamento attivo dei polpacci: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui polpacci

Riposo Allenamento volontario incentrato sui muscoli del tronco, seguito da un trattamento attivo dei polpacci: 3 serie di 5 ripetizioni al 90% della forza massima, poi 1 seduta Ipertrofia seguita da 1 seduta Capillarizzazione sui polpacci

62

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Ipertrofia livello 5 alla settimana

Vedere disegno n 4

10

11

44

FITNESS

Preparazione di un praticante di body-building che desidera sviluppare il volume e la definizione dei muscoli addominali
Numerosi praticanti di body-building incontrano difficolt nello sviluppare determinati gruppi muscolari, nonostante gli sforzi ripetuti durante i loro allenamenti volontari. La sollecitazione specifica imposta dal programma Ipertrofia comporta un aumento significativo del volume dei muscoli della zona addominale. Per una seduta di pari durata, il programma Ipertrofia del Compex fornisce un aumento di volume maggiore rispetto al lavoro volontario. Il complemento di lavoro imposto da questo programma di stimolazione ai muscoli insufficientemente ricettivi allallenamento classico costituisce la soluzione per uno sviluppo armonico della zona addominale. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Ipertrofia.

Programma consigliato Gruppo muscolare

Ipertrofia Senza m4 Con m4

63

Durata del trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione Ciclo n 1: 3 sedute Ipertrofia livello 1 alla settimana Ciclo n 3: 2-3 sedute Ipertrofia livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 2-3 sedute Ipertrofia livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 2-3 sedute Ipertrofia livello 5 alla settimana

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 10, n 11 e n 44

FITNESS

Ciclo n 2: 2-3 sedute Ipertrofia livello 2 alla settimana

FITNESS

Sviluppo delle capacit aerobiche di un praticante assiduo di fitness


In questesempio, consideriamo che chi pratica fitness desideri privilegiare il lavoro dei glutei ( chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma Aerobico su pi gruppi muscolari nello stesso periodo d'allenamento, cio applicare lo stesso protocollo di stimolazione sui glutei e sui deltoidi, per esempio. Lintensit degli sforzi, sostenuti nel corso di numerosi esercizi di fitness, sollecita essenzialmente il metabolismo aerobico per il quale determinante un buon utilizzo dellossigeno. Per ben utilizzare lossigeno, necessario avere: 1) un efficiente sistema cardiovascolare, in grado di veicolare importanti quantit di sangue ossigenato verso i muscoli; 2) dei muscoli in grado dassorbire lossigeno che gli arriva in massima quantit. Il programma Aerobico permette di ottenere un miglioramento della capacit dei muscoli di consumare ossigeno. particolarmente adatto a coloro che praticano attivamente fitness e sono ben allenati. Questi ultimi potranno, in tal modo, aumentare gli esercizi aerobici e realizzarli con ritmi pi sostenuti. Lefficacia del lavoro effettuato sar cos accresciuta in modo considerevole con importanti benefici muscolari. Questo programma non adatto per i principianti e per chi non sufficientemente allenato. Queste persone otterranno migliori risultati, cominciando ad utilizzare il programma Jogging sui quadricipiti. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Aerobico.

64

Programma consigliato Gruppo muscolare

Aerobico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane

a
3 sedute Aerobico livello 1

Settimana 1:

Settimane 2-3: 3 sedute Aerobico livello 2 alla settimana Settimane 4-5: 3 sedute Aerobico livello 3 alla settimana Settimane 6-8: 3 sedute Aerobico livello 4 alla settimana Settimane 9-12: 3 sedute Aerobico livello 5 alla settimana

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned 45-1h dattivit fisica in palestra, poi 1 seduta Aerobico sui glutei Marted Riposo

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 45-1h dattivit fisica in palestra, poi 1 seduta Aerobico sui glutei Gioved Riposo Venerd 1 seduta Aerobico sui glutei Sabato Riposo Domenica 1h di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo, ecc.)

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Aerobico livello 5 alla settimana

Vedere disegno n 9

65

FITNESS

FITNESS

Preparazione per un individuo ben allenato che desidera migliorare la tonicit dei quadricipiti con il programma Step
Il programma Step impone ai quadricipiti lo stesso tipo di sollecitazione degli esercizi volontari effettuati su una macchina di step. Le contrazioni si susseguono a ritmo molto rapido, aumentando da livello a livello, incrementando progressivamente la difficolt delle sedute. Questo tipo di lavoro migliora la tonicit del tessuto muscolare e consente di ottenere cosce ben affusolate e molto allenate. Lutilizzo del programma Step indicato per muscoli ben allenati: 1) sia dalla pratica degli esercizi attivi di step e dal programma Iniziazione muscolare (vedere la prima applicazione della categoria Fitness); 2) sia dallutilizzazione del programma Jogging fino al livello 3 incluso (vedere lapplicazione seguente). Il programma Step pu essere utilizzato in due modi: Modo di utilizzo n 1: utilizzazione classica con progressione di livello in livello mediante cicli di parecchie settimane; Modo di utilizzo n 2: nel corso di una stessa seduta, i cinque livelli vengono utilizzati per qualche minuto in ordine crescente; utilizzare il livello 1 per qualche minuto, poi tornare al menu principale e selezionare livello 2 per qualche minuto e cos via per gli altri livelli. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Step.

66

Programma consigliato Gruppo muscolare

Step Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare (programma specifico per quadricipiti)

Con m4

Durata del trattamento

Modo di utilizzo n 1: 3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli nella progressione Modo di utilizzo n 2: 6 settimane Nel corso della stessa seduta utilizzare i 5 livelli per qualche minuto in ordine crescente

FITNESS

Protocollo di trattamento

Modo di utilizzo n 1: Ciclo n 1: 3 sedute Step livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 3 sedute Step livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 3 sedute Step livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 3 sedute Step livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 3 sedute Step livello 5 alla settimana La durata di ogni ciclo da 3 a 6 settimane e non deve essere mai inferiore a 3 settimane Modo di utilizzo n 2: Settimana 1: 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 6 minuti con ciascuno dei 5 livelli) Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 7 minuti con ciascuno dei 5 livelli) 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 8 minuti con ciascuno dei 5 livelli) 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 9 minuti con ciascuno dei 5 livelli) 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 10 minuti con ciascuno dei 5 livelli) 3 sedute Step alla settimana (1 seduta = 12 minuti con ciascuno dei 5 livelli)

67

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned Marted Mercoled

Qualunque sia il modo di utilizzo scelto, seguire lesempio di pianificazione di 1 settimana indicato qui di seguito:
Gioved Venerd Riposo Sabato 1h di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo, ecc.), poi 1 seduta Step sui quadricipiti Domenica Riposo

1 seduta 45-1h dattivit fisica Step sui in palestra quadricipiti

1 seduta 45-1h dattivit fisica Step sui in palestra quadricipiti

Mantenimento dei risultati

Modo di utilizzo n 1: Alla fine di un ciclo si pu sia iniziare un nuovo ciclo con il livello immediatamente superiore, sia effettuare un allenamento di mantenimento di 1 seduta Step alla settimana con lultimo livello utilizzato Modo di utilizzo n 2: Alla fine del ciclo effettuare un allenamento di mantenimento di 1 seduta Step alla settimana. Questa seduta sar identica a una di quelle effettuate durante la settimana 6 (12 minuti con ciascuno dei 5 livelli)

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

FITNESS

FITNESS

Miglioramento della resistenza di uno jogger principiante o di uno jogger che pratica lattivit regolarmente, non per competizione
Oltre allesempio di pianificazione qui descritto, il programma Jogging particolarmente indicato per coloro che praticano regolarmente questa disciplina in modo ricreativo e che non possono effettuare una seduta dallenamento per una ragione qualsiasi (cattive condizioni climatiche, mancanza di tempo, stanchezza, ecc.). Essi potranno sostituire lallenamento volontario con una seduta di stimolazione con il programma Jogging. Il jogging uno sforzo dintensit media, mantenuto per una lunga durata. Questo tipo di sforzo tipico delle attivit di resistenza in cui il consumo dossigeno da parte dei muscoli un fattore determinante. Il principiante potr con questo programma ottenere un miglioramento rilevante della sua resistenza. Si sentir, cos, pi allenato quando correr ad una determinata velocit e sar in grado deffettuare pi facilmente delle lunghe uscite di jogging.

Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Jogging.

68

Programma consigliato Gruppo muscolare

Jogging Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare

Con m4

Durata del trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione Ciclo n 1: 2-3 sedute Jogging livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 2-3 sedute Jogging livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 2-3 sedute Jogging livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 2-3 sedute Jogging livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 2-3 sedute Jogging livello 5 alla settimana La durata di ogni ciclo da 3 a 6 settimane e non deve essere mai inferiore a 3 settimane

Protocollo di trattamento

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 45-1h dattivit fisica in palestra Gioved 1 seduta Jogging sui quadricipiti Venerd Riposo Sabato 1h di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo, ecc.), poi 1 seduta Jogging sui quadricipiti (facoltativo) Domenica Riposo

Luned 30-1h di jogging o dattivit fisica in palestra

Marted 1 seduta Jogging sui quadricipiti

Mantenimento dei risultati

Alla fine di un ciclo, si pu iniziare un nuovo ciclo con il livello immediatamente superiore, oppure effettuare un allenamento di 1 seduta Jogging alla settimana con lultimo livello utilizzato Vedere disegni n 4 e n 8

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

69

FITNESS

FITNESS

Preparazione per un praticante di fitness e che desidera ottimizzare gli effetti delle sue sedute di stretching attivo dei quadricipiti
Con il programma Stretching si stimola il muscolo antagonista (vale a dire, opposto) al muscolo sottoposto allallungamento in modo da sfruttare un meccanismo fisiologico ben conosciuto: il riflesso dinibizione reciproca. Questo riflesso che coinvolge la sensibilit propriocettiva dei muscoli, comporta in un rilassamento muscolare molto marcato. Si otterr pertanto un allungamento pi significativo perch effettuato su un muscolo pi rilassato. La stimolazione quindi effettuata su un muscolo opposto rispetto a quello che si deve allungare. Questa stimolazione consiste in una contrazione di lunga durata che, si manifesta e poi scompare lentamente, in modo progressivo. Un riposo completo intercala le contrazioni. nel corso della contrazione (che crescente in base ai livelli), che lo sportivo allunga il gruppo muscolare scelto con una tecnica di stretching classico volontario. In questesempio, la stimolazione effettuata sui quadricipiti per facilitare lallungamento ischiotibiale durante le fasi di contrazione. Programma consigliato Stretching Senza m4 Con m4

70

Gruppo muscolare

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Per tutta la durata della stagione, secondo il ritmo delle sedute volontarie di stretching Secondo la durata abituale dellallungamento (essendo ci in funzione delle scuole di preparazione fisica e delle sensazioni di ciascune), si sceglie il livello che sembra pi adatto La durata dellallungamento proposto di: 13 secondi per il livello 1 16 secondi per il livello 2 20 secondi per il livello 3 25 secondi per il livello 4 30 secondi per il livello 5

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Vedere disegno n 5 Assumere la posizione di partenza dellesercizio di stretching attivo

FITNESS

Preparazione per un praticante di fitness allenato che desidera sviluppare la sua esplosivit muscolare
In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei polpacci ( chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Il programma Sprint pu anche essere utilizzato su diversi gruppi muscolari nello stesso periodo d'allenamento, ci significa applicare la stessa procedura di stimolazione sui polpacci e sui bicipiti, per esempio. Il praticante di fitness che possiede gi dei muscoli ben allenati, pu desiderare un miglioramento della forza e della velocit di contrazione muscolare. Lesplosivit muscolare la capacit di un muscolo di raggiungere, il pi rapidamente possibile, la sua forza massima di contrazione. Questa qualit un fattore determinante dellefficacia gestuale per i movimenti effettuati con forza e velocit: scatto, salti, tiri, lanci, ecc. Il regime particolare di contrazioni muscolari del programma Sprint e la quantit di lavoro specifico al quale sono sottoposti i muscoli, permetteranno daumentare in modo rilevante lesplosivit muscolare. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Sprint.

71

Programma consigliato Gruppo muscolare

Sprint Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

Protocollo di trattamento

Ciclo n 1: 3 sedute Sprint livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 3 sedute Sprint livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 3 sedute Sprint livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 3 sedute Sprint livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 3 sedute Sprint livello 5 alla settimana La durata di ogni ciclo da 3 a 6 settimane e non deve essere mai inferiore a 3 settimane

FITNESS

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned 1 seduta Sprint sui polpacci Marted Allenamento abituale in palestra

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 1 seduta Sprint sui polpacci Gioved Allenamento abituale in palestra Venerd 1 seduta Sprint sui polpacci Sabato Domenica

Riposo Allenamento abituale in palestra o altra attivit fisica allesterno

Mantenimento dei risultati

Alla fine di un ciclo, si pu sia iniziare un nuovo ciclo con il livello immediatamente superiore, sia effettuare un allenamento in ragione di 1 seduta Sprint alla settimana con lultimo livello utilizzato Vedere disegno n 4

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

72

18

FITNESS

Complemento dallenamento per una persona che pratica power yoga e/o il pilates
Esempio di pianificazione per una persona che vuole lavorare sui quadricipiti e sui grandi dorsali. A seconda degli obiettivi personali, possibile stimolare altri gruppi muscolari. Da qualche anno, si registrato un vero e proprio boom delle varie discipline fisiche che mirano ad ottenere contemporaneamente il rilassamento, lo stretching ed il potenziamento. Oggi sono sempre pi numerose le persone che praticano attivit per rilassare ed equilibrare il corpo e, allo stesso tempo, per rafforzare i muscoli, migliorare le vie metaboliche e la circolazione sanguigna. Il power yoga e il pilates fanno parte di queste attivit. Queste discipline combinano nella stessa seduta esercizi rilassanti, particolarmente orientati verso la respirazione, esercizi di stretching e di scioltezza ed esercizi che migliorano la forza e il tono muscolare; questo simultaneamente per diversi gruppi muscolari. Come avviene per tutte le attivit fisiche, lelettrostimolazione in questo caso diventa un complemento ideale. Permette di fare lavorare in modo pi specifico i gruppi muscolari che incontrano delle difficolt durante lallenamento volontario e che possono cos beneficiare di un lavoro supplementare. I parametri dei programmi Stretching e Sprint sono perfettamente indicati per essere integrati nellallenamento di una persona che effettua, per esempio, due sedute alla settimana di power yoga o di pilates. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Sprint.

73

Programmi consigliati

Stretching e Sprint

Gruppi muscolari

Senza m4

Con m4

Durata del trattamento

5 settimane Avanzare di 1 livello alla settimana

c d

per i quadricipiti

per i gran dorsali

a a

FITNESS

Per il programma Stretching, seguire le istruzioni fornite precedentemente; si ricorda di stimolare il muscolo antagonista al muscolo che s'intende allungare

FITNESS

Protocollo di trattamento
Luned Marted

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 1 seduta Stretching sugli ischiotibiali per allungare i quadricipiti Gioved Venerd Sabato 1 seduta Stretching sugli ischiotibiali per allungare i quadricipiti Domenica 1 seduta Sprint sui gran dorsali

1 seduta Sprint 1 seduta sui gran dorsali volontaria di power yoga o di pilates

Riposo 1 seduta volontaria di power yoga o di pilates, seguita da una seduta Sprint sui gran dorsali

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Vedere disegno n 5 per gli ischio-tibiali Vedere disegno n 18 per i gran dorsali Per gli ischio-tibiali, assumere la posizione di partenza dellesercizio di stretching attivo

74

10

11

44

FITNESS

Miglioramento delle qualit della muscolatura addominale per un ciclista


Pur essendo raramente considerati muscoli prioritari nella pratica di attivit fisiche, gli addominali svolgono un ruolo determinante per l'efficacia gestuale della maggior parte delle attivit fisiche e sportive. I muscoli addominali deboli sono spesso responsabili dei problemi nella parte bassa della schiena. Ci comporta linsorgere di una sensazione di fatica nel corso delle uscite in bici. Per evitare il carattere in parte fastidioso (o considerato come tale) degli esercizi volontari, il programma Anaerobico permette d'imporre un regime di lavoro adatto alla specificit fisiologica delle fibre muscolari di sostegno degli addominali, senza incorrere negli effetti negativi che spesso accompagnano gli esercizi volontari degli addominali. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Anaerobico.

Programma consigliato Gruppo muscolare

Anaerobico Senza m4 Con m4

75

Durata del trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione Ciclo n 1: 3 sedute Anaerobico livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 2-3 sedute Anaerobico livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 2-3 sedute Anaerobico livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 2-3 sedute Anaerobico livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 2-3 sedute Anaerobico livello 5 alla settimana

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 10, n 11 e n 44

FITNESS

FITNESS

34

12

Miglioramento dellefficacia della muscolatura lombare e delladdome


I muscoli lombari e addominali sono determinanti per garantire il sostegno della regione vertebrale della parte inferiore della schiena (colonna lombare). Questo nel corso di tutte le attivit della vita quotidiana, ma anche durante le attivit sportive che sollecitano notevolmente la regione lombare. Il sostegno della regione lombare garantisce, inoltre, una buona efficienza meccanica della trasmissione delle forze tra i treni inferiore e superiore del corpo, permettendo di rinforzare i muscoli dellarea addominale. Il programma Anaerobico comporta un aumento significativo dellefficacia dei muscoli addominali e lombari. Una stimolazione di questi due gruppi muscolari permette di migliorare considerevolmente il sostegno della regione lombare con un effetto positivo sulla performance. Permette inoltre di prevenire gli episodi dolorosi della regione lombare (lombalgie), frequenti dopo la pratica di attivit fisiche intense. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Anaerobico.

76
Programma consigliato Gruppo muscolare Anaerobico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione Ciclo n 1: 3 sedute Anaerobico livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 2-3 sedute Anaerobico livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 2-3 sedute Anaerobico livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 2-3 sedute Anaerobico livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 2-3 sedute Anaerobico livello 5 alla settimana

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi

Utilizzare i 4 canali di stimolazione nel modo seguente: Canali 1 e 2: vedere il disegno n 34; posizionare il sistema m4 come raffigurato in questo disegno Canali 3 e 4: vedere disegno n 12 Seduto, la schiena non deve appoggiare allo schienale

Posizione del corpo

FITNESS

Preparazione per un praticante di fitness che desidera sviluppare le sue capacit per sostenere uno sforzo intenso
In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei quadricipiti ( chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma Anaerobico su diversi gruppi muscolari nello stesso periodo d'allenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui quadricipiti e sui glutei, per esempio. Gli sforzi di resistenza si caratterizzano da intensit di lavoro elevate e mantenute il pi a lungo possibile, spesso fino allo spossamento. Nel corso di tali sforzi, principalmente il metabolismo anaerobico lattico ad essere sollecitato. Il fattore che limita la performance una fatica muscolare legata, tra laltro, allaccumulo dacido lattico e alla capacit del muscolo di tollerare una concentrazione elevata di questo acido. Il regime specifico dattivazione delle fibre muscolari del programma Anaerobico, comporta un miglioramento notevole della tolleranza del muscolo ad importanti concentrazioni dacido lattico. La persona migliora cos la sua resistenza: lo sforzo, in tal modo, potr essere sostenuto pi a lungo alla stessa intensit o ad unintensit pi elevata per una medesima durata. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Anaerobico.

77

Programma consigliato Gruppo muscolare

Anaerobico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Cominciare dal livello 1 e non saltare i livelli durante la progressione Ciclo n 1: 2-3 sedute Anaerobico livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 2-3 sedute Anaerobico livello 2 alla settimana Ciclo n 3: 2-3 sedute Anaerobico livello 3 alla settimana Ciclo n 4: 2-3 sedute Anaerobico livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 2-3 sedute Anaerobico livello 5 alla settimana La durata di ogni ciclo da 3 a 6 settimane e non deve essere mai inferiore a 3 settimane

Protocollo di trattamento

FITNESS

FITNESS

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned 1 seduta Anaerobico sui quadricipiti Marted Allenamento abituale in palestra

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 1 seduta Anaerobico sui quadricipiti Gioved Allenamento abituale in palestra Venerd 1 seduta Anaerobico sui quadricipiti (facoltativo) Sabato Allenamento abituale in palestra o altra attivit fisica allesterno Domenica Riposo

Mantenimento dei risultati

Alla fine di un ciclo, si pu sia iniziare un nuovo ciclo con il livello immediatamente superiore, sia effettuare un allenamento in ragione di 1 seduta Anaerobico alla settimana con lultimo livello utilizzato Vedere disegno n 8

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

78

43

FITNESS
Le norme europee in vigore impongono la segnalazione relativa allapplicazione degli elettrodi a livello del torace: aumento del rischio di fibrillazione cardiaca

Preparazione per un praticante di fitness che desidera sviluppare i gran pettorali e aumentarne la forza
Per ottenere dei muscoli pettorali ben sviluppati e migliorarne la forza necessario sottoporli ad un lavoro intenso. Nellesercizio volontario, questo tipo di lavoro consiste nelleffettuare esercizi in palestra con dei carichi pesanti; ci comporta un lavoro traumatizzante per le articolazioni e i tendini coinvolti. Lo sviluppo e il potenziamento dei muscoli pettorali possono essere interessanti per le attivit sportive che richiedono arti superiori e spalle prestanti. Il programma Body power si adatta perfettamente a far lavorare questi muscoli in modo tale da migliorare le loro qualit contrattili e contribuire, di conseguenza, a sviluppare la loro forza di contrazione. Luso di questo programma permette inoltre di ottenere uno sviluppo armonioso del volume muscolare. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Body power.

Programma consigliato Gruppo muscolare

Body power Senza m4 Con m4

79

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

3-6 settimane per ciclo (minimo 3 settimane) Ciclo n 1: 3 sedute Body power livello 1 alla settimana Ciclo n 2: 3 sedute Body power livello 2 alla settimana Ciclo n 4: 3 sedute Body power livello 4 alla settimana Ciclo n 5: 3 sedute Body power livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

1 seduta Body power livello 5 alla settimana Vedere disegno n 43

FITNESS

Ciclo n 3: 3 sedute Body power livello 3 alla settimana

CROSS-TRAINING

2. Categoria Cross-Training
2.1 Introduzione
E in continua crescita il numero di persone che praticano regolarmente unattivit sportiva, sia per migliorare alcune qualit muscolari che per mantenere una buona forma fisica e sentirsi meglio. Queste attivit fisiche perseguono un obiettivo specifico e ricercano il miglioramento di un sistema metabolico determinato (per esempio, la resistenza) o di una definita qualit muscolare (per esempio, la forza o laumento del volume muscolare). Nuotare, correre a piedi per chilometri, uscire in bicicletta o dedicarsi a delle passeggiate con i pattini in linea sono alcune di queste attivit. Pu succedere in queste situazioni (ma anche in tutte le circostanze in cui si utilizzano gli stessi principi dallenamento applicati ai medesimi gruppi muscolari), che il miglioramento rallenti. Si pu giungere ad una situazione di stallo. In queste condizioni si pu essere assaliti da un senso di noia e pu aumentare il rischio di lesioni, a causa dei carichi costanti esercitati sugli stessi gruppi muscolari. Questa la ragione per cui oggi le persone interessate da questa problematica ricorrono ad una nuova pratica di attivit fisica chiamata cross-training. Questo tipo di sforzo fisico permette di mantenere la propria condizione generale, praticando diversi tipi di esercizi nella stessa seduta o, ancora, cambiando il tipo di attivit da una seduta allaltra. Ci permette di sviluppare il corpo nella sua globalit, senza privilegiare gruppi muscolari mirati o sistemi metabolici specifici (anaerobica o aerobica), di offrire un divertimento maggiore nellattivit e diminuire i rischi di lesioni. La categoria Cross-Training contiene dei programmi di stimolazione che, grazie alle loro sequenze variate, permettono di imporre ai muscoli tipi di lavoro diversi, pur offrendo la possibilit di perseguire un obiettivo specifico, per esempio, la forza esplosiva o la resistenza. I programmi della categoria Cross-Training sono ideati per muscoli sani, non sono adatti a muscoli atrofizzati che abbiano sofferto di un qualsiasi processo patologico. Per muscoli in tali condizioni si consiglia di utilizzare i programmi della categoria Riabilitazione (vedere questa voce pi avanti in questo capitolo).

81

CROSS-TRAINING

CROSS-TRAINING

2.2 Tabella dei programmi Cross-Training


Programmi Allenamento combinato Effetti Allenamento e preparazione dei muscoli a tutti i tipi di lavoro muscolare grazie alle differenti sequenze di lavoro Utilizzazione Allinizio di stagione per riprendere il lavoro muscolare dopo un periodo di riposo e prima degli allenamenti pi intensi e specifici Posizionamento degli Energie di elettrodi stimolazione In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

m1
S

Durante la Mantenimento della condizione stagione, per coloro fisica in generale che non vogliono privilegiare un solo tipo di performance e che preferiscono sottoporre i loro muscoli a diversi ritmi di lavoro C.T. aerobico Allenamento e preparazione dei muscoli a tutti i tipi di lavoro muscolare grazie alle differenti sequenze di lavoro, con un orientamento verso il tipo di lavoro di intensit moderata di lunga durata Per le persone che desiderano migliorare la loro resistenza, ma che vogliono anche sviluppare altre qualit muscolari Allenamento vario mirato allo sviluppo di qualit muscolari aerobiche In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 S

82

CROSS-TRAINING

Programmi C.T. resistente

Effetti Allenamento e preparazione dei muscoli a tutti i tipi di lavoro muscolare grazie alle differenti sequenze di lavoro con un orientamento verso un tipo di lavoro di intensit elevata mantenuto il pi a lungo possibile Aumento della capacit delle fibre a sopportare un lavoro che comporta un accumulo di acido lattico Allenamento e preparazione dei muscoli a tutti i tipi di lavoro muscolare grazie alle differenti sequenze di lavoro, con un orientamento verso uno sviluppo della velocit di contrazione Miglioramento dellesplosivit muscolare

Utilizzazione Per le persone che desiderano intensificare il loro programma di allenamento senza aumentare il rischio di lesioni Per migliorare la resistenza alla fatica delle fibre muscolari

Posizionamento degli Energie di elettrodi stimolazione In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

m1
S

83
Per le persone che desiderano imporre ai muscoli vari regimi di lavoro, pur privilegiando il miglioramento della velocit di contrazione In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 S

C.T. esplosivo

CROSS-TRAINING

CROSS-TRAINING

18

Ripresa di attivit dopo un'interruzione dellallenamento: preparazione muscolare polivalente


In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei gran dorsali (chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu utilizzare il programma Allenamento combinato su diversi gruppi muscolari nello stesso periodo di allenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui gran dorsali e sui tricipiti, per esempio. Un numero sempre maggiore di persone privilegiano un allenamento vario, eseguito in mezzo alla natura. Nel corso di questattivit, si alternano i differenti regimi di lavoro e i diversi muscoli sollecitati. Per esempio, dopo qualche minuto di jogging lento, si effettua una serie di accelerazioni, poi qualche salto, prima di riprendere una corsa pi lenta, e cos di seguito. L'obiettivo quello di far lavorare le differenti qualit muscolari, senza tuttavia privilegiarne una in particolare. Questo tipo di attivit , eseguita spesso allinizio della stagione per una riattivazione muscolare generale, ma anche effettuata regolarmente da coloro che praticano sport nel tempo libero e non desiderano privilegiare una performance muscolare particolare, ma al contrario, desiderano mantenersi in forma e raggiungere un adeguato livello muscolare generale. Allinizio della stagione o dopo uninterruzione importante dellallenamento, la ripresa dellattivit fisica e/o sportiva deve rispettare il principio della progressivit e della specificit crescente. abitudine effettuare qualche seduta iniziale, allo scopo di sottoporre i muscoli a tutte le forme di lavoro, preparandoli ad accostarsi agli allenamenti pi intensi e pi orientati verso una performance specifica. Grazie alle sue otto sequenze che si susseguono automaticamente, il programma Allenamento combinato impone alle fibre muscolari differenti tipi di sollecitazione e permette dabituare i muscoli stimolati a tutti i tipi di lavoro. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Allenamento combinato. Programma consigliato Gruppo muscolare Allenamento combinato Senza m4 Con m4

84

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

3-6 settimane (minimo 3 settimane)

3 sedute Allenamento combinato alla settimana sui gran dorsali durante l'intero trattamento Vedere disegno n 18

CROSS-TRAINING

Preparazione di un praticante di fitness che desidera un allenamento muscolare polivalente


In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei glutei (chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma Allenamento combinato su pi gruppi muscolari nello stesso periodo di allenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui glutei e sui quadricipiti, per esempio. Un numero sempre maggiore di persone privilegiano un allenamento vario, eseguito in mezzo alla natura. Nel corso di questattivit, si alternano i differenti regimi di lavoro e i diversi muscoli sollecitati. Per esempio, dopo qualche minuto di jogging lento, si effettua una serie di accelerazioni, poi qualche salto, prima di riprendere una corsa pi lenta, e cos di seguito. L'obiettivo quello di far lavorare le diverse qualit muscolari, senza tuttavia privilegiarne una in particolare. Questo tipo di attivit , eseguita spesso allinizio della stagione per una riattivazione muscolare generale, ma anche effettuata regolarmente da coloro che praticano sport nel tempo libero e non desiderano privilegiare una performance muscolare particolare, ma al contrario, desiderano mantenersi in forma e raggiungere un adeguato livello muscolare generale. La maggior parte dei praticanti di fitness desiderano migliorare le loro qualit muscolari e perseguono, a tale scopo, degli obiettivi che possono essere diversi: ricerca della tonicit, della resistenza, del volume, ecc. I mezzi per raggiungere questi diversi obiettivi consistono in differenti forme dallenamento volontario e nellutilizzo di programmi specifici delettrostimolazione. Altri praticanti preferiscono sviluppare linsieme delle loro qualit muscolari, senza privilegiarne una, in particolare. allora interessante imporre ai muscoli, nel corso di una stessa seduta, delle sollecitazioni varie, come quelle che sono indotte dal programma Allenamento combinato, grazie alle sue 8 sequenze che si susseguono automaticamente. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Allenamento combinato. Programma consigliato Gruppo muscolare Allenamento combinato Senza m4 Con m4

85

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

3-6 settimane (minimo 3 settimane)

2-3 sedute Allenamento combinato alla settimana sui glutei, durante l'intero trattamento

CROSS-TRAINING

CROSS-TRAINING

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned 1 seduta Allenamento combinato sui glutei Marted Allenamento abituale in palestra

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled 1 seduta Allenamento combinato sui glutei Gioved Allenamento abituale in palestra Venerd 1 seduta Allenamento combinato sui glutei (facoltativo) Sabato Domenica

Riposo Allenamento abituale in palestra o altra attivit fisica all'esterno

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

1 seduta Allenamento combinato alla settimana sui glutei Vedere disegno n 9

86

CROSS-TRAINING

Preparazione di un corridore fondista mezzofondista che desidera sviluppare il proprio scatto al termine della corsa
Ogni attivit fisica dintensit moderata mantenuta per un lungo periodo utilizza il metabolismo aerobico. Un buon sistema aerobico dipende da un apparato cardiovascolare efficace e, allo stesso tempo, necessita di muscoli capaci di consumare lossigeno che viene loro apportato (capacit ossidante). Lelettrostimolazione permette di sviluppare questa capacit e, in questo modo, migliora la resistenza dei gruppi muscolari stimolati. E interessante modificare, nel corso di una seduta di stimolazione, lorientamento del programma alternando la resistenza con gli aspetti concernenti la velocit, la forza e la forza resistente. Questo permette non solo di sviluppare la resistenza delle fibre muscolari, ma anche di lavorare simultaneamente con altre qualit che possono essere necessarie quando si pratica lattivit fisica scelta. Un corridore fondista - mezzofondista pu, per esempio, aver bisogno di forza per poter affrontare le salite o di aumentare la propria velocit al termine della corsa. Grazie alle sue particolari sequenze, il programma C.T. aerobico orientato soprattutto verso il potenziamento della resistenza, ma anche verso il miglioramento della velocit di contrazione, della forza e della forza resistente.

87
Il modo m1 particolarmente indicato per il programma C.T. aerobico.

Programmi consigliata Gruppo muscolare

C.T. aerobico + Capillarizzazione

c
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Per l'esempio dei quadricipiti

3-6 settimane (minimo 3 settimane) 3 sedute C.T. aerobico alla settimana sui quadricipiti, durante l'intero trattamento

CROSS-TRAINING

Senza m4

Con m4

CROSS-TRAINING

Pianificazione delle sedute settimanali


Luned Allenamento volontario: riscaldamento 20, poi 1-2 serie di 6 x [30 rapido / 30 lento] Footing lento 10 alla fine della seduta, poi 1 seduta Capillarizzazione sui quadricipiti Marted 1 seduta C.T. aerobico sui quadricipiti

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled Gioved Venerd
Riposo

Sabato

Domenica

Footing senza 1 seduta forzare 60, poi C.T. aerobico sui 1 seduta quadricipiti Capillarizzazione sui quadricipiti

Uscita lunga Footing senza forzare 1h30 (andatura moderata), poi 45-60 1 seduta Capillarizzazione sui quadricipiti

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

1 seduta C.T. aerobico alla settimana sui quadricipiti Vedere disegno n 8

88

CROSS-TRAINING

Miglioramento della propria capacit di sostenere degli sforzi intensi senza aumentare il rischio di lesioni
In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei polpacci (chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma C.T. resistente su pi gruppi muscolari nello stesso periodo dallenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui polpacci e sui quadricipiti, per esempio. Nei praticanti assidui di fitness, che svolgono diverse sedute dattivit volontaria intensa alla settimana, c il rischio di sollecitare eccessivamente i muscoli e le articolazioni coinvolti. Il programma C.T. resistente offre una buona alternativa per intensificare il programma dallenamento senza aumentare il rischio di subire delle lesioni. Inoltre, lalternanza delle varie sequenze di stimolazione permette di imporre ai muscoli un lavoro differenziato, che attinge a diverse qualit muscolari, migliorando allo stesso tempo la loro capacit di sopportare meglio laccumulo di acido lattico che si verifica durante uno sforzo fisico dintensit elevata. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma C.T. resistente.

89
Programma consigliato Gruppo muscolare C.T. resistente Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Pianificazione delle sedute settimanali


Luned Marted

3-6 settimane (minimo 3 settimane)

3 sedute C.T. resistente alla settimana sui polpacci, durante l'intero trattamento Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:
Mercoled Gioved Venerd Sabato 1h-1h30 di attivit fisica volontaria (jogging, nuoto, ciclismo) Domenica Riposo

Riposo 1h di attivit 1h di attivit fisica in palestra, fisica in poi 1 seduta palestra C.T. resistente sui polpacci

1 seduta 1h di attivit fisica in palestra, C.T. resistente poi 1 seduta sui polpacci C.T. resistente sui polpacci

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

1 seduta C.T. resistente alla settimana sui polpacci Vedere disegno n 4

CROSS-TRAINING

CROSS-TRAINING

Preparazione alla competizione di uno sportivo che pratica uno sport di squadra
In questesempio, consideriamo che il praticante di fitness desideri privilegiare il lavoro dei quadricipiti (chiaramente possibile stimolare altri muscoli). Si pu anche utilizzare il programma C.T. esplosivo su pi gruppi muscolari nello stesso periodo di allenamento, cio applicare la stessa procedura di stimolazione sui quadricipiti e sui glutei, per esempio. Gli sport di squadra, come per esempio il calcio, il rugby, la pallamano o la pallacanestro, esigono un buon sviluppo delle diverse qualit muscolari. Durante una partita, la forza e lesplosivit diventano fattori determinanti, ma anche un buon sistema cardiovascolare svolge un ruolo importante. La preparazione per questo tipo di attivit fisica non dovr quindi perseguire il miglioramento di una sola qualit, ma dovr tenere in considerazione, grazie a esercizi diversi, una preparazione volontaria diversificata mirata allo stesso tempo a fattori come lesplosivit muscolare e la resistenza. I regimi di attivazione del programma C.T. esplosivo permettono di far lavorare i gruppi muscolari interessati in modo vario e di imporre dei regimi diversi, favorendo lesplosivit muscolare, che costituisce un fattore importante per la maggior parte degli sport di squadra.

90

Il modo m1 particolarmente indicato per il programma C.T. esplosivo.

Programma consigliato Gruppo muscolare

C.T. esplosivo Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Pianificazione delle sedute settimanali


Luned Allenamento collettivo, poi 1 seduta C.T. esplosivo sui quadricipiti Marted 1 seduta C.T. esplosivo sui quadricipiti

10 settimane

a
Sabato Domenica 1 seduta C.T. esplosivo sui quadricipiti Allenamento collettivo, Riposo poi 1 seduta C.T. esplosivo sui quadricipiti

4 sedute C.T. esplosivo alla settimana sui quadricipiti, durante l'intero trattamento Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:
Mercoled Allenamento 45-1h in palestra Gioved Venerd Riposo

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

1 seduta C.T. esplosivo alla settimana sui quadricipiti Vedere disegno n 8

ESTETICA

3. Categoria Estetica
3.1 Introduzione
Grazie alla loro grande diversit ed alla loro elevata specificit, i programmi Estetica del Compex vi permetteranno di ritrovare e di mantenere un corpo sodo e armonioso, una silhouette slanciata ed una pelle tonica. Uno stile di vita sedentario e unalimentazione non sufficientemente equilibrata possono comportare degli scompensi nella forma fisica, salute e bellezza. I muscoli poco utilizzati perdono le loro propriet causando una diminuzione in termini di forza e di tonicit e quindi un certo rilassamento. Lattivit muscolare insufficiente comporta una cattiva circolazione sanguigna. Gli scambi cellulari subiscono un rallentamento e in tal modo i tessuti cutanei perdono le loro qualit elastiche.

93

ESTETICA

ESTETICA

3.2 Tabella dei programmi Estetica


Programmi Tonificazione Effetti Utilizzazione Posizionamento degli elettrodi Energie di stimolazione

m1
S

Tonificazione dei Da utilizzare muscoli inizialmente per tonificare e preparare i muscoli prima del lavoro pi intenso di rassodamento

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare la sopportabili posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 Qualche esempio: Addominali: vedere disegno n 10 Glutei: vedere disegno n 9 Cosce: vedere disegni n 6 e n 8 Braccia: vedere disegno n 21 In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare la sopportabili posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 Qualche esempio: Addominali: vedere disegno n 10 Glutei: vedere disegno n 9 Cosce: vedere disegni n 6 e n 8 Braccia: vedere disegno n 21

Rassodamento

Rassodamento dei muscoli

94

Da utilizzare come trattamento principale di rassodamento dei muscoli

Linea

Definizione e scultura del corpo quando i muscoli sono gi stati trattati

Da utilizzare al termine della fase di rassodamento

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare la sopportabili posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 Qualche esempio: Glutei: vedere disegno n 9 Cosce: vedere disegni n 6 e n 8 Braccia: vedere disegno n 21

ESTETICA

Programmi Definizione

Effetti Definizione del giro vita, riduzione dei cuscinetti, delle maniglie dellamore, ecc.

Utilizzazione

Posizionamento degli elettrodi

Energie di stimolazione Energie massime sopportabili

m1
S

Vedere disegni n 10 e Da utilizzare in n 44 corrispondenza dei muscoli del giro vita dopo il rassodamento del ventre Da utilizzare come complemento dei programmi Rassodamento oppure Linea

Cutaneo-elastico Miglioramento dellelasticit della pelle e della sua tonicit

In funzione del muscolo Energie da stimolare, rispettare la sufficienti per posizione raccomandata provocare delle vigorose scosse Vedere disegni n 1-23, muscolari n 31, n 34, n 43 e n 44 Qualche esempio: Addominali: vedere disegno n 10 Glutei: vedere disegno n 9 Cosce: vedere disegni n 6, 8 Braccia: vedere disegno n 21

No

95
Energie massime sopportabili No

Calorilyse

Aumento del dispendio di calorie e incremento della diminuzione della massa grassa Creazione di uno stress elettrico ed di una vasodilatazione in corrispondenza degli accumuli di cellule grasse o di cellulite

Da utilizzare come complemento di un regime ipocalorico e per accentuarne il risultato Da utilizzare come coadiuvante di altri trattamenti contro la cellulite per aumentarne lefficacia

Da applicare sui grandi gruppi muscolari Vedere disegni n 8, n 9, n 10 e n 25

Adipostress

Da applicare Energie massime direttamente sulle zone sopportabili affette da cellulite cercando di coprire il pi possibile con gli elettrodi la zona interessata dall'inestetismo Qualche esempio: Addominali: vedere disegno n 34 Glutei: vedere disegno n 31 Cosce: vedere disegno n 29 Vita: vedere disegno n 30

No

ESTETICA

ESTETICA

10

44

3.3 Applicazioni specifiche dei programmi Estetica

Per rassodare il corpo e definire la silhouette: ADDOMINALI


I programmi della categoria Estetica del Compex, abbinati alla grande qualit degli impulsi elettrici dellapparecchio, permettono di imporre ai muscoli un lavoro progressivo perfettamente adatto alle esigenze individuali. Questa attivit muscolare molto intensa (di centinaia di secondi di contrazione sostenuta) inizialmente tonifica i muscoli, rassodandoli, e poi ne ridefinisce i contorni scolpendo il corpo. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento, poi Definizione Senza m4 Con m4

96

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Definizione livello 1 3 sedute Definizione livello 2 3 sedute Definizione livello 3 3 sedute Definizione livello 4 3 sedute Definizione livello 5 1 seduta Definizione livello 5 alla settimana

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Mantenimento dei risultati Settimana 13 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 10 e n 44

ESTETICA

Per rassodare il corpo e definire la silhouette: GLUTEI


I programmi della categoria Estetica del Compex, abbinati alla grande qualit degli impulsi elettrici dellapparecchio, permettono di imporre ai muscoli un lavoro progressivo perfettamente adatto alle esigenze individuali. Questa attivit muscolare molto intensa (di centinaia di secondi di contrazione sostenuta) inizialmente tonifica i muscoli, rassodandoli, e poi ne ridefinisce i contorni scolpendo il corpo. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento, poi Linea Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Linea livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Linea livello 5 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

97

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo Settimana 13 e seguenti:

Vedere disegno n 9

ESTETICA

3 sedute Rassodamento livello 2

ESTETICA

Per rassodare il corpo e definire la silhouette: COSCE


I programmi della categoria Estetica del Compex, abbinati alla grande qualit degli impulsi elettrici dellapparecchio, permettono di imporre ai muscoli un lavoro progressivo perfettamente adatto alle esigenze individuali. Questa attivit muscolare molto intensa (di centinaia di secondi di contrazione sostenuta) inizialmente tonifica i muscoli, rassodandoli, e poi ne ridefinisce i contorni scolpendo il corpo. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento, poi Linea Senza m4 Con m4

98

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Linea livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Linea livello 5 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo Settimana 13 e seguenti:

Vedere disegno n 8

19

20

21

ESTETICA

Per rassodare il corpo e definire la silhouette: BRACCIA


I programmi della categoria Estetica del Compex, abbinati alla grande qualit degli impulsi elettrici dellapparecchio, permettono di imporre ai muscoli un lavoro progressivo perfettamente adatto alle esigenze individuali. Questa attivit muscolare molto intensa (di centinaia di secondi di contrazione sostenuta) inizialmente tonifica i muscoli, rassodandoli, e poi ne ridefinisce i contorni scolpendo il corpo. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento, poi Linea Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Linea livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Linea livello 5 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

99

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo Settimana 13 e seguenti:

Vedere disegni n 19, n 20 e n 21

ESTETICA

ESTETICA

Per rassodare il corpo e definire la silhouette: GLUTEI E COSCE


(esempi di trattamenti per le due zone)
I programmi della categoria Estetica del Compex, abbinati alla grande qualit degli impulsi elettrici dellapparecchio, permettono di imporre ai muscoli un lavoro progressivo perfettamente adatto alle esigenze individuali. Questa attivit muscolare molto intensa (di centinaia di secondi di contrazione sostenuta) inizialmente tonifica i muscoli, rassodandoli, e poi ne ridefinisce i contorni scolpendo il corpo. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppi muscolari Tonificazione, Rassodamento, poi Linea Senza m4 Con m4

100

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione 2 sedute sulle cosce seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione 3 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione seduta 3: Tonificazione 3 sedute sulle cosce seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione seduta 3: Tonificazione livello 1 livello 2 livello 1 livello 2 livello 3 livello 4 livello 5 livello 3 livello 4 livello 5

f c

per i glutei

per le cosce

a a

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4:

3 sedute Rassodamento livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

ESTETICA

Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Rassodamento livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 6 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled Gioved Venerd Sabato Domenica Riposo

101

Luned

Marted

1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei

1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei

1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

Mantenimento dei risultati

Esempio 2

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Linea livello 5 alla settimana sui glutei 1 seduta Linea livello 5 alla settimana sulle cosce

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 9 per i glutei Vedere disegno n 8 per le cosce

ESTETICA

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce

Esempio 1

ESTETICA

34

31

Per migliorare la tonicit e laspetto estetico del giro vita e dei glutei
Per mantenere o riacquistare la linea desiderata importante riservare una particolare attenzione agli addominali e ai glutei. Questi muscoli svolgono normalmente (grazie alla loro tonicit) un ruolo di sostegno e di contenimento degli organi (per i muscoli addominali). Quando diminuisce la tonicit, come avviene generalmente quando questi muscoli non vengono adeguatamente sollecitati per mancanza di unattivit fisica appropriata, il loro ruolo di sostegno non pi garantito adeguatamente e questo si ripercuote negativamente sulla silhouette. I programmi Tonificazione e Rassodamento della categoria Estetica permettono, in un primo tempo, di ritrovare una buona tonicit muscolare. Questo risultato verr poi potenziato, grazie al programma Linea. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Tonificazione, Rassodamento, poi Linea Senza m4 Con m4

102

Gruppi muscolari

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 addominali e sui glutei seduta 2: Tonificazione livello 2 addominali e sui glutei 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 addominali e sui glutei seduta 2: Tonificazione livello 4 addominali e sui glutei seduta 3: Tonificazione livello 5 addominali e sui glutei sugli sugli

v f

per gli addominali

per i glutei

a a

Settimana 2:

sugli sugli sugli

ESTETICA

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7: Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Mantenimento dei risultati Settimana 13 e seguenti:

3 sedute Rassodamento livello 1 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Rassodamento livello 2 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Rassodamento livello 3 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Rassodamento livello 4 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Rassodamento livello 5 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Linea livello 1 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Linea livello 2 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Linea livello 3 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Linea livello 4 sugli addominali e sui glutei 3 sedute Linea livello 5 sugli addominali e sui glutei 1 seduta Linea livello 5 alla settimana sugli addominali e sui glutei

103

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Utilizzare i 4 canali di stimolazione nel modo seguente: Canali 1 e 2: Canali 3 e 4: Vedere disegno n 34; posizionare il sistema m4 come raffigurato in questo disegno Vedere disegno n 31

ESTETICA

ESTETICA

34

Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: ADDOMINALI


Anche le persone snelle, che hanno un corpo sodo, possono presentare degli accumuli localizzati di cellulite. Esistono numerosi trattamenti per eliminare questo problema. Tuttavia, eccetto che in caso di intervento chirurgico, nessuno di tali trattamenti ha dimostrato unefficacia risolutiva. La combinazione dei trattamenti cutanei locali (ultrasuoni, drenaggio, mesoterapia, aspirazione, rullaggio compressivo, ecc.) pare comunque fornire ottimi risultati. in questa ottica che il programma Adipostress risulta particolarmente interessante. Se utilizzato da solo non potr eliminare la cellulite (anche se nettamente pi efficace rispetto alla tradizionale elettrolipolisi) tuttavia stress elettrico sugli accumuli di grasso e vasodilatazione cutanea permettono di rinforzare lazione degli altri trattamenti locali utilizzati in combinazione, ottenendo in tal modo migliori risultati. Programma consigliato Gruppo muscolare Adipostress Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

104
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati

Settimana 6 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 34

31

ESTETICA

Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: GLUTEI


Anche le persone snelle, che hanno un corpo sodo, possono presentare degli accumuli localizzati di cellulite. Esistono numerosi trattamenti per eliminare questo problema. Tuttavia, eccetto che in caso di intervento chirurgico, nessuno di tali trattamenti ha dimostrato unefficacia risolutiva. La combinazione dei trattamenti cutanei locali (ultrasuoni, drenaggio, mesoterapia, aspirazione, rullaggio compressivo, ecc.) pare comunque fornire ottimi risultati. in questa ottica che il programma Adipostress risulta particolarmente interessante. Se utilizzato da solo non potr eliminare la cellulite (anche se nettamente pi efficace rispetto alla tradizionale elettrolipolisi) tuttavia stress elettrico sugli accumuli di grasso e vasodilatazione cutanea permettono di rinforzare lazione degli altri trattamenti locali utilizzati in combinazione, ottenendo in tal modo migliori risultati. Programma consigliato Gruppo muscolare Adipostress Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana

105

Mantenimento dei risultati

Settimana 6 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 31

ESTETICA

ESTETICA

30

Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: VITA


Anche le persone snelle, che hanno un corpo sodo, possono presentare degli accumuli localizzati di cellulite. Esistono numerosi trattamenti per eliminare questo problema. Tuttavia, eccetto che in caso di intervento chirurgico, nessuno di tali trattamenti ha dimostrato unefficacia risolutiva. La combinazione dei trattamenti cutanei locali (ultrasuoni, drenaggio, mesoterapia, aspirazione, rullaggio compressivo, ecc.) pare comunque fornire ottimi risultati. in questa ottica che il programma Adipostress risulta particolarmente interessante. Se utilizzato da solo non potr eliminare la cellulite (anche se nettamente pi efficace rispetto alla tradizionale elettrolipolisi) tuttavia stress elettrico sugli accumuli di grasso e vasodilatazione cutanea permettono di rinforzare lazione degli altri trattamenti locali utilizzati in combinazione, ottenendo in tal modo migliori risultati. Programma consigliato Gruppo muscolare Adipostress Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

106
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati

Settimana 6 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 30

29

ESTETICA

Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: COSCE


Anche le persone snelle, che hanno un corpo sodo, possono presentare degli accumuli localizzati di cellulite. Esistono numerosi trattamenti per eliminare questo problema. Tuttavia, eccetto che in caso di intervento chirurgico, nessuno di tali trattamenti ha dimostrato unefficacia risolutiva. La combinazione dei trattamenti cutanei locali (ultrasuoni, drenaggio, mesoterapia, aspirazione, rullaggio compressivo, ecc.) pare comunque fornire ottimi risultati. in questa ottica che il programma Adipostress risulta particolarmente interessante. Se utilizzato da solo non potr eliminare la cellulite (anche se nettamente pi efficace rispetto alla tradizionale elettrolipolisi) tuttavia stress elettrico sugli accumuli di grasso e vasodilatazione cutanea permettono di rinforzare lazione degli altri trattamenti locali utilizzati in combinazione, ottenendo in tal modo migliori risultati. Programma consigliato Gruppo muscolare Adipostress Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana

107

Mantenimento dei risultati

Settimana 6 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 29

ESTETICA

ESTETICA

31

29

Per agire sugli accumuli localizzati di cellulite: GLUTEI E COSCE


(esempi di trattamenti per le due zone)
Anche le persone snelle, che hanno un corpo sodo, possono presentare degli accumuli localizzati di cellulite. Esistono numerosi trattamenti per eliminare questo problema. Tuttavia, eccetto che in caso di intervento chirurgico, nessuno di tali trattamenti ha dimostrato unefficacia risolutiva. La combinazione dei trattamenti cutanei locali (ultrasuoni, drenaggio, mesoterapia, aspirazione, rullaggio compressivo, ecc.) pare comunque fornire ottimi risultati. in questa ottica che il programma Adipostress risulta particolarmente interessante. Se utilizzato da solo non potr eliminare la cellulite (anche se nettamente pi efficace rispetto alla tradizionale elettrolipolisi) tuttavia stress elettrico sugli accumuli di grasso e vasodilatazione cutanea permettono di rinforzare lazione degli altri trattamenti locali utilizzati in combinazione, ottenendo in tal modo migliori risultati. Programma consigliato Gruppi muscolari Adipostress Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

108

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

5 settimane Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: 3 sedute Adipostress livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

f c

per i glutei

per le cosce

ESTETICA

Pianificazione delle sedute settimanali

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 6 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei Gioved Riposo Venerd 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei Sabato Riposo Domenica Riposo

Luned 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce 1 seduta Adipostress livello 4 sui glutei

Marted Riposo

Esempio 1

1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce

1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce

1 seduta Adipostress livello 4 sulle cosce

Mantenimento dei risultati

Esempio 2

Riposo

Settimana 6 e seguenti:

1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana sui glutei 1 seduta Adipostress livello 5 alla settimana sulle cosce

109

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 31 per i glutei Vedere disegno n 29 per le cosce

ESTETICA

ESTETICA

10

Per bruciare il massimo delle calorie


Lelettrostimolazione, inducendo un lavoro muscolare e un conseguente dispendio energetico, permette di bruciare calorie. Tuttavia, se non accompagnate da una dieta, le calorie bruciate in caso di attivit fisica, anche intensa, non possono portare ad una perdita significativa di peso. Ad esempio una persona del peso di 70 kg che corre in una maratona arriva a consumare circa 3000 kcal, cio soltanto un terzo di un chilo di grasso. Se si desidera quindi perdere peso, necessario seguire una dieta ipocalorica. Il lavoro muscolare sar utile perch permetter di bruciare ancora pi calorie. mirando a questo obbiettivo che stato concepito il programma Calorilyse del Compex, che fa lavorare grandi gruppi muscolari ad un ritmo che consente di consumare molte calorie. Idealmente, consigliabile seguire una dieta equilibrata, povera di calorie ma ricca di vitamine, di proteine di sali minerali e di oligoelementi. Per fare in modo che la dieta seguita sortisca la massima efficacia, bene associarla ad una mezzora di bicicletta o di nuoto ogni giorno ed al programma Calorilyse. Programma consigliato Gruppi muscolari Calorilyse Senza m4 Con m4

110

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

f c v

(1 seduta della settimana)

(2 seduta della settimana)

(3 seduta della settimana)

15 settimane

a a a

Settimana 1: Settimane 2-3: Settimane 4-6: Settimane 7-10:

3 sedute Calorilyse livello 1 3 sedute Calorilyse livello 2 alla settimana 3 sedute Calorilyse livello 3 alla settimana 3 sedute Calorilyse livello 4 alla settimana

Settimane 11-15: 3 sedute Calorilyse livello 5 alla settimana

ESTETICA

Pianificazione delle sedute settimanali

Per ogni settimana si consiglia di alternare i gruppi muscolari stimolati come descritto qui: 1 seduta della settimana: glutei a 2 seduta della settimana: cosce a 3 seduta della settimana: addominali
a

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 9 (1 seduta della settimana) a Vedere disegno n 8 (2 seduta della settimana) a Vedere disegno n 10 (3 seduta della settimana)

111

ESTETICA

ESTETICA

10

44

34

Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: ADDOMINALI


L'applicazione specifica indicata qui di seguito destinata alle persone generalmente snelle con corpo non tonico e con accumuli localizzati di cellulite. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione ridona vigore ai muscoli, tonicit al corpo ed una silhouette armoniosa. Lapplicazione locale del programma Adipostress, come complemento ad un altro trattamento contro la cellulite, permetter di correggere i difetti e le imperfezioni localizzate dellipoderma. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Adipostress, poi Definizione + Adipostress Senza m4 Con m4

112

v
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Settimana 1: Settimana 2: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Adipostress livello 3

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Definizione livello 1 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Definizione livello 2 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Definizione livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Definizione livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 3 sedute Definizione livello 5 3 sedute Adipostress livello 5

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 6 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled Gioved Venerd Sabato Domenica Riposo

Luned
Esempio 1

Marted

1 seduta 1 seduta Rassodamento Adipostress livello 1 livello 2

1 seduta 1 seduta Rassodamento Adipostress livello 1 livello 2

1 seduta 1 seduta Rassodamento Adipostress livello 1 livello 2

113

Riposo 1 seduta Rassodemanto livello 2 seguita da 1 seduta Adipostress livello 1

Riposo 1 seduta Rassodemanto livello 2 seguita da 1 seduta Adipostress livello 1

Riposo 1 seduta Rassodemanto livello 2 seguita da 1 seduta Adipostress livello 1

Riposo

Esempio 2

Mantenimento dei risultati

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Definizione livello 5 alla settimana

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 10 e n 44 per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione Vedere disegno n 34 per il programma Adipostress

ESTETICA

ESTETICA

30

Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: GLUTEI E VITA


(esempi di trattamenti per le due zone)
L'applicazione specifica indicata qui di seguito destinata alle persone generalmente snelle con corpo non tonico e con accumuli localizzati di cellulite. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea ridona vigore ai muscoli, tonicit al corpo ed una silhouette armoniosa. Lapplicazione locale del programma Adipostress, come complemento ad un altro trattamento contro la cellulite, permetter di correggere i difetti e le imperfezioni localizzate dellipoderma. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Adipostress, poi Linea + Adipostress Senza m4 Con m4

114

f
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Settimana 1: Settimana 2: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento 2 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 1 sulla vita 3 sedute Rassodamento livello 2 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 1 sulla vita 3 sedute Rassodamento livello 3 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 2 sulla vita 3 sedute Rassodamento livello 4 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 2 sulla vita 3 sedute Rassodamento livello 5 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 3 sulla vita

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 3 sulla vita 3 sedute Linea livello 2 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 4 sulla vita 3 sedute Linea livello 3 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 4 sulla vita 3 sedute Linea livello 4 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 5 sulla vita 3 sedute Linea livello 5 sui glutei 3 sedute Adipostress livello 5 sulla vita

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione precedente (Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: ADDOMINALI) Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana sui glutei

Mantenimento dei risultati

115

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 9 per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea Vedere disegno n 30 per il programma Adipostress

ESTETICA

ESTETICA

29

Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: COSCE


L'applicazione specifica indicata qui di seguito destinata alle persone generalmente snelle con corpo non tonico e con accumuli localizzati di cellulite. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea ridona vigore ai muscoli, tonicit al corpo ed una silhouette armoniosa. Lapplicazione locale del programma Adipostress, come complemento ad un altro trattamento contro la cellulite, permetter di correggere i difetti e le imperfezioni localizzate dellipoderma. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Adipostress, poi Linea + Adipostress Senza m4 Con m4

116

c
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Settimana 1: Settimana 2: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3: Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Adipostress livello 3

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 3 sedute Linea livello 5 3 sedute Adipostress livello 5

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: ADDOMINALI Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

117

Vedere disegno n 8 per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea Vedere disegno n 29 per il programma Adipostress

ESTETICA

ESTETICA

19

20

21

Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: BRACCIA


L'applicazione specifica indicata qui di seguito destinata alle persone generalmente snelle con corpo non tonico e con accumuli localizzati di cellulite. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea ridona vigore ai muscoli, tonicit al corpo ed una silhouette armoniosa. Lapplicazione locale del programma Adipostress, come complemento ad un altro trattamento contro la cellulite, permetter di correggere i difetti e le imperfezioni localizzate dellipoderma. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Adipostress, poi Linea + Adipostress Senza m4 Con m4

118

e
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Settimana 1: Settimana 2: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3:

Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Adipostress livello 1 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Adipostress livello 2 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Adipostress livello 3

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 3 sedute Adipostress livello 3 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Adipostress livello 4 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Adipostress livello 5 3 sedute Linea livello 5 3 sedute Adipostress livello 5

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: ADDOMINALI Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

119

Vedere disegni n 19, n 20 e n 21

ESTETICA

ESTETICA

Per rassodare il corpo e combattere la cellulite: GLUTEI E COSCE


(esempi di trattamenti per le due zone)
L'applicazione specifica indicata qui di seguito destinata alle persone generalmente snelle con corpo non tonico e con accumuli localizzati di cellulite. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea ridona vigore ai muscoli, tonicit al corpo ed una silhouette armoniosa. Lapplicazione locale del programma Adipostress, come complemento ad un altro trattamento contro la cellulite, permetter di correggere i difetti e le imperfezioni localizzate dellipoderma. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppi muscolari Tonificazione, Rassodamento + Adipostress, poi Linea + Adipostress Senza m4 Con m4

120

f c
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

per i glutei

per le cosce

a a

Il sistema m4 non disponibile nel programma Adipostress

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione 2 sedute sulle cosce seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione 3 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione seduta 3: Tonificazione 2 sedute sulle cosce seduta 1: Tonificazione seduta 2: Tonificazione seduta 3: Tonificazione livello 1 livello 2 livello 1 livello 2 livello 3 livello 4 livello 5 livello 3 livello 4 livello 5

Settimana 2:

31

29

ESTETICA

Settimana 3:

3 sedute Rassodamento livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 2 glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

Settimana 4:

Settimana 5:

Settimana 6:

Settimana 7:

121

Settimana 8:

Settimana 9:

Settimana 10:

3 sedute Linea livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

Settimana 11:

Settimana 12:

ESTETICA

3 sedute Linea livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Adipostress livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

ESTETICA

Pianificazione delle sedute settimanali

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 12 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce Gioved 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei Venerd 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce Sabato Domenica

Luned 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sulle cosce

Marted 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Adipostress livello 1 sui glutei

122

Mantenimento dei risultati

Esempio 2

Esempio 1

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Linea livello 5 alla settimana sui glutei 1 seduta Linea livello 5 alla settimana sulle cosce

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 9 per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea dei glutei Vedere disegno n 8 per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea delle cosce Vedere disegno n 31 per il programma Adipostress dei glutei Vedere disegno n 29 per il programma Adipostress della cosce

10

44

ESTETICA

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: ADDOMINALI


Questi programmi sono destinati alle persone che hanno perso peso o a coloro la cui pelle, nel corso degli anni, ha perso la tonicit e lelasticit naturali. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione utilizzati, permette di riacquistare muscoli vigorosi, un corpo sodo e una linea armoniosa. L'applicazione combinata del programma Cutaneo-elastico aumenta lossigenazione della pelle, intensifica il ricambio cellulare e attiva le fibre elastiche, permettendo alla pelle di distendersi e ritrovare lelasticit perduta. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Definizione. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Cutaneo-elastico, poi Definizione + Cutaneo-elastico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3: Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

123

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

ESTETICA

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Definizione livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Definizione livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Definizione livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Definizione livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Definizione livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 6 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled Gioved 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 Riposo Venerd 1 seduta Rassodameno livello 2 Sabato 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 Riposo Domenica Riposo

Luned
Esempio 1

Marted

124

1 seduta Rassodamento livello 2

1 seduta 1 seduta Cutaneo-elastico Rassodamento livello 2 livello 2

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2

1 seduta Rassodamento livello 2 seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2

1 seduta Rassodamento livello 2 seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2

Riposo

Mantenimento dei risultati

Esempio 2

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Definizione livello 5 alla settimana

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 10 e n 44

ESTETICA

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: GLUTEI


Questi programmi sono destinati alle persone che hanno perso peso o a coloro la cui pelle, nel corso degli anni, ha perso la tonicit e lelasticit naturali. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea utilizzati, permette di riacquistare muscoli vigorosi, un corpo sodo e una linea armoniosa. L'applicazione combinata del programma Cutaneo-elastico aumenta lossigenazione della pelle, intensifica il ricambio cellulare e attiva le fibre elastiche, permettendo alla pelle di distendersi e ritrovare lelasticit perduta. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Cutaneo-elastico, poi Linea + Cutaneo-elastico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3: Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

125

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

ESTETICA

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Linea livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione precedente (Per rassodare il corpo e e migliorare l'elasticit della pelle: ADDOMINALI) Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati

126
Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 9

ESTETICA

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: COSCE


Questi programmi sono destinati alle persone che hanno perso peso o a coloro la cui pelle, nel corso degli anni, ha perso la tonicit e lelasticit naturali. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea utilizzati permette di riacquistare muscoli vigorosi, un corpo sodo e una linea armoniosa. L'applicazione combinata del programma Cutaneo-elastico aumenta lossigenazione della pelle, intensifica il ricambio cellulare e attiva le fibre elastiche, permettendo alla pelle di distendersi e ritrovare lelasticit perduta. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Cutaneo-elastico, poi Linea + Cutaneo-elastico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

127

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

ESTETICA

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Linea livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: ADDOMINALI Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati

128
Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

19

20

21

ESTETICA

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: BRACCIA


Questi programmi sono destinati alle persone che hanno perso peso o a coloro la cui pelle, nel corso degli anni, ha perso la tonicit e lelasticit naturali. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea utilizzati permette di riacquistare muscoli vigorosi, un corpo sodo e una linea armoniosa. L'applicazione combinata del programma Cutaneo-elastico aumenta lossigenazione della pelle, intensifica il ricambio cellulare e attiva le fibre elastiche, permettendo alla pelle di distendersi e ritrovare lelasticit perduta. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppo muscolare Tonificazione, Rassodamento + Cutaneo-elastico, poi Linea + Cutaneo-elastico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento Settimana 1: 2 sedute seduta 1: seduta 2: 3 sedute seduta 1: seduta 2: seduta 3: Tonificazione livello 1 Tonificazione livello 2 Tonificazione livello 3 Tonificazione livello 4 Tonificazione livello 5

129

Settimana 2:

Settimana 3: Settimana 4: Settimana 5: Settimana 6: Settimana 7:

3 sedute Rassodamento livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Rassodamento livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Rassodamento livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Rassodamento livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Rassodamento livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

ESTETICA

ESTETICA

Settimana 8: Settimana 9: Settimana 10: Settimana 11: Settimana 12: Pianificazione delle sedute settimanali

3 sedute Linea livello 1 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 3 sedute Linea livello 2 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 3 sedute Linea livello 3 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 3 sedute Linea livello 4 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 3 sedute Linea livello 5 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5

Vedere la tabella con esempi di ripartizione delle sedute nella rubrica Pianificazione delle sedute settimanali dellapplicazione Per rassodare il corpo e e migliorare l'elasticit della pelle: ADDOMINALI Settimana 13 e seguenti: 1 seduta Linea livello 5 alla settimana

Mantenimento dei risultati

130
Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegni n 19, n 20 e n 21

ESTETICA

Per rassodare il corpo e migliorare l'elasticit della pelle: GLUTEI E COSCE


(esempi di trattamenti per le due zone)
Questi programmi sono destinati alle persone che hanno perso peso o a coloro la cui pelle, nel corso degli anni, ha perso la tonicit e lelasticit naturali. La grande efficacia dei programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea utilizzati permette di riacquistare muscoli vigorosi, un corpo sodo e una linea armoniosa. L'applicazione combinata del programma Cutaneo-elastico aumenta lossigenazione della pelle, intensifica il ricambio cellulare e attiva le fibre elastiche, permettendo alla pelle di distendersi e ritrovare lelasticit perduta. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Tonificazione, Rassodamento e Linea. Programmi consigliati Gruppi muscolari Tonificazione, Rassodamento + Cutaneo-elastico, poi Linea + Cutaneo-elastico Senza m4 Con m4

131

Protocollo di trattamento

Settimana 1:

2 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 2 sedute cosce seduta 1: Tonificazione livello 1 seduta 2: Tonificazione livello 2 3 sedute sui glutei seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5 2 sedute sulle cosce seduta 1: Tonificazione livello 3 seduta 2: Tonificazione livello 4 seduta 3: Tonificazione livello 5

Settimana 2:

ESTETICA

Durata del trattamento

12 settimane, quindi proseguire con il mantenimento

f c

per i glutei

per le cosce

a a

ESTETICA

Settimana 3:

3 sedute Rassodamento livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Rassodamento livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 1 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 2 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 3 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 4 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Linea livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce 3 sedute Cutaneo-elastico livello 5 sui glutei e 3 sedute sulle cosce

Settimana 4:

Settimana 5:

Settimana 6:

132

Settimana 7:

Settimana 8:

Settimana 9:

Settimana 10:

Settimana 11:

Settimana 12:

ESTETICA

Pianificazione delle sedute settimanali

Nella parte sottostante sono riportati due esempi di ripartizione delle 12 sedute settimanali previste per la settimana 4:
Mercoled 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce Gioved 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei Venerd 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce Sabato Domenica

Luned 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sulle cosce

Marted 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei

Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sulle cosce seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei Riposo 1 seduta Rassodamento livello 2 sui glutei seguita da 1 seduta Cutaneoelastico livello 2 sui glutei

Esempio 2

Esempio 1

133

Mantenimento dei risultati

Settimana 13 e seguenti:

1 seduta Linea livello 5 alla settimana sui glutei 1 seduta Linea livello 5 alla settimana sulle cosce

Vedere disegno n 9 per i glutei Vedere disegno n 8 per le cosce

ESTETICA

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

SPORT

4. Categoria Sport
4.1 Introduzione
La preparazione muscolare dello sportivo professionista, sottovalutata per molti anni, diventata oggi una necessit. Lelettrostimolazione muscolare una tecnica dallenamento complementare largamente utilizzata dagli sportivi, il cui obiettivo principale il miglioramento delle prestazioni. Aumentare la forza massimale di un muscolo o migliorare la capacit delle fibre muscolari a sostenere uno sforzo per un lungo periodo costituiscono degli obiettivi diversi che conviene scegliere in funzione della disciplina sportiva praticata. I programmi della categoria Sport del Compex sono destinati a migliorare le qualit muscolari di sportivi che si allenano seriamente. Lutilizzo dei programmi della categoria Sport non si adatta a muscoli atrofizzati che hanno sofferto un qualunque processo patologico. Per questi muscoli imperativo utilizzare i programmi della categoria Riabilitazione (vedere questa rubrica pi avanti in questo capitolo).

135

SPORT

SPORT

4.2 Tabella dei programmi Sport


Effetti Resistenza aerobica Miglioramento dellassorbimento dellossigeno da parte dei muscoli stimolati Miglioramento delle prestazioni per degli sport di resistenza aerobica Forza Aumento della forza massima Aumento della velocit di contrazione muscolare Recupero attivo Notevole aumento della circolazione sanguigna Eliminazione accelerata dei metaboliti acidi provocati dalla contrazione muscolare Effetto endorfinico (vedere categoria Dolore) Effetto rilassante e decontratturante Per gli sportivi praticanti una disciplina che richiede forza e velocit Utilizzazione Per gli sportivi che desiderano migliorare le proprie prestazioni durante gare di lunga durata Posizionamento degli elettrodi Energie di stimolazione

m1
No

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n31, n 34, n 43 e n 44

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n31, n 34, n 43 e n 44

136

Per favorire e accelerare il recupero muscolare dopo uno sforzo intenso Da utilizzare nel corso delle tre ore successive ad un allenamento intenso o a una gara

No Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino Vedere disegni n 1-23, ad ottenere scosse muscolari forti n 25, n 27, n 28, n 31, n 34, n 43 e n 44 In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata

SPORT

4.3 Applicazioni specifiche dei programmi Sport

Preparazione per un ciclista che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la resistenza aerobica
Gli sforzi di lunga durata sollecitano il metabolismo aerobico il cui fattore determinante la quantit di ossigeno consumata dai muscoli. Per migliorare la resistenza aerobica quindi necessario sviluppare al massimo lapprovvigionamento di ossigeno dei muscoli sollecitati da questo tipo di sforzo. Dato che lossigeno veicolato dal sangue, indispensabile avere un sistema cardio-vascolare in ottime condizioni, in modo da permettere un allenamento volontario in condizioni ideali. Un regime di lavoro specifico consente anche di migliorare la capacit del muscolo a consumare lossigeno ricevuto (capacit ossidante). Il programma Resistenza aerobica della categoria Sport comporta un aumento significativo del consumo di ossigeno da parte dei muscoli. Particolarmente interessante lassociazione di questo programma al programma Capillarizzazione della categoria Vascolare, che sviluppa la rete capillare sanguigna intramuscolare e che permette agli sportivi di resistenza aerobica di migliorare le loro prestazioni. Programmi consigliati Gruppo muscolare Resistenza aerobica + Capillarizzazione Senza m4 Con m4

137

Durata del trattamento Protocollo di trattamento


Luned Riposo Marted 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce Mercoled

8 settimane

a
Venerd Sabato Allenamento in bici per 60 (andatura moderata), poi 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce Domenica Allenamento in bici di 2h30 (andatura moderata), poi 1 seduta Capillarizzazione sulle cosce

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Gioved

Allenamento in bici per 1h30 (andatura moderata), poi 1 seduta Capillarizzazione sulle cosce

Riposo 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

SPORT

SPORT

Preparazione per un ciclista che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la potenza
Lo sviluppo della forza muscolare dei quadricipiti sempre importante per il ciclista professionista. Alcune forme di allenamento con la bicicletta (lavoro in salita) possono contribuire a questo sviluppo. Risultati pi significativi si raggiungono se lo sportivo esegue simultaneamente un allenamento di tipo complementare con la stimolazione muscolare Compex. Il regime particolare di contrazioni muscolari del programma Forza e la considerevole quantit di lavoro a cui sono sottoposti i muscoli permetteranno di aumentare notevolmente la forza muscolare delle cosce. Inoltre, il programma Recupero attivo, se utilizzato durante le tre ore successive agli allenamenti pi faticosi, permette di favorire il recupero muscolare e di creare le condizioni favorevoli per allenamenti di qualit. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Forza.

138

Programmi consigliati Gruppo muscolare

Forza + Recupero attivo Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

8 settimane

a
Venerd Riposo Sabato Allenamento in bici per 60 (andatura moderata) poi 1 seduta Forza sulle cosce Domenica Allenamento in bici per 2h30-3h (andatura moderata) Rafforzamento muscolare (impiego di un rapporto grande restando seduti), poi 1 seduta Recupero attivo sulle cosce

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Gioved 1 seduta Forza sulle cosce

Luned Riposo

Marted 1 seduta Forza sulle cosce

Mercoled Allenamento in bici per 45 (andatura moderata), poi 5-10 volte un tratto in salita di 500-700 m (rapidamente) Recupero in discesa Ritorno tranquillo 15-20, poi 1 seduta Recupero attivo sulle cosce

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

SPORT

Preparazione per chi si allena tre volte la settimana e intende migliorare la resistenza aerobica
(semimaratona, maratona)
Se si desiderano migliorare le proprie capacit in corse di lunga durata indispensabile correre percorrendo un numero considerevole di chilometri. Oggi tutti sono concordi nel riconoscere il carattere traumatizzante di questo tipo di allenamento per i tendini e le articolazioni. Lintroduzione dellelettrostimolazione Compex nellallenamento del fondista rappresenta un'eccellente alternativa a questa problematica. Il programma Resistenza aerobica (migliora la capacit muscolare di consumare ossigeno) e il programma Capillarizzazione della categoria Vascolare (sviluppa i capillari sanguigni muscolari) permettono di incrementare la resistenza limitando il numero di chilometri da percorrere settimanalmente e, di conseguenza, il rischio di lesioni. Programmi consigliati Gruppo muscolare Resistenza aerobica + Capillarizzazione Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento


Luned Riposo Marted 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce Mercoled

8 settimane

a
Venerd Riposo Sabato Footing senza forzare 60, poi 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce Domenica Uscita lunga 1h30 (andatura moderata), poi 1 seduta Capillarizzazione sulle cosce

139

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Gioved 1 seduta Resistenza aerobica sulle cosce

Footing lento 10 alla fine della seduta, poi 1 seduta Capillarizzazione sulle cosce

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

SPORT

Allenamento volontario: riscaldamento 20, poi 1-2 serie di 6 x [30 rapido / 30 lento]

SPORT

18

Preparazione per un nuotatore che si allena tre volte la settimana e che intende migliorare la potenza
Nel nuoto, lo sviluppo della forza di propulsione degli arti superiori costituisce un fattore importante per il miglioramento delle prestazioni. Alcune forme di allenamento volontario praticato nellacqua contribuiscono a tale scopo. L'introduzione della stimolazione muscolare Compex nellallenamento volontario di uno sportivo rappresenta il modo migliore per raggiungere dei risultati notevolmente superiori. Il regime particolare di contrazioni muscolari del programma Forza e la considerevole quantit di lavoro a cui sono sottoposti i muscoli permettono di aumentare notevolmente la forza muscolare dei muscoli principali del nuotatore: i gran dorsali. Il programma Recupero attivo, se realizzato durante le tre ore successive agli allenamenti pi faticosi, permette di favorire il recupero muscolare e di creare le condizioni favorevoli per allenamenti di qualit. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Forza.

140

Programmi consigliati Gruppo muscolare

Forza + Recupero attivo Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento


Luned Riposo Marted 1 seduta Forza sui gran dorsali Mercoled

8 settimane

a
Venerd Riposo Sabato Allenamento nuoto 1h includendo del lavoro tecnico, poi 1 seduta Forza sui gran dorsali Domenica Allenamento nuoto 20-30 (stili differenti), poi 5-10 volte 100 m con palette Recupero 100 m dorso Ritorno tranquillo 15, poi 1 seduta Recupero attivo sui gran dorsali

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Gioved 1 seduta Forza sui gran dorsali

Allenamento nuoto 20-30 (stili differenti), poi 5-10 volte 100 m con pull-boy Recupero 100 m dorso Ritorno tranquillo 15, poi 1 seduta Recupero attivo sui gran dorsali

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 18

SPORT

Preparazione prestagionale per uno sport di squadra


(calcio, rugby, basket, pallavolo, ecc.)
Esempio di pianificazione per lo sviluppo della forza dei quadricipiti. A seconda dello sport praticato, scegliere il gruppo muscolare pi appropriato. Durante il periodo di preparazione prestagionale degli sport di squadra di primaria importanza non trascurare la preparazione muscolare specifica. Nella maggior parte di questi sport collettivi le qualit di velocit e di forza fanno la differenza! La stimolazione dei quadricipiti (o di un altro muscolo prioritario a seconda della disciplina praticata) tramite il programma Forza del Compex comporta un aumento della velocit di contrazione e della forza muscolare. I vantaggi sul campo saranno evidenti: miglioramento della velocit di scatto e di spostamento, della distensione verticale, della potenza del tiro in porta, ecc. Una seduta di Recupero attivo, se realizzato dopo gli allenamenti pi intensi, permette di accelerare la velocit di recupero muscolare e di ridurre la stanchezza accumulata durante un periodo della stagione caratterizzato da un carico di lavoro importante. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Forza.

141
Programmi consigliati Gruppo muscolare Forza + Recupero attivo Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento


Luned Marted

6-8 settimane

a
Venerd Sabato Domenica Allenamento collettivo o partita amichevole, poi 1 seduta Recupero attivo sui quadricipiti 1 seduta Forza Riposo sui quadricipiti

Mercoled

Gioved

1 seduta Forza Allenamento sui quadricipiti collettivo, poi 1 seduta Recupero attivo sui quadricipiti

1 seduta Forza Allenamento sui quadricipiti collettivo, poi 1 seduta Recupero attivo sui quadricipiti

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

SPORT

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:

SPORT

Mantenimento dei risultati ottenuti grazie alla preparazione, per uno sport di squadra durante il periodo delle competizioni
(calcio, rugby, basket, pallavolo, ecc.)
Questo esempio riguarda solo gli sportivi che hanno effettuato un ciclo completo di allenamento tramite elettrostimolazione (come minimo 6 settimane) durante la preparazione prestagionale. La seduta settimanale di stimolazione con il programma Forza deve essere eseguita sui gruppi muscolari che sono stati stimolati durante il periodo di preparazione (nel nostro esempio, i quadricipiti). Durante la stagione, quando le partite si susseguono regolarmente, necessario fare attenzione a non provocare un superallenamento della muscolatura in questione. Non bisogna neppure perdere i benefici della preparazione sospendendo per un periodo troppo prolungato gli allenamenti di stimolazione. Durante questo periodo di gare, lallenamento delle qualit muscolari deve essere realizzato con una seduta settimanale di stimolazione effettuata tramite il programma Forza. anche indispensabile lasciare tra questa seduta unica di stimolazione settimanale ed il giorno della gara un intervallo sufficientemente lungo (almeno 3 giorni).

142

Il programma Recupero attivo, da utilizzare nelle tre ore successive alla partita e dopo ogni allenamento intenso, permette di ristabilire lequilibrio muscolare il pi rapidamente possibile. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Forza.

Programmi consigliati Gruppo muscolare

Forza + Recupero attivo Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento


Luned Riposo Marted

Nel corso della stagione sportiva

a
Sabato Riposo Domenica Partita, poi 1 seduta Recupero attivo sui quadricipiti (nelle 3 ore successive alla gara)

Seguire lesempio di pianificazione per 1 settimana indicato qui di seguito:


Mercoled Gioved Venerd

Allenamento collettivo, 1 seduta poi 1 seduta Recupero Forza sui quadricipiti attivo sui quadricipiti (se lallenamento intenso)

Allenamento collettivo, Riposo poi 1 seduta Recupero attivo sui quadricipiti (se lallenamento intenso)

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 8

VASCOLARE

5. Categoria Vascolare
5.1 Introduzione
Le correnti a bassa frequenza utilizzate nei programmi della categoria Vascolare del Compex determinano un miglioramento significativo della circolazione sanguigna in corrispondenza della zona stimolata. In effetti, numerose persone ed in particolare le donne che restano a lungo in posizione eretta accusano problemi circolatori. Questi interessano soprattutto le gambe e consistono in un ristagno sanguigno e linfatico che si manifesta con la sensazione di pesantezza alle gambe, di gonfiore o anche di dilatazione delle vene superficiali. Le conseguenze sono molteplici: stanchezza, tensioni, dolori, assenza di ossigenazione dei tessuti e comparsa di varici o di edemi. Secondo il programma utilizzato, le scosse muscolari sono pi o meno rapide, individualizzate e si concatenano a ritmi diversi. Il risultato unazione specifica per ogni programma ed per tale ragione che si raccomanda di rispettare attentamente le indicazioni dei diversi trattamenti al fine di ottenere i risultati migliori. Se i sintomi sono persistenti, si raccomanda di consultare un medico. Questi lunica persona in grado di stabilire una diagnosi precisa e di consigliare le misure terapeutiche necessarie a favorire la scomparsa dei disturbi.

145

VASCOLARE

VASCOLARE

5.2 Tabella dei programmi Vascolare


Programmi Capillarizzazione Effetti Notevole aumento del flusso sanguigno Sviluppo dei capillari Utilizzazione Nel periodo precedente una competizione, per le attivit di resistenza aerobica o di resistenza Come complemento di un programma della categoria Estetica Per migliorare la resistenza aerobica in soggetti poco allenati Linfodrenaggio Massaggio profondo della regione stimolata Attivazione della circolazione linfatica di ritorno Per contrastare il gonfiore occasionale dei piedi e delle caviglie Come complemento alla pressoterapia o al drenaggio linfatico manuale Non utilizzare senza consultazione medica in caso di edemi riconducibili ad un problema patologico Prevenzione crampi Miglioramento della rete circolatoria per prevenire la comparsa di crampi notturni o da sforzo Per prevenire i crampi agli arti inferiori, in particolare ai muscoli del polpaccio Rispettare sempre il posizionamento indicato e il colore delle connessioni Vedere disegno no 25 Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad ottenere scosse muscolari ben pronunciate Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad ottenere scosse muscolari ben pronunciate Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad Vedere disegni n 1-23, ottenere scosse muscolari ben n 25, n 31, n 34, pronunciate n 43 e n 44 In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata Posizionamento degli elettrodi In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata Energie di stimolazione

Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad Vedere disegni n 1-23, ottenere scosse muscolari ben n 31, n 34, n 43 e pronunciate n 44

146

Gambe pesanti

Vedere disegno n 25 Per eliminare la sensazione di pesantezza alle gambe Accrescimento dellapprovvigionamento causata da condizioni di ossigeno da parte dei non abituali (posizione eretta prolungata, muscoli calore, disordini Diminuzione della ormonali legati al ciclo tensione muscolare mestruale, ecc.) Riduzione della tendenza ai crampi Aumento del ritorno venoso

25

VASCOLARE

5.3 Applicazioni specifiche dei programmi Vascolare

Preparazione in vista di unattivit stagionale di resistenza aerobica


(es.: escursioni a piedi, cicloturismo)
Le attivit fisiche sportive di lunga durata (marcia, ciclismo, sci di fondo, ecc.) necessitano di muscoli resistenti e dotati di buona circolazione capillare, per consentire una buona ossigenazione delle fibre muscolari. Se non si pratica, o non abbastanza regolarmente, unattivit fisica di lunga durata, i muscoli perdono la loro capacit di bruciare efficacemente lossigeno causando una rarefazione della rete capillare. Questa insufficienza a livello di qualit muscolare limita il comfort durante lesercizio e la velocit di recupero, causando diversi disturbi quali pesantezza, contratture, crampi e gonfiori. Per ridare ai muscoli la loro resistenza aerobica ed assicurare una fitta rete capillare, il Compex offre una modalit di stimolazione specifica estremamente efficace. Programma consigliato Gruppi muscolari Capillarizzazione Senza m4 Con m4

147

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

6-8 settimane

6-8 settimane prima dellinizio dellattivit, effettuare 3 sedute la settimana di Capillarizzazione sulle cosce e 3 sedute sui gemelli, a giorni alterni Vedere disegno n 8 per le cosce Vedere disegno n 25 per i gemelli Sedersi in una posizione comoda

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

VASCOLARE

c j

per le cosce

per i gemelli

a a

VASCOLARE

Complemento dei programmi della categoria Estetica


Il lavoro muscolare volontario o effettuato con la stimolazione completato dal programma Capillarizzazione. Il forte aumento del flusso circolatorio nella rete dei capillari dei muscoli prodotto dal trattamento Capillarizzazione permette unossigenazione massimale dei muscoli e dei tessuti adiacenti. Cos le fibre muscolari sono perfettamente ossigenate e possono approfittare al massimo dei benefici dellesercizio che hanno appena compiuto. Inoltre il drenaggio e lossigenazione dei tessuti adiacenti ripristinano lequilibrio e completano il lavoro. Programma consigliato Gruppo muscolare Capillarizzazione Senza m4
Stesso gruppo muscolare del programma della categoria Estetica utilizzato in precedenza

Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

12 settimane

148
Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Far seguire ad ogni seduta Tonificazione, Rassodamento o Linea una seduta Capillarizzazione sullo stesso gruppo muscolare Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 (secondo il muscolo trattato) Mettersi nella posizione pi confortevole secondo il muscolo trattato

VASCOLARE

Strategia pre-gara nella preparazione per gli sport di resistenza


(es.: corsa 800 m, 1500 m, MTB, tappa di montagna nel ciclismo, inseguimento su pista in bicicletta, 200 m nuoto, slalom)
Gli sport che richiedono uno sforzo massimo concentrato in un periodo compreso tra 30 secondi e 5 minuti sono chiamati sport di resistenza. Le fibre rapide devono lavorare con una potenza vicina al loro massimo ed essere capaci di mantenere tale lavoro intenso durante tutta la prova senza cedimenti. Le fibre rapide quindi devono essere molto resistenti. Il programma Capillarizzazione, che produce un forte aumento della circolazione arteriosa nei muscoli, genera uno sviluppo della rete dei capillari sanguigni intramuscolari (capillarizzazione). Questa crescita dei capillari si produce in modo preferenziale intorno alle fibre rapide. In questo modo la superficie di scambio di queste ultime con il sangue aumenta, permettendo un migliore apporto di glucosio, una migliore diffusione di ossigeno ed uneliminazione pi rapida dellacido lattico. La capillarizzazione permette alle fibre rapide di essere pi resistenti e di mantenere pi a lungo le loro capacit. Un impiego prolungato o troppo frequente di questo programma potrebbe indurre una trasformazione delle fibre rapide in fibre lente, cosa che rischierebbe di far diminuire la performance negli sport di potenza e di velocit. quindi importante rispettare attentamente i consigli qui di seguito riportati per poter beneficiare degli effetti positivi di questo trattamento. Programma consigliato Gruppo muscolare Capillarizzazione Senza m4 Con m4

149

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

1 settimana

1 settimana prima della competizione, eseguire 2 sedute Capillarizzazione al giorno sui quadricipiti con 10 minuti di riposo tra le 2 sedute Vedere disegno n 8 Mettersi in posizione comoda seduta o sdraiata

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

VASCOLARE

VASCOLARE

15

Prevenzione delle contratture dei muscoli della nuca nel ciclista


Durante lallenamento volontario o di competizione, alcuni sportivi soffrono di contratture nei muscoli di sostegno (per esempio, la nuca nel caso dei ciclisti). Luso del programma Capillarizzazione permette di ridurre, se non addirittura risolvere, questo disturbo. In effetti, il forte aumento del flusso circolatorio e lo sviluppo della rete capillare permettono di migliorare lossigenazione delle fibre e gli scambi di queste ultime con il sangue. In questo modo il muscolo diventa molto meno soggetto alle contratture. Programma consigliato Gruppo muscolare Capillarizzazione Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento

3 settimane

a
2 sedute Capillarizzazione alla settimana sui muscoli della nuca

150
Mantenimento dei risultati

Settimane 1-3: 1 seduta Capillarizzazione al giorno sui muscoli della nuca Settimana 4 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Vedere disegno n 15 Mettersi in posizione seduta con la testa appoggiata comodamente su un cuscino

25

VASCOLARE

Come combattere il gonfiore occasionale ai piedi e alle caviglie


Una circolazione sanguigna venosa insufficiente porta spesso, in caso di circostanze non abituali, ad un accumulo di sangue e di linfa in corrispondenza delle estremit degli arti inferiori. Tale fenomeno, che si traduce in un rigonfiamento delle caviglie e dei piedi, causa una sensazione fastidiosa di pesantezza e di tensione in corrispondenza delle zone interessate. Il massaggio profondo prodotto dal programma Linfodrenaggio permette di attivare efficacemente la circolazione linfatica di ritorno e quindi di favorire la scomparsa di questi disturbi. Programma consigliato Gruppo muscolare Linfodrenaggio Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Mantenimento dei risultati

Utilizzare questo trattamento in caso di gonfiore occasionale dei piedi e delle caviglie Settimane 1-8: 3 sedute Linfodrenaggio alla settimana sui gemelli Settimana 9 e seguenti: 1 seduta Linfodrenaggio alla settimana sui gemelli

151

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Vedere disegno n 25

VASCOLARE

Mettersi in posizione supina, con i piedi sollevati di circa 30 cm e le ginocchia leggermente flesse

VASCOLARE

25

Prevenzione dei crampi al polpaccio


Numerose persone soffrono di crampi al polpaccio che possono manifestarsi spontaneamente in condizione di riposo, durante la notte, o in seguito ad uno sforzo muscolare prolungato. Questo fenomeno pu essere in parte la conseguenza di uno squilibrio nella circolazione sanguigna muscolare. Per migliorare la circolazione sanguigna e prevenire i crampi, il Compex dispone di un programma di stimolazione specifica. Luso di questo programma, secondo lo schema indicato a seguito, permette di ottenere risultati positivi e di limitare linsorgenza dei crampi. Programma consigliato Gruppo muscolare Prevenzione crampi Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

5 settimane

a
1 seduta Prevenzione crampi alla settimana

152

Protocollo di trattamento Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Settimane 1-5: 1 seduta Prevenzione crampi al giorno da effettuare a fine giornata o in serata Settimana 6 e seguenti:

Vedere disegno n 25 Posizione seduta o sdraiata con le gambe distese

25

VASCOLARE

Come eliminare la sensazione di pesantezza alle gambe


La sensazione di pesantezza alle gambe dovuta ad una carenza passeggera del ritorno venoso e non a lesioni organiche importanti. Il ristagno della massa sanguigna nelle gambe favorito da alcune situazioni tra cui una posizione eretta prolungata, lunghi periodi ininterrotti in posizione seduta, forte calore, ecc. Linsufficiente approvvigionamento di ossigeno da parte dei tessuti, ed in particolare da parte dei muscoli, causato da tali situazioni porta a questa sensazione di peso e di fastidio nelle gambe. L'utilizzazione del programma Gambe pesanti permette di accelerare il ritorno venoso e di ottenere un notevole effetto rilassante a beneficio dei muscoli doloranti. Programma consigliato Gruppo muscolare Gambe pesanti Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare

Con m4
La selezione di questo programma lancia automaticamente il test m3

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Utilizzare questo trattamento in caso di sensazione occasionale di pesantezza alle gambe 1 seduta Gambe pesanti sui gemelli Vedere disegno n 25 Mettersi in posizione supina, con i piedi sollevati di circa 30 cm e le ginocchia leggermente flesse

153

VASCOLARE

MASSAGGIO

6. Categoria Massaggio
6.1 Introduzione
I programmi della categoria Massaggio del Compex impongono ai muscoli della zona stimolata unattivit moderata e consentono di raggiungere un migliore comfort fisico ed un benessere generale. Il mantenimento prolungato della stessa posizione (come avviene per esempio a chi lavora al computer), le condizioni di stress, trascorrere molte ore in piedi, una preparazione muscolare insufficiente prima di unattivit fisica sono situazioni particolarmente frequenti che spesso causano sensazioni fisiche fastidiose. La connessione automatica delle varie sequenze di stimolazione, tipica di ogni programma della categoria Massaggio, permette di adattare gli effetti della stimolazione alle esigenze e agli obiettivi di ciascuno. I programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2 donano sensazioni di benessere e comfort particolarmente gradevoli. La stimolazione, che avviene mediante onde ascendenti, garantisce un effetto di rilassamento totale. In caso di persistenza di fenomeni dolorosi eccessivi, si raccomanda di non utilizzare i programmi della categoria Massaggio in modo prolungato senza avere prima consultato un medico.

155

MASSAGGIO

MASSAGGIO

6.2 Tabella dei programmi Massaggio


Programmi Massaggio-relax Effetti Diminuzione della tensione muscolare Drenaggio delle tossine responsabili dellaumento eccessivo del tono muscolare Effetto rilassante e sensazione di benessere Massaggio energetico Importante aumento del flusso sanguigno nella zona stimolata Miglioramento dellossigenazione dei tessuti Eliminazione dei radicali liberi Per combattere efficacemente le sensazioni di affaticamento e di pesantezza localizzata Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad Vedere disegni n 1-23, ottenere scosse muscolari ben n 31, n 34, n 43 e pronunciate n 44 In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata Utilizzazione Per eliminare le sensazioni fastidiose o dolorose, conseguenti allaumento esagerato della tonicit muscolare Posizionamento degli elettrodi In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata Energie di stimolazione

Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad Vedere disegni n 1-23, ottenere scosse muscolari ben n 31, n 34, n 43 e pronunciate n 44

156

Massaggio tonico

Attivazione della circolazione sanguigna Risveglio delle propriet contrattili muscolari Effetto di rinvigorimento

Per preparare in maniera ideale i muscoli prima di unattivit fisica insolita/regolare

Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad Vedere disegni n 1-23, ottenere scosse muscolari ben n 31, n 34, n 43 e pronunciate n 44 In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata Controllare le energie di stimolazione in modo che siano sufficienti per innescare contrazioni muscolari significative

Massaggio anti-stress

Miglioramento della vascolarizzazione dei tessuti Diminuzione della tensione muscolare dovute allo stress Effetto di rilassamento

Per ripristinare una sensazione di benessere dopo aver vissuto un periodo di stress

Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino a Vedere disegni n 1-23, raggiungere il livello pi piacevole, se n 31, n 34, n 43 e possibile, facendo in n 44 modo di ottenere delle scosse muscolari ben visibili In funzione del muscolo da stimolare, rispettare la posizione raccomandata

MASSAGGIO

Programmi Massaggio connettivo 1

Effetti Attivazione della circolazione locale e miglioramento degli scambi tissulari Diminuzione delle sensazioni fastidiose

Utilizzazione Per eliminare le tensioni sgradevoli del corpo e ritrovare o raggiungere uno stato di rilassamento totale

Posizionamento degli elettrodi Vedere i consigli duso alla rubrica 6.3: Regole pratiche dutilizzo per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2

Energie di stimolazione Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino a raggiungere il livello pi piacevole, cercando se possibile di ottenere delle scosse muscolari ben visibili Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino a raggiungere il livello pi piacevole, cercando se possibile di ottenere delle scosse muscolari ben visibili o una sensazione netta di formicolio sotto gli elettrodi

Massaggio connettivo 2

Miglioramento del ritorno venoso Sollievo in caso di tensioni muscolari Effetto calmante Rilassamento generale

Per ritrovare sensazioni di benessere e rilassamento

Vedere i consigli duso alla rubrica 6.3: Regole pratiche dutilizzo per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2

157

MASSAGGIO

MASSAGGIO
6.3 Regole pratiche dutilizzo per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2

I programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2 utilizzano un nuovo modo di stimolazione che permette di ottenere un effetto ondulatorio particolarmente gradevole ed efficace. Durante la maggior parte delle sequenze di questi due programmi, la stimolazione alternata sui quattro canali in modo da riprodurre fedelmente le varie tecniche del massaggio manuale, che devono essere sempre praticate nella direzione del ritorno venoso, cio orientate dalle estremit verso la regione cardiaca. Ci garantisce un miglioramento della circolazione. Per beneficiare completamente di questo effetto ondulatorio, opportuno prestare particolare attenzione al posizionamento degli elettrodi e rispettare le regole dutilizzo indicate qui sotto.

Regola n 1: numero di canali di stimolazione da utilizzare


Lutilizzo corretto dei programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2 richiede limpiego dei 4 canali di stimolazione e quindi di 8 elettrodi. Questi 4 canali di stimolazione devono essere posizionati: su un arto o un segmento di arto (per es.: una coscia), sulla schiena, sui due arti (per es.: i due polpacci).

158

Regola n 2: ordine dei canali di stimolazione da rispettare


Leffetto ondulatorio deve necessariamente seguire la direzione del ritorno venoso. Per questa ragione, opportuno rispettare rigorosamente la disposizione indicata per i quattro canali di stimolazione. Lordine dei canali di stimolazione il seguente: Canale 1: cavo dotato di indicatore di colore trasparente (m4) o blu, Canale 2: cavo dotato di indicatore di colore verde, Canale 3: cavo dotato di indicatore di colore giallo, Canale 4: cavo dotato di indicatore di colore rosso.

MASSAGGIO

Si raccomanda di seguire sempre le indicazioni generali seguenti:

Applicazione sulla schiena

Applicazione su un arto o un segmento di arto

159

MASSAGGIO

Applicazione sui due arti

MASSAGGIO

15

6.4 Applicazioni specifiche dei programmi Massaggio

Rimedio contro le fastidiose tensioni muscolari della nuca


La posizione seduta prolungata, associata a gesti ripetitivi degli arti superiori (come avviene di frequente quando si lavora al computer), spesso causa di un aumento, fastidioso o addirittura doloroso, della tensione dei muscoli della nuca. Altre condizioni di stress possono scatenare tensioni muscolari eccessive, responsabili di sensazioni spiacevoli. Gli effetti generati in profondit dal programma Massaggio-relax permettono di combattere efficacemente queste fastidiose percezioni e producono un benefico rilassamento. Programma consigliato Gruppo muscolare Massaggio-relax Senza m4 Con m4

160
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Utilizzare questo trattamento quando si presenta una sensazione di tensione muscolare dolorosa occasionale 1 seduta Massaggio-relax sui muscoli della nuca, da ripetere alloccorrenza e in caso di tensione muscolare particolarmente eccessiva Vedere disegno n 15 Mettersi in posizione seduta con la testa appoggiata comodamente su un cuscino

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

25

MASSAGGIO

Come combattere la sensazione di pesantezza localizzata o uno stato di affaticamento occasionale


Le numerose limitazioni della vita quotidiana generano sensazioni fisiche fastidiose o addirittura dolorose. Un rallentamento della circolazione, spesso conseguente ad unattivit fisica insufficiente, peggiora talvolta a causa del mantenimento di una stessa posizione per ore (per esempio, la posizione seduta). Pur non essendo grave, questo semplice rallentamento vascolare pu scatenare sensazioni sgradevoli (per esempio, sensazione di stanchezza e pesantezza, spesso localizzata negli arti inferiori e, talvolta, anche in altre zone del corpo). Il programma Massaggio energetico favorisce, con il massimo comfort, la riattivazione della circolazione e permette di accelerare lossigenazione dei tessuti e di eliminare le percezioni spiacevoli, attribuibili ad una sollecitazione fisica insufficiente. Programma consigliato Gruppi muscolari Massaggio energetico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Utilizzare questo trattamento quando si manifesta una sensazione occasionale di stanchezza o di pesantezza 1 seduta Massaggio energetico sui muscoli dei polpacci, da ripetere alloccorrenza se la situazione persiste

161

Mettersi nella posizione pi comoda

MASSAGGIO

Vedere disegno n 25

MASSAGGIO

Preparazione muscolare e circolatoria prima di unattivit fisica


Chi pratica sport assiduamente conosce bene il passaggio, spesso doloroso, tra una situazione di riposo ed una sollecitazione fisica episodica. Le tecniche abituali di riscaldamento hanno il compito di attivare in modo progressivo le funzioni fisiologiche interessate da sollecitazioni fisiche regolari. Questesigenza altrettanto auspicabile in caso di sollecitazioni fisiche moderate ma irregolari, come avviene spesso alla maggior parte di noi (escursioni, bicicletta, jogging, ecc.). Il programma Massaggio tonico apporta un beneficio, ideale per il raggiungimento di una preparazione muscolare e circolatoria ottimale, prima di qualsiasi attivit fisica. Permette inoltre di evitare le sensazioni fastidiose solitamente percepite durante i primi minuti di sollecitazione fisica irregolare e di limitare le conseguenze negative di una preparazione insufficiente (indolenzimenti, ecc.). Programma consigliato Gruppo muscolare Massaggio tonico Senza m4 Con m4

162
Durata del trattamento Protocollo di trattamento

Utilizzare questo trattamento nei trenta minuti antecedenti lattivit fisica 1 seduta Massaggio tonico sui muscoli pi sollecitati durante lattivit fisica prevista (nel nostro esempio: sui quadricipiti) Vedere disegno n 8 Mettersi nella posizione pi comoda

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

12

MASSAGGIO

Come ritrovare una condizione di benessere dopo aver vissuto delle situazioni stressanti
Le molteplici sollecitazioni della vita quotidiana e le numerose preoccupazioni che ci assillano impongono una tensione psichica, alla quale ognuno di noi reagisce in maniera diversa. Queste situazioni emotive si ripercuotono negativamente sul nostro corpo, che pu rispondere con manifestazioni indesiderabili. La manifestazione pi frequente senza dubbio la sensazione di disagio, legata ad una tensione muscolare continua, talvolta esacerbata da sollecitazioni fisiche, come per esempio il mantenimento prolungato di posture inadatte al benessere del nostro organismo. Durante questi episodi di stress, difficile rilassarsi poich i muscoli sono sempre eccessivamente tesi. Ci procura sensazioni sgradevoli e addirittura dolorose. In situazioni analoghe, il programma Massaggio anti-stress offre la possibilit di ridurre le tensioni muscolari, grazie ad una stimolazione a basse frequenze perfettamente rilassante. Applicato sulla regione sensibile, due volte al giorno, questo programma permette di eliminare le sensazioni sgradevoli provocate da una situazione di stress, di ottenere un effetto rilassante ed il ritorno ad uno stato di benessere. Programma consigliato Gruppo muscolare Massaggio anti-stress Senza m4 Con m4

163

Durata del trattamento

Protocollo di trattamento

1 seduta Massaggio anti-stress sui muscoli della regione interessata dallo stress (nel nostro esempio: la parte bassa della schiena) Vedere disegno n 12 Mettersi nella posizione pi comoda

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

MASSAGGIO

Utilizzare questo programma quotidianamente durante il periodo di stress o quando si manifestano sensazioni muscolari dolorose

MASSAGGIO

45

Eliminare le sensazioni fisiche sgradevoli e ritrovare uno stato di rilassamento totale


Il rilassamento e leliminazione di sensazioni fisiche sgradevoli, dopo una giornata difficile e faticosa, sono obiettivi che ognuno di noi persegue. Il programma Massaggio connettivo 1 propone una soluzione mirata per tutti coloro che pongono particolare attenzione al loro benessere. La connessione automatica delle varie sequenze del programma permette di ottenere dei benefici effetti, eliminando le diverse componenti del malessere fisico: rallentamento della circolazione, esagerazione della tonicit muscolare, microsollecitazioni delle articolazioni, ecc. Inoltre, leffetto ondulatorio ottenuto grazie allalternanza delle fasi di stimolazioni, emesso sui 4 canali permette di aumentare ulteriormente lefficacia del programma e dona una sensazione piacevole, particolarmente apprezzabile. Il programma pu essere usato con efficacia su tutte le parti del corpo; la schiena e i muscoli che sostengono la colonna vertebrale sono soggetti in modo particolare a questi disagi. Qui sotto troverete unapplicazione specifica per alleviare questa zona del corpo. Programma consigliato Massaggio connettivo 1 Senza m4 Con m4

164

Gruppo muscolare

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Utilizzare questo trattamento ogni volta che se ne ha voglia e/o quando se ne avverte la necessit 1 seduta Massaggio connettivo 1 sulla schiena, da ripetersi alloccorrenza in caso di disagio persistente Vedere disegno n 45 Mettersi nella posizione pi comoda

46

MASSAGGIO

Ritrovare il benessere ed eliminare le sensazioni indesiderabili


Il mantenimento prolungato di posizioni statiche poco benefiche e/o la realizzazione continua di attivit con una forte sollecitazione fisica, associati ad uno stato di stress psichico, sono costantemente responsabili dei piccoli disturbi fisici, che pur essendo generalmente non gravi, comportano una fatica psicofisica notevole. Il superlavoro cerebrale, comunemente chiamato stress, e le sollecitazioni fisiche insufficienti o eccessive inducono questo stato di fatica, di tensione o di pesantezza che si manifesta attraverso una sensazione di disagio generale. Il programma Massaggio connettivo 2 propone a tale scopo una seduta di rilassamento altamente benefica per tutti coloro che si trovano puntualmente o regolarmente in situazioni di forte stress. Laccurata combinazione delleffetto ondulatorio con le varie sequenze di stimolazione, ognuna delle quali d benefici riconosciuti dai pi recenti progressi nel campo medico, permette di ottenere dei risultati innegabili. Programma consigliato Gruppo muscolare Massaggio connettivo 2 Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Utilizzare questo trattamento ogni volta che se ne ha voglia e/o quando se ne avverte la necessit 1 seduta Massaggio connettivo 2 sulla coscia, da ripetersi alloccorrenza in caso di disagio persistente Vedere disegno n 46 Mettersi nella posizione pi comoda

165

MASSAGGIO

DOLORE

7. Categoria Dolore
7.1 Introduzione
Il dolore fisico una sensazione anormale e sgradevole provocata da una lesione, da un disturbo o dal cattivo funzionamento di una parte del nostro organismo ed sempre un segnale che il nostro corpo ci invia. Questo segnale non va trascurato, e se non scompare rapidamente necessita il parere di un medico. Lapproccio della classe medica nei confronti del dolore cambiato profondamente nel corso degli ultimi anni. Sebbene il trattamento della causa del dolore rimanga sempre lelemento fondamentale, per quanto concerne il dolore si tende sempre di pi, se non ad eliminarlo, almeno a ridurlo considerevolmente per renderlo sopportabile. Anche i metodi per combattere il dolore hanno subito una notevole evoluzione e oggi non si esita pi a utilizzare antalgici potenti per migliorare la qualit della vita dei pazienti. proprio in questo contesto che il ricorso allelettroterapia ha ottenuto enorme successo: lutilizzazione di microimpulsi elettrici per eccitare le fibre nervose sensoriali oggi una delle tecniche primarie nella lotta contro il dolore. Oggi questa elettroterapia antalgica viene ampiamente utilizzata, particolarmente in medicina rieducativa e nei centri specializzati per il trattamento del dolore. La precisione delle correnti utilizzate permette di ottenere unazione antalgica perfettamente mirata a seconda del tipo di dolore. Sar poi lutilizzatore a decidere il programma che pi si addice al proprio tipo di dolore e a seguire le raccomandazioni pratiche per ottenere la massima efficacia. Se il dolore intenso e/o persistente, si raccomanda di consultare un medico. Questi lunica persona autorizzata a stabilire una diagnosi precisa e a intraprendere le misure terapeutiche necessarie a favorire la scomparsa dei disturbi.

167

DOLORE

DOLORE

7.2 Tabella delle patologie


Patologie Nevralgie dellarto superiore
(nevralgie brachiali)

Programmi TENS sofisticato Endorfinico Decontratturante

Referenze Vedere applicazione pagina 170 Vedere applicazione pagina 171 Vedere applicazione pagina 172

Dolori muscolari cronici


(polimialgia)

Contrattura
(es.: contrattura localizzata al gemello esterno del polpaccio)

Dolori muscolari cronici della nuca


(cervicalgia)

Endorfinico Endorfinico Endorfinico Endorfinico

Vedere applicazione pagina 173 Vedere applicazione pagina 174 Vedere applicazione pagina 175 Vedere applicazione pagina 176

Dolori muscolari della regione dorsale


(dorsalgia)

Dolori muscolari della regione lombare


(lombalgia)

168

Dolori muscolari della regione lombare associati a dolori della natica (glutei) e della parte posteriore della coscia
(lombo-sciatalgia)

Dolori muscolari acuti e recenti di un muscolo lombare


(lombalgia acuta)

Decontratturante

Vedere applicazione pagina 177

Dolore articolare cronico


(es.: artrosi del ginocchio = gonartrosi)

TENS sofisticato TENS sofisticato

Vedere applicazione pagina 178 Vedere applicazione pagina 179

Dolore cronico del gomito


(epicondilite = Gomito del Tennista)

DOLORE

7.3 Tabella dei programmi Dolore


Programmi TENS sofisticato Effetti Blocco della trasmissione del dolore da parte del sistema nervoso Le varie sequenze del trattamento impediscono la comparsa del fenomeno di assuefazione Utilizzazione Contro tutti i dolori localizzati acuti o cronici Posizionamento degli elettrodi Sulla zona dolorante Energie di stimolazione

Aumentare Cercate di coprire pi che progressivamente le potete la zona dolorante energie di stimolazione fino ad con gli elettrodi ottenere una Secondo lestensione sensazione netta di della zona dolorante, si formicolio sotto gli utilizzeranno elettrodi generalmente 2 elettrodi Se il passaggio piccoli (dolore ben localizzato) o 2 elettrodi automatico alla sequenza successiva grandi (dolore pi attiva un principio di esteso), o 4 elettrodi contrazione tetanica grandi (dolore pi dei muscoli della zona diffuso) stimolata, si Vedere, per esempio, raccomanda di disegno no 26 diminuire leggermente le energie di stimolazione Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad ottenere scosse muscolari pronunciate

Endorfinico

Azione analgesica attraverso la liberazione di endorfine Aumento del flusso sanguigno

Contro i dolori muscolari Posizionate 1 elettrodo cronici piccolo (collegato al polo positivo/rosso) sul punto pi dolorante del muscolo e 1 elettrodo grande (collegato al polo negativo/nero) allestremit del muscolo Vedere, per esempio, disegno no 24

169

Decontratturante

Diminuzione della tensione muscolare Effetto rilassante e decontratturante

Contro i dolori muscolari Posizionate 1 elettrodo recenti e localizzati piccolo (collegato al polo positivo/rosso) sul punto pi dolorante del muscolo e 1 elettrodo grande (collegato al polo negativo/nero) allestremit del muscolo Vedere, per esempio, disegno no 24

DOLORE

Aumentare progressivamente le energie di stimolazione fino ad ottenere scosse muscolari pronunciate

DOLORE

35

7.4 Applicazioni specifiche dei programmi Dolore

Nevralgie dellarto superiore


(nevralgie brachiali)
Alcune persone soffrono di artrosi articolare a carico delle vertebre della nuca, di artrite o di periartrite della spalla. Questi disturbi causano sovente dolori che scendono lungo il braccio e che sono denominati nevralgie brachiali. Tali dolori del braccio, che partono dalla spalla o dalla nuca, possono essere ridotti con il programma TENS sofisticato del Compex seguendo i consigli pratici indicati nella parte che segue. Programma consigliato Gruppo muscolare TENS sofisticato Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare

Con m4
La funzione m5 attiva

170

Durata del trattamento

1 settimana, da adattare poi a seconda dellevoluzione del dolore Il dolore diminuito: continuare il trattamento fino alla completa scomparsa del dolore Il dolore rimasto invariato o si accentua: si consiglia di consultare un medico Almeno 1 seduta TENS sofisticato al giorno A seconda delle necessit, il programma TENS sofisticato pu essere ripetuto pi volte nel corso della stessa giornata

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi

Vedere disegno n 35 Posizionare gli elettrodi in base alla localizzazione del dolore Gli elettrodi devono coprire il pi possibile la regione dolorante

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

20

DOLORE

Dolori muscolari cronici


(polimialgia)
Alcune persone soffrono di dolori muscolari che spesso interessano pi muscoli o contemporaneamente parti di muscoli diversi. Questi dolori continui e diffusi a carico dei muscoli sono il risultato di contratture croniche nelle quali si accumulano acidi e tossine che irritano i nervi e che generano dolore. Il programma Endorfinico particolarmente efficace per questo tipo di dolori in quanto oltre al suo effetto antalgico, permette di aumentare il flusso sanguigno nelle zone muscolari contratte, liberandole dagli accumuli di acidi e tossine. Esempio: localizzazione del dolore nel bicipite. Il dolore pu raggiungere altre zone. Lapplicazione pratica indicata di seguito resta valida, per necessario posizionare gli elettrodi in corrispondenza del muscolo interessato. Programma consigliato Gruppo muscolare Endorfinico Senza m4 Con m4

e
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Come nel disegno per lesempio del bicipite (selezionare il relativo gruppo muscolare per una diversa localizzazione del dolore)

171

2 sedute Endorfinico consecutive al giorno, con 10 minuti di pausa tra le 2 sedute per 4 settimane di trattamento Vedere disegno n 20 Lelettrodo piccolo, collegato alla connessione rossa, posizionato sul punto del muscolo che risulta pi doloroso alla palpazione; lelettrodo grande, collegato alla connessione nera, viene posizionato ad unestremit del muscolo dolorante

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

DOLORE

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti

DOLORE

24

Contrattura
(es.: contrattura localizzata al gemello esterno del polpaccio)
Dopo un lavoro muscolare stancante, un allenamento intenso o una competizione sportiva, spesso accade che certi muscoli o certe parti di muscolo restino tesi e causino un leggero dolore. Si tratta di contratture muscolari che devono scomparire nel giro di qualche giorno con riposo, una buona reidratazione, unalimentazione equilibrata nellassunzione di sali minerali, e lapplicazione del programma Decontratturante. Questo fenomeno di contrattura interessa frequentemente i muscoli del polpaccio ma pu anche verificarsi in altri muscoli. In tal caso sar sufficiente seguire le stesse raccomandazioni pratiche indicate qui di seguito posizionando per gli elettrodi in corrispondenza del muscolo interessato. Programma consigliato Gruppo muscolare Decontratturante Senza m4 Con m4

172

j
Durata del trattamento Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Come nel disegno per lesempio dei gemelli (selezionare il relativo gruppo muscolare per una diversa localizzazione della contrattura)

1 settimana Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 1 seduta Decontratturante al giorno per 1 settimana Vedere disegno n 24 Lelettrodo piccolo, collegato alla connessione rossa, posizionato sul punto del muscolo che risulta pi doloroso alla palpazione; lelettrodo grande, collegato alla connessione nera, viene posizionato ad unestremit del muscolo dolorante

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

15

DOLORE

Dolori muscolari cronici della nuca


(cervicalgia)
Lassunzione di posizioni che sottopongono i muscoli della nuca a tensioni prolungate, come in caso di lavoro davanti allo schermo di un computer, pu essere responsabile della comparsa di dolori alla nuca o alla sua base, nella parte superiore della schiena. Tali dolori sono riconducibili a una contrattura dei muscoli, la cui tensione prolungata comprime i vasi sanguigni e impedisce al sangue di irrorare e ossigenare le fibre muscolari. Se tale fenomeno si prolunga, si verifica accumulo di acido lattico e i vasi sanguigni si atrofizzano. Il dolore diviene allora permanente o ricompare anche solo dopo qualche minuto di lavoro in una posizione sfavorevole. Questi dolori cronici alla nuca possono essere trattati efficacemente con il programma Endorfinico che permette di riattivare la circolazione, drenare gli accumuli di acido lattico, ossigenare i muscoli, sviluppare i vasi sanguigni e rilasciare i muscoli contratti. Programma consigliato Gruppo muscolare Endorfinico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 2 sedute Endorfinico consecutive al giorno con 10 minuti di pausa tra le 2 sedute per 4 settimane di trattamento

173

Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Gli elettrodi piccoli, collegati alle connessioni rosse, sono posizionati sui punti dei muscoli che risultano pi dolorosi alla palpazione; gli elettrodi piccoli, collegati alle connessioni nere, sono posizionati lungo le vertebre cervicali Posizione del corpo Mettersi con la testa comodamente appoggiata su un cuscino

DOLORE

Vedere disegno n 15

DOLORE

13

Dolori muscolari della regione dorsale


(dorsalgia)
Lartrosi vertebrale e le posizioni che sottopongono i muscoli della colonna a tensioni prolungate sono sovente responsabili dellinsorgenza di dolori nella parte centrale della schiena, che si accentuano in caso di fatica. Una pressione delle dita sui muscoli che si trovano ai due lati della colonna provoca spesso un forte dolore. Questi dolori sono dovuti a una contrattura dei muscoli, la cui tensione prolungata comprime i vasi sanguigni e impedisce al sangue di irrorare e ossigenare le fibre muscolari. Se tale fenomeno si prolunga, vi accumulo di acido lattico e i vasi sanguigni si atrofizzano. Il dolore diviene allora permanente o appare anche solo dopo qualche minuto di lavoro in una posizione sfavorevole. Questi dolori cronici al dorso possono essere trattati efficacemente con il programma Endorfinico che permette di riattivare la circolazione, drenare gli accumuli di acido lattico, ossigenare i muscoli, sviluppare i vasi sanguigni e rilasciare i muscoli contratti. Programma consigliato Endorfinico Senza m4 Con m4

174

Gruppo muscolare

Durata del trattamento

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 2 sedute Endorfinico consecutive al giorno con 10 minuti di pausa tra le 2 sedute per 4 settimane di trattamento Vedere disegno n 13 Gli elettrodi piccoli collegati alle connessioni rosse sono posizionati sui punti dei muscoli che risultano pi dolorosi alla palpazione; gli elettrodi piccoli collegati alle connessioni nere devono essere posizionati lungo le vertebre dorsali: al di sopra dei punti dolorosi, se il dolore si diffonde verso lalto; al di sotto dei punti dolorosi, se il dolore si diffonde verso il basso

Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Posizione del corpo

Mettersi comodamente sdraiati

12

DOLORE

Dolori muscolari della regione lombare


(lombalgia)
Il dolore localizzato nella parte inferiore della schiena (lombalgia) il pi frequente. In posizione eretta tutto il peso del tronco si concentra sulle articolazioni delle ultime vertebre premendo tra queste e losso sacro. La regione lombare dunque particolarmente sollecitata. I dischi intervertebrali sono soggetti a compressione e i muscoli lombari restano contratti causando dolore. Per dare sollievo ai pazienti affetti da lombalgia esistono numerosi trattamenti: tra questi le correnti specifiche del programma Endorfinico del Compex che permettono un netto miglioramento e possono anche risolvere il problema, se questo essenzialmente di origine muscolare. Programma consigliato Gruppo muscolare Endorfinico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 2 sedute Endorfinico consecutive al giorno con 10 minuti di pausa tra le 2 sedute per 4 settimane di trattamento Vedere disegno n 12 Gli elettrodi piccoli collegati alle connessioni rosse sono posizionati sui punti dei muscoli che risultano pi dolorosi alla palpazione; gli elettrodi piccoli collegati alle connessioni nere sono posizionati lungo le vertebre lombari: al di sopra dei punti dolorosi, se il dolore si diffonde verso lalto; al di sotto dei punti dolorosi, se il dolore si diffonde verso il basso

175

Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

DOLORE

DOLORE

32

Dolori muscolari della regione lombare associati a dolori della natica (glutei) e della parte posteriore della coscia
(lombo-sciatalgia)
Il dolore nella parte inferiore della schiena (lombalgia) il pi frequente. In posizione eretta tutto il peso del tronco si concentra sulle articolazioni delle ultime vertebre premendo tra queste e losso sacro. La regione lombare dunque particolarmente sollecitata. I dischi intervertebrali sono soggetti a compressione e i muscoli lombari restano contratti causando dolore. Accade frequentemente che i dischi posti tra le ultime due vertebre o tra lultima vertebra e losso sacro siano deteriorati dalla pressione delle vertebre. Questo deterioramento pu causare unirritazione, se non addirittura una compressione, delle radici nervose che partono dalla colonna vertebrale e scendono lungo le natiche e le gambe. Il dolore non si manifesta soltanto nella zona lombare, ma scende anche lateralmente interessando la natica, la parte posteriore della coscia e qualche volta raggiunge persino la gamba. In questo caso si tratta di lombosciatalgia per la quale sempre necessario consultare un medico, al fine di valutare il grado di compressione delle radici nervose e, quindi, determinare il giusto trattamento da seguire.

176

Le correnti specifiche del programma Endorfinico del Compex permettono di combattere efficacemente il dolore, ma devono sempre essere utilizzate come complemento di altri trattamenti prescritti dal medico curante. Programma consigliato Gruppo muscolare Endorfinico Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 3 sedute Endorfinico alla settimana per 4 settimane di trattamento Vedere disegno n 32 Posizionare sempre gli elettrodi come indicato sul disegno rispettando il colore delle connessioni (rosse o nere)

Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

33

DOLORE

Dolori muscolari acuti e recenti di un muscolo lombare


(lombalgia acuta)
Qualche volta lesecuzione di un movimento dorsale, ad esempio quando si solleva qualcosa, quando ci si gira o quando ci si rialza dopo essere stati in posizione curva, pu causare un dolore intenso nella zona lombare. Le persone affette da tale problema presentano una contrattura dei muscoli della zona lombare ed accusano un forte dolore in quella zona; dato che non riescono a raddrizzarsi completamente, restano piegati su un lato. Linsieme di questi sintomi segnala la presenza di una lombalgia acuta, che principalmente il risultato di una contrattura acuta ed intensa dei muscoli situati nella parte inferiore della schiena (regione lombare). In una situazione di questo genere sempre necessario consultare il proprio medico curante al fine di iniziare il giusto trattamento. In aggiunta, il programma specifico Decontratturante del Compex pu aiutare efficacemente a decontrarre i muscoli togliendo il dolore. Programma consigliato Gruppo muscolare Decontratturante Senza m4 Con m4

Durata del trattamento

4 settimane Si consiglia di consultare il medico se dopo una settimana duso dello stimolatore non si sono verificati miglioramenti 3 sedute Decontratturante alla settimana per 4 settimane di trattamento Vedere disegno n 33 Lelettrodo piccolo collegato alla connessione rossa posizionato sul punto del muscolo che risulta pi doloroso alla palpazione; lelettrodo piccolo collegato alla connessione nera viene posizionato lungo le vertebre lombari: al di sopra del punto doloroso, se il dolore si diffonde verso lalto; al di sotto del punto doloroso, se il dolore si diffonde verso il basso

177

Protocollo di trattamento Posizionamento degli elettrodi

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

DOLORE

DOLORE

26

Dolore articolare cronico


(artralgia)
Diversi fattori, tra cui let, gli urti, le cattive posizioni, le compressioni, ecc., risultano essere dannosi per le articolazioni. Con lazione di questi fattori sfavorevoli, le articolazioni si deteriorano, si infiammano e provocano dolore. Si tratta di artrosi che riguardano pi frequentemente le grandi articolazioni come quelle dellanca, del ginocchio o della spalla. I dolori di queste articolazioni si chiamano artralgie. Il programma TENS sofisticato del Compex fornisce correnti specifiche per combattere questo tipo di dolore. Il programma TENS sofisticato, tuttavia, non consente di ottenere una rigenerazione dellarticolazione, anche se interviene come complemento del trattamento prescritto dal medico, che deve sempre essere consultato per questo tipo di dolori. Programma consigliato Gruppo muscolare TENS sofisticato Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare

Con m4
La funzione m5 attiva

178
Durata del trattamento

1 settimana, da adattare poi a seconda dellevoluzione del dolore Il dolore diminuito: continuare il trattamento e adattare il ritmo delle sedute alle manifestazioni dolorose Il dolore rimasto invariato o si accentua: si consiglia di consultare un medico Settimana 1: Almeno 1 seduta TENS sofisticato al giorno Secondo il bisogno, il programma TENS sofisticato pu essere ripetuto pi volte nello stesso giorno Settimana 2 e seguenti: Adattare il numero ed il ritmo delle sedute TENS sofisticato in base agli episodi dolorosi

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi

Per esempio, per il ginocchio, vedere disegno n 26 Cercare di coprire al massimo larticolazione dolorante con gli elettrodi

Posizione del corpo

Mettersi nella posizione pi comoda

36

DOLORE

Dolore cronico del gomito


(epicondilite = Gomito del Tennista)
In corrispondenza della piccola tuberosit ossea esterna del gomito (tuberosit omerale distale o epicondilo) si inseriscono tutti i tendini dei muscoli che permettono di estendere la mano, il polso e le dita. I movimenti della mano e delle dita trasmettono quindi delle tensioni che si concentrano nella parte terminale dei tendini in corrispondenza di questa tuberosit ossea. Quando i movimenti delle mani sono ripetitivi, come quelli degli imbianchini, dei giocatori di tennis, ma anche delle persone che utilizzano costantemente il mouse di un computer, possono svilupparsi piccole lesioni accompagnate anche da infiammazione e da dolori in corrispondenza della regione dellepicondilo. In questo caso si parla di epicondilite caratterizzata da un dolore localizzato sulla tuberosit ossea esterna del gomito, che si avverte quando ci si appoggia sullavambraccio o quando si contraggono i relativi muscoli. Il programma TENS sofisticato del Compex fornisce correnti specifiche per combattere questo tipo di dolore. Ha unazione complementare al riposo. necessario tuttavia consultare il medico curante se il dolore si accentua o non scompare rapidamente dopo qualche seduta. Programma consigliato Gruppo muscolare TENS sofisticato Senza m4
La selezione di questo programma attiva automaticamente il gruppo muscolare da trattare

179
Con m4
La funzione m5 attiva

Durata del trattamento

1 settimana, da adattare poi a seconda dellevoluzione del dolore Il dolore diminuito: continuare il trattamento e adattare il ritmo delle sedute alle manifestazioni dolorose Il dolore rimasto invariato o si accentua: si consiglia di consultare un medico Settimana 1: Minimo 2 sedute TENS sofisticato al giorno Secondo le necessit, il programma TENS sofisticato pu essere ripetuto pi volte nello stesso giorno Settimana 2 e seguenti: 1 seduta TENS sofisticato al giorno

Protocollo di trattamento

Posizionamento degli elettrodi Posizione del corpo

Vedere disegno n 36 Posizionare sempre gli elettrodi come indicato sul disegno Mettere il gomito e lavambraccio in posizione comoda per rilassare tutti i muscoli del braccio

DOLORE

RIABILITAZIONE

8. Categoria Riabilitazione
8.1 Introduzione
Le conseguenze muscolari di qualunque problema patologico devono essere trattate con programmi specifici. Il miglioramento delle qualit di un muscolo sano o il recupero del potenziale di un muscolo convalescente richiedono dei regimi di lavoro particolari. Per il recupero di un muscolo convalescente si devono necessariamente utilizzare i programmi della categoria Riabilitazione. La diminuzione del volume muscolare si manifesta rapidamente in seguito ad un trauma osseo o articolare, soprattutto se la lesione curata con un periodo di immobilizzo e/o un intervento chirurgico. Questa riduzione muscolare (amiotrofia) pu essere pi progressiva in caso di lesione degenerativa (per esempio, lartrosi) dato che in questo caso la diminuzione dellattivit muscolare spesso aumenta poco a poco e si sovrappone allevoluzione della patologia. Il fenomeno dell'amiotrofia accompagnato da una diminuzione della forza del muscolo. Tuttavia, questi disturbi non sono altro che le conseguenze di alterazioni diverse a livello delle fibre muscolari. In un processo di riabilitazione indispensabile, in un primo tempo, curare lamiotrofia (ovvero ritrovare un normale volume muscolare) e, successivamente, cercare di migliorare la forza del muscolo tramite il programma Rafforzamento. Lutilizzo dei programmi della categoria Riabilitazione non deve in alcun modo sostituire le sedute di rieducazione realizzate in presenza di un fisioterapista o di un kinesiterapista. Anche se il ristabilimento delle qualit muscolari iniziali un elemento chiave del processo di riabilitazione, solo un professionista competente pu occuparsi di altri aspetti quali la mobilit articolare, la vigilanza articolare, il dolore residuo, ecc. Alcune patologie, come pure alcune rieducazioni post-operatorie, richiedono precauzioni particolari. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico o del proprio fisioterapista prima di procedere allutilizzo dei programmi della categoria Riabilitazione. Nota: Materiale dosteosintesi La presenza di materiale dosteosintesi (materiale metallico a livello osseo come viti, protesi, placche, ecc.) non costituisce una contro-indicazione allutilizzazione dei programmi del Compex. Infatti le correnti elettriche del Compex sono concepite al fine di non produrre alcun effetto negativo sui materiali dosteosintesi.

181

RIABILITAZIONE

RIABILITAZIONE

8.2 Tabella dei programmi Riabilitazione


Programmi Amiotrofia Effetti Riattivazione del trofismo delle fibre muscolari alterate durante un processo di amiotrofia Utilizzazione Trattamento di attacco di una qualunque diminuzione di volume muscolare: successiva ad un trauma che ha richiesto un immobilizzo che accompagna delle lesioni articolari degenerative Dopo un periodo di utilizzo del programma Amiotrofia, quando il muscolo mostra una leggera ripresa di volume o di tonicit Posizionamento degli elettrodi Energie di stimolazione

m1
S

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

182

Rimuscolazione Aumento del diametro e delle capacit delle fibre muscolari alterate a causa di un'attivit ridotta o di una inattivit imposta da un qualunque problema patologico

In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44

Fino al ristabilimento, quasi totale del Ristabilimento del volume del volume muscolare muscolo Aumento della forza di un muscolo precedentemente atrofizzato Aumento della forza di un muscolo interessato da un processo patologico ma non atrofizzato Alla fine della riabilitazione, quando il muscolo ha ritrovato un normale volume muscolare Dallinizio della riabilitazione nel caso di muscoli non atrofizzati In funzione del muscolo Energie massime da stimolare, rispettare sopportabili la posizione raccomandata Vedere disegni n 1-23, n 31, n 34, n 43 e n 44 S

Rafforzamento

RIABILITAZIONE

8.3 Applicazioni specifiche dei programmi Riabilitazione

Amiotrofia dei quadricipiti successiva ad un trauma


Il quadricipite un muscolo voluminoso, situato nella parte anteriore della coscia. il muscolo principale che permette al ginocchio di tendersi. Svolge un ruolo fondamentale nella camminata, nella corsa, nella salita delle scale, ecc. Ogni trauma di un arto inferiore comporta una diminuzione del quadricipite. Tale restrizione del volume muscolare pi o meno significativa a seconda della durata del periodo d'inattivit. Questa amiotrofia solitamente evidente in seguito ad un trauma del ginocchio e, in particolare, se il trauma stato curato con un intervento chirurgico. I programmi della categoria Riabilitazione sono specificamente studiati per la cura dellalterazione delle fibre muscolari risultante da un simile processo. La progressione del lavoro imposto dai vari programmi determinante per il conseguimento di risultati ottimali. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Amiotrofia, Rimuscolazione e Rafforzamento.

183
Programmi consigliati Gruppo muscolare Amiotrofia, Rimuscolazione, poi Rafforzamento Senza m4 Con m4

Durata del trattemento Protocollo di trattamento

10 settimane

Settimane 1-2: 1 seduta Amiotrofia al giorno Settimane 3-8: 1 seduta Rimuscolazione al giorno Settimane 9-10: 1 seduta Rafforzamento al giorno

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 7

RIABILITAZIONE

RIABILITAZIONE

Amiotrofia dei glutei successiva ad un'artrosi dellanca


(coxartrosi)
Il dolore e lirrigidimento successivi ad unartrosi dellanca provocano solitamente un utilizzo ridotto dei muscoli dei glutei, ci comporta la loro diminuzione di volume e di qualit. Questa amiotrofia comporta uninstabilit del bacino che provoca lo zoppicamento durante la marcia ed unaccentuazione dei dolori derivante dallaumento delle pressioni sopportate dallarticolazione. Le lesioni della cartilagine sono, purtroppo, irreversibili. Tuttavia, il programma amiotrofia permette di migliorare la stabilit dellarticolazione e di alleviare il dolore allanca consentendo a questultima di mantenere un funzionamento meccanico soddisfacente. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Amiotrofia, Rimuscolazione e Rafforzamento. Programmi consigliati Gruppo muscolare Amiotrofia, Rimuscolazione, poi Rafforzamento Senza m4 Con m4

184

Durata del trattemento Protocollo di trattamento

10 settimane

a
1 seduta Rafforzamento alla settimana

Settimane 1-2: 1 seduta Amiotrofia al giorno Settimane 3-8: 1 seduta Rimuscolazione al giorno Settimane 9-10: 1 seduta Rafforzamento al giorno

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimana 11 e seguenti:

Vedere disegno n 9

18

RIABILITAZIONE

Sviluppo del gran dorsale per trattare e prevenire i dolori attribuibili ai tendini della spalla
(sindrome della cuffia dei muscoli rotatori)
La spalla unarticolazione complessa che permette di realizzare movimenti molto ampi (per esempio, alzare le braccia in aria). Durante alcuni di questi movimenti, i tendini della spalla possono sfregare e trovarsi compressi contro le parti ossee dellarticolazione. Quando questo fenomeno si ripete o si verifica in soggetti con una costituzione anatomica sfavorevole, questo dolore dei tendini porta alla loro infiammazione ed al loro ispessimento, aumentando in modo considerevole il grado di compressione. I dolori sono spesso molto forti ed impediscono qualunque movimento della spalla. Possono talvolta addirittura manifestarsi durante la notte e disturbare in modo considerevole il sonno. Una cura medica opportuna pu essere iniziata solo in seguito ad un consulto medico. Tuttavia, lelettrostimolazione del gran dorsale tramite dei programmi specifici del Compex permette di attenuare il dolore dei tendini aumentando il loro spazio libero nellartico-lazione della spalla. Il modo m1 particolarmente indicato per i programmi Amiotrofia e Rimuscolazione. Programmi consigliati Gruppo muscolare Amiotrofia, poi Rimuscolazione Senza m4 Con m4

185

Durata del trattemento Protocollo di trattamento

6 settimane

Settimane 1-2: 1 seduta Amiotrofia al giorno Settimane 3-6: 1 seduta Rimuscolazione al giorno

Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimana 7 e seguenti:

1 seduta Rimuscolazione alla settimana

Vedere disegno n 18

RIABILITAZIONE

RIABILITAZIONE

10

Sviluppo della fascia addominale per prevenire i dolori alla zona lombare
(lombalgie)
I dolori della zona lombare si manifestano pi frequentemente nei soggetti che non dispongono di una muscolatura adeguata nella regione addominale. Questi muscoli rappresentano un vero e proprio corsetto naturale che serve a proteggere la regione lombare contro le supersollecitazioni dei pi svariati tipi. per questo motivo che si parla abitualmente di fascia o di cintura addominale. Dopo un episodio di lombalgia, quando i dolori sono scomparsi (vedere rubrica Categoria Dolore del capitolo V di questo manuale), si raccomanda di migliorare lefficacia degli addominali e dei lombari in modo da evitare una recidiva. Il programma Amiotrofia impone un notevole carico di lavoro per i muscoli addominali, che non assumono posizioni sbagliate o addirittura pericolose durante la stimolazione, come spesso accade nel corso di esercizi volontari realizzati in modo scorretto. La fascia addominale, una volta diventata pi forte e pi resistente, potr svolgere in modo corretto il proprio ruolo di protezione della regione lombare.

186

Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Amiotrofia.

Programma consigliato Gruppo muscolare

Amiotrofia Senza m4 Con m4

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

4 settimane

a
1 seduta Amiotrofia alla settimana

Settimane 1-4: 1 seduta Amiotrofia al giorno Settimana 5 e seguenti:

Vedere disegno n 10

14

RIABILITAZIONE

Sviluppo dei muscoli lombari per prevenire i dolori alla zona lombare
(lombalgie)
Come i muscoli della regione addominale, cos anche quelli della parte inferiore della schiena (muscoli lombari) svolgono una funzione di protezione nei confronti della regione lombare. I soggetti che non dispongono di muscoli lombari sufficientemente efficaci sono particolarmente esposti alle lombalgie. Una volta scomparsi i dolori localizzati nella parte bassa della schiena, si consiglia di rinforzare i muscoli lombari per evitare la manifestazione di un nuovo fenomeno doloroso. Tuttavia, per i soggetti che soffrono di lombalgie, lesecuzione di esercizi volontari della schiena pone spesso dei seri problemi. per questo motivo che lelettrostimolazione dei muscoli lombari tramite il programma Amiotrofia rappresenta lo strumento tecnico deccellenza per migliorare lefficacia di questa zona. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Amiotrofia.

Programma consigliato Gruppo muscolare

Amiotrofia Senza m4 Con m4

187

Protocollo di trattamento Mantenimento dei risultati Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Settimane 1-4: 1 seduta Amiotrofia al giorno Settimana 5 e seguenti: 1 seduta Amiotrofia alla settimana

Vedere disegno n 14

RIABILITAZIONE

Durata del trattamento

4 settimane

RIABILITAZIONE

Rafforzamento dei muscoli peronei laterali in seguito ad una distorsione della caviglia
La funzione dei muscoli peronei laterali di mantenere la stabilit dellarticolazione della caviglia e di impedirne la rotazione verso linterno. Dopo una distorsione, questi muscoli perdono la capacit di contrazione riflessa e gran parte della loro forza. Ristabilire lefficacia di tali muscoli dopo una distorsione fondamentale per evitare la probabile recidiva. Per essere efficaci, i muscoli peronei laterali devono essere sufficientemente forti da impedire una torsione del piede verso linterno, ma devono anche contrarsi in modo riflesso nel preciso momento in cui la caviglia oscilla verso linterno. Per sviluppare questi due aspetti (forza e velocit di contrazione) necessario utilizzare il programma Rafforzamento che permette di ristabilire lefficacia dei muscoli peronei laterali, prevenendo la recidiva. Il modo m1 particolarmente indicato per il programma Rafforzamento.

Programma consigliato

Rafforzamento Senza m4 Con m4

188

Gruppo muscolare

Durata del trattamento Protocollo di trattamento Mantenimento dei risultati

4 settimane

a
1 seduta Rafforzamento alla settimana

Settimane 1-4: 1 seduta Rafforzamento al giorno Se si pratica unattivit sportiva a rischio: Settimana 5 e seguenti:

Posizionamento degli elettrodi e posizione del corpo

Vedere disegno n 2

VI. POSIZIONAMENTO DEGLI ELETTRODI E POSIZIONI DEL CORPO


Per collocare correttamente gli elettrodi e determinare le posizioni di stimolazione da assumere, fate riferimento ai disegni e alle immagini riportati nelle varie applicazioni specifiche e alla fine del presente manuale.

1. Posizionamento degli elettrodi


Un cavo di stimolazione composto da due poli: x un polo positivo (+) = connessione rossa x un polo negativo () = connessione nera Ognuno dei due poli deve essere collegato ad un solo elettrodo.
Ricorda: importante collegare gli elettrodi ai connettori dei cavi. Premete in modo deciso il connettore sullelettrodo fino a quando sentite un doppio clic.

Secondo le caratteristiche specifiche del tipo di corrente utilizzato per ogni trattamento, lelettrodo collegato al polo positivo (connessione rossa) pu beneficiare di una posizione strategica che viene specificata in ogni applicazione di questo manuale. Per tutti i trattamenti di elettrostimolazione muscolare, cio per i trattamenti che si avvalgono delle contrazioni muscolari, importante posizionare lelettrodo positivo sul punto motore del muscolo. Per i trattamenti Decontratturante e Endorfinico della categoria Dolore (fatta eccezione per i trattamenti di tipo TENS), la posizione preferenziale dellelettrodo positivo coincide con il punto pi doloroso (trigger), che conviene localizzare mediante la palpazione del muscolo indolenzito. Per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2 della categoria Massaggio, fate riferimento ai consigli d'utilizzo riportati all'inizio di questa categoria (capitolo V, rubrica 6.3: Regole pratiche dutilizzo per i programmi Massaggio connettivo 1 e Massaggio connettivo 2). In tutti i casi, attenersi sempre alle dimensioni (grandi o piccoli) degli elettrodi mostrati nei disegni. Salvo parere medico contrario, rispettare sempre le posizioni mostrate nei disegni. Alloccorrenza scegliere la posizione migliore, spostando leggermente lelettrodo positivo, in modo da ottenere la contrazione muscolare migliore o il posizionamento che sembra essere pi confortevole. Il sistema m4 del cavo degli elettrodi specifico corrisponde alla polarit positiva (connessione rossa). Per raggiungere risultati migliori, il sistema m4 deve essere sempre posizionato secondo le indicazioni dei disegni riportati nelle varie applicazioni specifiche e alla fine del presente manuale. La posizione del sistema m4 chiaramente evidenziata con un cerchio ( ). Il Gruppo Compex declina ogni responsabilit per posizioni diverse.

191

VI. Posizionamento degli elettrodi e posizioni del corpo

2. Posizioni di stimolazione
Assumete comodamente la posizione presentata nelle immagini abbinate ai disegni dei posizionamenti degli elettrodi, riportati allinizio delle varie applicazioni specifiche e alla fine del presente manuale. Per la maggior parte dei programmi che impongono delle contrazioni muscolari di una certa intensit si raccomanda di lavorare sempre in isometria su un muscolo che non deve essere in posizione accorciata. In caso contrario, la contrazione provocher un dolore simile ad un crampo e indolenzimenti notevoli dopo la seduta. Per questi programmi, e per lavorare comodamente e in tutta sicurezza, necessario bloccare saldamente le estremit degli arti. Cos facendo, si oppone la massima resistenza al movimento e si impedisce laccorciamento del muscolo durante la contrazione. Per gli altri tipi di programmi (per esempio, i programmi delle categorie Vascolare, Massaggio e Dolore, e il programma Recupero attivo), che non comportano contrazioni muscolari di una certa intensit, mettetevi nella posizione pi comoda.

192