Sei sulla pagina 1di 4

X Municipio (ex XIII)

Ostia, Ostia Antica, Dragona, Dragoncello, Acilia, Casal Palocco, Infernetto, Casal Bernocchi, Malafede, Castel Fusano, Castel Porziano

Elezioni Comunali e Municipali 26-27 maggio 2013


entra in contatto con noi: selroma10@libero.it in Facebook cerca Sinistra Ecologia Libert Roma X e il gruppo SEL Roma X: la nostra lista

le nostre IDEE e le PERSONE che si sono proposte per rappresentarle


La buona politica sei Tu, con la tua capacit di scegliere idee e persone in grado di cambiare radicalmente la tua citt, di metterti in gioco in prima persona, non solo delegando. La cattiva politica e lantipolitica sono la negazione del tuo diritto a partecipare al cambiamento. Ribellarsi giusto e si comincia a farlo restituendo lo strumento della politica a tutte e tutti, con la Democrazia Diretta, esigendo il rispetto dei propri diritti e la tutela dei pi deboli e del mondo in cui viviamo. Il centro destra ha fallito, ha governato male il municipio e ne ha provocato il degrado sociale e ambientale. Noi vogliamo restituire dignit alle persone e al territorio.

LE IDEE
Aprire il Municipio alla TRASPARENZA e alla PARTECIPAZIONE, rendendo le consulte municipali un effettivo luogo di discussione e non riunioni sotto controllo politico. Istituire lUfcio della Partecipazione, e il Bilancio Partecipato, da effettuarsi ogni anno in quartieri diversi. Istituire il Consiglio dei Giovani (15/25), per formarli alla buona politica e alla pratica dellamministrazione. LEGALIT: il nostro obiettivo principale. La disastrosa gestione del centro destra ha determinato disordine e mancanza di controlli, terreno fertile per le mae che ormai risiedono stabilmente nel nostro territorio. Senza legalit non c futuro. LAmministrazione deve esercitare un controllo rigoroso nel campo dei bandi, degli appalti, delle licenze e delle attivit, operando di concerto con la Camera di Commercio e le Autorit. Occorre un vero sportello antiusura e supportare le realt gi esistenti nel territorio, a tutela di chi strozzato dalla criminalit. Fondamentale la promozione di campagne di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole. LURBANISTICA deve tornare ad essere uno strumento di gestione sostenibile del territorio, non occasione di speculazioni edilizie, sanatorie di abusi e varianti indiscriminate, ci che ha ridotto al collasso il nostro territorio, lambiente e i servizi. Basta con il consumo di territorio, ora di procedere al risanamento e alla messa in sicurezza, nel rispetto delle aree protette, agricole e archeologiche, alladeguamento delle infrastrutture fognarie, idrauliche, elettriche e per la mobilit. Lurbanistica deve essere partecipata: un grande risultato delle associazioni e dei comitati stato il blocco delle manovre speculative tentate da Alemanno negli ultimi giorni, tra cui quello della Piccola Palocco che avrebbe riversato sul nostro territorio oltre 400mila mc di cemento. LAMBIENTE pu essere la pi grande opera pubblica del futuro: la messa in sicurezza geologica e idraulica non solo consentir di tutelare i cittadini ma anche di offrire nuove importanti occasioni di lavoro. Le aree verdi sono i nostri polmoni e dobbiamo tutelarle con ogni mezzo: occorrono maggiori risorse per la gestione pubblica diretta dei giardini e dei parchi, anche ricorrendo a forme di afdamento trasparenti (comitati, volontari, associazioni) concedendo forme di utilizzo sostenibile (orti urbani, giardini condivisi, piccole attivit di ristoro). Il Piano di gestione della Riserva del Litorale Romano deve essere subito approvato, per restituire certezze e tutela e progettare forme di utilizzo compatibili che ne garantiscono la conoscenza e favoriscano nuova occupazione. Garantire il pieno rispetto della fauna selvatica, sia dal bracconaggio che dalluomo. Ripristinare la chiusura al trafco della pineta nel ne settimana. Estendere luso di energie rinnovabili, a partire dagli edici pubblici, per la nostra salute e per far ripartire lindotto occupazionale del settore. Un piano per il verde urbano, che prevede la piantumazione di alberi e la sostituzione di quelli abbattuti o caduti: gli alberi sono uno strumento formidabile per abbattere linquinamento, i disagi climatici e offrono un decoro ineguagliabile alla citt. Realizzare il Censimento e Anagrafe del Verde. Tutela dellambiente e della salute vuol dire anche pianicare una corretta gestione dei riuti: inserire il X Municipio nel programma di raccolta porta a porta e riorganizzare il sistema di raccolta interessando tutti i quartieri, evitando le ore notturne, riducendo i cassonetti che degradano lambiente urbano. Potenziare le isole ecologiche che e debbono essere sempre aperte. Anche in questo caso fondamentale una campagna di educazione alla riduzione dei riuti. LITORALE: occorre un piano che restituisca ordine al caos delle concessioni e degli abusi: la Regione deve rimettere immediatamente in discussione il Piano di Utilizzo degli Arenili, uno strumento che pu garantire abbattimento degli abusi, riconversione delle strutture ad alto impatto, liberazione delle visuali e accesso libero alle spiagge per tutto lanno, prolungamento dellorario di chiusura estiva delle strutture alle 20, disponibilit per tutti delle risorse turistiche. Le spiagge libere, ivi comprese Castel Porziano e Capocotta (entrambe in area protetta) debbono tornare sotto il diretto controllo dellamministrazione, pianicando bando di afdamento controllato dedicati a imprese e cooperative che operano nei settori del

disagio sociale creando occupazione. Ogni progetto di cementicazione del lungomare deve essere abbandonato, dunque la Regione non dovr concedere nulla osta al delirante progetto del Waterfront: vogliamo un lungomare improntato sulla bellezza del paesaggio e dellambiente, vivibile e percorribile a piedi e in bici, non un centro commerciale esteso per km. Per la difesa della costa occorrono misure strutturali, non interventi estemporanei per cui si spende inutilmente danaro pubblico senza garantire la tutela degli arenili e delle strutture. Potenziare il settore dei TRASPORTI: ci aspettiamo dalla Regione un piano straordinario per la Roma-Lido. Anche il trasporto pubblico urbano va ripensato: occorrono nuove linee di collegamento tra i quartieri, su ferro o ad energia pulita. Va pianicata anche lintera VIABILIT municipale: il mezzo privato va disincentivato, rendendo pi efciente il trasporto pubblico, creando una rete di parcheggi di scambio esterni, per ridurre i volumi estivi di trafco, rendendo sicure le strade per la mobilit ciclabile e pedonale (ad es. sostenendo iniziative come il Piedibus), anche pensando a percorsi protetti o riservati. Mettere in sicurezza via del Mare e via Colombo, migliorando il sistema degli svincoli e delle complanari creando corsie preferenziali per il trasporto pubblico. Il progetto faraonico (45 milioni per un obbrobrio paesaggistico in area protetta) del Ponte della Scafa deve essere abbandonato per realizzare immediatamente, con tempi e costi innitamente minori, lallargamento della sede stradale. Revoca del progetto di costruzione della barriera alta 5m lungo la RomaLido: reinvestire limporto stanziato per lammodernamento delle infrastrutture e la realizzazione di misure davvero efcaci contro il rumore. SALUTE. La crisi sociale ed economica che impedisce alle persone di accedere pienamente al diritto allassistenza medica. Occorrono misure di tutela delle fasce deboli e una riorganizzazione dei servizi che renda pi efcienti quelli esistenti (ad es. il Pronto Soccorso del Grassi), ad esempio potenziando lassistenza domiciliare (anche in collaborazione con i medici di base), lambulatorio di Casal Bernocchi, istituendo altri punti di assistenza nellentroterra. Il Municipio deve svolgere un importante ruolo di sollecitazione verso la Regione, per ottenere maggiori risorse. Istituire nuovi consultori. necessario avere interpreti/mediatori culturali a disposizione presso le strutture per permettere la reciproca comprensione tra paziente e medico. Tutelare la salute dei cittadini signica anche ridurre tutte le forme di INQUINAMENTO: atmosferico, elettromagnetico, da amianto, chimico e acustico. Gli strumenti sono la mappatura degli impianti e delle strutture a rischio, procedendo a piani di risanamento e delocalizzazione (urgente ad es. lo sgombero delle antenne dal serbatoio ACEA di Ostia). Sanit signica anche tutela degli ANIMALI, e delle famiglie che li ospitano, attraverso il potenziamento dei presidi veterinari e campagne di sensibilizzazione che promuovano un rapporto corretto interspecie. Anche senza CULTURA non c futuro, essa costituisce lhumus fertile della nostra societ. Due biblioteche non bastano: vanno potenziate e ne occorrono altre, anche perch sono luoghi importanti di studio e incontro per migliaia di ragazzi. La rete dei teatri va estesa e ricreata anche una rete di piccole sale cinematograche (a questo proposito rendere effettiva la richiesta di dedicare una sala di Cineland al cinema dessai e alle produzioni locali). Il bilancio comunale del Teatro del Lido, che ha garantito no ad oggi solo col proprio impegno uneccellente produzione: va implementato su base triennale la voce di bilancio comunale relativa, conservando la piena gestione pubblica; stessa cosa per la Casa della Cultura, che deve essere portata a termine nei

tempi pi rapidi possibili per divenire il polo socio culturale ed educativo pi importante della citt. Lamministrazione deve inoltre realizzare una maggiore interazione col sistema archeologico di Ostia Antica, un altro nostro tesoro, che deve tornare ad essere occasione di conoscenza e lavoro, creando una rete di itinerari archeologici e ambientali che tocchino altri monumenti del territorio proponendo alla Presidenza della Repubblica una maggiore fruizione della Riserva di Castel Porziano. Dobbiamo valorizzare il ricordo di Pier Paolo Pasolini, amico del Litorale con la creazione di un itinerario culturale e turistico pasoliniano, valorizzando i tre monumenti a lui dedicati che oggi versano in stato di abbandono. Pieno utilizzo pubblico dell Ex-Depo per esposizioni e laboratori darte. Individuazione di spazi pubblici da rendere disponibili come sale prova musicali. ATTIVIT SPORTIVE: il Municipio deve farsi carico di mettere in rete le attivit e le strutture sportive sociali e a basso costo presenti nel territorio, in collaborazione con le scuole e le associazioni, utilizzando lo Stadio Giannattasio, i percorsi della Riserva del Litorale e il Polo Natatorio, che una struttura pubblica e non pu essere usata solo dai privati. SOCIALE. Attraverso il riuso e la creazione di nuove strutture va potenziata la capacit ricettiva degli Asili Nido e delle Scuole materne, ottimizzando il rapporto numerico insegnanti/bambini. Mettere in sicurezza tutte le strutture scolastiche. Le liste di attesa, sanitarie ed anagrache, vanno ridotte per anziani, malati, disabili e famiglie disagiate. La violenza sulle donne uno dei drammi pi gravi della nostra societ in crisi: aprire subito due sportelli territoriali di ascolto delle donne, e di altri dedicati ad altre situazioni di disagio sociale, ad es. un centro antiviolenza presso il S. Agostino. Per combattere il disagio sociale occorrono nuovi spazi di aggregazione: lAmministrazione renda disponibili tutte le strutture pubbliche e preveda lutilizzo di quelle date in concessione con apposite convenzioni, al ne di creare un centro civico diffuso che metta in rete tutte le realt. Integrazione sociale: occorrono spazi e forme di coinvolgimento di tutti i cittadini di altre nazionalit, nella prospettiva della reciproca conoscenza e del rispetto, e facilitare linterazione tra immigrati e burocrazia. Emergenza abitativa vericare con rigore la correttezza delle assegnazioni, afnch abbia una casa chi ne ha davvero bisogno. Il LAVORO, deve essere la risultante di tutte le attivit sociali, economiche ed ambientali. LAmministrazione deve operare afnch si creino occasioni di lavoro. Nellimmediato, aprire un secondo sportello per loccupazione nellentroterra. Attraverso bandi di idee e afdamento di servizi legati allambiente, alla cultura, allartigianato e al sociale, favorire i giovani e i disoccupati a entrare o rientrare nel mondo del lavoro. LEnalc Hotel deve essere immediatamente reso efciente, restituendo alla comunit la scuola alberghiera, volano di formazione e occupazione. Le ATTIVIT PRODUTTIVE e commerciali devono tornare ad essere occasione di lavoro e qualicazione del territorio, anzich pura speculazione. La piccola distribuzione va tutelata, a difesa delle famiglie che la gestiscono e della vitalit dei quartieri anche pi periferici. Lamministrazione deve vigilare afnch gli esercizi garantiscano il pieno rispetto dei luoghi, nelloccupazione di spazi pubblici, del paesaggio e della quiete pubblica nelle ore serali e notturne. Reintroduzione per le fasce deboli degli ex Enti Comunali di Consumo con prodotti a prezzi calmierati, anche allinterno dei Mercati, che possono peraltro costituire un importante luogo di incontro e di promozione dei prodotti locali.

SINISTRA ECOLOGIA LIBERT X Municipio (ex XIII)


Elezioni Comunali e Municipali 26-27 maggio 2013

LE PERSONE
1 Aurora ACQUAVIVA
19 anni. Vive ad Ostia con la sua famiglia. Studentessa del liceo Anco Marzio. Impegnata nel volontariato e in unassociazione studentesca in difesa della Costituzione. 58. Infermiere Osp. Grassi. Iscritto al PCI 1978, lascia i DS nel 2007 per aderire a SEL. Iscritto CGIL, stato coordinatore RSU ASL RM/D no al 2012, impegnato per rilancio e difesa della Sanit Pubblica. 66. Laurea Scienze Politiche, esperto economia internazionale. Ex dirigente Min. commercio estero, ha guidato missioni in vari paesi, e seguito negoziati UE e GATT. Dal 2003 collabora con lUPTER curando corsi di storia del cinema e cineforum.

2 Eugenio BELLOMO

3 Mauro CASTAGNO

4 Antonio COCOZZA

44. Responsabile di progetto settore telecomunicazioni, esperienza giovanile nella FGCI, vicino ai temi del lavoro.

5 Sandro COMPAGNONI

56. Sposato, due gli, vive allInfernetto. Artigiano, istruttore subacqueo. Impegnato nella difesa del territorio dalle speculazioni e per la messa in sicurezza idraulica.

6 Angelo COPPOTELLI

40. Consulente nanziario, laureato in giurisprudenza. Esperienze nel volontariato con Caritas, Orp e Case Famiglia. Candidato SEL alle elezioni regionali Lazio 2010.

7 Marco DE LINDEMANN

54. lavora nel settore dei servizi alle aziende, sindacalista CGIL, musicista dilettante e attivo nellassociazionismo culturale; vicino ai temi dellambientalismo.

8 Daniela FEDELE

37. Operatore Turistico, volontaria Unione Italiana Ciechi, accompagnatrice presso musei darte per non vedenti. Impegnata con la Casa di Chiara e Francesco che si occupa di bambini che hanno subito abusi.

9 Francesca GERNINI

42. Diplomata allIstituto di Stato per la Cinematograa e la Televisione. Operatore di ripresa in Rai, laureanda al DAMS, ambientalista per la decrescita felice.

10 Jawed Qayyum KHAN

60. Nato in Pakistan, a Roma dal 1959. Laurea in Informatica e Master in Business Administration. Docente Tavolo Interreligioso Comune di Roma. Partecipa al progetto Sahara Verde dellAssociazione Pane e Rose. 57. Studi di sociologia. Ecologista. Militante del Movimento Femminista, di Democrazia Proletaria. Presidente delle associazioni Equorete, e Palocco per Kyoto.

11 Denise LANCIA

12 Filippo LANGE

43. Formazione socio-antropologica, master in progettazione sociale; educatore attivo nella promozione dei diritti dellinfanzia e delladolescenza. Lavora al Teatro del Lido come progettista culturale. Coordinatore di progetti europei presso Affabulazione. 43. Sposato, due gli. Funzionario della P.A. si occupa di gestione economico nanziaria degli enti locali. Impegnato con lassociazione Libera nomi e numeri contro le mae. Si occupato di diritto del lavoro con pubblicazioni sul tema. 36. Ruoli direttivi Comitato Cittadino di Dragona per Urbanistica e Viabilit. Ha collaborato con lass. Pane e Rose nel progetto SaharaVerde. Iscritto PRC nel 2004, poi a SEL dalla fondazione. Volontario nellass. sport. HappySurf. Dal 2011 Presidente Ass. Cons. di Recupero Urb. di Dragona. 51. Attivista internazionale per i diritti umani. Freedom Flotilla, movimento internazionale per la Palestina.

13 Antonio LAVORATO

14 Federico LUCIANI

15 Paola MANDATO

16 Vera MARCHETTI

56. Architetto. Militante Movimento femminista, iscritta al PCI dal 1995, poi a SEL dalla fondazione. Impegnata nel tavolo di partecipazione cittadino alle scelte del Waterfront di Roma.

17 Anna Maria MENOTTI

59. Si impegnata a partire dagli anni Settanta in diverse battaglie: divorzio, aborto, difesa dei diritti, diritto alla casa e col sindacato nella CGIL scuola.

18 Lorenzo MORESCHI

20. Studente del liceo Anco Marzio, vive a Casal Palocco. Rappresentante distituto nel 2007, si battuto in difesa del diritto allo studio, contro il caro libri e per la messa in sicurezza delledilizia scolastica. 31. Presidente di una Onlus molto attiva nel Municipio e a Roma, che realizza diverse iniziative sociali, culturali ed ecologiche (clownterapia, orti scolastici, formazione, ecc.). Dal 2011 cura la direzione artistica di un live club di Roma. 47. Laureata in psicologia, specializzata in psicoterapia sistemica. Dal 2000 al 2010 ha lavorato in Municipio XIII per progetti nanziati con il Fondo Nazionale per lInfanzia e lAdolescenza e in altri servizi sempre nellambito del benessere dei minori e delle loro famiglie. 48. Impiegata preso la ASL RMD come Infermiere dirigente. Ha lavorato con diverse organizzazioni internazionali e ONG nei paesi in via di sviluppo. 55. Impiegato AMA. Coordinamento provinciale USB Roma. Dagli anni 70 lotte per diritto alla casa, caro-tariffe, mare libero, contro la cementicazione. Ha militato in Lotta Continua e DP. Incarichi di direzione provinciale e regionale nel PRC. Oggi impegnato contro privatizzazione servizi pubblici. 55. Sposato, due gli, abita a Ostia da sempre. Laurea e master in Statistica. Fa parte del Comitato Sentinelle degli alberi della Roma-Lido ed impegnato nella tutela del verde nel territorio. 31. Laurea e specializzazione in Archeologia Classica (ora Dottoranda). Impegnata nei temi della valorizzazione culturale e ambientale del municipio, lavora anche come attrice e consulente scientica per lass. cult. ReRosso.

19 Simone PELLEGRINI

20 Vita SOLARO

21 Silvia STIVANI

22 Paolo TANI

23 Enrico TODINI

24 Ambra VIGLIONE

C bisogno di Sinistra, di Ecologia e di Libert !!


entra in contatto con noi: selroma10@libero.it in Facebook cerca Sinistra Ecologia Libert Roma X e il gruppo SEL Roma X: la nostra lista

SEL X con Andrea TASSONE Presidente del X


4