Sei sulla pagina 1di 40

Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut.

DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003

Parte III

Anno XLIV

N. 16

REPUBBLICA ITALIANA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA


Catanzaro, venerd 19 aprile 2013
DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE CATANZARO, VIA ORSI (0961) 775522

Le edizioni ordinarie del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria sono suddivise in tre parti che vengono cos ` pubblicate: Il 1o e il 16 di ogni mese:

PARTE PRIMA

ATTI DELLA REGIONE

SEZIONE I

Leggi Regolamenti Statuti

SEZIONE II

Decreti, ordinanze ed atti del Presidente della Giunta regionale Deliberazioni del Consiglio regionale Deliberazioni della Giunta regionale Deliberazioni o comunicati emanati dal Presidente o dallUfficio di Presidenza del Consiglio regionale Comunicati di altre autorit o uffici regionali

PARTE SECONDA ATTI DELLO STATO E DEGLI ORGANI GIURISDIZIONALI


SEZIONE I

Provvedimenti legislativi statali e degli organi giurisdizionali che interessano la Regione

SEZIONE II

Atti di organi statali che interessano la Regione Circolari la cui divulgazione e ` ritenuta opportuna e gli avvisi prescritti dalle leggi e dai regolamenti della Regione

Ordinariamente il venerd di ogni settimana

PARTE TERZA ATTI DI TERZI


Annunzi legali Avvisi di concorso

2550

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

PARTE TERZA
ANNUNZI LEGALI, CONCORSI

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4666 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011). Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella terza graduatoria. Tabella A (Caligiuri Francesca a Mayer Valentina). Codice Cup J53J10000180006 pag. 2560 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4667 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011). Saldo delle spese ammesse al contributo del beneficiario Alonge Giuseppe C.F. LNGGPP82D20B774R inserito nella prima graduatoria. Integrazione al decreto n. 17748 13/12/2012 Codice Cup J53J10000180006 pag. 2563 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4669 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007 2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/2011). Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Integrazione al decreto n. 17746 del 13/12/12 Carla Gagliardi C.F. GGLCRL85B48F537B Codice Cup J53J10000180006 pag. 2565 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4671 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/2011). Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Integrazione al decreto n. 17746 del 13/12/12 Cosimo De Rosis C.F. DRSCSM84D25D086E Codice Cup J53J10000180006 pag. 2567

SOMMARIO
REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA, FORESTE, FORESTAZIONE DECRETO n. 5679 del 12 aprile 2013 DDG n. 2217 del 18 febbraio 2013 Avviso pubblico per la concessione di aiuti destinati alla pubblicit e promozione del settore ortofrutticolo aggregato. Proroga termine di scadenza pag. 2552 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4231 del 20 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M. 2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari. Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria Tabella A (Evelina Folino) pag. 2553 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4235 del 20 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M.2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella quinto graduatoria Tabella A (Achiropita Scorpanti) Codice CUP J52108000140006 pag. 2555 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4372 del 21 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M.2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari. Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda terza quarta graduatoria Tabella A (da Alessia Arcudi a Anna Rossi). Codice Cup J52I08000140006 pag. 2558

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2551

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4673 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 04/05/ 2011. Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella terza graduatoria. Tabella A (da Aiello Alessandra a Soluri Antonio). Codice Cup J53J10000180006 pag. 2569 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4785 del 27 marzo 2013 Avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di progetti ed iniziative di promozione della lettura approvato con decreto n. 18579 del 21 dicembre 2010. Reimpegno e liquidazione dellanticipazione del 70% e saldo al Comune di Saracena e alla Fondazione Farina del contributo dovuto ai soggetti attuatori dei progetti di incentivazione della lettura collocati dal n. 14 al n. 31 della graduatoria di merito approvata con decreto n. 9760 del 04/08/2011 pag. 2571 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4932 del 29 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011. Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Tabella A (da Arena Leo Marco a Vizzari Luciano). Codice Cup J53J10000180006 pag. 2575 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 13 TUTELA DELLA SALUTE POLITICHE SANITARIE DECRETO n. 3300 del 5 marzo 2013 D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368 e s.m. ed i. Corsi di formazione specifica in medicina generale Avviso pubblico per liscrizione nellalbo dei coordinatori delle attivit pratiche e delle attivit teoriche seminariali pag. 2577 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 13 TUTELA DELLA SALUTE POLITICHE SANITARIE DECRETO n. 4538 del 25 marzo 2013 D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368 e s.m.i. Corsi di formazione specifica in medicina generale Integrazione albo regionale dei medici addetti allattivit tutoriale. Approvazione avviso pubblico pag. 2580 REGIONE CALABRIA AVVOCATURA REGIONALE Avviso concernente la formazione di una short list di Avvocati esterni per il conferimento di incarichi di patrocinio legale della Regione e domiciliazione pag. 2582

A.R.S.S.A. CALABRIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura COSENZA Bando di Gara a procedura aperta per la Fornitura di materiali (Piante, Tubi Shelter, Quadri Pacciamanti) per limboschimento di superfici non agricole pag. 2582 PROVINCIA DI COSENZA Settore Ambiente e Demanio Idrico Richiesta per lutilizzo di acque a scopo irriguo. (Sanzi Biagio) pag. 2583 PROVINCIA DI COSENZA Settore Ambiente e Demanio Idrico Richiesta per lutilizzo di acque a scopo irriguo (Campilongo Geltrude e Sosti Antonio) pag. 2583 PROVINCIA DI CROTONE Avviso di avvio della procedura per la verifica di assoggettabilit a via del progetto per la realizzazione degli Interventi di sistemazione idraulica alla foce del fiume Tacina pag. 2583 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE 14 Difesa del suolo e salvaguardia delle coste Richiesta concessione di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Zucco Vicenzo, Cimin RC) pag. 2583 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE 14 Difesa del suolo e salvaguardia delle coste Richiesta concessione in sanatoria, di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) pag. 2584 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE 14 Difesa del suolo e salvaguardia delle coste Richiesta concessione di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) pag. 2584 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE 14 Difesa del suolo e salvaguardia delle coste Richiesta concessione di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) pag. 2584 CONSORZIO DI BONIFICA INTEGRALE DEI BACINI DELLO JONIO COSENTINO Trebisacce (CS) Decreto n. 7 del 2 aprile 2013 inerente i lavori di Captazione idrica sub-Alveo torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima pag. 2584 GRUPPO DI AZIONE LOCALE SAVUTO s.c. a r.l. Santo Stefano di Rogliano (CS) Avviso pubblicazione bando pag. 2587 SOCIET VARAT s.r.l. Saracena (CS) Avvio di verifica di Assoggettabilit.

pag. 2587

2552

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA, FORESTE, FORESTAZIONE DECRETO n. 5679 del 12 aprile 2013 DDG n. 2217 del 18 febbraio 2013 Avviso pubblico per la concessione di aiuti destinati alla pubblicit e promozione del settore ortofrutticolo aggregato. Proroga termine di scadenza. IL DIRIGENTE GENERALE VISTO il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143 recante conferimento alle Regioni delle funzioni amministrative in materia di agricoltura e pesca e riorganizzazione dellAmministrazione centrale. VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale ed in particolare lart. 28 che individua compiti e responsabilit del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale. VISTO lart. n. 1 D.P.G.R. n. 354 del 24/6/99 relativo alla separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quello gestionale come modificato dal D.P.G.R. n. 206 del 15/ 12/2000. VISTA la delibera della D.G.R. n. 387 del 17/5/2010 con la quale il Dr. Giuseppe Zimbalatti stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione e successiva integrazione D.G.R. n. 452 del 22/6/2010. VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per lattuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs. 29/93 e successive integrazioni e modificazioni. VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza. VISTA la Legge Regionale n. 8 del 4/2/2002 art. 43 sugli impegni. VISTE la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 di approvazione del Bilancio Regionale per lanno finanziario 2013. VISTA la legge regionale 8 luglio 2002, n. 24 Interventi a favore del settore agricolo e agroalimentare. CONSIDERATO che il Settore primario rappresenta per la Regione Calabria uno dei comparti economici di maggiore importanza e la ricchezza di eccellenze agroalimentare consente di affermare che il sistema agricolo calabrese possiede potenzialit ancora non del tutto utilizzate. PRESO ATTO CHE la Calabria occupa un posto di rilievo nella produzione di ortofrutta, rientrando tra le prime otto regioni italiane produttrici. CHE con D.G.R. n. 136 del 27 marzo 2012 si provveduto ad approvare le Disposizioni per interventi a favore del settore ortofrutticolo aggregato. CHE al finanziamento degli oneri derivanti dalla presente Deliberazione, quantificati per lanno in corso in c 3.500.000,00, si provvedeva utilizzando i fondi attualmente disponibili allU.P.B. 2.2.04.06 del corrente bilancio regionale Spese destinate ai programmi di riorganizzazione del settore agricolo e agroalimentare

della L.R. n. 24 dell8 luglio 2002, cap. 22040602, per progetti biennali. CHE con DDG n. 9588 del 2 luglio 2012 di prendeva atto dello schema di avviso pubblico e si impegnava la somma di c 3.500.000,00 per interventi a favore del settore ortofrutticolo aggregato. CHE con DDG n. 2217 del 18/2/2013 si provvedeva allapprovazione dellAvviso pubblico per la concessione di aiuti destinati alla pubblicit e promozione del settore ortofrutticolo aggregato regolarmente pubblicato sul BURC n. 9, parte III, dell1 marzo 2013. CHE il sopracitato avviso prevedeva il termine massimo per la presentazione delle relative domande di agevolazione fissato in 45 giorni dalla sua data di pubblicazione. PRESO ATTO che gli operatori economici del comparto agricolo trattandosi di prima applicazione di specifico bando per pubblicit e promozione pesche e nettarine e promozione clementine, hanno evidenziato, al fine di meglio determinare le metodiche e le attivit relativamente alla complessit della procedura, la necessit di una proroga dei termini di scadenza del sopracitato avviso. PRESO ATTO CHE lavviso pubblico in oggetto assume rilevanza strategica in quanto il settore primario uno dei pochi settori economici trainanti dellintera economia regionale nella particolare fase di congiuntura economica non positiva in cui versa lassetto economico calabrese. Su proposta del Dirigente del Settore n. 2 Valorizzazione e promozione Agricole e Filiere Produttive nonch dallespressa dichiarazione di regolarit degli atti resa dal Dirigente preposto alla struttura medesima. DECRETA La narrativa che precede parte integrante del presente Decreto: di prorogare il termine di scadenza per la presentazione della domanda di agevolazione relative allAvviso pubblico per la concessione di aiuti destinati alla pubblicit e promozione del settore ortrofrutticolo aggregato approvato con DDG n. 2217 del 18/2/2013 e regolarmente pubblicato sul BURC n. 9, Parte III, dell1 marzo 2013; di fissare al 6 maggio 2013 il termine ultimo di presentazione delle domande di agevolazione relative allAvviso pubblico per la concessione di aiuti destinati alla pubblicit e promozione del settore ortofrutticolo aggregato approvato con DDG n. 2217 del 18/1/2013 e regolarmente pubblicato sul BURC n. 9, Parte III, dell1 marzo 2013; di disporre la pubblicazione del presente atto sul BURC. Catanzaro, l 12 aprile 2013 Il Dirigente Generale (Prof. Giuseppe Zimbalatti) (N. 482 gratuito)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2553

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4231 del 20 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M. 2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari. Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria Tabella A (Evelina Folino). Codice CUP J52108000140006. IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Sociale Europeo e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 (G.U.C.E. L 210/12 del 31/7/2006); il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999 (G.U.C.E. L210/25 del 31/7/2006); la Decisione della Commissione Europea C (2007) 6711 del 17/12/2007 che approva il Programma Operativo Regione Calabria FSE 2007 - 2013; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 aprile 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 346 del 5 maggio 2008, recante Piano Regionale perle Risorse Umane Piano dAzione 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; la decisione della Commissione Europea del 18 febbraio 2009 con la quale stato prorogato il termine ultimo di ammissibilit delle spese relative ai fondi del POR Calabria 2000-2006 al 30 giugno 2009; PREMESSO CHE: con il DD n. 18374 del 21 novembre 2008 stato approvato lAvviso pubblico ( con i relativi allegati) per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari POR Calabria 2000-2006 Misura 3.7; con il medesimo decreto n. 18374 del 2008 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 4.000.000,00, imputandolo sui capitolo 3421107 della spesa, UPB 4.1.01.02 del Bilancio Regionale per lesercizio finanziario 2008, destinato allattuazione della Misura 3.7 del P.O.R. Calabria 2000/2006, giusto impegno di spesa n. 5690 del 18/11/2008; lAvviso pubblico prevedeva due tipologie di interventi finanziabili: Tipologia A: Interventi che sarebbero conclusi entro il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 1.000.000,00;

Tipologia. B: Interventi che si sarebbero conclusi dopo il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 3.000.000,00; tale Avviso, stabiliva la valutazione a graduatoria delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia A, nonch la valutazione a sportello delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia B; il Gruppo di lavoro per la valutazione delle domande di finanziamento stato costituito con decreto n. 1104 del 2009, successivamente modificato con decreto n. 1863 del 2009; con decreto n. 6002 del 17/04/2009 sono stati approvati i Primi Elenchi beneficiari ammessi e non ammessi, lAtto di Adesione e Obbligo e lo Schema di polizza fideiussoria; con decreto n. 7757 dell11/05/2009 stata approvata la seconda graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 16976 del 21/09/2009 stata approvata la terza graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 21086 del 23/11/2009 stata approvata la quarta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 23861 del 30/12/2009 stata approvata la quinta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 10163 del 08/06/2009 si proceduto a modificare la dotazione finanziaria del succitato Avviso Pubblico nel seguente modo: Tipologia A c 150.000,00; Tipologia B c 3.850.000,00 facendo gravare le somme sullex impegno di spesa n. 3791 del 5 giugno 2009 pari a c 3.900,000,00 caduto in perenzione amministrativa, capitolo 49040104, UPB 4.9.04.01 Capitale Umano del Bilancio Regionale della spesa per lesercizio finanziario 2009, destinato allattuazione del POR FSE 20072013 Asse IV Obiettivo M; sul nuovo impegno di spesa graveranno le somme derivanti dai DD nn. 6002 del 17/04/2009 , 7757 dell11/05/2009, 16976 del 21/09/2009 e 21086 del 23/11/2009 per lapprovazione degli elenchi di beneficiari della Tipologia B ammessi al contributo nonch le somme derivanti dal DD n. 8355 del 20/05/2009 relative alle prime richieste di riesame e di rettifica, precedentemente imputate allimpegno di spesa n. 5690 del 2008, assunto con DD n. 18374 del 21/11/08; con decreto n. 23464 del 22/12/09 si provveduto a incrementare la dotazione finanziaria dellAvviso in oggetto per limporto di c 1.200.000,00 sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/ 12/09 caduto in perenzione amministrativa; le spese derivanti dalla quinta graduatoria graveranno sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/12/09 caduto in perenzione amministrativa; ATTESO CHE lAmministrazione Regionale, in base allarticolo 10 dellAvviso in oggetto, provvede allerogazione a saldo delle spese ammesse al contributo, sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti cofinanziati dallUnione Europea;

2554

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione del saldo del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 5.429,00; VISTO il D.D.G. del Dipartimento Bilancio e Patrimonio n. 1988 del 13 febbraio 2013 Prelievo dal Fondo speciale di parte corrente e riallocazione sui capitoli 49040104. Dipartimento Cultura e Istruzione. Variazione al Bilancio per lesercizio finanziario 2012. VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle Leggi Regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sui capitolo finanziario 49040104; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la Legge Regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale e successive modifiche e integrazioni; il Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con Legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la Legge Regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento Generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta Regionale n. 447 del 28 giugno 2010 e il decreto del Presidente della Giunta Regionale n.

174 del 05/07/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 06 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 01 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di Dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni Legislative e Regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Reimpegnare la somma di c 5.429,00 sul capitolo 49040104 del Bilancio Regionale 2013, che ne presenta la necessaria disponibilit; 2. Provvedere allerogazione, a titolo di saldo e per come previsto dallart. 10 dellAvviso Pubblico citato, del contributo assegnato ai soggetti elencati nella Tabella A, ammessi al beneficio in base ai DD n. 7757 dell11/05/2009 (secondo elenco degli ammessi). La somma di c 5.429,00 viene imputata sul cap. 49040104 decreto 10163/2009 riallocata con D.D.G. n. 1988 del 13/02/2013, giusta impegno n. 1019/2013 sub impegno 1210/ 2013 (ex impegno 3791/2009); 3. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 4. autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BURC. Catanzaro, l 20 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Dott.ssa Claudia Paese) (N. 482bis gratuito) (segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2555

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4235 del 20 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M.2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari. Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella quinto graduatoria Tabella A (Achiropita Scorpaniti). Codice CUP J52I08000140006. IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Sociale Europeo e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 (G.U.C.E. L210/12 del 31/7/2006); il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999 (G.U.C.E. L210/25 del 31/7/2006); la Decisione della Commissione Europea C (2007) 6711 del 17/12/2007 che approva il Programma Operativo Regione Calabria FSE 2007-2013; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 aprile 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 346 del 5 maggio 2008, recante Piano Regionale per le Risorse Umane Piano dAzione 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; la decisione della Commissione Europea del 18 febbraio 2009 con la quale stato prorogato il termine ultimo di ammissibilit delle spese relative ai fondi del POR Calabria 2000-2006 al 30 giugno 2009; PREMESSO CHE: con il DD n. 18374 del 21 novembre 2008 stato approvato lAvviso pubblico ( con i relativi allegati) per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari POR Calabria 2000-2006 Misura 3.7; con il medesimo decreto n. 18374 del 2008 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 4.000.000,00, imputandolo sul capitolo 3421107 della spesa, UPB 4.1.01.02 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2008, destinato allattuazione della Misura 3.7 del P.O.R. Calabria 2000/2006, giusto impegno di spesa n. 5690 del 18/11/ 2008; lAvviso pubblico prevedeva due tipologie di interventi finanziabili: Tipologia A: Interventi che sarebbero conclusi entro il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 1.000.000,00;

2556

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

Tipologia B: Interventi che si sarebbero conclusi dopo il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 3.000.000,00; tale Avviso, stabiliva la valutazione a graduatoria delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia A, nonch la valutazione a sportello delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia B; il Gruppo di lavoro per la valutazione delle domande di finanziamento state costituito con decreto n. 1104 del 2009, successivamente modificato con decreto n. 1863 del 2009; con decreto n. 6002 del 17/4/2009 sono stati approvati i Primi Elenchi beneficiari ammessi e non ammessi, l Atto di Adesione e Obbligo e lo Schema di polizza fideiussoria; con decreta n. 7757 dell11/5/2009 stata approvata la seconda graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 16976 del 21/9/2009 stata approvata la terza graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 21086 del 23/11/2009 stata approvata la quarta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 23861 del 30/12/2009 stata approvata la quinta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 10163 dell8/6/2009 si proceduto a modificare la dotazione finanziaria del succitato Avviso Pubblico nel seguente modo: Tipologia A c 150.000,00; Tipologia B, c 3.850.000,00 facendo gravare le somme sullex impegno di spesa n. 3791 del 5 giugno 2009 pari a c 3.900,000,00 caduto in perenzione amministrativa, capitolo 49040104, UPB 4.9.04.01 Capitale Umano del bilancio regionale della spesa per lesercizio finanziario 2009, destinato allattuazione del POR FSE 2007- 2013 Asse IV Obiettivo M; sul nuovo impegno di spesa graveranno le somme derivanti dai DD nn. 6002 del 17/4/2009, 7757 dell11/5/2009, 16976 del 21/9/2009 e 21086 del 23/11/2009 per lapprovazione degli elenchi di beneficiari della Tipologia B ammessi al contributo nonch le somme derivanti dal DD n. 8355 del 20.05.2009 relative alle prime richieste di riesame e di rettifica, precedentemente imputate allimpegno di spesa n. 5690 del 2008, assunto con DD n. 18374 del 21/11/08; con decreto n. 23464 del 22/12/09 si provveduto a incrementare la dotazione finanziaria dellAvviso in oggetto per limporto di c 1.200.000,00 sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/ 12/09 caduto in perenzione amministrativa; le spese derivanti dalla quinta graduatoria graveranno sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/12/09 caduto in perenzione amministrativa; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellAvviso in oggetto, provvede allerogazione a saldo delle spese ammesse al contributo, sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea;

RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione del saldo del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 195,94; VISTO il D.D.G. del Dipartimento Bilancio e Patrimonio n. 1992 del 13 febbraio 2013 Prelievo dal Fondo speciale di parte corrente e riallocazione sui capitoli 49040104. Dipartimento Cultura e Istruzione. Variazione al Bilancio per lesercizio finanziario 2013. VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreta trova copertura sul capitolo finanziario 49040104; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione;

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2557

la deliberazione della Giunta Regionale n. 447 del 28 giugno 2010 e il decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale state conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria; la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Reimpegnare la somma di c 195,94 sul capitolo 49040104 del bilancio regionale 2013, che ne presenta la necessaria disponibilit; 2. Provvedere allerogazione, a titolo di saldo e per come previsto dallart. 10 dellAvviso Pubblico citato, del contributo assegnato ai soggetti elencati nella Tabella A, ammessi al beneficio in base ai D.D. n. 23861 del 30/12/2009 (quinto elenco degli ammessi). La somma di c 195,94 viene imputata sul cap. 49040104 decreto 10163/2009 riallocata con D.D.G. n. 1992 del 13/2/2013, giusta impegno n. 1034/2013 sub impegno 1225/ 2013 (ex impegno 7414/2009); 3. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 4. Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BURC. Catanzaro, l 20 marzo 2013 Il Dirigente Del Settore (Dott.ssa Claudia Paese) (N. 483 - gratuito) (segue allegato)

2558

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4372 del 21 marzo 2013 PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Obiettivo Operativo M.2. Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari. Reimpegno e liquidazione saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda terza quarta graduatoria Tabella A (da Alessia Arcudi a Anna Rossi). Codice CUP J52I08000140006 IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Sociale Europeo e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 (G.U.C.E. L210/12 del 31/7/2006); il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999 (G.U.C.E. L 210/25 del 31/7/2006); la Decisione della Commissione Europea C (2007) 6711 del 17/12/2007 che approva il Programma Operativo Regione Calabria FSE 2007 2013; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 aprile 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 346 del 5 maggio 2008, recante Piano Regionale per le Risorse Umane Piano dAzione 2008; la Deliberazione della Giunta Regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; la decisione della Commissione Europea del 18 febbraio 2009 con la quale stato prorogato il termine ultimo di ammissibilit delle spese relative ai fondi del POR Calabria 2000-2006 al 30 giugno 2009; PREMESSO CHE: con il DD n. 18374 del 21 novembre 2008 stato approvato lAvviso pubblico ( con i relativi allegati) per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari POR Calabria 2000-2006 Misura 3.7; con il medesimo decreto n. 18374 del 2008 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 4.000.000,00, imputandolo sul capitolo 3421107 della spesa, UPB 4.1.01.02 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2008, destinato allattuazione della Misura 3.7 del P.O.R. Calabria 2000/2006, giusto impegno di spesa n. 5690 del 18/11/ 2008; lAvviso pubblico prevedeva due tipologie di interventi finanziabili: Tipologia A: Interventi che si sarebbero conclusi entro il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 1.000.000,00;

Tipologia B: Interventi che si sarebbero conclusi dopo il 31/12/2008, con una dotazione finanziaria di c 3.000.000,00; tale Avviso, stabiliva la valutazione a graduatoria delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia A, nonch la valutazione a sportello delle domande di finanziamento per gli interventi di cui alla tipologia B; il Gruppo di lavoro per la valutazione delle domande di finanziamento stato costituito con decreto n. 1104 del 2009, successivamente modificato con decreto n. 1863 del 2009; con decreto n. 6002 del 17/4/2009 sono stati approvati i Primi Elenchi beneficiari ammessi e non ammessi, lAtto di Adesione e Obbligo e lo Schema di polizza fideiussoria; con decreto n. 7757 dell11/5/2009 stata approvata la seconda graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 16976 del 21/9/2009 stata approvata la terza graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 21086 del 23/11/2009 stata approvata la quarta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 23861 del 30/12/2009 stata approvata la quinta graduatoria ammessi e non ammessi; con decreto n. 10163 dell8/6/2009 si proceduto a modificare la dotazione finanziaria del succitato Avviso Pubblico nel seguente modo: Tipologia A c 150.000,00; Tipologia B, c 3.850.000,00 facendo gravare le somme sullex impegno di spesa n. 3791 del 5 giugno 2009 pari a c 3.900,000,00 caduto in perenzione amministrativa, capitolo 49040104, UPB 4.9.04.01 Capitale Umano del bilancio regionale della spesa per lesercizio finanziario 2009, destinato allattuazione del POR FSE 2007- 2013 Asse IV Obiettivo M; sul nuovo impegno di spesa graveranno le somme derivanti dai DD nn. 6002 del 17/4/2009, 7757 dell11/5/2009, 16976 del 21/9/2009 e 21086 del 23/11/2009 per lapprovazione degli elenchi di beneficiari della Tipologia B ammessi al contributo nonch le somme derivanti dal DD n. 8355 del 20.05.2009 relative alle prime richieste di riesame e di rettifica, precedentemente imputate allimpegno di spesa n. 5690 del 2008, assunto con DD n.18374 del 21/11/08; con decreto n. 23464 del 22/12/09 si provveduto a incrementare la dotazione finanziaria dellAvviso in oggetto per limporto di c 1.200.000,00 sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/ 12/09 caduto in perenzione amministrativa; le spese derivanti dalla quinta graduatoria graveranno sullex impegno di spesa n. 7414 del 21/12/09 caduto in perenzione amministrativa; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellAvviso in oggetto, provvede allerogazione a saldo delle spese ammesse al contributo, sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea;

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2559

RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione del saldo del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 27.030,55; VISTO il D.D.G. del Dipartimento Bilancio e Patrimonio n. 1973 del 13 febbraio 2013 Prelievo dal Fondo speciale di parte corrente e riallocazione sui capitoli 49040104. Dipartimento Cultura e Istruzione. Variazione al Bilancio per lesercizio finanziario 2013. VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013 2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreta trova copertura sul capitolo finanziario 49040104; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione;

la deliberazione della Giunta Regionale n. 447 del 28 giugno 2010 e il decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale state conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria; la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; iI D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Reimpegnare la somma di c 27.030,55 sul capitolo 49040104 del bilancio regionale 2013, che ne presenta la necessaria disponibilit; 2. Provvedere allerogazione, a titolo di saldo e per come previsto dallart. 10 dellAvviso Pubblico citato, del contributo assegnato ai soggetti elencati nella Tabella A, ammessi al beneficio in base ai D.D. n. 7757 dell11/5/2009, n. 16976 del 21/9/ 2009 e n. 21086 del 23/11/2009 (secondo terzo quarto elenco degli ammessi). La somma di c 27.030,55 viene imputata sul cap. 49040104 decreto 10163/2009 riallocata con D.D.G. n. 1973 del 13/2/2013, giusta impegno e subimpegno per come allagato A (ex impegno 3791/2009); 3. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 4. Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BURC. Catanzaro, l 21 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Dott.ssa Claudia Paese) (N. 484 - gratuito) (segue allegato)

2560

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4666 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011) Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella terza graduatoria. Tabella A (Caligiuri Francesca a Mayer Valentina). Codice Cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DEL SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007-2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo Sociale Europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 Aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 4 maggio 2011 stato approvato lAvviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007-2013 Obiettivo operativo M.2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/5/2011 parte III;

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2561

con il medesimo decreta n. 4361 del 4 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 4 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 9 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 6 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzioni: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea; RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione a saldo del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 37.298,00; VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e

bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreta trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta Regionale n. 447 del 28 giugno 2010 e il decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale state conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnita Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria;

2562

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Provvedere allerogazione, a saldo del 100% del contributo assegnato ai beneficiari inseriti nella tabella A, ammessi al beneficio in base al DD 1211 del 06 febbraio 2012 (terzo elenco degli ammessi). La somma di c 37.298,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M.2), giusto impegno di spesa n. 92/2012, assunto con decreto n. 1211 del 06 febbraio 2012; 2. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 3. Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 26 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Dott.ssa Claudia Paese) (N. 485 - gratuito)

(segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2563

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA ISTRUZIONE, UNIVERSIT RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4667 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011). Saldo delle spese ammesse al contributo del beneficiario Alonge Giuseppe C.F. LNGGPP82D20B774R inserito nella prima graduatoria. Integrazione al decreto n. 17748 13/12/2012 Codice Cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DEL SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007 2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo Sociale Europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007 2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 4 maggio 2011 stato approvato l Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007 2013 Obiettivo operativo M.2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/5/2011 parte III;

con il medesimo decreto n. 4361 del 4 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 4 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 9 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 6 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzioni: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dal beneficiario e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea; CONSIDERATO che con decreto n. 17748 del 13/12/2012 al dott. Giuseppe Alonge era stato indicato, quale importo liquidabile, quello di c 5.524,00 invece che il corretto importo risultante dallistruttoria pari ad c 6.452,00. che, pertanto, occorre integrare il decreto di cui al punto precedente; che, sulla base della successiva istruttoria effettuata sulla documentazione attestante le spese sostenute e riconosciute come incentivabili, il suddetto beneficiario ha titolo per ottenere la liquidazione di un importo pari ad c 928,00. VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012;

2564

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione la Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna, delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta regionale n. 477 del 28 giugno 2010 e il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla D.ssa Claudia Paese;

il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla D.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria; la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTA la distinta di liquidazione proposta generate telematicamente e allegata al presente atto; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1) Integrare limporto del finanziamento attribuito al dott. Giuseppe Alonge C.F. LNGGPP82D20B774R con decreto n. 17748 del 13/12/2012, con la somma di c 928,00. per un saldo complessivo di c 6.452,00; 2) Liquidare a favore del beneficiario sopra individuato limporto di c 928,00 a titolo di saldo del contributo assegnato in base al DD 1211 del 6 febbraio 2012 (primo elenco degli ammessi). La somma di c 928,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M.2), giusto impegno di spesa n. 1105/2012, assunto con decreta n. 4373 del 4 aprile 2012; 3) Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 4) Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 26 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (D.ssa Claudia Paese) (N. 486 gratuito)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2565

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4669 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007 2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/2011). Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Integrazione al decreto n. 17746 del 13/12/12 Carla Gagliardi C.F. GGLCRL85B48F537B Codice Cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007-2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo Sociale Europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 4 maggio 2011 stato approvato lAvviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007-2013 Obiettivo operativo M.2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/5/2011 parte III;

con il medesimo decreto n. 4361 del 4 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 4 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 9 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 6 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con D.D. n. 2835 del Dipartimento 4 Bilancio e Patrimonio si provveduto a riallocare le somme di cui agli impegni n. 1209/11 e 3381/2011, pari ad euro 10.184.745,98 sul capitolo n.49040104 in conto competenze 2012/2013, con D.D. n 4373 del 4 aprile 2012 stato, altres, reimpegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso pari a c 7.352.081,69, imputandolo sul capitolo 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2012, (Asse IV Obiettivo M), giusto impegno di spesa n. 1105/2012; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzioni: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea; CONSIDERATO che con decreto n. 17746 del 13/12/12 alla D. ssa Carla Gagliardi nata a Vibo Valentia il 8/2/85 C.F. GGLCRL85B48F537B era stato indicato, quale importo liquidabile, quello di c 345,00 invece che il corretto importo risultante dallistruttoria pari ad c 1.905,00;

2566

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

che, pertanto, occorre integrare il decreto di cui al punto precedente; che, sulla base della successiva istruttoria effettuata sulla documentazione attestante le spese sostenute e riconosciute come incentivabili, la suddetta beneficiaria ha titolo per ottenere la liquidazione di un importo pari ad c 1.560,00; VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013 2015, pubblicato sui BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta regionale n. 477 del 28 giugno 2010 e il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Fer-

rara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; il D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla D.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla D.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al Dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnita Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post universitaria; la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTA la distinta di liquidazione proposta generata telematicamente e allegata al presente atto; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1) Integrare, limporto del finanziamento attribuito alla D.ssa Carla Gagliardi nata a Vibo Valentia il 8/2/85 C.F. GGLCRL85B48F537B con decreto n. 17746 del 13/12/12, con la somma di c 1.560,00 per un saldo complessivo di c 1.905,00. 2) Liquidare a favore della beneficiaria sopra individuata limporto di c 1.560,00 a titolo di saldo del contributo assegnato in base al DD 13621 del 31 ottobre 2011 (secondo elenco degli ammessi). La somma di c 1.560,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M.2), giusto impegno di spesa n. 1105/2012, assunto con decreto n. 4373 del 4 aprile 2012; 3) Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit. 4) Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 26 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (D.ssa Claudia Paese) (N. 487 gratuito)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2567

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4671 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/2011). Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Integrazione al decreto n. 17746 del 13/12/12 Cosimo De Rosis C.F. DRSCSM84D25D086E Codice Cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007-2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 Aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007 2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 4 maggio 2011 stato approvato lAvviso pubblico per il finanziamento borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007-2013 Obiettivo operativo M.2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/5/2011 parte III;

con il medesimo decreto n. 4361 del 4 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 4 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 9 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 6 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con D.D. n. 2835 del Dipartimento 4 Bilancio e Patrimonio si provveduto a riallocare le somme di cui agli impegni n. 1209/11 e 3381/2011, pari ad euro 10.184.745,98 sul capitolo n. 49040104 in conto competenze 2012/2013; con D.D. n 4373 del 04 aprile 2012 stato, altres, reimpegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso pari a c 7.352.081,69, imputandolo sul capitolo 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2012, (Asse IV Obiettivo M), giusto impegno di spesa n. 1105/2012; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzioni: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co finanziati dallUnione Europea; CONSIDERATO: che con decreto n. 17746 del 13/12/12 al Dott. Cosimo De Rosis nato a Cosenza il 25/4/84 C.F. DRSCSM84D25D086E era stato indicato, quale importo liquidabile, quello di c 4.600,00 invece che il corretto importo risultante dallistruttoria pari ad c 5.697,00;

2568

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

che, pertanto, occorre integrare il decreto di cui al punto precedente; che, sulla base della successiva istruttoria effettuata sulla documentazione attestante le spese sostenute e riconosciute come incentivabili, la suddetta beneficiaria ha titolo per ottenere la liquidazione di un importo pari ad c 1.097,00; VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta regionale n. 477 del 28 giugno 2010 e il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 5/7/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Fer-

rara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; D.P.G.R. n. 163 del 6 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla D.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 del 1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla D.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post universitaria; la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari III materia di documentazione amministrativa; VISTE la distinta di liquidazione proposta generata telematicamente e allegata al presente atto; SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1) Integrare, limporto del finanziamento attribuito al dott. Cosimo De Rosis nato a Cosenza il 25/4/84 C.F DRSCSM84D25D086E con decreto n. 17746 del 13/12/12, con la somma di c 1.097,00 per un saldo complessivo di c 5.697,00. 2) Liquidare a favore del beneficiario sopra individuato limporto di c 1.097,00 a titolo di saldo del contributo assegnato in base al DD 13621 del 31 ottobre 2011 (secondo elenco degli ammessi). La somma di c 1.097,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M.2), giusto impegno di spesa n. 1105/2012, assunto con decreto n. 4373 del 04 aprile 2012; 3) Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit. 4) Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 26 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (D.ssa Claudia Paese) (N. 488 gratuito)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2569

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE. DECRETO n. 4673 del 26 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 04/05/ 2011) Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella terza graduatoria. Tabella A (da Aiello Alessandra a Soluri Antonio). Codice Cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DEL SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007-2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 Aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007-2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 04 maggio 2011 stato approvato lAvviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007-2013 Obiettivo operativo M. 2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/05/2011 parte III;

con il medesimo decreto n. 4361 del 04 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 04 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 09 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 06 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzione: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del succitato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea; RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 50.810,00; VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e

2570

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69,70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta regionale n. 477 del 28 giugno 2010 e il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 05/07/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; D.P.G.R. n. 163 del 06 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese; il D.D.G. n. 1266 dell1 marzo 2011 con il quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta Formazione e Universit Rapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzio Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnit Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria;

la L.R. n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; il D.lgs. 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personale; il D.lgs. 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; Su proposta del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Provvedere allerogazione, a saldo del 100% del contributo assegnato ai beneficiari inseriti nella tabella A, ammessi al beneficio in base al DD 1211 del 06 febbraio 2012 (terzo elenco degli ammessi). La somma di c 50.810,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M.2), giusto impegno di spesa n. 92/2012, assunto con decreto n. 1211 del 06 febbraio 2012; 2. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 3. Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 26 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Dott.ssa Claudia Paese) (N. 489 gratuito)

(segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2571

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA, INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE. DECRETO n. 4785 del 27 marzo 2013 Avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di progetti ed iniziative di promozione della lettura approvato con decreto n. 18579 del 21 dicembre 2010. Reimpegno e liquidazione dellanticipazione del 70% e saldo al Comune di Saracena e alla Fondazione Farina del contributo dovuto ai soggetti attuatori dei progetti di incentivazione della lettura collocati dal n. 14 al n. 31 della graduatoria di merito approvata con decreto n. 9760 del 04/08/2011. IL DIRIGENTE DI SETTORE PREMESSO CHE: con DDG n. 18579 del 21 dicembre 2010 stato approvato lAvviso pubblico per la selezione e il finanziamento di progetti innovativi per incentivare la lettura promossi da Biblioteche e Sistemi Bibliotecari riconosciuti, con il relativo formulario, successivamente modificato con DDG n. 122 del 2011, provvedendo contestualmente allassunzione dellimpegno di spesa n. 5702 del 15 dicembre 2010 per un importo di 400.000 euro; con DDG n. 9760 del 04/08/2011 stata approvata la graduatoria degli ammessi e non ammessi al contributo ed stata impegnata la somma di c 400.000,00 sul cap. 52010261 del bilancio 2011 (impegno di spesa n. 2106/2011) al fine di finanziare, per scorrimento, i progetti di incentivazione alla lettura indicati nellelenco allegato al citato decreto; sono risultati ammissibili a finanziamento i progetti collocati nella graduatoria approvato con decreto di cui al punto precedente dal numero 1 al n. 14 e, per scorrimento, da quelli collocati dal n. 15 fino al n. 33 (finanziabile per quota parte); gli oneri derivanti dal decreto di approvazione della graduatoria gravano sullimpegno di spesa n. 5702 del 15/12/10 relativamente ai progetti che occupano in graduatoria i posti da 1 a 14, nonch sullimpegno di spesa n. 2106 del 17/06/2011 per il finanziamento dei progetti che occupano in graduatoria i posti da 14 a 33; lonere derivante dal progetto n. 14 grava, per limporto di c 11.000, sullimpegno di spesa n. 5702 del 2010 e, per limporto di 24.000, sullimpegno di spesa n. 2106 del 2011; con decreto n. 4391 del 04/04/2012 sono state liquidate le anticipazioni dovute ai soggetti attuatori dei progetti di incentivazione alla lettura collocati dal numero 1 al n. 14, gravanti sullimpegno di spesa n. 5702 del 2010; con decreto n. 4510 del 05/04/2012 stata autorizzata la liquidazione relativa allanticipo del 70% del contributo assegnato in favore dei progetti di incentivazione della lettura collocati dal n. 14 al n. 33 della graduatoria di merito approvata con decreto n. 9760 del 04/08/2011, il cui onere gravava sullimpegno di spesa n. 2106 del 2011; tale decreto stato successivamente rettificato con decreto n. 6440 del 10/05/2012 al fine di emendarlo dallerrore materiale ivi indicato; con nota n. 2021 del 03/01/2013 la Ragioneria Generale della Regione ha restituito il decreto n. 6440 del 10/05/2012 in

2572

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

quanto non liquidato entro il 31/12/12 per i vincoli imposti dal patto di stabilit, per cui le somme da liquidare risultano andate in perenzione amministrativa; occorre riproporre la liquidazione indicata nel punto precedente e non eseguita dalla Ragioneria Generale; EVIDENZIATO CHE: lart. 52 della L.R. n. 8/02, cos come sostituito dallart. 5 comma 9 della LR n. 47 del 23/12/2011 prevede che le somme, relative ai residui passivi eliminati per decorrenza dei termini di mantenimento nel conto dei residui, sono ascritte per la quota che si prevede possa essere reclamata dai creditori, in appositi fondi speciali di parte corrente e di parte in conto capitale; la medesima disposizione disciplina lutilizzo dei fondi speciali prevedendo il prelievo dei predetti fondi e liscrizione delle somme ai relativi stanziamenti di competenza, con provvedimento del Dipartimento Bilancio, su esplicita richiesta del Dipartimento competente; il Dipartimento n. 11, con nota n. 26930/Siar del 25/01/ 2013 ha richiesto, sullo stanziamento della spesa del bilancio di previsione 2013, la riallocazione di c 280.015,50 giusta impegno n. 2106 del 2011 assunto sul cap. 52010261 con DD n. 9760 del 4/8/11; il Dip. Bilancio, accertato che il citato impegno n. 2106 del 2011 risulta registrato contabilmente e la somma suddetta iscritta al cap. 7003101 Residui passivi di parte corrente dello stato di previsione della spesa, ha apportato le conseguenti variazioni compensative al bilancio 2013, incrementando, in termini di competenza e di cassa, di c 280.015,50 lo stanziamento del cap. 52010261 dello stato di previsione della spesa (giusta decreto n. 2194 del 18/02/2013); con decreto n. 2194 del 18/02/2013 stata riallocata la somma di c 280.015,50 comprensiva della quota pari ad c 17.080,00 spettante al Comune di Crotone; tale importo corrisponde alle anticipazioni dovute ai progetti di incentivazione alla lettura collocati dal 14 (quota parte) e al n. 32 (progetto presentato dal Comune di Crotone); per limporto dellanticipazione dovuta al progetto n. 33 (Comune di Brancaleone) verr, inoltrata apposita richiesta di riallocazione al Dipartimento Bilancio; nelle more delladozione del decreto del Dipartimento Bilancio n. 2194 del 2013, stato notificato al settore n. 1 un pignoramento contro il Comune di Crotone (debitore esecutato) e la Regione Calabria (terzo pignorato), acquisito agli atti con protocollo n. 28138/Siar del 28/01/2013; la somma pignorata e superiore allimporto dovuto al Comune di Crotone per il progetto di incentivazione alla lettura e che, pertanto, tale contributo verr liquidato con successivo atto al creditore procedente; RILEVATA, pertanto, la necessit di procedere al reimpegno della somma di c 262.935,50 (corrispondente allanticipazione dovuta a soggetti attuatori dei progetti di incentivazione alla lettura collocati dal n. 14 al n. 31 della graduatoria di merito) sul cap. 52010261 del bilancio regionale 2013 impegni riaccesi di cui allAllegato A parte integrante del presente atto del 2013 ex impegno n. 2106/2011 assunto con DD n. 9760 del 04/08/11;

RITENUTO di dover liquidare la somma di c 262.935,50 cap. 52010261 impegni riaccesi ai soggetti attuatori indicati nellallegato A parte integrante del presente atto; ATTESTATO che, ai sensi dellart 4 della L.R. n. 47/2011, lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura finanziaria sulla competenza del predetto capitolo del bilancio di 2013; VISTA la circolare n. 3342 del 04/01/12 trasmessa dal Dipartimento Bilancio Settore Ragioneria Generale che richiama al rispetto delle disposizioni contenute nel comma 9 art. 5 della L.R. n. 47/2011 nella adozione di decreti di liquidazione di somme in perenzione; VISTI i codici CUP, riportati nellallegato A parte integrante del presente atto; VISTA la distinta di liquidazione n. 2324/2013 del 21/2/2013; VISTE la scheda contabile proposta n. 11-297/2013 del 21/2/ 2013; VISTE: la legge n. 136 del 2010 e s.m. e i.; la legge regionale 7 marzo 2011, n. 4, pubblicata sul BURC n. 4 dell1 marzo 2011, supplemento straordinario n. 2 del 15 marzo 2011; la circolare della Presidenza n. 7578 del 18 aprile 2011; le attestazioni del conto corrente dedicato prodotte dai soggetti attuatori e presenti in atti; VISTA la nota del Dipartimento Bilancio e Patrimonio di trasmissione della circolare n. 22/2008 del Ministero dellEconomia e delle Finanze Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato ad oggetto DM 18/01/2008 n. 40 concernente modalit di attuazione dellart. 48/bis del DPR 29 settembre 1973 n. 602 recante disposizioni in materia di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni Chiarimenti con la quale viene definitivamente chiarito che la norma di cui al citato art. 48/bis non trovi applicazione per i pagamenti disposti a favore delle Amministrazioni Pubbliche ricomprese nellelenco predisposto annualmente dallISTAT ai sensi dellart. 1, comma 5, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (legge finanziaria 2005); VISTO lidentificativo univoco di Equitalia n. 201300000275398 del 25/02/2013 in atti con il quale la Fondazione Farina risulta soggetto non inadempiente; RICHIAMATE: Legge regionale n. 69 del 27 dicembre 2012, pubblicata sul BURC n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012 di approvazione del Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziario (collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013); Legge Regionale n. 70 del 28/12/2012 pubblicata sui BURC n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012 di approvazione delle disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2012/2015 (legge finanziaria); Legge Regionale n. 71 del 28/12/2012 pubblicata sui BURC n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n.

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2573

6 del 28 dicembre 2012 di approvazione del Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013/2015; la LR n. 17/85 contenente norme in materia di Biblioteche di interesse locale; la L.R. n. 8/2002 e in particolare gli artt. 43 e 45; il D.P.G.R. n. 354 del 24/06/99, per come modificato ed integrato con D.P.G.R. 206 del 15/12/2000; La L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza; La legge n. 136/10, cos come modificata dalla legge n. 217/10; la L.R. n. 4/11 pubblicata sul BURC n. 4 del 01/03/11; la circolare della Presidenza n. 7578 del 18/04/11; VISTI: il D.D.G. n. 14974 del 05/10/2007 ad oggetto Riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento n. 11 Cultura, Istruzione, Universit, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione; la D.G.R. n. 477 del 28 giugno 2010 e il decreto del Presidente della G.R. n. 174 del 5 luglio 2010 con cui il Prof. Massimiliano Ferrara stato nominato Direttore Generale del Dipartimento n. 11; il D.P.G.R. n. 174 del 5/07/2010 con il quale stato conferito al Prof. Massimiliano Ferrara lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura, Istruzione, Universit, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione; la D.G.R. 440/2010 con la quale stato conferito lincarico al Dr. Pagliaro di Dirigente del sett. 1. Cultura, Promozione Culturale, Eventi Culturali Osservatorio Regionale per la Cultura; la D.G.R. 440/2010 con la quale stato conferito lincarico di Dirigente del Servizio n. 1 Musei, Biblioteche, Archivi, Teatri e rispettivi sistemi, attuazione programmi relativi alla dr.ssa Giulia Di Tommaso;

D.D.G. n. 2451 del 28/03/2011 con il quale viene delegato il Dr. Pagliaro ad assumere tutti gli atti endoprocedimentali e ad adottare e sottoscrivere tutti i provvedimenti conclusivi relativi alle materie rientranti nella competenza del proprio settore; Su conforme proposta del Funzionario Responsabile dellU.O., formulata alla stregua dellistruttoria compiuta dalle strutture interessate: DECRETA Per le motivazioni riportate in premessa, che si richiamano e si approvano per intero, di: 1) Liquidare ai soggetti beneficiari indicati nellallegato A al presente decreto le somme dovute per i progetti di incentivazione alla lettura ammessi a finanziamento con decreto n. 9760 del 4 agosto 2011; 2) Reimpegnare la somma di c 262.935,50, sul cap. 52010261 del bilancio regionale 2013 che ne presenta la necessaria disponibilit; 3) Far gravare lonere della spesa complessiva di cui al punto precedente, pari ad c 262.935,50, sul cap. 52010261 impegni riaccesi e sub impegni riportati nellallegato A parte integrante del presente atto, ex impegno n. 21/06/2011 caduto in perenzione assunto con decreto n. 9760 del 4/8/11; 4) Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i mandati di pagamento in favore dei beneficiari accreditando le somme a ciascuno spettanti sui c.c.b. identificato con n. di contabilit speciale (per i soggetti pubblici) e con lIBAN (per la Fondazione Farina) per come indicato nellallegato A in quanto si sono realizzate le condizioni previste allart. 45 della L.R. n. 8/02; 5) Pubblicare il presente atto sul Bollettino Regionale Ufficiale della Regione Calabria. Catanzaro, l 27 marzo 2013 Il Dirigente di Settore (Dr. Armando Pagliaro) (N. 490 gratuito) (segue allegato)

2574

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2575

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 11 CULTURA, ISTRUZIONE, UNIVERSIT, RICERCA,INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALTA FORMAZIONE DECRETO n. 4932 del 29 marzo 2013 POR Calabria FSE 2007-2013 Obiettivo Operativo M2 Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati (D.D. n. 4361 del 4/5/ 2011) Saldo delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria. Tabella A (da Arena Leo Marco a Vizzari Luciano) Codice cup J53J10000180006. IL DIRIGENTE DI SETTORE VISTI: il Programma Operativo Regionale (POR) Calabria FSE 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea n. C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007; lObiettivo Operativo M2 Sostenere la realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per giovani laureati e ricercatori presso organismi di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale e il rientro in Calabria per linserimento lavorativo in imprese, universit e centri di ricerca del POR Calabria FSE 2007-2013 che a tale scopo prevede lerogazione di voucher e borse di studio; il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo al FSE e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/ 1999; il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell11 luglio 2006 e s.m.i. recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999; il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell8 dicembre 2006 che stabilisce modalit di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul FESR, sul FSE e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) 1080/ 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR; il Regolamento (CE) n. 396/2009 del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE; il Piano di Comunicazione POR Calabria FSE 2007/2013 approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 9 Aprile 2008; la Deliberazione della Giunta regionale n. 724 del 6 ottobre 2008, recante POR Calabria FSE 2007- 2013. Pareri di conformit alla normativa comunitaria e di coerenza programmatica con i contenuti del Programma Operativo; CONSIDERATO CHE: con il D.D. n. 4361 del 04 maggio 2011 stato approvato lAvviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e Dottorati universitari PO FSE Calabria 2007-2013 Obiettivo operativo M.2; tale Avviso pubblico stato pubblicato sul BURC n. 19 del 13/05/2011 parte III;

con il medesimo decreto n. 4361 del 04 maggio 2011 stato, altres, impegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso di cui al punto precedente, pari a c 5.000.000,00, imputandolo sul capitolo 49040104 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2011, (Asse IV - Obiettivo M), giusti impegni di spesa n. 1209/ 2011; con D.D. n. 7925 del 04 luglio 2011, stato costituito il Gruppo di valutazione delle domande di finanziamento; lAvviso pubblico prevedeva la valutazione a sportello delle domande pervenute; il Gruppo di valutazione, ha, pertanto, provveduto ad esaminare, secondo i criteri stabiliti nellAvviso pubblico sopra richiamato, fornendo gli elenchi dei destinatari ammessi e non ammessi; con decreto n. 9960 del 09 agosto 2011 stato approvato il primo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 11981 del 21 settembre 2011 stato approvato lelenco dei destinatari ammessi e non ammessi a seguito di riesame del primo elenco beneficiari; con decreto n. 13621 del 31 ottobre 2011 stato approvato il secondo e1enco beneficiari ammessi e non ammessi; con decreto n. 1211 del 06 febbraio 2012 stato approvato il terzo elenco beneficiari ammessi e non ammessi; con D.D. n. 2835 del Dipartimento 4 Bilancio e Patrimonio si provveduto a riallocare le somme di cui agli impegni n. 1209/11 e 3381/2011, pari ad euro 10.184.745,98 sul capitolo n. 49040104 in conto competenze 2012/2013, con D.D. n. 4373 del 04 aprile 2012 stato, altres, reimpegnato lonere necessario per assicurare la copertura finanziaria dellAvviso pari a c 7.352.081,69, imputandolo sui capitolo 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2012, (Asse IV - Obiettivo M), giusto impegno di spesa n. 1105/ 2012; ATTESO CHE lAmministrazione regionale, in base allarticolo 10 dellavviso in oggetto, provvede allerogazione in ununica soluzione a saldo ovvero in due soluzioni: una prima corrispondente al 70% delle spese ammesse a contributo, quale anticipazione, e una seconda, pari al 30%, a titolo di saldo sul conto corrente intestato al beneficiario e indicato nella domanda; ACQUISITA E VERIFICATA la regolarit della seguente documentazione, esibita dai beneficiari e richiesta dallart. 10 del su citato Avviso Pubblico per lerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato; DATO ATTO CHE, sulla base dei chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze nella circolare n. 22 del 29 luglio 2008, alla presente liquidazione non si applica lart. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 trattandosi di trasferimento di somme finalizzati a dare esecuzione a progetti co-finanziati dallUnione Europea; RITENUTO pertanto di dover provvedere allerogazione a saldo del 100% del contributo assegnato in coerenza con quanto stabilito dal Bando sopra richiamato ai beneficiari inseriti nella tabella A, parte integrante del presente decreto per un importo di c 70.578,00; VISTA la L.R. n. 69 del 27 dicembre 2012 riportante il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finan-

2576

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

ziari, collegato alla manovra di finanza regionale per lanno 2013, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 70 del 27 dicembre 2012 recante le disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; VISTA la L.R. n. 71 del 27 dicembre 2012 recante Bilancio di previsione della Regione Calabria per lanno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015, pubblicato sul BUR Calabria n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012; ATTESTATO CHE ai sensi delle leggi regionali n. 69, 70 e 71 del 27/12/2012 lonere finanziario derivante dal presente decreto trova copertura sul capitolo finanziario 49040104/0; VISTE le seguenti norme e disposizioni: L.R. n. 8 del 2002 e in particolare gli artt. 43, 44 e 45; la legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante Norme sullordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale e successive modifiche e integrazioni; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche come modificato con legge 15 luglio 2002, n. 145; VISTO il D.P.G.R. n.354 del 24 giugno 1999 nel testo modificato ed integrato, sulla separazione dellattivit di indirizzo e di gestione; VISTI: la legge regionale 7 agosto 2002, n. 31 Misure organizzative di razionalizzazione e di contenimento della spesa per il personale e successive modifiche e integrazioni; il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354 del 24 giugno 1999, recante Separazione dellattivit amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di Gestione e successive modifiche e integrazioni; la deliberazione della Giunta regionale n. 258 del 14 maggio 2007 sullordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale; il decreto del Dirigente Generale n. 14974 del 5 ottobre 2007, avente ad oggetto la riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; la deliberazione della Giunta regionale n. 477 del 28 giugno 2010 e il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 174 del 05/07/2010 con la quale stato conferito, al Prof. Massimiliano Ferrara, lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento 11 Cultura Istruzione Universit Ricerca Innovazione Tecnologica Alta Formazione; D.P.G.R. n. 163 del 06 dicembre 2012 di conferimento dellincarico di Dirigente del Settore Ricerca Scientifica, Innovazione, Alta Formazione, Universit, Sviluppo della Scienza e della Tecnica del Dipartimento Cultura, Istruzione, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni Culturali alla Dott.ssa Claudia Paese;

il D.D.G. n. 1266 dell01 marzo 2011 con il Quale stato conferito lincarico alla Dott.ssa M. Antonella Cauteruccio di dirigente ad interim del servizio 5 (Alta formazione e UniversitRapporti con le ARDIS) del settore 3; il D.D.G. n. 1832 del 26 febbraio 2009 con il quale stata assegnata al dott. Vincenzo Gentile, n. di matricola 353030, la responsabilit dellUnita Operativa 5.3 denominata Azioni per la promozione dellalta formazione post-universitaria la L.R. n.34/02 e s.m.i. e ritenuta Ia propria competenza; il D.lgs 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali; il D.lgs 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTE le distinte di liquidazione proposte generate telematicamente e allegate al presente atto, nella tabella A; Su proposta del Dirigente del Servizio che attesta la legittimit del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di propria competenza sulla base dellistruttoria compiuta dallufficio competente; DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate, di: 1. Provvedere allerogazione, a saldo del 100% del contributo assegnato ai beneficiari inseriti nella tabella A, ammessi al beneficia in base al DD 13621 del 31 ottobre 2011 (secondo elenco degli ammessi). La somma di c 70.578,00 viene imputata sul cap 49040104/0 della spesa, UPB 4.9.04.01 del bilancio regionale per lesercizio finanziario 2013, (Asse IV Obiettivo M. 2), giusto impegno di spesa n. 1105/2012, assunto con decreto n. 4373 del 04 aprile 2012; 2. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento su richiesta del competente Servizio Alta Formazione ed Universit; 3. Autorizzare la pubblicazione del presente atto, comprensivo di tutti i suoi allegati sul BUR Calabria. Catanzaro, l 29 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (D.ssa Claudia Paese) (N. 491 gratuito)

(segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2577

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 13 TUTELA DELLA SALUTE, POLITICHE SANITARIE DECRETO n. 3300 del 5 marzo 2013 D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368 e s.m. ed i. Corsi di formazione specifica in medicina generale Avviso pubblico per liscrizione nellalbo dei coordinatori delle attivit pratiche e delle attivit teoriche-seminariali. IL DIRIGENTE GENERALE Premesso che la struttura competente per listruttoria ha accertato quanto segue che: il Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 368 e s.m.i., come modificato ed integrato dal Decreto Legislativo 8 luglio 2003, n. 277, ha disciplinato i corsi di formazione specifica in medicina generale riservati ai laureati in medicina e chirurgia abilitati allesercizio professionale; larticolo 26, comma 1, del prefato decreto legislativo n. 368/99 come modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 277/03, prevede che la formazione specifica in medicina generale si articola in attivit didattiche pratiche e attivit didattiche teoriche per un totale di 4800 ore, di cui 2/3 rivolti allattivit formativa di natura pratica e per 1/3 alle attivit teoriche seminariali; il successivo art. 27, comma 3, dispone che i medici chiamati a svolgere la funzione di docente o di coordinamento o tutoriale, siano iscritti in un elenco regionale alluopo istituito; il Comitato Tecnico Scientifico nella seduta del 20 ottobre 2008 nel determinare listituzione dellalbo in relazione, anche, alle previsioni di cui al Decreto Ministeriale del 7 marzo 2006, recante principi fondamentali per la disciplina unitaria in materia di formazione specifica in medicina generale, ha disciplinato le modalit di iscrizione, sulla base del possesso dei requisiti richiamando comunque quanto previsto per liscrizione allalbo dei docenti; con decreto n. 16985 del 7 novembre 2008 stato approvato lavviso per la formale istituzione dellalbo dei coordinatori delle attivit pratiche e delle attivit teoriche al fine del conferimento dei relativi incarichi per i corsi triennali di formazione specifica in medicina generale; RICHIAMATO il decreto dirigenziale 16 gennaio 2009, n. 162 con il quale stato approvato lelenco dei medici iscritti allalbo dei coordinatori; RITENUTO provvedere ad aggiornare ed integrare lalbo per garantire un pi ampio criterio di scelta tra professionalit idonee a ricoprire il ruolo; VISTO lart. 43 della L.R. n. 8 del 4 febbraio 2002; VISTO la L.R. 13 maggio 1996, n. 7; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999; VISTI la delibera della Giunta Regionale n. 634 del 28 settembre 2010 ed il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 269 del 15 ottobre 2010 relativi alla nomina del Dr. Antonino Orlando quale Dirigente Generale del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie;

2578

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

VISTO il decreto dirigenziale n. 12702 del 1 settembre 2010 con il quale stato conferito al Dr. Luigi Rubens Curia lincarico di Dirigente del Settore AREA L.E.A:; VISTA la L.R. n. 34/2002 e s.m.i. e ravvisata la propria competenza; Su proposta del Dirigente di Settore; DECRETA Per quanto richiamato in premessa e che qui si intende integralmente ripetuto: Provvedere ad aggiornare ed integrare lalbo dei coordinatori delle attivit pratiche e delle attivit teoriche-seminariali per i corsi di formazione specifica in medicina generale; Approvare lavviso pubblico allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale per liscrizione nel suddetto albo dei coordinatori delle attivit pratiche e teoriche, contenente i requisiti e le modalit di partecipazione; DARE ATTO CHE: hanno titolo ad esercitare le attivit di coordinatore nei corsi di formazione specifica in medicina generale esclusivamente coloro che sono iscritti allalbo come sopra istituito; i medici che non abbiano maturato esperienza specifica nelle suddette attivit nei corsi di medicina generale, ancorch iscritti nellalbo dovranno partecipare a specifici corsi organizzati secondo le modalit fissate dal Comitato Tecnico Scientifico;

per liscrizione allelenco, gli interessati dovranno inoltrare apposita domanda entro e non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione del relativo avviso sul BUR della Regione Calabria; la valutazione circa il possesso dei requisiti e demandata al Comitato Tecnico Scientifico; DI STABILIRE CHE: ai coordinatori sar corrisposto il compenso mensile previsto nei documenti programmatici relativi ai vari corsi; la spesa per il compenso verr imputata sul capitolo 4211101 del bilancio regionale finanziato dal Ministero della Salute con i fondi a destinazione vincolata assegnati alla Regione Calabria; di trasmettere copia del presente decreto al Dipartimento Presidenza Segreteria Generale della Giunta Regionale ed agli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Calabria; di autorizzare la pubblicazione del presente provvedimento nel suo testo integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria. Catanzaro, l 5 marzo 2013 Il Dirigente Generale (Dr. Antonio Orlando) (N. 492 gratuito) (segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2579

2580

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 13 TUTELA DELLA SALUTE, POLITICHE SANITARIE DECRETO n. 4538 del 25 marzo 2013 D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368 e s.m.i. Corsi di formazione specifica in medicina generale Integrazione albo regionale dei medici addetti allattivit tutoriale. Approvazione avviso pubblico. IL DIRIGENTE GENERALE PREMESSO che la struttura competente per listruttoria ha accertato quanto segue che: il Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 368 e s.m.i., come modificato ed integrato dal Decreto Legislativo 8 luglio 2003, n. 277, ha disciplinato i corsi di formazione specifica in medicina generale riservati ai laureati in medicina e chirurgia abilitati allesercizio professionale; larticolo 26, comma 1, del prefato decreto legislativo n. 368/99 come modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 277/03, prevede che la formazione specifica in medicina generale si articola in attivit didattiche pratiche e attivit didattiche teoriche per un totale di 4800 ore, di cui 2/3 rivolti allattivit formativa di natura pratica e per 1/3 alle attivit teoriche seminariali; nellambito dellattivit pratica n. 1067 ore devono essere effettuate presso lambulatorio di un medico tutor di assistenza primaria; il successivo art. 27, comma 3, nel fissare i requisiti di cui devono essere in possesso i medici tutor, dispone che i medici chiamati a svolgere la funzione di docente o di coordinamento o tutoriale, siano iscritti in un elenco regionale alluopo istituito; con decreto dirigenziale n. 20623 del 30 dicembre 2003 stato istituito lalbo regionale dei medici tutor per i corsi di formazione specifica in medicina generale periodicamente integrato con successivi avvisi; ATTESO CHE lincarico di medico tutor incompatibile con gli altri incarichi conferiti nellambito del corso di riferimento; RITENUTO provvedere ad aggiornare ed integrare lalbo al fine di assicurare un pi ampio criterio di scelta tra le professionalit idonee a ricoprire il ruolo; DATO ATTO che al conferimento dellincarico delle funzioni tutoriali per ciascun tirocinante, si provveder con atto del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie, tenendo conto delle decisioni del Comitato Tecnico Scientifico; VISTO lart. 43 della L.R. n. 8 del 4 febbraio 2002; VISTO la L. R. 13 maggio 1996, n. 7; VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999; VISTI la delibera della Giunta Regionale n. 634 del 28 settembre 2010 ed il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 269 del 15 ottobre 2010 relativi alla nomina del Dr. Antonino Orlando quale Dirigente Generale del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie;

VISTO il decreto dirigenziale n. 12702 dell1 settembre 2010 con il quale stato conferito al Dr. Luigi Rubens Curia lincarico di Dirigente del Settore AREA L.E.A.; VISTA la L.R. n. 34/2002 e s.m.i. e ravvisata la propria competenza; VISTO il documento istruttorio; Su proposta del Dirigente di Settore; DECRETA Per quanto esposto in narrativa che si richiama quale parte integrante e sostanziale: provvedere ad aggiornare ed integrare lalbo dei medici tutor per i corsi di formazione specifica in medicina generale; di approvare lavviso pubblico allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale per liscrizione nellalbo dei tutor per i corsi di formazione specifica di medicina generale, istituito con decreto dirigenziale n. 20623 del 30 dicembre 2003; DARE ATTO CHE: hanno titolo di tutori e possono esercitare le attivit di tutoraggio nei corsi di formazione specifica in medicina generale esclusivamente coloro che sono iscritti nellelenco/albo; per liscrizione nellelenco gli interessati devono inoltrare apposita domanda entro e non oltre 30 giorni dalla pubblicazione dellavviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria; lincarico delle funzioni tutoriali verr conferito con provvedimento del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie, a seguito della verifica del Comitato Tecnico Scientifico; ai medici individuati quali tutor verr corrisposto il compenso previsto nel piano programmatico pari ad c 250,00 al lordo delle trattenute di legge, per ogni mese di attivit tutoriale; alla spesa si far fronte con fondi previsti sul capitolo 4211101 del bilancio regionale a destinazione vincolata assegnati alla Regione Calabria, in proporzione al numero dei tirocinanti; Di trasmettere copia del presente decreto al Dipartimento Presidenza Segreteria Generale della Giunta Regionale ed agli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Calabria; Di autorizzare la pubblicazione del presente provvedimento nel suo testo integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria. Catanzaro, l 25 marzo 2013 Il Dirigente Generale (Dr. Antonio Orlando) (N. 493 gratuito) (segue allegato)

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2581

2582

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

REGIONE CALABRIA AVVOCATURA REGIONALE Avviso concernente la formazione di una short list di Avvocati esterni per il conferimento di incarichi di patrocinio legale della Regione e domiciliazione. Con riferimento allinformazione fornita concernente la Formazione di una short list di Avvocati esterni per il conferimento di incarichi di patrocinio legale della Regione, si precisa quanto segue: Lavviso inserito sul Bollettino Ufficiale della Regione, Parte III, n. 11 del 15 marzo 2013, stato pubblicato quale allegato al decreto dirigenziale n. 18368 del 27 dicembre 2012, non ai fini di acquisire le istanze degli interessati ma solo in ottemperanza dellobbligo previsto dalla vigente normativa regionale di pubblicare sul Bollettino tutti i decreti dirigenziali. Il predetto avviso sar oggetto di autonoma pubblicazione sul Bollettino regionale e sul sito istituzionale, dalla quale decorreranno i termini per la presentazione delle candidature, che sar richiesta ad esito della decisione sul Progetto di legge regionale n. 435, allesame della competente commissione consiliare, contenente modifiche alla normativa inerente la materia. Catanzaro, l 15 aprile 2013 Il Dirigente dellAvvocatura Regionale Avv. Paolo Arillotta (N. 493bis gratuito)

5. Procedura di gara: laggiudicazione del contratto avverr mediante procedura aperta, sotto soglia comunitaria, ai sensi degli art. 3 comma 37, 55 comma 1 e 124 comma 6 lett. a) del D.Lgs. 163/2006 e con il criterio del prezzo pi basso ai sensi dellart. 82 del D.Lgs. 163/2006. In caso di offerte anormalmente basse, si proceder ai sensi dellart. 86, comma 1 e comma 4 del D.Lgs 163/06. 7. Luogo di esecuzione: ARSSA Centro Sperimentale Dimostrativo sito alla c/da Molarotta Camigliatello Silano 87058 Spezzano della Sila (CS). 6. Termini di consegna: 10 giorni dalla data del contratto. Il RUP si riserva di chiedere lavvio della fornitura anche nelle more della stipula del contratto. 7. Soggetti ammessi a partecipare alla gara: possono presentare offerta i soggetti di cui allart. 34 del D.Lgs. 163/2006. Per i requisiti generali, le condizioni di partecipazione, le capacit economico-finanziarie e tecnico-organizzative e il procedimento di gara, si fa rinvio alle norme per la gara di cui al disciplinare di gara. 8. Forma giuridica che deve assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dellappalto: raggruppamento temporaneo di imprese nei limiti e con le modalit dellart. 37 del D.Lgs 163/2006. 9. Termine di ricezione delle offerte: 24/04/2013 ore 12.00. 10. Lingua utilizzata per la presentazione delle offerte: Italiano.

A.R.S.S.A. CALABRIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex art. 5 L.R. 11 maggio 2007, n. 9 Viale Trieste, 93 87100 Cosenza Tel. 0984.683278 Fax. 0984.683296 Bando di Gara a procedura aperta per la Fornitura di Materiali (Piante, Tubi Shelter, Quadri Pacciamanti) per lImboschimeto di Superfici non Agricole. In esecuzione della Deliberazione Commissariale a contrarre n. 36/CL del 4/4/2013. 1. Ente appaltante: ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Centro Sperimentale Dimostrativo sito alla c/da Molarotta Camigliatello Silano 87058 Spezzano della Sila (CS). 2. Indirizzo al quale inviare le offerte: ARSSA Viale Trieste, 93 87100 Cosenza Ufficio Gare e Contratti. 3. Oggetto dellappalto: fornitura di materiale occorrente per attivit di imboschimento (piante di latifoglie, quadri pacciamanti e tubi shelter) dettagliatamente descritta nel capitolato tecnico Allegato A, suddivisa in n. 3 lotti da aggiudicarsi separatamente. 3. Entit dellappalto: c117.252,00 oltre IVA. 4. Finanziamento: fondi regionali assegnati a valere sulla misura 223 del PSR Calabria 2007/2013, primo Imboschimento di superfici non agricole.

11. Termine di validit dellofferta: giorni 120 dalla data di scadenza della presentazione dellofferta. 12. Cauzioni e garanzie richieste: lofferta deve essere corredata, a pena di esclusione, da garanzia ai sensi dellart. 75 del D.Lgs. 163/2006, come specificato allart. 10 del Disciplinare di Gara. Laggiudicatario obbligato a costituire garanzia fidejussoria ai sensi dellart. 113 del D.Lgs. 163/2006. 13. Modalit di apertura delle offerte: lapertura delle offerte avr luogo presso lUfficio Gare e Contratti dellARSSA in Viale Trieste, n. 93, posto al secondo piano, secondo le modalit stabilite nel Disciplinare di gara, in seduta pubblica il giorno feriale successivo a quello di scadenza per la presentazione dellofferta. 14. Informazioni complementari: si proceder allaggiudicazione dellofferta anche in presenza di una sola offerta valida pervenuta; non consentito il subappalto; la presente procedura non vincola lAmministrazione ARSSA allaffidamento della fornitura di cui trattasi; lARSSA pu decidere di non procedere allaggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione alloggetto del contratto; per tutto quanto non previsto nel presente bando si fa rinvio al Disciplinare di Gara ed al Capitolato Tecnico, parti integranti del bando, consultabili sul sito www.regione.calabria.it alla sezione bandi e avvisi di gara amministrazione varie;

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2583

per ulteriori chiarimenti o informazioni possibile rivolgersi al RUP a mezzo fax al n. 0984/683296 dal luned al venerd dalle ore 9.00 alle ore 13.00. i dati raccolti saranno trattati, ai sensi del D.Lgs 196/2003, esclusivamente nellambito della presente gara; tutti gli obblighi a carico dellofferente, indicati nel presente bando, Disciplinare di gara nel capitolato tecnico e relativi allegati, vanno osservati a pena di esclusione dalla gara. 15. Responsabile del Procedimento: Dott. Francesco Monaco. F.to Il RUP (Dott. Agr. Francesco Monaco) (N. 494 )

PROVINCIA DI CROTONE Avviso di avvio della procedura per la verifica di assoggettabilit a via del progetto per la realizzazione degli Interventi di sistemazione idraulica alla foce del fiume Tacina. Intervento: Cod. KR.026A/10 CUP. J15D12000120003 da realizzare nei Comuni di Cutro e Belcastro. Si comunica che, con nota n. 12362 del 12/03/2013, lAmministrazione Provinciale di Crotone, con sede in Via Mario Nicoletta, n. 28 88900 Crotone tel. 0962/952634 fax. 0962/952436, in qualit di Autorit Procedente del Progetto per la realizzazione degli Interventi di Sistemazione idraulica alla foce del fiume Tacina. Intervento: Cod. KR. 026A/10 CUP. J15D12000120003 da realizzare nei Comuni di Cutro e Belcastro, ha avviato, come concordato con lAutorit Competente, la procedura per la valutazione dincidenza (D.P.R. 357/1997 e ss.mm.ii. E regolamento della procedura di Valutazione di incidenza D.G.R. 749/2009 pubblicata sul B.U.R.C. n. 22 del 01/12/2009. Art. 22 del Regolamento Regionale n. 3 del 04/08/08 e ss.mm.ii. Si comunica che gli elaborati progettuali completi dello Studio dIncidenza sono stati trasmessi allAutorit Competente, Dipartimento Politiche dellAmbiente della Regione Calabria. Il progetto ha come obiettivo la mitigazione del rischio idraulico e consiste, in linea di massima, nella realizzazione di protezioni arginali in massi ciclopici e pennelli. Chiunque abbia interesse pu prendere visione del progetto e presentare osservazioni, in forma scritta, entro il termine di 45 giorni dalla data della presente pubblicazione, indirizzandole: allAutorit competente: Regione Calabria Dipartimento Ambiente Ufficio VIA viale Isonzo 414 88100 Catanzaro, eventualmente precedute via fax 0961/ 33913; allAutorit Procedente: Amministrazione Provinciale di Crotone, con sede in Via Mario Nicoletta, n. 28 88900 Crotone tel. 0962/952634 - fax 0962/952436. Il Dirigente (Ing. Giuseppe Germinara) (N. 497 a pagamento)

PROVINCIA DI COSENZA Settore Ambiente e Demanio Idrico Via Romualdo Montagna, 13 - 87100 Cosenza Richiesta per lutilizzo di acque a scopo irriguo. Il signor Sanzi Biagio ha presentato istanza in data 27/06/2011 al fine di poter utilizzare a scopo irriguo, le acque dal torrente Celadi in agro del Comune di Rossano (CS) con presa in corrispondenza della particella n. 64 del foglio di mappa n. 96 per irrigare le particelle: 90-91-92-95-96-637-638-388. Per listanza di cui trattasi lAutorit di Bacino Regionale ha espresso parere favorevole ai sensi dellart. 96 comma 1 del D.Lgs. 152/2006 in data 14/06/2012 prot. n. 0209637 ed una portata derivabile massima di 1,04 l/s. Il Dirigente del Settore (Dott. Francesco Toscano) (N. 495 a pagamento)

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 Difesa del Suolo e Salvaguardia delle Coste PROVINCIA DI COSENZA Settore Ambiente e Demanio Idrico Via Romualdo Montagna, 13 - 87100 Cosenza Richiesta per lutilizzo di acque a scopo irriguo. I signori Campilongo Geltrude e Sosti Antonio hanno presentato istanza in data 27/06/2011 al fine di poter utilizzare a scopo irriguo, le acque dal torrente Celadi in agro del Comune di Rossano (CS) con presa in corrispondenza della particella n. 254 del foglio di mappa n. 76 per irrigare le particelle: 209 397-398-43210-211-399-400-181-182- 212-214-215-403-404-173-174-5152-53-216-218-189- Per listanza di cui trattasi lAutorit di Bacino Regionale ha espresso parere favorevole ai sensi dellart. 96 comma 1 del D.Lgs. 152/2006 in data 14/06/2012 prot. n. 0209629 ed una portata derivabile massima di 1,04 l/s. Il Dirigente del Settore (Dott. Francesco Toscano) (N. 496 a pagamento) Richiesta concessione di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Zucco Vincenzo, Cimin RC) Prot. n. 97120 Con istanza pervenuta a questa Settore in data 05/11/2012 ed assunta al n. 319958 di protocollo, la ditta Zucco Vincenzo nato a Cimin il 01/07/1945 e residente in Cimin C/da Macaria ha richiesto, ai sensi del R.D. n. 1775/1933 e successive modifiche, la concessione per derivare acque sotterranee, uso consumo Irriguo, da pozzo trivellato sito nel Comune di Cimin , censito al catasto terreni al foglio di mappa n. 30 part. 201 Reggio Calabria, l 27 marzo 2013 Il Responsabile del Procedimento (Geom. Russo Orlando) (N. 498 )

2584

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 Difesa del Suolo e Salvaguardia delle Coste Richiesta concessione, in sanatoria, di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) Prot. n. 98769 Con istanza in data 19/12/2013 prot. n. 361558, la Ditta Suriano Paolo, nato a Bergamo il 12/12/1949 e residente in Monteargentario (G.R.) Via DellAiaccia 20, ha richiesto, ai sensi del R.D. n. 1775/1933 e successive modifiche ed integrazioni, la concessione in sanatoria di derivazione acque sotterranee per uso irriguo, tramite pozzo in propriet privata, alla quota topografica di 5,00 metri slm, nel Comune di Palmi, localit Scin, censito al Nuovo Catasto Terreni al foglio 2 particella 1138, per un volume massimo annuo di prelievo di mc 6.390. Reggio Calabria, l 28 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Arch. Giuseppe Mezzatesta) (N. 499 )

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 Difesa del Suolo e Salvaguardia delle Coste Richiesta concessione in sanatoria di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) Prot. n. 98793 Con istanza in data 19/12/2012 prot. n. 361579, la Ditta Suriano Paolo, nato a Bergamo (BG) il 12/12/1949 e residente in Monte Argentario (G.R.) Via DellAiaccia 20, ha richiesto, ai sensi del R.D. n. 1775/1933 e successive modifiche ed integrazioni, la concessione in sanatoria di derivazione acque sotterranee per uso irriguo, tramite pozzo in propriet privata, alla quota topografica di 175,00 metri slm, nel Comune di Palmi, localit Palmara, censito al Nuovo Catasto Terreni al foglio 28 particella 716, per un volume massimo annuo di prelievo di mc 3.062,5. Reggio Calabria, l 28 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Arch. Giuseppe Mezzatesta) (N. 501 )

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 Difesa del Suolo e Salvaguardia delle Coste Richiesta concessione in sanatoria di derivazione acque sotterranee per uso irriguo. (Ditta Suriano Paolo) Prot. n. 98784 Con istanza in data 19/12/2012 prot. n. 361571, la Ditta Suriano Paolo, nato a Bergamo (BG) il 12/12/1949 e residente in Monte Argentario (GR) Via DellAiaccia 20, ha richiesto, ai sensi del R.D. n. 1775/1933 e successive modifiche ed integrazioni, la concessione in sanatoria di derivazione acque sotterranee per uso irriguo, tramite pozzo in propriet privata, alla quota topografica di 4,00 metri slm, nel Comune di Palmi, localit Scin, censito al Nuovo Catasto Terreni al foglio 6 particella 878, per un volume massimo annuo di prelievo di mc 11.153. Reggio Calabria, l 28 marzo 2013 Il Dirigente del Settore (Arch. Giuseppe Mezzatesta) (N. 500 )

CONSORZIO DI BONIFICA INTEGRALE DEI BACINI DELLO JONIO COSENTINO Viac XXV aprile Trebisacce (CS) P.I. n. 94017400782 Decreto n. 7 del 2 aprile 2013 inerente i lavori di Captazione idrica sub-Alveo torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima. Lavori di Captazione Idrica sub-Alveo Torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima Rep. 07 del 2/4/2013Decreto di Costituzione di esproprio di Acquedotto Sulle Aree Interessate dai Lavori in Epigrafe (ex art. 23 del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per la pubblica utilit approvato con D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327) II Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Integrale dei bacini dello Jonio Cosentino PREMESSO: che il Consorzio di Bonifica Integrale dei bacini delle Jonio Cosentino e individuato quale Autorit Espropriante ai sensi degli art. 3 e 6 del DPR 327/01 e s.m.i.; che il Consorzio ha approvato con deliberazione consortile n. 162 del 18/06/2007, il progetto di cui alloggetto per un importo pari ad c 3.000.000,00, da presentare alla Regione Calabria al fine di accedere alla provvidenze del P.S.R. Calabria 20072013; che con lettera di concessione del 18/05/2010 prot. n. 22664 assunto in atti del Consorzio al n. 734 di protocollo del 28 maggio 2010 del Dipartimento n. 6 Agricoltura, Foreste e Forestazione della Regione Calabria, veniva finanziato il progetto di Captazione idrica Sub Alveo Torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima (CS); che con D.D.G. n. 12617 del 01/09/2010, la Regione Calabria, approvava, per mere errore materiale il quadro economico

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2585

del progetto denominato Captazione idrica torrente Raganello per ottimizzazione distribuzione irrigua in agro di Francavilla Marittima; che pertanto, si reso necessario da parte della Regione Calabria la revoca del sopra detto D.D.G. n. 12617 del 01/09/ 2010, e lapprovazione con il D.D.G. n. 16143 del 18/11/2010, del progetto con lesatta denominazione Captazione idrica Sub Alveo Torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima (CS), per lammontare di c 2.216.876,36; Vista la delibera della deputazione amministrativa n. 72 del 28/03/2011, con la quale stato approvato il progetto esecutivo, con le relative aree da occupare ed il piano particellare di esproprio/asservimento, con cui stato dichiarata di pubblica utilit lopera da eseguirsi; che, il suddetto progetto esecutivo riguardante i lavori di Captazione idrica Sub Alveo Torrente Raganello in agro di Francavilla Marittima (CS), stato approvato e finanziato con fondi iscritti al bilancio di previsione 2011 dellEnte sui capitoli 4.18.01 e 4.18.02; che in particolare lattuazione degli interventi di progetto prevede limposizione di esproprio di acquedotto sulle aree da occupare per la realizzazione delle opere idrauliche previste; che con Delibera della Deputazione Amministrativa n. 66 del 26/03/2013 stato approvato il piano particellare di esproprio (variante) delle aree interessate ai lavori che sono stati con la stessa dichiarati di pubblica utilit; RILEVATO che lapprovazione del progetto equivale a dichiarazione di pubblica utilit, indifferibilit ed urgenza delle opere da esso previste; CONSIDERATO, che per la prosecuzione e lesecuzione dei lavori si rende necessario loccupazione durgenza delle nuove aree occorrenti; VISTO il piano particellare di esproprio (variante), approvato con la predetta deliberazione n. 66 del 26/03/2013 e costituente parte integrante del presente provvedimento; VISTO il DPR 327/2001;

VISTO il D.lvo 163/2006 come modificato dal D.lvo 11/09/ 2008 n. 152; VISTA la L.R. n. 31/1975; DECRETA Il Consorzio di Bonifica Integrale dello Jonio Cosentino con sede in Trebisacce (CS) in via XXV aprile e autorizzato ad occupare durgenza e per le finalit di cui in premessa gli immobili siti in Comune di Francavilla Marittima (CS) cui allallegato elenco. Loccupazione avr luogo entro tre mesi dalla data del presente decreto DISPONE

1. Allesecuzione del presente decreto e incaricato il geom. Giuseppe Vincenzi nato a Cerchiara di Calabria il 20/04/1960; 2. La pubblicazione del presente Decreto sul BUR della Regione Calabria; 3. La notificazione del presente decreto, nelle forme previste per la notificazione degli atti processuali civili, alle ditte interessate. Alle Ditte proprietarie sar corrisposta unindennit di occupazione temporanea a norma di Legge per limporto allegato al progetto approvato. Dalla sede consortile in Trebisacce li 02/04/2013 Il Dirigente Generale (Ing. Biagio Cataldi) (N. 502 ) (segue allegato)

2586

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

19-4-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16

2587

GRUPPO DI AZIONE LOCALE SAVUTO s.c. a r.l. Santo Stefano di Rogliano (CS) Loc. Vallegiann Tel. 0984/969154 www.galsavuoto.it email gal.savuoto@libero.it Avviso pubblicazione bando. Il Gruppo di Azione Locale Savuto avvisa che in data 22 aprile 2013 sar pubblicato n. 1 bando pubblico in esecuzione del Piano di Sviluppo Locale Savuto (Asse LEADER, PSR Calabria 2007/ 13). II banda la cui scadenza e prevista al 21 giugno 2013 e il seguente: Asse 3 Misura 3.1.2. Sostegno alla creazione e allo sviluppo di micro imprese Azione 2 Incentivazione delle attivit commerciali; Il testo del bando con gli allegati scaricabile dal sito www.galsavuto.it La struttura tecnica del GAL Savuto (tel. 0984/969154) a disposizione degli interessati per le informazioni inerenti le modalit di presentazione delle domande di contributo a valere sul bando. La sede operativa del GAL Savuto e sita in via Vallegiann a S. Stefano di Rogliano, nei locali della Comunit Montana del Savuto. S. Stefano di Rogliano, 10 aprile 2013 Presidente Gal Savuto (Lucia Nicoletti) (N. 503 a pagamento)

Societ VARAT S.r.l. - Saracena (CS) Avvio di verifica di Assoggettabilit. La Societ Varat Srl, con sede legale in Saracena, prov. di CS , Via G. La Pira n. 164, Cap 87010, ha predisposto lo Studio Preliminare Ambientale relativo al progetto per limpianto idroelettrico denominato Garda, per il quale ha contestualmente richiesto la Verifica di Assoggettabilit a V.I.A., ai sensi del d.lgs n. 152/2006 e del R.R. n. 3/2008. Il progetto localizzato nei comuni di Castrovillari e Cassano allIonio. Il progetto in questione prevede di derivare acqua dal fiume Coscile per scopi idroelettrici. La presa sar prevista a quota 110 m s.l.m. sfruttando la presa esistente primo Coscile a servizio dellimpianto irriguo ed il relativo canale irriguo esistente, mentre la restituzione, nel torrente Garda, prevista a quota 55 m s.l.m. con un salto nominale di 55 m. La portata media annua derivata e pari a 2,67 mc/s che sviluppa una potenza media nominale pari a 970 MW. La condotta forzata e la linea di connessione saranno interrate, mentre il pozzo di carico e ledifico della centrale saranno parzialmente interrate. Il progetto stato elaborato in modo tale da non ostacolare in alcun modo il normale deflusso delle acque e mantenere inalterate le attuali esigenze irrigue del canale esistente. Dallo studio effettuato risulta che gli impatti dellimpianto siano trascurabili o nulli. Il progetto preliminare dellopera, lo studio preliminare ambientale sono depositati per la pubblica consultazione presso: la Regione Calabria, Dipartimento Ambiente Ufficio VIA, Viale Isonzo 414, 88100 Catanzaro; la Provincia di Cosenza settore Ambiente, Demanio Idrico Via Romualdo Montagna 87100 Cosenza; il Comune di Castrovillari, Corso Garibaldi - Palazzo Calvosa- 87012 Castrovillari (CS); il Comune di Cassano allIonio, Via G. Amendola n. 1 87011 Cassano allIonio (CS). Chiunque abbia interesse pu prendere visione del progetto e del relativo studio preliminare ambientale e presentare in forma scritta, istanze e osservazioni o ulteriori elementi conoscitivi sullopera in questione, indirizzandoli allufficio regionale sopra indicato entro 45 (quarantacinque) giorni dalla data del presente annuncio, eventualmente precedute via fax al numero 0961/ 33913. Linvio delle osservazioni potr avvenire anche mediante posta certificata al seguente indirizzo: servizio7.ambiente@pec.regione.calabria.it. Il Presidente (Dott. Donato Sabatella) (N. 504 a pagamento)

` PER LE INSERZIONI MODALITA


Il prezzo degli annunzi da inserire nel Bollettino Ufficiale della Regione Calabria e ` di euro 2 per ciascuna linea di scrittura o frazione o di un massimo di sei gruppi di cifre per ogni linea dellannunzio originale comunicato per la inserzione. Ogni linea di scrittura delloriginale non puo ` contenere in ogni caso piu ` di 28 sillabe. Tali annunzi debbono essere scritti in originale su carta legale del valore corrente ed ogni copia su carta uso bollo (stesse caratteristiche dovranno avere anche i testi scritti con computer al fine di poterne stabilire la giusta tariffa), salvo quelli pubblicati nellinteresse esclusivo dello Stato o della Regione per i quali e ` prescritto luso della carta uso bollo sia per loriginale che per la copia. Per questi e per gli altri, la cui gratuita `e ` dichiarata per legge, e ` accordata la esenzione dal pagamento di ogni diritto per linserzione. Il testo dellinserzione, riprodotto a mezzo di computer, ai fini dellindividuazione della tariffa, dovra ` essere redatto su righe aventi la medesima estensione della carta bollata. I prospetti e gli elenchi contenenti cifre, vengono riprodotti, compatibilmente con le esigenze tipografiche, conformemente al testo originale, sempre con un massimo di sei gruppi per ogni linea del testo originale. Il prezzo degli annunzi richiesti per corrispondenza, deve essere versato a mezzo del conto corrente postale n. 251884 - intestato al Bollettino Ufficiale della Regione Calabria, indicando a tergo del certificato di allibramento la causale del versamento e n. dinserzione. LAmministrazione non risponde dei ritardi causati dalla omissione di tale indicazione.

AVVISO AGLI INSERZIONISTI


Tutti gli avvisi dei quali si richiede la pubblicazione devono pervenire alla Direzione del Bollettino Ufficiale, inviati per posta o presentati a mano, almeno dieci giorni prima di quello della pubblicazione della puntata nella quale si vuole siano inseriti. Gli ordinativi pervenuti in ritardo verranno inseriti nel numero ordinario immediatamente successivo. Gli stessi devono riportare, in calce alloriginale, la firma per esteso della persona responsabile, con lindicazione, ove occorra, della qualifica o carica sociale. Le generalita ` del firmatario devono essere riportate scritte a macchina o stampatello. In caso contrario, non si assumono responsabilita ` , per leventuale inesatta interpretazione. Se lannunzio da inserire viene inoltrato per posta, la lettera di accompagnamento debitamente firmata, deve riportare anche il preciso indirizzo del richiedente nonche gli estremi del pagamento effettuato (data, importo e mezzo del versamento). Se invece, la richiesta viene fatta presso gli Uffici della Direzione da apposito incaricato, questultimo deve dimostrare di essere stato delegato a richiedere linserzione. Per gli avvisi giudiziari e ` necessario che il relativo testo sia accompagnato dalla copia autenticata o fotostatica del provvedimento emesso dallAutorita ` competente. Tale adempimento non e ` indispensabile per gli avvisi gia ` vistati dalla predetta autorita `.

Vendita: fascicolo ordinario di Parti I e II costo pari ad c 2,00; numero arretrato c 4,00; fascicolo di supplemento straordinario: prezzo di copertina pari ad c 1,50 ogni 32 pagine. fascicolo di Parte III costo pari ad c 1,50; numero arretrato c 3,00. Prezzi di abbonamento: Parti I e II: abbonamento annuale c 75,00; Parte III: abbonamento annuale c 35,00. Condizioni di pagamento: Il canone di abbonamento deve essere versato a mezzo di conto corrente postale n. 251884 intestato al Bollettino Ufficiale della Regione Calabria 88100 Catanzaro, entro trenta giorni precedenti la sua decorrenza specificando nella causale, in modo chiaro, i dati del beneficiario dellabbonamento cognome e nome (o ragione sociale), indirizzo completo di c.a.p. e Provincia scritti a macchina o stampatello. La fotocopia della ricevuta postale del versamento del canone di abbonamento, deve essere inviata allAmministrazione del B.U.R. - Calabria Via Orsi 88100 Catanzaro. I fascicoli disguidati saranno inviati solo se richiesti alla Direzione del Bollettino Ufficiale entro trenta giorni dalla data della loro pubblicazione. Editore: REGIONE CALABRIA
AUT. TRIBUNALE CATANZARO N. 31/1994

Direttore responsabile: LUIGI ROSARIO STANIZZI

Stampa: ABRAMO Printing & Logistics S.p.A. Localit Difesa - Zona Industriale - Caraffa di Catanzaro (CZ)