Sei sulla pagina 1di 44

ANNUALREPORT 2010

Bilancio della societ Granarolo S.p.A. al 31/12/2010 Nota integrativa Relazioni dei sindaci e dei revisori

2 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Stato patrimoniale al 31/12/2010


ATTIVO
di cui parte gi richiamata di cui concesse in locazione finanziaria I 1) Costi di impianto e di ampliamento 2) Costi di ricerca, sviluppo e pubblicita 3) Diritti di brevetto industriale e di utilizzazione di opere dellingegno 4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili 5) Avviamento 6) Immobilizzazioni in corso e acconti 7) Altre II 0 0 31/12/2010 467.709 0 3.211.053 79.815.954 34.912.552 2.288.103 11.027.270 131.722.641 80.079.823 63.564.526 180.631 1.770.887 2.623.385 148.219.252 13.538.122 0 0 103.996 6.007.048 0 0 979.531 3.798.290 0 24.426.987 304.368.880 14.948.051 309.348.364 3.595.640 0 1.399.506 0 0 3.572.740 4.556.759 0 0 1.823.406 515.415 0 2.693.444 86.478.662 38.738.233 571.281 9.242.107 138.239.142 81.142.608 50.766.283 221.940 5.805.268 18.225.072 156.161.171 31/12/2009 A) CREDITI VS SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI Immobilizzazioni immateriali

Totale 1) Terreni e fabbricati 2) Impianti e macchinario 3) Attrezzature industriali e commerciali 4) Altri beni 5) Immobilizzazioni in corso e acconti

Immobilizzazioni materiali

Totale con separata indicazione di esigibilit a) imprese controllate b) imprese collegate c) imprese controllanti d) altre imprese a) imprese controllate di cui esigibili entro lesercizio successivo b) imprese collegate di cui esigibili entro lesercizio successivo c) imprese controllanti di cui esigibili entro lesercizio successivo d) verso altri di cui esigibili entro lesercizio successivo 4.507.048 0 0 238.802 0

III Immobilizzazioni finanziarie 1) Partecipazioni in:

2) Crediti verso:

3) Altri titoli 4) Azioni proprie valore nominale

Totale TOTALE IMMOBILIZZAZIONI

3 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

31/12/2010

31/12/2009

C) ATTIVO CIRCOLANTE Rimanenze 15.487.023 912.168 0 19.139.703 0 35.538.894 123.379.709 4.478.770 0 115.423 51.435.214 11.010.947 2.284.575 192.704.638 0 0 0 203.704 0 0 203.704 81.594.398 739.931 5.965 82.340.294 310.787.530 2.419.446 617.575.856 598.205.236 0 203.704 57.987.155 1.621.877 15.279 59.624.311 285.999.109 2.857.763 197.112.398 0 0 0 203.704 0 4.049.128 13.614.818 61.748.299 105.630 0 5.280.719 112.313.804 13.291.092 448.580 0 15.319.024 0 29.058.696 1) Materie prime, sussidiarie e di consumo 2) Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 3) Lavori in corso su ordinazione 4) Prodotti finiti e merci 5) Acconti

Totale II Crediti con separata indicazione di esigibilit 1) Crediti verso clienti di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo 2) Crediti verso imprese controllate 3) Crediti verso imprese collegate 4) Crediti verso imprese controllanti 4-bis) Crediti tributari 4-ter) Imposte anticipate 5) Crediti verso altri 481.168 0 0 0 4.209.791 5.900.557 0

Totale 1) Partecipazioni in imprese controllate 2) Partecipazioni in imprese collegate 3) Partecipazioni in imprese controllanti 4) Altre partecipazioni 5) Azioni proprie valore nominale 6) Altri titoli 0

III Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

Totale 1) Depositi bancari e postali 2) Assegni 3) Denaro e valori in cassa

IV Disponibilit liquide

Totale TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE D) Ratei e risconti di cui disaggio su prestiti 0 TOTALE ATTIVO

4 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

PASSIVO
I II Capitale Riserva da sovrapprezzo azioni 31/12/2010 157.938.746 0 0 1.025.197 0 0 925.759 0 9.366.289 169.255.991 2.510.852 2.599.910 17.467.338 22.578.100 16.073.879 0 0 6.918.513 128.000.082 10.362.348 0 194.886.227 0 20.843.680 0 22.316.253 3.194.042 2.340.569 19.375.703 408.237.417 1.430.469 617.575.856 598.205.236 386.593.808 2.557.101 31/12/2009 157.938.746 0 28.608.996 8.032 0 0 136.381 (47.145.759) 20.343.303 159.889.699 1.955.824 85.626 26.390.003 28.431.453 20.733.175 0 0 4.061.776 123.264.231 10.878.805 0 212.984.571 0 2.036.752 0 10.944.818 4.009.817 3.374.098 15.038.939 PATRIMONIO NETTO

III Riserve di rivalutazione IV Riserva legale V Riserve statutarie VI Riserva per azioni proprie in portafoglio VII Altre riserve, distintamente indicate VIII Utili/(Perdite) portati a nuovo IX Utile/(Perdita) desercizio Totale patrimonio netto 1) Per trattamento di quiescenza ed obblighi simili 2) Per imposte, anche differite 3) Altri

B) Fondi per rischi ed oneri

Totale fondi rischi ed oneri C) Trattamento di fine rapporto subordinato D) DEBITI 1) Obbligazioni di cui esigibili oltre lesercizio successivo 2) Obbligazioni convertibili di cui esigibili oltre lesercizio successivo 3) Debiti verso soci per finanziamenti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 4) Debiti verso banche di cui esigibili oltre lesercizio successivo 5) Debiti verso altri finanziatori di cui esigibili oltre lesercizio successivo 6) Acconti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 7) Debiti verso fornitori di cui esigibili oltre lesercizio successivo 8) Debiti rappresentati da titoli di credito di cui esigibili oltre lesercizio successivo 9) Debiti verso imprese controllate di cui esigibili oltre lesercizio successivo 10) Debiti verso imprese collegate di cui esigibili oltre lesercizio successivo 11) Debiti verso controllanti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 12) Debiti tributari di cui esigibili oltre lesercizio successivo 13) Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale di cui esigibili oltre lesercizio successivo 14) Altri debiti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 0 1.822.060 73.500.000 9.845.891 0 0 0 0 0 0 0 0 7.145

Totale debiti E) Ratei e risconti di cui aggio su prestiti 0 TOTALE PASSIVO

5 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

CONTI DORDINE
31/12/2010 31/12/2009 Elenco delle garanzie dirette e indirette: Fideiussioni: Fideiussioni a favore di terzi Fideiussioni a favore di imprese controllate Fideiussioni a favore di imprese collegate Fideiussioni a favore di controllanti 142.791.763 2.000.000 0 0 144.791.763 0 0 0 0 0 7.746.853 0 0 0 7.746.853 46.860.284 199.398.900 146.264.580 0 0 0 146.264.580 0 0 0 0 0 7.746.853 0 0 0 7.746.853 75.265.929 229.277.362

Totale Garanzie personali a favore di terzi Garanzie personali a favore di imprese controllate Garanzie personali a favore di imprese collegate Garanzie personali a favore di controllanti

Garanzie personali:

Totale Garanzie reali a favore di terzi Garanzie reali a favore di imprese controllate Garanzie reali a favore di imprese collegate Garanzie reali a favore di controllanti

Garanzie reali:

Totale Altri conti dordine TOTALE CONTI DORDINE

6 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

CONTO ECONOMICO
1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti 3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 5) Altri ricavi e proventi di cui contributi in conto esercizio 918.237 31/12/2010 854.048.363 4.360.107 0 0 14.059.586 872.468.056 459.707.455 268.538.190 11.228.972 43.675.669 15.211.223 3.825.806 0 3.140.687 14.004.065 19.705.482 0 4.579.979 (2.120.093) 120.000 3.182.157 4.896.814 849.696.406 22.771.650 14.646.592 19.539.962 0 5.009.875 1.348.951 0 8.037.293 5.828.359 832.128.002 50.385.072 46.597.266 16.597.313 4.005.055 0 3.099.875 882.513.074 427.588.710 268.417.168 11.411.583 31/12/2009 871.791.108 (458.022) 0 0 11.179.988 A) Valore della produzione

Totale 6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 7) Per servizi 8) Per godimento di beni di terzi 9) Per il personale: a) salari e stipendi b) oneri sociali c) trattamento di fine rapporto d) trattamento di quiescenza e simili e) altri costi a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni d) svalutazioni dei crediti compresi nellattivo circolante e delle disp. liquide

B) Costi della produzione

10) Ammortamenti e svalutazioni:

11) Variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie di consumo e merci 12) Accantonamenti per rischi 13) Altri accantonamenti 14) Oneri diversi di gestione

Totale Differenza tra valore e costi della produzione

7 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

15) Proventi da partecipazione: di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti di cui da altre imprese a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni c) da titoli iscritti nellattivo circolante che non costituiscono partecipazioni d) Proventi diversi dai precedenti di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti 0 0 0 20.532 0 0 0 100.937 0 586 5.610 0 49.851

31/12/2010 20.532 0 117.019 0 750.487 5.305.564 2.127 (4.415.399) 0 202.650 0 61.458 0 0 141.192 8.897.650 8.823.526 74.124 18.571.567 6.679.034 2.526.244 9.366.289

31/12/2009 34.964

C) Proventi e oneri finanziari

16) Altri proventi finanziari:

2.768 216.387 1.196.477

17) Interessi ed altri oneri finanziari

8.711.432

17bis) Utili e perdite su cambi

(9.831) (7.270.667)

Totale 18) Rivalutazioni: a) di partecipazioni b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni c) di titoli iscritti allattivo circolante che non costituiscono partecipazioni a) di partecipazioni b) di immobilizzazioni finanziarie c) di titoli iscritti nellattivo circolante

D) Rettifiche di valore di attivita finanziarie 0 352.500 0 1.831.657 0 0 (1.479.157) 3.722.796 10.024.379

19) Svalutazioni:

Totale delle rettifiche 20) Proventi di cui plusvalenze da alienazioni di cui minusvalenze da alienazioni di cui imposte esercizi precedenti 21) Oneri 0 0 0

E) Proventi e oneri straordinari

Totale delle partite straordinarie RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE 22) Imposte sul reddito dellesercizio Imposte correnti Imposte differite e anticipate

(6.301.583) 35.333.665 13.686.483 1.303.879 20.343.303

UTILE/PERDITA DELLESERCIZIO

8 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Nota Integrativa

Struttura e contenuto del bilancio


Il bilancio dellesercizio chiuso il 31 dicembre 2010, di cui la presente nota integrativa redatta in ottemperanza dellart. 2427 c.c. costituisce parte integrante ai sensi dellart. 2423 comma 1 c.c., corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute ed redatto conformemente agli articoli 2423, 2423 ter, 2424, 2424 bis, 2425, 2425 bis, c.c., secondo principi di redazione conformi a quanto stabilito dallart. 2423 bis comma 1 c.c. ed ai criteri di valutazione di cui allart. 2426 c.c. integrati e interpretati sulla base dei documenti OIC (Organismo Italiano di Contabilit) e dei principi contabili raccomandati dalla Commissione del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, come modificati dallOIC. In conformit alle disposizioni di legge, nel presente documento vengono inoltre fornite tutte quelle informazioni complementari ritenute necessarie a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dellesercizio. Non sono state operate modifiche ai criteri di valutazione utilizzati nella redazione del bilancio dellesercizio precedente. Nella redazione del presente bilancio si tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza dellesercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura dello stesso.

Criteri di valutazione
I pi significativi criteri di valutazione adottati per la redazione del bilancio al 31 dicembre 2010, in osservanza dellart. 2426 c.c., sono indicati di seguito.

Immobilizzazioni immateriali
Sono iscritte al costo di acquisto o di sostenimento, comprensivo degli oneri accessori e ammortizzate sistematicamente per il periodo della loro prevista utilit futura. I costi di impianto e di ampliamento e i costi di ricerca, sviluppo e pubblicit aventi utilit pluriennale, sono stati iscritti allattivo previo consenso del Collegio Sindacale. I primi sono ammortizzati in un periodo di cinque anni, icosti relativi al lancio di nuovi prodotti sono ammortizzati in un periodo di tre anni. I costi per i quali si prevede una utilit futura inferiore ai cinque anni vengono ammortizzati secondo tale pi breve periodo di utilizzo previsto. Le immobilizzazioni immateriali iscritte in esercizi precedenti, per le quali non si realizza pi il principio dellutilit pluriennale, vengono interamente svalutate. Con riferimento ai principali marchi e agli avviamenti acquisiti a titolo oneroso o emersi in conseguenza di operazioni di fusione, gli amministratori hanno ritenuto di procedere allammortamento in un numero di anni cos specificato:
Marchi (durata)
Marchio Granarolo Felsinea Marchio San Giorgio Marchio Yomo Marchio Pettinicchio Marchio Centrale del Latte di Milano Marchio Accadi Marchio Perla Altri Marchi

Anni 25 25 20 20 20 20 19 5-10

9 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Avviamento (durata)
Avviamento Cerpl Avviamento San Giorgio Avviamento Centrale Latte Milano Avviamento Daunia Natura Altri avviamenti

Anni 25 25 20 25 5-25

Ammortamenti Le immobilizzazioni materiali sono sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio sulla base di aliquote economico-tecniche determinate in relazione alle residue possibilit di utilizzo dei beni. La durata ipotizzata per lammortamento, in sintonia con i criteri applicati nel precedente esercizio, la seguente:
Ammortamenti (durata)
Descrizione Fabbricati industriali Costruzioni leggere Impianti e macchinari generici Impianti e macchinari specifici Mobili e macchine dufficio Macchine elettroniche Attrezzatura varia e minuta Autocarri Carrelli elevatori Autovetture

Il periodo adottato per lammortamento dei marchi societari e degli avviamenti commerciali, omogeneo rispetto agli esercizi precedenti, stato determinato, al fine di fornire uninformativa di bilancio chiara, veritiera e corretta, tenendo in considerazione lutilit residua dei beni, cos da ricercare la correlazione tra il costo, rappresentato dalla quota di ammortamento, e i ricavi netti che scaturiscono dallutilizzo degli stessi. Si precisa che gli avviamenti ammortizzati in venticinque anni, per effetto delle quote di ammortamento gi dedotte nellesercizio e negli esercizi precedenti, presentano al 31 dicembre 2010 un periodo di ammortamento residuo inferiore ai venti anni. Il marchio principale iscritto in bilancio il marchio Granarolo. Per quanto riguarda gli altri marchi, sono stati acquisiti con operazioni societarie e hanno consentito lespansione in nuovi mercati. Le altre immobilizzazioni immateriali sono ammortizzate in cinque anni o in base alla durata residua del contratto se maggiormente significativa rispetto allutilit residua della immobilizzazione iscritta.


Percentuale 3-4% 10% 10% 16% 12% 20% 20% 15% 20% 25%

Anni 25/33,3 10,0 10,0 6,3 8,3 5,0 5,0 6,7 5,0 4,0

Le quote di ammortamento sono state ridotte del 50% per i beni materiali acquisiti nel corso dellesercizio in considerazione della minore obsolescenza fisica ed economica degli stessi.

Immobilizzazioni finanziarie
Partecipazioni Le partecipazioni sono valutate con il criterio del costo comprensivo degli eventuali oneri accessori. Il valore di iscrizione in bilancio pertanto determinato sulla base del prezzo di acquisto o di sottoscrizione o del valore attribuito ai beni conferiti. Il costo viene ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in cui le partecipate abbiano sostenuto perdite e non siano prevedibili nel futuro utili di entit tale da assorbire le perdite sostenute; il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Nel caso in cui la perdita durevole di valore sia superiore al costo e si preveda, in base a contratti o accordi intervenuti con la Societ partecipata anche in assenza di obblighi legali, di ripianare la stessa, si provvede, in conformit ai corretti principi contabili, allaccantonamento in un fondo rischi per la parte di perdita di competenza.

Immobilizzazioni materiali
Sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, ad eccezione di quei cespiti il cui valore stato rivalutato in base a disposizioni di legge o per allocazione dei disavanzi di fusione in occasione di operazioni straordinarie. Nel costo sono compresi gli oneri accessori e i costi diretti e indiretti per la quota ragionevolmente imputabile al bene. I costi di manutenzione aventi natura ordinaria sono addebitati integralmente al conto economico. I costi di manutenzione aventi natura incrementativa sono attribuiti ai cespiti cui si riferiscono e ammortizzati in relazione alle residue possibilit di utilizzo degli stessi. Le immobilizzazioni materiali iscritte in esercizi precedenti, per le quali non si realizza pi il principio dellutilit pluriennale, vengono interamente svalutate.

10 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Altri titoli iscritti nelle immobilizzazioni finanziarie I titoli iscritti nelle immobilizzazioni finanziarie sono valutati al valore del costo di acquisto. Esso viene ridotto per perdite durevoli di valore allorch si manifestino variazioni negative, espresse dal mercato o dalle condizioni economico patrimoniali della Societ emittente i titoli, tali da indurre gli amministratori a ritenere con ragionevolezza e fondatezza che si sono modificate in modo presumibilmente durevole le condizioni che fino a quel momento avevano fatto ritenere il costo quale criterio di valutazione corretto. Qualora vengano strutturalmente meno le condizioni che avevano determinato la svalutazione, vengono ripristinati i valori degli stessi titoli, comunque non oltre il valore di acquisto.

Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni


Le partecipazioni e i titoli iscritti nellattivo circolante sono valutati al minor valore tra costo dacquisto e valore di mercato, con leffettuazione della svalutazione al fondo relativo portato in rettifica diretta del costo di acquisto. Per i titoli a reddito fisso il costo di acquisto rappresentato dal costo secco comprensivo degli oneri accessori direttamente imputabili, individuato attribuendo ai singoli titoli i costi specificamente sostenuti per lacquisto dei medesimi. Il valore di realizzazione, per i titoli quotati costituito dalla quotazione nei mercati organizzati, ufficiali o meno, purch questi ultimi per volumi trattati e per caratteristiche di affidabilit, possano effettivamente esprimere quotazioni sufficientemente attendibili. Per i titoli non quotati il valore di mercato costituito dalla quotazione di titoli similari per affinit di emittente, durata e cedola. In mancanza di titoli similari il valore di mercato rappresentato dal valore nominale, rettificato per tenere conto del rendimento espresso dal mercato con riferimento a titoli di pari durata e di pari affidabilit di emittente.

Rimanenze
Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto o di produzione e il valore di presumibile realizzazione desumibile dallandamento del mercato. Il costo dacquisto comprensivo degli oneri accessori di diretta imputazione; il valore di presumibile realizzazione viene calcolato tenendo conto sia degli eventuali costi di fabbricazione ancora da sostenere che dei costi diretti di vendita. Le scorte obsolete e di lento rigiro sono svalutate direttamente in relazione alla loro possibilit di utilizzo o di realizzo. In particolare, le configurazioni di costo adottate dalla Societ sono indicate nellelenco che segue: le materie prime sono state valutate al costo medio dacquisto dellultimo mese del periodo, comprensivo del costo di trasporto/raccolta e del costo di stoccaggio in considerazione dellelevato grado di rotazione del magazzino materie prime; tale criterio costituisce una variante del Fifo; le merci e le materie sussidiarie (costituite dai contenitori per i prodotti finiti e dagli imballi) sono valutate al costo medio degli acquisti del periodo; i prodotti finiti e i prodotti in corso di lavorazione sono valutati al costo industriale di produzione; i materiali vari (detergenti e materiale per pulizie, indumenti operai, carburanti, materiale di consumo dei laboratori, materiale pubblicitario e stampati) e i ricambi (scorte per lofficina), sono valutati al costo ultimo; tale criterio costituisce una variante del Fifo.

Crediti
I crediti sono iscritti al valore nominale e ricondotti al loro presumibile valore di realizzo mediante un fondo svalutazione esposto in detrazione dei crediti stessi, adeguato a fronteggiare rischi di insolvenza conosciuti o ragionevolmente prevedibili.

Disponibilit liquide
Le disponibilit liquide alla chiusura dellesercizio sono valutate al valore nominale.

Ratei e risconti attivi e passivi


Sono iscritte in tali voci quote di proventi e costi, comuni a due o pi esercizi, al fine di realizzare il principio della competenza temporale.

11 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Fondi per rischi e oneri


I fondi per rischi e oneri sono stanziati per coprire perdite o debiti, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dellesercizio non sono determinabili lammontare o la data di sopravvenienza. Il fondo per trattamento di quiescenza e obblighi simili, che comprende lindennit suppletiva di clientela, stato calcolato secondo la vigente normativa in materia.

Impegni, garanzie e rischi


Gli impegni e le garanzie sono indicati nei conti dordine al loro valore contrattuale. I rischi per i quali la manifestazione di una passivit probabile sono iscritti nella nota integrativa e accantonati secondo criteri di congruit e di prudenza nei fondi rischi. I rischi per i quali la manifestazione di una passivit solo possibile sono descritti nella nota integrativa senza procedere allo stanziamento di fondi rischi.

Trattamento di fine rapporto lavoro subordinato


Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato iscritto nel rispetto di quanto previsto dal Contratto collettivo nazionale di categoria e corrisponde alleffettivo impegno della Societ nei confronti dei singoli dipendenti alla data di chiusura del bilancio, dedotte le anticipazioni corrisposte. Il fondo non ricomprende le indennit maturate a partire dal 1 gennaio 2007, indennit destinate a forme pensionistiche complementari ai sensi del D. Lgs. n 252 del 5 dicembre 2005, ovvero trasferite al fondo tesoreria dellINPS.

Ricavi e costi
Sono esposti secondo il principio della prudenza e della competenza economica.

Imposte sul reddito


Le imposte del periodo sono determinate sulla base di una realistica previsione degli oneri di imposta da assolvere in considerazione della competenza economica e in applicazione della vigente normativa fiscale. In particolare vengono recepite le imposte che, pur essendo di competenza di esercizi futuri sono esigibili con riferimento allesercizio in corso (imposte anticipate) e quelle che, pur essendo di competenza dellesercizio, si renderanno esigibili solo in esercizi futuri (imposte differite). Tali imposte (differite attive e passive) derivano dalle differenze temporanee tra i valori delle attivit e passivit civilistiche e i rispettivi valori fiscali. Le imposte differite attive sono iscritte nella misura in cui vi sia la ragionevole certezza in merito al loro recupero futuro. I benefici derivanti dalle perdite fiscali a nuovo sono contabilizzati solo in presenza del presupposto che vi sia la ragionevole certezza che negli esercizi futuri si conseguiranno risultati positivi tali da riassorbire le perdite stesse.

Debiti
I debiti iscritti al passivo dello stato patrimoniale sono esposti al loro valore nominale.

Criteri di conversione delle poste in valuta


I crediti e debiti espressi originariamente in valuta estera sono iscritti al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dellesercizio ed i relativi utili e perdite su cambi sono imputati al conto economico e leventuale utile netto viene accantonato in apposita riserva non distribuibile fino al realizzo.

Prodotti finanziari derivati


La Societ utilizza strumenti finanziari derivati di copertura per gestire i rischi delle fluttuazioni dei tassi di interesse. Il controvalore dei prodotti finanziari derivati contabilizzato, al momento della stipula, negli altri conti dordine dello stato patrimoniale per limporto nozionale del contratto. I differenziali di interesse sono imputati a conto economico tra i proventi e oneri finanziari secondo il criterio di competenza.

Altre informazioni
Operazioni straordinarie Granarolo S.p.A. ha acquisito il 1 giugno 2010 il controllo della societ Zeroquattro S.r.l., con sede a Bologna, Via Cadriano 27/2, ai sensi dellart. 2359 del Codice Civile, tramite conferimento di ramo di azienda, a rogito del notaio Federico Rossi, in Bologna. La quota di partecipazione al 31 dicembre 2010 detenuta da Granarolo S.p.A. del 69,25%. La societ Zeroquattro S.r.l. ha per oggetto sociale principalmente

12 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

la fornitura di servizi di logistica integrata relativamente alla movimentazione, trasporto e stoccaggio delle merci in Italia e allestero; la fornitura di servizi a supporto della vendita di merci alimentari e servizi connessi. In data 8 giugno 2010, Granarolo S.p.A. ha ceduto la partecipazione azionaria, pari al 8,26% del capitale sociale, della societ Centrale del Latte di Vicenza S.p.A. alla Centrale del Latte di TorinoS.p.A.. In data 28 settembre 2010, Granarolo S.p.A. ha aumentato il capitale della propria controllata Centro Sperimentale del Latte S.p.A. di 2.500 migliaia di Euro, interamente versati, portandone il valore, al 31 dicembre 2010, a 2.620 migliaia di Euro, interamente versati. Centro Sperimentale del Latte S.p.A. controllata al 100% da GranaroloS.p.A..

Accordi fuori bilancio Non esistono accordi o altri atti, anche collegati tra loro, i cui effetti non risultano dallo stato patrimoniale ma che possono esporre la Societ a rischi o generare benefici significativi. Eventi successivi al 31 dicembre 2010 In data 29 dicembre 2010, a rogito del notaio Federico Rossi, in Bologna, la societ controllata Zeroquattro S.r.l. ha provveduto ad un aumento di capitale tramite conferimento di ramo di azienda da parte della controllante Granarolo S.p.A., con efficacia giuridica e contabile il 1 gennaio 2011. A seguito di tale conferimento, la partecipazione di Granarolo S.p.A. in Zeroquattro S.r.l. ha raggiunto il 75,05%. In data 11 gennaio 2011, con atto del notaio MiguelAngel Campo Guerri, in Barcellona (Spagna) stata costituita la societ Granarolo Iberica SL, detenuta al 100% da Granarolo S.p.A., avente oggetto sociale la distribuzione di prodotti alimentari in Spagna.
Si segnala che, a seguito di verifica conclusasi in data 30 marzo 2011, la Guardia di Finanza, Nucleo di Polizia Tributaria di Bologna, ha redatto nei confronti di Granarolo S.p.A. un processo verbale di constatazione, attraverso cui ha formulato un rilievo ai fini delle imposte sui redditi per il periodo dimposta 2006. Stante lincertezza sullesito di un futuro accertamento, nonch la sussistenza di significativi elementi di difesa, si ritenuto di non accantonare alcuna posta per tale rilievo al fondo rischi fiscale iscritto in bilancio, anche in considerazione del parere dei consulenti fiscali della Societ. Ci in quanto non sussistono le condizioni di sufficiente certezza e probabilit delle eventuali passivit, n la possibilit di stimarne lammontare, condizioni, queste richieste dallart. 2423 bis e dai principi contabili ai fini dellistituzione di un apposito fondo rischi.

Consolidato fiscale La Societ ha aderito nellesercizio 2007 al Consolidato Fiscale con la controllante Granlatte Soc.Coop. Agricola a r.l. per il periodo 2007-2009. Tale periodo stato esteso anche allesercizio 2010 a seguito della fusione, avvenuta in data 1 luglio 2009, della societ Sail S.p.A. in Granarolo S.p.A., avendo la societ Sail S.p.A. aderito al predetto Consolidato Fiscale per il periodo 20082010. Il presente bilancio evidenzia gli effetti derivanti allesercizio di tale opzione. Implementazione di ERP La Societ ha proseguito limplementazione del nuovo sistema informativo SAP, il cui completamento previsto per il 2011. Operazioni con le correlate Le operazioni con parti correlate vengono concluse a normali condizioni di mercato, in riferimento sia al prezzo della transazione che ai termini di pagamento.

13 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Analisi delle singole voci


Ove non specificato altrimenti, i valori riportati nelle tabelle della presente nota integrativa sono espressi in migliaia di Euro o arrotondati alle migliaia di Euro. Gli arrotondamenti sono effettuati sulle singole righe delle tabelle e quindi totalizzati. Questo pu comportare scostamenti poco rilevanti rispetto ai saldi esposti in Bilancio. Le tabelle riportano per ciascuna voce il saldo dellesercizio precedente.

Stato patrimoniale attivo


Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
Il capitale risulta completamente sottoscritto, versato ed esistente.
Immobilizzazioni immateriali (migliaia di Euro)
Descrizione Valori al 31/12/2009 Costo Storico Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio Movimenti dellEsercizio Corrente Acquisizioni / Capitalizzazioni Alienazioni Riclassifiche da Altri Beni Riclassifiche ad Altri Beni Riclassifica da Lavori in Corso Costo Storico da Conf. Zeroquattro srl F.do amm.to Conf. Zeroquattro srl Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Utilizzo Fondo Ammortamento Variazione Totale Valori al 31/12/2010 Costo Storico Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio 5.470 0 0 (5.002) 468 6.852 0 0 (6.852) 0 11.971 0 0 (8.760) 3.211 166.000 (5.700) 0 (80.484) 79.816 94.295 0 0 (59.382) 34.913 2.288 0 0 0 2.288 30.320 0 0 (19.293) 11.027 317.196 (5.700) 0 (179.773) 131.723 187 0 0 0 0 0 0 0 0 (234) 0 (47) 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2.025 (1) 0 0 511 (798) 667 0 0 (1.888) 1 517 66 (13) 0 0 0 0 0 0 0 (6.717) 1 (6.663) 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (3.826) 0 (3.826) 2.228 0 0 0 (511) 0 0 0 0 0 0 1.717 2.252 (814) 1.363 (4) 0 (957) 763 0 0 (1.339) 522 1.786 6.758 (828) 1.363 (4) 0 (1.755) 1.430 0 0 (14.004) 524 (6.516) 5.284 0 0 (4.768) 516 6.852 0 0 (6.852) 0 10.233 0 0 (7.540) 2.693 165.947 (5.700) 0 (73.768) 86.479 94.293 0 0 (55.555) 38.738 571 0 0 0 571 28.481 0 0 (19.239) 9.242 311.661 (5.700) 0 (167.722) 138.239 Costi dimpianto e di ampliamento Costi di R&S e pubblicit Diritti di brevetti e di util. op. Concessioni, licenze e marchi Avviamento Immobilizz. in corso e acconti

Immobilizzazioni immateriali
La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni immateriali sono descritti nella tabella sottostante:

Altre

Totale

14 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Costi di impianto e ampliamento Lincremento riferibile per 187 migliaia di Euro alle spese per lincisione degli incarti dei nuovi prodotti. I decrementi comprendono gli ammortamenti del periodo.
Costi di impianto e ampliamento (migliaia di Euro)
Spese Costituzione Societaria Spese Incarto Prodotti Verniciatura Automezzi Totale Costo Storico 2.381 2.422 667 5.470 Ammortamenti accumulati (2.381) (2.001) (620) (5.002) Valori a bilancio 0 421 47 468

Costi di ricerca, sviluppo e pubblicit Nel corso dellanno 2010 non sono stati effettuati nuovi investimenti in Ricerca e Sviluppo capitalizzati nelle immobilizzazioni immateriali.
Costi di ricerca, sviluppo e pubblicit (migliaia di Euro)
Programma Strategia Aziendale Altri Costi Totale Costo Storico 1.114 5.738 6.852 Ammortamenti accumulati (1.114) (5.738) (6.852) Valori a bilancio 0 0 0

Diritti di brevetto industriale e utilizzazione opere dellingegno Lincremento riferibile principalmente ai seguenti investimenti: 641 migliaia di Euro per progetti relativi al sistema informatico SAP; 247 migliaia di Euro per progetti di miglioramento e aggiornamento del database Oracle; 238 migliaia di Euro per acquisto di nuove licenze duso di software; 98 migliaia di Euro per il software di reporting relativo al Bilancio consolidato; I decrementi sono riconducibili al trasferimento beni da

Granarolo S.p.A. a Zeroquattro S.r.l. a seguito del conferimento del ramo di azienda, pari ad un valore netto di 131 migliaia di Euro, composto da 798 migliaia di Euro di costo storico e 667 migliaia di Euro di fondo ammortamento, e, per la differenza, agli ammortamenti dellesercizio.

Concessioni, licenze, marchi e diritti simili Lincremento relativo al costo per rinnovo marchi per 66 migliaia di Euro. I decrementi si riferiscono agli ammortamenti del periodo. Di seguito sono riassunti gli importi e le movimentazioni dei principali marchi e licenze ancora da ammortizzare:

15 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Dettaglio Marchi (migliaia di Euro)


Marchio Yomo Marchio Granarolo Felsinea Marchio Centrale del Latte di Milano Marchio Pettinicchio Marchio Accad Marchio Perla Marchio S. Giorgio Altri Marchi in ammortamento Marchio Piacere Leggero Altri Marchi Licenze duso a tempo determinato Totale Costo storico al 31/12/2010 43.425 59.393 17.560 8.685 8.780 9.794 4.125 1.711 50 6.575 204 160.300 Ammortamenti accumulati (6.514) (40.387) (8.999) (1.303) (4.500) (7.900) (2.640) (1.434) (30) (6.575) (204) (80.484) Valore netto al 31/12/2010 36.911 19.006 8.560 7.382 4.280 1.894 1.485 277 20 79.816

Avviamento I decrementi si riferiscono agli ammortamenti del periodo. Di seguito sono riassunti gli importi e le movimentazioni degli avviamenti ancora da ammortizzare:
Dettaglio Avviamenti (migliaia di Euro)
Avviamento Centrale del Latte di Milano Avviamento Cerpl Avviamento Daunia Natura Avviamento Latte Europa Avviamento Prima Natura Avviamento Centrale Latte Parma Avviamento S. Giorgio Avviamento Fiore Avviamento Regina Alex Altri avviamenti ammortizzati Totale Costo storico al 31/12/2010 38.647 18.150 10.276 9.092 2.308 1.404 516 610 6 13.285 94.295 Ammortamenti Accumulati 31/12/2010 (19.806) (12.342) (5.343) (5.557) (1.385) (842) (331) (488) (2) (13.285) (59.382) Valore netto al 31/12/2010 18.840 5.808 4.932 3.535 923 561 186 122 4 34.913

Immobilizzazioni in corso e acconti Lincremento di 2.228 migliaia di Euro comprende costi sostenuti per lacquisto delle licenze SAP (1.707 migliaia di Euro) e costi per il depuratore per il trattamento delle acque dello stabilimento di Soliera (521 migliaia di Euro). Altre immobilizzazioni immateriali Gli incrementi pi significativi riguardano le spese di manutenzione straordinaria sostenute nello stabilimento di Pasturago, per 2.252 migliaia di Euro. I decrementi pi significativi riguardano: per 957 migliaia di Euro il trasferimento di beni da

16 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Granarolo S.p.A. a Zeroquattro S.r.l. a seguito del conferimento del ramo dazienda; per 518 migliaia di Euro alienazione e vendita delle migliorie su beni di terzi a seguito cessione stabilimento di Sermoneta.

Immobilizzazioni materiali
La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni materiali sono descritti nella tabella sottostante:
Immobilizzazioni materiali (migliaia di Euro)
Valori al 31/12/2009 Costo Storico Fondo Svalutazioni Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio Movimenti dellEsercizio Corrente Acquisizioni/Capitalizzazioni Alienazioni Riclassifiche da Altri Beni Riclassifiche ad Altri Beni Riclassifica da Lavori in Corso Costo Storico da Conf. Zeroquattro srl F.do amm.to Conf. Zeroquattro srl Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Utilizzo Fondo Ammortamento Variazione Totale Valori al 31/12/2010 Costo Storico Fondo Svalutazioni Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio 80.891 0 (91) 29.156 (29.877) 80.079 230.170 (200) (240) 0 (166.166) 63.564 563 1.756 0 0 0 (1.575) 181 7.198 0 0 0 (5.427) 1.771 2.623 0 0 0 0 2.623 322.638 (200) (331) 29.156 (203.045) 148.218 3.134 (1.639) 0 0 27 (121) 66 0 0 (2.590) 61 (1.062) 13.140 (4.658) 4 0 16.801 (1.464) 740 0 0 (15.801) 4.037 12.799 59 (100) 0 0 0 (34) 22 0 0 (79) 90 (42) 1.188 (1.447) 0 0 0 (14.872) 10.925 0 0 (1.235) 1.407 (4.034) 2.590 0 0 (1.363) (16.828) 0 0 0 0 0 0 (15.601) 20.111 (7.844) 4 (1.363) 0 (16.491) 11.753 0 0 (19.705) 5.595 (7.940) 79.492 0 (91) 29.157 (27.415) 81.143 206.347 (200) (240) 0 (155.141) 50.766 1.830 0 0 0 (1.608) 222 22.328 0 0 0 (16.523) 5.805 18.225 0 0 0 0 18.225 328.222 (200) (331) 29.157 (200.687) 156.161 Terreni e fabbricati Impianti e macchinario Attrezzature industriali e commerciali Altri Beni Immobilizzazioni in corso e acconti Totale

Terreni e fabbricati Gli incrementi si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 1.562 migliaia di Euro per riscatto del contratto di leasing relativo allo stabilimento Sermoneta successivamente alienato; 689 migliaia di Euro per ampliamenti e migliorie dello stabilimento di Bologna;

migliaia di Euro per ampliamenti e migliorie dello stabilimento di Soliera; 181 migliaia di Euro per interventi effettuati in aree annesse allo stabilimento, principalmente parcheggi e impianto di cogenerazione; 83 migliaia di Euro per migliorie nello stabilimento di Pasturago; 28 migliaia di Euro per migliorie nello stabilimento di Anzio.

17 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

I decrementi si riferiscono principalmente a: 1.562 migliaia di Euro per la cessione dello stabilimento di Sermoneta con realizzo di una plusvalenza pari a 561 migliaia di Euro; 60 migliaia di Euro per dismissioni cespiti relativi alle filiali; 55 migliaia di Euro al netto del fondo per il trasferimento dei beni da Granarolo S.p.A. a ZeroquattroS.r.l. a seguito del conferimento ramo di azienda; ammortamenti dellesercizio. Sugli immobili risulta iscritta una ipoteca di 7.747 migliaia di Euro a garanzia del mutuo ottenuto da ISA (Istituto Sviluppo AgroalimentareS.p.A). In data 09/12/2010 stata sottoscritta una convenzione tra Granarolo S.p.A. e il Comune di Bologna che prevede la cessione gratuita di alcune aree attigue allo stabilimento ad oggi adibite a parcheggi e aree verdi. Si pensa di recuperare tale valore con la maggior capacit edificatoria concessa dal Comune.

Si segnala che alcuni impianti sono sottoposti a vincoli di legge previsti per gli acquisti effettuati con lausilio di contributi in conto capitale.

Attrezzature industriali e commerciali Gli incrementi di 59 migliaia di Euro si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 26 migliaia di Euro nello stabilimento di Pasturago; 10 migliaia di Euro nello stabilimento di Bologna; 11 migliaia di Euro nello stabilimento di Anzio.
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: migliaia di Euro per dismissioni cespiti presso le filiali; 12 migliaia di Euro al netto del fondo per trasferimento di beni da Granarolo S.p.A. a Zeroquattro S.r.l. a seguito conferimento di ramo di azienda; ammortamenti dellesercizio.
62

Impianti e macchinari Gli incrementi pi significativi si riferiscono ai seguenti investimenti: 7.202 migliaia di Euro per impianti relativi al settore Caseario dello stabilimento di Bologna; 1.951 migliaia di Euro per impianti nello stabilimento di Pasturago, di cui 441 per il reparto di confezionamento; 1.290 migliaia di Euro per impianti nello stabilimento di Soliera; 488 migliaia di Euro per impianti relativi ad impianti per la produzione del latte.
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: 1.221 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Soliera; 993 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Bologna; 878 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Novara; 570 migliaia di Euro (768 migliaia di Euro di costo storico e 198 migliaia di Euro di fondo ammortamento) per cessione dello stabilimento di Sermoneta; 724 migliaia di Euro al netto del fondo per trasferimento di beni da Granarolo S.p.A. a Zeroquattro S.r.l. a seguito conferimento di ramo di azienda; 640 migliaia di Euro per dismissioni di cespiti relativi alle filiali; ammortamenti dellesercizio.

Altri beni Gli incrementi di 1.188 migliaia di Euro si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 892 migliaia di Euro per acquisto macchine elettroniche; 261 migliaia di Euro per acquisto automezzi; 30 migliaia di Euro per acquisto mobili e verificatori di banconote false.
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: 3.947 migliaia di Euro al netto del fondo per il trasferimento di beni da Granarolo S.p.A. a Zeroquattro S.r.l. a seguito conferimento di ramo di azienda; 893 migliaia di Euro per dismissione macchine elettroniche; 215 migliaia di Euro per dismissione automezzi/autovetture; 179 migliaia di Euro per dismissioni di cespiti presso le filiali; 156 migliaia di Euro per dismissione carrelli elevatori; ammortamenti dellesercizio.

Immobilizzazioni in corso e acconti Gli incrementi di 2.590 migliaia di Euro si riferiscono ai seguenti investimenti: 1.592 migliaia di Euro per impianti e macchinari in costruzione; 673 migliaia di Euro per fabbricati in costruzione; 326 migliaia di Euro per altri beni in costruzione.

18 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Leasing I contratti di leasing finanziario sono rappresentati in bilancio secondo il metodo patrimoniale che prevede la contabilizzazione dei canoni quali costi di esercizio. Qualora i cespiti acquisiti in leasing fossero stati contabilizzati secondo il metodo finanziario, il patrimonio netto ed il risultato desercizio al 31 dicembre 2010 sarebbero risultati rispettivamente superiore di 2.120 migliaia diEuro e superiore di 204 migliaia di Euro al lordo delleffetto fiscale. Questultimo, pari al 31,40%, di 89migliaia di Euro.
Nel prospetto seguente vengono riportate le informazioni relative a: valore del bene locato, quote di ammortamento di competenza dellesercizio e relativi fondi; debito implicito verso il locatore, quota capitale di rimborso e onere finanziario di competenza dellesercizio.
Leasing (migliaia di Euro)
Costo storico del bene Amm.to iscrivibile nellesercizio Fondo Ammortamento Valore a Bilancio Valore attuale rate non scadute Quota capitale Onere finanziario effettivo Canoni pagati nellesercizio Rett. di valore inerente lesercizio Effetto sul Patrimonio Netto Effetto sul Risultato Effetto fiscale Valori al 31/12/2010 33.966 3.217 19.308 14.659 12.539 3.815 251 4.066 395 2.120 204 (89)

Immobilizzazioni finanziarie
Partecipazioni La composizione e i movimenti di sintesi delle partecipazioni sono descritti nella tabella sottostante:
Immobilizzazioni finanziarie (migliaia di Euro)
Imm Fin Imprese Controllate Partecipazioni Totale Imm Fin Altre Imprese Partecipazioni Fondo Svalutazione Totale Totale 5.394 (3.570) 1.824 6.381 11 (61) (50) 8.931 (5.232) 3.562 (1.670) (1.670) 173 (69) 104 13.642 4.557 4.557 8.981 8.981 0 0 13.538 13.538 Al 31/12/2009 Incremento Decremento Al 31/12/2010

19 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Lincremento nelle partecipazione in imprese controllate deriva dal conferimento del ramo di azienda in Zeroquattro S.r.l. per 6.481 migliaia di Euro e dallaumento del capitale sociale della controllata Centro Sperimentale del Latte S.p.A. per 2.500 migliaia di Euro, interamente versato. Si riporta di seguito lelenco delle Societ con le informazioni richieste dallart. 2427, comma 1) numero 5):
Partecipazioni - Patrimonio Netto e Patrimonio Netto di competenza (migliaia di Euro)
Societ Sede Capitale Zeroquatto S.r.l. Calabrialatte S.p.A. Centro Sperimentale del Latte S.p.A. Bologna Castrovillari (CS) Zelo Buon Persico (LO) 4.300 2.582 2.620 61 PN al 31/12/2010 5.974 2.866 3.139 508 Utile/perdita al 31/12/2010 (3.386) 118 453 42 Quota % al 31/12/2010 69,25% 50,0% 100,0% 100,0% PN di competenza 4.137 1.433 3.139 508 Costo 6.481 3.873 3.183 59

Centro Sperimentale Latte France S.A.* Claix (Francia)


* Controllata da Centro Sperimentale del Latte S.p.A.

In riferimento al maggior valore della partecipazione rispetto al patrimonio netto, si evidenzia che: per la societ Zeroquattro S.r.l. stato riconosciuto un valore di avviamento al mercato in cui opera la Societ controllata, dalla perizia relativa al conferimento di ramo di azienda; per la societ Calabrialatte S.p.A. stato riconosciuto un valore di avviamento al mercato in cui opera la controllata; per la societ Centro Sperimentale del Latte S.p.A. stato riconosciuto un valore al know how presente nella Societ controllata. Tali maggior valori sono trattati quali differenze di consolidamento nel bilancio consolidato, fatta eccezione per lavviamento riconosciuto sulla societ Zeroquattro S.r.l. che viene stornato per mantenere la continuit dei valori conferiti. Le partecipazioni in altre imprese subiscono un forte decremento soprattutto per la vendita della partecipazione in Centrale del Latte di Vicenza S.p.A. per 5.112 migliaia di Euro, gi svalutata nei precedenti esercizi per 3.562migliaia di Euro.

Crediti (immobilizzazioni finanziarie) (migliaia di Euro)


Crediti verso Controllate Crediti verso altri Totale Al 31/12/2009 3.573 1.400 4.973 Variazione Al 31/12/2010 2.434 (420) 2.014 6.007 980 6.987

La voce crediti verso imprese controllate costituita per 3.547 migliaia di Euro dai saldi del conto di tesoreria e per 2.460 migliaia di Euro dal saldo del finanziamento a Centro Sperimentale del Latte S.p.A.; il carattere di credito non commerciale porta a classificare questo attivo allinterno delle Immobilizzazioni finanziarie, pur essendo costituito in parte da posizioni a breve termine (960 migliaia di Euro). I crediti si compongono come risulta nella seguente tabella:
Crediti verso imprese controllate (migliaia di Euro)
Descrizione Conti di Tesoreria Calabrialatte CSL Totale Finanziamenti CSL Totale TOTALE 1.200 1.200 3.573 (1.260) (1.260) (2.434) 2.460 2.460 6.007 858 1.515 2.373 (745) (429) (1.174) 1.603 1.944 3.547 Saldo al 31/12/2009 Variazione Saldo al 31/12/2010

Crediti La voce presenta un saldo di 6.987 migliaia di Euro (4.973 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) ed cos composta:

20 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

I crediti verso altri sono costituiti da: crediti verso lAssociazione Prober per il finanziamento infruttifero erogato nellambito del progetto Biobenessere (510 migliaia di Euro); crediti derivanti dalla transazione Vogliazzi (314 migliaia di Euro); valore dei depositi cauzionali (156 migliaia di Euro), esposti al netto di un fondo svalutazione (60 migliaia di Euro) stanziato a fronte dei rischi di inesigibilit dei crediti per depositi cauzionali acquisiti dalle Societ in procedura. Secondo quanto indicato dallart 2427 C.C. n.6), si precisa che non vi sono crediti di durata residua superiore a cinque anni. Non stato riportato il fair value dei crediti immobilizzati, avendo ritenuto che non sia identificabile o determinabile un loro valore di mercato. La voce altri titoli presenta un saldo di 3.798 migliaia di Euro e si riferisce: per 3.105 migliaia di Euro a titoli costituiti in pegno a favore di ISA, Istituto Sviluppo AgroalimentareS.p.A., a garanzia della dilazione di pagamento di una quota di minoranza della societ Sail S.p.A. acquistata da Granarolo S.p.A. (che successivamente ha incorporato la Societ). Tale valore era iscritto nel bilancio 2009
Rimanenze (migliaia di Euro)
Materie prime, sussidiarie e di consumo Lavori in corso su ordinazione Prodotti finiti e Merci Totale Al 31/12/2009 13.291 449 15.319 29.059

tra i titoli dellattivo circolante ed stato riclassificato pi opportunamente nei titoli immobilizzati. Per uniformit di trattamento negli schemi di raffronto stato riclassificato anche il valore presente nel bilancio 2009 (pari a 2.902 migliaia di Euro); per 693 migliaia di Euro a Certificati di Credito del Tesoro (CCT), oggetto di garanzia pignoratizia costituita a fronte dellemissione di una fideiussione di 700 migliaia di Euro nellambito delle transazioni concluse con i venditori della societ Vogliazzi a seguito della sentenza della Corte di Appello di Milano. Tale sentenza ha condannato Granarolo S.p.A. a restituire tutto quanto percepito in esecuzione dei lodi con i quali era stato riconosciuto il diritto di indennizzo a fronte delle passivit relative alla predetta Societ. Nella parte della presente Nota Integrativa dedicata alle cause pendenti viene data pi ampia informativa in merito al contenzioso in essere.

Attivo circolante
Rimanenze La voce presenta un saldo di 35.539 migliaia di Euro (29.059 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) ed composta come illustrato nella tabella.

Variazione 2.196 463 3.821 6.480

Al 31/12/2010 15.487 912 19.140 35.539

21 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Crediti dellattivo circolante La voce presenta un saldo di 192.705 migliaia di Euro (197.112 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009).
I crediti verso clienti ammontano a 123.379 migliaia di Euro e sono stati adeguati al loro presumibile valore di realizzo mediante lo stanziamento di un fondo svalutazione di 21.856, adeguato nel periodo per complessivi 4.580 migliaia di Euro.
Crediti Attivo Circolante (migliaia di Euro)
Descrizione Crediti Circolante Clienti Fondo Svalutazione Crediti Totale Saldo Iniziale 132.369 (20.055) 112.314 Accantonamento 0 (4.580) (4.580) Utilizzo 0 2.780 2.780 Altri Movimenti 12.866 0 12.866 Saldo Finale 145.235 (21.856) 123.379

I crediti verso clienti registrano un aumento netto di 11.065 migliaia di Euro, soprattutto a motivo di una riduzione dei crediti ceduti pro-soluto alle Societ di factoring, pari a 25.757 migliaia di Euro. Tali minori crediti ceduti sono parzialmente compensati dallincremento di 5.575 migliaia di Euro degli incassi per conto terzi, che rappresentano gli incassi, degli ultimi giorni di dicembre, ricevuti da clienti per pagamento di crediti ceduti alle Societ di factoring e non ancora versati a queste ultime al 31dicembre 2010. Nel corso dellesercizio si proceduto a stralciare crediti, in procedura concorsuale o comunque ritenuti inesigibili, utilizzando il fondo svalutazione crediti per complessivi 2.780 migliaia di Euro. Sono state indicate fra i crediti esigibili oltre lesercizio successivo parte delle cambiali in portafoglio (481 migliaia di Euro). I crediti verso imprese controllate, pari a 4.479 migliaia di Euro, si riferiscono a transazioni di natura commerciale e per servizi logistici e di intermediazione verso le

Societ controllate e ai crediti verso Societ controllate in procedura. Questi ultimi crediti comprendono: per 942 migliaia di Euro i crediti verso le Societ in procedura per pagamenti effettuati per loro conto; trattandosi di crediti di natura privilegiata, in particolare relativi a costi per il personale, non stato accantonato alcun fondo svalutazione; per 241 migliaia di Euro, derivanti dalla differenza tra 16.321 migliaia di Euro relativi al credito verso SitiaYomo, acquistato nel 2006 da TAU,e il fondo svalutazione stanziato di 16.080 migliaia di Euro; per 29 migliaia di Euro relativi ai crediti verso le Societ in procedura per pagamenti effettuati per loro conto, pari 567 migliaia di Euro ridotti del corrispondente fondo svalutazione di 538 migliaia di Euro che si provveduto a stanziare negli esercizi precedenti, trattandosi di crediti di natura chirografaria; I crediti verso imprese controllanti, pari a 115 migliaia di Euro, si riferiscono a transazioni di natura commerciale.

22 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

I crediti tributari risultano cos composti:


Crediti tributari acquisiti dalle Societ in procedura (migliaia di Euro)
Credito Iva Sitia Yomo Merlo Pettinicchio LMS Totale Fondo Svalutazione 193 0 1.386 87 1.666 (337) Interessi su su credito Iva 130 3 224 0 357 (3) Crediti CCGG 123 0 0 11 134 (134) Crediti Ires 383 0 65 0 448 (139) Interessi su credito ires 68 0 0 25 93 (68) Crediti Irap 176 0 0 0 176 0 Totale 1.073 3 1.675 123 2.874 (681)

Rispetto al 31 dicembre 2010 si registra: la diminuzione del credito IVA; laumento del credito verso Erario per acconti versati sulle imposte del 2010 (6.456 migliaia di Euro) e iscrizioni a ruolo riferiti a contenziosi in corso (313 migliaia di Euro). Nellesercizio 2010 si rileva una consistente diminuzione dei crediti tributari acquisiti dalle Societ in procedura a seguito dellincasso di 1.943 migliaia di Euro. Nelle voci sopra riportate sono compresi i valori acquisiti dalla procedura a fronte dei quali risulta stanziato un fondo svalutazione crediti di 681 migliaia di Euro. Nella tabella che segue viene evidenziato il credito IVA di Granarolo oltre ai crediti IVA acquisiti dalla procedura.
Crediti IVA (migliaia di Euro)
Crediti IVA Crediti ex Sitia-Yomo Crediti ex Pettinicchio Crediti ex Leo Marven System Crediti ex Merlo Crediti IVA acquisiti da procedura Totale generale Credito Iva 40.035 194 1.386 87 0 1.666 41.701 Credito Iva per interessi 1.579 130 224 0 3 357 1.937 Totale Credito Iva 41.614 324 1.610 87 3 2.024 43.638 Esigibili oltre es. succ 4.210 0 0 0 0 0 4.210

Il rimborso dei crediti comporta lobbligo di prestare garanzie a favore della Amministrazione Finanziaria per il tramite di istituti di credito o assicurativi: la Societ alla data del 31 dicembre 2010 ha prestato fideiussioni per un importo pari a 136.320 migliaia di Euro. I crediti per imposte anticipate pari ad 11.011 migliaia di Euro hanno subito un decremento di 2.604 migliaia di Euro riferibile al saldo tra laccantonamento delle imposte anticipate (al netto del reversal) e lo stralcio del-

23 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

le imposte differite attive iscritte nei precedenti esercizi per 4.645 migliaia di Euro. Tale stralcio stato effettuato in base ai risultati previsti dal piano industriale 20112013 approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 16 novembre 2010. Sulla base di tale documento si ritiene, infatti, che non sussista la ragionevole certezza del recupero da parte di Granarolo S.p.A. di parte del credito di imposta presente nel bilancio 2009, in quanto la Societ non realizzer redditi imponibili sufficienti ad assorbirlo. I Crediti verso altri comprendono:
Crediti verso altri (migliaia di Euro)
Descrizione Enti previdenziali Crediti v/soc in procedura Crediti diversi Fdo svalutazione crediti v/altri Totale Al 31/12/2009 2.505 442 1.141 (39) 4.049 Variazione (2.291) (402) 929 0 (1.764) Al 31/12/2010 214 40 2.070 (39) 2.285 .. di cui Entro lEsercizio 214 40 2.070 (39) 2.285

I crediti verso Enti Previdenziali comprendono 54 migliaia di Euro riferiti alla Cassa Integrazione Guadagni e 160 migliaia di Euro vs altri Istituti previdenziali. Il decremento rispetto al 31 dicembre 2009 dovuto principalmente al rimborso da parte dellINPS della quota di stipendio che era stata anticipata dal Gruppo nel 2009, quale datore di lavoro, ai dipendenti in Cassa Integrazione. I crediti verso Societ in procedura si riferiscono ai crediti verso la Societ Leo Marven System per 40 migliaia di Euro, a fronte dei quali stato accantonato un fondo svalutazione per 39 migliaia di Euro. I crediti diversi si sono incrementati principalmente per effetto di anticipi a dipendenti per 732 migliaia di Euro, riferiti a quanto la Societ corrisponder a dipendenti attualmente in Cassa Integrazione Guadagni in deroga al termine della stessa e anticipi a fornitori (315 migliaia di Euro). Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei crediti dellattivo circolante, suddivisi per durata residua e per aree geografiche, come richiesto dallarticolo 2427, c. 1, n.6).

Crediti verso clienti per durata residua e per area geografica (migliaia di Euro)
Descrizione Italia Paesi U.E. Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 118.689 481 119.170 3.283 0 3.283 Paesi Extra U.E. 926 0 926 Saldo al 31/12/2010 122.898 481 123.379

Crediti verso altri per durata residua e per area geografica (migliaia di Euro)
Descrizione Italia Paesi U.E. Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 2.285 0 2.285 0 0 0 Paesi Extra U.E. 0 0 0 Saldo al 31/12/2010 2.285 0 2.285

Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni


La voce presenta un saldo di 204 migliaia di Euro (204 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009), costituita da azioni Parmalat S.p.A.. Si segnala che stata effettuata per lanno 2009 una riclassifica dei titoli emessi a garanzia del prestito Isa dallattivo circolante allattivo immobilizzato per 2.902 migliaia di Euro.

24 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Le partecipazioni in Societ controllate comprendono il 100% delle azioni della societ Sitia-Yomo Spa in Liquidazione esposto ad un valore pari a zero.

Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei ratei e risconti attivi suddivisi per durata residua.
Ratei attivi (migliaia di Euro)
Entro lEsercizio Ratei attivi (entro lanno) Totale Entro lEsercizio Totale 78 78 78 Al 31/12/2010

Disponibilit liquide
La voce presenta un saldo di 82.340 migliaia di Euro (59.624 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009), costituito da: depositi bancari e postali per 81.594 migliaia di Euro; assegni e denaro in cassa per 746 migliaia di Euro.

Risconti attivi (migliaia di Euro)


Al 31/12/2010 394 167 561 1.780 1.780 2.341 Entro lEsercizio Oneri e servizi finanziari (entro lanno) Altri (entro lanno) Totale Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Altri (da 1 a 5 anni) Totale Oltre lEsercizio Totale

Ratei e risconti attivi


La voce presenta un saldo di 2.419 migliaia di Euro (2.858 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) e comprende: ratei per 78 migliaia di Euro afferenti a interessi attivi; risconti per complessivi 2.341 migliaia di Euro comprendenti risconti relativi a canoni di leasing (1.559 migliaia di Euro) e oneri e servizi finanziari (771 migliaia di Euro).

25 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Stato patrimoniale passivo


Patrimonio Netto
La voce presenta un saldo di 169.256 migliaia di Euro (159.890 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Nellesercizio 2010 stata deliberata la destinazione dellutile 2009: 1.017 migliaia di Euro a riserva legale; 926 migliaia di Euro a riserva straordinaria. Il residuo unitamente alla riserva di rivalutazione D.L. 185/08 e alla riserva per avanzo di fusione di Sail S.p.A. stato destinato a totale copertura delle perdite pregresse.
Patrimonio Netto - movimenti (migliaia di Euro)
Capitale sociale 157.939 0 0 0 0 157.939 0 0 0 0 157.939 0 0 0 0 157.939 Riserva sovr. azioni 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Riserva legale 0 0 0 0 0 0 0 0 8 0 8 0 0 1.017 0 1.025 Riserve statut. 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Altre riserve 409 23.394 0 0 0 23.803 5.442 (91) (409) 0 28.745 0 (28.745) 926 0 926 Utile/perdita a nuovo (13.401) 0 (34.308) 0 0 (47.709) 0 0 564 0 (47.145) 0 28.745 18.400 0 0 Utile/perdita deser. (34.308) 163 34.308 0 0 163 20.343 0 (163) 0 20.343 9.366 0 (20.343) 0 9.366 Totale PN 110.638 23.557 0 0 0 134.196 25.785 (91) 0 0 159.890 9.366 0 0 0 169.256

Saldo al 31/12/2007 Incrementi Decrementi Destinazione utile/cop. perdita Attribuzione dividendi Saldo al 31/12/2008 Incrementi Decrementi Destinazione utile/cop. perdita Attribuzione dividendi Saldo al 31/12/2009 Incrementi Decrementi Destinazione utile/cop. perdita Attribuzione dividendi Saldo al 31/12/2010

Capitale Al 31 dicembre 2010 il capitale sociale ammonta a 157.939 migliaia di Euro (pari al valore del 31 dicembre 2009) ed costituito da numero 78.969.373 azioni del valore nominale di 2 Euro cadauna. Risulta cos ripartito: 77,48% Granlatte Soc. Coop. Agricola a r.l.; 19,78% Intesa Sanpaolo S.p.A.; 2,74% Cooperlat S.c.r.l.
Non sono state emesse dalla Societ azioni di godimento o obbligazioni convertibili in azioni.

26 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Riserve iscritte in bilancio Le riserve iscritte in bilancio comprendono: la riserva legale; la riserva straordinaria.
Riserve (migliaia di Euro)
Descrizione Importo Capitale Riserva da sovrapprezzo azioni Riserva di rivalutazione Riserve statutarie Riserva per azioni proprie Riserva da contributi c/capitale* Avanzo di fusione Riserva legale Riserva straordinaria Riserva da utili netti su cambi Avanzo di fusione Utili portati a nuovo Totale 157.939 0 0 0 0 0 0 1.025 926 0 0 0 1.951 Quota distribuibile 0 0 0 0 0 0 0 0 926 0 0 0 926 Quota disponibile 0 0 0 0 0 0 0 1.025 926 0 0 0 1.951

Riserva da capitale:

Riserve da utili:

Fondi per rischi e oneri


La voce presenta un saldo di 22.577 migliaia di Euro (28.431 migliaia di Euro nel precedente esercizio). Le movimentazioni delle singole componenti sono riportate di seguito:
Fondo per rischi e oneri (migliaia di Euro)
Fondi tratt di quiescenza e simili fondo indennit agenti di com Totale Fondi tratt di quiescenza e simili Fondi per imposte fondo imposte differite passive fondo imposte Totale Fondi per imposte Altri fondi fondo operazioni a premio fondo rischi cause legali fondo perdite strumenti derivati fondo salario variabile fondo oneri diversi Totale Altri fondi Totale 1.769 3.457 473 7.067 13.624 26.390 28.432 0 1.386 0 3.148 978 5.512 8.256 (1.769) (236) 0 (5.701) (4.372) (12.078) (12.231) 0 0 0 0 0 0 (350) 0 (908) 0 (1.424) (25) (2.357) (1.529) 0 3.699 473 3.089 10.205 17.466 22.577 86 0 86 0 1.684 1.684 (78) 0 (78) 0 0 0 0 908 908 8 2.592 2.600 1.956 1.956 1.060 1.060 (75) (75) (350) (350) (80) (80) 2.511 2.511 Saldo al 31/12/2009 Accanton. Utilizzi Conferimento Altri Movimenti Saldo al 31/12/2010

27 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Le principali movimentazioni sono riepilogate di seguito.


Fondo

per trattamento di quiescenza ed obblighi simili: stato incrementato di 1.060 migliaia di Euro, utilizzato per 75 migliaia di Euro e conferito a Zeroquattro s.r.l. per 350 migliaia di Euro.

per imposte comprende il fondo per rischi fiscali e il fondo per imposte differite. Il fondo per rischi fiscali risulta cosi movimentato: 908 migliaia di Euro sono rischi di natura fiscale riclassificati dal conto rischi cause legali; 1.684 migliaia di Euro accantonati per rischi di natura fiscale. Il fondo per imposte differite, risulta cos movimentato: utilizzo delle imposte differite passive per 78 migliaia di Euro.
Altri

Fondo

Fondi il fondo per operazione a premi stato interamente utilizzato. Le operazioni a premio non sono state effettuate per lanno 2010/11, per cui non sono stati effettuati nuovi accantonamenti; il fondo rischi cause legali stato incrementato per 1.386 migliaia di Euro ed utilizzato per 236 migliaia di Euro; 908 migliaia di Euro sono rischi di natura fiscale riclassificati dal conto rischi cause legali; il fondo salario variabile, previsto dallaccordo integrativo aziendale, stato incrementato per 3.148 migliaia di Euro ed utilizzato per 5.701 migliaia di Euro rilevando una sopravvenienza attiva per la parte non utilizzata; il fondo oneri diversi, riferibile principalmente agli oneri di riorganizzazione stato incrementato di 978 migliaia di Euro ed utilizzato per 4.372 migliaia di Euro.

Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato


La voce presenta un saldo di 16.074 migliaia di Euro (20.733 migliaia di Euro nel precedente esercizio).
Trattamento di fine rapporto(migliaia di Euro)
Descrizione Trattamento Fine Rapporto Subord. Saldo al 31/12/2009 Rivalutazione Utilizzo Conferimento Altri movimenti 20.733 505 (2.276) (3.044) 156 Saldo al 31/12/2010 16.074

28 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Come disciplinato dallart. 2120 del c.c. stata effettuata la rivalutazione del fondo TFR con applicazione di un tasso dell1,5% in misura fissa e del 75% dellaumento degli indici di prezzo al consumo, accertato dallISTAT rispetto al mese di dicembre dellanno precedente. Negli altri movimenti sono stati esposti i trasferimenti del fondo TFR di competenza delle Societ in procedura a seguito dellaccettazione formale da parte dei dipendenti di esentare le Societ in procedura da ogni impegno nei loro confronti per TFR.

Debiti
La voce presenta un saldo di 408.237 migliaia di Euro (386.594 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). In riferimento ai debiti di natura finanziaria, riportiamo nella seguente tabella le movimentazioni avvenute nellesercizio:
Debiti di natura finanziaria (migliaia di Euro)
Debiti verso soci per finanziamenti Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso soci per finanziamenti Debiti verso banche Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso banche Debiti verso altri finanziatori Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso altri finanziatori Totale Saldo al 31/12/2009 Variazione 2.240 1.822 4.062 45.264 78.000 123.264 516 10.362 10.878 138.204 2.856 0 2.856 9.236 (4.500) 4.736 0 (516) (516) 7.076 516 9.846 10.362 145.280 54.500 73.500 128.000 5.096 1.822 6.918 Saldo al 31/12/2010

I debiti verso soci per finanziamenti comprendono i debiti di natura finanziaria verso Granlatte e il conto corrente di tesoreria. Al 31 dicembre 2010 i debiti verso banche ammontano ad 128.032 migliaia di Euro, costituiti da mutui per 128.000 migliaia di Euro e da altri debiti a breve per 32 migliaia di Euro. Si riporta lanalisi per tasso e scadenza dei debiti verso banche per mutui nel seguente dettaglio:

29 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Debiti verso banche - Mutui(migliaia di Euro)


a tasso fisso a tasso variabile Totale Valore al 31/12/2010 0 128.000 128.000 2011 0 54.500 54.500 per 2012 0 34.500 34.500 2013 0 16.000 16.000 2014 0 13.000 13.000 Oltre 0 10.000 10.000

La Societ pone in essere operazioni finanziarie di copertura per ridurre lesposizione al rischio di variabilit dei tassi di interesse della propria posizione finanziaria netta. Il valore nozionale complessivo di tali operazioni al 31 dicembre 2010 di 45.660 migliaia di Euro. Va segnalato che, per una parte di indebitamento verso le banche, previsto lobbligo di rispettare indici finanziari (financial covenants) riferiti a Ebitda, indebitamento netto e patrimonio netto del bilancio consolidato, obbligo che risulta rispettato nellesercizio 2010. I debiti verso altri finanziatori si riferiscono al debito verso ISA S.p.A. sorto in conseguenza dellacquisto delle azioni della societ Sail e al finanziamento erogato da ISA S.p.A.. I debiti verso imprese controllate sono rappresentati da posizioni di origine commerciale e finanziaria e dai debiti verso le Societ controllate in procedura. Riportiamo di seguito la composizione di detti debiti:
Debiti verso controllate (migliaia di Euro)
Conti di Tesoreria Zeroquattro Totale Conti di Tesoreria Debiti di Fornitura Calabrialatte CSL Sitia Yomo Pettinicchio F.lli Merlo Zeroquattro Totale Debiti di Fornitura Totale Saldo al 31/12/2009 Variazione 0 0 2 32 563 1.407 33 0 2.037 2.037 5.834 5.834 0 107 (537) (399) (28) 13.830 12.973 18.807 2 139 26 1.008 5 13.830 15.010 20.844 5.834 5.834 Saldo al 31/12/2010

107 migliaia di Euro per aumento dei debiti nei confronti di Centro Sperimentale del Latte S.p.A.; per 964 migliaia di Euro per la diminuzione dei debiti vs Societ in procedura. I debiti verso imprese controllanti comprendono le posizioni passive verso Granlatte Soc. Coop. Agricola a r.l. di origine commerciale per 17.450 migliaia di Euro, oltre al debito per imposte 4.866 migliaia di Euro. I debiti tributari si riferiscono alle ritenute da versare e al debito per imposte dellesercizio. I debiti verso Istituti di Previdenza comprendono i debiti per contributi previdenziali dovuti sulle provvigioni degli agenti e le retribuzioni dei dipendenti, oltre alla quota maturata di Trattamento di Fine Rapporto ancora da versarsi al Fondo Tesoreria INPS. Gli altri debiti comprendono le seguenti voci:
Altri debiti(migliaia di Euro)
Debiti verso il personale Incassi per conto Factoring Altri Debiti Totale Saldo al 31/12/2009 Variazione 10.447 2.141 2.452 15.040 (794) 5.575 (445) 4.336 Saldo al 31/12/2010 9.653 7.716 2.007 19.376

La voce subisce un incremento dovuto principalmente allincremento degli incassi per conto terzi, che rappresentano incassi ricevuti da clienti per pagamento di crediti ceduti alle Societ di factoring (vedasi tabella nel paragrafo relativo ai crediti dellattivo circolante) negli ultimi giorni del mese di dicembre e non ancora versati a queste ultime al 31 dicembre 2010. Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei debiti verso fornitori suddivisi per durata residua e per aree geografiche, come previsto dallart. 2427 c.c., c.1, n.6).

La voce subisce un incremento netto di 18.807 migliaia di Euro da imputare: per 5.834 migliaia di Euro al sorgere del debito di tesoreria verso Zeroquattro s.r.l.; per 13.830 migliaia di Euro al sorgere di debiti nei confronti di Zeroquattro s.r.l.;

30 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Debiti verso fornitori suddivisi per durata residua e area geografica (migliaia di Euro)
Descrizione Italia Paesi U.E. Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 181.996 0 181.996 12.821 0 12.821 Paesi Saldo al Extra U.E. 31/12/2010 69 0 69 194.886 0 194.886

Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei ratei e risconti passivi suddivisi per durata residua.
Ratei passivi (migliaia di Euro)
Descrizione Entro lEsercizio interessi passivi verso Banche Altri Totale Entro lEsercizio Totale 252 75 327 327 Al 31/12/2010

Non vi sono garanzie reali su beni sociali e non sono presenti debiti di durata residua superiore ai 5 anni, ad eccezione dei debiti verso banche.

Risconti passivi (migliaia di Euro)

Ratei e risconti passivi


La voce presenta un saldo di 1.430 migliaia di Euro (2.557 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Limporto comprende: ratei per interessi passivi verso banche (327 migliaia di Euro) risconti passivi calcolati su contributi in conto impianti (1.078 migliaia di Euro) e altri (25 migliaia di Euro).

Descrizione Entro lEsercizio Contributi in conto impianti (entro lanno) Altri (entro lanno) Totale Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Contributi in conto impianti (da 1 a 5 anni) Altri (da 1 a 5 anni) Totale Oltre lEsercizio Totale

Al 31/12/2010 580 19 599 498 6 504 1.103

31 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Conti dordine
Elenco delle garanzie dirette e indirette
La voce presenta un saldo di 199.399 migliaia di Euro (229.277 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Riportiamo di seguito una breve descrizione degli importi pi rilevanti che compongono il saldo.

la

Fideiussioni Fideiussioni a favore di terzi per 142.792 migliaia di Euro. Limporto comprende:
le

fideiussione a favore di AIMAG per 1.725 migliaia di Euro; la fideiussione rilasciata a garanzia del pagamento della transazione risolutiva con Risorse Naturali per 840 migliaia di Euro. Tale fideiussione stata estinta a Gennaio 2011; la fideiussione a favore di Tetrapak per 190 migliaia di Euro; le fideiussioni prestate a favore di fornitori per contratti di affitto per 688 migliaia di Euro.

garanzie prestate a favore dellUniversit Bocconi per gli adempimenti contrattuali relativi allimpegno di ripristino e bonifica ambientale del sito produttivo di via Castelbarco (Milano) per 775 migliaia di Euro; fideiussione pari a 2.000 migliaia di Euro a favore della controllata Centro Sperimentale del Latte S.p.A per anticipi in c/c su effetti e/o ricevute bancarie;

Garanzie Reali Il saldo evidenzia unipoteca, pari a 7.747 migliaia di Euro, iscritta sugli immobili della societ incorporata Sail a garanzia del mutuo erogato da ISA.

la

Altri Conti dOrdine


Negli altri conti dordine (46.860 migliaia di Euro) sono evidenziati: beni di terzi giacenti al 31 dicembre 2010 presso lo stabilimento di Soliera per 1.200 migliaia di Euro; operazioni finanziarie di copertura stipulate al fine di assicurare unadeguata gestione del rischio sui tassi di interesse generato dalle operazioni della Societ e dalle sue fonti di finanziamento. In particolare vi sono contratti derivati per 45.660 migliaia di Euro. Nel prospetto seguente viene riportato, per ciascun contratto derivato, il valore nozionale e il fair value.

le

polizze fideiussorie IVA prestate da istituti di credito ed assicurativi a favore dellAmministrazione Finanziaria (136.321 migliaia di Euro); fideiussioni a favore del Ministero delle Attivit Produttive (MAP) per la commercializzazione dei nostri prodotti fuori dai mercati italiani (181 migliaia di Euro); fideiussione a favore di Hera per 950 migliaia di Euro; fideiussione prestata a favore di alcuni componenti della famiglia Vogliazzi per 700 migliaia di Euro;

le

la la

Contratti derivati(migliaia di Euro)


Strumento CAP IRS CAP CAP IRS IRS Data iniziale 5/04/2006 8/09/2006 2/11/2006 30/04/2009 1/06/2009 15/07/2009 Data finale 30/06/2011 30/04/2012 30/04/2012 30/04/2012 30/04/2012 30/06/2014 Nozionale 1.000 7.040 7.040 6.000 14.080 10.500 45.660 MtoM al 31/12/2010 0 (185) 0 0 (81) (108)

32 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Conto Economico
La descrizione dellattivit della Societ, i commenti sulla situazione e sullandamento della gestione, nel suo complesso e nei vari settori in cui la stessa ha operato, sono esposti nella relazione sulla gestione, come previsto dallart. 2428 c.c. comma1).

Costi della produzione


La voce presenta un saldo di 849.696 migliaia di Euro (832.128 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). La voce costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci comprende:
Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci (migliaia di Euro)
Descrizione Acquisto materie prime Acquisto materie sussidiarie e di consumo Acquisto merci Totale Saldo al 31/12/2010 274.522 72.871 112.315 459.708 Saldo al 31/12/2009 253.183 72.164 102.242 427.589

Valore della produzione


La voce presenta un saldo di 872.468 migliaia di Euro (882.513 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). I ricavi delle vendite e delle prestazioni ammontano a 854.048 migliaia di Euro e sono cos composti:
Valore della produzione(migliaia di Euro)
Voci Latte e Bevande Yogurt e dessert Formaggi e burro Altro Ricavi netti prodotti 31/12/2010 535.806 126.444 152.932 38.867 854.048 31/12/2009 557.449 128.273 150.730 35.339 871.791 % -3,9% -1,4% 1,5% 10,0% -2,0%

La voce costi per servizi comprende:


Costi per servizi (migliaia di Euro)
Descrizione Trasporto e provvigioni Marketing & Servizi da Clienti Servizi Finanziari Utenze Saldo al 31/12/2010 89.248 110.608 477 17.849 4.205 6.935 2.288 25.801 497 10.630 268.538 Saldo al 31/12/2009 89.902 114.535 440 19.103 4.239 8.243 2.783 21.028 728 7.417 268.418

Altri ricavi e proventi


Gli altri ricavi e proventi, pari a 14.059 migliaia di Euro, sono dettagliati nella seguente tabella:
Altri ricavi e proventi (migliaia di Euro)
Descrizione Contributi in conto esercizio Contributi Consumer Collection Plusvalenze da alienazioni Materiali di confezionamento Recuperi logistici Recuperi spese promo-pubblicitarie Proventi immobiliari Securitization Altri ricavi Totale Saldo al 31/12/2010 918 157 990 3.435 1.128 2.248 162 0 5.021 14.059 Saldo al 31/12/2009 1.180 700 658 1.836 1.449 1.902 212 52 3.191 11.180

Servizi generali Manutenzioni Facchinaggi Terziarizzazioni Compensi Organi Sociali Altri Servizi Totale

I compensi spettanti agli Amministratori ed ai membri del Collegio Sindacale nel 2010 sono i seguenti:
Compensi per amministratori e sindaci (migliaia di Euro)
Compensi Amministratori Compensi Sindaci Numero 11 3 Importo 354 143 497

Totale

I costi per godimento beni di terzi sono cos composti:


Costi per godimento beni di terzi (migliaia di Euro)
Per godimento beni di terzi Locazioni Noleggi Leasing Altri Totale Saldo al 31/12/2010 3.057 3.411 4.071 690 11.229 Saldo al 31/12/2009 3.765 2.431 4.566 649 11.411

33 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

I costi per il personale ammontano complessivamente a 65.853 migliaia di Euro e si sono ridotti di 4.446 migliaia di Euro rispetto allanno precedente per effetto della diminuzione della forza lavoro. Il numero medio dei dipendenti in forza al 31 dicembre 2010 il seguente:
Numero medio dipendenti
Organico Dirigenti Quadri ed Impiegati Operai Totale 31/12/2010 41 544 734 1.319 31/12/2009 42 629 794 1.465

Proventi e oneri finanziari


Il saldo della gestione finanziaria risulta negativo per 4.415 migliaia di Euro (era negativo per 7.271 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). I proventi finanziari, pari a 888 migliaia di Euro, sono cos articolati:
Proventi finanziari (migliaia di Euro)
Proventi da Partecipazione di cui da altre imprese Totale Proventi da Partecipazione Interessi Attivi da controllate di cui da imprese controllate Totale Interessi Attivi da controllate Interessi Attivi da controllante di cui da imprese controllanti Totale Interessi Attivi da controllante Interessi attivi su titoli b)  da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni c)  da titoli iscritti nellattivo circolante che non costituiscono partecipazioni Totale Interessi attivi su titoli Interessi attivi da banche Interessi attivi da banche Totale Interessi attivi da banche Interessi attivi su credito iva Interessi attivi su credito iva Totale Interessi attivi su credito iva Altri Altri Totale Altri Totale Saldo al 31/12/2010 21 21 101 101 1 1 117 0 117 128 128 385 385 135 135 888 365 365 1.450 628 628 113 113 3 216 219 10 10 80 80 35 35 Saldo al 31/12/2009

Ammortamenti e svalutazioni Limporto degli ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali ammonta a 14.004 migliaia di Euro, mentre gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali sono pari a 19.705 migliaia di Euro. Si proceduto ad accantonare al fondo svalutazione crediti un importo di 4.580 migliaia di Euro in riferimento ai crediti commerciali valutati inesigibili o di difficile recupero della Societ.
Gli altri accantonamenti includono: il valore dei premi per incentivazione e del salario variabile di 3.147 migliaia di Euro destinati ai dipendenti di competenza dellesercizio che sar erogato nel 2011; il valore dei buoni sconto elargiti nel 2010 che saranno pagati nel 2011 per 34 migliaia di Euro. La voce oneri diversi di gestione comprende:
Oneri diversi di gestione (migliaia di Euro)
Categorie Perdite da alienazione Oneri tributari Contributi associativi Oneri div Promo-pubblicitari Altri oneri Totale Saldo al 31/12/2010 45 791 651 2.164 1.245 4.896 Saldo al 31/12/2009 81 828 797 2.660 1.462 5.828

Gli oneri finanziari, pari a 5.306 migliaia di Euro, sono di seguito dettagliati:
Oneri finanziari (migliaia di Euro)
Descrizione Interessi passivi controllate Interessi passivi controllanti Interessi passivi e comm.ni a banche Interessi passivi ad altri finanziatori Altri Totale Saldo al 31/12/2010 6 50 4.524 0 726 5.306 Saldo al 31/12/2009 1 113 7.795 245 557 8.711

34 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Rettifiche di valore di attivit finanziarie


Il saldo comprende: ladeguamento del fondo svalutazione dei titoli classificati nella voce immobilizzazioni finanziarie, che ha determinato la rivalutazione di 203 migliaia di Euro; la svalutazione della partecipazione in Nuova Scena per 61 migliaia di Euro.

di Centrale del Latte di Vicenza per 499 migliaia di Euro; la svalutazione del finanziamento concesso a Sisag S.r.l. (Societ Italiana di Sviluppo Agroalimentare) per 193 migliaia di Euro.

Imposte dellesercizio
La voce comprende: imposte correnti dellesercizio per 6.679 migliaia di Euro (rispetto a 13.686 migliaia di Euro dellesercizio precedente); imposte differite attive e passive, di segno negativo, per 2.526 migliaia di Euro (rispetto a 1.304 migliaia di Euro di segno negativo dellesercizio precedente). Le imposte sul reddito dellesercizio comprendono le imposte correnti, corrispondenti a 3.721 migliaia di Euro per IRES, e 2.958 migliaia di Euro per IRAP. Le imposte differite attive e passive, di segno negativo, derivano dalla somma algebrica delle seguenti componenti: imposte differite attive: accantonamento di 3.008 migliaia di Euro e reversal di 5.613 migliaia di Euro; imposte differite passive: reversal delle imposte differite passive contabilizzate nel precedente esercizio per 78migliaia di Euro. Non si proceduto ad accantonare nuove imposte differite. Riepilogando:

Proventi e oneri straordinari


I proventi straordinari comprendono principalmente le seguenti voci: la plusvalenza intercompany derivante dal conferimento a Zeroquattro S.r.l. per 5.151 migliaia di Euro; le sopravvenienze rilevate al fine di stornare laccantonamento del costo del salario variabile non utilizzato per 1.425 migliaia di Euro; sopravvenienze attive per rettifiche operate su poste iscritte nei confronti di clienti e fornitori di competenza di esercizi precedenti per 960 migliaia di Euro; le sopravvenienze derivanti dallo stralcio del debito verso la Procedura concorsuale del Gruppo Yomo per 512 migliaia di Euro, per accordi tra le parti; le sopravvenienze attive per gli ATP conferiti a Zeroquattro s.r.l. per 181 migliaia di Euro; la sopravvenienza attiva derivante dalla chiusura delloperazione di chiusura della promozione Consumer collection per 178 migliaia di Euro. Gli oneri straordinari comprendono principalmente le seguenti voci: laccantonamento di 2.384 migliaia di Euro operato a fronte degli oneri stimati in riferimento al piano di riorganizzazione del personale; sopravvenienze passive da clienti e fornitori per 1.858 migliaia di Euro; laccantonamento a titolo prudenziale a fronte della verifica della Guardia di Finanzia effettuata nel 2010 per 1.684migliaia di Euro; laccantonamento operato a fronte dei rischi attesi su cause legali per 1.386 migliaia di Euro; la minusvalenza realizzata sullalienazione delle azioni

Imposte dellesercizio (migliaia di Euro)


Descrizione Imposte correnti IRAP IRES Imposta sostitutiva Totale Imposte Correnti Imposte differite Imposte differite attive al netto del reversal Imposte differite passive al netto del reversal Totale Imposte differite Totale Saldo al 31/12/2010 2.958 3.721 0 6.679 2.604 (78) 2.526 9.205 1.838 (534) 1.304 14.990 4.188 9.299 199 13.686 Saldo al 31/12/2009

35 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Laccantonamento delle imposte differite attive contabilizzate nel periodo chiuso al 31 dicembre 2010, pari a 3.008 migliaia di Euro principalmente riferito a: imposte sullaccantonamento del fondo svalutazione crediti tassato per 1.052 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo salario variabile per 866 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo rischi per 435 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo oneri per 655 migliaia di Euro. Il reversal delle imposte differite attive contabilizzate nel periodo chiuso al 31 dicembre 2010, pari a 5.613 migliaia di Euro, composto principalmente da: imposte sullutilizzo del fondo svalutazione crediti tassato per 580 migliaia di Euro;

imposte

sullutilizzo di fondi oneri stanziati in esercizi precedenti per 288 migliaia di Euro; imposte sullammortamento di marchi non dedotto in precedenti esercizi per 100 migliaia di Euro; stralcio delle imposte differite attive iscritte in precedenti esercizi, per 4.645 migliaia di Euro, per le quali non si ritiene sussista la ragionevole certezza della recuperabilit nellesercizio nel quale presumibilmente si riverseranno. Il reversal delle imposte differite passive pari a 78 migliaia di Euro relativo per 75 migliaia di Euro alla quota di competenza dellesercizio dei compensi riconosciuti da Calabrialatte a Granarolo in relazione alla ripartizione degli oneri della promozione consumer collection. Le seguenti tabelle riportano la riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico:

36 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

IRES - Riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico (migliaia di Euro)
Risultato prima delle imposte Onere fiscale teorico (aliquota dellesercizio 27,5%) Aliquote per fiscalit differita - periodo dimposta 2010

18.572 5.107 27,5%


con calcolo imposte differite Importi parziali Importi totali


senza calcolo imposte differite Importi parziali Importi totali

Differenze temporanee in aumento del reddito imponibile Accantonamento fondo svalutazione crediti tassato Accantonamento fondo salario variabile Accantonamenti fondo oneri del personale Accantonamenti straordinari fondi rischi Accantonamento fondi indennit di clientela agenti Accantonamenti ordinari fondi rischi Accantonamenti ordinari per oneri Accantonamenti straordinari per oneri Compensi sindaci Imposte deducibili per cassa Utilizzo fondi oneri Consumer Utilizzo fondi oneri Utilizzo fondo salario variabile Utilizzo fondo rischi vari Utilizzo fondo indennit di clientela tassato Utilizzo fondo svalutazione crediti tassato per perdite deducibili Spese di rappresentanza Ammortamento marchi non deducibile (tassato in precedenti esercizi) Riaddebito Consumer Totale costi per spese telefoniche Totale costi per autovetture non deducibili Spese di rappresentanza Contravvenzioni Iva su omaggi ICI Sanzioni Contributi associativi Liberalit Altri oneri straordinari Sopravvenienze passive Ammortamenti non deducibili Canoni di leasing immobiliari indeducibili (30% per scorporo aree) Svalutazione partecipazioni Altre differenze Dividendi Utili da partecipazione Proventi da operazioni straordinarie Spese di rappresentanza Compensi sindaci Ammortamenti deducibili Altre differenze Deduzione Irap da Ires Imponibile fiscale Imposte anticipate Imposte anticipate riversate nellesercizio Stralcio imposte anticipate Imposte differite Imposte differite riversate nellesercizio 3.826 3.148 2.384 1.386 1.398 2.108 1 317 239

10.744 3.500 13.531 3.721 (2.954) 955 4.645 0 (66) 257 120 35 1.684 27 67

2.190

Rigiro delle differenze temporanee in aumento da esercizi precedenti

3.824 1.769 2.974 5.701 236 75

10.754

Rigiro delle differenze temporanee in diminuzione da esercizi precedenti Differenze permanenti

239 0 240 422 63 4 160 512 13 46 8 741 2.183 2.181 256 61 2 (13) (7) (5.151) (100) (32) (1.259) (113) (352)

0 (135)

Detassazione ex legge Tremonti ter IRES dellesercizio (aliquota del 27,5%)

Imposte differite ed anticipate Totale IRES

2.580 6.301

37 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

IRAP - Riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico (migliaia di Euro)
A) Differenza tra valore e costi della produzione B) Costi non rilevanti ai fini IRAP Costi del personale Totale Sval. crediti attivo circ. e disp. Liq Accantonamenti per rischi su crediti Altri accantonamenti per rischi indeducibili 65.853 4.580 120 3.182 22.772 73.736 96.507 A + B 3.764 C * 3,9%
senza calcolo imposte differite Importi parziali Importi totali Importi totali

C) Imponibile teorico D) Onere fiscale teorico (aliquota dellesercizio 3,9 %)


con calcolo imposte differite Importi parziali

Differenze temporanee in aumento del reddito imponibile Accantonamento fondi indennit di clientela agenti Ammortamenti non deducibili Compensi sindaci Imposte deducibili per cassa Altre differenze Utilizzo fondo indennit di clientela tassato Utilizzo fondi oneri Spese di rappresentanza Compensi sindaci Spese di rappresentanza Ammortamento marchi non deducibile (tassato in precedenti esercizi) Compensi amministratori e sindaci co.co.co Compensi co.co.co. Prestazioni occasionali Spese autovetture Contravvenzioni Iva su omaggi Riaddebito consumer ICI Sanzioni Contributi associativi Liberalit Interessi impliciti su canoni di leasing Sopravvenienze attive imponibili IRAP Compensi amministratori Altri oneri straordinari Visite mediche, mensa, viaggi e trasferte Recupero personale distaccato Contributi Inail Deduzione cuneo fiscale Deduzione costo per personale diversamente abile e apprendisti Imponibile fiscale Imposte anticipate Imposte anticipate riversate nellesercizio Imposte differite Imposte differite riversate nellesercizio 1 317

0 75.845 2.958 (54) 12 0 (12) (54) 2.904 258 2.181 48 67 55

2.609

Rigiro delle differenze temporanee in aumento da esercizi precedenti

0 75

75

Rigiro delle differenze temporanee in diminuzione da esercizi precedenti

318 32 100 1.259

1.391

Differenze permanenti

0 325 304 0 319 4 160 239 512 13 46 8 402 2.347 (70) (279) (1.910) (427) (772) (21.273) (1.436)

(21.488)

IRAP dellesercizio (aliquota del 3,9%)

Imposte differite ed anticipate Totale IRAP

38 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Altre informazioni
Cause pendenti 1) Con sentenza depositata a novembre 2008 la Corte dAppello di Milano ha dichiarato, per intervenuta prescrizione dei diritti azionati, la nullit dei lodi arbitrali con i quali erano stati riconosciuti i diritti di indennizzo di Granarolo, per 1.658 migliaia di Euro, conseguenti allacquisizione del 100% delle azioni di V.S.G. S.p.A avvenuta nel 2000. Sulla base della citata sentenza Granarolo S.p.A. tenuta in via provvisoria a restituire parte degli importi percepiti. Alla luce della giurisprudenza in essere e confortati dal parere del legale incaricato, che individua la possibilit di una riforma della suddetta sentenza, stato notificato alle controparti ricorso per Cassazione in data 16.4.2009. La causa stata iscritta a ruolo il 4.5.2009 e si in attesa della fissazione delludienza di discussione. In attesa dellesito del giudizio di Cassazione, a fronte dellefficacia esecutiva della sentenza della Corte dAppello di Milano, si provveduto con lassenso dei creditori al versamento soltanto parziale delle somme. Inoltre si provveduto alla costituzione di forme di garanzia verso i creditori sempre con lassenso dei medesimi.
2) stata promossa la causa da un creditore di Verbano Gruppo Alimentare S.p.A., di seguito VGA, con cui si richiede il pagamento del 40% del suo presunto credito. Granarolo S.p.A. (attraverso Prima natura S.r.l.) ha garantito il concordato preventivo di VGA che si chiuso il 30.01.1992 e che successivamente stata dichiarata fallita in data 06.10.1994, con procedura chiusa in data 22.02.1996 per mancanza di attivo. Al momento dellammissione di VGA al concordato preventivo e al momento della chiusura del concordato preventivo, il credito dellattore non era certo ed era subordinato allesito di una causa pendente, che si chiusa addirittura dopo la chiusura del fallimento della VGA con una sentenza che ha solo accertato una responsabilit della VGA per la risoluzione di un contratto, ma non ha quantificato alcun danno. Pertanto la domanda appare totalmente infondata, anche perch ormai prescritta qualsiasi obbligazione assunta da Granarolo in relazione al concordato preventivo di VGA. La causa, pendente avanti il Tribunale di Bologna, stata trattenuta in decisione alludienza del 21.10.2010. 3) stata promossa da Lori s.r.l. contro Sail S.p.A. (ora incorporata in Granarolo S.p.A.) avanti il Tribunale di Foggia la causa con cui viene richiesto un risarcimento danni per 4.500 migliaia di Euro per pretesa inadempienza di Sail a un contratto di compravendita di un suolo edificatorio. La domanda di controparte appare di difficile accoglimento, in quanto la posizione di Sail supportata dalla certificazione rilasciata dal Comune di Foggia in ordine alle caratteristiche urbanistiche del suolo in questione e allegata al contratto di compravendita. La causa chiamata alludienza del 13 aprile 2011 per le precisazione delle conclusioni. Allo stato attuale il rischio relativo alle suddette cause valutato remoto ovvero non determinabile e pertanto si ritenuto di non dover procedere alla quantificazione di alcuna passivit. 4) stata promossa da Stevilat s.r.l. e riassunta dal fallimento Stevilat s.r.l. avanti il Tribunale di Bologna la causa con cui viene richiesto il risarcimento del danno extracontrattuale da determinarsi in corso di causa asseritamente subito a seguito dellanticipato recesso da un contratto di fornitura esercitato da Granarolo. La causa stata avviata dopo la conclusione del giudizio arbitrale avvenuta con lodo del 4.1.2007 che, a seguito dellanticipato recesso dal citato contratto, ha accertato il residuo credito di Granarolo per forniture di materia prima e ha riconosciuto a Stevilat un risarcimento del danno contrattuale subito. La domanda di controparte appare non fondata e, quindi, di difficile accoglimento. Allo stato attuale il rischio relativo alle suddette cause valutato remoto ovvero non determinabile e pertanto si ritenuto di non dover procedere alla quantificazione di alcuna passivit. Bologna, 8 aprile 2011 Gianpiero Calzolari Presidente del Consiglio di Amministrazione di Granarolo S.p.A.

39 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO DESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2010 DELLA GRANAROLO S.P.A.
Ai sensi dellart. 2429 del Codice Civile

Signori Azionisti, il Collegio sindacale dichiara preliminarmente di rinunciare per lemissione della presente Relazione ai termini concessi dallart. 2429, comma 1 del c.c.. Il Collegio intende segnalare che: lAssemblea degli azionisti, nel rispetto della previsione di cui allart. 13 del D.Lgs. 39 del 27 gennaio 2010, ha conferito (nellesercizio 2010) sulla base di proposta motivata del Collegio sindacale lincarico triennale di revisione legale dei conti alla Societ di revisione Ernst & Young S.p.A.. Conseguentemente, relativamente allesercizio 2010, appartiene alle competenze di detta Societ lespressione di un giudizio professionale circa il fatto che il Bilancio di esercizio ed il Bilancio consolidato corrispondano alle risultanze delle scritture contabili e degli accertamenti eseguiti e che siano conformi alle norme che li disciplinano; sulla base dellart. 14 del citato D.Lgs. 39/2010 la Relazione sul Bilancio consolidato deve essere redatta dal Soggetto incaricato della Revisione legale dei conti, ivi compreso il giudizio sulla coerenza della Relazione sulla Gestione con il Bilancio (in questo caso sia per il Bilancio civilistico, che per il Bilancio Consolidato). A questo Collegio competono a norma dellart. 2403 del c.c. lobbligo di vigilare sullosservanza della legge e dello statuto, cos come sul rispetto dei principi di corretta amministrazione con particolare riferimento alladeguatezza dellassetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla Societ e sul suo concreto funzionamento. Circa lattivit di controllo espletata, il Collegio Sindacale intende darVi atto di quanto segue: 1. abbiamo svolto le funzioni di vigilanza affidate al

Collegio effettuando regolarmente le verifiche periodiche nel corso delle quali abbiamo proceduto alle ispezioni ed ai controlli ritenuti utili ed opportuni per accertare la correttezza degli adempimenti richiesti dalla Legge; 2. abbiamo partecipato, nel corso dellesercizio 2010, alle Assemblee sociali ed alle riunioni del Consiglio di Amministrazione verificando la conformit delle operazioni, deliberate e poste in essere, alle norme dello Statuto societario, Legislative e Regolamentari a cui sottoposta la Societ, anche in rapporto agli organi di controllo; 3. abbiamo ottenuto dagli Amministratori periodicamente informazioni sullattivit svolta e sulle operazioni di maggior rilievo economico, finanziario e patrimoniale effettuate dalla Societ, non rilevando operazioni atipiche e/o inusuali e potendo ragionevolmente affermare che le azioni deliberate e poste in essere sono state conformi alla legge ed allo statuto, non apparendo manifestamente imprudenti, azzardate, in potenziale conflitto di interesse o in contrasto con le delibere assunte dallAssemblea o tali da compromettere lintegrit del patrimonio sociale; 4. abbiamo acquisito conoscenza e vigilato, per quanto di nostra competenza, sulladeguatezza della struttura organizzativa della Societ e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione. Il Collegio ha inoltre valutato e vigilato - anche attraverso lo scambio di informazioni con i responsabili delle diverse funzioni aziendali interessate, oltrech con la Societ incaricata della Revisione legale dei conti - sulladeguatezza e funzionamento del sistema aministrativo-contabile, nonch sullaffidabilit di questultimo a rappresentare correttamente i fatti di gestione. Dalle risultanze dellindicata attivit di vigilanza non sono emerse anomalie degne di segnalazione nella presente relazione;

40 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

5. nel corso dellesercizio abbiamo rilevato leffettuazione di operazioni di natura ordinaria e ricorrente con alcune societ del Gruppo relativamente a rapporti di natura commerciale e finanziaria. Tali operazioni sono ritenute congrue e rispondenti allinteresse della Societ; 6. abbiamo incontrato i rappresentanti della Societ di Revisione legale Ernst & Young S.p.A., acquisendo, dagli stessi, informazioni in merito agli aspetti di loro competenza circa lambito dei controlli effettuati. Non sono emersi dati ed informazioni rilevanti che debbano essere evidenziati nella presente relazione. Dalla relazione dagli stessi emessa quale soggetto incaricato della Revisione legale dei conti non emergono rilievi; 7. abbiamo verificato direttamente ed a mezzo di informazioni assunte dalla succitata Societ di Revisione losservanza delle norme di legge inerenti il processo di formazione e di impostazione del Bilancio desercizio cos come della Relazione sulla Gestione e non abbiamo rilievi da segnalare nella presente relazione; 8. non sono pervenute denunce ex art. 2408 del codice civile, n esposti da parte di terzi; 9. abbiamo verificato che, secondo quanto disposto dal D.Lgs. n. 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali, entrato in vigore nel gennaio 2004, il Documento Programmatico sulla Sicurezza stato aggiornato nei termini di Legge; 10. ai sensi dellart. 2426 del c.c., n. 5, il Collegio Sindacale esprime il proprio consenso alliscrizione, nellattivo dello stato patrimoniale, dei Costi dimpianto e di ampliamento per Euro 467.709; 11. ai sensi dellart. 2426 del c.c., n. 6, il Collegio Sindacale esprime il proprio consenso alliscrizione, nellattivo dello stato patrimoniale, della voce Avviamento per Euro 34.912.552; Lattivit di vigilanza sopra descritta stata svolta in n. 7 riunioni del Collegio Sindacale ed assistendo alle riunioni del Consiglio di Amministrazione, che sono state tenute nel numero di 8. Il Collegio, nellinvitarVi ad approvare il bilancio dellesercizio 2010, cos come presentatoVi dal Consiglio di Amministrazione, esprime parere favorevole in merito alla proposta di destinazione dellutile desercizio pari a Euro 9.366.289.

Richiami dinformativa.
1. Imposte anticipate attive. I Vostri Amministratori nella Nota Integrativa Vi informano in merito al fatto che le Imposte anticipate attive risultano iscritte nellAttivo dello Stato patrimoniale per complessivi 11.011.000. Linformativa prosegue dando evidenza al fatto che nellesercizio 2010 la voce Imposte anticipate attive ha subito un decremento netto di 2.604.000 riferibile al saldo fra laccantonamento delle imposte anticipate (al netto del reversal) e lo stralcio a conto economico di 4.645.000 riferito ad imposte anticipate attive iscritte nei precedenti esercizi per 10.545.000. Tale stralcio stato effettuato in base ai risultati previsti dal Piano industriale 20112013 approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 16 novembre 2010. Sulla base di tale documento gli Amministratori hanno ritenuto che non sussistesse la ragionevole certezza del recupero da parte di Granarolo S.p.A. di parte del credito per Imposte anticipate attive presente nel Bilancio al 31 dicembre 2009, in quanto la Societ non realizzer redditi imponibili sufficienti ad assorbirlo. 2.  Informativa sulla verifica fiscale conclusasi in data 30 marzo 2011 Gli Amministratori informano nella Relazione sulla Gestione circa il fatto che a seguito di verifica fiscale conclusasi in data 30 marzo 2011, la Guardia di Finanza, Nucleo di Polizia Tributaria di Bologna, ha redatto nei confronti di Granarolo S.p.A. un processo verbale di constatazione, attraverso cui ha formulato un rilievo ai fini delle imposte sui redditi per il periodo dimposta 2006. Linformativa fornita dagli Amministratori prosegue precisando che stante lincertezza sullesito di un futuro accertamento, nonch la sussistenza di significativi elementi di difesa, si ritenuto di non accantonare alcuna posta per tale rilievo al fondo rischi fiscale iscritto in bilancio, anche in considerazione del parere dei consulenti fiscali della Societ. Ci in quanto non sussistono le condizioni di sufficiente certezza e probabilit delle eventuali passivit, n la possibilit di stimarne lammontare, condizioni, queste richieste dallart. 2423 bis e dai principi contabili ai fini dellistituzione di un apposito fondo rischi. La verifica di cui sopra si pone in continuit con la precedente chiusasi in data 30 aprile 2010 per la quale stata accantonata, a titolo prudenziale, la somma di 1.684 migliaia di Euro.

41 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

3.  Obbligo di redazione del Bilancio Consolidato e relativa Relazione dellorgano di controllo Il Collegio Vi evidenzia che la Societ ai sensi degli artt. 25 e seguenti del D.Lgs. 127/1991 - assoggettata allobbligo di redazione del Bilancio Consolidato. In merito allobbligo di emissione della Relazione su detto Bilancio da parte dellOrgano di controllo, Vi evidenziamo che ai sensi dellarticolo 14 del D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39 (entrato in vigore il 7 aprile 2010) la Relazione sul Bilancio consolidato deve essere redatta dal Soggetto incaricato della Revisione legale dei conti, ivi compreso il giudizio sulla coerenza della Relazione sulla Gestione con il Bilancio (in questo caso sia per il Bilancio ci-

vilistico, che per il Bilancio Consolidato). A seguito di quanto esposto, si evidenzia che i compiti di cui sopra competono al Soggetto incaricato della Revisione legale dei conti: Ernst & Young S.p.A.. Le Relazioni emesse da Ernst & Young S.p.A. sul Bilancio desercizio e sul Bilancio Consolidato non contengono rilievi. Bologna, 8 aprile 2011 IL COLLEGIO SINDACALE Roberto Chiusoli Chiara Ragazzi Franco Colombo

42 > Granarolo S.p.A. > Annual Report 2010 > Bilancio della Societ al 31/12/2010

Granarolo S.p.A. Sede sociale: Via Cadriano 27/2, 40127 Bologna welcome@granarolo.it www.granarolo.it C.F. 01660360601 P. Iva 04119190371