Sei sulla pagina 1di 55

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Questo corso un corso di tecnica e di impostazione operativa di utilizzo delle due principali videocamere nel mercato del Filmaking [..] La creativit la lascio a voi, che mi sembra giusto.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 Le maestranze [..]:

Workshop Filmaking -

Regista / responsabile artistico e tecnico professionale di un Film Assistente alla regia / Coordina gli ordini del regista con la troupe e il cast. (problemsolver) D.o.P. / Direttore della fotografia. Assistente di studio e location finder / si occupa di avere tutti gli strumenti pronti a girare al ciak del regista, il location finder deve proporre un luogo idoneo alle richieste del regista Operatore di Camera / l'operatore di macchina si occupa della cinepresa e muove la macchina secondo indicazione del regista, responsabile dei tempi e delle aperture Focus puller / controllo fuochi Segretario di edizione / assiste il regista nell'archiviazione e nella futura scelta dei take validi per il montaggio, controlla i tempi e il girato Attrezzizta/ assistente luci / cavi, reparto illuminotecnico

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 Panasonic 171 3.144,79


(adcom)

Workshop Filmaking -

+: Ottima usabilit ed ergonomia,


ottica grandangolare-tele integrata, audio integrato e ingressi esterni XLR

cosa tenere d'occhio per utilizzo video: Sensore: 3 CCD da 1/3" HD Formato di compressione: 100Mbps DVCProHD 4:2:2 Intra.Dimensione Formato : 1080/50i, 1080/60i 1080/25p (over 50i) 720/25pN 576/25p (over 50i Durata Max: 128 minutes su scheda da 64 1 slot fullhd

-: costo delle schede P2, parco

ottiche limitato a PL e Cinema Zeiss, Lenti standard di qualit media

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Canon 7D (solo corpo) 1.187,78 (Forniture


conti)

+/-: Ottima risoluzione [..] e

versatilit di linguaggio data dalla possibilit di accedere ad un parco di pi di un migliaio di ottiche senza adattatori. [..]Le lenti buone costano
Cosa tenere d'occhio per utilizzo video: Sensore: CMOS da 22.3 x 14.9 mm APS-C 18 mp Sensibilit Iso: 100-6400 Forrmato di compressione: MOV (Video: H.264, Audio: PCM lineare) Dimensione formato: 1920 x 1080 (29,97; 25; 23,976 fps) 1280 x 720 (59,94; 50 fps) 640 x 480 (59,94; 50 fps) Durata max.: 29 min. 59 sec.; dimensioni file max.: 4 GB

-: Scomodit di utilizzo in modalit

stand-alone [] , audio non integrato senza ingressi esterni

Attuale situazione

Come registrano le videocamere: Il supporto fisico di registrazione La dimensione / la risoluzione Il formato di compressione Il peso in Mb

- 3 cose da tenere sotto controllo:


Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Nastro magnetico*: Mini
mediaworld Sistema di sottocampionamento immagine: 4:2:0 (rapporto luminanza crominanza) Formati: DV, DVCAM e DVCPRO, HDV prodotti da Sony e Panasonic Dimensioni: SD 720 x 576, HDV 1440 x 1080 (1080i) e 1280 x 720 (720p) Bitrate* fisso a 25 megabit al secondo Il peso 1 gb = 4 minuti di registrazione SD 720x576

Workshop Filmaking DV
2.60

*comporta l'utilizzo di una apparato meccanico sia in registazione che in riversamento. Composto di meccaniche di avvolgimento e testine di lettura (possibilit di errore, archiviazione in real time) *ovvero la quantit di bit utilizzati per memorizzare ogni fotogramma del filmato

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Memorie solide: P2
361,00 adcom

Workshop Filmaking -

e-series* (32gb)

Sistema di sottocampionamento immagine: 4:2:2 (rapporto luminanza crominanza) broadcast TV Formati: HDTV (formato di compressione DVCPRO50) Dimensioni: Massima risoluzione HDTV 1920 x 1080 (a 50i o 25P) Bitrate fisso a 100 megabit al secondo (transfer rate fino a 1.2gb/s) Il peso 2 gb = 1 minuto di registrazione HDTV 1920x1080 50i Durata della clip consecutiva limitata solo dalla dimensione della scheda

* supporto utilizzato solo da Panasonic * come tutte le memorie solide basato su cicli di utilizzo

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Memorie solide: EXTREME FLASH

Workshop Filmaking Pro .290,00 fcf

Sistema di sottocampionamento immagine: 4:2:2 (rapporto luminanza crominanza) broadcast TV Formati: HDTV (formato di compressione
lineare) H.264, Audio: PCM

Dimensioni: Massima risoluzione HDTV 1920 x 1080 (25P) Bitrate fisso a (transfer rate 90 megabit al secondo ) Il peso 2 gb = 1 minuto di registrazione 1920x1080 50i Durata della clip consecutiva limitata solo dalla dimensione della scheda Sandisk Extreme PRO. Scheda di memoria professionale con velocit di 90 MB/s in scrittura e in lettura dati.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

La risoluzione / dimensione

Nel digitale in pixel, nell'analogico espressa in linee [convenzione di citare num. Linee nella verticale (576P=SD 720x576 progressivo ]

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

La risoluzione / dimensione

La variet di tutti i formati data da questo strumento di distruzione di massa:

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking INTERLACCIATA o PROGRESSIVA

La risoluzione / dimensione

Progressivo 1/25 di secondo accende dall'alto verso il basso tutti i pixel ( ex fosfori) Interlacciato 1/50 di secondo accende prima un semiquadro composto dalle righe dispari e poi di quello pari (evitando cos lo sfarfallio)

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Il formato di compressione

necessario per poter gestire il materiale che viene registrato attraverso i diversi codec/algoritmi proprietari delle case di produzione delle video camere. Canon si appoggia allo standard di Quicktime H.264 Panasonic sviluppa un suo codec che il DVCPro50 oppure AVC-intra

Tutti i formati sono convertibili una volta archiviati o riversati in montaggio ! Basta avere un driver o un codec che lo legga all'interno della stazione di montaggio Ma utile ottimizzare i tempi capendo quale standard si interfaccia meglio con il mio sistema di montaggio, di solito il pi indicato e quello che mi fa fare meno processi di conversione.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


CONTROLLO DELLE IMPOSTAZIONI DI BASE
Controllare quanta luce entri nella videocamera, modificando le impostazioni del velocit dell

Workshop Filmaking -

diaframma e la

otturatore Variare il bilanciamento del bianco per ottenere l effetto desiderato


Aggiungerei anche la sensibilit

o guadagno

Usare la messa a fuoco manuale e/o escludere la stabilizzazione dell immagine

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IL DIAFRAMMA (o IRIS)
un componente interno dellobiettivo, di norma circolare, che regola o limita la quantit di luce che passa attraverso le lenti fino al sensore/chip , sia che si tratti di un CCD o CMOS Nelle videocamere si controlla in F.stop . (f. 2.8, f 5.6, f16) Quando nei display vedete questa sigla stiamo parlando di apertura del diaframma. Pi il numero alto pi le lamelle del diaframma sono chiuse e quindi meno luce ricever il mio sensore

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IL DIAFRAMMA
Si usa nel momento in cui le condizioni di luce non sono costanti Quando si adotta la regolazione automatica, l esposizione del video verr modificata in modo automatico, in base alla luce Il comando per la regolazione si pu trovare o su una rotella a lato della camcorder o sulla ghiera dell obiettivo;

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IL DIAFRAMMA E LA PROFONDITA DI CAMPO
Il diaframma agisce anche sulla profondit di campo (PC), ovvero la porzione di campo a fuoco insieme al soggetto. Risulter tanto pi ampia quanto minore lapertura del diaframma. Ergo - La PC si estende 1/3 avanti e 2/3 dietro il soggetto - Un grandangolare ha PC maggiore di un teleobiettivo (si dice anche in termini video che ha un fuoco corto) - Pi lontano il soggetto maggiore la PC - Il diaframma chiuso aumenta la PC, aperto la diminuisce Il principio di funzionamento identico a quello della macchina fotografica:

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


LO SHUTTER o (OTTURATORE)
Il camcorder ha al suo interno un dispositivo elettronico che ha il compito di controllare per quanto tempo il sensore/chip resta esposto alla luce; leggermente diverso dall'otturatore della macchina fotografica che un dispositivo meccanico che controlla per quanto tempo la pellicola resta esposta alla luce mentre lo shutter nelle camere da impulsi elettrici al sensore ccd o cmos di restare ricettivo per un determinato tempo; nel corpo umano: la pupilla il diaframma mentre l otturatore la palpebra

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


LO SHUTTER o (OTTURATORE)
Nelle videocamere si controlla in millesimi di secondo (1/60, 1/125, 1/500, 1/1000) Quando nei display vedete questa sigla stiamo parlando di tempi di esposizione. Pi il numero alto pi passaggi di otturatore ci saranno in un secondo e dunque meno luce ricever il mio sensore della camera Oltre a regolare l'ingresso di luce: La funzione pi importante dellotturatore, stabilire la dose di nitidezza che ogni fotogramma video deve mantenere; La quantit di movimento dell immagine detta mosso e pu incidere enormemente sullo stile e l atmosfera di un video.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


LO SHUTTER o (OTTURATORE)
Alti valori dello shutter (maggiori di 1/250 di secondo) migliorano qualit e definizione dellimmagine, soprattutto con immagini in movimento

Workshop Filmaking -

Bassi valori consentono di catturare immagini in situazioni di luce bassissima o creare sugli oggetti in movimento effetti sfocati particolari.

Il tempo massimo di shutter non potr mai superare 1/25, lo shutter digitale detto slow-shutter ti permette di avere un effetto di scia tipo alla Lucignolo, (quella brutta trasmissione su italia 1)

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Nel caso in cui anche alla massima apertura la luce sia insufficiente, si ricorre al guadagno/gain (nelle macchine semplici automatico) che incrementando lamplificazione del CCD porta allo scadimento delle immagini, disturbate da un effetto neve. Il comando si trova sulla camcorder in un pulsantino con la scritta gain

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IL BILANCIAMENTO DEL BIANCO
La telecamera influenzata dai vari tipi di luce che hanno temperature di colore differenti per questo presente un selettore (o una voce di menu) che permette di scegliere tra alcuni valori pre-impostati: Auto: un automatismo ri-bilancia continuamente Indoor: tarato per illuminazione con lampade a filamento (3200 gradi Kelvin) Outdoor: tarato per illuminazione solare (5400 gradi Kelvin)

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IL BILANCIAMENTO DEL BIANCO
MA.. Si pu scegliere di effettuare manualmente il bilanciamento; Prendendo come riferimento un area bianca (generalmente un foglio bianco) e premendo lapposito pulsante di taratura; andr ovviamente ripetuto ogni volta che muta le condizioni di illuminazione.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


LA STABILIZZAZIONE DELL IMMAGINE
permette l'acquisizione di immagini e video senza il tremolio involontario creato dalla mano o dalla nostra respirazione, donando alle immagini una nitidezza maggiore. Eusato sia nelle fotocamere che nelle videocamere. Esistono due tipologie di stabilizzazione: Ottica: per le videocamere d alta fascia, generalmente un elemento supplementare; utilizza un elemento dedicato nell obiettivo, che si sposta in base al movimento della telecamera, in rapporto al soggetto che si sta riprendendo (OIS)

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 IL LINGUAGGIO: L' inquadratura


L'inquadratura in italiano ha 2 significati: 1. intende lo spazio visivo abbracciato dalla macchina da presa (da intendersi come una fotografia dello spazio che intendiamo raccontare) 2. la serie di fotogrammi ottenuti da una singola ripresa (shot) o (take) DA NON CONFODERSI CON LA SCENA

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


PERCHE' Ogni inquadratura parte dal momento in cui premiamo il pulsante di avvio fino a quando fermiamo la ripresa con stop. La scena invece l'insieme di pi inquadrature che hanno la stessa unit di luogo e di tempo. Esempio: una persona parla, noi la riprendiamo prima di fronte, poi di lato, infine ancora di fronte. Le tre riprese (fronte / lato / fronte) sono inquadrature, l'insieme delle tre riprese una scena.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 IL LINGUAGGIO: le principali inquadrature


Si dividono in : Piani sono inquadrature concentrate sulla figura umana che mostra la propria totalit di dettagli Campi sono inquadrature in cui si da maggior risalto allo spazio circostante dove, se presente, si muove la figura umana.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IN RIFERIMENTO ALLA FIGURA UMANA (piano) * conviene tagliare dalle articolazioni
Particolare/PART: parte molto ristretta e quindi ravvicinata che possiamo inquadrare: un occhio a tutto schermo, il petalo di un fiore, una fotografia ripresa da un giornale. Primissimo piano/PPP: inquadratura centrale di un viso (non del tutto intero). Primo piano/PP : riprendo il viso completo ed il collo della persona. Mezza figura/ MF: llargo e riprendo anche le spalle e mezzo busto della persona (come nei vecchi telegiornali). Piano Americano/ PA: nato ad Hollywood, per riprendere fino alle ginocchia e far vedere il cinturone e la pistola. Figura intera/ FI

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


IN RIFERIMENTO ALL'AMBIENTE (campo)
Dettaglio/ DETT Campo Medio/ CM : Al centro ci sono i personaggi Campo Totale/ CT: E' come un campo medio ma che presenta tutto l'ambiente Campo Lungo/ CL: I personaggi si vedono, ma il centro il paesaggio Campo Lunghissimo/ CLL: I personaggi si perdono, sono irriconoscibili.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


PART CM

Workshop Filmaking -

TOT

CLL CL

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Ovviamente ogni piano ha un suo linguaggio
e quindi un suo uso specifico da parte del regista; ma da un punto di vista pratico ha pure una sua durata ottimale. Uninquadratura deve durare il tempo che serve allo spettatore per capirla nel suo messaggio e appropriarsi dei particolari pi caratteristici. *D'accordo un aspetto che riguarda il montaggio ma quando
giriamo dobbiamo tener presente che nei campi totali avvengono spesso delle azioni (tram che passano, finestre che si aprono) cercheremo quindi di raccogliere immagini di maggiore durata per poi avere possibilit di scelta in montaggio.

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


CLL : per poter cogliere i particolari servono 12/15Sec CL: 10/12Sec CM: 6/8Sec PA: 4/6Sec

Workshop Filmaking -

PP : 2/4Sec PPP :1/2Sec

* oggi i tempi di percezione si sono notevolmente ridotti per percepire una scena servono almeno 5 fotogrammi .ma si rasenta il subliminale

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Si ritorna a bomba sulla modalit di ripresa soprattutto a mano
In ordine: - stabilit -

Workshop Filmaking -

scelta del soggetto o dell'inquadratura (3 secondi) per la durata della inquadratura o dell'azione o del movimento di

- pre-roll

- registrazione

camera

- post-roll (3 secondi)
Evitare: -

comportamenti schizofrenici con immagini della durata di meno di 3 secondi

- flussi di coscienza di che vedono differenti inquadrature nella stessa e movimenti difficili da circoscrivere

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 L'angolazione


il punto di vista della macchina da presa rispetto all'inquadratura. Si pu distinguere in:

Workshop Filmaking -

Posizione normale: la macchina di faccia ai personaggi e alla loro altezza. la


posizione pi comune e corrisponde ad un modo neutro di rappresentare le cose. (Reale, di ascolto)

Angolazione dall'alto : la macchina da presa si trova pi in alto rispetto alla

scena, La scelta di questa angolazione pu dipendere dal fatto che essa consente di evidenziare un'azione o un oggetto, tutta via pu produrre un'effetto di schiacciamento dei personaggi. (picchiata, sminuisce il valore dell'intervistato)

Angolazione dal basso : Posizione inversa, dal basso spesso con effetti di
esaltazione del personaggio, di amplificazione della loro importanza (solennit e autorevolezza)

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2 L'inclinazione


Per lo pi gli oggetti o i soggetti sono ripresi parallelamente rispetto ai margini laterali del quadro (inclinazione normale)

Workshop Filmaking -

possibile, per, che essi vengano filmati in modo da apparire inclinati a dx o a sx. Le volte questa inclinazione viene utilizzata per comunicare una percezione alerata della realt da parte di un personaggio o accentuare l'anormalit o l'ambiguit di una situazione. Altre volte i clienti per cui lavori ti chiedono di fare delle riprese sbollate per dare al prodotto un immagine pi dinamica, fresca...le Iene cos insegnano.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

La composizione del quadro

La fotografia, la pittura ha sempre fatto riferimento alle PESATURE COMPOSITIVE cioil rapporto tra linee, forme e campiture di colore esistenti nell'immagine statica

Anche il cinema direzionato da linee e disposizioni di volumi e questo implica la necessit di comporre l'inquadratura in modo che crei dei valori di simmetria e armonia utili all'interpretazione dell'immagine.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


COMPOSIZIONE
Se questo il nostro mirino losservatore porr lattenzione maggiore sui quattro punti segnati. Per questo bene mettere il soggetto in corrispondenza di essi Per lo stesso motivo si soliti mettere lorizzonte a 1/3 o 2/3. Mai dividere il fotogramma a met in un panorama E importante tenere docchio lintera inquadratura, non solo il soggetto. Nascondere ogni oggetto che abbruttisca limmagine e fare attenzione che linquadratura sia diritta rispetto a pali muri o cose simili

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


CONSIGLI FINALI SULLA COMPOSIZIONE
- Se il soggetto in primo piano guarda verso sinistra, lasciate aria a sinistra dellinquadratura,analogamente per la destra, per bassosinistra e cos via. - Se state seguendo un personaggio che cammina ampliate questa regola, lo spettatore deve vedere lo spazio che a breve il soggetto raggiunger - Se qualcuno deve entrare in scena, predisponete linquadratura per accoglierlo

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


LAVORARE CON LE LUCI
Servirsi della luce per valorizzare il video, utilizzando ed imparando a conoscere a fondo la luce naturale; Sapere quando e che tipo di luce aggiungere/luce artificiale ( es.morbida, dura,di riempimento)
Luce morbida Luce dura

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Per fare buone riprese serve tanta luce; si misura in Lux sotto 200lux non ha senso fare riprese a meno non siano eventi irripetibili da documentare per forza!. Con una telecamera molto buona non si scende sotto i 20Lux. Alcuni riferimenti:

Workshop Filmaking -

Lampada per bicicletta 2 W 18 Lampada ad incandescenza 100 W 1250 Lampada fluorescente a risparmio energ L 40 W 3200 Giornata estiva soleggiata 100000 giornata estiva cielo coperto 20000 Strade (notte) 30

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

Luce Neutra: una luce che fa vedere senza farsi vedere Luce Marcata: che non si limita ad illuminare le cose ma
si mostra in quanto presenza fisica. Per esempio un illuminazione che accentua gli effetti di chiaroscuro si accompagna generalmente a situazioni cariche di drammaticit

Luce diegetica : data dalle fonti di luce inserite come


oggetti dell'inquadratura (finestre, candele, lampadari e lampade)

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


la luce si trova dietro la telecamera e va dritta in faccia al soggetto. Il risultato spesso poco soddisfacente perch l'inquadratura sembra piatta, cio perde in profondit. * ho notato nei miei lavori nel campo della moda che gli occhi delle modelle a volte risultano leggermente socchiusi per via della luce che li colpisce

Workshop Filmaking Luce frontale

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


tipicamente il sole di mezzogiorno. Anche in questo caso l'immagine sembra piatta e le ombre sono corte e scure. Adatta per forme geometriche se desiderate effetti particolari, non molto per le persone a causa dell'evidente aumento delle occhiaie e dell'ombra sul mento

Workshop Filmaking Luce dall alto

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking Luce dall alto

schiaccia molto il soggetto ma pu essere interesante nella moda spesso utilizzata per i formati dei cartelloni pubblicitari stile banner /

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking Luce dal basso:

usata per creare effetti drammatici, specie nelle riprese di persone, se poi anche l'inquadratura va nella stessa direzione abbiamo ancor pi drammaticict

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking Controluce

si usa per effetti particolari e serve per evidenziare i contorni del soggetto ripreso

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking Luce laterale

permette di evidenziare superfici ruvide con piccoli particolari. Il livello di profondit elevato, ma per i ritratti preferibile una luce meno tagliata, le ombre in questo caso sono troppo marcate

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking Luce laterale/frontale:

a circa 45. ottimo compromesso tra i lilluminazione frontale e quella laterale, dato che mantiene un forte senso di profondit, ma con ombre meno evidenti, (o un pannello riflettente bianco, o ancora meglio dorato se la ripresa deve avere toni caldi) dalla parte opposta, che le attenui. Per i ritratti l'ideale nelle pi comuni situazioni, e dato la sua semplicit molto usata in campo giornalistico o nelle dirette televisive.

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


Luce principale (luce chiave): la luce principale che illumina il soggetto, la fonte di luce pi forte Luce di riempimento: si usa per diffondere la luce sul soggetto attenua le ombre nette create dalla luce principale, di norma ha una potenza minore rispetto alla luce principale. Luce posteriore: viene utilizzata per illuminare la parte posteriore del soggetto in modo da "staccare" il soggetto dallo sfondo, spesso si sostituisce con pannelli riflettenti

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2


MEMORANDUM : cosa erve in studio o quando si esce Kit di luci portatile: luci al tungsteno o alogene da posizionare su uno stativo; sono luci dotate di uno schermo resistente al calore e che riflettono la luce. Si posizionano nella parte superiore della videocamera. Morsetti: del tipo a molla, che servono per sorreggere teloni, sfondi ed il necessario da appendere sul posto Grandi manifesti e riflettori orientabili:per riempire le ombre Il nastro adesivo telato Prolunghe: fondamentali per illuminare una scena

Workshop Filmaking -

Tecnica e utilizzo di ripresa DSLR e P2

Workshop Filmaking -

I sensori di camera CMOS e CCD


http://www.hyperreview.com/Fotografia/Riepilogo%20tecnologico%20sui %20sensori.htm http://www.appuntidigitali.it/7427/tipologie-di-sensori-digitali-introduzione-a-ccde-cmos/

Interlacciato o progressivo
http://www.danielerollo.com/video-interlacciato-o-progressivodifferenze-e-soluzioni-per-i-media-digitali/

Menzionate i passi successivi da intraprendere Distribuzione dei compiti