Sei sulla pagina 1di 14

In primo piano: .

19 Sindaci
contro la
camorra
pag 2-3

Il comune
organizza
pullman
per la
giornata della memoria
pag 5

PD in piazza per
questionario
pubblico.
pag 7

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
1
Legalità, 19 sindaci si impegnano a combattere la camorra

Alla vigilia della Giornata nazionale dell’Impegno e della


Memoria, in concomitanza con il quindicesimo
anniversario dell’uccisione di Don Peppino Diana, i
sindaci di 19 comuni della Provincia di Caserta, ... video

... provenienti dall’agro aversano e dall’agro caleno, si sono riuniti nella palestra
dell’Itc ‘Carli’ di Casal di Principe per firmare il protocollo d’intesa denominato “Uniti
per la legalità”.

Con il documento i sindaci si sono assunti l’impegno di istituire un osservatorio


intercomunale sulla criminalità organizzata. Di stanziare nei redigenti bilanci fondi da
destinare al sostegno delle vittime del racket, dell’usura e della violenza criminale e
di costituirsi parti civili nei processi a carico della criminalità organizzata. Il protocollo
potrà essere sottoscritto anche dai singoli cittadini presso le varie sedi comunali.

Alla cerimonia sono intervenuti il


patron di “Libera” Don Luigi
Ciotti, l’Arcivescovo di Aversa
Mario Milano, i genitori di Don
Peppino Diana (che il 19 marzo
saranno premiati con la medaglia
d’oro al valor civile, assieme ai
familiari del sindacalista
Federico Del Prete e
dell’imprenditore Domenico
Noviello, altre due vittime della
camorra), i rappresentanti di
“Libera” e del Comitato Don Diana, oltre a numerosi rappresentanti dei comuni, delle
forze politiche e sociali del territorio e cittadini.

Significativa la testimonianza di Antonio Tessitore, giovane affetto da Sla (Sclerosi


laterale amiotrofica, patologia degenerativa del motoneurone che paralizza
progressivamente la muscolatura volontaria) e assessore del Comune di Villa
Literno, che, attraverso un puntatore oculare e un sintetizzatore vocale, ha esordito:
“Non meravigliatevi se mi vedete qui in mezzo a voi, non sono un uomo di polso,
anzi il polso non riesco quasi a muoverlo, ma sono qui per ricordarvi che la camorra
colpisce tutti, specialmente i più deboli: donne, bambini, anziani e i disabili come
me”.

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
2
Tessitore ha sottolineato con forza
l’esigenza di sconfiggere la
camorra non solo nelle sue
espressioni più evidenti, ma
soprattutto nell’humus culturale
che rende fertile il suo terreno,
quella ‘mentalità camorristica’ che
è spesso più forte degli stessi
clan: “Come disabile ho
sperimentato sulla mia pelle cosa
vuol dire vivere in un territorio
dove i diritti vengono concessi come piaceri personali. È proprio in questa realtà
malata, dove lo Stato è assente, che si insinua la camorra. Ai nostri cittadini noi
dobbiamo garantire la legalità, esigerla prima da noi stessi, poi dallo Stato, è un
nostro dovere morale e civile. Non rassegniamoci”.

Al termine i sindaci si sono raccolti in corteo all'esterno dell'istituto e hanno iniziato


una fiaccolata che si è conclusa dinanzi la chiesa di San Nicola, che fu retta da Don
Peppino.

Notizia da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
3
Consiglio, approvati Bilancio e Piano opere pubbliche
CESA. Tre i punti all’ordine del giorno votati dal Consiglio
comunale nella seduta tenutasi martedì pomeriggio nella
biblioteca comunale.

In primis, l'Assise ha discusso dell’approvazione del piano triennale che, come ha


esposto il sindaco Vincenzo De Angelis, riguarderà la riqualificazione del campo sportivo,
la sistemazione del cimitero comunale, l’ampliamento della scuola elementare, la
ristrutturazione di piazza De Gasperi e la sistemazione di alcune strade, tra cui via
Madonna dell’Olio e via Matteotti. Per queste opere pubbliche sono già previsti i fondi del
Comune, mentre altre, facenti parte del parco progetti regionale, sono nella mani della
Regione Campania che dovrà decidere per i finanziamenti.

“Abbiamo utilizzato un criterio per amministrare in questi mesi. – ha affermato il primo


cittadino – Quando ci siamo insediati abbiamo pensato di dare dapprima una normalità al
paese cercando di sistemare alcune cose che proprio non andavano. Successivamente
siamo passati alla fase di programmazione dove stiamo cercando di rinnovare e promuove
il paese con una serie di opere pubbliche importanti”. L'esponente dell'opposizione Pino
Sarpo, che ha votato a favore del provvedimento, ha chiesto di affrettare i lavori della casa
comune di piazza De Gasperi che si protraggono oramai da troppo tempo.

Altro punto all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio dalla quale, però, l’opposizione
si è astenuta. A relazionare è stato l’assessore al Bilancio Stefano Verde che ha
affermato: “Il nostro è un bilancio molto positivo. Ciò vale a dire che abbiamo portato
avanti una politica tesa a non gravare sulle spalle dei cittadini ma allo stesso tempo
abbiamo cercato di ravvivare l’erario comunale. E' un bilancio che si qualifica per tre punti
fondamentali: un forte programma di investimenti del valore di 3 milioni di euro per
modernizzare il paese e rilanciare l’economia, anche correndo il rischio di non rispettare il
Patto di Stabilità; in secondo luogo resta il fatto che il bilancio chiude in positivo senza
aumentare le tasse, nonostante la detrazione di 59mila euro, e per farlo sono stati
fondamentali la razionalizzazione della spesa e la lotta all’evasione; infine, possiamo dire
di avere una struttura innovativa che ci permette di restare uno dei paesi con le tasse più
basse”.

Al termine, il socio della Pro loco di Cesa Luigi Angelino ha annunciato che a maggio ci
sarà una tre giorni dedicata alla musica lirica con la presenza della corale di Nizza e, per
la loro permanenza nel paese, l'associazione chiede ospitalità alle famiglie cesane

Notizia da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
4
“Giornata dell’Impegno e della memoria”, il Comune organizza pullman

CESA. In occasione del 15° anniversario dell'omicidio di don


Giuseppe Diana, l’Associazione “Libera” e il Comitato “don
Diana”, hanno organizzato, per giovedì 19 Marzo, la “Giornata
nazionale dell'Impegno e della memoria” a Casal di Principe.

In considerazione della straordinaria rilevanza sociale di quest’iniziativa, l’Amministrazione


comunale guidata dal sindaco Vincenzo De Angelis ha richiesto e ottenuto dagli organizzatori che
anche per Cesa fosse messo a disposizione un mezzo di trasporto per tutti coloro che sono
intenzionati a partecipare. Il pullman (50 posti) partirà alle ore 10 di giovedì 19 marzo da piazza De
Michele e chi intende usufruirne è pregato di recarsi al 2° piano del Centro Polifunzionale di piazza
De Michele e comunicarlo al responsabile della biblioteca comunale Pino Di Serio.

Il 19 marzo per ricordare Don Diana e le vittime della camorra

CASAL DI PRINCIPE. L’associazione Libera "Nomi e Numeri Contro le


mafie", quest’anno, nel 15° anniversario dell’uccisione di Don Peppe
Diana, ...

... sacerdote casalese ucciso dalla camorra nel giorno di San Giuseppe del 1994, il
prossimo 19 marzo a Casal di Principe vuoel ricordare tutte le vittime innocenti della
criminalità organizzata in provincia di Caserta.

La giornata della Memoria e dell’Impegno è solo la prima di una tre giorni che si terrà in
Campania, il 20 ed il 21 a Napoli. Il tema è: "L'etica libera - la bellezza. Riscattare la
bellezza, liberarsi dalle mafie".

A Casal di Principe giovedì 19 marzo per rivivere, da mattina fino a sera, in una festa di
colori, di speranze, di cittadinanza attiva e di responsabilità istituzionale sarà l’intera
Provincia di Caserta.
Sarà l’occasione per accogliere uomini e donne che, da ogni parte d’Italia, giungeranno
nelle piazze e nelle strade di un paese, in rappresentanza di un intero territorio, che non
vuole essere sopraffatto dal linguaggio della violenza e del sopruso, ma che vuole invece
puntare al cambiamento.

Una giornata di riflessione per un cammino di pace e giustizia sociale, che non può non
avere la Tua presenza ed il Tuo particolare.
Notizia da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
5
Processo Marino, la difesa chiede assoluzione del muratore cesano

CESA. Ennesimo colpo di scena al processo nei confronti di Vincenzo


Marino, originario di Cesa, accusato di tentato omicidio e rapina, la cui
udienza si è tenuta ieri dinanzi al Gup del Tribunale di Santa Maria
Capua Vetere.

Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato e già all'udienza scorsa, dopo che il Pubblico
Ministero aveva chiesto la condanna ad 8 anni di reclusione, c'era stato un primo elemento di
sorpresa. Il Gup, dottor Francesco Chiaromonte, dopo una lunga camera di consiglio, invece di
emettere la sentenza aveva deciso di riaggiornare il processo disponendo l'esame della persona
offesa. Per cui il processo ieri mattina doveva servire proprio a questo.La difesa dell'imputato,
affidata agli avvocati penalisti Enzo Guida e Michele Angelo Basile, aveva sollevato, nel corso
della discussione finale, una serie di dubbi sulla attendibilità della dichiarazione resa dalla vittima,
insistendo per un giudizio di assoluzione dal delitto di rapina e per una esclusione del tentato
omicidio con derubricazione in lesioni volontarie.

La difesa ha inoltre prodotto la cartella clinica della persona offesa ed una consulenza
medico legale per dimostrare che mai c'è stato il pericolo di vita per la vittima.
Quest'ultima, dopo il suo esame, sottoposta alle domande del giudice e della difesa, non
ha convinto del tutto il tribunale. Il giudice, infatti, ha deciso di acquisire i tabulati telefonici
della vittima, per conoscere anche la sua esatta collocazione al momento dell'avvenuta
aggressione.

Su questo punto, l'imputato ed i suoi difensori hanno sempre sostenuto che i fatti si siano
svolti in altro luogo e che l'accusa di rapina è totalmente inventata. Il giudice, anche per
saggiare l'attendibilità della persona offesa, dopo il suo esame, ha deciso di procedere
all'acquisizione dei tabulati telefonici, aggiornando, in questo modo, il processo al
prossimo 13 maggio.

Marino, 40 anni, incensurato e di professione muratore, è stato arrestato lo scorso 13


settembre per un episodio di rapina e tentato omicidio che si era verficato nella notte tra il
8 e il 9 settembre scorso. Secondo l'accusa, armato di un coltello, aveva rapinato un
automobilista che transitava lungo l'arteria che collega San Tammaro a Santa Maria
Capua Vetere. Non soddisfatto della esigua somma di denaro, poco più di 100 euro,
sottratta al malcapitato, sempre secondo la denuncia, avrebbe colpito ripetutamente
all'addome la vittima, ricoverata, successivamente, presso l'ospedale di Santa Maria
Capua Vetere in prognosi riservata.

Marino si è sempre difeso escludendo la rapina e sostenendo che le ferite erano state
dovute ad un litigio con l'uomo.

Notizia Da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
6
Pd in piazza per sondare l'opinione cittadina

CESA. Il Partito Democratico cesano scende in piazza con una nuova


iniziativa. Domenica 22 marzo, infatti, sarà allestito un gazebo in piazza
De Michele per sottoporre ai cittadini un questionario pubblico.

Tanti i temi affrontati, a partire dalle dimissioni di Walter Veltroni per arrivare al neo segretario
Dario Franceschini e alle priorità che dovrebbe avere ora che è alla guida del partito. E ancora la
riforma della scuola, le ronde cittadine, l’eutanasia e le centrali nucleari. Argomenti di carattere
nazionale a cui si aggiungono, però, anche tematiche locali come, ad esempio, le richieste che i
cittadini cesani vorrebbero fare al loro sindaco e come giudicano il lavoro dell'amministrazione in
carica. Saranno anche distribuiti dei volantini su due proposte del Pd: una riguardante
l’accorpamento dell’Election Day e l’altra inerente all’assegno mensile per chi perde il lavoro.

“E’ un’iniziativa importante perché ci permetterà di carpire l’opinione pubblica. – ha esordito il


segretario cittadino del Pd Gino Parisini – Molte volte ci chiudiamo nei partiti credendo di avere in
tasca tante verità ma la realtà spesso è un’altra, è per tale motivo che abbiamo avuto l’idea del
questionario da sottoporre alla gente. Nella settimana seguente – conclude - provvederemo ad
esaminare le risposte date dai nostri concittadini e i risultati saranno discussi nella prossima
assemblea di partito, prevista per domenica 29 marzo, a cui parteciperanno sia i nuovi iscritti che i
meri simpatizzanti per il Pd”.

Notizia Da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
7
Violenza e diritti umani, convegno dell'Udc

CESA. “Violenza di genere: violazioni di diritti umani”, questo è il titolo


del convegno che si terrà sabato 21 marzo, alle 17, presso la biblioteca
comunale.

Temi molto importanti, come la violenza sulle donne e sui minori, saranno affrontati da un
parterre di relatori che interverranno all'appuntamento organizzato dal dipartimento Pari
Opportunità di Caserta in collaborazione con la sezione locale dell’Udc.

Ad introdurre sarà l’avvocato Anna Mele, segretario cittadino dell’Udc, mentre a moderare
l’incontro Gabriella D’Ambrosio, responsabile del dipartimento Pari Opportunità
provinciale nonché vicesegretario provinciale dell’Udc. Presenti, inoltre, la dottoressa
Raffaella Palladino del centro anti-violenza “Eva”, la dottoressa Emilia Narciso,
responsabile provinciale Unicef, Suor Rita Giaretta della casa di cura Ruth e la
dottoressa Annamaria Muto, sostituto commissario della Questura di Caserta.

Testimonianza di vita quella di Clementina Ianniello, madre di Veronica Abbate, uccisa


a Mondragone il 4 settembre del 2006 dall’ex fidanzato durante un’accesa discussione,
che con Gianluca Palmieri, presidente dell’associazione V.E.R.I., parlerà della sua
esperienza di vita e della reazione alla violenza subita. A concludere l’intervento
dell’onorevole Domenico Zinzi.

“Sono fiera ed orgogliosa di contribuire all’organizzazione di questo convegno, – ha


affermato l'avvocato Mele – considerando anche il tema affrontato che affronta la
sensibilità delle donne impegnate nella sfera politica. L’approccio alle problematiche del
nostro tempo proprio da parte delle donne in politica – aggiunge – ha il pregio di essere
diretto al cuore del problema e, riuscendo a sviscerarlo in pieno, trovare le opportune
soluzioni. Anche in questa occasione – conclude – tutti i componenti della sezione dell’Udc
di Cesa in maniera compatta ha contribuito alla realizzazione del progetto e a loro, nessun
escluso, va il mio ringraziamento”.

Notizia Da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
8
Violenza sulle donne, successo del convegno Udc

CESA. Temi quanto mai attuali quelli affrontati nel convegno


organizzato dalla sezione locale dell’Udc, tenutosi sabato 21
marzo.

L’incontro, che ha avuto inizio con l’introduzione del segretario cittadino, l’avvocato Anna
Mele, è stato moderato dal responsabile del dipartimento Pari Opportunità provinciale
nonché vicesegretario provinciale dell’Udc Gabriella D’Ambrosio. Presenti, inoltre, la
dottoressa Raffaella Palladino del centro anti-violenza “Eva” e la dottoressa Emilia
Narciso, responsabile provinciale Unicef. Testimonianza di vita di Clementina Ianniello,
madre di Veronica Abbate, uccisa a Mondragone il 4 settembre del 2006 dall’ex fidanzato
durante un’accesa discussione, che ha fondato l’associazione V.E.R.I.. A chiudere i
lavori l’onorevole dell’Udc Domenico Zinzi.

Notizia da pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
9
Il talento Giuseppe Di Grazia trionfa a Saviano

CESA. Hanno tenuto alta la bandiera del loro paese i tre cesani che
hanno partecipato alla finale del concorso voci nuove “Perla live 2009”,
svoltosi lo scorso 14 marzo.

Nell’auditorium di Saviano, in provincia di Napoli, si sono esibiti cantanti provenienti da


25 paesi del vesuviano, tra di loro anche Sara Oliva, Giuseppe Di Grazia e Pino De
Simone dell’associazione musicale e sociale Ca.smu. coordinata da Mario Guida.

A trionfare è stato proprio il giovane Giuseppe Di Grazia che si è esibito, conquistando la


giuria composta esperti musicali, autori e musicisti, con il brano di Massimo Ranieri “La
voce del silenzio”, piazzandosi al primo posto. Ospite d’onore della serata, ideata e
condotta dall’artista Tecla, è stato il pianista e cantante Generoso Pagliuca tra i
partecipanti di “Una voce per Sanremo” nel 2006.

Per il giovane talento Di Grazia gli impegni non finiscono qui, a maggio, infatti, sarà
ospite nell’ambito del progetto di canto della scuola media di Cesa e a “Pulcinellamente”
presso il teatro Lendi.

L’associazione Ca.smu., preseduta da Biagio Arzillo, è molto conosciuta sia in territorio


locale che nazionale soprattutto per le iniziative sociali come i corsi di musicoterapia
tenuti dal coordinatore Mario Guida, quelli di teatro terapia, spettacoli presso alcuni
penitenziari nazionali e serate di beneficenza di “Borgo e Musica”.

Notizia da Pupia.tv

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
10
AFGHANISTAN: AUTOBOMBA CONTRO ITALIANI, ISTRUTTORI NEL
MIRINO

ROMA - Omlt: l'acronimo sta


per Operational mentoring and
liason teams ed indica quelle
squadre di istruttori militari che,
in Afghanistan, supportano le
forze di sicurezza locali in ogni
loro attività, anche in
combattimento. Sono loro, in
questa fase, i reparti più a
rischio. Il fallito attentato di
oggi contro un Omlt italiano è lì
a dimostrarlo. L'Italia ha sette
di questi team, composti da
alcune decine di militari
ciascuno, tutti ufficiali e
sottufficiali: attualmente si
tratta di alpini paracadutisti; il
loro comandante è il colonnello
Ignazio Gamba. Operano ad Herat e nei distaccamenti di Delaram e Shindand, dove oggi
è esplosa l'autobomba. Soltanto la pronta reazione del conducente ha consentito di evitare
conseguenze più gravi: i danni si sono limitati al mezzo; solo qualche graffio per il
mitragliere. Gli Omlt sono composti da militari provenienti dai reparti d'elite delle forze
armate italiane proprio per il compito delicatissimo e pericoloso che svolgono: non a caso
gli Usa e la Nato chiedono insistentemente agli alleati di contribuire alla missione Isaf con
questo tipo di assetti. Omlt italiani sono finiti più volte nel mirino degli insorti, senza per
fortuna gravi conseguenze: l'ultima volta nota è stato il 18 ottobre scorso, quando 7
istruttori italiani rimasero feriti in un attentato suicida. Secondo notizie mai confermate gli
Omlt italiani hanno partecipato diverse volte, insieme alle forze di sicurezza afghane, a
combattimenti contro i Taleban. Del resto, il loro compito specifico è proprio quello di
addestrare l'Afghan national army non solo a livello teorico, ma anche sul campo,
accompagnandolo i soldati in ogni tipo di operazione.

Notizia da Ansa.it
Foto da globalgeografia.com

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
11
L'Istat pubblica i resoconti del mese di gennaio. Il volume d'affari sceso del 19,9%
Segno meno per gli ordinativi: -31,3%. Crisi nera nel settore auto: fatturato a -47%

Industria, crollo degli ordini


il dato più basso dal 1991
ROMA - Ennesima frenata dell'economia. Sulla scia
della recessione globale, crollano ordinativi e fatturato
dell'industria italiana a gennaio. In base ai dati resi noti
dall'Istat, il calo del volume d'affari è stato del 31,3% su
base annua, il più basso dal gennaio 1991. Segno
meno anche del fatturato che ha registrato in gennaio
una diminuzione tendenziale del 19,9%. Ancora una
volta i dati Istat rilevano una situazione grave
dell'economia già denunciata in termini simili nel
novembre scorso quando la comparazione annuale tra
fatturato e ordinativi segnavano dati peggiori dal
gennaio '91.

La crisi settore per settore. I cali più significativi su


base annua, sempre considerando la correzione per
giorni lavorativi (a gennaio i giorni lavorativi sono stati
20 contro i 22 del gennaio 2008), si sono avuti nei
settori della fabbricazione dei mezzi di trasporto (-
37,1%), della metallurgia e fabbricazione di prodotti in
metallo (33,3%) e della fabbricazione di prodotti chimici (-29,2%).

Per l'auto profondo rosso. Crolla pesantemente il settore auto. A gennaio il fatturato ha
segnato un meno 47,4% (26,3% a dicembre). Sul mercato interno, il calo è del 42,8%, e
su quello estero del 52,3% (a dicembre erano stati rispettivamente del 29,3% e del
21,3%). Si tratta di dati grezzi. Male anche gli ordinativi.

Notizia da Repubblica.it

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
12
A Mosca primo contatto con l'amministrazione Obama
L'Iran avvia colloqui con Nato e Usa

Oggi a Mosca ci sarà il primo «contatto» tra l'amministrazione Obama e l'Iran.


Sarà il viceministro degli Esteri responsabile dell'Asia-Pacifico, Mahdi
Akhoundzadeh, a guidare la delegazione iraniana.

Attivismo su Teheran sul fronte diplomatico.Colloqui più o meno ufficiali in vista della
partecipazione alla Conferenza sull'Afghanistan. Così lLa Nato ha avuto primi contatti
diretti con l'Iran, dopo 30 anni di gelo. Lo riferiscono fonti dell'Alleanza a Bruxelles.
Secondo le fonti, il contatto è consistito in un colloquio, la scorsa settimana, tra un
diplomatico iraniano e un rappresentante del segretario generale della Nato. I contatti si
inquadrano nella strategia, promossa in primo luogo dagli Stati Uniti ma fortemente
sostenuta anche dall'Italia, di coinvolgere Teheran nella stabilizzazione della regione, in
particolare di Afghanistan e Pakistan. Una strategia che ha già portato all'invito, accettato,
a Teheran di partecipare alla conferenza sull'Afghanistan che si terrà il 31 marzo all'Aja. E
oggi a Mosca ci sarà il primo «contatto» tra l'amministrazione Obama e l'Iran. Sarà il
viceministro degli Esteri responsabile l'Asia-Pacifico, Mahdi Akhoundzadeh, a guidare la
delegazione iraniana che si sarà a Mosca per partecipare alla conferenza sull'Afghanistan
organizzata dalla Shanghai Cooperation Organisation (SCO).

Il viceministro ha risposto positivamente a un invito rivolto dal capo della diplomazia russa,
Sergei Lavrov. Alla conferenza, che cercherà di definire una strategia per contribuire alla
sicurezza e alla stabilità dell'Afghanistan, parteciperanno anche il segretario generale delle
Nazioni Unite, Ban Ki-moon, e delegati di Stati Uniti, Ue, Nato e altre organizzazioni
internazionali. A Mosca sarà presente per gli Usa il vice assistente segretario di Stato,
delegato per le questioni dell'Asia centrale e meridionale, Patrick Moon. Ieri il portavoce
del ministero degli Esteri iraniano, Hassan Qashqavi, ha anche confermato la
partecipazione di una delegazione del suo paese alla conferenza internazionale
sull'Afghanistan di martedì prossimo a L'Aja.

Notizia da IlTempo.it

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
13
Sponsorizzato da:

VI ASPETTIAMO AL PROSSIMA EDIZIONE

www.cesa.beepworld.it cesaecesani@hotmail.it
14