Sei sulla pagina 1di 4

PARROCCHIA COLLEGIATA SANTAMBROGIO VARAZZE L8 per mille alla Chiesa Cattolica

Fonti normative otto per mille:


L. n. 222/1985 (attuazione del nuovo concordato tra Stato e Chiesa)

E una quota dellIRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche)


Art. 47 OMISSIS A decorrere dall'anno finanziario 1990 una quota pari all'otto per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, liquidata dagli uffici sulla base delle dichiarazioni annuali, e' destinata, in parte, a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario a diretta gestione statale e, in parte, a scopi di carattere religioso a diretta gestione della Chiesa cattolica. Le destinazioni di cui al comma precedente vengono stabilite sulla base delle scelte espresse dai contribuenti in sede di dichiarazione annuale dei redditi. In caso di scelte non espresse da parte dei contribuenti, la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse. OMISSIS

Come viene impiegato


ART. 48. Le quote di cui all'articolo 47, secondo comma, sono utilizzate: OMISSIS dalla Chiesa cattolica per esigenze di culto della popolazione, sostentamento del clero, interventi caritativi a favore della collettivit nazionale o di paesi del terzo mondo.

Come viene rendicontato


Per una informazione puntuale sulla rendicontazione delle spese finanziate con la quota dellotto per mille si segnala il seguente sito internet della Conferenza Episcopale Italiana: http://www.8xmille.it/rendiconti/rendiconto.pdf In linea generale per il 2011 le assegnazioni ed i conseguenti impieghi sono stati i seguenti:
1

Assegnazioni totali (in milioni di euro) Esigenze di culto della popolazione Alle diocesi (culto e pastorale) Nuova edilizia di culto Tutela beni culturali ecclesiastici Iniziative di rilievo nazionale Interventi caritativi Alle diocesi (per la carit) Paesi del Terzo Mondo Interventi di rilievo nazionale Sostentamento del clero Fondo di accantonamento

1.119 468 156 125 65 122 235 105 85 45 361 55

Come si sceglie di donare lotto per mille alla Chiesa Cattolica


I cittadini contribuenti possono partecipare alla scelta di destinazione dell'8xmille in sede di dichiarazione annuale dei redditi. In particolare, coloro che sono tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi, attraverso il modello Unico o il modello 730. Ma anche coloro che non sono tenuti alla presentazione della dichiarazione possono apporre la loro firma sul CUD per la destinazione dell'8xmille alla Chiesa Cattolica. Chi presenta il modello UNICO/2013 dovr apporre la sua firma nella seconda pagina del modello stesso sotto la voce Chiesa Cattolica
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/55014d004e6e1b8d8796ef4b8ba41128/PF1_2013_ modelli.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=55014d004e6e1b8d8796ef4b8ba41128

Chi presenta il modello 730 dovr firmare lapposita scheda per la destinazione dell8xmille sempre sotto la voce Chiesa Cattolica
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/bb7374004f360cbab618bfa72ba8d429/7302

1+2013+Scheda+8+e+5+per+mille_edit.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=bb7374004f360cbab618bfa72b a8d429

Ma anche i lavoratori dipendenti e i pensionati che non presentano la dichiarazione dei redditi perch non sono obbligati a farlo, possono presentare lapposita scheda per la scelta della destinazione dell8 per mille dellIRPEF. La scheda va presentata in busta chiusa allo sportello di un ufficio postale (il servizio di ricezione gratuito) o al Caf, entro il 30 settembre 2013. Sulla busta occorre riportare - oltre al codice fiscale, cognome e nome del contribuente - lindicazione Scelta per la destinazione dellotto e del cinque per mille dellIRPEF.
http://www.fiscooggi.it/files/u5/articoli/cud_mod_2013.pdf