Sei sulla pagina 1di 3

AGEVOLAZIONI DELLA LEGGE SMURAGLIA IPOTESI 1 ( attivit produttiva dentro gli istituti penitenziari) Le Imprese private e le Cooperative sociali,se

assumono detenuti e internati in attivit produttiva dentro listituto penitenziario,previa Convenzione con le Direzioni penitenziarie, con contratto di lavoro di tipo subordinato, parziale o a tempo pieno, per un minino di giorni 30 e con trattamento economico non inferiore a quello previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro, hanno diritto a: A) un credito dimposta complessivo di Euro 516,46 mensili , in misura comunque proporzionale alle effettive giornate lavorative prestate dal lavoratore ; per i lavoratori assunti con contratto di lavoro a tempo parziale, il suddetto credito mensile dimposta spetta in misura proporzionale alle ore effettivamente prestate. B) La riduzione, - sia per quanto riguarda la quota a carico dei datori di lavoro, sia per quanto riguarda la quota a carico dei lavoratori-, dell80% delle aliquote complessive della contribuzione per lassicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale, relativamente alla retribuzione corrisposta ai detenuti, agli internati e agli ammessi al lavoro allesterno, ai sensi dellart. 21 dellOrdinamento penitenziario, sia da parte del datore di lavoro che del lavoratore. C) Tali sgravi contributi e fiscali si applicano anche per i sei mesi successivi alla cessazione dello stato di detenzione, se anche in tale periodo persiste lassunzione da parte dellimpresa o cooperativa sociale, sempre con contratto di tipo subordinato. D) Il credito dimposta non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e dellimposta regionale sulle attivit produttive e non assume rilievo ai fini del rapporto di deducibilit degli interessi passivi e delle spese generali. Tale credito utilizzato in compensazione, ai sensi dellart. 17 del D.L. 241/97, e non comunque rimborsabile. Esso per cumulabile con altri benefici (in particolare, con lincentivo allincremento delloccupazione di cui allart. 7 della L. 388/91) E) Per istituire produzioni nel carcere si procede mediante stipula di convenzione con le Direzioni distituto, con la possibilit di ricevere in comodato gratuito i laboratori, le attrezzature e fabbricati esistenti, secondo lo schema di una convenzione tipo , con il vantaggio che trovandosi in carcere tali locali non richiedonospese di vigilanza. Ovviamente, occorre rispettare i vincoli specifici previsti dalle convenzioni (perizia e messa a norma fino alle prese degli ambienti e delle attrezzature, ecc.) F) Tali agevolazioni fiscali e contributive valgono, anche se si tratta di brevi periodi ( max 1 mese) di formazione/addestramento, cui per segua immediatamente lassunzione per attivit produttiva dentro il carcere con contratto di lavoro di tipo subordinato. Tali brevi corsi, diretti allassunzione dei detenuti e degli internati formati, non danno diritto per alle agevolazioni fiscali e contributive in presenza di convenzioni per finanziamenti formativi di enti locali.

IPOTESI 2 ( assunzione di detenuti e internati ammessi al lavoro all'esterno da parte di imprese private) Le Imprese private non cooperative sociali, se assumono con contratto di lavoro di tipo subordinato, parziale o a tempo pieno, per un minimo di giorni 30 e con trattamento economico non inferiore a quello previsto dai contratti collettivi di lavoro, previa Convenzione con le Direzioni penitenziarie, detenuti e internati ammessi al lavoro allesterno, ai sensi e nelle forme dellart. 21 dellOrdinamento Penitenziario (L.354/75)(Attenzione per: non si tratta di detenuti ammessi alla Semilibert, ma di detenuti ammessi con atto formale al lavoro allesterno!), hanno diritto a: A) un credito dimposta complessivo di Euro 516,46 mensili , in misura comunque proporzionale alle effettive giornate lavorative prestate dal lavoratore ; per i lavorato riassunti con contratto di lavoro a tempo parziale, il suddetto credito mensile dimposta spetta in misura proporzionale alle ore effettivamente prestate. B) Tali sgravi solo fiscali si applicano anche per i sei mesi successivi alla cessazione dello stato di detenzione, se anche in tale periodo persiste lassunzione da parte dellimpresa o cooperativa sociale, sempre con contratto di tipo subordinato. C) Il credito dimposta non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e dellimposta regionale sulle attivit produttive e non assumerilievo ai fini del rapporto di deducibilit degli interessi passivi e delle spese generali. Tale credito utilizzato in compensazione, ai sensi dellart. 17 del D.L. 241/97, e non comunque rimborsabile. Esso per cumulabile con altri benefici (in particolare, con lincentivo allincremento delloccupazione di cui allart. 7 della L.388/2000) D) Tali agevolazioni solo fiscali valgono anche se si tratta di brevi periodi ( max 1mese) di formazione/addestramento di detenuti e internati ammessi allart.21 della L. 354/75, cui per segua immediatamente lassunzione con contratto di lavoro di tipo subordinato.Tali brevi corsi, diretti allassunzione dei detenuti in art. 21 formati, non danno diritto per alle agevolazioni fiscali e contributive in presenza di convenzioni per finanziamenti formativi di enti locali. IPOTESI 3 ( assunzione di detenuti ed internati ammessi al lavoro all'esterno da parte di cooperative sociali) Le Cooperative Sociali se assumono con contratto di lavoro di tipo subordinato, parziale o a tempo pieno, per un minimo di giorni 30 e con trattamento economico non inferiore a quello previsto dai contratti collettivi di lavoro, previa Convenzione con le Direzioni penitenziarie, detenuti e internati ammessi al lavoro allesterno, ai sensi e nelle forme dellart.21 dellOrdinamento Penitenziario (L.354/75)(Attenzione per: non si tratta di detenuti ammessi alla Semilibert, ma di detenuti ammessi con atto formale al lavoro allesterno!), hanno diritto a: A) un credito dimposta complessivo di Euro 516,46 mensili , in misura comunque proporzionale alle effettive giornate lavorative prestate dal lavoratore; per i lavoratori assunti con contratto di lavoro a tempo parziale, il suddetto credito mensile

dimposta spetta in misura proporzionale alle ore effettivamente prestate. B) La riduzione, - sia per quanto riguarda la quota a carico dei datori di lavoro, sia per quanto riguarda la quota a carico dei lavoratori-, dell80% delle aliquote complessive della contribuzione per lassicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale, relativamente alla retribuzione corrisposta ai detenuti, agli internati e agli ammessi al lavoro allesterno, ai sensi dellart. 21 dellOrdinamento penitenziario, sia da parte del datore di lavoro che del lavoratore. C) Tali sgravi contributivi e fiscali si applicano anche per i sei mesi successivi alla cessazione dello stato di detenzione, se anche in tale periodo persiste lassunzione da parte dellimpresa o cooperativa sociale, sempre con contratto di tipo subordinato. D) Il credito dimposta non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e dellimposta regionale sulle attivit produttive e non assume rilievo ai fini del rapporto di deducibilit degli interessi passivi e delle spese generali. Tale credito utilizzato in compensazione, ai sensi dellart. 17 del D.L. 241/97, e non comunque rimborsabile. Esso per cumulabile con altri benefici (in particolare, con lincentivo allincremento delloccupazione di cui allart. 7 della L. 388/2000) E) Tali agevolazioni fiscali e contributive valgono anche se si tratta di brevi periodi ( max 1 mese) di formazione/addestramento di detenuti ammessi allart.21 della L. 354/75, cui per segua immediatamente lassunzione con contratto di lavoro di tipo subordinato. Tali brevi corsi, diretti allassunzione dei detenuti in art. 21 formati, non danno diritto per alle agevolazioni fiscali e contributive in presenza di convenzioni per finanziamenti formativi di enti locali. Normativa di riferimento: L.354/75 e successive modificazioni; L. 381/91, L. 193/2000 (Legge Smuraglia); D.P.R. 230/2000 (Regolamentodi esecuzione dellOrdinamento penitenziario); D.M. 9.11.2001 sugli sgravi contributivi; D.M. 25.2.2002, n.87 sugli sgravi fiscali; per la disciplina delle procedure in rapporto con lAmministrazione Penitenziaria fondamentalela Circolare sulle direttive applicative della Legge Smuraglia: Circolare del 18.7.2002 del Direttore generale dellUfficio IV del DAP; per le Convenzioni con le Direzioni si deve far riferimento allo schema di Convenzione-tipo dello stesso Ufficio IV del DAP .