Sei sulla pagina 1di 4

LAltra Faccia

APRILE 2013

IL NUOVO VOLTO DELLINFORMAZIONE

Anno II, N 4

Una pagina buia


di Giuseppe Calanni Macchio

Il taglio dei finanziamenti regionali ha messo in ginocchio il trasporto pubblico

SOS TRASPORTI A CALTAVUTURO

Il passaggio della Carovana Internazionale Antimafie rappresenta un momento di riscatto per Caltavuturo, riscatto da due pagine buie della nostra storia, quali la strage del 20 Gennaio 1893 e lo scioglimento comunale per mafia del 2001. E bastato pronunciare queste brevi frasi lo scorso 3 aprile per suscitare lira funesta del pelide Achille. Come mai vi chiederete ? Semplice, perch in una simile occasione si tornato a parlare dello scioglimento per condizionamenti mafiosi del nostro comune. Dire che lo scioglimento per mafia sia una pagina buia della storia di Caltavuturo, non significa certo dire che Caltavuturo un paese di mafia o che sia stato giusto o ingiusto quello scioglimento non sta a me dirlo, pur avendo letto tanto al riguardo. Il dato di fatto rimane quello che Caltavuturo uno dei pochi paesi delle Madonie ad aver subito questa pesante pena. Per tutta la cittadinanza quella fu sicuramente una pagina buia che ha lacerato per sempre il buon volto del nostro paese. Proprio per questo il ricordo di un simile fatto non si pu cancellare col silenzio ma con le azioni. Il passaggio della Carovana ne un esempio che certamente si va ad aggiungere a quello gi fatto e a quello (tanto) che ancora si dovr fare. Latteggiamento mafioso invece di chi strumentalizza le parole altrui (andandole servilmente a riferire) per spostare la scia di polemiche che lo investiva, non fa altro che vanificare ogni buona azione.

Nel bilancio triennale di previsione (2013 2015) della Regione Sicilia indicato che saranno destinati 177 milioni al trasporto pubblico locale, taglio del 20 % rispetto ai 222 milioni del 2011. Diretta conseguenza sono stati i tagli di alcune corse del trasporto pubblico che tra l'altro oltre ai disagi per i viaggiatori hanno comportato il non impiego di un autista e la riduzione del corrispettivo chilometrico di rimborso che le compagnie ricevono dalla Regione, che anche quello pi basso tra tutte le regioni italiane. Sono state abolite ben due linee, gestite dalla SAIS, che collegavano il nostro paese a Palermo, quella delle 15:30 Caltavuturo - Palermo e quella delle 18:00 Palermo - Caltavuturo di grande utilit soprattutto per coloro che viaggiano per lavoro e anche per noi studenti nel fine settimana. La soppressione di tale linea stata alla base di una petizione che attraverso una raccolta firme ha puntato a ripristinare il servizio, ma che evidentemente non ha avuto l esito sperato. Il Comune di Caltavuturo dovrebbe farsi garante e rappresentante dei cittadini nei confronti delle altre istituzioni e dei loro provvedimenti. Non si agito con la giusta convinzione per farsi sentire e trovare una soluzione, sottolineando che i tagli hanno toccato in maniera pesante i collegamenti di Caltavuturo mentre gli altri paesi delle Madonie come Gangi, Geraci, Polizzi, Castellana, ecc... , non solo hanno conservato tutte le loro linee ma dispongono anche di un

autobus che parte la domenica sera per Palermo utilizzato soprattutto da studenti universitari. Non possiamo essere noi a proporre soluzioni, ma esortiamo chi di dovere e ci rappresenta ad intervenire e cercare di risolvere tale problema nella speranza che la nostra voce arrivi a destinazione. Oltre alla costante diminuzione dei servizi ora non abbiamo pi neanche la possibilit di poter utilizzare il biglietto andata/ritorno dopo una o due settimane. Capisco la situazione di crisi generale e in particolare delle societ di trasporto, ma non mi riesco a spiegare quale vantaggio possa derivare da una scelta del genere. Eliminare uno, o forse l unico, vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti non la scelta ottimale soprattutto per chi vuole riuscire a conservare e incrementare i propri clienti. La riduzione dell offerta di linee esistenti secondo un progetto coerente dovrebbe essere accompagnata da un contemporaneo aumento della qualit dei restanti servizi offerti, ma addirittura le condizioni di viaggio sono sempre peggiori e ci hanno tolto l unico vantaggio che avevamo rispetto a tutte le altre linee con destinazione Palermo. Speriamo siano gli ultimi tagli a cui assistere, ma se non si risolveranno i problemi a livello regionale e non si ripristineranno i fondi spesa tagliati ci dovremo aspettare ulteriori disagi e disservizi. di Antonino Vitale

Summer Lab 2013: trasparenza e democraticit


Nel numero di Dicembre (LAltra Faccia n8) avevo criticato il Summer lab 2012 e contemporaneamente avevo lanciato tre proposte per rendere pi utile, continuativo e democratico il Summer Lab 2013. Per, come spesso accade a Caltavuturo, se c solo critica nel libero pensiero, c risposta da parte dellamministrazione comunale, se alla critica viene correlata unampia proposta, lamministrazione comunale tace. Il tema, che ritengo di fondamentale importanza per il tessuto economico e sociale caltavuturese, infatti, rimasto tab dalluscita di quellarticolo: forse gli amministratori non hanno trovato quel numero nelle attivit commerciali, chiss ! Io comunque, per evitare fraintendimenti ma soprattutto per evitare il ripetersi del Summer porcata 2012, voglio riproporre le mie vecchie proposte (in forza del consenso riscosso tra i nostri lettori) ed avanzarne delle nuove, proprio perch tale iniziativa non diventi uno strumento per risparmio imprenditoriale, o uno strumento per le animelle raccomandate, o uno strumento per chi non ha necessit economiche, o uno strumento per favorire lassenteismo da lavoro o per percepire passivamente gli assegni mensili comunali (200euro) in forza di nessun sacrificio-lavoro. Innanzi tutto, visto il grave periodo di recessione economica che stiamo attraversando, tale iniziativa potrebbe aiutare famiglie e ragazzi che hanno una maggiore necessit: dunque, come avviene spesso in questi casi (universit ad esempio) potrebbero esser presentate le domande dei giovani candidati con allegato reddito familiare; di conseguenza verrebbe eliminato quello sciagurato sistema pro-favoritismi del vincono le prime trenta domande presentate, e favoriti i candidati che necessitano maggiormente di una occupazione. In questo modo, dalla pubblicazione del bando, a mio avviso, potrebbe esser fissato un termine di una settimana per la presentaquenza scolastica. In questo modo, proponendo solo due mesi lavorativi, il servizio non potrebbe cos esser precluso solo a 30 candidati, ma a ben 45 candidati; e visto lulteriore e nobile riduzione del 20% delle retribuzioni dei nostri amministratori, e il conseguente risparmio di pi di 10.000 euro da dedicare a iniziative sociali, i candidati potrebbero esser anche 60, se non di pi. Dovrebbe poi esser instaurato un sistema di vigilanza giornaliera sui lavoratori, soprattutto per non favorire lassenteismo , ma anche per non precludere la scelta dellazienda da parte del giovane candidato; cio, con fervidi controlli quotidiani, allora s che non avrebbe importanza se lazienda del padre, dello zio o del nonno; infatti, se si attesta che il lavoro viene svolto, perch non dare lopportunit e il vantaggio per la continuit del lavoro dimpresa familiare ? Inoltre, a mio avviso, dovrebbero esser escluse categoricamente dalla partecipazione, tutti i giovani candidati che hanno gi unoccupazione, proprio perche sono gi lavoratori e soprattutto retribuiti. Il Summer Lab 2013 non deve diventare uno strumento per il risparmio imprenditoriale, ma un servizio da erogare con democraticit e trasparenza ai giovani, disoccupati o studenti, che non hanno un impiego lavorativo e una retribuzione e che necessitano maggiormente di unoccupazione, anche se solo temporanea. di Giuseppe Brucato

zione domande, in modo che TUTTI i candidati, raccomandati e non, organizzino la propria documentazione con calma e la protocollino senza alcuna fretta. Il bando, perch i candidati lavoratori possano adempiere al proprio lavoro, credo dovrebbe esser pubblicato non pi tardi della prima settimana di Giugno, cos dal 1 Luglio inaugurare la stagione lavorativa e concluderla poi il 31 Agosto. Dunque, proporrei solo 2 mesi lavorativi, i mesi in cui la categoria studenti (che beneficia maggiormente di tale servizio) sgombra da esami e obbligo di fre-

Lantimafia di tutti !
Questo 2013 un anno importante dal punto di vista storico per Caltavuturo. Sono passati 120 anni dalla strage di San Sebastiano. Come giusto che sia, diverse, in questi mesi, sono state le manifestazioni che hanno tenuto vivo il ricordo dei poveri contadini che barbaramente sono stati uccisi per difendere le proprie terre e i propri diritti. Lo scorso 3 aprile, il circolo Arci di Caltavuturo ha organizzato la manifestazione che ha visto passare dal nostro paese la carovana antimafia. Doveva essere una giornata nel segno della pace, della legalit e soprattutto in memoria di chi si battuto per rendere migliore questa Sicilia. Purtroppo non stato cos. Assistere alla polemica tra chi ritiene di essere il depositario dellantimafia e, in quanto tale, imporre questa pretesa a chi magari lantimafia la esercita tutti i giorni compiendo il proprio dovere, uno spettacolo stucchevole. Lavvenimento doveva avere ben altra accoglienza, bastava semplicemente presentare la manifestazione come un
Pagina 2

monito necessario in un comune che anni fa ha visto i suoi organi sciolti per infiltrazione mafiosa. La carovana doveva essere ricordo e monito affinch mai pi la mafia trovi spazio negli organi elettivi del comune. Ovviamente non cos semplice ottenere la patente antimafia e questa antimafia di maniera, che non riesce a trovare spazio nella societ e non basta esibire, come un trofeo, ladesione di don Ciotti ad una propria iniziativa. Anche in occasione della celebrazione del 20 Gennaio, la presenza di Don Ciotti a Caltavuturo avrebbe dovuto avere ben altre risonanze se solo fosse stato presentato per quello che : reale simbolo dellantimafia che appartiene a tutti gli uomini di buona volont che nellantimafia credono e non certo ad una fazione che dellantimafia vuole farne professione. Lantimafia, bene ricordarlo, appartiene a tutte le persone per bene. di Nicola Rizzitello
LAltra Faccia IL NUOVO VOLTO DELLINFORMAZIONE

Il consigliere Renna si dichiara indipendente e il Presidente del Consiglio Meli annuncia le dimissioni
Il Consiglio Comunale del 21 Aprile 2013 si rivelato di grande importanza per gli equilibri politici allinterno del Comune di Caltavuturo, lo potremo definire la vera chiave di volta di questa legislatura, infatti la seduta si aperta con lammissione di indipendenza del consigliere Renna, che viene meno al vincolo di maggioranza. Leggendo la dichiarazione rivolta al Presidente del Consiglio e ai consiglieri afferma: Ho ricoperto questa missione difficile, ma gratificante rivolgendo sempre la mia attenzione verso le fasce pi deboli. In occasione della composizione della Giunta, per ragioni di equilibrio politico mi stato chiesto di fare un passo indietro. Gli accordi (poco importa se scritti o verbali) prevedevano che trascorsi i primi due anni e mezzo avrei ricoperto il ruolo di Assessore alle Attivit Sociali. La mia mancata nomina stata giustificata dallavvento di una nuova norma che prevede la presenza di una donna in Giunta. Preso atto che la legge vale per me e non per altri componenti, che sono inviolabili, ho indicato una giovane donna a me vicina, annunciando che mi sarei dimesso da consigliere comunale, al fine di collaborare dallesterno. Di fatto una maggioranza che non mantiene impegni con i propri componenti, non in grado di mantenere impegni con la cittadinanza. Dopo la presa di posizione del consigliere Renna un fatto ancor pi importante lannuncio delle dimissioni da Presidente del Consiglio Comunale di Vincenzo Meli (uno dei pilastri della maggioranza) che verranno formalizzate dopo lapprovazione del bilancio di revisione. Un terremoto politico che il capogruppo Non sussistono ragioni di carattere politico, abbiamo pi volte invitato il Centro Indipendente ad indicare un nome che andasse a continuare legregio lavoro svolto finora dallAssessore Sottile. La maggioranza nonostante tutto ancora pi compatta nel perseguire gli interessi generali della comunit e a continuare a lavorare per il bene di Caltavuturo. Il Sindaco Calogero Lanza riprendendo quanto presente nel profilo politico della lista Unione Democratica e Popolare dichiara che: La composizione della Giunta Comunale determinata sulla base del criterio della rappresentativit elettorale, della valorizzazione della presenza femminile e giovanile, continua dicendo la determinazione sindacale N 6 del Giugno 2010 conferma quanto oggi qualcuno cerca di insinuare riguardo al mancato rispetto di accordi politici. Tutto ci non ha assolutamente determinato una spaccatura allinterno della maggioranza, ma solamente un distinguo della partecipazione del consigliere Renna ai lavori del Consiglio. Oltrepassata ormai met legislatura si cominciano a intravedere nuovi scenari, forse prevedibili, all interno del Consiglio Comunale di Caltavuturo, una riflessione (visti gli eventi) sorge spontanea: le elezioni saranno pi vicine ? di Antonino Tripi

Comune di Caltavuturo: scossa nella maggioranza !

di minoranza Chiappone definisce: Prevedibile e che mette in evidenza una spaccatura netta allinterno della maggioranza, aggiunge inoltre come opposizione giudichiamo nel complesso negativo il lavoro svolto finora dallamministrazione, a prescindere da chi ricopre il ruolo di Assessore. Di tuttaltro parere invece il capogruppo di maggioranza Porretta:

Aggiornamento della tabella delle indennit


In seguito al taglio del 20% delle indennit di Sindaco, Vice Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio del comune di Caltavuturo, deciso allunanimit dalla Giunta con delibera dell8 Marzo scorso, ripubblichiamo (sempre per chiarezza e per informare correttamente i cittadini) la tabella aggiornata che riporta le mensilit lorde percepite dai nostri amministratori per svolgere il loro ruolo istituzionale. Il taglio ai costi della politica fatto dalla Giunta Comunale di Caltavuturo porter ad un risparmio per le casse del comune di 943 euro ogni mese pari a 11.316 euro lanno che verranno impiegati, visto il periodo di crisi che stiamo attraversando, per il finanziamento di interventi da attuare nellambito dei servizi socio-assistenziali e in azioni mirate al sostegno delle politiche attive del lavoro. la Redazione
APRILE 2013 Pagina 3

Mercoled 3 Aprile passata da Caltavuturo la XVI Carovana Internazionale Antimafie che questanno, partita da Tunisi il 30 Marzo arriver il 6 Giugno a Milano con eventi in concomitanza a Roma e Firenze. Una giornata importante per il nostro paese e unoccasione per ribadire ancora una volta che Caltavuturo e le Madonie ripudiano la mafia.

Sabato 6 Aprile due rocciatori maltesi sono rimasti bloccati, fino a tarda notte, sulla parete della Rocca di Sciara ad unaltezza di circa 120 m. Sul posto si sono recate tre squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico di Palermo che hanno messo in salvo i due climbers dopo unoperazione difficile visto il buio e le avverse condizioni metereologiche.

laltrafaccia100.blogspot.com

L ALTRA FACCIA
Il nuovo volto dellinformazione

laltrafaccia100

SI RINGRAZIANO TUTTI I PRIVATI CITTADINI CHE HANNO LIBERAMENTE CONTRIBUITO E GLI SPONSOR

REDAZIONE : Antonino Tripi, Giuseppe Calanni Macchio, Giuseppe Brucato, Nicola Rizzitello, Marco Polizzi, Antonino Vitale - VIGNETTISTA : Domenico Chiappone