Sei sulla pagina 1di 3

Allergie e prurito

Le reazioni allergiche non sono altro che una capacità del nostro organismo di
riconoscere agenti esterni dannosi, che ci attaccano ed
aggrediscono, e quelli che vengono a contatto da troppo
tempo e quindi possono non essere più tollerati. A volte
la causa viene, come nel caso dei cosmetici, da un uso
continuato e duraturo nel tempo di una sostanza che
stimola la risposta allergica dell’organismo. Questo
“riconoscimento” molecolare deriva da diversi fattori,
come l’elevato inquinamento ambientale, la scorretta alimentazione, i ritmi
molto spesso oggettivamente eccessivi della vita moderna, che creano carenze
su vari fronti in diversi organi ed apparati. Nascono in questo modo degli
squilibri nel sistema energetico generale, in particolare nelle difese
immunitarie. Abbiamo così l’insorgere di iper reazioni agli stimoli esterni con
allergie ai pollini, agli acari della polvere e al pelo degli animali. I sintomi
vanno dalla comparsa di riniti, alla lacrimazione oculare, dalla fotosensibilità
alle difficoltà respiratorie compresi reazioni cutanee pruriti diffusi. L’AIoe agisce
con modalità antiallergenica e antiallergica risultando di alta efficacia in più dei
90% dei casi. Lo zucchero complesso acemannano è presente nell’Aloe
assieme all’enzima bradichinasi e ad alcuni antrachinoni svolgono un’azione di
rinforzo e modulazione del sistema difensivo e anche antinfiammatoria
naturale. Per trattare e prevenire questa sintomatologia, bere 1 misurino di
succo puro d’Aloe Vera Gel prima dei pasti, tre volte al giorno, soprattutto nei
cambi di stagione, periodi in cui si verifica un ricambio cellulare ed una
instabilità dei nostro sistema difensivo.

Caduta dei capelli

Il diradamento dei capelli si rileva quando si verifica una perdita di capelli


maggiore della ricrescita. Questa condizione colpisce soprattutto le persone di
sesso maschile e può essere dovuta a fattori ereditari o contingenti, come
stress e cattiva alimentazione. Il succo d’Aloe possiede diverse sostanze ed
una caratteristica in particolare che lo rende molto utile allo scopo di limitare la
caduta dei capelli. Esaminiamo la sua acidità, misurata dal pH. L’AIoe possiede
un pH pari a 5.8, debolmente acido e molto vicino a quello della pelle che si
attesta attorno a valori di 5,5. In tal modo aumenta il suo potere penetrante e
l’insieme di nutrienti che rivitalizzano il bulbo pilifero, rinforzandolo e
alimentandone nuovamente la ricrescita. Ecco come viene limitata la perdita di
capelli. Si consiglia di usare lo shampoo, fare due applicazioni e attendere,
prima di risciacquare, almeno 7/8 minuti, asciugare tenendo il phon lontano e
non vicino ai capelli e fare questo massimo a giorni alterni per non indebolire la
capigliatura. Si riattiva, così, il cuoio capelluto e i capelli crescono più sani, forti
e luminosi. È sempre utilissimo bere Aloe vera gel ( 50 ml due volte al giorno)

Cicatrici

Quello che vediamo quando il tessuto ricresce rimarginando una ferita in modo
disorganico e che a guarigione completa lascia il segno, viene chiamato
cicatrice. L’acemannano contenuto nell’Aloe stimola una corretta e coordinata
produzione di tessuto cicatriziale e, assieme ad aminoacidi, vitamine e sali
minerali favorisce una guarigione più veloce ed ordinata, evitando i segni
perenni. L’intervento con il succo puro d’Aloe o dei gel su cicatrici presenti già
da tempo deve essere protratto per un lungo periodo di alcuni mesi, perché sia
stimolata e corretta la produzione di collagene e tessuto connettivo. In questo
modo si ottengono risultati eccellenti. Lo stesso discorso vale per le
smagliature. Molto frequenti sul corpo femminile, soprattutto nella zona dei
fianchi, sono dovute ad un assottigliamento cutaneo. Si formano per uno
stiramento meccanico della pelle (es. gravidanza, aumento di peso) unito a
modificazioni delle proteine, indotte da cause ormonali, nel tessuto collagenico.
Si possono manifestare dopo un rapido aumento con successiva perdita di
peso, un eccessivo e veloce aumento della massa muscolare o in seguito ad
una malattia infettiva ma più frequentemente dopo una gravidanza. Si rimedia
applicando due volte al giorno il gel d’Aloe (Aloe Vera Gelly) per un periodo di
alcuni mesi, fino all’ottenimento della riduzione o scomparsa totale dei
fenomeno antiestetico e bevendo due misurini al giorno di Aloe Vera Gel (Aloe
Bits’n Peaches, Aloe Berry Nectar).

Dermomicosi

Questa malattia prodotta da funghi parassiti della nostra pelle si può


facilmente contrarre nei mesi più caldi e umidi dell’anno per poi rivelarsi anche
a distanza di mesi. Il clima caldo umido favorisce la loro proliferazione. Le
nostre abitudini, inoltre, fanno sì che in estate si entri in contatto
maggiormente con il terreno (al mare, la sabbia), da dove essi si pongono in
attesa di altre destinazioni. È proprio qui, che la nostra pelle, capelli o unghie
possono essere attaccate. La sintomatologia è la presenza di prurito localizzato
e ampie aree arrossate. Il nostro grattare involontario peggiora la situazione,
creando abrasioni e zona fertile per infiammazioni. Proprio per questo motivo
l’uso dei gel di Aloe è indicato particolarmente. L’effetto antibatterico e
antimicotico di lignine e acido cinnamico e crisofanico produce il suo effetto
immediatamente. Le componenti antinfiammatorie e antidolorifiche di
acemannano creano un senso di benessere pressoché istantaneo. Frizionare le
parti colpite tre o quattro volte nell’arco della giornata (con Aloe Vera Gelly) e
bere 2 o 4 misurini di Aloe al giorno. Ricordate anche la Heat lotion vi aiuterà
non poco alternandola al Gelly. Alla prossima ...

Dr. Maurizio Mariscoli

Consulente Industriale per il Farmaco. Procuratore presso il

Ministero della Salute per Farmaci, Cosmetici, Dispositivi medici,

Integratori alimentari e Veterinaria. Consulente scientifico FLP Italy

PER ACQUISTI: www.aloeverasalute.net

LAVORA CON NOI: www.venditaloevera.info