Sei sulla pagina 1di 3

MARK UP - La famiglia cambia: chi decide gli acquisti?

http://www.mark-up.it/01NET/HP/0,1254,41_ART_6829,00.html

domenica24 casa24 moda24 motori24 job24 Italia&Mondo Norme e Tributi Finanza&Mercati Nova24 Tech Impresa&Territori Plus24 Risparmi

viaggi24 salute24 shopping24 Strumenti di lavoro

diritto24 altri
tools altri

Commenti&Inchieste

CERCA
in

login:

registrati Archivio riviste

newsletter Supplementi

Esperti

Imprese

Consumi e mercati

Retail e CCI

MARK UP Lab

Ricerche

Tech

Web Report

Mi piace

Tweet

Share

218: ultimo numero

I Flip Magazine di Mark Up

I CONSUMI

La famiglia cambia: chi decide gli acquisti?


Costante ricerca di compromessi tra componenti: la contrazione dei consumi diventa il grande moderatore delle scelte (da MARKUP 218)
di Anna Muzio

Tutti i Flip Magazine di Mark Up

Dalla copertina
Omnichannel per Mediamarket Le nuove strategie di Saturn e Media World raccontate da ...

Per l'articolo completo scaricare il Pdf

Link
218_Consumi_Famiglie

Disaggregata, ricostituita, allargata, monoparentale, con meno figli. Negli ultimi decenni la famiglia - anche quella italiana seppur pi lentamente - cambiata. Declinandosi in vari modi. L'aumento della popolazione anziana, il tasso di fertilit a picco, la decisone di sposarsi (o non sposarsi) e fare figli a un'et pi avanzata, l'aumento (da noi difficoltoso e parziale) dell'occupazione femminile e, dall'altro lato, di divorzi e separazioni hanno cambiato profondamente un istituto che stato per secoli il fondamento della societ. Eppure la famiglia resta una base importante per definire le tendenze dei consumi: un'entit per difficile da afferrare, dove si incontrano vari soggetti che interagiscono tra loro per giungere a un obiettivo finale, l'acquisto, che spesso il frutto di un compromesso tra varie esigenze. Nelle famiglie con figli minorenni ad influenzare i consumi sono non solo il tipo di famiglia (numero di figli e genitori che vivono sotto lo stesso tetto) ma anche l'organizzazione famigliare (quanti genitori lavorano). Determinante pure la maggiore o minore adesione ai ruoli tradizionali maschili e femminili: alla donna italiana, che lavori o meno, dalla dirigente all'operaia, spetta ancora il carico pressoch esclusivo delle faccende domestiche (a meno che non decida di delegare a terzi). Resta, quindi, lei la principale responsabile degli acquisti famigliari. Donna che lavora Meno di un'italiana su due lavora, ma chi ha un impiego, specie in alcuni settori, ha visto aumentare il carico lavorativo. Negli ultimi anni si assistito a un ridimensionamento della forza lavoro in vari ambiti, con la conseguenza che chi ha mantenuto il posto deve spesso affrontare scadenze ravvicinate ed orari prolungati. Si spiega cos il successo degli alimenti pronti e di IV gamma, con aumenti nel 2012 che vanno dal 5 % dei primi a base di cereali al 15 % delle verdure gi lavate e tagliate (Coldiretti su dati Ismea/Gfk-Eurisko). In questa ottica si possono anche leggere gli aumenti di prodotti "facili e veloci" (e che conservandosi in casa per giorni evitano la spesa giornaliera) come salumi, latticini e formaggi (3%) e dei sostituti del pane (2%). Rientrano normalmente nelle strategie utilizzate dalla donna che lavora, ben pi di un avveniristico (da noi) e-commerce e degli orari d'apertura straordinari, che non sembrano raccogliere ampi consensi in questo target (pranzo e famiglia a casa non aspettano oltre le 8 di sera). Casalinghe verdi? Dall'altro lato chi ha pi difficolt economiche o non lavora torna a cucinare in casa pane, pasta, torte e dolci ma anche yogurt e confetture per la colazione: lo fa per risparmiare, o all'opposto spinta da considerazioni salutistiche ed ambientali (vedi box). Un trend questo sostenuto mediaticamente da trasmissioni culinarie che, uscite dalla tradizionale fascia del mezzod, dilagano ad ogni ora del giorno e della notte e ridanno dignit allo stare in cucina. Aumenta cos il consumo di ingredienti base come farina, uova, zucchero e burro, con incrementi dal 4 all'8% nel 2012 in controtendenza rispetto al calo complessivo dell'1,5 per cento degli acquisti alimentari registrato in Gdo. Il ruolo del bambino nell'alimentare La spesa di prodotti alimentari influenzata dai vari componenti del nucleo famigliare, dai loro gusti e considerazioni dietetiche. E i figli che vivono sotto il tetto famigliare hanno senz'altro voce in capitolo. Che siano presenti durante l'acquisto (con interventi diretti: dal capriccio al brontolio di sottofondo, all'intervento diretto dell'infilare di nascosto prodotti nel carrello) o meno (compro quel che vuole purch mangi). I bambini influenzano la scelta in modo diretto in ambiti quali la colazione, gli snack, i giocattoli e - in certi casi - l'abbigliamento ma anche il materiale scolastico. Nelle scelte dei bambini gi incisivo il ruolo dei mass media e della pubblicit (per giocattoli ma anche alimentari), lontana dall'essere regolamentata nella fascia pomeridiana e amplificata dal passa parola tra pari. Nella fascia preadolescenziale, nella scelta del prodotto entrano in gioco altre variabili come le considerazioni ecologiste. Uno studio europeo ha evidenziato che un terzo dei genitori ha cambiato prodotto dopo aver ricevuto dai figli informazioni di carattere ambientalista (il tonno "dolphin safe" un tipico esempio). L'alimentazione insomma un'area tipicamente influenzata dai gusti dei bambini in un dialogo non sempre facile con le esigenze dei genitori: salutistiche, ma anche economiche, dove ultimamente la capacit di influenzare gli acquisti arretra a favore di scelte volte al risparmio. Prova ne il calo nelle vendite dei prodotti con personaggi in licensing. Il peso dei desiderata

SCENARI

Frutta & Verdura 2013 - parte I


XIII Rapporto. Con l'intervista al Ministro delle Politiche ...

SCENARI

Frutta & Verdura 2013 - parte II


Seconda parte del XIII Rapporto. Con l'intervista al ...

SCENARI

Supplemento Centri Commerciali


Urbanistica, real estate & Centri Commerciali Italiani. Lo ...

Business Tools

Rapporto CCI 2012


Il Rapporto 2012 sui centri commerciali in Italia lo ...

Business Tools

Rapporto GDA 2012


La Gda in Italia e confronti internazionali sulle ...

Tajani in campo contro la contraffazione

Partita la campagna europea Troppo bello per essere vero?" per sensibilizzare consumatori sul vero costo dei ...

SCENARI

Supplemento Centri Commerciali


Esclusivo studio di settore che prende in considerazione il ...

Gli aeroporti europei cambieranno anche per chi ci lavora

Il Parlamento europeo sceglie di aprire alla concorrenza i servizi a terra, con standard minimi di qualit e ...
EUROPARLAMENTO24 RETAIL & HOSPITALITY

SCENARI

Carni 2012
Esclusivo studio di settore che prende in considerazione il ...

In evidenza

CONVEGNO - ART.62: WHAT'S NEXT?


23 aprile - Sede Gruppo 24 ORE Via Monte Rosa 91 ...

L'IMPRESA" IL MENSILE DEL SOLE 24 ORE


Bilancio sociale dimpresa, un must 2013 per le aziende italiane ...

SCENARI

Speciale: analisi Store Brand 2012

RAPPORTO SVILUPPO SOSTENIBILE


McKinsey: l'industria mondiale dei beni di largo

1 di 3

23/04/2013 13:08

MARK UP - La famiglia cambia: chi decide gli acquisti?

http://www.mark-up.it/01NET/HP/0,1254,41_ART_6829,00.html

dei figli inoltre varia a seconda del tipo di famiglia. Da varie ricerche emersa nelle famiglie monoparentali un maggiore tendenza a lasciarsi influenzare, nelle ricostituite una tendenza a cambiare il genere di acquisti (marche, abitudini alimentari) per allontanarsi o distinguersi da una routine che richiama il passato. E pare pi influenzabile anche la madre che lavora, lacerata dagli inevitabili sensi di colpa. Altro gruppo che appare estremamente influente quello dei figli adolescenti. Adolescenti tra web e multicultura Con la crescita infatti diminuiscono le pretese alimentari ma aumentano i volumi, anche a causa di amici onnipresenti ed eternamente affamati. Aumentano poi gli acquisti fuori casa: panini, pizze ma anche cibo etnico, grazie a un'offerta low cost (kebab, cinese) e alla crescente multietnicit nella scuola che favorisce gli scambi interculturali. L'influenza dei teenager dilaga per soprattutto nel non food: computer, telefoni cellulari, videoconsole. Nell'Ict i giovani, ormai "nativi digitali" a tutti gli effetti, assumono un ruolo determinante anche negli acquisti casalinghi: sono infatti spesso pi informati dei genitori sulle ultime novit, sanno usarle meglio e sviluppano in questa fase preferenze per marchi che potrebbero durare tutta la vita. L'utilizzo ampio dei social network amplifica poi una caratteristica tipica degli adolescenti di sempre: la dipendenza dal giudizio dei pari. Estremamente attenti alle mode, sono spesso acquirenti entusiasti e fedeli al marchio (un esempio su tutti: Abercrombie&Fitch). In particolare nell'abbigliamento domina la spinta all'omologazione (anche tra i ragazzi di origine straniera) che rende gli abiti giovanili occidentali molto simili tra loro. Nonni: valori antichi Spesso i nonni sono l'ancora di salvezza per i genitori che lavorano: vanno a prendere i nipoti a scuola e pensano alla merenda, e a volte anche al pranzo o alla cena. I nonni rappresentano il legame con antichi valori e stili di vita che, uniti al maggior tempo per cucinare in casa, risulta spesso in abitudini alimentari pi sane. Certo il progressivo invecchiamento della popolazione fa ritenere che in futuro avremo nonni sempre pi anziani e meno attivi nell'accudimento dei nipoti.

Secondo appuntamento con il quaderno annuale Store Brand. In...

consumo pu risparmiare 706 miliardi di ...

CARBURANTI: OPPORTUNITA' PER IL RETAIL


Si tenuto il 14 febbraio il convegno organizzato da Mark Up in collaborazione con In3act...

SCENARI

Frutta & Verdura 2011


Il dodicesimo studio di Mark Up sul settore dellortofrutta ...

EXECUTIVE MBA
La cultura dellimprenditorialit e del management del Sole 24 Ore e lesperienza ...

AGGIORNA LE TUE COMPETENZE CON GLI ESPERTI DEL SOLE 24ORE


Area COMMERCIALE & Area MARKETING E ...

Business Tools

Factory Outlet Center italiani


Indipendent Survey che analizza 27 Factory Outlet Center, ...

GENERARE VALORE ATTRAVERSO IL FRESCHISSIMO ECONEWS DI DICEMBRE


Torna su GdoweekTV lappuntamento con le notizie green dal mondo del retail e del largo ...

RAPPORTO 2012 SUI CENTRI COMMERCIALI IN ITALIA


Acquista il Rapporto on-...

MERCATI

Pet Food 2011


Pet food e pet care sono mercati particolarmente vivaci in ...

GLI ORIZZONTI DEL MARKETING OPERATIVO


Il nuovo ccnl per i lavoratori e le compliance del Codice di Condotta associativo Centro ...

I quaderni di MARK UP

Copacker & Store brand 2011


0
Mi piace

PERSPECTIVE IN BUSINESS CULTURE


Il nuovo accordo tra i due editori, appena conclusosi, ha gi dato vita a cinque grandi ...

5
Tweet Share

Stampa Invia un commento Invia questo articolo

Il quaderno di MARK UP dedicato agli store brand e ai ...

RAPPORTO SUL MONDO NON ALIMENTARE 2012


Un Rapporto per tutti gli operatori della grande distribuzione ...

RAPPORTO GDA 2012


La realt italiana della distribuzione commerciale raccontata da numeri, case history ...

ABBNATI A MARK UP
Abbonarsi a MARK UP, il mensile edito dal Gruppo 24 ORE, punto di riferimento per la ...

CONSULTA L'ARCHIVIO DEI NUMERI DI MARK UP DAL 1997 AD OGGI


E' possibile consultare la banca dati di MARK UP per scaricare tutti gli articoli ... Eventi Aprile 2013 Qui Impresa

DIEMME MARKETING
Un'agenzia di marketing e comunicazione integrata che si occupa interamente della fase ...

KRONES PRESENTA: LITEPAC IL FARDELLO INVISIBILE


in anteprima a IPACK IMA ...

PROGETTARE IL FRANCHISING
Scenari e opportunit di ...

RETAIL AWARD
GDOWEEK e MARK UP presentano RETAIL AWARD premio dedicato al mondo distributivo operante in Italia. ...

CHROMOTHINKING
Un approccio innovativo al business. Il metodo Insights Discovery...

DIETRO LE QUINTE DELLA MODA


Professioni e percorsi oltre lo stilista e la ...

Il SIstema Mark Up 2013

Pubblicit: dati e tariffe


Abbonamenti

Inserisci i termini da cercare...


News Quotazioni

GRUPPO24ORE
Sito corporate Contatti

SEZIONI
Notizie Commenti&Idee

CANALI
Moda24 Motori24

STRUMENTI
Multimedia Blog

SERVIZI
Argomenti del Sole Versione digitale

LINK UTILI
Domande&Risposte Case e Appartamenti

2 di 3

23/04/2013 13:08

MARK UP - La famiglia cambia: chi decide gli acquisti?

http://www.mark-up.it/01NET/HP/0,1254,41_ART_6829,00.html

Redazione online Professioni e Imprese 24 Formazione e eventi Radio 24 B2B24 Il Sole 24ORE Finanza Il Sole 24ORE P.A. Radiocor Alinari 24ORE 24 ORE Cultura Esa Software Innovare24 STR Eventiquattro System24 Pubblicit

Norme e Tributi Finanza Economia Tecnologie Cultura

Luxury24 Viaggi24 Casa24 Salute24 Fiere24 ArtEconomy24 Job24 Shopping24 America24 Diritto24 Edilizia&Territorio

L'Esperto Risponde

Banche Dati Newsletter RSS Mappe Meteo Mobile iPad Finanza & Mercati per iPad La Vita Nva Abbonamenti Offerte Voli Assicurazioni Offerte di lavoro Test ammissione Tutti i servizi Pubblicit legale Annunci economici

Il Gastronauta AGI China24 Guida Affari Pagine Gialle Pagine Bianche Tutto Citt Audiweb OPA El Economista Head Hunter SOS Tariffe Confronta conti

P.I. 00777910159 - Dati societari - Copyright Il Sole 24 Ore - Tutti i diritti riservati Privacy Policy

Per la tua pubblicit sul sito: Websystem Fai di questa pagina la tua homepage

3 di 3

23/04/2013 13:08