Sei sulla pagina 1di 18

REPUBBLICA ITALIANA .

,
.aJ_4

'

Sent. ,q.G. '.":'on,

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO . , ,,TRTBUN4LE DI P'A-LERMO . SEZIONE PRITVA CTVILE


'
..

zlro
I

ssaGiulia sp ad,atoinfunzione .!;r.dott di Giudice unico h a p r o n u n a a to l a se g u e n te :., ' ' ..:: I ,,,,- - "

nel piocedimentoiscritto ^I

* 39g6i/0g RG

,, ,:.. , ,. ,.

TRA MEssrNA GIU'EPPE, nato a sassari il27.1.1g5g, con l,arnr. Giuseppe Arnonedel foro di palerrno, gtusta procurain atti
'. '

coNlRO

: di,p"r.*ro l
:

grustaprocura in atti

ANZA'sALvAToRE, confaw. sarvarore Fenatader foro

coNvENtffo
ASSE.'SORATO TERRITORIO E EM TTN,,B DELI.A

REGI'NE srcrlraNA'

con lwocatua **.** E NEI CONFNONfi

;;.".'JrJrra COI\ITIENUTO

,l

PE'J ERrTo ALE''AI\DR', natoa parermo il 1g.10.rg70, con,avv. Mareellosparaeio derforo di pare.rnro, pustapfocufain atti INTERVENIENTE OGGETTO: RTSARCITORIO
Le conclusionisono st,te precisateco,,ne da verbale delg.r2.09

salvatore Anz e

SVOLGIMENTO DEL PNOCESSO Messina Giuseppe conveniva in giudizio d,inanzi a questo Tribunare

condannareal risarcimento dei danni per ra redaeione di arcune note

Te*itorio e Ambiente 0., il 'Assessorato

''

:i. : :

:..-

L'attorededuceva d.iessere esponente dellssociazione Legambiente cRS Regionzle sigirigo), compoentedefra ggr-ete-ria regronare lcomitato . e.
1 : ._. .. . . ;,- - ,r .... . .

del direttivo regionare, occupandosiin'tale qualirdel .?iano rcgionare di coor{inamento per la tutgla della qgalit dell'4ia ambiente in .. sicilia,,, :.... .r. .,.. ,, . ; . . :...-, .. pianoredattodaldirigenfe.dell,assessotato1egionaIeconvenuto.
, . . i. , : ' . ' . . . i' . ' . : . ' J . ' . '. . . . '- '. . . : . ''. . : , - . '.

novembre 2.0A!,,1Legambierrt porr.ou,:irr, oli.rro: org"rri :- 'competenti "gli .. che'ampie parti del piano .iao.opirt" dtogo piano
.. :.
rrA ''
. I.

N.l

: " Lrrnz- , con scnth su.calta intestata dellfAssesqotg:e. regolarmente

.'

ptotocolla{ ha diffamato I'attore. ,. Specificataments' ,\. I : ..

la noa n: proe BdO ;fAg ' 97/gT ha., , di , 1 ,ad ".gi"a'. 'ggoqo, cootdinamentopef,latuteladella.qualit]au,,,i"ambiente-lt"il",,'i.'

omeftoso, Ie rnenzognee il falso sqgricodei rappresentati di Lcgambiente : , sjcilia - i'anivit di uq3 bandadi lcstofanti penctr! ro u"rrirr"1,,.' Tale nota staq,,.inviata a; on. Assessorc; nirig.rrr".,G"o"rrle;,," Cornmissione d'inchiestq,. ptesident*-,'d*ilr' negone; i l*ggirrti.ata ' ' Nazionale; Confindustta;Legarrbieite negiond.: 2 la noa n. pfot g7g42 del 4.12.0T ha,ad ogg*no, ,?iano ,.giorr&lai coordinamenro per Ia nrtela della qualit dell'ada ambiente _ II falso storico dei responsabiti di r,egambientc $icilia * Indagini di polizia Giudieiaria delegatedalla proeua della Repubblica pf,sso il Tribunale di Palermo. Tale nota statainviata a; Ministro dell'Ambiente e Turela del Territorio del vfarc;Ministcro dell'Arnbientee del Mare Direzione salvaguardia u.k,,, ,. n*Uientale; Legambiente Nazionale. ffi; irlo nou n. prot64A/A7 ha ad ogctto; ,?iano regionale di per la t'tela della qualit de['aria ambiente il farso dei rcsponsabili di Legambiente sicilia * Attivit diffamatoda di
2

D,,grgqrrt

proPostoatla$gy dell"Assessore, il,4egrgtgdi. approvazione del piano


.l

rcgronalc di coordinamcnto per la nrtela'deila" qualir t - - - - - 'r - : dell,ada. ooi approvato con dece,to asscssoriale, del 9.0g,07,:-Tale'piano costitgiva un pdmo sualcio {ella pianificazione regionalc e sopperiva a precedenti titardi del pedodo in cui il scrvizio 3 .,a diretto dal Genchi (d^r 2002al gcnnaio 2007). con comunicato del 20.rr.07 I'addetto sampa della Legambiente

annunciavaunr conferenrastampail giomo succcssivo per denunci"". il' Plago del piano regionalc alla presen zr del Genchi, del Messina e del Fontana (rappresentatiin Lcgnmbicnle). veniva quindi in daa 21.11.07 fatta unn conferenaastampa con gmviraime accuscnei confronti dei rcdltlli dcl piano, accu'e ehe avcyano una $isonanzanotevole nella gtamp.a.anchcalivellonazionale.Afrontedicil'Assessoredifendevail
.,rr. 3

piano, annunciandounalcommissione d inlhiesta. ,.

..:.

L'assessorato quindi sosteneva come il caso stato montato dal Genchi pet reagirealla sua sostituzione. al vertice del seryizio 3, il tutto con la ', 1 ", ' ' ,:, ,. .'.'. , . .- .,- -, :' " .i,. spondadi Legambiente e dei suoi rappsentati

Pelano qle climae1.i"aetiuioet degli l..litti a.un rz, icui toni ,*


da valutar.e nel contestocomplessivo.Anzila ondottadi contopate ha t i tngeneratouri rilevante danno au'amministrazione, che pertarrto chiedeva .' '' il risarcimento dei telativi dannil ; si costjtuiva y[nzchiederrdo a suavolta il rigetto a.n, aor*rrda attorea '" : r , : , ;.-1 .,.. . t. conda4naat risar nto dei danni. Dao" cnto del .orr*rro in cui si i sono inseritele note e dalla campagna mediaticaworta dal Genchi e dalra " Legambiente;non sussistendol,illiceit.della condota e in subordine '. facendovalereI'esimentedqllaprovo caziier,: : :,,,, ,: : :. , , . ',:, . ..:- ..... ,.,,. ,: . " . . :,t. : . : pflrr|a udienza, inter,veniva ii:igiudlzi il pelledto,l aderen da alla .Alla soqtegendo di averesubito a suavorta un danno di cui , domT-rda'attorea'e :; . ^ c h i e d e v ai l ri sa rci me n,:., -to .,: ..,.1,,I:,,, ,,," . .: '-In assenzadi attivi iltnrnonar all,udienza del g.J,2.09la causaveniva . posta in dgqisincall'esito delle comparse 'conclusionali e dclle memotie, ' , di replica.
?r

''.

MOTTW DEr{ t DECrsroNE

It ooessrna Giuseppe ha proposto nci confronti di Anz salvatore e dell'Asscssoraro Regionare Terdtorio e: Ambiente domanda di tisarqimcnto dei danni morali e matedali per ra redazinne d.i alcune note da pa*e dett'Anz, nelra quantit ;-;r;";" un senrizio l-ttt qeu'assessorato regionale.

"

In particolarcI'aftore larnena il contenub diffanratodo di ue note: 1' la no'u n. pror. s60g1/07 ha:ad oggeno: '?iano regionale di coordinamento per la nrtela dclla qualit dell'aria ambiente - Il silenzio omrtoso, lc menzogne e il fares storieo dei rapprcoentati di Legarnbiente ' sicilia * L'attivit d,iuna bandadi lestofanti (Genchi,Fonrana,Messina),,.
4

^t la nota n. prct 87942 del 4.12.07ha ad oggeto: '?iano rcgionale di . 2.

coordinarnento per la- nrtela della qualit dell'aria ambiente - Il falso di l-egambiente,sicilia di polizia ,rcspgnsabili -.,Indaqqu Giudiziaria delegate dalla Procum deila Repubblicpressoil Tribunale di storico dei

diffamato 14RegroneSiciliana con rna sefle di gtavrssrme. menzogne e falsit, raggitandoi giomalisti.,.indegna sceneggiata'sa stata allestia da una c;ncczdi rmbroglioru che ymbrano affenre ad un settoie deviato di Legambiente...l'
: -: ''

3. la nota n. prot

640/07 ha ad oggeno: :?iano,, regionale ;di

coord.inamentoper la hrrela della qualit dell'ada'ambiente - Il falso dei tesponsabrli di Legambiente Sicilia - Atrivit di-ffqnatoda di ltoticorna banda dircialtroni (Gench! Canrnatata,Fo.nana,Messina) capitanata ' dalla madre dei lestofanti: il galeotto Genchi. In talc nota si legge "itanda di cirhoni..i responsabili regionali di I-egambiente hann gpvemente diffamato ia negione Siciliana .or, ,rrr" sede di rnenzogne e falsit mgglpndg i,, grBmalisti..cri-c_Ehi4_ di imbroglioni...$ettorc deviaro di Legambiente...ilgnrppo di tre cirlaani
:.-..

f)
AT

(Genchi, Fontana, Messina): ...atteggi{nento. ,, otneftoso..trio


ti .

di

lestofanti...i ue illusionisti hanno &audolentemente caqpitola buona fede dei giornalisri da perfettc canaglie,..banda di cialuani, incompetenti e in malafede, ryrimati esclueivamentcdalltc$gerya di assecgndarerancori personali e interessi piiva4 alla ticercr disperaa di un'improbabile

vendetta...azioni sconsidcratcdella cdcea di mascalzoni che ha dato l'awio, naecondendosi sotto I'inscgnadi Lcgambicntea questa indegna g zz^tt^...banda di canaglie che si fa scudo delle band.iere di LegambienteSicilia...emeriti cialtroni..il dott Genehi con i suoi amici lcstofanti,.caecata di caetroneric but&te al vento da un gruppo di tnanigoldi, professionioti della propaganda e della

Regone Vcneto, venendo ingeriti dati relativi al territorii a.u" pianura ptdana o comulque evidentemente non relativi alla Sicilia.In tal sensoin data 21.17.07ii , tenirta una confetez;a,,st"-pr;_, cui ha partecipato
I

. . . . . : . . : . ' ' . - ' ' ' . . ' : , - ' . j] ' . . ; . .': : .

,rir*!ro;i *o.ri suna'r**" "pp"rri: anche nanonale in cui Legambiente denunciava ale, fatto (ad es: articoli ,:\ . .-a ': ' ..... .'
... ..- ,., ..

,ed,inortre sono anchel'l'attrc,

del 2111t0/ su'T-a sicilia", eI 22.fi.a7 s,r,r.ttGiomale, di sicilia,,,del.


22.11-07 su "Il corriere dellas en":24.1107'su.T-a Repubblic a,,,7.1n.07 su "sicilia'); Tali denuncehanno avuto risonanzai televisione. .. ' 5"r convenuti sostngonoche tutto.ci, stato monato dal Genchi a causa
'jt

:.

della sua sostihrzione con l,Anz.. :_ i .

tt

,In p{mo luogo da osserv,are come il Genchi ngn tisulta parte aa ,p:esentegrudizio, e qurndi evenhralicondotte ai qo;rb; anchepregresse pranq non. posSono essere ogetto- di lvduazion. Quanto poi alle dichiarazioni .ff.ttot 'da[a Legambient, e i dai suoi rappresentane quindi dal Messina e dal Fonana, nonch dal Genchi relative al fatto che il piano in esamefosse stato copiato da quello :del veneto, sia in sede di conferenza stampa che nei vad giomali" si fientainviagen9ralenelI,ambitodeldirittodicronaca.cdtica.Infatti:ron= contesato il fatto che il piano regionalefossestato formaro 1'- prendendo 1 come base quello del Vcneto, tiport'ando peraltro tiferimenti alla pimr,u,a fi:r"iPadanao comunque widcntementc non relativi alla Sicilia.In tal senso, ' peraluo gli stessianicoli di stampaevidenaianocome l,assessore, i'1if se da un lato ha contestatoil plagio, ha oostenutoche il piano del Veneto ef,astato " Preso come canovaccio,potendo essefcptesenti dei ..refusi,, o .,ef,rori rnateriali" nel documento di oluc 400 pg in cui nel piano risultavano tifedmenti non riconducibili alla regioneSicilia;ma al Veneto. Inoltre con nota del 30.11.07 il piano di coordinamento stato modificato ' elirninandoi dfcrimenti al temitorio della Regioneveneto. " A fronte di ci deve dtenersi che il contestogencraledelle dichiamzioni in cui anehes tnezzodei massmedia stato dcnunciato come .ncopiato,,
7
t.,,
.l

0,

CI
,;Nelqaso"dispecie ciica il lvfessin4"l:unica dichiaraziorr. *i i convenuti " cui questo diehiaravainsieme al Fontana; ,.il piano va titirato, occo*e

espiotarnepte dfeqimento queilr der22.rr.07s,r'LaRepubbrica


Ic reeponsabitd e sepe,rcasosian stati utilizzati fondi pubblici

la suarcdazione".si uatta di'na dichiarazione che non parcin arcun diffamatoriq dk lucedi quanrosopraocservaro circail piano.N
tono in alcun modo travalicala corettezza del linguaggio.

poi alla conferensa starnpa"del 21J7.a7,Ron sono

neanche

singoledichiarazioni resedatMcasina. Del pari non vengono le dichiaraaioni rescdalMcssina a Canale 5.


i siti web a cui fa rifcrimento t'An lo stesso non Ii dconduce al in relaaione all'attore, da escluderc la ticonenza della
8

VenendoallaponatadiffamatotiadellenoteafirmadellAnzi..nellanota n 86097,che d conto dela situazione iitu di uigenza in cui viene insedto il
!,

.-,

'-.',

..

,'::'.'i-:-::-

-r:

'l:t-

-i

::':t:

'

piano, l'attor viene indicagopivolte come facenteparte J *" banda di Iestofanti,insiemeal Genchi ial Fontana.-Inoiesi a'rretmenio aI fatto che l'attore insieme agli altd due si siano comportati da perfette canaglie

omettendo di rifetire dell'esictio; a norme'ch.'impo@


''

,rrr"..*

s.truttutaal piano. L'attore, con gli altd due, viene indicato come facente incompetenr;'in-malafede, parte di una bandadi cialtr,qnr" di una cricca di .:- ': .': .' t d, mascalzoni, di emetiti cialtroni, di manigotdi 'professionisti della ptopagandae della diffamazione.:, nota n. 640l'attre viene indicato come facentepare di irna cdcchia di. imbroglioni che sembano fei,te ad" un sertore:.'d..ri"to di
tl|t tltt lll, -tl . _ .. ,
. . i. r

.'..,cricca di manigoldi , banda. di , diffamatoti (Genchi"

scenesiatura allcstita da rrna cdcca di imbrogrioni che sembtano afferce ad t n sertoredeviato della l-egambiente. le affermazioni dell'Anz potevano trovare una quarchegiustificazione, d didtto di cdtica, per quelle pafri in cui nelle note $,lbensruava le dichiamaioni f,e'e anche alla stampa cfuca la portata

i::''dell'attivit di 'topiarura" del piano,dalra semplicc letnrmdellenote pare


,' . t

',;evidentcche si sia travalicatoil principio della continenzq risultando il .linguaggio utrlizzato non corretto ma pesantementc offensivo. L,attore

ijvicne indicato come facentcparte di una bandadi restofanu,di un senore deviato della tegambientc, di una cdccr di maacalzonr,di manigoldi" di

, ptofesrionistidellapropaganda e delladiffamazione. Tranandosidi note


tnviate ad una pluralit di destinatadpare sussistereI'estremo della diffamazione. Devfesserc q,rindi riconosciuto all'attoreil risarcimentodel danno morale,
I

essendosiaccetta,tzin concretor".o**irsione
wttamanone).
rr

di un fatto reato (reato di


'.i : -': ::i_: ..

i La liquidazione del danno dev, oggernvamente@ravitdell,accusa)

pisan'" I incidenzadell,accusa 3c9use non, . {pafeparticoIatmentesignificativa,tmtandosid.iinoteihehannoavuto


L '.

. Nel caso di soeciea fronte front di .li o^^,.o , 4

diffusione alquanto limitaa e-comunque ne[,amuo aedi organi i:l-" ,e*rto conto-,della:pgbblicaziorrri,rJ #:rggionati, anche._. ,ito- irrt lr.t Alla luce della gavit de['accus,4 pateequo riquid.r p* a*o morar. all'attore la sornmadi.q l0 000,O uU,"tr.lit (comprensiva di-interessie
i ; . r. . . : ._,, j.,'

i tivzlutazione)-' su ale soinm"l,orro dooo4i .ooo*;dsi i credito di 1valorein cedito di vatua,s interessi r.gdi dalradaa,di pubbricazione presenrc sentcnaa al saldo. ar pagamento di t rg ,*a ;.oe
; Sondannatol'Anz{ autore delle ptedefte note. L'attote ha chiesto ancrre il tisarcimento dei danni -o.rr"r. ;.risultanoprovatirali drnni"radomanda devtsseredirutt"s",,l II Messina ha ptoposto domanda di risarcimeno dei danni anche nei confronti dellssessorato Regionare, ner cui nome |r\tz ha agpto. Tare domanda statapropostain quanto rsscssorato non si in arcunmodo dissociato dall'Anz. E'da premefterecomeil doro delra diffamazioneescrude cheil contenuto Non

devtssere

offensivodegliatd possa essere imputato in quanto tale allssessorato,


non dsultando applicabile Pan. za4gc.c.,spezeando l doro il rapporto di itnmedesimrzione organica. L'attore neil,atto di costituzione imputa all'Assessorato non una condotta di conco.r'o ner reato - gi di per s non configurabile ma una condotta omissiva successiv4 che chiaramentc non integra in arcun modo una dtffanzziorr.,' *
IO

Ia'domanda

;i

pfoponendo a stvr voltl doqanda di ptoponendo risarcimento dei 0"""t l.," confronti "" dell?nz e dell,Assessorato Temitorioe Ambiente.l : ,l ,

,,.h ti" preli-qi4a1e si devc afftontarc ra questione, rilevabile d,ufficio tratgldosi di dspetto der sistema deila preclusini dell,ammissibirit

: l: . _.

'1E'da dcordareche l'aru 26gc.p c.prgvedeche l,intetvento der teeo pu pino al momen:o denaprecisazione delre concrusioni (comma 1) "*t*..
: e che il terzo non pu cornpiere atti che al momento dell,intellrento non

.sonoconsentiti a[:,'dte par4 saryaltccezione,espressamente prevista iper il caso di fitisconsone necessatio preteunessoche non v4 invece, I incontro ad alcunapclusione. Rilevato che la qtata disposizione notr differenza a seconda del tipo di

fl

Intervento, e che nel caso di specie I'intenrento principale, facendo

l'interveniente valereun proprio diritt6, dev,essete af&ontatala questione relativaall individuazinne dermomentoin cui maturanore preclusioni in taletipo di intervento.
sono fornrati sul punto tre otienhrnenti (cft. Trib palcmro 30.3.2007): ,,$i

limid ternporalialrapossibilit !) non esisrono per il terzo di formulare ,domande e richieste istnrnode.re precrueioni va*ebbero soroper reparti
,otigrnarie del proeesso,rna non anchc per gJr interyenienti (parte deila gtruisprudenza di merito e partc della dottrina). L'a* 26g, conrma r,

carebbc nonma spcciale e prevalente rispettoagli articoli 1g3e rg4 c.p.c.


tema d,i prcclusioni e 16g eorrma 2 c.p.c.. Inolue, d,iversamente veffebbc mortificato un irnportanteistituto proccssuale quale
l2

'':. 1. . -

Iintenrento: Quindi: il: teri interveniente potrebbe in ogni momento


'; i t : i...,. -. .. 1 .. . '. . '

i. , : : , ' . . - l' , . . : - ' . . 1. . , . . - , . . - . - , ., . '. ., . i. i - , . . , -

..:

f . ...

fudienza di trattazione ed PtoPotre una-domgdainuoVa,':nche,dopo


'---r,,.. : l " anche per plopo{re . domande nuove in _in--assenza dei presuppgsri,
'.'.' i. ' . . . . ' = . ' . . ; . . - : - : . .

'

':

quell'udienza,(ossia di,unipoiesi.di reconientio reconventionis),senz,^

dovtebbedsp'ettate le preclusioniistnrttorie evennralmente gi maturate


t t, .. - , : -" ', 1 i. ' -_ : ; l '_ :l :: 'l

'': ' .

':

(certa dottqnae, Crr;s, 477 1/ 99; 283! / 03;21060 / 04;15787/ 05; 3IBG / 0G; 10371/06). Il terzopoffebbe peranto proporreunadomanda nuovasino
al momento della precisazionedelle conusiod, ma'nn, 'aweube ta ''' ' ' facolt di prova. La tesi si mostr4 tuttayl4 : contraddittotia atteso chq non, si vede che

seriso avrcbbe consentire, al tetzo di

anotrate uri pretesa : nella

che ale prcle9a dow essef,e ngetata per l mancanzadt r- corisapevolezza uft'supporto di Pro-vadocumenalc o tipica diverso da quelli offerti dalle altre partl Peraltro, non si comprende perch le preclusioni di cui al secondo. comrnadell'art,268 debbanoessef,e solo quelleistrutto_rie e non anche quelle asbirtive.
.:".1

3) Ia proposisione di doqandc, anche da parte del terzo intereniente, possibile, ex aftt 166-167 c.p.G., solo fino a venti gro*i prima

dell'udienza di prima co:npatizionc. La formulazione delle istanze istmttorie va cffetnrata nel 5685/88). Tale interptetazione nel sensodi ritcncrc ehe il sistemaatfirato dall'arr 268 c.p.c. un sistcmaabbastanza rigido e pardcolarrncnterestrittivo in ordine ai poteri del terzo interverucntc. In effetti, per quanto conccrnele preclueioniasserdve, esclusala ipotesi d,iinterventore adcsivo dipendente$l qualenon fa valere domande nuove nei confronti delle parti originarie rna si limita a sostenrele tagioni di l3 lspetto dci temirri' istnrttori;(v. cass.

' :l

,rI
!

che sono ormai preclusialle prti del processoal momento dell'intetvento


:-. ..., ,'

- va letta.trrelslnio che,'esia'precludenon soltanto lo svolgimento di

talch, non p.t*"sto.

alltinterveniente pfopoffe domande nuove, hon

pu aver lqogo finch non siano ptecisate lg conclusionr, senza che 5ia
t , , i - - - ^- - - r - 'r - - .- r '^:\ causagt in le p^tfl pet consentito di compiete atti ormai preclusipet .

novella'del va coordinato con le scansioniprocessu4liintodottc d^11^


-

1990.

.'

_.._ -...-i:
:

':'i

i, .:, ', .
l ', -

:i:

," .., .

.t

-,
'-

Conseguentemente'scaduto il terrnine Per la tempestiva costituzione del


.'

convenutq,' ammissibile soltanto I'intewento' adesivo dipendente e non

non PfoPone una dorrurnda autonoma e si L'interventote.4desivo,- che_ limita a chicd*e I'accoglimentodella domanda della paf,t adiuvat4 non i"futti soggetto al regime, dellc preclusioni. Lintervento adesivo

delle conclusioni. dipendentepu quindi athlafsi fino allaprecisazione N il teunine ultimo per propore una domanda da Pe

dell'inten'eniente pu essereidentificato con quello dello spfuate delle preclusioni asscrtive,posto che la vadazion:del thema decidendum uamite uno emendatio libclli pfesuPPone logicarncnte una Pfecedente domanda c I'assenzadi una prcccdente domanda tcnde qualunque successiva domandauna dofiIandanuova. Il termine per le domandc del tetzo qucllo dai venti Somi prima della 67 c.p.c.). (artt 166-1 prima ud.ienza dopo il detto tcrnine si trasforma t'intervento principaleposro in essere
l5

'

ii

rr

| -r#-T:?FI

allegazionidelle parti cstituite.

soltato'; nel' 'caso*t,.irr,''",-r-.I'intercsse,,, ,. de!iintwe*.11". ,oiff dallz .I ,, "' ., -ecezioni ticgn-v9nzioo4a,.'o'';dalle del.. " convqnirt:'h,,,domanda' Sar,a+,.i!.'',''.,"':.,"''
' ammissibilese fotrnulata entro la prima udienzi Questo non detetmina ".','' :''.

il.".

lesione"del diritto 'di azione, ttr^r'prri r


'

A irro,r#j
-,1' .'.4*1 9$

oo .' "
t

''.*^uis '
l- rt

separato gru{izio- .*.- .i" n

per la tatdivit della domandaii ' ^ouoi.'"*r dall'inteweniente nei confronti dell'Anz" atteso che tale domanda non si fonda in alcr:n'modo sulle eccezioni o s'ila domarrda -l,Anz! che in -.---,.-----., . .;..,.... .
. . -a

Deve qoiodi '.ooitrati

nessun.lmodo.fa:.'df.erimento.'al.Pelletito.Del.pad''devetitenetsi
..:

rnammissibile in'qiuanto ardiva la domanda proposta dall,Anz nei


! . ;

r ".1i.s

'

183, comma vL'n. 1, cp.c., ^n rron essendoammissibilidomande nuove in questamennoria. '^: pae'vrceversa - -- : L'interento del p-rrelleto aqmissibile per qulto attiene.: ' domanda.nei confronti,.dell'Assessora;,..traandosidi una domanda .' ^fra consegugnre alle eccezioni e domde dellsscssorato, fondandosi
. . :'

conftonti del Pelletito nella memorr^ r*

propdo sul fano che nella comparsa'siadduce che il Pellerito avrebbe agito uniamcnte al Messin4 al Genchi e al FontanaLa domanda det Pclledto si fonda sul contenuto lesivo del contenuto comparsadi costinrzione.Il contcnuto'di un atto processuale, tanne le ipotesi in cui non sia esrraneoall'oggctto del giudizio e non contenga espressioni che travalichino le coffettezza del linguaggio - il che da escludcrenel casodi specie- scriminatodal rtirtto di difesa,dovendo escludersi che integd il reato di diffarnzionc" pefianto la domanda del Pellerito nei confronti dell'Asscssorato dev'esscre rigetra ta. Le spesedi giudizio scguonola soccornbenar nei rapporti ra il Messinae l'Anu. La liquidazione eornc da dispositivo e tienc conro della somma
t6

ammissibilese fornulafa entro la prima udienzaQuesto non detemiin" *:;'i': alcunalesion:.delditittodiazione,attesalpossibiIitdii,,,a*"i".oo.


. r:+d_r:s.i, i4'r$r+ *. .t- il

separatoeiudizio. , :
?il

,.,', .. ,1' r

.r ,. Deve qui"di

concludersi per la ardivit

della domanda aoaozat

dallintereniente nei confronti dell'Anz, atteso che tale domanda non si

inammisiiuitc :in'qoanto ardiva la domanda proposta td"ll,Aor rr"i conftonti del Pelledto nella memotia ex art 1g3, comma vI;'n non essendoarnmissibili,domande nuove in questamernoria. L'intervento del Pellerito pare viceversa ammissibile per quanto attiene alla domanda nei confronti dellssessof,ato, trattandosi di una domanda conseguenr. rU: . eqcczioni e domaird.'dell'Assessorato" fondandosi
. :.'

..

1, cp.c,

proprio sul fatto: chc nella,comparsa'siadduce che il pelletito avrebbe agito uniamente al Messina,al Genchi e al Fontana. ta domanda del Pclledto si fonda sul contenuto lesivo del contenuto -: compaf,sa di coetifirzione. Il contenuto'di un atto processuale, anne le ipotesi in cui non sia.esaneo all'oggetto del giudizio e non contenga espressioni che uavalichino la cotreftezza del linguaggio - il che da escluderenel casodi specie- scriminatodal r{td66 di d.ifesa, dovendo escludersi che integd il reato di diffamazione. Pertanto la domanda del Pellerito nei confronti dell'Assessorato dev'essere rigettata. te spesedi giudizio scguonola soceornbenza Rei rapporti tra il Messinae 'l'Anz. La liquidazione eomc da diopoeitivoc tiene conto della sonma
t6

ticonosciuta .'..

In

considenzione

delia reciproca :' :

soccombenza

paiono

sussisteregrusti motivi di compenszzione nei rapporti tta il Messina e I'Assessorato. Cfucai rappotti tra il Pelleritb e I'Anzi paiono sussistere.
' --]"-;--: i: t I

grusti motivi ai 'c"mp.osazione' aeile ,p.r, tenuto conto che le


' :.

reciptoche=dgmlgde sono state ritenute inamrnissibili In telazione ai tapporti tra- l'Assessotato ' il. Pelledto, in considerazione della

comPensaaooe. ,,.

'-.
'': -':_"'

'
. .t

:.

.,''' '.', , P.Q-M:'


:... a..t :.

Il Ttibunale di Palermo in composizione monocraticq sezione prima


civile

'.'

::a :

.-

condanna |Anz al pagarnentoa favote del Messinaai g ro.oo0p0, oltre intetessi legali dalla pubblicazionedella presentesetrtenza al saldo;
' :'

tigetta la domandadel Mgssinanei confronti dell'Assessorato;


:.

rg.tta la domandadell'Assessot^to nei confronti del Messila

..

r ,:.

dichiara inammissibile Ia domanda propost^ d^I Pelledto nei confronti

dichiam inammissibile la domanda proposta d^ll'Arra orrftonti del Pelledto; ogrr4la domandaproposta dd Pelledto,nci confronti dell'Assessorato; condanna I'Anz^ alla refirsione delle spese A gioairio a favore del Messinache liquida in 1.450,00 per onot^4 1.160,00 per competetze, 300,00per spese, IVA e CPA; oltte spese generali, compensale spesedi giudizio relativamentealle altre parti.

,5.3.2010

r1 7