Sei sulla pagina 1di 33

.

I /
t:::

-..a,.. .:;/':'", ;

.{

,4J(

libert Bose: Bibbiae


fr e ,na frasece la l'ad'zone ' ncheEnzo Bianchi monastica cDesco : < C o po Dere ') 'i ' c o minco'r." ll' .ep-ero " b - ' " di " ' " Bose e fnrcc - - - nr r -r nc mettcrc. i n g ' o peranamente, nelnon adagrarsr, co quotrd .<vita >, nov ct e rd, ta -onal cae appJ.To a la mento, cammno, Un rnvto incessante .-'.o\ r-^e d - n s o. a . c o , ella e d e c - o r eN G e,s u r lS g n o ' e , sequea c e l l- r i c o ' e c e s s c r io
l-hi rnrn:<<o rJnnn rrenr'rnni ra n rtrc+:

comproradicale, senza unatestimonianza


r1npllz cnnol . deol * nl I * ^..1. ^. Al'. . ' l. r)i )^ lu lllvl LdPlr,,u U4l rc, ^lld ' ^ r - r^ ^ r - - - - . ^ ^ - ^ t ^ " ^ i , i . i . ^ ^ ^ .^^i, ^, llzl c d rd Ld)d Pq Br v)PlL | )l )u lu d5lu t rrn) .All: e or,:ndc rhiec.: en f ri ne' l :rco5

6 a Ia cT n/ 'l + :l + I ) i q ln 7 I | / 1 UJ Ld 1i 4. F t lro d tr

/r)rLdLU

i' i-.+^ -

'U

Ud)-

- - - ^ ^ 1 ,) ,: ^^-- i^ -.^r )d lu u rrol u il|rrdr u


Ptu

aL Ldala crclos

t'aztae ce Cor-r'e d lYag^a^o, srllaSe-a moren ca Lralvrea e Brellasteruerebbea 'ir-onosr-e'e l; n cco a co*rrtrL ir cut c'rcolavanole n.rrnle de Cor ciio.e lavOCe dello Sniriln crrooerirr.r forme nro\/e d nreqeaTa

.nncd napi.rr r co. ce1.de Pad'de dese. ro o olis,^rij-t de.aradizo'e ro-asrca,bers l ' o r ib i a r ^ c h e sob''ane.Le ega-ti ei detle edizion Q q ao n .[ p p u e o s o i t ' t o -edes -o: seah'eco--n Taae eg stes-eenct r -ntcrno rlmrter^ - ofoldira, ^ ^ a d e g l ;r ^ z i ,s ec o ng , co Co'rL I ca'sma
.^^i ^.^^^ dt t I dt |u

'-lrazia, Ne e p'ovaanche ron cos a Bose, 'i-.. tef e-,:aolia^n ci oe' la PenrecosLe di

A.-.F.f^,^-^f^. - ^ ^ 1 . , . 1^ ^ udr dLtdLU rd Pr urc4 d LUr r rd u P v

2E 011 42 -SETTET/BR

j:,.

- , = - -

- =

fedelt e perseveranza, duevirtche, <nel tempofrantumato e senza vincol>> di oggi, <<si confgurano come perogni una sfda essere umano e. in par-ticolare, peril cristiano>. Fedeli alVangelo e allatradizione monastica, alla <grande nube di testimoni>> Elia e Giovanni il Precursore, Antonio e i Pa- : -:\\ /1.1t ^^ h: ni)' il rnnnnin i ^".1" \\!r ru I vt | | to ptu il Lvt o55tw ut pdt tddrideldeserlo, Pacomio e lYaria, Basilio e ': -: :! Derseveranza ntantomenodi eterMacrina, Benedetto e Scolastica, Francesco ^ -z -?ter,ie le so.e'le - cuifa riferimento di Bose ricordano il e Chiara e tantialtri En-: 's , ire dellavita cristiana: <<L'incontro zo Bianchi nelle Irccce spiituolt all'origine -:- I c cheviene>. Comelasentinella di della Regoic dl Bose, E perseveranza: nelle ': : :: -- -a^o azzonleallaricerca dei priscelte essenziali, in ci chedawero conta, 'aloa -- :1; :' :e e,a cri cniede quanto resapendosi sbarazzare dell'accessorio e di -- := : - I -e, '-spordono: <Viene il mattino, quanto ingombra il cammino, Da queste :: :-:-e :. ^cte: sevolete domandare, dodue virt dipende anche laqualit delle rela- ' : - : 1 - - .:.: - . e t n e v , v e r i r e . ( >l s2 | , | 2 ) . zioni e l'attenzione all'altro, la caoacit di ::- - ^: e: eccoil vero ruolodei mosondare i cuori e le menti. - 1- -:^' - : con-e dal vista a lunga. capaFin dall'inizio, Enzo Bianchi dice di es: - : l - : a c r ' , e . tc ah e i l l o r os i m b o l o serestato <abitato dalla convrnzione che : .:::': . c a celra r^otte, E di conrugare ognr monaco siainnanzitutto un cristiano
'-:'-.- =^!'? cuando 'orizzonte chiuso, - 1- :: sl rc e larealt ecclesiale domi^ )-'::r_ a .- :oiorechecomenebbia autun-=_: ..r.,a awoloe.ee intridere tutto>. ' .: -:-pc della prova e della sofferenza. <in -- :r:ca appianira sull'immediato e sull'ata nv io a nersp\/FnrF

:-

. '

nFr2 qn-

chieser:'c-a- :: : ScnSeccrc::-: s:?e


O Un Cel,^t t : -:

dol moncsrc.::3:se, A slnistrc; u: a:'s:i


an
l r J L

/.
J

X e

.?

A::.e sont'Antan;c
rlihintncttr.^

dellovecchto ccDDe, c dello Con-' .c

-4 SETTEMBRE2O l l3

il l2 settembre intellettuali francesi so agli (accostagrammatica 2008: ed escatologia incongruo tra due mento apparentemente in comune). Mala realt chepocohanno l'amore perlo studio, il lavo<<grammatica>, laricerdelleregole, ro benfatto,rlrispetto accurata cicheconcafologicamente nelle lo scriptorium di Bose: traddistingue della Chiesa traduzioni deiPadri molteplici Regole editoriali, dalle altreimprese o nelle per aitesti Einaudi, monostiche d')ccidente, MondadeiMeridiani suMaria nella collana il martirologio deitestimonl, dorie al Libro San pubblicato dalle edizioni ecumenico lanuovatraduzioPaolo. Senza dimenticare giorni der che E laPreghiero nedelSalterio. dicepermette della Comunit aitanti amici comeparte di un le ore canoniche lebrare delPieinvisibile chedalpaesino monaslero Europa e oltre. monte siefendeall'intera questo: un moBose anche erch mura, fattodi persone nalerosenza guardano come a Comunit chealla "generato"monachesimo frequendi amici che riferimento sicuro, dalmonachesi- un al o cheaspettae spintual tanoi corsi biblici sDeciale, ma nonun cristiano mo stesso>>: incddelimpazienzalaregislrazione no con in fedelt al battesilaico che un semolice Biandi Enzo lelezioni lenuove conferenze, ebbri di Dioe di mo sipone sulla scia degli le letture bibliManicardi, primi pace chio di Luciano quei alla monaci che, inreazione gl Chial o di DanielAttinger, neldeserto egizia- chedi Sabino andavano costantiniana, e di altrifratelli o le meditazioni e di me/ote, il mantello interventi no muniti di bastone checoni convegni indu- sorelle. Un monastero daunico di oecora cheserviva di oelle gettaun ortodossa di spritualit Antonioil annuali Perch, comediceva mento. possiedono eliminando ponte I'Oriente cristiano, verso solo dueco<<i monaci Grande, ecuneldialogo incomprensioni e pregiudizi e laLibert. se:le sacre Scritture Bose di esistenza, In quarant'anni inmenico. leSacre Scritture, studiate, A Bose monaconnumerosi rapporti Elaliber- haintrecciato labussola, meditate, sono dagate, grandi spintuali con i centn occidentali, Una libert chesiespri- steri t,iltratto distintivo. haospitato vescovi, russa, virtdrmentca- dell'Ortodossa menell'esercizio di un'altra poparlar monac di ogni confessone, teologi e forte, sen<<Dones)o>, il chiaro e fa,la libero di unoscambio comeluogo prudenze nendosi delle za velidelle convenenze, new dge, senza cedimenti e fecondo. Senza o dell'ioocrisia. ecclesiastche neilibridel mode, haproposto, cavalcare di latestimonianza Bose insomma paradossale, (manonsolo), una un'arte di vivere, e di relazioni priore unavita<<altra>>, alcuore anche cheparla deigiorni mista e interconfessio- saggezza nuove: una comunit in ricerca, e di uomini noncredent Mac'un binomio di molti nale, di unit. orofezia Comeil e artisti di primopiano, Eil bimusicisti di altri. lacarafrerizzameglio cheforse ArvoPrt, o il piansta estone monastica medieva- compositore tradizione nomio della Michele e il percussionista Stefano Battagla padre nelsuo Leclercq le di cuiparla Jean dedicato Bianchi hanno che a Enzo perle/eftere dlDio, ampia- Rabbia e desidedo Amore (Ecm), i pibelli di Postoroie XVIneldiscor- unodeibrani mente citato da Benedetto

llpriore diBose, Enzo Bionchi, neiboschi intorno olloComunit. grondi Ne//e duefoto dell o pogtn o successlvc, /esore//e doll'olto: di Bose duronte nello unocelebrozione chlesc de/monostero; in uno olcuni ospiti suculsi deicortili gliedfia offocciano dello Comunit.

201.I 44 - SETTEMBRE

insstessi implica questo doppio movimento:ilritrarsi inuna cella e l'aprirsi alle dimensioni delmondo, Coltivare ilsilenzio e lasolitudine comebenipreziosi, amando profondamente lacompagnia degli uomini. uesro perla<<grammatica>. El'esca<<Nefla confusione deitempiin cui rologra? Essa <<memoria delfutu- niente sembrava resistere, essi volevano farc>>. tensione versoil nononcoro, sere lacosa essenziale: impegnarsi pertrovare gno diundesiderio che sar colma- cichevale e permane sempre, trovare la Resno, Perch i monaci, pidi altri, Vitastessu, hadettoBenedetto XVI desli ^ :hi:rc r n r l i m ,,_, n r e _ ^ . _wtsofla, In antichi monaci. Ede cos anche perBose Si r., :e a cn1defnitiva La loro non fuil nostro tempo di nebbia, di grgiore e di a- - - - : , a [ c e r c a , sequela : q u o e r e r e torpore spirituale, suquesta collina delPiel=--,::.:aie Dio,Sovente Enzo Bianchi rimonte sigettano i semi di una stagione nuova, di unrinnovamento chenonsiintravede -: :-: -3 '. secc o da Costantinopoli scelancora, macheverr. Preparato silenzjosa:: 1 . : :: :eser-.o. sulle traccedei primi mente daquanti, comei fratelli e le sorelle :-:':':- *Yc-acoe colui c h ee s e p a r a t o di Bose, testimoniano lanovit delVaneelo :1 --: e -r.iro arutti)).La ncerca dell'unit e l'intelligenza della fede. Piero Pisarra

l-: -: ^rc drsco. E poi lapratica della iectlo : . '., .e conronto quotidiano conle Scrit---:, [^e Bose ha contribuito a rinnovare e . : =crcere in tutta la comunit cristiana.

/n guestd col)nno, dall'olto: un cippodt pietratndrco lo strodo perBose; unmonoco nell'oto olle prese contl roccolto deiprodotti coltiv oa do||o Co mu nit; scorcio dell'otelier dove "scrivono" st le icone,

-I 4 SETTEMBRE2o I5

era In principio la Froternit d va ecumenica Piove a Torino.Poi della la maturazione monastica scelta Bianchie, di Enzo sulle sueorme, deiprimicompagni di e compagne awentura.Chesi in una installano isolata sulla cascina di Serramorenica
lvrea: ttle Bosett,

tutlo iniziato: Come poch i ratellia(Le Buche>>


ra il 1963 e il 1965in un arcodi
tcmnn rninridpnr'c ron l Conclio \v/d ^L+ : ^ ^ ^ ^ I r T ^ i ^ ^ ^ ^ - lIn i Z i a t i Vd ai tLdt tu r, d I vr il rw,
PEt

& {i

e *
L'otrio delloComunit di Bose comeera un tempo.Nellofoto gronde: di unoveduto l/ compiesso come oggr delmonostero.

giovane iscritlo universitario Enzo Bianchi, e commercio, di Economia allaFacolt gruppi spontaprende corpo unodeiprimi una ventina Locompongono neiecclesiali, e un e battisti, di cattolici, cinque travaldesi perleggere e ortodosso, chesiriuniscono prima neilocali del pregare di Dio, laParola poia cainvia XX Setlembre 83. seminario, ecuinviaPrave B.LaFroterntt sadi Bianchi - questo il nomecheil menico dtviaPiave prega delgruppo sera laliturgia sid ogni settimana, il luned, le oree unavoltaalla biblicoll gioved, organizza un incontro gruppo conle domus grazie legame del al di donGiovanProCivitate Christiana della

di celapossibilit hanno niRossi, i cattolci domestica. lebrare I'Eucaristia memche alcuni contesto inquesto a percepiscono lavocazione bridelgruppo la matura Bianchi unavita di celibato. di dopoun'esperienza nell'estate del I965. quaranta giorni con la comunit vissuta di Rouen Pierre nella bonlieue dell'abb quattro persone della altre Grand-Quvilly; awerlodueuomin e duedonne, fratemit, a Perdar seguito chiamata. no la stessa un luogo ricercano quell'intuizione iniziale insieme una vitacomune adatto adawiare - in dialetto <le a LeBose e lo individuano -, piccolo Ylagnano, frazione di una buche>> e Biella, tra lvrea paese morenica sulla Serra verso contadina dall'emigrazione spopolato francesi e svizzeri. italiani, i centri industriali

2011 46 - SEI-IEMBRE

'' ,, , ,'.], == ====tt . ,

Pellegrino, dal 1965 arcivescovo di Torino, cheapprova ladecisione e assegna algruppo il padre gesuita Eugenio Costa senior quale referente e garante della comunione conla Chiesa torinese. Dunque, un mese - laFrapitardi-trail)l e il 29dicembre alla flne del 1965 Bianchi comrncra ternit celebra a Bose rlcapitolo suifondaa nsiecervi dasolo perlunghi pedo- menti della vitamonastica daiPadri deidedi,anche senonancora in modo serloa Francesco d'Assisi, Tuttavia, mentre cenrivo: , ad esempio, a BoseI'BdrcemBianchi comincia ad abitare stabilmente a : ' e , e d a l ,c o nu n ar a d i o l i ns ae g u e l ac h i u Bose, glialtrimembri della Fraternit decisi s-z delConcilio Vaticano ll.LaFraternit di afare vitamonastica maturano scelte divita . a Piave continua a frequentare Magnano fdifferenti e nonlo raggiungono a Magnano: ^c al sertembre I 966,quandoorganizzaun il giovane sceglie ugualmente di darvita, da :a-ro dr lavoroper risistemare lachiesetta solo, alla <Fraternit ecumenica di Bose>, ':-a cadr San Secondo, in fato d'abbanGli inizi sonoduri: la cascina in cui :^-. 'ecrrner:da 2 t. r r l t oe : I ' u l t i mo ac c a Bianchi abita incondizioni fatiscenti, priva : :-: ^ :u' ii grupposiritrova tufto insieme, d'elettricit, acq uacorrente, riscaldamento j : - -: a c';oerdersi, In ottobre,invece, e servizi igienici. lYentre laripara, Bianchi si : -)-::. -enln dellaFratemlt intenzionati mantiene coltivando l'ortoe traducendo : --l-.:=^ce.e:nsieme unavlta comune cedalfrancese ar"ticoli peralcune riviste italia:='?'3 lartolo a Bose. Perverificarsi in ne, A queste condizioni siunisce anche I'in, r,i:-- C3C s c.e, il 2l novembre Bianchi ha comprensione della Chiesa locale; il 7 no, --2.:'o rocJiocon il cardrnale Michele vembre 1967 monsignor Carlo Rossi, ve-

LaFratemit divia Piave gi loconosce e uti- inalternativa lizza, affittando conungrupro di Pax Chnfi - alcune stanze presso le rle :asc de'pofo dove giornate vivere d,ri:'o e crpreghera.

-,f,
'a ','.;'.' ..?-

EnzoBtonchr c Boseln uno scatta deglionniOttonia. Nellofotoin olto: il cordinole Mtchele Pellegino, orcivescov o dt Tonno, visita i frotellr e sore//e i delloComuntt.

SETTEMBRE 2011- 47

fervore \lell'ctmosfero digronde oll'tnregnavo che I \ post<onciliare allo cottolco ftnedegli ternodelmondo /eesperienerano Sessonto, molte onni di e i tentotivi ze nuove chenoscevano Ma vitoecclesiale. della rinnovomento ll primo durate. nontuftesarebbero in unadelle gennoio 1970, Pagine dell'esodo. Diario del suo concfusive di Dio deipopolo Cronache podre Bslducci, Ernesto 9'96A11970, del cottoliceintellettuali unodeigrandi olcuni annotovo simo Dost-conciliore, pensieri Fraternit di neonoto sullo di uno <l'immogtne 8ose, scorgendovi <Su di uno nuova chenoscel: Chiesa pressi gruppo di un nei di Biello, collino, ho occuconfessione cristioni di diversc poto, le poche cosuPole dodueonni, nucleo di vuote dal piccolo losciote per Sono cose in citt. migraa obitanti ta le modo di dire:ilvento fischia semcheIeowolge e la nebbio fessure vio, e portarsele diponarle bro quasi C' Ioluceelettrica. Nonc' nemmeno omici che di questi lo fedeporodossole in ossoluto di preporore, si propongono povert, J di domanbx il cristionesimo
dono di Domhec Soppio'na anchea Taiz, di presenza della a causa di Biella scovo glidomanda Schutz frreRoger ve il pdore, Fraternit dela tra gliospiti noncattolici - di dareinizio - senza - le ramocataL successo percona sola dauna peraltro composta inconseguente L'ar^no comunil. della celebrazione rolrco di ogni I'interdetlo commina monal sosta greco-otodosso, tra il mondo pubblica. e preghiera eucaristica

di uno Porticolore ro. ro nel mon oste scultu doll'alto: A destro, netcamPi sorelle olcune o Bose, unodei tntorno su cuioffocciono cortili gliedifici comunitori.

il paa llanbulrncontrz te Athose il 7 luglio L Athenagoms di Costantinopoli, triarca tempo,pero gli ann'di ellostesso dl tempo,nuovi perrodo Nellostesso lapossia Bianchi offrono solrtudine Caloni, lYarit a Bose passaggio di ospiti nella e nell'ascolto di crescere bilit tempi ai gi conoscuta lvrea unaragazzadi e di conodi Dio Parola della frequentazione e Novara di Ciardi Domenico Piave, di via model forme le diverse pi vicino scere da rifordellaChiesa pastore Attinger, periodi di sostattzscotsi Daniel tramite nachesimo, - glimanifestadi Neuchtel cattoliche' matasvizzera euroPee comunir presso alcure ll suostesso di intraprendere no il desiderro e il Cos, tra I'ottobre e oftodosse, riformate da Blanchi iniziato Nel percorso cammino. trappifadi sosta all'abbaza I 967, dicembre la prefondamentali gi segreta- sonoper soprattutto Villain, lYaurice Tam. Conosce Pellegrino' padre Michele di e Iaiuto padre dell'ecumeni- senza Couturier, rio di Paul cheBianchi, dell'arcivescovo delGrup- per consigio iniziatore e nel1937 smo spirituale

201 1 48 - SETTEMBRE

monostico nuovo, J ln'esperienzo \) maprofondomente colato nello tradizione dellaChieso. stot4 Questo sin doll'inizio,lo di Bose. ftsionomia Innovozione e recupero delle fonti, insommo. preghiero. Anche nello ll benedettino belgo F rdric Debuyst, architetto e liturgtsta, ricordova fomoso cosi-in unarticolo delI9B5- Ia veglio di Trasfigurozione dolui yissuto j/ 5-6agosto o Bose l97B:<Mitrovovo perlo veglio o Bose di Trosfigurozione, e ho potuto vedere 200 o 300giovani, perla moggior porte perterra, seduti oscoltare pit profondo la con attenzionei commenti scrifturistrci e patristici proposto chei fratelli hanno deitre testf dellcliturgio. Ciascun commento ho preso mezz'oro, trequarti d'ora, senza il minimo segno di stanchezzo,. Lacelebrazione si syo/to nellopiccola chieso romonico chei fratelli ovevono restouroto e cheil porroco delpoese opre loroperlegrandi occosioni. Quonto intensit piccola di vitovi in questo navota bianco, irrodioto di luce, in tutti questi sgucrdi diretti verso l'obside, e verso logrande icona della festobt. I
r -' ^oi'r comprcndendone le rzgioni, fa ob::: enzaall'interdetto comminato dalve.::', c di Bi.^lia. Con quef'ultimo, tra I'inver^c rel 1967 elaprimavemde 1l9 6 8h ,atre :: oquiinfruttuosi: nonostante al secondo : : -er7o lo accompagnino pacreEugerio l:ra senior e il provinciale dei cappuccini l=.'-e Jc Y>zz nertrq volteI'ordinario - . -arigiovane a lascare la diocesi. L'inter::*c cadepropriograzie alcardinal Pellegri' I :^: | 29 gugro | 968 si reca a Bose per , . -:.: iaFratemit presente anche lYari.=- '=-eunaconlerenza sultemaLo fede di ::.': -e, Podri della Chleso e celebrare l'Eu-:'=: a: i ar-crvescovo intervenuto presso --: -: s ie r s o r a l m e n t e , c e n d op . ^ o r R o s s 'ia ;:':^-e dellacomunione tra la cattedra di i.- t'xs mo e lacomunit in formazione.

rail3 e il 6 agosto l968 Enzo e Maritnecelebrano dunque il capitolo di fondazione; prima tuttavia, di incominciare unavitacomune insieme a una donna, Bianchi comprende la necessrt di unapresenza religiosa femminile di aiutoalla nascente comunit. Pertanto, il 7 ottobre l968 raggiunge la Comunit monastica riformata svizzera di Grand-champ, sul - doveMarite lago di Neuchtel hagisog- e domanda giornalo tra aprile e maggio aila superiora, suorMinkeDe Vries, di permeflere a unamonaca ditrascorrere un periodo a Bose. Passata unanotle in preghiera,suor lYinke acconsente, e il giornoseplrenfe suor Chrrstianne Mrn z r :rr .riL cr ol n | i v4 rn Pu Lv

Bianchi alla volta di Bose, dove rester fino algiugno del | 969.

Scorcto delloborotono di ceromrco. A slnlstro, doll'olto : frotelM otthi os ol lovoro nellasuo stonzo; lo spazro del monostero dedrcoto ollo occoglienzo degliospitt.

-4 SETTEMBRE2O l l9

ha collocoto il mona- presento oncheun puntodi riferimento o Prowidenzo I I stero per tanti fedelidiocesoni, perla preghiero, di Bose nelterritorio dello delloPorola e per lo spiritoecumenostro E unogrozia certsmente l'ascolto diocesi. pertuttola Chieso, porticola- nico, il commino checercoinfaticobilmente main modo per grondi e dello comunione.I re undono Chie- del diologo de/Srgnore lo nostro gli genere e incontri organizzadel convegni ecumenici solocole)). Un'offermozione pronunpu piacere. gli in uffici Cei, compo Mo se o ti con soprottutto non chefare e uno risorso monsignor liturgico, sono uno ricchezzo il vescovo di Biella, ciorla unsenso o portotodi monoonchepernob. Mono, allora acquisto Gabriele piforte. <Cisono ancherapporti concreti di ogliinizifu ancoro 5i perch proprio predecessore colloborazione>, monsignor Moaggtunge unvescovo di Biello, postol'interdetto no.<Fratel LinoBreda ne/Consiglio Mana, o porre di monsignor role diocesano, mentrefratel GuidoDotti neonata Comunt di Bosg troppo sulla - ecumenico. per l'ecumenismo pericolosomente e il diocesano troppo delegoto neipercorsi di formazione dialogo. Anche Daallora, tanto fortunatamente, partecipono i monaci con nSe c? stoto deiseminorist acquo possota sofioi ponti. qualificoti. insommo, interventi Lo diocesi, qualche incertezzo all'inizio>, continua ((poi presenzo di preghiera. do questo monsignor Mono, stoto sempre fonificato di Bosgci lnoltre, tra i frotellie le sorelle il riconoscimento chein questo evdente note dol terrigrande ricchezza. ll sono onche alcune vocozioni monostero uno c' diocesi Mossimo torio.G sanomolte dello miopredecess ore,monsignor Dersone o Bosssocerdott la regola monosti- chesonooffezionate Gustettr, hoopprovoto il vescovo. <Lo relrgrosr, Ioicit,conclude ropporti intensi tro lo ca.E oggi ci sono permettedi andare Tutte le volte checi foale occessibilit diocesi e il monastero. perincoraggiore insieme o per celei frotelli vodo o perprego- onchesoloperpregore perl'inten- brorei vespri. molto Sono futti momenti re,sonoommiroto ed edificoto o.p. rap- importontidi ricaricospirituolett. ll monostero sooccoglienzo froterna. J

I'lan-e Nell'autunno dell968Enzo, e Daniei e suor Christianne, cuisi uniscono 'a iniziano lo-ovitaco^L^e, Donenico, le proprie verfcando chiamati a crescere ;niziali. nonc e "ego'a, inturzioni All'inizio se passi unbrano di nonalcuni della Scrjttura: e la<<sequela Luca I B(labbandono dtutto l9 (laParola diGeChristi>) unodi lYatteo 2e i sommad deicapitol ssuglr eunucl^i), privita delle 4 degli Attidegli Apostoli sulla vivere, pregare, me comurit cristiane: \ne77lre il nane e lodare Dio insieme. lYa restilaregolu,gi <ilVangelo nonostante Bianchi l9B elabonelcapitolo dell'agosto (dracce peruna vitacoraalcune spirituali i tre principali serviz mune)), indicandovi rhelaConrrrrif onera: <La riconciliaz one nell'acco<ildialogo tra cristiani separati>>, <<l'attesa glienza delCristo di ogni uomo>>, La monastica>. nella vitacomune chiamata - adem- aggiungono letracce Comunit all'Evangepie <inobbedienza taliminister <<nel celibato>> e lo>>, <<nella vita comune>>, altra sus<nella povert>. nelnonaccetlare queproprio Per lavoro, senondal sistenza lavorano da salai membri staragionesuoi Enzo all'Olivetti riati: Marit e Domenico Daniel inuna media di lvrea, insegna scuola presso laComucura ilservizio dor,elcale nit valdese di Torino, della Comuvita spirituale I centro della nostra vitadacristianit, <ilcibodella laParoletracce del 1968, ni>> dicono I'ufficio a cuisistrutturano ladi Dio,intorno
.^mrnc trp rinltp: oinrnn c - l ': *n r 'r'e o "h ' i e*r a personale, condottasecondo ll metodo deldelI'ufflcio cola lectio divino. Dall'esperienza

progressivamente formala muneprende formata preghiera Comunit, specif cadella ma Chiese liturgica delle nella tradizione dell'uomo <<alla mentalit e aibisogni aperta i tentativi poia elaborarla Aiutano di oggi>. "Les Veilsenso da gicompruti in questo da girse et liturgie anniVenti, urs"negli di Pomeyrol da'le Comunit neiQuaranta, nel 1968, neiSessanta, Nasce cos ef aiz ecudello Comunit in250copielaPreghiero mano a mano arricchita che menico diBose, liturgie delle conoscenza da unamaggior prima nella confluisce orientale ed ebraica

201 1 50 - SETTEMBRE

perlo Comunit. Preghiero Brevroio ecumeni- chelaComunit cerca e progressivamente coperl'onno liturgico (lYorcelliana, 197l)e scopre le proprie radici: in Basilio, specie ripoinella Preghero deigornr, Ufftcio ecumeni- guardo alle strutture di cuilaComunit procoperI'onno liturgco o curodello Comunit gressivamente si dota, per il in Benedetto, di Bose (Gribaudi 1973). presso ministero Sempre preghiera, della inFrancesco d'AsI'editore Gribaudi, pubblica Bianchi i volumi sisi, perlostile divita, inAntonio e neiPadn llcorvo di Eho. Unorntroduzione allopreghie- deldeserto, in Pacomio oerlavitanella forro (1972) e Pregore ( I 974),untelo Porolo madella comunione. stocheconoscer molteplici edizioni e che farriscopnre il metododella lecao divino. anoa mano cos arricchite, letracLetracce del l968deflniscono nolcedel |968, diventano laEsortozo(un sertre laricerca dell'unit deicristiani neol fratello che entro tncomunit vizio specico>> della Comunit, <<nell'annun-del | 97l. Stesa da Bianchi nelcorso d'una cioalmondo>> operato nonperuna Chiesa settimana di ritiro nella cella della Comunit, nuova, ma<<in comunione con la Chiesa distribuita e discussa dalla Comunit conaluniversale>>. Epersvolgere taleservizio che cune modifche, l'Esortozione viene aDDrovaiaComunrt, a parte lapresenza mantenuta ta nelcapitolo ceiebrato ai prrmi di ottobre - e frno aTorinodal1970, dal197) al 1977 del l97l allabbazia di Fontanella a Sotto al - apreunaFraternit a Saint-Sulpice, nel Monte, vicino Bergamo. E sui48 paragraf cantone svizzero di Neuchtel, unazona a defnitivi di cuilaregola risulta composta che forte densit d'immigrazione italiana e all'alba del)2 aprile | 973, dopolaveglia pavisibilmente segnata dalla divisione tra lacosquale, i primi sette fratelli, seiuomini e una munit protestante e quella cattolica. Nello donna, professano solennemente di vivere stesso desiderio di riconciliazione, all'indo- nelcelibato e nella vitacomune. <<Da 7 anni manidellaGuerra (1973), del Kippur la sono qui, da5 c'laComunitil, dice Enzo Comunit sceglrer di aprire unapropria Bianchi in unpasso della sua omelia di quel Fratemrt a Gerusalem me. giorno, < statoun tempoduro... Siamo Infine, cicheletracce del l968defavanzali come Abramo nella solitudine della rrscono una<<comunit prowisoria>, ponotte. E Dio oraportaa termine qualcosa, rendosi <<sotto il giogodellaScrittura>> e una tappa, della nostra risposta a lui>>. reila concretezza dell'esoerienza vissuta. Daquella tappa, daallora a oggi, tutti atura progressivamente anche la propria glialtrifratelli e sorelle entrati in Comunit .egotaE nella grande tradizione monaslica hanno fattoprofessione sulla stessa regola. - studiata e nletta in un ritomoalle fontiAlbertoGuasco

Uno sorella dl Bose nell' otelierdelleicone. In olto:veduto notlumo dello chiesetto di Son Secondo. Nellopogtno
/-lrc.Anfa' t nn o

monoci inpreghiero.

-5 SETTEMBRE2O l l1

:,''

,,,rtit'ffi
:::. !"&.;;.,-...;;i'y';; ::.,', -1ri r'::1f'll:'i.r:' [i, 1.1,r;11r..1
..: '.t :, : lilit :" .t-': '. :,,.,, t a,t: a.:1,:':: ::...'a;-:,.,'.,

'u'j,

::, .:

rnonacl
S l , ^ ze a d sce , z,one . oi u d i ^ e c c o ge i c L ae ' i g o ' e , E Q e i n c o nr o , S e m p B L r a s e n L i ra s casa e i l r i L - o v a ti-rs i ,e n z a s c o n t ic , he c a r r mn o c o n s s t e s s s . - - - . u.c1 ^'Iiu ^ ^ , ' i do i r E > P r L l d e l m O r a S t e u)! 4 )u)Ld n conBose, Nessuna fbrmalit rrch esta,
- ^ 1. Lq))d. d 9uor r

. - p o c o f " C o - - ^ i l a t ' o s ee p ' o o r i o


p.ra r J-q r'fnaintrr' o " n f n' e i t o r r' n-; ' '\ r e

..c.n rr^n cr o)Lv u r u ut n n !!

nu nu n v

dl i u

p e rl a v i t a c o r r J r e ) L ad j m e n s i o c ha m a t a <, f a t t o c i ' e n o r d o v e s s t ne ecumenica l'attenCh esaper s.are a Bose>, cambiare z i o n ea l l al t u r ga , 9 1 h a r r c i a r t ot n e t t e r e in questa Comunta rta anaa Dr-evaradici nirorarzahaatto lenza catto ca:<Essere S,cord lamiaiderrtit riomnata, risorgere ce, si ira ascano e r^ videtutto I'essenzia non necessarie, E i fartoche p lo chezze 'eror sia . ' ac i ' e [ : o ' e c o r p'ele e.rLa alr ruttctare fess onae cattorcu ll dover" "osp tato" a la la Santa C e n ap e r e s s e r e pe ci e,d ce Yessa s e l t- a d e . i a c c e r - o <,l ' E u c a r i s t ea p g r a n d e con serenit d e l la n o a d -onenz ca on [ e s :o n a l e , , checurae lYatthias unodeimonacl con a in padicolare relazloni con l'esterno, di g ornaligrazie ala sua esper enza stampa,
., , )ld '_rl, -.+. llldtuldLd, ,-l^^^ uuPU L' rd r ..^r du rd rn il I n,laraq, LqLLq n lL

a
:.:: .:. :, 't1. 1.:.t. ri : -rrl

:i! :"i,:i.,,rj]..,,: t. 1..1 : ::-:;lj .': ,l*i ::':.'a,1;_.:t"!/..,.',.,, :


;l:r :a,,,,.1:..1:.,''a i

' 1. ::.1.::L

.i::.:lii;i ;l:,.r:,

a chehafattodesiderare :emp d c ascuno p i a u n d fermars tant romin e dorrne go,<Cgnurom dava l' mpress oned essedrr^e sestesso, dr non essere omologato), Wrrz 38 anni,svzzero,rforce flatthias pr mi incontri mato, ricordando coniaCor u n i r o l - s e m ed u n g " L p p o d i g i o v a rc a l Bosenegli ann Notolicie rforrnat visrta vanta;<Cercavola m a strada n questo ' ' e q u e n t a vT oa i z e , :ell vo ura o m be t t e ,

20 E1 1 52 - SETTEIVBR

, =

4s

ffitu

goi-na e d ! o s a r n a< , l nC o m u n i t l ad i ' si d e e D : - s o r s ei r v e r s a anche n el e e-se : . : , r a r c r a s e c o n dd ae le d o t id :.- ^r ' r-:: saT , raduzion di a e n fran- .,.d''ceeDet' -: col.egt r: --! e^za d e g o s p rp l o.e, . - l - e . ed el aR f o r m a e c u r ad e l : - - , -: : spec f co,le sueattlvtt la.' O .to , 7q ''lona(

rrd -ooc: e pe'f'orregg a'e Ie'cl-iesre 'Uffie.o:e . . . , (1o lrase-p'e p r d ospralit, Cos la -^ :: Al Ll ^-^f^-E ^,^^f^^ : : -.- - ^ ed i c ., , oo p r o e :5 sp r o o a - - pr macappel inarnpietra e legno, nelcorti. - i o o s - u l aI 1 ll o - a \ I a s e g r d - l e c o m u n ed o v e n p a s s a t o srsostava ' -- - ' . e n s v u o l ea t r a dz i o n e , c h i a c c h i e ' a ' e g , come ci oo ^s p i L i ,c co i p oi p a s re " q n : z \. / t.r n t : t ; n n t c r n n " r . - . - - r - - - . - ' n e n l r e s o pr e a futtori statacostruta a nuovaforesteria 'ombra e, a deglialber, stata realizzata Lr dredcon se'vizi se.VoTd a$ scou.e o chrintende soggrornare n tenda. Al di l deilofto, vecch e stalle riadattate,su cuisonostatiinstallat panne I foto'aborzror ,ol ac .occo goro a r tg a n a, B o e . e e c o - p r c c o lp oa e s e cl^e r e gi a ^ ^ ie cresciuto ogg il monastero cosiituisce 2 0 o e rc e r t oc e a o o o o l ao zr e c i Y a g . . r o ,e r 7 0 p e rc e n t o d q u e l a t r a2 0 e I 5 0 'amb ar-n r-l a lt'toll a con entec rcostat't
f. a- _ : a c - . t': n F_ n:r-t a^ rr- p e -nd De ella

SETTEIMBRE 12 -O 53 l

:tri*,$uFl . t itot'gg
biblico t'na citozione
,ne i<n q illn hicfrn

nello Froternit di Bose


r h c < n r o en < i l n t

in Puglto. Nellofoto qut sotto: sore//c Notolio,


rocnnncnhila al

loboratoria delle mormellote,lnsleme contre monoche


ndndncsp plinni nshifi ner rtn h,onan dr riflcqsinnp n Bnqc

Raffaella sorella chehalungamente soggiorgreci restaurate e dalle nuove costruzioni realiz- natoneimonasteri e hainiziato tantr zate, ll toccodi architetti e artisti, chevivo- frarelli alla scrttrra delle icore oggaffnoira i fratelli e iesorelle o sono amici della dato a una decina dipersone, come NorbersculLure Comrrnil. sicoolie nelle <Era e nel e into:<<Sono stato il numero 55>, dice, il pareti. stal azioni aflsse alle seminate su pra1995. Lascelta sciocc lamia famiglia; inun c nei ti ^elre rnne nrradri nella sa- momento incuilaChiesa eramolto sbilancollocati ' ' peri colloqri. questo posto lerta | Legnidi Margherita ciata eravisto suimovimenti, "ct."^"" ,^ ^^.+^ Pavesi, i colori reinventati delle icone diGiu- a ^ m , t n x r e : l + r r n n n ' i vescovi da seppe Cordiano, arcigni ed eterei difflcile da collocare, dovenonc'niente fare chenon si nrretirhettare>, usciti mani diGranni Beccafichi aldalle sono curedelle opere negli che s rincorrono spazidivita in comune, Unpiccolo maaffascinanmiliano di origini, alle spalle studi ,cone te museo de'le raccontaatlraverso Scienze barcarie e poidell'educazioi diversr iLalico, laComunit srili: etiopico, copto, bizantine,Norbefto conosce nn - z z" d'c nrimatn dcll: riit: cnirtrr:le por .. ,l r rrascorre con un camPo scoul, unrnese , sull'esteticu, dice Norberto, unodeimona- inBrasile inmissione coniL Pime, e quindi riperpanecipa"e pasquale, Insomma, ro^na cichesidedica all'iconografa. da a untriduo unapasseggiata nei prati, approda defnitivamente a Bose si dove ancora Quando ^^+. -l^^+-^,,^^ ,.1^--^!. ^-^-i..' ,,T-^,,. possibile sentire i profumi delle stagioni, a dt tUO Pt glt)4, \\ | VVOP W t L 4 U E t t L tV U t L d U V l per llumnare ragiouna sosta inchiesa, conil sottofondo dell acrecontatti signifcativi Le qua Larispochescorre rella vasca sulfondo, fno a niprofonde della mra scelta divita>, i varilocali ircontro r degli una visita atlraverso comunitari, staarriva dall conle d vers possi- altrimonaci. quotidiano Bose rimanda mille suggestioni <Qulcondividi rL e mrlle .o nersone cheror +iseiscelto, Ladivers bilit di faresilenzio e cercare lastrada, Lercone sono unodeitratticheacco- t unadimensione chedeveessere coltrvaglie chisiavvicina alla Comunit. Esposte ta dentrodi noi.E il cammino di ciascuno condelicati ikebana accompagnano lapreun continuo approfondimento, unapazien. r4 +L r o,^..1" ,.1.11^ ',^-.hi^ ^i^+.^ )^ v^ u.ri " r o ^ E m r 4{i ll in l r E P d r r d u d i l g v g L L r L r EP r t r L r
LVr rru ur ro rL@rLo urr yv JLI dl lo , ul I Pw)Lw

l l r i l g r d L rI L r r E ) d .

^Ll^-^ ^ -rt^-^ / ^ ^ ^ r t ^ : o a s e c o n d ad e l L4r rurdl

te atlesa>. A volte,dopo un periodoanche

perodo iturgico festa. Il laboratorio lungo, alcuni lasciano: <Emeglio un uomofee della licecheun monaco Nordelmonasterochehalasua capostipite in triste>>, commenta

a miaidea drvitacristiana sie inT <<I conlaproposta di Bose: .contrata -l-lricerca biblica, vitacomune, lavoro e preghiero: Nimal ha37ann, nato a Napoli dagenitod srilankesi, cresciuto a Roma ed unodeitre fratelli chelavora nel laboratorio di ceramica, Laurea inMedicina, specializzato in diabetologia, spiega i diffeprocedimenti renti perlavorare laceramica,il Greso il Ral<u; e racconta di come ognioggetto prodotLo dal laboratorio sia unpezzo unico: <<Non c'produzione industriale, tutto manuale>>. Dal laboratorio escono patene, cafici, lampade e altri oggetti peril servizio liturgrco, perlecase o pezzi diarredamento, che sono venduti agli ospiti inunlocale all'ingresso delmonastero, dovec'I'accoglienza, e dove trovaspazio anchela libreria e il reoano delle conserve. Ceramiche, libri e marmellate sono tre dei prodottichefannoapprezzare il marchio mi ni:re nerrh f:i dcllc rnnjp m: sei rhi:Bose fuoridalle mura delmonastero, matoa direcosa vuoiesprimere delmisteL'edrtnce hainquesti anni conQiqajon ro>,Ha seguito diversi corsi, come quelro quistato unaqualifcata nicchia di mercato, conGiovanni Ylezzali"z", unodeipiqualiflca- parlendo dalla fllosofa di <pubblicare testi iconograf ti italiani, e racconta condimest- chealtdmen| nonsarebbero stati conosciuchezza le variescelte artistiche, i oercorsi ti>dice Elisa, che conMarcello e lacollabora-

berto, dando un'ultima occhiata al lavoro che sta ultimando nell'atelier, Per leicone al monastero arrivano richieste anche dafuori Italia. Lepifrequenti lafgura sono di lYaria, cone senza bambino, laTrasfigurazione e il Crocifsso, quello in parlicolare di Bose, un Ges incroce congliocch aperti <A parte Teresina, Charles de Foucauld e Giovanni XXlll, persone chesono signifcative perla nostra Comunit, nonfacciamo icone disanti modemi>, spiega Lara, chelavora nellabor^atorio delle sorelle, alpiano strperiore. Tavole, colori, cavallefli, libri, e pezzi di legno raccolti neiboschi sono sparsi nellocale. La corleccia di unabetulla diventata unlibro piccoli sacro, mentre tocchi, conunavecchia mola, stanno dando vita a una scultura intitolata LoSpirito oleggovo sulle ocque. Lara torinese, hauna laurea rnArchitetLura, haseguito parrocchiale uncammino tradizionale, approdato l2 anni fasulle collinedi Magnano. <<Ero venuta a vedere, sono perimparare tomata a suonare lacetra, quindimisono fermatu, Dopol'orto e laceramica, si dedicata alleicone: <<Questo lavoro

percofruire scene inusuali rimanendo fedeli allatradizione, Iechiavr perleggere i signifcati diversi inopere apparentemente uguali.

Unfrotello e olcuni
^chit; al hr^6n^^ hr;mn a,nn.t nL w u ;n nm',ni+ t v vtrtuttrtu.

Nelle duefotoin bosso,


n <int<rra' frntcl Ct tin

in unoaetcortrli; uno sorellc ci lcvoronell'orfo.

:*

e di ricerco T o/ t 983it lavoro di studio lJ delDriore e di olcuni e sorelle fratelli di Bose si concretizzoto onche ottroverso prendono le Edizioni esse ilnome Qiqajon: la doll'olberello cheDiofece crescere sopra perdorgli unmotesto de/profeto Giona mento riposo nello di gioioso frescuro. L'ideo dello trodizione di proporre testi di unire ebroica e crisriana checercossero unostile di olto seriet di impionto con preso ho poco ollovolto corpo divulgazione perun totale in unoquindicino di collane, di quosi 400 fitoli, tuttioncoro regolarcirca L'intenzione mente a catalogo. di offrire i lettori meno testi copoci di invogliare in un determinoto compo, senzo esperti lo conoscono meglio rimongono chequonti privi un equilibrio, di ciboperlo lorofome: perseguito questo, onche chepuessere produzione, abituondo i nellinsierne dello lettori o ricercore autori e collone secondo il lorolivello di conoscenze e di interesse. ll pubblico chele Edizioni Qiqajon roggiungere desiderano in primoluogo gue/lo relrgioso interessoto al mondo crisficquonti ottrotti no,senzo trascurare sono dol

$f'l'tfti;:,

vissuto nella storio cristiono e nell'oggi, relrgioso; indipendentemente dollorocredo esiste onche in ltoliaun pubblico ottento allapresenzo nello compagnio cristiono possione peril bello uomini e o//o che degli hanno onimo coloro che vissufo o vivano con I maturit e discernimento lo propria fede. perci a volumi editi do Qiqajon tendono proposto unosemp,ice e lucida di offrire dialogo, bosoto sulrispetto reciproco e sullo nullo di ci che outenticaconvinzione che puessere mente umono estroneo ol creCos nelcorso degli onni sisono svrdente. proposte: luppote le diverse outoricristioni greco, deiprimi secoli di oreo lotino, siriaca rabbinici mediee orientole; opere di rnsestri valie di pensotori ebrei moderni e contempagine poronei; note e meno note di podri medievali, introduzioni e comoccidentoli menti a librie temotiche biblkhe e spirituali, autori antichi e moderni dell'ecumene cristianacheabbraccio diverse confession6 testi anmoni e voci autorevoli di oreecristiane "marginoli", quelle come ormena, copto che ontica; testi dt sapienzo umano o di o cinese copoci di fornire aftlatopoetico e spirituole '!enso" perIo vitapersonole e Ia convivenil qiqajon, zo civile.Insommo, il piccalo alberello, cresciuto, hc messo ramie fronun luogo di de,cercando di predisporre poce perpensore in cui a ci che sostore pistoo cuore, in solidoriet congliuomini g.d. e Ie donne delnostro tempo.

zinnc di r trp qe nerqnnp

e l: rccnoncahilc

Trentacelre varie fasi ci lavorzz;one deitesri. in Filosofla, haconotr alni,veela,lar"ea scuto laCornun tduanteur weel endpe'
.-.-...

rom e r : ' , , M ii l rh ..^t^i-^ t. o i o v : n , N l e l? 0 0 1 p ..-.J,\\r rdLUTPTLUrd - --

'nunit giovane igiovani>. ll latLo cheanirz d mista, dice, <una ricessere unaComunit chezza, contutta a difficolt che il contnuo compofta), confronto con I'alte'"ra d genere sonovolutadue volti dellaComunit :d mente distinguib i o n r ec o nl ag o n n a
/,,;.i -t ^ -l 11.l^i+,,.-.i r^eo sr arn u f c l a ' ea ( < es L dto u I r cr LJrLU d
luol

n reoniem e I'ecqenz.lir d e o r r f f c i[ ] n a C o Y "6 ""'

ic:nc ir lJ io q/ r ) e :h 1 rU , l, n a i - a l J) l/, . ul lL Lc F Lll L o u . v6 l liL


SllU

LVI

I LOP-

nr rrrio z,Ner r-nrt ron lr:tt:


-i ..']^^ )t utrBt .^^-i >Pt,

fratel , non si rli f:re hrtr:o ic ideoloo che di ricxnr*. -li .^+^-^+^-.: .l A^^^ -^ t rd ur )uLLUj I qLLtrr ), d utrr rq Lv-

entramufe), agg unge Artor^ea.rila"ese, sorelta nel1995 e d ad r e a n r ^ ei l e t t a dal'e le co.re o.o re.norsabile, <Cccorrefare a esseungrace,avoro sJdi se imparando Lesorelle, chevanno dai26ai 6l re dono>>, formazione e la la stessa anni, condividono nrephier; cor^ i f'a1e li. ma hanro de mor''b"'"'

menti separati di confronto. chifa Tutti. fraLe li e sorelle, corpreso voltaa settimana si lavoro rntellettuale, una puliz:a degl osprtr. oeo cano alla delle stanze
t r^ , . - ^ - . rr ^- f - , + - - - , , . - . t la O SCrVa_ L tuu td il uLLo g t roLur c l a S C i a n
9Udl

ria oerscende.e laraccolta. ' - - - ' 'ne - ' camoi - * ' , T a [are

parte frutta flnisce nelle marmellaGran della 1e r,o deinrimi lahoralori delmor^astero, Bianchi Le messo suas i inizi _ -dallo * - stesso -

i li c a m m i n do ifede sies\ Jegliann ((( | \l senzializza, il sogno della vtacoI \ rrn. diventahoftosfumato, esce dalla idealizzazione>, aggiunge unaltro veterano, Luciano Manicardi, emiliano, 53 anni, entrato a Bose 30anni fae di recente nominato <<Le vicepriore. cose di fondoreimmutate, stano come lacentralit della Parolu. Dd 2000 maestro deinovizi, Manicarstira e trnr norm:le ner j 6grnunj mortali. diaggiunge; <<Perconoscere meglo mestesso, chiarire deimiei nodi, intorno ai40anni Qui ho capitoche non correvoquestorischio. Bosemi ha convinto per come lavita misono interessato di psicologia, hotenuto strutlurata. proprioquesta quotidianit deicorsi di formazione soprattutlo in amcheancora mi parla>, Oggi a quasi 30 anni protestanti bienti svizzeri e francesi>>. Una di distanza, <l'intuizione avuta confermata formazione cheoggi lo aiuta nell'accompanelsuocontenuto e signifcato essenziale>>. gnamento deigiovani chechiedono di enAnche fratel Lino in Comunitdal trarein Comunit, i problemi con i quali 1983parla delcambiamento di questi anni; maggiod sono di duetipi: daun latolane<Lafoza della Comunit nell'andare a foncessit di ricevere un'iniziazione totale alla propriavocazione do della personale, chedifede, di farediscorsi cheventi anni faerano ventacammino di comunione con ladiversi- parte di camminivissuti e condivisi, <su Bibt dell'altro, con slanperesempio, biaed ecumenismo)) e oggi Questosi percepisce poi diventa cio all'inizio, fedelt neglianni sono invece lontani. Dall'altro i nodi irrisolti Voltosorridente chepassano>. e vocepacadi natura psicologica, affettiva, sessuale: ra,Lino, chesi laureato in Farmacia <<Non a Padosipuscambiare un blocco affettivo va, dove ha incontratoBianchi che teneva pervocazione. E nemmeno sipucercare degliincontri con i giovani universitari, una unabito monastico peracquisire un'identirelle colonnedei convegni internaziona i t a buonmercato>>, :'re rlmonafero organizzadurante I'anno, in Poich datempo ilfondatore hadimir:'-icolarecrelli con le Chiese oftodosse. nuito lasua presenza lasciando emergere al^--*^ --!i+^ -^-r^^ +- | J:J L s 5 r d u r L U d r r L r r g L ro I d i f d e n t m i o n a c i tre personalit, lecito chiedere oggi alvice:: ^'onte Athos,LinometteIncontosenza priore come il domani sar seBianchi dol^ --^^;r.\ !^ll- .,1+, = , c r g a P g r r L 4 u g i l 4 v t L ( C O m U n e< : Le fe_ vesse dare le dimissionr. <<Enzo nonhaun --: - le.rnetlono di arrivare all'essenziale. successore, una fgura unica>, dice lYaniI =- -cnasiero tentatoda unavitairreacardi. <<Non so comesar il futuro. lYachi : . ^as:racomuntanon vuolesaltare nespresieder dovr necessariamente sviluppa_ - ^ -__^__\ :v^ /uEildl ^_r* ^^ S S e r e :_ -)l<5rv. ru tr: V e f iL . ' a m O _ rel'ascolto comunitario, lacollegialit e lasipoven, =: :^:-remancanza, rende umiliu, nodalit.
Vittoria Prisciandaro

amarene di Bose, passaggi consette nella sciroppatura, o laconfettura di arance tagliate a mano, maanche i marroni al rhumo le semplici albicocche, le pirichieste, costituiscono un piacevole motivo di conversazionetra gliospiti a colazione. Ognianno circa 25 quintali di frutta di stagione f niscono tra le man di Natalia e delle altre sorelle. Una met deslinata alla vendita, I'altra alconsumo interno. <<Facevo I'infermiera, lavoravo conpoftatod di handicap Dopoun adulti. cammino parrocchiale normale, tra i 23 e i 25anni, conI'aiuto della mia guida spirituale ho capito chevivere in modosignifcativo la mra fedepoteva signifcare scegliere lavita monastica>>, racconta Natalia, di Treviso, in comunit da)7 anni, Aveva letto libridi Bianchi, come Pregcre loPorolo e,dopoaver visitato anche deimonasteri tradizronali, ha <<Venvo scelto Bose: dalla lezione delVaticanoll,mifaceva problema chipensava che esisteuna vitacristiana quella superiore, mona-

Nimol, unodeifrotelli delloComunit. duronte un tumotn cuctno e, nellofoto sopro, lnsleme o Emiliano ol lavoronelloborotono di ceromico. Nellopogno
hrcr" " nttr rlnll'nltn

Motteo negliuffici
all' aitrira Oinninn' \'Y"J""'

un'icono cherofftguro scnBcsl/lo offrescota suuno deimuri dello Comunit.

SETTEMBRE 2011-57

Comeogni mon:rstero viYo, ancheBosehadata vit4 neltempo, a nuoveFraternit: primanellaCitt Santa deitre poi monoteismi; in una a Ostuni, masseria affacciata sull'Oriente poi nella ortCIdosso; terra del Poverello.

i,Assisi, Ostun Gerusalernrne: piccole Bose crescono


offe pancute, aliungate. Civetre. / simbolo di Athena, dea del| -L'antico laSapienza, preso a prestito daimo\-/ naci orientali, animale notlurno e solitario, penetranti. ti osserva coni suoi occhi Latrovi dapperlutto nelmonastero, suvetdnetsionari i numerosi immigrati cheseguivano italiani Volevamo essere fermento e stmolo anrhe ner le Chiesedellazona>.

i^0r,il t

fflq. {/1

rno 't-

l4f- lE"

SonBenedetto in uno
irnnn nffrc<rnln <t t

uno deimuri di Bose. ln oltoo destra:


cnnnelln rlclln 'ln " "rr''-_ "

Froternit di )stunt,

rratemit, Dopolacl'iusura di quella sioens lastrada di intraorendere a ostacoli diGerusalemme Gi Enzo Bianchi aveva stuf e m e n c o l e s rr l n o r t n n e in ," d , ,o 6r ' cccn F rrn ce" ,i , diatoebraico in lsraele e I idea di mettere gno, il legame conuna tradizione secolare una softa di antenna nella Chiesa madre era parla, cheancora e hauna scintilla di novit awertita <<Non come unbisogno: tantoper pen percondianche ledonne quanto e gliuomini che vivono fare dialogo inteneligioso, nell'era delWeb 2.0. videre lavtadegli della citt, arabi abrtanti Novit oggicomeieri,comequa- edebrei musulmani e cnstiani didivene conquello rant'anni f.<Quihotrovato checer- fessioni>>, diceGuidochedopounalunga cavo: ritornare alcuore della vitamonastica, esperienza di vicepriore oggi I'economo secondo leindicazioni Vaticano della <AGerusalemme nonc'la delConcilio Comunit, ll>. Guido Dotti stato unodeiprimifratelli presenza di un'opera madi persone>>. a condividere I'esperienza I fratelli nel di Bose. di Bose, cherestano anche Quando nel1972, quando entrato, dopolamaturit, aveva 199 | durante laguerra nel Golfo al| 9 anni e all'enoca eraancora pi minorenne, trrreligosi volvanno via, cambiano casa Novizio cuando i orimi sette monaci hanno te.All'inizio a Betania, zona cheallora era poi nelcentrodi fattoi votinel 1973, stato unodi quelli prevalentemente araba, quindial cheha maggiormente coltivato il dialogo Gerusalemme, lYonte degli Ulivi... rifonnati, posto conifratelli andando avivere insie- <<Anche ilsolo dove ti collochi, ti qualimea Daniel Attinger, pastore protestante, f ca>. Daniel, Alberto tempo e,f no a poco peralcuni anni inuna Fratemrt la continuit a Saint-Sulpi- fa,Edoardo assicurano della ce, nelcantone <Col- Dresenza. svizzero di Neuchtel. mentre altri fratelli di Bose salterperpedodi pio meni labomvamo coni pastori e i parroci della zonano lunghi inque"anomala", nachepreparavano per insieme le omelie sta Fratemit dove nonsifaospile rispettive nsilavocomunit, silavorava conI mrs- talit, nonsitengono corsi biblic,

2011 58 - SEI-|EMBRE

Oggi sono ridelmonastero ra all'interno daipadri Francemasti in due: unonsegna deiPadri lavora nella biblioteca scani, l'altro dogora, non Guido Bianchr. Lacittspiega ma punto di vista dell'incolumit, tantodal prop'ie perl'appesantirrento ce' rapporli condivisa conla quotidiani. E unadiffcolt di popolazione>. Per ilfuturo c ildesiderio p inviando f"atelli, rinvigorire laComunit,
narrh Corr c:lcmmp recl: rrn cconn rhc

hamesso a dispoilvescovo diVolterra che sulla via Situata sizione della Comunit. in Gimignano Francigena, conletorridiSan potrebbe inf;pieve lontananza, lapiccola
t r r r n n c n i t : r e e J ? - 4' H nu o 'r c n n e p nt t:lrhp ncnitc

nonhaancolaComunit maalmomento
re dericn rnmc oro:nizz:re ntte<,ta ft ttt r:

come su Cellole, Fraternrt. Ladecisone lep"andi del^es'to lrrrte decisioni comunitaspiepresa che a Bose, rie, verra dal capitolo
Bd

<ComepresenBose vorebbemantenere: ma l, chenonfa proselirisr.ro. za cristiana alleradici dellanostra in ascolto e preghiera, nascita dela Chiesa> fedebiblica e della
irrerqonvere ,l disrorsorer le atre lraternil ch-^in crres'ti anni sono nate Dono rrn nrimo tentalivo ad

.,^ |ff^-^^-^ lel mOnacheSimo ^- F\^+i uuLLtr \\o uilrcr gr r4o u solito s: cerra di nrocedere con ,l metodo

qui immogru Nelle


<niln /p rnmhnnc ncl nlln oinrinn ne rnntn

Di haun potere deliberativo. tradizionale, ilcr'tero di maggiolasciando delconsenso,

unc cniesc di Bose; rrC Un OSpite 5C'e COn :e:,cComuntt.

dadove di San Benedetto, Assisr, all'eremo le tre sorelle chel ha sfrattato ilterremoto proadic, a metle'ere avevano cominciato
nro in nr rcstimesi Bose ritornatanelarerra di Franresco al nodere di San Ylasseo.

perdiversi lachesetanni, Lasciata inrovina in alcuni edici, conaccanto ta romanica n.eredenza nronrief deiBenedettini, e staE rinato cos ta restaurata completamente. at dove- accanto monastico unospazio e infuturo forse perlavitadeifratelli uoghi - vi la possibilii di so"elle arche delle a assieme una trentina di pesone, osp:tare
rm in ,, - r r l i r i o t n o :* r -n , , a w r a l ov r g n e t o . -r ,n I ll ano valutato, anche rispetto all'espe- enzadi San Benedetto, in concentrata

avereuna che meglio --c spaz'o es,guo,


l . : - c r n lLq n . ' r rrvn dcr loc:li ner l ncrctente v u

di spiriite i corsi biblic, i momenti :soira agri--: -" e ancrede.tereni per il lavoro nterrelid e ld i a l o g o s, captale :: c>,Ass amicodellecreatu: 3sc e terradel santo - : : , - - c ' a ' n o i r e s . s t i b ,p e rB o s e m ae le la <Riuscire a mmettere :^r^3 unasfda: ', nel mondo monasti:'a:az)- zncescana :' -.^:eere l nostrostilenelleistanze : : : : : : = : ^ c : s c o c o r r e . Ls u oa t t e g g i a --:- -: ^: :^',^; ar'e la ,s c e l t a il Var-gelo e n s . : : n o n c l e r i c a ld ee l : o n e : -^r
::: -, : .^,,^+ JUVE LO..,

: - = ::

^: .CSCa ef .a q - a l c t e d e c i r a

Ceilole, sonon :-- : : t-a'za.?, . - ' : a : - : s a' O ' l a nC a C o rP , e v e

Tovolo imbondtto in uno delle stonze do pronzo pergliospiti dello Comunit,Softor c/cune in unodei sore//e viouoli chepercorrono il monostero drBose. pognoocconto: Nella
ln rnnnalln Aalln

Froternrt diOstuni,

ranza come dirimente solo inalcuni cas specifci>. ll priore, che come <l'occho> della Comunit, vigila sulle decisioni assunte insieme,puanche perstianticparne alcune molare il capitolo alla rifessione, malaprogettualit della vitaresla comunitaria. ll suo incarico legato ai carsmi della saldezza e deldscemimento e peftanto non na vita na scadenza programmata, bens atempo indeterminato: pudimettersi oppure puessere ilconsiglo deiprofessi a chiederglidi fareun passo indietro. ll capitolo annuale, cuipartecipano tutti i membri della Comunit, dura 3-4giomi e discute ditutI'anno to. Durante sitengono alcuni capitoli giornata di mezza precisi. suargomenti Al partecipano capitolo annuale anche i membndelle varie Fratemit. Ogninuova fondazione, infatti, rimane legata al monastero chel'hagenerata, fnoa quando insieme nonsenedovesse valutare una consistenza spintuale e vocazionale taleda giustifcare unamaggore autonomra. Trai primi fratelli hancheconBianchi no emesso la professione monastica nel

1973,ce nesono alcuni che oggivivono nelledueFratemrt gi awiate: Daniel e Alberto a Gerusalemme, mentre a Ostuni sitrova Domenico, il primo a raggiungere stabilmente Enzo a Bose. piana pualle colline di Magnano alla T\ laFratemita presendiOstuni, | | gliese: te da unadozzina d'anni, haormai J*, precisa. picacquisito una sua identrt Dauna cola masseria, nunuliveto aipiedi della citt bianca, ricavato perlaco stato unospazio munit di cinoue fratelli orovenienti daBose e alcune pergliospiti. Nell'ex stanze frantoio,incuis creata un'absrde e sul cuitetto si collocato unpiccolo campanile ha avela, postolacappellina, LaFratemit trovato di Ostuni voleva rappresentare unapresenza di Bose inuna regione molto vivace ecclesialmente e aperta storicamente verso I'Onente cristiano. Oggigliospiti, oltrechedatutte lediocesi della Puglia, vengono anche dalLazio,laCampania limitrofe, e le altreregioni anche seSicilia e Calabria sono meno favorite dall'assenza di collegamenti adeguati.

// r nr^ n^c+r .ho f.rri:mn flt ti mA\ \ lL @ PrvPvJLo Lttg roLrrurrrv 9ur ! rrru-

no abbondante e afticolata rispetto a Bose,


:nrhc ncrrh la Cnmrinit nir'rnirrn r o

hai suoi dtmidi lavoro)). lYomenti di ritiro, corsi biblici, esercizi e accoglienza deigrupprpero nonmancano, comprcso I'incontro annuale che sisvolge inprimavera conBian'occasione chi. <lnquel arrivano anche 400
':nenn n e r q o n e e I ' i n r ^ o n t r os i t i c n e . ? l cnt-

to gliulivi>, racconta Raffaele, origtnario di 'n Lettere lYilano, Laurea classiche e spec ainselizzalo in Teologia bizantina, Raffae,e gna all'lstituto ecumenico San Nicola di Bad e all'lstituto di Scienze religiose a Brindisi. unodeimonaci chemantiene, perconto di Bose, i rapporti conil mondo dell'Ortodossia, Enon raro passi chea Ostuni qualche monaco proveniente daKarditsa, Volos, Lepanto o altri monasteri della vicina Grecia, ll'interno della Fraternit Raffaele si occupa dell'accoglienza deg i ospiti e
dellapreparazione delle confetture, orgoglioso in parlicolare dellemarmellate chesonostate elaborale a partire daa,cune tradizioni locali, comeifchiforoni alcioccolatoispi'ati a un'antica r,cetta salertina, Gli altrifratelli sonoDario, checuraI'uliveto e le iconestampate; Andrea, frutletoe orto; il responsabile della Fraternit, Daniele, chee anche nreshitero ed esercita i suoministero a servizio della Fratemit e di diverse realt ecclesiali della regione; e infne Domenico,ex impiegato all'Olivetti, orapensionato, cle sioccuoa deifiorie derra casa, Nei frutteto alberidi arance, limoni, pompelmi, cedri, ciliegi, peschi, albicocchi, -ele, pere, fichi: frutta cheservira peril fabbsogno della Comunit e perlecon{tture, durante tutto I'anno. gironzolaIntorno alla casa no il cane gattiamici e alcuni della Comunit comeaccade anche a Bose, mentreun gruppo d assistenti scoutsi saluta allafnedi una i'e go-n di'ormazone, Cambia il panonma ^r, Atnoq'era chesire(,nira e lasressa ci Bo.:.;^chese'nr,ccolo. ConunaLeve differen-', -osse'vare Raffaele: <A Bose laComuni.=-. -odeilatoil suoan biente. quiinvece e :-a-o ,Jivetoa condizionare noi.Sono300 : :- -: -reco ar, ri serti loro ospite, sonoloro --: :cti','ano te>, Vittoria Prisciandaro

yissuti sottoil segno ..J ncontri Ldello visitazioner. SuorMinke De Vrieqperlunghiannipriorodel monastero svizzero riformotodi Grond-champ, cosidefnisce la lunga storia di amicizioe scambio fraterno conil monostero di Bose e conEnzo Bionchi. <Ci siamo conosciuti ottorno ((Enzo ol 1967* rocconto. ero stoto o Toize poiol monostero troppista di Tomie.Dopodi che passoto di qui,perch oYevo contotti conla Facolt di teologioprotestonte di NeuchrteL All'epoco erovomo entrombi moltogiovoni. La modre superiora di olloroero rimosta colptgiovane to d0 questo itoliono e do quello cheroccontoYo. Me ne ho parlotosubito. Eravomo su/lostesso lunghezzo d'ondo,ispirota dallo stesso spiritodi Taiz, mo anche rodicatinellanostro regola>. <All'epoco c'eroun climodi ricercodi novitnelloChiesa. Ci siomosentitisubitomoltovicini>. tempodopoilprimo inconQuolche tro, EnzoBionchi torno GrandchomD conuna novit: nCidisse: "Ho delle donne!". E ci chiese se non inviore uno nostro monaDoteYomo cc o Boseperun onno.Noi occettammovolentieri>, ricordosuor Minke. E oggiunge: <Laprimo volto s0n0stotoo Bose di possoggio. Rimosi molto colpito dal fottocheovessero messo Bonhoffer tro le persone di cui forememorioliturgica. Il mio cuoreprotestante fu molto colpto

da questa attenzione. Poio Bose orrivato Ia primo protesuorSylvie, stanteentratonellaComunit. E questo ha rinfozoto il legomereciproco.Nellaprospetivo indicato da Giovonni Paolo Il:wvere insieme, senzo imporreoll'altrolo moniero in cui realizzarlo. vito di uomini Questo e donne insieme yercrnente ecumenica.Ed stofaorricchito dallopresenza d monsignor Emilianos Timiadis,metropolita ortodosso cheho yissuto per lungo o Bose tempo, fino all'onno dellosuomorte.nel20ABt. <Di 8osel,continuo suor Minke, <amol'occento su/lo Dosto liturgioe sull'oscolto dellaParola. Anche noicerchiamo difore /o stessc piccolo. coso, ne/nostro mi Quando sonoritirata,dopotrent'onnidi responsabilrto ollaguidodi Grandchamp, Enzomi ho invitoto a partecipare o un pellegrinoggro in Cappodoquolche cia.Poiho passoto tempo nellaComunit. Nondimenticher moi I'occoglienzo e l'omiciziodei e de//e sorelle diBose. Do fratelli sllora, sonotornato ognianno. Lo , nostro un'amicizio checontinuo. E un ropPorto di reciprocit cheporto E un'omicizio frutti perl'owenire. rodicotonelloPorolo,nellopreghiero, nelPodre. S,c' brsogno di luoghi comeBosgdovelo liwrgrae l'Eucortstioispirano lo qualitdellavrtointeriore.5ec' guesto aperturo, olloro si puviverel'unittro cristiani, al di l delledivisioniconfessionc/n.o.p.

-6 SETTEMBRE2O l l1

in ce ;;:*:::jiostici
Ma I semplicicuriosi. unafolla: i comunque
quasi 25milaospiti ognr annonemProno la foresteria della monastica. comunit Alla ricerca di quel qualcosa chequesto nostrotempo confuso sembra aversmarrito.

:;:,::ffi:ffi:ll pc

Bose
offiodelloSpirito

uorYlinke De Vdes di quelle che AndrLouf e il patriarca ecumenico BaftoPidi qua- lomeo l, lYarie Claire e il musono amiche dasempre. di Campello rant'anni difedele e feconda vicinan- sicista AnvoPrt. Etantialtriancora. Ma poi,soprattutto, za. Lei, protestante del monastero di ci sonole migiaia di perperet, proveGrand-champ inSvizzera, haaccompagna- sone diversssime comuni, to sn dall'inizio lanascita e losviluooo del- nienza, bagaglio culturale e difede, chefrelaComunit monastica Un dialo- quentano il monastero: circa 17mila ospdi Bose. go ecumenico vissuto, comeleistessa diti ogniannoe altrettanti visitatori. lgrandi liturgici edecumenici ce,nelsegno dellavisitozione e del'amiciconvegn zia. ll suonome tra quelli incisi nelgran- segnano alcun momenti chiave della vita delil dialogo de mosaico dei<<pneumatofori>, i <<por1a- laComunit e raffozano ecumenipassati co,conteologi provenienti toridello Spirito>, coloro chesono e studiosi datutprofon- to il mondo. ll convegno liturgico intemaziodalmonastero, lasciando unsegno di Torino, nalesull'Arte ol seuizio dello liturgio, dello do.ComepureI'arcivescovo giugno, Michele Pellegrno il primo a ridiquesi. O quello sulla cardinale scorso uno grunto laComunit, il cardi- spirtualit alla19" edizioconoscere maanche ortodossa, nalCarolYaria Ylartini di Ylilano, l'abb ne,chesi tenutoin settembre, appuntaPierre di Emmous o Roger Schutz, fonda- mento di grande rilevanza, conrappresentore di f aize. I'eremita belga tanti delmondo accademico, culturale e reliO ancora,

alla Russia, dalla Grecia gioso di moltiPaesi, daquello angloalla Francia, slavo dalmondo oltrealInfne,i corsi: Germania. sassone alla dstudi biestive nove setlimane leconsuete quelli quel'anno stat organizzati sono blici, di cetra e quello biblici ed ebraco di greco liturgico. delcanto perl'accompagnamento

i ritm delmolasettimana Sedurante quiee nella nelslenzio nastero sono awolti deldal verde conca circondata te di questa incu ci nelle domeniche morenica, laSerra nelpespecialmente o corsi, sonoincontri pulluil monaslero primaveri le-estivo, riodo di siriempiono i dintorni Eanche ladigente. neicampi scampagnata che fanno una turisti raallora, cambia L'atmosfera, e tra i boschi. di quisochepassano e persone T per gli esempio, scout, Ci sono dicamente. <<I tradi loe molto diverse nomolte in un'area piantato le lorotende I /ro. Alcuni neDDUre cre- chehanno nonsono Eanche bosco. margini del oro riservata ai anfratel Marco, chedasedci spiega denti>>, giovani. piuttosto ngazzi gruppetto di a un nsieme dell'accoglienza, ni si occupa Matfratel Gian preghieru, dice <<Lavoro e quadelle persone, due un'quipe dicinque in'matquello proponiamo loro: <<E che parte teo. cerca <La maggior part-time. li neicampi o neilabomanuale tnata, I'attivit un tempoper di silenzio, un'esperienza "staccare"la divino o inconlalectio ratorie l pomeriggio doveritdimensione soina, una daloro sutematiche di sem- tri diapprofondimento daquelli diversi siano mie persone ciravuto anno abbamo Loscorso altrove richieste. chenontrovano ore.Moltidicono si giovani e 600scouD. ca 1.200 ascoltati o di porre di essere Qualcuno lapossibilit - domande altrivengono con la parrocchia, organizza vitao della sulsenso e di porsi chesi ci sonocoppie percontoproprio; perle vengono ceftamente, fede. Altri, sulla della lorofedein ascolto sulla conferen- confrontano proposte di incontri, organizzate e donne n ricerca, uomini e Dersone chpassa Parola, E poi c'anche ze,ritirio corsi. disstesincerca confuso, tempo percomprare una ttsana>>. diquesto semplicemente

Ne//e duefotoquisotto: giovoni dello ospitt drBose. Comunit

si. Epoimolti sacerdoti, suore proe religiosi venienti daipisvadat angoli delpianeta. adre Richard Baawobr, originario del Ghana, conesperienze missionarie in Congo e Tanzania, e oggi superiore generale deiPadri Bianchi, a Bose avrebbe voluto trascorrere pi molto tempo: <lYi sono incuriosito>>, racconta, <<dopo averletlo alcunitesti diEnzo Bianchi, specialmente sullalectio divino. Volevo vedere come lavive la Comunit, Avevo chiesto di ooter stare cui parte unmese, come della Comunit. Con molta disponibilit, i monaci hanno accetlato; poipersono stato eletto superiore generale e ho dovuto ridurre il miosoggiomo. Y1a ho potuto comunque scoprire unluogo tranquillo perla pree accogliente, ideale ghiera, la/ectlo e peril ritiropersonale>. Padre Rrchard tornato recentemente almonastero e volentieri racconta lasua esperienza: <<Vengo dalGhana, uncontefo africano dovelaChiesa moltoattiva vivace. Edovelaliturgia celebrata congrandeesuberanza. lYadove necessario rnse-

Lo copertrna del Solterio dr Bose. Softo; veduto notturno di olcuni degli edtfici dell o Comunit.

gnare e offrire gente alla anche deimomenpermeglio ti di silenzio, apprezzare e interiorizzare laParola di Dio.Eunaspetto che aDDrczzo moltoinunmonastero come Bosee chesistariscoprendo anche inAfrica. Anche nelle comunit cristiane di questo continente c'bisogno di una simile dimenperfar penetrare sione: momenti disilenzto a fondo laParola di Dio. A Bose c'molto peril silenzio, spazio e anche lapreghiera e lacelebrazione sono molto profonde edessenziali. EpoiI'accoglienza: una dimensioneimportante. Vorrei chequesto spirito di accoglienza e ospitalit pi venisse vissuto profondamente anche nelle nostre comunit missionarie inAfrico. Da qualche mese, sonoospiti della Comunit di Bose anche tre suore orlodosseetiopi, chea Bose facendo stanno unpercorso di ripensamento lorovitamonadella passati stica. Recentemente sono il cardnaleGianfranco presidente Ravasi, delPontifcioconsiglio perlacultura, maanche monsignorYlichael Fitzgerald, nunzio apostolico inEgitto, ivescov anglicani Christopher Hill

C'chiviene nraicamente eJohn Hindladiacona vaidese Alda Barbada sempapre- come parroco cin,, il prete ododosso rumeno donFausto Bonini. del di lvrea, dreDumitru Babula, e numerosr monacr e duomo drf4estre, chehaconosciuto Enzo - e chiarriva monache di diverse comunil d'E.lropa, alla f nedegli anni Sessanta da Lombarmolto lontano, come donAngelo ^ r^,,^i ^^^^ ^^^i , - * . . , , c ia f f e z i o n a d Teresa delBambin Get ia do,parroco diSanta << / I mnlti anni; cnieo: fr:tel M:rro quasi s, a Napoli, chepercorre mille chrlo| |,.^t'-: pervenirci , .,, ,-,.-:ccasionalmente. metri almeno una volta I'anno, ;mpegnato Molre nersone ri ronoscapg attraversoliDamolto tempo coni giopastorale giovanile bri, articoli, trasmissioni radiofoniche e tele- vani, sianella chenella v,sive, Enzo che<qui a Bose, specialmente di lratel e,negli ulFuci, donFausto sostene grazie timranni, anche al nostro sitointer- ier come oggi, sitrovano deipunti di riferimento ner.req.ere nelh fede e nellaChienet. Dopolacostruzione e deldella chiesa lasrrutiura permeed importante diaccoglienza, il numero diospi- sa. E imporlanLe notevolmente. peri giovani, un'accoglienri e visitatori aumentato chequitrovano per, laParola di Dioe ofDa ;na decina d'anni, abbastanza zachemetle alcentro divista spistabile. Negli ultimi tempi abbramo dovuto freunalimento solido dalpunto d rc ,,nche deino nerrhenonabbiamo pensaabrituale, unarifessione Quisi ritrova
- - q

I c rnmhnne naannfn

Ne/ic ollachiesa. foto gronde: Morco, frotel responsobile rlpll'nrrnolpnzn rnn .* --'-"'
t tn 6rt th.'. r ncriti

falanla spazio e per nonturbare troppo I 'r.mocomunrLario>, Sigioca sr,lflodi quepresso 'o delicato equilibrio I'accoglienza il ronastero di Bose, non mandovetuttavia premurosa per qualsia:a maiun'atlenzione i n nr _ t p, _ o -r i i s i r : t n r a, a :, _ -( _ - l,i n r*isaggro.

." ,,i"", r*r a nrnr*r .^.h^ d li n e r c n n : 14, Vl))UtC g POEOLq dl lLl lc u

F r,n

ambienLe cheaiuta a ritrovare sstessi, Certo negli anni il monastero molto cambiale stesse. La to, na le radic, sonorimaste con.il Signore in Comunit viveil rapporto F a,rello che modointenso e lo trasmette

-6 SETTEMBRE2O l l5

. . = '. :

personoggr delmondo dello culturo, politica. I delsoacle e persino dello Figure otee o agnostldichiaratomente modesiderose di confronto e che, ha accoldialogo. II monastero di Bose to tont person oggi, opporentemente lontsnissimi dallareoltmonostica. Mossimo Cacciari unodi questi. Filosofo edexsindoco di Venezio, pivolte Yenuta al monastero e ha osprtoto nel/o suoirtt EnzoBionchi perincontri e conferenze. Un ropporto consolidoto quello conunahrofilosoNotoli cheha tenuto fo, Salvatore conferenze o Bose e che un diverse omico della Comunit. grandi venuti anche Quisono il critico e gtornolisti, come scrittori Pietro Spinelletterario Citati, o Borboro - tro i fondotori li, editorialisto del -, che quotidiono LaRepubblica al monostero venivo regolormente con Tommoso Podoo-schiopp o, banchiere Sono e poiministro dell'Economio. passoti il pittore Trento ortisticome Vl,il Longoretti, tra i prefertti di Poolo il composivioloncelhsta MarioBrunello, Arvo Pr\o loscrittore e toreestone Moaccodemico bosniaco Predrog Nejevic, unKuomo di mezzottro popoo li, culture e religioni, che venuto lavorava ol suolibroPane Bose mentre ispkare nostrg perforsi da questo monastero, un piccolo mondo che respirc o.p. d?ssoluto.

rerco di noarmi | - ' ' " " " ' ' via. ' * ' rner " ' continuarea vt-

vere,ma purl"oopo chenon trovarrsposte

in banaiquesto deisurrogati, pastorale chepoisitraducono verlonellavoro ordnario: solitudini>. e anche in grandi rappor"to slreflo conla Paro a delSignore t, in effmero <Abbiamo cominciato a frequentare a n n iN o v a n t ac ,onun Bose a l l ' r n i z id oe g l i !i ,^. ^^-i^^ i . gruppo c rd n ac e c r n a c r P e r s o np Lombardo vrve rn un on Angelo e o c oP l u racconta dalcantosuo Carquadiere n o n ' a cl e d i N a o o l i . cheventenni>>, 'esnerienza | di RoseI'haconosciu(Lecco), r,n laica laAnghiled, drValmadrera Milano legami quina e lavorocome contabile i libridi Enzo Bianchi una ta atlraverso checon i gepartcolarmen- strettr siacon l'fuionecattolica dcina di annifa;<lYiavevano Bose il monastero di statoe provocazioni suiti. Eppure, le sula vita spirite colpito sue si sonodiradati rimane anche se i contatti biblituae,moltoradicate dalpuntodi vista , r n , f ^ n t a d i i c n i r : z i n n ec d i r i <rn"i r i ' 'r*:"r i r -: " la Comunit, Con mia co. Non conoscevo fer<Andavamo unavoltaal mese, grande ho scopedoche era tuale. soddislazrone perilweek-end, dala prescindere mandoci mista L'holettocomeun fated ecumenca. , i andava l e n r o n o c t ed e l l aC o m r r n i t S esro nrole,rco n e l l ' a m h i td oe l l a L.a Chresa> :'noressione per i fratelli. Erano incontrare nrirna e lepata senzialmente ' T ' " ' allo slile dell'ac* r"
restadenlrn e lo si nrro r^ondividere>,
-^^1,^^? r '- 144. llld
LUSllC

.^^-^#,
)uP

^ 4LLULLV
Pil4

'H

a t tUe \\z r rm r ue LL rre u O nt rol u


\ULr

e condivisiogiornate slenzio di preghiera


^ ^ - ^.ai-^ A- ,^- tn.t;n O da Una rifleSSiO|tr d Pdt Lil g ud ur rd lquLlv r

r - D - - ^ r -! r r \ r ^ - ^ ' . ^ ^ ^ i r - S t f o fOndanenta_ td I dr urd ur uru LUr I rs

il ledella DaBose a Napoli vitaspirituale>, sai+o prande. Mairleoame di senso e fordi vils ppoftato, dalpunto te:<A Napoli una crescita non sta della mia vita sprituale, parroco religondifferente. Sono e insegno
n n lln liren \/irin n recta ccnprienze ti an-

la nuncio cherichiama i granditemi di Bose: e la della Parola di Dio,I'Eucaristia centralit un cammrno con I comunit, lYac' anche per la grovani chesonoallaricerca di senso parrocloro vita.Credocheunacomunit possa proporrc unavitooltro,cheaschiale somigli sempre di pialla vitadi quelGes d e ,V a n o e ld i i r r nG e s i r di fede, vicino alla genLe, di serso. chepregaC' unarichiesla

i1 nodaunfratello cheseguiva neproposta gruppo, Eslalo unpercanmino come stro indivisia a livello corso moltoimporlante, sia perconsolidare i nostri legami, duale, sia frateli e sorelperfamiliarizzare conalcun di noihanno cresciuti, alcuni le,Poisiamo pidiffcie frequentafamiglia e diventa una
re il manectcen M: nr 'cll'ecnerienz; e ctata

pertuttele persone delgrupimportante n ciascuno di noi, po.Halasciato unsegno


ner nr rolln rho ci:mn p nr nr rclln rhe cti:-

siamo rioggi. Inquesto senso, mofacendo masti moltolegatr almonastero>>. quando capisono <Avevo vent'anni
-.+^ . D^.^ Ld.LU d. DU5C ^^PCr l. ^^i-. rd Pr | |d ,,^l+.* Vvttat, ^li f" ^.^ Ell ld sLw

66 - s-TE[4BRE2011

.:

M---^ n^-r,, -L^ ^-^: .locente I ror Lv ysr rur Lr rs w55r E \ di Teoria

)soiti dovonti ollo cliescdl Bose. A sinisirc, acll'olto: la


lnvnonr: <t <coan ' - - - - r. rt:, '- ' - il

etecnica presdelle comunicazioni dimassa sol'Universit <<ln cattolica di Brescia. una fasedi ripensamento esistenziale, cercavo un luogo incuipoter qualche giorno sostare in perrestare silenzio e in preghiera inascolto della Parola e guardarmi dentro. Un sacerparlato doteamico mi aveva delmonaster n -.ln't rnvlt^ I U. I lV Ll VVOLV " ^'"..^^lienz: Ul lOLLVS|rur cemnlira c

numeic ii )esAne O
hrnnTn at <rt rafi'fn

dcune'cqazze n unode,co-.:ii aella Camuntt: unc sarello


^,,l;--^ ; {,,^^L, .-.--^l+) PUilJLtr r /Uf l5r I iULLUILf

'

profonda, discreta e atlenta, conrego'e essenzialr perpreservare itempi preghiedella ra,delsilenzio e dell'operosit Negli ultimi anni i mieipassaggi a Bose sisono fattimenofrequenti, anche perglispazi chelafaniglia e il lavoro richiedono. Nonperquesto venuto menoil legame spirituale conla Comunitil. <Nella Eaggrunge: lettura della profondit Parola, laComunit saoffrire di riflessione principae di interpretazione, Sui litemi ildialogo esistenziali, con tuttie ilconfronto senzatimori conilmondo sono semoreaoefti, Lacostante attenzione versoil "frrori"nermette ai fratelli e alle sorelle di cogliere le principali dinamiche nonsoltanto religiose, maanche sociali e politiche> <<Anche intempi questi dffcili come ilcaloroso invito della Comunit diandare alcuore della nostra fedeoerritrovare soeranza contro ognisperanza e perritrovare unrespiro capace di riapnrci aodzzonti divita piena. Penso>>, conclude Dedu, <che sia questa lavitadella ceftezza cheanima Coprofondamente munit e chesiinsinua nel cuore di chifasosta a Bose>. AnnaPozzi

nei intonso boschr o pcgnc Bose Ne//c


hraroonta nll'nlrn

roccolta dei mirtillt nell'orto; una sorello nell' otelierdelleicone.

-6 SETTEMBRE2O l l7

llpriore di Bose fa il punto sullavita dellasuaComunit: << diYentata una I priore arriva a piedi attraverso i sentierealtpi grandedi ri tra glialberi. Oppure in auto, seha quellache pensavo>x qualche borsa daportare cons.Prega coni fratelli, incontra qualche ospite che Sullavitareligiosa perincontrarlo, salito finquass saluta i con..Oggipi difficile vegnisti di turno, ritira laposta e poi,appenapu, scappa viae ritorna alsuoortoe alla peseverarizache lasua cellatra i boschi, leggermente disconon la YotazioneD, stadagli altriedifci della Comunit, <rifugio perun uomoche, di quiete> E sullaChiesa<<Ho e possibilit coni suoi 68anni, haatlraversato le pienvissutola falsitsulla tusiasmanti e, insieme, tempestose stagioni storia recente della mia pelleD. Chiesa: Concilio, Ma resta della rifl usso, sereno: r<llSignore post-Concilio, Enzo Bianchi, il monaco che tantinon mi ha rnandato credenti tengono da contocon rispetto, chepreti e laici qualche stimano, monsignotantagente re guarda ancora consospetlo, gli editori in gamba Posso corteggiano e gli amici per la apprezzano simpatia e la rafrnatezza dell'ar"te culinaria tornare allamia (<la qualcosa cucina mododi dare di s solitudinen" aglialtri>), diventato in questi decenni
68 - SETTEMBRE 20t 1

Enzo Bianchi: vitafiaterna anttdoto auna Chiesa depressa


"signifcative" unadelle rarevocicattoliche panorama del italiano. I talkshow farebbero carte perospitarlo false neilorostudi, le richieste di interviste e conferenze sisorecapercerca no,Enzo di centellinare la sua presenza: <Daqualche anno hodeciso difareunmassimo di dueinterventi intelevisioneall'anno. Mavorrei essere pinaancora scosto. Perstrada mihanno fermato dicen"L'ho do: vifa, lei padre Bose". Insomma, intelevisione ho paura checontidi pila miafaccia chequello chedico. Prefensco la radio qualche e la carta stampata. A parte appuntamento cuisono fedele, comeJesus, qualche intervento suLoStompo, e in FranciaPonoromo, cerco di nonessere troppo presente. Ho paura del "personaggio". Se "successo", avessi voluto avere bastava che accettassi di essere ordinato sacedote e potutofarcarriera avrei ecclesiastica. Quando ho deciso di essere unsemplice monaco,ho scelto di nonfarecarriera...>.

pocopidi quoEro portitodo solo, ront'onni ?ggi ritrovo uno comunit di si fo. che hodato vito od altre 80 monoci, fondozioni ed indubbiamente consideroto un punto nelloChieso italiona di riferimento e cll'estequesto ro.Come vive situazione? quando <<La reazione iniziale, ci penquasi di sorpresa. lYa devo so, di stupore, perch direchemi sento foftunato, anche gi quello s e realizzato chentravedevo nella mra mente conchiarezza oidi cuarant'anni fa:unacomunit monastica che laParola di Diointutto,nelavesse alcuore nostra divtla liturgia, nella vitaconlalectio proposta ospiti. come ognc,nella agli Cos gi effettivarrente. inLasorpresa miviene reavece dal fatlocheBose diventata una pignande di quello chepensavo, t molto Pregavo sovente, sopratlutlo tra il |966e i qualche 1968, miconcedesse cheil Signore "Se-sette pi fratello: sono chesuffcienti", pensavo. presa inprestiUsavo una formula cheaveto dadomColombs, unmonaco unoiccolo oouscolo intitolato Per anniOtlantac'stataunafofte contefazovascritlo
ttn monn\terosemhiiree ottuole.Nella mia
v v i i r r i r r v !

i /n an rnnn

!,nreiit

nc del relihetn'

"\/ni

rhc

nntctc

nerrh

fa-

nunito in u.o iet Bose corxli delmosrero, pognolcconto: Nello


il nnrc Fnzn Rinnrht

pensavo ingenuit a un mona$ero semprce,chefosse fedelenei contenuti allatradizione e cherispondesse alla novit delConll. Erala nostra vitacome la cilioVaticano facciamo la diora,ma non ne supponevo pi grande mensione, oggiassai di quella che nensavo e che desideravo, Da un lato nic'dunque unaconferma dell'intuizione ziale, ma anchelo d'altrolato la sorpresa, non spavento, A voltenelmio intimoquasi nconosco laComunit e mi domando se in futuroriusciremo a rimanere fedeliad alcune cose cheabbiamo scelto e chef norasono confermate: la vita semplice fra di noi, 'accoglienza unavita semplice congliospiti, Conosco d lavoroche tuttora facciamo,.. per aobalanza la storia del monachesimo r;trire cuesteDaure)).

te rrna ceelte di nr rcctn tinn7"

ri dreri:nn

buttaanche deipresbiteri. Ec'era chivoleva revialapreghiera deiSalm e cirmproveraAbbiamo Liturgia delle ore. valafedelt alla perch nesistito, io ho avuto alcune anche grazie lamia nella vita. Laprima di queste "tridentina maturata nella formazione doc", A mehanno Chiesa di prima delConcilio. insegnato latino a 7 anni, hofattounpercorparrocchia, Azione soclassico: chjerichetto, fno alla Fuci. dalle Fiamme bianche cattolica per liturgista: ll mioparroco eraunraffnato ilVangelo in itaesempio, mifaceva leggere quando liano, laMessa erainlatino e lagengrazia Un'altra cheho te noncapiva nulla. glianni durante dell'universit stata avuto Pellegrino, che ebbi lavcinanza delcardinal gi prima chediventasmodo di conoscere docente univercisevescovo, come stimato cosa chemi haanche rienzomonostico nuovo, tariodi Patrologia Bose un'espe la miaaffnit consentito di aoorofondire ma profondomente aggonciota allo storiadeldella Chiesa e il monachesimo coni Padri la Chieso. A quolifontisi ispiroto? iniziato a leggere le <Ar segni A l4 anni avevo deitempi e allatradizione: antico. regole di san Basilio, unlibro chehasegnato volontsiamoandati avanti e, ::^ cuesta -: ,.:e. abbiamo giovinezza insieme conl'lmitozione di pagata lamia anche a caroprezquanmonasten reali m e eli Cristo, Nonconoscevo :: )cchilo ricordano ,atrail 1965

suisentiero tra t boschi checonduce dollo suo


- ' " -

r-ellnnoli nlrn edifiei - ' ' - ' f '

dello Conunit.

-6 SETTEMBRE2O l l9

Unosorello nei locoli


pll'nrraolianzn al

monostero. Sotto: Enzo Btonchi in chteso; uno deiviottolt che congtunge I diversl ediftci dell a Comunit,

do sono venuto a Bose, ll primo dove sono forme puoimutarle a seconda deitempi e delle psiocnze dellc ncrsnnc \lnn nr r csandato, mentre ero ancora da solo,nel 1967, statoil monastero trappista di Taserci soltanto un ascolto del passato. Un mi, dove sono rimasto tre mesi, Poi hovis- monaco francese, che ungrande teologo suto una forlevicinanza conlaPierre-qui-Vi- e nostro amico, Ghislain Lafont, ci hadetto: "Voi re,ungrande monastero benedettino fransiete ilprimo monachesimo nella socie' cese. Ho sentito il bisogno chelavitadella t secolare", L'ha pivolte: ripetuto conoslra Comunit fosse gran- me se voi aveste innestata nella imparato la lezione di detradizione monastica. Nonposso dimen- Bonhoeffer", Credo sia vero>>, ticare, adesempio, cheI'abate delmonastero di Bellefontaine ungiorno midiede lacoEppure /er, ne/suoultimo librointitolacollatrappista, I'abito cheindossiamo anco- to Unalotta per lavita(Edizioni San Poolo), raadesso in coro.Insomma, ho avuto quescrive Bose che e tuttoi/restqforsgnon ci sa"mantello staeredit, ho ricevuto il primoqueldi Elia" rebbero stoti seoyesse conosciuto daimonaci, signifcativo cheBose sia uno lo folsit chenegli ultimi annil'hatontoferito. d e i n o , ^ h im o n a s t e r i i n O c c i d e n t e d o v e Un' affermozione forte... uzS .anrhe nrrcct: c+r+r 'n- ^..-i.. vengono volentieri i monaci orlodossi dell'Athos. quisitrovano I riformati a casa conoscere lafalsit molto tardi. SeI'avessi loro. I benedettini e itrappisti percepiscono provata prima, nonsoseavrei avuto laposnoidi Bose quasi come una lorocomunit, sibilit di avere cos tanta fducia negli altri, Anche coni monaci pi tradizionalisti abbia- Sin dapccolo ho imparato, grazie alla ria quanto mo deibuoni contatti. Abbiamo undebito maestra delle elementari, imporgrande verso i benedettini e i trappisti fran- tante qualcuno che abbia f ducia innoi, Eincesi: cisono stati vicini e ci hanno capito anvece negli ultimi anni ho avuto I'esperienza qualche che c'era diffdenza neinocuando della falsit, innanzitutto nella Chiesa: sia striconfronti daparle di altri. Tuttoquesto chiaro, flndall'inizio hoavuto anche inimicicihapermesso diessere innestati nellatradi- ziee ho vissuto incomprensioni, sisache zjonemonastica con unagrande libert: nonfummo moltoaccettati. f4apiudi reuna volta chehai contenuti, qualcuno caoisci chele cente accaduto che misomdes! )LoLo ul td tt dLtd,

70 - SEfiEMBRE2011

nonc'laclausura, Comunit aperta, calunnie sudi me.Mi ha stra see poispargesse Vedo parte senza esenzioni. personaggio fa della societ, fattoun male terribile. E un d Lanostra Comunisudi me. una falsi- lo sfozoanche Chiesa, chemi hafattoconoscere . ^v^r l + l i^ i rl + a- 9 nu ro r :t-L tr nnp nni r nu n e r < l lil-4 dr L4 L Lrrg Poic'stata falsit + Ld E t chenonmiattendevo. P U rr v r r u . P v l pocopiche perlungo stati quial nostro di temposiamo interno, nonverso anche lavitanostra Daallora a oggi decina. meinpar"ticolare, maverso tuttalaComuni- una formanella passati cambiata, nonneicontenuti, di potervivere, i 60 t.Nonpensavo prinraria, l2 perma: sociologica intedore da daun'unit anni, unatale destabilizzazione profondamente < o n r R 0 . | r m i l l c n q n i t i . l l ' . . ^ ^ a n i ' ' , / l i in alcuni momenti restare dall'essere nressoch sconosciuti alquesta l7 mila: confuso. Non avevo maiprovato persomia vicenda alla lacattiveria s,laspuocapire, lanotoriet. esperienza: Quanto ostilit, eroinmolte Estata nale, untempoavevo malafalsit non nelmioorizzonte. che nondicisono alcuni nella mia compreso; adesso laprova pidura cheho sofferto midanno sedime, matanti altri bene vitanella Chiesa e nella vitamonastica>. cono gnidi riconoscenza. Inuntalecambiamendifflcile. AI pundiventa in unoco- to, laperseveranza Lafedelt del"persempre" quasi tentato qualche volta, sarei to che. monostico checosa richiede? munit unavita madi cercare E mi stupisco, nondi retrocedere, <Everamente diffcile chesentivo dentro. a quello perora, percentuale della di perseveranza piconsona "d , d " .' .th a, 'i c i + -r4 +L te . l li n r a q t : r a n h h e u I t ) t L L o dove M L tt g 9 c'ancora nella nostra Comunit, che ut, siamo direalt: siamo cresciuti, il cam- dienza ala suquattro cheiniziano attualmente minn mnnacti.6 c nc neric rrn nn' niir rli poia un indue, ventati una famiglia, siinizia non punto cisono i fgli e lafamiglia ee l 3 5 - 3 6p e r certo u n o ,c o u n a p e r c e n t u a ld lavopiquella Nella vrta sicambia diprima. 79 e in noviziato sono cento,Oggi siamo nrqq:rp I lr- | | 5 nrqnne Si f:tt.aniir . Bisogna fareunvero di vita. *"" ro,situazioni r ' - diffperseveranza. alla e una disciplina In passaesercizio cile la fedeltche non le vocazioni, F nei momenti di crisi auesto ' 1 ' odico a me d voio rnfatti il problema era la mancanza .-atror .rdeqso la nerseveranza: coppie sposate che e anche a tante sono cioe stesso - o l t i p i u q u e l l ic h e s e n e v a n n o d i q u e l l i - bisogna in momenti diffcili miincontrano e tenere i piedi fermi, nonmuoversi stare normalmente intuttalavitare:e entrano saldi asneftareche nassila nebbia,Perch e g osaE uncambiamento antropologico - - -l-. in a' 'ac+r "i+' '"-i66p dr i y n 'rrcv rL aq r i.c t r u r c . in quei momenti di oscurit seci simuove )lLu44lvr rL u _- -J dlc, ll I qug)Ld : , - ; c re a l l u n o a l e deipassi da a n e p l ia n n i ,c o n i c a m sifanno deidisastri, interiore, indietro, Ogg la lafedelt nelmatrimo- cuinonsipupitornare :ranenti, difflcile redelt - c come regnanprezzo. L ideologia a caro vta nonastica. ln prIanonella
rililu vJprLl 4ll 4l lllV d Plu ul

1l tonlnnn Cinnrnrln

"storico" membro dello Comunit di Bose.


,nsrn {rntal Iinn Rra4n

Rrt ni

r,nrc <pntif n o

"calonno" oltro Nei/c de/moncstero.


fn+n /vLv 'a il alta urLv. i .n^r ' Lu' r'Pr a L

l'orta delloComunrt,

2011-71 SETTEMBRE

quorantennole la morte (Griboudi 1980) sull'ono del \]el/'obbondonte e ormoi I I Droduzione librorio di Enzo Bionchi morirg Lessico della vitainteriore (Rizzopossibi/e identificore olcunifitoni che la Ii 2004) in cuisi esominono Ie<parole ottraversono Innanzitutto findall'inizio. una della spirituolitn, Erostraniero e mi - temo avete preghiero riflessione sulla cristiono ospitato (Rizzoli 2006)sull'occodelprimo titolopubblicoto (ll corvodi Eli4 glienza olloluce dello Bibbio, Dio dove Gribaudi 1972) cheritorno in unodeitesti seil(Rizzoli 2008)sulla storia del rapporpirecenti (Perch pregare, comeprega- to di Dio congliuomini, Leviedella felici- declinato re, ScnPoolo 20Aq) come t (Rizzoli 20 I0) sutta volenzo delte beatilectiodivinalettura oronte delloScrittura tudini evongeliche,le colloquioli Letterea olloluce dello Spirito: Pregare la Parola unamico sulla vitaspirituale (Qiqajon (Griboudi 1974), gtunto ormoi olla24o 2010), e perultimo Unalottaper lavita edizione e tuttoropubblicato, ho segnoto Ia (Son Paolo 201I) perconoscere e combatpresso pubblico riscoperto il grande di que- terei peccati copitali. stometodo ontichissimo di letturo della Un'altro serie di testi offronta in Eibbio. A esso si oggiunto, pitdiretto sullo stesso modo Ia responsobito civile dei temo, Ascoltare la Parola (Qiqajon 2008), cristiani: (Rizzoli Cristiani nella societ uscito in concomitonza conil Sinodo dei 2003) (Einaudi e Insieme 2010), che yescoyi porolo su/lo precedente di Dio, cuiEnzoBianchi raccoglie Io trilogia Ladifferenho portecipato come esperto, nominato (2006), do zacristiana Perun'etica condivipopaBenedetto XVL sa(2009) e L'altro siamo noi (2010). E lo Porolo di Dio,lettoe meditato, lnfine un'intervista di ormaidiversi chepu a credenti e non credenti anni Marietti 1999') e fornire fo (Ricominciare, perIa loro unochiove di letturo esistenzo, o duedei libripiit recenti e di grande succesportiredol rocconto dellocreozione nellibro so- ll pane di ieri (Einoudi 2008) e Ogni de/la Genesi(Adamo, dovesei?, cosa (Einoudi alla sua stagione 2010) Qiqajon 20073): cosse ll radicalismo cristiano esprimono i/ desiderio di rileggere Io vito (Gribaudi I 97 5) richiamo /eesrgenze dello dell'outore e le persone elevicende che seguelo deldiscepolo, oltritesticoniugano I'honno ottraversoto come dono di Dioda lo sapienza biblica coni grondiinterrogativi riconoscere congrotitudine e come ricchezde//'esistenzo e dello vitaspirituole; Vivere za di umanit dacondividere. g.d.

te dell'effimero, delcambiare, dell'assomma.nfluisce reesperienze, sututti, nonsolo sullasociet: noiChiesa. anche noimonaci, siamoall'interno della societ. Nonpossiamo
e q s e r en r r e l l ir - h eo rr a r d a p gl a c i t t c o m e

Abramo guardava Sodoma, dall'alto, Noi abitiamo Sodoma e Gomora, cisiamo dentro,condividiamo lafatlca dituttigliuomini e ledonne delnostro tempo>>, Com' lo Chieso visto do Bose? <LaChiesa tuttavivein unostato di depressione, in cuile corvnzionfortiappaono quando solo giialt"i, sono contro in una guerra continua Altrimenti, di fazione, sembra chenessuno sia convrnto di niente.
I 4 a .^c L LV)4 ^ii' -r',^ .h^ il .' rnra ii+r rttn dr ,P r U 5 r O V s E L r g I L U V | s U r L U L L Wg u s -

stoscontro I'Eucaristia: i servi della comunione nefanno luogo di divisione, Perci


.^^ .,^,,.^,.1. l. ah ^-Lr rE rSuor uo ro ! r s)4 i+"li-^i^ ^-4i-^l^ rL4ildr rd, il | Pdr LrLUtd-

r e v e d od r e m a l il ' n - i r n o lafonia d e ll a t --+^. i --;-Fi.^i i^ ^^ i+i-caro: I cnsranr In po rrcae comese non cl fossero nir c'e c,t2ta sovente unaformadi percJ lavocechespettava sconfnan'ento. loro l'hanno assunta alcuni vescovi, Tutto cuesloha Drovoc;'to rell'ultimo ventenno unasituazione un po desolata. non c e piu
( , n o o e f t i v r t l : r r - : l e F n r c e o o o i q , r'n t r : v e d e '*'"'' -|)'-' unrisveglio, Spero sia unnuovo inizio dopo

ttn'emnndi denrcssinne L ' at r a c o s ae c h e


r" rn rc "r" ' ,t 'c'i r , a n i c c e c h c r i c n n n r r r o a r z o mnltn
POI nr-

q i cl . osl l' ^ ' l i ^ r r l l O f. o Fs o.n i fr : t i v o r- n - .r t-i. . - .rO . .c - - J d . >.L LV / Ul


ro dall a,lr te zztana nao i f)r anlrman-fi

storaii del decennio, Secondo re, pero. inrrlile di tracr.ettere " ' * ' " - nensare una fedealle r-' f u t u r es e n e r a z i o n sie n z a ' o ' n i r e c u n a grammatica umana: hanrobisogno di sapere cosalafedeglidicerel quot:cano,nella vita,negli afetti, nellestoried'amore, nel lavoro,nellircortro con gli altri.Da queste due dinende il 'r rt;ro, Dobbiamo - - ' "rrpenze ' snrettere di nensare cheabbiamo un cattolicesimo nonolare chet ere,LaChiesa in Belgio aveva questa situazione venti annifa, -!^^-^ s ). ll D-^^^^,,.-^-*-.aniz7:atO 4UE))U il | 4s)s d'EUfO_ PrU )Lr r)l

pa, Bisogna essere meno sicuri, meno autogarantisti, meno autoreferenzial i>>, LoComunit giocodiBose sisempre to nella scommesso evongelico dell'unit dei cristioni. Do olcuni onni,per, I'ecumenismo

72 - SETTEMBRE 201 1

guesto in crisi. Eppure resto /oscornmesso delfuturo. Come questo vede momento? <Sin dall'inizio ho capito unacosa: nonho voluto, comealcuni suggerivano, cheI'ecumenismo fosse una soecie di ouarto votodella Comunit. Noi noncelebriamolaSettimana perI'unit, perdi preghiera chabbiamo sempre dettocheo iasivive tutti i giorni o nonvalela pena, Ges ha chiesto quindi, I'unit: o ilcdsflano vive I'ecumenismo o contraddice Ges Cristo. Oggi nonc'coraggio, tutteleChiese noncicredonomolto. Enella Chiesa cattolica c'chi lavora contro I'ecumenismo, attaccando il Concilio il ritorno a un'identiDroDonendo t cattolica chiusa, dura, autoreferenziale. Si "ritorno vuole il deifratelli separati", come prima sidiceva delConcilio, Nella Chiesa non sivuole I'unit. si continua a diQuando reche"sar quando lo Spirito vorr", allora vuoldirechenonsivuole prendere le requie ora, sponsabilit e nonsivogliono fare passi di comunione>>. Combiomo argomento. A volte sembra che il rischio di identifcozione tra Enzo BionchieEose sioforte. ggi lo Comuntt quonto "suo"e quonto, invece, fruttodi ciche "portato" honno gliahrifratelli e sorelle che yenuti sono dopo di lei? <LaComunit in realt moltoautonoma da me.Ho inziato tuttalavicenda, maoggi faccio dawero poco. Gliultimi anni sono sempre via, voglio chela Comunit cammini perconto suo. Abbiamo uncapitolo almattino dove sidecidono le cose e io dacinque-sei anni nonvado, proprio perperloro, chsiabituino a decidere a misurareil loroquotidiano. ll Signore mihamandagente to tanta ingamba, qualit digrande intellettuale, umana, organzzativa. Finch la Comunite r a n e l l em i e m a n i f ,i n o a l 1992-93, nonho maiorganizzato unconvegno. Sono possibili stati daquando c'soprattutto unfratello chelo safaremoltobene.Ea livello intellettuale persone ci sono prraffnate di me.Molte cose vanno avanti come seio noncifossi, Nondetermino pi 'rote cose, neicapitoli ledecisioni siprendonovotandole a maggioranza, e ci sono f,ersone chepossono sostituirmi nelpriora-

'nflt

nla

ttirar:.rinra

to.Appena darle dimissioni, il vicepriore raduner il capitolo. Entro 40 giorni ci sar I'elezione priore delnuovo cheregger la Comunit perdueanni. Dopodi che, sirichieder un'altra votazione: se positiva, il priore per l2 anni, continua altrimenti se nesceglier quando unaltro. Insomma, me neandr, la Comunit continuer benissimo.Nonhotimod alriguardo>. porole Dolle quasue sembro trasporire siunovoglia di eremo... <<No, nonhovocazione eremitica. Ma lavoglia ditomare a una cerla quesolitudine, gi stos. D'altronde, adesso vivodasolo, in mezzo albosco>>. Vittoria Prisciandaro

dl Bose, Luctono Monicordi. Ne//o Bto ln c/tor iesore/ie riunite in chieso duronte una celebrozione, Nello
hnoinn hrccerlcntc' r- '- r' frntal Ct rin F)ntti

cheoggi ricopre I'incoico dteconomo dello Comunit.

-73 SETTEMBRE2Oll