Sei sulla pagina 1di 11

Int.

chirurgico per rimozione ernia intradurale, a livello L4 - L5 Programma riabilitativo post-operatorio

Data Programma: 08/11/2008

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

ANAGRAFICA

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
PATOLOGIA

XXXXXXXXXXXXXX

Int. chirurgico per rimozione ernia intradurale, a livello L4 - L5


DATA INTERVENTO

06/10/2008
Medico Chirurgo

XXXXXXXXXXXXX
Medico Fisiatra

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
Staff Riabilitativo

FT Francesco Bellandi, FT Anders Have, FT Francesca Ugolini

PROGRAMMA RIABILITATIVO
- Dal 6/10 al 14/10 - 2 sedute al giorno (Villa XXXXXX) - Dal 15/10 al 24/10 - 2 sedute al giorno (mattina Villa XXXXXXXXXX- pomeriggio Centro di Riabilitazione XXXXXXXXXX) - Dal 25/10 al 08/11 - 2 sedute al giorno (Centro di Riabilitazione XXXXXXXXX)

ANAMNESI PATOLOGICA PROSSIMA


Paziente con esiti di intervento per rimozione ernia intradurale Donna 65enne Protesi bilaterale di anca Artrite reumatoide Diffusa dolorabilit spalla dx di probabile origine capsulo-legamentosa Non deficit di visus

DEFICITS
Caduta del bacino durante la deambulazione senza bastoni probabilmente dovuto a: Deficit (3-) abduttori dellanca Moderato deficit (4-) dei muscoli estensori del ginocchio in fase di contrazione eccentrica Moderato deficit (3-) del muscolo tricipite della sura. Moderato deficit (3+) del muscolo tibiale anteriore DX discreta la funzionalit dellomologo di SX (4) Moderato deficit (3-) dei muscoli peronei per sforzi di durata breve o medio breve [maggiormente riscontrabile nei SX rispetto ai destri]

Sensibilit
Moderato deficit di sensibilit termica agli arti inferiori distalmente ( riferisce freddo e rigidit alle dita dei piedi non sempre convalidate dallevidenza) Grave deficit di sensibilit tattile (non discrimina 2 diverse superfici)

PROGRAMMA RIABILITATIVO SVOLTO

Allungamento generale per i muscoli dellarto inferiore

Rafforzamento
o catena estensoria e flessoria arti inferiori, per mezzo della tecnica Kabat

o muscoli abduttori dellanca con esercizi isotonici ed isometrici

o muscoli plantaflessori con esercizi isotonici

o muscoli addominali in statica seduta o trasferimenti di carico da un emibacino allaltro

o perturbazioni di equilibrio

in clinostatismo o muscoli glutei esercizi isometrici

o isotonici

Propriocettivit
o discriminazione di differenti posizioni dellarto inferiore nello spazio secondo la metodica Perfetti o discriminazione di oggetti e forme geometriche solide attraverso le afferenze sensoriali della pianta del piede o discriminazione di differenti posizioni del bacino in clinostatismo

o LYBRA MACHINE per il recupero della capacit motoria fine di caviglia e dita dei piedi

Recupero dello schema del passo


o enfasi sulle fasi di heel strike al fine di recuperare la corretta posizione in estensione del ginocchio foot flat al fine di recuperare la fase di accettazione del carico da parte del piede toes off al fine di recuperare la coscienza della corretta fase di spinta

o Esercizi di trasferimento del carico sul piano sagittale nel corso della deambulazione mantenendo il corretto allineamento del bacino. o Esercizi di deambulazione con progressiva riduzione della base di appoggio ( semitandem successivamente tandem ) al fine di estremizzare le risposte di equilibrio e risposta al

carico dellarto inferiore sul piano frontale.

Incrementale elevazione del ginocchio ( per mezzo di ostacoli) al fine di mantenere lequilibrio in statica monopodalica nella deambulazione

Lavoro differenziato stato svolto nella piscina riabilitativa del centro


o sulle differenti fasi del cammino, al tal scopo sono state simulate le differenti fasi del passo o sulla mobilit specifica delle varie articolazioni compreso il rachide lombare

Massaggio drenante arti inferiori


mm. Flessori ginocchio, mm. Estensori ginocchio mm. Abduttori anca mm. Adduttori anca tricipite surale muscoli intrinseci del piede Lorenz terapia (Programma neuropatia) Elettrostimolazione arti inferiori (in particolare glutei, tricipiti della sura e peronei)

Risultati ottenuti
Discreto Recupero complessivo delle capacit motorie di base, permangono moderate difficolt nello svolgimento di compiti motori fini sebbene in via di risoluzione. Buono il controllo della catena estensoria dei muscoli di dita del piede-caviglia-gamba-coscia. Buono il controllo dei muscoli addominali (obliqui e retti ) Completa autonomia nei cambi di posizione a letto e nellesecuzione del passaggio supino seduto. Buona la capacit di compiere i passaggi posturali seduto-in piedi ( eseguita con sorveglianza minima) Discreta capacit di reclutamento volontario dei muscoli flessori delle dita del piede ( sia per le richieste antigravitarie che per compiti di discriminazione tattile) Buono lequilibrio nel complesso in statica seduta ed in statica eretta ( con ausilio) Parzialmente conservata la sensibilit tattile (discriminatoria) allalluce, discrimina 3 superfici diverse al tatto con lalluce, ne riconosce difficilmente 2 col tallone. Buona la percezione spaziale del corpo. Discrimina con gli arti inferiori 5 posizioni diverse in passivo, 3 attivamente con gli occhi chiusi

Programma riabilitativo consigliato


Si consiglia di proseguire nel rafforzamento e nel lavoro sullequilibrio. Si consiglia di proseguire nel lavoro in piscina per il training del passo. Si consiglia di proseguire nel lavoro sulla sensibilit tattile, termodolorifica e sulla propriocezione.