Sei sulla pagina 1di 8

Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Ingegneria Civile

Fondamenti di Analisi Matematica II

VERSIONE A

28 Gennaio 2013 - ore 15.00

Cognome, Nome, Matricola:

Corso di Laurea:

Cognome del docente:

AVVERTENZA: La prova d’esame si compone di 4 esercizi. Lo svolgimento della prova (calcoli, spiegazioni e conclusioni) deve essere fatto su fogli a parte che non devono essere consegnati e su ciascuno dei quali deve essere riportato cognome e nome del candidato. Il presente foglio, contenente la traccia del compito, deve essere compilato nella sua parte superiore e riconsegnato insieme all’elaborato.

Esercizio 1. Sia C l’insieme

C = {(x, y, z) : x 2 + z 2 = 4, x + y + z = 1, z 0}.

Determinare i punti di C che si trovano a minima distanza dal punto P = (0, 1, 0).

Esercizio 2. Calcolare l’integrale del campo vettoriale

F (x, y, z) =

e 3x 2 +x i + 5x + x 4 + 5 + 2z 2 + 14z 4 j + x 3 + y + 3y 3 k

= e 3x 2 +x , 5x + x 4 + 5 + 2z 2 + 14z 4 , x 3 + y + 3y 3

lungo la curva intersezione delle due superfici

e

orientata in senso antiorario se vista dall’alto.

z = 4xy

x 2 + y 2 = 2,

Esercizio 3. Determinare il volume del solido

(x + 2y) 2 + (x 2y + z) 2 + 3z 2 1.

Esercizio 4. Determinare il flusso del campo vettoriale

attraverso la superficie

orientata verso l’esterno.

G(x, y, z) = x i +

5

y

6

27 j + z

x

2

5

+ 27 + z 2

y

2

6

= 1

k

2

Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Ingegneria Civile

Fondamenti di Analisi Matematica II

VERSIONE B

28 Gennaio 2013 - ore 15.00

Cognome, Nome, Matricola:

Corso di Laurea:

Cognome del docente:

AVVERTENZA: La prova d’esame si compone di 4 esercizi. Lo svolgimento della prova (calcoli, spiegazioni e conclusioni) deve essere fatto su fogli a parte che non devono essere consegnati e su ciascuno dei quali deve essere riportato cognome e nome del candidato. Il presente foglio, contenente la traccia del compito, deve essere compilato nella sua parte superiore e riconsegnato insieme all’elaborato.

Esercizio 1. Sia C l’insieme

C = {(x, y, z) : x 2 + y 2 = 9, x + y + z = 1, y 0}.

Determinare i punti di C che si trovano a minima distanza dal punto P = (0, 0, 1).

Esercizio 2. Calcolare l’integrale del campo vettoriale

F (x, y, z) =

x 3 sin x i + 8x + x 4 + 12z 2 + 4z 4 j + 3x 3 + 3y + 3y 3 k

= x 3 sin x, 8x + x 4 + 12z 2 + 4z 4 , 3x 3 + 3y + 3y 3

lungo la curva intersezione delle due superfici

e

orientata in senso antiorario se vista dall’alto.

z = 3xy

x 2 + y 2 = 6,

Esercizio 3. Determinare il volume del solido

2x 2 + (x + 2y 3z) 2 + (y + z) 2 1.

Esercizio 4. Determinare il flusso del campo vettoriale

attraverso la superficie

orientata verso l’esterno.

G(x, y, z) =

x

13 i + yj + z 7 k

2

x

13 + y 2 + z 2

7

= 1

3

Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Ingegneria Civile

Fondamenti di Analisi Matematica II

VERSIONE C

28 Gennaio 2013 - ore 15.00

Cognome, Nome, Matricola:

Corso di Laurea:

Cognome del docente:

AVVERTENZA: La prova d’esame si compone di 4 esercizi. Lo svolgimento della prova (calcoli, spiegazioni e conclusioni) deve essere fatto su fogli a parte che non devono essere consegnati e su ciascuno dei quali deve essere riportato cognome e nome del candidato. Il presente foglio, contenente la traccia del compito, deve essere compilato nella sua parte superiore e riconsegnato insieme all’elaborato.

Esercizio 1. Sia C l’insieme

C = {(x, y, z) : x 2 + z 2 = 15, x + y + z = 4, z 0}.

Determinare i punti di C che si trovano a minima distanza dal punto P = (0, 0, 4).

Esercizio 2. Calcolare l’integrale del campo vettoriale

F (x, y, z) =

x 3 + x i + 3x + x 4 + 1 + 10z 2 + 4z 4 j + 13x 3 + 11y + 13y 3 k

= x 3 + x, 3x + x 4 + 1 + 10z 2 + 4z 4 , 13x 3 + 11y + 13y 3

lungo la curva intersezione delle due superfici

e

orientata in senso antiorario se vista dall’alto.

z = 2xy

x 2 + y 2 = 5,

Esercizio 3. Determinare il volume del solido

(x + 6y) 2 + y 2 + 2(x 2y + z) 2 1.

Esercizio 4. Determinare il flusso del campo vettoriale

attraverso la superficie

orientata verso l’esterno.

G(x, y, z) = x i + y j + z k

3

2

9

x

2

3

+

y 2

2

+

z 2

9

= 1

4

Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Ingegneria Civile

Fondamenti di Analisi Matematica II

VERSIONE D

28 Gennaio 2013 - ore 15.00

Cognome, Nome, Matricola:

Corso di Laurea:

Cognome del docente:

AVVERTENZA: La prova d’esame si compone di 4 esercizi. Lo svolgimento della prova (calcoli, spiegazioni e conclusioni) deve essere fatto su fogli a parte che non devono essere consegnati e su ciascuno dei quali deve essere riportato cognome e nome del candidato. Il presente foglio, contenente la traccia del compito, deve essere compilato nella sua parte superiore e riconsegnato insieme all’elaborato.

Esercizio 1. Sia C l’insieme

C = {(x, y, z) : x 2 + z 2 = 4, x y + z = 1, x 0}.

Determinare i punti di C che si trovano a minima distanza dal punto P = (0, 1, 0).

Esercizio 2. Calcolare l’integrale del campo vettoriale

F (x, y, z) =

(x 2 + 5x 4 ) i + 12x + x 4 + 8 + 9z 2 + 10z 4 j + 12x 3 + y + 12y 3 k

= x 2 + 5x 4 , 12x + x 4 + 8 + 9z 2 + 10z 4 , 12x 3 + y + 12y 3

lungo la curva intersezione delle due superfici

z = 3xy

e

x 2 + y 2 = 15,

orientata in senso antiorario se vista dall’alto.

Esercizio 3. Determinare il volume del solido

(x + 2y) 2 + (3x + y + z) 2 + 2z 2 1.

Esercizio 4. Determinare il flusso del campo vettoriale

attraverso la superficie

orientata verso l’esterno.

G(x, y, z) = x i +

5

y

8

16 j + z

x

2

5

+ y

16 + z 2

2

8

= 1

k

5

Esercizio 1. Si consideri la curva C intersezione delle superfici x 2 +z 2 = 4 e x+y +z = 1 e tale che z 0. Determinare i punti di C che si trovano a minima distanza dal punto P = (0, 1, 0).

Esercizio 1. Minimizziamo la funzione

f (x, y, z) = x 2 + (y 1) 2 + z 2 ,

che coincide con il quadrato della distanza richiesta. Sappiamo che f su C raggiunge un mnimo perch´e `continua e C `e un insieme compatto. Osserviamo che su C si ha y 1 = x z e x 2 + z 2 = 4, da quest’ultima deduciamo che z 2 = 4 x 2 , che implica |x| ≤ 2. Pertanto troviamo

x 2 + (y 1) 2 + z 2 =

x 2 + (x + z) 2 + z 2

=

2(x 2 + xz + z 2 )

=

2(4 + xz)

=

2

4 + x 4 x 2 .

Dobbiamo minimizzare la funzione φ(x) = 2 4 + x 4 x 2 sull’intervallo 2 x 2. Trovi- amo φ(±2) = 8. Inoltre

φ (x) = 2

2 x 2

4 x 2 ,

quindi φ (x) = 0 se x = ± 2. Poich´e φ( 2) = 12 e φ( 2) = 4, i punti di minima distanza

da P hanno x = 2. Concludiamo che c’`e un solo punto Q su C che ha distanza minima da

P e che Q = ( 2, 2 1, 2).

6

Esercizio 2. Calcolare l’integrale del campo vettoriale

F (x, y, z)

=

A(x)i + kx + x 4 + b 0 + b 2 z 2 + b 4 z 4 j + c 3 x 3 + c 1 y + c 3 y 3 k

=

A(x), kx + x 4 + b 0 + b 2 z 2 + b 4 z 4 , c 3 x 3 + c 1 y + c 3 y 3

lungo la curva intersezione delle due superfici

z = αxy

e

x 2 + y 2 = R 2 ,

orientata in senso antiorario se vista dall’alto.

Esercizio 2. Sia C la curva intersezione dell’iperboloide z = αxy = φ(x, y) e del cilindro x 2 + y 2 = R 2 . Chiamiamo S il grafico della funzione φ(x, y) = αxy, definita per x 2 + y 2 R 2 e calcoliamo l’integrale adoperando il Teorema di Stokes,

C+ F · dx = S+ rotF · n dA,

dove S `e orientata verso l’alto. Un campo vettoriale ortogonale a S `e

N (x, y, z) = x φ, y φ, 1 = αyi αxj + k.

Pertanto

S+ rotF · n dA =

{x 2 +y 2 R 2 }

Il rotore del campo vettoriale

rotF · N (x, y, αxy)dxdy.

F (x, y, z) =

A(x)i + kx + x 4 + b 0 + b 2 z 2 + b 4 z 4 j + c 3 x 3 + c 1 y + c 3 y 3 k

=

A(x)i + B(x, z)j + C(x, y)k

`e

F (x, y, z) = y C z B i x Cj + x Bk

= c 1 + 3c 3 y 2 2b 2 z 4B 4 z 3 i 3c 3 x 2 j + k + 4x 3 k.

In conclusione troviamo

C+ F · dx =

{x 2 +y 2 R 2 }

αx rotF x αy rotF y + (rotF z (x, y, αxy)dxdy = kπR 2 ,

poich´e l’integrale di una funzione dispari in x o y su un disco centrato in (0, 0) `e nullo.

7

Esercizio 3. Determinare il volume del solido

(x + 2y) 2 + (x 2y + z) 2 + 3z 2 = 1.

Esercizio 3.

Ponendo

 

u = x + 2y,

v = x 2y + z,

w = 3z,

l’ellissoide E,

 

(x

+ 2y) 2 + (x 2y + z) 2 + 3z 2 1,

diventa

u 2 + v 2 + w 2 1,

che `e la palla di raggio 1 centrata nell’origine.

Poich´e la matrice jacobiana (u,v,w)

(x,y,z)

del cambiamento di coordinate considerato ha determi-

nante 4 3, il volume di E dato quindi dal prodotto di

1.

`

1

4 3 per il volume della sfera di raggio

8

Esercizio 4. Determinare il flusso del campo vettoriale

attraverso la superficie

G(x, y, z) =

a x 2 i +

y

b

2

j +

z

c

2

k

 

x 2

y

2

z 2

a

2

+ 2

b

+ c 2

= 1

orientata verso l’esterno.

Esercizio 4. Sia S l’elissoide

 

x 2

y

2

z 2

a

2

+ 2

b

+ c 2

= 1

e sia E la regione di spazio limitata da S,

E = (x, y, z) : x 2

a 2 +

2

y

b 2 +

z

2

c

2

1 .

Calcoliamo il flusso di G usando il teorema della divergenza,

S

G · ndA = divG dxdydz.

E

La divergenza del campo vettoriale

G(x, y, z) =

x 2 i +

a

y

2 j +

b

z

c

2

k

`e data da

quindi

E

divG(x, y, z) =

1

1

1

a 2 + b 2 + c 2 ,

divG dxdydz =

1

1

a 2 + b

2 +

1 2 Vol(E),

c

dove Vol(E) indica il volume di E. Per calcolare Vol(E), definiamo

u = x ,

a

v = y ,

b

w = z

c .

Questa trasformazione di coordinate trasforma E nella palla di raggio 1 centrata in (0, 0, 0) e

il suo determinante jacobiano `e dato da

1

abc , quindi

E

divG dxdydz = 4 π abc

3

1 1

1 2 .

a 2 + b 2 + c