Sei sulla pagina 1di 3

CENTAUREA

Famiglia: Asteraceae (Compositae)

Generalit
Il genere Centaurea riunisce circa trecento specie di piante erbacee annuali e perenni originarie dell'Europa, dell'Asia e dell'America settentrionale. Cresce dalla regione mediterranea fino a quella montana. Si trova spontanea nei luoghi erbosi, nelle ghiaie, negli incolti, ma il luogo pi comune sono i campi di grano. Purtroppo oggi sembra irrimediabilmente scomparsa a causa delluso dei diserbanti selettivi che hanno destinato all'estinzione questo "fiore delle messi". Il suo nome scientifico Centaurea deriva dal mito di Chitone, centauro dallindole mite e saggia, che ferito al piede da una freccia avvelenata, venne guarito dal succo estratto dal fiore. Unaltra leggenda racconta che la dea Flora, avendo ritrovato morto in un campo pieno di fiordalisi il corpo dellamato Cyanus, volle chiamare quei fiori proprio con il suo nome. A seconda della regione ha assunto vari nomi: Bluet, Fior campese, Occhi di cielo, Ambretta, Biavettina, Muneghetta. Nelle lingue straniere chiamata: in francese Fleur de lis o Bluet; in spagnolo Azulejo, Aciano, Aldina; in tedesco Kornblume; in inglese Cornflower. Molti aneddoti sono raccontati attorno a questo delicato fiore. Si narra che al tempo di Napoleone, Guglielmo I , re di Germania, costretto a fuggire si ritrov in un campo di grano. Nell'attesa di ritornare al suo paese, vide sua madre intrecciare mazzetti di Fiordaliso, per tranquillizzare i bambini che erano con lei. Ritornato sul trono mise il Fiordaliso nel fregio araldico. In Oriente, gli innamorati lo regalano allamata nella speranza di ottenere la felicit da lei. Nel linguaggio dei fiori, per la delicatezza dei suoi colori stato assunto come simbolo di dolcezza, felicit e leggerezza.

Specie
Tra le varie specie esistenti, ricordiamo: C. cyanus, il fiordaliso comune, pianta annuale alta circa 60 cm, con fiori blu, gialli, rosa o bianchi.

C. montana, pianta perenne tipica delle Alpi, cresce oltre i 1900 m di altitudine. Ha fiori di vari colori. C. macrocephala, detta anche "fiordaliso dalla grossa testa". C. moschata, pianta annuale chiamata volgarmente "ambretta", che produce fiori profumati. C. babylonica, pianta perenne, con fiori gialli e foglie grigie.

Caratteristiche botaniche
Le centauree sono piante erbacee annuali, biennali o perenni. Hanno foglie alterne, solitamente verde brillante, in alcune specie grigio-argento, ricoperte talvolta da una fine peluria biancastra. Come per tutte le Compositae, i fiori sono disposti in capolini, avvolti da un involucro di brattee. Nel caso delle centauree, i fori sono tutti tubulari, quelli della periferia (perlopi sterili) si aprono in cinque grandi lobi. Il colore va dal rosa, al porpora e il violetto, ma esistono anche specie a fiore giallo. L'involucro composto da bratteee ineguali su pi file, come nel carciofo. Queste brattee sono quasi sempre ciliate ma anche spinose. I frutti sono achenii.

Coltivazione
Terreno Si sviluppa senza problemi in qualsiasi terreno da giardino, preferendo comunque i terreni fertili e sciolti, ricchi di materia organica. Esposizione Solitamente queste piante gradiscono particolarmente le posizioni in pieno sole. Le piante perenni non soffrono il freddo invernale, tranne alcuni casi, quindi prima di porle a dimora in giardino bene conoscere precisamente la specie che stiamo piantando. Annaffiature e concimazione Necessitano di una buona quantit d'acqua, fornita regolarmente, lasciando comunque asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Fornire del concime per piante da fiore ogni 15-20 giorni mescolato all'acqua delle annaffiature. Moltiplicazione Avviene solitamente per seme. Sia le piante annuali che le perenni si possono seminare senza problemi all'inizio della primavera direttamente a dimora. Per ottenere una fioritura migliore si consiglia di seminare i fiordalisi a fine e state o in autunno, in semenzaio, che va tenuto protetto per tutto l'inverno; le piantine cos ottenute vanno poste a dimora in primavera, o comunque quando improbabile che il termometro scenda al di sotto dello zero.

i-bei giardini

Usi e propriet
La Centaurea Cyanus conosciuta per svariate propriet officinali. Si usano i capolini, che vengono raccolti durante la fioritura, in maggio-giugno, recidendoli appena al di sotto dellinvolucro. Una vola raccolti, si pongono a seccare allombra in un luogo aerato e si conservano in recipienti di vetro o porcellana lontano dalla luce. Propriet Principi attivi: flavonoidi, antociani, pectine. Ha propriet leggermente astringenti, antinfiammatorie, diuretiche, tossifughe. Ha un valido impiego in campo oculistico. La sua acqua distillata, peraltro non ottenibile con procedimenti domestici, viene usata come collirio astringente per gli occhi arrossati. Nella pratica erboristica casalinga si pu impiegare linfuso per un trattamento esterno decongestionante disarrossante delle palpebre e delle zone attorno agli occhi. Analoga azione antinfiammatoria viene esercitata sulle mucose della bocca e della gola. Per uso interno si pu impiegare il Fiordaliso come blando tossifugo, diuretico, e astringente intestinale. Lazione astringente e antinfiammatoria dovuta prevalentemente alla presenza di polifenoli, tra cui flavonoidi e antociani; questi ultimi sono responsabili del bel colore azzurro dei petali.

i-bei giardini
Negozio ebay gestito da Brasi74 http://stores.ebay.it/i-bei-giardini
3