Sei sulla pagina 1di 6

PER LA SETTIMANA IV PASQUA

Vangelo di Gv 10,2730 "Sarai magnifica corona nella mano del Signore e un diadema nel palmo della mano del tuo Dio". E' Isaia nel capitolo 62, riferendosi a Gerusalemme e ad Israele. " Non andranno perdute e nessuno le rapir dalla mia mano". E' il Vangelo di questa domenica. La mano di Dio, la mano di Dio su di noi e nessuno ci potr mai fare del male, quello vero, nessuno ci separer da queste mani. Quelle mani di Cristo che non sono usate mai per il potere o la potenza, ma sono usate per allacciarsi un grembiule attorno ai fianchi. Mani che non soffocano mai nessuno, mani che non graffiano, non minacciano, non si vendicano, mani che donano, perdonano, che servono uomini e donne di questo mondo, mani trafitte per la nostra salvezza. Nessuno ci separer mai da queste mani. Le mani di Cristo che bussano alla nostra porta continuamente. "Ecco, io sto alla porta e busso, se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta Io entrer da lui e cener con lui". Ascoltiamo e

seguiamo i battiti della nostra porta e quelli del nostro cuore

Il chicco di grano e la formica


Un chicco di grano, rimasto nel campo dopo la mietitura, aspettava la pioggia per tornare a nascondersi sotto le zolle. Lo vide una formica,e, caricatoselo addosso, si avvi faticosamente verso la sua tana. Perch ti affatichi a portarmi?, disse il chicco di grano. Lasciami nel mio campo!. Se ciascuna di noi, rispose la formica, non porta un po di cibo nella dispensa, non avremo provviste bastanti per questinverno. Ma io non sono fatto soltanto per essere mangiato, replic il chicco. Io sono un seme pieno di vita, e il mio destino quello di far nascere una pianta. Facciamo un patto. Contenta di riposarsi un po, la formica depose il chicco e gli chiese: Quale patto?. Se mi lasci qui nel mio campo, rinunciando a portarmi a casa tua, io fra un anno mi impegno a restituirti cento chicchi uguali a me. Cento chicchi in cambio di uno solo!, pens la formica. Ma che buon affare! E come farai?, chiese al chicco di grano. Questo un mistero, rispose il chicco. E il mistero della vita. Scava una piccola fossa, seppelliscimi l dentro, e poi torna qui tra un anno. La formica gli diede ascolto.

Prese il seme, lo depose fra le zolle, e lanno dopo torn a vedere se ci stava. Si, il chicco di grano aveva mantenuto la promessa.

PREGHIAMO CON I SALMI

PREGHIAMO CON LA CHIESA Donaci la tua vita, Signore

Noi siamo suo popolo, gregge che egli guida Acclamate il Signore, voi tutti della terra, servite il Signore nella gioia, presentatevi a lui con esultanza Riconoscete che solo il Signore Dio: egli ci ha fatti e noi siamo suoi, suo popolo e gregge del suo pascolo Perch buono il Signore, il suo amore per sempre, la sua fedelt di generazione in generazione

Per la Chiesa,affinch non si lasci turbare, abbattere, confondere ma conservi e diffonda la gioia e l'amore che lo Spirito Santo sempre le dona. Per tutti coloro che Dio Padre chiama ad essere pastori del suo popolo,affinch, su l'esempio di Ges, buon pastore, mettano la propria vita a servizio del gregge loro affidato Per le famiglie cristiane: siano sempre fedeli a Ges Cristo e trasmettano, la buona notizia dell'amore di Dio Padre che per sempre e si manifesta a noi, oggi, attraverso lo Spirito Santo

AL AL MATTINO MATTINO Ti Ti adoro adoro mio mio Dio Dio e e ti ti amo amo con con tutto tutto il il cuore. cuore. Ti Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e e conservato in questa notte. Ti offro le azioni conservato in questa notte. Ti offro le azioni della della giornata: giornata: fa fa che che siano siano tutte tutte secondo secondo la la tua tua santa volont e per la maggior tua gloria. santa volont e per la maggior tua gloria. Preservami Preservami dal dal peccato peccato e e da da ogni ogni male. male. La La tua tua grazia grazia sia sia sempre sempre con con me me e e con con tutti tutti ii miei miei cari. cari. AMEN ALLA AMEN ALLA SERA SERA Ti adoro mio Dio e Ti adoro mio Dio e ti ti amo amo con con tutto tutto il il cuore. cuore. Ti Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e e conservato in questo giorno. Perdonami il male conservato in questo giorno. Perdonami il male che che oggi oggi ho ho commesso commesso e, e, se se qualche qualche bene bene ho ho compiuto, accettalo. Custodiscimi nel riposo compiuto, accettalo. Custodiscimi nel riposo e e liberami dai pericoli. La tua grazia sia sempre liberami dai pericoli. La tua grazia sia sempre con con me me e e con con tutti tutti ii miei miei cari. cari. AMEN AMEN
LA PAROLA DEL PAPA

In questi giorni, ho potuto leggere un libro di un Cardinale il Cardinale Kasper, un teologo in gamba, un buon teologo sulla misericordia. E mi ha fatto tanto bene, quel libro, ma non crediate che faccia pubblicit ai libri dei miei cardinali! Non cos! Ma mi ha fatto tanto bene, tanto bene Il Cardinale Kasper diceva che sentire misericordia, questa parola cambia tutto. E il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po di misericordia rende il mondo meno freddo e pi giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo Padre misericordioso che ha tanta pazienza Ricordiamo il profeta Isaia, che afferma che anche se i nostri peccati fossero rossi scarlatti, lamore

di Dio li render bianchi come la neve. E bello, quello della misericordia!