Sei sulla pagina 1di 45

,l

GovruNE Dr AveLLINo

Provincia di Avellino

GowruNE Dr

AvelltNo

Provincia di Avellino

Relazione dell'organo di revisione


sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 201 1 sullo schema di rendiconto per I'eserc2b finanziario 201 1

L'organo di revisione
DOTT. OTTAVIO BARRETTA RAG. ANTONIO PELLEGRINO DOTT. ANTONIO SAVINO

Comune di Avellino
Organo di revisione
RELAZIONE SUL RENDICONTO 2011

Verbale n.4 del 3 Agosto 2012

Premesso che I'organo di revisione ha:

esaminato lo schema di rendiconto dell'esercizio finanziario 2011, unitamente agli allegati di legge, e la proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011',
rilevato che nel suo operato si uniformato allo statuto ed al regolamento di contabilit;

visto il D.Lgs. 18 agosto 2000, n.267 <Testo unico delle leggisull'ordinamento degli enti locali>; visto il D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194; visti iprincipi contabili pergli enti locali emanati dall'Osservatorio per lainanza e contabilit degli
entr locali;

visti i principi di vigilanza e controllo dell'organo di revisione degli enti locali approvati dal Consiglio
nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili;

All'unanimit
Approva

I'allegata relazione sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011 e sulla schema di rendiconto per I'esercizio finanziario 2011 del Comune di Avellino che forma parte integrante e sostanziale del presente verbale.

Avellino 3 Agosto 2012


!j

z-='-

RINO

INTRODUZIONE

t r

sottoscritti Barretta Ottavio, Pellegrino Antonio, Savino Antonio, revisori nominati con delibera

dell'organo consiliare n. 41 del 15.06.2012; ricevuta in data 20 Luglio 2012 la proposta di delibera consiliare e lo schema del rendiconto per
l'esercizio 2011, approvati con delibera della giunta comunale n.222 del 28106 2012, completi di:

a) conto del bilancio; b) conto economico;

c) conto

del patrimonio;

e corredati dai seguenti allegati disposti dalla legge e necessari per il controllo:

relazione dell'organo esecutivo al rendiconto della gestione, elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza;

delibera dell'organo consiliare n. 105 del 30.09.2011 riguardante la ricognizione sullo stato di

attuazione dei programmi e dei progetti e di verifica della salvaguardia degli equilibri di
bilancio aisensidell'art. 193 delT.U.E.L.
;

conto del tesoriere; conto degli agenti contabili interni ed esterni


;

prospetto dei dati Siope

e delle disponibilit liquide di cui all'art.77 quater, comma 11 del

d.1.112108 e D.M. 2311212009',

Elenco delle spese di rappresentanza sostenute dagli organi di governo dell'ente nell'anno
20'11 (articolo 16, comma 26, del decreto legge 13 agosto 2011 n. '138 la tabella dei parametri di riscontro della situazione di deficitariet strutturale (D.M.241912009)

tabella dei parametrigestionali inventario generale;

il prospetto di conciliazione con unite le carte di lavoro; conto economico esercizio 201'1 del servizio raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti,

ultimi bilanci di esercizio approvati degli organismi partecipati; certificazione rispetto obiettivi anno 2011 del patto di stabilit interno;

relazione trasmessa alla Sezione triennale di contenimento delle

di Controllo della Corte dei Conti degli effetti del spese ( art.2, commi da 594 a 599 della legge 244107)''
responsabili

piano

r r r r
o

attestazione, rilasciata

dai

dei servizi,

dell'insussistenza

alla

chiusura

dell'esercizio di debiti fuori bilancio; visto il bilancio di previsione dell'esercizio 2011con le relative delibere di variazione e il rendiconto dell'esercizio 2010;
vrste le disposizioni deltitolo lV del T.U.E.L
'

visto ild.p.r. n. 194/96; visto I'articolo 239, comma


'1

lettera d) delT.U.E.L

visto il regolamento di contabilit vigente;


DATO ATTO CHE

l'ente, avvalendosi della facolt di cui all'art.232 del T.U.E.L., nell'anno 2011, ha adottato
seguente sistema di contabilit:

il

slsfema contabile semptificato

con tenuta detla sola contabilit finanziaria ed utilizzo del conto

det bitancio per costruire a fine esercizio, attraverso ta conciliazione dei valori e rilevazioni
integrative, ilconto economico ed il conto del patrimonio;

il rendiconto stato compilato secondo i principi contabili degli enti locali;

TENUTO CONTO CHE

durante I'esercizio le funzioni sono state svolte in ottemperanza alle competenze contenute nell'art. 239 del T.U.E.L avvalendosi per il controllo di regolarit amministrativa e contabile di tecniche
motivate di campionamento;

che il controllo contabile stato svolto in assoluta indipendenza soggettiva ed oggettiva


confronti delle persone che determinano gli atti e le operazioni dell'ente;

nei

RIPORTANO

i risultati dell'analisi e le attestazioni sul rendiconto per I'esercizio 2011.

CONTO DEL BILANCIO

Verifiche preliminari
L'organo di revisione, sulla base di tecniche motivate di campionamento, ha verificato:

la regolarit delle procedure per la contabilizzazione delle entrate e delle spese in conformit
alle disposizioni di legge e regolamentari;

la corrispondenza tra i dati riportati nel conto del bilancio con quelli risultanti dalle scritture
contabili; il rispetto del principio della competenza finanziaria nella rilevazione degliaccertamenti e degli impegni;

la corretta rappresentazione del conto del bilancio nei riepiloghi e nei risultati di cassa e di
competenza finanziaria;
la corrispondenza tra le entrate a destinazione specifica e gli impegni di spesa assunti in base

alle relative disposizioni di legge;


I'equivalenza tra gli accertamenti di entrata e gli impegni di spesa dei capitoli relativi ai servizi per conto terzi;

che I'ente ha provveduto alla verifica degli obiettivi e degli equilibri finanziari ai sensi dell'art.
193

delT.U.E.L in data 30.09.2011, con delibera n.105;

che I'ente ha riconosciuto debiti fuori bilancio per euro 563.620,74 e che detti atti sono stati trasmessi alla competente Procura della Sezione Regionale della Corte dei Conti ai sensi

dell'art.23, comma 5, della legge28912002;

l'adempimento degli obblighifiscali relativi a: l.V.A., l.R.A.P., sostitutid'imposta; che i responsabilidei servizi hanno provveduto ad effettuare il riaccertamento dei residuiattivi e passrvi, riportati in seguito nel bilancio 2011in virt dipresa d'atto deglistessiavvenuta con determina dirigenziale n.170 del 21 giugno2012.

Geson e Finanziaria
L'organo di revisione, in riferimento alla gestione finanziaria, rileva e attesta che:

risultano emessi n.4131reversali e n. 5668 mandati;

- i -

mandati

di pagamento

risultano emessi

in forza di provvedimenti esecutivi e

sono

regolarmente estinti;

gli ulilizzi, in termini di cassa, di entrate aventi specifica destinazione per il finanziamento
e al 3l .12.2011 risultano totalmente reintegrati;

di

spese correnti sono stati effettuati nel rispetto di quanto previsto dall'articolo'195 del T.U.E.L.

il ricorso all'indebitamento stato effettuato nel rispetto dell'art. 119 della Costituzione e degli

articoli 203 e204 del d.lgs 267100, rispettando i limiti dicui al primo del citato articolo 204;
gli agenticontabili, in attuazione degliarticoli 226e233 delT.U.E.L., hanno reso ilconto della loro gestione entro il 30 gennaio 2012, allegando i documenti previsti;

I pagamenti e le riscossioni, sia in conto competenza che in conto residui, coincidono con il conto del tesoriere dell'ente, Banca Popolare di Bari, reso entro il 30 gennaio 2012 e si
compendiano nel seguente riepilogo.

Risultati dell a gestione

a) Saldo di cassa
ll saldo dicassa ajr3111212011 risulta cos determinato: ln conto
Totale

RESIDUI I
Fondo di cassa al 1 gennaio 201 1 Riscossioni Pagamenti 18.848.477,10 13.622.302,84

COMPETENZA

7.352.831,55 35.677.745,88
41 .578.015,51

54.526.222.98 55.200.318,35 6.678.736,18

Fondo di cassa al 31 dicembre 2Q11


Pagamenti per azioni esecutive non regolarizzate al 31 dicembre Differenza

9.899,40 6.668.836,78

La situazione di cassa dell'Ente a|31.12 degli ultimitre esercizi, evidenziando l'eventuale presenza di anticipazionidicassa rimaste inestinte alla medesima data de|31.12 diciascun anno, la seguente:

Disponibilit

Anticipazioni 0,00
0,00

Anno 2009
Anno 2010

6.695.966,70 7.352.831,55 6.668.836,78

Anno

20'11

0,00

b) Risultato della qestione di competenza


ll risultato della gestione di competenza presenta un avanzo di Euro 1.896.230'57, come risulta dai seguenti elementi:

cos dettagliati:

Riscossioni

(+)

35.677.745.88 41.578.015,51

Pasamenti Differenza
Residuiattivi Residui passivi
Totale avanzo

(-l

tAl
(+) (-)

-5.900.269,63
57.267.299,42 49.470.799,22 7.796.500,20 1.896.230,57

Differenza

tBl
tAl - tBl

(disavanzo)dicompetenza

La suddivisione tra gestione corrente ed in c/capitale del risultato di gestione di competenza 2011, integrata con la quota di avanzo dell'esercizio precedente applicata al bilancio, la seguente:

10

n 11r}";xr,,

Entrate titolo I Entrate titolo II Entrate titolo III

23.785.723,93 20.088.000,23 6.677.475,28

35.892.975,32
7

.OLB.L63 ,77

6.795.663,3L

ra Totale titoli (I+II+III) (B) Spese titolo I

so.551.199,44
47.932.668,83

49.706,8O2,4O 46.372.584,r9
2.157.016,58

(c) (E)
(F)

Rimborso prestiti parte del titolo

III

3.321.595,63

(D) Differenza di pae corrente

(A-B-C)

-703.065,02
724.L22,t5

1.177.201,63
535.642,56

Utilizzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa corrente [eventuale]

Entrate diverse destinate a spese correnti di


cul:

1.45A.754,57

r.048.648,72

-contributo per permessi di costruire


-plusvalenze da alienazione di beni patrimoniali

altre entrate (specificare)

(G) 1:::1.^T:^"ntidestinate
della strada

a spese di

64.000,0c

50.000,00

-proventi da sanzioni per violazioni al codice altre entrate (specificare)

(H)

Entrate diverse utilizzate per rimborso quote


)ii:;::::::::::::l141l7.;807r7O

Saldo di pae corrente (D+E+F-G+H)

Entrate titolo IV

L6.993.952,45 7.927.553 23.496,648,20

37.t63.750,28

(M) Totale titoli (IV+V (N) Spese titolo II (o) differenza di

37.474.72t.34

(P)

Entrate correnti dest.ad.invest. (G Utillzzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa in conto capitale [eventuale] 237.357,44

(a)

10

11

E, stata verificata I'esatta corrispondenza tra le entrate a destinazione specifica o vincolata e le relative spese impegnate in conformit alle disposizioni di legge come si desume dal seguente
prospetto:

Entrate accertate
Per funzioni delegate dalla Regione Per fondi comunitari ed internazionali Per imposta di scopo Per contributi in c/capitale dalla Regione Per contributi in c/capitale dalla Provincia Per contributi straordinari Per monetizzazione aree standard Per proventi alienazione alloggi e.r.p. Per aree altri immobili 531.145,23 634.549,7e

Spese impegnate

33.838.250,99

33.838.250,99

531.145,23 634.549,7e

rer entrata da escavazione e cave per recupero ambientale


Per sanzioni amministrative pubblicit Per imposta pubblicit sugli ascensori Per sanzioni amministrative codice della strada(parte vincolata) Per contributi in conto capitale Per contributi c/impianti Per mutui

Totale

35.003.946

35.003.946

Al risultato di gestione 201,1 hanno contribuito le seguenti entrate correnti e spese correnti di carattere eccezionale e non ripetitivo:

Censimento della popolazione

235.013,00

Censimento della popolazione

235.013,00

235.013,00

235.0'13,00

11

12

c) Risultato di amministrazione ll risultato d'amministrazione dell'esercizio 2011,


risulta dai seguenti elementi:

presenta un avanzo

di Euro 15.975.786'22 come

ln conto

RESIDUI I
ondo di cassa al 1' gennaio 201 I RISCOSSIONI PAGAMENTI 18.848.477,10 13.622.302,84

Totale

COMPETENZA

7.352.831,55 35.677.745,88
41.578.015.51

54.526.222,98 55.200.318,35 6.678.736,18 9.899,40 6.668.836,78

Fondo di cassa al 31 dicembre 201'l


PAGAMENTI per azioni esecutive non regolarizzale al 31 dicembre Differenza RESIDUIATTIVI RESIDUI PASSIVI Differenza 211.627.084,98 210.116.635,74 57.267.299,42 49.470.799,22

268.894.384,40 259.587.434,96 9.306.949,44


'15.975.786,22

Avanzo (+) o Disavanzo di Amministrazione (-) al 31 dicembre 201 1

Fondi vincolati

Suddivisione dell'avanzo (disavanzo) di ammin istrazione com Plessivo

Fondi per finanziamento spese in conto capitale Fondi di ammortamento Fondi non vincolati 15.975.786,22 't5.975.786,22

Totale avanzo/disavanzo

12

13

d) Gonciliazione dei risultati finanziari


La conciliazione tra il risultato della gestione di competenza e il risultato di amministrazione scaturisce

dai seguenti elementi:

Gestione di
Totale accertamenti di competenza Totale impegni di comPetenza SALDO GESTIONE COMPETENZA
+

92.945.045,30 91.048.814,73 1.896.230,57

Gesfione dei residui


Maggiori residui attivi riaccertati Minori residui attivi riaccertati Minori residui passivi riaccertati SALDO GESTIONE RESIDUI
+ +

29.341,36 3.883.464,74 2.449.799,75 -'t.404.323,63

SALDO GESTIONE COMPETENZA SALDO GESTIONE RESIDUI

1.896.230,57

VANZO ESERCIZI PRECEDENTI APPLICATO VANZO ESERCIZI PRECEDENTI NON APPLICATO AVANZO (DISAVANZO) DI AMMINISTRAZIONE AL 31.12.201'I
14.720.778,68

ll risultato di amministrazione negli ultimi tre esercizi stato il seguente:

2009 lzotolz0'l'l
Fondi vincolati 14.158.176,52 99.597,43 .150.000,00 773.000,00 15.493.778,68 15.975.786,22 15.975.786,22 14.720.778,68

Fondi per finanziamento spese in c/capitale


Fondi di ammortamento Fondi non vincolati TOTALE
1

15.407.773.95

L'avanzo d'amministrazione non vincolato opportuno sia utilizzato secondo le seguenti priorit:

a. b. c. d.

per finanziamento debiti fuori bilancio;

al riequilibrio della gestione corrente;


per accantonamenti per passivit potenziali (derivanti da contenzioso, derivati ecc.); al finanziamento di maggiori spese del titolo ll e/o estinzione anticipata di prestiti.

13

14

Analisi del conto del bilancio


a) Confronto tra previsioni

iniziali e rendiconto

2011

Entrate
Titolo

Previsione iniziale

Rendiconto
201
1

Differenza

Scosfarn.

I Titololl Titolo lll Titolo lV Titolo V Titolo Vl

Entrate tributarie Trasferimenti

34.120.599,68 9.119.256,68 7.951.230,00 53.690.423,09 18.196.964,33 8.470.000,0c

35.892.975,32 7.018.163,77 6.795.663,31 37.163.750,28 1.030.000,00 5.044.492,62 773.000,0c

1.772.375.64
-2. 101 .092,91

5%

-23% -15% -31% -94%

Entrateextratributarie
Entrate da trasf. c/capitale Entrate da Prestiti Entrate da servizi per conto terzi

-1.155.566,69 -16.526.672,81 -17.'166.964,33

Avanzo di amministrazione applicato

773.000,0c -37.830.428,48 -29%

Totale

131.548.473,78

93.718.045,3C

Spese

Previsione iniziale

Rendiconto
201
1

Differenza

Scosfam.

I Titolo ll Titolo Ill Titolo lV


Titolo

Spese correnti

49.757.310,87 58.561.423,09 14.759.739,82 8.470.000,00


13',1.548.473,78

46.372.584,19 37.474.721,34 2.157.016,58 5.044.492,62 91.048.814,73

-3.384.726,68 -21.086.701 75 -12.602.723.24 -3.425.507,38 -40.499.659,05

-7%
-36%

Spese in conto caPitale


Rimborso di prestiti

-85% -40% -31%

Spese per servizi per conto terzi

Totale

15

b) Trend storico della gestione di competenza

Entrate
Titolo
Titolo

2009
25.763.295,50
17 883.967 09

2010
23.785.723,93 20.088.000,23 6.677.475,28 16.993.952,45 7.927.553,02 5.402.338,38 80.875.043,29

201

I tt lll lV V VI

Entrate tributarie
Entrate. da contributi e trasferimenti

35.892.975.32 7.018.163,77 6.795.663,31 37 163.750.28

correnlt Entrate extratributarie Entrate da trasf. c/capitale Entrate da prestiti Entrate da servizi per c/ terzi

Titolo
Titolo Titolo

6.764.594.75 16.134.886.89 1.830.295,95 7.538.488,01 75.915.528,19

r.030.000,00
5.044.492,62 92.945.045,30

Titolo

Totale Entrate

Spese
Titolo Titolo Titolo Titolo

2009
47.205.090,99 15.907.448,79 3.022.421.95 7.538.488,01

2010
47.932.668,83 23.496.648,20 3.321.595,63 5.402.338,38

201

ll Il lll lV

Spese correnti

46.372.584,19 37.474.721 ,34 2.157.016.58 5.044.492,62

Spese in c/capitale
Rimborso di prestiti

Spese per servizi per cl terzi

Totale Spese

73.673.449.72

80.153.251 ,04

91.048.814,7:

Avanzo (Disavanzo) di competenza (A)


Avanzo di amministrazione applicato (B)

2.242.078,45

721.792,2,

1.896.230,57

Saldo (A) +l- (B)

2.242.078,45

72',t.792,24

1.896.230,57

15

16

c) Verifica del patto di stabilit interno 77 bis del L, Ente ha rispettato gti obiettivi det patto di stabilit per I'anno 2011 stabiliti dall'art.
agli D.L.25l6l2}0g n.112, convertito in legge n.'133/2008, avendo registrato iseguenti risultati rispetto

obiettivi programmatici di competenza mista: Competenza

mista accertamenti titoli I,ll e lll imoeqni titolo I riscossionititolo lV oaoamentititolo ll SaAo fimnziario 2011 di competenza mista O bi ettivo proq ram m ati co 20 1 1 diffza tra risultato obiettivo e saldo finanziario
49464
461 38

5322
5835

2814
1047 1767

Nella rilevazione degli accertamenti e degli impegni sono state correttamente escluse le tipologie di '133/08 e nell'art.6 della legge 33/2009; entrata e spesa indicate nell'arl.77 bis della legge L,ente ha provveduto in data 2BlO3l2O12 a trasmettere al Ministero dell'economia e delle finanze, la certificazione secondo i prospetti allegati al decreto del Ministero dell'Economia e delle finanze
.

d) Esame questionario bilancio di previsione anno 2011 da parte della Sezione

regionale di controllo della Goe dei Conti


La Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti nell'esame del questionario relativo al bilancio di previsione per I'esercizio 2011, non ha richiesto alcun provvedimento correttivo per ristabilire la
sana gestione finanziaria e contabile.

16

17

Analisi delle princiPali Poste


a) Entrate Tributarie Le entrate tributarie accertate nell'anno 2011, presentano iseguenti scostamenti rispetto
previsioni iniziali ed a quelle accertate nell'anno 2010:
Rendiconto 2010

alla

Previsioni iniziali
201
1

Rendiconto
201
1

Differenza fra

prev.e rendic.

Categoria I - lmPoste

c.l
C.l. per liquid.accert.anni pregessi Addizionale IRPEF Addizionale sul consumo di energia elettrica Compartecipazione RPEF
I

7 657.139.72
401 .342,72

7.580.000,00 1.000.000,00

7.580.000.00 2.301.964,49 1.301.964,49

467.663,00

470.000,00

502.455,62

32.455.62

lmposta di scopo lmposta sulla pubblicit Altre imposte


573.215,43 4.383.949,13 13.483.310,00 570.000,00 7.300.000,00 16.920.000,00 591.864,03 5.276.217,01
16.252.501
,1

21.864,03 -2.023.782,99 -667.498,85

Totale categoria I

Categoria ll - Iasse
Tassa rifiuti solidi urbani
TOSAP 9.357.912.95 846.970, I 3 9.038.872,14 800.000,00 9.440.182.40 877.699.22
401 .310,2e

77.699.22

Tasse per liquid/ accertamento anni Altre tasse


1.855.00 10.206.738,08 1.000,00 9.839.872,14
10.317.881 ,62

-1.000,0(

Totale categoia Il

478.009,4t

Categoria lll - Tributi speciali


Diritti sulle pubbliche affissioni Altri tributi propri 95.675,85 110.000,00 7.250.420,00 89.905,07 9.232.687.48 9.322.592,55 35.892.975,32 -20.094,93 1.982.267,48 1.962.172,55 1.772.683,18

Totale categoria

lll

95.675,85 23.785.723,93

7.360.420,00 34.120.292,14

Total e entrate tributarie

17

18

ln merito all,attivit di controllo delle dichiarazioni e dei versamenti l'organo di revisione rileva che
sono stati conseguiti i risultati attesi e che in particolare le entrate per recupero evasione sono state le
seguenti:

370.921,67 370.921,67

b) Tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani


ll conto economico dell'esercizio20ll del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani
presente i seguenti elementi:

Ricavi:
- da tassa

- da addizionale - da raccolta differenziata - altri ricavi Totale ricavi

8483598,34 956584,06

9440182,40

- raccolta rifiuti solidi urbani - raccolta differenziata - trasporto e smaltimento - altri costi Totale costi

assimilati

9800000,00

9800000,00
96Yo

Percentuale di copeura
La percentuale di copertura prevista era del 100%

Si invita

l'Amministrazione

ad individuare le azioni da intraprendere per recuperare il

suddetto

differenziale di spesa.

c) Contributi per permesso di costruire


Gli accertamenti negli ultimi tre esercizi hanno subito la seguente evoluzione

Accertamento 2009
3.610.986,45

Accertamento 2010
3.308.909,85

Accertamenlo 2011
2.097.297,45

La destinazione percentuale del contributo al finanziamento della spesa del titolo I stata la seguente:

anno

2009

52,81

o/o

( limite massimo 75%)

anno 2010 43,66 % ( limite massimo 50% per spese correnti e25% per spese di manutenzione

18

19

ordinaria del patrimonio comunale)

anno 2011

SO

% ( limite massimo 50% per spese correnti e25% per spese di manutenzione

ordinaria del patrimonio comunale)

d) Trasferimenti dallo Stato e da altri Enti


L'accertamento delle entrate per trasferimenti presenta il seguente andamento:

2009
Contributi e trasferimenti correnti dello Stato Contributi e trasferimenti correnti della Regione Contributi e trasferimenti della Regione per funz Delegate Contr. e trasf. da parte di org. Comunitari e internaz.li Contr. e trasf. correnti da altri enti del settore pubblico
44.400,00 15.407.663,35

2010
17.743.787,27

201

4.332.657,14

2.431 .903,74

2.267.052,00

2.491.006,63

77.160,96

194.500,00

Totale

17.883.967,09

20.088.000,23

7.018.163,77

e) Entrate Extratributarie
La entrate extratributarie accertate nell'anno 2011, presentano iseguenti scostamenti rispetto alla
previsioni iniziali ed a quelle accertate nell'anno 2010:

Rendiconto 2010
Servizi pubblici Proventi dei beni dell'ente lnteressi su anticip.ni e crediti Utili netti delle aziende Proventi diversi 531.439,5 6.677.475,28 5.163.081,68
928.481 ,05 54.473,04

Previsioni inizial
201
1

Rendiconto
201
1

Differenza

5.981.800,00 925.800,00 50.000,00

4.961.451,66 936.811,64 80.123,69

1.020.348,34
-1 1.01 1,64

-30.123,69

743.630,00 7.701.230,00

817.276,32 6.795.663,31

-73.646.32 905.566,69

fotale entrate extratri butarie

19

20

f) Proventi dei servizi Pubblici


in quanto si attesta che I'ente non essendo in dissesto finanziario, ne strutturalmente deficitario
non

dell'lnternodel241912009, supera oltre la met dei parametri obiettivi definiti dal decreto del Ministero non ha l'obbligo di ed avendo presentato il certificato del rendiconto 2Q10 entro i termtni di legge,

assicurare per l'anno 2011, la copertura minima dei costi dei servizi
acquedotto e smaltimento rifiuti

domanda individuale,

si riportano di seguito un dettaglio dei proventi e dei costi dei servizi realizzali dall'ente suddivisi
servizi a domanda individuale, servizi indispensabili e servizi diversi'

tra

o/ /o

Proventi
Asilo nido lmpianti sportivi Matatoi pubblici Mense scolastiche Stabilimenti balneari Musei, pinacoteche, mostre Jso di locali adibiti a riunioni
Altri servizi 15.185,83 55.646,52 10.439,60 213.134,29

Costi
587.963,0i
580.447,38 535.948,52

Sa/do
-532.316,5C

di copertura
realizzata
9% 2%

di copertura prevista

-570.007,7t -322.814,2i

40%

211.948,7Q

-196.762.87

7o/o

Servizi i ndispensabi
Costi

i
%

Proventi
\cquedotto
Fognatura e depurazione Nettezza urbana Altri servizi 242.000,00 9.440.182,40

Sa/do

di copertura realizzata

di copeftura prevista

262.821,14 9.880.000,00

20.821,14
439.817,6C

92%
96%

/o

Proventi
Gas metano
Centrale del latte Distribuzione energia elettrica Teleriscald amento 84.000,00

Cosfi

Sa/do
-84.000,0c

di copertura
realizzata #Dtv/o!

di copertura prevista

frasporti pubblici

\ltri servizi

20

21

g) Esternalizzazione dei servizi e rapporti con organismi partecipati


servizi pubblici locali' 1. Nelcorso dell'esercizio2011, I'Ente non ha provveduto ad esternalizzare

h) Sanzioni amministrative pecuniarie per violazione codice della strada (art. 208 d.lgs. 2851921
Le somme accertate negli ultimi tre esercizi hanno subito la seguente evoluzione:

Accertamento 2009
331.060,42

Accertamento 2010
596.1 10,05

Accertamenlo 2011
539.432,62

La parte vincolata del (50%) risulta destinata come segue: Rendiconto 2009 Spesa Corrente 60.000,00 1.368,00 Rendiconto 2010
111

Rendiconto 2011 219.716,31 50.000,00

.999,17

Spesa per investimenti

186.055,85

i) Utilizzo plusvalenze
Non sono state utilizzate entrate da plusvalenze da alienazioni di beni.

l) Proventi dei beni dell'ente


Le entrate accertate nell'anno 2011 sono aumentate di Euro 8.330,59 rispetto a quelle dell'esercizio
2010 con irelativi importi: rendiconto 2010 per 928.481,05 e rendiconto 201'1

per

936.81'1,64.

21

22

m) Spese correnti
tre esercizi La comparazione delle spese correnti, riclassificate per intervento, impegnate negli ultimi
evidenzia:

Classificazione delle spese correnti per intervento


2009
01

2010
14.952.741 ,41

2011
14.544.357,23 536.467,71 23.246.133,75 47.792,37 1.365.841,03 3.605.455,78 953.410,0 2.073.126,2e 46.372.584,11

02 03

Personale

14.287.334,32 596.888,71 23.759.348,5( 47.493.83 2.872.363,71 3.396.765,42

Acquisto di beni di consumo e/o di materie Prime Prestazioni di servizi


Utilizzo di beni di terzi

647.042,87 23.537.059.98 48.005,63 2.430.934,04 3.295.608.23

04 05 06 0708 -

Trasferimenti lnteressi passivi e oneri finanziari diversi

lmposteetasse
Oneri straordinari della
1

988.883,3f
.256.012,83

975.646,0( 2.045.630,6i
47.932.668,83

gestione corrente

Totale spese correnti

47.205.090,73

n) Spese per il personale


La spesa di personale sostenuta nell'anno 201'1 rientra nei limiti di cui all'art.1, comma 557 o comma 562 ( per i Comuni non soggetti al patto di stabilit) della legge 296/06. anno 201 0
SDESA

anno 201

intervento 01 soese incluse nell'int.03

14.952.741,41

14.544.357,23
116.0'19,62

trap

415.772,95 921.706,23 2.874.964,61 13.415.255,98

898.296,36 2.85'1.895,38 12.706.777,83

altre spese di personale incluse altre soese di oersonale escluse totale soese di personale

22

23

di cui sopra sono le seguenti: Le componenti considerate per la determinazione della spesa

importo diPendente con contratto indeterminato e a tempo determinato

a temPo
14.544.357,23
dl

inata e continuativa o altre forme

rannorto di lavoro flessibile o con convenzioni

inistrazione corrisposti ai

lavoratori socialmente utili degti articoli 13 e 14 del ccNL costo effettivamente sostenuto
267t2000 D.los. n. 26712000

le in convenzione (ai sensi gennaio 2004) per la quota parte di 22


116.019,62

isto dall'art' 90 del d'l'vo


nsi dell'art' 1'10, commi 1 e

n'
2

7\ snaqc nr nersonAle- con contratto di formazione lavoro Oet raPPorto di


puubiico impiego, in strutture ed organismi partecipati e comunque facenti capo all'ente lavoro per contributi obbligatori

Ti
associate

eUnioni egestioni

ssistenza delle forze di Polizia del codice della strada proventi da sanzioni con finanziae municipale 12\ IRAP
13) Oneri per il nucleo familiare, buoni pasto e spese per equo indenn 14) Somme rimborsate ad altre amministrazioni per il personale in posizione di comando 15) Altre spese (sPecificare):

898.296,36

totale

15.558.673,21

23

24

Le componentiescluse dalla determinazione della spesa sono le seguenti:

importo

iamenti comunitari o Pl!Yg!! tamente connessi all'attivit elettorale con rimborso dal Ministero dell'lnterno e'-ea nor l fnrmazione e rimborsi oer le missioni 4) Spese per il person2ls lrasferito dalla regione per I'esercizlo di funzioni delegate 5) Spese per rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro -snqe ni' il nersonale aooartenente alle cateqorie protette 7) Spese sostenute per il personale comandato presso altre amministrazioni per le quali previsto il rimborso dalle amministrazioni utilizzatrld determinato di lavoro flessibile finanziato con quote di proventi per violazione codice della strada 9) incentivi per la Progettazione
10) incentiv recupero lCl '1 1l cliritto di rooito 12) altre (da specificare)

"\

2.152.435.41 699.459.97

forme di contratto a temPo

totole

2.851.895,38

Ai sensi dell'articolo 91 del T.U.E.L. e dell'articolo 35, comma 4, del d.lgs. n. 165/01 I'organo di revisione ha espresso parere favorevole in data 4 maggio 2012 sul documento di programmazione triennale delle spese per il personale verificando la inalizzazione dello stesso alla riduzione
programmata delle spese e l'adeguata motivazione alle deroghe ai sensi dell'art.3, comma 120 della
legge 244107.

E'stato inottre accertato che t'Ente, in attuazione det titolo V del d.lgs. n. 165/2001, ha trasmesso rn data 02/06/2012 tramite S/CO l/ conto annuale, ta relazione illustrativa dei risultati conseguiti nella
gestione del personale per I'anno 2011
.

Tate conto e sfafo redatto in conformit alla circolare del Ministero delTesoro ed in particolare stato acceftato che te somme indicate nel/o sfesso corrispondono alle spese pagate nell'anno 2011 e che la

spesa complessiva indicata nel conto annuale corrisponde a quella risultante dal conto del bilancio. Contrattazione integ rativa
Le risorse destinate dall'ente alla contrattazione integrativa sono le seguenti

Anno 2010
Risorse stabili Risorse variabili Totale Percentuale sulle spese intervento 01 1.486.86r 242.743 1.729.604 3.60 %

Anno 201
1

.409.183

259.545
1.689.391

3.64

o/o

L'organo di revisione ha accertato che gli istituti contrattuali previsti dall'accordo decentrato sono impiontati ai criteri di premialit, riconoscimento del merito e della valorizzazione dell'impegno e della

25

programmati qualit della prestazione individuale del personale 1e_l-rgOgiungimento degli obiettivi previste dall'accordo dall'ente come disposto dall'art. 40 bis del d.|gs.16512001e che le risorse di bilancio ed ivincoli comune,con medesimo sono compatibili con la programmaziole finanziaria del il rispetto del patto di stabilit. 5 del CCNL 1999' L,organo di revisione ha accertato che le risorse variabili di cui all'art.15, comma esistenti. servizi son state destinate per I'attivazione di nuovi servizi e/o all'incremento dei

o) lnteressi passivi e oneri finanziari diversi


La spese per interessi passivi sui prestiti, in ammortamento nell'anno 2011, ammonta ad euro
%. 3.60S.4bS,78 e rispetto al residuo denito a|11112011, determina un tasso medio del4,96 ln rapporto alle entrate accertate nei primi tre titoli I'incidenza degli interessi passivi del T ,25 %'

25

26

p) Spese in conto caPitale


Dall'analisi delle spese in conto capitale di competenza si rileva quanto segue:

Previsioni lniziali

Previsioni Definitive

Somme

impegnate

Scosamento fra Previsioni definitive e somme imPegnate in% in cifre


28.269.567,61
57o/o

58.561 .423,09

65.744.288,92

37 .474.721,34

Tali spese sono state cos finanziate.

Mezzi propri:

- avanzo d'amm inistrazione - avanzo del bilancio corrente


- alienazione di beni

237.357,44 1.165.694,99 1.168.183,67

- altre risorse Totale

2.571.236,10

Mezzi diterzi:
-

mutui

1.030.000,00 23.428.251,95 10.409.999,04 35.234,25

- prestiti obbligazionari
- contributi com unitari - contributi statali - contributi regionali - contributi di altri - altri mezzi di terzi Totale

34.903.485,24
37.474.721,34

Totale risorse lmpieghi altitolo ll della spesa

ln merito si osserva: la differenza tra somme impegnate e previsioni definitive dovuta al mancato
reperimento delle fonti di finanziamento dovuto soprattutto al minor gettito derivante dall'alienazione di beni immobili ovvero di beni patrimoniali diversi.

26

27

q) Servizi per conto terzi


L'andamento delle entrate e delle spese dei Servizi conto terzi stato il seguente:

SERVIZI CONTO TERZI


Ritenute previdenziali al personale Ritenute erariali

ENTRATA 2011 2010


1.280.042,34 2.619.814,67 746.515,97 18.487,00 527.385,81 207.918,99 2.173,60 1.241.412,53 2.537.297.09 721.565,00 306.673,85 187.440.13 45.000,00 5.104,02

SPESA
20'10
201',1

1.280.042.34 2.619.814.67 746.515.97 18.487,00 527.385,81 207.918,99 2.173,60

1.241.412,53 2.537.297,09 721.565,00 306.673,85 187.440.13 45.000,00 5.104,02

Altre ritenute al oersonale clterzi


Depositi cauzionali

Altre per servizi conto terzi


Fondi oer il Servizio economato Deoositi oer sDese contrattuali

r) lndebitamento e gestione del debito


L'Ente ha rispettato il limite di indebitamento disposto dall'art.204 del T.U.E.L. ottenendo le seguenti
percentuali d'incidenza degli interessi passivi sulle entrate correnti: 2009

2010 6.52
o/o

2011 7.25
0

6.06 %

L'indebitamento dell'ente ha avuto la seguente evoluzione

Anno
Residuo debito Nuovi prestiti Prestiti rimborsati Estinzioni anticipate Altre variazioni +/-( da specificare)

2009
69.589.372

2010
68.O84.232

20tt
72.690.t89 1.030.000
2.157.O17

t.830.296
3.022.422
313.014

79?7.553
3.321.596

Totale fine anno

68.397.246

72.690.189

7t.563.172

Gli oneri finanziari per ammortamento prestiti ed il rimborso degli stessi in conto capitale registra la
seguente evoluzione:

Anno
Onerifinanziari Quota capitale

2009

2010

2011

3.396.765 3.02?.422

3.295.608

3.605.456
2.157.O17

3.3?t.596

Totale fine anno

6.4t9.787

6.6t7.?O4

5.76?.473

27

28

L'Ente ha destinato come segue le risorse derivanti da indebitamento nel rispetto dell'art. 119, ultimo
comma, della Costituzione:

Euro

acquisto, costruzione, ristrutturazione e manutenzione straordinaria di immobili residenzialie non residenziali; costruzione, demolizione, ristrutturazione, recupero straordinaria di opere e impianti;

't.030.000,00

manutenzione

acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, mezzi di trasporto e altri beni mobiliad uso pluriennale; oneri per beni immateriali ad uso pluriennale;
acquisizione aree, espropri e servit onerose; partecipazioni azionarie e conferimenti di capitale;

trasferimenti in c/capitale destinati ad investimenti a cura di altro ente appartenente alla p.a.
;

trasferimenti in c/capitale in favore di soggetti concessionari di lavori pubblici, proprietari e/o gestori di reti e impianti o di soggetti che erogano servizi pubblici, le cui concessioni o contratti di servizio prevedono la retrocessione degli investimenti agli enti committenti
alla data di scadenza;

interventi aventi finalit pubblica volti al recupero e alla valorizzazione

delterritorio;

debitifuori bilancio di parte corrente maturatientro il 711112001;


TOTALE
1.030.000,00

28

29

Le soese di

cui sopra sono finanziate con il ricorso alle sequentiforme di indebitamento:


Euro
1.030.000,00

mutui;

prestitiobbligazionari,
aperture di credito;

cartolarizzazionidi flussi futuri di entrata; cartolarizzazioni con corrispettivo iniziale inferiore all'85% del prezzo di mercato dell'attivit;
cartolarizzazioni garantite da amm
in

istrazion i pu bbl iche;

cartolarizzazioni
amministrazioni;

cessioni crediti vantati verso altre pubbliche

operazioni
fornitori

cartolarizzazione dei crediti vantati dai beni e servizi per i cui pagamenti l'ente assume anche indirettamente, nuove obbligazioni, anche mediante la ristrutturazione

di

di cesslone o

dei piani di ammortamento;

up front da contratti derivati;

altro (specificare). TOTALE


1.030.000,00

s) Utilizzo di strumenti di finanza derivata in essere


L'Ente non ha in corso nell'anno 2011 contratti di finanzia derivata.

t) Contrattidi leasing
L'ente non ha in corso a|3111212011 contratti di locazione finanziaria.

29

30

Analisi della gestione dei residui


I residui attivi e passivi esistenti al primo gennaio 2011 sono stati correttamente ripresi dal rendiconto

dell'esercizio 2010. L'ente ha provveduto, con determinazione n. 1235 in data2110612012, effettuata dal responsabile del servizio finanziario, al riaccertamento dei residui attivi e passivi a|31.12.2011 come previsto dall'art. 228 del T.U.E.L..
Le risultanze di tali operazioni di riaccertamento sono le seguenti:

Residui attivi
Gestione
Corrente Tit. I, ll, lll

Residui

Residui

Residui
da riportare
37.963.237.26
171.874.301,47 1.789.546,25

Totale

maggiori/minoi
residui
3.475.419.55
237.032,52 141.67't,27

iniziali
50.264.199,45
181.797.643,38

rlscossi
8.825.542,60 9.686.309,39 336.625,1 18.848.477,1

residui accertati
46.788.779,86
'181

C/capitale Tit. lV, V Servizi c/terzi Tit. Vl

.560.610,86

2.267.842.63
234.329.685.4

2.126.171.36

Totale

21't.627.084.98

230.475.562,08

3.854.123,38

Risultato complessivo della gestione residui


Maggiori residui attivi Minori residui attivi Minori residui passivi
SALDO GESONE RESIDUI 29 341 36 -3 883 464 74 2 449.799,75
1.404.323,63

Sintesi delle va naztonl


Gestione corrente Gestione in conto capitale Gestione servizi c/terzi Gestione vincolata
VERIFICA SALDO GESflONE RESIDUI 1.404.323,87 1.666.219,93 258.467.33 3.428.73

30

31

Le variazioni nella consistenza dei residui di anni precedenti derivano principalmente dalle seguenti
motivazioni:

minori residui attivi - 3.883.464,74;

minori residui passivi: 2.449.799,75:

Nel conto del bilancio dell'anno 2011 risultano:

- residui attivi di parte corrente anteriori all'anno 2007 per Euro 17.897.149,61 - residui attivi del titolo lV anteriori all'anno 2007 per Euro 117.287.003,44:

ln ordine alla esigibilit di tali residui l'Organo di revisione rileva che la Giunta Comunale con la delibera n.222del2810612012, in considerazione della presenzatrai residui attivi iscritti in bilancio di
numerose partite di dubbia esigibilit, ha ritenuto di dover proporre la destinazione di parte dell'avanzo
di amministrazione per 14.285.685,62 al Fondo Svalutazione Crediti.

ll

Collegio concorda con la suddetta proposta ed in considerazione dei rilevanti importi relativi ai

residui attivi

passivi sollecita una puntuale

tempestiva ricognizione

al fine di verificare

la

sussistenza ed i presupposti necessarial loro mantenimento.

31

32

Analisi "anzianit" dei residui

32

33

Analisi e valutazione dei debiti fuori bilancio


L'ente ha provveduto nel corso del 2011 al riconoscimento e finanziamento di debiti fuori bilancio per
Euro 563.620,74, di cui Euro 563.620,74 diparte corrente ed Euro Tali debiti sono cos classificabili:
Euro

0,00

in conto capitale.

Articolo 194 T.U.E.L: - lettera a) - sentenze esecutive


lettera lettera lettera
351 .016,17

b) - copertura disavanzi

c) - ricapitalizzazioni
d) - procedure
espropriative/occupazione d'urgenza 212.604,57 563.620,74

- lettera e) - acquisizione beni e servizi senza impegno di spesa

Totale

I relativi atti sono stati inviati alla competente Procura della Sezione Regionale della Corte dei Conti ai sensi dell'art. 23, comma 5, L.28912002. L'evoluzione dei debiti fuori bilancio riconosciuti e finanziati la seguente: Rendiconto 2009 1.604.809,00 Rendiconto 2010 2.130.028,76 Rendiconto 2011 563.620,74

Con riferimento ai debiti fuori bilancio si rappresenta che il Prefetto di Avellino, con nota del 1310712012 prot. 13859, ha richiesto allo scrivente Collegio delucidazioni in merito al debito fuori
bilancio non riconosciuto derivante dalla sentenza di Cassazione del 2010
germani Galasso e Comune di Avellino.

n. 14055 vertente tra

Nel merito si evidenzia che il debito di cui alla suindicata sentenza, munita di formula esecutiva, stata notificata in data 2610712010 e che il relativo importo, ammontante ad 7.169.845,88 oltre interessi legali e oneri accessori, gi comprensivi delle spese legali, non risulta ad oggi ancora
riconosciuto ai sensi dell'art. 194 T.U.E.L.; per lo stesso,

a parere del Collegio dei Revisori,

risulta

necessaria ed improrogabile attivare la procedura del relativo riconoscimento.

lnoltre, il Collegio dei Revisori suggerisce una immediata, attenta ricognizione e valutazione, suddivisa per settori di competenza, circa I'esistenza o meno di altri debiti fuori bilancio e, ad oggi, non ancora riconosciutiex art. 194 T.U.E.L.; informativa gi sollecitata dallo scrivente Organo diControllo.

33

34

Parametri di riscontro della situazione di deficitariet strutturale


L'ente nel rendiconto 2011, rispetta 6 dei 10 i parametri di riscontro della situazione di deficitariet strutturale pubblicati con decreto del Ministero dell'lnterno in data 241912009, come da prospetto allegato al rendiconto.

Resa del conto degli agenti contabili


Che in attuazione dell'articoli 226 e 233 del Tuel i seguenti agenti contabili, hanno reso il conto della loro gestione, entro il 30 gennaio 2012, allegando i documenti di cui al secondo comma del citato art.
233.

Tesoriere Economo

Agente Contabile Anagrafe Agente Contabile Vigili urbani


Societ concessionaria Tosap Equitalia Poste ltaliane

34

35

PROSPETTO DI CONCILIAZION E
Nel prospetto di conciliazione sono assunti gli accertamenti e gli impegni finanziari risultanti dal conto

del bilancio e sono rilevate le rettifiche e le integrazioni al fine di calcolare i valori economici
patrimoniali.

Al fine della rilevazione dei componenti economici positivi, gli accertamenti finanziari di competenza
sono stati rettificati, come indicato dall'articolo229 delT.U.E.L. , rilevando iseguenti elementi:

a) b) c) d) e) 0

i risconti passivie i rateiattivi; le variazioni in aumento o in diminuzione delle rimanenze;

i costi capitalizzati costituiti dai costi sostenuti per la produzione in economia di valori
porre, dal punto di vista economico, a carico di diversi esercizi; le quote di ricavi gi inserite nei risconti passivi di anni precedenti;
le quote di ricavi pluriennali pari agli accertamenti degli introiti vincolati;

da

I'imposta sul valore aggiunto per le attivit effettuate in regime di impresa.

Anche gli impegni finanziari di competenza, al fine della rilevazione dei componenti economici
negativi, sono stati rettificati con la rilevazione dei seguenti elementi:

i costi di esercizi futuri;

i riscontiattivied i ratei passivi;

le variazioni in aumento o in diminuzione delle rimanenze; le quote di costo gi inserite nei risconti attivi di anni precedenti; le quote di ammortamento economico di beni a valenza pluriennale e di costi capitalizzalr,

l'imposta sulvalore aggiunto per le attivit effettuate in regime di impresa.


al

Al prospetto di conciliazione sono allegate le carte di lavoro relative alla rettifiche ed integrazioni
fine di consentire il controllo delle stesse e l'utilizzo dei dati negli esercizi successivi.

I valori finanziari correnti risultanti dal conto del bilancio (accertamenti ed impegni), sono scomposti
nel prospetto in valori economici e patrimoniali (attivo, passivo o conti d'ordine). E' stata pertanto assicurata la seguente coincidenza: -entrate correnti = parte a conto economico e restante parte al conto del patrimonio;

-spese correnti = parte a conto economico, parte al conto del patrimonio


d'ordine.

e restante parte ai

conti

ln merito ai dati esposti nel prospetto di conciliazione si da atto che:

A)

Le rettifiche apportate alle entrate ed alle spese correnti nel prospetto di conciliazione sono
cos riassunte:

35

36

rettifiche per lva risconti passivi iniziali risconti passivi finali rateiattivi iniziali

29.965,00
+

rateiattivifinali

Saldo maggiori/minori proventi

-29.965,00

- rettifiche per iva - costi anni futuri iniziali - costi anni futurifinali - risconti attivi iniziali - risconti attivi finali - ratei passivi iniziali - ratei passivifinali
Saldo mi

12.362,00
+ +

iorioneri

-12.362,00

B) Le integrazioni rilevate nel prospetto

di conciliazione derivano dai seguenti proventi ed oneri:

lntegrazion i positive: - incremento immobilizzazioni oer lavori interni - proventi oer Dermesso di costruire rilevati al titolo lV e dest. altitolo
- variazione posititiva rimanenze - quota di ricavi pluriennali - plusvalenze maqqiori crediti iscrittifra i residuiattivi - minoridebiti iscrittifra residui passivi - sopravvenienze attive
I

1.048.648,72

861 901 60

1.954.299,89 3.864.850,21

Totale
lnteq razioni negative:
- variazione neqativa di rimanenze

- quota diammortamento - minusvalenze - minori crediti iscrittifra residui attivi - soorawenienze oassive

11.524.993,72 3.638.831,78 15.163.825,50

Totale

36

37

CONTO ECONOMICO
Nel conto economico della gestione sono rilevati
competenza economica cos sintetizzati:

i componenti positivi e negativi secondo criteri

di

2009

2010
51.928.001.40
53.576.701 .47

2011
50.648.362,43 52.206.633,87 -1.558.271,44

A B

Proventi della gestione Costi della gestione

52.901.926,33 52 624.018.86
277.907 ,47

Risultato della gestione

-1.648.700,07 -129.306,92 -1.778.006,99 -3.241.135,19 -2.742.437,69 -7.761.579,87

C D E

Proventi ed oneri da aziende speciali paftecipate

-176.929,10 100.978,37 -3.308.624,75 1.964.446.48 1.243.199,90

Risultato della gestione operativa


Proventi (+) ed Proventi (+) ed

-1.558.271,44 -3.525.332,09 -2.874.015,63 -7.957.619,16

onei O finanziai onei O straordinari

Risultato economico di esercizio

Nella predisposizione del conto economico sono stati rispettati i principi di competenza economica ed
in particolare icriteridivalutazione e classificazione indicati nei puntida 69 a 103,

del nuovo principio

contabile n.

3.

L'organo

di revisione, come indicato al punto 7 del nuovo principio contabile n. 3, ritiene

che

I'equilibrio economico sia un obiettivo essenziale ai fini della funzionalit dell'ente. La tendenza al

pareggio economico della gestione ordinaria deve essere pertanto considerata un obiettivo da
perseguire.

ll Comune di Avellino detiene, tra le altre,

100o/o

della societ ACS s.r.l., il cui bilancio 2011 si e

chiuso con il seguente risultato di esercizio 5.209,00.

Le quote di ammortamento sono state determinate sulla base dei coefficienti previsti dall'arI. 229,
comma 7, del T.U.E.L. e dal punto 92 del principio contabile n. 3. Le quote d'ammortamento sono
rilevate nel registro dei beni ammoftizzabili ( o schede equivalenti).;
Le quote di ammortamento rilevate negli ultimi tre esercizi sono le seguenti:

anno 2009 10.365.206,06

Anno 2010
11.032.347,05

Anno 201 I
11.524.993,72

37

38

I proventie glioneri straordinari si riferiscono a:

paziali
Proventi: Plusvalenze da alienazione

totali

lnsussistenze oassivo:
li cui: -per minori debiti di funzionamento -per minori conferimenti - per ( da specificare)

1.954.299,89
1

1.954.299,8!

.809.199,66 145.100.23 21.740.92 21.740,92

Sopravvenienze attive
di cui: oer maooiori crediti

21.740,92

oer donazioni ed acouisizioni qratuite

Proventi straordinari Totale proventi straord inari


Oneri:

861.901.60 861.901,60

861.901,6C
2.837.942,41

Minusvalenze da alienazione Oneri straordinari Dicui: da costi ed oneri oer debiti riconosciuti di comoetenza esercizi orecedenti -da trasferimenti in conto caoitale a terzi ( finanziati con mezzi oropri) - da altri oneri straordinari rilevati nel conto del bilancio lnsussistenze attivo Dicui:
per minori crediti per riduzione valore immobilizzazioni

2.073.126.26

2.073.126,2e

2.073.126,26 3.638.831,78 3.638.831,78


3.638.831,7

Sopravvenienze passive Totale oneri


5.71 1.958,04

Ai fini della verifica della esatta correlazione tra i dati del conto del bilancio e i risultati economici
stato effettuato il seguente riscontro:

rilevazione nella voce E .22. del conto economico come "lnsussistenze del passivo" dei minori
residui passivi iscritti come debiti nel conto del patrimonio dell'anno precedente;

rilevazione nella voce E.23. del conto economico come "Sopravvenienze attive" dei maggiori
38

39

residui attivi iscritti come crediti nel conto del patrimonio dell'anno precedente, nonch il valore
de
I
I

mmob

ilizzazio ni a cq u

te g ratu ita m e n te

rilevazione nella voce E. 25. del conto economico come "lnsussistenze dell'attivo" dei minori
residui attivi iscritti come crediti nel conto del patrimonio dell'anno precedente;

rilevazione

di plusvalenze (voce E.24.) o

minusvalenze (voce E.26.) patrimoniali riferite alla

cessione di cespiti (pari alla differenza tra indennizzo


residuo);

o prezzo di cessione e valore contabile

rilevazione dei proventi e dei costi di carattere eccezionale o riferiti ad anni precedenti nella parte
straordinaria ( voci E23 ed E28).

39

40

CONTO DEL PATRIMONIO


Nel conto del patrimonio sono rilevati gli elementi dell'attivo e del passivo, nonch le variazioni che gli elementi patrimoniali hanno subito per effetto della gestione.
I

valori patrimoniali a|3111212011 elevariazioni rispetto all'anno precedente sono cos riassunti:

Attivo
lmmobilizzazioni imm ateriali lmmobilizzazioni materiali lmmobilizzazioni finanziarie
Tota le i m m ob ilizzazi
o

31112120't0
1.303.647 340.794.999 3 072 050
345.1 70.696

Variazioni da conto finanziario


89.552
4 945 101

Variazioni da altre cause


-472 068
1

31/1 2/201

I
921 131

0.1 59.3

335 580.787 3.072.050

ni

5.034.654

-10.631 .381

339.573.968

Rimanenze Crediti 234.560.816

38.404.219

-3.854.123

269.110.912

Altre attivit finanziarie Disponibilit liquide Totale attivo circolante Ratei e risconti Totale dell'attivo
587.084.344 197.210.149

7 352 832
241

-674.095

6.678.736

.913.648

37.730.124

-3.854.123

275.789.649

42.764.778 30.828.253

-14.485.505

615.363.617 228.038.403

Conti d'ordine

Passivo
Patrimonio netto Conferimenti
Debiti di finanziamento Debiti di funzionamento

188.225.518
296.81 5.700

4.368.264
34.908.787 1.127.017

-12.325.883 -205.322

180.267.899
331.51 9.165

72 690.190 26.432.337

71 563 173
1.809.200
28.921 .644

4 298 506

Debiti per anticipazione di cassa


Altri debiti

2.920.599 102.043.126

316.237 3.487.727

-1

45.1 00

3.091.736 103.576.553

Totale debiti Ratei e risconti Totale del passivo

-1.9s4.300

587.084.344 197.210 149

42.764.778
30.828.253

-14.485.505

615.363.617 228.038.403

Conti d'ordine

40

41

La verifica degli elementi patrimoniali al 31 .12.2011 ha evidenziato:

ATTIVO A. lmmobilizzazioni Le immobilizzazioni iscrrtte nel conto del patrimonio sono state valutate in base ai criteri indicati nell'art. 230 del T.U.E.L. e nei punti da 104 a 140 del nuovo principio contabile n. 3. I valori iscritti
trovano corrispondenza con quanto riportato nell'inventario e nelle scritture contabili.

L'ente per la compilazione e la tenuta dell'inventario ha proweduto ad esternalizzare tale servizio. Le immobilizzazioni finanziarie riferite alle partecipazioni sono state valutate col criterio del patrimonio
neffo risultante dal
l' u

ltimo bilancio della partecipata.

ll

Crediti

E'stata verificata la corrispondenza tra ilsaldo patrimoniale a|31.12.2011 con iltotale dei residui attivi
risultanti dal conto del bilancio al netto dei depositi cauzionali. Risulta correttamente rilevato il credito verso I'Erario per iva:
credito o debito lva anno precedente Utilizzo credito in compensazione 231
131

Credito lva dell'anno da rettifica spese prospetto di conciliazione


Debito lva dell'anno da rettifica entrate prospetto di conciliazione

12.362
29 965

Versamenti lva eseguiti nell'anno


Credito o debito lva a fine anno da indicare nel conto del patrimonio

213.528

41

42

lV

Disponibilit liquide

E' stata verificata la corrispondenza del saldo patrimoniale a|31.12.2011 delle disponibilit liquide con
il saldo contabile e con le risultanze delconto deltesoriere.

PASSIVO

A.

Patrimonio netto

La variazione del netto patrimoniale trova corrispondenza con il risultato economico dell'esercizio pari ad - 7.957.619,16 mediante la seguente riconciliazione : patrimonio netto iniziale 188.255.518,26 patrimonio netto

finale 180.267.899,10

B. Conferimenti I
conferimenti iscritti nel passivo concernono contributi in conto capitale (titolo lV delle entrate)
finalizzali alfinanziamento di immobilizzazioni iscritte nell'attivo. La rilevazione di talicontributi stata effettuata con il metodo dei ricavi differiti imputando a conto economico nella voce A5 quota parte di
contributi correlata alla quota di ammortamento dei beni oggetto difinanziamento.

C.

l.

Debiti difinanziamento

Per tali debiti e stata verificata la corrispondenza tra:

il saldo patrimoniale al 31.12.2011 con i debiti residui in sorte capitale dei prestiti in essere la
variazione in aumento e i nuovi prestiti ottenuti riportati nel titolo V delle entrate;

levariazioni in diminuzione e l'importo delle quote capitali dei prestiti rimborsate riportato nel titolo lll della spesa.

C.ll Debiti di funzionamento


ll valore patrimoniale a131.12.2011 corrisponde al totale dei residui passivi del titolo ldella spesa al
netto dei costi di esercizi futuri rilevati nei conti d'ordine.

C.V Debiti per somme anticipate da terzi


ll saldo patrimoniale a|31.12.2011 corrisponde altotale dei residui passivi deltitolo lV della spesa.

Rateie risconti
Le somme iscritte corrispondono a quelle rilevate nel prospetto di conciliazione.

Contid'ordine per opere da realizzare


L'importo degli"impegni peropere darealizzare" a|31.12.2011 corrisponde ai residui passividelTitolo ll della spesa con esclusione delle spese dicuiagliinterventin. 7, 8, 9 e 10.

L'importo dei costi per esercizi futuri corrisponde al saldo delle rettifiche apportate agli impegni di
parte corrente nel prospetto di conciliazione.

42

43

RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO


L'organo di revisione attesta che la relazione predisposta dalla giunta stata redatta conformemente

a quanto previsto dall'articolo 231 del T.U.E.L. ed esprime le valutazioni di efficacia


condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti.

dell'azione

Nella relazione sono evidenziati i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche, I'analisi dei principali scostamenti intervenuti rispetto alle previsioni e le motivazioni delle cause che li hanno determinati.

43

44

CONS'DERAZIONI E PROPOSTE
Si raccomanda l'Amministrazione di porre in essere con assoluta utgenza ed indifferibilit tutti gli
adempimenti necessari al fine di addivenire alla definitiva soluzione in merito ai debiti fuori bilancio,
cos come indicato in altra sezione della presente relazione.

Si invita I'Amministrazione Comunale ad attivarsi per quanto sopra raccomandato ad effettuare una
tempestiva

e puntuale ricognizione in merito all'esistenza di eventuali altri debiti fuori bilancio

non

ancora riconosciuti, dando specifico e responsabile incarico ai competenti capi servizi/settori ovvero di
relazionare e attestare I'inesistenza degli stessi.

Si invita, inoltre, I'Amministrazione ad effettuare una rigorosa ricognizione e valutazione dei residui
attivi e passivi, stante il notevole importo degli stessi riportato nel bilancio, al fine di accertare la
sussistenza delle ragioni del loro attuale mantenimento.

44

45

CONCLUS'ON'
ll collegio dei Revisori tenuto conto di tutto quanto esposto, rilevato e raccomandato, in particolare, nel precedente paragrafo "Considerazioni e Proposte'l esprime parere favorevole alle risultanze
contabili riportate nel presente Rendiconto 2011, riferite alle operazioni oggetto di registrazione.

ll Collegio dei Revisori esprime, quindi, parere favorevole all'approvazione del Rendiconto 2011 e alla proposta della Giunta Comunale di vincolare la destinazione dell'avanzo di amministrazione disponibile al fondo svalutazione crediti nonch alla copertura dei debiti fuori bilancio.

L'oRCIruO DI REVISIONE