Sei sulla pagina 1di 30

COMUNE DI AVELLINO Provincia di AVELLINO

PARERE DELLORGANO DI REVISIONE


SULLA PROPOSTA DI

BILANCIO DI PREVISIONE 2012


E DOCUMENTI ALLEGATI

LORGANO DI REVISIONE Dott. Attilio Santoro Dott. Agricolo Lavanga Dott.ssa Luisa Valvano

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

Sommario

Verifiche preliminari Verifica degli equilibri Gestione 2011 Bilancio di previsione 2012 Bilancio pluriennale

Verifica coerenza delle previsioni Coerenza interna Coerenza esterna

Verifica attendibilit e congruit delle previsioni anno 2012 - Entrate correnti - Spese correnti - Organismi partecipati - Spese in conto capitale - Indebitamento Verifica attendibilit e congruit del bilancio pluriennale 20122014 Osservazioni e suggerimenti Conclusioni

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

VERIFICHE PRELIMINARI I sottoscritti Dott. Attilio Santoro, Dott. Agricolo Lavanga , Dott.ssa Luisa Valvano, revisori ai
sensi dellart. 234 e seguenti del Tuel:

ricevuto in data 02/06/2012 lo schema del bilancio di previsione, approvato dalla giunta comunale in data 02/06/2012 con delibera n. 171 e i relativi seguenti allegati obbligatori: bilancio pluriennale 2012/2014; relazione previsionale e programmatica predisposta dalla giunta comunale; rendiconto dell esercizio 2010; le risultanze dei rendiconti delle societ di capitale costituite per lesercizio di servizi pubblici; il programma triennale dei lavori pubblici e lelenco annuale dei lavori pubblici di cui allarticolo 128 del d.lgs. 163/2006; la delibera di G.C. n. 168 del 2/06/2012 di approvazione della programmazione triennale del fabbisogno di personale (art. 91 d.lgs.267/2000, art. 35, comma 4 d.lgs.165/2001 e art. 19, comma 8 legge 448/2001); la delibera di G.C. n. 128 del 24/4/2012 di destinazione della parte vincolata dei proventi per sanzioni alle norme del codice della strada; la delibera di G.C.C. n. 44 del 16/06/2011 sulla verifica della quantit e qualit di aree e fabbricati da destinare a residenza, attivit produttive e terziario e determinazione del prezzo di cessione per ciascun tipo di area o di fabbricato sulla individuazione dei beni immobili non strumentali da dismettere e verifica quantit e qualit aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attivit produttive e terziarie, che potranno essere cedute in propriet od in diritto di superficie- per la parte ancora da alienare e con le integrazioni apportate dalla DGC n. 170 del 2/6/2012 da approvare in C.C.; la delibera di C.C. n. 32 del 5.05.2008 di conferma delladdizionale comunale Irpef; la delibera di G.C. n. 166 del 2/6/2012 di adeguamento tariffe relative alla TARSU anno 2012 ai sensi del DL 195 del 30/12/2009 convertito con modificazioni dalla l. 26 del 26/2/2010 e successive modificazioni introdotte dalla L. 10 del 26/2/2011 e dal DPCM 25/03/2011, nonch per lanno 2012 dallart.13 commi 5 -5 quater-6 e 7 della L. N. 14 DEL 24/2/2012 che ha convertito in legge, con modificazioni, il D.L. N. 216/2011; le deliberazioni con le quali sono determinati, per lesercizio 2012, le tariffe, le aliquote di imposta e le eventuali maggiori detrazioni, le variazioni dei limiti di reddito per i tributi locali e per i servizi locali, nonch, per i servizi a domanda individuale, i tassi di copertura in percentuale del costo di gestione dei servizi stessi; la proposta di delibera di C.C. approvata con atto n. 167 del 2/6/2012 per listituzione dellIMU e fissazione delle aliquote ai sensi dellart. 13 D. Lgs. 201/2011; la delibera di G.C. n. 11 del 12/01/2012 di anticipazione di cassa anno 2012 e contestuale utilizzazione di somme a destinazione vincolata in luogo della stessa; la tabella relativa ai parametri di riscontro della situazione di deficitariet strutturale; prospetto contenente le previsioni annuali e pluriennali di competenza mista degli aggregati rilevanti ai fini del patto di stabilit interno; piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari (art.58, comma 1 della legge 133/2008); i limiti massimi di spesa disposti dagli art.6 e 9 del D.L. 78/2010;

e i seguenti documenti messi a disposizione: i documenti e prospetti previsti dallo statuto e dal regolamento di contabilit; elenco delle entrate e delle spese con carattere di eccezionalit;
Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino 3

quadro analitico delle entrate e delle spese previste (o il conto economico preventivo) relativamente ai servizi con dimostrazione della percentuale di copertura (pubblici a domanda e produttivi); prospetto analitico delle spese di personale previste in bilancio come individuate dal comma 557 (o 562 per i Comuni non soggetti al patto di stabilit) dellart.1 della legge 296/06 e dallart.76 della legge 133/08; prospetto delle spese finanziate con i proventi derivanti dalle sanzioni per violazione del codice della strada; dettaglio dei trasferimenti erariali ; prospetto dimostrativo dei mutui e prestiti in ammortamento, con evidenza delle quote capitale e delle quote interessi; elenco delle spese da finanziare mediante mutui e prestiti da assumere; il consuntivo 2011 dellistituzione Teatro C . Gesualdo, approvato dal C.d.A. in data 23/4/2012 e approvato dalla Giunta Comunale in data 02.06.2012 con delibera n. 165; il bilancio di previsione 2012 e pluriennale 2012-2014 del Teatro C. Gesualdo, approvato dal C.d.A. in data 31.05.2012 con verbale n. 46; il bilancio al 31/12/2011 della societ a.r.l. Avellino Citt Servizi interamente partecipata dal Comune, approvato in data 20/04/2012; il bilancio al 31/12/2011 della societ Alto Calore Servizi spa interamente partecipata dal Comune, approvato in data 20/04/2012.

viste le disposizioni di legge che regolano la finanza locale, in particolare il Tuel; visto lo statuto dellente, con particolare riferimento alle funzioni attribuite allorgano di revisione; visti i postulati dei principi contabili degli enti locali ed il principio contabile n. 1 approvati dellOsservatorio per la finanza e contabilit presso il Ministero dellInterno; visto il regolamento di contabilit; visti i regolamenti relativi ai tributi comunali; visto il parere espresso dal responsabile del servizio finanziario in data 02/06/2012 in merito alla veridicit delle previsioni di entrata e di compatibilit delle previsioni di spesa, avanzate dai vari servizi, iscritte nel bilancio annuale o pluriennale;

hanno effettuato le seguenti verifiche al fine di esprimere un motivato giudizio di coerenza, attendibilit e congruit contabile delle previsioni di bilancio e dei programmi e progetti, come richiesto dallart. 239, comma 1, lettera b) del Tuel.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

VERIFICA DEGLI EQUILIBRI GESTIONE DELLESERCIZIO 2011


Lorgano consiliare ha adottato entro il 30 settembre 2011 la delibera n. 105 del 30.09.2011 di verifica dello stato di attuazione dei programmi e di verifica degli equilibri di bilancio. Dallesito di tale verifica e dalla gestione finanziaria successiva risulta che: sono salvaguardati gli equilibri di bilancio; non risultato debiti fuori bilancio o passivit probabili da finanziare; possibile rispettare gli obiettivi del patto di stabilit; possibile rispettare le disposizioni sul contenimento delle spese di personale; non sono richiesti finanziamenti straordinari agli organismi partecipati.

La gestione dellanno 2011 stata improntata al rispetto dei limiti di saldo finanziario disposti dallart. 1 commi da 87 a 122 della legge 13/12/2010 n.220 ai fini del patto di stabilit interno. La gestione dellanno 2011 stata improntata al rispetto della riduzione della spesa di personale, rispetto allesercizio precedente, attraverso il contenimento della dinamica retributiva ed occupazionale come disposto dal comma 557 della rt.1 della legge 296/06 e dallart.76 della legge 133/08. Utilizzo avanzo di amministrazione Nel corso del 2011 stato applicato al bilancio lavanzo risultante dal rendiconto per lesercizio 2010 per 773.000; Tale avanzo stato applicato ai sensi dellart. 187 del Tuel per: 210.046,44 562.953,66 il finanziamento di spese di investimento; debiti fuori bilancio;

Dalle comunicazioni ricevute risultano i seguenti debiti fuori bilancio da riconoscere e finanziare: 637.037,35. Al finanziamento di tali passivit lente i ntende provvedere con fondi di bilancio e vendita di beni comunali. Lorgano di revisione rileva, pertanto, che la gestione finanziaria complessiva dellente nel 2011 risulta in equilibrio e che lente potr rispettare gli obiettivi di finanza pubblica. Da aggiornate informazioni pervenute dallAvvocatura dellEnte, risultano tra le numerose sentenze da riconoscere quali debiti fuori bilancio, quella significativa riferita ai Germani Galasso/Comune di Avellino per esproprio terreno Mercatone, che stata quantificata nella somma di euro 7.200.000,00. Il Collegio ravvisa lurgente necessit del riconoscimento di tale debito.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

BILANCIO DI PREVISIONE 2012


1. Verifica pareggio finanziario ed equivalenza dei servizi per c/terzi

Il bilancio rispetta, come risulta dal seguente quadro generale riassuntivo delle previsioni di competenza 2012, il principio del pareggio finanziario (art. 162, comma 5, del Tuel) e dellequivalenza fra entrate e spese per servizi per conto terzi (art. 168 del Tuel):

Quadro generale riassuntivo Entrate


Titolo I: Entrate tributarie Titolo II: Entrate da contributi e trasferimenti correnti dello Stato, della Regione e di altri enti pubblici
41.932.036,16 Titolo I:

Spese
Spese correnti
49.768.340,20

3.793.537,02 Titolo II: Spese in conto capitale

78.758.723,04

Titolo III: Entrate extratributarie Titolo IV: Entrate da alienazioni, da trasferimenti di capitale e da riscossioni di crediti Titolo V: Entrate derivanti da accensioni di prestiti Titolo VI: Entrate da servizi per conto di terzi Totale Avanzo di amministrazione 2011 presunto Totale complessivo entrate

6.883.000,00

79.328.723,04

12.637.799,85

Titolo III: Spese per rimborso di prestiti Titolo IV: Spese per servizi per conto di terzi Totale Disavanzo di amministrazione 2011 presunto

16.048.032,83 6.970.000,00

6.970.000,00 151.545.096,07

151.545.096,07

151.545.096,07

Totale complessivo spese

151.545.096,07

Il saldo netto da finanziare o da impiegare risulta il seguente:

equilibrio finale entrate finali (titoli I,II,III e IV) spese finali (titoli I e II) saldo netto da finanziare saldo netto da impiegare

+ +

131.937.296,22 128.527.063,24 3.410.232,98

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

2. Verifica equilibrio corrente ed in conto capitale anno 2012


EQUILIBRIO DI PARTE CORRENTE Consuntivo 2010 Entrate titolo I Entrate titolo II Entrate titolo III
(A) (B) (C) (D)

Previsioni 2011 definitive 35.258.572,00 8.336.340,00 8.747.164,00 52.342.076,00 51.365.682,00 2.157.017,00 -1.180.623,00

Preventivo 2012 41.932.036,16 3.793.537,02 6.883.000,00 52.608.573,18 49.768.340,20 3.410.232,98 -570.000,00

23.785.724,00 20.088.000,00 6.677.475,00 50.551.199,00 47.932.669,00

Totale titoli (I+II+III) Spese titolo I Rimborso prestiti parte del titolo III

3.321.595,63 -703.065,63

Differenza di parte corrente (A-B-C) Utilizzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa corrente [eventuale] Entrate diverse destinate a spese correnti di cui: -contributo per permessi di costruire -plusvalenze da alienazione di beni patrimoniali - altre entrate (specificare)

(E)

(F)

0,00

0,00

600.000,00 600.000,00

(G)

Entrate correnti destinate a spese di investimento di cui: -proventi da sanzioni per violazioni al codice della strada - altre entrate (specificare) anticipazioni di cassa

0,00

0,00

30.000,00 30.000,00

Entrate diverse utilizzate per rimborso quote capitale Saldo di parte corrente (D+E+F-G+H)
(H)

-703.065,63

-1.180.623,00

0,00

EQUILIBRIO DI PARTE CAPITALE Consuntivo 2010 Entrate titolo IV


(M) (N) (O)

Previsioni 2011 definitive 63.931.912,00 2.220.000,00 66.151.912,00 65.744.289,00

Preventivo 2012 79.328.723,00 79.328.723,00 78.758.723,00 30.000,00

16.993.952,00 7.927.553,00 24.921.505,00 23.496.648,00 0,00

Entrate titolo V ** Totale titoli (IV+V) Spese titolo II Entrate correnti dest.ad.invest. (G) Utilizzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa in conto capitale [eventuale]

(P)

773.000,00 1.424.857,00 1.180.623,00 0,00

Saldo di parte capitale (M-N+O+P-F+G)

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

3. Verifica correlazione fra entrate a destinazione specifica o vincolata per legge e spese con esse finanziate La correlazione fra previsione di entrate a destinazione specifica o vincolata per legge e spese con esse finanziate cosi assicurata nel bilancio:

Entrate previste Per funzioni delegate dalla Regione Per fondi comunitari ed internazionali Per fondo ordinario investimenti Per contributi in c/capitale dalla Regione Per contributi in c/capitale dalla Provincia Per altri contributi straordinari Per proventi alienazione alloggi e.r.p. Per entrata da escavazione e cave per recupero ambientale Per sanzioni amministrative pubblicit Per imposta pubblicit sugli ascensori Per sanzioni amministrative codice della strada Per imposta di scopo Per mutui 540.000 44.048.340 3.479.793 13.391.027

Spese previste

13.391.027 44.048.340 3.479.793

270.000

4. Verifica delleffettivo equilibrio di parte corrente La situazione corrente dellesercizio 2012 influenzata dalle seguenti entrate e spese aventi carattere di eccezionalit e non ripetitive:
Entrate Spese

- contributo rilascio permesso di costruire - contributo sanatoria abusi edilizi e sanzioni - recupero evasione tributaria - canoni concessori pluriennali - sanzioni al codice della strada - plusvalenze da alienazione - sentenze esecutive ed atti equiparati - eventi calamitosi - consultazioni elettorali o referendarie locali - ripiano disavanzi aziende riferiti ad anni pregressi - oneri straordinari della gestione corrente - spese per organo straordinario di liquidazione - compartecipazione lotta all'evasione - altre Totale Differenza

2.000.000 , 540.000

840.000 100.000 2.640.000 840.000 1.800.000

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

5. Verifica dellequilibrio di parte straordinaria


(Le risorse destinate a spese in conto capitale possono derivare dallapplicazione dellavanzo di amministrazione presunto 2011, dallavanzo corrente, e da entrate iscritte nei titoli IV e V del bilancio)

Il titolo II della spesa finanziato con la seguente previsione di risorse distinta in mezzi propri e mezzi di terzi:
Mezzi propri - avanzo di amministrazione 2011 presunto - avanzo del bilancio corrente - alienazione di beni - altre risorse Totale mezzi propri Mezzi di terzi - mutui - prestiti obbligazionari - aperture di credito - contributi comunitari - contributi statali - contributi regionali - contributi da altri enti - altri mezzi di terzi Totale mezzi di terzi

20.689.356 630.000 21.319.356

44.048.340 13.391.027

TOTALE RISORSE TOTALE IMPIEGHI AL TITOLO II DELLA SPESA

57.439.367 78.758.723 78.758.723

6. Verifica iscrizione ed utilizzo dellavanzo presunto Non prevista lapplicazione di avanzo presunto derivante dallesercizio finanziario 2011 al bilancio di previsione 2012.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

BILANCIO PLURIENNALE
7. Verifica dellequilibrio corrente nel bilancio plurienn ale
EQUILIBRIO DI PARTE CORRENTE Previsioni 2013 Entrate titolo I Entrate titolo II Entrate titolo III
(A) (B) (C) (D)

Previsioni 2014 44.326.036,16 3.176.651,18 6.854.900,00 54.357.587,34 51.768.777,02 2.563.810,32 25.000,00

44.199.036,16 3.151.651,18 6.646.100,00 53.996.787,34 51.537.674,93

Totale titoli (I+II+III) Spese titolo I Rimborso prestiti parte del titolo III

2.431.212,41 27.900,00

Differenza di parte corrente (A-B-C) Utilizzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa corrente [eventuale] Entrate diverse destinate a spese correnti di cui: -contributo per permessi di costruire -plusvalenze da alienazione di beni patrimoniali - altre entrate (specificare)

(E)

(F)

0,00

0,00

(G)

Entrate correnti destinate a spese di investimento di cui: -proventi da sanzioni per violazioni al codice della strada destinati a spese di investimento - altre entrate (specificare) avanzo economico di parte corrente

27.900,00 10.000,00

25.000,00 10.000,00

17.900,00

15.000,00

Entrate diverse utilizzate per rimborso quote capitale Saldo di parte corrente (D+E+F-G+H)
(H)

0,00

0,00

EQUILIBRIO DI PARTE CAPITALE previsioni 2013 Entrate titolo IV


(M) (N) (O)

previsioni 2014 5.359.249,38 5.359.249,38 5.384.249,38 25.000,00

17.432.379,74 17.432.379,74 17.460.279,74 27.900,00

Entrate titolo V ** Totale titoli (IV+V) Spese titolo II Entrate correnti dest.ad.invest. (G) Utilizzo avanzo di amministrazione applicato alla spesa in conto capitale [eventuale]

(P)

Saldo di parte capitale (M-N+O+P-F+G)

0,00

0,00

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

10

VERIFICA COERENZA DELLE PREVISIONI


8. Verifica della coerenza interna Lorgano di revisione ritiene che gli obiettivi indicati nella relazione previsionale e programmatica e le previsioni annuali e pluriennali siano coerenti con gli strumenti di programmazione di mandato (piano generale di sviluppo) e con gli atti di programmazione di settore (piano triennale dei lavori pubblici, programmazione fabbisogno del personale, piano alienazioni e valorizzazione patrimonio immobiliare ecc.)

8.1. Verifica adozione strumenti obbligatori di programmazione di settore e loro coerenza con le previsioni 8.1.1. PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI Il programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici di cui allart. 128 del d.lgs.163/2006, stato redatto conformemente alle indicazioni e agli schemi di cui al decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti del 9/6/2005, ed adottato dallorgano esecutivo con delibera della Giunta Comunale n. 70 del 20/03/2012. Trattandosi di programmazione di settore coerente con il piano generale di sviluppo dellente. Lo schema di programma stato pubblicato per 60 giorni consecutivi dal 26/3/2012. Nello stesso sono indicati: a) i lavori di singolo importo superiore a 100.000 euro; b) le priorit e le azioni da intraprendere come richiesto dallart. 128 del d.lgs.163/2006, ) considerando comunque prioritari i lavori di manutenzione, recupero patrimonio, completamento lavori, progetti esecutivi approvati, interventi con possibilit di finanziamento privato maggioritario; c) la stima, nellelenco annuale, dei tempi di esecuzione (trimestre/anno di inizio e fine lavori); d) gli accantonamenti per: - accordi bonari (art. 12, DPR n. 554/1999); - esecuzione lavori urgenti (artt. 146 e 147, DPR n. 554/1999), - esecuzioni indagini, studi e aggiornamento programma. Per gli interventi contenuti nellelenco annuale dimporto superiore a 1.000.000 di euro, ad eccezione degli interventi di manutenzione, la giunta ha provveduto allapprovazione dei progetti preliminari e per quelli di importo inferiore ha approvato uno studio di fattibilit. Lo studio di fattibilit stato altres approvato per i lavori di cui all'art.153 del D.Lgs.n.163/2006 (finanza di progetto). Nel programma sono inserite le opere da realizzare da terzi con scomputo di oneri di urbanizzazione, mediante project financing e locazione finanziaria. Gli importi inclusi nello schema relativi ad interventi con onere a carico dellente trovano riferimento nel bilancio di previsione annuale e pluriennale. I corrispettivi da trasferimento dimmobili di cui al comma 5 ter dellart. 19 della legge 109/94, previsti nella schede n. 1 e 2b del programma, trovano riferimento nella relazione previsionale e programmatica. Il programma, dopo la sua approvazione consiliare, dovr essere trasmesso allOsservatorio dei lavori pubblici.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

11

8.1.2. PROGRAMMAZIONE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE La programmazione del fabbisogno di personale prevista dallart.3 9, comma 1 della legge 449/1997 e dallart.6 del d.lgs. 165/2001 stata approvata con delibera di G.C. n. 168 del 2/06/2012 ed allegata alla relazione previsionale e programmatica. Su tale atto lorgano di revisione ha formulato il parere favorevole in data 4/05/2012 ai sensi dellart.19 della 448/01. Trattandosi di programmazione di settore coerente con il piano generale di sviluppo dellente. Latto oltre ad assicurare le esigenze di funzionalit e dottimizzazione delle risorse per il miglior funzionamento dei servizi, prevede una riduzione della spesa attraverso il contenimento della dinamica retributiva ed occupazionale. Il fabbisogno di personale nel triennio 2012/2014, rispetto al fabbisogno dellanno 2011 subisce le modificazioni come da programma di assunzioni allegato alla suddetta delibera e tiene conto dei vincoli disposti per le assunzioni di personale. La previsione annuale e pluriennale coerente con le esigenze finanziarie espresse nellatto di programmazione del fabbisogno.

8.2. Verifica contenuto informativo ed illustrativo della relazione previsionale e


programmatica e della coerenza con le previsioni La relazione previsionale e programmatica predisposta dallorgano esecutivo e redatta sullo schema approvato con DPR 3 agosto 1998, n. 326, contiene l'illustrazione della previsione delle risorse e degli impieghi contenute nel bilancio annuale e pluriennale conformemente a quanto contenuto nell'art. 170 del Tuel, nello statuto e nel regolamento di contabilit dell'ente. Gli obiettivi contenuti nella relazione sono coerenti con le linee programmatiche di mandato e con il piano generale di sviluppo dellente. In particolare la relazione: a) stata redatta secondo fasi strategiche caratterizzate da: - ricognizione delle caratteristiche generali; - individuazione degli obiettivi; - valutazione delle risorse; - scelta delle opzioni; - individuazione e redazione dei programmi e progetti; b) rispetta i postulati di bilancio in particolare quello della economicit esprimendo una valutazione delle attivit fondata sulla considerazione dei costi e dei proventi; c) per l'entrata comprende una valutazione generale sulle risorse pi significative ed individua le fonti di finanziamento della programmazione annuale e pluriennale; d) per la spesa redatta per programmi, per progetti (eventuale) rilevando distintamente la spesa corrente consolidata, quella di sviluppo e quella di investimento; e) per ciascun programma contiene: - le scelte adottate e le finalit da conseguire, - le risorse umane da utilizzare, - le risorse strumentali da utilizzare; f) individua i responsabili dei programmi e degli eventuali obiettivi generali e le necessarie risorse; progetti attribuendo loro gli

g) motiva e spiega in modo trasparente e leggibile le scelte, gli obiettivi, le finalit che sintende conseguire e fornisce adeguati elementi dimostranti la coerenza delle stesse con le previsioni annuali e pluriennali, con gli obiettivi di finanza pubblica, nonch con : - le linee programmatiche di mandato (art. 46, comma 3, Tuel); - il piano generale di sviluppo dellente (art. 165, comma 7, Tuel); - gli strumenti urbanistici e relativi piani dattuazione; - il programma triennale e lelenco annuale dei lavori pubblici; - la programmazione del fabbisogno di personale; h) contiene parametri potenzialmente utili a misurare il grado di raggiungimento del risultato e di riferimento per il controllo , tesi ad evidenziare in termini unitari i costi, i modi e i tempi dellazione amministrativa;
Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino 12

i) j)

contiene limpegno a definire prima dellinizio dellesercizio il piano esecutivo di gestione; assicura ai cittadini, agli organismi di partecipazione ed agli altri utilizzatori del bilancio la conoscenza dei contenuti significativi e caratteristici del bilancio annuale, dei suoi allegati e del futuro andamento dellente.

9. Verifica della coerenza esterna 9.1. Principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica: Patto di stabilit Gli enti sottoposti al patto di stabilit devono iscrivere in bilancio le entrate e le spese correnti in termini di competenza in misura tale che, unitamente alle previsioni dei flussi di cassa di entrate e spese in conto capitale, al netto della riscossione e concessione di crediti (titolo IV delle entrate e titolo II delle uscite), consenta il raggiungimento dellobiettivo program matico del patto per gli anni 2012-2013 e 2014. Pertanto la previsione di bilancio annuale e pluriennale e le successive variazioni devono garantire il rispetto del saldo obiettivo. Dalla verifica della coerenza delle previsioni annuali e pluriennali con il patto di stabilit interno risulta: 1. spesa corrente media 2006/2008

anno 2006 2007 2008

importo 41872 49809 47432

media

46371

2. saldo obiettivo

anno

spesa corrente media coefficiente obiettivo di competenza 2006/2008 mista 2012 46371 16,00 7419,36 2013 46371 15,80 7326,618 2014 46371 15,80 7326,618
3. saldo obiettivo con neutralizzazione riduzione trasferimenti

trasferimenti 2012 2013 2014 7419 7327 7327 3260 3260 3260

conseguire 4159 4067 4067

4. obiettivo per gli anni 2012/2014

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

13

entrate correnti prev. accertamenti spese correnti prev. impegni differenza risorse ed impegni esclusi (commi da 7 a16 art,31 legge 183/2011) obiettivo di parte corrente previsione incassi titolo IV previsione pagamenti titolo II differenza incassi e pagamenti esclusi (commi da 7 a16 art,31 legge 183/2011) obiettivo di parte c. capitale obiettivo previsto

2012 52608 47108 5500 5500 7232 6065 1167 2308 -1141 4359

2013 53997 49517 4480 4480 17433 17460 -28 -28 4452

2014 54357 49347 5010 5011 5359 5384 -26 -26 4985

-dal prospetto allegato al bilancio gli obiettivi risultano cos conseguibili: anno 2012 2013 2014 Saldo previsto 4359 4452 4985 Saldo obiettivo 4159 4067 4067

L'apposito prospetto allegato al bilancio di previsione, per la parte relativa ai flussi di cassa, stato elaborato dal settore finanziario in stretta collaborazione con il settore tecnico che ha indicato la tempistica dei pagamenti in base alla programmazione delle spese del titolo II, in quanto sono stati analizzati, per quanto riguarda la spesa, i pagamenti degli stati davanzamento di lavori gi autorizzati nonch i pagamenti prevedibili sulle opere da realizzare negli anni 2012/2014, avendo riguardo al cronoprogramma del programma triennale dei lavori pubblici, nonch alle opere programmate in conto capitale e stanziate nel bilancio, ancorch non inserite nel programma opere pubbliche in quanto inferiori a . 100.000 di valore. Le previsioni di incasso delle entrate del titolo IV e di pagamento delle spese del titolo II, dovranno essere monitorate durante la gestione al fine di m antenere lobiettivo di rispetto del patto di stabilit interno.

VERIFICA ATTENDIBILITA E CONGRUITA DELLE PREVISIONI ANNO 2012


Ai fini della verifica dellattendibilit delle entrate e congruit delle spese previste per lesercizio 2012, alla luce della manovra disposta dallente, sono state analizzate in particolare le voci di bilancio appresso riportate.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

14

ENTRATE CORRENTI
Entrate tributarie Le previsioni di entrate tributarie presentano le seguenti variazioni rispetto alle previsioni definitive 2011 ed al rendiconto 2010:
Rendiconto 2010
I.C.I. I.C.I. recupero evasione I.M.U. imposta municipale unica Imposta comunale sulla pubblicit Addizionale comunale sul consumo di energia elettrica Addizionale I.R.P.E.F. Compartecipazione I.R.P.E.F. Compartecipazione Iva Imposta di soggiorno Altre imposte Categoria 1: Imposte Tassa per l'occupazione degli spazi ed aree pubbliche Tassa rifiuti solidi urbani Addizionale erariale sulla tassa smalt.rifiuti Recupero evasione tassa rifiuti Altre tasse Categoria 2: Tasse Diritti sulle pubbliche affissioni Fondo sperimentale di riequilibrio Altri tributi speciali Categoria 3: Tributi speciali e tributarie proprie altre entrate tributarie proprie Totale entrate tributarie
23.785.723 35.258.572 41.932.036 1.855 10.206.738 95.676 0 0 1.000 9.840.180 110.000 9.232.687 0 500 11.300.500 88.000 9.527.675 0 8.515.796 842.117 8.217.436 821.744 9.518.182 931.818 7.657.140 401.342

Previsioni definitive esercizio 2011


7.580.000 2.179.488

Bilancio di previsione 2012


0 2.000.000 15.125.861

573.215 467.663 3.300.000 1.083.949 0 0 0 13.483.309 846.970

570.000 470.000 3.300.000 0 1.976.217 0 0 16.075.705 800.000

590.000

3.300.000 0 0 0 0 21.015.861 850.000

95.676

9.342.687

9.615.675

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

15

IMU Imposta municipale unica Per lanno 2012, anno istitutivo dellIMU, in via sperimentale lo Stato ha stabilito che lacconto IMU deve essere corrisposto sulla base delle aliquote fissate dal D.Lgs. 201/2011. Il gettito per lanno 2012, ai sensi della proposta di delibera di C.C. approvata con atto n. 167 del 2/6/2012, stato previsto in 15.125.861,00.

Imposta comunale sugli immobili (anni precedenti) Limposta comunale sugli immobili considerata a valere per gli anni precedenti ancora accertabili come da D.G.C. n. 158 del 10/06/2006 Il gettito, determinato sulla base delle aliquot e vigenti per lanno 2011 e sulla base del regolamento del tributo stato previ sto in 2.000.000,00. Gli importi sono attribuibili a: immobili non dichiarati o con classamento non coerente (art. 1, comma 336 legge n. 311 del 30/12/2004, finanziaria 2005); recupero evasione a seguito di accertamento; nuova normativa fabbricati rurali ed ex rurali (art. 42 bis, legge 244/07)

Il gettito derivante dallattivit di controllo delle dichiarazioni previsto sulla base del programma di controllo indicato nella relazione previsionale e programmatica. Lente dovr provvedere a norma dellart.31, comma 19 della legge 27/12/2002 n. 289 comunicare ai proprietari la natura di area fabbricabile del terreno posseduto. Addizionale comunale Irpef. La Giunta Comunale, sulla base della scelta operata dal Consiglio dellente, con regolamento approvato con delibera n. 32 del 05.05.2008, ha disposto la conferma. Il gettito previsto in 3.300.000,00 Limposta comunale sulle pubblicit Limposta comunale sulle pubblici t e del diritto sulle pubbliche affissioni stata calcolata ai sensi della delibera di C.C. n. 142 del 20/12/2002 ed il gettito stato previsto in 590.000,00 T.A.R.S.U. Ai sensi della delibera di G.C. n. 166 del 2/6/2012 di adeguamento tariffe relative alla TARSU anno 2012 in osservanza del DL 195 del 30/12/2009 convertito con modificazioni dalla l. 26 del 26/2/2010 e successive modificazioni introdotte dalla L. 10 del 26/2/2011 e dal DPCM 25/03/2011, nonch per lanno 2012 dallart.13 commi 5 -5 quater-6 e 7 della L. N. 14 DEL 24/2/2012 che ha convertito in legge, con modificazioni, il D.L. N. 216/2011, il gettito previsto in 10.350.000,00 stato determinato sulla base delle tariffe deliberate dallente. a

La percentuale di copertura del costo pari al 100 %, come dimostrato nella tabella seguente:
Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino 16

Ricavi - da tassa - da addizionale - da raccolta differenziata - altri ricavi Totale ricavi Costi - raccolta rifiuti solidi urbani e assimilati - raccolta differenziata - trasporto e smaltimento - altri costi Totale costi Percentuale di copertura

9.318.182 931.818 100.000 10.350.000 10.350.000 competenza della provincia competenza della provincia 10.350.000 100,00%

T.O.S.A.P. (Tassa sulloccupazione di spazi ed aree pubbliche) Il gettito della tassa sulloccupazione di spazi e aree pubb liche stato stimato in 850.000,00. Proventi da partecipazione allattrivit di accertamento tributario e contributivo Lente ha provveduto ad adottare la convenzione con lAgenzia delle Entrate per lattivit di accfertamento fiscale con delibera di G.C. n. 59 del 7/03/2011. La previsione di euro 100.000,00 fondata sullinvio delle segnalazioni qualificate. Contributo per permesso di costruire E stata verificata la quantificazione dellentrata per contributi per permesso di costruire sulla base della attuazione dei piani pluriennali e delle convenzioni urbanistiche attivabili nel corso del 2012. I contributi per permesso di costruire sono calcolati in base: al piano regolatore (o PSC) in corso di approvazione; al piano regolatore (o PSC)vigente in regime di salvaguardia; alle pratiche edilizie in sospeso; allandamento degli accertamenti degli esercizi precedenti. La previsione per lesercizio 2012, presenta le seguenti variazioni rispetto alla previsione definitiva 2011 ed agli accertamenti degli esercizi precedenti: Accertamento 2009 Accertamento 2010 Prev. definitiva 2011 Previsione 2012

3.610.986,45

3.308.909,85

2.100.000

1.200.000

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

17

La destinazione del contributo al finanziamento di spesa corrente risulta come segue: anno 2010 euro 1.444.670,04, pari al 43,66 % di cui 25% a manutenzione ordinaria del verde, anno 2011 euro 1.050.000,00, pari al 50 % di cui 25% a manutenzione ordinaria del verde, delle anno 2012 euro 600.000,00, pari al 50 % di cui 25 % a manutenzione ordinaria del verde, delle anno 2013 euro 0 % ; anno 2014 euro 0 %;
delle strade e del patrimonio comunale; strade e del patrimonio comunale; strade e del patrimonio comunale;

Risorse relative al recupero dellevasione tributaria Le entrate relative allattivit di controllo delle dichiarazioni subiscono le seguenti variazioni: Rendiconto 2009 I.C.I. 1.210.142 Rendiconto 2010 401.342 Prev. definitive 2011 2.179.488 Prev.2012 2.000.000 Prev.2013 800.000 Prev.2014 900.000

Trasferimenti correnti dallo Stato Il gettito dei trasferimenti erariali stato previsto sulla base della comunicazione del Ministero dellInterno. Il trasferimento per fondo sviluppo degli investimenti stato previsto per euro 118.800,46 sulla base dei mutui in essere al 1/1/2012.

Contributi per funzioni delegate dalla regione I contributi per funzioni delegati dalla Regione sono previsti in euro 2.235.259,83 e sono specificatamente destinati per uguale importo nella spesa, come risulta dalla tabella prevista dal d.p.r. n. 194/96 riportante il quadro analitico per funzioni, servizi ed interventi delle spese per funzioni delegate dalla regione predisposta secondo le norme regionali ai sensi dellarticolo 165, punto 12, del Tuel.

Proventi dei servizi pubblici Il dettaglio delle previsioni di entrata e spesa (o di proventi e costi) dei servizi dellente suddivisi tra servizi a domanda individuale, servizi indispensabili e servizi diversi il seguente:

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

18

Servizi a domanda individuale


Entrate/prove nti prev. 2012 Asilo nido Impianti sportivi Mattatoi pubblici Mense scolastiche Stabilimenti balneari Musei, pinacoteche, gallerie e mostre Uso di locali adibiti a riunioni Altri servizi Totale
58000 14000 425000

Spese/costi prev. 2012


525246 440804 558300

% di copertura 2012
11,04 3,17 76,12

% di copertura 2011
14,06 34,23 66,46

15000

228421

6,56

26,09

512000

1752771

29,21

35

Sanzioni amministrative da codice della strada I proventi da sanzioni amministrative previsti per il 2012 ammontano ad 540.000. Gli importi riscossi nel 2011 sono destinati con atto G.C. n. 128 del 24/04/2012 per il 50% negli interventi di spesa alle finalit di cui agli articoli 142 e 208, comma 4, del codice della strada, come modificato dalla legge n. 120 del 29/7/2010. La quota vincolata in via previsionale di 260.000 destinata al Titolo I spesa per euro 230.000 Titolo II spesa per euro 30.000 Lentrata presenta il seguente andamento: Riscosso 2011

Accertamento 2009 Accertamento 2010 331.060,42 596.110,05

Previsione 2012

513.210,76 540.000,00

Rispetto alle somme accertate sono rilevati i seguenti residui attivi: residui attivi al 1/1/2009 al 1/1/2010 Al 1/1/2011 importo 3.011.361,56 2.724.252,61 2.950.086,88 Avanzo vincolato per crediti di dubbia esigibilit 963.650,07 952.766,09 936.186,19

Sulla base dei dati di cui sopra a fronte delle previsione di entrata per accertamento sanzioni previsto nella spesa un fondo svalutazione crediti di euro 882.429,00.

Utilizzo plusvalenze Non si prevede di utilizzare entrate da plusvalenze da alienazioni di beni.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

19

SPESE CORRENTI
Il dettaglio delle previsioni delle spese correnti classificate per intervento, confrontate con i dati del rendiconto 2010 e con le previsioni dellesercizio 2011 definitive, il seguente:

Classificazione delle spese correnti per intervento

Rendiconto 2010

Previsioni definitive 2011

Bilancio di previsione 2012

Incremento % 2012/2011

01 - Personale 02 - Acquisto beni di cons. e materie pr. 03 - Prestazioni di servizi 04 - Utilizzo di beni di terzi 05 - Trasferimenti 06 - Interessi passivi e oneri finanziari 07 - Imposte e tasse 08 - Oneri straordinari gestione corr. 09 - Ammortamenti di esercizio 10 - Fondo svalutazione crediti 11 - Fondo di riserva Totale spese correnti

14.952.741 647.043 23.537.060 48.006 2.430.934 3.295.608 975.646 2.045.631

14.672.451 771.240 25.158.828 55.442 2.668.352 3.606.415 956.846 2.423.956

13.863.674 693.240 25.879.508 55.500 2.104.972 3.730.712 920.290 840.000

-6% -10% 3% 0% -21% 3% -4% -65% #DIV/0!

520.102 532.050 47.932.669 51.365.682

882.429 798.016 49.768.340

70% 50% -3,11%

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

20

Spese di personale La spesa del personale prevista per lesercizio 2012 in 13.863.674,12 riferita a n. 407 dipendenti, pari a 34.063,08 per dipendente, tiene conto della programmazione del fabbisogno, del piano delle assunzioni e :

Dei vincoli disposti dallart. 76 del D.l. 112/2008 sulle assunzioni di personale Dellobbligo di riduzione della spesa di personale disposto dallart. 1 comma 557 ( o 562 per gli enti non soggetti al patto di stabilit) della legge 296/2006; degli oneri relativi alla contrattazione decentrata previsti per euro 1.628.000,00 pari al 11% delle spese dellintervento 01.

Lorgano di revisione ha provveduto, ai sensi dellarticolo 19, punto 8, della legge 448/01, ad accertare che i documenti di programmazione del fabbisogno di personale siano improntati al rispetto del principio di riduzione complessiva della spesa, previsto dallarticolo 39 della legge n. 449/97. Gli oneri della contrattazione decentrata previsti per gli anni dal 2012 al 2014, non superano il corrispondente importo impegnato per lanno 2010 e sono automaticamente ridotti in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio, come disposto dallart.9 del d.l. 78/2010. Lente ha previsto per gli anni dal 2012 al 2014 la riduzione del trattamento economico complessivo superiore a 90.000 euro come disposto dallart.9, comma 2 d el d.l. 78/2010. Il trattamento economico complessivo previsto per gli anni dal 2012 al 2014 per i singoli dipendente, ivi compreso il trattamento economico accessorio, non supera il trattamento economico spettante per lanno 2010, come disposto dallart.9, comma 1 del d.l. 78/2010.

Limitazione spese di personale Le spese di personale, come definite dallart.1, comma 557 (o comma 562) della legge 296/2006, subiscono la seguente variazione: anno 2010 2011 2012 2013 2014 Importo 14.952.741 14.672.451 13.863.674 13.853.952 13.853.452

Tali spese sono cosi distinte ed hanno la seguente incidenza:

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

21

Rendiconto 2010

Bilancio di previsione 2012

intervento 01 intervento 03 irap altre da specificare Totale spese di personale spese escluse Spese soggette al limite(comma 557 o 562) spese correnti incidenza sulle spese correnti

14.952.741 175.773 921.706 240.000 16.290.221 2.874.965 13.415.256 47.932.669 27,99

13.863.674

849.855 200.000 14.913.529 2.826.074 12.087.454 49.768.340 24,29

Limitazione trattamento accessorio Lammontare delle somme destinate al trattamento accessorio previste in bilancio non superano il corrispondente ammontare dellesercizio 2010 ridotto annualmente in misura proporzionale alleventuale riduzione del personale in servizio come disposto dal comma 2 bis dellart.78 del d.l. 78/2010. Spese per incarichi di collaborazione autonoma ( art.46 legge 133/08) Il limite massimo per incarichi di collaborazione autonoma di euro 25.000,00. I contratti di collaborazione potranno essere stipulati con riferimento alle attivit istituzionali stabilite dalla legge. Spese per acquisto beni, prestazione di servizi e utilizzo di beni di terzi In relazione ai vincoli posti dal patto di stabilit interno, dal piano triennale di contenimento delle spese di cui allart.2, commi da 594 a 599 della legge 244/07 e delle riduzioni di spesa disposte dallart. 6 del d.l. 78/2010 la previsione per lanno 2012 di 693.240 per acquisto beni, di 25.879.507,66 per prestazione di servizi, di 55.500,00 per utilizzo beni di terzi, mentre era corrispondentemente di 88.760,00, di 24.613.710,21, di 53.700,00 nellanno 2011 e corrispondentemente di 647.042,87, di 23.537.059,98, di 48.005,63 nellanno 2010. Trasferimenti In relazione ai vincoli posti dal patto di stabilit interno, lincremento della spesa rispetto allesercizio 2011 stato pari alla differenza tra euro 3.730.712,15 per lanno 2012 ed euro 3.555.561,59 per il 2011. Nella previsione dei trasferimenti ad enti stata verificato il rispetto di quanto disposto dallart.6, comma 2 del d.l. 78/2010, sulla partecipazione onorifica agli orga ni collegiali anche amministrativi (escluso il rimborso spese ed eventuale gettone di presenza nel limite di 30 euro giornalieri). Oneri straordinari della gestione corrente A tal fine stata prevista nel bilancio 2012 la somma di euro 840.000,00 destinata in particolare alle seguenti tipologie di spesa: 400.000,00 cap. 168.02 200.000 cap. 171 10.000 cap. 202.1 25.000 cap. 202.2 30.000 cap. 202.3 20.000 cap. 304.1 debiti fuori bilancio entrate una tantum accantonamento di nuove entrate in attesa di destinazione quote inesigibili tributi non dovuti altri rimborsi rilevazione prezzi al consumo
22

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

150.000 5.000

cap. 332 cap. 1148

franchigia su ass.resp.civ risoluzione contenzioso per controversia diversi assegnatari di alloggi di propriet comunale

Fondo svalutazione crediti Lammontare del fondo stato determinato in 882.429,00, tenendo conto delle seguenti tipologie di entrate che potrebbero comportare dubbia esigibilit: - sanzioni codice della strada, - rette e contribuzioni servizi pubblici a domanda, - canoni di locazione. Fondo di riserva La consistenza del fondo di riserva ordinario rientra nei limiti previsti dallarticolo 166 del tuel ed in quelli previsti dal regolamento di contabilit ed pari a 798.015,52, pari al 1,60 % delle spese correnti.

ORGANISMI PARTECIPATI
Nel corso del 2011 lente non ha provveduto ad esternalizzare servizi. Non previsto nel bilancio 2012 esternalizzare i servizi. Le aziende, istituzioni e societ di capitale totalmente partecipate dallente locale (A.C.S. SRL) nellultimo bilancio desercizio approvato presentavano la seguente situazione:
Debiti di finanziamento Personale dipendente ( n. unit al 31/12) Costo personale dipendente Concessione crediti effettuate dellente locale 45 1.193.985,00

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

23

SPESE IN CONTO CAPITALE


Lammontare della spesa in conto capitale, pari a 78.758.723,04, pareggiata dalle entrate ad essa destinate nel rispetto delle specifiche destinazioni di legge. Indebitamento Le spese dinvestimento previste nel 2012 non sono finanziate con indebitamento.

INDEBITAMENTO
Lammontare dei prestiti previsti per il finanziamento di spese in conto capitale risulta compatibile per lanno 2012 con il limite della capacit di indebitamento previsto dallarti colo 204 del Tuel come modificato dallart.8 della legge n. 183/2011, come dimostrato dal calcolo riportato nel seguente prospetto.

Verifica della capacit di indebitamento Entrate correnti (Titoli I, II, III) Rendiconto 2010 Limite di impegno di spesa per interessi passivi (8%) Interessi passivi sui mutui in ammortamento e altri debiti Incidenza percentuale sulle entrate correnti Importo impegnabile per interessi su nuovi mutui Euro Euro Euro % Euro 50.551.199 4.044.096,00 3.730.712 7,38% 313.384

Gli interessi passivi relativi alle operazioni di indebitamento garantite con fidejussione rilasciata dallente ai sensi dellart. 207 del Tuel ammontano ad euro 236.999,70 Lincidenza degli interessi passivi compresi quelli derivanti da garanzie fideiussorie prestate, sulle entrate correnti del penultimo rendiconto precedente o su quelle previste cos prevista in relazione anche ai limiti di cui al citato art. 204 del Tuel; 2012 Interessi passivi % su entrate correnti Limite art.204 Tuel 3.730.712 7,50% 8% 2013 3.365.371 6,53 % 6% 2014 3.234.678 6,25 % 4%

Interessi passivi e oneri finanziari diversi La previsione di spesa per interessi passivi e oneri finanziari diversi, pari a 3.730.712, congrua sulla base del riepilogo predisposto dal responsabile del servizio finanziario dei mutui e degli altri prestiti contratti a tuttoggi e rientra nel limite di indebitamento previsto dallarticolo 204 del Tuel come modificato dallart.8 della legge 183/2011.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

24

Lindebitamento dellente subisce la seguente evoluzione:


2009 2010 residuo debito 69.589.372 68.084.232 nuovi prestiti 1.830.296 7.927.553 prestiti rimborsati 3.022.422 3.321.596 estinzioni anticipate totale fine anno 68.397.246 72.690.189 abitanti al 31/12 56512 56339 debito medio per abitante1210,31367 1290,228598

anno

2011 72.690.189 2.220.000 2.156.775 72.753.414 56245 1293,508997

2012 72.753.414 2.675.532 734.700 69.343.182 56245 1232,877269

2013 69.343.182 2.431.212 66.911.970 #DIV/0!

2014 66.911.970 2.563.810 64.348.160 #DIV/0!

Gli oneri finanziari per ammortamento prestiti ed il rimborso degli stessi in conto capitale registra la seguente evoluzione:

anno
oneri finanziari quota capitale totale fine anno

2009 3.396.765 3.022.422 6.419.187

2010 3.295.608 3.321.596 6.617.204

2011 3.555.562 2.156.775 5.712.337

2012 3.730.712 3.410.233 7.140.945

2013 3.365.371 2.431.212 5.796.583

2014 3.234.678 2.563.810 5.798.488

Anticipazioni di cassa E stata iscritta in bilancio nella parte entrate, al titolo V, e nella parte spesa, al titolo III, una previsione per anticipazioni di cassa nel limite del 25% delle entrate correnti previsto dalle norme vigenti, come risulta dal seguente prospetto:
Entrate correnti (Titolo I, II, III) Anticipazione di cassa Percentuale Euro Euro 52.608.573 12.637.800 24,02%

STRUMENTI FINANZIARI ANCHE DERIVATI Lente non ha in corso strumenti finanziari anche derivati. CONTRATTI DI LEASING Lente non ha in corso contratti di locazione finanziaria.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

25

VERIFICA ATTENDIBILITA E CONGRUITA BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014

Il bilancio pluriennale redatto in conformit a quanto previsto dallarticolo 171 del Tuel e secondo lo schema approvato con il d.p.r. n. 194/96. Il documento, per la parte relativa alla spesa, articolato in programmi, titoli, servizi ed interventi. Le spese correnti sono ripartite tra consolidate e di sviluppo. Gli stanziamenti previsti nel bilancio pluriennale, che per il primo anno coincidono con quelli del bilancio annuale di competenza, hanno carattere autorizzatorio costituendo limiti agli impegni di spesa. Le previsioni di entrata e di spesa iscritte nel bilancio pluriennale tengono conto:

dellosservanza dei principi del bilancio previsti dallarticolo 162 del Tuel e dei postulati dei principi contabili degli enti locali e del principio contabile n. 1; dei mezzi finanziari destinati alla copertura delle spese correnti e al finanziamento delle spese di investimento; della dimostrazione della capacit di ricorso alle fonti di finanziamento ai sensi dellarticolo 204 del Tuel; del tasso di inflazione programmato; degli impegni di spesa gi assunti ai sensi dellarticolo 183, commi 6 e 7, dellarticolo 200 e dellarticolo 201, comma 2, del Tuel; delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare presentate allorgano consiliare ai sensi dellarticolo 46, comma 3, del Tuel; del piano generale di sviluppo dellente; delle previsioni contenute nel programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici; delle previsioni contenute negli strumenti urbanistici; dei piani economici-finanziari approvati e della loro ricaduta nel triennio; della manovra tributaria e tariffaria deliberata o attuabile in rapporto alla normativa vigente; della programmazione triennale del fabbisogno di personale di cui allart. 91 del Tuel; del rispetto del patto di stabilit interno; del piano delle alienazioni e valorizzazione del patrimonio immobiliare; delle riduzioni dei trasferimenti e dei vincoli sulle spese di personale.

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

26

Le previsioni pluriennali 2012-2014, suddivise per titoli, presentano la seguente evoluzione:

Entrate Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Somma Avanzo presunto Totale

Previsione 2012 41.932.036 3.793.537 6.883.000 79.328.723 12.637.800 144.575.096 144.575.096

Previsione 2013 44.199.036 3.151.651 6.646.100 17.432.380 13.085.519 84.514.686 84.514.686

Previsione 2014 44.326.036 3.176.651 6.854.900 5.359.249 13.152.143 72.868.980 72.868.980

Totale triennio 130.457.108 10.121.839 20.384.000 102.120.352 38.875.462 301.958.762 301.958.762

Spese Titolo I Titolo II Titolo III Somma Disavanzo presunto Totale

Previsione 2012 49.768.340 78.758.723 16.048.033 144.575.096 144.575.096

Previsione 2013 51.537.675 17.460.280 15.516.732 84.514.686 84.514.686

Previsione 2014 51.768.777 5.384.249 15.715.954 72.868.980 72.868.980

Totale triennio 153.074.792 101.603.252 47.280.718 301.958.762 301.958.762

Le previsioni pluriennali di spesa corrente suddivise per intervento presentano la seguente evoluzione:

Classificazione delle spese correnti per intervento

Previsioni 2012 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 Personale Acquisto di beni di consumo e materie prime Prestazioni di servizi Utilizzo di beni di terzi Trasferimenti Interessi passivi e oneri finanziari Imposte e tasse Oneri straordinari della gestione corrente Ammortamenti di esercizio Fondo svalutazione crediti Fondo di riserva Totale spese correnti 882.429 798.016 49.768.340 13.863.674 693.240 25.879.508 55.500 2.104.972 3.730.712 920.290 840.000

Previsioni 2013 13.853.952 699.700 28.700.405 51.500 2.020.300 3.365.371 921.374 539.000

var.%

Previsioni 2014 13.853.452 710.700 28.853.105 51.500 2.019.400 3.234.678 923.774 486.500

var.%

-0,07 0,93 10,90 -7,21 -4,02 -9,79 0,12 -35,83 #DIV/0!

0,00 1,57 0,53

-0,04 -3,88 0,26 -9,74 #DIV/0!

500.000 886.072 51.537.675

-43,34 11,03 3,56

700.000 935.667 51.768.777

40,00 5,60 0,45

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

27

Per quanto riguarda le spese di personale stato previsto un andamento coerente con quanto indicato nellatto di programmazione triennale del fabbi sogno 2012/2014 e con la rideterminazione della pianta organica dellente.

La spesa in conto capitale prevista nel bilancio pluriennale risulta cos finanziata:

Coperture finanziarie degli investimenti programmati


Previsione 2012 Titolo IV Alienazione di beni Trasferimenti c/capitale Stato Trasferimenti c/capitale da enti pubblici Trasferimenti da altri soggetti Totale Titolo V Finanziamenti a breve termine Assunzione di mutui e altri prestiti Emissione di prestiti obbligazionari Totale Avanzo di amministrazione Risorse correnti destinate ad investimento Totale 12.637.800 91.966.523 13.085.519 30.517.899 13.152.143 18.511.392 38.875.462 140.995.814 20.689.355 44.048.340 13.391.028 1.200.000 79.328.723 1.200.000 17.432.380 1.200.000 5.359.249 16.232.380 4.159.249 41.080.984 44.048.340 13.391.028 3.600.000 102.120.352 Previsione 2013 Previsionne 2014 Totale triennio

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

28

OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI
Lorgano di revisione a conclusione delle verifiche esposte nei punti precedenti considera: a) Riguardo alle previsioni parte corrente anno 2012 1) Congrue le previsioni di spesa ed attendibili le entrate previste sulla base: - delle risultanze del rendiconto 2010; - della ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri effettuata ai sensi dell'art. 193 del Tuel; - del bilancio delle aziende speciali, consorzi, istituzioni e societ partecipate; - della valutazione del gettito effettivamente accertabile per i diversi cespiti dentrata; - degli effetti derivanti da spese disposte da leggi, contratti ed atti che obbligano giuridicamente lente; - degli effetti derivanti dalla manovra finanziaria che lente ha attuato sulle entrate e sulle spese; - dei vincoli sulle spese e riduzioni dei trasferimenti erariali; - dei vincoli disposti per il rispetto del patto di stabilit interno e delle norme relative al concorso degli enti locali alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica; Per assicurare lequilibrio nel tempo occorre che il saldo positivo della tabella n.4 sia destinato al finanziamento di spese del titolo II. b) Riguardo alle previsioni parte corrente pluriennali Attendibili e congrue le previsioni contenute nel bilancio pluriennale in quanto rilevano: i riflessi delle decisioni gi prese e di quelle da effettuare descritte nella relazione previsionale e programmatica e nel programma triennale del fabbisogno di personale; gli oneri indotti delle spese in conto capitale; gli oneri derivanti dalle assunzioni di prestiti.

c) Riguardo alle previsioni per investimenti Conforme la previsione dei mezzi di copertura finanziaria e delle spese per investimenti, allelenco annuale degli interventi ed al programma triennale dei lavori pubblici, allegati al bilancio. Coerente la previsione di spesa per investimenti con il programma amministrativo, il piano generale di sviluppo dellente, il piano triennale dei lavori pubblici e la programmazione dei pagamenti. d) Riguardo agli obiettivi di finanza pubblica (patto di stabilit) Con le previsioni contenute nello schema di bilancio, lente pu conseguire negli anni 201 2, 2013 e 2014, gli obiettivi di finanza pubblica . e)Riguardo ai proventi per rilascio permesso di costruire. Tenuto conto che laccertamento di tale particolare ent rate dipende dalla richieste di costruire il cui andamento influenzato dallandamento del mercato immobiliare si ritiene necessario impegnare le spese corrispondenti solo al momento dellaccertamento della entrata. f) Riguardo agli organismi partecipati l ente deve dotarsi delle procedure di controllo atte ad impostare e monitorare i processi decisionali in corso nelle societ partecipate direttamente ed indirettamente e degli altri organismi a cui sono stati affidati servizi e funzioni, al fine di essere tempestivamente a conoscenza delle evoluzioni gestionali, economiche e patrimoniali. g) Riguardo al sistema informativo contabile

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

29

Lorgano di revisione, al fine di consentire il controllo delle limitazioni disposte, ritiene necessario che il sistema informativo contabile sia organizzato per la rilevazione contestuale delle seguenti spese: - spese di personale come individuate dallart.1 comma 557 (o 562) della legge 296/06, - spese per incarichi di collaborazione autonoma ( art.46 legge 133/08); - spese sottoposte ai limiti di cui allart.6 del d.l. 78/2010.

CONCLUSIONI
In relazione alle motivazioni specificate nel presente parere, richiamato larticolo 239 del Tuel e tenuto conto:

del parere espresso dal responsabile del servizio finanziario delle variazioni rispetto allanno precedente

lorgano di revisione: ha verificato che il bilancio stato redatto nellosservanza delle norme di legge, dello statuto dellente, del regolamento di contabilit, dei principi previsti dallarticolo 162 del Tuel, dei postulati dei principi contabili degli enti locali e del principio contabile n. 1 degli enti locali; ha rilevato la coerenza interna, la congruit e lattendibilit contabile delle previsioni di bilancio e dei programmi e progetti; ha rilevato la coerenza esterna ed in particolare la possibilit con le previsione proposte di rispettare i limiti disposti per il patto di stabilit e delle norme relative al concorso degli enti locali alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica

ed esprime, pertanto, parere favorevole sulla proposta di bilancio di previsione 2012 e sui documenti allegati. Avellino, 04/06/2012 LORGANO DI REVISIONE F.to Dott. Attilio Santoro F.to F.to Dott. Agricolo Lavanga Dott.ssa Luisa Valvano

Parere dellOrgano di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del Comune di Avellino

30