Sei sulla pagina 1di 2

La guerra di Troia 2009, Laterza

Adriano Torricelli un'opera davvero notevole, sia nella forma (apparentemente narrativa e leggera, ma in realt densissima di concetti... e di concetti altamente rivoluzionari!) sia nella sostanza (gi l'idea di fare 'come se' Omero avesse detto la Verit un'idea non solo controcorrente ma anche apparentemente assurda, almeno rispetto a pregiudizi giusti o sbagliati che siano oramai consolidati dai tempi di Moses Finley...) (1) Sembrerebbe, a un lettore affrettato, un'opera superflua, ridondante... in realt io l'ho trovata tanto precisa e puntuale quanto sconvolgente. Concetti oggi scontati quali le radici esclusivamente greche, e inoltre greche arcaiche (e NON micenee), dell'opera di Omero, vengono in essa radicalmente capovolti: in realt, dice Strauss, l'Iliade per molti aspetti un poema pi troiano che greco, ed un poema che riflette (e la cosa viene da lui provata, o almeno avallata, chiamando in causa molteplici documenti ittiti, egizi e pi in generale dell'epoca del Bronzo spesso di recente ritrovamento) la cultura dell'Et del Bronzo, all'interno della quale la cultura greca-micenea si inserisce come un tassello assieme ad altre. Anche i valori eroici (i valori di vergogna, come li chiam Dodds) non sono secondo Strauss mi sembra almeno di capire, poich ci non viene detto esplicitamente dall'autore una prerogativa della cultura greca (e in particolare, sempre per Dodds e i suoi epigoni, della cultura greca arcaica) bens, innanzitutto, i valori dell'Et del Bronzo complessivamente intesa... Anche molti celebri episodi dell'Iliade, fino ad oggi di solito bollati come assurdi, rivisitazioni poetiche successive ovvero mascheramenti o trasfigurazioni della storia reale, sono dall'Autore rivalutati, visti in una luce che - se pure non li rende certi - li rende in ogni caso plausibili. E questo a partire proprio dal ratto di Elena, che fu causa della guerra secondo la tradizione omerica. Secondo Strauss, un tale evento potrebbe essere davvero avvenuto ed essere stato la scintilla che ha innescato le polveri. Certo, egli spiega, il conflitto tra la Grecia (un insieme di stati bellicosi e con forti ambizioni imperialiste a livello mediterraneo, il pi potente dei quali era, come noto, Micene) e la Troade, zona molto ricca economicamente in quanto crocevia di traffici tra Asia ed Europa, era nell'aria gi da tempo: i Greci infatti, da tempo volevano allungare le mani su quella regione, mentre Troia dal canto suo, per tutelarsi, aveva probabilmente stretto un'alleanza politico-militare con il vicino impero ittita, uno dei

pi ricchi e potenti dell'et del Bronzo. Il rapimento della regina di Sparta, Elena, fu cos ilcasus belli di una guerra gi nell'aria da anni: un brutto tiro giocato a Menelao da un certo Alessandro, nobiluomo troiano, per ragioni di carattere diplomatico e per ambizioni personali! Ci non toglie tuttavia che questa vicenda, come molte altre apparentemente irreali, potrebbe secondo l'autore contenere un fondo (e magari pi che un fondo) di verit. Non voglio certo togliere ai lettori il piacere (e la fatica) di scoprire ci che Strauss ha da dire in proposito. Anticipo solo che, nel corso del libro, egli rivisita tutte le principali fasi della guerra troiana, mostrando ci che di vero potrebbe esserci nell'opera e nella tradizione dell'Iliade, e in ogni caso leggendone vicende e personaggi alla luce della cultura del Bronzo di cui, nonostante i nostri inveterati pregiudizi 'svalutativi', potrebbero effettivamente essere una mirabile testimonianza letteraria! Solo raccomando, a chi si accingesse a leggere quest'opera, di non sottovalutarne la difficolt e di affrontarla con tutta l'umilt che essa esige. un'opera ambiziosa, davvero audace come gi dicevo sia nella forma che, e ancora di pi, nel contenuto... gi per questo, mi sembra, merita sicuramente di essere letta. (1) Moses I. Finley, Il mondo di Odisseo, Laterza, Roma-Bari 1978 (2012, Pgreco) Altre fonti

La guerra di Troia
Clarke Lindsay, 2010, Sonzogno Iliade. La guerra di Troia 2005, Dami Editore Sardi, etruschi e italici nella guerra di Troia D'Adamo Carlo, 2011, Pendragon La caduta dell'impero ittita e la guerra di Troia. Omero nell'Egeo 2005, Palombi Editori Guerra e rovina di Troia. La storia raccontata dai vinti Ditti Candiotto; Darete Frigio, 2000, Aleph Editrice Storia romanzata della guerra di Troia Lentini Dionigi C., 2009, Boopen