Sei sulla pagina 1di 3

o9iLA CLASSIFICAZIONE DELLA FRASE SUBORDINATA IN BASE ALLA FUNZIONE SINTATTICA. 4 funzioni:1) la funzione di soggetto.

2) la funzione di oggetto 3)la funzione avverbiale 4)la funzione attributiva. LE FRASI SOGGETTIVE: (subjektsatze) : le subordinate soggettive sono quelle subordinate che fanno da soggetto alla frase reggente. Es. Seine Puntlichkeit wundert mich nicht. ( la sua puntualit non mi meraviglia ): il soggetto: Seine Puntlichkeit pu realizzarsi sottoforma di frase secondaria. In italiano direi: il fatto che lui sia puntuale non mi meraviglia. IL FATTO CHE ha un correlato anche in tedesco: il CORRELATO ES. ( pronome neutro ). Il correlato nella frase principale lo uso solo se la secondaria soggettiva occupa il NACHFELD, se occupa il VORFELD non lo uso. Lo inserisco perch il verbo flesso sarebbe allora arrivato in 1 posizione e la frase sarebbe allora diventata interrogativa. Quindi vi bisogno di lessicalizzare il vorfeld altrimenti cambia la modalit della frase. Il correlato mi fa capire che dopo la reggente c una secondaria. Non ho bisogno del correlato se la sec nel vorfeld perch non ho bisogno di segnalare larrivo di una secondaria. Quindi per trasformare la frase faccio; ES wundert mich nicht, dass er puntlich ankommt. Se la sec nel vorfeld: Dass er puntlich ankommt, wundert mich nicht. ( niente correlato ). LE FRASI COMPLETIVE ( objektsatze ) le frase completive sono le subordinate che realizzano un complemento obbligatorio del verbo. Quando la completiva prende il posto del compl oggetto con caso accusativo si chiama COMPLETIVA OGGETTIVA Es. ich verspreche dir meine Unterstutzung.( io ti prometto il mio appoggio ) Il complemento allaccusativo diventa una subordinata oggettiva. Cio: ich verspreche dir, dass ich dich unterstutzen werde. ( complemento allacc realizzato sottoforma di subordinata aggettiva). Il correlato es c anche nelle completive ma non puo mai lessicalizzare il vorfeld ma sempre il mitterfeld ed facoltativo. Alcuni verbi lo richiedono obbligatoriamente ad esempio BEDAUREN ma esso non compare nel vorfeld bensi nel mitterfeld. )es. ich bedaure es, dass Hans nie puntlich ankommt. E NON es bedaute ich,. )( mit etwas rechnen vuole il correlato) Quando la completiva prende il posto di un complemento introdotto da una preposizione si chiamano COMPLETIVE OBLIQUE e in questo caso il correlato un PRONOMINALADVERB ( DAMIT, DARUBER ). Es. Wir freuen uns uber deinen Erfolg. Uber deinen Erfolg un complemento che si puo realizzare sottoforma di frase secondaria. E diventa: wir freuen uns daruber, dass du die Prufung endlich bestanden ( superato ) hast. Altro esempio: WARTEN AUF. Max wartet auf seine Schwester. In italiano posso dire Max aspetta che sua sorella arrivi. In tedesco uso il correlato e diventa. Max wartet darauf, dass seine Schwester kommt. N.B. QUESTA NON UNA FRASE OGGETTIVA perch WARTEN NON RICHIEDE LAKK MA UN COMPLEMENTO PREPOSIZIONALE . ESSA UNA COMPLETIVA OBLIQUA. LE FRASI AVVERBIALI. (adverbalsatze) le frasi avverbiali o circostanziali sono le subordinate che realizzano un complemento

facoltativo ( circostanziale) . quindi sono avverbiali le frasi temporali, causali, finali,modali. Es. Letzes Jahr bestand ich meine letzte Prufung. Il circostanziale LETZETS JAHR puo diventare una secondaria Tomaselli le chiama AVVERBIALI. E diventa: als ich deissig jahre alt war, bestand ich meine letzte Prufung. Altro es. Wegen des Streiks bin ich zu Hause. Diventa: Da ich nicht mit dem Zug fahren konnte, bin ich zu Hause geblieben. N.B. la frase consecutive introdotta da SO DASS puo realizzare solo il NACHFELD della principale (es regnet nicht mehr, so dass wir ohne Regenschirm ausgehen konnen= non piove piu cosicch possiamo uscire senza ombrello. * so dass wir ohne Regenschirm ausgehen konnen, regnet es nicht mehr=cosicch possiamo uscire senza ombrello, non piove piu) N.B. le causali introdotte da DA realizzano tendenzialmente il VORFELD mentre quelle introdotte da WEIL prediligono il Nachfeld. (wir bleiben zu Hause, weil es regnet da es regnet, bleiben wir zu hause ) FRASI RELATIVE O ATTRIBUTIVE ( attributsatze/relativsatze ) Le secondarie con funzione attributiva: la funzione attributiva svolta da un costituente interno al sintagma nominale. In italiano trasformo la frase Le prugne nere in una secondaria: le prugne che sono diventate nere. Es in ted: Die deutschen Studenten hatten eine halbe Stunde Verspatung che diventa Die Studenten, die aus Stuttgard kamen, hatten eine halbe Stunde Verspatung. La relative ha 2 funzioni. 1) funzione limitative ( o restrittiva ) e 2) funzione appositiva ( o esplicativa ). Le prime limitano o precisano il senso dellantecedente che risulterebbe altrimenti incompiuto. Individuano il significato dellantecedente che, senza la relativa, risulterebbe sospeso. Es. scegli i libri che ti servono ( dei libri particolari . non dei libri qualsiasi. ) Le seconde forniscono unaggiunta di per se non indispensabile alla compiutezza semantica dellantecedente. Es. prendo sempre lautobus, che il mezzo di trasporto piu economico. Quindi introducono un elemento accessorio che spesso si presenta come una parentesi nel discorso e per questo vengono separati dallantecedente per mezzo di una virgola o proprio chiuse tra due virgole . es. tutti i colleghi, che hanno fiducia in te, ti appoggeranno, d uninfo aggiuntiva perch so che tutti ne hanno. Se non inserisco le virgole restringo il senso dell antecedente e vorr dire che solo quelle che hanno fiducia in te ti appoggeranno. ( funzione restrittiva ) . ci sono relative che si riferiscono ad un soggetto oppure relative che che si riferiscono a tutta la frase precedente LE RELATIVE DI PROSECUZIONE ( weiterfuhrende Relativsatze ). Es. Hans studiert in Meiland, woruber er auch sehr froh ist . nella relative di prosecuzione abbiamo la woruber. Non si riferisce ad un element unico ma a tutta la reggente. NUOVI ESEMPI. 1) von deinen Abreise, ruf mich bitte noch einmal an. Esso un circostanziale che si realizza come subordinata: Befor du abreist, ruf mich bitte noch einmal an. 2) wir wussten nicht von der Verspatung des Zuges. C la preposizione che si puo rendere come frase secondaria. una completiva obliqua. Wir wussten nicht davon, dass der Zug verspatung hatte. 3) verbo LIEGEN ( Max liegt im Bett ) LIEGEN AM ( dipendere da ). Es. Seine schlechte Laune lag am wetter.il soggetto puo diventare una completiva obliqua.. diventa : Es

lag am wetter, dass er schlechte Laune hatte. opp Seine schlechte Laune lag daran, dass das wetter schlecht war. ( dipende dal fatto che il tempo sia brutto ) una completiva obliqua perch realizza un complemento obbligatorio del verbo che non accusativo. Invece: dass er schlechte Laune hatte , lag am wetter: sec soggettiva. Der Angeklagte ( accusato ) hat die Wahrheit ( verit ) gesagt = der Angeklagte hat gesagt, dass er unschuldig ist Sie unterscheidet sich von ihrem Bruder durch ihre Freundlichkeit ( sie e ihrem Bruder sono animati perci solo durch. Si puo realizzare come secondaria ) = sie unterscheidet sich von ihrem Bruder dadurch, dass sie viel freundlicher ist Der Bericht ( relazione ) beschaeftigt ( si occupa ) sich mit dem Problem der drogenabhaengigen jugendlichen ( il compl con prep la rendo in secondaria ) = der Bericht beschaeftigt sich damit, wie jugendliche drogenabhaengig werden. MANCHMAL fragen sich die ELtern nach ihren Fehlern bei der Erziehung ihrer Kinder= nach ihrer fehlern lo espandomanchmal fragen sich die Eltern danach, ob sie dei der erziehung ihrer kinder etwas falsch gemacht haben