Sei sulla pagina 1di 1

Richard P.

Feynman, Sei pezzi facili


Editore: Adelphi, Milano 2002 Collocazione: 530.1 / FEY Questo testo, Sei pezzi facili, composto da Richard Feynman, non altro che una selezione di alcune delle sue lezioni di fisica tenutesi allinizio degli anni 60. Lautore, professore universitario presso il California Institute of Technology (abbrev. Caltech) ossia l Istituto di Tecnologia della California, ha realizzato il testo con lobiettivo di fare della fisica uno strumento di conoscenza e sperare di conservare vivo e inalterato linteresse degli studenti. Questi, provenienti dalle scuole superiori pieni di entusiasmo, trovano difficolt nel seguire le lezioni universitarie, che presentano un significativo spessore di contenuto. Feynman, consapevole delle difficolt che appunto gli studenti trovano nel contatto con la fisica universitaria, fornisce con questo libro uno strumento di pi facile accesso alla disciplina. Lopera, seppur di dimensioni ridotte, consigliabile, per la sua introduzione generale alla fisica, anche a chi ne completamente digiuno. Esso infatti cos strutturato: oltre alla fisica quantistica, trova posto la fisica classica, ma soprattutto le due teorie di relativit e di gravitazione, la conservazione dellenergia e infine il rapporto tra la fisica e le altre scienze. Contrariamente a quanto ci si aspetterebbe, lautore non parte dagli argomenti pi semplici per arrivare a quelli pi complessi, ma fa un percorso inverso, poich parte da trattazioni pi articolate e difficili per arrivare a problemi pi semplici. Questa scelta dovuta al fatto che lautore pensa che in tal modo si possa stimolare lattenzione e la curiosit degli studenti. Del resto il titolo non deve trarre in inganno: bench il testo sia stato pensato per attrarre i giovani alla fisica, i sei pezzi non sono proprio facilissimi, dato che la materia non si presta a semplificazioni eccessive. Pur rispettando lo spessore e la complessit della materia, lautore riesce ad illustrare nel modo pi efficace la meraviglia che si pu provare se ci si dedica seriamente allo studio della fisica. Il segreto dellopera sta anche nello stile caratterizzato da una prosa snella, che tende allessenzialit delle cose e fa di questa trattazione un testo di facile lettura e sempre piacevole. Il saggio di Feynman risulta per certe cose ormai datato ma, evidenziando i limiti della conoscenza di allora, ha rappresentato in modo reale la situazione del pensiero scientifico moderno che, date le velocissime trasformazioni a cui soggetto sempre suscettibile di un rinnovamento. Scaggiante Fabio 5F