Sei sulla pagina 1di 5

Completate con il congiuntivo presente:cop 1. Temo che (essere) cos come dice lui. il sole. bene in questa classe.

a incontrarlo. subito vita. andare via. , che mi (aprire) lui. fuori a cena. E (pagare) 2. Tutti sperano che domani (esserci) 3. Immagino che (voi trovarsi) 4. Desidero che voi (andare) 5. necessario che tu (cambiare) 6. Non giusto che Cinzia (dovere) la porta, che mi (portare)

7. Anna, che cosa chiedi a un uomo? Voglio che mi ( corteggiare)

Completate con il congiuntivo passato: 0. Siamo felici che (voi decidersi) 1. Credo che Anna (arrivare) 3. Non so se quella ragazza (fare) 4. Non capisco perch Paola (trasferirsi) 5. Mi pare che Luisa (arrivare) 6. Mi dispiace che nessuno (avvertirti) 7. probabile che Laura (lasciare) 8. improbabile che tu (fare) 9. Ho paura che Mario (prendere) 11. Nonostante Benedetto (essere) 12. Sebbene lui (essere) 13. Bench Giulia (lasciarlo) 14. Nonostante che (passare) 15. Bench non (fare) tutto da solo. l'influenza. il treno. vecchio e malato, lavora molto. da tre anni, Romeo continua a pensare a lei. tanto tempo, me la ricordo benisssimo. . freddo, preferisco mettermi il giubbotto. entro la fine del mese. ieri mattina. della festa. gli occhiali da sole al bar. ad accettare il nostro invito. ieri mattina. a superare l'esame. il suo compito. a Firenze.

2. Ho paura che mia cugina non (riuscire)

10. Temo che anche questa volta Alessandro (perdere)

in Italia qualche volta, non mai venuto a trovarmi.

16. Voglio dirvi ci che penso prima che voi (andarsene) 17. Ti presto i libri a patto che tu (rendermeli) 18. Bench lo (desiderare) , non pu partire

Presente congiuntivo o indicativo? Completare con i verbi al tempo oportuno; 1. Guarda che belle scarpe! S, sono belle, per non credo che (essere) 2. Perch Marco non telefona pi? molto comode.

Mah, credo che (avere) molto da fare in ufficio. 3. Che ne dici? Questanno per le vacanze facciamo uno scambio di case? Mah, non lo so, secondo me (essere) un po' rischioso. 4. Hai gi telefonato per quellappartamento?cop No, ancora no, ma spero che (essere) ancora libero.

5. Secondo te, ce la fa Massimo a passare l'esame? Mah, a me non sembra che (fare) 6. Secondo te con chi (venire) molto per riuscirci! Anna alla festa?

Mah, suppongo che (venire) con il suo nuovo ragazzo. 7. Che dici, che tempo far in Polonia? Mah, in aprile penso che (fare) 8. Tu chi vuoi che 9. Voglio che tu 10. Non giusto che 11. Perch vuoi che 12. Capisco che ti 13. necessario che tu 14. Non credo che lui 15. Vuoi che 16. Vuoi che ti ancora freddo! (vincere) la partita? (conoscere) quella ragazza. (fare, voi) questo. (tacere) tutti? (piacere) questa ragazza. (avere) pazienza. (essere) capace di perdonare.

(andare) io ad aprire la porta? (dare, io) un bicchiere dacqua? (stare) seduti? (vincere) noi. (conoscere) le cause. (leggere) tanto come dice. (avere) la macchina. (tacere). (leggere) tutti. (conoscere, voi) subito la situazione. (fare, noi) tardi. (sapere). (piacere) questi regali.

17. Preferisco che i bambini 18. Loro vogliono che 20. Non credo che Anna 21. Non credo che loro 22. Non facile che Franco 23. Spero che ti 25. meglio che 26. Ho paura che 24. Bisogna che questo lo 19. Credo che nemmeno loro ne

27. Mi dispiace che anche loro lo

Penso che Federico e Monica sembra che la grande. Credo che

(dare) una festa per il compleanno di Monica e mi (avere) una casa molto (uscire) troppo e (bere)

(fare) a casa loro perch credo che

(andarci) molti dei nostri compagni di corso. Io non so ancora se a casa sabato sera si sbagliano perch penso

posso andarci perch i miei ultimamente credono che io troppo alcol. Ma se pensano che io che

(essere) giusto divertirsi il fine settimana poich studio tutta la settimana. Ma alla

fine penso che i miei non mi (dire) niente e mi (dare) il permesso di andarci. Lunica cosa che non voglio andarci da sola. Forse potrei chiedere a Serena perch credo che (andare) anche lei alla festa.

Dialoghi in Italiano: Chiedere e dare indicazioni PRESENTAZIONI


Informale:

A: Giulia, ti presento il mio amico David. B: Piacere di conoscerti! C: Piacere mio! A: Maria, ecco il mio nuovo vicino. B: Piacere, io sono Maria. Tu come ti chiami? C: Mi chiamo David, piacere! Formale: A: Buonasera signora Riva, Le presento il mio amico. B: Sono Giovanna, molto lieta! C: Piacere, David. A: Scusi, Lei la dottoressa Rossi? B: Si sono io, e Lei come si chiama? A: Sono Maria Ricci, piacere.

NAZIONALIT e PROVENIENZA
A: Sei italiana? B: S, sono di Roma. E tu da dove vieni? A: Vengo da Milano.

Informale:

Formale: A: B: A: B: Scusi, Lei tedesca? No, sono austriaca, e Lei di dov'? Io sono tedesca, ma abito in Italia. Lei dove abita? Abito a Vienna. Informale:

SALUTI

A: Ciao Monica, ci vediamo dopo! B: Ciao Tania, a pi tardi! A: Buonanotte Valentina, alla prossima volta! B: Ciao, a presto! Formale:

A: ArrivederLa, dottore!Quando vengo di nuovo per i risultati delle analisi? B: Arrivederci, signora! A domani! Saranno pronte! ET
A: B: A: B: Informale:

Michela, quanti anni hai? Ho diciotto anni. Come sei giovane!Quanti anni ha, invece, Maria? Maria ha ventiquattro anni. E` piu` grande di me. Formale:

A: Signora Lippi, quanti anni ha, per favore?


B: Ho trentacinque anni. Perche mi chide? A. devo compilare questo modulo e mi servono i suoi dati.

RESIDENZA

Informale:

A: Dove abiti? B: Abito a Cagliari. A: Qual il tuo indirizzo? B: Il mio indirizzo Via Roma n.60, condominio A3, scala B, il terzo piano, numero 112, quartiere Santa Lucia. A: E qual il tuo numero di telefono? B: Il mio numero 070 123456. Il fisso non ce l`ho. Formale: A: B: A: B: Scusi, Lei abita in citt? No, abito fuori citt. Mi pu dare il suo indirizzo? Certamente. Il mio indirizzo Via Giulio Cesare n.11, quartiere Guarini. Abito al pianterreno. A. Le faro` una visita nel pomeriggio, voglio discutere qualche cosa con Lei.

B.

Si, come no, Lei e` sempre benvenuto. Informale: .

PROFESSIONI

A: Caterina, che lavoro fai? B: Faccio l'infermiera. A: E dove lavori? B: Lavoro in ospedale. Quello del centro della citta`.
A. B. C. D. Da quando sei in Italia? Da un po` di tempo, da nove mesi. E come va? Cosi` cosi`, all`inizio era difficile, ma adesso sono abituata. Formale:

A: Signora Gina, che lavoro fa? B: Sono fisioterapista in un centro speciale di salute per gli anziani
A. B. C. D. E come Le pare il lavoro in Italia? Abbastanza duro, ma lavoro per uno stipendio molto buono e mi conviene. Quanto tempo sta al lavoro? Sei giorni, ma nel tempo libeo guadagno di piu`, perche sono chiamata sempre alle vicine e alle loro amiche per farle massaggi e altre cose per il trattenimento della linea. E. Ehi, questo significa che e` molto occupata durante la settimana. F. Si, e` vero, ma mando a casa, ogni mese, molti soldi. G. Si, e` cosi` quando hai un mestiere molto ricercato...

INCONTRO TRA AMICHE - Dialogo informale A: B: A: B: Ciao Anna! Ciao Francesca, come stai? Molto bene grazie, e tu? Non c male, grazie.

A. B. C. D. E.

Ma dove vai, cosi` in fretta? Ho un appuntamento alle tre, con il capoufficio delle risorse umane di SAROLLI, un`impresa che assume persone con la mia qualifica, con la mia preparazione. Ma da dove lo sapevi? Ma come, ho letto sul giornale. C`era un annuncio per questo. Eh, in fine, voglio fare una bella figura, lo sai... Va bene, allora. In bocca a lupo, cara mia!

F.

Crepi il lupo! Se il buon Dio lo vuole, fra una settimana sono gia` assunta! Ciao!

INCONTRO TRA ADULTI - Dialogo formale A: Buongiorno, signora Rossi! Che piacere di rivederLa! Proprio pensavo a Lei... B: Buongiorno, buongiorno, come sta oggi? Non L`ho vista da quasi due settimane mi pare, no? A: Abbastanza bene, grazie. Con questo caldo dall`ultimo tempo temevo di uscire di casa. Lo sa che io, con il mio mal di cuore... C. Lo so, lo so, anch`io ho avuto paura di girare in citta` alle ore del pranzo. Solo alla mattina presto o la sera. D. Si, ma per sfortuna devo uscire a pagare tante tasse, a fare le spese, ad andare dal medico a volte... E. Ah, si, a me lo dice... Ma suo marito come si sente? E` guarito? A Cos cos. Prende le medicine prescritte dal medico, fa delle brevi passeggiate, mangia sano, in breve, speriamo bene che le cose andranno bene. Scusa adesso, La lascio, voglio prendere alla TV la trasmissione della sfilata di moda de Milano, e` la mia debolezza, lo sai... B. Va bene allora, ci rivedremo forse domani! ArrivederLa!

Chiedere e dare indicazioni Dov' L'Hotel Italia?


A: Mi scusi, mi sa dire dov' L'Hotel Italia? B: Si, in Corso Roma. A: Mi pu spiegare come arrivarci? B: Certo, vada avanti per questa strada fino al semaforo, poi giri a sinistra in Via Verdi. Prosegua dritto e prenda la seconda a destra. L'Hotel Italia di fronte al distributore. A: Grazie dell'informazione, buona giornata! B: Di niente, arrivederci!

In Albergo
A: B: A: B: A: B: A: B: A: B: A: B: Buongiorno. Buongiorno, dica pure!. Senta, avete una camera doppia libera? Un attimo prego. Si, ne abbiamo una. Per quante notti volete prenotare? Due notti, questa e la prossima. Benissimo. A che nome scusi? Rossi. Rossi. Perfetto. Quanto viene la camera? Novanta euro, compresa la colazione. Bene, la ringrazio. A stasera allora! Prego, a stasera.

Appartamento in affitto
A: Buongiorno, sono qui per l'appartamento in affitto. B: Ah, certo, entri pure, Le faccio vedere l'appartamento. Qui c' la cucina, non grandissima ma molto funzionale; da questa parte c' il salotto. Le due camere da letto, e per finire il bagno... come pu vedere, la casa gi arredata. A: L'annuncio parlava anche di un balcone. B: Esatto, la cucina ha anche un balcone. A: Quanto costa l'affitto? B: 150 euro al mese. Pu pagare alla fine di ogni mese, preferibilmente in contanti. A: Benissimo, allora d'accordo. Quando posso trasferirmi? B: La casa sar libera da domani. A: Grazie! Allora a domani. B: Grazie a Lei e arrivederci.