Sei sulla pagina 1di 17

SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LABORATORI

DT-0002/1

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELLINCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE

INDICE parte sezione pagina

1.

Misurazione di una corrente continua con amperometro analogico 2 2. Misurazione di una tensione alternata con voltmetro numerale 3 3. Misurazione di resistenza con il metodo voltamperometrico 3 4. Misurazioni di resistenza ripetute sullo stesso oggetto 5 5. Misurazione di una tensione impulsiva di valore elevato 6 6. Misurazione di potenza con riporto in funzione della tensione 8 7. Misurazione di corrente con trasformatore di corrente 9 8 . Misurazione di potenza monofase su circuito fortemente induttivo con trasformatore di corrente (1) 10 9 . Misurazione di potenza su circuito fortemente induttivo con trasformatore di corrente (2) 13 10. Misurazione di campo elettrico irradiato a frequenze tra 30 MHz e 200 MHz 14 11. La temperatura come grandezza di influenza 15

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 1 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


1. Misurazione di una corrente continua con amperometro analogico Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato della misurazione di una corrente continua effettuata con una sola lettura per mezzo di uno strumento analogico. Le caratteristiche dello strumento usato sono quelle riportate nella tabella seguente:
Caratteristiche dellamperometro

Tipo Portata Classe Fondo scala

magnetoelettrico 2A 1 100 divisioni

La lettura stata pari a 88,5 divisioni, corrispondenti a 1,770 A. Si stabilisce di esprimere lincertezza del risultato in termini di sola incertezza strumentale non essendo dinteresse la variabilit del misurando. In base allindice di classe e alla portata dello strumento, si pu determinare il massimo scostamento assoluto in tutti i punti della scala (a), che dato da:

a=

I S 1 2 = = 0,02 A 100 100

essendo: I: la classe dello strumento; S: il valore di fondo scala in unit fisiche. Lincertezza tipo assoluta (u(I)) pu essere allora valutata con le regole indicate al punto B.2.1:

u( I ) =

a 3

0 ,02 3

= 0,012 A

&( I )) invece la seguente: Lincertezza tipo relativa ( u


&( I ) = u( I ) = 0 ,012 = 0 ,0068 p.u . (0,68 %) u I 1,770

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 2 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


2. Misurazione di una tensione alternata con voltmetro numerale Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato della misurazione di una tensione alternata sinusoidale effettuata con una sola lettura per mezzo di uno strumento numerale. Le caratteristiche dello strumento usato sono quelle riportate nella tabella seguente:
Caratteristiche del voltmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura ; 10 counts ; 0,10 V 100 V 4

La lettura stata pari a 82,75, corrispondente a 82,75 V. Si stabilisce di esprimere solamente lincertezza strumentale, non essendo dinteresse la variabilit del misurando. Lincertezza relativa pu essere valutata in conformit a quanto illustrato nel documento principale ed alle caratteristiche dello strumento come indicato nella tabella seguente, assumendo per i simboli il significato dato nel punto sopra citato.
Incertezze relative del voltmetro

Termine

Valore

&' u &' ' u &' ' ' u

0,5 100 3 0,10 82,75 3 010 , 82,75 3

= 2,89 10 3 p. u. = 0,70 10 3 p.u. = 0,70 10 3 p. u.

Lincertezza tipo dello strumento relativa (u & (V )) quindi:

&(V ) = u &' 2 +u &' ' 2 +u &' ' ' 2 = ( 2,89 2 + 0,70 2 + 0,70 2 ) 10 6 = 3,05 10 3 p.u. (0,31 %) u
Lincertezza tipo assoluta (u (V )) invece:

&( V ) V = 3,05 82 ,75 10 3 = 0 ,25 V u( V ) = u


dove V la tensione indicata dallo strumento. Nota: Lespressione per calcolare u & (V ) potrebbe essere diversa da quella sopra indicata per cui si consiglia di consultare sempre i manuali degli strumenti. 3. Misurazione di resistenza con il metodo voltamperometrico Si vuole valutare lincertezza che grava sul risultato di una misurazione di resistenza effettuata con il metodo voltamperometrico.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 3 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Si supponga che le caratteristiche ricavate dai manuali del costruttore della strumentazione impiegata siano quelle riportate nelle tabelle seguenti:
Caratteristiche del voltmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura ; 20 counts ; 0,00001 V 10 V 6


Caratteristiche dellamperometro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 1% della lettura ; 30 counts ; 0,0001 A 2A 5

Si supponga inoltre che siano state effettuate due sole letture contemporanee (una di tensione e di una corrente) ottenendo i risultati riportati nella tabella seguente:
Letture strumentali

Tensione Corrente Il modello del misurando il seguente:

8,54784 V 1,9352 A

R=
La miglior stima del misurando la seguente:

V I

R=

V 8,5478 = = 4 ,417 I 1,9352

Le incertezze tipo relative dei due strumenti pu essere determinata con i criteri indicati al punto A.2.:

& (V ) = 2,89 10 3 p.u. u & ( I ) = 5,77 10 3 p.u. u

(0,29%) (0,58 %)

In conformit a quanto riportato alla linea 8 delle Tabella 2 al punto 3.5, lincertezza composta relativa strumentale risulta:

& ( R) = u

& (V ) 2 + u & ( I ) 2 = (2,89 2 + 5,77 2 ) 10 6 = 6,45 10 3 p.u. u

(0,65%)

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 4 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Il valore dellincertezza tipo assoluta dato da:

&( R ) R = 0 ,0065 4 ,417 = 0,029 u( R ) = u


Il passaggio allincertezza estesa, assumendo k=2, immediato sia per il valore relativo sia per quello assoluto:

& ( R) = k u & ( R) = 2 0,0065 = 1,30 p.u. (1,30%) U

U ( R) = k u ( R) = 2 0,29 = 0,058

4. Misurazioni di resistenza ripetute sullo stesso oggetto Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato di una misurazione di resistenza effettuata con metodo e strumentazione dincertezza trascurabile rispetto a quella legata alle condizioni di misurazione. Sono state eseguite n = 12 misurazioni ottenendo i valori riportati nella tabella seguente: n 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 R ( ) 99,98 99,93 100,23 100,09 100,20 99,98 99,93 100,20 99,90 100,03 100,06 99,94

Lincertezza tipo pu essere determinata con una valutazione di categoria A. La miglior stima del misurando data dal valore medio dei risultati delle misurazioni:

R=

R
i =1

1200,47 = 100,04 12

Lo scarto tipo sperimentale si ottiene con la seguente espressione:

u (R ) =

1 n Ri R n 1 i =1

)=
2

1 ( 151,3 10 3 ) = 11,7 10 2 11

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 5 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Lincertezza tipo assoluta (scarto tipo della media) si ricava dalla precedente:

uR =

()

u(Ri ) 11,7 10 2 = = 3,39 10 2 n n

In valore relativo, lincertezza tipo pu essere determinato con la relazione:

&R = u

R ) 3,39 10 ( ) u( = 100 ,04 R

= 0,34 10 3 p .u .

5. Misurazione di una tensione impulsiva di valore elevato Si vuole valutare lincertezza tipo che grava sul risultato della misurazione di una tensione impulsiva di manovra di valore elevato. La misurazione stata effettuata utilizzando un divisore di tensione puramente capacitivo ed un oscilloscopio digitale. Le caratteristiche del divisore di tensione e delloscilloscopio digitale erano le seguenti:
Caratteristiche del divisore di tensione

Condensatore di AT (C1): - capacit nominale a 23 5 C - incertezza (a1, fattore di copertura k=1) Condensatore di BT (C2): - capacit nominale a (23 5) C - incertezza (a2, fattore di copertura k=1)
Caratteristiche delloscilloscopio

500 pF 0,5% 0,125 F 0,8%

Tipo Accuratezza a 23 5 C Portata

digitale aA=1% della lettura ; aF= 0,7 V (offset) 100 V

Della grandezza da misurare stata effettuata una sola lettura dellampiezza sullo schermo delloscilloscopio che risultata pari a 72,5 V (valore di cresta). La temperatura alla quale stata effettuata la misurazione era di 25 C e quindi nel campo di funzionamento normale della strumentazione usata, per cui la corrispondente grandezza di influenza ha potuto essere trascurata. Non stata ritenuta significativa la dispersione del misurando, per cui si stabilito di esprimere lincertezza attraverso le sole componenti dovute alla strumentazione. Incertezza del divisore Il fattore di scala del divisore (K) dato da:

K=

C1 + C 2 C 0,1250 10 6 =1+ 2 =1+ = 251,0 C1 C1 0 ,000500 10 6

Le incertezze tipo relative percentuali corrispondono ai dati del problema in quanto questi ultimi sono dati con fattore di copertura k=1.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 6 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Per il calcolo dellincertezza tipo del fattore di scala, si pu ricorrere alla linea 8 della Tabella 1, tenendo presente che

C2 1: C1

&( K ) = u & ( C1 ) + u &( C 2 ) = 0 ,50 2 + 0,80 2 = 0,943 % u


Lincertezza tipo assoluta, riferita alla lettura delloscilloscopio (L):

u( K ) =

&( K ) u 0 ,943 L = 72,5 = 0,684 V 100 100

Incertezza delloscilloscopio digitale Poich la misurazione riguarda il solo valore di cresta, per il calcolo della incertezza si possono prendere in considerazione le sole componenti di ampiezza. Per lincertezza tipo relativa sulla lettura:

&(D) = u

&A a 1 = = 0,577 % 3 3

Per lincertezza tipo di aF, il valore assoluto u ( F ) e quello relativo u & ( F ) sono:

u( F ) =

a F 0,70 = = 0,405 V 3 3

&( F ) = u

uF 0 ,405 100 = 100 = 0,559 % L 72 ,5

Lincertezza tipo relativa attribuibile alla lettura delloscilloscopio (u & ( L) risulta quindi:

& ( L) = u & ( D) 2 + u & ( F ) 2 = 0,577 2 + 0,559 2 = 0,803 % u


Incertezza della tensione misurata Il modello di misurazione da prendere in considerazione il seguente:

Y = K L
Quindi, sulla base di quanto riportato alla linea 6 della tabella 1 del documento principale, lincertezza composta relativa della misurazione (M) risulta:

&( M ) = u &( K ) 2 + u &( L ) 2 = 0 ,943 2 + 0,803 2 = 1,24 % u


Il valore della incertezza tipo assoluta riferita alla tensione da misurare dato da:

u( M ) = K

&( M ) u 1,24 L = 251 72,5 = 225 V 100 100

Il passaggio alla incertezza estesa immediato, sia per il valore relativo sia per quello assoluto. Assumendo k=2, si ottiene infatti:

&(R ) = k u &( R ) = 2 1,24% = 2,48 % U

U(R) = k u(R) = 2 225 = 450 V

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 7 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


6. Misurazione di potenza con riporto in funzione della tensione Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato di una misurazione di potenza effettuata su un sistema monofase ad una generica tensione e che si desidera riferire a 230 V. La misurazione stata effettuata con strumentazione numerale le cui caratteristiche sono riportate nelle tabelle seguenti:
Caratteristiche del voltmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura ; 0,5% della portata 250 V 5


Caratteristiche del wattmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 1% della lettura ; 20 counts 10 A 250 V 5

Si suppone il sistema lineare e che siano state effettuate due sole letture contemporanee (una di tensione ed una di potenza) ottenendo i risultati riportati nella tabella seguente:
Letture degli strumenti

Tensione Potenza

224,32 V 1872,3 W

La temperatura di misurazione rientrava nel campo di funzionamento normale degli strumenti utilizzati, per cui le corrispondenti grandezze di influenza sono state trascurate. Non essendo ritenuta significativa la dispersione del misurando, si stabilito di esprimere lincertezza attraverso la sola incertezza della strumentazione. Il modello di misurazione cui fare riferimento risulta:

V P = P1 V 1
dove: P la potenza alla tensione V; P1 la potenza misurata alla tensione V1. La miglior stima del misurando risulta quindi:

230 P = 1872,3 = 1968,3 W 224,32


Si pu procedere alla stima dellincertezza da attribuire alla tensione e alla potenza misurate applicando le regole indicate nel documento principale:

&( u V ) = 4,32 10 3 p.u.

(0,432 %)

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 8 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


&( u( V )= u V ) V = 4 ,32 10 3 224,32 = 0,97 V

& (P ) = 5,81 10 3 p.u. u

(0,58%)

& (P ) P = 5,81 1872,30 10 3 = 10,9 W u (P ) = u


Lincertezza composta relativa pu essere valutata sulla base delle formule riportate nelle linee 4, 7 e 8 della Tabella 1:

V & &( u V ) = 0,43 % V =u 1 V 2 V = 2u & & u = 0 ,86% V V 1 1 & (P ) = u & (P1 ) u


e quindi in valore assoluto:
2

V 2 2 2 & +u = 0,58 + 0,86 = 1,04 % V 1

u (P ) =

1,04 1968,3 = 20,4 W 100

7. Misurazione di corrente con trasformatore di corrente Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato di una misurazione di corrente alternata sinusoidale effettuata con una sola lettura per mezzo di uno strumento numerale inserito attraverso linterposizione di un trasformatore di corrente. Le caratteristiche dello strumento e del trasformatore di corrente sono quelle riportate nelle tabelle seguenti:
Caratteristiche dellamperometro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura ; 0,5% della portata 0,5 A 5


Caratteristiche del TA

Tipo Classe Rapporto

magnetico 1% 100 / 5 A

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 9 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


La lettura dellamperometro risultata pari a 0,3457 A. Si stabilisce di esprimere solamente lincertezza strumentale, non essendo di interesse la variabilit del misurando. Lincertezza relativa da attribuire allamperometro pu essere valutata come indicato al punto A.1.2.:

( A) = 5 10 3 p.u. u
Lincertezza da attribuire al TA pu essere valutata, nellipotesi che non siano disponibili diagrammi di taratura dellapparecchio, operando in base allindice di classe dellapparecchio e alla relativa norma di riferimento. Si pu assumere il massimo errore di rapporto nelle condizioni di misurazione (circa il 5% della corrente nominale) pari a = 1,5 % , da cui si ricava, supposta rettangolare la densit di probabilit corrispondente, unincertezza tipo relativa:

&( C ) = u

1,5 = = 8,66 10 3 p.u. 100 3 100 3

Il modello di misurazione per determinare lincertezza composta il seguente:

I 1 = k TA I
dove: I: valore della corrente letta sullamperometro; kTA: rapporto nominale del TA. Lincertezza composta relativa si ottiene come segue:

( I ) = u ( A) 2 + u (C ) 2 = u

(5

+ 8,66 2 ) 10 6 = 10 10 3 p.u.

ed in valore assoluto, riferito alla corrente da misurare (primaria del TA):

( I ) kTA I = 10 6, 914 10 3 = 0, 069A u( I ) = u


8. Misurazione di potenza monofase su circuito fortemente induttivo con trasformatore di corrente (1) Si vuole determinare lincertezza tipo da attribuire al risultato di una misurazione di potenza monofase a basso fattore di potenza effettuata con linterposizione di un TA. Si vuole in particolare mettere in evidenza leffetto dellerrore di fase introdotto da questultimo sullincertezza sul risultato della misurazione. La misurazione stata effettuata con strumentazione numerale le cui caratteristiche sono riportate nelle tabelle seguenti.
Caratteristiche del wattmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 1% della lettura ; 20 counts 5 A - 250 V 5

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 10 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Caratteristiche dellamperometro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura ; 0,5% della scala 0,5 A 5


Caratteristiche del voltmetro

Tipo Accuratezza Portata Digits

numerale 0,5% della lettura - 0,5% della scala 250 V 5


Caratteristiche del TA

Tipo Classe Portata

magnetico 1% 100 / 5 A

La misurazione stata effettuata attraverso tre letture contemporanee con i risultati riportati nel seguito:
Letture degli strumenti

Wattmetro Voltmetro Amperometro

93,515 W 224,32 V 4,5689 A

I valori di corrente e potenza, tenendo conto della presenza del TA, sono i seguenti:

I = k I A = 20 4,5689 = 91,37 A

P = k W = 20 93,615 = 1873,3 W
Viene trascurata linfluenza della temperatura e la dispersione del misurando. Il modello di misurazione cui fare riferimento il seguente:

P = Pm + P
dove: P la potenza cercata; Pm la potenza misurata dal wattmetro; P la correzione che si dovrebbe introdurre nella misurazione per tenere conto dellerrore di fase del TA. Si ipotizza che non siano disponibili diagrammi di taratura del TA e di considerare gli effetti della mancata correzione in termini di incertezza. La miglior stima del misurando risulta in questo caso:

P = 1872 ,3 W
Si pu procedere alla stima dellincertezza delle variabili che compaiono nel modello della misurazione.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 11 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Incertezza di Pm Trascurando lerrore di rapporto del TA, lincertezza pu essere valutata analogamente a quanto riportato in proposito al punto precedente:

& (Pm ) = 5,81 10 3 p.u. u


che in valore assoluto diventa:

(0,581 % )

&( Pm ) Pm = 5,81 1872 ,3 10 3 = 10,9 W u( Pm ) = u


Incertezza di P Lincertezza assoluta pu essere valutata a partire dalla espressione:

P = P sen tg ~ = Pm sen tg
essendo: 100sen: lerrore massimo di fase ricavato in base alla classe del TA e alla norma corrispondente, che nel caso in oggetto pari a 1,8 centiradianti; tg : la tangente dellangolo di fase che pu essere calcolato con sufficiente accuratezza in base alle letture degli strumenti e che risulta pari a:

tg = tg arc.cos

P 1872 ,3 = tg arc.cos = 10,9 V I 224 ,32 91,37

Supposta rettangolare la distribuzione di probabilit corrispondente allerrore di fase del TA di cui sopra, si pu ricavare lincertezza tipo associata:

u( 100 sen ) =

100 sen 1,8 = = 1,039 centiradianti 3 3

Trascurando lincertezza attribuibile a tg , sulla base delle linee 4 e 6 della Tabella 2, lincertezza assoluta di P risulta:

u( P ) = tg (sen )2 u( Pm )2 + Pm u(sen )2 = 10 ,9 10 2 ( 1,8 )2 10 ,9 2 + 1872,32 1,039 2 = = 212 W


Incertezza composta In base al modello di misurazione ed ai valori sopra indicati, si pu ottenere lincertezza composta assoluta che risulta:

u( P ) = u( Pm )2 + u( P )2 = 10,9 2 + 212 2 = 212 W


In valore relativo si ha:

& (P ) = u

u (P ) 212 = 100 = 11,3% P 1872 ,3

Si osserva che a causa dellerrore di fase del TA lincertezza calcolata risulta molto elevata per cui la misurazione deve considerarsi di scarsa qualit.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 12 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


9. Misurazione di potenza su circuito fortemente induttivo con trasformatore di corrente (2) Riprendendo lesercizio precedente, si ipotizza ora di disporre dei diagrammi di taratura del TA, supponendo che nelle condizioni di misurazione, lerrore dangolo del TA sia pari a + 0,20 centiradianti, con incertezza tipo pari a 0,05 centiradianti. Si possono perci utilizzare tutti i passaggi dellesempio precedente fino alla valutazione dellincertezza di P per la quale si procede come segue. Incertezza di P Lincertezza viene ancora valutata a partire dallespressione:

P = P sen tg ~ = Pm sen tg
ma assumendo lerrore di fase noto e pari a + 0,2 centiradianti con incertezza tipo pari a 0,05 centiradianti. Trascurando ancora lincertezza attribuibile a tg, sulla base delle linee 4 e 6 della Tabella 2, lincertezza assoluta di P risulta in questo caso:

u( P ) = tg (sen )2 u( Pm )2 + Pm u(sen )2 = 10,9 10 2 ( 0,2 )2 10,9 2 + 1872 ,32 0 ,052 = = 10,2 W


Incertezza composta Si procede quindi come indicato nellesempio precedente utilizzando per i nuovi valori disponibili. Lincertezza composta assoluta della misurazione risulta in questo caso:

u( P ) = u( Pm )2 + u( P )2 = 10,9 2 + 10 ,2 = 14 ,9 W
ed in valore relativo:

& ( P) = u

u ( P) 14,9 = = 0,0079 p.u. P 1872,3

(0,79 %)

Se si confrontano i risultati ottenuti da questa elaborazione con quelli dellesercizio precedente, si notano immediatamente i vantaggi ottenibili in termini di incertezza quando siano noti i diagrammi di errore del TA. In questultimo caso lincertezza composta trovata modesta, tanto che sarebbe corretto prendere in conto anche gli altri contributi dincertezza (errore di rapporto del TA, incertezza del wattmetro, ecc.). Si tenga anche presente che la conoscenza dei diagrammi di errore permette di effettuare la correzione degli effetti sistematici che si manifestano. Nel caso in oggetto la miglior stima della potenza data da:

P = Pm ( 1 sin tg ) = 1872,3 ( 1 0 ,002 10 ,9 ) = 1831,5 W

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 13 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


10. Misurazione di campo elettrico irradiato a frequenze tra 30 MHz e 200 MHz Si desidera valutare lincertezza che grava sulla misurazione del campo elettrico di disturbo prodotto da un apparato nella gamma di frequenza tra 30 MHz e 200 MHz, quando si utilizzi la disposizione di prova descritta dalla Norma EN 55022. Il sito di prova allaperto con piano di massa. Unantenna ricevente biconica posta ad una distanza di 3 m dallapparato ed collegata al ricevitore (voltmetro selettivo) per mezzo di un cavo coassiale. Si fa riferimento al caso di polarizzazione verticale del campo (condizione pi critica). Nella tabella che segue sono riportati i contributi dincertezza da prendere in considerazione che si riferiscono al comportamento dellantenna, del ricevitore, del cavo coassiale e del sito di prova. Componenti e contributi Antenna - fattore dantenna (ka) - variabilit di ka con laltezza - interpolazione in frequenza di ka - direttivit dellantenna Cavo coassiale - attenuazione Ricevitore - incertezza strumentale Sito di prova - imperfezioni del sito - variazione della distanza di misurazione Disadattamenti Ripetibilit del sistema (s(qk)) Distribuzione di probabilit Normale (k=2) Rettangolare Rettangolare Rettangolare Normale (k=2) Rettangolare Rettangolare Rettangolare ad U Scarto tipo Incertezza (dB) 1,0 2,0 0,25 0,5 solo positivo 0,5 1,5 2,0 0,5 +1,1 -1,25 0,5

Poich nel settore della compatibilit elettromagnetica si utilizzano in prevalenza unit di misurazione logaritmiche, opportuno esprimere anche le incertezze con tali unit. Si evidenzia il fatto che esistono incertezze delle grandezze dingresso con distribuzione di probabilit normale, rettangolare e ad U. Sui criteri con i quali possono essere individuati i vari contributi indicati nella tabella, si forniscono le seguenti indicazioni: lantenna (ka), il cavo coassiale e il ricevitore devono essere sottoposti a verifica di taratura periodica per cui si devono utilizzare i valori dincertezza riportati nel certificato relativo per la riferibilit a campioni nazionali; la variabilit di ka con laltezza rispetto al piano di massa un parametro critico che per le antenne biconiche mediamente intorno a 2 dB, ma che pu raggiungere anche 6 dB. Il certificato di taratura pu contenere indicazioni in proposito, altrimenti si deve ricorrere a serie di misurazioni ripetute sul sito di prova da effettuare una volta per tutte; linterpolazione in frequenza di ka gravata da incertezza che dipende dalla numerosit dei valori di frequenza ai quali stata effettuata la taratura. Il contributo ha peso modesto per cui pu essere stimato grossolanamente o addirittura trascurato;

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 14 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


la direttivit dellantenna non normalmente considerata nel valore di ka, l a corrispondente incertezza presenta distribuzione non simmetrica con solo contributo positivo. Tale contributo deve essere stimato attraverso serie di misurazioni ripetute sul sito di prova che possono essere effettuate una volta per tutte; la variazione della distanza di misurazione pu essere limitata con accurato posizionamento nel sito di prova. Gli effetti, che possono essere stimati sperimentalmente, sono in generale modesti; le imperfezioni del sito di misurazione (presenza di corpi riflettenti, imperfezioni del piano di massa, ecc.) possono essere tenute in conto valutandone gli effetti per via sperimentale attraverso la verifica dellattenuazione del sito normalizzata. Si osserva che si tratta di uno dei contributi con maggior peso nella valutazione dellincertezza composta; i disadattamenti del ricevitore e dellantenna devono essere valutati in modo accurato per via sperimentale nel sito di prova. Anche questo contributo ha peso notevole sulla stima dellincertezza composta; la ripetibilit delle misurazioni pu essere tenuta in conto in vari modi, ma quello pi semplice consiste nelleffettuare misurazioni ripetute (una decina) in occasione della prova o considerando validi rilievi effettuati in precedenza. Incertezza composta Il calcolo dellincertezza composta si effettua con le solite regole e precisamente: si determinano le incertezze tipo di ciascun contributo tenendo conto delle caratteristiche della distribuzione; si calcola la radice quadrata della somma dei quadrati delle singole incertezze tipo. Si tenga presente che a causa delle dissimmetrie di alcune distribuzioni, i calcoli devono essere effettuati due volte (per valori positivi e negativi). Nel caso specifico, per il valore positivo e utilizzando ordinatamente i dati riportati in tabella si ottiene:
2 2 2 2 2 2 2 2 1,0 2 + 0,25 + 0 ,5 0,5 1,5 + 2 + 0,5 + 0 ,5 1,1 u( y ) = + + + 0,52 = 2 ,17 dB + + 3 3 2 2 2 2 2

In modo analogo si procede per il valore negativo. Incertezza estesa Nelle misurazioni di compatibilit elettromagnetica si usa normalmente il fattore di copertura k=2 per cui per il valore positivo si ottiene immediatamente:

U ( y ) = k u( y ) = 2 2 ,17 = 4 ,34 dB
11. La temperatura come grandezza di influenza Si consideri il caso di un condensatore che fa parte di un divisore di tensione da utilizzare per la misura di tensioni alternate elevate per il quale si hanno a disposizione i seguenti dati di verifica della taratura: capacit del condensatore a 0 = 23 o C : C0 = 1250 pF incertezza tipo estesa con fattore di copertura k = 1 u &( C ) = 0,1 % & = 0,05 %/ C coefficiente di temperatura lineare del condensatore: Si suppone che nellincertezza siano compresi i contributi attribuibili allo stesso condensatore e alla strumentazione.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 15 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


Il condensatore viene usato per una misurazione effettuata a 1 = 28 C (incertezza tipo sul valore di temperatura con fattore di copertura k=1 pari a u( ) = 0,5 C ). Si desidera stimare lincertezza da tenere in conto per le successive valutazioni dellincertezza composta della misurazione. Si pu operare in diversi modi a seconda del peso che la variazione di temperatura pu avere sul valore di capacit e successivamente sulla determinazione dellincertezza: applicare il procedimento completo riportando il valore della capacit alla temperatura di prova (correzione degli effetti sistematici) e tenendo conto dellincertezza con la quale nota la temperatura di prova; applicare un procedimento semplificato, riportando ancora il valore di capacit alla temperatura di prova ma non tenendo conto dellincertezza della temperatura; applicare unulteriore semplificazione aumentando lincertezza da attribuire al valore della capacit senza correggere il valore di questultima, purch la misurazione venga svolta in un campo di temperatura ben definito. In casi come questo, conviene effettuare una prima volta la stima con il procedimento completo, valutando poi in base ai risultati ottenuti il modo di procedere pi conveniente per le misurazioni da effettuare successivamente.
o

Procedimento completo Il modello di misurazione da assumere il seguente:

& C1 = C 0 1 + ( 1 0 ) = C 0 ( 1 + ( 1 0 )) 100
Si determina la differenza tra le temperature di misura e di verifica della taratura, supponendo nulla lincertezza di :

1 0 = 28 23 = 5 K
Si corregge il valore della capacit per gli effetti sistematici:

0 ,05 1 + ( 1 0 )) = 1250 1 + C1 = C 0 ( ( 28 23 ) = 1253,1 pF 100


Come si pu rilevare, nel caso considerato la correzione di C = +3,1 pF . Il successivo passo consiste nel determinare lincertezza tipo assoluta sul valore della capacit dovuta allincertezza sulla stima della temperatura u( ) :

u() =

0, 05 0, 5 = 0, 25 10 3 K 100

Il valore assoluto dellincertezza tipo strumentale sul valore di capacit :

u( C1 ) =

&( C1 ) u 0,10 C1 = 1250 = 1,25 pF 100 100

Si pu quindi stimare lincertezza composta che, in valore assoluto, risulta:

u( C1 ) = u( C0 )2 + u( ) = 1,252 + ( 0,25 10 3 )2 = 1,25 pF

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 16 di 17

DT-0002/1 * INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE


La stessa incertezza in valore relativo data da:

&( C1 ) = u

u( C1 ) 1,25 100 = 100 = 0,10 % C1 1250

Come si pu notare linfluenza della temperatura sulla stima dellincertezza trascurabile. Dello stesso ordine di grandezza dellincertezza dovuta alla strumentazione invece la correzione per gli effetti sistematici. Stima con una prima approssimazione Visti i calcoli sopra riportati, appare evidente la possibilit di trascurare gli effetti della temperatura sulla incertezza con cui si stima C 1 , mentre si deve tenere in conto la correzione per gli effetti sistematici. La stima della capacit quindi di 1253,1 pF, mentre per le incertezze tipo assoluta e relativa si assumono 1,25 pF e lo 0,10 %, rispettivamente. Stima con unulteriore approssimazione Con unulteriore approssimazione, si possono inglobare nellincertezza strumentale anche gli effetti della temperatura sul valore della capacit. Ad esempio, tenendo conto dei valori calcolati sopra, si pu assumere come miglior stima della capacit del condensatore quella fornita dal certificato della verifica della taratura che pari a 1250 pF, aumentando per lincertezza fornita dallo stesso certificato. Il criterio da seguire pu essere quello per cui se le misurazioni sono normalmente effettuate nel campo di temperatura tra 18 e 28 C (corrispondente a 5 C rispetto alla temperatura della verifica di taratura) non si effettuano correzioni per gli effetti sistematici. Lincertezza tipo assoluta da attribuire alla temperatura viene determinata con la relazione:

u( C ) =

C 3,1 = = 1,79 pF 3 3

Lincertezza tipo assoluta da attribuire al valore stimato della capacit viene aumentata applicando la seguente regola:

u( C m ) = u( C 0 )2 + u( C )2 = 1,252 + 1,79 2 = 2 ,2 pF
In valore relativo si ha quindi:

&( C m ) = u

u( C m ) 2 ,2 100 = 100 = 0,18 % C0 1250

Come si vede lincertezza risulta quasi il doppio di quella certificata dalla verifica della taratura. Qualora lintervallo di temperatura di impiego non fosse centrato sulla temperatura di verifica della temperatura, il calcolo della incertezza tipo attribuibile allo stesso pu ancora essere svolto con le regole date dalla Guida UNI CEI 9.

REVISIONE 1 MAGGIO 2000

Pag. 17 di 17