Sei sulla pagina 1di 4

Nomenclatura dei Composti Chimici

I nomi degli elementi che costituiscono una molecola sono la base per costruire il nome della molecola. Esistono regole e consuetudini che riguardano la desinenza con la quale si modifica il nome di un elemento quando esso entra a far parte di una molecola.

Nei composti binari (costituiti da due elementi), si distinguono due casi. 1. Uno dei due elementi O. La denominazione del composto ossido di seguita dal nome del secondo elemento della molecola. Se il secondo elemento ha un solo possibile N.O., come nel caso dei metalli alcalini (+1), alcalino terrosi (+2) e terrosi (+3), questa denominazione non cambia anche se la molecola contiene pi di un atomo di O. Na2O CaO Al2O3 ossido di sodio ossido di calcio ossido di alluminio.

In tutti gli altri casi, se gli atomi O sono 2, 3, 4, ecc., la denominazione diventa biossido di., triossido di, tetrossido di , ecc., ma se il secondo elemento ha N.O. = +1, si aggiunge il prefisso proto al termine ossido. Se il secondo elemento pu avere differenti valori del N.O., si pu aggiungere, tra parentesi, il valore di N.O. espresso con numero romano (I, II, III, IV, ecc.). CO CO2 SiO2 FeO Fe2O3 N2O NO NO2 N2O5 ClO ClO2 ossido di carbonio (II) biossido di carbonio biossido di silicio ossido di ferro (II), ossido ferroso ossido di ferro (III), ossido ferrico protossido di azoto, oppure, ossido di azoto (I) ossido di azoto (II) biossido di azoto, oppure ossido di azoto (IV) pentossido di azoto, oppure ossido di azoto (V) ossido di cloro (II) biossido di cloro, oppure ossido di cloro (IV)

2.

La molecola non contiene atomi di O. Dal nome dellelemento con maggiore elettronegativit si deriva il termine con desinenza uro, ad esempio, cloruro, solfuro, idruro, nitruro, carburo, siliciuro, ecc., e ad esso si fa seguire il nome del secondo elemento, tranne che nel caso in cui questo sia H: NaH KCl CaF2 MgI2 SiF4 Na3N SiC idruro di sodio cloruro di potassio floruro di calcio ioduro di magnesio floruro di silicio nitruro di sodio carburo di silicio

Rientra in questa nomenclatura il caso particolare del gruppo biatomico (CN), denominato cianuro, che si comporta come un elemento ad elevata elettronegativit. Se lelemento con minore elettronegativit H e la molecola tende a formare ioni (H3O)+ in ambiente acquoso, la denominazione del composto acido drico: HCl H2S HI HCN acido cloridrico acido solfidrico acido iodidrico acido cianidrico

Se la molecola contiene pi di due atomi, si costruisce il suo nome sulla base di quello attribuito a particolari raggruppamenti di atomi. Ad esempio, un acido, cio un composto che forma ioni (H3O)+ in soluzione acquosa, il cui anione contiene atomi di O e uno o pi atomi di un secondo elemento, viene denominato ossi-acido; il corrispondente anione, cio il gruppo di atomi sui quali si ripartisce la carica (o le cariche) negative, un ossianione. Il nome dellossi-anione proviene dal nome dellelemento diverso da O. Se questo elemento pu assumere due valori differenti del N.O. , si applica al nome dellelemento la desinenza ito per lossi-anione dove lelemento compare col N.O. minore, e la desinenza ato se lelemento compare col N.O. maggiore: (SO3)2(SO4)2(NO2)(NO3)solfito solfato nitrito nitrato

Se lelemento pu assumere pi di due valori di N.O., si aggiunge il prefisso ipo al

nome con desinenza ito per indicare un N.O. minore, o il prefisso per al nome con desinenza ato per indicare un N.O. maggiore. (ClO)(ClO2)(ClO3)(ClO4)(MnO4)ipoclorito clorito clorato perclorato permanganato

Se lelemento che caratterizza lossianione forma due specie differenti, dove tuttavia esso assume lo stesso N.O., si utilizza il prefisso orto nel nome dellossianione con maggior numero di atomi di O, e il prefisso meta in quello dellossianione con minor numero di atomi di O. (PO2)3ipofosfito (PO3)3fosfito (PO4)3ortofosfato (PO3)metafosfato Gli ossi-acidi corrsipondenti hanno il nome dellossi-anione con desinenza modificata in oso se quella dellossi-anione ito, oppure in ico se quella dellossi-anione ato. HNO2 HNO3 H2SO3 H2SO4 HClO HClO4 HPO3 acido nitroso acido nitrico acido solforoso acido solforico acido ipocloroso acido perclorico acido metafosforico

Un ossi-anione molto importante lo ione (OH)-, denominato ossidrile o ione idrossile, che viene liberato in soluzione acquosa dalle basi, cio composti costituiti da cationi e ossidrili che vengono, a loro volta, denominati idrossidi. NaOH Ca(OH)2 Al(OH)3 Fe(OH)2 Fe(OH)3 idrossido di sodio idrossido di calcio idrossido di alluminio idrossido di ferro (II) idrossido di ferro (III)

Tra i cationi pi comuni bisogna ricordare lo ione ammonio, (NH4)+, che ha, per molti versi, caratteristiche analoghe a quelle degli ioni di metalli alcalini (in particolare K). Se lossi-anione contiene due atomi dellelemento diverso da O, la corrispondente denominazione quella dellossianione dove lelemento ha lo stesso N.O., preceduta dal prefisso bi. (CrO4)2(Cr2O7)2(S2O7)2cromato bicromato bisolfato

Un tipo di anione quello formato da un acido il quale ha perso solo una parte degli atomi di H che formano ioni (H3O)+ in acqua. Il corrispondente nome quello dellanione completamente privato di H, accompagnato dallattributo acido, bi-acido, tri-acido, oppure preceduto dal prefisso idro, bi-idro, ecc., in corrispondenza del numero di atomi di H presenti. Per gli anioni acidi derivati da acidi con due atomi di H, ancora diffusa la denominazione con prefisso bi davanti al nome dellossianione: ma ci genera confusione con gli ossianioni dove sono presenti due atomi dellelemento diverso da O. (HSO4)(CO3)2(HCO3)(H2PO4)(HPO4)2(HS)-

solfato acido carbonato carbonato acido, o idrocarbonato (bicarbonato) fosfato biacido, o bi-idrofosfato fosfato acido, o idrofosfato solfuro acido, o idrosolfuro (bisolfuro)

Gli acidi pi comuni in Chimica Organica sono composti con almeno un gruppo carbossile, -COOH, il quale forma con H2O uno ione (H3O)+ e si carica negativamente. Questi acidi hanno nome che termina con la desinenza oico e i corrispondenti anioni hanno nome con desinenza oato. H-COOH (CH3)-COOH (CH3)2-COOH (C6H5)-COOH acido metanoico (acido formico: anione formiato) acido etanoico (acido acetico: anione acetato) acido propanoico (anione propanoato) acido benzoico (anione benzoato)

Importanti eccezioni sono lacido formico e, soprattutto, lacido acetico, i cui nomi derivano da una tradizione alchimistica pi antica delle regole attuali di nomenclatura.