Sei sulla pagina 1di 21

APPRENDIMENTO DEL LINGUAGGIO MULTIMEDIALE

Fare didattica con la LIM

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Il linguaggio un sistema di comunicazione tra individui


ELEMENTI COSTITUTIVI DELLA COMUNICAZIONE

codifica

decodifica

MESSAGGIO
CANALE

Feed-back
La scelta del mezzo condiziona il contenuto stesso del messaggio (il medium il messaggio McLuhan)
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Gli elementi della comunicazione


La situazione in cui avviene la comunicazione contesto Il tema di cui si parla referente

emittente Chi manda il messaggio canale

messaggio
Il contenuto della comunicazione

ricevente Chi riceve il messaggio codice Il linguaggio utilizzato per comunicare

Il mezzo attraverso cui passa la comunicazione

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

CODICI E LINGUAGGI DELLA COMUNICAZIONE Codici del CORPO


linguaggi del CORPO

Codici della PAROLA


linguaggi della PAROLA

Codici dell IMMAGINE


Linguaggi dell IMMAGINE

Codici del SUONO


Linguaggi del SUONO

mimica danza .. ..

scritta stampata registrata

grafica pittorica fotografica


cinematografica

registrato su: -nastro -disco -digitalizzato

televisiva digitale
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Nel linguaggio multime-diale la comunicazione avviene grazie allinterazione e compresenza di pi mezzi diversi tra lo-ro, quali possono essere le immagini in movimen-to di un video, le imma-gini statiche delle foto-grafie, la musica e il testo, ecc.

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Ma allora anche un libro multimediale?


Un libro lineare. Locchio spazia da sinistra a destra e poi sulla riga successiva, leggendo linformazione dallinizio alla fine in maniera sequenziale, paragrafo per paragrafo, pagina per pagina. Le immagini presenti attirano per un attimo la nostra attenzione, per poi ritornare al punto dinterruzione, guidando cos la lettura su piani diversi (lettura multi sequenziale ).
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

La multimedialit, resa possibile dall evoluzione delle nuove tecnologie ipertestuale ed interattiva. Il fruitore ha la possibilit di consultare unopera multimediale cliccando sui vari link e bottoni, stabilendo un libero collegamento fra informazioni poste in punti diversi dello stesso documento, seguendo la logica del suo pensiero e dei suoi interessi. Un ipertesto per esempio, circolare, non definito da un inizio e da una fine e permette cos pi possibilit di lettura.

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Lutilizzo del linguaggio Multimediale nella didattica decreta il superamento del modello Comunicativo trasmissivo insegnante-alunno. Linsegnante si inserisce nella triade insegnante - tecnologia-allievo, diventando un mediatore dei media
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

Una buona comunicazione multimediale presuppone una buona progettazione


Fasi di lavoro: Pianificazione ( definizione obiettivi, sotto obiettivi, loro strutturazione) Definizione contenuti Mappa concettuale Realizzazione di uno storyboard o sceneggiatura Preparazione oggetti multimediali Realizzazione Valutazione risultati
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

TEORIE DELLAPPRENDIMENTO MULTIMEDIALE


Diventa fondamentale una approfondita conoscenza dei principi atti a veicolare in maniera significativa un messaggio multimediale . Vedi teorie dellapprendimento multimediale, quali : La teoria della doppia codifica di Paivio (1991); La teoria del carico cognitivo di Chandler e Sweller (1991); La teoria delle rappresentazioni multimediali di Schnotz (2001); La teoria di Mayer (2001)
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

PRINCIPI MULTIMEDIALI DI MAYER


PRINCIPIO MULTIMEDIALE

Si apprende meglio quando alle parole possono essere associate immagini, suono o altro poich la mente avr maggiori indizi per il recupero di informazioni immagazzinate in memoria.
PRINCIPIO DELLA VICINANZA SPAZIO-TEMPORALE

Gli indizi visivi associati alle parole e/o alle frasi devono rispettare una certa vicinanza spaziale e temporale per permettere una maggiore integrazione delle informazioni.
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

PRINCIPI MULTIMEDIALI DI MAYER


PRINCIPIO DI COERENZA

Si apprende pi facilmente quando parole, immagini e suoni estranei sono esclusi piuttosto che inclusi

PRINCIPIO DI SEGNALAZIONE

Si impara meglio quando vengono aggiunti segnali che mettono in risalto i concetti fondamentali o i nuclei essenziali di un messaggio.

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

PRINCIPIO DELLA MODALITA DIVERSA Integrare spiegazioni orali e illustrazioni, rende ottimale lapprendimento perch la spiegazione orale impegna il canale uditivo lasciando libero quello visivo;
Da http://sixminutes.dlugan. com/multimedia-learningbook-review/

PRINCIPIO DELLA RIDONDANZA Evitare di presentare i contenuti in troppi formati per evitare ridondanze

PRINCIPIO DI SEGMENTAZIONE Le persone imparano meglio quando un contenuto multimediale presentato in maniera frammentata piuttosto che come unit di continuo.
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

PERSONALIZZAZIONE: apprendiamo meglio se il messaggio multimediale presentato in uno stile non formale.
Da http://sixminutes.dlugan. com/multimedia-learningbook-review/

PRINCIPIO NARRATIVO Si apprende meglio quando la narrazione di un contenuto viene realizzata da una voce amica umana, piuttosto che da una voce artificiale

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

ALCUNI SUGGERIMENTI ED INDICAZIONI PRATICHE Informazione preventiva Una volta stabiliti quali sono gli obiettivi da raggiungere comunicarli allalunno avr un ruolo importante nel rafforzargli la motivazione . Stimolare il ricordo di quanto gi appreso (zona prossimale di Vygotskij) al fine di favorire associazioni significative.

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

ALCUNI SUGGERIMENTI ED INDICAZIONI PRATICHE

Caratteri Usate sempre caratteri adatti al : Livello scolastico Es per le elementari usare Comic Sans/Century Gothic Facili da vedere - Dimensioni minime 24 o 36 Coerenti in tutta la lezione- Usare un solo carattere per tutta la lezione Altri caratteri suggeriti per la loro chiarezza: Times, Arial, Verdana, Tahoma, Lucida Sans
Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

ALCUNI SUGGERIMENTI ED INDICAZIONI PRATICHE

Contenuti Non concentrare tutti i contenuti in una sola pagina. Un solo concetto per pagina Abbinamento colori Attenzione allabbinamento dei colori: testo e sfondo. Usare un contrasto adatto.

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

ON - LINE contenuti digitali fruiti attraverso la rete Internet

CONTENUTI
OFF - LINE Possono essere creati e fruiti senza essere connessi alla rete internet ( es contenuti realizzati con Jclic , con il SW autore della LIM, ecc.) o scaricati da Internet e consultati off line

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

STRUMENTI Il sistema operativo

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

STRUMENTI Tipologia
Multime
Altri software

dia

Videoscrittura

Presentazioni in formato libro

Grafica

Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor

APERTI programmi modificabili da qualsiasi programmatore In realt possiamo parlare di software "aperti" e "chiusi" nel senso pi specifico di realizzazione di obiettivi educativi, produzione di oggetti didattici e personalizzazione delle caratteristiche (G. Musilli)

STRUMENTI Personalizzazione e riutilizzo

CHIUSI applicazioni compilate non modificabili, ma solo usabili dall'utente


Percorsi formativi ANITeL associazioneanazionale Docenti Lim per Apprendere - presentazione cura di Emilio Zilli Tutor