Sei sulla pagina 1di 3

TIPOLOGIE DOMANDE DESAME MARKETING B NON FREQUENTANTI PROF.

FABRIZIO MOSCA

1. Una impresa produce matite di altissima qualit vendute al prezzo unitario di 15 euro. I costi fissi, dovuti ad ammortamenti degli impianti, dei fabbricati, dei terreni e delle attrezzature ed ai costi del personale ammontano in totale ad euro 200.000 annui. I costi variabili sono valutati dallalta direzione in 5 euro per matita. Calcolate la quantit di pareggio per l impresa ed indicate graficamente il punto di pareggio. 10 MINUTI 2. Indicate la corretta strategia di pricing per un bene di largo consumo e per un bene di alta gamma nella fase di lancio nel mercato. 15 MINUTI 3. I requisiti di una corretta segmentazione. 10 MINUTI 4. Rappresentate graficamente un curva di domanda per un consumatore altamente sensibile al prezzo ed una curva di domanda per un consumatore meno sensibile ad una variazione di prezzo. 10 MINUTI 5. Elencare e descrivere i limiti della segmentazione psicografica e le caratteristiche delle tecniche di segmentazione pi evolute. Indicate se secondo la Vostra opinione ancora utile la segmentazione. 15 MINUTI 6. La politica di prezzo denominata price skimming. 10 MINUTI 7. Costi fissi prodotto X= 100.000 Costi variabili unitari prodotto X = 1,5 Prezzo di vendita previsto per il prodotto = 3 Calcolare il punto di pareggio per limpresa in quantit da produrre ed il prezzo di vendita nel caso la stessa intendesse conseguire un utile unitario di 10 . (10 min.) 10 MINUTI 8. Spiegate il concetto di domanda rigida ed elastica ed indicate perch importante, ai fini delle decisioni di marketing, conoscere lelasticit. Rappresentate graficamente la curva di domanda per un bene di alta gamma, per un bene di largo consumo e per un bene di consumo durevole. 10 MINUTI 9. Le funzioni del canale di distribuzione. (10 min.)

10. Convergenza nel mercato ICT: la convergenza dei media, delle telecomunicazioni, dellinformatica: rappresentate graficamente il percorso di convergenza in sub-mercati. 10MINUTI 11. Con riferimento al mercato dei beni per ligiene della persona: a. identificate cinque possibili Business Unit per unipotetica impresa che compete su questo mercato; b. quindi, rappresentate graficamente la Matrice BCG; c. e indicate come dovrebbero posizionarsi le diverse S.B.U. da Voi individuate nella matrice per avere una condizione di equilibrio. 10 MINUTI 12. Fornite la definizione di posizionamento e indicate cosa si intende per posizionamento con unidea anche con un esempio. (10 min) 13. Le strategie di crescita nel settore dei beni ad elevato valore simbolico: rappresentate graficamente lo schema di riferimento e proponete un esempio per ciascuna strategia. (10 min.) 14. Le fasi del processo di acquisto del consumatore. 10 MINUTI 15. Come si sceglie tra distribuzione intensiva, selettiva, esclusiva. 10 MINUTI 16. Indicate nella matrice relativa al comportamento dacquisto del consumatore quali sono i principali modelli e spiegate quale di questi indicato per descrivere il comportamento dacquisto del consumatore tradizionale di beni ad elevato valore simbolico. 15 min.

17. Dopo aver illustrato la differenza tra segmentazione di mercato, market targeting e posizionamento di mercato, proponete alcuni casi di specie di posizionamento rispetto al leader e di posizionamento con una idea. 10 min. 18. Disponendo di tre A.S.A. che hanno le seguenti caratteristiche: A.S.A N. 1 : STAR A.S.A. N. 2 :CASH CAW A.S.A. N. 3 : QUESTION MARK quali decisioni strategiche adottereste per equilibrare il vostro portafoglio ? 10 min.

19. I limiti della matrici di portafoglio. (10 min.) 20. Dopo aver illustrato le differenze tra: Target market marketing mix strategia di marketing piano di marketing spiegate la logica della pianificazione strategica di marketing in un gruppo multinazionale. 10 INUTI 21. I prezzi psicologici: prezzi di prestigio e prezzi di soglia. Per quali categorie di beni sono efficaci i primi ed i secondi. 10 MINUTI 22. Illustrate graficamente la matrice SWOT e indicate la sua utilit ai fini delle decisioni di marketing. 10 MINUTI 23. Il modello del Break Even Point: descrizione grafica, pregi e limiti. 10 MINUTI

24. Il concetto di segmentazione multipla e la concentrazione su un solo segmento: vantaggi e svantaggi. 10 MINUTI 25. Illustrate le differenze tra il modello B.C.G. ed il modello G.E.. 10 MINUTI

26. Dopo aver illustrato la differenza tra segmentazione di mercato, market targeting e posizionamento di mercato, fare alcuni esempi concreti di posizionamento rispetto al leader e di posizionamento con una idea. 15 MINUTI