Sei sulla pagina 1di 4

Esercizio 8: Vogliamo che Vout = 100E ovvero, dato che Vout e proprio Rb I vogliamo che RB I = 100E .

Allinizio, prima che si apra linterruttore, il circuito e completamente carico, quindi, per la seconda legge, linduttore equivale ad un cortocircuito e la corrente circolante E quindi nel circuito e proprio I0 = R a Vout = 100E Rb I = 100E E (1) I = R a E Rb Ra = 100E Rb = 100Ra RISPOSTA: B Esercizio 9: Dobbiamo risolvere la seguente equazione dierenziale con condizione iniziale

+ (Ra + Rb ) I = E LI E I (0) = R a (2) I (t) = e


(Ra + Rb ) L

Ra

E + RB

imponendo la condizione iniziale troviamo che E Rb E = + = E Ra Ra + Rb Ra (Ra + Rb ) e quindi la nostra equazione dierenziale diventa E + Rb Rb Ra e Ra
+ Rb t L

(3)

I (t) =

Ra

+ 1

(4)

dato che vogliamo che la Vout sia 90 volte la tensione del generatore vogliamo che Rb I sia tale, e quindi

Rb I (t ) = 90E I (t ) =

90E E = Rb Ra + Rb

R b Ra e Ra

+ Rb t L

+ 1

(5)

risolvendo rispetto ad L troviamo il risultato cercato

Ra Ra 90(Ra + Rb ) 1 = e Rb Rb

+ Rb t L

L =

(Ra

1 log + Rb ) t

Ra 90(Ra + Rb ) 1 Rb Rb (6)

RISPOSTA: E 1

Compitino 29/03/2008

Esercizio 7: Per trovare la tensione, a regime, basta applicare il metodo dei fasori: troviamo limpedenza equivalente del circuito 1 1 1 2 RL2 + j ( 2 R2 L( 2 LC 1)) = + + jC Zeq = Zeq R jL R2 ( 2 LC 1)2 + 2 L2 a questo punto abbiamo la tensione sotto forma di fasore = Zeq I V adesso tornando nel dominio del tempo troviamo la tensione

(7)

(8)

|V | = I0 |Ze q | (V ) = arctan 2 R2 L( 2 LC 1) 2 RL2 (9)

V (t) = |Zeq | I0 cos(t + ) a questo punto abbiamo tutto: la corrente sara massima quando, ad esempio t=0 (cos(t) = 1 per t=0) e quindi la tensione corrispondente sara

V (0) = |Zeq | I0 cos() RISPOSTA D Esercizio 10: Dobbiamo risolvere lequazione dierenziale del circuito RLC serie

(10)

Q = E C + RQ + Q = E Q L LC L + RI + LI + RQ + Q = 0 Q L LC R 1 + = 0 2 + L LC R2 4 = 2 >0 L LC 2 (11)

dato che il delta esce maggiore di zero le soluzioni dellequazione di secondo grado saranna reali e distinti, le chiameremo A e B. La soluzione dellequazione dierenziale omogenea sara dunque del tipo Q(t) = eAt + eBt ), dobbiamo trovare la soluzione particolare, con il metodo del confronto Q E = C E = Q LC L quindi la soluzione generale della nostra equazione dierenziale di partenza sara Q(t) = eAt + eBt + C E

(12)

(13)

le due costanti e le determiniamo imponendo le condizioni iniziali, ovvero che la carica sul condensatore allinizio sia nulla e la corrente nellindutore idem

At Bt + C E Q(t) = e + e Q(0) = 0 Q(0) = 0

(14)

Avendo trovato le nostre costanti abbiamo la carica sul condensatore in funzione del tempo, possiamo trovare la corrente circolante nel circuito, in funzione del tempo, derivando la formula trovata (t) = k1 A eAt + k2 B eBt I (t) = Q dove k1 , k2 sono le due costanti trovate con le condizioni inziali. La potenza erogata dal generatore e data dalla formula Pgen = E I (t) quindi Pgen = E (k1 A eAt + k2 B eBt )

(15)

(16)

per trovare la massima potenza erogata ci bastera fare la derivata di questa equazione ed uguagliarla a zero (ci diamo del fatto che quello trovato e un massimo e non un minimo), quindi gen = 0 E (k1 A2 eAt + k2 B 2 eBt ) = 0 P

(17)

la soluzione di questa equazione ci da il tempo in cui si raggiunge la massima potenza erogata dal generatore RISPOSTA D