Sei sulla pagina 1di 5

Previsioni del tempo per il Piemonte e la Valle d'Aosta

A cura di Redazione Nimbus Le previsioni sono elaborate a titolo gratuito. La diffusione incoraggiata, citando fonte e indirizzo web www.nimbus.it EMISSIONE BOLLETTINO: VENERD 29 MARZO 2013

29 Marzo - 02 Aprile 2013

LA SITUAZIONE METEOROLOGICA NUOVE PIOGGE SABATO, POI PASQUA AL SOLE E MITE; TORNANO LE NUBI A PASQUETTA La sequenza di perturbazioni primaverili non si ancora interrotta, e dopo un intervallo in parte soleggiato riprenderanno piogge estese dalla mattinata di sabato. Ma l'allontanamento della perturbazione nella serata di sabato e l'aria pi asciutta che affluir al suo seguito garantiranno almeno alla giornata di Pasqua di trascorrere soleggiata e pi mite. Luned invece una nuova perturbazione si avviciner da sud-ovest e potrebbe interessare in parte il Nord-Ovest da luned pomeriggio. Immagine satellitare e carte meteorologiche PREVISIONI PER IL PIEMONTE E LA VALLE D'AOSTA
VENERD MARZO 2013

29

Cielo:solo in parte soleggiato tra nubi irregolari e variabili e pi nuvoloso tra alte valli torinesi, Valle d'Aosta, tra Biellese e Ossola e sul basso Piemonte. Precipitazioni:qualche rovescio lungo le valli alpine, specie a nord del Po e sulla Valle d'Aosta, Biellese, Sesia e Ossola con neve oltre i 1800 metri Venti:pianura e collina: deboli tra ovest e sud-ovest fondovalle: deboli occidentali media montagna: deboli o moderati occidentali alta montagna: moderati occidentali Temperature:Massime in aumento: 10/13 C in pianura e bassa collina; 7/10 C tra 500 e 1000 metri; 3/7 C tra 1000 e 1500 metri. Zero gradi a 2000-2200 metri nelle ore centrali.

SABATO MARZO 2013

30

Cielo:nuvoloso Precipitazioni:piogge in estensione nel corso della mattinata, inizialmente ancora assenti su alta Valle d'Aosta e nord Piemonte; tendenza a piogge e rovesci anche intensi su Cuneese, Torinese, Astigiano, Alessandrino, in attenuazione nel pomeriggio ed esaurimento in serata. Nevicate in calo fino a 1000-1300 metri a nord del Po e fino a 700-800 metri sul Cuneese. Venti:pianura e collina: deboli o moderati orientali fondovalle: deboli o moderati orientali media montagna: deboli da sud-ovest alta montagna: deboli da sud-ovest Temperature:minime in lieve aumento: 4/6 C in pianura e bassa collina; 2/6 C tra 500 e 1000 metri; -1/4 C tra 1000 e 1500 metri. Massime in calo: 4/7 C in pianura e bassa collina; 0/4 C tra 500 e 1000 metri; -1/0 C tra 1000 e 1500 metri. Zero gradi a 1300-1500 metri nelle ore centrali.

DOMENICA

31
MARZO 2013

Cielo:soleggiato, salvo nebbie nelle prime ore su pianure; nel pomeriggio addensamenti cumuliformi sulle zone montane, in accentuazione tra Biellese e Ossola e all'interno delle valli cuneesi e da fine pomeriggio in estensione irregolare a pianure

Precipitazioni:in serata o dal tardo pomeriggio possibili rovesci sulle valli del nord Piemonte e all'interno delle valli cuneesi Venti:pianura e collina: deboli o moderati occidentali, rinforzi su Valle d'Aosta e nord Piemonte fondovalle: moderati da nord-ovest con rinforzi di foehn nelle vallate media montagna: moderati da nord-ovest alta montagna: moderati da nord-ovest Temperature:minime in calo: 2/5 C in pianura e bassa collina; 2/6 C tra 500 e 1000 metri; -1/4 C tra 1000 e 1500 metri. Massime in aumento: 17/21 C in pianura e bassa collina; 13/17 C tra 500 e 1000 metri; 9/13 C tra 1000 e 1500 metri. Zero gradi a 2300 metri nelle ore centrali.

LUNED APRILE 2013

01

Cielo:al mattino qualche spazio di sole, ma in prevalenza in alta montagna e su interno Valle d'Aosta, per il resto irregolarmente nuvoloso o nuvoloso; nel pomeriggio ulteriore aumento della nuvolosit. Precipitazioni:nella notte tra domenica e luned qualche rovescio di pioggia a carattere sparso e neve sui rilievi oltre i 1000 metri; tra pomeriggio e sera riprendono piogge tra Cuneese e basso Piemonte, irregolari altrove. Quota neve sui 1000 metri. Venti:pianura e collina: deboli o moderati da nord-est fondovalle: deboli o moderati orientali media montagna: deboli da sud-ovest alta montagna: deboli da sud-ovest Temperature:minime in aumento: 5/7 C in pianura e bassa collina; 3/6 C tra 500 e 1000 metri; 0/3 C tra 1000 e 1500 metri. Massime in netto calo: 10/12 C in pianura e bassa collina; 7/10 C tra 500 e 1000 metri; 2/7 C tra 1000 e 1500 metri. Zero gradi a 2000 metri nelle ore centrali.

MARTED APRILE 2013

02

Cielo:in parte soleggiato tra nubi irregolari Precipitazioni:nella notte tra luned e marted esaurimento delle piogge, in localizzazione tra basso Piemonte ed Alessandrino; in giornata pi asciutto a parte qualche rovescio sui rilievi alpini Venti:pianura e collina: deboli da nord-est fondovalle: deboli da nord-est media montagna: deboli da nord-est alta montagna: deboli da nord-est Temperature:minime in aumento: 4/6 C in pianura e bassa collina; 2/5 C tra 500 e 1000 metri; 0/3 C tra 1000 e 1500 metri. Massime in aumento: 12/15 C in pianura e bassa collina; 8/12 C tra 500 e 1000 metri; 4/8 C tra 1000 e 1500 metri. Zero gradi a 2500 metri nelle ore centrali.

Home page Neve e valanghe

Link

Mappa del sito

Novit

Contatti

ITA

FRA

ENG

Bollettino neve e valanghe n 54 del 29/03/2013 ore 16.00 Bollettino neve e Data prossimo aggiornamento 01/04/2013 valanghe Archivio NewsLetter CONDIZIONI GENERALI Neve fresca e vento Parametri nivometrici Altezza neve [ cm ] Ta Al suolo Fresca [C] Rendiconto Nivometeorologico Bollettino/Avviso di criticit Catasto Valanghe A - Valle centrale B - Valli di Gressoney, Ayas, Champorcher C - Valli di Rhmes, Valsavarenche, Cogne D - Dorsale alpina 50-110 90-140 10-30 0 2000 m 2500 m h 24 h 07.00

Manto continuo da quota [m s.l.m.] Ultimo giorno di vento con trasporto di neve Ultima nevicata In ombra Al sole

29/03/2013
forti occidentali

29/03/2013
in corso

1000

1000

20-130

80-120

5-15

-1

29/03/2013
moderati occidentali

28/03/2013 fondovalle

fondovalle

80-150 110-180

20-30

29/03/2013
forti occidentali

28/03/2013 fondovalle 29/03/2013


in corso

fondovalle

105-240 160-300

30-60

-1

29/03/2013
forti occidentali

fondovalle

fondovalle

La nevicata di ieri ha interessato tutta la Regione, con quantitativi massimi nella zona del Gran San Bernardo (60 cm di neve fresca caduti in 9 ore a 2000 m) e minimi nella valle di Champorcher (5 cm). Oggi il rialzo delle temperature ha provocato un rapido assestamento alle quote pi basse e la neve fresca diventata umida/bagnata, con formazione di piccoli lastroni soffici fino a 2000-2200 m (circa 40 cm di spessore nella dorsale alpina - settore D) che si staccano (pesanti, ma lenti) gi al passaggio di uno sciatore. In quota i venti forti occidentali stanno formando lastroni ben coesi che possono staccarsi dai pendii ripidi (>30) gi al p assaggio di un solo sciatore e coinvolgere anche tutto il pendio (30-50 cm di spessore nella dorsale alpina - settore D, pi sottili e di piccole dimensioni nel resto della Regione). Ripresa dell'attivit valanghiva spontanea con numerose valanghe di neve umida e pesante in corrispondenza delle fasce rocciose e nei canaloni abituali che potranno anche raggiungere il fondovalle. Il grado di pericolo valanghe 4-forte nelle zone maggiormente interessate dalla nevicata ovvero la dorsale alpina da Valgrisenche a La Thuile, Monte Bianco e Gran San Bernardo; 2-moderato nelle valli di Champorcher, Mont Avic, basse valli di Ayas e Lys; 3-marcato sul restante territorio regionale. Innevamento e qualit della neve: continua l'ottimo innevamento nelle zone comprese tra l'alta Val di Rhemes, Valgrisenche, La Thuile, Courmayeur e Gran San Bernardo. In bassa quota la neve molto pesante; durante la giornata si umidificata fino a 2500 m. In quota nelle zone riparate dai venti occidentali la neve rimasta farinosa, altrimenti si trova una crosta superficiale che rende difficile la sciata, soprattutto nelle valli pi occidentali della Regione. Meteo in Valle EVOLUZIONE PREVISTA Nuovi accumuli in quota, valanghe spontanee dai pendii al sole Evoluzione : sabato i venti da W poi NW continueranno a formare nuovi accumuli in alta quota e nel contempo continuer il naturale scaricamento dei pendii; il grado di pericolo sar invariato. Domenica: nuovi accumuli in alta quota al mattino, a causa dei venti settentrionali. Domenica e luned il sole primaverile favorir lo scaricamento naturale con numerose valanghe dai pendii e canaloni molto ripidi e soleggiati durante le ore pi calde. Le notti serene e le fredde temperature notturne favoriscono il consolidamento del manto nevoso a bassa quota, con crosta da rigelo portante durante il mattino. Il grado di pericolo sar pari a 2-moderato nelle valli di Champorcher, Mont Avic, basse valli di Ayas e Lys; 3marcato sul restante territorio. Visualizza cartina

Sabato 30/03/2013

Durante le attivit escursionistiche richiesta una buona capacit di valutazione locale del pericolo, in quanto il manto nevoso recente ancora instabile, soprattutto lungo la dorsale alpina perch i quantitativi sono pi consistenti. Seguite l'aggiornamento: domani verr emesso un bollettino straordinario. Domenica 31/03/2013 Luned 01/04/2013

LEGENDA

Quota ed esposizione dei pendii critici


5 MOLTO FORTE 4 FORTE 3

Aumento del pericolo valanghe nell' arco della giornata


MARCATO 2 MODERATO 1 DEBOLE

Scala di pericolo

Bollettino neve e valanghe valido per le prossime 72 ore al di fuori delle piste controllate ed aperte Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida: www.aineva.it/guida.html Risponditore telefonico: Bollettino Nivometeorologico 0165 / 776300 - Bollettino Meteorologico 0165 / 272333 Assessorato opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica 2000-2013 Regione Autonoma Valle d' Aosta Condizioni di utilizzo | Crediti | Contatti | Aggiornata il 29/03/2013