Sei sulla pagina 1di 9

In serie D vincono Palazzolo e Noto

A pagina quindici www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CALCIO

Operazione Black out due patteggiano


A pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

venerd17 29marzo marzo2012 2013Anno AnnoXXV XXVI N. 76 DirezioneAmministrazione AmministrazioneeeRedazione: Redazione:via viaMosco Mosco 51 51 Tel. Tel. 0931 0931 46.21.11 46.21.11 -- FAX FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. 0,0, 50 sabato N. 64 Direzione S.r.l. via via Mosco Mosco 51 51 Tel. Tel. 0931 093146.21.11 46.21.11--Fax Fax0931/ 0931 60.006 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Una delusione (preventivata) il bando per parcheggi e trasporto

Nessuno alla gara per il sistema integrato


E

Trasporti deserti

Immigrazione

naltra siracusana approda a Palazzo dei Normanni. Stavolta toccato allarcheologa Maria Rita Sgarlata, scelta dal governatore Rosario Crocetta per ricoprire lincarico di assessore al Turismo dopo la revoca del cantautore catanese Franco Battiato. La Sgarlata siracusana, ha 51 anni ed vicina al Megafono (per il quale stata candidata alle scorse elezioni politiche per il Senato), il movimento politico del governatore. La Sgarlata ha affidato un primo commento alla sua pagina di facebook ieri sera. Sono contentissima per l'attestato di stima che mi ha riservato il presidente Crocetta - ha scritto sul social network la nuova assessora regionale al Turismo.
A pagina quattro

Mariarita Sgarlata al Turismo

REGIONE SICILIA

andata deserta la gara dappalto, fissata per la giornata di ieri, per laffidamento del servizio di gestione della sosta a pagamento su strada (strisce blu), nei parcheggi Talete e Molo S. Antonio, del servizio check point bus turistici, servizio go bike, servizio bus navette Ortigia e del servizio di trasporto pubblico locale del Comune di Siracusa. Da una lettura del capitolato dappalto, infatti, erano tante le incongruenze e le zone dombra di un piano economico tanto mal calibrato da scoraggiare.
A pagina tre

E stata chiesta la condanna a


20 anni di reclusione a carico di Salvatore Infanti, il 70enne pensionato siracusano ex dipendente della Montedison.
A pagina sette

Chiesti 20 anni per luxoricida di via Monti

Il pubblico ministero Antonio Nicastro ha chiesto concluso ieri


mattina la requisitoria, sollecitando una sentenza di proscioglimento nei confronti di padre Carlo DAntoni, il parroco della chiesa di Bosco Minniti, coinvolto nelloperazione San Rocco, portata a termine dagli uomini della squadra mobile della Questura di Siracusa il 9 febbraio 2010 attorno ad un presunto giro di immigrati clandestini alla ricerca di permessi di soggiorno.
A pagina cinque

Chiesto il proscioglimento per padre Carlo DAntoni

29 MARZO 2013, venerd

di Arturo Messina Mai stato sul cammello? la meravigliosa commedia di Aldo Nicolai, diretta da Romano Bernardi (uno dei pi noti e apprezzati registi italiani) e con il pi lusinghiero successo portata gi in diversi teatri dalla moglie, Alessandra Cacialli, che ha cinquantanni di splendida carriera teatrale, dalla figlia Debora e Maria Rita Sgarlato, che sono ottime attrici professioniste. Al teatro Vaquez, invece, stato il terzo spettacolo teatrale cui ha assistito solamente un centinaio di Siracusani. Eppure, anche questo uno spettacolo che avrebbe meritato la stessa affluenza di pubblico che si riversato e si riversa di consueto nello stesso teatro quando si danno opere teatrali prodotte oppure ospitate dalle tre compagnie teatrali locali. Lavrebbe meritato come lavrebbe meritato Gilberto Idonea, che ritenuto il migliore intrattenitore, quantomeno siciliano, e portava sulla scena siracusana levento artistico culturale daltissimo livello che porta in ogni parte dItalia e dAmerica per fare conoscere ( con le pagine e gli aneddoti pi significativi) autori siciliani illustri come Luigi Pirandello e Nino Martoglio, insigni attori siciliani come Angelo Musco e Giovanni Grasso. Lavrebbe meritato come lavrebbe meritato Tuccio Musumeci (uno dei migliori comici siciliani) che portava sulla scena Fumo negli occhi, una delle commedie pi note e applaudite persino quando anche a Siracusa stata recitata con successo da una compagnia di attori filodrammatici. La commedia che venerd scorso Alessandra Cacialli ha portato sulla scena affronta una delle problematiche pi attuali e scottanti dei nostri giorni, qual quella dellassistenza di chi rimane vedova ed ha unet piuttosto avanzata ma rimane con la sua mentalit saldamente abbarbicata alle sue vecchie abitudini, alla sua materna potest. La protagonista una vecchietta ancora arzilla, vivacetta fin troppo di spirito, malgrado gli acciacchi che la costringono a reggersi con il bastone. Ella non si rassegna a lasciare spazio alla propria figliolanza, di cui non comprende le aspirazioni, su cui tiranneggia imponendo le proprie idee, la propria volont su tutto. Non intende affatto arrendersi in nulla, nemmeno alle prescrizioni dei medici,

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

29 marzo 2013, venerd

Gestione parcheggi e trasporti: gara deserta


E andata deserta la

Era stata fissata per la mattinata di ieri, ma non stata presentata alcuna offerta al Comune capoluogo

Al teatro Vasquez stato disertato anche il terzo spettacolo non ospitato da alcuna delle tre compagnie locali

Mai stata sul cammello?


Ci induce a fare lanalisi funzionale sociologica sullinteresse dei Siracusani ieri e oggi per il teatro
che le prescrivono certi rimedi, una certa dieta, un certa rinuncia alle cose che sa bene che le fanno male, come i dolci per chi soffre di diabete, che le consigliano di accettare certe decisioni, quale quella di lasciare la propria abitazione, la propria reggia. L lei ha sempre governato e insiste a volere governare, pur non essendo pi in grado di badare a se stessa. Rifiuta nettamente d accettare il ricovero in una casa di accoglienza, dove dovrebbe andare per il suo bene e per quello delle persone care che laccudiscono, con la massima dedizione, ma che hanno pur esse diritto di pensare a se stesse, alle proprie aspirazioni, al proprio avvenire. Alessandra Cacialli affronta tali scottanti problematiche nel modo pi spigliato e divertente, rimanendo imperterrita dallinizio alla fine sulla scena, infiorettata di battute, di atteggiamenti, di posture che suscitano continuamente sui purtroppo pochi spettatori le pi spontanee risate, ma facendo scaturire loro nello stesso tempo le pi serie considerazioni, riflettendo che casi simili, probabilmente nella propria famiglia ne conoscono- e ne vivono- altrettanti, per cui lo spettacolo si pu anche definire una vivace lezione di vita, un castigat ridendo mores e forse induce a non imitare quella signora dolcissima, si fa per dire, che non trovava migliore di portare la propria croce se non aggravando il peso di quella che dovevano portarla le persone che costringeva ad assisterla momento per momento, rinunciando a se stesse, ai propri progetti, anche sentimentali, ai propri desideri, anche quelli di una vacanza in africa, a cavallo dun cammello Intendendo fare, come sogliamo, unanalisi funzionale sociologica sulla frequenza, linteresse e i gusti dei siracusani riguardo il teatro ieri e oggi, cosa ne dovremmo dedurre al lume di questo insolito sondaggio? Riteniamo che non sia arduo, ma penoso indubbiamente: i Siracusani hanno perduto labitudine dandare in teatro! Possiamo dire che essi lhanno perduto perch oggi ci sono innumerevoli canali televisivi che fanno vedere innumerevoli spettacoli? Non pare che sia questo il motivo, se consideriamo che i telespettatori cambiano continuamente canale in cerca dun programma che veramente li interessi, a meno che non soffrano di unicocanaldipendenza anche se lo trovano ingolfato di pubblicit Possiamo dire che labbiamo

perduto perch andare in teatro costa troppo in rapporto alla crisi economica che ieri non cera e oggi cos grave? Pare che nemmeno questo sia il motivo, perch soprattutto i giovani i soldi li trovano per soddisfare i propri hobby, come i weekend , le gitarelle, le sale da ballo, se non anche la droga Possiamo dire che labbiano perduto perch non vi pi la pubblicit murale che nel passato informava la cittadinanza? Pare che nemmeno questo sia il motivo, se si pensa che anzi oggi linformazione a pi portata di mano, visto che il computer ce lhanno anche i neonati e ci si pu molto pi facilmente informare non solo di ci che si programma nei teatri, ma anche di ci che avviene in tutto il mondo. La domanda labbiamo rivolto a chi ha portato i tre spettacoli ingiustamente disertati e sicuramente non ne sar rimasto soddisfatto, pur con i sacrifici affrontati per portarli a Siracusa; essendo egli a Catania, la risposta ce lha data la sua segretaria: Non sapremmo darla in senso positivo per quanto riguarda linteresse dei siracusani per il teatro oggi, visto che in tutti gli altri teatri le stesse compagnie hanno riscosso e stanno riscuotendo grandissimo e meritatissimo successo!

gara dappalto, fissata per la giornata di ieri, per laffidamento del servizio di gestione della sosta a pagamento su strada (strisce blu), nei parcheggi Talete e Molo S. Antonio, del servizio check point bus turistici, servizio go bike, servizio bus navette Ortigia e del servizio di trasporto pubblico locale del Comune di Siracusa. Da una lettura del capitolato dappalto, infatti, erano tante le incongruenze e le zone dombra di un piano economico tanto mal calibrato da scoraggiare qualsiasi imprenditore oculato, interessato ad avviare nuovi e pi efficienti servizi di mobilit nella nostra citt. Era evidente - spiega il consigliere del quartiere Tiche, Fabio Fazzina - che i ricavi presunti dellofferta al nuovo gestore fossero sovrastimati, tanto da rendere concreto il rischio che nessuno ritenesse economicamente vantaggiosa lofferta del Comune. Senza entrare nel dettaglio e tralasciando ogni valutazione analitica sui singoli servizi oggetto dellappalto, ci limitiamo ad alcune semplici considerazioni. E plausibile ritenere, per esempio, che i ricavi economici della sosta nei parcheggi Comunali (Talete e Molo S. Antonio) non siano

stati valutati coerentemente con la richiesta effettiva dellutenza. E dinanzi agli occhi di

In foto, parcheggi a strisce blu in citt.

tutti, infatti, che il numero di autovetture in sosta allinterno dei due parcheggi non supera

mediamente il 20% degli stalli disponibili. Ci chiediamo allora se il calcolo sia stato effettua-

to su questo dato, spalmato per tutto lanno e calibrato tenendo conto dei fine settimana e dei

giorni festivi o, pi semplicisticamente, si sia effettuato un sovradimensiona mento dellofferta? Ed ancora, come stato valutato il valore commerciale dei bus elettrici, che sarebbero stati dati in comodato al nuovo gestore? I bus elettrici, infatti, sono fermi da oltre 4 anni. Le batterie non utilizzate hanno perso nel frattempo la loro flessibilit di carica e, pertanto, sono vetuste e da sostituire. Tale sostituzione era stata inserita nel piano economico? La manutenzione per il riavvio su strada degli stessi mezzi era stata prevista e adeguatamente contabilizzata? Ma la domanda pi inquietante di tutte perch si deciso di stravolgere il vecchio piano economico pi coerente ed aderente alla realt, gi elaborato quasi tre anni fa per il precedente bando, bloccato inopinatamente dal sindaco Visentin alla vigilia della gara dappalto?

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

29 marzo 2013, venerd

Mariarita Sgarlata assessore regionale al Turismo


naltra siracusana approda a Palazzo dei Normanni. Stavolta toccato allarcheologa Maria Rita Sgarlata, scelta dal governatore Rosario Crocetta per ricoprire lincarico di assessore al Turismo dopo la revoca del cantautore catanese Franco Battiato. La Sgarlata siracusana, ha 51 anni ed vicina al Megafono (per il quale stata candidata alle scorse elezioni politiche per il Senato), il movimento politico del governatore. La Sgarlata ha affidato un primo commento alla sua pagina di facebook ieri sera. Sono contentissima per l'attestato di stima che mi ha riservato il presidente Crocetta - ha scritto sul social network la nuova assessora regionale al Turismo - So che una eredit difficile ma si tratta di un lavoro. E io credo nel lavoro di squadra. Sono fiera e davvero felice. Aspettiamo adesso di sciogliere la riserva. Crocetta ieri mattina stato a Roma per l'incontro su Gesip col ministro Fornero, ma dovrebbe incontrare anche altri esponenti del governo in vista della redazione del Bilancio della Regione. Per il posto lasciato libero ai Beni Culturali da Zichichi si fatto invece il nome di Antonio Presti. Resta comunque lui il candidato pi accreditato e il governatore attende solo che sciolga la riserva. Il presidente della Regione ha riferito all'Ars sulla revoca delle deleghe assessoriali a Franco Battiato e Antonio Zichichi il 3 aprile.

In foto, Mariarita Sgarlata.

E la scelta operata dal governatore Rosario Crocetta per sostituire il revocato assessore Franco Battiato
Con la nomina ormai imminente della Sgarlata ad assessore regionale al Turismo, si infoltisce la pattuglia dei siracusani a Sala dErcole. Insieme a lei, infatti, fanno parte della pattuglia dei deputati regionali Marika Cirone Di Marco del Partito democratico, Stefano Zito, Movimento

5 Stelle; Vincenzo Vinciullo, Popolo delle Libert; Bruno Marziano, Partito Democratico (presidente della commissione parlamentare alle Attivit Produttive; Giambattista Coltraro, Lista Crocetta Presidente; Pippo Sorbello, Udc Pippo Gianni, Centro Democratico. R.L.

Verifiche tecniche sullautostrada

GIOVEDI' PROSSIMO

a Rivoluziona Siracusa arrivano le pi vive congratulazioni per il neo assessore ai Beni Culturali alla regione Sicilia, Mariarita Sgarlata, gi candidata al senato per Il Megafono alle ultime elezioni politiche. E con soddisfazione che accogliamo la nomina di Mariarita Sgarlata nella Giunta regionale ha affermato Giuseppe Patti, candidato sindaco del movimento sia perch abbiamo condiviso importanti battaglie in difesa dellambiente e del patrimonio, storico e architettonico di Siracusa, non ultima quella per la tutela del piano paesaggistico, sia perch era da gi da troppo tempo che Siracusa non aveva un suo rappresentante in giunta, sia perch una donna, e siamo orgogliosi che il Presidente Crocetta abbia voluto tacitare le polemiche di questi giorni sulla presenza femminile in Parlamento, scegliendo una rappresentante donna della politica siracusana. Siamo convinti che il neo assessore sapr dare la spinta necessaria, in questo momento di impasse, ad un settore cos importante per la Sicilia come quello dei Beni culturali. Le auguriamo di cuore buon lavoro.

Peppe Patti Mariarita ottima scelta

POLITICA

La richiesta avanzata al Gup Michele Consiglio nelludienza preliminare di ieri. Rinvio a giudizio invocato per il segretario
Il
pubblico ministero Antonio Nicastro ha chiesto concluso ieri mattina la requisitoria, sollecitando una sentenza di proscioglimento nei confronti di padre Carlo DAntoni, il parroco della chiesa di Bosco Minniti, coinvolto nelloperazione San Rocco, portata a termine dagli uomini della squadra mobile della Questura di Siracusa il 9 febbraio 2010 attorno ad un presunto giro di immigrati clandestini alla ricerca di permessi di soggiorno e dello status di rifugiati politici. La richiesta stata avanzata nel corso delludienza preliminare al cospetto del Gip Michele Consiglio. Il Pm si sar convinto della buonafede del parroco nellaccoglienza di numerosi extracomunitari presso la sua parrocchia oltre che della legittimit del proprio operato. Del resto, don DAntoni si era sottoposto ad un lungo interrogatorio il 29 novembre scorso proprio dinanzi al Gup, quando ha rigettato laccusa di falso, sostenendo che le dichiarazioni di ospitalit, oggetto della contestazione, non erano finalizzate alla residenza in parrocchia quanto ad un domicilio dove fare recapitare la corrispondenza. Un considerevole numero di stranieri, nel corso degli anni mi stato accompagnato fino in chiesa, in modo informale, da persone della polizia di Stato, assistenti sociali del Comune di Siracusa o dellospedale cittadino, da dipendenti della Prefettura da qualche assessore comunale - ha detto DAntoni E questa massa di immigrati, che nellarco di quasi venti anni ha raggiunto la cifra di 15 mila persone, hanno mantenuto lindirizzo della parrocchia fin quando non sono riusciti ad avere una loro stabilit lavorativa e abitativa. Attualmente hanno ancora lindirizzo della parrocchia circa 800 persone. Tutti questi, periodicamente tornano ad abitare in parrocchia. Il rappresentante della pubblica accusa ha invocato, invece, la richiesta di rinvio a giudizio a carico degli altri imputati , lex collaboratore del parroco, Antonino De Carlo di 38 anni, i nigeriani Dafe Million Towor di 26 anni, ed Eke Mike di 26, il liberiano Godwin Sunday di 36, e la

Il Pm chiede di prosciogliere padre Carlo DAntoni

29 marzo 2013, venerd

Gioved 4 aprile prossimo, per la durata di sei ore, dalle ore 12

alle ore 18 la carreggiata Sud dellautostrada Catania-Siracusa (direzione di marcia Catania-Siracusa), per un tratto di circa 8 km., dal km. 12+200 al km. 20+700, rimarr chiusa al transito per consentire lo svolgimento delle verifiche ispettive della Commissione Sicurezza Gallerie del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici prescritte dal Decreto Legislativo 5 ottobre 2006, n. 264 in "Attuazione della direttiva 2004/54/CE in materia di sicurezza per le gallerie della rete stradale transeuropea". Per il periodo di tempo sopraindicato, tutto il traffico veicolare autostradale, nei due sensi di marcia, sar, pertanto, dirottato - mediante il posizionamento di adeguata segnaletica stradale - sulla carreggiata Nord (direzione di marcia Siracusa - Catania), su cui verr istituito il doppio senso di circolazione

Volevo

che, a rappresentare la lista civica - dice Mangiafico fosse un logo semplice. Un logo che legasse nome del candidato sindaco e il gruppo di persone che lo sostiene alla citt di Siracusa. Un Teatro Greco stilizzato vuole mostrare il nostro senso di appartenenza verso una citt che vuole ripartire con una politica vicina a tutti i cittadini. Un teatro che vuole rappresentare la voglia di partecipazione al dibattito civile, la condivisione delle decisioni, il primato di una citt che lega il suo nome alla cultura e lorgoglio di una storia millenaria. Sulla scelta del colore, invece, Mangiafico afferma: Il verde rappresenta la speranza di un miglioramento della qualit di vita dei nostri cittadini soprattutto i meno fortunati, la gioia e limpegno con cui viviamo questo cammino volto a contribuire alla rinascita cittadina.

Mangiafico Un logo semplice

cittadina cinese Cingquin Zhiang di 42 anni, ritenuti responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dellimmigrazione clandestina. E stata poi la volta degli avvocati Matilde Lipari ed

In foto, padre Carlo DAntoni.

Umberto Di Giovanni, rispettivamente per Eke e per Godwin concludere le arringhe chiedendo al Guo di emettere sentenza di non luogo a procedere. La prossima udienza, fissata per il 4 luglio, toccher allon. Sofia

Amoddio, in difesa del parroco, e ad Emanuele Bosco, per il suo collaboratore, chiudere le arringhe. Subito dopo il Gup si ritirer in camera di consiglio per emettere il relativo verdetto. Francesco Nania

oppio sbarco di immigrati clandestini nel giro di poche ore nella rada di Santa Panagia. Il primo avvenuto alle ore 2 della scorsa notte, quando una motovedetta della Guardia di Finanza ha intercettato, a circa 5 miglia dalle coste siracusane, nei pressi di Contrada Murro di Porco Plemmirio, unimbarcazione con a bordo 128 migranti. Il natante stato scortato allinterno del Porto Grande di Siracusa ed i cittadini extracomunitari, in numero di 128, di cui 126 uomini e 2 donne, provenienti da vari paesi del medio oriente, dopo le prime cure e assistenze, sono stati trasferiti presso il centro di assistenza Umberto I. Il secondo sbarco si registrato alle ore 06.30 odierne, personale delle forze di polizia ha individuato presso la costa di Contrada Targia, unimbarcazione dalla quale erano appena sbarcati alcuni cittadini extracomunitari. Poco dopo, lo stesso personale ha rintracciato 70 migranti che sono stati anchessi

Due sbarchi nel giro di poche ore Arrivati a Siracusa 198 immigrati

CRONACA

rifocillati, assistiti ed accompagnati presso il centro di assistenza Umberto I di Siracusa. Sono in corso ulteriori ricerche volte al rintraccio di altri cittadini extracomunitari. Intanto, le associazioni ed Enti che si occupano di Tutela dei Migranti, chiedono con forza che, nel rispetto del regolamento Shenghen e del principio di non refoulement sancito dallart. 33 della Convenzione di Ginevra, vengano valutate le posizioni individuali dei migranti, garantendo linformazione e leventuale accesso alla richiesta di Protezione Internazionale anche per i cittadini egiziani e lattenta individuazione della presenza di minori non accompagnati. Si ribadisce un secco no alle cosiddette espulsioni collettive e chiedono di consentire laccesso alle medesime Associazioni e, prima ancora, agli operatori del Progetto Presidium, nei luoghi dove i migranti sono temporaneamente ospitati, per garantire il loro diritto di difesa.

29 marzo 2013, venerd

Black out, due imputati patteggiano la condanna


Sono
ricorsi al rito del patteggiamento sue presunti spacciatori di sostanze stupefacenti, coinvolti entrambi nell'operazione antidroga denominata Black out, portata a termine dai carabinieri con il coordinamento della direzione distrettuale antimafia di Catania il 20 dicembre scorso. Mario Emanuele Giampiccolo di 32 anni di Francofonte (agli arresti domiciliari), e Concettina Calderone, lentinese di 34 anni, che gode del beneficio della sospensione condizionale della pena, si sono visti applicare dal Gup del tribunale di Catania, Oscar Biondi, la pena di 1 anno e 10 mesi di reclusione ciascuno oltre al pagamento di 10 mila euro di multa. La pena stata applicata su richiesta delle parti, il pubblico ministero Andrea Ursino della Dda di Catania, e gli avvocati Junio Celesti e Francesco Villardita. Di fatto, la posizione dei due imputati stata stralciata rispetto a quella degli altri indagati Michele DAvola, francofontese di 39 anni; Vincenzo Lia, lentinese di 36 anni; Daniele Lo Presti, lentinese di 27; Salvatore Rizzo 52 anni originario di Licodia Eubea, anchessi coinvolti nelloperazione Black out con laccusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico delle sostanze stupefacenti. La loro posizione, infatti, sembrata pi sfumata rispetto agli altri. Concettina Calderone, moglie di Lia, coadiuvava il marito recandosi in campagna per assistere allallacciamento abusivo alla rete Enel a servizio della coltivazione di cannabis,spostando lo stupefacente per evitare i controlli dei Carabinieri; Giampiccolo risultato essere uno degli acquirenti della droga, che utilizzava per lattivit di spaccio, occultandola davanti allingresso delle abitazioni adiacenti alla sua. Lorganizzazione risultata gestire principalmente marijuana in cospicui quantitativi (circa 20 kg. al mese), ma

Si tratta di un francofontese e di una lentinese, le cui posizioni sono state stralciate rispetto a quella degli altri indagati, coinvolti nelloperazione dellamtimafia di Catania

Nel riquadro, Mario Emanuele Giampiccolo In foto, gazzella dei carabinieri. anche cocaina ed hashish in quantit pi contenute. Peculiarit del sodalizio era la disponibilit di armi, difatti il DAvola poteva avvalersi di una pistola con relativo munizionamento, occultata presso la sua abitazione, mentre il Lia disponeva di

un fucile a pompa, un fucile a doppietta ed una pistola calibro 6,35, il tutto con le relative munizioni.

CRONACA

Nuovo,

stringente controllo da parte delle forze dellordine nei confronti dei negozi di compravendita di oro nel capoluogo. Stavolta ad agire sono stati gli agenti del Commissariato di

Titolare di negozio Compro oro denunciato per ricettazione


Ortigia, i quali hanno denunciato in stato di libert S.S. di 35 anni siracusano, titolare di un esercizio commerciale di Compro Oro, sito in Ortigia, per il reato di ricettazione. Gli operatori della Polizia,

Maltrattamenti ai danni della moglie. Con questaccusa stato rin-

Maltrattava la moglie Lentinese a giudizio

viato a giudizio un lentinese, Nunzio Tavano di 43 anni, il quale, difeso dallavvocato Angelo DAmico, comparso ieri mattina dinanzi al Gip del tribunale, Michele Consiglio, che ha emesso a suo carico il decreto che dispone il giudizio. Luomo accusato di avere usato violenza, ingiuriato, insultato la moglie fino al 5 ottobre 2011, quando scattata la denuncia. La donna si costituita parte civile con il patrocinio dellavocato Luciana Franco. Limputato dovr comparire al cospetto del giudice unico del tribunale di Lentini per ludienza del 23 ottobre prossimo.

nellambito di un controllo amministrativo nellesercizio commerciale in argomento, hanno rilevato, altres, numerose violazioni delle disposizioni di legge che regolamentano tale attivit ed hanno elevato sanzioni amministrative per circa 800 euro. Durante il controllo sono stati sequestrati numerosi oggetti preziosi, tra cui orologi di grande pregio (Rolex, Bulgari e Paul Picot), per un valore ben oltre i 20 mila euro, tutti sprovvisti di relativa documentazione attestante lacquisto e le generalit del venditore, ed una bilancia non regolamentare. Sono state accertate, infine, irregolarit relative ad alcune fatture che consentivano lelusione dellIva.

E stata chiesta la condanna a 20 anni di reclusione a carico di Salvatore Infanti, il 70enne pensionato siracusano ex dipendente della Montedison, che la mattina del 24 febbraio dello scorso anno ha ucciso ,soffocandola con il cuscino mentre dormiva, la moglie Elisabhet Facchiano, di 63 anni., originaria della Francia, ex collaboratrice scolastica. Luxoricida, reo confesso, comparso ieri mattina dinanzi al Gup del tribunale, Michele Consiglio, per essere processato con il rito abbreviato. La richiesta di condanna stata avanzata dal pubblico ministero Antonio Nicastro a conclusione della sua requisitoria, mentre la difesa, sostenuta dallavvocato Lucilla Campisi, ha concluso larringa invocando per il proprio assistito una condanna pi ridotta possibile sostenendo che non sia da tenere in considerazione laggravante della premeditazione. Nel corso dell'udienza, celebrata ieri mattina, limputato ha rilasciato dichiarazioni spontanee confermando sostanzialmente quanto in precedenza aveva riferito agli investigatori che erano giunti allinterno della sua abitazione, in un residence sito al civico 26 di via Luigi Monti in contrada Pizzuta. Nel corso delludienza di ieri mattina, limputato ha detto di avere ucciso la moglie perch stanco di subire

La sollecitazione al Gup da parte del pm Antonio Nicastro a conclusione della requisitoria al processo con il rito abbreviato

Chiesti 20 anni di carcere per il pensionato uxoricida

29 marzo 2013, venerd

Elisabhet Facchiano, la donna uccisa dal marito lo scorso anno. le sue pressioni. Ha una grave malattia e idea di sopprimere raccontato di avere che era anche in pre- la vita della consorte trascorso la notte pri- da ad una profonda come per liberarsene ma delluxoricidio, depressione. Stanco ed anche per liberarla praticamente inson- di quella vita che lo dalle sofferenze che ne forse meditando ha messo a durissi- avrebbe patito andi uccidere la mo- ma prova, luomo che a causa di un reglie che soffriva di ha maturato linsana cente intervento per

lasportazione di un tumore. Nessuno dei due coniugi avrebbe mai dato cenno a discussioni o litigi. Eppure, allinterno di quel nucleo familiare qualcosa non

andava per il giusto verso. Si parla di problemi economici che avrebbero ancora di pi acuito la situazione di insofferenza del coniuge nei confronti di quella moglie patiscente. Cos, al culmine di una notte tormentata, ha pensato di porre fine alla vita della consorte pressando il cuscino sul volto della moglie che stava dormendo al suo fianco in camera da letto. Poi, sempre ricorrendo alla sua flemma, ha composto il numero di emergenza dei carabinieri ed ha messo in moto la macchina della giustizia, con i poliziotti che, su segnalazione dei militari dellArma, si sono precipitati sul luogo del delitto, trovando il pensionato che non aspettava altro di essere arrestato e tradotto nel carcere di Cavadonna. Il processo stato aggiornato alludienza del 16 maggio prossimo quando ci sar la controreplica da parte del rappresentante della pubblica accusa prima della camera di consiglio e quindi dellemissione del verdetto da parte del Gup. F.N.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

29 marzo venerd

Linteressante lezione si tenuta nellaula magna del tredicesimo istituto comprensivo Archimede di Siracusa, protagonisti il Gip Consiglio ed il Pm Palmieri

vita di Quartiere

29 marzo 2013, venerd

Ore 11.30, lezione di lotta alla

Due magistrati impartiscono lezioni di lotta alla mafia

criminalit organizzata. In cattedra, un giudice per le indagini preliminari ed un pubblico ministero siracusani, i quali hanno spiegato ai piccoli alunni del tredicesimo istituto comprensivo Archimede di Siracusa, come si muove la magistratura nel coordinare complesse indagini di polizia giudiziaria anche internazionali, nei confronti delle organizzazioni criminali. Ad accogliere i relatori, il dirigente scolastico, Antonino Gimmillaro. La lotta alla criminalit e la cooperazione giudiziaria europea il titolo dellincontro, moderato dalla professoressa Angela Marcian, docente di Lettere presso lo stesso istituto scolastico, la quale ha spiegato il senso del progetto puntualizzando che la scuola deve educare i ragazzi sin dalla tenera et affinch prendano coscienza della cultura della legalit. Per tale motivo sono state affrontate diverse lezioni specifiche sul tema della criminalit organizzata e sui diversi modi che gli Stati dellUnione europea hanno applicato per reprimerla quando non prevenirne i fenomeni e gli effetti deleteri. La lezione dei due magistrati non altro che il compendio degli approfondimenti che ciascuna classe dellistituto comprensivo Archimede ha svolto durante il normale ciclo didattico. In unaula magna, dallacustica traditrice, affollata di alunni, la parte principale della conversazione toccata, quindi, ai due magistrati La prima relazione stata svolta dal sostituto procuratore Andrea Palmieri, presidente della sezione siracusana dellAssociazione nazionale magistrati, il quale ha approfondito con i ragazzi il tema delle organizzazioni criminali e della collaborazione investigativa e giudiziaria tra lItalia e gli Stati dellUnione europea tramite il coordinamento di agenzie specializzate quali Eurojust e lEuropol. La seconda relazione stata tenuta, invece, dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, il quale ha fatto dei cenni sulla natura e sulle finalit delle organizzazioni criminali presenti sul territorio nazionale, le loro propaggini in Europa. Ha spiegato agli studenti anche il significato di mandato di arresto e la confisca tansnazionale dei beni.

La citt impreparata ad affrontare lemergenza maltempo


a citt di Siracusa impreparata a gestire lemergenza maltempo perch basta un semplice acquazzone, ed completamente paralizzata. Lo scenario a cui assistiamo ogni volta che piove, specialmente quando in maniera incessante e violenta, a dir poco vergognoso se non proprio drammatico: strade che si allagano perch le griglie per la raccolta delle acque pluviali sono sempre otturate da spazzatura di ogni genere; coperchi dei tombini fognari che saltano; manti stradali che inaspettatamente si aprono; automobilisti in panne che sprofondano allinterno delle sempre pi numerose buche presenti sullasfalto, in quanto coperte dalla pioggia; torrenti o cascate temporanee improvvisate su marciapiedi o sulle rampe di scale; ecc. Emergenza che scatta sistematicamente ogni autunno, a causa della mancanza di unadeguata politica di prevenzione e di costante monitoraggio del territorio. E necessario stabilire gli strumenti, programmare gli interventi prioritari e le risorse economiche adeguate, senza dimenticare che linformazione e soprattutto la formazione dei cittadini su questi temi di fondamentale importanza. Alla luce degli effetti dei cambiamenti climatici in atto, e alle conseguenze di una folle gestione, che ha reso ancor pi attaccabile il nostro territorio, indispensabile riprogettare un piano urgente, efficace e

In una sua articolata disamina il consigliere di circoscrizione Paolo Passanisi osserva come nessun quartiere sia attrezzato per lemergenza meteorologica

In foto, il pm Andrea Palmieri parla agli studenti dellArchimede

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE AMICI DELL'HOSPICE DI SIRACUSA

Il senso della vita e lombra della morte spiegati dal life coach Gianfranco Damico
Gli antichi greci sostenevano che il filosofare non altro che imparare a morire. Questo ha sostenuto il life coach Gianfranco Damico, protagonista della relazione tenuta nellandrone dellospedale Alessandro Rizza di Siracusa. Organizzata dallassociazione Amici dellhospice di Siracusa, la conversazione con Damico stata introdotta dal dottore Giovanni Moruzzi, responsabile dellhospice. La relazione stata imperniata sul tema principale legato alla vita che sfugge e che mai per tale motivo si ama. Ad un vasto uditorio, accomodato anche sulle scale della struttura sanitaria, Damico ha tratteggiato il senso dellesistenza portando ad esempio la propria vita. Quando si ama qualcosa o qualcuno - ha detto - gli si d un valore. Per quanto attiene la vita, ci si accorge che un miracolo e come tale bisogna viverlo in tutte le sue manifestazioni fosse il sorriso di un bambino o lamore di un uomo per la sua donna e viceversa. In questa nostra esistenza, per, c unombra indelebile ed accanto ad ognuno di noi: la tristezza, lo sconforto, la sofferenza rappresentano, insieme allombra della morte, la bellezza della vita. Damico ha letto cenni del suo prossimo libro Il codice segreto della relazione, spiegando come sia interessante scoprire giorno per giorno pi la relazione che il soggetto. La conversazione con Damico si inserisce nel programma delle iniziative avviate dallassociazione amici dellhospice di Siracusa, nata lo scorso anno dallesperienza di ciascun socio fondatore che ha sperimentato il bisogno di aiuto e limportanza dellessere accolto e sostenuto nella globalit del momento. Lassociazione - spiega la presidente Valeria

In foto, la relazione di Gianfranco Damico.

Troia - a tutela e a protezione della qualit della vita, dalla nascita alla morte, si prefigge di valorizzare la persona nella sua integrit, ponendola al centro del sistema di appartenenza, riconoscendola come esperienza di senso. La mission dellassociazione quella di sostenere coloro i quali nel territorio vivono ed affrontano, durante le diverse fasi del ciclo della vita, fragilit e disagio psicofisico; sensibilizzare il contesto sociale veicolando una cultura umanistica, fondata sulla centralit delluomo; coordinare iniziative atte a migliorare la qualit della vita; promuovere formazione e ricerca diffondendo la cultura delle cure palliative, sia mediante la realizzazione di programmi di formazione specialistica e di aggiornamento continuo, che sia attraverso la realizzazione di progetti di ricerca.

concreto per la mitigazione del rischio, la prevenzione e lavvio di unefficace azione di rinaturazione diffusa, al fine di evitare che Siracusa affoghi. Un buon piano strategico per la mitigazione del rischio idrogeologico, come peraltro previsto dalle direttive europee in tema di difesa del suolo, rappresenterebbe un grande volano per linnovazione tecnologica della citt e soprattutto distribuirebbe lavoro a numerose persone, dando una boccata dossigeno non indifferente a un settore in crisi come quello edile. Nuove politiche di gestione del suolo e delle foreste darebbero un sostanziale contributo alla riduzione delle emissioni di Co2 e allo sviluppo delle aree interne. Ad avviso del consigliere Passanisi bisogna ridimensionare, e subito, gli investimenti sconsideratamente previsti per le grandi opere, destinando invece le necessarie risorse verso interventi di manutenzione e di tutela del territorio: solo in questo modo sar possibile realizzare unopera di costante contrasto al dissesto idrogeologico, di valorizzazione e di tutela del nostro importante patrimonio paesaggistico. Non accettabile che

i cittadini residenti al Villaggio Miano o nel rione della Pizzuta, ogni volta che si verifica una precipitazione, pi o meno violenta, debbano rimanere requisiti in casa, in quanto questa zona della citt ancora sprovvista di un canale di gronda, una specie di raccoglitore di acque piovane che, attraverso le condotte, le conduca in mare. Unaltra zona piuttosto colpita della citt viale Scala Greca, la quale necessiterebbe della realizzazione del raddoppio del collettore esistente con relativo scarico a mare. Nel nostro territorio, inoltre, le aree maggiormente a rischio di dissesto idrogeologico sono: larea del bacino del fiume Anapo, con specifico riferimento alla localit Pantanelli ed allinterno del bacino idrografico di Cassibile con specifico riferimento al Torrente Mortellaro ed alla localit Fontane Bianche. Ma proprio la localit Pantanelli non dovrebbe essere una area sicura, per via del fatto che proprio qui c la sede della Protezione Civile? Tutto ci ha veramente dellassurdo! Il problema che mancano le adeguate risorse finanziare comunali (va ricordato che lamministrazione comunale ha un buco

in bilancio da far paura) per la realizzazione di questi interventi (i quali progetti sono stati gi inoltrati alla Regione per essere inseriti allinterno delle previsioni di spesa) e del solito balletto delle competenze tra il Comune e la Provincia. Di fronte ad una fragilit del territorio, una vera e seria politica preventiva di manutenzione peserebbe, infatti, molto di meno sulle casse comunali, rispetto ai costi che in seguito si dovrebbero sostenere per far fronte agli eventuali disastri, emergenze e ricostruzioni. Se a tutto questo poi aggiungiamo anche il dato relativo agli edifici a rischio sismico ed una condizione di fragilit del territorio aggravata anche, nonostante unenormit di leggi, dallabusivismo, chiaro che occorre rigenerare e mettere a frutto lesistente, con lobiettivo prioritario della sicurezza e della qualit dellhabitat dei cittadini. Dallalluvione del 17 settembre del 2003, che mise in ginocchio lintera provincia di Siracusa, causando danni incalcolabili soprattutto alle imprese agricole, alcune delle quali stanno ancora aspettando i finanziamenti regionali e statali necessari per il

risarcimento dei danni, ad oggi, non cambiato molto e c davvero da lavorare tanto sulla prevenzione del rischio idrogeologico. Quella che avvenuta di recente a Catania non che lennesima conferma di quanto sia vulnerabile tutto il territorio siciliano e non solo il nostro. Una vulnerabilit di cui ci si accorge, purtroppo, soltanto nelle emergenze, quando poi bisogna porre rimedio allincuria cronica delle pessime amministrazioni locali. Pertanto il consigliere di circoscrizione del quartiere di Santa Lucia Paolo Passanisi, traendo spunto dallo stato di cose desidera rivolgere un appello al Presidente della Regione Siciliana On. Rosario Crocetta affinch, malgrado il particolare momento di crisi economica che stiamo attraversando e le scelte diverse che compie la Regione, riesca a dare, in tempi rapidi, le risorse finanziarie necessarie a risolvere queste problematiche legate al dissesto idrogeologico, al fine di mettere in sicurezza anche le aree del nostro territorio che destano pi preoccupazione, soprattutto per salvaguardare lincolumit della popolazione e lassetto del territorio stesso.

residenti delle traverse Cannarella e Serramendola, sulla Sp 14 utilizzate da migliaia di automobili, camion e furgoni per superare illegalmente il cantiere dei lavori per la realizzazione degli svincoli autostradali, denunciano la totale inefficienza della Polizia Municipale e di Carabinieri e Polizia (stando a quanto riferiscono i residenti, sia i Carabinieri che la Polizia pare non siano competenti...) che non "riescono" a fare rispettare i cartelli di divieto di transito eccetto residenti apposti dal 18 marzo scorso. La Polizia Municipale risponde alle telefonate dei residenti (decine al giorno) dichiarando sistematicamente l'impossibilit a vigilare a causa della mancanza di uomini e mezzi, necessari per porre in essere azioni deterrenti. Ai residenti sembra assurdo che, in un momento di cos grande difficolt economica del Comune, il Comando della Polizia Municipale non sia in grado di fare cassa multando le migliaia di impuniti che non rispettano la segnaletica stradale presente. I residenti, stanchi, fortemente stressati e spesso impossibilitati a raggiungere la propria casa, bloccati nel traffico di stradine di campagna di appena 3,5 metri, presenteranno esposto alla Procura della Repubblica di Siracusa, richiedendo indagini ed accertamenti volti ad individuare i responsabili di tanta inefficienza, superficialit e burocrazia.

Neapolis: disagi fra i residenti fuori citt per la chiusura della Sp 14

10

29 marzo 2013, venerd

La deputazione a Carlentini

In pellegrinaggio sul poggio della Meta le scarpette di Santa Lucia

Adottato il Piano triennale di prevenzione della corruzione


I

Pellegrinaggio

In foto, la delegazione in pellegrinaggio a Carlentini. Carlentini. Lavv. Piccione ha portato alla venerazione dei fedeli di Carlentini, il Reliquiario di S. Lucia e l'Urna con le sue Scarpette. La messa, alla quale ha preso parte anche il sindaco Giuseppe Basso, stata celebrata dallArciprete don Salvatore Siena. La martire siracusana stata proclamata patrona di Carlentini il 15 marzo del 1621. Santa Lucia, per raggiungere a Catania e pregare sulla tomba di SantAgata, si ferm a Colle Meta dove stata fondata Carlentini. I devoti, che durante i festeggiamenti della Patrona la quarta domenica di agosto spingono la vara per le vie della citt, hanno ringraziato la Deputazione siracusana onorati per aver accolto per la prima volta le scarpette della martire. L'origine della devozione verso

della Deputazione della cappella di Santa Lucia di Siracusa nella Chiesa Madre di Carlentini, in occasione del ricordo della proclamazione di S. Lucia, a Patrona di Carlentini. La nutrita delegazione siracusana, tra cui il Presidente avv. Pucci Piccione e il Maestro di Cappella, Benedetto Ghiurmino, stata accolta dai Devoti e dalla deputazione di

Santa Lucia pu essere ricondotta al periodo della stessa fondazione della citt. Infatti gli abitanti di Carlentini il 15 marzo 1621, secondo l'antica usanza di mettere la citt sotto la protezione di un Santo, scelsero Santa Lucia a "Patrona protettrice ed Avvocata della citt" chiedendone la proclamazione ufficiale. Le celebrazioni avvenivano ogni anno nel giorno della Pasqua di resurrezione ma si rivelarono inopportune e il 3 aprile 1842 furono spostate alla Pasqua di Pentecoste. Trenta anni dopo e precisamente il 20 ottobre 1872 il Consiglio deliber di festeggiare la Patrona la quarta domenica di agosto di ogni anno tradizione rimasta immutata fino ad oggi. Le celebrazioni durano tre giorni ed hanno inizio il sabato con l'esposizione della "Sacra Reliquia",un avambraccio d'argento che custodisce un frammento osseo della Santa. La domenica mattina, alle 10.00, dopo la celebrazione della Santa Messa, possiamo oggi assistere alla trionfale uscita del Venerato Simulacro, spinto dai "Devoti di Santa Lucia", accompagnato dalla Deputazione e dalle autorit religiose, civili e militari, seguita dallo sparo dei fuochi d'artificio. La Santa rientra domenica sera alle 24.00. Il luned conclude il giro del paese. I festeggiamenti si chiudono con il tradizionale sparo dei fuochi pirotecnici. Il simulacro di Santa Lucia un'opera di probabile manifattura locale. Sull'anno della sua realizzazione si sa poco ma certamente gi esisteva nel 1621 anno della proclamazione a Patrona di Carlentini. La struttura di materiali semplici, legno, tela, colla e gesso.

In foto, il commissario Giacchetti. Il Commissario straordinario, prefetto Alessandro Giacchetti, ha firmato ieri mattina la determina di adozione della prima pianificazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione previsto dallart. 1, comma 8, della Legge 190 del 6 novembre 2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalit nella pubblica amministrazione) che andava approvata entro il 31 di questo mese. La Legge 190 del 6 novembre scorso reca un complesso sistema di disposizioni intese a sviluppare unazione coordinata di contrasto al fenomeno della corruzione nella Pubblica Amministrazione, in attuazione dell'articolo 6 della Convenzione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite contro la corruzione, adottata dalla Assemblea generale dell'ONU il 31 ottobre 2003, e degli articoli 20 e 21 della Convenzione penale di Strasburgo sulla corruzione del 27 gennaio 1999. Il Piano sar integralmente sostituito da quello definitivo, a valenza pluriennale (triennio 2013/2015) ma anticipa una prima provvisoria pianificazione di misure organizzativofunzionali ritenute indispensabili ed urgenti, e che saranno sottoposte a verifica a seguito della definizione delle Intese in sede di Conferenza Unificata.

eri mattina, presso la sede del Distaccamento Aeronautico di Siracusa di Via Elorina, ha avuto luogo la cerimonia di scopertura di una targa in memoria di tre avieri deceduti durante la seconda guerra mondiale e linaugurazione di una sala storica dedicata allidroscalo De Filippis, eventi con i quali il Distaccamento ha voluto celebrare il novantesimo anniversario dellAeronautica Militare La cerimonia, presieduta dal comandante del Distaccamento Aeronautico di Siracusa, tenente colonnello Paolo Tredici, ha visto la partecipazione delle principali autorit civili, militari e religiose della provincia e delle rappresentanze delle sezioni di Siracusa dellAssociazione Arma Aeronautica

Il distaccamento ha ricordato i suoi caduti e la sua storia

Scoperta una targa commemorativa ed inaugurata una sala storica

Celebrato il 90 anniversario dellAeronautica militare


29 marzo 2013, venerd

11

e dellassociazione culturale Lamba Doria, questultima autrice delle ricerche storiche che hanno permesso di rinvenire il documento originale, nel quale erano citati i nomi dei tre avieri ricordati nella tar-

ga commemorativa: Tolmino Biancalano, Salvatore Garrasi e Francesco Fichera. La targa stata scoperta dal comandante Tredici insieme al Comandante di Marisicilia contrammiraglio Roberto

Camerini, mentre stato il presidente della Provincia Regionale Nicola Bono, a tagliare il nastro per linaugurazione della sala storica dedicata allidroscalo De Filippis, nella quale sono esposte

fotografie e documenti relativi alla storia dellidroscalo militare, dal 1925 sino alla recente riorganizzazione del 34 Gruppo Radar e conseguente costituzione del Distaccamento Aeronautico di Siracusa. La storia dellidroscalo di Via Elorina parte della storia moderna di Siracusa ha dichiarato il comandante Tredici durante la sua allocuzione La nostra sala storica, quindi, non ha solo lo scopo di raccogliere e preservare le testimonianze degli eventi che in questo luogo si sono susseguiti, ma anche e soprattutto di renderli fruibili, affinch possano divenire patrimonio di tutti ed in particolare dei ragazzi delle scuole, che mi auguro possano essere spesso nostri graditi ospiti.

XVIII Grande Accoglienza 24 Premi di 258,23 Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte le aziende del settore
La Confesercenti Provinciale di Siracusa presentata la XVIII^ edizione di Grande Accoglienza con la collaborazione, dellAccademia Italiana della Cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato Arturo Linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a Siracusa. Le premiazioni previste da questa edizione della Grande Accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: Professionalit e Cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. Nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio Obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa Tema Il tema del concorso la produzione di ricette della cucina Siracusana e della sua Provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. Complessivamente saranno assegnati 24 premi di E. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. In ogni edizione di Grande Accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di Sicilia. Il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di Siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. Liniziativa Si concluder il 30 marzo 2013. Premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da Libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: Segreteria Consulta Provinciale per il Rilancio del Commercio Siracusano Via Ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. EMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

ono state trasmesse alle societ che gestiscono il servizio di refezione scolastica le tabelle dietetiche settimanali rielaborate dal servizio di medicina scolastica dellAsp di Siracusa. LAmministrazione comunale, recependo le istanze dei genitori relative allo scarso gradimento dei cibi agli alunni delle materne ed elementari della citt, si era attivata nei giorni scorsi per giungere ad una soluzione del problema. Le nuove tabelle, che comprendono anche la dieta bianca, sono state comunicate oltre che a Cot, Cns e Cot Ristorazione (le tre societ che attualmente gestiscono il servizio) ai Dirigenti scolastici, ed entreranno a regime a breve. Frattanto stata fissata per il prossimo 7 maggio la gara europea per la gestione della refezione per i prossimi anni scolastici.

Citt: ci sono nuove tabelle dietetiche per le scuole

Accademia Italiana della Cucina

9 18

Delegazione Siracusa

Siracusa 29-03-2013

24

12

Domani mattina alle

Domani il tradizionale scambio di auguri alla vigilia della Santa Pasqua


to con cui luomo si aliena da Dio e deturpa la sua stessa immagine e dignit. Per tutti Ges, il Cristo, venuto a proclamare lanno di grazia del Signore. La Chiesa, sulla scorta del suo Maestro, a tutti deve annunciare la misericordia di Dio e deve testimoniare la novit del Vangelo. Come la Chiesa chiamata oggi ad annunciare il Regno di Dio? Il nostro Santo Padre il Papa Francesco ha iniziato il suo ministero pronunziando parole e ponendo gesti che certamente si iscrivono nella linea della povert proclamata da Ges e testimoniata in maniera eminente dal Poverello di Assisi. Per la verit, anche noi allinizio di questo anno, con un ideale ritorno alle istanze emerse al Concilio Vaticano II, avevamo scelto il tema di una Chiesa povera e dei poveri come oggetto di riflessione sia del Consiglio Presbiterale diocesano sia degli incontri del Clero in sede dei vicariati foranei. Una Chiesa povera e per i poveri non sia solamente uno slogan, diventi piuttosto un progetto a cui ispirare tutta la nostra attivit pastorale. E necessario per questo assumere come criterio di comportamento, sia individuale che comunitario, la categoria del

In pieno svolgimento i riti della Settimana Pasquale

29 marzo 2013, venerd

29 marzo 2013, venerd

Questa sera alle ore 18 Celebrazione in Cattedrale. Alle ore 19, l'Arcivescovo parteciper alla Processione del Cristo morto e dell'Addolorata per le vie di Ortigia.

13

dieci in Arcivescovado, si terr il tradizionale scambio di auguri alla vigilia della Santa Pasqua. L'Arcivescovo, mons. Salvatore Pappalardo, ha il piacere di incontrare i giornalisti e gli operatori della comunicazione per una riflessione sul significato della Pasqua di Resurrezione. Ed intanto sono iniziati oggi i riti della Settimana Santa. Ieri mattina in Cattedrale, l'arcivescovo ha presieduto la solenne messa del Crisma. Ha concelebrato l'arcivescovo emerito mons. Giuseppe Costanzo. Nel corso della sua omelia mons. Pappalardo ha ringraziato i Confratelli Presbiteri, diocesani e religiosi: siete voi a portare con me, condividendo fatiche e speranze, lonore e la responsabilit della cura pastorale di questa porzione del gregge di Cristo, che la santa Chiesa di Siracusa. Rilevo con viva soddisfazione, nel corso della Visita Pastorale, il vostro zelo nel servizio delle comunit parrocchiali a voi affidate e registro con gioia anche le tante testimonianze di stima e di affetto che i fedeli non mancano di esternare nei vostri confronti. Il nostro saluto ed augurio volentieri lo estendiamo ai Giovani del nostro Seminario ed in particolare ai

due Diaconi Andrea Gallitto e Lorenzo Russo che il prossimo 31 maggio saranno ordinati Presbiteri, portando nuova linfa di giovinezza al Presbiterio diocesano. Anche noi, come il Cristo, siamo consacrati e mandati per annunciare lavven-

to del Regno di Dio. Destinatari dellannuncio di Ges sono i poveri, i prigionieri, i ciechi, gli oppressi. E ovvio che non si tratta qui solamente della povert materiale o della cecit e delloppressione fisica; nella vita degli uomini, infatti, si

riscontrano forme di povert morale e spirituale ben pi gravi di quella materiale; si riscontrano condizioni di miseria dovute certo alla carenza di risorse economiche, ma anche condizioni di miseria morale determinate dalle svariate forme di pecca-

servizio illuminato dal mistero della Croce. Una Chiesa che si lasci illuminare dal volto di Cristo Crocifisso e che, a sua volta, diventi riflesso luminoso del suo amore per gli uomini; una Chiesa che, sullesempio del Maestro, sa sem-

pre pi liberarsi dai simboli del potere e dai vincoli dellavere, per rivestire labito del servizio; una Chiesa povera che sappia condividere le povert di tanta gente; una Chiesa meno autoreferenziale, pi libera, pi serva, e perci pi capace di

testimonianza evangelica. Non credo che per realizzare questa immagine di Chiesa occorrano particolari progetti pastorali. E necessario invece riprendere il ricco magistero del Concilio Vaticano II ed impegnarci a tradur-

lo nella nostra prassi pastorale, ma soprattutto necessario che singolarmente e comunitariamente ci lasciamo illuminare e giudicare dalla Croce di Cristo e, poi, camminare insieme esortandoci e sostenendoci con la preghiera, con lami-

cizia, con la correzione fraterna e con il reciproco buon esempio. La Visita Pastorale, che con la grazia di Dio sto portando avanti vuole porsi come servizio di conversione, di comunione, di rinnovamento ecclesiale nello spirito del Vangelo". Ieri sera in Cattedrale, messa in coena domini, concelebrazione con l'arcivescovo emerito mons. Giuseppe Costanzo. Questa sera, alle ore 18.00 Celebrazione in Cattedrale. Alle ore 19.00, l'Arcivescovo parteciper alla Processione del Cristo morto e dell'Addolorata per le vie di Ortigia. Sabato 30, alle ore 10.00 incontro con i giornalisti per una riflessione sulla Pasqua, alle ore 22.00 Veglia in Cattedrale. Domenica 31, alle ore 11.30 celebrazione in Cattedrale.

Priolo prima citt siciliana dotatasi di dispositivi on the road replicando unidea suggerita da una visita a San Marino

14

29 marzo 2013, venerd

Tre defibrillatori a totem installati in citt per le emergenze


Priolo Gargallo la prima citt
siciliana a dotarsi di tre defibrillatori totem. Sono stati infatti inaugurati nella cittadina industriale tre defibrillatori totem in altrettante aree urbane del Comune di Priolo Gargallo. Trattasi di un evento unico nel panorama siciliano, che mira a tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini priolesi, i quali, in caso di arresto cardiaco improvviso, potranno ora fare affidamento sulla presenza nel territorio di apparecchi indispensabili alla salvaguardia della vita umana. Lidea ha riferito il sindaco di Priolo Gargallo, Antonello Rizza - nata quando, trovandomi a San Marino, mi accorsi della presenza nel territorio di un defibrillatore a totem, utile a prestare il primo soccorso ai cittadini colpiti da improvvisi problemi cardiaci. Ho anche preso spunto, in particolare, dai tragici episodi che hanno riguardato il mondo dello sport, lultimo accaduto al giocatore Piermario Morosini, stroncato durante una partita di calcio per unimprovvisa fulminante crisi cardiaca, il quale, probabilmente, avrebbe potuto essere salvato se in loco fosse stato presente un defibrillatore. I tre defibrillatori sono stati appositamente allocati in aree cittadine ad alta affluenza o che presentano, nelle immediate vicinanze, uno o pi presidi medici, nei quali figurano professionisti subito pronti ad intervenire. Nella fattispecie, uno stato installato presso la frequentata piazza Quattro Canti, centro urbano pulsante, in cui si trovano tre studi medici e un distaccamento del 118; un altro totem stato posizionato in via Pirandello, zona ritrovo di numerosi ragazzi e giovani, che gode anche della presenza, nelle immediate vicinanze, di uno studio medico; lultimo stato invece allocato nei pressi del piazzale Polivalente, in cui vi la presenza

dellufficio postale, giornalmente affollato, ma, che beneficia anche di un vicino presidio della Misericordia. Inoltre, altri tredici defibrillatori mobili saranno destinati, in comodato duso gratuito, agli edifici scolastici, agli uffici pubblici e alle associazioni sportive del territorio. Tengo fortemente alla sicurezza e alla salute dei miei concittadini ha precisato il Sindaco Rizza - dunque, mi sembrava incivile che chiunque di essi potesse perdere la vita soltanto perch le strutture sportive e urbane non fossero

dotate di attrezzature adeguate. Pertanto, lAmministrazione e lintero Consiglio comunale hanno deciso, di comune accordo, di anticipare la legge regionale che, da ottobre, obbligher, come giusto che sia, tutte le associazioni sportive a dotarsi di un defibrillatore. I tre defibrillatori totem sono automatici, con supporto vocale per gli operatori e, essendo di ultima generazione, risultano semplici da utilizzare. Inoltre, gli stessi sono dotati di allarme contro ogni eventuale atto incivile e di illuminazione notturna, utile ad individuarli facilmente. Con la speranza che questi apparecchi non debbano mai essere utilizzati ha concluso il sindaco Antonello Rizza - siamo comunque convinti che, in caso di necessit, opportuno averli a portata di mano per poter salvare una vita umana. Mi appello, pertanto, a quellelevato senso civico che i miei concittadini hanno sempre dimostrato, affinch non si operino atti di vandalismo contro un presidio salvavita, indispensabile per soccorrere una persona in grave difficolt di salute. Nonostante esistano gi sul territorio medici e cittadini capaci di adoperare correttamente il macchinario, lAmministrazione comunale, con lintento di incrementare ulteriormente il livello di sicurezza, organizzer, il prossimo 13 aprile, un apposito corso di formazione per istruire venti unit alluso del defibrillatore. Il defibrillatore semiautomatico (spesso abbreviato con Dae, defibrillatore automatico esterno, o Aed, automated external defibrillator) un dispositivo in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura, dal momento che dotato di sensori per riconoscere l'arresto cardiaco dovuto ad aritmie, fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare. Nei casi sopra elencati il defibrillatore determina automaticamente se necessaria una scarica e seleziona il livello di energia necessario. L'utente che lo manovra non ha la possibilit di forzare la scarica quando il dispositivo segnala che questa non necessaria. Il funzionamento avviene per mezzo dell'applicazione di piastre adesive sul petto del paziente. Quando tali elettrodi vengono applicati al paziente, il dispositivo controlla il ritmo cardiaco e - se necessario - si carica e si predispone per la scarica. Quando il defibrillatore carico, per mezzo di un altoparlante, fornisce le istruzioni all'utente, ricordando che nessuno deve toccare il paziente e che necessario premere un pulsante per erogare la scarica. Dopo ciascuna scarica, il defibrillatore si mette in "attesa" e dopo due minuti (circa 5 cicli di Rcp) rieffettua l'analisi del ritmo cardiaco e se necessario rieffettua la scarica.

Nella prima frazione c stato spazio per un rigore calciato da Pignatta e parato dal giovane estremo difensore rossazzurro Gulisano
NOTO (4-3-3) Vezzani; Pasqualicchio, Mautone, Nigro (64 Montalto), Intelisano; Merito, Troiano (22 Esposito), Conti; Santaniello (15 El Bahja), Pignatta, Accetta. All. Betta PATERN (4-4-2) Gulisano; Bruno, Marrone, Arcidiacono, Laudani; Leanza, Sergi, Palazzo (57 Leone), Peci (48 Pant); Milizia (60 Blandini), Rutella. All. Grasso ARBITRO: Patrignani di Roma (RuggeriBellini) MARCATORI: 1 Santaniello, 16 Pignatta, 20 El Bahja, 21 e 56 Merito. Gara a senso unico, chiusa dopo circa 20 minuti di gioco grazie alle reti di Santaniel-

Serie D. Il Noto vince a man bassa contro un Patern in campo con la Juniores
po la squadra Juniores non guidata da Pippo Strano ma da mister Grasso. Nella ripresa il definitivo 5-0 firmato ancora una volta da Leon Merito, doppietta personale per lui e poco o nulla da raccontare. I granata di mister Betta, in vista del derby di domenica prossima con il Palazzolo, raggiungono cos quota 33 lunghezze a -4 proprio dai gialloverdi prima squadra fuori dalla zona play out. Discorso diverso per il Patern, che staziona a +2 sulla zona caldissima della graduatoria, ma che senza il mantenimento delle promesse societarie probabilmente continuer a scendere in campo con la squadra Juniores.

SPORT Siracusa

29 marzo 2013, venerd

15

lo, Pignatta, El Bahja e Merito. Nella prima frazione c stato spazio per un rigore calciato da Pignatta e parato dal giova-

ne estremo difensore rossazzurro Gulisano. In mattinata era stata inviata una nota dei giocatori del Comprensorio Normanno

alias Patern i quali, per i noti problemi societari, hanno deciso di non presentarsi al Palatucci dove scesa dunque in cam-

Il Palazzolo vittorioso ad Acireale e si tira fuori dai play out


PALAZZOLO: Scordino, Peluso, Miraglia(68 Liga), Martines(59 Ike), Perricone, Chiariello, Aperi, Calabrese, Mazzeo, Sarli, Caputa(66 Lo Pizzo). A disp: Oliva, Mastria, Gennarini, Alderuccio. All. Orazio Pidatella ACIREALE: Messina, Zangh, Marchese, Milic i(9Mangiafico), Milluzzo, Neri, Maesano(68 Fortino), Butera, Giuffrida (25 Tomaselli), Tomarchio, Corso. A disp: La Fata, Bottitta, Petralia, Tedeschi. All. Orazio Pennisi. Arbitro signor Luigi Ragonesi di Perugia. Assistenti signor Rocco Sapienza di Potenza e signor Nicola Rago di Moliterno Reti: 18 Mazzeo, 44 Sarli, 85 Mazzeo.: Il Palazzolo espugna Acireale e per la prima volta in questa campionato fuori dalla zona play out. Gli acesi si presentano

con una formazione imbottita di juniores ma la giovane squadra granata nei primi minuti non dimostra alcun timore reverenziale, contiene la manovra dei gialloverdi e si porta pi volte dalle parti di Scordino. Al 3 Butera buca la difesa ospite e si presenta davanti allestremo difensore aretuseo bravo a bloccare il tiro del giocatore acese. Tre minuti dopo an-

dino respinge con i pugni. Al 39 ancora Butera protagonista. Calcio dangolo e tiro del numero 8 acese lasciato colpevolmente da solo al limite dellarea e palla di poco fuori. A fine primo tempo il Palazzolo raddoppia. Calabrese recupera palla sulla trequarti e serve Sarli che con un pregevole pallonetto scavalca lincolpevole Messina. Ad inizio ripresa padroni di casa ancora pericolosi. Al 63 gran tiro dalla distanza di Maesano. Scordino si distende e devia in angolo salvando la propria porta. Nei minuti successivi il Palazzolo si limita a gestire il vantaggio portandosi pi volte pericolosamente dalle parcora Butera pericoloso con doppiare. Calcio dangolo ti di Messina. I gialloverdi un gran tiro dalla distanza. di Sarli e perfetta scelta fanno tris all85. Cross di Scordino si distende in di tempo di Miraglia per Sarli e facile colpo di tetuffo e devia in angolo. Al il colpo di testa. Si salva sta di Mazzeo che insacca 15 punizione di Tomar- la difesa granata. Al 24 a porta vuota. La sconfitchio. Scordino si rifugia Sarli imbecca bene Maz- ta del Licata a Torre Anancora una volta in corner. zeo. Il numero 9 giallo- nunziata e il pari interno I gialloverdi avanzano il verde si presenta davanti a del Ragusa consente alla loro baricentro e passano Messina che bravo a re- squadra di Pidatella di tial 18. Ottimo cross dalla spingere il tiro da distanza rarsi fuori dalla zona play sinistra di Miraglia e per- ravvicinata del centravanti out. Domenica prossima fetta incornata di Mazzeo campano. LAcireale ri- superderby e sfida salvezche vale lo 0-1. Al 21il sponde con un bel diago- za allo Scrofani Salustro Palazzolo potrebbe rad- nale di Maesano che Scor- contro il Noto.

16

29 marzo 2013, venerd

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Interessi correlati