Sei sulla pagina 1di 79

Fondamenti di Informatica - 1

Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012

Sommario
Architetture del Calcolatore e sue componenti principali Macchina di Von Neumann
CPU Lunit aritmetico logica La memoria centrale

Il funzionamento della Macchina di Von Neumann Linguaggio macchina Linguaggio Assembler


05/04/2012 2

Architettura dei Calcolatori Elettronici


Larchitettura della maggior parte degli calcolatori elettronici adotta il modello della macchina di Von Neumann.
John von Neumann (1903-1957) matematico di origini ebraiche nato in Ungheria ed emigrato negli Stati Uniti, nel 1946 realizz il primo elaboratore fondato sull idea di programma memorizzato, contenente tutte le istruzioni operative, immagazzinate sotto forma di codice binario.

John von Neumann: First Draft of a Report on the EDVAC, Moore School of Electrical Engineering, University of
Pennsylvania, June 30, 1945

Il primo documento che descrive una macchina elettronica nella cui memoria vengono registrati dati e programma

Macchina di Von Neumann


La macchina di Von Neumann che consiste di 4 elementi funzionali: 1. Processore oCPU (Central Processing Unit) unit di elaborazione centrale ( a sua volta suddivisa in CU e ALU); 2. Memoria centrale; 3. Un insieme di interfacce ingresso/uscita dati (I/O) per il collegamento delle unit periferiche; 4. BUS (il canale di comunicazione tra i dispositivi ).

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O

ALU

Interfacce di I/O

Bus

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O

ALU

Interfacce di I/O

Il Processore o CPU la componente pi complessa del computer. Ha il compito di elaborare i dati secondo le indicazioni ricevute dal programma presente in memoria tramite appositi comandi (istruzioni). La CPU composta da ununit di controllo (CU), e da ununit aritmetico logica (ALU).

Bus

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O

Accoglie dati e programmi da elaborare E un passaggio obbligato per le informazioni da e verso le periferiche (le operazioni che comportano I/O)

ALU

Interfacce di I/O

Bus

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O

Le Interfacce di I/O forniscono il collegamento verso le periferiche che permettono lo scambio di informazioni tra il computer e il mondo esterno (I/O)

ALU

Interfacce di I/O

Bus

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O
Realizza il collegamento tra gli elementi funzionali

ALU

Interfacce di I/O

Bus

CPU Central Processing Unit


Il Processore o CPU la componente pi complessa del computer. Ha il compito di elaborare i dati secondo le indicazioni ricevute dal programma presente in memoria tramite appositi comandi (istruzioni). La CPU composta da ununit di controllo (CU), e da ununit aritmetico logica (ALU).

CPU Central Processing Unit


La CPU (Processore) e composta da due sottosistemi: CU(Unit di Controllo) Parte di Controllo: Controlla il sequenziamento e lesecuzione delle istruzioni
generando i segnali di controllo

ALU + registri (Unita di Elaborazione Dati ) Parte Operativa: Esegue le istruzioni


ALU
Esegue operazioni logico aritmetiche sui dati provenienti dalla Memoria

Centrale Program Counter (PC)


Indirizzo Prossima Istruzione

Instruction Register (IR)


Codice Istruzione da eseguire

CPU

11

CU- Control Unit


Lunit di controllo coordina e controlla lesecuzione dei comandi impartiti alla CPU. Gestisce il reperimento di dati e istruzioni dalla memoria centrale ed il loro collocamento in apposite locazioni, dette registri, per poter essere elaborati dallALU. I comandi vengono interpretati secondo regole ben precise per ogni tipo di microprocessore. Dopo che lALU ha elaborato i dati, di nuovo la CU che si occupa di copiare i risultati nella memoria RAM.

ALU Arithmetic Logical Unit


E il componente pi importante dellintero processore in quanto elabora, nel vero senso della parola, i dati provenienti dalla memoria. Il compito di questa unit unicamente quello di eseguire i calcoli, le operazioni logiche e di confronto richieste dallunit di controllo.

AND

OR

NOT

<

>

<>

Macchina di Von Neumann


CPU
CU Memoria Centrale

Periferiche di I/O

ALU

Interfacce di I/O

Bus

CPU

Memoria Centrale
Dal punto di vista funzionale la memoria centrale :
un insieme finito di locazioni (celle o registri) di uguali dimensioni; ogni locazione di memoria consta di n bit, ciascuno dei quali pu rappresentare una informazione binaria, ovvero una informazione che pu assumere solo i valori 0 e 1;

ogni locazione caratterizzata da un indirizzo e dal contenuto;


si chiama indirizzo di una locazione la posizione che questa occupa nella memoria rispetto alla prima locazione che ha indirizzo zero; il contenuto di una locazione ovvero l'informazione in essa registrata si chiama parola di memoria.
4/5/2012 17

0010 000000000111 0010 000000001000 0000 000000000111 0110 000000001000 0001 000000001000 0011 000000001000 0101 000000001000 0000 000000000000 0010 000000000111 0010 000000001000 0000 000000000111 0110 000000001000 0001 000000001000 0011 000000001000 0101 000000001000 0000 000000000000 0000 000000000000

Memoria con 23=8 locazioni di 8 bit


Capacit = 8*8= 64 bit

Indirizzi da 0 a 23-1=7

0 1 2 3 4 5 6 7

Contenuto 8 bit 1 byte


0 0 0 1 0 1 0 0

0 0

0 1 0 1

0 0

MDR=00010100

10 0 indirizzo 3 bit MAR=4

Memoria con 26= 64 locazioni di 8 bit


Capacit = 64 byte
0 1 2 3

Contenuto a 8 bit -1byte


0 1 0 1 0 1 0 1

Indirizzi da 0 a 26-1=63

. . . . . 0 0 1 1 1 . indirizzo 6 bit . . MAR=7 . . . . . 26-1

0 1

0 1 0 1

0 1

MDR=01010101

Memoria
La memoria centrale caratterizzata: dal numero totale di locazioni dalla dimensione (numero di elementi) di ciascuna locazione

4/5/2012

21

Caratteristiche della memoria centrale


La memoria centrale caratterizzata dalla dimensione della parola, la lunghezza di una parola di memoria pu essere 8,16,32,64 bit, e dalla capacit ovvero dal numero totale di locazioni di memoria.

Poich la dimensione della parola di memoria pu variare da calcolatore a calcolatore, ma comunque un multiplo del byte, la capacit della memoria si misura in multipli del byte.
Sono multipli del byte: il Kilo byte rappresentato dal simbolo KB, il Mega byte (MB), il Giga byte (GB), il Tera byte (TB). I termini Kilo, Mega, Giga e Tera vengono associati alle seguenti potenze di 2: = 1024 = 1024 K = 1024 M = 1024 G 103 (mille) byte 106 (un milione) byte 109 (un miliardo) byte 1012 (mille miliardi) byte

1KB = 210 1MB = 220 1GB = 230 1TB = 240

Operazioni sulla memoria centrale


Alla memoria centrale si accede per effettuare operazioni di lettura o scrittura.
Ciascuna locazione di memoria pu essere selezionata specificando, nel registro degli indirizzi (MAR Memory Address Register), il suo indirizzo ossia la sua posizione rispetto alla prima cella di memoria, a cui viene attribuita per convenzione l'indirizzo zero.

4/5/2012

23

Indirizzamento della memoria centrale


L'indirizzamento di una locazione di memoria consiste nel selezionare elettricamente la locazione relativa all'indirizzo specificato. Se il (MAR) registro degli indirizzi ha k bit pu indirizzare 2k celle di memoria i cui indirizzi variano da 0 a 2k-1. In particolare con un MAR di 10 bit si possono indirizzare 2 10 ovvero 1024 locazioni di memoria.

4/5/2012

24

Lettura della memoria centrale


La lettura di una locazione di memoria consiste nel trasferimento fisico dei byte che costituiscono la locazione dalla memoria alla unit centrale di processamento. Una operazione di lettura consiste nei seguenti passi:

si invia il comando di lettura sul bus di controllo


si scrive sul MAR l'indirizzo della locazione da leggere,

questo poi viene trasferito al bus degli indirizzi che trasporta l'indirizzo in memoria, la quale trascorso il tempo d'accesso (in genere dell'ordine dei nanosecondi (nano=10-9)) scrive a sua volta sul bus dei dati il contenuto della locazione di memoria selezionata,
che successivamente viene inserita o caricata (load) nel registro dei dati (MDR Memory Data Register) restando cos disponibile alla CPU.
4/5/2012 25

0010 000000000111 0010 000000001000 0000 000000000111 0110 000000001000 0001 000000001000 0011 000000001000 0101 000000001000 0000 000000000000 0010 000000000111 0010 000000001000 0000 000000000111 0110 000000001000 0001 000000001000 0011 000000001000 0101 000000001000 0000 000000000000 0000 000000000000

Scrittura nella memoria centrale La scrittura in una locazione di memoria consiste nel trasferimento fisico del contenuto del
registro dei dati (MDR) nella cella di memoria selezionata tramite il registro MAR. Una operazione di scrittura consiste nei seguenti passi:

si invia il comando di scrittura sul bus di controllo


si scrive sul registro MDR il dato da inserire o immagazzinare in memoria (store), si scrive sul MAR l'indirizzo della locazione da ricoprire (con il dato contenuto nel registro MDR), questo poi viene trasferito al bus che trasporta l'indirizzo in memoria,

la quale trascorso il tempo di accesso scrive il dato che arriva dal bus dati nella locazione di memoria selezionata.

4/5/2012

27

Struttura di una Memoria centrale


0 1 2 3

0 0 0 1 1 indirizzo a 6 bit MAR=7

Leggi/Scrivi

. . . . . 1 . . . . . . . . 26-1

0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1

0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1 0 1

Dato a 16 bit MDR=0101010101010101

MEMORIE
Il Computer per funzionare ha bisogno di memorizzare le informazioni binarie attraverso degli elementi di archiviazione detti memorie.

persistenza, capacit della memoria di memorizzare dati in modo indipendente dal collegamento con la rete elettrica, viceversa le memorie volatili ricordano le informazioni soltanto se alimentate; dimensione o capacit espressa nei multipli del Byte (vedi capitolo precedente); tempo di accesso alle informazioni (espresso nei sottomultipli dei secondi); tipo di accesso ai dati: sequenziale o ad accesso diretto (o casuale); costo, influenzato dalla dimensione della memoria.

ACCESSO DIRETTO
Si ha accesso diretto (o casuale) ai dati quando, ovunque sia linformazione richiesta, la si pu raggiungere immediatamente, senza dover attraversare un percorso; questo il caso della memoria RAM e di dispositivi a disco quali Dischi Fissi, CD, ecc..

ACCESSO SEQUENZIALE
Si ha accesso sequenziale ai dati quando, per raggiungere linformazione richiesta, necessario scorrere tutte le informazioni presenti fino a posizionarsi sul punto richiesto. E questo il caso dei dispositivi a nastro quali Videocassette, Musicassette, ecc..

testina

nastro

TIPOLOGIE DI MEMORIA
MEMORIA PRIMARIA o CENTRALE
Implementata da circuiti elettronici chiamati microchip e utilizzata direttamente dalla CPU. Si divide in:
RAM: Random Access Memory ROM: Read Only Memory (contenente il BIOS) CACHE

MEMORIA SECONDARIA o DI MASSA


E composta da unit di memorizzazione periferiche capaci di mantenere i dati nel tempo:
DISCHI FISSI DISCHI REMOVIBILI UNITA DI BACKUP

TIPOLOGIE DI MEMORIA
MEMORIA PRIMARIA o CENTRALE
Implementata da circuiti elettronici chiamati microchip e utilizzata direttamente dalla CPU. Si divide in:
RAM: Random Access Memory ROM: Read Only Memory (contenente il BIOS) CACHE

MEMORIA SECONDARIA o DI MASSA


E composta da unit di memorizzazione periferiche capaci di mantenere i dati nel tempo:
DISCHI FISSI DISCHI REMOVIBILI UNITA DI BACKUP

pi lenta della memoria primaria ma permanente

MEMORIA CENTRALE
I dati e le istruzioni che devono essere elaborati dalla CPU devono essere memorizzati nella memoria centrale (diversi tipi).
Caratteristiche della memoria centrale:

veloce volatile implementata con circuiti elettronici

MEMORIA RAM
Random Access Memory (memoria ad accesso casuale)

E il principale tipo di memoria centrale. Accesso casuale sta ad indicare che il processore impiega sempre lo stesso tempo per accedere a una qualsiasi (casuale) parte (locazione) della memoria.
La memoria RAM una memoria volatile, ci significa che quando si spegne il computer tutti i dati contenuti nella memoria RAM vengono persi.

La grandezza della RAM viene misurata in MegaByte; maggiore la quantit di RAM, pi spazio sar disponibile per i dati sui quali pu operare la CPU per l'elaborazione.

INDIRIZZAMENTO DELLA MEMORIA


Ogni cella della memoria identificata da un numero, chiamato indirizzo di memoria. Ogni dato da memorizzare o gi memorizzato deve avere una precisa collocazione, rappresentata dal corrispondente indirizzo. In questo modo possibile recuperare ogni dato memorizzato allinterno della memoria o decidere dove memorizzarlo, indicandone lindirizzo. Lo spazio di indirizzamento indica il massimo indirizzo di memoria rappresentabile, ed vincolato al numero di bit utilizzati per rappresentare gli indirizzi di memoria. Ad esempio, prevedendo 2 bytes (16 bit), lindirizzo massimo rappresentabile sar 65535 (il limite massimo di memoria supportata dai vecchi computer a 16 bit).

INDIRIZZAMENTO DELLA MEMORIA


<dim.memoria> = 2
<numero bit indirizzi>

<dim. cella>

Esempio: numero bit indirizzi = 20


<dim. memoria> =

;
20

dimensione cella = 1 Byte


=

2 x 1 Byte

= 1 MegaByte

MEMORIA ROM
Read Only Memory (Memoria a sola lettura) E un tipo di memoria a sola lettura contenente dati e istruzioni che non possono essere modificati. Il computer pu soltanto leggere le informazioni (istruzioni di base che coordinano il funzionamento del PC e non sono modificabili dallutente) dalla ROM, ma non pu scriverci sopra.

In questa memoria si trovano i programmi che servono per lavvio della macchina, i cosiddetti programmi di sistema e il BIOS (Basic Input Output System) sistema di base per il controllo di entrata ed uscita.

MEMORIA CACHE
La memoria cache (cacher:nascondere la lentezza della memoria) un tipo di memoria adibita esclusivamente a contenere i dati che la CPU deve elaborare, molto pi veloce della RAM nel reperimento e nella memorizzazione dati in quanto adiacente alla CPU (nei processori di ultima generazione la memoria cache collocata allinterno del processore stesso per ottimizzarne le prestazioni)

Il funzionamento della Macchina di Von Neumann


Un programma eseguibile dalla macchina di Von Neumann consiste in una lista di istruzioni registrate in memoria centrale, che devono essere eseguite una alla volta secondo l'ordine specificato nel programma fino a quando non si incontra unistruzione di controllo, la quale pu alterare il flusso sequenziale stabilendo il numero dordine della successiva istruzione da eseguire.
4/5/2012 41

Il funzionamento della Macchina di Von Neumann


Nellesecuzione di un Programma, la CPU opera in modo ciclico, ripetendo fino alla terminazione del Programma almeno queste tre fasi (azioni atomiche): Lettura (fetch): acquisizione dalla memoria della prossima istruzione da eseguire; Decodifica (decode): riconoscimento dellistruzione e identificazione delle operazioni da svolgere per completarne lesecuzione; Esecuzione (execute): effettuazione delle operazioni corrispondenti allistruzione

CPU: Linguaggio Macchina


Il linguaggio in cui sono scritti i Programmi che la CPU in grado di eseguire si chiama linguaggio macchina. Ogni istruzione (es. lettura, somma, etc.) definita da un codice binario speciale detto codice operativo. Ogni CPU caratterizzata da un suo insieme di istruzioni elementari (instruction set) che ne costituisce il linguaggio macchina.

CPU: Linguaggio Macchina


Unistruzione costituita da una stringa di bit contenente: il codice operativo dellistruzione gli operandi dellistruzione Esempio di istruzione che effettua il caricamento di un operando situato nella locazione di memoria di indirizzo 7 nellaccumulatote (un registro dellALU) codice operativo operando
0000 000000000111

Linguaggio Assembler
La scrittura di un Programma in Linguaggio Macchina unoperazione estremamente complicata, per via del fatto di dover indicare istruzioni e operandi in codice binario. Il Linguaggio Assembler (o Assemblativo) un linguaggio simbolico, nel senso che vengono adoperati dei simboli per la rappresentazione del codice operativo (tipo add per la somma) e degli operandi di unistruzione (direttamente il nome di un Registro, es. R01, o un numero in esadecimale per indicare un indirizzo di memoria). In pratica sussiste una corrispondenza biunivoca tra linsieme delle istruzioni in Linguaggio Macchina e quello delle istruzioni in Linguaggio Assembler per una stessa CPU. Un Programma scritto in Assembler deve essere tradotto in Linguaggio Macchina per essere eseguito dalla CPU, la traduzione effettuata da un Programma apposito, chiamato Assemblatore.

ESEMPIO
Come esempio consideriamo un programma che esegue la moltiplicazione di due numeri A e B letti in ingresso e stampa il risultato A*B. 0 IN 7 1 IN 8 2 LOA 7 3 MUL 8 4 STO 8 5 OUT8 6 HALT 7 <DATO INTERO A> {16 bit} 8 <DATO INTERO B>

Esempio di RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEL PROGRAMMA IN LINGUAGGIO ASSEMBLER 0 IN 7 0 0010 000000000111 1 IN 8 1 0010 000000001000 2 LOA 7 2 0000 000000000111 3 MUL 8 3 0110 000000001000 4 STO 8 4 0001 000000001000 5 OUT8 5 0011 000000001000 6 HALT 6 0101 000000001000 7 DATO INTERO A 7 0000 000000000000 8 DATO INTERO B 8 0000 000000000000

Il funzionamento della Macchina di Von Neumann

fetch

decode execute
4/5/2012 49

Fase di fetch

All'inizio della fase di fetch il contenuto del PC, che come detto, contiene l'indirizzo della prossima istruzione da eseguire, viene trasferito nel MAR e da l sul bus degli indirizzi dando inizio al reperimento (fetch) e alla lettura della istruzione da eseguire. Trascorso il tempo d'accesso in memoria la locazione di memoria selezionata, contenente listruzione da eseguire, viene depositata sul bus dati e da l giunge sul registro MDR, e in fine nel registro delle Istruzioni IR (Instruction Register). Al termine della fase di fetch della istruzione l'unit di controllo incrementa di uno il contenuto del PC, per predisporsi ad eseguire l'istruzione successiva.
4/5/2012 50

Fase di decode
Il registro istruzioni (IR) dato il formato delle istruzioni logicamente diviso i due parti: la prima parte contiene il codice operativo e la seconda parte l'operando. Pertanto inizia la fase di decodifica del codice operativo a carico dell'unit di controllo la quale a seconda della operazione decodificata provveder all'esecuzione della istruzione stessa.
4/5/2012 51

Fase di execute
L'esecuzione della istruzione pu comportare nuovi accessi in memoria per il recupero degli operandi (fetch operandi), in questo caso, prima della esecuzione vera e propria della istruzione, viene eseguita la fase di fetch degli operandi. Quando tutto ci che comporta l'istruzione caricato nei registri opportuni del processore l'unit di controllo esegue l'istruzione.
4/5/2012 52

Ciclo di esecuzione della CPU


Tutte le azioni eseguite allinterno della vengono sincronizzate da segnale di clock (per mezzo di un oscillatore a cristalli di quarzo ) che segna la scansione temporale degli eventi. La frequenza di clock si misura in Hertz (cicli o oscillazioni al secondo). Le frequenze delle CPU dei moderni Calcolatori dellordine dei GHz (1 GHz = 1000000000 Hz) ovvero milioni di cicli al secondo.

Ciclo di esecuzione della CPU


Il ciclo di clock e lintervallo di tempo che intercorre tra due colpi di clock (la frequenza ne e linverso) Il ciclo di clock e misurato in secondi (o in frazioni di secondo), la frequenza in Hertz (o equivalentemente in cicli al secondo) Ad esempio un clock che va a un Gigahertz (109 Hertz) equivale a un periodo di clock pari a 10-9 secondi (un miliardesimo di secondo un nanosecondo)

MEMORIE DI MASSA
Esistono pi tipi di memoria permanente ( tecnologie ottiche o magnetiche )
Supporti Magnetici (dischi fissi, nastri)
Sfruttano la capacit di superfici magnetiche di trattenere lo stato magnetizzato/non magnetizzato facile da cambiare e rileggere tramite una testina di lettura/scrittura che li converte in segnali elettrici

Supporti Ottici (CD-ROM, DVD,)


Usano la caratteristica di riflessione/non riflessione di un raggio laser.

Supporti Magneto-Ottici
Sfruttano la superficie magnetica per memorizzare i dati e quella ottica per allineare la testina

Memorie Flash (usate da camere digitali, agende elettroniche,...)


Un tipo particolare di memoria elettronica che permette di mantenere lo stato delle proprie celle anche alla disconnessione dal segnale elettrico.

DISCO FISSO
Il DISCO FISSO la principale unit di registrazione permanente del PC ad accesso diretto ed in grado di conservare grandi quantit di dati e programmi. E formato da uno o pi dischi magnetici rigidi che girano continuamente ad altissima velocit e da due o pi testine di lettura che si spostano per accedere ai dati richiesti. E molto veloce nellaccesso ai dati (ma molto meno della RAM).

A differenza dei dati caricati nella RAM, le informazioni su disco fisso restano memorizzate quando di spenge il computer.

I dischi fissi
Tecnologia impiegata:
Capacit di memorizzazione:

magnetica
~500 GB

Velocit di accesso ai dati:

alta, nellordine delle decine di ms

FORMATTAZIONE, TRACCE E SETTORI Prima di poter scrivere su un supporto di memorizzazione


necessario compiere loperazione di formattazione che consiste nel predisporre degli spazi allinterno dei quali troveranno posto le informazioni. Nel caso dei dischi la suddivisione rappresentata da cerchi concentrici (detti tracce) a loro volta ripartiti in segmenti (detti settori) adibiti al contenimento dei dati. Tale suddivisione permette di identificare i punti nei quali i file sono memorizzati. Esiste uno spazio particolare, detto FAT (File Allocation Table), allinterno del quale memorizzato lindice del contenuto dei settori. Tale tabella permette di conoscere la collocazione dei blocchi di informazione che compongono i file.
traccia

settore

settore

settore

Struttura dei dischi

Settori

Tracce e cilindri

UNITA REMOVIBILI
Tali unit permettono di registrare dati in maniera permanente, ma su supporti trasportabili. Tali supporti sono di solito meno capienti del disco fisso e prevedono tempi di accesso pi lenti.

CD-ROM
Tecnologia impiegata: Capacit di memorizzazione: Velocit di accesso ai dati: ottica fino a 700 MB media, nellordine delle centinaia di ms

Il supporto ottico contrariamente a quello magnetico, sebbene risulti facilmente alterabile dalla presenza di polvere, offre migliore garanzie di persistenza delle informazioni per una maggiore tolleranza al calore ed ai campi magnetici.
Evoluzione dei CD-ROM: CD R, CD RW

DVD-ROM
Tecnologia impiegata: Capacit di memorizzazione: Velocit di accesso ai dati: Evoluzione DVD: DVDRW, Blu-Ray ottica fino a 17 GB media, come i CD

Unit di backup
Le unit a nastro vengono usate specificamente per il backup, non per lo spostamento dati. La ragione che questa tecnologia consente solo un accesso sequenziale al contenuto del nastro.
I loro punti di forza stanno nella capacit di memorizzazione e nel basso costo dei nastri.

Unit a nastro (DAT)

Tape library

Periferiche di INPUT/OUTPUT
Le unit periferiche, chiamate anche dispositivi di Input/Output (I/O), permettono lo scambio bidirezionale dei dati tra il computer e il mondo esterno.
In funzione del verso della trasmissione dati si dividono in periferiche di input (verso il computer), periferiche di output (dal computer) e periferiche di I/O (da e verso il computer).

Periferiche di INPUT/OUTPUT
Le unit periferiche, chiamate anche dispositivi di Input/Output (I/O), permettono lo scambio bidirezionale dei dati tra il computer e il mondo esterno.
In funzione del verso della trasmissione dati si dividono in periferiche di input (verso il computer), periferiche di output (dal computer) e periferiche di I/O (da e verso il computer).
Esempi di periferiche che permettono alla CPU di comunicare con lesterno:Tastiera, Mouse, Monitor, ecc. Esempi di periferiche che consentono al calcolatore lo scambio di informazione con altri computer: Modem, cavi di comunicazione, schede di rete, ecc.

Input: tastiera
E il dispositivo di input pi comune ed usato. Il layout (ovvero la disposizione dei tasti) non casuale ( nelle macchine
da scrivere era pensato per ridurre le possibilit che i martelletti relativi si accavallassero). Esistono diversi tipi di layout che prendono il nome dalle

prime sei lettere della prima riga (alfabetica), il pi diffuso il layout QWERTY .

Alla pressione dei tasti corrisponde linvio verso lunit di elaborazione dei caratteri corrispondenti (o meglio, della codifica digitale dei caratteri corrispondenti).

Input: tastiera

Tutti i simboli riconosciuti dal computer, anche se non presenti sulla tastiera, possono essere inseriti tenendo premuto il tasto [Alt] (ALTernative) e digitando il corrispondente codice ASCII con i numeri situati nel tastierino numerico posto alla destra della tastiera (il Bloc Num nel tastierino numerico deve essere attivo) Es. ALT 125 } }{

Input: dispositivi di puntamento


Con la diffusione di interfacce utente grafiche (MacOS, Windows, ecc.) sono stati sviluppati dispositivi di puntamento sempre pi evoluti.

Mouse Trackball Touchpad Trackpoint Tavoletta grafica


Il mouse affianca la tastiera come dispositivo di input, e ci aiuta a selezionare aree e oggetti nello schermo quando si utilizzano interfacce grafiche. (al movimento del mouse su un piano viene fatto corrispondere il movimento del puntatore nello schermo)

Alcuni dei quali si adattano particolarmente bene a specifici contesti duso.


Trackpoint. Comune nei portatili

Dispositivi di input/output: Touchscreen

Dispositivi di output: monitor


Tecnologia:LCD (Liquid Crystal Display)

Dispositivi di output: stampanti


Stampanti ad aghi
Le stampanti ad aghi sfruttano l'impatto di una griglia di aghi contro un nastro inchiostrato, trasferendo cos l'inchiostro sulla carta.

La qualit di stampa dipende dal numero di aghi. Questo tipo di stampante piuttosto rumorosa e la qualit della stampa ottenuta risulta abbastanza scadente.

Si tratta di una tecnologia ormai obsoleta.

Stampanti a getto dinchiostro


Le stampanti a getto dinchiostro, come suggerisce il nome, sono dotate di ugelli che spruzzano linchiostro sulla pagina, indirizzandolo in maniera da formare il testo e le immagini richieste.

Sono abbastanza silenziose, ma quanto a velocit e qualit di stampa sono in genere inferiori alle stampanti laser.

Stampanti laser
Utilizzano una tecnologia simile a quella delle fotocopiatrici: un laser crea unimmagine della pagina su un tamburo fotosensibile; sul tamburo viene applicata una polvere molto fine (il toner) che aderisce unicamente alle aree sensibilizzate; il tamburo viene applicato alla pagina, trasferendo il toner su carta.
HP LaserJet 4550

Plotter
Il plotter un dispositivo di stampa di grosse dimensioni, in cui la testina di stampa costituita da uno o pi pennini di diversi colori. viene utilizzato per riprodurre grafici, schemi tecnici o altri disegni al tratto di carattere analogo.
I plotter trovano largo utilizzo nel settore CAD (Computer Aided Design) e sono in grado di operare su fogli di grandi dimensioni.

Interfacce di I/O
Sono i dispositivi che permettono di effettuare i collegamenti con le periferiche interne o esterne. Corrispondono a degli alloggiamenti di solito posti sul retro del
pc, in cui vengono inseriti i cavi delle periferiche

USB (Universal Serial Bus)


E una connessione di tipo seriale. Consente di collegare pi periferiche (fino a 127) a cascata, anche a computer acceso (hot-swap). Entro certi limiti di assorbimento elettrico, i dispositivi connessi possono essere alimentati direttamente senza bisogno di altri cavi o trasformatori esterni.

Un altro dei vantaggi dellinterfaccia USB la possibilit di usarla per qualunque tipo di periferica, dai mouse alle stampanti ai masterizzatori.

Connettori Usb

OSSERVAZIONI
Il modello della Macchina di Von Neumann anche se ha ormai quasi cinquanta anni di vita tuttora adottato dalla maggior parte degli elaboratori. Il fatto innovativo della Macchina di Von Neumann, che la ha distinta dalle altre macchine di calcolo che il programma registrato in memoria (stored program computer) insieme ai dati considerato dall'esecutore a sua volta come se fosse un dato; infatti le istruzioni che lo compongono possono variare durante l'esecuzione del programma adattandosi a risolvere situazioni diverse. In altre applicazioni c' ugualmente un programma registrato ma questo statico e non cambia. Il suo principale limite che tutte le operazioni vengono eseguite in stretta sequenza. Modelli pi evoluti prevedono di introdurre varie forme di parallelismo.
76

4/5/2012

Specifiche di un computer medio attuale (Aprile 2012)


Le specifiche di un personal computer medio attuale sono ad esempio:
2,6 GHz Pentium dual core G630 2 GB RAM 500 GB Hard Disk

4/5/2012

77

Domande
Che perido ha un processore che lavora con una frequenza di clock di 2,2 GHz?

Domande
Qual la dimensione di una memoria RAM che memorizza parole binarie da 8 bit e utilizza un indirizzamento a 16 bit ?