Sei sulla pagina 1di 9

Omicidio Corso Umberto Di Fazio rincara la dose

A pagina sei www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Paziente morta a Villa Salus Medico a giudizio


A pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

SANITA

sabato 17 23 marzo 2012 2013 Anno XXVI N. 64 68 Direzione Direzione Amministrazione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 0,50 sabato XXV N. Tel. 0931 0931 46.21.11 46.21.11 -- FAX FAX 0931 0931//60.006 60.006--Pubblicit: Pubblicit:Poligrafica PoligraficaS.r.l. S.r.l.via viaMosco Mosco51 51Tel. Tel. 0931 46.21.11 - Fax 093160.006 / 60.006 0,50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Siracusa 2, se ne riparler
Manca il numero legale, slitta tutto
CRONACA
andata deserta la seduta di ieri sera del Consiglio Comunale, convocata per affrontare la questione della cosiddetta Siracusa 2. Intanto, quattro provvedimenti urbanistici approvati dei 7 discussi e poi mancato il numero legale. Questa lattivit di ieri del consiglio comunale, tornato a riunirsi ieri sera per completare la trattazione dellordine del giorno. La seduta stata aperta dal capogruppo del Pd, Giancarlo Garozzo, che ha annunciato le sue dimissioni per dedicarsi alla campagna elettorale per le prossime Amministrative.
A pagina otto

Briante

Probabile che se ne occuper il nuovo Consiglio Comunale

Come era stato preventivato

Ricettazione di denaro Reato prescritto

alla vigilia, si concluso con un verdetto di prescrizione del reato nei confronti degli imputati, coinvolti nel processo di ricettazione di denaro, che ha visto tra gli imputati anche di Angelo Randone, lex promotore finanziario siracusano, che si sarebbe impossessato di rilevanti somme di denaro, percepite dai numerosi clienti che avevano affidato a lui i risparmi per ottenere dei margini di guadagno ritenuti interessanti. Il tribunale di Siracusa ha quindi, applicato la prescrizione per tutti gli imputati alla sbarra ad eccezione di Angelo Randone, e per Francesco Satornino e Maria La Braca, per riunirla al processo .
A pagina sette

Riapertura del Mercato ittico e


A pagina quattro

Il programma di Siracusa Democratica

La mia Siracusa vuole risvegliarsi

Proseguono le presentazioni delle candidature a sindaco della

sostegno alla marineria Il mare deve tornare ad essere una risorsa turistico-economica per la citt di Siracusa.

citt di Siracusa. E toccato stavolta allassessore provinciale Gianni Briante, sostenuto dal movimento civico Siracusa Risvegliati. Briante ha avuto modo di illustrare ad unampia platea di sostenitori il proprio programma per la citt. Si tratta di un progetto costruito dal basso - ha commentato Briante - che punta ad allargare sin da ora la propria base.
A pagina tre

Occorre adottare tutte le strategie volte alla riduzione del rischio sismico Questa mattina alle rilevante densit edili- terzo della spesa neces- mazione ed una forma- prevenzione, attraverso
ore 9.30 nellAuditorium della Cassa Edile di Siracusa i 5 Lions della provincia di Siracusa con la collaborazione dellANCE affronteranno il tema della Cultura della Prevenzione sul rischio sismico in Sicilia, con illustrazione di un Disegno di legge presentato allAssemblea regionale siciliana affinch si passi dalleconomia della catastrofe alleconomia della prevenzione. E necessario in Sicilia mitigare lelevato rischio sismico causato oltre che da un elevata ed ineludibile pericolosit, soprattutto da una mancanza di memoria collettiva che ha portato , nel tempo, ad una notevole vulnerabilit delledificato ed ad una zia di alcune aree. I benefici della messa in sicurezza del patrimonio edilizio non sono immediatamente visibili e ci porta i cittadini e le amministrazioni a considerare questi lavori una spesa rimandabile piuttosto che un impellente investimento, quali invece essi sono. Eppure prevenire costa appena un saria che occorrerebbe per intervenire dopo i disastri, a prescindere dal risparmio di vite umane. I Lions Club di Siracusa Host, Priolo G., Eurialo, Floridia, Aretusa N.C., allinterno di una serie di iniziative promosse dal Distretto Lions Sicilia in tutto il territorio per lanno in corso, per favorire uninforzione necessaria a promuovere la cultura della prevenzione, hanno organizzato questo evento che prevede la presenza, non solo di esperti relatori nella materia, ma soprattutto Amministratori pubblici, Organi istituzionali tecnici, Ordini professionali affinch siano sensibilizzati ad intervenire prima piuttosto che drammatizzare dopo. Momento centrale dellevento sar a tal scopo lillustrazione di una proposta di legge che stata presentata dal Governatore dei Lions Sicilia Dr. A. Pogliese al Presidente dellAssemblea Regionale Siciliana Ardizzone, affinch vengano adottate tutte le strategie volte alla riduzione del rischio sismico a sostegno della

Cultura della Prevenzione sul rischio sismico in Sicilia

23 marzo 2013, sabato

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

23 marzo 2013, sabato

Scossa in provincia: magnitudo 3.4

Continua la battaglia dell associazione Italiani In Movimento contro la Serit / Equitalia. Il Movimento Anti-Serit / Equitalia ha deciso che giorno 6 aprile si terr una manifestazione con corteo e loccupazione simbolica degli uffici della Serit di Siracusa, con allestimento di tende canadesi nel piazzale antistante. La situazione gravissima e simile in tutte le province della Sicilia. Le procedure di riscossione coatta vanno avanti, nonostante le rassicurazioni incassate pi volte dalla classe politica. Un danno di proporzioni inimmaginabili per tutto il tessuto produttivo nazionale. Stiamo parlando di provvedimenti emessi per colpire imprenditori spesso costretti a non pagare le imposte per necessit. Un dato che incomincia a comparire anche nelle aule di giustizia. La situazione siracusana dovrebbe preoccupare i massimi vertici dello Stato. Abbiamo ormai oltrepassato il livello di guardia - afferma Giuseppe Giganti - . Siamo di fronte ad unemergenza di proporzioni non trascurabili. Vogliamo che anche lAgenzia delle Entrate abbia consapevolezza del problema. Non si pu continuare a mandare avanti la macchina amministrativa come se niente fosse. Per questo motivo ho chiesto di parlare con i dirigenti dellAgenzia e di Serit - Equitalia. Il fisco non pu essere il braccio armato della legge Occorre fermarsi un attimo e riflettere. Nei prossimi giorni chieder un incontro con il nuovo prefetto di Siracusa . Il contesto rischia di degenerare dal punto di vista dellordine pubblico. Ci sono famiglie ed aziende in

Italiani In Movimento protesta Precetto pasquale: la Polizia Penitenziaria al Duomo contro la Serit - Equitalia
fortissima difficolt. Il Movimento proporr allAgenzia lattuazione di alcuni correttivi. Molti dei quali arriveranno in Parlamento grazie ai disegni di legge di chi si mostrato vicino a questa battaglia. Noi abbiamo scelto di dialogare con tutti - continua Giuseppe Giganti -. Lattuale sistema della riscossione deve essere riformato al pi presto. Gli anti-Equitalia propongono leliminazione del cosiddetto aggravio continuativo. Un istituto in grado di far rapidamente aumentare la somma vantata dal Fisco. Tutto a svantaggio del contribuente. Lalternativa deve essere quella della sanzione onnicomprensiva. Noi non stiamo chiedendo limpunit ma la certezza della pena. Cardine del nostro ordinamento. Il cittadino deve essere messo nella condizione di sapere quanto deve nei confronti dello Stato. Serve un tetto a sanzioni, oneri e interessi moratori. Proporremo unindicizzazione dellinteresse globale. Misure a cui affiancare uno stop dei pignoramenti e dei fermi amministrativi per cifre di gran lunga inferiori al valore del bene bloccato. Migliorare il sistema della riscossione eviterebbe gravi ripercussioni sul futuro prossimo del Paese. Chiudere e mettere allasta unazienda significa azzerare il suo potenziale e cancellare decine di posti di lavoro. Stipendi erogati sia direttamente che dai fornitori di chi costretto a fermarsi per larrivo dellufficiale giudiziario. Il Movimento segnala inoltre come le aste siano frequentate da soggetti che spesso riciclano denaro guadagnato in modo dubbio.

ROMA. Un evento sismico di magnitudo 3.4 stato avvertito dalla popolazione in provincia di Siracusa. Le localit prossime all'epicentro sono Augusta, Priolo Gargallo e Melilli. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia della Protezione civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilivi effettuati dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia l'evento sismico si verifIcato alle 23.03 di giovedi scorso.

il coinvolgimento degli organi istituzionali e delle principali associazioni operanti sul territorio. Obbligo da parte delle Amministrazioni a redigere piani di protezione civile condivisi con i cittadini, redazione da parte degli Enti pubblici di adeguamento degli edifici strategici per accedere a finanziamenti della comunit europea, presa coscienza da parte dei cittadini delle reali condizioni strutturali delle proprie abitazioni, istituzione di un fondo di garanzia ed agevolazioni fiscali per ladeguamento, il consolidamento ed anche la demolizione e ricostruzione, sono alcuni strumenti previsti nella proposta del Disegno di legge.

Briante: Il mio progetto per il risvelgio aretuseo


Proseguono le presentazioni delle candidature a sindaco della citt di Siracusa. E toccato stavolta allassessore provinciale Gianni Briante, sostenuto dal movimento civico Siracusa Risvegliati. Briante ha avuto modo di illustrare ad unampia platea di sostenitori il proprio programma per la citt Si tratta di un progetto costruito dal basso - ha commentato Briante - che punta ad allargare sin da ora la propria base. Un progetto partecipato ed aperto, che punta ad includere le migliori energie e non ad escludere, che vuole andare oltre ogni logica dellappartenenza partitica e privilegiare, esclusivamente, il bene comune. La presentazione della sua candidatura avvenuta nel salone della chiesa del Sacro Cuore (Viale Zecchino), Gianni Briante ha presentato il suo Movimento civico Siracusa Risvegliati! e le motivazioni della sua candidatura a sindaco di Siracusa. La mia sar la campagna elettorale del popolo, la mia sar la campagna elettorale dei siracusani, quei siracusani che sono stati dimenticati dalla politica che ci ha governato e amministrato fino a questo momento. La nostra una scommessa che parte tre anni fa, una scommessa che vede impegnati tantissimi

Lassessore provinciale ha presentato la propria candidatura a sindaco. Riunione ieri della coalizione trasversale

In foto, lassessore provinciale Gianni Briante.

Cera anche un nutrito schieramento della Po-

lizia Penitenziaria alla Cattedrale di Siracusa, quando nella sua suggestiva cornice ha accolto una larga rappresentanza, interforze, solenne momento religioso. Si svolto il Precetto Pasquale Interforze 2013, alla presenza delle massime Autorit civili e militari. Lo stesso arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo ha presieduto la celebrazione leucaristica, una celebrazione tradizionale molto sentita dalle Forze Armate del territorio. Al termine della celebrazione la recita delle preghiere ai loro protettori: alla Virgo Fidelis per i carabinieri, a San Matteo per i finanzieri, a San Michele Arcangelo per la Polizia, a San Sebastiano per gli agenti della polizia municipale e Santa Barbara per i Vigili del Fuoco. Alla cerimonia, hanno partecipato con emozione prefetti, capi di Gabinetto, capitani di vascello, ingegneri, questori e vicequestori, colonnelli, t. colonnelli, maggiori, capitani, tenenti, marescialli, brigadieri, appuntati e semplici agenti, finanzieri o carabinieri. Numerose le autorit civili e militari che presenzieranno al solenne evento religioso, occasione d'incontro molto sentita da tutto il personale appartenente alle varie Forze Istituzionali dello Stato che, a vario titolo, opera quotidianamente a favore della collettivit con un costante e sempre massimo impegno nel campo della prevenzione e della sicurezza. C stato anche il momento del ringraziamento per limpegno quotidiano profuso dagli uomini che, con passione e dedizione, indossano luniforme con spirito di servizio verso la comunit.

giovani e tantissimi professionisti. Vogliamo veramente stamattina risvegliare le coscienze dei

siracusani perch arrivato il momento di metterci tutti in discussione. Speriamo che questassem-

blea sia veramente partecipata ci significherebbe che il messaggio passato e il messaggio stato

recepito. Allora noi stiamo lavorando ad un programma che presenteremo quando ci saranno degli

interlocutori certi, ma di certo porteremo allattenzione dei siracusani i provvedimenti che riguardano la fiscalit, i provvedimenti che riguardano i servizi primari ai bambini, agli anziani e ai portatori di handicap e vorremmo la rinascita di Fontane Bianche e metteremo in discussione i quartieri periferici tipo la Mazzarrona, Via Italia e punteremo anche ad avvicinare Belvedere e Cassibile. Intanto, ieri pomeriggio si tenuta la riunione del gruppo che vorrebbe accomunare attorno a se quante pi forze politiche della citt. Al tavolo dellOpen Land, Pippo Gianni, Enzo Vinciullo, Pippo Gennuso, Salvo Sorbello esponenti del movimento Il megafono, ed altri in rappresentanza dei movimenti di destra. Hanno discusso sullesigenza di proporre il sindaco a seguito delle primarie, che si terranno il 6 aprile prossimo. R.L.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

23 marzo 2013, sabato

Marted prossimo alle ore 11,

Primavera antiracket Tutto pronto

EVENTI

I punti salienti del programma di Siracusa democratica


Riapertura del Mercato ittico e

In foto, Gianluca Scrofani del movimento Siracusa Democratica.

Dalla riapertura del mercato ittico al porto turistico alle politiche a favore delle fasce pi deboli
e alle generazioni che rappresentano il nostro futuro. Scuole primarie, dellinfanzia e asili nido Promuoveremo la composizione di una commissione per la qualit dellofferta educativa che sar chiamata a potenziare, valutare e controllare le scuole di pertinenza territoriale coordinando gli enti e soggetti privati o del volontariato sociale che gestiscono i servizi educativi nell'ambito comunale. Non dovr mai pi accadere che servizi fondamentali come la mensa saranno interrotti nel pieno dellanno scolastico. Rapporti con lUniversit Lavoreremo al rilancio del progetto universitario con lintento di non restare schiavi del rapporto con Catania e promuovendo la partnership con gli altri atenei siciliani. 3 Interventi in favore delle fasce deboli della popolazione Sostegno alle famiglie Mantenimento della spesa a favore dei nuclei familiari in difficolt ed istituzione di un tavolo di lavoro con il mondo del volontariato sociale e con il personale delle cooperative impegnate nellassistenza al fine di introdurre criteri di trasparenza nella gestione delle risorse e garantire risultati migliori nella gestione dei servizi, con il minor spreco possibile. In pratica una razionalizzazione del settore delle politiche sociali. IMU Esentare dal pagamento dellIMU i proprietari della prima casa con reddito imponibile inferiore ad un valore che il consiglio comunale dovr stabilire. Sportello Unico per il Disabile e barriere architettoniche Sempli-

sostegno alla marineria Il mare deve tornare ad essere una risorsa turistico-economica per la citt di Siracusa. La riapertura del Mercato ittico offrir alla marineria Siracusana la possibilit di ristabilire il contatto con il tessuto locale e ottimizzare i tempi e l'organizzazione commerciale del pescato. Questo uno dei programmi lanciati dal movimento Siracusa Democratica, presentato ieri mattina e che fa capo a Gianluca Scrofani. Tra le altre cose, Porto Turistico lo sviluppo del porto necessario per il rilancio turistico della nostra citt. Riattivare tutte le procedure necessarie per la definizione dell'opera il turismo crocieristico e da diporto rappresentano la punta di diamante di un azione amministrativa che miri all'economia del territorio. Pulizia dei fondali La pulizia dei fondali e la loro tutela significa un ulteriore passo verso uno sviluppo eco sostenibile civilt. Censire le aree di intervento, dagli itinerari subacquei ai luoghi di maggiore afflusso dei bagnanti a quelli cari ai diportisti e stabilire accurati processi di pulizia dei fondali e raccolta di materiale. 2 Periferie, scuola e politiche per i giovani Assessore alle periferie e alla qualit urbana Chiederemo che lassessorato alle politiche sociali si occupi con specifica delega delle periferie, della qualit urbana e dei giovani per dare il giusto riconoscimento e le risposte appropriate alle tante istanze che vengono dalla maggioranza della popolazione siracusana che vive allesterno del centro storico

ficare l'approccio alla Pubblica Amministrazione prevedendo un unico sportello ove il diversamente abile potr rivolgersi. Dai marciapiedi dei centri storici alle zone commerciali, fino alle periferie dovr partire l'azzeramento delle barriere architettoniche. Ospedale nuovo Per noi strategica la realizzazione del nuovo presidio ospedaliero nel capoluogo. Bisogna cogliere subito loccasione del finanziamento regionale di 120 milioni di euro, considerato che per costruire e rendere operativo lospedale ne occorrono 140. Una differenza ottenibile vendendo il patrimonio immobiliare del comune (Ospedale vecchio, Cinque Piaghe etc.) 4 Semplificazione dei servizi al cittadino e alle imprese Centro direzionale e diminuzione della spesa pubblica Sede unica della Pubblica Amministrazione, azzeramento delle locazioni ed estinzione dei mutui in coerenza con la programmazione degli investimenti. Servizi on line Avvio del processo di innovazione digitale che consentirebbe di avere una Pubblica Amministrazione moderna, efficiente ed efficace. Per semplificare i rapporti tra ente locale, cittadini ed imprese occorre rendere disponibili on line servizi come: il protocollo; lavvio delliter di agibilit e abitabilit; la denuncia inizio attivit (scia e dia ); il pagamento di tributi e abbonamenti. Autorizzazioni suolo pubblico e impianti pubblicitari Estendere a tutta la citt il sistema di autorizzazione preventiva per l'arredo esterno delle attivit commerciali.

Lavoratori agricoli: on line gli elenchi

il Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, e il Coordinatore Provinciale delle Associazioni Antiracket, Paolo Caligiore, presenteranno la manifestazione Primavera Antiracket che rientra nel progetto Rete di consumo critico. Pago chi non paga, finanziato dal PON Sicurezza. Il Progetto, curato dallUfficio del Commissario Straordinario del Governo per le iniziative antiracket e antiusura, in partenariato con la Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane (FAI), prevede momenti di sensibilizzazione e comunicazione rivolti ai commercianti e ai consumatori per creare una rete che operi a sostegno di chi si ribella al pizzo. Partita da Napoli, la staffetta in camper terminer la sua corsa il 28 marzo prossimo in questa Provincia. Il tour rappresenter loccasione anche per rilanciare linvito ai cittadini al consumo critico, affinch facciano i loro acquisti negli esercizi con certificazione antiracket.

Il presunto autore dellincendio alla saracinesca dellabitazione del presidente della Provincia parla subito dopo la sua scarcerazione
Non vedo il presidente Bono
da almeno quattro anni, da quando cio, periodicamente ci riunivamo per sottoporgli le problematiche sindacali del personale della Provincia. Non so dove abiti ad Avola e, se vero che ci sono le immagini che ritraggono la mia automobile ad Avola di notte, certamente non da collegare con lattentato incendiario subito dal presidente della Provincia. Fa ricorso alla sua voce cavernosa Sebastiano Garofalo, lex agente di polizia provinciale, arrestato marted scorso perch ritenuto lautore dellattentato incendiario subito il 21 febbraio scorso dal presidente della Provincia regionale, rimesso in libert dal tribunale, Michele Consiglio, che gli ha applicato solo la misura del divieto di allontanarsi da Siracusa e di rimanere in casa nelle ore notturne. Ieri mattina, Garofalo ha voluto incontrare la stampa per chiarire alcuni aspetti della vicenda e per riferire la sua verit. Al suo fianco, il legale difensore, avvocato Giambattista Rizza, il quale ha subito tenuto a precisare che il provvedimento del Gip stato molto sapiente e non necessita di alcun ricorso al tribunale del riesame di Catania, perch soddisfa appieno le nostre aspettative e rende giustizia rispetto ad un caso che solamente indiziario. Garofalo ha riferito non avere alcun acredine nei confronti del presidente Bono e di non avere mai chiesto il suo reintegro nellorganico della Provincia. Sono un cittadino in attesa di giudizio per la vicenda nella quale sono stato coinvolto in precedenza - dice - ma non ho mai fatto pressione alcuna di reintegro nel posto dal quale sono stato sospeso. Anzi, allinizio di marzo ho anche presentato le mie dimissioni che devono ancora essere vagliate dallamministrazione provinciale. Bono dice di volermi perdonare? E di cosa, se non ho commesso nulla di cui mi si accusa?. Sul fatto pi specifico, relativo allaccusa di essere lautore dellattentato al garage dellabitazione del Bono, Garofalo continua a protestarsi estraneo ai

Lo sfogo di Sebastiano Garofalo Non centro nulla con lattentato

23 marzo 2013, sabato

In foto, Sebastiano Garofalo con lavvocato Giambattista Rizza.

A partire dal 31 marzo, e per tutti

i quindici giorni consecutivi, gli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli utili per lanno 2012 saranno pubblicati con valore di notifica sul sito dellInps, www.inps. it, con accesso libero e senza utilizzo di PIN. Entro i venti giorni successivi alla pubblicazione, gli elenchi saranno trasmessi ai competenti Centri per lImpiego.Per tutto il periodo di pubblicit sar possibile accedere agli elenchi direttamente dalla home page del sito, dove presente un apposito collegamento - Pubblicazione elenchi lavoratori agricoli - allinterno dello spazio Informazioni in evidenza.Infatti, a seguito delle novit introdotte dal D.L. tali elenchi non saranno pi affissi allAlbo Pretorio dei Comuni. La pubblicazione online avr valore di notifica agli interessati a tutti gli effetti di legge.Gli elenchi saranno consultabili per singola Provincia e singolo Comune, ognuno sar accompagnato da un frontespizio riportante lanno di validit, il numero dei lavoratori, i riferimenti normativi

fatti. Da quando scomparso mio figlio - racconta - a casa mia non c pace. Mia moglie, in particolare, spesso mi chiede di uscire di notte per recarci al bar Il cavallino rosso dove soleva recarsi la notte insieme agli amici per mangiare un boccone. Altre volte ci rechiamo sempre di notte al cimitero per starcene raccolti in riflessione e preghiera. Potr essere capitato di fare un giro pi lungo e di essere finiti ad Avola di notte. Ma da qui a dire che io abbia ordito e messo in atto lattentato ce ne corre. E a proposito del figlio Francesco, Garofalo torna a mettere il dito nella piaga sostenendo che quella morte poteva essere evitata se solo si fossero rispettate le norme sulla sicurezza stradale. Ho puntato il dito contro chi ha costruito quel guardrail sul cavalcaferrovia di contrada Fusco - dice - perch mio figlio, che viaggiava dietro la moto condotta dal suo amico, ha perso la vita soltanto perch per il colmo della sfortuna si visto tranciare il collo da uno spuntone che fuoriusciva dal bullone dello stesso. Credo che vi siano delle responsabilit oggettive che la Giustizia e solo quella sapr fare risaltare. F.N.

Gip del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, non ha convalidato il fermo operato dai poliziotti della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Siracusa, a carico di Sebastiano

Garofalo, lex agente di polizia provinciale, arrestato perch ritenuto responsabile dellattentato incendiario ai danni del garage ed in parte dellabitazione avolese del presidente della Provincia regionale di Siracusa,

23 marzo 2013,sabato

Di Fazio: Giampapa partecip allomicidio di Francesco Corso


Il
collaboratore di Giustizia, Umberto Di Fazio, 50 anni, dovuto ricomparire in video conferenza davanti alla Corte dAssise di Siracusa per sottoporsi nuovamente al controesame della difesa. Una parziale trascrizione del verbale della passata udienza, ha costretto i giudici a rifare tutto. Ma si risolto in breve temo, visto che i legali della difesa si sono detti comunque soddisfatti di quanto contenuto nel resoconto stenografico. A quel punto ludienza si incentrata sulle richieste di produzione verbali da parte dellavvocato Francesco Passanisi, in particolare dellinterrogatorio reso dallo stesso Di Fazio nel novembre 2005, mentre lavvocato Giambattista Rizza ha chiesto di produrre i periodi di detenzione del boss di Lentini Sebastiano Nardo a partire dal 1989. Per queste due richieste il pm Andrea Ursino ha prestato il consenso. In Corte dAssise di sta dibattendo sullomicidio di Francesco Corso e sul duplice tentato omicidio di Angelo Marino consumati tra la fine degli anni Ottanta e linizio degli anni Novanta tra Lentini e Augusta. Alla sbarra figurano il boss di Lentini Nello Nardo, 63 anni, difeso dallavvocato Giambattista Rizza, il catanese Aldo Ercolano, 51 anni, assistito dagli avvocati Valeria Rizzo del foro di Catania e Federico Fabio del Foro di Roma, i lentinesi Ciro Fisicaro, 48 anni, difeso dallavvocato Sebastiano Sferrazzo, Giuseppe Giampapa, 58 anni, assistito dallavvocato Franco Passanisi. Giampapa ha rilasciato nel corso delludienza di ieri dichiarazioni spontanee, sostenendo di non avere mai consumato lomicidio Corso, perch, bench sia considerato un punto di riferimento per larea di Lentini e Carlentini, si sarebbe occupato soltanto di estorsioni. A quel punto, intervenuto il pentito, ex killer della cosca Nardo e fra i principali testimoni dellaccusa essendo stato lesecutore materiale delluccisione di Francesco Corso, confermando il coinvolgimento del Giampapa non soltanto per lomicidio Corso, ma anche per altri omicidi e fatti di sangue avvenuti nel territorio lentinese, omettendo i casi perch ancora in una fase di indagine, coperte

Il collaboratore di Giustizia, ex killer della cosca Nardo, intervenuto ieri in video conferenza per ribadire le accuse sullesponente della cosca lentinese

La sentenza del tribunale che ha, invece, stralciato la posizione del promotore finanziario Angelo Randone e di altri due
Come
era stato preventivato alla vigilia, si concluso con un verdetto di prescrizione del reato nei confronti degli imputati, coinvolti nel processo di ricettazione di denaro, che ha visto tra gli imputati anche di Angelo Randone, lex promotore finanziario siracusano, che si sarebbe impossessato di rilevanti somme di denaro, percepite dai numerosi clienti che avevano affidato a lui i risparmi per ottenere dei margini di guadagno ritenuti interessanti. Il tribunale di Siracusa ha quindi, applicato la prescrizione per tutti gli imputati alla sbarra ad eccezione di Angelo Randone, e per Francesco Satornino e Maria La Braca, per riunirla al processo per il reato di riciclaggio di denaro, che in corso di svolgimento dinanzi al Tribunale. La sentenza del tribunale ha deluso le aspettative del pubblico ministero Antonio Nicastro, che nella sua requisitoria aveva chiesto la condanna a cinque anni di reclusione e alla multa di 7.500 euro di Francesco Satornino, a due anni e sei mesi di reclusione e alla multa di duemila euro di Maria Vinci, a tre anni e sei mesi di reclusione e alla multa di cinquemila euro di Concetta Di Martino e a due anni di reclusione di Sebastiano Di Martino in quanto non sono ancora andate in prescrizione alcune delle ipotesi

Ricettazione di denaro Prescrizione del reato

23 marzo 2013, sabato

In foto, Giuseppe Giampapa. dal segreto istruttorio. Il processo per i due fatti di sangue stato adesso rinviato alludienza del 8 maggio prossimo, per la requisitoria del pubblico ministero Ursino, della direzione distrettuale antimafia di Catania. R.L.

CRONACA

Un medico chirurgo stato rinviato a giudizio per

Morte di una paziente a Villa Salus: un medico a giudizio

Il palazzo di Giustizia di Siracusa. di reato contestate I riflettori adesso si a loro carico a tito- spostano al processo lo di ricettazione. Il istruito da altro colrappresentante della legio del tribunale pubblica accusa ha penale di Siracusa, sollecitato lassolu- relativo al reato di zione di Maria La riciclaggio di denaBraca. ro, cos come pro-

spettato dalla pubblica accusa sempre nei confronti di Randone. Nelludienza di ieri si sarebbe dovuto entrare nel vivo dellistruttoria dibattimentale, ma

lassenza del giudice Andrea Migneco, convalescente, e un difetto di notifica degli atti ad Emanuele Gambuzza, ha fatto slittare ludienza al prossimo 19 marzo.

In questo processo sono numerose le parti civili costituite, rappresentate da tutte quelle persone che hanno avuto contatti con lex promotore finanziario di Banca Bipielle e di Area Banca. Come si ricorder, nel 2003 Angelo Randone avrebbe convinto diversi clienti a trasferire trasferito, a pi riprese, importi a mezzo di bonifici disposti via intemet su conti correnti intestati a lui ed alla moglie, generando una confusione ed una commistione tra i patrimoni dei clienti ed il proprio, a seguito delle movimentazioni dei relativi conti correnti attraverso ripetuti versamenti ed accrediti di somme. Inoltre, il promotore aveva organizzato un giro di "investimenti" paralleli a quelli che proponeva per conto della banca, promettendo tassi molto elevati a chi accettava, tipo il 12% all'anno. Poi, per, fece perdere le proprie tracce e quelle dei soldi. La prossima udienza di questo processo stato fissato per il 10 maggio prossimo. F.N.

omicidio colposo. Il decreto che dispone il giudizio stato emesso ieri mattina dal Gup del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, a carico di Carmelo Figura, pachinese di 49 anni, assistito dallavvocato Antonio Cataldi. La vicenda della quale deve rispondere si riferisce alla morte di una paziente, Maria Lo Presti, vittoriese, di 43 anni, avvenuta il 25 novembre 2010 a causa delle complicazioni dovute a due interventi allo stomaco subiti in altrettante circostanze. Secondo quanto sostenuto dal rappresentante della pubblica accusa, alle cui conclusioni si associata la parte civile, patrocinata dagli avvocati Biagio Catalano e Anna Iachella, la donna stata ricoverata il 23 giugno 2010 presso listituto di ortopedia Villa Salus di Augusta dove si sottopo-

sta ad un intervento di stenosi gastrica. Lintervento al piloro, per, non sembra fosse riuscito bene, ma la paziente stata lo stesso dimessa dalla struttura ospedaliera. Persistendo i sintomi legati allocclusione dell'intestino, la donna stata sottoposta ad un nuovo intervento chirurgico il 15 luglio 2010, ma senza una valida risoluzione del problema gastrico. La donna ha, quindi, cominciato a perdere peso ed scomparsa dopo un urgente ricovero presso lospedale di Sciacca il 25 novembre. A giudizio della Procura di Siracusa sarebbero oggettive le responsabilit del medico nel non avere saputo intervenire sulla paziente fino a provocarne il decesso. La difesa, ovviamente, punta tutto sullassoluzione del proprio assistito. Il processo stabilir chi abbia torto o ragione. La prima udienza stata, infatti, fissata per il 9 luglio prossimo al cospetto del giudice unico del tribunale di Augusta.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

23 marzo sabato

Il Consiglio comunale stato convocato ieri sera, ma allappello mancava il numero legale e quindi stata rinviata la riunione del civico consesso

vita di Quartiere

23 marzo 2013, sabato

E andata deserta la seduta di

Questione Siracusa 2 manca il numero legale: slitta la seduta

Si conclude oggi il convegno di studi focalizzati sulle attivit e sugli interventi per rivitalizzare i centri storici che coinvolgeranno unampia comunit scientifica

ieri sera del Consiglio Comunale, convocata per affrontare la questione della cosiddetta Siracusa 2. Intanto, quattro provvedimenti urbanistici approvati dei 7 discussi e poi mancato il numero legale. Questa lattivit di ieri del consiglio comunale, tornato a riunirsi ieri sera per completare la trattazione dellordine del giorno. La seduta stata aperta dal capogruppo del Pd, Giancarlo Garozzo, che ha annunciato le sue dimissioni per dedicarsi alla campagna elettorale per le prossime Amministrativa. Garozzo, che ha consegnato la lettera di dimissioni al termine della riunione, ha ringraziato i componenti del gruppo, lintera assise e la presidenza del consiglio comunale. Tutti i provvedimenti sono stati approvati a maggioranza. Il primo riguarda lo scambio di unarea di 34 metri quadrati tra Comune e privati, allinterno di unarea destinata a cooperative edilizie, per la posa di un bombolone per il gas secondo criteri di sicurezza. Sul punto, sono interventi Giancarlo Lo Manto, che ha sollevato dubbi sulla soluzione proposta, e Salvo Sorbello, che ha chiesto chiarezza sulla destinazione di tutte le aree pubbliche allinterno dei comparti urbanistici approvate nel corso degli anni. Gli altri due punti deliberati sono la modifica delle prescrizioni in un comparto della Pizzuta, senza conseguenze per lestensione delle aree pubbliche e private e per le cubature, e un piano di lottizzazione del Villaggio Miano, tra le via Moncenisio e Monti Nebrodi. Contro questo provvedimento sono intervenuti il presidente della commissione Urbanistica, Roberto Messina, e Ettore Di Giovanni, secondo cui le aree destinate a servizi sarebbero difficilmente raggiungibili. Infine stata approvata il ritorno alla disponibilit dei proprietari di unarea di Cassibile in cui dovevano essere realizzati di immobili di edilizia convenzionata mai costruiti. Sul posto sorger uno stabile da destinare a casa di riposo per anziani. Stop del consiglio, invece, alla nascita di due subcomparti, al

In foto, la seduta del consiglio comunale.

posto di uno, in viale Epipoli; secondo la commissione Urbanistica, sarebbe stata sacrificata larea da destinare a parco pubblico perch di difficile accesso. Su proposta di Messina, in ultimo, stata rinviata a data da destinarsi, e dopo un sopralluogo, lapprovazione della redistribuzione delle aree pubblica e privata in una zona nei

pressi dellalbergo Caiammari. Stasera la discussione riprender dalla proposta di modifica di un progetto per 7 villette a Fontane bianche, dove si chiede di cambiare la collocazione degli spazi per i parcheggi, punto sul quale mancato il numero legale. Poi si passer: al piano attuativo per la costruzione dei 501

alloggi di contrada Tremmilia; alladozione del piano particolareggiato di Ortigia; alla proposta di piano generale del traffico urbano; alle deduzioni sulla variante urbanistica di tutela delle coste approvata il 4 agosto del 2011; e alle direttive per la revisione del piano regolatore generale. R.L.

POLITICA

l Movimento Civico "Siracusa Volta Pagina" non ha alcuna radice partitica. E stato costituito il 30 maggio dello scorso anno con specifico atto notarile tra uno spontaneo, ma grandissimo, numero di cittadini comuni, che non vogliono pi restare sopiti e rassegnati dinnanzi al continuo impoverimento della nostra massacrata Citt. Si prefigge di fronteggiarne il crescente degrado urbano e sociale, favorendo, per quanto possibile, il rinnovamento dellattuale classe politica dirigente. Si prefigge altres di favorire la ricrescita turistica della Citt, di far ripartire leconomia dal basso, di far si che tutti i cittadini abbiano pari opportunit, e si impegner affinch ogni iniziativa sia esclusivamente e concretamente rivolta al solo bene della Citt, dei suoi abitanti e del suo sviluppo futuro. A tal proposito, in vista delle imminenti elezioni amministrative, ove il Movimento sar presente in forma federativa con altri Movimenti/Asso-

Il movimento civico Siracusa volta pagina affronta la questione dei condomini

ciazioni non strumentali ai partiti che hanno a cuore le sorti della ns Citt, nell'ottica di perfezionare il proprio programma, ha indetto il primo di una serie di incontro/dibattito a tema con gli Amministratori di Condominio e le relative Associazioni di categoria per il giorno 6 aprile 2013 alle ore 10,00 presso la propria sede operativa di Via Malta n.21 angolo Via Cairoli. Argomenti all'ordine del giorno, nel rispetto delle norme di legge in materia, al fine di poter migliorare gli standard qualitativi e di vita negli stabili condominiali, saranno le proposte da portare nel prossimo consiglio comunale che emergeranno dal dibattito. Nella fattispecie si discuter di: - decoro urbano e raccolta differenziata (modalit di conservazione dei rifiuti urbani allinterno delle aree comuni condominiali), - rapporti con l'ente gestore del Sistema Idrico Integrato (problematiche, suddivisione dei consumi e fatturazione ai singoli condomini; allacciamenti nelle zone balneari; rateizzazioni bollette generali, ecc.).

el primo giorno di lavori del convegno sulla "Rigenerazione urbana", in corso a Siracusa, evidenziati i risultati raggiunti dal progetto Euro-South Hub che vede capofila il DARC dell'Universit di Catania. Al centro l'esperienza di Hub Siracusa che ha coinvolto docenti, ricercatori, studenti e, dopo essere diventata una realt innovativa per il territorio proiettata verso il Mediterraneo, adesso diventa una start up che promuove un modello di sviluppo innovativo. Il commissario del Comune di Siracusa, Giacchetti: Tempi brevi per gli atti necessari a far proseguire lesperienza. Il rettore dellUniversit di Catania, Pignataro: LAteneo si apre al Mediterraneo, partendo anche dal Progetto Euro-South

Rigenerazione urbana Due giorni di studi a Siracusa


Hub. Il funzionario regionale dellarea gestione P.O. ItaliaMalta, Piceno: Inseriremo gli output di questo progetto nel dibattito sulla riprogrammazione degli interventi sulle citt mediterranee 20142020 Il Progetto EuroSouth Hub traccia un bilancio pi che positivo e guarda avanti con Hub Siracusa, proiettandosi nel Mediterraneo. Hub Siracusa, fulcro del Progetto, un luogo, non solo fisico, che contribuisce attivamente alla valorizzazione del territorio e del centro storico di Siracusa, Ortigia e si candida a diventare centro di connessione verso i Paesi del bacino mediterraneo. In questi due anni di Progetto, Hub stato un esempio di sperimentazione e ricerca che ha coinvolto ricercatori e studenti di Architettura, enti pubblici, soggetti operanti sul territorio, organizzazioni e istituzioni italiane e internazionali. E, adesso, diviene una vera e propria start up che deve camminare sulle sue gambe applicando un modello economico innovativo per continuare a svolgere appieno le funzioni e l'attivit per cui nato: promuovere l'innovazione sociale, fare da incubatore di impresa, innescare connessioni e dinamiche di nuova partecipazione promuovendo, guidando e supportando la condivisione di idee e progetti e la collaborazione tra gli operatori locali e internazionali. I risultati del Progetto Euro-South Hub - finanziato dal programma operativo Italia-Malta 2007-2013, capofila il Dipartimento di Architettura dell'Universit di Catania e partner l'Universit di Malta, il Comune di Siracusa, Confcooperative Siracusa, l'Istituto comprensivo Luigi PIrandello di Lampedusa - sono stati illustrati oggi a Siracusa, nella prima giornata del convegno sulla Rigenerazione Urbana e la rivitalizzazione dei centri storici del Mediterraneo a cui prendono parte numerosi studiosi di settore. A confermare l'intenzione di dare corso in tempi brevi agli atti necessari per far proseguire l'attivit di Hub Siracusa ad Ortigia anche dopo la scadenza del progetto stato il commissario straordinario del Comune di Siracusa, Alessandro Giacchetti, che in questi mesi ha preso coscienza della validit dell'iniziativa. Da parte sua l'Universit di Catania deve avere un'apertura verso il Mediterraneo e credo che possiamo farlo partendo da Siracusa e in particolare partendo dai docenti e dai ricercatori coinvolti in questa ricerca nell'ambito del Progetto Euro-South Hub, ha aggiunto il rettore dell'Universit di Catania, Giacomo Pignataro, partecipando questa mattina ai lavori del convegno, coordinati dalla responsabile scientifica del Progetto, la professoressa Francesca Castagneto. Hub Siracusa un centro di ricerca, ma anche una importante risorsa per lo sviluppo sociale e culturale del territorio e della

citt - ha aggiunto Bruno Messina, presidente della Struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa -.Le sinergie innescate da Hub sono le premesse che possono portare universit, enti pubblici e operatori del territorio a cogliere nuove opportunit. Una possibilit riconosciuta da tutti, anche da Antonio Piceno, funzionario regionale dell'area di gestione del P.O. Italia-Malta: EuroSouth Hub stata un'idea progettuale valida e credo che questo tipo di progettualit possa essere un modello per la prossima programmazione 2014-2020. Come ufficio ci facciamo carico di prendere gli output di questo progetto per inserirli nel dibattito sulla riprogrammazione degli interventi sulle citt mediterranee. La professoressa Francesca Castagneto, docente di Tecnologia dell'Architettura, ha sottolineato come lo spazio Hub abbia innescato dinamiche di recupero e rivitalizzazione dei centri storici e sia un esperimento molto significativo, che ha coinvolto in maniera entusiastica anche circa sessanta studenti dei corsi di Tecnologie del Recupero Edilizio e di Riqualificazione Tecnologica e Manutenzione Edilizia. A tracciare i risultati raggiunti e le prospettive future Rosario Sapienza , capo progetto di Euro-South Hub: Adesso, dopo due anni di progetto, arrivato il momento di rendersi conto che Hub Siracusa una realt che conta, ha un valore, ha creato connessioni importanti, ha un ruolo in un percorso di crescita sociale, imprenditoriale, sostenibile del territorio - ha spiegato Sapienza -. Crediamo che la condivisione e la collaborazione possano creare opportunit e sviluppo.

10

23 marzo 2013, sabato

Siracusa,

al via da oggi un laboratorio itinerante universitario sulla citt e larchitettura Fino a domani, alla Sds di Architettura, la prima edizione del Lisca finanziato dal Consorzio universitario Archimede: idee per la progettazione urbana ad Avola e Augusta Prende il via da oggi un progetto strategico di ricerca applicata al territorio aretuseo, orientato a promuovere una maggiore sinergia di azioni e obiettivi tra Universit e amministrazioni locali, nellambito degli attuali processi di trasformazione territoriale. Il progetto Lisca Siracusa 2013 (un acronimo che sta per laboratorio itinerante sulla citt e larchitettura) curato, per la Struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa, da un team

Il progetto della citt di mezzo

1 forum nazionale dei giovani ricercatori di Progettazione Architettonica

di giovani ricercatori e docenti - Chiara Rizzica, Francesco Cacciatore, Fabrizio Foti e Vito Martelliano e vi partecipano otto gruppi di lavoro provenienti dalle Scuole di Architettura delle Universit di Venezia, Milano, Bologna, Roma, Bari, Reggio Calabria, Palermo e Catania. Ai team di giovani progettisti spetter realizzare una serie di progetti urbani sui territori di Avola e Augusta, nel contesto

di una pi generale riflessione sul ruolo della citt di mezzo ovvero la citt di media dimensione - nei processi di sviluppo e trasformazione del territorio attuale. Liniziativa - a met tra un seminario e un forum rientra fra le attivit extracurriculari della Sds di Architettura di Siracusa, promosse dal Consorzio Archimede e realizzate in collaborazione con i Comuni di Siracusa, Avola e

Augusta e si collega ad una rete nazionale di giovani ricercatori di Progettazione architettonica che si incontrano periodicamente per confrontarsi su temi e metodi della ricerca architettonica contemporanea. In tal modo, stabilendo una linea di continuit tra generazioni e percorsi diversi, viene valorizzata anche lesperienza del dottorato di ricerca in Progetto architettonico e Analisi urbana della sede di Siracusa, in una prospettiva di dibattito nazionale e internazionale. Lisca Siracusa 2013 si svolger in tre fasi: un seminario introduttivo di tre giorni a Siracusa (21-23 marzo 2013); un laboratorio di progetto a distanza (24 marzo-26 settembre 2013); una giornata di studi conclusiva con presentazione e discussione dei lavori, nuovamente a Siracusa (27-28 settembre 2013). Al seminario introduttivo da gioved scorso (ore 15, aula video, sede ex Caserma Abela, piazza Federico di Svevia), oltre ai partecipanti ai gruppi di lavoro, interverranno il prof. Bruno Messina, presidente della Sds di Architettura, ling. Roberto Meloni, presidente del Consorzio universitario Archimede, lassessore ai Lavori pubblici del comune di Avola, arch. Simona Loreto, ling. Angela Cacciaguerra dellufficio tecnico del comune di Augusta, il docenti Francesco Martinico, Vito Martelliano, Sandra Saviotto, Chiara Rizzica, Francesco Cacciatore e Fabrizio Foti della Sds di Architettura e Isidoro Pennisi dellUniversit Mediterranea di Reggio Calabria.

pi grandi Statisti cattolici che la storia del nostro Paese abbia avuto. Aldo Moro resta la pietra miliare della Democrazia e del senso dello Stato, come Docente, Politico, come uomo di Fede e di Ideali Cristiani della vita. Grande Meridionalista, moderno e lungimirante, uomo mite, uomo di fede. Luomo che volle tagliare alla radice i rapporti tra mafia e pubblica amministrazione. Moro per la mia Sicilia ha operato in controtendenza, rispetto al Sistema politico inquinato, sopportando il peso di una missione coraggiosa e nobile che seppe inculcare a me, a Mattarella, a Mannino, a Nicolosi, Brancati e a tanti altri, invitandoci a combattere la piovra attraverso reali riforme dellAmministrazione della Sicilia, atte a spazzare gli antichi legami, le collusioni, le corruzioni e tutte le forme di clientelismo veri grandi mali della nostra terra. Il suo operato per noi fu un grande esempio e assieme, mi ricordo, a Pier Santi Mattarella giurammo innanzi alla Sua austera figura di seguirlo fino alla morte. Il primo a seguire Moro fu Pier Santi e mi chiedo quale sorte sarebbe toccata alla Sicilia, senza il contributo forte, coraggioso, determinato da vero cattolico, impegnato a servizio della Nostra Terra pi e meglio di P.S.Mattarella? Ancora rimbombano nella mia mente le parole indelebili di Giovanni Falcone, lidolo sano della mia generazione, il quale rifacendosi ad Aldo Moro e a Pier Santi Mattarella ci diceva che Gli uomini passano ma le loro idee di libert continuano a camminare sulle gambe della intera umanit che crede nei valori veri. Ecco perch noi tutti dobbiamo impegnarci, giorno dopo giorno, generazione dopo generazione a vivere secondo questi Principi, questi Valori, questi Ideali che i nostri Padri, come Aldo Moro, ci hanno lasciato in eredit. Il problema quello che bisogna tornare alla politica, quella fondata sui Principi Etici, sui Diritti Naturali, sui Valori Costituzionali, sui Programmi Concreti che discendono da una politica dove le cose da fare sono seguite dallindicazione dei Principi Cristiani della Vita. La Politica senza proposte o fatta di sola protesta un imbroglio demagogico che nasce da Partiti che hanno smarrito quella funzione di partecipazione permanente assegnata dallart. 49 della Costituzione. In tutta questa vicenda il silenzio dei Cattolici assordante. La Chiesa non perde occasione per sottolineare linsignificanza politica dei cattolici ma non si espone per dare un contributo alla ricomposizione dellArcipelago Democristiano a causa di una interpretazione restrittiva della Libert di opzione politica scaturita dal Concilio. La verit quella che noi Cattolici per essere creduti dobbiamo essere credibili e la credibilit, come diceva Moro non si conquista con le parole o con le promesse ma con gli esempi, i comportamenti e uno stile di vita. Oggi Aldo Moro il simbolo della nuova Politica da attuare. Occorre scegliere tra chi sta dalla parte della povera gente e chi sta con il potere bancario, tra una economia che punta sullo sviluppo materiale e spirituale della Persona Umana e una economia speculativa che pensa di fare profitti senza lavoro, spostando vergognosamente, e da ladri di potere, per via telematica capitali, profitti e speculazioni a danno del ceto medio e dei cittadini lasciati alla deriva. Lappello che intendo lanciare, come Rinascita Popolare resta quello che oggi la sfida che attende i cattolici avr bisogno innanzitutto di idee e di progetti chiari e condivisi oltre che di una testimonianza tanto visibile quanto credibile che deve iniziare dalla nostra Citt di Siracusa. La prima sfida deve essere quella nuova e quella vera delle Elezioni Amministrative perch Siracusa salvi Siracusa, cos come Aldo Moro ci insegn e per cui pag con il Suo Sangue come vero martire della Libert e della Democrazia. Grazie Aldo, siamo e saremo sempre con te. Sen. Giuseppe Lo Curzio

35 anni orsono le Brigate Rosse uccisero uno dei

Ricorre lanniversario del sequestro di Aldo Moro

Tu Papa Francesco sei cittadino del mondo


22 marzo 2013, venerd

11

l nuovo Papa Francesco il simbolo della universalit della Chiesa Cattolica che ha sede a Roma centro del mondo. Una universalit che non una entit statica ma dominata da un misterioso ritmo evolutivo. E la prova di una sua perenne giovinezza spirituale, di una straordinaria capacit di rinnovamento e di libera assunzione di responsabilit cosmiche. Non avverte il peso di una storia millenaria. Non appartiene allEst, allOvest, al Nord, al Sud. Appartiene a tutti, interpreta le aspirazioni di tutti. Ha del miracoloso la imprevedibilit delle sue decisioni. Nel suo interno non racconta vittorie e sconfitte, ma soltanto errori umani apertamente denunziati. Non privilegia una filosofia, una cultura,

Sar linizio di una autentico umanesimo evangelico I Viadotto di viale Scala Greca, autorizzato lutilizzo della vecchia Statale 114
a soprintendenza ai Beni culturali e ambientali pronta ad autorizzare lutilizzo della vecchia Statale 114 per convogliare i mezzi in entrata alla citt che percorrono il viadotto di Scala greca. Lo ha detto stamattina il commissario straordinario, Alessandro Giacchetti, incontrando i giornalisti. Acquisite tutte le autorizzazioni si potr procedere con lintervento di adeguamento e messa in sicurezza della strada. Stamattina ha detto il prefetto Giacchetti ho sentito telefonicamente il soprintendente ai Beni culturali, che mi ha confermato il nulla osta ai lavori necessari al ripristino e alla messa in sicurezza della vecchia Statale. In tempi brevi modificheremo la circolazione in maniera tale da consentire la percorrenza sul viadotto in un solo senso di marcia. In questo modo daremo seguito alle indicazioni contenute nella relazione del tecnico da noi incaricato, il professore Antonio Badal, che ci consiglia di adottare delle cautele maggiori rispetto a quelle adottate finora. Utilizzare il viadotto in un solo senso di marcia ha concluso il prefetto Giacchetti senza avere unalternativa avrebbe causato disagi, visto che si tratta di una struttura strategica per il traffico e lo ancora di pi con lapprossimarsi della bella stagione. In questo senso, lAnas aveva gi dato la disponibilit a concedere la vecchia Statale.

Non appartiene allEst, allOvest, al Nord, al Sud. Appartiene a tutti, interpreta le aspirazioni di tutti

una civilt. E consapevole di appartenere a tutte le culture, a tutte le civilt. La elezione di Francesco pone in archivio limmagine ormai superata di una Chiesa eurocentrica. Molte situazioni cambieranno. Sar linizio di una autentico umanesimo evangelico e in pari tempo la fine di

ogni forma di collateralismo politico. Limmagine del poverello di Assisi sconvolger privilegi consolidati, raffinatezze curiali, posizioni di potere. Sentiranno credenti e non credenti il fascino spirituale di una nuova primavera del messaggio di Cristo Avv. Corrado Piccione

XVIII Grande Accoglienza 24 Premi di 258,23 Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte le aziende del settore
La Confesercenti Provinciale di Siracusa presentata la XVIII^ edizione di Grande Accoglienza con la collaborazione, dellAccademia Italiana della Cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato Arturo Linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a Siracusa. Le premiazioni previste da questa edizione della Grande Accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: Professionalit e Cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. Nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio Obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa Tema Il tema del concorso la produzione di ricette della cucina Siracusana e della sua Provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. Complessivamente saranno assegnati 24 premi di E. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. In ogni edizione di Grande Accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di Sicilia. Il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di Siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. Liniziativa Si concluder il 30 marzo 2013. Premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da Libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: Segreteria Consulta Provinciale per il Rilancio del Commercio Siracusano Via Ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. EMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

Accademia Italiana della Cucina

9 18

Delegazione Siracusa

Siracusa 23-03-2013

19

12

Rubrica: Fisco e Diritti a cura del prof. Giuseppe Garro


Come prevedibile il nuovo redditometro messo in campo dallultimo esecutivo con il placet del precedente Parlamento fa emergere notevoli problematiche legate alla legittimit del suo utilizzo in merito alla invasivit dello strumento che lede la riservatezza delle vita privata del Cittadino oltre che a manifestare in modo palese un eccesso di potere da parte dellA.F. menomando di fatto anche il diritto di difesa e violando il principio di buon andamento e collaborazione tra il Contribuente e lo Stato. Ma vediamo nel dettaglio da dove trae origine quanto indicato in premessa. La bocciatura proviene per lappunto dallordinanza emessa dal Tribunale Napoli, Sezione distaccata Pozzuoli, ordinanza 20.02.2013 n 250, scaturita per impulso di un pensionato deciso ad impedire al fisco di conoscere gli aspetti pi privati della sua vita, includendo anche le spese per cure mediche, e che ha indotto ladito giudice ad ordinare allAgenzia delle Entrate di non intraprendere alcuna ricognizione, archiviazione o comunque attivit di conoscenza e utilizzo dei dati relativi a quanto previsto dall'art. 38, 4 e 5 comma, del DPR 600/1973, e di cessare, ove iniziata, nonch ogni attivit di accesso, analisi, raccolta dati di ogni genere relativi alla posizione del ricorrente. Con la predetta ordinanza (si badi bene non sentenza che fa stato solo tra le parti) emessa dal Tribunale di Napoli della sezione distaccata di Pozzuoli, si aperta la strada ad uno scenario molto interessante e gi controverso in materia di redditometro. Infatti, tale strumento, cos come da poco rinnovato dal D.M. del dell'art. 21 septies legge n. 241/1990 per carenza di potere e difetto assoluto di attribuzione in quanto emanato del tutto al di fuori del perimetro disegnato dalla normativa primaria e dei suoi presupposti finanche al di fuori della legalit costituzionale e comunitaria, atteso che il c.d. redditometro utilizza categorie concettuali ed elaborazioni non previste dalla norma attributiva, che richiede la identificazione di categorie di contribuenti, laddove il D.M. non individua tali categorie ma altro, sottoponendo indirettamente, visto l'ampiezza dei controlli e il riferimento ai nuclei familiari, a controllo anche le spese riferibili a soggetti diversi dal contribuente e per il solo fatto di essere appartenenti al medesimo nucleo familiare (si pensi all'acquisto di un medicinale specifico acquistato per un familiare oppure a beni che risaltano aspetti intimi e privati di un soggetto). Il Tribunale ha aderito alla tesi secondo cui lampiezza dei dati previsti dal regolamento permetterebbe allAgenzia delle Entrate di venire a conoscenza di ogni singolo aspetto della vita quotidiana dei contribuenti, ledendo non solo la riservatezza ma la stessa libert individuale e di autodeterminazione. Senza sottovalutare la totale assenza di limitazioni temporali, che permeterebbe al Fisco di costituire un archivio definitivo e periodicamente aggiornato di ogni singola scelta di vita. Infatti, precisa ladito giudice, il citato decreto non fa alcuna differenziazione tra cluster di contribuenti cos come imposto dall'art. 38, DPR 600/1973 e dall'art. 53 della Costituzione., bens del tutto autonomamente opera una differenziazione di tipologie familiare suddivise per cinque aree geografiche, ricollocando, quindi, all'interno di ciascuna delle tipologie figure di contribuenti del tutto differenti tra loro (loperaio, l'impiegato, il funzionario, il dirigente, chi ha avuto periodi di disoccupazione alternati a periodi di forti guadagni etc etc). Oltretutto come gi noto, il nuovo redditometro utilizza come parametro per determinare le spese medie delle famiglie l'attivit dell'ISTAT che nulla hanno a che vedere con la specificit della materia tributaria che deve indirizzare la sua indagine alla ricostruzione specifica di individualizzati profili di contribuenti. Inoltre, con questo nuovo strumento, rileva il Giudice si assista ad una palese violazione degli artt. 2 e 13 Cost., degli artt. 1, 7 e 8 Carta dei diritti fondamentali della UE, nonch dell'art.

Sono sorti i primi dubbi di legittimit e Costituzionalit del nuovo redditometro

23 marzo 2013, sabato

23 marzo 2013, sabato

13

Il Tribunale ha aderito alla tesi secondo cui lampiezza dei dati previsti dal regolamento permetterebbe allAgenzia delle Entrate di venire a conoscenza di ogni singolo aspetto della vita quotidiana dei contribuenti, ledendo non solo la riservatezza ma la stessa libert individuale e di autodeterminazione

In foto, il prof. Giuseppe Garro. 24/12/2012 (pubblicato per quanto non ancora in G.U. n. 3 del 4 gennaio applicato ed in fase di 2013), che ha determina- avvio, viene gi anticito il contenuto induttivo patamente censurato. Il degli elementi indicativi Giudice infatti nellamdella capacit contribu- bito delle motivazioni di tiva in base al quale il espresse fa intravedere fisco potr fondare la nellordinanza non solo ricostruzione sintetica la illegittimit del DM del reddito complessivo in esame, ma la sua delle persone fisiche, radicale nullit ai sensi

38 dpr 600/1973, che prevede la raccolta e la conservazione non gi di questa o quella voce di spesa diverse tra loro per genere, come previsto dall'art. 38 del DPR 600/73 ma, a ben vedere, di tutte le spese poste in essere dal soggetto. In definitiva, ci che inquietante e che il Contribuente viene, quindi, definitivamente privato del diritto ad avere una vita privata, di poter gestire autonomamente il proprio denaro e le proprie risorse, ad essere quindi libero nelle proprie determinazioni senza dover essere sottoposto all'invadenza del potere degli Uffici fiscali e senza dover dare spiegazioni dell'utilizzo della propria autonomia e senza dover subire intrusioni. Nelle motivazione si legge, in particolare, che larticolo 5, legge 20 marzo 1865, n. 2248, allegato E, impone al giudice di non applicare gli atti amministrativi e i regolamenti non conformi alla Legge infatti, il redditometro viola una serie di principi costituzionali, tra i quali, il

buon andamento della Pubblica Amministrazione, il diritto di difesa ei principi di uguaglianza, ragionevolezza e proporzionalit, nonch i diritti fondamentali della persona, tutelati anche dalla Carta dei diritti fondamentali dellUnione europea (per esempio, il

diritto alla riservatezza). In sostanza, secondo il Tribunale, il regolamento ministeriale sacrifica la sfera privata del cittadino, perch attraverso il monitoraggio delle singole spese si possono conoscere anche gli aspetti pi intimi e privati della vita di un sog-

getto e dei suoi familiari (per esempio, lo stato di salute, la vita sessuale e il mantenimento e leducazione impartita alla prole). All'Agenzia delle Entrate, precisa ancora lOrdinanza in esame, viene addirittura riconosciuto un potere di cui non gode persino l'autorit giudiziaria penale. Perfino il diritto di difesa di cui allart. 24 Cost. ed il principio di ragionevolezza di cui allart. 3 Cost. risultano compromessi da questo nuovo strumento, in quanto risulta impossibile fornire la prova di aver speso di meno di quanto risultante dalle predette media Istat, considerato che non si vede come si possa provare ci che non si fatto, ci che non si comprato. Ebbene, a fronte delle enunciate argomentazioni, qui sinteticamente riportate, evidente che tale pronuncia destinata a fare giurisprudenza. In buona sostanza stato messo in evidenza che diventa molto arduo per il Contribuente difendersi in quanto il cittadino costretto a conservare non solo la prova delle proprie voci di spesa, ma di tutti gli esborsi del nucleo familiare finiti sotto la lente dingrandimento del Fisco. Osserva sempre il Giudice che anche a voler

prevedere una grottesca conservazione di tutti gli scontrini e una altrettanto grottesca analitica contabilit domestica appare chiaro che tale documentazione non dimostrer che non stata sopportata altra concreta spesa; si arriva cos allirragionevole ricostruzione di spese artificialmente imposte dallA.F, intensificando di fatto il prelievo fiscale in violazione dellart. 53, 1 e 2 comma della Costituzione. Il Decreto Ministeriale conferisce, si legge ancora nellordinanza, allAgenzia un potere che va, quindi, manifestamente oltre quello dellispezione fiscale consentito astrattamente dallart. 14, 3 comma sempre della Costituzione, posto che prevede un potere di acquisizione, archiviazione e utilizzo di dati di ogni genere che nulla hanno a che vedere con la mera ispezione, rappresentando un potere di cui non gode persino lautorit giudiziaria penale. Conclusivamente lordinanza del Tribunale partenopeo lascia presagire effetti dirompenti: moltissimi Contribuenti infatti potrebbero seguire lesempio del pensionato istante e presentare ricorso in via durgenza ai vari Tribunali Italiani per ottenere una inibitoria nei confronti delle Entrate. Dal canto suo lAgenzia ha fatto sapere che presenter appello anche perch molte delle spese che lederebbero la riservatezza sono quelle che lo stesso Contribuente mette in dichiarazione per ottenere detrazioni, secondo me tralasciando di considerare quanto sollevato in merito alla violazione di alcuni principi non negoziabili ed indisponibili. Come nella stragrande maggioranza delle vicende fiscali un'altra lunga ed estenuante questione prende il via con la notoria ed amara conclusione purtroppo di produrre pochissimi risultati in termini di gettito ed aggravi notevoli soprattutto per i Contribuenti di modesta entit.

Liniziativa stata organizzata in collaborazione con il coordnamento provinciale delle associazioni antiracket di Siracusa, dalle forze sindacali e a tanti cittadini

14

23 marzo 2013, sabato

XVIII giornata provinciale della memoria e dellimpegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie
Oltre un migliaio di ragazzi, studenti delle varie scuole della provincia di Siracusa, assieme ai Sindaci di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, amministratori e consiglieri della stessa citt, al Sindaco di Floridia, Orazio Scalorino, di Lentini, Alfio Mangiameli, alla rappresentanza del Comune di Augusta, al vice sindaco di Noto, Costanza Messina, di Avola, Vincenzo Campisi, di Francofonte, Nunzio Di Pietro, allassessore Nello Forte della Provincia regionale, al Prefetto Armando Gradone, al Questore Mario Caggegi, al Comandante provinciale dei carabinieri Mauro Perdichizzi, al Coordinatore provinciale delle Associazioni Antiracket, Paolo Caligiore, allUfficio Provinciale Scolastico, a don Rosario Pitruzzello, parroco della Chiesa Madre di Canicattini, e naturalmente alla responsabile del Coordinamento provinciale di Libera, Giusy Aprile, ai familiari delle vittime delle mafie, a Giovanna Raiti, sorella del giovane carabinieri siracusano Salvatore Raiti, a cui intitolato il neo nato Presidio di Libera di Canicattini Bagni, ai Presidi di Libera di Avola e Augusta; alle Associazioni, alle forze sindacali e a tanti cittadini, questa mattina hanno partecipato alla XVIII Giornata Provinciale della Memoria e dellImpegno in ricordo di tutte le Vittime delle mafie, promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico, che questanno si svolta nella cittadina canicattinese. Liniziativa stata organizzata in collaborazione con: Coordinamento Provinciale delle Associazioni Antiracket di Siracusa, Comune di Canicattini Bagni, Provincia Regionale di Siracusa, Unione dei Comuni Valle degli Iblei, Ufficio Scolastico Provinciale, Cooperativa Beppe Montana, CGIL, CISL e UIL,
ARCI, Unione degli Studenti di Siracusa, Rete degli Studenti medi di Siracusa, 1 Istituto Comprensivo Statale G. Verga, ed inoltre delle realt associative territoriali, Freecom, Coop. Passwork Onlus, Loris&Lucilla Spettacoli, Museo del Tessuto - Casa dellemigrante, Consulta Giovanile Canicattini Bagni, Gruppo Scout Agesci Canicattini 1, Azione Cattolica Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice, Compagnia Teatrale Il Sipario. A ravvivare questo appuntamento, la straordinaria vivacit dei tanti ragazzi giunti a Canicattini per celebrare questo momento per non dimenticare, il sacrificio dei tanti che sono morti per mano mafiosa. Erano presenti: lIstituto Comprensivo Verga e il Liceo Scientifico L. Da Vinci di Canicattini Bagni; lIstituto Alberghiero e il Liceo Platone di Palazzolo Acreide; lIstituto Comprensivo S. raiti di Siracusa; lIstituto Rizza; la rappresentanza di tutte le scuole di Avola, e le rappresentanza di tanti altri Istituti. Un lungo elenco, 900 nomi che sono stati letti dai ragazzi, lungo il corteo che da Piazza Borsellino, allingresso di Canicattini, ha raggiunto Piazza XX Settembre, nel centro storico della citt, dopo la cerimonia di piantumazione, nella piazza dedicata al giudice Borsellino, dellAlbero della Memoria, un leccio, forte e robusto, a significare la legalit e la memoria di queste pagine di sangue della storia del Paese. AllAlbero della Memoria i ragazzi delle Scuole hanno appeso i loro nastrini colorati in ricordo ognuno di una delle vittime delle mafie. Un albero che ogni anno raccoglier nuova vitalit e nuova forza dai tanti ragazzi e dalla societ civile che quella Memoria manterr viva per riportarla alle nuove generazioni. Nomi di semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perch, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere, tra questi ricordato anche il capo della Polizia Antonio Manganelli scomparso ieri dopo una lunga malattia. In Piazza XX Settembre a prendere la parola sono stati la coordinatrice provinciale di Liber, Giusy Aprile, che ha ricordato limportanza dellavvenimento che ogni anno si svolge in una citt diversa della provincia; e poi il coordinatore del Presidio di Libera di Canicattini, Dino Tin, che ha sottolineato limportanza della Memoria nel costruire il futuro; Paolo Caligiore del Coordinamento Antiracket; il sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta che nel sottolineare limportanza di un grande momento collettivo ed unitario come quello di oggi, ha rilevato, nel contempo, come non sia stato fatto ancora tutto per combattere la mafia, ad iniziare dal ridare lavoro e dignit ai tanti cittadini che oggi ne sono privi, e che possono essere terreno fertile per la criminalit organizzata. Si rivolto ai ragazzi, ai tanti giovani che hanno reso bella e festante Piazza XX Settembre, il Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, richiamando fiducia e speranza nel domani. Poi la parola andata a Giovanna Raiti, sorella di Salvatore Raiti, il giovane carabinieri ucciso in un agguato mafioso nel 1982, che con commozione ha ricordato quei momenti e la figura del fratello. Giovanna, ha poi chiamato sul palco il giornalista Aldo Mantineo e leditore Emanuele Romeo, con il quale

ha scritto un libro sulla morte del fratello, Ucciso due volte, facendone omaggio al giovane Presidio di Libera di Canicattini, intitolato al fratello, affinch dai ricavi della ristampa, possano svolgere le loro attivit, come quella di oggi. Un dono che simbolicamente ha consegnato nelle mani di Dino Tin e Gaetano Guzzardo, del Presidio canicattinese, per rafforzare quelle piccole azioni, appunto, che a Canicattini hanno trovato spazio e sono germogliate in un nuovo Presidio, frutto di un percorso virtuoso avviato con le realt associative presenti sul suo territorio. Nel pomeriggio, le manifestazioni sono proseguite in Piazza XX Settembre dove i giovani dellAgesci, dellAzione Cattolica, hanno organizzato, assieme agli studenti del Liceo Scientifico di Canicattini, Liberi tutti, momento di riflessione dedicato ai ragazzi con giochi, attivit, testimonianze e musica. Nel pomeriggio, alle 18 nellAula Consiliare del Comune, coordinato dal giornalista Gaetano Guzzardo, si svolto il Convegno "Gioco d'azzardo e gioco criminale: il paese dei Balocchi", su questa piaga che produce 100 miliardi di euro lanno, la terza industria nazionale, con un crescendo annuao, nonostante la crisi, di oltre il 25%, e dei cui proventi, oltre il 10% transitano le casse delle mafie. Un fenomeno ormai patologico che sta rovinando migliaia di famiglie, di lavoratori, pensionati, disoccupati e precari, favorendo lusura. A questo fenomeno si stanno ribellando i Sindaci di tutta Italia, privati dallattuale legge da ogni potere di negazione di insediamento nei territori, passando le autorizzazioni solo dalle Questure. Per questo, nel corso del dibattito al quale hanno preso parte: - Dino Tin, responsabile del presidio di Libera Salvatore Raiti di Canicattini Bagni - Renata Giunta, coordinatrice provinciale di Libera Siracusa - Paolo Caligiore, coordinatore provinciale Associazioni Antiracket Siracusa - Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini Bagni - Roberto Cafiso, responsabile U.O.C. Servizio dipendenze patologiche Dipartimento salute mentale. - Simona Ragazzi, giudice del Tribunale di Catania. - Giovanni Di Martino, vice presidente nazionale di Avviso Pubblico; stato chiesto ai Sindaci di sottoscrivere il Manifesto dei Sindaci per la legalit contro il gioco dazzardo redatto e promosso dalla Scuola delle buone pratiche di Terre di mezzo e Lega delle Autonomie locali. Manifesto che i Sindaci presenti oggi alla celebrazione della Giornata della Memoria hanno sottoscritto, per chiedere una legge che riduca drasticamente il fenomeno e che soprattutto tenga in debita considerazione il loro parere nel rilasciare le autorizzazioni. In serata, infine, a chiudere questa XVIII Giornata della Memoria, al Teatro Teamus di via Antonino Uccello, lo spettacolo teatrale, Mafia off Una guerra che chiede pace, di burattini e pupazzi con Corrado Portuesi, regia di Alessio Di Modica, produzione Area Teatro di Augusta, il Jazz dellAmato Jazz Trio e la musica di Peppe Qbeta.

Si svolger la giornata nazionale della disabilit intellettiva e relazionale Area Comunicazione e Domenica sette aprile
torna, per il sesto anno consecutivo, lappuntamento nelle principali piazze italiane con Anffas in Piazza VI Giornata Nazionale della Disabilit Intellettiva e/o Relazionale, la manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas Onlus Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilit Intellettiva e/o Relazionale, volta a sensibilizzare ed informare i cittadini sui temi della disabilit intellettiva e/o relazionale. Anche in questo 2013, quindi, le oltre 200 strutture associative Anffas saranno presenti nelle maggiori piazze italiane per distribuire materiale informativo e formativo per le persone con disabilit, per i

Anffas in piazza: torna per la vi edizione

23 marzo 2013, sabato

15

In occasione delle Giornate di Primavera promosse dal Fondo Ambiente Italiano la Alfio Neri srl in collaborazione con la Delegazione FAI di Siracusa, memori di una inossidabile collaborazione che si sviluppata negli anni attraverso confezioni di perle di mandorla dedicate e personalizzate per le Giornate di Primavera di questi ultimi anni, e coscienti che il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado nelle giornate stesse con la partecipazione degli alunni nella veste di "Apprendisti Ciceroni" possa contribuire ad attivare un circolo virtuoso tra conoscenza/fruizione/ rispetto del bene; memori dello scopo primario del FAI che quello di Tutelare, Conservare e Valorizzare il patrimonio d'arte, natura e paesaggio italiano e coscienti che il "Canto degli Italiani" sia un Bene Comune da tutelare, conservare e valorizzare! tutto ci premesso il Delegato FAI ed il responsabile

Al via la XXI Giornata FAI di Primavera La Prestigiacomo su lavoro promosse dal Fondo Ambiente Italiano sociale e Citt della Scienza
"E necessario fermarsi a riflettere su alcuni temi come il valore del lavoro sociale. Ma al tempo stesso fondamentale che dalle chiacchere si passi ai fatti concreti. Per questo motivo condivido liniziativa emersa al termine del convegno alla Provincia regionale di Siracusa che ha celebrato la Giornata Mondiale del Lavoro Sociale: ovvero l'avvio della sottoscrizione in favore della Citt della Scienza di Napoli, distrutta da un rogo doloso. E' un luogo di inclusione sociale, arricchito da uno spazio dove tanti bambini di Napoli ritrovavano una modalita' di crescere abbattendo le barriere culturali e sociali. I bambini sono una delle categorie insieme ai disabili, agli anziani, alle donne in difficolt, agli immigrati, ai detenuti, che devono essere al cen-

loro genitori e familiari, per gli operatori del settore, le Istituzioni e per la generalit dei cittadini. Liniziativa, come le tante altre attivit di Anffas Onlus, si pone lobiettivo di diffondere una nuova cultura della disabilit ed un nuovo approccio alla stessa, focalizzati entrambi sui diritti delle persone con disabilit e sullimportanza di

un loro coinvolgimento diretto ed attivo nella comunit, in particolar modo per quanto riguarda le persone con disabilit intellettiva e/o relazionale, troppo spesso vittime di pregiudizi e discriminazioni in numerosi ambiti della societ. In tal senso, Anffas in Piazza vuole essere un manifesto di quanto espresso dalla Convenzione Onu sui

Diritti delle Persone con Disabilit, documento divenuto legge in Italia nel 2009 e purtroppo ancora oggi non sempre conosciuto e rispettato. Per maggiori informazioni e per avere lelenco completo delle piazze in cui Anffas sar presente ed i contatti delle strutture locali aderenti alla manifestazione si invita a consultare il sito www.anffas.net.

Politiche Sociali Anffas Onlus Anffas Onlus Siracusa sar presente, come negli ultimi 5 anni, presso il Largo XXV luglio, dalle ore 08,30 alle ore 20,30, per incontrare pi persone possibile, di qualsiasi ordine, grado e condizione, per parlare ed informare la gente, innanzi tutto, sui diritti delle persone con disabilit e le loro famiglie, cos come da Convenzione ONU, a cui lItalia ha aderito ed in Sicilia ha aderito la Regione Sicilia, ed anche la Provincia di Siracusa, insieme al nostro Comune ed altri Comuni di Siracusa e per informare su inclusione scolastica e sociale, Presa in Carico e Dopo di Noi Con Noi.

della Alfio Neri srl hanno promosso una azione di Tutela e Valorizzazione del "CANTO DEGLI ITALIANI" attraverso la stampa di un segnalibro celebrativo della XXI Giornata di Primavera in un verso e del Canto degli Italiani nell'altro verso, da donare a tutti gli alunni delle scuole coinvolte nelle visite di questa edi-

zione e a tutti i visitatori del Carcere Borbonico di Siracusa, bene scelto dalla Delegazione di Siracusa; con il preciso auspicio che la conoscenza dei Beni Immateriali come il "Canto degli Italiani" se divulgato e conservato contribuisce alla crescita civile di un popolo che, anche, attraverso il suo inno nazionale si appartiene.

tro dell'agenda politica. Da Ministro per le Pari opportunit, ad esempio, ho istituito l'UNAR (Ufficio contro le discriminazioni razziali) e il servizio telefonico "1522" a sostegno delle donne vittime di violenza intra ed extra familiare e di stalking. E poi abbiamo avviato un percorso per la costruzione di norme che agevolano l'adozione internazionale.Il benessere della comunit pu svilupparsi solo attraverso lintegrazione tra le politiche sociali, sanitarie, della giustizia, del lavoro, dellambiente, della sicurezza. E necessario mettere al centro la persona, formarla adeguatamente, per una crescita dellintera comunit. L'obiettivo costruire una citt solidale dove ci sia il benessere e veramente il lavoro per tutti".

16

23 marzo 2013, sabato

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it