Sei sulla pagina 1di 32

MENSILE DI ATTUALIT - MODA - CULTURA - ANNO 10 - N.

1 GENNAIO 2013 - TIRATURA COPIE 20000

CAMBIAMENTO

O FINE?

EDITORIALE

EDITORIALE

posate, conviventi o risposate. Qualunque sia la formula, sono sempre di pi le donne che scelgono come compagno un uomo pi giovane. La moda del Toy Boy: non solo delle star che amano accompagnarsi a ragazzi pi giovani ma anche di donne comuni che non disdegnano un po di compagnia da parte di uomini con molti meno anni di loro. Qualcuno ha gi gridato allo scandalo ma in realt, per moltissime donne, accompagnarsi ad un giovane e aitante decisamente meglio di uniniezione di botox. Un compagno pi giovane non visto soltanto come una preda, ma viene in genere prediletto perch mentalmente pi attivo e divertente dei partner coetanei. In genere pi sensibile e romantico dei suoi omologhi maturi, il toy boy ha qualcosa in pi da offrire a una donna cougar, che anche sotto questo aspetto si dimostra giovanile, desiderosa di sentirsi appagata e spesso stanca di scendere a compromessi accontentandosi di un compagno distratto, negligente e pantofolaio. un rapporto che dura? Tanto quanto gli altri, dice chi segue l evoluzione del fenomeno.

LA NUOVA COPPIA ITALIANA

sta

ff

Mara Parmegiani
Edizioni e Stampa Rotoform s.r.l. Via dei Tamarindi, 14 00134 Roma (S. Palomba) | Tel. 06.71300197 - Fax 06.71302974 www.rotoform.it - info@rotoform.it Settore Pubblicit Direzione Via Piero Aloisi, 29 - 00158 Roma Tel. 06.4500746 - Fax 06.4503358 email: info@chapeau.it
La responsabilit legale del contenuto degli articoli e dei contributi di tipo pubblicitario a carico dei singoli autori. La collaborazione al mensile Chapeau da ritenersi del tutto gratuita e pertanto non retribuita, salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright. vietata la riproduzione, anche parziale di testi, grafici, immagini e contenuti pubblicitari realizzati da Chapeau.

Direttore Responsabile Mara Parmegiani | Vice Direttore Isabella De Martini Comitato Scientifico Gino Falleri Vice Pres. ordine dei giornalisti | On Paola Pelino - Giudice Simonetta Matone | Principe Carlo Giovanelli | Dott. Emilio Albertario Segreteria di redazione Marco Alfonsi | Nicoletta Di Benedetto | Marina Bertucci Servizi Fotografici di redazione Laura Camia | Giancarlo Sirolesi Collaborano Hlne Blignaut | Marco Alfonsi | Costanza Ceroli | Isabella De Martini Nicoletta Di Benedetto | Andrea Di Capoterra | Cristina Guerra | Rita Lena | Siderio Josephine Alessio | Valentina Cardile | Lauren Sanders | Cristian Coppotelli Fotografo Maurizio Righi Via Piero Aloisi, 29 - 00158 Roma | Tel. 06.4500746 Fax 06.4503358 www. chapeau.biz Aut. Trib. di Roma n. 529/2005 del 29/12/2005

INDICE
M O DA

MODA UOMO LE NOVIT! I HUST HAVE CHE NON POSSONO MANCARE NEL GUARDAROBA ROMA SPOSA: ED SUBITO GLAMOUR ANNI 50 QUELLOSCURO DESIDERIO DI AGGRESSIVIT E CONTRO IL FREDDO... C LA SCIARPA! ROMA BY NIGHT
PSICOLOGIA

CAMBIAMENTO O FINE?
SCIENZA

LA TERRA TREMA I TERREMOTI DI SUMATRA CELLULE STAMINALI: QUALE FUTURO? PSYCOLOGICAL TEST: COME REAGISCI ALLE DEFAILLANCES DEL TUO PARTNER? UN BACIO... LUNGO 90 ANNI!
CINEMA

04 06 08 10 13 14 17 18 20 24 26 28 29 30 31
3

ONCE UPON A TIME IN AMERICA IL MITO DEL FILM, IN VERSIONE RIVEDUTA E CORRETTA TUTTI I SANTI GIORNI
AV VO CAT O

DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA: IL CASO SALLUSTI RICETTA - OROSCOPO - LIBRO DI QUESTO MESE!

MODA UOMO
LE NOVIT
In passerella alle sfilate di Firenze e Milano difficile credere che stiamo vivendo un periodo di crisi. 01

Fendi

Fendi

Versace

l mondo della moda pare non conoscere la parola austerity. Le tendenze per la stagione autunno inverno 2012/2013 sono eleganti, ma soprattutto ricche e opulente anche se anticipano un ritorno alla tradizione con la predominanza di colori classici come il nero e il grigio, e un ritorno della pelle nera, vera trionfatrice del prossimo inverno. Per il grande freddo ci pensa Fendi. Pellicce sontuose, calde alleate, perfette per sconggere il gelo invernale. Completi jeans e camicie in seta portati sotto cappotti di cashmere candidi e pelosi. Per Donatella Versace: virilit alla prova dove tutto macro, decorato, barocco, dorato. Per Gucci: da ufciale di cavalleria, per certe redingote

nere e marsine con bottoni dispirazione militare, portate con disinvoltura moderna e non da uniforme troppo impostata. Emporio Armani per il suo uomo a agio nel tech usa materiali corposi e turgidi, disegnati con volumi importanti dallaspetto solido ma morbidi. La collezione di John Richmond si declina in proposte canoniche, con pantaloni morbidi a vita bassa e inlati in stivaletti da biker, composti capospalla arricchiti da dettagli geometrici in pelle ton sur ton, e per nire la gonna da uomo, lultima novit che ha portato sulle passerelle milanesi si porta non a gambe nude, ma sopra pantaloni attillati che sembrano leggings, abbinata ad anbi e giacche classiche.

Mara Parmegiani

MODA UOMO

MARA PARMEGIANI

Emporio Armani

Gucci

John Richmond

Versace

Roccobarocco

La curiosa ruota di calzini a Pitti Firenze

MODA UOMO

MARINA BERTUCCI

I Must Have
estirsi da businessman costa meno a Milano che allestero. di 959 euro la spesa media per vestire con abiti di qualit a Milano incluse scarpe, calze, abito classico, camicia. E se andiamo sul brend di lusso, Milano diventa attrattiva soprattutto per i costi delle scarpe. E a proposito di Must Have non possono mancare dallarmadio:

che non possono mancare nel guardaroba

TODS

TODS

LUIS VUITTON

PRADA Stringate in pelle nera e gomma rossa

PRADA

MONGE

Mocassini bicolor Alberto Guardiani

Il piumino intelligente di Cucinelli: 45 grammi per metro lineare

ROMA SPOSA 2013

VALENTINA CARDILE

ROMA SPOSA
ED SUBITO GLAMOUR ANNI 50

A Roma, dal 17 al 21 gennaio, ecco la venticinquesima edizione di ROMASPOSA.


luce del giorno pi bello. Creativit, energia, talento, glamour e bon ton sono gli ingredienti da mixare sapientemente per superare questi momenti di difcolt economica... afferma il Presidente della manifestazione Romasposa che si tiene nellarea di Via Portuense. Testimonial deccezione la deliziosa attrice Micol Azzurro che sa interpretare uno chic moderno con citazioni sapientemente retr.

01

OMASPOSA, la manifestazione che dialoga con gli sposi - e con gli invitati al matrimonio - a 360 gradi con proposte indirizzati a tutti gli aspetti della cerimonia pi desiderata da chi si ama... Dallorganizzazione, al look, ai doni, alle bomboniere, uno sfavillio di proposte. Tuttavia, tenendo conto della crisi economica ma senza appannare la

Gianni Molaro

ROMA SPOSA 2013

VALENTINA CARDILE

Pieralisi

La sposa di Pieralisi
l fascino degli anni 50 e il bon ton, appunto, spiccano ad esempio nella collezione Alta Moda Sposa della griffe Pieralisi: gonne a ruota, tulle e cinture che segnano il punto vita, il protagonismo del bianco e la inusitata proposta del romantico pois. Mentre per un look giovane e sbarazzino, il suggerimento indossare ballerine e acconciare i capelli con una semplice coda di cavallo. In libert, nel primo giorno di un fantastico legame.

La testimonial Micol Azzurro

Pieralisi

MODA 2013

VALENTINA CARDILE

03

QUELLOSCURO DESIDERIO

DI AGGRESSIVIT
Borchie e ferri nellabbigliamento di questinverno

l ruolo della moda di raccontare sentimenti celati, latenti, di esprimere ribellioni, inquietudini altrimenti diluiti, censurati nello scorrere del quotidiano. E se il femminile troppo spesso e sempre di pi oggetto di aggressivit, ecco che la moda sa esercitare il suo ruolo di Manifesto, di Notiziario in tempo reale. Cos nelle nostre vie si affermano borchie e chiodi, apparentemente in un ritorno alla moda Punk che negli anni 70 da Londra - Piccadilly Circus e Soho super le frontiere nazionali e invase il mondo dei giovani. Ma oggi non si tratta di un revival tout court, piuttosto di una sorta di dichiarazione di intenti: sapr difendermi. Piuttosto una reazione di ordine etologico dove si imita la coda, il manto ingrossato del gatto quando, spaventato, si augura di spaventare a sua volta con laumento apparente delle sue dimensioni siche Cos i giubbotti, le giacche-blouson, i cappotti si arricchiscono di quelle borchie e chiodi che dicevamo, gli stivali, i tronchetti e le scarpe con tacco e con plateau, ma anche quelle che no a ieri erano le innocenti ballerine, sono quasi ossessivamente cosparse di metallo, cos come le borsette da sera luccicanti hanno elementi di manifesta aggressivit. La preferenza per il nero, per le fantasie dark in questo tipo di abbigliamento sembra sottolineare questo messaggio di warning, ed anche la scelta dei materiali, pelli stampate cocco, tessuti tecnici si adeguano inequivocabilmente.

10

MODA 2013

VALENTINA CARDILE

11

QUESTO NUMERO

NUMERI PRECEDENTI lo trovi anche sul Web!

Potrai sfogliare la rivista direttamente on-line!


Visita il nostro sito web:www.chapeau.biz oppure contatta lufficio relazioni esterne al tel. 06.4500746

WWW.CHAPEAU.BIZ

Visita il nostro sito

Vuoi pubblicizzare il tuo esercizio su CHAPEAU?

12

MODA 2013

MARINA BERTUCCI

E contro il freddo...

C LA SCIARPA!

Moschino

Moschino

Lanvin

Versace

contata la necessit di difendersi dal freddo oggi la sciarpa assume sempre pi il ruolo di un accessorio con il quale completare il look, donando quel tocco di classe, sdrammatizzando un outt troppo sobrio. E a questo diktat della moda non sfuggono neanche gli uomini che scelgono i materiali pi caldi che vanno dal cachemire alla lana, no allimpalpabile seta, in una gamma di soluzioni estetiche che includono i motivi tradizionali ma anche le stampa ad effetto batik, di chiara ispirazione etnica. E LEI? Pur di non passare inosservata sceglie le sciarpe con le frange di pelliccia o di piume
Marc Jacobs A/I 2012-2013

Valentino

Valentino

Fendi

Missioni

13

La splendida sala dellAccademia di Santa Cecilia per il concerto della Banda dei Carabinieri

Monica Guerritore riceve il Premio Margutta alla carriera ideato da Antonio Falanga

La slata di Moda di Anna Maria Lotta al Gilda di Roma

Il reggiseno creato da Tamm e dedicato a Lady Gaga

Grande successo di Elena Bonelli al Teatro Ghione con le canzoni di Anna Magnani e Gabriella Ferri

Matile Brandi in splendida forma

Gloria Wurth con la Brambilla alias Dario Ballantini

A Palazzo Ferraioli Renato Balestra e Elsa Silvestrini in blu Balestra

A Palazzo Ferraioli Lucilla Quaglia sorride tra il Presidente Gianni Battistoni e suo padre, il Comandante Marcello Quaglia, alla presentazione del suo ultimo libro il pilota di Arafat

14

Al Teatro Agor Paolo Villaggio a colloquio con il pubblico

Il reggiseno creato da Renato Balestra per Giulia Elettra Gorietti per la sua ultima ction Ho voglia di te.

Lattrice Valentina Imperatore con una sua audace creazione

Alla Libreria del Cinema Alessio Boni, Jonis Bascir, Gianluca Perilli, Sabrina Paravicini e Maya Amenduni

La bellissima Anna Sanfrocik, vedova di Pietro Taricone

Il premio Fontane di Roma consegnate al nostro fotografo Giancarlo Sirolesi

Un altro premio, il Gildart,- consegnato dal Presidente Chirizzi al superpremiato Giancarlo Sirolesi

Marisa con un suo autoritratto

Lo sguardo divertito di Pierfrancesco Pingitore

Marisa Laurito alla presentazione della sua mostra quadri e materiale da cucina tra Manuela Aureli e Gloria Guida

15

P.za Barberini,13 Roma - Tel./Fax +39 06/35348266 e-mail: altamodapelliccerie@libero.it www.altamodafurs.com


16

PSICOLOGIA

ISABELLA DE MARTINI

CAMBIAMENTO O FINE?

Viviamo in unepoca che offre a noi cittadini del terzo millennio molti vantaggi, rispetto allepoca dei Maya!
di accettare limprevisto. Voglio ricordare in proposito le parole di Victor von Weizsacker, padre della medicina psicosomatica: in tutto il mondo non c aula di sica in cui la meccanica non denisca il concetto di forza se non come il prodotto della massa per laccelerazione. Qualcosa di simile per il concetto di vita non esiste Cerchiamo allora di abbandonare, almeno per un po, statistiche e fattori di rischio che, pur utilissimi, ci avvelenano la vita e accettiamo di ritornare un po bambini nel leggere profezie tipo quella dei Maya che a tratti hanno il sapore di una favola solo cos non correremo il rischio di sentirci ripetere dai nostri gli quello che Saint-Exupery fa dire al Piccolo Principe: i grandi non capiscono mai niente da soli, e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta!. Il mio consiglio da neuropsichiatria, che da molti anni segue gli affanni e le gioie dei suoi pazienti, quello di avere un approccio sereno e positivo nei confronti del caso per il quale ho un rispetto quasi religioso. Penso infatti che abbia avuto ragione Anatole France nellaffermare: il Caso lo pseudonimo di Dio quando non vuole rmare. Altro che Maya! Sta a noi, quindi, approttare delle buone occasioni che ci possono apparire dietro langolo e non abbatterci troppo per quelle che ci fanno soffrire. Altri, fra cui antropologi e psicologi di fama, imitano invece lormai celebre pessimismo intellettuale di Woody Allen attribuendo al caso un qualche fattore negativo, che si situa al conne con la superstizione. Il grande regista, intervistato sul signicato di un suo lm in cui il caso ha un ruolo particolarmente importante, ha risposto cos: ..per alcuni c come una predisposizione psicologica ad aiutare la cattiva sorte La recente paura della ne del Mondo non solo ci deve far riettere su un tema cardine della nostra vita, cio quanto siamo padroni del nostro destino ma deve anche riaprire uno dei dibattiti pi interessanti dellepoca moderna: come far convivere scienza e intuito, intelligenza e saggezza, medicina e losoa o, in altre parole, la mente con il cuore.
Prof .Isabella De Martini Neuropsichiatra, Docente di Psicologia Medica e Universit di Genova

evoluzione dellingegno e della creativit delluomo in ogni aspetto della vita ci ha dato la convinzione, o forse lillusione, che sappiamo comprendere e prevedere i fenomeni naturali e sociali ed abbiamo il controllo sul nostro corpo e la nostra mente. Esistono infatti statistiche e fattori di rischio che sono in grado di prevedere, secondo chi li compila, tutti gli eventi: dalle crisi economiche a chi vincer le elezioni, no alla possibilit di subire un infarto a seconda del variare di alcuni parametri. Molti addirittura pensano anche di potere in qualche modo controllare tutto questo, naturalmente per il bene di tutti insomma sembrerebbe che nulla possa pi avvenire per caso . E proprio cos? Assolutamente no e lattenzione enorme dei media sulla vicenda della presunta ne del Mondo nel dicembre 2012 ci fa riettere La predizione dei Maya non era infatti basata su alcun fondamento scientico ma ha condizionato lintero Pianeta. Tutti ne hanno parlato e straparlato, ed dovuta intervenire persino la NASA per tranquillizzare gli animi negli Stati Uniti! Siamo quindi pi condizionati dalla Scienza o dalle profezie? O dal caso? Guy de Maupassant narra, ad esempio, come un giovane Napoleone sia stato pi volte salvato dal Caso mentre stava per essere ucciso, cambiando cos la storia dellintera Europa. Confesso che, pur essendo medico e quindi scienziata, sono stata anchio, a volte, pi impressionata da storie suggestive di quanto lo sia stata da certi esperimenti, ricerche o statistiche. Ho ripensato alle considerazioni di Bertrand Russell sulla cosiddetta Legge Naturale: se gettiamo i dadi, e appare il doppio sei circa una volta su trentasei non ce ne stupiamo. Al contrario se il doppio sei uscisse tutte le volte noi penseremmo subito allesistenza di una stranissima legge vera e propria E allora, se davvero il caso pu stravolgere la nostra vita in qualsiasi momento, e lavverarsi di una profezia ricade, a mio parere, in questa categoriaqual il modo migliore per restare sereni? Sappiamo tutti che lequilibrio psicologico pi difcile da mantenere ai giorni nostri proprio in considerazione del divario, pi grande oggi che in passato, fra scienza esatta e casualit, fra la convinzione di poter controllare tutto e la capacit invece

17

SCIENZA

ELISABETTA PERAZZINI

LA TERRA TREMA
I TERREMOTI DI SUMA TRA

Nel mondo, migliaia di sismi ci dicono che il pianeta vivo e potrebbe essere vicino a grandi sconvolgimenti.
sotto tiro di imprevedibili, quanto disastrosi eventi naturali, anche di origine extraterrestre, come impatti cosmici con meteoriti e comete, che da sempre ha alimentato una ricca letteratura. Tra i libri pi recenti da ricordare Guida alla ne del mondo di Bill McGuire, professore di geosica allUniversity College of London. Un titolo, che tutto un programma. Un programma catastroco, il caso di dire,che prescinde per dalla ne ineluttabile alla quale destinato il nostro pianeta: tra circa cinque miliardi di anni scrive McGuire la nostra stella, il Sole, esaurir il combustibile nucleare che la alimenta, si ingrosser no a diventare una gigante rossa che inglober la Terra e la ridurr in cenere. Ma cinque miliardi di anni sono un tempo innito e molto probabilmente il genere umano si sar estinto, quindi perch preoccuparsi? Ebbene, c da preoccuparsi perch, prima potrebbero vericarsi una serie di catastro, prevedibili e imprevedibili, di origine naturale e non, come guerre nucleari, biologiche o chimiche, esperimenti andati male, minacce tecnologiche, epidemie ecc. Nel suo libro McGuire parla,

acendo unanalisi delle ultime sequenze sismiche avvenute sul nostro territorio e rifacendoci a studi condotti su terremoti molto antichi sono state trovate prove signicative dellesistenza di importanti faglie sismogenetiche su tutta la penisola italiana. Sismogenetiche vuol dire che possono generare terremoti imprevedibili e sismogenetici sono anche la maggior parte dei fondali marini del Mediterraneo Alcune ricerche pubblicate su Nature confermano che la crosta terrestre in continua evoluzione e che i terremoti di Sumatra stanno generando una nuova frattura nellOceano Indiano che dar vita molto probabilmente a due nuove placche tettoniche. Un violento terremoto ne pu creare un altro altrettanto distruttivo in altre parti del pianeta? A questo e ad altri interrogativi hanno cercato di dare una risposta gli scienziati che hanno partecipato all11th Seminar: Earthquakes Early Warning From Space di Erice (Sicilia) conclusosi il 24 ottobre 2012, promosso dalla Ettore Majorana Foundation and Centre for Scientic Culture. Un tema, quello della Terra

18

I TERREMOTI DI SUMATRA

ELISABETTAPERAZZINI

soprattutto, di eventi geosici globali che hanno il potenziale di dare colpi letali alla societ globale e far sparire, in gran parte, il mondo come noi lo conosciamo. La Natura, vista dallo scienziato inglese, pu diventare in ogni momento, un nemico terribile e scatenarsi con tempeste furiose, megatsunami, supereruzioni vulcaniche e inondazioni catastroche. Linnalzamento della temperatura globale, gi ora si sta manifestando con una forte variabilit meteorologica, anche a latitudini dove il clima generalmente mite. Per il futuro, se questo trend continuer, gli scienziati prevedono un signicativo aumento dei livelli del mare per effetto dellespansione termica e dello scioglimento dei ghiacci polari e della Groenlandia . Un fenomeno questo, che n da ora grava come una pesante ipoteca sul corretto funzionamento della Corrente del Golfo che, se alterata, potrebbe causare il congelamento di paesi come lIrlanda e la Gran Bretagna. Secondo McGuire, la minaccia pi reale e seria pu arrivare dal cuore profondo della Terra : la sua crosta ribolle e scricchiola, dice, e tre sono gli eventi epici che dobbiamo aspettarci, che sono gi avvenuti nella preistoria del nostro pianeta. Supereruzioni vulcaniche, lultima precipit la Terra in un gelido inverno vulcanico circa 73.500 anni fa, mentre onde giganti, causate dal collasso di un vulcano delle Hawaii, si abbatterono 100mila anni fa sullintera linea costiera dellOceano Pacico. Nellimmediato, paventa McGuire, preoccupante

una gigantesca frana che sembra essersi attivata, allestremo occidente dellIsola di La Palma (Canarie), e pronta per partire. Ma c la minaccia sismica da non dimenticare, il nostro un pianeta in continuo movimento, che in passato ha colpito gravemente il genere umano con tempeste di terremoti che hanno raso al suolo grandi citt e non c dubbio che queste catastro di origine tettonica continueranno a colpire la Terra. Ritorniamo ora allItalia, una ricerca dell Istituto Nazionale di Geosica e Vulcanologia, conferma che il nostro paese ad alto rischio sismico e che terremoti pi o meno percepibili percorrono il territorio della Penisola incessantemente. Solo negli ultimi giorni, il 7 settembre, le strumentazioni dellOsservatorio Vesuviano dellIstituto Nazionale di Geosica e Vulcanologia hanno registrato uno sciame di sismico di piccola entit localizzato nellarea egrea sede di una delle pi potenti e devastanti camere magmatiche, connessa a quella del Vesuvio, dEuropa e del Mediterraneo. Dalle 9.34 alle 10.30 sono stati registrati circa 113 eventi. Anche nellarea intorno a Benevento nella notte del 27 settembre avvenuto un terremoto di magnitudo 4.1 , si tratta di una zona classicata ad alta pericolosit sismica e questo terremoto uno dei pi forti avvenuti in questarea negli ultimi trentanni. La storia sismica di Benevento racconta che la citt ha subito, negli ultimi 500 anni, frequenti distruzioni, anche per terremoti di magnitudo modesta. Tutte le conoscenze scientiche al momento disponibili sono riassunte nella Mappa di Pericolosit Sismica del territorio nazionale dalla quale si rileva che larea ad alta pericolosit. Ed ancora, per parlare solo dei sismi avvenuti negli ultimi mesi , il 3 ottobre si vericato un

terremoto di magnitudo 4.5 alle ore 16:41:28 , alla profondit di 32.2 km, localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dellIngv nel distretto sismico della Valle del Trebbia. stato avvertito in una vasta area dellEmilia Romagna, in Lombardia, Veneto, Liguria e Toscana. Per quasi tutto il mese di settembre, invece, nellarea del Pollino, si avuta una sequenza sismica intensa con oltre 400 eventi sismici dei quali sei con magnitudo maggiore o uguale a 3. Dal 2010 questa zona caratterizzata da periodi di attivit sismica frequente intervallati da periodi di relativa calma. E cos di seguito, lelenco degli eventi sismici che fanno tremare lItalia certamente troppo lunga per essere ricordata in questa sede. Tutte le conoscenze scientiche al momento disponibili sono riassunte, quindi, nella Mappa di Pericolosit Sismica del territorio nazionale, una mappa che dovrebbe servire a fare prevenzione attraverso la riduzione della vulnerabilit sismica delle costruzioni. Infatti, non basta sapere quali sono le zone pi soggette a terremoti, se poi non si interviene con il rafforzamento delle costruzioni meno resistenti e non si realizzano costruzioni antisismiche. E questa, dicono gli scienziati, la migliore difesa dai terremoti ed lunico modo per ridurne le conseguenze immediate.
Elisabetta Perazzini

19

SCIENZA

CRISTINA GUERRA

CELLULE STAMINALI:
QUALE FUTURO?

uno dei settori pi in evoluzione, ancora pieno di incertezze, ma anche di tante speranze.
Hanno inoltre una straordinaria capacit di autorinnovarsi, per cui c sempre una riserva di staminali a disposizione dellorganismo per rigenerare i tessuti danneggiati o malati. Non sempre questo meccanismo funziona a dovere, ma il principio di fondo quello che ha portato gli studiosi ad indagare le potenzialit di queste cellule. Esistono a grandi linee quattro tipi di staminali: 1) quelle dette totipotenti che si ricavano dallo zigote, ovvero dalla cellula uovo appena fecondata e dallembrione nei primissimi stadi di sviluppo, due/tre giorni dopo la fecondazione quando la prima cellula si divisa no a formarne otto. Queste otto cellule sono potenzialmente in grado di trasformarsi ciascuna in un individuo completo. 2) Poi ci sono quelle dette pluripotenti che derivano dalla blastocisti, cio dallembrione ad una settimana di vita. Le staminali embrionali sono molto importanti perch possono trasformarsi in qualsiasi tipo di cellula specializzata, ma non sono pi in grado di formare un organismo intero. Proprio perch sono cos versatili, sono di grande interesse per gli scienziati, ma comportano anche un grosso problema etico, ovvero la distruzione dellembrione in seguito alla loro estrazione. In Italia non ne luso n

resta proprio per questo un argomento molto delicato. La branca della medicina che indaga le potenzialit delle cellule staminali in grande crescita. Gli studi clinici al momento registrati sul sito della FDA - la Food and Drug Administration - sono 259, di cui tre sono italiani. Di recente il ministro della salute Balduzzi ha deciso di riunire una commissione di esperti per fare il punto sulle ricerche e sulle sperimentazioni in atto per capire dice - quali siano le reali potenzialit delle terapie che ne fanno uso. Lobiettivo - spiega il ministro - quello di garantire elevati livelli di sicurezza ed evitare che le aziende ospedaliere e i pazienti siano oggetto di false illusioni o di truffe vere e proprie. La sua preoccupazione nasce dal caso delle tre bambine italiane, gravemente malate, curate con le cellule staminali, e su cui i giudici si sono espressi in modo diverso e contrastante. Parlare di cellule staminali signica parlare di cellule fondamentali sia per la formazione dellorganismo umano che per il continuo rinnovo dei suoi tessuti. Le cellule staminali sono cellule primitive, non specializzate, capaci di trasformarsi nei diversi tipi di cellule di cui siamo fatti: alcune sono estremamente versatili, altre meno, a seconda della fonte da cui vengono tratte.

20

SCIENZA

CRISTINA GUERRA

la sperimentazione. Un anno fa si espressa in materia anche la Corte di Giustizia Europea, stabilendo che non pu essere brevettato qualsiasi processo, anche a scopo terapeutico, che implichi lestrazione di una cellula staminale da un embrione umano alla fase di blastocisti e chi quindi comporta la distruzione dellembrione. Lembrione umano specica la Commissione Europea un soggetto di diritto a qualsiasi stadio di sviluppo e questo concetto deve essere recepito aggiunge da tutti i paesi dellUnione. 3) Ci sono poi quelle multipotenti, in grado di trasformarsi solo in alcuni tipi di cellule, tutte quelle proprie di un settore dellorganismo (sangue, pelle, neuroni, etc..) Vengono estratte principalmente dal cordone ombelicale, dalla placenta o dallindividuo adulto, ad esempio dal midollo osseo o dai tessuti neurali. Quelle del cordone e della placenta sono denite ad esempio ematopoietiche, perch sono capaci di trasformarsi in tutte le cellule del sangue: globuli rossi, bianchi e piastrine. 4) Inne ci sono le staminali unipotenti, che non hanno alcuna possibilit di scelta, perch possono trasformarsi in un unico tipo di cellula specializzata, come ad esempio quelle che formano lo strato pi profondo dellepidermide. Dunque pi lorganismo cresce, pi le cellule di specializzano e perdono potenzialit. E per questo che le ricerche si concentrano molto sia sulle cellule embrionali - come abbiamo detto - sia su quelle del cordone ombelicale che hanno una maggiore abilit rigenerativa ed offrono quindi pi possibilit di trattare malattie nora incurabili, come quelle del sangue o alcune malattie degenerative. Per adesso quelle usate a ni curativi sono solo quelle cordonali e quelle adulte. Quelle embrionali, pure pi potenti, presentano ancora molti dubbi: il modo in cui si specializzano infatti misterioso e poco controllabile; in alcuni casi inoltre possono diventare cancerose, dando origine ad un tumore chiamato teratoma.

Per superare i limiti delle staminali embrionali, si sta studiando il modo di ottenerle senza dover arrivare a distruggere lembrione stesso. Se da un lato c chi pensa alla clonazione allo scopo puramente terapeutico, ovvero creare un embrione al solo ne di estrarne le cellule staminali pluripotenti, dallaltro c invece chi sta studiando il modo di riprogrammare le cellule adulte per farle ritornare bambine, allo stadio cio embrionale. E il caso del ricercatore giapponese Shinya Yamanaka, appena insignito del premio Nobel per la medicina. Il ricercatore dellUniversit di Kyoto nel 2006 ha scoperto un metodo per far ringiovanire le cellule prelevate dal tessuto sottocutaneo di un topo, ottenendo cellule simili alle staminali pluripotenti dellembrione: queste cellule, ricreate in laboratorio, sono chiamate iPS (staminali pluripotenti indotte, dallinglese induced Pluripotent Stem). Per ottenere un simile risultato Yamanka ha introdotto allinterno delle cellule adulte del materiale genetico caratteristico delle staminali, sotto forma di un cocktail di quattro geni. Questi geni sono stati portati nelle cellule da alcuni virus, opportunamente modicati, che infettandole le hanno riprogrammate per renderle di nuovo pluripotenti. Secondo gli scienziati, lesperimento offre concrete prospettive terapeutiche perch permetterebbe almeno in teoria di modicare le cellule estratte dal tessuto di un individuo per reinserirle in un tessuto diverso e qui fatte proliferare. Ma se questo esperimento riuscito nel topo, dove le cellule adulte cutanee sono state fatte diventare cellule nervose, ancora incerta invece la sperimentazione clinica sulluomo. Indubbiamente, se lapplicazione delle iPS si rivelasse realmente possibile, potrebbe eliminare il problema del rigetto da parte del sistema immunitario del paziente. Ma ci sono ancora una serie di questioni da risolvere. Uno dei geni utilizzati per la riprogrammazione, in certe circostanze in grado di trasformare una cellula normale in una tumorale. Inoltre anche i virus, usati come vettori genetici, potrebbero far diventare cancerose le cellule

21

SCIENZA

CRISTINA GUERRA

bersaglio, rendendole di fatto inutilizzabili. Nel 2008 per il gruppo Yamanaka riuscito a introdurre le sequenze dei quattro geni senza ricorrere ai vettori virali. Non meno importante luso delle staminali da cordone ombelicale. Attualmente vi sono nel mondo disponibili pi di 600 mila unit di sangue cordonale conservate in 156 banche o reti di banche. In Italia ce ne sono oltre 26.600 bancate in 18/19 strutture pubbliche. Il problema dove conservare il cordone, se in banche pubbliche o private. Questa una scelta che spetta alla incompleta e ambigua. Si pu decidere se donare il cordone per uso autologo alle banche private, ovvero per conservare le staminali solo per il proprio glio nel caso in futuro dovesse averne bisogno con un costo non indifferente. In questo caso non si considera per che la quantit di cellule che si ricava da un solo cordone piuttosto scarsa, per cui le staminali sarebbero sufcienti a curare solo bambini no a circa 25 kg di peso. Oppure si pu decidere di fare una donazione vera e propria, regalando il cordone alle banche pubbliche perch venga conservato per un uso allogeno, cio perch possa essere utilizzato per tutti coloro che ne hanno bisogno. Da questo punto di vista le banche pubbliche, raccogliendo e stoccando pi sacche cordonali, possono venire incontro alle esigenze di pi persone e non solo bambini. Le banche pubbliche fanno parte di una rete mondiale di banche cordonali, con determinati criteri di selezione e di controllo delle sacche donate, cos che nel caso un malato dovesse avere bisogno di questo tipo di cellule, si possano trovare quelle pi compatibili con il malato. Totalmente diverse sono le regole per le banche private che devono rendere conto solo a se stesse. In Italia e in Francia non permessa listituzione di banche private, ma nel nostro paese consentita lesportazione di sangue cordonale verso strutture estere tramite agenzie presenti sul territorio.

In Francia neppure questo. Le unit di sangue cordonale stoccate in banche private per uso personale nei paesi occidentali sono 2-3 volte maggiori di quelle stoccate in banche pubbliche. A ne 2010 nelle 134 strutture private nel mondo erano conservate 900 mila unit di sangue cordonale contro le oltre 450 mila delle banche pubbliche. Ma lutilizzo inversamente proporzionale perch le prime sono state usate solo per 12 trapianti autologi, mentre le seconde per oltre 25 mila trapianti da donatore esterno. Solo in Italia ci sono 25 mila unit di sangue cordonale nelle banche pubbliche, gi utilizzati per 1.400 trapianti circa, 129 solo nel 2010. Sono invece 60 mila le unit di sangue cordonale donate da donne italiane alle strutture private estere, ma ad oggi non risultano in Italia trapianti autologi fatti con queste sacche. Negli Stati Uniti in 15 anni ci sono stati solo tre casi documentati di trapianto autologo, effettuato con staminali da cordone conservate in banche private. Per altro se il sangue cordonale pu essere conservato in condizioni di sicurezza per 15 anni, non risultano al momento evidenze scientiche che possa essere conservato no a 30 anni come spesso sostengono i promotori di un uso autologo delle staminali cordonali. Anche quando si sostiene che sia impossibile trovare un donatore compatibile nelle banche pubbliche, stato invece dimostrato che la probabilit si aggira intorno al 75% per una persona di etnia ovest europea. Inoltre luso di cellule autologhe, sebbene eviti problemi di rigetto, privo per di un importante effetto antitumorale che si verica invece in caso di trapianto allogeno, cio da altro donatore. Inne stato accertato che sono molti di pi i casi in cui consigliato un trapianto allogenico rispetto a quello autologo, per evitare la possibilit che le staminali ricavate dal cordone del paziente possano essere esse stesse portatrici di informazioni genetiche malate.
Cristina Guerra Tg 1

22

23

PSICOLOGIA

ISABELLA DE MARTINI

PSYCHOLOGICAL TEST

COME REAGISCI ALLE DEFAILLANCES DEL TUO PARTNER:

SORRIDI O TI ARRABBI?
1 ) Il/la tuo/a partner sta cercando di parcheggiare lauto, ma ha gi sbagliato manovra tre volte, tu: A B C gli/le suggerisci di andare a posteggiare da unaltra parte scendi, e sali al suo posto, per fare la manovra a costo di intralciare il trafco, aspetti, con pazienza, che riprovi 2 ) Il/la tuo/a danzato/a, sempre un po distratto/a, arriva con 2 ore di ritardo alla tua cena di compleanno, per la quale hai lavorato tutto il giorno tu: A B C 4 )Hai sempre creduto che il tuo partner ti fosse fedele, poi scopri un reggiseno, nascosto fra le sue cravatte (o una cravatta fra le sue calze di seta).. A B C fai nta di niente, ma tieni gli occhi aperti glielo/a getti in faccia e te ne vai lo/a indossi , e aspetti la sua reazione tieni le pietanze in caldo, e la collera a bada mangi sola e gli servi la cena fredda, quando arriva lo accogli alla porta, lanciandogli laragosta addosso 3 ) Dopo pochi, velocissimi, minuti di rapporto, il tuo partner crolla, lasciandoti insoddisfatta/o: A B C gli fai capire che hai ancora voglia, e lo/la stuzzichi per farlo/a reagire lo elogi lo stesso le dici che sei contenta/o di averlo soddisfatto, ma che forse dovreste un po parlare del paio di cose che pu fare . per farti piacere

5) Maltratti pi facilmente: A B C i tuoi subalterni i tuoi superiori chiunque si comporti in modo scortese con te

6 ) Al distributore self-service, di domenica, il/la tuo/a partner ha erroneamente riempito di gasolio il serbatoio della tua auto, che va a benzina, tu: A B C provi lo stesso a ripartire, qualche santo ti aiuter lasci l la macchina, d accordo con lui/lei, luned risolverete il problema lo/la insulti, e poi chiami il soccorso stradale

PUNTEGGI
1A=2 2A=1 3A=6 4A=2 1B=3 2B=2 3B=8 4B=1 1C=1 2C=3 3C=2 4C=3 5A=1 6A=2 7A=3 5B=3 6B=1 7B=2 5C=2 6C=3 7C=1

7) Lui/lei esce nudo/a dalla doccia, con la nestra spalancata, e ti accorgi che il bambino del vicino lo/la sta guardando con il binocolo: A B C metti le mani sui anchi e ssi il bimbo con aria di sda salti a destra e a sinistra come una molla, in cerca di uno straccio di vestito da mettergli/le addosso continui a comportarti come se niente fosse. In fondo, sei a casa tua

Risultati

Da 7 a 11 punti: per te gli errori, o le defaillances del partner non esistono quasi!..La tua sensibilit, ma anche la tua intuizione, ti inducono a dire (e soprattutto a fare) la cosa giusta al momento giusto, per cercare di metterlo/a a proprio agio. Ti puoi, per, sentire ferita/o dalle incomprensioni, e dalla durezza della gente, mille volte al giorno, e vivi con ansia il pensiero di doverti contrapporre a qualcuno, o, ancora peggio, di deluderlo. Il centro di gravit della tua vita infatti posto sugli altri, e sulle loro aspettativecerca di essere piu autonoma /o, e vincerai tutte le tue (ingiusticate) paure! Da 12 a 16 punti: sei molto simpatica/o ed equilibrata/o nei rapporti con gli altri, e soprattutto con il partner, che tendi a perdonare quasi sempre, anche quando ti costa parecchio, mala tua vera nemica la distrazione! E se abbassi il livello di guardia..Sono guai: non ti viene, infatti, del tutto spontaneo metterti nei panni degli altri.I pettegolezzi non ti interessano (troppo).Il che pu apparire come una virt.Ma il lato negativo che se linformazione insufciente .Puoi incappare, tu, in gaffes, o defaillances terribili con il tuo partner!.....E con la pi gioiosa innocenza! In amore sai compiere gesti indimenticabili, ma anche scordare il compleanno dellamato/a, o, peggio, il vostro anniversario. Sul lavoro sei efciente, quasi perfetta/o, ma poi corri il rischio di fare una battutaccia sul capo.Proprio quando lui/lei dietro le spalle! Oltre i 17 punti: tempi duri per il tuo /la tua partner! Hai, infatti, un tuo mondo interiore, ed un tuo personale sistema di riferimento, che non vuoi mai confrontare con quello degli altri..Perch, purtroppo, spesso incompatibile! Dai invece per scontato che tutti ragionino come te..Le tue reazioni agli imprevisti ed alle defaillances del partner sono sempre impulsive, perch hai scarsa attenzione per i bisogni altrui.Puoi essere un vero amico, o anche un nemico, ma non sarai mai un complice in amore.Per questo motivo i tuoi partner tendono a non volere con te legami permanenti, nonostante tu sia lineare, ed anche fedele: temono che tu sia una bomba che possa esplodere da un momento allaltro.. E nessuno saprebbe come disinnescarti!

24

the One

info@theonesrl.it
25

UN BACIO......DI 90 ANNI!

CRISTINA GUERRA

UN BACIO.

DI 90 ANNI!!
Il Bacio Perugina entra nelle case degli italiani nel 1922, grazie allingegno di Luisa Spagnoli, lintraprendente moglie di uno dei quattro fondatori della Perugina, che cercava un sistema per utilizzare la preziosa granella di nocciole, derivata dalla lavorazione di altri prodotti. E cos che dalle sue sapienti mani prende forma un cioccolatino fatto di gianduia guarnita da una nocciola intera e ricoperto di cioccolato fondente, dalla forma tozza e irregolare che ricorda la nocca di una mano. Per questo allinizio venne chiamato Cazzotto. Fu poi ribattezzato Bacio dallimprenditore Giovanni Buitoni che trov maliziosamente pi simpatico per un consumatore chiedere un bacio piuttosto che un cazzotto a chi si apprestava a esaudire una sua richiesta. Negli anni 30 vengono introdotti i cartigli, la cui invenzione si deve alla vulcanica mente di Federico Seneca, allora direttore artistico di Perugina, che ebbe lintuizione di aggiungere al piacere del cioccolato quello di un messaggio che veicolasse affetto, calore, simpatia, insomma tutte le facce dellamore, rendendo

300 milioni quelli venduti ogni anno, 1.500 quelli prodotti al minuto, 55 i Paesi in cui viene esportato.
cos il Bacio Perugina unico ed inconfondibile messaggero damore. A questo venne associato, nel giro di breve tempo, la scatola blu e argento con una coppia che si bacia sotto le stelle, ispirata al dipinto Il bacio realizzato nel 1859 dal pittore italiano Francesco Hayez, su commissione di Alfonso Maria Visconti di Saliceto, che alla propria morte lo regal alla Pinacoteca dellAccademia di Brera, dove tuttora conservato ed esposto. Da allora, questa scatola ha accompagnato con sorprendente duttilit i miti amorosi che cambiavano: Rodolfo Valentino, Clark Gable, Frank Sinatra e Vittorio Gassman primi testimonial degli spot televisivi. Fino ad arrivare agli anni 70 che videro i Baci Perugina strettamente legati a Love Story, lm simbolo dellamore in quel periodo. Fu infatti studiata una confezione ad hoc che univa il libro e la colonna sonora alla famosa scatola di cioccolatini. I Baci Perugina hanno subito diverse trasformazioni, cambiamenti signicativi che racchiudono la strategia di comunicazione del brand. La prima importante rivoluzione arriva negli anni 80. Il linguaggio diventa pi moderno e disimpegnato per raggiungere un target giovane. Nasce cos il tubo, una confezione

ono questi i numeri che, in 90 anni, hanno fatto del Bacio Perugina pi un simbolo che un marchio. Pensate che se mettete in la tutti i Baci Perugina venduti nora, fareste dieci volte il giro della Terra!!! Inoltre stato calcolato che il cartiglio utilizzato per le celebri frasi sia lungo 18 mila chilometri, pari praticamente alla distanza che copre la tratta Parigi-Malbourne!!

(1962) pubblicit - PERUGINA (Baci Perugina) Frank Sinatra

26

UN BACIO.....DI 90 ANNI!

DI CRISTINA GUERRA

Alcune pubblicit storiche del Bacio Perugina

ideata per incontrare il gusto dei teenager che, conquistati dalla celebre campagna pubblicitaria televisiva Tubiamo?, cominciano a introdurre nel loro linguaggio il verbo tubare come sinonimo di piacersi. Negli anni 90 nasce la scatola Baci Ball, che apre le porte del Natale ai Baci Perugina, e Voglia di Baci, un cubo pieno di piccoli Baci che una volta aperto diventa un comodo vassoio a forma di ore, pensato per il consumo famigliare. Nel 2006, parte il Baci Tour, con il claim Dillo con un Bacio: una particolare campagna multimediale che coinvolge la gente comune. Una manciata di secondi sotto i riettori per persone che possono esprimere, senza copioni, i loro sentimenti pi profondi. A partire da settembre 2009, Baci Perugina d la possibilit a chiunque volesse di diventare Autori dei messaggi: una grande iniziativa capace di raccogliere pi di 40 mila frasi. Le 15 frasi scelte dallo scrittore Francesco Moccia, chiamato ad essere giudice deccezione dellevento, sono state poi inserite nei Baci Perugina a partire dal mese di dicembre 2010. Nella campagna 2010 Baci propone levento Baci senza Frontiere, iniziativa che ha portato nelle piazze di Milano e Napoli gli innamorati che si sono sdati in una vera e propria gara di baci. In

contemporanea anche a Perugia il bacio stato protagonista: il cartiglio pi lungo del mondo, 200 metri, stato srotolato per ospitare le frasi damore degli innamorati. Tante altre le iniziative e le scelte di marketing fatte dalla Perugina per promuovere il Bacio pi famoso del mondo, come la creazioni di ritornelli che sono entrati nel linguaggio comune: ad esempio dillo con un baciooppure Un bacio, cosa vuoi dirmi?. Tra quelle pi interessanti da ricordare anche il Jumbo Alitalia rivestito tutto di blu e argento, pieno di stelle, con il leit-motiv: Baci dallItalia. Baci da Alitalia che ha volato sulla tratta Roma-NewYork, in occasione dellottantesimo compleanno dei Baci, e la creazione del BaciOne, entrato nel Guinness come il cioccolatino pi grande del mondo grazie ai suoi 7 metri di circonferenza, ai suoi 2.15 metri di altezza e ai 5.980 Kg di peso!!! Nel 2011, Baci Perugina introduce il Bacio bianco. La forma quella inconfondibile del Bacio, ma sotto linvolucro blu tempestato dalle inconfondibili stelle di Baci Perugina, si svela un cioccolatino candido

ricoperto da uno strato di nissimo cioccolato bianco e un cremoso ripieno di gianduia e granella di nocciola, sormontato dalla croccante nocciola intera. Non mancano le novit anche per i cartigli, i celebri messaggini che avvolgono ogni singolo Bacio: si rinnovano e raccontano la bellezza delle emozioni inattese, proprio come... un Bacio che non ti aspetti. Le scelte innovative che hanno caratterizzato il successo di Baci Perugina hanno trovato piena espressione nella creazione del sito internet www.baciperugina.it, che si conferma uno dei siti di prodotto di maggior successo sul web. Ma leffetto Bacio non nisce qui: il famoso cioccolatino ha contagiato anche Facebook, il popolare Social Network, che conta oltre 1.000.000 di fan!
Cristina Guerra TG1

27

CINEMA

VALENTINA CARDILE

SCHEDA FILM Produzione: Italia-USA 1984 Regia: Sergio Leone Cast: Robert De Niro, James Woods e Elizabeth McGovern. Musiche: Ennio Morricone Genere: Gangster, drammatico Durata: 256 min (versione restaurata ed estesa del 2012) 229 min (versione italiana del 1984) 139 min (versione statunitense curata dal produttore)

Il mito di un film ancora attuale in versione riveduta e corretta


era una volta in America, opera sterminata che gioca con il tempo a quasi trentanni dalla sua realizzazione con uno straordinario montaggio inedito e sei sequenze tagliate per una mirabile riproposta. Il lm del regista iconico Sergio Leone che giunse sugli schermi di tutto il mondo nel 1984, basterebbe da solo a ricordarci per che cosa stato inventato il Cinema. Ed oggi, nella sua nuova versione, ridonda ancora pi gigantesca che nella sua versione originale. Signica ed ha signicato in senso assoluto. Unopera pittorica di grande spessore storico, un manifesto di dettagliata cronaca, un messaggio civile di assoluta attualit. Un Robert de Niro che anticipava la sua statura di attore primario. Unatmosfera che le musiche di Ennio Moricone hanno reso intensa, toccante, indimenticabile. il racconto della Morte, dellAmore e della Speranza. la storia delluomo del nostro tempo ma senza tempo. Un gangster movie, una tragedia che segna la storia del Cinema di tutti i tempi e ci lascia qualcosa da riettere, sempre. I minuti della durata del lm sono 255, dedicati a quei cineli che per troppi anni si sono alzati dalla poltrona in sala anche troppo presto

Il regista Marco Bellocchio

28

CINEMA

VALENTINA CARDILE

SCHEDA FILM Produzione: Italia 2012 Regia: Paolo Virz Cast: Vittoria Caiozzo, Luca Marinelli, Micol Azzurro, Claudio Pallitto Musiche: Thony Genere: commedia Durata: 102

rentanni fa, tre giovani amici si gettarono nellimpresa della scrittura di una pice teatrale che poi and felicemente in scena. Il pi giovane dei tre aveva quattordici anni. Gli altri due erano Paolo Virz e Francesco Bruni. Cos, il terzetto dei compagni si rinsalda, ed ecco Tutti i santi giorni. Nel lm, fondamentale il ruolo di Luca Marinelli che interpreta il portiere di notte ed anche delle sue danzate per la voracit scenica dei loro personaggi e per le loro diramatissime storie damore. Fanno lamore, appunto, tutti i santi giorni, poi incontrandosi soltanto allalba quando lui rientra e lei esce in una sorta di ponte temporale al limite del giorno e della notte. Una bella ed originale idea per affrontare il tema della contrapposizione tra precariet e stabilit (instabile) di un sentimento, nellattesa di un bimbo che tuttavia non arriva. Leterno dubbio sullamore. Che cos, come si esprime Una precariet, dunque, spiattellata nel suo essere sussurrata in una storia vacillante. Nonostante, il dialogo esilarante sullonanismo surreale, forse ci voleva il coraggio di staccarsi dal cordone ombelicale di Ovosodo, la mirabile storia di sentimenti feriti che Virz nel 79 ambient nel quartiere popolare di Livorno che porta quel nome

Micol Azzurro

29

LAVVOCATO

CRISTIAN COPPOTELLI

DIFFAMAZIONE A MEZZO ST AMPA:


vrete sicuramente letto sui principali quotidiani italiani, e non solo, del cosiddetto caso Sallusti, cio del processo penale giunto alla sua fase conclusiva dinanzi alla Corte di cassazione che ha visto condannato il popolare giornalista, per aver pubblicato (o meglio per aver lasciato pubblicare e quindi omesso di controllare) articoli diffamatori nei confronti di una madre che aveva interrotto la gravidanza della propria glia minorenne mediante lautorizzazione di un giudice. Gli articoli incriminati sono due, comparsi nellanno 2007 sul quotidiano Libero, uno rmato dal giornalista Monticone, laltro con lo pseudonimo Dreyfus. Dallarticolo a rma di Dreyfus si legge Un magistrato ha allora ascoltato le parti in causa e ha applicato il diritto il diritto! Decretando laborto coattivo. Salomone non uccise il bimbo, dinnanzi a due che se lo contendevano, scelse la vita, ma deve essere roba superata, da antico testamento. Ed ancora Si sentiva la mamma. Era mamma. Niente. Kaput. Per ordine di padre, madre, medico e giudice per una volta alleati e concordi. Stato e famiglia uniti nella lotta. Ci sono ferite che esigerebbero una cura che non c. Qui ora esagero. Ma prima domani di pentirmi, lo scrivo: se ci fosse la pena di morte questo sarebbe il caso. Per i genitori, il ginecologo e il giudice. Parole forti che hanno portato alla condanna con conseguente pena detentiva il direttore Sallusti in quanto larticolo, secondo la sentenza confermata della Corte di Appello, contiene: affermazioni contrarie al vero, in quanto linterruzione della gravidanza, autorizzata dal giudice, fu decisa autonomamente dalla minore e pertanto affermazioni idonee a ledere la reputazione della parte lesa, con laggravante di aver attribuito un fatto determinato. Con riferimento alla posizione di Sallusti, va riaffermata non solo la natura diffamatoria dellarticolo a rma di Dreyfus, che contiene espressioni ben pi pesanti del precedente, ma anche la falsit della ricostruzione dei fatti.

IL CASO SALLUSTI

Nel nostro ordinamento, infatti, il diritto alla libera manifestazione del pensiero, previsto dallart. 21 della Costituzione non deve e non pu entrare in collisione con altri beni costituzionalmente garantiti. Il diritto di critica, cos come quello di cronaca trova disciplina analogica nellart. 51 c.p. e pu dare luogo a procedimenti penali per ingiuria o diffamazione qualora, come nel caso di cui ci siamo occupati, i fatti riportati non siano veri o ledano, attraverso le espressioni utilizzate, lonore o la reputazione di terzi. Vi inoltre un altro aspetto che il legislatore considera per un corretto esercizio del diritto di cronaca e cio che i fatti narrati rivestano un rilevante interesse per lopinione pubblica. La corrispondenza, quindi, tra i fatti a rilevanza pubblica raccontati a mezzo tv o stampa con il principio di verit degli stessi comporta lobbligo del giornalista di accertare la veridicit della notizia oltre ad effettuare uno scrupoloso controllo dellattendibilit della fonte. A prescindere dalla pena detentiva prevista in caso di illiceit di tali comportamenti, quindi, che ad avviso dello scrivente abbisogna di revisione ad opera del nostro parlamento, colui che scrive su un quotidiano o che parla in televisione di eventi a rilevanza pubblica deve essere consapevole della responsabilit giuridica e morale che assume nei confronti di terzi e della collettivit .
Avv. Cristian Coppotelli studiolegalecoppotelli@gmail.com

30

La Ricetta di LA CODA ALLA VACCINARA UN PIA TTO TIPICO ROMANO


originario del rione Regola, dove abitavano i Vaccinari Preparazione: lavare bene in acqua corrente la coda di bue coda di bue, tagliarla a pezzi e immergerla in una pentola di acqua bollenti per dieci minuti Scolarla e asciugarla. Sbucciamo e tritiamo la cipolla laglio e la carota. In una casseruola mettiamo a rosolare con lolio extravergine il prosciutto crudo sminuzzato grossolanamente, il trito di verdure, le erbe aromatiche e la coda, saliamo e pepiamo. Quando prendono colore irroriamo con il vino, lasciamolo evaporare, copriamo il tegame con il coperchio e facciamo cuocere per circa 15 minuti e aggiungiamo.la polpa di pomodoro. Lasciamo cuocere a fuoco basso per circa 2 ore, allungando il liquido di cottura ogni tanto con acqua calda. Adesso in un pentolino con acqua poco salata facciamo lessare il sedano tagliato a pezzi. Appena pronto lo uniamo alla coda, assieme ai pinoli e alluvetta ammollata precedentemente in acqua tiepida. Lasciamo cuocere ancora per 15 minuti. Togliamo dal fuoco e serviamo con delle fette di pane casereccio. Ingredienti: 1,1/2 Kg coda di bue - 100 gr prosciutto crudo - 800 gr. di polpa di pomodoro - 4 cucchiai dolio extravergine doliva - 1 bicchiere di vino bianco secco - 4 coste di sedano - 1 cipolla 1 carota - 1 spicchio daglio - sale q.b. - pepe q.b. - 1/2 cucchiaio di pinoli - 1/2 cucchiaio uva passa noce moscata q.b. - maggiorana, timo q.b.

Nico

B CAPRICORNO
asta pessimismo e s alla tolleranza, questo lanno della trasformazione. Dopo le prove e fatiche, terminate con larrivo dellautunno scorso, avete toccato con mano le indicazioni della ripresa e il buon proseguimento sar possibile anche durante i primi cinque mesi del 2013. Saturno, il pianeta che governa il vostro segno, un astro freddo e austero, che pu spingervi a imbrigliare i vostri istinti, per paura dellignoto o del ridicolo. Queste riserve possono anche tradursi con un certa timidezza anche se, malgrado le apparenze, il Capricorno, segno di Terra, dotato di un forte temperamento sessuale. Avete sempre bisogno di grandi attenzioni, che siano al tempo stesso misurate e calorose. Potrete anche decidere di cambiare lavoro e stile di vita, magari dedicandovi ad attivit in campagna o pi a contatto con la natura e gli animali. Lo dice Vesta che, entrando nel segno della Vergine, metter in luce alcuni talenti che non pensavate di avere no a oggi. SIDERIO

...IL LIBRO DA NON PERDERE!


ariano Sabatini, noto giornalista e critico televisivo, conduce unanalisi che approfondisce i recenti mutamenti della programmazione e conduzione televisiva (un esempio per tutti, il caso Santoro e la Rai), mettendo sotto torchio un aspetto rilevante della societ odierna. Inoltre, viene indagato il fenomeno della larga diffusione della tv satellitare: cosa ha comportato questa novit mediatica? E ancora, le nuove tipologie di format, gli approfondimenti politici che oggi colpiscono maggiormente il telespettatore...Il libro non mancher di suscitare un dibattito interessante, che a fronte di una parcellazione dellaudience della tv nel contesto sociale, culturale e politico.

Il giornalista Mariano Sabatini Per contatti: m.sabatini@libero.it ISBN: 978-88--8391-337-2 Euro: 16,00 www.lupetti.com

31

VITERBO: VITERBO: Corso Corso Italia, Italia, 102/104 - Tel. 0761.345113 www.menichelli-gioielli.it www.menichelli-gioielli.it

P PP PL L
PL P LA AS ST TIIC CA A V V E E T T R R O O F F A A N N II E E PV P VC CA AD DE ES SIIV VO O
EL ET EL TR ET OS TR TATIC OS TICO TA O
VERNICIATURA VERNICIATURA BLISTER BLISTER

stampa

F OF P I DR S t a m p a U V P VC Ve ro aI nia AfT N It M A L Lenticolar e 3D Metallizzato


-

F H-OF C T A SCR LARE LENTICO

PVC PV C

PEFC/18-31-329

Promoting Sustainable Forest Management www.pefc.org

VERNICIATURA UV

Via Ardeatina Ardeatina Km Km 20,400 - 00040 S. Palomba (Roma) Via Tel. 06.71300197 06.71300197 - Fax Fax 06.71302974 06.71302974 - www.rotoform.it - info@rotoform.it Tel.

Via dei Tamarindi, 14 - 00134 - Roma Tel. +39.06.71300197 - Fax +39.06.71302974 www.rotoform.it - info@rotoform.it

CARTA METALLIZZATA

32
COLLEZIONE COLLEZIONEDIAMONDIVER DIAMONDIVER Movimento Automatico con datario ore 3 Movimento Automatico con datario ore 3 Cassa in policarbonato trasparente Cassa in policarbonato trasparente Lunetta in acciaio con Lunetta in acciaio con 140 diamanti carati 1,40 circa 140 diamanti carati 1,40 circa Vetro minerale Vetro minerale Quadrante in madreperla con 8 diamanti Quadrante in madreperla con 8 diamanti Lancette Superluminova Lancette Superluminova Cinturino in cordura idrorepellente Cinturino in cordura idrorepellente Fibbia personalizzata Fibbia personalizzata Corona a vite impermeabile 50 metri Corona a vite impermeabile 50 metri

P UL SE - P A S S ION - B RA B U S - C O UP - C ABRIO

AUTO IN PRONTA CONSEGNA!

CARBONDIVER CARBONDIVER Movimento automatico Movimento con datario automatico ore 3 con datario ore 3 Cassa in policarbonato nera Cassa in in policarbonato nera Lunetta acciaio girevole Lunetta in PVD acciaio girevole trattata in nero trattata in PVD nero Vetro minerale Vetro minerale Quadrante in carbonio Quadrante carbonio Lancette inin Superluminova Lancette Superluminova Cinturinoin cordura pelle Cinturino cordura pelle Fibbia personalizzata Fibbia personalizzata Corona a vite impermeabile 50 metri Corona a vite impermeabile 50 metri

ESPOSIZIONE:

ROMA - VIALE EGEO, 45 - 47 - TEL. 06 54221611 - CELL. 380 7520424 FAX 06 54280436 - WWW.AUTOINVESTEUR.COM

+39 0761. 304760 +39 0761. 304760 3hitalia@email.it 3hitalia@email.it

32