Sei sulla pagina 1di 30

MODESTO CARUSO

....

LApocalisse Svelata
/
Vegliate e pregate, perch non sapete n il giorno, n lora in cui il Figlio delluomo verr.

POZZUOLI 2009

PRESENTAZIONE Il presente opuscolo una personale interpretazione dellApocalisse, ultimo libro della Bibbia, nonch unico libro profetico del Nuovo Testamento. Il termine greco Apoclypsis significa rivelazione, svelamento; tuttavia, a dispetto del nome, questo testo profetico aveva custodito gelosamente i suoi segreti per quasi duemila anni. Allinizio del terzo millennio riteniamo siano maturi i tempi preconizzati dal profeta Daniele, secondo cui, negli ultimi giorni, il libro della Verit dischiuder finalmente i suoi sigilli e la conoscenza di molti sar accresciuta (Dn 12,4). LApocalisse un libro per gli uomini della nostra epoca. A saper bene interpretare il testo biblico, vi troveremo chiari riferimenti ai principali avvenimenti della Storia Contemporanea: le guerre mondiali, la Guerra del Golfo, lascesa e il crollo del Comunismo. Ma lEvangelista Giovanni parla anche di eventi non ancora accaduti, che determineranno una svolta definitiva nella storia dellumanit. Si tratta della dura lotta, allinterno del mondo cattolico, fra la Chiesa tradizionalista e una chiesa pseudo-progressista che la scalzer dai vertici prima del definitivo tracollo finale. Infine si fa riferimento allultima futura grande guerra, con Israele centro del mondo, dove si raduneranno i re di tutta la terra per la battaglia del gran giorno di Dio Onnipotente (Ap. 16,14). In questa difficile fase della nostra storia, la Vergine Maria, Mater Ecclesiae et Auxilium Christianorum, assister e guider il suo Popolo Santo lungo la via della salvezza. Il primo nucleo di questopuscolo nasce gi ai tempi della Guerra del Golfo. Il testo si poi gradualmente arricchito fino a giungere allattuale redazione. Il confronto incrociato fra le profezie di Antico e Nuovo Testamento, nonch lanalisi rigorosa e scrupolosa del testo biblico, forniscono al lettore un quadro dinsieme unitario e coerente. Le rivelazioni sullApocalisse fatte dalla Madonna al sacerdote don Stefano Gobbi, confermano lesattezza della nostra linea interpretativa. Affidiamo agli uomini di buona volont la chiave per aprire una porta, rimasta chiusa per tanti secoli, ma ora spalancata a tutti quelli che vorranno attraversarla.

Pozzuoli, Pasqua di Risurrezione 2009

Modesto Caruso

LAPOCALISSE SVELATA
. di Modesto Caruso

PREMESSA Quando un uomo trova la strada della luce, Satana cerca di frapporre mille ostacoli. Ora la rende impervia, ora la blocca con grandi massi, ora vi fa comparire figure mostruose, e non solo. Illumina sentieri sconosciuti cos da indurre a confusione e una volta percorsi, questi portano in un burrone. Se ti accorgi di aver imboccato uno di questi torna indietro! Quelle luci abbagliano, ma non illuminano n scaldano; e in quei mille ostacoli passaci dentro: ti accorgerai che sono solo fumo e fantasmi senza consistenza. Cammina senza porti problemi, avendo come unico faro quellunica luce che Dio, fonte di vita eterna. S, verr presto dice il Signore Ges - . A chi persister e mi sar fedele fino alla morte dar la corona della vita.

INTERPRETAZIONE

(1) Ap. 1-3: prologo; lettere alle 7 Chiese LApocalisse il grido di speranza di unumanit affaticata e sfiduciata, che per trova in Cristo il senso della vita. In un mondo che degenera progressivamente, in cui prevalgono gli odi, gli egoismi, le guerre, pi che mai attuale la promessa di Cristo del suo ritorno per stabilire un nuovo ordine. Alla fine del I sec. d. C., lapostolo Giovanni, relegato nellisola di Patmos a causa della parola di Dio, rapito in estasi nel giorno del Signore, riceve direttamente da Ges Cristo la rivelazione delle cose che dovranno presto accadere. Quello che vedi scrivilo in un libro e invialo alle 7 Chiese, dice con voce potente allevangelista uno simile a figlio duomo. Cristo si manifesta in vesti sacerdotali e regali (la lunga tunica con la fascia doro). I capelli candidi come la lana simboleggiano leternit; gli occhi fiammeggianti come fuoco rappresentano lonniscienza divina e lo sdegno contro i malvagi; i piedi di bronzo splendente sono indice di immutabilit; la voce, simile al fragore di grandi acque, come quella di Dio. Ges si trova fra sette candelabri doro (le sette Chiese) ed ha nella mano destra sette stelle (gli angeli responsabili delle sette Chiese). Lui che regge le sorti della Ecclesia e ne indirizza il cammino. La sua parola e i suoi giudizi sono affilati e penetranti come una spada a doppio taglio; il suo volto assomiglia al sole quando splende in tutta la sua forza. Le lettere alle 7 Chiese dellAsia Minore sono indirizzate agli angeli (i vescovi) di Efeso, Smirne, Pergamo, Tiatira, Sardi, Filadelfia, Laodicea. Questi messaggi sono, di fatto, ammonimenti ai cristiani di ogni epoca e luogo, alle prese con gli ostacoli, le difficolt e le tentazioni che la vita frappone sempre. Il numero 7, infatti, corrispondente ai giorni della Creazione, nel simbolismo biblico indice di completezza e totalit. Al di l dei contenuti delle singole lettere, il messaggio comune quello della speranza e della costanza per chi vuol essere cristiano, e lesortazione a perseverare, restando saldi e fedeli nellAmore. Il premio la vita eterna, elargita da colui che per Primo ha vinto la morte. Io sono il Primo e lUltimo, il Vivente. Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi. Al vincitore che persevera sino alla fine nelle mie opere, dar da mangiare dellalbero della vita, che sta nel paradiso di Dio e non sar colpito dalla
2

seconda morte. Gli dar autorit sopra le nazioni; le pascoler con bastone di ferro e le frantumer come vasi di argilla, con la stessa autorit che a me fu data dal Padre mio e dar a lui la stella del mattino. Non canceller il suo nome dal libro della vita, ma lo riconoscer davanti al Padre mio e davanti ai suoi Angeli. Lo porr come colonna nel tempio del mio Dio e non ne uscir mai pi. Incider su di lui il nome del mio Dio ed il nome della citt santa, della nuova Gerusalemme, che discende dal cielo, da presso il mio Dio, insieme col mio nome nuovo. Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verr da lui, cener con lui ed egli con me. Il vincitore lo far sedere presso di me, sul mio trono, come io ho vinto e mi sono assiso presso il Padre mio sul suo trono (Ap. 1-3, passim). (2) Ap. 4-8,5: visione della corte celeste; il libro dei 7 sigilli Dopo ci ebbi una visione: una porta era aperta nel cielo. La voce che prima avevo udito parlarmi come una tromba diceva: Sali quass, ti mostrer le cose che devono accadere in seguito. Subito fui rapito in estasi. Ed ecco, cera un trono nel cielo, e sul trono uno stava seduto. Colui che stava seduto era simile nellaspetto a diaspro e cornalina. Un arcobaleno simile a smeraldo avvolgeva il trono (Ap. 4,1-3) Qui Dio non ha sembianze antropomorfe, ma pura luce. Dal trono escono lampi, voci e tuoni. Davanti ad esso vi come un mare trasparente simile a cristallo. Tuttintorno al trono di Dio trova posto la sua corte celeste. Attorno al trono, poi, cerano 24 seggi e sui seggi stavano seduti ventiquattro vegliardi avvolti in candide vesti con corone doro sul capo. Si tratta dei Patriarchi e degli Apostoli, simbolo della continuit fra Vecchia e Nuova Alleanza. Essi partecipano al governo del mondo, esercitando poteri regali e sacerdotali. Le 7 lampade accese, come dice il testo, sono i 7 spiriti di Dio, i 7 angeli che stanno davanti alla gloria del Signore; essi rappresentano lagire stesso di Dio, la multiformit del suo Santo Spirito. I 4 esseri viventi pieni di occhi sono lonniscienza e la provvidenza divina di cui quegli angeli sono esecutori nel mondo (4, come i punti cardinali). Il progetto di Dio inserito nella storia, che procede in funzione del sacrificio e delle promesse di Cristo. Infatti, solo lAgnello degno di aprire i sigilli del libro che si trova nella mano destra di Dio e di far conoscere le cose che avverranno. Lui lALFA e lOMEGA, il Primo e lUltimo, il Principio e la Fine. AMEN I primi 4 sigilli indicano che sulla terra, dal momento in cui scrive Giovanni, si alterneranno regni, guerre, carestie e pestilenze. Questa successione di eventi simboleggiata dai 4 cavalieri. Fu dato loro potere sopra la quarta parte della terra, per sterminare con la spada, con la fame, con la peste e con le fiere della terra. Tutto ci ha lunga durata, come suggerisce limmagine del cavallo, un animale che percorre grandi distanze. Sembra quasi una raffigurazione, a rapide pennellate, di avvenimenti che si sono verificati nel corso di molti secoli. Infatti nel 5 sigillo vediamo che i martiri gridano: Fino a quando o Sovrano, tu che sei Santo e Verace non farai giustizia e non vendicherai il nostro sangue sugli abitanti della terra?. Ma Dio vuole che tutti si salvino e li fa pazientare ancora per completare il numero degli eletti. Ed ecco che si apre il 6 sigillo. La descrizione drammatica: gli avvenimenti che si svolgeranno non sono pi di portata circoscritta, ma ben pi vasta. Sono sconvolte le potenze celesti, le stelle cadono sulla terra, tutti i monti e le isole sono smossi, le persone si nascondono sui monti per sfuggire allira che li sovrasta. Il fatto che queste persone siano i re della terra, i ricchi, i potenti, e tutti gli uomini sia schiavi che liberi significa che questi eventi saranno di portata MONDIALE. Il giorno dellira di Dio e dellAgnello sono venuti, ma non ancora la fine; deve prima completarsi in cielo il numero degli eletti. Questi sono simboleggiati dal numero 144.000, ossia il quadrato di 12 (il numero delle trib dIsraele) per 1000 (indice di gran moltitudine). Essi sono lIsraele celeste, la Nuova Gerusalemme, la gran moltitudine di ogni nazione, razza, popolo e lingua che nessuno poteva contare. Santificata dal sacrificio di
3

Cristo, la Chiesa passata attraverso la grande tribolazione, ossia le persecuzioni e, per esteso, tutti gli ostacoli che essa dovr superare prima della 2a venuta di Cristo. Allapertura del 7 sigillo si fa silenzio per circa mezzora: i 7 angeli ritti davanti a Dio stanno per suonare le sette trombe. La promessa si compir. Un angelo scaglia sulla terra un incensiere pieno di fuoco: ne seguono scoppi di tuono, clamori, fulmini e scosse di terremoto. (3) Ap. 8,6 - 10: le prime 6 trombe Nelle prime 4 trombe vediamo gli effetti devastanti di questi avvenimenti MONDIALI. Grandine e fuoco misti a sangue scrosciano sulla terra; le navi sono distrutte da una montagna di fuoco; alberi e piante vengono devastate; molte creature marine muoiono. Una grande stella detta Assenzio (ossia amarezza) cade dal cielo come una torcia, avvelenando fiumi e sorgenti della terra. Anche il cielo e i suoi astri si oscurano durante questi avvenimenti. Se Giovanni avesse voluto rappresentare simbolicamente le guerre mondiali e gli effetti di bombardamenti e radiazioni, non credo che lavrebbe fatto in maniera diversa e meno efficace. Ma non finisce qui. Unaquila annunzia 3 volte guai agli abitanti della terra; i tre angeli stanno per suonare gli ultimi squilli di tromba. La guerra che sta per compiersi con la 5a tromba ha come oggetto e scenario il POZZO dellabisso: E sal dal POZZO il fumo come il fumo di una grande fornace che oscur il sole e latmosfera. Sar preceduta da cinque mesi di preparazione in cui nessuno ancora morir, ma sar tormentato dal pensiero di ci che sta per accadere. Infatti, si vedranno volare cavallette (nota bene la descrizione) come cavalli pronti alla guerra; le corone doro sulla testa indicano che queste saranno vittoriose. I capelli di donna simboleggiano una guerra ammantata di giustizia e libert, ma i denti delle locuste sono come quelli dei leoni. Il volto di queste cavallette umano, perch sono strumenti di battaglia comandati da uomini; hanno il ventre di ferro e un rombo dali simile al rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati allassalto. Il loro potere sta nelle code, ossia in ci che si verificher successivamente. Il loro re langelo sterminatore. Dopo i 5 mesi di preparazione, la guerra comincia nellora, il giorno, il mese e lanno stabiliti. I 4 angeli incatenati che vengono sciolti sul fiume Eufrate, rappresentano i 4 angoli della terra, i 4 punti cardinali e conseguentemente il mondo intero che si scatena contro lIraq. La cavalleria (i mezzi di terra) viene descritta come distruttiva: i cavalli hanno corazze e code simili a serpenti dalla cui bocca viene sparato fuoco, fumo e zolfo (i carri armati). Il numero delle truppe (200 milioni) indica che le nazioni coinvolte nellattacco sono tante, cos come tanti sono i morti. Ma lumanit non si converte neanche ora e continua a rubare, ad uccidere, a fornicare e a credere alle stregonerie (6a tromba). Ebbene, sono questi i tempi in cui si svolgono questi ultimi avvenimenti; scritto, infatti, che solo dopo questi eventi la verit nascosta fra le nubi apparir come il sole. Essa sar come le colonne di fuoco che accompagnarono gli Israeliti nella loro fuga dallEgitto: gli Ebrei vedevano la luce che li guidava, gli Egiziani solo tenebre. Chi sar reso puro capir, ma nessuno degli empi intender queste cose. I 7 tuoni si stanno facendo sentire, i sigilli del libricino di Ap. Cap. 10 si stanno aprendo. Ecco - dice il Signore - convertitevi, perch non vi sar pi indugio. Quando la settima tromba suoner allora si compir il mistero di Dio, come egli aveva annunziato ai suoi servi i profeti.. Ecco egli viene fra le nubi e ogni occhio lo vedr; anche quelli che lo trafissero e tutte le nazioni della terra si batteranno per lui il petto. S, vieni Signore Ges, ti aspettiamo. AMEN (4) Ap. 10-11 e Dn 12: il piccolo libro aperto e la manifestazione dellAnticristo Se avessimo la possibilit di sorvolare un territorio a volo duccello, riusciremmo ad avere una visione dinsieme dei suoi rilievi, delle coste, di laghi e fiumi, ma i particolari ci apparirebbero poco chiari. Planando verso terra, i contorni si fanno, invece, sempre pi nitidi e
4

ci che prima appariva vago e impreciso diventa finalmente decifrabile ed evidente. Anche lApocalisse strutturata praticamente allo stesso modo. Gli eventi profetizzati si chiariscono con sempre maggior dovizia di particolari man mano che si va avanti nella lettura e man mano che lumanit procede e si avvicina alla fase decisiva della sua storia. Il 2 agosto 1990, loccupazione del Kuwait da parte di Saddam Hussein, determin la reazione del mondo intero contro il dittatore irakeno. Gli Stati Uniti concessero a Saddam 5 mesi di tempo per abbandonare i territori occupati; in caso contrario, avrebbero mosso guerra allIraq nellora, il giorno, il mese, lanno stabiliti. LONU stabil la data del 15 gennaio 1991 come ultimo giorno utile per il ritiro dellinvasore. Sappiamo tutti come si svolsero gli eventi. Alle ore 0.41 del 17 gennaio 1991, mentre Saddam minacciava di distruggere Israele e di incendiare tutto il Medio Oriente, gli Stati Uniti, col consenso dellONU e dellUnione Sovietica, bombardarono e invasero lIraq. Limpresa bellica fu battezzata col nome di Operazione Locusta, ma meglio conosciuta come La guerra del Golfo. La coalizione era composta da paesi occidentali e arabi. Ne facevano parte moltissime nazioni, fra cui: USA, Inghilterra, Francia, Egitto, Italia, Siria, Pakistan, Olanda, Belgio, Niger, Marocco, eccLattacco fu dinaudita violenza, tanto da costringere ben presto Saddam Hussein alla resa. Come ultimo atto di sfida, Saddam incendi i pozzi di petrolio, il cui denso fumo nero provoc il sinistro effetto di oscurare il sole e latmosfera. Questo evento profetizzato nei dettagli dallApocalisse. Esso costituisce il punto di partenza che ci permetter dinterpretare lintero testo giovanneo. Sono questi i tempi, preconizzati dal profeta Daniele, in cui il libro della Verit dischiuder finalmente i suoi sigilli. Il cap. 10 dellApocalisse si collega a quello 12 di Daniele sulla fine dei tempi, come evidenziano tanti simboli e numeri comuni, pressoch sovrapponibili. Langelo potente con il libro aperto quindi Michele, il gran principe, che vigila sui figli del tuo popolo; il libro aperto la Verit che comincia a svelarsi (Dn 10,21). Quante volte nel corso dei secoli si tentato di interpretare lApocalisse, senza mai per riuscirvi del tutto! Ma la verit non poteva essere capita prima perch in Daniele esplicitamente detto che queste parole sono chiuse e sigillate fino al tempo della fine; allora molti le scorreranno e la loro conoscenza sar accresciuta (Dn 12,4; 12,9). Anche i milleduecentonovanta giorni dallabominio della desolazione fino alla fine (Dn 12,11) corrispondono ai 42 mesi di Ap. 11,2 e ai milleduecentosessanta giorni di Ap. 11,3. indubbio, perci, che Dn 12 e Ap. 10 e 11 si riferiscano ad ununica realt: quella che prepara alla 7a decisiva tromba. Labominio della desolazione, di cui si parla nel libro di Daniele, era lidolo pagano innalzato come abominio nel tempio di Gerusalemme dal 168 al 164 a.C., allepoca delle persecuzioni di Antioco IV Epifane. In quegli anni il culto ebraico fu soppresso e il tempio profanato. Qualcosa di simile accadde anche in et romana dopo la conquista di Gerusalemme e la distruzione del tempio ad opera di Tito (70 d. C). Per esteso esso indica lapostasia che si verificher negli ultimi tempi, come profetizzato dallapostolo Paolo, e la manifestazione del figlio della perdizione che oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio. Questi, pi comunemente conosciuto col nome di Anticristo, si manifester con ogni sorta di segni e prodigi menzogneri, ma il Signore Ges lo distrugger con il soffio della sua bocca e lo annienter allapparire della sua venuta (II Tess. 2). Anche Ap. 11 prefigura un simile scenario quando parla dellatrio allesterno del tempio calpestato dai pagani per 42 mesi. Profondi rivolgimenti e cambiamenti si verificheranno, dunque allinterno della Chiesa. In Daniele cap. 12,11 si parla finanche di abolizione del sacrificio quotidiano (lEucaristia). Ora, dal tempo in cui sar abolito il sacrificio quotidiano e sar eretto labominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni. Beato chi aspetter con pazienza e giunger a milletrecentotrentacinque giorni (Dn 12,11-12).
5

Ma due Testimoni, vestiti di sacco, dovranno annunciare al mondo la Verit per milleduecentosessanta giorni. E tre giorni e mezzo dopo essere stati messi a morte ed esposti nella piazza della grande citt, risusciteranno come Cristo, con gran terrore di quelli che stavano a guardare e saliranno in cielo. Dopodich langelo suoner la 7a tromba e avverr il giudizio (Ap. 11,3-19). (5) Ap. 12-14: la Donna e il dragone; le due bestie; la costanza dei santi I cap. 12-14 dellApocalisse, pi che andare cronologicamente avanti con gli avvenimenti, approfondiscono il cammino e il travaglio della Chiesa in questultima fase della sua storia. In cielo apparve un gran segno: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto. Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; la sua coda trascinava gi un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. Il drago si pose davanti alla donna che stava per partorire per divorare il bambino appena nato. Essa partor un figlio maschio destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e il figlio fu subito rapito verso Dio e verso il suo trono. La donna invece fugg nel deserto, ove Dio le aveva preparato un rifugio perch vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni (Ap. 12,1-6). Contemporaneamente avviene una guerra in cielo. Michele e i suoi angeli combattono contro il drago e i suoi angeli che per non prevalgono e vengono precipitati sulla terra. Una voce annuncia la salvezza, ma ammonisce terra e mare, perch il diavolo sceso con grande ira sapendo di avere poco tempo (Ap. 12,7-12). La donna Maria, madre di Ges, ma anche la personificazione della Chiesa, Corpo mistico del Cristo. La Chiesa forma il nuovo Israele, fondato da Cristo sullinsegnamento degli Apostoli (la corona di dodici stelle). Essa luce viva, che illumina gli oscuri sentieri della notte (vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi). Le Bestie diaboliche che incontriamo anche in altri passi biblici, rappresentano, invece, i diversi poteri politici che si contrappongono a Dio e al suo popolo santo. Vista lattualit degli eventi descritti, non ci sembra azzardato identificare nel comunismo ateo marxista lenorme drago rosso che cerca di ostacolare la donna incinta. Compito della Chiesa infatti quello di portare, di partorire il Cristo presso tutti i popoli della terra; il marxismo, invece, teorizzava la distruzione stessa della religione, considerata: oppio dei popoli. Le sette teste del dragone rosso potrebbero, perci, rappresentare i sette Capi di Stato dellU.R.S.S.: Lenin, Stalin, Chruv, Brenev, Andropov, Cernenko, Michail S. Gorbav, sotto la cui presidenza si dissolse lUnione Sovietica. Inoltre, per estensione, le sette teste incoronate indicano anche le nazioni in cui si stabil il comunismo ateo. Ai fini della nostra discussione resta marginale il ruolo svolto da Malenkov e Bulganin, Presidenti del Consiglio dei Ministri dopo la morte di Stalin. Infatti, in quegli anni, il potere effettivo si concentr nelle mani di Chruv, segretario del PCUS dal 1953 e vero capo dellU.R.S.S. Non a caso questultimo, il 27 marzo del 1958 successe a Bulganin, concentrando le due cariche di capo del partito e capo del governo. Le dieci corna del drago incarnano, invece, la potenza mediatica dellideologia marxista, che esortava lumanit a disobbedire ai dieci comandamenti di Dio. Ma esiste anche un altro significato recondito. Se infatti moltiplichiamo 7 (il numero delle teste) per 10 (le dieci corna), otteniamo 70, ossia la durata approssimativa del comunismo russo (1917- 1991). Il 25 dicembre 1991 cess di esistere lUnione Sovietica. Michail S. Gorbav si dimise e il giorno seguente il Parlamento riconobbe la dissoluzione dellU.R.S.S. La bandiera rossa fu ammainata dal Cremlino e si concluse una fase della nostra storia. Nel Natale del 1991, data dal forte sapore evocativo, la donna incinta pot finalmente partorire suo figlio e donarlo alle nazioni.
6

Nel 1989, in una rivelazione sullApocalisse a don Stefano Gobbi, fondatore del Movimento Sacerdotale Mariano, la Santa Vergine conferma sostanzialmente (e in anticipo) la nostra interpretazione. Maria, tuttavia, si spinge oltre, aiutandoci a comprendere, per intero, i capitoli 12-14 del testo giovanneo. I messaggi sono stati trasmessi dalla Madonna a don Stefano in forma di locuzione interiore. Riportiamo qui i punti principali della rivelazione1.

a) Il Dragone rosso e le due ali della grande aquila Lenorme Drago rosso il comunismo ateo che ha diffuso in ogni parte lerrore della negazione e dellostinato rifiuto di Dio Il suo colore rosso perch usa le guerre ed il sangue come strumenti delle sue numerose conquiste. Lenorme Drago rosso riuscito in questi anni a conquistare lumanit con lerrore dellateismo teorico o pratico, che ha ormai sedotto tutte le nazioni della terra. Si riusciti cos a costruire una nuova civilt senza Dio, materialista, egoista, edonista, arida e fredda, che porta in s i germi della corruzione e della morte. Lenorme Drago rosso ha il compito di sottrarre tutta lumanit al dominio di Dio Per mezzo della devozione verso di MeIo posso esercitare, in questi vostri tempi, il grande potere che dalla SS. Trinit mi stato dato, per rendere inoffensivo lattacco che il mio avversario, il Dragone Rosso, ha scatenato contro di Me, vomitando dalla sua bocca un fiume di acque per sommergermi. Il fiume di acque formato dallinsieme di tutte le nuove dottrine teologiche, che hanno cercato di oscurare la figura della vostra Mamma Celeste, di negare i miei privilegi, di ridimensionare la devozione, di mettere in ridicolo tutti i miei devoti Ma alla vostra mamma celeste sono venute in soccorso le due ali della grande aquila. La grande aquila la Parola di Dio, soprattutto la Parola contenuta nel Vangelo di mio figlio Ges. Fra i quattro Vangeli, laquila indica quello di S. Giovanni, perch esso vola pi in alto di tutti, entra nel cuore stesso della Santissima Trinit, affermando, con forza, la divinit, leternit e la consustanzialit del Verbo e la divinit di Ges Cristo. Le due ali dellaquila sono la parola di Dio accolta, amata e custodita con la fede, e la parola di Dio vissuta con la Grazia e la carit. Le due ali della fede e della carit cio della Parola di Dio da Me accolta e vissuta mi hanno consentito di volare al di sopra del fiume di acque di tutti gli attacchi mossi contro di me, perch hanno manifestato al mondo la mia vera grandezza. Poi mi sono cercata il mio rifugio nel deserto. Il deserto, in cui ho posto la mia abituale dimora, formato dal cuore e dallanima di tutti quei figli che mi accolgono, mi ascoltano, si affidano completamente a me, si consacrano al mio Cuore ImmacolatoNel silenzio e nel nascondimento, cio nel deserto in cui mi trovo, ogni giorno preparo la mia grande vittoria sul Drago, nel trionfo del mio Cuore Immacolato nel mondo. b) La bestia simile a una pantera In questa terribile lotta sale dal mare, in aiuto al Drago, una bestia simile a una pantera. Se il Drago rosso lateismo marxista, la bestia nera la Massoneria. Il Drago si manifesta nel vigore della sua potenza; la bestia nera invece agisce nellombra, si nasconde, si occulta in modo da entrare in ogni parte. Ha le zampe di orso e la bocca di leone, perch opera ovunque con lastuzia e con i mezzi di comunicazione sociale, cio della propaganda. Le sette teste indicano le varie logge massoniche, che agiscono ovunque in maniera subdola e pericolosa. Questa bestia nera ha dieci corna e sulle corna dieci diademi, che sono segno di dominio e di regalit. La massoneria domina e governa in tutto il mondo per mezzo delle dieci corna. Il
1

MOVIMENTO SACERDOTALE MARIANO (a cura di), Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna, Pescara 199822, pp. 727-756 (passim).

corno, nel mondo biblico, sempre stato uno strumento di amplificazione, un modo di fare udire maggiormente la propria voce, un forte mezzo di comunicazione. Per questo Dio ha comunicato al suo popolo la sua volont per mezzo di dieci corna che hanno fatto conoscere la sua Legge: i dieci comandamenti Compito della bestia nera quello di combattere in maniera subdola ma tenace, per impedire alle anime di percorrere questa strada indicata dal Padre, dal Figlio ed illuminata dai doni dello Spirito. Infatti, se il Drago Rosso agisce per portare tutta lumanit a fare a meno di Dio, alla negazione di Dio e perci diffonde lerrore dellateismo, lo scopo della massoneria non di negare Dio ma di bestemmiarlo La bestemmia pi grande quella di negare il culto dovuto solo a Dio per darlo alle creature e allo stesso Satana. Ecco perch in questi ultimi tempi, dietro la perversa azione della massoneria, si diffondono ovunque le Messe nere ed il culto satanico. Inoltre la massoneria agisce, con ogni mezzo, per impedire che le anime si salvino e cos rendere vana lopera della redenzione compiuta da Cristo. Se il Signore ha comunicato la sua Legge con i dieci comandamenti, la massoneria diffonde ovunque, con la potenza delle sue dieci corna, una legge che completamente opposta a quella di Dio. Al comandamento del Signore: - Non avrai altro Dio fuori di me essa costruisce altri falsi idoli, di fronte ai quali oggi molti si prostrano in adorazione. Al comandamento: - Non nominare il nome di Dio invano essa oppone il bestemmiare Dio ed il suo Cristo, in tanti modi subdoli e diabolici, fino a ridurre a un marchio di vendita indecoroso il suo Nome e a fare dei film sacrileghi sulla sua vita e sulla divina Persona. Al comandamento: - Ricordati di santificare le feste essa trasforma la domenica in week end, nel giorno dello sport, delle gare, dei divertimenti. Al comandamento: - Onora il padre e la madre essa contrappone un nuovo modello di famiglia fondato sulla convivenza, persino fra omosessuali. Al comandamento: - Non uccidere essa riuscita a fare legittimare, in ogni parte, laborto, a fare accogliere la eutanasia, a fare quasi scomparire il rispetto dovuto al valore della vita umana. Al comandamento: - Non commettere atti impuri essa giustifica, esalta e propaganda ogni forma di impurit, fino alla giustificazione degli atti contro natura. Al comandamento: - Non rubare essa opera perch sempre pi si diffondano i furti, la violenza, i sequestri e le rapine. Al comandamento: - Non dire falsa testimonianza essa agisce perch si propaghi sempre pi la legge dellinganno, della menzogna, della doppiezza. Al comandamento: - Non desiderare la roba e la donna di altri agisce per corrompere nel profondo la coscienza, ingannando la mente e il cuore delluomo. In questa maniera le anime vengono sospinte sul cammino perverso e cattivo della disobbedienza alla Legge del Signore, vengono sommerse dal peccato e sono cos impedite dal ricevere il dono della Grazia e della vita di Dio. - Alle sette virt teologali e cardinali, che sono il frutto del vivere in grazia di Dio, la massoneria oppone la diffusione dei sette vizi capitali, che sono il frutto di vivere abitualmente in stato di peccato. Alla fede essa oppone la superbia; alla speranza la lussuria; alla carit lavarizia; alla prudenza lira; alla fortezza laccidia; alla giustizia linvidia; alla temperanza la gola. Colui che diventa vittima dei sette vizi capitali viene gradualmente condotto a togliere il culto che dovuto al solo Dio, per darlo a delle false divinit, che sono la personificazione stessa di tutti questi vizi: la ragione; la carne; il denaro; la discordia; il dominio; la violenza; il piacere Ed in questo consiste la bestemmia pi grande ed orribile. Ecco perch su ogni testa

della bestia scritto un titolo blasfemo. Ogni loggia massonica ha il compito di fare adorare una diversa divinit. c) La bestia simile a un agnello Come mamma vi ho voluto avvertire del grande pericolo che minaccia oggi la Chiesa a causa dei molti e diabolici attacchi che si compiono contro di lei per distruggerla. Per raggiungere questo scopo, alla bestia nera che sale dal mare, viene in aiuto dalla terra, una bestia che ha due corna simili a quelle di un agnello. Lagnello, nella divina Scrittura, sempre stato il simbolo del sacrificio. Nella notte dellEsodo, viene sacrificato lAgnello e, con il suo sangue, sono aspersi gli stipiti delle case degli Ebrei, per sottrarle al castigo che invece colpisce tutti gli Egiziani. La Pasqua ebraica ricorda questo fatto ogni anno, con la immolazione di un agnello, che viene sacrificato e consumato. Sul Calvario Ges Cristo si immola per la redenzione dellumanit, si fa Lui stesso nostra Pasqua e diventa il vero Agnello di Dio che toglie tutti i peccati del mondo. La bestia porta sul capo due corna simili a quelle di un agnello. Al simbolo del sacrificio intimamente unito quello del Sacerdozio: le due corna. Un copricapo con due corna portava il Sommo Sacerdote nel Vecchio Testamento. La mitra con due corna portano i Vescovi nella Chiesa, per indicare la pienezza del loro Sacerdozio. La bestia nera, simile a una pantera, indica la Massoneria; la bestia con due corna simile a un agnello indica la massoneria infiltrata allinterno della Chiesa, cio la Massoneria ecclesiastica che si diffusa soprattutto fra i Membri della Gerarchia. Questa infiltrazione massonica, allinterno della Chiesa, vi gi stata da Me predetta a Fatima, quando vi ho annunciato che Satana si sarebbe introdotto fino al vertice della Chiesa. Se il compito della massoneria di condurre le anime a perdizione, portandole al culto di false divinit, lo scopo della massoneria ecclesiastica quello di distruggere Cristo e la sua Chiesa, costruendo un nuovo idolo, cio un falso Cristo e un falsa Chiesa Ges, nel vangelo, ha dato di se stesso la sua pi completa definizione, dicendo di essere la Verit, la Via, la Vita. Ges Verit perch ci rivela il Padre e perch Lui Parola vivente fonte e sigillo di tutta la divina Rivelazione. La massoneria ecclesiastica agisce per oscurare la Sua divina Parola, attraverso interpretazioni naturali e razionali e nel tentativo di renderla pi comprensiva e accolta, la svuota di ogni suo soprannaturale contenuto La massoneria ecclesiastica agisce in maniera subdola e diabolica, per condurre tutti allapostasia. Ges Vita perch dona la Grazia. Scopo della massoneria ecclesiastica quello di giustificare il peccato, di presentarlo non pi come un male, ma come un valore e un bene. Cos si consiglia di compierlo, come un modo di soddisfare le esigenze della propria natura, distruggendo la radice da cui pu nascere il pentimento e si dice che non pi necessario confessarlo. Frutto pernicioso di questo maledetto cancro, che si diffuso in tutta la Chiesa, la sparizione della confessione individuale in ogni parte. Le anime vengono portate a vivere nel peccato, rifiutando il dono della Vita, che Ges ci ha offerto. Ges Via, che conduce al Padre, per mezzo del Vangelo. La massoneria ecclesiastica favorisce le esegesi, che danno del Vangelo interpretazioni razionalistiche e naturali, per mezzo dellapplicazione dei vari generi letterari, cos che esso viene dilaniato in ogni sua parte. Alla fine si giunge a negare la realt storica dei miracoli e della resurrezione di Cristo e si mette in dubbio la divinit stessa di Ges e la sua missione salvifica. Dopo aver distrutto il Cristo storico, la bestia con due corna simili a un agnello cerca di distruggere il Cristo mistico che la Chiesa. La Chiesa istituita da Cristo una sola: quella santa, cattolica, apostolica, una, fondata su Pietro. Come Ges, anche la Chiesa da Lui fondata, che forma il suo corpo mistico, Verit, vita e via.
9

- La Chiesa verit perch ad essa sola Ges ha affidato da custodire, nella sua integrit, tutto il deposito della fede. Lo ha affidato alla Chiesa gerarchica, cio al Papa ed ai Vescovi uniti con lui. La massoneria ecclesiastica cerca di distruggere questa realt con il falso ecumenismo, che porta allaccettazione di tutte le Chiese cristiane, affermando che ciascuna di esse possiede una parte della verit. Essa coltiva il disegno di fondare una Chiesa ecumenica, universale, formata dalla fusione di tutte le confessioni cristiane, fra cui la Chiesa cattolica. - La Chiesa vita perch dona la Grazia, ed essa sola possiede i mezzi efficaci di Grazia che sono i sette Sacramenti. Specialmente vita perch ad Essa sola stato dato il potere di generare lEucarestia per mezzo del Sacerdozio ministeriale e gerarchico. NellEucarestia Ges Cristo realmente presente col suo Corpo glorioso, con la sua divinit. Allora la massoneria ecclesiastica, in tante subdole maniere, cerca di attaccare la piet ecclesiale verso il Sacramento dellEucarestia. Di essa valorizza solo laspetto della Cena, tende a minimizzare il suo valore sacrificale, cerca di negare la reale e personale presenza di Ges nelle Ostie consacrate2. Per questo si sono gradualmente soppressi tutti i segni esterni, che sono indicativi della fede nella presenza reale di Ges nella Eucarestia, come le genuflessioni, le ore di adorazione pubbliche, la consuetudine santa di circondare il Tabernacolo di luci e di fiori. - La Chiesa via perch conduce al Padre, per mezzo del Figlio, nello Spirito Santo sul cammino della perfetta unit. Come il Padre e il Figlio sono uno, cos dovete essere una sola cosa fra voi. Ges ha voluto che la sua Chiesa sia segno e strumento dellunit di tutto il genere umano. La Chiesa riesce ad essere unita perch stata fondata sulla pietra angolare della sua unit: Pietro ed il Papa che succede al carisma di Pietro. Allora la massoneria ecclesiastica cerca di distruggere il fondamento dellunit della Chiesa, con lattacco subdolo e insidioso al Papa. Essa ordisce le trame del dissenso e della contestazione al Papa; sostiene e premia coloro che lo vilipendono e gli disobbediscono; propaga le critiche e le opposizioni di Vescovi e di teologi. In questa maniera si demolisce il fondamento stesso della sua unit e cos la Chiesa viene sempre pi lacerata e divisa. Figli prediletti, vi ho invitato a consacrarvi al mio Cuore Immacolato e ad entrare in questo mio materno rifugio, soprattutto per essere preservati e difesi contro questa terribile insidiaIn questo soprattutto risplende la vittoria della Donna vestita di sole e il mio Cuore Immacolato ha il suo pi luminoso trionfo Con Me combattete, piccoli figli, contro il Drago, che cerca di portare tutta lumanit contro Dio. Con Me combattete, piccoli figli, contro la bestia nera, la massoneria, che vuole condurre le anime alla perdizione. Con Me combattete, piccoli figli, contro la bestia simile a un agnello, la massoneria infiltrata allinterno della vita ecclesiale, per distruggere Cristo e la sua Chiesa. Per raggiungere questo scopo essa vuole costruire un nuovo idolo, cio un falso Cristo e una falsa Chiesa. La massoneria ecclesiastica riceve ordini e potere dalle varie Logge massoniche ed opera per condurre segretamente tutti a far parte di queste sette segrete. Cos sollecita gli ambiziosi con la prospettiva di facili carriere; ricolma di beni gli affamati di denaro; aiuta i suoi membri a primeggiare e ad occupare i posti pi importanti, mentre emargina, in maniera subdola, ma decisa, tutti coloro che si rifiutano di partecipare al suo disegno. Infatti la bestia simile a un agnello esercita tutto il potere della prima bestia, in sua presenza, e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia. Addirittura la massoneria ecclesiastica giunge al punto di costruire una statua in onore della bestia e costringe tutti ad adorare questa statua... Ma, secondo il primo comandamento della Santa Legge
2

Il sacrificio della Messa rinnova quello compiuto da Ges sul Calvario. Accogliendo la dottrina protestante, si dir che la Messa non un sacrificio, ma solo la sacra cena, cio il ricordo di ci che Ges fece nella sua ultima cena. E cos verr soppressa la celebrazione della santa Messa. In questa abolizione del sacrificio quotidiano consiste lorribile sacrilegio compiuto dallanticristo, la cui durata sar di circa tre anni e mezzo, cio di milleduecentonovanta giorni (Messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi - 31/12/1992).

10

del Signore, solo DIO si deve adorare e a Lui solo deve essere data ogni forma di culto. Allora si sostituisce DIO con un IDOLO potente, forte, dominatore, un idolo cos potente, da far mettere a morte tutti coloro che non adorano la statua della bestia. Un idolo cos forte e dominatore, da far s che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevano un marchio sulla mano destra o sulla fronte, e che nessuno pu comprare o vendere senza avere tale marchio, cio il nome della bestia o il numero del suo nome. Questo grande idolo, costruito per essere da tutti adorato e servito un falso Cristo e una falsa Chiesa3. Ma qual il suo nome?

d) Il numero della Bestia: 666 Al capitolo 13 dellApocalisse scritto: Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: esso rappresenta un nome di un uomo. E tale cifra 666 (seicentosessantasei ). Con l'intelligenza, illuminata dalla luce della divina Sapienza, si riesce a decifrare dal numero 666 il nome di un uomo e questo nome, indicato da tale numero, quello dell'Anticristo. Lucifero, il serpente antico, il diavolo o Satana, il dragone rosso diventa, in questi ultimi tempi, l'anticristo. Gi l'apostolo Giovanni affermava che chiunque nega che Ges Cristo Dio, costui l'anticristo. La statua o l'idolo, costituito in onore della bestia, per esser adorato da tutti gli uomini, l'Anticristo. Calcolate ora il suo numero 666, per comprendere come indichi il nome di un uomo. Il numero 333 indica la Divinit. Lucifero si ribella a Dio per superbia, perch vuole mettersi al di sopra di Dio. Il 333 il numero che indica il mistero di Dio. Colui che vuole mettersi al di sopra di Dio porta il segno di 666, pertanto questo numero indica il nome di Lucifero, Satana, cio di colui che si mette contro Cristo, dell'anticristo. Il 333, indicato una volta, cio per 1, esprime il mistero dell'unit di Dio. Il 333, indicato due volte, cio per 2, indica le due nature, quella divina e quella umana, unite nella Persona divina di Ges Cristo. Il 333, indicato per tre volte, cio per 3, indica il mistero delle Tre Persone divine, cio esprime il mistero della Santissima Trinit. Allora il numero 333, espresso una, due e tre volte, esprime i misteri principali della fede cattolica, che sono:

Nel messaggio del 17/02/1988, la Madonna dice a don Stefano Gobbi: Non perdete tempo davanti alla televisione, che lo strumento pi forte in mano al mio Avversario, per diffondere ovunque la tenebra del peccato e della impurit. La televisione lidolo di cui si parla nellApocalisse, costruito per essere adorato da tutte la nazioni della terra e a cui il Maligno dona forma e movimento, perch diventi nelle sue mani un terribile mezzo di seduzione e di perversione. Alla luce di queste affermazioni possiamo meglio interpretare il significato di Ap. 13. I poteri occulti delle lobbies politico-capitalistiche e della massoneria ecclesiastica, attraverso il potente idolo animato e parlante (la televisione), plagiano gli abitanti della terra, imponendo loro modelli economici e morali contrari alla legge di Dio (il marchio della bestia sulla fronte e sulla mano). La testa della bestia, guarita dalla sua ferita mortale, potrebbe indicare la ripresa economica dopo la recente crisi mondiale; oppure la rinascita di un potere ostile a Dio, che sembrava debellato per sempre (la bestia che risale dallAbisso). I segni prodigiosi che seducono gli abitanti della terra, forse simboleggiano lincondizionata fiducia delluomo contemporaneo nei miracoli della scienza e della tecnica. I 42 mesi durante i quali verr calpestato e perseguitato il popolo santo, coincidono col regno dellAnticristo, prima della sua definitiva sconfitta. Gli idoli che lo incarnano sono dunque: la falsa chiesa, con la sua ideologia razionalista e scientista; i mezzi di comunicazione di massa, soprattutto quello televisivo; la persona stessa dellAnticristo.

11

1. L'unit e la Trinit di Dio; 2. L'incarnazione, la passione, la morte e la resurrezione di Nostro Signore Ges Cristo. Se il 333 il numero che indica la Divinit, colui che vuole mettersi al di sopra dello stesso Dio viene indicato col numero 666. Il 666 indicato una volta, cio per 1, esprime l'anno 666, seicentosessantasei. In questo periodo storico, l'Anticristo si manifesta attraverso il fenomeno dell'Islam, che nega direttamente il mistero della divina Trinit e la divinit di Nostro Signore Ges Cristo. L'islamismo, con la sua forza militare, si scatena ovunque, distruggendo tutte le antiche comunit cristiane, invade l'Europa e solo per un mio materno e straordinario intervento, sollecitato fortemente dal Santo Padre, non riesce a distruggere completamente la Cristianit. Il 666 indicato due volte, cio per 2, esprime l'anno 1332, milletrecentotrentadue. In questo periodo storico, l'Anticristo, si manifesta con un radicale attacco alla fede nella Parola di Dio. Attraverso i filosofi, che iniziano a dare esclusivo valore alla scienza e poi alla ragione, si tende gradualmente a costituire unico criterio di verit la sola intelligenza umana. Nascono i grandi errori filosofici, che continuano nei secoli fino ai vostri giorni. L'importanza esagerata data alla ragione, come criterio esclusivo di verit, porta necessariamente alla distruzione della fede nella Parola di Dio. Infatti, con la riforma protestante, si rifiuta la Tradizione come fonte della divina Rivelazione, e si accetta solo la Sacra Scrittura. Ma anche questa deve essere interpretata per mezzo della ragione, e si rifiuta ostinatamente il Magistero autentico della Chiesa gerarchica, a cui Cristo ha affidato da custodire il deposito della fede. Ciascuno libero di leggere e di comprendere la sacra Scrittura, secondo la sua personale interpretazione. In questa maniera la fede nella Parola di Dio viene distrutta. Opera dell'Anticristo, in questo periodo storico, la divisione della Chiesa, la conseguente formazione di nuove e numerose confessioni cristiane, che gradualmente vengono sospinte ad una perdita sempre pi estesa della fede nella Parola di Dio. Il 666, indicato per tre volte, cio per 3, esprime l'anno 1998, millenovecentonovantotto. IN QUESTO PERIODO STORICO, la massoneria, aiutata da quella ecclesiastica, riuscir nel suo grande intento: costruire un idolo da mettere al posto di Cristo e della sua Chiesa Pertanto la statua costruita in onore della prima bestia, per essere adorata da tutti gli abitanti della terra e che segner del suo marchio tutti coloro che vorranno comprare o vendere quella dell'Anticristo. e) Il marchio sulla fronte e sulla mano Questi sono i tempi in cui i seguaci di colui che si oppone a Cristo vengono segnati con il suo marchio sulla fronte e sulla mano La fronte indica lintelligenza, perch la mente sede della ragione umana. La mano esprime lattivit umana, perch con le sue mani che luomo opera e lavora. Pertanto la persona che viene segnata con il marchio dellAnticristo nella sua intelligenza e nella sua volont. Chi si lascia segnare dal marchio sulla fronte viene condotto ad accogliere la dottrina della negazione di Dio, del rifiuto della sua legge, dellateismo che, in questi tempi, viene sempre pi diffuso e propagato. cos sospinto a seguire le ideologie oggi di moda ed a farsi propagatore di tutti gli errori. Chi si lascia segnare dal marchio sulla mano viene obbligato ad agire in maniera autonoma e indipendente da Dio, ordinando la propria attivit alla ricerca di un bene solo materiale e terreno Chi segnato dal marchio sulla mano lavora solo per se stesso, per accumulare beni materiali, fa del denaro il suo Dio e diviene vittima del materialismo. Chi segnato dal marchio sulla mano opera solo per lappagamento
12

dei propri sensi, per cercare il benessere ed il piacere, per dare piena soddisfazione a tutte le sue passioni, specialmente a quella dellimpurit e diviene vittima delledonismo. Chi segnato dal marchio sulla mano fa del proprio io il centro di tutto il suo operare, guarda agli altri come oggetti da usare e da sfruttare per il proprio tornaconto e diventa vittima dellegoismo sfrenato e della mancanza di amore. Se il mio avversario segna, con il suo marchio, tutti i suoi seguaci, giunto il tempo in cui anchio vostra Celeste Condottiera, segno con il mio materno sigillo tutti coloro che si sono consacrati al mio cuore Immacolato e fanno parte della mia schiera. Imprimo sulla vostra fronte il mio sigillo con il segno santissimo della Croce di mio figlio Ges. Cos apro lintelligenza umana ad accogliere la Sua divina Parola, ad amarla, a viverla, vi conduco ad affidarvi completamente a Ges che ve lha rivelata, e vi rendo coraggiosi testimoni di fede. Ai segnati sulla fronte con il marchio blasfemo, Io contrappongo i miei figli segnati con la Croce di Ges Cristo. Poi ordino tutta la vostra attivit alla perfetta glorificazione della Santissima Trinit. Per questo imprimo sulla vostra mano il mio sigillo che il segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. f) La costanza dei santi Siete cos giunti al vertice della purificazione, della grande tribolazione e dellapostasia. Lapostasia sar ormai generalizzata perch quasi tutti seguiranno il falso Cristo e la falsa Chiesa: allora sar aperta la porta alla comparsa delluomo o della persona stessa dellAnticristo. Ecco, figli prediletti, perch vi ho voluto illuminare sulle pagine dellApocalisse, che si riferiscono ai tempi che vivete, per prepararvi con Me alla parte pi dolorosa e decisiva della grande lotta che si sta combattendo fra la vostra Mamma Celeste e tutte le forze del male che si sono scatenateVoi fate parte della mia schiera. Siete porzione preziosa della mia materna eredit. Voi possedete la testimonianza di Ges e osservate i Comandamenti di Dio. Contro di voi Satana si scatena, perch formate il mio calcagno, cio la parte pi debole e fragile di Me stessa, e perch siete la mia progenie. Cos oggi vi insidia in maniera potente e si scatena contro di voi con ogni genere di tentazioni e di persecuzioni. Restate sereni. Abbiate fiducia in Me. Questi sono i tempi della battaglia e voi dovete combattere per la mia vittoriaConservate la testimonianza di Ges in questi tempi della grande tribolazione. Sono giunti i giorni predetti dal Vangelo e dallApocalisse. Le forze del male, unite dalla potenza di chi si oppone a Cristo, faranno grandi prodigi in cielo e sulla terra, cos da sedurre gran parte dellumanitSono i tempi in cui i fedeli seguaci dellAgnello verranno sottoposti ad emarginazione, a persecuzioni, a prigionia ed a morte. Sono perci i tempi della vostra costanza. Qui deve mostrarsi la costanza dei santi. - Qui deve mostrarsi la costanza di quelli che appartengono al Signore, mettono in pratica i comandamenti di Dio e rimangono fedeli a Ges. - Qui deve mostrarsi la costanza di coloro che verranno perseguitati e condotti al martirio, perch sono beati quelli che muoiono nel Signore, trovano riposo dalle loro fatiche e il bene che hanno fatto li accompagna. - Qui deve mostrarsi la costanza di coloro che non adorano la Bestia e non si lasciano segnare dal suo diabolico marchio. Coloro che invece adoreranno la Bestia e la sua statua e riceveranno il suo marchio sulla fronte e sulla mano, berranno il vino dellira di Dio, versato nel calice del suo terribile castigo, e saranno torturati alla presenza dellAgnello e degli Angeli santi con fuoco e zolfo. - Qui deve mostrarsi la costanza di coloro che portano scritto sulla fronte il nome dellAgnello e il nome del Padre suo, perch non hanno tradito il loro Dio, nel loro parlare non c mai stata menzogna e seguono lAgnello dovunque vada.
13

- Qui deve mostrarsi la costanza di tutti i miei piccoli bambini, che Io chiamo a consacrarsi al mio Cuore Immacolato, per vivere con Me i momenti conclusivi della battaglia e della caduta di Babilonia, quando la vigna della terra sar vendemmiata e i grappoli saranno gettati nel tino della pigiatura, che rappresenta il grande castigo di Dio. Per questo oggi vi invito tutti a guardare a Me, vostra Mamma Celeste, nello splendore del mio Corpo glorioso, perch la mia luce vi illumini, il mio Cuore Immacolato vi racchiuda, il mio amore materno vi sostenga ad essere, in questi tempi, coraggiosi testimoni di costanza di fronte alla Chiesa ed a tutta lumanit. Siate forti, miei piccoli bambini. A voi tocca il compito di restare fedeli a Cristo e alla sua Chiesa, sopportando ostilit, lotte e persecuzioni. Ma siete parte preziosa del piccolo gregge che ha il compito di combattere e di vincere, alla fine la forza potente dellanticristo. Tutti vi formo, vi difendo e vi benedicoPregate sempre di pi, specialmente con il santo Rosario. Fate frequenti ore di adorazione e di riparazione eucaristica. Accogliete con amore tutte le sofferenze che il Signore vi manda. Diffondete senza paura i messaggi che io vi dono, come celeste profetessa di questi vostri ultimi tempi. (6) Ap. 15-19: la fine dei tempi e gli ultimi 7 calici Uninterpretazione dettagliata degli avvenimenti finali descritti nellApocalisse per ora ci sfugge. Tutto sar chiaro nel momento (non molto lontano) in cui essi si verificheranno. Tuttavia si pu evincere che essi si identificano con questultima fase della storia umana, in cui si compir il progetto di Dio e Ges torner nella gloria per instaurare il suo Regno. Cosa significa tutto ci non ci dato per ora sapere. I catastrofisti vi vedono la oramai tanto annunciata fine del mondo; i pi prudenti la fine di unepoca o di una civilt e linizio di una nuova era di pace. Nel discorso escatologico fatto ai discepoli (Mt 24,1-44; Mc 13,1-37; Lc 21,5-36), Ges indica chiaramente i segni che precederanno il suo ritorno: 1) Perdita della vera fede e comparsa di falsi profeti; 2) scoppio di guerre fratricide; 3) susseguirsi di calamit naturali; 4) persecuzioni contro coloro che testimoniano il Vangelo; 5) abominio della desolazione nel Tempio; 6) assedio di Gerusalemme; 7) fenomeni straordinari nel cielo. Ges intreccia inestricabilmente due differenti prospettive: la fine del suo mondo e la fine del mondo. Spesso ci si soffermati solo sulla prima, trascurando la seconda. Sembrava, infatti, che le parole di Cristo si fossero gi realizzate da molto tempo. Gerusalemme fu assediata dai Romani nel 70 d.C. e il tempio profanato; il periodo delle persecuzioni si chiuse nel IV sec. d.C.; lImpero Romano dOccidente cadde nel 476 d.C.; falsi profeti, guerre, terremoti e calamit ci son sempre stati. Secondo questa scuola di pensiero, il regno di Cristo sulla terra sarebbe gi stato instaurato col trionfo del Cristianesimo sul paganesimo. Esso coinciderebbe con lintero percorso della Chiesa militante fino al Giudizio universale (Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo). In realt una tale prospettiva non esclude laltra. Anzi, tutto fa ritenere che la crisi di quel sistema sia immagine dei tempi attuali e che ogni fine diventi, a sua volta, modello di quella successiva. Come avvenne al tempo di No, cos sar nei giorni del Figlio delluomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano, bevevano, si ammogliavano, si maritavano, fino a quando No entr nellarca, e non si accorsero di nulla finch venne il diluvio e li inghiott tutti, cos sar anche la venuta del Figlio delluomo. Come avvenne anche al tempo di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; ma nel giorno in cui Lot usc da Sodoma piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece perire tutti. Cos sar nel giorno in cui il Figlio delluomo si riveler (Mt 24,37-39; Lc 17,26-30).

14

La Madonna parla di una purificazione epocale per lumanit e per la Chiesa, prima del ritorno glorioso di Cristo. Questa purificazione coincide col grande castigo che Dio invier sul mondo. Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso: sette angeli che avevano sette flagelli; gli ultimi, poich con essi deve compiersi lira di Dio (Ap. 15,1). I 7 flagelli di cui sono portatori (i 7 calici), ricordano le 10 piaghe dEgitto (Ap. 15-16). Secondo la Vergine Maria, giunto il tempo in cui langelo del primo flagello passa sul mondo. La piaga dolorosa e maligna con cui vengono colpiti gli adoratori della bestia, rappresenta tutte quelle malattie dolorose e incurabili, frutto di una condotta di vita sregolata e disordinata. La piaga dolorosa e maligna un flagello per tutta lumanit, oggi tanto pervertita, che ha costruito una civilt atea, materialista e fa della ricerca del piacere lo scopo supremo del vivere umano. Alcuni miei figli ne sono colpiti a causa dei loro peccati impuri e dei loro disordini morali e portano in se stessi il peso del male che hanno compiuto. Altri invece vengono colpiti anche se sono buoni e innocenti; allora la loro sofferenza serve alla salvezza di molti cattivi, a motivo della solidariet che tutti vi unisceLa vostra Mamma Celeste vuole essere per tutti di aiuto, sostegno, conforto e speranza, in questi tempi in cui lumanit colpita da questo primo flagello. Per questo vi invito a camminare sulla strada del digiuno, della mortificazione e della penitenza (Messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi - 13/10/1989). Il secondo (angelo) vers la sua coppa nel mare che divent sangue come quello di un morto e per ogni essere vivente che si trovava nel mare (Ap. 16,3). Non sappiamo se questo secondo flagello si riferisca ad un unico evento catastrofico che colpir il mare, oppure ad una serie di fenomeni che si manifesteranno in successione nel corso del tempo. Linarrestabile inquinamento delle acque marine; laffondamento di navi petroliere con conseguenti perdite del greggio; le fughe radioattive da sommergibili a propulsione nucleare; il recente e disastroso tsunami che in Oriente ha causato centinaia di migliaia di vittime; la distruzione di New Orleans, sommersa dalle acque a causa di un uragano, non ci fanno escludere nessuna delle due ipotesi. Il terzo vers la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque, e diventarono sangue. Allora udii langelo delle acque che diceva: Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo, poich cos hai giudicato. Essi hanno versato il sangue di santi e di profeti, tu hai dato loro sangue da bere: ne sono degni!. Udii una voce che veniva dallaltare e diceva: S, Signore, Dio Onnipotente; veri e giusti sono i tuoi giudizi!. Il quarto vers la sua coppa sul sole e gli fu concesso di bruciare gli uomini con il fuoco. E gli uomini bruciarono per il terribile calore e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo potere tali flagelli, invece di ravvedersi per rendergli omaggio. Il quinto vers la sua coppa sul trono della bestia e il suo regno fu avvolto dalle tenebre. Gli uomini si mordevano la lingua per il dolore e bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei dolori e delle piaghe, invece di pentirsi delle loro azioni (Ap. 16,4-11). Gli ultimi due calici (sesto e settimo) determineranno una svolta definitiva nella storia dellumanit. Gli eventi cui fanno riferimento, almeno in parte sembrano intersecarsi temporalmente fra loro. Come si evince dai testi profetici di Antico e Nuovo Testamento, la sesta coppa coincide con la grande battaglia che alla fine dei giorni si combatter a Gerusalemme. Secondo Apocalisse 16,12-16, il prosciugamento del fiume Eufrate preparer il passaggio ai re
15

delloriente, e tutti i re della terra si raduneranno per la guerra del gran giorno di Dio Onnipotente, presso il luogo chiamato Armaghedon. Ezechiele (38-39), Daniele (11,40-45), Amos (9,11-15), Zaccaria (12; 14), Apocalisse e tanti altri passi biblici ci descrivono lo sviluppo di questi ultimi eventi e ci permettono di inserirli in una ben precisa collocazione spazio-temporale. Si tratta di avvenimenti non gi accaduti, ma che si verificheranno soltanto sul finire dei tempi. Israele, dopo essere stato per tantissimo tempo lontano dalla sua terra e disperso fra le nazioni, finalmente ritornato in patria, ma la sua stessa esistenza minacciata da una coalizione di popoli che gli muoveranno guerra. uno scontro fra due sistemi contrapposti, fra il re del mezzogiorno e il re del settentrione. Ne fanno parte Libia, Etiopia, Persia e numerose altre nazioni. Esse marceranno come un turbine contro Gerusalemme, ma Dio si schierer al fianco dIsraele facendo piovere fuoco dal cielo. Le carni dei suoi avversari imputridiranno mentre questi sono ancora in piedi; gli occhi usciranno fuori dalle orbite; la lingua marcir loro in bocca. la battaglia del gran giorno, ardente come un forno, il giorno in cui LEterno mostrer di essere il Dio dIsraele e di non essersi dimenticato delle sue promesse. Israele volger lo sguardo a colui che ha trafitto e ne far cordoglio come si fa con un figlio unico. Il Compimento delle promesse messianiche si adempir in ugual modo per Cristiani ed Ebrei. Chi ara si incontrer con chi miete e chi pigia luva con chi getta il seme. Come abbiamo gi detto allinizio di questo paragrafo, nel discorso escatologico fatto da Ges ai suoi discepoli, assedio di Gerusalemme, distruzione del tempio e fine dei tempi coincidono. La presa di Gerusalemme ad opera dei Romani e la fine di quel sistema diventano modello dei tempi attuali. Tuttavia, mentre allora quellevento segn la diaspora degli Ebrei in tutto il mondo, la futura battaglia coincide col completo ripristino dIsraele e con la realizzazione delle promesse divine. Dopo che i suoi avversari, divisi fra loro, saranno sconfitti e dispersi, si proceder alla ricostruzione del tempio, che diventer polo dattrazione di tutti i popoli. Per contro (settima coppa), la Chiesa corrotta, ossia: la prostituta famosa, Babilonia la Grande che siede sui sette colli, sar giudicata, perch diceva in cuor suo: Seggo regina e vedova non sar, ma i suoi peccati si erano accumulati fino al cielo. Tutto era finalizzato alla sua gloria e al suo lusso e perci, in unora sola, per la grande citt giunger la sua condanna. La grande citt si squarci in tre parti e crollarono le citt delle nazioniEsulta, o cielo, su di essa, e voi santi, apostoli, profeti, perch condannando Babilonia Dio vi ha reso giustizia. E un angelo possente prese allora una pietra grande quanto una mola, e la gett nel mare esclamando: Con la stessa violenza sar precipitata Babilonia, la grande citt e pi non riapparir. La luce della lampada non briller pi in lei; lo sposo e la sposa non abiteranno pi in lei; in lei fu trovato il sangue dei profeti, dei santi e di tutti coloro che furono uccisi sulla terra (Ap. 17-18). Dopo ci udii una voce potente di una folla immensa nel cielo che diceva: Alleluia! Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio; perch veri e giusti sono i suoi giudizi; egli ha condannato la grande meretrice che corrompeva la terra con la sua prostituzione, vendicando su di lei il sangue dei suoi servi Il suo fumo sale nei secoli!Alleluia! Ha preso possesso del suo regno il Signore, il nostro Dio lOnnipotente. Rallegriamoci ed esultiamo, rendiamo a lui gloria perch son giunte le nozze dellAgnello; la sua sposa pronta, le hanno dato una veste di lino puro splendente Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco; colui che lo cavalcava si chiamava Fedele e Verace: egli giudica e combatte con giustizia. I suoi occhi sono come una fiamma di fuoco, ha sul suo capo molti diademi; porta scritto un nome che nessuno conosce allinfuori di lui. avvolto in un mantello intriso di sangue e il suo nome Verbo di DioUn nome porta scritto sul mantello e sul femore: Re dei re e Signore dei signori. Vidi allora la
16

bestia e i re della terra con i loro eserciti radunati per muover guerra a colui che era seduto sul cavallo e contro il suo esercito. Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco ardente di zolfo. Tutti gli altri furono uccisi dalla spada che usciva di bocca al Cavaliere; e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni (Ap. 19). Anche il serpente antico sar afferrato, incatenato per un lunghissimo tempo (espresso nella simbolica cifra di mille anni) e precipitato nellAbisso (Ap. 20). (7) La risurrezione dei morti e la nuova Gerusalemme. Conclusione Or in quel tempo sorger Michele, il gran principe, che vigila sui figli del tuo popolo. Vi sar un tempo di angoscia, come non cera mai stato dal sorgere delle nazioni fino a quel tempo; in quel tempo sar salvato il tuo popolo, chiunque si trover scritto nel libro. Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si risveglieranno: gli uni alla vita eterna e gli altri alla vergogna e allinfamia eterna. I saggi risplenderanno come lo splendore del firmamento; coloro che avranno indotto molti alla giustizia risplenderanno come le stelle per sempre. Ora tu, Daniele, chiudi queste parole e sigilla questo libro fino al tempo della fine: allora molti lo scorreranno e la loro conoscenza sar accresciuta (Dn 12,1-4). Le Promesse divine trovano il loro compimento nellavvento del Regno di Dio, cui collegata la risurrezione dei morti. Nella Bibbia il verbo risorgere ricopre diversi significati. Talvolta vuol dire rinascere interiormente. In altri casi si riferisce alla vita eterna e alla risurrezione della carne. Infine esiste anche una risurrezione che allude al ritorno del popolo ebraico nella propria terra e alla sua conversione finale. In Ezechiele 37 il profeta ha una visione. Vede una pianura piena di ossa inaridite. Ed ecco che, grazie allo Spirito di Dio, sulle ossa ricrescono i nervi, la carne, la pelle. Dio dice: Figlio delluomo queste ossa sono tutta la gente dIsraele. Essi vanno dicendo: le nostre ossa sono inaridite, la nostra speranza svanita, noi siamo perduti. Perci profetizza e annunzia loro: dice il Signore Dio: ecco, io apro i vostri sepolcri, vi risuscito dalle vostre tombe, o popolo mio, e vi riconduco nel paese dIsraeleIo prender gli Israeliti dalle genti fra le quali sono andati e li raduner da ogni parte e li ricondurr nel loro paese: far di loro un solo popolo nella mia terra, sui monti dIsraele; un solo re regner su tutti loro e non saranno pi due popoli, n pi saranno divisi in due regniLi purificher e saranno il mio popolo e io sar il loro DioLe genti sapranno che io sono il Signore che santifico Israele quando il mio santuario sar in mezzo a loro per sempre. Nella lettera ai Romani, cap. 11,25-26, lApostolo Paolo afferma: Non voglio che ignoriate, fratelli, questo mistero, perch non siate presuntuosi: lindurimento di una parte dIsraele in atto fino a che saranno entrate tutte le genti. Allora tutto Israele sar salvo. E nel verso 15 aveva gi detto: se infatti il loro rifiuto aveva segnato la riconciliazione del mondo, quale potr essere la loro riammissione, se non una risurrezione dai morti? Per quanto riguarda il Mistero della vita eterna e della risurrezione della carne, riportiamo qui un paio di passi tratti dalla Prima Lettera ai Corinzi, di Paolo e lintero capitolo 20 dellApocalisse. Largomento cos complesso e solenne che lasceremo allintelligenza del lettore ogni commento e spiegazione. Ora, invece, Cristo risuscitato dai morti, primizia di coloro che sono morti. Poich se a causa di un uomo venne la morte, a causa di un uomo verr anche la risurrezione dei morti; e come tutti muoiono in Adamo, cos tutti riceveranno la vita in Cristo. Ciascuno per nel suo ordine: prima Cristo, che la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo; poi sar la fine, quando egli consegner il regno a Dio Padre, dopo aver ridotto al nulla ogni principato
17

e ogni potest e potenza. Bisogna infatti che egli regni finch non abbia posto tutti i nemici sotto ai suoi piedi. Lultimo nemico ad essere annientato sar la morte (1Cor 15, 20-26). Ma qualcuno dir come risuscitano i morti?, con quale corpo verranno?...Ecco io vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter docchio, al suono dellultima tromba; suoner infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati. necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilit e questo corpo mortale si vesta di immortalit. Quando poi questo corpo corruttibile si sar vestito dincorruttibilit e questo corpo mortale dimmortalit, si compir la parola della Scrittura: La morte stata ingoiata per la vittoria. Dov, o morte, la tua vittoria? Dov, o morte, il tuo pungiglione? (1Cor 15,35; 15,51-55). Vidi poi un angelo che scendeva dal cielo con la chiave dellabisso e una gran catena in mano4. Afferr il dragone, il serpente antico cio il diavolo, satana e lo incaten per mille anni; lo gett nellAbisso, ve lo rinchiuse e ne sigill la porta sopra di lui, perch non seducesse pi le nazioni, fino al compimento dei mille anni. Dopo questi dovr essere sciolto per un po di tempo. Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime di dei decapitati a causa della testimonianza di Ges e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni; gli altri morti, invece, non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni. Questa la prima risurrezione. Beati e santi coloro che prendon parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni. Quando i mille anni saranno compiuti, satana verr liberato dal suo carcere e uscir per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per adunarli per la guerra: il loro numero sar come la sabbia del mare. Marciarono su tutta la superficie della terra e cinsero dassedio laccampamento dei santi e la citt diletta. Ma un fuoco scese dal cielo e li divor. E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli. Vidi poi un grande trono bianco e Colui che sedeva su di esso. Dalla sua presenza erano scomparsi la terra e il cielo senza lasciar traccia di s. Poi vidi i morti, grandi e piccoli, ritti davanti al trono. Furono aperti i libri e fu aperto anche un altro libro, quello della vita. I morti vennero giudicati in base a ci che era scritto in quei libri, ciascuno secondo le sue opere. Il mare restitu i morti che esso custodiva e la morte e gli Inferi resero i morti da loro custoditi e ciascuno venne giudicato secondo le sue opere. Poi la morte e gli Inferi furono gettati nello stagno di fuoco. Questa la seconda morte, lo stagno di fuoco. E chi non era scritto nel libro della vita fu gettato nello stagno di fuoco (Ap. 20). Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perch il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non cera pi. E vidi anche la citt santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. Udii allora una voce potente che usciva dal trono: Ecco la dimora di Dio con gli uomini! Egli dimorer tra di loro ed essi saranno il suo popolo ed egli sar il Dio con loro. E terger ogni lacrima dai loro occhi.

La catena con cui il grande Drago deve essere legato, formata dalla preghiera fatta con Me e per mezzo di Me. Questa preghiera quella del Santo Rosario. Una catena infatti ha il compito prima di limitare lazione, poi di imprigionare ed infine di rendere vana ogni attivit di colui che viene con essa legatoLumile e fragile corda del Santo Rosario forma la forte catena con cui render mio prigioniero il tenebroso dominatore del mondo, il nemico di Dio e dei suoi servi fedeli. Cos ancora una volta la superbia di Satana verr sconfitta dalla potenza dei piccoli, degli umili, dei poveri (Messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi - 07/10/1992).

18

Non ci sar pi la morte, n lutto, n lamento, n affanno, perch le cose di prima sono passate (Ap. 21,1-4). La luce di questa Citt Santa lo stesso splendore del Padre; il sole che riscalda lAgnello Immolato, dal cui Cuore escono raggi ardenti di fuoco e di amore; il respiro lalito dello Spirito Santo, che d la vita e muove tutte le creature al loro canto di gloria e di celestiali armonie - La Citt Santa deve anzitutto stabilirsi nei cuori e nelle anime, cio nella vita, di tutti i miei figli. Questo avviene quando vi sottraete a tutte le seduzioni del male e delle passioni e date spazio allamore di Dio, che vi conduce a vivere in perenne comunione di vita con Lui. Venite cos liberati dalla schiavit del peccato e riportati a quella esperienza di grazia, di purezza, di gioia, che era labituale condizione di vita di Adamo, prima che soccombesse allinsidia del serpente ed alla sua prima caduta. Allora berrete alla sorgente, che scaturisce dal Paradiso; sarete vincitori del male e del Maligno; entrerete in possesso dei beni che il Signore vi ha preparato; diventerete voi stessi figli dellAltissimo Dio dal suo trono disse: - Ora faccio nuove tutte le cose. Ci che dico vero e degno di essere creduto. Io sono il Principio e la Fine, il Primo e lUltimo. A chi ha sete dar gratuitamente da bere lacqua della vita. Ai vincitori toccher questa parte dei beni. Io sar loro Dio ed essi saranno miei figli - La Citt Santa deve anche risplendere nella Chiesa, purificata da tutte le sue umane debolezze, liberata dalle macchie della infedelt e dellapostasia, santificata dalla sua passione dolorosa e dalla sua cruenta immolazione. Allora la Chiesa torner ad essere tutta bella, senza macchia e senza rughe, ad imitazione della vostra Madre Immacolata. Nella Chiesa, purificata e completamente rinnovata, risplender, nella sua grande potenza, la sola Luce di Cristo, che sar da Lei diffusa in ogni parte della terra e cos tutte le nazioni accorreranno ad essa, per la perfetta glorificazione della Santissima Trinit. Lo Spirito mi trasport su una grande montagna, molto alta, e langelo mi mostr Gerusalemme, la Citt Santa che appartiene al Signore. Essa scendeva dal cielo, da parte di Dio. Aveva lo splendore di Dio, brillava come una pietra preziosa, come una gemma cristallina. La citt non ha bisogno di sole, n di luna per rischiararla, perch la illumina lo splendore di Dio e lAgnello la sua luce. Le nazioni cammineranno alla sua luce ed i re della terra porteranno in essa la loro ricchezza. Di giorno le porte non saranno mai chiuse e non ci sar pi notte. In essa saranno portate le ricchezze e lonore dei popoli. Nulla di impuro vi potr entrare, nessuno che pratichi la corruzione o commetta peccato. Entreranno solo quelli che sono scritti nel libro della vita, che appartiene allAgnello. - La Citt Santa deve infine raccogliere lumanit redenta e salvata, dopo che, per mezzo della purificazione, della grande tribolazione e del terribile castigo, sar stata liberata completamente dalla schiavit di Satana, del peccato e del male. In questi ultimi tempi, la lotta contro Satana ed il suo potente esercito di tutti gli spiriti cattivi si far pi aspra e sanguinosa, perch vivete sotto il pesante giogo del suo universale dominio. Allora comprendete come appartiene al mio compito di Donna vestita di sole, di Vincitrice di Satana, quello di legare il grande Drago, di precipitarlo nel suo stagno di fuoco, da cui non potr pi uscire per nuocere nel mondo. In esso regner Cristo.

19

Ges ritorner nella gloria, per riportare tutta la Creazione al pieno splendore del suo nuovo Paradiso terrestre. La citt peccatrice sar ormai scomparsa e cos tutto il creato si aprir con gioia ad accogliere la Citt Santa, la nuova Gerusalemme discesa dal cielo, la dimora abituale di Dio con gli uomini5. Una nuova era si aprir, ma il significato preciso di tutto ci, per ora, lo sa solo Iddio. Queste parole son certe e veraci. Il Signore Dio che ispira i profeti, ha mandato il suo angelo per mostrare ai suoi servi ci che deve accadere tra breve. Ecco,io verr presto (Ap. 22, 6-7). Non mettere sotto sigillo le parole profetiche di questo libro, perch il tempo vicino. Il perverso continui pure ad essere perverso, limpuro continui ad essere impuro e il giusto continui a praticare la giustizia e il santo si santifichi ancora. Ecco io verr presto e porter con me il mio salario, per rendere a ciascuno secondo le sue opere. Io sono lAlfa e lOmega, il Primo e lUltimo, il principio e la fine. Beati coloro che lavano le loro vesti: avranno parte allalbero della vita e potranno entrare per le porte nella citt. Fuori i cani, i fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna! Io, Ges, ho mandato il mio angelo, per testimoniare a voi queste cose riguardo alle Chiese. Io sono la radice della stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino. Lo Spirito e la sposa dicono: Vieni!. E chi ascolta ripeta: Vieni!. Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente lacqua della vita. Dichiaro a chiunque ascolta le parole profetiche di questo libro: a chi aggiunger qualche cosa, Dio gli far cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; e chi toglier qualche parola di questo libro profetico, Dio lo priver dellalbero della vita e della citt santa, descritti in questo libro. Colui che attesta queste cose dice: S, verr presto!. Amen. Vieni, Signore Ges. La grazia del Signore Ges sia con tutti voi. Amen! (Ap. 22,10-20). Pozzuoli, 8 maggio 2009 Supplica alla Regina del SS. Rosario di Pompei Edizione aggiornata e ampliata novembre 2009 Modesto Caruso

Messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi - 08/12/1992.

20

APPENDICE I

APPELLO DIVINO
(Rivelazioni fatte da Ges a Sr. Anna Ali dellOrdine delle Figlie di Ges il Buon Pastore)

a) Breve introduzione Fra il 1993 e il 1994 i media diffusero una notizia clamorosa. Unumile suora appartenente allOrdine delle Figlie di Ges il Buon Pastore, tale Sr. Anna Hadija Ali, nel corso di unapparizione aveva immortalato il volto di Cristo su di una pellicola fotografica. La foto, scattata a Porta Angelica, a Roma, risaliva allagosto del 1987. La suora in seguito dichiar che, a partire dall8 settembre dello stesso anno, Nostro Signore cominci ad apparirle costantemente di notte e a dettarle dei messaggi da divulgare. Nel 1993, centonovantacinque di quei messaggi furono raccolti e dati alle stampe6. Sulla copertina del libro, intitolato: Appello Divino, in una soffusa luce azzurra, campeggiava la vera immagine di Nostro Signore Ges Cristo. La rivelazione consiste in un accorato appello di Ges allumanit. Il mondo, traviato dallazione malefica di Satana, a causa dei propri peccati sta precipitando verso lautodistruzione. Gli uomini non si rendono neanche conto della minaccia che li sovrasta e continuano ostinatamente a percorrere la via del male e ad offendere lEterno Padre. Ma sta per giungere lora in cui Cristo stesso parler con voce di giudice e interverr personalmente, rendendo a ciascuno il giusto salario, secondo le proprie opere. Vi sar un periodo dangoscia per il mondo e per la Chiesa. Gli elementi naturali saranno sconvolti, la guerra devaster la terra, lanarchia regner sovrana. Molte persone periranno, altre brameranno la morte, ma non la troveranno. La conversione, la preghiera, i Sacramenti, lAdorazione Eucaristica, le Messe riparatrici, sono gli unici strumenti di salvezza di cui possiamo disporre. Proponiamo, in queste pagine, una sintesi fedele dei 195 messaggi, risalenti agli anni 1987/88. Nella stesura abbiamo rispettato la lettera e lo spirito del testo originario, selezionando i motivi ricorrenti e unificandoli in ununica narrazione. Nella sezione relativa al futuro della Chiesa, alcune parole furono omesse gi al momento della pubblicazione (1993). Tuttavia, dal contesto, non difficile capire che si tratta di termini concernenti la sfera ecclesiastica, espunti per una sorta di pudore e di rispetto verso le autorit religiose.

b) La Rivelazione Figlia Mia, devo parlarti. Sono il Signore della Rivelazione, Ges Crocifisso. Fai attenzione a quanto sto per dirti. Verr un tempo in cui gli uomini non vorranno pi ascoltare la dottrina di salvezza e preferiranno assecondare i loro desideri. Sono venuto di persona per cambiare la vostra vita. Nel Mio Divin Sacramento vengo crocifisso e insultato, bestemmiato e rinnegato, eppure Io continuo ad amare, servire e guarire le Mie povere anime. Comprendi la Mia immensa sofferenza. Tu per Me sei come un tabernacolo a Mia disposizione. Ti ho scelta come Mio strumento. Non preoccuparti. Ti comando questo: ascolta e scrivi ci che ti dico. Attraverso i piccoli eserciti, le Mie parole saranno divulgate e verranno stampate e lette; conceder grazie speciali attraverso le quali le anime potranno essere trasformate.
6

JUDE O. MBUKANMA (a cura di), Appello Divino, Milano 19942

21

Figlia Mia, concediMi la tua compagnia in queste ore tristi e solitarie. I Miei avvertimenti non sono stati ascoltati. unangoscia terribile! Voglio che lumanit si renda conto di quant grave la situazione del mondo e capisca la giustizia inesorabile di Dio Padre. Io amo lumanit e voglio che si converta attraverso le preghiere e i miei Divini Sacramenti: Sante Messe di espiazioni, confessioni e rosari. Sono state fatte troppe offese. Se le genti si pentiranno e pregheranno, la collera del Padre Eterno sar placata. Altrimenti innumerevoli anime verranno gettate nel fuoco eterno insieme a Satana, che instilla nelle loro menti che Dio non esiste. LItalia, la nazione prediletta da Dio! Tutte le regioni dItalia portano il sigillo del comunismo. Tradisce il Mio cuore, porta le anime alla perdizione e allontana da Me i figli che vogliono seguirMi. Figlia mia, non aver paura e non nascondere ci che ti dico. Non posso pi trattenere la Mia mano. Il Padre Eterno ha ripetuto molte volte che molte nazioni spariranno dalla faccia della terra. Le nazioni senza Dio saranno la piaga che punir lumanit irriverente e priva di scrupoli; il comunismo si rallegrer a causa dei senza Dio. Molti periranno. Mia Madre ha dato messaggi continuamente. Queste non sono solo parole, ma un appello doloroso ed afflitto a tutta lumanit, che Mi tradisce come Giuda e porta le anime ad inseguire amori colpevoli come il denaro fino a giungere alla perdizione. Molte anime hanno rinnegato il Mio nome e credono nel demonio. Lumanit attira su di s un castigo e dei flagelli con il suo comportamento diabolico. La Mia piet grande se si pentono e fanno penitenza. Ma essi hanno scelto di camminare a fianco di Satana, che imperversa nel mondo come una furia, fa impazzire le anime e le cattura. Laria contaminata, il peccato invade ogni cosa. Satana ha annerito gli spiriti che gi si erano rivoltati contro se stessi. Il male si contorce come un terribile serpente mostruoso che inconsciamente avvinghia le anime. Nessuno va allinferno senza il proprio consenso. Molte persone, fin dalla loro infanzia, vanno verso la perdizione per colpa dei loro genitori che non vogliono saperne dellesistenza del Padre Eterno. Ecco, queste sono le anime che Io convertir attraverso le preghiere dei fedeli. Dedica del tempo al Mio amore nel Mio Sacramento. Sii felice ed espia davanti a Me i crimini commessi, poich Io amo e aspetto giorno e notte nel Mio tabernacolo di poter abbracciare tutti. Prega e fai penitenza. Figlia Mia, lascia che Io ti usi, abbandonati a me senza pensare a che cosa ti succeder. Devi abbandonarti alla Mia volont. Devi seguirMi lungo la Via Crucis, al fine di riparare i peccati dellumanit. Sii unanima fervente, luce e sale della terra, conduci una vita semplice e umile in modo da poter far nascere altre anime ferventi. Unisci la tua anima alla Mia; seguiMi fino a ad immolarti completamente. Voglio che nelle tue pi grandi sofferenze tu sappia riconoscerMi. Questo il tuo compito sulla terra: far s che Io sia realizzato nel Sacramento del Mio Amore. D allumanit di abbandonare il male. Attraverso te voglio mostrare che amo ogni cosa infinitamente piccola ed ogni assoluta nullit. Dedicati alla preghiera e perdona, medita nel silenzio dei ricordi ed ascolta la voce della Mia piet e del Mio amore.

Figlia Mia, questa lora di Satana! Il demonio sa di avere poco tempo ed ha imprigionato le anime. I buoni non pregano e vivono una vita letargica tra molte avversit che non sono in grado di superare. Molti pensano solo al proprio benessere. Che peccato! E i cattivi vivono nella corruzione pi scellerata. Linevitabile e sofferta modernizzazione ha sovvertito lequilibrio dei buoni. Invece di vivere nella grazia costante e nella santit, scelgono la mediocrit. Il diavolo li lusinga con una libert esagerata e senza scrupoli. Non credono allesistenza di niente; figlia Mia, che amarezza! Il mondo grida quando soffre, ma Io ti dico che le anime che Mi seguono sulla strada stretta sono veramente poche. Con pochi eletti fra i Miei figli, Io costruir il Mio regno.

22

Il mondo va sempre peggiorando. I peccatori ostinati non vogliono avere nulla a che fare con Dio. La Sua ira su di loro. Ho visto il Mio Eterno Padre guardare la terra con severit e lho sentito pronunciare queste parole: Distrugger in pochi minuti questa terra di fango, bestemmia, scandali, infamie sacrilegi ed insulti. Distrugger tutto il mondo se non si convertir. Figlia Mia, voglio che tutti sappiano che il primo colpo sempre pi vicino. Verr un momento terribile in cui Io parler con voce di giudice. Il Mio Eterno Padre molto offeso! Se ti dicessi quanti peccati vengono commessi ogni giorno moriresti di dolore. I buoni soffriranno: coloro che sono perseguitati per cause ingiuste e le anime giuste non hanno nulla da temere, perch verranno separati dagli empi e dagli ostinati, saranno salvati. Ci saranno calamit, terremoti che seppelliranno citt e villaggi, carestie, malattie contagiose e senza speranza, inondazioni, cicloni che gonfieranno i mari e i fiumi tanto da farli straripare, le montagne si spaccheranno e saranno ingoiate dalla terra. I ponti saranno distrutti e repentine eruzioni vulcaniche porteranno morte e rovina: il mondo verr totalmente trasformato. In verit ti dico, giunta lora che lumanit si penta; si avvicina un cambiamento universale, come non mai successo dallinizio del mondo e che mai si ripeter. Questi tempi sono peggiori di quelli del grande diluvio, che ha ingoiato intere nazioni. Se lumanit non si rivolge a me, questo sar un tempo di disperazione per gli empi. Essi mi imploreranno con grida e bestemmie sataniche di ricoprirli con le montagne, fuggiranno a cercare rifugio nelle caverne, ma invano. Coloro che si pentono troveranno nel Mio potere la protezione e la piet di Dio, mentre coloro che rifiutano di pentirsi periranno a causa dei loro peccati. I peccati umani hanno trasformato la terra in uno scenario di crimini. I molti scandali porteranno tante anime alla rovina e alla corruzione. Nellora della fine, la terra tremer e il mondo sar oscurato da grandi lampi e forti tuoni. Nel cielo appariranno nubi fiammeggianti e una tempesta di fuoco improvvisamente cadr su tutta la terra. Gran parte dellumanit verr distrutta, insieme a molto di ci che stato creato dalluomo. Io ho rinviato la giustizia divina. Il mio cuore spezzato dal dolore, Cosaltro avrei potuto soffrire per salvare questumanit?! Sono venuto ad esortare i peccatori a cambiare vita, perch il castigo vicino; la terra brucer e sar avvolta dal fumo, le strade saranno coperte di sangue. Lumanit minacciata dalla guerra. La desolazione e la morte avanzano. Lintero mondo sar in guerra, verr invaso dalla rovina e dalla morte. Le armi mortali non solo stermineranno gli eserciti, ma distruggeranno anche le cose pi sante e sacre, i bambini, gli anziani, gli infermi. Che pena figlia Mia, il Mio dolore immenso! Le leggi ingiuste delle nazioni hanno spezzato la legge di Dio. ora di muoversi in fretta, il momento si avvicina. Lumanit non si resa conto del castigo che la minaccia. Il Padre user i malvagi per punire i peccatori. Questa umanit peggiore di quella di Ninive! Il mondo non ha mai avuto bisogno di preghiere come adesso. Questa lora dellApocalisseIo non voglio che alcuno perisca, ma se non si pentono conosceranno solo la desolazione! Il Mio avvertimento severo; non un ordine di condanna per il mondo. Al contrario, voglio salvare le anime dando i Miei messaggi in varie parti del mondo. arrivato il momento di avvertire lumanit per evitare una catastrofe. Ecco perch sono venuto a chiamare i peccatori. Come un mendicante, chiedo preghiere ed espiazione; queste sono le sole cose che ancora possono portare salvezza. Coloro che non vogliono approfittare della Mia infinita piet periranno nellultimo giorno.

Figlia Mia, prega per la Chiesa. Il demonio si sta muovendo al suo interno, lusingando tutti con le sue bugie. Il leone ruggente avanzer a diffondere lerrore. Il diavolo si infiltrato ine opera con grandi legioni infernali. Il diventato il centro del maligno, il posto preferito dove governa il Rosso Lucifero. Il circondato da persone pericolose che si professano Miei
23

seguaci, invece sono i Miei oppressori. Nella Mia Chiesa, molti sono stati trasformati in veri e propri demoni in carne ed ossa. Hanno perso la dignit e il lume della ragione. Predicano amore e pace, ma lavorano per portare le anime alla perdizione. Figlia Mia, prega e fa s che gli altri preghino. Devo insistere con loro su questo punto perch il gregge sta per essere disperso. La Chiesa piena di massoni. Il diavolo sta facendo di tutto per abolire il Santo sacrificio della Messa. I massoni insultano il Mio Vangelo! Mi colpiscono con fruste e corde decorate con tale violenza da scuoterMi le ossa, sono straziato da innumerevoli ferite. La loro malvagit ripugnante! Gridano: noi non vogliamo Dio, non vogliamo Cristo e Mi girano a testa in gi. Satana ha incatenato le loro anime. I Miei stessi consacrati Mi insultano e Mi sputano addosso. Vengo rinnegato e profanato. Lora del terribile abbandono vicina. Verr un tempo in cui ci saranno grandi prove. Cardinali contro cardinali, vescovi contro vescovi. Satana camminer fra le loro file come un branco di lupi affamati. Si scatener lAnarchia. La Chiesa verr schiacciata con lorgoglio della violenza. Roma sar un immenso flagello: peggio di Babilonia. Ci saranno grandi sofferenze. Prega per il Vaticano e per il Papa questi sono giorni neri. Satana vuole la vittoria, il tradimento nei confronti di Le chiese verranno devastate e saccheggiate; le Ostie consacrate saranno calpestate sotto i piediora sono come leoni arrabbiati. Non vogliono pi servire il Padre Eterno. Non solo non credono nel Mio corpo mistico, ma non hanno nemmeno la volont di credere. Mi addolorano con il tradimento e la loro infamia, con molti peccati. Ecco la vera Apocalisse! Il Padre Eterno misericordioso, ma lumanit ha perso i suoi valori, come drogata e senza Dio. Le anime sono schierate dalla parte di Satana. Tutti i grandi propositi maligni sono nelle mani della massoneria. Si sono messi daccordo per attaccare la Mia presenza e la Chiesa. Satana marcia trionfante fra le loro fila. Con la Chiesa fraci saranno molte morti e un grande spargimento di sangue. Grandi offese cadranno e sar vittima delle mani perfide dei Miei consacrati. Il paganesimo trionfa. LItalia soffrir grandi sconvolgimenti e sar purificata da una grande rivoluzione; solo parte di essa sar salvata. Roma si sta preparando ad essere distrutta dal crescere di una coscienza atea; la corruzione ha raggiunto il limite. I romani stessi tradiranno Roma e tutta lItalia. State attenti. Preparatevi tutti, buoni e cattivi, adulti e bambini, preti e suore, tutta lumanit. Io li amo e concedo loro del tempo. Ecco il perch della mia venuta: perch essi si sveglino dal loro torpore apatico. Beati coloro che ascoltano la mia voce e si preparano. Figlia Mia. Unisci il tuo cuore alle Mie lacrime di sangue. Sono molto addolorato. Nel Mio tabernacolo ricevo solo insulti, ingratitudine e moltissimi oltraggi. In mezzo ai Miei ministri e ai Miei consacrati non conosco n riposo n conforto. Mi torturano continuamente pi che mai. Li chiamo a vegliare e a pregare, a combattere le loro cattive inclinazioni e a sopportare tutto ci per non cadere nel vizio. Nei pascoli lerba deve essere tagliata ogni anno. Bisogna arare la terra, concimarla e liberarla dalle erbacce. La Mia Chiesa in rovina. C molto lavoro da fare. Le Mie chiese sono ridotte a degli indifferenti luoghi di ritrovo, anche se poi li chiamano fraterni incontri di preghiera. Lostinazione di secoli fa continua ad esistere e a dominare. Moltihanno degradato la nobilt del loro ministero conducendo una vita superficiale e non attenendosi strettamente alla grandezza dellopera che avevano ricevuto in custodia. Inon cambiano vita e non vogliono diventare umili e caritatevoli, distaccati dalla vanit del mondo. Quanto amore peccaminoso per il denaro e le diversioni illecite! Sostengono di predicare la mia parola, ma sono tutti contro di me, guidati dal Rosso Lucifero. Il demonio li sta usando per abolire il sacrificio della Messa. Non credono nel mio disperato appello. Hanno gli occhi bendati e non vedono che stanno distruggendo il mondo con le loro mani e con le loro stesse mani stanno preparando anche la loro esecuzione. Il potere satanico in mezzo a loro e il fuoco eterno li aspetta. Io concedo ancora del tempo per tornare, ma se non mi ascoltano sar troppo tardi e periranno nel Mio giudizio Divino! La mia Chiesa verr giudicata.
24

Fate attenzione: arrivato il momento di pareggiare i conti! Il calice colmo. Si sta avvicinando lora in cui Io parler con voce di giudice. Beati coloro che ascoltano la Mia voce. A Roma ci saranno cambiamentiCi che corrotto perir e non ritorner mai pi alla luce!

Queste sono le parole di avvertimento che nascono dalla Mia divina piet. Io soffro nel vedere le anime cadere nella perdizione. Figlia mia, prega ed implora affinch il male che si trova nellumanit venga indebolito. Racchiudi lumanit nel tuo cuore. Ravvisa in ogni volto il Mio volto. Crea dei piccoli eserciti che preghino ed espiino. Ti chiedo di stabilire con questi gruppi turni di preghiera. Questopera deve essere un movimento continuo di preghiere per la riparazione dei peccati. Desidero continuare a riversare la Mia piet nel cuore degli uomini; voglio che i peccatori siano convertiti. Io non Mi stanco mai di loro. Li abbraccio tutti e voglio riposare nelle loro anime. Non allontano nessuno da Me. Il Mio grande amore per lumanit Mi tiene prigioniero nel tabernacolo ad attendere, assetato, di portare a Me tutti i peccatori. Ho sete delle anime che amo cos tanto. Offro loro grazie sufficienti alla loro conversione. La Mia grazia si estende a tutte le miserie di ogni genere che si trovano sulla terra. Per quanto siano terribili, direttamente o indirettamente Io le trasformo in salvezza. Cos facendo mostro le Mie meravigliose invenzioni. Ci che ora rivelo loro il Mio Sacro Mistero. Nel Sacramento del Mio amore, Io mi presento sotto forma di banchetto. Gli angeli del cielo sono stupiti del grande amore che Mi fa dimorare sulla terra con lumanit sotto forma di pane. In ogni minuscola particola del dellOstia consacrata Io sono presente in tutta la Mia Divinit, come quando siedo alla destra del Padre. Io sono contemporaneamente nei gloriosi trionfi del cielo e sulla terra. In questo Mistero Mi dono non allumanit intesa come globalit, ma semplicemente ad ogni singolo individuo. Io rappresento Me Stesso, sono un tuttUno. La Mia presenza in questo mistero ha lo scopo di dare alle anime la giusta e beata opportunit di praticare la vera fede, affinch conoscano il Mio mistero cos stupendo! Nel Sacramento del Mio amore sono cos solo ed afflitto, senza che nessuno venga a farMi visita per ore. Nei Miei tabernacoli vengo dimenticato, umiliato e rifiutato da molte anime. Molti deinon sanno che Io sono l, si rifiutano di riconoscerMi. Ho bisogno che sappiano che Io sono loro fratello e sacerdote. Io chiedo implorando di essere esposto almeno una volta alla settimana. Sarebbe pi consolante per Me. Se verr innalzato porter tutti gli uomini a Me, la testa di Satana sar schiacciata e il male perir nel tremendo rigore della giustizia Divina. Allora regneranno salvezza e pace e la luce risplender sopra il potere del maligno. Resta fedele e sii pronta; il tempo poco ed i secoli eterni Mi appartengono. Ti benedico.

25

APPENDICE II

PREGHIERE E ORAZIONI
a) Preghiera dettata da Ges a suor Anna Ali Oh Ges, umilissimo, adorabile, presente nel Santo Sacramento del Tuo divino amore. Qui, davanti al tuo Sacro trono nascosto, mi prostro con la mia anima. Nella mia nullit e nei miei peccati, Ti imploro di accettare le mie povere preghiere, atti di riparazione e di adorazione per spegnere la Tua sete di anime ed ottenere il perdono completo per molte profanazioni, atti di ingratitudine ed oltraggi che tu ricevi ogni momento da parte di innumerevoli miserabili peccatori come noi. stata la tua infinita piet per lumanit che Ti ha commosso al punto da velarti per rimanere con immenso amore sugli altari e nei tabernacoli di tutta la terra. Oh Ges, per la Tua anima, il Tuo corpo e la Tua divinit presenti nella Santissima Eucaristia, accetta le lacrime della mia anima, affinch queste anime che ti sono immensamente preziose (citare i nomi di coloro per i quali si desidera pregare) possano vivere in eterno. I secoli infiniti appartengono a Te. Cos affidiamo noi stessi interamente a Te, alle Tue amorevoli cure e al Tuo sguardo, nella vita e dopo la morte. Amen. Zagarolo, ore 3 del 4 aprile 1991

b) Atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria (Per i religiosi e laici aderenti al Movimento Mariano) Vergine di Fatima, Madre di Misericordia, Regina del Cielo e della terra, rifugio dei peccatori, noi, aderendo al Movimento Mariano, ci consacriamo in modo specialissimo al Tuo Cuore Immacolato. Con questo atto di consacrazione intendiamo vivere con Te e per mezzo di Te tutti gli impegni assunti con la nostra consacrazione battesimale; ci impegniamo altres ad operare in noi quellinteriore conversione tanto richiesta dal Vangelo, che ci distacchi da ogni attaccamento a noi stessi e ai facili compromessi col mondo, per essere come Te, solo disponibili a fare sempre la volont del Padre. E mentre intendiamo affidare a Te, Madre dolcissima e misericordiosa, la nostra esistenza e vocazione cristiana, perch Tu ne disponga per i Tuoi disegni di salvezza in questora decisiva che grava sul mondo, ci impegniamo a viverla secondo i tuoi desideri, in particolare per quanto riguarda un rinnovato spirito di preghiera e di penitenza, la partecipazione fervorosa alla celebrazione dellEucaristia e allapostolato, la recita quotidiana del Santo Rosario ed un austero modo di vita, conforme al Vangelo, che sia a tutti di buon esempio nellosservanza della legge di Dio, nellesercizio delle virt cristiane specialmente della purezza. Ti promettiamo ancora di essere uniti al Santo Padre, alla Gerarchia ed ai nostri Sacerdoti, cos da porre una barriera al processo di contestazione del Magistero, che minaccia le fondamenta stesse della Chiesa. Sotto la tua protezione vogliamo anzi essere gli apostoli di questa oggi tanto necessaria unit di preghiera e di amore al Papa su cui invochiamo da Te una speciale protezione. Infine Ti
26

promettiamo di condurre le anime con cui veniamo a contatto, in quanto ci possibile, ad una rinnovata devozione verso di Te. Consapevoli che lateismo ha fatto naufragare nella fede un gran numero di fedeli, che la dissacrazione entrata nel Tempio Santo di Dio, che il male e il peccato sempre pi dilagano nel mondo, osiamo alzare fiduciosi gli occhi a te, Madre di Ges e Madre nostra misericordiosa e potente, e invocare ancora oggi ed attendere da Te la salvezza per tutti i Tuoi figli, o clemente, o pietosa, o dolce Vergine Maria. (con approvazione ecclesiastica)

c) Esorcismo contro satana e gli angeli ribelli (pubblicato per ordine di Leone XIII). In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. (Esorcismo) In nome di Ges Cristo, nostro Dio e Signore, con lintercessione dellImmacolata Vergine Maria, Madre di Dio, di S. Michele Arcangelo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e tutti i Santi, noi intraprendiamo la battaglia a respingere con insistenza gli attacchi e le imboscate del demonio. Salmo (si recita in piedi) Che Dio si faccia avanti ed i suoi nemici saranno dispersi: e che fuggano davanti a Lui coloro che lo odiano. Come svanisce il fumo, svaniscano pure essi; come la cera fonde nel fuoco, cos periscano i peccatori davanti a Dio. D. Ecco la Croce del Signore, fuggite potenze nemiche. R. Vinse il leone della trib di Giuda, il discendente di Davide. D. Che la tua misericordia, Signore, sia su di noi. R. Come noi abbiamo sperato in te. Noi ti esorcizziamo, spirito immondo, potenza satanica, invasione del nemico infernale, legione, riunite e sette diaboliche, in nome e potere del nostro Signore Ges Cristo sii sradicato dalla Chiesa di Dio e dalle anime riscattate col prezioso Sangue del Divino Agnello (+). Dora innanzi non osare pi, perfido serpente, ingannare il genere umano, perseguitare la Chiesa di Dio, n scuotere e scivolare come frumento gli eletti di Dio. Te lo comanda LAltissimo Dio, al quale, nella tua grande superbia, presumi essere simile. Te lo comanda Dio Padre (+); te lo comanda Dio Figlio (+); te lo comanda Dio Spirito Santo (+). Te lo comanda il Cristo, Verbo eterno di Dio fatto carne (+), che per la salvezza della nostra razza, perduta per la tua gelosia, Si umiliato e reso obbediente fino alla morte. Te lo comanda il segno della Croce (+) e il potere di tutti i misteri della nostra fede Cristiana. Te lo comanda la potente Madre di Dio, la Vergine Maria (+), che dal primo istante della Sua Immacolata Concezione per la sua umilt ha schiacciato la tua testa orgogliosa. Dunque, dragone maledetto e tutta la legione diabolica, noi ti scongiuriamo per il Dio (+) vivo, per il Dio (+) vero, per il Dio (+) Santo: cessa dingannare le umane creature e di versare su di loro il veleno della dannazione eterna; cessa di nuocere alla Chiesa e di mettere lacci alla sua libert. Vattene, Satana, inventore e maestro dinganni, nemico della salvezza delluomo. Cedi il posto al Cristo, cedi il posto alla Chiesa.
27

Umiliati sotto la potente mano di Dio, trema e fuggi linvocazione fatta da noi del Santo e terribile Nome di Ges; che glinferi tremino, che le virt dei cieli, le potenze e le dominazioni siano sottomesse, che i Cherubini ed i Serafini lodino Incessantemente dicendo: Santo, Santo, Santo il Signore, il Dio delle Armate. Dalle insidie del diavolo liberaci, o Signore! (Si asperga, potendo, il luogo di acqua benedetta). N. B. Si propaghi questa preghiera. potente. Dove c il segno di Croce bisogna fare il segno di Croce con la mano, senza pronunciare parole. Si raccomanda un Pater per chi diffonde questa preghiera. Padre Nostro che sei nei Cieli

d) Preghiera a S. Michele Arcangelo O Principe gloriosissimo delle milizie celesti, San Michele Arcangelo, difendici nei combattimenti e nelle lotte terribili che dobbiamo sostenere in questo mondo contro il nemico infernale. Vieni in aiuto agli uomini, combatti ora con lesercito degli Angeli Santi le battaglie del Signore, come gi pugnasti contro il capo degli orgogliosi, Lucifero, e gli angeli decaduti che lo seguirono. Tu Principe invincibile, soccorri il popolo di Dio e procuragli la vittoria. Tu che la Santa Chiesa venera come custode e patrono e si gloria di avere a suo difensore contro le malvagie dellinferno; Tu a cui lEterno ha confidato le anime per condurle nella celeste beatitudine, prega per noi il Dio della pace, affinch il demonio sia umiliato e vinto e pi non possa tenere gli uomini sotto la schiavit, n nuocere alla Santa Chiesa. Offri al trono dellAltissimo le nostre preghiere, affinch la Sue misericordie scendano tosto su noi e linfernale nemico pi non possa sedurre e perdere il popolo cristiano. Cos sia. (con approvazione ecclesiastica)

28

INDICE

PRESENTAZIONE PREMESSA

pag. 1 pag. 2

INTERPRETAZIONE (1) Ap. 1-3: prologo; lettere alle 7 Chiese (2) Ap. 4-8,5: visione della corte celeste; il libro dei 7 sigilli (3) Ap. 8,6 - 10: le prime 6 trombe (4) Ap. 10-11 e Dn 12: il piccolo libro aperto e la manifestazione dellAnticristo (5) Ap. 12-14: la Donna e il dragone; le due bestie; la costanza dei santi (6) Ap. 15-19: la fine dei tempi e gli ultimi 7 calici (7) La risurrezione dei morti e la nuova Gerusalemme. Conclusione pag. 17 pag. 6 pag. 14 pag. 4 pag. 2 pag. 3 pag. 4

APPENDICE I: APPELLO DIVINO APPENDICE II: PREGHIERE E ORAZIONI INDICE

pag. 21 pag. 26 pag. 29

29