Sei sulla pagina 1di 2

www.instabile.

net

MEDICINA ALTERNATIVA

Un sale contro la lotta al cancro. Il cancro si sviluppa a causa di radicali liberi messi in libert nella cellula dai mitocondri. I mitocondri, con questi radicali liberi, colpiscono il nucleo della cellula (qualcosa come diecimila volte al giorno), cercando di sovvertirlo. A questazione si antepone unenzima (superossido-dismutasi). Se avviene che per stress endogeni, o per condizioni particolari fisiologiche che i radicali liberi riescono ad eliminare lenzima superossido-dismutasi dalla cellula, si scatena il tumore. In Italia, entrando nel campo delle cure anticancro, vige una legge per la quale nessun farmaco pu fregiarsi della nomina di anticancro, questo perch nessun farmaco in grado di assicurare un sicuro effetto contro la patologia. Nonostante ci, esistono dei protocolli di cura a cui il malato si sottopone ciecamente per aggrapparsi ad una via di uscita moto incerta. Di solito sentiamo parlare di chemioterapia, radiazioni e ormoni, le quali oltre a non essere di certo effetto, hanno come risultante di debilitare ancor di pi il malato; senza tener conto del costo della terapia. La chemioterapia , spiega il Dottor Pantellini in unintervista rilasciata a Cosco pubblicata in Individuo, malattia e medicina, Editrice Andromeda, Bologna 1995, si regge su un assioma, anzi un paradosso: ci che fa venire il cancro, lo guarisce; ed aggiunge: nella chemioterapia , la ciclofosfammide non altro che un iprite chelata che viene introdotta nellorganismo, causa sui tessuti delle reazioni di Feulgen liberando quattro molecole di acido cloridrico.. come si pu pensare di curare il cancro con lacido cloridrico?. Purtroppo lidea stessa di cura del cancro che deve essere cambiata, scartando a priori quelle terapie che sono distruttive per lorganismo. E qui che la cosiddetta medicina alternativa ci viene incontro, ma facciamo un riassunto cronologico; Pauling afferma che lascorbato di sodio un buon protettore contro linsorgenza dei tumori allo stomaco Dean Burk nel 69 rileva che lascorbato di sodio uccide in vitro le cellule cancerogene ed senza danno per le normali. Cameroun e Pauling scoprono che lascorbato di sodio inibisce lenzima ialuronidasi che serve per la riproduzione delle cellule, soprattutto di questo enzima ne hanno un gran bisogno le cellule tumorali. Stone afferma che somministrazioni di ascorbato di sodio hanno dato risultati pi che positivi, fino a casi di completa remissione del male. Si arriva poi allascorbato di potassio per caso, cio quando ad un malato fu consigliato di bere delle limonate con aggiunta di bicarbonato di sodio per alleviare i dolori allo stomaco. Dopo quattro mesi il paziente non presentava pi dolori, si scopr in seguito che per errore aveva aggiunto alle limonate del bicarbonato di potassio. Iniziarono cos gli esperimenti per capire cosa nelle limonate reagiva con il bicarbonato di potassio per dare un effetto cos benefico. Si scopri cos che era lacido ascorbico la sostanza che, reagendo col bicarbonato di potassio, migliorava le condizioni del malato. Di fatto i pazienti terminali sottoposti al trattamento presentavano un miglioramento della condizione fisica, ripresa dellappetito e di massa corporea, migliorando cos le condizioni di vita. In alcuni casi, la malattia regrediva addirittura. Il Dottor Pantellini inoltre afferma che la guarigione piuttosto facile nel caso dei malati ai primi stadi, inoltre egli a conoscenza di molte persone che hanno assunto il prodotto a scopo preventivo, e nessuna di esse fin oggi a presentato la comparsa di fenomeni degenerativi. E allora perch il discorso non stato approfondito? <P> Perch le case farmaceutiche non hanno fatto studi?<P> Perch la sanit non se ne interessata?<P> Forse perch lascorbato di potassio un sale che non presenta brevetto ed ha costi bassissimi; dove sarebbe il guadagno per una casa farmaceutica?

E che ci sia la malasanit non certo una scoop. , mi domando quanti interessi ci siano dietro, e sopra la pelle dei malati.. . Resta il fatto che questo miracoloso sale , ogni volta che stato usato sia a scopo preventivo che curativo ha dato risultati pi che positivi. Ecco di seguito le dosi consigliate sia a scopo di prevenzione che di cura: per la prevenzione: 2/3 dosi la settimana, da assumersi la mattina a digiuno, per 4/5 mesi; poi interrompere per un mese e ricominciare. Per la cura: assumere 3 dosi al giorno

Una dose di ascorbato di potassio deve essere composta con 0,15g di acido ascorbico + 0,30g di bicarbonato di potassio (KHCO3). www.instabile.net