Sei sulla pagina 1di 11

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Relazione La Regione Lazio con questa proposta di legge nel considerare labitazione come nodo centrale delle esigenze di salute, qualit, risparmio e tutela dellambiente, assicurando allo stesso tempo il massimo benessere per luomo, si prefigge lobiettivo di promuovere ledilizia ecologica e cio di progettare e costruire edifici che riducano al minimo gli sprechi e che non esercitino gravi effetti negativi sullambiente e sulla salute di chi abita o fruisce dellelemento casa. Inoltre lo scopo della bio-architettura di realizzare edifici oppure unit abitative autosufficienti riducendo allessenziale lacquisto di energia dallesterno. Le eco-case dovranno soddisfare alcuni standard: utilizzo di materiali naturali e riciclabili, risparmio energetico che va in direzione del rispetto degli accordi di Kyoto sulla riduzione delle emissioni serra, isolamento acustico, cura per lambiente esterno. Tutto questo comporter, tra laltro, un notevole risparmio di gestione in termini di bollette elettriche, riscaldamento e acqua. Edificare secondo i criteri delledilizia ecologica e bio-compatibile significa utilizzare e gestire le risorse naturali al meglio delle nostre possibilit. La proposta di legge si compone di: articolo 1 promozione della qualit e dello sviluppo sostenibile nelledilizia residenziale; articolo 2 stabilisce gli obiettivi degli interventi; articolo 3 dispone la creazione di una anagrafe degli interventi pubblici; articolo 4 si prefigge lobiettivo di promuovere iniziative di studio e culturali; articolo 5 istituisce il Piano per la ecoqualit delle costruzioni pubbliche;

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

articolo 6 stabilisce i finanziamenti; articolo 7 prevede il regolamento attuativo.

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE

Promozione delleco qualit nelledilizia residenziale pubblica e privata

Di iniziativa dei consiglieri Filiberto Zaratti

Giuseppe Mariani

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 1 (Finalit e principi) 1- La Regione Lazio intende promuovere lo sviluppo sostenibile nelledilizia residenziale e leco qualit architettonica. 2- Per sviluppo sostenibile nelledilizia si intende la diffusione di una metodologia progettuale che recepisca alla base della ideazione e della realizzazione dellopera la salvaguardia dellambiente ed il miglioramento della qualit della vita. 3- Qualit e sviluppo sostenibile nelledilizia residenziale si realizzano attraverso ladozione di tecniche e di principi costruttivi di bio-architettura e bio-edilizia.

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 2 (obiettivi degli interventi regionali) 1- Per le finalit di cui allarticolo1, La Regione Lazio, nellambito delle proprie competenze intende perseguire i seguenti obiettivi: a) elevare la qualit abitativa ed ambientale delledilizia pubblica e privata, contribuendo cos al miglioramento della qualit della vita dei cittadini; b) promuovere concorsi di idee o di progettazioni collaborando con gli enti locali per la realizzazione di interventi residenziali di bio-edilizia sia pubblica che privata, da intendersi come progetti di qualit, innovativi e produttivi di modelli per un uso ecosostenibile del territorio laziale; c) incentivare le iniziative culturali, gli studi, la formazione e la ricerca di tecniche e criteri costruttivi di bio-architettura e bio-edilizia; d) favorire ledilizia ecologica, anche nelle ristrutturazioni di edifici, mediante ladozione di programmi miranti a sostenere cooperative edilizie , le imprese di costruzione e gli altri soggetti pubblici e privati che intendono edificare con criteri costruttivi di bio-architettura e bio-edilizia; 2- I criteri, le modalit e le procedure per la predisposizione e lattuazione dei programmi di cui alla lettera d del comma 1 sono stabiliti con il regolamento di attuazione della presente legge. Il regolamento comprender il Protocollo regionale per la valutazione della qualit energetica ed ambientale di un edificio, in seguito denominato Protocollo. 3- Il Protocollo lo strumento attuativo di cui si dota la Regione per disciplinare la valutazione di biosostenibilit dei singoli interventi in bioedilizia e per graduare i contributi previsti dalla presente legge. Il Protocollo diviso in aree di valutazione e comprende i requisiti bioedili richiesti con le corrispondenti scale di prestazione quantitativa e qualitativa che determinano il punteggio di valutazione dei singoli interventi, con riferimento, anche, alle seguenti materie:

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE a. utilizzo delle risorse climatiche finalizzato al riscaldamento, al raffreddamento ed alla ventilazione naturale degli edifici (climatizzazione passiva); b. elevazione della qualit ambientale degli spazi esterni attraverso il controllo della temperatura superficiale e dei flussi daria, dellinquinamento acustico, luminoso, atmosferico ed elettromagnetico, nonch la valutazione degli aspetti di percezione sensoriale dellambiente costruito; c. integrazione paesaggistica degli edifici con il contesto ambientale; d. integrazione delledificato con la cultura locale, nel recupero delle tradizioni costruttive; e. contenimento dellutilizzazione di risorse da realizzarsi mediante limpiego di materiali di costruzione a limitato consumo, nelle fasi di produzione e trasporto; f. riduzione del fabbisogno di energia elettrica mediante lutilizzo di impianti di illuminazione e di elettrodomestici a basso consumo; g. contenimento dei consumi idrici di acqua potabile negli edifici, impianti e relative pertinenze; h. riduzione dei consumi energetici per il riscaldamento degli edifici, garantendone lottimale isolamento termico, il miglior rendimento degli impianti e limpiego di energie rinnovabili; i. realizzazione di impianti di ventilazione e raffreddamento efficienti, mediante il controllo degli apporti calorici solari e dellinerzia termica degli elementi costruttivi; j. impiego di energie rinnovabili per la produzione di acqua calda sanitaria e di energia elettrica; k. riduzione dei carichi ambientali degli edifici valutati nel corso dellintero loro ciclo di vita, quali i rifiuti da costruzione e demolizione, le emissioni in atmosfera, il deflusso di acque reflue anche mediante il riutilizzo delle acque saponate, linquinamento acustico, la fitodepurazione; l. elevazione della qualit ambientale visiva, acustica, termica, elettromagnetica e dellaria interna ed esterna agli edifici; m. elevazione della qualit dei servizi forniti dagli edifici, in termini di adattabilit, flessibilit, gestione e controllo impiantistico; n. distanza da servizi sociali e qualit ambientale delle comunicazioni e dei trasporti esterni (accessibilit e prossimit dei servizi); o. predisposizione degli impianti

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 3 (Anagrafe dellintervento pubblico per lo sviluppo sostenibile del sistema abitativo) Al fine di disporre di dati riguardanti lintervento pubblico nel settore delledilizia residenziale, la Regione costituisce e gestisce unapposita anagrafe dello sviluppo sostenibile delledilizia residenziale che avr sede presso gli assessorati competenti.

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 4 (Promozione di iniziative culturali, studi, formazione e ricerca) La regione Lazio, mediante intese con lUniversit, con istituzioni scolastiche, enti di formazione professionale, ordini professionali e le associazioni di categoria interessate, promuove iniziative culturali, studi, curricula formativi e ricerca nel settore delledilizia sostenibile, nonch eventi finalizzati alla diffusione di una cultura del costruire nel rispetto delluomo e dellambiente.

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 5 (Piano per la ecoqualit delle costruzioni residenziali pubbliche) 1- Lassessorato regionale allurbanistica, lassessorato allambiente e lassessorato ai lavori pubblici e casa, di concerto tra loro, predispongono il Piano per la ecoqualit delledilizia residenziale pubblica, che viene approvato dalla giunta regionale. 2- Il piano di cui al comma 1 ha la durata triennale e pu essere aggiornato nellarco del triennio, individua le linee dintervento per il conseguimento degli obiettivi indicati dalla presente legge ed in particolare indica per ciascun anno i settori ed i progetti prioritari.

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 6 (Disposizioni finanziarie) Agli oneri derivanti dallattuazione della presente legge previsti in euro. si provvede mediante stanziamento di pari importo su UPB di nuova istituzione denominata ( Interventi per leco qualit nelledilizia residenziale pubblica e privata)

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO GRUPPO VERDI per la PACE

Articolo 7 (Regolamento di attuazione)


Entro novanta giorni dallentrata in vigore della presente legge la Giunta Regionale del Lazio emana il regolamento di attuazione.